Page 1

IMPIANTI FOTOVOLTAICI

BELMAN ENERGY s.r.l. Via Maestri del Lavoro, 21/A 60010 Ripe (AN) Tel/Fax:071/7955083 e-mail: info@belmanenergy.com

www.belmanenergy.com


Chi siamo La Belman Energy s.r.l. nasce nel 2008 dall’unione della SB Costruzioni s.r.l. e lo Studio Tecnico Manoni, da sempre appassionati al fotovoltaico e al mondo delle energie rinnovabili, sono riusciti in meno di un anno a realizzare più di 20 impianti per una potenza complessiva di oltre 100kWp, in stretto contatto con i mercati mondiali di riferimento, in particolare quello tedesco, giapponese e americano. Ha sempre considerato prioritaria l'informazione in un campo che è molto dinamico sia dal punto di vista tecnico e delle innovazioni di prodotto che dal punto di vista normativo e di incentivo. Di Belman Energy si può apprezzare la professionalità, esperienza, dinamismo, serietà, chiarezza, concretezza e competenza, elementi essenziali per un successo solare!

Come funziona un impianto fotovoltaico Un impianto fotovoltaico trasforma, direttamente e istantaneamente, l’energia solare in energia elettrica senza l’uso di alcun combustibile né di macchine in movimento. Produce elettricità là dove serve, non richiede praticamente manutenzione, riduce le emissioni di CO2 nell’ambiente e offre il vantaggio di essere realizzato “su misura”, secondo le necessità dell’utilizzatore. Ai fini dell'utilizzo pratico, il generatore fotovoltaico viene collegato ad un apparato convertitore (c.d. inverter) che trasforma la corrente continua in corrente alternata (220 V oppure 380 V). L'inverter è collegato alle utenze domestiche, servite dall'energia solare durante il giorno, ma collegate alla rete elettrica quando la fonte solare è insufficiente o non disponibile (ad esempio nella notte). Un contatore fiscale, posto a valle dell'inverter,misura tutta l'energia prodotta dall'impianto, mentre un secondo contatore, posto tra l'utenza e la rete, misura l'energia non consumata dall'utenza, ma ceduta alla rete.

Come funziona il "Conto Energia" Il sistema di incentivazione, denominato Conto Energia, consente di incentivare tutta l'energia prodotta dal vostro impianto, indipendentemente dal suo impiego sul posto, cioè presso l'utenza collegata all'impianto, o dalla cessione alla rete nazionale. L'energia prodotta viene pagata dallo Stato (attraverso il GSE Spa - www.gsel.it) con una tariffa incentivante che è funzione del tipo di installazione, secondo lo schema riportato in tabella:

L'importo riconosciuto dal GSE è pari alla produzione annuale dell'impianto [kWh] x la tariffa applicabile [€/kWh]. L'importo viene liquidato dal GSE sul conto corrente del proprietario (e intestatario dell'utenza elettrica). Un duplice guadagno dal conto energia: 1 - l’energia prodotta dall’impianto viene utilizzata per ridurre il prelievo di energia dalla rete. L'ideale è dimensionare l'impianto per azzerare il prelievo annuale, cioè il totale delle bollette dell'anno; 2 - lo Stato riconosce una tariffa incentivante aggiuntiva su tutta l'energia prodotta, comprensiva quindi dell'energia prodotta e non utilizzata direttamente dall'utenza.

Tipologie di installazione 1 - Parzialmente integrato: l’impianto è appoggiato o fissato alla superficie del tetto – nel caso di tetti inclinati deve essere complanare – o della copertura del capannone o dell’edificio di installazione; 2 - Integrato: i pannelli sostituiscono elementi dell’edificio, quali tegole, parapetti, coperture di pensiline, frangisole; 3 - Non integrato: tutte le altre tipologie di installazione, tipicamente gli impianti realizzati sul terreno. BELMAN ENERGY s.r.l. Via Maestri del Lavoro, 21/A 60010 Ripe (AN) Tel/Fax:071/7955083 e-mail: info@belmanenergy.com

www.belmanenergy.com


Gli impianti fotovoltaici connessi in rete lavorano in regime di interscambio con la rete elettrica nazionale. Durante le ore di luce l'utenza elettrica a cui è collegato l'impianto consuma l'energia fotovoltaica prodotta, mentre durante le ore di buio, preleva energia dalla rete. Nei casi in cui l'energia prodotta dall'impianto è superiore al fabbisogno istantaneo dell'utenza, l'energia prodotta in eccesso viene immessa in rete e scontata dalle bollette successive. La rete elettrica funziona quindi come un "polmone": assorbe l'energia prodotta in eccesso dall'impianto e la restituisce all'utenza a cui è collegato sotto forma di risparmio in bolletta, l’energia accumulata potrà essere consumata nei successivi 3 anni.

Tipologie contrattuali con il gestore di rete Per il collegamento alla rete nazionale, il proprietario dell'impianto dispone di due opzioni contrattuali con il distributore (Enel o altro distributore locale): 1 - opzione di "cessione alla rete": è il caso di impianti di potenza maggiori di 20 kW o di impianti NON collegati ad utenza di consumo (es. casa, officina). In questo caso l'energia prodotta viene venduta interamente all'operatore, cioè come nel caso di un produttore puro. La tariffa di vendita è variabile secondo il mercato della Borsa Elettrica, ma è garantito un minimo pari a 0,09 €/kWh (delibera AEEG n. 90/07). 2 - opzione di "scambio sul posto": in questo caso il distributore sconta dalla bolletta dell'utenza l'energia prodotta dall'impianto e non utilizzata dall'utenza. E' questa l'opzione più remunerativa, in quanto la tariffa a carico dell'utente è mediamente di 0,19 €/kWh, cioè più del doppio di quella minima garantita in caso di cessione alla rete.

