Page 1


01

Fuso

laboratorio di sintesi finale

02

Natural sensation

laboratorio di fondamenti del progetto

03

Be Safe in Underground

laboratorio di elementi visivi del progetto

04

Personalismo

laboratorio di design degli interni

05

Triennale di Milano

laboratorio di modellazione digitale

06

Interno a Venezia

simulazione di interni

07

Spritzer

imprenditoria e design

08

Line Unit

workshop tirocinante


01

titolo:

n:

1

Fuso corso:

anno:

Laboratorio di Sintesi Finale Elaborato di Laurea

A.A. 2017/18

Fuso, tempio della bicicletta, è un progetto di riqualificazione di un edificio “avanzo”. L’Ex Stazione del tram è pensata ora per far immergere totalmente chi vi accede in uno spazio dalla connotazione stradale, dove persino i tavoli sono cancellati, ridotti a sottili di rastrelliere. Fuso declina la cancellazione, metafora di progetto, come rifunzionalizzazione, attraverso la fusione di elementi già presenti nell’avanzo con la gomma liquida rossa. La gomma liquida lega, copre per mettere in evidenza, fonde per rifunzionalizzare, e costituisce l’elemento peculiare del progetto.

docenti: Crespi Luciano, Di Prete Barbara, Anzani Anna, Crippa Davide, Trentin Luigi, Gatti Giacomo

team: Strianese Gianna Maria

relatore: Crespi Luciano

5


01

Il progetto prende avvio dall’analisi sull’avanzo, luogo in disuso. E’ poi sviluppata una strategia metaforica, astraendo il concetto di avanzo: la metafora individuata è la cancellazione. L’atto del cancellare assume una connotazione positiva o negativa in base al contesto, e Isgrò ci insegna che cancellare svela ciò che prima era nascosto. 6


01

Il mondo della bicicletta si “fonde� alla metafora, attraverso la creazione di spazi e aree in cui l’utente, interagendo con la propria bicicletta lascia tracce del suo operato. Oltre alla cancellazione dei tavoli, semplificati in rastrelliere, le librerie ridotte a strutture ricoperte da colate di gomma che nascondono parte dei libri, per un approccio innovativo alla biblioteca. 7


01

8


01

9


02

Natural Sensations

titolo:

2

n:

corso:

anno:

Laboratorio di Fondamenti del Progetto

A.A. 2015/16

Studio degli spazi minimi, legato ad una immersione completa nella natura, questo il concept per progettare un bilocale a Milano, dedicato a tre studentesse ideali fuori sede. Il tema è declinato assicurando in ogni ambiente la presenza del verde: un tavolo a sbalzo che scorre suprofili laminati con intarsi verdi, forme di rami di albero nel salotto nascondono i faretti che illuminano la foresta di Lift Bit, divanetti di Vitra, di altezza variabile tramite un telecomando, e un dehor esterno dove una struttura di panche cuscinata è sormontata da piantine utili alla cucina e floreali.

docenti:

Proverbio Paola, Pagni Cinzia, Guerrini Luca

team:

Borrello Federica, Strianese Gianna Maria

11


02

12


02

13


03

Be safe in undergound

titolo:

3

n:

corso:

anno:

Laboratorio di Elementi Visivi del Progetto

A.A. 2015/16

Progetto con target gli studenti del Politecnico, in occasione del Workshop tirocinante, consiste in una struttura popup che permette loro di riporre gli effetti personali in totale sicurezza. B.S.I.U. si focalizza su container organizzati intorno ad un percorso, reso evidente dal colore giallo che ricorda intenzionalmente la linea di limite della metropolitana e identifica uno spazio sicuro. La linea gialla individua anche l’esplosione che genera i volumi deposito, ma delimita allo stesso tempo i due lati delle piattaforme che svolgono sia funzione di relax che di lavoro.

docenti:

Camocini Barbara, Vitale Giovanna, Oriani Sergio Michele

team:

