Page 1

GIUGNO 2012 - ANNO IX - N. 2

Assemblea 2012 I Soci protagonisti con le proposte

Boeing 787 Il Territorio pronto al decollo

FuoriOrario Il mondo dalla A alla Zeta

La nuova ALBA dell’EURO? w w w . b c c s a n m a r z a n o . i t


sommario

-1-

Scarica Sportello Aperto sul telefonino

02. Editoriale

Costruire il futuro partendo dall’attualità

28. Vivicittà

Pronti, via!!!

03. È vero: i nostri Soci

Primo Piano

salvagente contro la crisi

08. Crisi:

la tempesta perfetta non scalfisce il fortino della nostra Banca

10. Presentiamo un

Documento con tante novità

12. BOEING 787

Dreamliner, il sogno che si avvera

Smartphone, ecco un’app per la diagnosi del Parkinson

Ricordiamoci dell’infanzia

la nuova Area PIP. La nostra Banca al fianco degli imprenditori

21. News BCC

Cultura, spettacolo, economia, sport e finanza

66. Fashion 68. Hi tech 70. Design 71. 5 stelle

La Banca in perfetto stile Chianti

34. Copertina

Euro, chi ci ha guadagnato e chi ci ha perso

48. Personaggi

Scusa, George

Finanza

72. Gusto 74. Puglia life

36. Bond Energia, solo la portoghese Edp batte il Btp

La Puglia reginetta del mare 2012

38. La finanza diventa

mobile e salta a bordo dell’iPhone

40. Bull & Bear

52. Sport

Silvia, una ragazza d’ORO

54. Benessere

17. A Manduria nasce

64. Trailer

32. Pianeta BCC

La Banca presenta il primo Rapporto di Sostenibilità

46. Famiglia

sono differenti

04. BCC San Marzano:

44. Seniorlifestyle

Top e flop sul pianeta terra

Volete dimagrire? Allora mangiate

fuoriOrario

43. Sportello del contribuente

IMU: casa dolce casa, quanto mi costi?

58. Viaggi 60. Motori

Omaggio per i lettori All’interno l’inserto 1807 - 2002 Dalla Lira alla Lira. 1 - Le monete


-2-

Francesco Cavallo

editoriale

Costruire il futuro partendo dall’attualità Confronto a tutto campo fra due modelli: quello della piccola Banca che persegue l’eccellenza e una crisi globale figlia della disorganizzazione. In mezzo, la platea delle nuove generazioni assolutamente da salvaguardare Mentre scrivo queste riflessioni vivo uno stato d’animo contrastato. Da un lato sento la positività e la forza che spingono la nostra Banca verso una nuova fase di crescita e di sviluppo. Dall’altro respiro, come tutti, una grande fase d’incertezza a livello globale: dalla recessione locale alla grande crisi nazionale e mondiale. Sentimenti in antitesi che però spingono ad una serie di valutazioni. Se la nostra Banca, nel suo piccolo, ha raggiunto (in maniera costante) una serie di risultati importanti sotto il profilo reputazionale prima ed economico poi, non può essere - tale traguardo - figlio del caso. Soprattutto in un contesto di recessione totale. Il segnale e l’esempio che giungono dalla nostra azienda, infatti, sono il frutto di un lavoro di squadra dove ognuno nel suo ruolo svolge con passione, diligenza e professionalità il ruolo demandato. Di un progetto di rete che vede soci e clienti protagonisti primari di un cammino condiviso. Ecco, questo è il punto. Credo che la crisi attuale, acuita in maniera viscerale negli ultimi mesi, abbia nella disorganizzazione trasversale, la propria matrice d’origine. Se ognuno, infatti, nei diversi ambiti, profondesse energie e risorse per fornire il proprio contributo alla ripresa, sicuramente potremmo raccontare una storia diversa. Invece, si ha l’impressione che in Italia, così come in Europa, viga la politica del «vediamo che succede», la strategia dell’attesa guardando in prospettiva e aspettando che qualcun altro faccia il primo passo verso la ripresa. A mio modo di vedere, proprio questa, non è la strada coerente per uscire dalla crisi. Occorre, invece, invertire la tendenza e gli atteggiamenti, avendo a cuore non solo le prospettive di una ripresa che diventa prioritaria per la sopravvivenza, ma anche e soprattutto le nuove generazioni. A loro, ai nostri giovani, va il mio pensiero quotidiano. A coloro i quali si trovano oggi impossibilitati a poter costruire un futuro solo perché hanno la colpa di essere nati nel periodo della disorganizzazione totale. A loro, abbiamo il compito di trasmettere un messaggio differente, fatto di piccoli passi e percorsi coerenti con la volontà di proiettarsi realmente verso il futuro.


Emanuele di Palma

È vero: i nostri Soci sono differenti Molte novità sono emerse dall’ultima Assemblea dei Soci. Fra queste, il riconoscimento del dividendo a beneficio degli azionisti di una Banca sempre più proiettata in una visione globale L’Assemblea dei Soci del maggio 2012 ha segnato un momento storico nella vita della BCC di San Marzano. Per la prima volta è stato pagato un dividendo (il 3,5% sul valore nominale della quota). Si è così voluto premiare la fedeltà e l’impegno dei soci per la crescita e il successo della Banca. Il segnale è chiaro: essere soci della BCC significa partecipare attivamente alla vita di una realtà presente in modo significativo sul territorio e godere dei benefici che tale status riserva. Nel corso dell’assise sono stati presentati non solo i lusinghieri risultati economici conseguiti nel 2011 ma, cosa più importante, tutte le azioni intraprese per lo sviluppo e la valorizzazione del territorio e i futuri progetti in cantiere. La BCC intende esercitare il proprio ruolo nel contesto in cui opera in modo attivo e propositivo ponendosi come motore delle più importanti iniziative di carattere sociale, culturale ed economico. La nuova veste grafica di Sportello Aperto, ormai un magazine ricco di contenuti, è stata posta all’attenzione dei soci, con l’impegno di renderlo sempre più interessante e un vero e proprio megafono a livello nazionale delle potenzialità del territorio e non solo. E ancora, la presentazione della Web TV della BCC, la vera novità. La Banca ha deciso di dotarsi di uno strumento assolutamente innovativo che consenta, utilizzando le più moderne tecnologie, di svolgere ancora più compiutamente il suo compito di struttura al servizio del territorio. Grazie alla Web TV, il rapporto con soci e clienti sarà più diretto e moderno. Nel contempo potranno essere veicolate ad una platea nazionale contenuti auto prodotti che promuovano in modo professionale le eccellenze del territorio. Due semplici appunti sulla Copertina di questo numero: siamo in un momento difficile per l’euro e, nel fare tutti insieme, il tifo affinché si possa uscire quanto prima da questa fase, abbiamo voluto rendere omaggio alla nostra storia, da qui la domanda (di speranza) e l’inserto centrale di questo numero. Infine, un messaggio di solidarietà all’Emilia Romagna, cui va tutto il nostro incondizionato sostegno. La BCC di San Marzano conferma così la sua vocazione di Banca a tutto tondo attenta non solo alle esigenze economiche dei suoi clienti ma, anche e soprattutto, sensibile a diverse istanze e fermenti tesi a valorizzare ingegno e volontà di emergere. Siamo infatti certi che fare Banca in questo complesso momento di transizione significa, in particolare, fungere da lievito di idee e progetti legati sia alle nostre tradizionali attività che alle nuove tecnologie. In poche parole partecipare in modo attivo e consapevole al futuro del nostro territorio. Buona lettura.

-3-


-4NEI NUMERI IL NOSTRO AFFIANCAMENTO AL TERRITORIO

L’ASSEMBLEA DEI SOCI HA APPROVATO IL BILANCIO 2011

BCC San Marzano:

salvagente

contro la crisi Un caldo torrido nella giornata della Festa della Mamma ha accompagnato al voto l’Assemblea dei Soci della nostra Banca chiamata ad esprimersi sul Bilancio d’Esercizio 2011. Il voto è giunto all’unanimità e certificato da un lungo applauso che l’Assemblea dei Soci ha riservato al Consiglio d’Amministrazione e al management aziendale che, anche nel 2011, ha lavorato in due direzioni precise: affiancare e sostenere il territorio, irrobustire e sviluppare ulteriormente le basi dell’istituto. Nel dettaglio, in modo particolare, gli impieghi (vale a dire le risorse messe a disposizione di famiglie e imprese) che in un anno particolarmente difficile, la BCC San Marzano di San Giuseppe non ha fatto mancare alla sua area, potenziando l’erogazione del credito fino a segnare un lusinghiero +8% sull’esercizio precedente (224 milioni 486 mila euro). Segnale, questo, colto e ripagato dai risparmiatori che hanno rafforzato la propria fiducia nella Banca locale tanto da far attestare la raccolta complessiva ad un significativo +4% (387 milioni 593 mila euro) con un saldo positivo tanto alla raccolta diretta quanto all’indiretta. La sana gestione delle risorse e degli investimenti, ha avuto riflessi più che lusinghieri sull’utile: +25% rispetto al 2010: 1 milione 447 mila euro. Il consuntivo 2011 consegna al giudizio dei risparmiatori una Banca solida, con circa 35 milioni di euro di patrimo-

nio e 583 milioni (+5%) di masse amministrate. Per il momento non sono previste aperture di nuove filiali, ma non mancherà l’attività dell’Istituto, tesa a rafforzare il rapporto con il territorio. E dunque, dopo l’importante restyling dell’house organ della Banca, diventato un vero e proprio magazine generalista, spazio a BCC San Marzano TV, la Web TV, sarà la prima televisione italiana di una Banca di Credito Cooperativo e ospita telegiornali economici e generalisti e una serie di produzioni di natura informativa economico-finanziaria realizzate dalla BCC San Marzano di San Giuseppe.


-5-

IL PRESIDENTE FRANCESCO CAVALLO «Il 2011 – ha detto il Presidente Francesco Cavallo nella sua relazione - è stato caratterizzato da un’attività di consolidamento organizzativo dell’intera struttura della Banca. Per il 2012 non sono previste aperture di nuove filiali, lo sviluppo perciò avverrà oltre che per mezzo dell’attuale rete fisica anche, grazie a nuovi strumenti. La Banca continuerà nello sforzo di cercare aggregazioni sul territorio con altre banche di credito cooperativo al fine di mettere a disposizione di una più ampia platea di utenti le esperienze e le professionalità consolidatesi negli anni. Anche per il conto economico del 2012 si prevede un risultato positivo grazie alla accorta e tempestiva gestione della tesoreria della Banca che, nel corso dell’anno, conserverà una liquidità importante permettendole di guardare con serenità al futuro. Per quanto riguarda il sistema del Credito Cooperativo dipende non solo dalle risorse ed energie che esso mette in campo, ma anche da fattori esterni, quali l’atteggiamento e le dinamiche dei mercati; l’andamento dell’economia nazionale nel più ampio contesto europeo e internazionale, dominato da persistenti squilibri; l’evoluzione dei mercati e della domanda di servizi e prodotti finanziari».

IL DIRETTORE GENERALE EMANUELE DI PALMA «Il 2011 – spiega il Direttore Generale, Emanuele di Palma - è stato un anno in cui la Banca, ben consapevole delle necessità del territorio dettate dalla crisi in atto,ha moltiplicato i propri sforzi non facendo mancare un sostanziale appoggio a famiglie e imprese. Lo slancio dei dati di Bilancio, con impieghi e raccolta estremamente positivi, sono il frutto di un intenso lavoro fatto di trasparenza e lealtà nei confronti del territorio. Non da meno, il risultato economico particolarmente soddisfacente ha consentito un sensibile ritorno anche per i 1903 soci della Banca che hanno incassato un dividendo del 3,5%». Fra le strategie anticipate dal Direttore Generale all’Assemblea particolarmente rilevanti e prossimi ad essere varati: il conto deposito online e la nascita della Web TV della BCC San Marzano: «Entrambi i progetti – ha spiegato – sono proiettati verso un sempre più diretto contatto e hanno l’obiettivo di favorire una comunicazione diretta e accorciare le distanze fra la Banca e gli interlocutori, siano essi soci, clienti o potenziali tali».


