Page 1

i progetti dal 2014 al 2018

PORTFOLIO Beatrice Borghi


CHI SONO Beatrice Borghi 22 / 11 / 1995 via Vittorio Vergani 8, Cantù (CO) 347 9902661 - beatrice.borghi.95@gmail.com

Formazione 2017 - ... Laurea magistrale in Design della comunicazione Politecnico di Milano 2014 - Luglio 2017 Laurea in Design del Prodotto Industriale Politecnico di Milano Valutazione 110/110 con Lode 2009 - 2014 Diploma di Maturità artistica Progetto Michelangelo – Architettura e Arredo Istituto Superiore Statale d’Arte “Fausto Melotti”, Cantù

//

Esperienze Dicembre 2017 - Maggio 2018 Tirocinio presso lo studio Veneziano+Team - per la progettazione grafica e di prodotti. Settembre 2017 - ... Collaborazione con Forma - azienda di progettazione grafica ed esecutiva - Cantù (www.fforma.it) Marzo - Novembre 2015 Collaborazione con il Comitato per la Promozione del Merletto di Cantù per la gestione dell’aspetto grafico della 12a Biennale Internazionale del Merletto Estate 2013 Stage formativo presso Bianchi Fratelli s.n.c. – Fabbrica Mobili, Cantù- per la progettazione di arredo d’interni e rielaborazione di componenti d’arredo


SVILUPPO

Progettare è prima di tutto carta e penna. Solo successivamente si passerà allo sviluppo attraverso tool progettuali. //

Adobe Photoshop Adobe Indesign Adobe Illustrator Autocad Inventor Professional Rhinoceros Alias AutoStudio Keyshot 6 Revit Wordpress HTML / CSS Sketch Office 365

4 / skills


5 / BEATRICE BORGHI


PROTOTIPO

Durante gli anni di studio ho maturato l’importanza di realizzare modelli o prototipi, i quali permettono una visualizzione tridimensionale dell'oggetto in rapporto all'uomo e all'ambiente. //

Stampa 3d Modellazione con polistirolo, ciba, legno, alluminio, carta e cartone, plexiglass, tessuti Verniciatura Cucitura

6 / skills


7 / BEATRICE BORGHI


PROGETTI

ARÌS

/ 10

LÁDI

/ 14

ÀNEMOS

/ 18

CADDY

/ 22

PERIPOLIS

/ 26

NECKTEA

/ 30

BOXO

/ 34

AD TEMPLUM

/ 38

FOMO

/ 42

CRITIQUE

/ 46

MAURI FIORI

/ 50

BIM 2015

/ 54


2017 / Progetto di tesi Relatore Prof. Roberto De Paolis


ARÌS Arìs è una collezione di oggetti di arredo in legno ispirato alla produzione dell’azienda brianzola Porada. Arìs è un termine dialettale brianzolo con il quale si indicano le radici; le stesse che metaforicamente vogliono essere qui riscoperte, attraverso una rilettura storica del mobile in legno, tipico appunto del distretto brianzolo. Una storia nata nell’Ottocento che vanta una lunga tradizione ed un recente passato che hanno fatto di alcuni produttori-mobilieri dei leader di settore a livello mondiale. Tra questi, Porada, azienda storica di Cabiate, fonte di ispirazione nell’intero percorso progettuale. La collezione Arìs si propone come interpretazione dello stile raffinato anni ’50, declinato attraverso l’abilità artigianale dei mobilieri brianzoli. Parole chiave quali Made in Italy, eleganza e artigianalità sono state i cardini della ricerca che ha portato all’ideazione di tre elementi di arredo: la madia, il tavolo e la seduta. La lavorazione pensata per produrre questi complementi d’arredo rispecchia l’abilità artigianale dei falegnami brianzoli che sono in grado di trasformare questo legno pregiato in un’opera d’arte.

12 / skills


STRUMENTI /

PROTOTIPO /

Autocad, Inventor, Keyshot, Illustrator, Indesign, Photoshop

Stampa 3D, verniciatura, cucitura a mano

13 / BEATRICE BORGHI


2015 / Progetto di gruppo Laboratorio di Elementi Visivi (Politecnico di Milano)


LÁDI Ládi è un’oliera da tavola, con la particolare funzione di raccogli goccia. Ládi nasce da un progetto universitario il cui obiettivo era riconfermare l’archetipo dell’oggetto assegnato, migliorando però ergonomia e funzionalità. L’oggetto a noi assegnato era l’oliera, uno dei simboli della tradizione culinaria dell’Europa meridionale. Per questo motivo abbiamo deciso di ricordarne le caratteristiche ma in chiave contemporanea, inserendo elementi che ne migliorassero le prestazioni e la funzionalità e scegliendo un nome, “Ládi” che derivasse dalla Grecia, culla della cultura mediterranea. Elemento fondamentale dell’oliera è il raccogli-goccia con doppio beccuccio, studiato per fare in modo che tutto l’olio versato torni all’interno del corpo centrale, passando per un sottile canale inclinato che si conclude con un foro. I materiali scelti sono due: ceramica smaltata bianca e legno di ulivo, entrambi caratterizzati da una notevole durabilità e compatibilità con prodotti alimentari.

