Issuu on Google+


Programma Amministrativo della lista civica FORMELLO X FORMELLO Elezioni del 6/7 maggio 2012 Candidato alla carica di Sindaco SERGIO CELESTINO Fotografie: Ilaria Canali e Paolo Loss Progettazione Grafica Beecom srl | www.beecom.it Stampa: Miligraf srl, Zona industriale Olmetti, Formello | www.miligraf.it Finito di stampare nel mese di aprile 2012

Questo volume è stampato su carta Cocoon Offset certificata FSC - 100% riciclata. Contribuisce alla responsabilità ambientale e diminuisce il carico di rifiuti in discarica.


Sergio Celestino Candidato Sindaco di Formello Programma Amministrativo 2012 - 2017


[ 4 ] Sergio Celestino Sindaco di Formello | Idee per vivere meglio.

Idee per vivere meglio. Come vogliamo che Formello diventi in futuro? Che idee abbiamo per governarne la crescita e in quale direzione vogliamo che vadano i suoi servizi, il territorio, il profilo sociale ed economico? Chi si candida alla guida di una comunità deve rispondere a queste domande, andando oltre all’interesse dei partiti politici, le bandiere e lo spirito di fazione, nel nome del solo bene comune. Con i propri valori e le proprie idee, certo, ma nell’esclusivo interesse della comunità. In questi anni di amministrazione abbiamo maturato idee e pensieri lunghi. Molti sono i progetti in corso che intendiamo portare avanti, ma molte saranno le novità, i nuovi temi, gli stili e i messaggi innovativi, come dimostra la campagna di ascolto “Dai voce alle tue idee” con cui abbiamo aperto la nostra campagna elettorale e che ha contribuito a formare questo programma. Molte sono anche le cose che miglioreremo, perché si può e si deve fare sempre meglio. Formello è oggi una cittadina nota in tutta la provincia per la qualità della vita, dei servizi e dell’ambiente, ma non basta. Siccome è così vicina a Roma e non vogliamo che diventi un dormitorio, dobbiamo sviluppare con decisione le sue vocazioni produttive: innovazione tecnologica e multimediale per guardare al futuro, e turismo culturale e ambientale per preservare ciò che le viene dalla sua storia. Vogliamo proseguire l’opera di ristrutturazione del suo territorio urbano con il recupero e la riqualificazione degli insediamenti, lo sviluppo di nuova e più sicura viabilità, e far crescere i servizi di pari passo con l’aumento della popolazione, che oggi conta 13.000 abitanti.


Sergio Celestino Sindaco di Formello | Idee per vivere meglio. [ 5 ]

Poiché le risorse economiche in questi anni di crisi non abbonderanno, bisognerà diventare bravi a fare di più con meno: dare servizi migliori con l’aiuto delle nuove tecnologie, coinvolgere di più la cittadinanza attiva, reperire più finanziamenti pubblici e anche più capitali privati. Pesare meno sull’ambiente producendo meno rifiuti e più energia pulita, che è pure conveniente; e riorganizzare le filiere agricole per produrre in modo responsabile e tutelare davvero il paesaggio, che di Formello è una qualità essenziale. Vogliamo una città di cui tutti possano sentirsi cittadini, a prescindere dalla provenienza, dalla ricchezza, dalla condizione fisica. Insomma, una città sostenibile, aperta, intelligente. E anche simpatica. Per questo obiettivo non ci risparmieremo, con l’esperienza di chi ha già molto lavorato e l’entusiasmo di chi si appresta a farlo per la prima volta. E per questo chiediamo il vostro convinto e attivo sostegno.

Sergio Celestino Candidato a Sindaco Lista civica Formello x Formello


[ 6 ] Idee per vivere meglio: la bella città.

Una città più collegata.


Idee per vivere meglio: la bella città. [ 7 ]

La bella città. Il delicato equilibrio tra città, natura e paesaggio è la chiave del successo di Formello, dove la domanda di abitazioni è sempre alta. Ciò significa che servono soprattutto più servizi e sempre migliori, e una crescita rispettosa della bellezza e della storia. Una città in cui migliorino viabilità, sicurezza stradale, in cui aumenti il verde urbano e la qualità dell’edilizia privata; che tragga valore dal suo essere collocata nel cuore del Parco di Veio. E una città con più servizi -più scuole, più parchi, in cui si circola meglio e dove le varie frazioni siano meglio collegate tra loro- è anche una città più bella.