Come si installa Gli impianti possono essere installati a terra, su tetti inclinati o coperture piane, su pensiline o tettoie, direttamente sulle facciate di edifici, sia in verticale. Le soluzioni più efficienti prevedono un'inclinazione di 32° (alle latitudi ni del Nord Italia) e l'orientamento verso Sud.

L'ancoraggio dei moduli può avvenire per appoggio sulla copertura, con l'apporto di zavorre in c.a.v. o con tasselli. In questo caso si procede alla ripresa della guaina per evitare possibili infiltrazioni.

Nel caso di tetti inclinati, se è disponibile una falda esposta a SUD (+ / - 25°) la soluzione ideale è con i pannelli in posizione complanare alla copertura. In questo caso oltre ad un migliore effetto estetico si può ottenere la tariffa incentivante concessa per le soluzioni "parzialmente integrate".

Dove è possible sostituire elementi strutturali o di complemento architettonico (tegole, coperture di tettoie, lastrici solari), si adottano soluzioni "completamente integrate", che ottengono il massimo livello estetico e vengono remunerate con la massima tariffa incentivante.

BELMAN ENERGY s.r.l. Via Maestri del Lavoro, 21/A 60010 Ripe (AN) Tel/Fax:071/7955083 e-mail: info@belmanenergy.com

www.belmanenergy.com


Quanta superficie occupa Per tetti inclinati, dove è possibile montare i moduli complanari al tetto, i moduli occupano circa 8 m2 per ogni kW di potenza installata. Su superficie piane, dove è necessario inclinare i moduli per ottenere una maggiore efficienza, il rapporto è di 15 - 18 m2 per ogni kW, per evitare ombreggiamenti reciproci tra le file di moduli.

Quanto rende un impianto In linea generale una casa monofamiliare nel Nord Italia consuma circa 3.500 kWh/anno, un fabbisogno che viene soddisfatto da un impianto da 2 kW. Un impianto residenziale da 2 kW costa poco meno di 15.000 €, e rende circa 1.600 € /anno. Non ci sono spese annuali e l'unica manutenzione riguarda un controllo annuale della pulizia dei pannelli.

In quanti anni si recupera l'investimento Un impianto dimensionato correttamente si ripaga in 8 - 10 anni a seconda dei valori di irraggiamento locale e delle caratteristiche di installazione. Se ci fosse necessità di vendere l'immobile in anticipo, il contratto di incentivazione viene ceduto al nuovo proprietario, e con esso l'intero valore dell'impianto.

L'offerta di BELMAN ENERGY Le forniture: Impieghiamo i migliori moduli certificati da Istituti europei accreditati, in funzione delle disponibilità di mercato. Impieghiamo solo moduli che offrono i rendimenti maggiori (> 13,5 %) per ridurre i costi di installazione e utilizzare lo spazio al meglio. Per gli inverter utilizziamo i prodotti che meglio si adattano alle situazioni specifiche, comunque che garantiscano rendimenti superiori non solo nei momenti di irraggiamento ideale, ma anche in situazioni di variabilità meteorologica (dove è importante la rapidità di adattamento dell'inverter). Selezioniamo i modelli che offrono particolare cura nella progettazione dell'elettronica per ottenere una durata superiore ai 20 anni. In questo caso abbiamo previsto di utilizzare il modulo SUNTECH STP280-24VB il quale, da prove effettuate, risulta essere un ottimo prodotto in quanto test di laboratorio certificato come l’istituto ISAAC, dimostra che la potenza nominale dopo un tempo di esposizione di 15 mesi è diminuto di solo 1,5%, come si può vedere dalla tabella sotto:

Fonte: Rivista FV fotovoltaici n.6 anno IV

I nostri servizi: -

analisi preliminare, dimensionamento e calcolo rendimento;

BELMAN ENERGY s.r.l. Via Maestri del Lavoro, 21/A 60010 Ripe (AN) Tel/Fax:071/7955083 e-mail: info@belmanenergy.com

www.belmanenergy.com


verifica compatibilità urbanistica (la DIA è quasi sempre sufficiente); dimensionamento, calcolo energia producibile e rendimento economico; progettazione esecutiva; installazione, allacciamento alla rete (insieme all'operatore) e collaudo; pratica incentivazione al GSE (Gestore Servizio Elettrico Spa); Effettuiamo gratuitamente analisi di fattibilità; Inoltre,offriamo soluzioni di assicurative dell’impianto e di finanziamento.

Dove siamo: Ci trovate a: Ripe (AN) in Via Maestri del Lavoro, 21/A (zona industriale Ponte Lucerta)

Alcuni impianti realizzati

BELMAN ENERGY s.r.l. Via Maestri del Lavoro, 21/A 60010 Ripe (AN) Tel/Fax:071/7955083 e-mail: info@belmanenergy.com

www.belmanenergy.com


BELMAN ENERGY s.r.l. Via Maestri del Lavoro, 21/A 60010 Ripe (AN) Tel/Fax:071/7955083 e-mail: info@belmanenergy.com

www.belmanenergy.com


BELMAN ENERGY s.r.l. Via Maestri del Lavoro, 21/A 60010 Ripe (AN) Tel/Fax:071/7955083 e-mail: info@belmanenergy.com

www.belmanenergy.com

Presentazione Belman Energy srl  

Breve presentazione della ditta e del fotovoltaico

Advertisement