Particolare tappo e beccuccio con foro

16 / product


STRUMENTI / Autocad, Alias, Keyshot, Illustrator, Photoshop PROTOTIPO / Stampa 3D, verniciatura e modellazione tappo in legno di ulivo

17 / LĂ DI


2016 / Progetto di gruppo Laboratorio di Sintesi finale (Politecnico di Milano)


ÀNEMOS Ànemos è un’active boiserie che tramite la luce crea benessere psicologico e fisico. Ànemos contribuisce a migliorare la qualità dell’aria negli ambienti di lavoro attraverso una reazione chimica detta fotocatalisi; inoltre, led che variano per intensità e per temperatura di colore adattano ad ogni attività la luce più consona.

STRUMENTI / Autocad, Inventor, Keyshot, Illustrator, Photoshop

Nella società dell’era digitale, dello smart working e del nomadismo lavorativo, l’ufficio è solo uno dei tanti luoghi teatro della contemporaneità. L’uso della luce nel nostro prodotto rispetta tale dinamismo, creando luoghi multifunzionali attenti al benessere dell’uomo.

Mockup app / possibilità di monitorare l’aria dell’ambiente e di modificare la temperatura colore in base all’attività che si sta svolgendo

20 / product

PROTOTIPO / Taglio laser e incisione del plexiglass


Render ambientati con evidenziata la possibilitĂ di variazione temperatura colore: luce calda - luce bianca - luce fredda

21 / ÀNEMOS


2018 / Progetto di gruppo Laboratorio di Interaction Design (Politecnico di Milano) www.caddy.altervista.it


CADDY L’unico aiutante interattivo fornito nei supermercati per bambini che accompagnano i genitori a fare la spesa che permetta di divertirsi, di essere partecipi e collaborativi grazie a un barcode e QR code scanner che, attraverso una voce narrante, li guida suggerendo il percorso ottimale. Caddy, amici per la spesa: una guida affidabile, un amico coinvolgente, un planner efficiente. Caddy infatti è una guida cui si può contare che permette a bambini e genitori di fare la spesa in modo consapevole. Caddy è un amico divertente e attrattivo che trasforma la spesa in un momento di svago in cui si impara in modo piacevole. Infine Caddy è un planner che coniuga l’interesse del genitore con quello del bambino semplificando e organizzando il momento della spesa.

STRUMENTI / Illustrator, Indesign, Photoshop, Rhino, Keyshot, Sketch Prototipazione Python con Raspberry PROTOTIPO / Termoformatura foglio plastico, verniciatura, saldatura componenti elettronici

24 / interaction


Testing del funzionamento del protipo Render prodotto e mockup app

25 / CADDY


PERICOLI IN CITTĂ€

2015 / Progetto di gruppo Laboratorio di Metaprogetto (Politecnico di Milano) in collaborazione con Fondazione Trentina per l’Autismo onlus www.designhub.it/cometa


PERIPOLIS pericoli in città

PeriPolis è un gioco in scatola che aiuta i bambini soggetti ad autismo a conoscere e distinguere i pericoli che potrebbe incontrare in ambienti a loro poco conosciuti, come può essere la strada, il parco o qualsiasi altro ambiente. Peripolis mette il bambino di fronte a situazioni reali senza correre alcun rischio, e lo induce a ragionare sul comportamento da tenere in quelle situazioni, ponendolo di fronte a delle scelte. Peripolis è open source un gioco interamente scaricabile dal sito internet. Si possono scaricare le istruzioni di montaggio per i singoli pezzi, le istruzioni di gioco e il libretto del care-giver.