Formello cresce e ha bisogno di circolare meglio. Non solo di raggiungere più agevolmente Roma, ma anche di collegare tra loro le sue tante parti, per favorirne l’integrazione. Per questo è prioritaria la realizzazione di assi viari che negli scorsi anni abbiamo pianificato e progettato per alleggerire il centro urbano, come via delle Sodera e via del Praticello, a carico dei rispettivi piani attuativi; il nuovo svincolo tra Formellese e Cassia bis, che sarà realizzato dall’erigendo polo Audiovisivo; i collegamenti tra monte Madonna e Castelli, e tra Castelli e via dei Fossi Vecchi. Le Rughe ha bisogno di un nuovo collegamento con la Cassia, a nord dell’abitato, e di realizzare una viabilità di tipo almeno ciclopedonale per un collegamento più sicuro con Formello tra via di Baccanello e via dei Formalicchi. Gli orari e le destinazioni del trasporto pubblico urbano, il cui chilometraggio è giunto al suo massimo sviluppo, saranno verificati e razionalizzati.


[ 8 ] Idee per vivere meglio: la bella cittĂ .

Curare di piĂš quello che abbiamo.

Star bene con vista.


Idee per vivere meglio: la bella città. [ 9 ]

In tempi di crescita urbana associata a risorse economiche sempre più scarse, dobbiamo diventare più bravi a garantire manutenzione e decoro urbano. Un piano delle affissioni deve liberare i muri dai manifesti selvaggi; contratti di gestione devono razionalizzare la manutenzione stradale; la realizzazione di punti ristoro nelle aree pubbliche principali deve alleggerire il servizio comunale dalla manutenzione ordinaria del verde e dalla pulizia; sono urgenti nuovi serbatoi e reti potenziate, per assicurare un servizio idrico che possa fronteggiare l’aumento della popolazione e garantire maggiore qualità. Dobbiamo coinvolgere di più le imprese locali che mostrino di voler crescere e di offrire il loro contributo per la comunità a cui appartengono.

La ex scuola media Rossellini sorge in uno dei posti più panoramici di Formello: occasione per realizzare un servizio di pubblico interesse ad alta qualità e redditività, requisito essenziale per la sua manutenzione e gestione. Attraverso la finanza di progetto realizzeremo una struttura socio-riabilitativa convenzionata, che preveda anche annessi servizi aperti alla cittadinanza intera: oltre ad ambulatori dedicati, spazi flessibili che possano essere usati da fasce differenziate di utenza. Palestre e piscina per riabilitazione possono essere aperti all’uso di tutti, in orari diversi. E da sotto i pini, che vanno salvaguardati, si vede Formello, monte Aguzzo e Roma.


[ 10 ] Idee per vivere meglio: la bella cittĂ .

Un polo per l’assistenza sanitaria.

Nuova vita a Le Rughe.


Idee per vivere meglio: la bella città. [ 11 ]

In località La Bandita, accanto al nuovo insediamento di edilizia sociale, abbiamo acquisito senza spendere soldi pubblici 16.000 metri quadri destinati a servizi pubblici. La nostra idea è di destinare quell’area a servizi sociosanitari, mettendo l’area a disposizione anche di Asl e Regione Lazio. Lo spazio, di immediato accesso anche dai comuni limitrofi, consentirà di incrementare l’offerta di prestazioni sanitarie da parte della competente agenzia sanitaria, se necessario integrate da prestazioni private convenzionate, puntando su un presidio territoriale di tipo polispecialistico.

Intensificheremo gli sforzi per integrare Le Rughe con il resto del territorio tramite i servizi rivolti all’intero comune; ma è innegabile che la zona abbia raggiunto una popolazione tale da renderla ormai paragonabile a un comune medio-piccolo. Per questo, oltre ai due già menzionati collegamenti viari (vedi il punto “Una città più collegata”), serve potenziare il centro civico esistente con più servizi comunali decentrati, una ludoteca e la valorizzazione dell’erigendo impianto sportivo polivalente; e serve potenziare un ‘cuore’ della vita civica, sviluppando le due aree comunali all’incrocio tra via Oceania e via Canada con servizi dedicati all’infanzia, e l’area alla confluenza tra viale Africa e viale delle Rughe in forma di piazza. Le aree verdi limitrofe di viale Bolivia e il parco Italo Calvino avranno una migliore manutenzione con il convenzionamento di attività sportive e di piccolo ristoro. Sarà incoraggiata la costituzione di un consiglio di quartiere (vedi il punto “Vita dai quartieri”) da consultare per la messa a punto delle principali misure che riguardano la zona.