Borrello Federica, Strianese Gianna Maria 15


218 250

223

125

138

248

344

81

201

402

224

138

158

03

Gli elementi principali che compongono il progetto: piattaforma di lavoro, relax, deposito e percorso giallo. La prima è dotata di tavolo e sedie in tubolare metallico, adatta a gruppi di 3 o 4 persone; mentre inserendo una rete la postazione di lavoro si trasforma in un’area di riposo. Il percorso, circondato dai depositi delimita l’area di massima sicurezza in cui riporre i propri effetti. 16


03

17


04

Personalismo

titolo:

4

n:

corso:

anno:

Laboratorio di Interni

A.A. 2016/17

Concept progettuale di un edificio per uffici, dove il valore della personalità è reso assoluto, in modo che persone e spazi si creino reciprocamente. L’ambiente libero è delineato da un paesaggio di fili leggeri metallici, dove domina l’idea di personalizzazione degli spazi, e l’esaltazione del lavoratore, tanto da assimilarlo a statue come il David o il Pensatore, che schematizzano i possibili stati d’animo e comportamenti di un lavoratore tipo. Il volume esterno solido e cementato si contrappone alla libertà assoluta che domina l’interno.

docenti:

Silvia Coronel Paola Letizia, De Lucchi Michele, Crippa Davide

team: Borrello Federica, De Pace Pierluigi Angelo, Strianese Gianna Maria 19


04

20


04

21


04

22


04

23


05

Triennale di Milano

titolo:

5

n:

corso:

Laboratorio di Modellazione Digitale

anno:

A.A. 2016/17

Modellazione della Triennale di Milano, tramite degli strumenti grafici 3D e rilievi a mano. L’edificio (1923) è sede delle esposizioni delle Arti decorative e industriali e dell’Architettura moderna. Alle funzioni espositive, la Triennale unisce saloni e corridoi per esposizioni temporanee, una biblioteca, un teatro, un ristorante collegato alla terrazza giardino, un caffè ed alcuni atelier da affittare agli artisti ritenuti meritevoli. L’edificio è inoltre strettamente collegato anche allo spazio verde antistante, come denota il forte elemento del portico agettante.

docenti:

team: De Masi Alessandro

Bracchi Stefano

25


05

titolo:

26


05

27


05

28


05

29


06

Interno a Venezia

titolo:

6

n:

corso:

anno:

Simulazione di Interni

A.A. 2016/17

Rappresentazione 3D dei materiali e dell’illuminazione, naturale e artificiale, di un progetto di interni. Lo studio dell’illuminazione è stato svolto sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, attraverso calcoli illuminotecnici, light meter, render luminance. Lo Zoom della lampada Solium esplica il lavoro di inserimento di un materiale reale marmo, rilevato attraverso fotografia, calibrazione e creazione texture e di una lampada reale illuminata con il file ies. E’ stata ipotizzata una localizzazione ed un orario reale, per concretizzare l’illuminazione diurna.

docenti:

team: Gentili Helena

//

31


06

32


06

33


08

Spritzer

titolo:

7

n:

corso:

anno:

Imprenditoria e Design

A.A. 2017/18

Distributore itinerante che dispensa due diverse tipologie di Spritz, e permette di consumare un bicchiere di spritz a basso costo. L’utenza principale pensata sono i giovani studenti di Milano (18+). Ogni settimana il distributore è collocato in una piazza diversa. Spritzer, grazie a Arduino Uno e alle interconnessioni con Raspberry Pi, prepara l’aperitivo prelevando da appositi dispenser le quantità di bevande previste dalle ricette memorizzate. Il modello di business si basa sulla vendita diretta di beni: l’aperitivo viene preparato al momento, dopo l’inserimento delle monete.