-6-

lenovitàdel2012

STORICO DIVIDENDO PER I NOSTRI SOCI

NUOVA LINEA PER SPORTELLO APERTO

Bilancio 2011

Così abbiamo sostenuto il Territorio

Web TV

È l’ora di BCC San Marzano

Sportello Aperto, l’house organ della nostra Banca dopo 9 anni cambia pelle. Nell’ottica di una comunicazione nel bancaria più dinamica ed evoluta, ecco che il nostro giornale diventa un vero e proprio magazine generalista all’interno del quale c’è spazio per l’attività dell’Istituto, ma anche per contributi che i nostri Lettori hanno apprezzato e giudicato interessanti. FuoriOrario

Tutto ciò che non vi sareste mai aspettati di trovare qui

Andiamo

Per la prima volta, in 57 anni di storia, la BCC San Marzano di San Giuseppe ha riconosciuto il dividendo ai propri soci. E’ il premio all’impegno e alla volontà di essere soci di una Banca differente. il 3,5% per ogni azione nominale, in un momento di crisi, vuole essere un chiaro segnale d’appartenenza reciproca.

futuro

w w w . b c c s a n m a r z a n o . i t

gli interventi UN APPELLO PER I GIOVANI

«L’appello che rivolgo alla nostra Banca è quello di continuare a tenere viva l’attenzione sui giovani e le complesse problematiche legate soprattutto al mondo del lavoro. E’ un momento difficile per tutti e in modo particolare per le nuove generazioni che hanno bisogno di punti di riferimento. La BCC San Marzano di San Giuseppe può fare tanto per i giovani del territorio». Angelo Scialpi Socio BCC San Marzano di San Giuseppe


-7-

UN CONTO DEPOSITO SU SCALA NAZIONALE

Sta per essere varato il primo conto deposito online della nostra Banca. Nasce, inizialmente, con l’obiettivo di rafforzare il legame e il senso d’appartenenza con i tanti pugliesi che risiedono lontano dalla loro regione, ma che vogliono sostenere il territorio d’origine. Particolarmente remunerativo per i clienti che lo attivano, il conto sarà gestito totalmente via web.

BCC SAN MARZANO TV LA BANCA È ON AIR Si tratta di un progetto innovativo: la BCC San Marzano di San Giuseppe inaugura il primo canale tematico che miscela news di economia e finanza con il territorio. Telegiornali nazionali ed esteri si alternano alle produzioni firmate dalla Banca per rendere maggiormente protagonista l’area d’appartenenza. Come tutte le web tv, anche la nostra ha i contenuti costantemente fruibili attraverso il sito istituzionale.

AL FIANCO DEI RISPARMIATORI

«Ritengo doveroso ringraziare la nostra Banca per quanto sta facendo in questa lunghissima fase di crisi. E’ assolutamente apprezzabile la tempestiva comunicazione e il rapporto diretto con soci, clienti e risparmiatori. E’ un periodo non facile, quello attuale, quindi avere al nostro fianco una Banca capace di dialogare è sicuramente un vantaggio per tutti noi. Il mio auspicio è che si possa insieme, invertire quanto prima la rotta per ridare speranza al territorio e all’Italia». Vincenzo Passiatore Socio BCC San Marzano di San Giuseppe

LA MUTUALITÀ E LA COERENZA

«La mutualità del Credito Cooperativo è emersa in maniera prepotente negli ultimi mesi. Proprio per far fronte a questa nuova fase di emergenza, che vede impegnate molte banche consorelle in altre parti d’Italia, abbiamo accantonato delle riserve da mettere a disposizione del Sistema. La collaborazione fra i diversi territori e fra diverse banche può rappresentare la prova tangibile della nostra coerenza». Mimmo Rodia Ufficio Amministrazione e Socio BCC San Marzano di San Giuseppe


-8-

Mimmo Rodia

SFIDA ALLA RECESSIONE PER CENTRARE IL FUTURO

L’OBIETTIVO È CONTINUARE A CRESCERE

Crisi:

la tempesta perfetta non scalfisce il fortino della nostra Banca Biagio Mazzei

Il risultato economico, pur positivo, senza il Bilancio Sociale sarebbe solo un risultato parziale

Da diversi anni siamo impegnati a comunicare i risultati della Banca affiancando all’informativa obbligatoria relativa al Bilancio di esercizio il Bilancio Sociale, documento ulteriore e volontario con il quale comunichiamo i risultati conseguiti dalla Banca da un punto di vista differente: la creazione di valore aggiunto per i suoi portatori di interesse. La volontà di comunicare i risultati tramite Bilancio di esercizio e Bilancio sociale, documenti tra loro complementari, deriva dalla convinzione che per la Banca, in quanto società cooperativa con una forte relazione con il territorio, conseguire un risultato economico positivo è un obiettivo solo “parziale” e strumentale alla creazione di valore aggiunto per i suoi portatori di interesse (soci, territorio, dipendenti, clienti, comunità locale). Negli anni

La Banca presenta il primo


Nel 2011 la Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe ha visto crescere il proprio patrimonio di oltre un milione e quattrocentomila euro, una cifra cospicua che ha messo in sicurezza i conti dell’Istituto. Uno degli elementi di maggior importanza del consuntivo approvato è rappresentato dall’incremento dei soci e dalla sottoscrizione di nuovo capitale sociale per circa 182 mila euro, oltre ad un utile di esercizio al netto delle imposte di euro 1.447.053. Questi due risultati irrobustiscono sensibilmente la nostra banca. Un’azienda che produce utile ed ha un buon patrimonio si può permettere di stare tranquilla sul mercato e di sentirsi già predisposta ad affrontare le eventuali altre difficoltà che ci potrà riservare l’economia. Non possiamo dimenticare, infatti, il contesto economico e finanziario terribile che ci sta caratterizzando, provocatore di una contrazione di tutte le attività. Non c’è bisogno di essere specialisti di finanza per interpretare le nostre svalutazioni fatte sul totale dei crediti e sorte sulle basi di consigli apportati in sede di ispezione ordinaria dalla Banca d’Italia, come uno dei segnali di grave difficoltà in cui si trova il sistema del credito. Nonostante questa situazione però, la nostra banca si è distinta realizzando un cospicuo utile. Positivi anche gli altri indicatori patrimoniali, con gli impieghi che sono aumentati del 3,87% e la raccolta dello 0,13% rispetto al bilancio chiusosi al 31 dicembre del 2010. Proprio l’incremento dell’utile è un risultato che deriva dalla crescita dei volumi della nostra attività e dall’incremento del margine di interesse. Ora è giunto il momento di adottare comportamenti in-

novativi, impegnandoci a comprendere le difficoltà che emergono dal nostro territorio e di prevenirle. E’ un lavoro complesso e difficile soprattutto a causa della recessione e delle difficoltà del sistema delle BCC. Tema ripreso da Alessandro Azzi, presidente di Federcasse (Federazione italiana delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali), che ha dichiarato «In questo momento c’è pessimismo verso le istituzioni, ma la missione svolta dalle BCC dimostra che è possibile dare risposte concrete alle esigenze dell’economia mettendo sempre al centro la persona». Inoltre, riguardo alla scelta di tante BCC, come la nostra, di stare a fianco dell’economia in crisi, ha dichiarato che «in oltre 100 anni di storia abbiamo fatto come le formiche e abbiamo accumulato dei patrimoni che ci consentono di attingere a risorse durante questo inverno così lungo. Nessuna preoccupazione, quindi. Anzi, le scelte fatte sono il segno della nostra coerenza». L’obiettivo è crescere, soprattutto in termini di redditività, puntando ad incrementare i volumi di impiego e raccolta, riducendo nello stesso tempo l’incidenza dei costi operativi e il rischio sul credito dovuto alle incertezze dei tempi di uscita dalla fase recessiva in corso. L’andamento della nostra banca nel 2012 non dipenderà dunque solo dall’efficienza dell’attività di selezionare e gestire gli affidamenti, dall’efficacia dell’attività commerciale e dalla rispondenza dei prodotti e servizi offerti, ma anche, dall’entità degli effetti negativi della crisi sulla domanda di credito delle famiglie e delle aziende e sulla loro capacità di far fronte agli impegni assunti nei confronti del sistema bancario.

IN UN SINGOLO DOCUMENTO SONO RIPORTATI DATI ECONOMICI E PERFORMANCE AMBIENTALI, SOCIALI E DI GOVERNANCE, PRESENTATI PER PERMETTERE UNA LETTURA D’INSIEME DEI RISULTATI E DELLE LORO INTERDIPENDENZE Team affiatato: la squadra del Servizio Amministrativo

Rapporto di Sostenibilità


- 10 -

Mauro Roussier Fusco

Presentiamo un Documento con tante novità Quest’anno abbiamo scelto di intraprendere una strada nuova, con qualche complicazione in più, un processo di innovazione, un cambiamento culturale che sicuramente porterà tante soddisfazioni. A cominciare dal nome, fino ad arrivare ai più piccoli dettagli, la nostra intenzione è stata quella di realizzare un documento che rappresentasse, da una parte l’evoluzione di una lunga esperienza e dall’altra si distinguesse nel panorama dei Bilanci Sociali e di Sostenibilità.

Ecco la carta d’identità del documento

FATTORI ESTERNI

Aspetti regolatori esterni:

Normativa Comunitaria e Nazionale Provvedimenti e Circolari della Banca d’Italia

Risorse finanziarie:

Prodotti e servizi bancari

Sostenibilità economica, sociale ed ambientale

da soci da finanziatori

INPUT Risorse interne:

Capitale umano Risorse tecnologiche

OUTPUT Sostegno allo sviluppo del territorio

Relazioni esterne:

Federazioni nazionali e locali Par tner commerciali Territorio di riferimento

Diffusione della Cultura Finanziaria

l’impegno del Comitato Tecnico che predispone il Bilancio Sociale è stato diretto a sviluppare un documento innovativo, attento nel rispettare i principi metodologici previsti e, allo stesso tempo, strettamente aderente alle caratteristiche della Banca.

A maggio 2012, nel corso dell’Assemblea convocata per l’approvazione del Bilancio di esercizio, è stato messo a disposizione dei soci il progetto del Rapporto di Sostenibilità, documento che sostituisce il Bilancio Sociale e rappresenta una rilevante evoluzione


- 11 NOME: Rapp orto di So stenibilit Marzano di à della Ba San Giusep nca di Cre pe - Verso Il nome de dito Coope il Bilanci l document rativo di o Integrat o r infatti il ivela chia San o - 2011. ramente le primo pass o verso il intenzioni ma una for Bilancio I ma di rend della Banc ntegrato, icontazion a. Sarà con il qua non più un e che rapp le raccont resenta un report ann are i risu tipicament uale, nuovo meto ltati di u e finanziar do manager na azienda ie, integr di svilupp i a l a e t a t t r e dalle in o, sui ris averso le formazioni chi opport informazio impatti am u ni s n u i bientali e lle strate tà fino a t gie, sui p emi legati sociali. iani alla gover nance e ag METODOLOGI li A: GRI G3 con un liv limitata d ello di ap a parte de plicazione lla societ raggiunto à di revis B+, con re i one KPMG. SEGNI PART visione ICOLARI: i l document paragrafo, o è caratt dalla pres erizzato, enza di “Q al documen all’apertu R Code”, l to un ulte ra di ogni a cui funz r iore dimen della rete ione sarà sione, che , interage quella di p n r d oietta il o direttam avendo la dare lettore al ente con i possibilit l’interno l à R di inserir questionar a p p o r t o e con la s e on line i. Inoltre tessa Banc proposte, , nella st le norme e a ed giudizi e esura del spresse da risposte a documento, l Sistema adottata i b s revi o I no state s nternazion n Italia p eguite in ale di Uni er legge ( direttiva p t i à D eno PR n. 802 di Misura, (CEE) n. 8 del 12 ago 0/181 rela convenzion Europa per s t t e o i va alle un 1982: Attu garantire ità di mis azione del l’uniformi in un test ura e util la tà del lin o devono e izzata in guaggio (a ssere scri simbolo; i t u d t t t e t a s e empio, le simboli de per esteso unità di m vono esser degli epon in caratte i e indicati s ura imi, non d r e minuscol con l’iniz evono esse o e non co numerico; iale minus re seguiti n si usa lo il cola ad ec dal punto spazio per decimali). cezione e seguono separare l sempre il e cifre in valore tere e la v irgola per FUTURO: co i me si dice va, si tra nella cult tta di un’ ura e nel innovazion processo d management e, un radi i gestione , aumentan cale cambi che può ca d o le perfo che per pr amento mbiare il rmance org ime adotte modo di fa a n r i a zzative. P nno una re di un vant re robabilmen ndicontazi aggio comp te, le azi one integr etitivo. C gestionali ende ata, saran iò grazie derivante no portatr ad un migl da miglior alla perce i i c o i r amento dei i misurazi zione di u oni e migl processi n quadro p stesse avr iori infor iù preciso anno nell’ mazioni e dei rischi anticipare grazie e delle op i propri c portunità oncorrenti che esse .

in tema di informativa per i portatori di interesse; in un singolo documento sono riportati dati economici e performance ambientali, sociali e di governance, presentati in modo da permettere una lettura d’insieme dei risultati e delle loro interdipendenze. Il Rapporto di Sostenibilità è stato redatto in conformità sia alle linee guida delle “Sustainability Reporting Guidelines” definite dal GRI - Global Reporting Initiative sia ai principi guida contenuti nel documento “Towards Integrated Reporting” elaborato dal “International Integrated Reporting Committee – IIRC”. Con il Rapporto di Sostenibilità, la Banca intende fornire informazioni sulla sua

strategia, sul suo sistema di governance e sulle performance, riflettendo il contesto economico, sociale ed ambientale nel quale opera e fornendo una precisa rappresentazione delle modalità con le quali viene creato il valore. L’obiettivo della Banca è accrescere la trasparenza verso i suoi portatori di interesse, consapevole che il rapporto di fiducia può consolidarsi tramite un processo organizzato, sistematico e completo di comunicazione dei risultati, nella convinzione che dall’attenzione verso i suoi portatori di interesse discende la sua sostenibilità nel tempo.