[ 12 ] Idee per vivere meglio: Un ambiente pulito.

Formello Rifiuti Zero.


Idee per vivere meglio: Un ambiente pulito. [ 13 ]

Un ambiente pulito. Pulizia vuol dire tante cose. Ad esempio produrre sempre meno rifiuti, differenziando sempre di più e meglio; inquinare meno, puntando in modo convinto sulle energie rinnovabili di ultima generazione, soprattutto per ridurre l’impatto dell’edilizia privata; migliorare il decoro urbano, con servizi di spazzamento più efficienti; puntare sulla creazione di nuovo verde urbano per ridurre rumore, calore, inquinamento. E continuare a combattere con decisione un inquinamento ancora più pericoloso, quello dei fenomeni criminosi e del malaffare.

Abbiamo l’ambizioso obiettivo di arrivare entro la fine del mandato all’80% di raccolta differenziata. Per conseguirlo dobbiamo investire in educazione e senso civico, premiare i comportamenti virtuosi e sanzionare chi non collabora; moltiplicare i centri di raccolta, rendere più efficiente il calendario di raccolta, incentivare la riduzione di imballaggi e contenitori usa e getta. La revisione del sistema tariffario da Tarsu (pago in base alle dimensioni della casa) a Tia (pago in base a quanto rifiuto produco) deve agevolare tutti coloro che differenziano meglio e che collaborano alla pulizia del paese, attraverso una card personalizzata che consenta di risparmiare.


[ 14 ]

Idee per vivere meglio: un ambiente pulito.

Meno consumi, pi첫 energia pulita.

Sporcare meno, pulire meglio.


Idee per vivere meglio: un ambiente pulito. [ 15 ]

Il risparmio energetico, oltre a fare bene all’ambiente, è ormai una necessità economica. Con le moderne tecnologie applicate alla pubblica illuminazione si può risparmiare fino al 40%; attraverso impianti innovativi per la generazione di energia da fonti rinnovabili sui terreni comunali possiamo produrre elettricità e teleriscaldare edifici pubblici e ampie zone del territorio, nel rispetto dei vincoli paesaggistici che in questi anni hanno limitato la diffusione del fotovoltaico. Le normative edilizie comunali punteranno a un più deciso incentivo agli edifici in classe A e alla bioarchitettura.

Pulire di più costa molto: dobbiamo imparare ad essere più civili e sporcare di meno. Oltre ad essere più severi con chi sporca, bisogna promuovere l’educazione civica e coinvolgere di più scuole, associazionismo e volontariato, premiando chi aiuta a tenere pulito (vedi il punto “Formello Rifiuti Zero”). Allora avrà più efficacia un servizio di spazzamento che deve essere più vicino ai quartieri, più capillare anche nelle zone meno centrali. I costi saranno finanziati senza aumentare le tasse, ricorrendo anche a sponsorizzazioni del servizio e ponendo la pulizia di parchi e giardini a carico di nuove piccole attività sportive, ricreative, punti di ristoro e noleggio. Che, oltretutto, li renderanno più vivi e sicuri.


[ 16 ]

Idee per vivere meglio: un ambiente pulito.

PiĂš verde in cittĂ .

Contro tutte le illegalitĂ  e le mafie.


Idee per vivere meglio: un ambiente pulito. [ 17 ]

Con l’aggiornamento del Piano regolatore sarà possibile acquisire le aree destinate a verde pubblico senza doverle espropriare, compensandole con modalità perequative. Saranno individuati nuovi parchi nelle aree urbane e sistemi di verde lineare, a misura di pedoni e ciclisti, soprattutto lungo gli spettacolari cunicoli etruschi. Tutte le nuove strade prevederanno adeguate alberature di alto fusto, in modo da ridurre rumore e inquinamento, come nel nuovo quartiere Albereto. Il parco di Vigna Grande, in attesa del definitivo via libera regionale, sarà il nuovo cuore della vita cittadina, soprattutto per i più piccoli.

