Page 7

Gennaio

vittime della Strage del Pilastro Il 4 gennaio del 1991 i carabinieri Mitilini, Moneta e Stefanini si imbattono nella banda della Uno bianca e vengono uccisi.

M

auro Mitilini e Andrea Moneta hanno 21 anni, Otello Stefanini uno in più. Sono i tre carabinieri di pattuglia nel quartiere Pilastro di Bologna il 4 gennaio 1991. Con il suo primo stipendio, Moneta si è regalato una Polo; ne è molto orgoglioso e ha voluto assolutamente rientrare a Bologna, dopo un permesso, in auto. Se avesse preso il treno non sarebbe stato messo nel turno serale al Pilastro. Un giro di sorveglianza non fa mai male, soprattutto da quando qualche mese prima si era verificato un principio di incendio doloso in un ricovero per extracomunitari. Ma la serata è tranquilla e i carabinieri si fermano a parlare con alcuni agenti della polizia, poi riprendono la strada e lungo via Casini superano un’auto di colore chiaro. È una Uno bianca, diretta a San Lazzaro di Savena alla ricerca di una macchina da rubare per il prossimo colpo, ma i carabinieri non possono immaginarlo. Gli occupanti della Fiat invece sono sospettosi, temono che quel normalissimo sorpasso sia una manovra per prendere il numero di targa. Meglio non correre rischi: si affiancano alla volante e Roberto Savi, il capo della banda, inizia a sparare. Otello Stefanini, alla guida, viene ferito subito; innesta comunque la marcia e tenta la fuga, finendo contro i cassonetti della spazzatura. Mitilini e Moneta provano a reagire, escono dall’auto, rispondono al fuoco e feriscono Fabio Savi, ma non riesco15

grillo_interni_09.indd 15

13/09/11 17:40

Santi Laici  

Questo libro è un compendio della nostra memoria collettiva. I Santi Laici sono esempi pericolosi che il sistema si affretta a dimenticare....

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you