1

2

3 Storyboard

28 / game

ARE

TENZIONE

RINCORRERE

ARE

TENZIONE

RINCORRERE


Testing del funzionamento del protipo

STRUMENTI / Illustrator, Indesign, Photoshop

PROTOTIPO / Stampa e taglio cartone

29 / PERIPOLIS


2016 / Progetto personale Laboratorio di Disegno 2 (Politecnico di Milano)


NECKTEA NECKTea è un pratico cucchiaino che oltre alla sua normale funzione è anche “strizza-bustina”. Questo progetto nasce dall’esigenza di avere un oggetto che possa non solo strizzare la bustina ma essere anche il posto in cui riporla mentre si beve il tè. Grazie alla sua forma semplice e lineare, NECKTea può essere appeso a qualsiasi tazza di uso quotidiano, senza l’impiego di un piattino. Nel momento di infusione della bustina del tè, NECKTea è appoggiato verso l’interno, sul bordo della tazza; un piccolo dettaglio è presente sul “gancio”: due piccoli tagli che permettono di fissare il filo della bustina, in modo tale da non far cadere quest’ultimo all’interno della tazza. Successivamente all’infusione, grazie alla forma concava di NECKTea, si può mescolare lo zucchero aggiunto al tè. Per strizzare la bustina bisogna tirare il filo, portando la bustina stessa verso la parte più stretta dell’oggetto, e infine appoggiare l’oggetto verso l’esterno della tazza.

STRUMENTI / Autocad, Photoshop

PROTOTIPO / Fresatura e piegatura dell’alluminio

32 / product


Nella pagina accanto: dettaglio fissaggio bustina Sotto: funzionamento

33 / NECKTEA


2016 / Progetto individuale Laboratorio di Disegno 2 (Politecnico di Milano)


BOXO BOXO è un notebook con rilegatura magnetica che permette di estrarre e riposizionare qualsiasi pagina in base alle proprie necessità . Boxo si inserisce in un progetto universitario il cui scopo è la creazione di una linea di stationery i cui prodotti risultino funzionali ed esteticamente attraenti, le cui forme semplici e essenziali siano esaltate dalla purezza dei materiali. Questa linea si basa sulla filosofia di un prodotto presentato sulla piattaforma Kickstarter (PENXO).

Storyboard

36 / stationery


STRUMENTI / Autocad, Inventor, Ilustrator

PROTOTIPO / Fresatura e piegatura dell’alluminio, cucitura con pelle e alcantara

37 / BOXO


2017 / Progetto di gruppo Laboratorio di RealtĂ Aumentata e Mobile Experience (Politecnico di Milano) in collaborazione con Museo Bagatti Valsecchi di Milano arandme17.wordpress.com


AD TEMPLUM Ad Templum è un’esperienza mobile interattiva per la casa museo Bagatti Valsecchi di Milano. Durante il laboratorio di Realtà Aumentata e Mobile Experience del Professor Davide Spallazzo è stata analizzata la necessità del museo di attrarre un pubblico dell’età compresa tra i 30 e 40 anni; così è nato il progetto di un’esperienza che riuscisse a coniugare una caccia al tesoro all’interno del museo con una buona dose di apprendimento del contenuto nozionistico del museo. È stato scelto di creare una narrativa di supporto che toccasse i temi del mistero, dell’occulto e della ricerca di tesori in maniera da poter creare un percorso all’interno della casa che potesse stimolare l’interesse di un pubblico non giovanissimo. Nello specifico abbiamo impostato l’intero percorso sulla ricerca del ‘templio interiore’, un luogo ricco di tesori nascosto secondo delle leggende dai carbonari. Questo templio interiore ha dato il nome all’intera esperienza: AD TEMPLUM.

STRUMENTI / Illustrator, Indesign, Photoshop

40 / ar and me

PROTOTIPO / App Inventor, Vedils


Nella pagina accanto: Kit cartaceo di gioco App screen e flowchart

Splash screen

Hai un nuovo messaggio

Codici

Scan oggetti

Chat

Scan oggetti

Sigilli

Hai un nuovo messaggio

Per la prototipazione e realizzazione dell’app ci siamo avvalsi dell’utilizzo di Vedils, un tool sviluppato da un team dell’Università di Cadice basato su MIT App Inventor 2. In aggiunta alle funzioni base di MIT App Inventor, Vedils permette la realizzazione di interazioni in Realtà Aumentata integrando funzionalità di Qualcomm Vuforia.