‘Pulito’ significa anche retto e irreprensibile. Per promuovere questa pulizia bisogna prima di tutto essere trasparenti: tutti gli amministratori di maggioranza renderanno annualmente nota la loro situazione patrimoniale. E poi bisogna promuovere la cultura della legalità tramite le scuole e le associazioni, con corsi di formazione e aggiornamento, eventi, dibattiti, aderendo alla rete di iniziative di Libera. Chiederemo anche l’utilizzo della villa recentemente confiscata alle ‘ndrine a Castel de’ Ceveri, secondo la legge n.109/96, per destinarlo ad attività sociali compatibili con la vita del comprensorio. E creare su questi temi -illegalità, usura, droga- un osservatorio permanente con tutte le istituzioni competenti e le forze dell’ordine.


[ 18 ] Idee per vivere meglio: innovare lo sviluppo.

Formello, cittĂ  intelligente.


idee per vivere meglio: innovare lo sviluppo. [ 19 ]

Innovare lo sviluppo. Per creare nuove opportunità di lavoro, di sviluppo e di investimento abbiamo due assi strategici: innovazione tecnologica e turismo. L’innovazione è quella del nuovo polo dell’audiovisivo, delle imprese più qualificate dell’area produttiva Olmetti, dei laboratori della creatività digitale, delle nuove reti infrastrutturali come il wi-fi e le fibre ottiche; e quella che deve consentire a turisti di tutto il mondo di visitare meglio i nostri luoghi più belli, camminando lungo la via Francigena. Innovazione è anche reperire nuove risorse economiche, sviluppando la progettualità e ricorrendo a tutte le forme sane ed equilibrate di collaborazione tra pubblico e privato.

La fibra ottica può proseguire dalla zona industriale, dove è già arrivata grazie alla sinergia tra comune e imprese del settore, fino a Le Rughe e Formello centro. Le connessioni wi-fi possono aumentare fino a coprire le principali piazze e parchi pubblici. E questo aumento di interconnessione tecnologica, estesa a tutti gli edifici pubblici e le scuole, deve portare la Pubblica Amministrazione a fornire servizi on-line al cittadino più rapidi ed efficienti, monitoraggi più efficaci di traffico, inquinamento, sprechi e pubblica sicurezza, integrando l’attuale sistema di videosorveglianza. L’innovazione favorirà le dinamiche della partecipazione e le iniziative di cittadinanza attiva. Formello può diventare la prima ‘smart city’ della provincia di Roma.


[ 20 ] Idee per vivere meglio: innovare lo sviluppo.

Un’agricoltura tutta nuova.

Una ricettivitĂ  per il turismo sostenibile.


idee per vivere meglio: Innovare lo sviluppo. [ 21 ]

Per essere redditizia, e continuare a svolgere il prezioso ruolo di presidio ambientale, l’agricoltura va aiutata a darsi una nuova funzione sociale, turistica ed enogastronomica. L’esistente Gruppo di Acquisto Solidale - GAS - può diventare un vero e proprio mercato a chilometro zero; la mensa scolastica può incrementare la domanda di prodotti locali e biologici; gli orti sociali possono trasformare un’antica memoria in una risorsa a disposizione di tutti; e attraverso la collaborazione con Slow Food, trasformeremo il dismesso depuratore del Rosciolo in un orto scolastico. Il marchio di promozione su cui puntare per distinguere il nostro territorio è quello delle Terre di Veio.

Un ostello pubblico, gestito dal volontariato e collocato nel locale dell’ex Museo in piazza san Lorenzo, può far fare il salto di qualità a Formello quale ultima tappa della via Francigena prima di Roma. Un turismo lento, colto e responsabile può così ricevere impulso e stimolare a sua volta la nascita di nuove attività legate ai beni culturali e il parco di Veio (B&B, ristorazione tipica, agriturismo, attività artigianali), soprattutto nel centro storico. Attraverso una convenzione, a fronte della gestione dell’ostello si potrà ottenere anche la pulizia e la manutenzione ordinaria della via Francigena.


[ 22 ] Idee per vivere meglio: innovare lo sviluppo.