- 12 -

BOEING 787

Dreamliner, che si avve


, il sogno era

- 13 -


- 14 -

E’ stato definito in molti modi il 787 Dreamliner, l’ultimo nato in casa Boeing. L’aereo più “verde” al mondo per la sua capacità di far risparmiare alle compagnie aeree fino al 20 per cento di carburante. Un vantaggio sia per la salute del pianeta (il traffico aereo è una delle fonti di maggiore inquinamento al mondo) che per i conti delle aviolinee alle prese con le oscillazioni del prezzo del greggio. L’elegante design e la leggerezza lo rendono l’airone dei cieli. Il 787 è l’unico aereo passeggeri ad essere costruito al 50 per cento in fibra di carbonio al posto dell’alluminio. La leggerezza, insieme alla stabilità nel tempo, all’adattabilità delle forme e alla versatilità di impiego, costituisce infatti la principale caratteristica dei materiali compositi. Sicuramente, il Boeing 787 Dreamliner è un “gioiello” di tecnologia e innovazione destinato a rivoluzionare il settore del trasporto aereo. Ad oggi, ha registrato ordini da cinquantanove clienti di ogni continente per 870 velivoli, valutati oltre 178 miliardi di dollari. Sono più di cinquanta i fornitori partner che in tutto il mondo stanno lavorando con Boeing al programma 787 Dreamliner. In Italia, Alenia Aermacchi è stata individuata dall’azienda americana per l’elevata specializzazione raggiunta nella lavorazione dei compositi, contribuendo alla

realizzazione del progetto per il 14% dell’intera struttura del velivolo. Negli stabilimenti di Foggia e Grottaglie, Alenia produce rispettivamente lo stabilizzatore orizzontale e la fusoliera centrale del 787. Oltre che nello stabilimento di Monteiasi-Grottaglie e Foggia, altri componenti del velivolo vengono realizzati a Pomigliano d’Arco (Napoli), dove hanno luogo le attività di progettazione, le prove in laboratorio e la produzione specializzata di alcuni componenti primari di struttura. Complessivamente, Alenia Aermacchi contribuisce alla realizzazione di circa il 14% dell’intera struttura del velivolo. Per un aereo con queste caratteristiche, Boeing prevede un mercato potenziale di circa 3.000 esemplari nell’arco di 20 anni. Il 787 di Boeing, rispetto ai suoi pari classe, come detto, avrà un consumo di carburante inferiore fino al 20%, produrrà minore inquinamento e rumore, offrendo maggior comfort per i passeggeri in tutte le classi. Rispetto ai velivoli delle generazioni precedenti, la novità principale del 787 è proprio rappresentata dall’utilizzo del materiale composito - la fibra di carbonio - al posto dell’alluminio. Una soluzione che permette un notevole risparmio di carburante, grazie ai motori di nuova generazione. Nello stabilmento di Monteiasi-Grottaglie lavorano 490 persone, più

Vedi il filmato dell’atterraggio del Boeing 787 Dreamliner sulla pista dell’Aeroporto Arlotta di Grottaglie


- 15 -

5 Maggio 2012: data storica per lo Stabilimento Alenia di Grottaglie, battesimo per il Boeing 787

altri 250 occupati generati dall’indotto. Attualmente si producono 3,5 sezioni di fusoliere al mese, con l’obiettivo di arrivare a 10 entro la fine del 2013. In generale, il gruppo Finmeccanica, tra gli stabilimenti di Grottaglie, Foggia e Pomigliano, impiega 1.500 persone. E, proprio lo stabilimento di Grottaglie, con il suo aeroporto annesso, è stato scelto da Boeing come location per la tappa conclusiva del tour mondiale del 787 Dreamliner. Il 5 maggio scorso il 787 si è così presentato per la prima volta al pubblico italiano. Alla cerimonia di presentazione hanno

partecipato, tra gli altri, i top manager di Alenia Aermacchi e Finmeccanica, il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e il console Usa Donald Moore. Per la The Boeing Company sono intervenuti George Maffeo, vice presidente della divisione velivoli commerciali, e il presidente in Italia, ed ex ambasciatore italiano negli Stati Uniti durante l’intera era Reagan, Rinaldo Petrignani che ha così commentato l’evento: «E’ stato un ritorno del 787 nei luoghi nativi, in un aeroporto circondato da olivi secolari».


LE CARATTERISTICHE DA “7E7” a “B787” Il progetto è partito nel 2004 con il nome “7E7”. Il velivolo è diventato “B787” prendendo spunto dalla data nella quale era in programma la presentazione (8 luglio 2007), con il primo volo rinviato di un paio d’anni. Attualmente ne sono in servizio 11 unità. LA FIBRA DI CARBONIO Fusoliera e ali sono in fibra di carbonio con parti in titanio per rinforzare la struttura. L’aereo è previsto in due versioni 787-8 per 210-250 passeggeri e 787-9 per 250-290 posti. Su una versione ancor più allungata Boeing deciderà entro fine anno. L’alleggerimento della struttura consente un risparmio di circa il 20% di carburante a vantaggio della silenziosità del velivolo. LE DIMENSIONI Il 787-8 è il modello base a due corridoi, lungo 57 metri, ha un’apertura alare di 60 metri, alto 17 metri e un’autonomia tra 14.200 e 15.200 chilometri a seconda della configurazione dei posti: la standard è di 210 posti su in tre classi di viaggio (o 250 passeggeri in due classi). Peso a vuoto 110.000 chili, peso massimo al decollo 227.930 chili, velocità di crociera 930 chilometri circa, quota 11mila metri. Il B787-9 è la versione allungata per 250-290 posti in tre o due classi con un’autonomia tra 14.800 e 15,750 chilometri. I MOTORI I motori montati sono prodotti da General Electric (GEnx) e Rolls Royce (Trent 1000) in tecnologia talmente avanzata, che rappresenta un salto in avanti di due generazioni nel mercato e danno un contributo sostanziale ai risparmi di carburante. Nel maggio 2007 è stato aperto ad Everett, nello stato di Washington, a 40 chilometri da Seattle, lo stabilimento per l’assemblaggio finale. Fra i clienti che hanno ordinato il maggior numero di B787 ci sono Air Canada, Aeroflot, Air India, Japan airlines, Qatar Airways, United Air Lines. I DETTAGLI Full-comfort è la parola d’ordine a bordo con spazi immensi e alta tecnologia in quantità. Gli oblò hanno perso le classiche tendine: i vetri si oscurano gradualmente con un pulsante, mentre il soffitto consente di ammirare le stelle durante il volo notturno. L’INVESTIMENTO Alenia investirà altri 500 milioni negli stabilimenti di Grottaglie e Foggia. Nel primo farà un centinaio di assunzioni, oltre agli attuali circa 700 lavoratori, in vista dell’aumento della produzione di parti della fusoliera del B787. Altre cento assunzioni saranno distribuite fra Foggia e Pomigliano, coinvolte nel programma B787. Il 5 maggio 2012 nasce un patto che lega ulteriormente la Puglia con Boeing e Alenia.


- 17 -

A Manduria nasce la nuova Area PIP

La nostra Banca al fianco degli imprenditori


- 18 Obiettivo centrato per il convegno operativo promosso dall’Assessorato alle Attività Produttive della Provincia di Taranto in collaborazione con la BCC San Marzano di San Giuseppe su “Manduria, Area PIP: Sviluppo dell’Economia e Finanza Agevolata”, svoltosi ad Uggiano Montefusco. Ai tanti imprenditori intervenuti all’iniziativa sono stati presentati gli aggiornamenti riguardanti l’area industriale della città messapica, delineando le opportunità di sviluppo economico e sociale che possono scaturire dall’insediamento delle imprese locali all’interno di essa. Imprese che vedono nella propria crescita la possibilità di prosperare nel futuro, all’interno di un sistema economico ormai globalizzato che non ammette più una visione di breve periodo. Proprio nella gestione della crescita si innesta il supporto del sistema bancario, che trova nell’approccio consulenziale promosso da BCC San Marzano di San Giuseppe una importante leva di sviluppo per le imprese del territorio. L’evento ha avuto un ottimo riscontro di partecipazione: diversi addetti ai lavori, ma soprattutto tanti imprenditori della zona, interessati a conoscere le opportunità di crescita che possono scaturire dalla collaborazione tra istituzioni presenti nel territorio e sistema bancario locale, all’interno del quale il ruolo della BCC San

Marzano di San Giuseppe si conferma di assoluto rilievo. Per le istituzioni sono intervenuti il Consigliere Provinciale Mimmo Lariccia; l’Assessore alle Attività Produttive della Provincia di Taranto, Antonio Scalera; l’Assessore alla Pubblica Istruzione della Provincia di Taranto, Francesco Massaro; l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Manduria, Antonio Curri. Le relazioni tecniche sono state tenute dagli esperti della BCC: dal Direttore Crediti e Commerciale, Giuseppe My e dallo specialista di finanza agevolata, Francesco Cometa. «La sensibilizzazione ad affrontare un tema importante quale è quello dello sviluppo economico ed imprenditoriale del territorio deve essere promossa dalle istituzioni, uniche nel recepire le necessità di crescita culturale, economica e sociale del territorio in cui sono presenti», ha spiegato

LA STRATEGIA Giuseppe My: «NUOVO RAPPORTO BANCA-IMPRESA» «In un mondo che si evolve ad una velocità sostenuta come è quello in cui viviamo oggi, il rapporto tra banca e impresa deve evolversi allo stesso modo e basarsi sempre più sulla trasparenza, sul dialogo e sulla condivisione di informazioni ed esperienze. Una evoluzione capace di portare ad entrambe le parti, un arricchimento professionale e culturale prima ancora che economico. Fondamentale risulta essere la parte svolta dal sistema bancario, considerato anello di congiunzione tra impresa e territorio, soprattutto in un momento in cui c’è necessità di far tornare tra gli imprenditori fiducia e ottimismo verso il futuro. A tal proposito è molto interessante il ruolo di una banca come BCC San Marzano di San Giuseppe, che per ha come propria strategia principale la vicinanza al territorio in cui opera. Una vicinanza che si realizza anche attraverso la consulenza professionale alle imprese che nel territorio cercano di prosperare e svilupparsi, creando ulteriori occasioni di crescita sia economica che sociale».


- 19 -

Banche e Imprese: confronto a tutto campo ???????????? ???????? ???????? ? ???????????? ????? ??????? ????? ??????? ?????

Due momenti dell’incontro Banche-Imprese, promosso dalla Provincia di Taranto in collaborazione con la nostra Banca: il tavolo dei relatori e la folta partecipazione di addetti ai lavori

il consigliere provinciale Cosimo Lariccia, sottolineando «come il ruolo delle istituzioni sia quello di agevolare lo svolgimento delle attività imprenditoriali, creando le condizioni utili a un insediamento adeguato alle loro potenzialità di sviluppo: in questo la gestione dell’Area PIP di Manduria rappresenta un’importante opportunità». Questo incontro, anche su richiesta degli stessi imprenditori che hanno preso parte, diventa solo il primo di un tassello che porterà alla realizzazione dell’insediamento industriale nella cittadina messapica.

“Banche e Imprese a Confronto”. Tema particolarmente attuale quello del seminario operativo promosso da Confcommercio Manduria-Taranto, Società di Garanzia fra Commercianti in collaborazione la nostra Banca e svoltosi al Relais Reggia Domizia (Manduria). L’iniziativa rientra in un percosso di attività finalizzate a migliorare il livello di confronto tra le imprese del terziario ed il sistema del credito in una fase di difficoltà economica in cui l’accesso al credito rappresenta una delle problematiche di più stringente attualità. La stretta creditizia, tra allungamenti dei tempi di erogazione, peggioramento delle condizioni di prestito e accesso negato, sta mettendo a durissima prova le imprese che non riescono a fronteggiare la crisi di liquidità determinatasi con la contrazione dei consumi. Su questo tema si sono confrontati, moderati da Angelo Colella (Direttore Confcommercio Taranto: Giuseppe Sebastio (Presidente Società di Garanzia), Paolo Pro e Giuseppe My, rispettivamente Direttore della Filiale di Sava e Responsabile Ufficio Crediti della nostra Banca. Le conclusioni sono state a cura del Presidente Confcommercio Manduria, Dario Daggiano.