docenti: Campodall’Orto Sergio

team: Albergati Elena, Civetta Alessia, De Pace Pierluigi Angelo 35


08

TOTALE COMPLESSIVO COSTI

-73.909,00 €

-85.054,00 €

-169.558,00 €

-224.298,00 €

-296.088,00 €

-3

REDDITO IMPONIBILE/ UTILE

-€ 47.584,00

€ 90.446,00

€ 181.442,00

€ 301.702,00

€ 405.912,00

Tasse iIRES (27,5%) + IRAP (3,9%)=31,8% FF netto FF netto CUMULATI

-

CASH FLOW

-

Specificare come è stato determinato il prezzo unitario e il numero di pezzi venduti 0,00% -31,80% -31,80% -31,80% -31,80% IL PREZZO UNITARIO è CALCOLATO SULLA BASE DELLA PERCENTUALE DEL COSTO DE - PEZZI 28.761,83 € è-STIMATO 57.698,56 € - ALLA 95.941,24 € - DI 129.080,02 € - 1 IL NUMERO DI VENDUTI IN BASE QUANTITà PERSONE FREQU INIZIALMENTE POCO CONOSCIUTO QUINDI CON UNA COPERTURA DI 250 SERVITI AL GIO 47.584,00 € 61.684,17 € 123.743,44 € 205.760,76 € 276.831,98 € 3 PER LA NOVITà E PUBBLICITA

47.584,00 € -

47.584,00 €

95.168,00 €

14.100,17 €

-

-

123.743,44 €

-

205.760,76 €

276.831,98 €

3

900.000,00 € 675.000,00 €

Specificare come è stato determinato il prezzo unitario e il numero di pezzi venduti IL PREZZO UNITARIO è CALCOLATO SULLA BASE DELLA PERCENTUALE 450.000,00 €DEL COSTO DELLE MATERIE PRIME, ( 1,01€), TOTALE COMPLESSI IL NUMERO DI PEZZI VENDUTI è STIMATO IN BASE ALLA QUANTITà DI PERSONE FREQUENTANTI LE PIAZZE MILANESI SCELTE NEL FI TOTALE COMPLESSIV 225.000,00 € SERVITI AL GIORNO PER DUE GIORNI, INIZIALMENTE POCO CONOSCIUTO QUINDI CON UNA COPERTURA DI 250 E CRESCE NEGLI AN FF netto PER LA NOVITà E PUBBLICITA

SPRI

-

ZER

900.000,00 €

-

225.000,00 €

-

450.000,00 €

FF netto CUMULATI

1

2

3

4

5

6

675.000,00 € 450.000,00 €

TOTALE COMPLESSIVO RICAVI TOTALE COMPLESSIVO COSTI FF netto FF netto CUMULATI

225.000,00 € -

analisi:

-

225.000,00 €

-

450.000,00 €

Strategia

1

2

3

4

5

6

Resa pubblica della posizione della macchinetta sui social (Evento su Fb) e con volantinaggio

Le persone inseriscono la tessera sanitaria, le monete e ricevono il drink preparato al momento dal distributore

Evento: posizionamento del distributore carico nella piazza predestinata

1 36


08

S

Economicità

O

Incremento del numero di distributori

Qualità/ prezzo

Possibilità di acquisto macchina

Originalità

Espansione in Italia

Prezzo invariato negli anni

W

T Ricarica effettuata spesso

Vandalismo

Costo alto di produzione della macchina

La concorrenza abbassa i prezzi

analisi:

Leggi sull’abuso dell’alcool

economico

Swot

SPRI

ZER

take away

stay in

costoso

37


09

Line Unit

titolo:

8

n:

corso:

anno:

Workshop tirocinante

A.A. 2017/18

Line unit è una struttura temporanea di food e retail pensata per McArthurGlen, plasmata sul concetto di permeabilità. Lo spazio viene spogliato il più possibile da volumi e superfici e definito attraverso sottili ed eleganti profili metallici. Le linee scandiscono lo spazio senza irrigidirlo, lasciando libera scelta al brand espositore nella sua gestione, ma suggerendo allo stesso tempo un’infinità di modi con cui gli elementi orizzontali possono essere utilizzati. L’Unità food si estende verso l’esterno, in un dehor permeabile.

docenti: Piccinno Giovanna

team: Borrello Federica, Michela Grisa, Gaia Pellecchia, Gianna Maria Strianese 39


09

Il sistema interno dell’Unità Retail è stato studiato per garantire non solo la totale permeabilità degli spazi, ma anche un modello espositivo consistente in un insieme di layer realizzati a partire da una linea che potesse scorrere su dei binari posti all’interno della copertura. 40


09

5

220

310

275

115

275

10

220 130

310 440

41


09

42


09

43


PORTFOLIO  

2015-2018 selected works.

PORTFOLIO  

2015-2018 selected works.

Advertisement