Formello, Silicon Valley sul Cremera.

Una regia unica per lo sviluppo locale.


Idee per vivere meglio: innovare lo sviluppo. [ 23 ]

Ciò che può caratterizzare lo sviluppo produttivo e occupazionale di Formello è la vocazione alla multimedialità e all’innovazione tecnologica delle sue imprese. Il nuovo Polo dell’Audiovisivo proietterà queste funzioni in un parco tecnologico di rilevanza metropolitana, declinandole con particolare riferimento all’industria dello spettacolo multimediale: televisione, effetti speciali, 3d, musica, crossmedialità, sviluppo web e open source. Tutto ciò arriverà a coinvolgere anche il centro storico, grazie alla destinazione dell’ultimo piano di palazzo Chigi a Centro di creatività digitale, e attraverso eventi, laboratori formativi e festival verrà coinvolto l’intero territorio.

Perché il modello di sviluppo sostenibile su cui puntiamo -basato su territorio e innovazione tecnologica- possa avere successo, è necessario che tutti gli attori locali cooperino tra loro: commercianti, artigiani, imprenditori, istituzioni. Per questo, oltre a coinvolgerli tutti nella redazione di un Piano strategico (vedi il punto “ Decidere insieme”), è necessario che il Comune si ponga da regia e coordinamento per l’integrazione dei vari attori, con particolare attenzione alle realtà micro-commerciali, proseguendo l’esperienza dei Centri Commerciali Naturali. Una struttura sul tipo delle agenzie per lo sviluppo locale dovrà accompagnare il processo con assistenza tecnica, progettazione e formazione accreditata per gli operatori.


[ 24 ] Idee per vivere meglio: una comunitĂ  unita.

Decidere insieme.


Idee per vivere meglio: una comunità unita. [ 25 ]

Una comunità unita. Oggi non tutti i cittadini di Formello si sentono parte della comunità, perché a Formello ci dormono soltanto. Eppure c’è una crescente domanda di inclusione, di partecipazione, di conoscenza e di radicamento nel territorio, che qui si sia nati o meno. Per rispondere a questa domanda bisogna inventare nuovi modi di partecipazione democratica alle decisioni pubbliche, favorire il rapporto tra il cittadino e il suo quartiere, allargare gli spazi per il volontariato e per i bisogni dei bambini. Ognuno deve fare il suo: il pubblico, migliorando i servizi, e il privato cittadino, sviluppando più senso civico.

Il laboratorio “Formello come la vogliamo” ci ha consegnato una grande voglia di partecipare in modo nuovo. Proseguiremo questa esperienza coinvolgendo tutte le associazioni e le categorie nella redazione di un Piano Strategico e sostenendo la formazione di un Forum di cittadinanza, una struttura permanente articolata in commissioni tematiche, da coinvolgere in tutte le principali decisioni sulla vita della comunità: bilanci di previsione, piani urbanistici, opere pubbliche. L’attività di partecipazione coinvolgerà in modo attivo anche il Consiglio dei Ragazzi, recentemente costituito, per costruire un necessario ‘ponte’ tra le generazioni, e potrà avere articolazioni per quartiere.


[ 26 ] Idee per vivere meglio: una comunitĂ  unita.

Vita dai quartieri.

La cittĂ  dei bambini e delle bambine.


Idee per vivere meglio: una comunità unita. [ 27 ]

Formello è storicamente un comune fatto di frazioni, spesso distanti tra loro, con una certa difficoltà a creare un senso di cittadinanza unitario. Per favorire la relazione tra le parti bisogna innanzitutto che ognuno si senta legato al proprio quartiere. Attraverso giunte e consigli comunali itineranti, favoriremo la formazione di una ‘coscienza di zona’, consigli di quartiere apolitici e apartitici, feste del vicinato, pulizie di quartiere periodiche con il contributo attivo degli abitanti. In ogni quartiere dovrà esistere un cuore, un luogo centrale, un servizio pubblico delocalizzato anche elementare. I rappresentanti dei comitati parteciperanno al Forum di cittadinanza (vedi punto “Decidere insieme”).