Francesco Cometa: «LA BCC È PARTNER DELLE AZIENDE» «I programmi di supporto nella gestione della finanza agevolata sono parte integrante del nostro progetto di gestione del rapporto con la clientela imprese. Le agevolazioni promosse dai programmi operativi regionali permettono di incidere positivamente sullo sviluppo aziendale, generando ulteriori opportunità di investimento e di crescita delle nostre imprese. Si tratta di meccanismi che per il loro contenuto tecnico devono essere gestiti attraverso un supporto continuativo e puntuale, quale è quello messo a disposizione dalla nostra banca. L’idea di fondo, ancora una volta, è quella di affiancare l’imprenditore nella scelta delle migliori decisioni per il futuro economico della propria azienda. Il nostro supporto vuole andare ben al di là di un affiancamento puramente operativo: abbiamo l’ambizione e la volontà di diventare sempre più un partner strategico delle nostre imprese clienti».


- 20 -

PUB. AUREO GESTIONI DA 4 DI COP. ULTIMO NUMERO


- 21 La Relazione di Emanuele di Palma

• L’analisi

«La situazione greca deve rappresentare per tutti noi un esempio di riferimento per comprendere due cose. La prima è che l’Unione Europea non è più (ma non lo era neanche prima, benché sia stata sfruttata), la gallina dalle uova d’oro. La seconda: il denaro che si crea senza sostanza non porta in dote niente di buono».

L’AIF punta i riflettori sulla crisi

“L’EVOLUZIONE DEL RISPARMIO: DALLA FINANZA CLASSICA, ETICA, ISLAMICA AGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI” È STATA QUESTA LA TRACCIA DELL’ALTERNATIVE INVESTMENT FORUM SVOLTOSI A BARI (HOTEL EXCELSIOR) SU INIZIATIVA DI ASEF (ASSOCIAZIONE SUD EUROPA ECONOMIA E FINANZA E TRADINGONLINENEWS). ALL’EDIZIONE 2012 È INTERVENUTO IL DIRETTORE GENERALE EMANUELE DI PALMA, SUL TEMA: “CON UNA ECONOMIA IN DIFFICOLTÀ E UNA CONDIZIONE DI CONTINUA TEMPESTA SUI MERCATI, L’INTERESSE DI TUTTI A EVITARE IL TRACOLLO DELL’EURO PUÒ FAR SCATUIRE UN VERO GOVERNO COMUNE DELL’ECONOMIA IN GRADO DI RESPINGERE LE MANOVRE GLOBALI DEGLI SPECULATORI ANGLO-USA?”. NEL CORSO DELLA DUEGIORNI, ALLA QUALE HANNO PRESO PARTE I PRINCIPALI GRUPPI BANCARI NAZIONALI ED ESTERI, IL DIRETTORE DI PALMA E’ STATO INSIGNITO QUALE “BANCHIERE DELL’ANNO 2012”, «PER AVER SAPUTO SOSTENERE IL TERRITORIO D’APPARTENENZA IN UN PROFONDO PERIODO DI RECESSIONE E AVER POSIZIONATO LA BCC SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE QUALE MODELLO DI RIFERIMENTO GRAZIE A UNA VISIONE MANAGERIALE INNOVATIVA CHE HA ACCREDITATO L’ISTITUTO OLTRE I CONFINI REGIONALI».

newsBCC

RESTAURATA LA PREGIATA “DEPOSIZIONE”

• La strategia

«Qualcuno dovrà pagare il conto di tutto ciò. Il cerino è stato mollato dalle grandi società finanziarie nelle mani dei governatori europei e ribaltato, di conseguenza, sui cittadini. Cosa possiamo fare? Gli italiani devono ricomprarsi il loro debito e organizzarsi per rimettere in moto l’economia reale».

Riconsegnata alla città di Grottaglie dopo il restauro, “La Deposizione di Cristo”, l’edicola votiva che fa parte del ricco patrimonio storico, artistico e devozionale locale. E’ il quinto recupero della BCC San Marzano di San Giuseppe rientrante nel progetto “Una Banca per il suo Territorio”, che ha sposato l’idea del Lions Club della Città delle Ceramica: valorizzare questa particolare forma d’arte molto sentita a Grottaglie. E’ un percorso pluriennale cominciato nel 2006. La composizione iconografica è particolarmente suggestiva ed emozionale e rappresenta la Vergine Maria con veste rosa e mantello azzurro mentre sorregge adagiato sulle sue ginocchia il corpo del Cristo deposto, mentre nella parte superiore due angeli guardano la scena. Il dipinto murale misura 80 cm. per 110 cm. ed è realizzato sulla parete di fondo della nicchia di forma rettangolare, con la tecnica della tempera su intonaco. Lo stato di conservazione era pessimo a causa degli agenti atmosferici che hanno rovinato la pellicola pittorica. Nel corso del restauro sono state rinvenute le lettere “P” e “G”, evidentemente le iniziali dell’autore dell’opera.

ANTONIO INGROIA: STORIE DI MAFIA E DI ANTIMAFIA “Nel labirinto degli dei”, ovvero tutto ciò che è mafia e il cammino per contrastarla. E’ questo il fil-rouge dell’ultimo libro di Antonio Ingroia, procuratore aggiunto presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo. Il magistrato è stato a Taranto per presentare i meccanismi del sistema, raccontati nel volume edito da “Il Saggiatore”, grazie all’iniziativa “Storie di Mafia e di Antimafia” promossa dall’Associazione Libera in collaborazione con l’Università di Taranto e il sostegno morale della nostra Banca.


- 22 -

C U L T U R A S O C I A L E E C ROTARACT E BCC SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE CON PIETRO MENNEA CONTRO IL DOPING E PER SOLIDARIETA’

newsBCC

• Oltre i record

A 15 anni, su uno stradone di Barletta, sfidava in velocità una Porsche color aragosta e un’Alfa Romeo 1750 rossa. A piedi, sui 50 metri, batteva l’una e l’altra e guadagnava le 500 lire per pagarsi un cinema o un panino

Nel 2010 insieme alla moglie (entrambi legali con studio a Roma) promuove una class action negli Stati Uniti per difendere alcuni risparmiatori italiani finiti nel crac della Lehman Brothers

C’è anche Pietro Mennea station tra le 361 fermate della metropolitana di Londra intitolate ai campioni delle Olimpiadi. L’uomo più veloce del mondo sui 200 metri per 17 anni, oro olimpico a Mosca 1980, dà il nome alla stazione di Kensigton High

Una due-giorni dedicata ai valori dello sport e alla solidarietà. Tutto questo è stato il “Trofeo Pietro Mennea”, promosso dal Rotaract di Taranto in collaborazione con la BCC San Marzano di San Giuseppe. L’iniziativa, che ha visto la presenza del recordman italiano, ha acceso i riflettori dapprima sulla grande storia del doping, con un convegno al quale ha partecipato l’ex atleta azzurro; e dopo su una competizione (il cui risultato agonistico finale passa in secondo piano, considerato l’elemento centrale: una corsa per sostenere la costruzione di servizi igienici e allacciamento fognario nella scuola elementare di Ahomey Gbekpa (in Benin). Particolarmente forte, la lezione di vita di Pietro Mennea sia sul fronte doping («Quella contro il doping è una battaglia durissima, che combatto da tanti anni. E ho potuto farlo anche da parlamentare europeo. Il doping purtroppo esiste, è sempre esistito, e sempre esisterà»); che su quello dell’impegno sportivo e quindi del sacrificio: «Impegno, dedizione e sacrificio sono la ricetta per difendere l’etica e lo sport vero. I miei successi sono frutto di lunghi e quotidiani allenamenti; se potessi tornare indietro anziché 5 ore, mi allenerei 8 ore al giorno. Ho avuto una carriera longeva, e non sono mai stato vittima di uno strappo muscolare». E, in sintesi: «Il doping può tuttavia essere sul sconfitto sul piano sportivo: ho disputato 530 gare, ed ero sempre presente agli eventi importanti, diversamente da altri atleti che, dopo l’exploit, scomparivano nel giro anche di poco tempo. Anche questo è un segnale».

Universiadi di Città del Messico (12 settembre 1979): Pietro Mennea taglia il traguardo, ha appena fermato il cronometro a 19’’72. Il record, d’altura, sarà bissato al livello del mare pochi mesi dopo, correndo a Barletta in 19”96.

LE CORRETTE VALUTAZIONI IMMOBILIARI “Le basi scientifiche della valutazione immobiliare standard”. E’ questo il tema trattato nel seminario formativo promosso dall’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della provincia di Taranto in collaborazione con la nostra Banca ed E-Valuations e ospitato presso il nostro Auditorium di Grottaglie. La tappa di questo percorso altamente tecnico, ha rappresentato un ulteriore tassello formativo e di aggiornamento sui temi estimativi avviati nel 2009. Il focus di quest’appuntamento (inserito in un percorso articolato) è stato incentrato sulla trasparenza e la corretta valutazione, elementi essenziali per un corretto sviluppo del mercato immobiliare. Lo spessore dell’iniziativa ha richiamato tecnici da tutta la provincia ionica.


- 23 -

O N O M I A F O R M A Z I O N E

Ad Aureo Gestioni il Premio Menichella E’ STATO ASSEGNATO AD AUREO GESTIONI, LA SOCIETÀ DI GESTIONE DEL RISPARMIO DEL CREDITO COOPERATIVO IL PRESTIGIOSO PREMIO MENICHELLA 2012, CONFERITO DALLA FONDAZIONE NUOVE PROPOSTE. NELL’ANNO DELLA DECIMA EDIZIONE DEL RICONOSCIMENTO ASSEGNATO ALLE ISTITUZIONI BANCARIE, AUREO GESTIONI È STATA PREMIATA PER LA GESTIONE ETICA DEL RISPARMIO E PER UNA VISIONE SOSTENIBILE DELL’ECONOMIA. RECEPITA, DUNQUE, DAL COMITATO SCIENTIFICO DELLA FONDAZIONE, L’INDICAZIONE DEL NOSTRO DIRETTORE GENERALE EMANUELE DI PALMA, IL QUALE HA PROPOSTO IL NOME DELLA SOCIETÀ DEL GRUPPO ICCREA, PER RIAFFERMARE IN MANIERA ANCORA PIÙ MARCATA LA MISSION DEL CREDITO COOPERATIVO. APPREZZAMENTO PER LA SCELTA DEI PREMIATI 2012 È STATO ESPRESSO ANCHE DAL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, GIORGIO NAPOLITANO, NELLA NOTA CON LA QUALE CONCEDE L’ALTO PATROCINIO ALLA MANIFESTAZIONE CHE SI È SVOLTA LO SCORSO PRIMO MARZO A ROMA NELLA SALA DEI DIOSCURI IN SANT’ANDREA AL QUIRINALE. A RICEVERE IL RICONOSCIMENTO, DAVANTI AD UN PARTERRE MOLTO QUALIFICATO, IL CONSIGLIERE DELEGATO VINCENZO PALLI. LA LAUDATIO E’ STATA PROFERITA DAL NOSTRO DIRETTORE GENERALE.

AL VIA LA PRIMAVERA LETTERARIA “Per altre terre. Il viaggio di Ulisse” di Ettore Catalano illustrato con le tavole di Donato Sciannimanico è il volume (stampato da Progedit) che ha tenuto a battesimo la nuova Primavera Pugliese 2012 per il Presidio del Libro del quale la nostra Banca è partner favorendo gli incontri fra gli autori e la comunità per incentivare la cultura della lettura. Catalano, Miscelando testo classico, interpretazioni critiche e sintesi artistiche, rilegge l’”Odissea” sulla scorta dei poeti greci del Novecento e di altri “testimoni” privilegiati reintitolandone “liricamente” i libri. A tessere le fila di questo nuovo appuntamento (svoltosi in diversi luoghi nella città di Grottaglie grazie alla passione del Presidio del Libro), il critico letterario Filippo La Porta.

L’INFINITO UNIVERSO FEMMINILE “De Andrè, Musica e Poesia. Recita al femminile”. E’ questa l’iniziativa con la quale il Soroptimist Club International di Grottaglie, in collaborazione con la nostra Banca, ha celebrato la Giornata Mondiale della Donna. Nell’Auditorium della nostra filiale di Grottaglie si è svolto il recital di poesie al femminile. «In questa giornata – dice la presidente del sodalizio,  la prof.ssa Teresa Bray Traversa - abbiamo voluto ricordare sulle condizioni delle donne: un momento  di  riflessione sull’attualità, che ci racconta di violenze inaudite sulla donna in quanto tale: dalla famiglia al lavoro. Fra le iniziative della serata: le poesie di Anna Marinelli, la perfomance de “Gli Ultimi” con i brani di Fabrizio De Andrè e la lettura di alcuni passi del libro “Nell’Anima”, di Francesca Colitta.


