Page 14

Santi laici

Mattarella nasce a Castellammare del Golfo, in provincia di Trapani, nel 1935. Il padre Bernardo aveva dominato la politica siciliana negli anni Cinquanta, ma Piersanti si è liberato della pesante eredità avviando un profondo rinnovamento all’interno della Democrazia cristiana. Come Aldo Moro (vd. 9 maggio 1978) e Giorgio La Pira, è un cattolico che crede nell’attività politica come conciliazione di impegno civile, rispetto sociale e rigore etico. Si è formato nell’Azione cattolica, è entrato molto giovane nelle fila del partito e ha ricoperto diversi incarichi in istituzioni locali, fino alla nomina a presidente della Regione Sicilia nel 1978. Segno tangibile di un nuovo atteggiamento è la conferenza regionale sull’agricoltura, nella quale Pio La Torre (vd. 30 aprile 1982), deputato del Partito comunista, denuncia la corruzione all’interno dell’assessorato all’Agricoltura. Anziché difendere e discolpare il vecchio sistema, Mattarella rincara la dose e afferma che è arrivato il momento di gestire con trasparenza i contributi regionali. Per smantellare la trama di antichi favori tenta un’inedita alleanza proprio con il Pci che permette di varare importanti riforme. Per prima cosa applica la legge sul decentramento amministrativo per trasferire competenze e potere agli enti locali. Le grandi famiglie mafiose rischiano così di perdere il controllo degli ingenti fondi in circolazione. Ma soprattutto Mattarella va a colpire il sistema degli appalti pubblici, e con quelli minaccia il giro di denaro e favori su cui si reggono gli affari della criminalità. Queste iniziative raccolgono il malcontento immediato degli altri politici: la Dc ritira l’appoggio a Mattarella, che deve sciogliere l’alleanza 22

grillo_interni_09.indd 22

13/09/11 17:40

Santi Laici  

Questo libro è un compendio della nostra memoria collettiva. I Santi Laici sono esempi pericolosi che il sistema si affretta a dimenticare....

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you