Se assumiamo i bambini come parametro per lo sviluppo della città, l’intera comunità ne risulterà più umana e vivibile. Questo vuol dire non solo nuovi servizi dedicati: oltre alle due nuove scuole in costruzione all’Albereto, una ludoteca al centro civico a Le Rughe, un asilo nido in viale Oceania e uno in via di Baccanello, una scuola dell’infanzia più spaziosa, uno ‘spazio be.bi’, luogo dei bambini e delle loro famiglie, servizi ormai indispensabili a una cittadinanza giovane con figli piccoli. Vogliamo impegnare l’intera città -amministratori, vigili, funzionari, commercianti, anziani, progettisti- a pensare alla città dal punto di vista dei bambini: percorsi pedonali, spazi pubblici progettati dai piccoli, spazi giochi differenziati per età. I bambini avranno un amministratore per loro: l’assessore alle politiche per l’infanzia, i servizi e la coesione sociale.


[ 28 ] Idee per vivere meglio: una comunitĂ  unita.

Unire i puntini.

Una casa piĂš accessibile e creativa.


Idee per vivere meglio: una comunità unita. [ 29 ]

Lo abbiamo detto spesso: Formello ha 13.000 puntini, i suoi abitanti. Dobbiamo costruire più relazioni tra loro se vogliamo disegnare una comunità coesa. Questo vuol dire favorire l’integrazione dei nuovi arrivati, sia che arrivino da Roma o dall’estero, far collaborare tra loro anziani, giovani e bambini, diversamente abili e normodotati, coinvolgere in azioni solidarietà e di volontariato civico, creare momenti di incontro e confronto orizzontale tramite Consulte tematiche e di quartiere. Questo si può fare creando un registro delle associazioni e mettendo a bando le idee e i progetti, e regolando i contributi comunali in base ad azioni virtuose: progettualità, adesione ad azioni di volontariato, coinvolgimento della rete territoriale, partecipazione alle sedute di Consulte e del Forum di cittadinanza (vedi punto “Decidere insieme”).

Questo sarà il mandato in cui si realizzerà un quartiere di edilizia sostenibile ed economica, integrata con il resto della città, tra via della Villa e la Bandita. Il progetto è ora in regione per le necessarie approvazioni, ottenute le quali saranno realizzati da cooperative circa 100 alloggi a costi accessibili. I criteri prioritari per la partecipazione alla costruzione agevoleranno i residenti meno abbienti, i giovani con bambini piccoli e le mamme in difficoltà. Per favorire l’integrazione sociale e la vivacità culturale, vogliamo destinare tramite bando pubblico alcune di queste case a giovani artisti che necessitano di alloggi-laboratorio.


[ 30 ] Idee per vivere meglio: la cultura è giovane.

Il Parco delle culture.


Idee per vivere meglio: la cultura è giovane. [ 31 ]

La cultura è giovane. La cultura è l’anima di una città: è sia la sua tradizione, sia la sua trasformazione. Perciò non è solo consumo, ma anche e soprattutto produzione e formazione culturale. Abbiamo già un teatro, palazzo Chigi, un centro per l’incisione e la grafica d’arte, una biblioteca e molto altro. Dobbiamo valorizzarli di più, puntando sull’innovazione: le tecnologie e i nuovi linguaggi digitali, la formazione, il partenariato che consente di trovare più risorse economiche e realizzare eventi di più ampio respiro. Il mix tra memoria storica e multimedialità può fare di Formello un originale laboratorio culturale dove ognuno può crescere.

Abbiamo ormai una serie invidiabile di spazi culturali: dal teatro a palazzo Chigi, dalla sala Orsini al centro per l’Incisione e la Grafica d’arte, un museo, una biblioteca multimediale, una notorietà potenzialmente internazionale grazie alla via Francigena, e altro ancora. Tutto questo va valorizzato di più, mettendo le varie parti in rete in base a un unico progetto culturale, reperendo partner e risorse economiche per creare eventi di più ampio respiro, e soprattutto stimolare la produzione di nuova cultura attraverso la formazione. Per questo creeremo una fondazione, che includa università italiane e straniere e sponsorizzazioni in grado di promuovere Formello come un originale laboratorio culturale, giovane e innovativo.


[ 32 ] Idee per vivere meglio: la cultura è giovane.

Spazio Chigi, un palazzo 2.0.

La formazione è Superiore.