- 24 -

C U L T U R A S O C I A L E E C IL SIGNOR H A SHORT MOVIES Il Signor H, il film corto prodotto dalla nostra Banca e interpretato da Alessandro Haber, partecipa Short Movies la striscia quotidiana con Myriam Catania e Luca Argentero in cui vengono presentati i 37 cortometraggi d’autore di giovani registi emergenti. È il primo social contest dove la platea dei navigatori decide chi far vincere. Short Movies è in onda dal lunedì al venerdì alle 22,30. I corti sono visibili su La3 (canale 143 di Sky), in streaming o sugli smartphone 3. Al di là della competizione, che celebra il suo ultimo atto in piena estate a Riccione “Il Signor H” con questa iniziativa si è presentato al grande pubblico televisivo e, soprattutto ai giovani.

LA TELEVISIONE È CATTIVA MAESTRA? Presentato a cura del Leo Club Grottaglie e “8D-ArtEvents”, in collaborazione con la nostra Banca, “La stagione dei finocchi” (scritto e diretto da Alessandro Zizzo). Il cortometraggio è stato proiettato nell’Auditorium BCC San Marzano di San Giuseppe di Grottaglie davanti ad un interessata, qualificata e numerosa platea. Interpretato da Giorgio Consoli, è un corto che affronta in chiave critica il mondo della tv e in particolare dei reality. Il mito di un’apparizione che offre la notorietà, una popolarità effimera, il sogno di diventare famosi senza alcun merito che, quando non si riesce a raggiungere, in casi estremi può portare a compiere atti di follia, come ci raccontano i fatti di cronaca. Presenti alla serata anche l’autore e regista. E’ stata un’utile occasione per analizzare il sistema della televisione moderna.

newsBCC

OPEN DI TENNIS, IL TRIONFO DI ALBERTO CRISTOFARO E’ Alberto Cristofaro del Circolo Tennis Bari il vincitore degli Open di Tennis “Grottaglie Città d’Arte”, evento giunto alla sua quarta edizione e che nel 2012 aveva in dote un montepremi di 2.500 euro. Ha battuto in finale (6-3, 6-2) il vincitore dello scorso anno Daniele Micolani del Circolo Tennis Lecce. Il torneo (nella foto i due finalisti), promosso dal Circolo Tennis Grottaglie e sostenuto dalla nostra Banca, nel corso di questi anni è cresciuto in maniera importante, ritagliandosi uno spazio di primo piano all’interno del panorama pugliese e caratterizzandosi per essere un evento di grande richiamo per sportivi, appassionati e addetti ai lavori. L’incontro è durato quasi due ore, con una cornice di pubblico delle grandi occasioni, Cristofaro ha trovato la seconda vittoria consecutiva dopo aver vinto gli assoluti regionali a Bari. Partita equilibrata nei primi games del primo set, fino al 4-2 quando Cristofaro brekka Micolani, chiudendo poi il set in scioltezza sul 6-3. Secondo set decisamente in salita per Micolani che si trova subito sul 3-1. Nei game successivi c’è la reazione del tennista leccese che prova a rientrare in partita, ma sbaglia ben 5 palle break, tre sul 3-1 e due sul 4-2. Cristofaro spinge e trova la vittoria che vale la conquista dell’Open.


- 25 -

O N O M I A F O R M A Z I O N E TARANTO RISCOPRE CIN-CI-LA’ Taranto riscopre la “piccola lirica” grazie all’Associazione Musicale Mario Costa e alla nostra Banca che hanno sostenuto il progetto della Compagnia Italiana di Operette nel portare sul palco “Cinci-là” di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato, uno dei titoli celebri del panorama itliano. Questa operetta ha avuto il suo debutto a Taranto il 2 luglio 1927 all’Arena Apollo (teatro all’aperto in Via di Palma). Stavolta, nel ruolo della diva del cinema Cin-ci-là l’elegante soubrette Elena D’Angelo. Mattatore della serata Umberto Scida capocomico della compagnia, che ha un’organico di 40 elementi compresa un’orchestara dal vivo.

Vedi lo Spettacolo

Il Viaggio di San Giuseppe

UN LAVORO IMPERIOSO, UN CONTRIBUTO ALLA STORIA, ALLA CULTURA E ALLA DEVOZIONE. TUTTO QUESTO È “DALLA SICILIA ALLA PUGLIA. LA FESTA DI SAN GIUSEPPE”, MONUMENTALE LAVORO EDITORIALE DELLA NOSTRA SOCIA PROF.SSA VINCENZA MUSARDO TALÒ. UN LAVORO RICCO E INTERESSANTE CHE SI AVVALE DELLA SUPERVISIONE CRITICA DI VITTORIO SGARBI (CHE NE HA CURATO LA PRESENTAZIONE). PARTIRE PER UN VIAGGIO – SIA PURE PER IMMAGINI E NARRATI – NEL MAGICO LABIRINTO DI ANTICHI SAPORI E COLORI DELLE SOLARI REGIONI DI PUGLIA E SICILIA, LE DUE TERRE PIÙ FASCINOSE DEL MEDITERRANEO, CARICHE DELLA VOCE DEI SECOLI E LABORATORIO INTERCULTURALE DI CIVILTÀ LONTANE. VIAGGIARE PER ANTICHE E NUOVE CONTRADE, PER RIVISITARE UNO DEI PIÙ RICCHI PATRIMONI DI RITUALI, DI CUI SI ADORNA LA DEVOZIONE POPOLARE: LA FESTA DI S. GIUSEPPE. ENTRARE, CON RISPETTO, NELLA INTIMA MICROSTORIA DI TANTE COMUNITÀ, CHE DA SECOLI, CON LA TENACIA DELLA FEDE E L’UMILTÀ DEI SEMPLICI, SI AFFIDANO AL PATROCINIO DEL SANTO PATRIARCA. ECCO GLI OBIETTIVI DEL VOLUME, ACCOSTATO DA STUDIOSI DI LEGITTIMATO SPESSORE SCIENTIFICO E DOCUMENTATO DA ILLUSTRAZIONI, TESTIMONI DEGLI SCATTI ARTISTICI DI ESPERTI DELLA FOTOGRAFIA O DELLA ISTANTANEA FOTO-RICORDO DEL DEVOTO VISITATORE, UNITAMENTE A RARI ESEMPLARI DI SANTINI DEVOZIONALI, RIEMERSI DA PRESTIGIOSE COLLEZIONI PRIVATE.


- 26 -

C U L T U R A S O C I A L E EQUILIBRIO FRA FAMIGLIA E LAVORO È possibile contemperare le esigenze della vita moderna con i valori della famiglia? A questo interessante interrogativo è stato risposto nella tavola rotonda promossa a Sava dall’Azione Cattolica locale, la quale ha messo attorno ad un tavolo esperti e imprenditori per offrire un quadro alquanto completo. Moderato da Giuseppe D’Ambrosio (Responsabile del Movimento Lavoratori Azione Cattolica), l’evento ha registrato l’intervento del nostro Giancarlo Airò, il quale si è soffermato sull’esigenza di recuperare «all’interno delle dinamiche sociali moderne, i punti di riferimento essenziali per trovare il giusto equilibrio all’esterno del nucleo domestico. Tali equilibri, però, rivengono essenzialmente da un clima familiare eccellente, priorità assoluta su tutto».

LA NOSTRA BANCA AL FIANCO DELLA CORALE DI FRANCAVILLA FONTANA Rinnovata anche per l’anno in corso la partnership fra la nostra Banca e la “Corale” di Francavilla Fontana, associazione che ha avuto importanti riconoscimenti sia di pubblico che di critica: sotto la direzione del M° Cosimo Romano, suo attuale direttore, ha vinto concorsi per cori; ha animato una celebrazione liturgica, di carattere nazionale, a San Giovanni Rontondo in onore di Santa Cecilia per L’Ambima; ha eseguito in prima esecuzione assoluta, su richiesta dell’autore, il maestro Antonio Andriani, la “Missa in honorem Gloriosae Virginis Mariae titulo de fontana”. Tra i sogni futuri dell’associazione ci sarebbe quello di poter realizzare un concerto accompagnati da un’orchestra sinfonica.

LO SBARCO DELLE 500

newsBCC

Appuntamento importante nel mondo dei raduni automobilistici, il secondo Raduno nazionale delle Fiat 500 e derivate, promosso dal “Fiat 500 Club Italia” a Grottaglie. Sono stati oltre duecento gli equipaggi giunti nella cittadina ionica da ogni parte d’Italia che, grazie al comitato locale e al sostegno della nostra Banca, hanno potuto conoscere da vicino la splendida realtà del nostro territorio: dalle ceramiche alla base elicotteristica della Marina Militare. Colorata e rumorosa, la carovana ha fatto sfoggio delle sue bellezze in un’assolata giornata primaverile dove in migliaia hanno apprezzato cromature e motori dai sapori antichi.

Ecoliadi 2012

La Serveco promuove la Raccolta Differenziata nelle Scuole

Sono state vinte dalla Scuola don Luigi Sturzo, le Ecoliadi 2012, la gara di raccolta differenziata dei rifiuti tra tutte le scuole elementari e medie della Città di Grottaglie. Promotrice della meritevole iniziativa è la Serveco srl che anche in quest’edizione è affiancata dalla nostra Banca per promuovere la raccolta differenziata fra le giovani generazioni. Il successo è stato certificato certificato dalla quantità di raccolta differenziata conferita presso l’isola ecologica. Vince chi, conteggiando gli scontrini attraversi la somma dei punti accumulati, ha fatto segnare il punteggio più alto, quindi: la don Sturzo. A tutte le scuole, la nostra Banca ha donato un buono acquisto-libri.


I.P.

90

80%

76%

SCONTO

70%

SCONTO

46%

SCONTO

65%

SCONTO

Offerta Creatività

29%

SCONTO

80%

SCONTO

44%

SCONTO

anziché € 85,20 Risparmio € 32,30 Codice 443

SOLO € 52,90

Focus + Focus Junior (1 anno) 24 numeri

38%

SCONTO

Offerta Sapere

anziché € 62,40 Risparmio € 27,40 Codice 279

SOLO € 35,00

Men’s Health + Starbene (1 anno) 24 numeri

Offerta Benessere

anziché € 231,00 Risparmio € 184,00 Codice 117

SOLO € 47,00

Panorama (1 anno) + Economy (6 mesi) 77 numeri

Offerta Informazione

anziché € 42,00 Risparmio € 12,10 Codice 889

SOLO € 29,90

Casa Facile + Cucina Moderna (1 anno) 24 numeri

TESTATA

Art Attack Magazine Disney Junior Disney Punto croce I Classici Disney Paperino Topolino W.I.T.C.H. Winnie The Pooh

402 039 674 408 440 007 675 004

12 12 6 12 12 52 12 12

31,20 43,20 21,60 34,80 34,80 119,60 31,20 32,40

PREZZO INTERO

6,30 6,40 5,70 8,90 8,90 54,80 6,30 8,50

RISPARMIO

60%

SCONTO

35%

SCONTO

anziché € 130,40 Risparmio € 85,50 Codice 011

SOLO € 44,90

Vanity Fair + Glamour (1 anno) 64 numeri

20% 15% 26% 26% 26% 46% 20% 26%

SCONTO

24,90 36,80 15,90 25,90 25,90 64,80 24,90 23,90

PREZZO SPECIALE

66%

SCONTO

Offerta Vip

anziché € 96,00 Risparmio € 33,80 Codice 730

SOLO € 62,20

Quattroruote + Dueruote (1 anno) 24 numeri

Offerta Motori

anziché € 73,20 Risparmio € 44,20 Codice 149

SOLO € 29,00

Casaviva (1 anno) + Donna Moderna Pocket (6 mesi) 38 numeri

Abbonandoti a Famiglia Cristiana, GBaby, Il Giornalino e Vivere c’è un bellissimo regalo per te! Collegati: www.abbonamenti.it/regalisanpaolo

COD.

62%

SCONTO

Offerta Stile

anziché € 102,00 Risparmio € 63,50 Codice 015

SOLO € 38,50

Offerta Lifestyle AD + Traveller (1 anno) 24 numeri

Attenzione: le riviste che compongono le offerte Extra verranno spedite ad un solo destinatario.

anziché € 197,60 Risparmio € 127,70 Codice 547

SOLO € 69,90

Topolino + TV Sorrisi e Canzoni (1 anno) 104 numeri

Offerta Famiglia

anziché € 135,20 Risparmio € 62,30 Codice 625

SOLO € 72,90

Topolino (1 anno) + Art Attack Magazine (6 mesi) 58 numeri

Offerta Ragazzi

anziché € 202,80 Risparmio € 142,90 Codice 336

SOLO € 59,90

Panorama + Focus (1 anno) 64 numeri

Offerta Conoscere

anziché € 126,00 Risparmio € 96,10 Codice 333

SOLO € 29,90

Grazia + Flair (1 anno) 62 numeri

Offerta Fashion

Extra!