41 / AD TEMPLUM


2017 / Progetto di gruppo Laboratorio di Web Design (Politecnico di Milano) fomo.altervista.org


FOMO FOMO è una webzine che esplora e setaccia il mondo dell’editoria indipendente italiana alla ricerca di nuove e originali pubblicazioni grassroots. Nasce con l’intento di dare voce a realtà interessanti e valide nel settore della carta stampata, che spesso rimangono nascoste e limitate ad un ridotto spettro d’azione. FOMO combatte la paura di essere tagliati fuori dalle migliori uscite dell’editoria indipendente italiana informando designer, lettori, novelli editor e divoratori di carta stampata sulle più interessanti pubblicazioni cartacee. L’homepage è organizzata secondo un horizontal scroll con le immagini delle copertine che si muovono in parallax. Le pagine interne sono invece vertical scroll, organizzate come fossero composte da post di un social network. Ogni singolo post è boxato secondo tre modalità.

STRUMENTI / Illustrator

PROTOTIPO / Wordpress

44 / web


Mappa di navigazione del sito e mockup rappresentativo

45 / FOMO


2018 / Progetto di gruppo Laboratorio di Progettazione di Artefatti e Sistemi complessi (Politecnico di Milano) a cura di Massimo Pitis


CRITIQUE Critique, issue 01 spring 2018, consiste nella riprogettazione del magazine Critique, nato nel 1996 dalla volontà del designer Marty Neumeier con l'appoggio di Paul Rand. Critique è stato un magazine nato nel 1996, nato con l'obiettivo di differenziarsi dagli altri magazine per essere un vero e proprio “magazine di graphic design thinking”, per l'audacia, con cui affrontava le questioni relative al design, perché la volontà, citando Neumerier – era proprio quella di celebrare i veri esperti della professione e opporsi al vuoto accademismo. In particolare, ogni numero di Critique, si proponeva di affrontare una tematica pratica legata agli aspetti fondamentali per fare del buon design. Ecco quindi che nasce il nuovo Critique; si è deciso nel restituire una nuova veste grafica della rivista, di mantenere il nome della testata invariato, così come sono restati invariati la scelta degli articoli e delle tematiche, il tono audace e di critica. Allo stesso modo, così come il vecchio Critique trattava in ogni numero una tematica relativa a un aspetto da tenere in considerazione per fare del buon design, così abbiamo voluto iniziare il primo nuovo numero con un tema fondamentale per il design: quello della consapevolezza.

48 / editoria


STRUMENTI / Illustrator, Indesign, Photoshop

49 / CRITIQUE


2016 / Progetto personale www.maurifiori.it


MAURI FIORI Realizzazione dell’immagine coordinata e del sito del negozio. Mauri Fiori offre i migliori prodotti alla sua affezionata clientela da più di cinquant’anni. La richiesta di una nuova immagine coordinata del negozio nasce dall’esigenza di rinnovamento e di modernizzare il brand identity di un negozio storico. In particolare, mi sono occupata della creazione di un nuovo logo, minimalista ma di impatto, con l’inserimento di un simbolo che riprende la forma di un tulipano. Per quanto riguarda i colori ho optato per una bicromia bianco/verde. Allo stesso modo, anche i business cards e il website rimandano alla semplicità e alla purezza del logo e della filosofia del negozio.

Costruzione grafica del marchio Nella pagina accanto: business card e mockup del sito web

52 / graphic and web


STRUMENTI / Illustrator PROTOTIPO / Wordpress

CMYK 90 33 96 25 #046734

53 / MAURI FIORI


2015 / Progetto personale


BIM 2015 Realizzazione dell’immagine coordinata per la 12a Biennale Internazionale del Merletto. La tavola è il tema della 12ª edizione della Biennale Internazionale del Merletto. Questo tema si riflette nella scelta degli elementi principali dell’immagine coordinata, in particolare per il merletto vettoriale rappresentante un centrotavola e per la foto raffigurante un tavolo in legno di produzione canturina. Nella sezione Merletti & Design 2015, il Comitato organizzatore ha invitato gli architetti Patricia Urquiola, Alessandro Mendini, Luca Scacchetti e Ugo La Pietra a partecipare all’evento con la progettazione di una tovaglia. EXPO chiama, Cantù risponde. Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita è il tema della grande manifestazione. E il Comitato per la Promozione canturino ha colto al volo l’opportunità ricercando tovaglie su cui posare ciò che di meglio la natura e l’uomo offrono oggi all’umanità per il suo sostentamento.

Cartoline per promozione eventi correlati; Nella pagina accanto: pieghevole e brochure

56 / graphic


STRUMENTI / Illustrator, Indesign, Photoshop

57 / BIM ‘15


Autorizzo il trattamento dei dati personali contenuti nel mio portfolio in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003;


giugno 2018

Portfolio - product and graphic design | Beatrice Borghi  
Portfolio - product and graphic design | Beatrice Borghi  
Advertisement