Idee per vivere meglio: la cultura è giovane. [ 33 ]

Palazzo Chigi è un contenitore di attività sociali e culturali: museo dell’Agro Veientano, biblioteca multimediale, Col-Lab, spazi per esposizioni, formazione e conferenze. Ciò che può legare tutte queste attività, proiettando il Palazzo nel futuro, è la cultura digitale, alla quale vogliamo dedicare il secondo piano, attualmente libero. Intendiamo sviluppare i rapporti con la facoltà di Architettura dell’Università La Sapienza e con la University of California Los Angeles (UCLA) per la creazione di un polo culturale vivo e animato, che osservi e ricerchi l’evolversi del territorio, della sua cultura e della partecipazione della cittadinanza grazie all’avvento dei nuovi media e della crossmedialità: la possibilità di connettere tra loro diversi mezzi di comunicazione grazie allo sviluppo delle piattaforme digitali.

Poiché stiamo sviluppando il comparto delle nuove tecnologie, della multimedialità e della creatività digitale, vogliamo creare per i ragazzi una ‘porta di accesso’ per imparare a lavorare e intraprendere nel settore. Questo non può che cominciare da un istituto superiore sperimentale per l’audiovisivo e la crossmedialità, che intendiamo collocare a Prato Vallano, in posizione adiacente alla zona Olmetti e al futuro polo dell’Audiovisivo. La disponibilità di un terreno comunale ci darà più titolo nella trattativa con la Provincia, responsabile della programmazione delle scuole superiori. Il Centro di Orientamento al Lavoro si evolverà in COL-Lab, verrà potenziato con laboratori di web 2.0 e seminari di formazione digitale, si trasferirà a palazzo Chigi e rafforzerà la sua collaborazione con imprese e sindacati per sostenere un lavoro più giusto e stabile, guardando soprattutto ai bisogni delle fasce giovanili.


[ 34 ] Idee per vivere meglio: la cultura è giovane.

La via Francigena come vocazione culturale.


Idee per vivere meglio: la cultura è giovane. [ 35 ]

La via Francigena non è solo un’opportunità di sviluppo turistico. è anche una comunità di culture che attraversa l’Europa e che lega esperienze, eventi, città e persone per 1700 chilometri. Vogliamo inserirci con convinzione in questa comunità internazionale, all’interno della quale intensificare scambi e relazioni e tematizzare eventi. Come ultima tappa del cammino prima di entrare a Roma, possiamo sviluppare questa vocazione creando una Festa dei Cammini e un Premio della Letteratura di Viaggio in grado di competere con i più importanti eventi culturali romani.


[ 36 ] Idee per vivere meglio: La squadra dei candidati.


Sergio Celestino Sindaco di Formello: la squadra dei candidati. [ 37 ]

La squadra dei candidati.


[ 38 ] Sergio Celestino Sindaco di Formello: la squadra dei candidati.

Giacomo Sandri www.sergiocelestino.it/sandri

Igino Angelici www.sergiocelestino.it/i-angelici

Massimo Angelici www.sergiocelestino.it/m-angelici

Simone Antonelli www.sergiocelestino.it/antonelli

Zuleika Del Vero www.sergiocelestino.it/del-vero


Sergio Celestino Sindaco di Formello: la squadra dei candidati. [ 39 ]

Giulia Disa www.sergiocelestino.it/disa

Valentina Maccari www.sergiocelestino.it/maccari

Claudio Martinelli www.sergiocelestino.it/martinelli

Barbara Paoli in Vai www.sergiocelestino.it/sandri

Silvia Vizzaccaro www.sergiocelestino.it/vizzaccaro


Insieme.


Per vivere meglio!


[ 42 ] Sergio Celestino Sindaco di Formello: come si vota.

Alle elezioni amministrative il 6 e 7 maggio 2012, vota cosĂŹ: Barra il simbolo Formello X Formello

e scrivi il nome del tuo candidato alla carica di Consigliere Comunale


Idee per vivere meglio: La bella cittĂ . [ 43 ]

Comitato Elettorale Sergio Celestino Sindaco TEL. 333 5235944 MAIL formelloxformello@gmail.com via Roma 7/B FORMELLO

aperto dal lunedĂŹ al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 la domenica dalle 10 alle 13


www.sergiocelestino.it


Programma amministrativo Sergio Celestino