SuperOfferte

E con le SuperOfferte Extra, leggi di più e aumenti il risparmio!

Abbonati e regala un abbonamento.

Per te un’ampia scelta di riviste per soddisfare ogni interesse e passione: attualità, cultura ed economia, moda, bellezza, salute e benessere, casa, cucina, famiglia, storia, scienza e tecnologia, cinema e viaggi, fumetti, sport e motori.

Abbonati subito!

Oltre riviste con SuperSconti fino all’ 272 311 043 896 129 019 050 577 066 006 056 880 008 438 646 738 621 141 740 488 291 292 473 062 060 579 500 981 461 170 948 257 462 166 160 155 064 289 165 009 290 172 518 273 002 051 293 176 779 065 717 128 025 168 040 090 520 886 298 301 054 734 735 030 348 220 483 294 733 316 478 199 830 254 055 274 300 903 005 754 127 063 519 370

AD Auto & Fuoristrada Banca Finanza Casa Facile Casabella Casaviva Chi Ciak Classici Giallo Confidenze Cosmopolitan Cucina Moderna Cucina Moderna Oro Cucina No Problem Darwin Domus Donna Moderna (no allegati) Donna Moderna Pocket Dueruote Economy Elle Elle Decor Evo Famiglia Cristiana+REGALO Flair Focus Focus Brain Trainer Focus D&R Focus Extra Focus Geronimo Stilton Focus Junior Focus Pico Focus Storia Focus Storia Biografie Focus Storia Wars Gambero Rosso GBaby+REGALO Gente Geo Giallo Mondadori Gioia Giornale delle Assicurazioni Glamour GQ Grazia Grazia.Casa Hachette Home Harvard Business Review I Romanzi Il Giornalino+REGALO Internazionale Interni+Guida+3Annual+1OnBoard Intimità Jack La Cucina Italiana Linus L’Uomo Vogue Mani di Fata Marie Claire Marie Claire Maison Men’s Health Meridiani Meridiani Montagne+Cartine Panorama Panorama Travel Panoramauto PC Professionale Psychologies Quattroruote Riders Rolling Stone Sale&Pepe Starbene Storia in rete Storica Traveller Tu Style TV Sorrisi e Canzoni Urania Vanity Fair VilleGiardini Vivere+REGALO Vogue Italia Wired

TESTATA

12 10 11 12 12 12 52 12 26 52 12 12 9 12 6 11 52 52 12 50 12 10 10 52 12 12 12 4 6 12 12 12 12 4 6 12 12 52 12 26 52 11 12 12 50 10 10 10 48 51 50 10 52 12 12 12 10 12 12 10 12 10 6 52 10 12 12 10 12 11 12 12 12 10 12 12 52 52 12 52 11 12 12 12

60,00 40,00 55,00 22,80 144,00 42,00 104,00 54,00 127,40 83,20 26,40 19,20 27,00 12,00 39,00 110,00 88,40 62,40 36,00 150,00 36,00 45,00 59,00 104,00 36,00 46,80 34,80 18,00 29,40 42,00 38,40 42,00 58,80 19,60 35,40 58,80 24,00 104,00 58,80 127,40 93,60 55,00 26,40 36,00 90,00 30,00 19,00 135,00 216,00 96,90 153,00 115,00 78,00 46,80 48,00 58,80 50,00 48,00 42,00 35,00 36,00 62,00 45,00 156,00 39,00 26,40 82,80 25,00 60,00 31,90 38,40 38,40 26,40 60,00 46,80 42,00 52,00 78,00 54,00 104,00 55,00 36,00 60,00 48,00

PREZZO INTERO

31,10 22,00 19,30 4,90 65,00 23,10 62,50 29,50 69,90 50,20 13,20 4,30 6,00 3,00 14,00 47,30 43,40 38,50 10,80 115,00 23,40 25,10 24,00 16,00 23,40 14,90 12,10 5,10 8,10 13,10 14,50 14,10 24,90 5,10 10,50 20,30 5,00 72,80 29,40 69,90 73,70 19,30 12,50 24,10 67,50 15,50 10,00 47,50 108,00 19,90 69,00 51,00 29,50 23,90 24,50 26,50 27,20 10,10 29,40 21,00 17,00 20,00 17,60 121,50 16,20 7,90 50,80 15,10 20,10 17,60 11,50 13,50 9,30 25,00 16,90 23,10 29,50 48,10 27,00 69,10 25,10 11,00 40,50 28,80 52% 55% 35% 21% 45% 55% 60% 55% 55% 60% 50% 22% 22% 25% 36% 43% 49% 62% 30% 77% 65% 56% 41% 15% 65% 32% 35% 28% 28% 31% 38% 34% 42% 26% 30% 35% 21% 70% 50% 55% 79% 35% 47% 67% 75% 52% 53% 35% 50% 21% 45% 44% 38% 51% 51% 45% 54% 21% 70% 60% 47% 32% 39% 78% 42% 30% 61% 60% 34% 55% 30% 35% 35% 42% 36% 55% 57% 62% 50% 66% 46% 31% 68% 60%

RISPARMIO SCONTO

28,90 18,00 35,70 17,90 79,00 18,90 41,50 24,50 57,50 33,00 13,20 14,90 21,00 9,00 25,00 62,70 45,00 23,90 25,20 35,00 12,60 19,90 35,00 88,00 12,60 31,90 22,70 12,90 21,30 28,90 23,90 27,90 33,90 14,50 24,90 38,50 19,00 31,20 29,40 57,50 19,90 35,70 13,90 11,90 22,50 14,50 9,00 87,50 108,00 77,00 84,00 64,00 48,50 22,90 23,50 32,30 22,80 37,90 12,60 14,00 19,00 42,00 27,40 34,50 22,80 18,50 32,00 9,90 39,90 14,30 26,90 24,90 17,10 35,00 29,90 18,90 22,50 29,90 27,00 34,90 29,90 25,00 19,50 19,20

PREZZO SPECIALE

!

COD.

Inviatemi le riviste indicate qui sotto.

Rivista/Offerte Extra

Firma

di

q SI q NO Informativa D.Leg 196/2003. I suoi dati saranno trattati dall’Editore della testata prescelta - titolare del trattamento - per evadere la sua richiesta di abbonamento. Nome, cognome, indirizzo sono indispensabili per tale finalità. Previo suo consenso, tutti i dati conferiti potranno essere trattati dalle medesime titolari anche per effettuare procedure statistiche di analisi, per l’invio di altre vantaggiose offerte, proposte commerciali e indagini di mercato. Responsabile del trattamento è Press Di Distribuzione Stampa e Multimedia srl. Incaricati del trattamento sono gli addetti alla gestione degli abbonamenti. Lei può esercitare i diritti previsti dall’art. 7 D. Leg. 196/2003 scrivendo a Press Di Distribuzione Stampa e Multimedia srl - Ufficio Privacy Milano Oltre - Via Cassanese 224 - 20090 Segrate (Milano)

Privacy Acconsento che le titolari utilizzino i miei dati per le finalità e secondo le modalità illustrate nell’informativa:

Dalla richiesta di abbonamento al ricevimento della prima copia trascorreranno circa 4 settimane per i settimanali, 6 per i mensili. Il regalo, dove previsto, verrà inviato a pagamento ricevuto. Offerta valida solo per l’Italia.

Data

Filiale numero

sul mio conto corrente numero

Autorizzo l’addebito di €

Nome e Cognome

Attenzione: questo spazio è da compilare sempre, per autorizzare l’addebito.

Prov.

CAP

Estremi per la Banca

Prezzo Speciale €

Inviate le riviste alla persona indicata.

Indirizzo Località

Nome e Cognome

Codice

Sì, regalo l’abbonamento

BCC San Marzano di San Giuseppe 0998968155 71972-4 FP24 20110082

Rivista/Offerte Extra

Sì, mi abbono

Codice

Prezzo Speciale €

Prov.

CAP Tel.

N° Località

Attenzione: questo spazio è da compilare sempre!

San Marzano di San Giuseppe

Scrivi il codice e il nome delle Riviste/OfferteExtra alle quali vuoi abbonarti più il Prezzo Speciale, a te riservato, unitamente ai tuoi dati. Se vuoi regalare uno o più abbonamenti, ricordati di scrivere sia i tuoi dati che quelli della persona alla quale vuoi regalare un abbonamento. Compila lo spazio con gli estremi da comunicare alla Banca, taglia lungo il tratteggio e consegna questo coupon allo sportello.

Indirizzo

Cognome

Nome

I miei dati

Coupon di Abbonamento Speciale Correntisti

- 27 -

Servizio clienti: tel. 199.111.999 (costo massimo della chiamata da tutta Italia per telefoni fissi: 0,12+IVA al minuto senza scatto alla risposta) oppure 02-6681 4363


PRONTI, - 28 -

vivicittà

Grande successo di partecipanti (864) all’edizione 2012 della Vivicittà-BCC San Marzano, promossa dall’UISP e dalla nostra Banca. Vince Ottavio Andriani, premiato da Giacomo Leone, simbolo della maratona italiana

Splendida giornata di sole e un successo certificato dai numeri per la Vivicittà-BCC San Marzano svoltasi a Grottaglie. Un bel 15 aprile, quello grottagliese. Nonostante i timori per il maltempo, il sole ha baciato la gara podistica del Vivicittà - BCC San Marzano e Piazza Principe di Piemonte si è riempita di corridori di tutte le età, di musica, di sorrisi ed allegria. 264 gli atleti impegnati nella gara dei 12 Km e circa 600 i giovani e meno giovani che si sono cimentati nella corsa non competitiva dei 4 Km. Oltre 860, dunque, le iscrizioni con concorrenti provenienti da ogni parte del Sud Italia (soprattutto Calabria), oltre ovviamente ai podisti delle province meridionali della Puglia. Ma, l’appuntamento, è stato soprattutto un evento di sport inteso come aggregazione e socializzazione.

Rivivi la Vivicittà 2012


VIA!!! - LA GARA -

Poi la gara. Al colpo di pistola, esploso dal Direttore Generale della BCC San Marzano di San Giuseppe, Emanuele di Palma, è partito benissimo Ottavio Andriani, grande favorito alla vigilia, che ha tenuto fede al pronostico. Il maratoneta della Polizia di Stato, ha chiuso infatti bruciato il percorso dei 12 km. in appena 37’16” nonostante alcuni tratti del percorso presentassero una pendenza molto impegnativa. Non ha ceduto lo scettro di battistrada praticamente mai dominando dall’inizio alla

- IL MINUTO DI SILENZIO -

Commozione e un lungo applauso di una piazza gremita (oltre 1500 le persone presenti su Viale Matteotti), in occasione del momento del ricordo – da parte dello speaker Raffaele Russo - di Gianmario Morosini, il giovane calciatore del Livorno, cui la Vivicittà-BCC San Marzano ha dedicato un minuto di raccoglimento.

- 29 -


- 30 fine. Prima fra le donne, la grottagliese Marta Alò con i colori della podistica di Locorotondo. Dietro Andriani da Cosimo Damiano Albanese, Claudio Palmisano, Cosimo Montemurro e Vito Bongermino. Per le donne, alle spalle di Marta Alò sono giunte, Maria Russo, Maddalena Carrino, Georgina Stewart e Cristina Leandro Cristina. Come consuetudine per la Vivicittà la classifica generale e definitiva sarà resa nota mercoledì mattina incrociando i vari risultati delle diverse città italiane.

- LE DICHIARAZIONI -

Particolarmente toccante l’intervento di Giacomo Leone, consigliere nazionale del Coni e vincitore della Maratona di New York: «E’ bello vedere tante famiglie e tanti giovani atleti protagonisti non solo della gara ma di ciò che è dietro: vale a dire un lungo momento di sacrificio e di preparazione. Ecco, lo sport è questo. E, anche in momenti drammatici come quelli che stiamo vivendo nelle ultime ore pensiamo a tante ragazze e ragazzi che, con spirito di sacrificio abbracciano la missione dell’impegno agonistico». Poi Leone ha parlato del movimento podistico pugliese: «Nella nostra regione abbiamo visto rifiorire negli ultimi anni un bel numero di atleti e società. Il messaggio che dobbiamo trasmettere, tutti insieme, è che lo sport fa bene e che magari, anche la corsa, conviene cominciarla prima dei 40 anni, mentre rimane alta la media di coloro i quali diventano runner solo dopo gli “anta”». Positivo il bilancio per il Presidente della UISP provinciale di Taranto, Fabio Mariani: «E’ stata una bellissima festa alla quale ha preso parte tutta la città, ma anche un bel momento che ha visto collaborare tante intelligenze e organizzazioni a vario titolo: dai volontari alle imprese, alla Polizia Municipale e Protezione Civile e tutte le numerose associazioni che si sono coordinate per trasformare una città in un meraviglioso percorso di atletica. Ringrazio inoltre tutti i soci Uisp che instancabilmente ogni anno confermano la loro presenza nel dare una mano nell’organizzazione e realizza-

37’ 16”

è questo il tempo con il quale Ottavio Andriani ha percorso i 12 chilometri del tracciato cittadino della Vivicittà 2012 zione di questa impegnativa manifestazione». «Quest’appuntamento – ha detto il Direttore Generale della BCC San Marzano di San Giuseppe, Emanuele di Palma – al di là dei sani valori sportivi che intende trasmettere, è anche la metafora della nostra resistenza alla crisi. Un evento di questa portata è stato realizzato grazie ad una grande rete di collaborazioni e disponibilità. Ecco, per uscire dalla fase di recessione è proprio questo che bisogna fare: collaborare tutti insieme, mettendo in campo le migliori risorse per sostenere i progetti e soprattutto i nostri giovani». Il Sindaco Ciro Alabrese ha parlato di «Grottaglie come città solidale e aperta all’accoglienza, capace di essere polo attrattivo per iniziative di spessore come la gara fra le più antiche d’Italia».


- 31 Il Direttore Generale Emanuele di Palma e il campione Giacomo Leone premiano i vincitori Marta Alò e Ottavio Andriani

- LE PAROLE DEI VINCITORI -

Ottavio Andriani, entusiasta, dopo la gara ha commentato il percorso: «Ben strutturato con una fase iniziale pianeggiante e il cuneo dei saliscendi che hanno spaccato il gruppo subito dopo metà tracciato. Avevo avuto la sensazione di una cosa ben fatta alla vigilia, vista da dentro la Vivicittà-BCC San Marzano può diventare un appuntamento di prestigio per tutta la Puglia. Sono contento della mia prova, soprattutto perché volevo testare su un percorso inedito la mia reattività in vista dei prossimi impegni che mi vedranno lontano dalla Puglia, ma anche in casa, quando ospiteremo a Francavilla Fontana una tappa di Corripuglia. Credo che la nostra regione abbia bisogno di eventi di questo spessore per far da catalizzatrice verso le passioni di tanti giovani». La vincitrice Marta Alò: «Sono contenta di due cose. La prima è che sto bene e l’ho visto in una competizione impegnativa. La seconda è che ho vinto nella mia città. Ciò mi rende particolarmente felice. Diciamo anche che il cielo ci ha voluto bene perché l’unica parentesi di sole si è aperta proprio sul nostro appuntamento. E’ un buon segnale».

- PACCO GARA DEI DESIDERI -

Uno degli aspetti che più attrae nelle competizioni podistiche è il pacco gara, il dono ai tanti appassionati che all’appuntamento ionico è davvero ricco grazie alle aziende del territorio

amiche della BCC San Marzano di San Giuseppe (a partire da Ipersport e Vision Ottica Saracino). Ecco cosa è stato consegnato a tutti gli iscritti: una bottiglia di vino prodotta da Cantine San Marzano (per i bambini l’alternativa è un giocattolo), un pacco di pasta fresca Donnannella prodotta dal Gruppo Soave, una bottiglia di pomodori prodotta dall’Associazione Libera sui terreni confiscati alla malavita, gadget tesi alla sensibilizzazione verso la raccolta differenziata, a cura della Serveco, il dvd “Craj” (film che ha per sfondo sonorità e scenari di Puglia, interpretato da Teresa De Sio e Giovanni Lindo Ferretti, nel quale ritroviamo anche il mitico Uccio Aloisi), a cura di BunkerLab.

- LE INIZIATIVE COLLATERALI -

Fra le iniziative di contorno, da segnalare le Olimpiadi dei Bambini, iniziativa promossa dalla Cooperativa Giocolandia, che ha visto impegnati oltre 60 bambini in diverse discipline sportive. A tanto impegno è stato corrisposto un pacco dono fatto di giochi e caramelle e una medaglia con il numero 1, «perché – come dice la responsabile Maria Rita Quaranta – l’importante è far comprendere a tutti i bimbi che loro sono i numeri uno a prescindere dal risultato e che l’’importante è partecipare, almeno a quest’età». C’è stato tempo, in questa lunga giornata grottagliese, anche per cominciare a costruire un pezzo di futuro per sei ragazzi under 18, i primi classificati nella loro fascia d’età: Marco Nisi, Cosimo Stranieri, Antonio Esposito, Veronica Bruno, Annamaria Motolese e Coviello Letizia ai quali la BCC San Marzano di San Giuseppe ha donato un libretto di risparmio con un primo versamento di 100 euro. L’obiettivo è quello di incentivare i giovani al risparmio. Giunti ai 18 anni i ragazzi potranno (se lo vorranno) ritirare quanto accumulato o continuare a tenere accesso il loro primo salvadanaio.


- 32 -

pianetabcc

La Banca in perfetto stile Chianti Le buone pratiche delle

BCC

BCC Pontassieve “Regala un’idea al tuo territorio” Per il terzo anno consecutivo BCC Pontassieve premia un progetto dedicato al territorio. È giunta, infatti, alla terza edizione l’iniziativa “Regala un’idea al tuo territorio” che mette a disposizione 30 mila euro per finanziare

progetti a favore della comunità locale. Una cifra importante per dare vita ad un’opera tangibile e duratura nel tempo. L’iniziativa va a sommarsi alle altre elargizioni e sponsorizzazioni che già la

BCC garantisce e che nel 2011 hanno raggiunto la cifra di 245 mila euro. Lo scorso anno i 30 mila euro sono stati destinati al progetto “Insieme alle nostre comunità”, con l’obiettivo di sostenere le famiglie in difficoltà nel territorio della Valdisieve.

Anaunia, “Giovani e Lavoro” grazie ai Giovani Soci Un ciclo di tre serate rivolte ai giovani ma aperte


- 33 -

All’inizio del secolo scorso, tre nuclei di Soci Fondatori danno vita rispettivamente alle casse rurali di San Casciano in Val di Pesa, Monteriggioni e Campi Bisenzio, con il lungimirante obiettivo di rispondere con spirito cooperativo e solidale al bisogno di credito locale; nasce ChiantiBanca. Anche oggi i Soci vigilano affinché i principi ispiratori dell’azione della banca siano gli stessi di allora: sana gestione, sostegno dell’economia del territorio, rapporto corretto e trasparente con i clienti, aiuto diretto a tanti enti ed associazioni che operano per il bene comune e la coesione sociale. «Il Chianti, con Firenze e Siena, è il cuore della Toscana – dice il Presidente, Claudio Corsi -. Uno dei luoghi più conosciuti ed amati al mondo, un paesaggio inimitabile disegnato dal lavoro dell’uomo, un fitto tessuto di comunità ricche di storia, valori e tradizioni che ChiantiBanca conosce a fondo e per le quali vuol essere sempre più banca di riferimento».

a tutta la popolazione, una visita all’azienda GardaSolar di Rovereto e un campus di formazione: queste le attività proposte dal Club Giovani Soci d’Anaunia nell’ambito del progetto “Giovani e Lavoro” promosso in collaborazione con il Piano giovani Terra di Mezzo altopiano della Predaia. Il campus di formazione ha aiutato i partecipanti a sviluppare capacità e competenze fondamentali per affrontare il mondo del lavoro: acquisire maggiore sicurezza, perseguire obiettivi chiari e concreti, saper prendere decisioni e lavorare in team, sviluppare capacità comunicative per affrontare al meglio

un colloquio di lavoro e conoscere i propri talenti e le proprie passioni.

BCC del Veneto vicine agli asili nido

Le BCC venete hanno rinnovato l’intervento di anticipo a costo zero dei contributi regionali alle scuole per la prima

Oggi, ChiantiBanca conta 38 filiali in 19 comuni della Toscana (divise in quattro aree: Bisenzio, Chianti, Siena e Firenze), diventando una fra le BCC più grandi e importanti d’Italia. E quei principi ispiratori, sono stati rinforzati recentemente con l’acquisizione del Credito Cooperativo Fiorentino, la cui storia è stata soffocata da una gestione cui la giustizia ordinaria darà la sua sentenza. Dai mutui ai servizi finanziari, dai conti correnti ai servizi assicurativi e previdenziali, le caratteristiche ed i prezzi di prodotti e servizi bancari sono sempre più simili da una banca all’altra; anche la promessa di servizio “personalizzato” e “su misura” si rivela sempre più spesso una formula priva di reale contenuto. L’unica possibilità di offrire un servizio davvero qualificato e diverso al cliente è rendere i prodotti bancari sempre più “tipici”, cioè frutto dei bisogni e delle opportunità provenienti dal territorio sul quale la banca opera. In linea con tutto ciò nascono i prodotti e servizi ChiantiBanca, espressione delle esigenze bancarie tipiche di chi vive ed opera nel cuore della Toscana. Qualità dell’accoglienza e della relazione, professionalità e cortesia sono requisiti che ogni banca rivendica. Parlare di “qualità dell’accoglienza” è qualcosa di più e di diverso. E’ la capacità di costruire un rapporto umano oltre che professionale, la disponibilità vera ad ascoltare, la volontà di individuare la risposta giusta alle esigenze di ciascuno. Qualità che nascono dalla conoscenza autentica delle persone e dal senso di appartenenza ad un territorio così ricco di vita, di storia, di cultura. Leader sul territorio d’appartenenza ha erogato (direttamente o tramite le due fondazioni collegate) circa 1,5 milioni di euro per il sostegno delle iniziative sociali e culturali.

infanzia non statali. Si tratta di un ulteriore esempio di collaborazione tra privato e pubblico, che consente di sopperire alle rigidità delle procedure amministrative, sottoposte a vincoli normativi e operativi. Gli asili nido (privati e parrocchiali) coinvolti in questo progetto nelle varie province venete sono 483. I contributi in conto gestione impegnati dalla Regione del Veneto a favore dei nidi ammonta complessivamente a 8,9 milioni di euro. Gli importi anticipati dalle Banche di Credito Cooperativo del Veneto saranno erogati, previa valutazione del merito creditizio, a costo zero fino alla liquidazione del contributo regionale.

La Banca di Vignole forma chef Ha riscosso grande successo il corso di cucina organizzato dal Club Giovani Soci della Banca di Vignole. «Con questo corso - racconta la responsabile soci della Banca di Vignole, Emanuela Ferri - ragazzi e ragazze apprendono i segreti della cucina, mettendo in pratica gli insegnamenti dello chef Andrea Altobelli e, sotto la guida del sommelier Fabio Bellini, imparano ad apprezzare gli abbinamenti tra vini e cibo».


- 34 -

Beppe D’Amico

?

Dietro questo pseudonimo si cela una prima firma finanziaria italiana

copertina

Euro, chi ci ha guadagnato e chi ci ha perso Quali sono i paesi che hanno all’attivo un bilancio positivo con l’introduzione dell’euro e quali quelli che ci hanno rimesso. Il sito di analisi e politica economia Rischio Calcolato ha confrontato cosa è successo negli ultimi 10 anni a quattro indicatori economici: saldo della bilancia commerciale (esportazioni meno importazioni), produzione industriale, inflazione e disoccupazione. L’analisi dei dati macroeconomici, per una volta, guadagna la ribalta della scena rispetto al dibattito fra rigore e crescita. Ma vediamo nel dettaglio, secondo l’analisi proposta da Rischio Calcolato, come sono radicalmente cambiate le cose per molti paesi europei. I risultati non sono sorprendenti, le conclusioni sono analoghe a quelle che il lettore si aspetta, la Germania ha molti buoni motivi per gioire, gli altri paesi certamente no. Il pregio del sito economico, però, è quello di confermare con i dati alcune conclusioni di carattere empirico e soprattutto di avere una dimensione delle differenze. VENDERE ALL’ESTERO. Partiamo dalla bilancia commerciale, l’indicatore più sensibile alle mutazioni degli scenari valutari. I saldi commerciali, in Germania, sono stati in media positivi per 150 miliardi di euro l’anno, con punte vicine ai 200 miliardi nel 2007. Per avere un’idea dell’impatto positivo sulle differenze fra esportazioni e importazioni è sufficiente

pensare che, prima dell’introduzione della moneta unica, il saldo degli scambi era pari a 50 miliardi di euro. Per citare dati più vicini nel tempo, nel 2011 il saldo è stato pari a 150 miliardi di euro. Mercedes, Bmw, Adidas, Hugo Boss, Bayer e più in generale la meccanica di precisione solo per citare alcuni esempi hanno pacificamente invaso gli altri mercati. Risultati quindi più che positivi per la Germania e per gli altri paesi? Il paese che ha pagato di più è stata la Francia. La differenza fra importazioni e esportazioni, sin dalla data di nascita dell’euro, è stata in media negativa per 50 miliardi di euro l’anno. Un timido dato positivo solo nel 2002, poi, i saldi sono tutti negati con una tendenza crescente. Il risultato peggiore proprio nel 2011, quando si sono superati gli 80 miliardi di euro. Prima dell’euro la Francia, per la verità, chiudeva con una bilancia commerciale sempre negativa ma con deficit contenuti vicini ai 10 miliardi di euro. I saldi in rosso si sono quintuplicati con la nascita della moneta unica. Danone, L’Oréal, Michelin né sanno qualcosa. Se Parigi “piange”, Madrid “non ride”. La moneta unica ha peggiorato i saldi commerciali con l’estero del paese iberico passati dai 40 miliardi di euro del 2001 (prima dell’euro) fino a giungere ai 100 miliardi del 2007. I deficit sono via via rientrati nel corso degli ultimi anni ma con valori sempre negativi sotto i 40 miliardi di euro.


- 35 -

ci (Portogallo, Spagna e Grecia) registrano un rosso più marcato di quello italiano.

Dati negativi per la Francia, rosso per la Spagna e l’Italia? Come è facile immaginare anche per il paese tricolore, le cose non sono andate bene. La bilancia commerciale ha tenuto nel 2003 con valori prossimi allo zero per poi precipitare negli anni successivi. Il record negativo per quanto riguarda gli ultimi anni risale al 2010 quanto il rosso è stato di 30 miliardi di euro, nel 2011 il saldo negativo è stato pari a 25 miliardi di euro. Il saldo commerciale del 1999 è un lontano ricordo: esportazioni superiori alle importazioni per quasi 15 miliardi di euro. C’è da chiedersi se siamo ancora il paese del Made in Italy. I dati contabili rivelano poi delle strane congruenze, “il saldo positivo della Germania corrisponde ai dati negativi cumulati di Francia, Spagna e Italia”, hanno aggiunto da Rischio Calcolato. L’INDUSTRIA CHE LAVORA. Fin qui i dati sulla bilancia commerciale, sul fronte di un altro indicatore economico di sintesi come la Produzione Industriale indicano che le cose non sono andate meglio. Dal 2005 al 2012 la produzione tedesca è lievitata del 12%, quella della Francia si è contratta dell’8%, per l’Italia è andata peggio -15%. Gli altri paesi periferi-

L’ASCESA DEI PREZZI. Per tanti valori che decrescono, uno che invece tende a salire, ma con effetti sempre negativi. Dal 1999 al 2008 i prezzi al consumo sono cresciuti in Portogallo del 30,3%, un aumento vicino a 1/3, in Grecia e Irlanda sopra al 35%, poco sotto la Spagna 34,3%, per l’Italia l’indice è lievitato in base alle statistiche ufficiali del 25% (solo!?). La Germania è il paese dove i prezzi al consumo sono cresciuti meno, 17,5% in quasi 10 anni, la Finlandia è il paese che più si avvicina al primato tedesco +17,8%. Per la cronaca, in Francia i prezzi sono lievitati cumulativamente, tenendo conto dello stesso periodo, del 20,2%. I SENZA LAVORO. Rischio Calcolato si è poi soffermato su un altro indicatore, la disoccupazione. I risvolti in questo caso sono sociali. In Germania la disoccupazione è scesa dal 10 a valori vicini al 5%. In Spagna, nello stesso periodo, i senza lavoro sono più che raddoppiati dal 10 al 25%. In Grecia siamo grosso modo sulle stesse proporzioni dal 10 al 23%. L’Irlanda è quella che ha subito il tracollo peggiore del mercato del lavoro dal 5 al 15%, analogo l’andamento della curva dei disoccupati in Portogallo. Per l’Italia, invece, le cose sono solo leggermente peggiorate sul fronte occupazionale dal 9 al 10%. Le obiezioni sono legittime i benefici che i paesi periferici hanno vantato sul fronte dei tassi di interesse, con forte contenimento, numeri che però al momento sono un po’ cambiati. Analizzati questi dati, siamo proprio sicuri che la Germania voglia la disintegrazione dell’euro?


- 36 -

Bond Energia, solo la portoghese Edp batte il Btp Se si cercano super rendimenti al di fuori dei Btp e rimanendo su settori difensivi l’unico titolo che batte il governativo italiano è Edp, Energias du Portogal. L’analisi di Sportello Aperto è stata fatta prendendo in esame i titoli delle compagnie attive nel settore della distribuzione dell’energia elettrica. L’attività oggetto di analisi dovrebbe essere al riparo, più di altre, da eventuali crisi sistemiche. La scadenza prescelta è quella dei tre anni, una delle più “gettonate” fra gli investitori. Cosa emerge? L’unico titolo in grado di offrire extra rendimenti rispetto a un omologo titolo italiano governativo è emesso da Edp, Energias de Portogal. Il bond Edp con cedola 3,75% e scadenza 22 giugno 2015 offre un rendimento pari all’8,58% (lordo). Il tasso restituito all’investitore è cosi alto grazie ai prezzi battuti sul mercato 89,20, un corso davvero basso. Il prezzo risente evidentemente delle pesanti incertezze che attraversano il paese lusitano e dei rischi che si corrono investendo su questo titolo. Il rating di Edp è pari a BB+. Il super rendimento a fronte di rischi importanti non è l’unico dato che emerge. L’analisi evidenzia anche altri aspetti interessanti. Enel, la più importante compagnia italiana, per esempio, viene scambiata con rendimenti inferiori a quelli del Btp. Solitamente il rischio sovrano è considerato in un paese quello più basso. Il titolo Enel con cedola del 5,25% e scadenza 14 gennaio 2015 offre all’investitore un tasso di rendimento del 3,58%, lo 0,52% in meno rispetto a quanto restituito dal Btp. Il bond passa di mano nel momento in cui si scrive al prezzo di 105,60. Quanto all’analisi del rischio, il rating di Enel è pari a BBB+ analogo a quello del Btp. Fin qui la compagnia italiana e quella portoghese, i rendimenti scendono nettamente quando si

Sigla Bund Rwe Edf Enel Btp Edp Finance

Cedola 3,750% 5,000% 5,125% 5,250% 3,000% 3,750%

Periodicità annuale annuale annuale annuale annuale annuale

passa dai periferici legati all’elettricità alle compagnia dello stesso settore ma domiciliate nel nord Europa. Il bond della tedesca Rwe (Rheinisch-Westfälisches Elektrizitätswerk), per citare un esempio, scadenza 10 febbraio 2015 rende l’1,37% il 2,73% in meno rispetto al Btp e il 2,21% in meno di Enel. Il bond ha cedola del 5,00% ma scambia a prezzi molto alti 110,29. Anche la francese Edf è allineata su rendimenti molto più bassi rispetto a quelli riconosciuti dalle compagnie elettriche periferiche. Il bond Edf con scadenza del 23 gennaio 2015 offre un rendimento a scadenza dell’1,54%, qualche decina di punti in più rispetto a quanto fatto dal titolo tedesco e il 2,56% in meno rispetto al Btp. Confrontando il bond di Edf con Enel si scopre un extra rendimento della compagnia italiana del 2%. Il prezzo del bond Edf è pari a 109,76 la sua cedola al 5,125%. I confronti sono stati fatti fra rendimenti lordi, se si prendessero in considerazione i tassi netti il Btp risulta ancora più competitivo. La tassazione degli interessi sui governativi è infatti pari al 12,50% a fronte di un 20% dei bond corporate. Fin qui i rendimenti delle compagnie attive nell’elettricità e i tassi riconosciuti dal Btp. I differenziali fra i rendimenti indicati e un titolo considerato “free risk” privo di rischio come quello governativo tedesco sono ancora più importanti. Oggi un bund scadenza 2015 rende lo 0,29%. B. D’A.

Prezzo Scadenza 109,47 01-gen-15 110,29 10-feb-15 109,76 23-gen-15 105,06 14-gen-15 97,14 15-apr-15 89,2 22-giu-15

Rating S&P AAA AA+ BBB+ BBB+ BB+


- 37 -


- 38 -

@ Andrea Fiorini

finanza

La finanza diventa mobile e salta a bordo dell’iPhone Viaggio tra le app per lo smartphone Apple che consentono di tenere d’occhio indici, azioni e commodity in tempo reale. Grafici piccoli ma software sofisticati e ricchi di funzioni. A pochi euro

La finanza cambia pelle e diventa mobile. Bella scoperta? Forse, ma il fenomeno è letteralmente esploso quando alla prima bomba dell’iPhone ha fatto seguito un bombardamento a tappeto di iPad, tablet di ogni misura e di super-smartphone da parte di agguerriti concorrenti di Apple come Samsung. Questo per quanto riguarda l’hardware. A questo va aggiunto lo sviluppo (o l’aggiornamento) di sistemi operativi in grado di gestire sistemi e servizi evoluti divoratori di banda larga, anzi, larghissima, come Android o Microsoft Phone. Si tratta insomma, di un nuovo salto tecnologico, reso possibile dalla


1807 • 2002

Dalla lira all’euro.

E viceversa?

DALLA LIRA ALLA LIRA. Sono passati poco più di dieci anni da quando, con enfasi e orgoglio continentale, abbiamo battezzato la moneta unica. Il nostro euro doveva aprire, nelle intenzioni e nelle volontà, nuove prospettive per favorire la bilancia economica e lo sviluppo del Vecchio Continente. L’Europa ha brindato, rodato e messo a regime la moneta unica, salvo poi ritrovarsi in una crisi globale e con il rischio consistente di veder naufragare il progetto comunitario. Pezzi della nostra geografia rischiano di dissaldarsi e c’è già chi prefigura un ritorno massimo alle antiche monete, mai dimenticate. Sportello Aperto, augurando che nella condivisione dei progetti comuni si possa trovare sbocco alla recessione, offre ai suoi Lettori un pezzo della storia italiana. Quella recente della lira. In questo numero le monete. Nel prossimo (ottobre), le banconote.

5 LIRE - 1807. È LA PRIMA LIRA REALIZZATA

GETTONE TELEFONICO IL LUNGO VIAGGIO DI 195 ANNI FRA LE MONETE CHE HANNO CARATTERIZZATO E SCRITTO LA NOSTRA STORIA

È l'unica moneta non moneta. I più giovani non lo ricordano, ma il gettone telefonico è stato a lungo utilizzato come moneta, pur non avendo alcun valore ufficiale di conio statale; il valore, che nel 1959 era di 45 lire, divenne di 50 lire negli Anni Settanta, di 100 lire dal 1980 e, infine, di 200 lire a partire dal 1984 e fino al ritiro definitivo nel 2001.


Regno d’Italia Vittorio Emanuele II 1876 Regno d’Italia, Umberto I 1878 - 1900

Repubblica Italiana Lavoro 1978

Repubblica Italiana Uva 1949

Repubblica Italiana Fao - Montessori 1980

Repubblica Italiana Delfino 1953

Colonia Eritrea 1891

Repubblica Italiana Aeronautica Militare 1993

Regno d’Italia, Vittorio Emanuele III 1921 Repubblica Italiana Spighe 1975

Repubblica Italiana Olivo 1946

Repubblica Italiana Arancia 1949

Repubblica Italiana Carabinieri 1994

Repubblica Italiana Guardia di Finanza 1996

Umberto I 1882

Repubblica Italiana Cornucopia 1951

Repubblica Italiana Quercia 1957

Repubblica Italiana Tre Caravelle 1960

Repubblica Italiana Quadriglia 1961

Vittorio Emanuele III

Buono da 2 Lire 1923

Repubblica Italiana Vulcano 1960

Regno d’Italia Vittorio Emanuele III 1912

Regno d’Italia 1940

Repubblica Italiana Ramoscello di Ulivo 1954

Repubblica Italiana Minerva 1956

Repubblica Italiana Dante Alighieri 1965 Roma Capitale 1970

Repubblica Italiana 50 Anni FAO 1945

Repubblica Italiana Piazza del Quirinale 1988

Repubblica Italiana Italia Turrita 1994

Repubblica Italiana Europa 1997

Repubblica Italiana Banca d’Italia 1993


@ miniaturizzazione di processori ad altissima potenza (ora addirittura disponibili sugli ultimi cellulari in “quad core” o “multi core”, cioè in batteria) e dalla diffusione massiccia della banda larga mobile e del Wi-Fi, oltre che della riduzione di prezzo degli apparecchi stessi. Ecco, quindi, il senso dell’affermazione iniziale: la finanza non diventa mobile perché qualcuno ha portato qualche applicativo sui cellulari: questo è avvenuto anni fa. Diventa mobile perché i contatti mobili per la gestione del conto corrente e del portafoglio titoli, soprattutto per la parte informativa ma in modo sempre più accentuato anche per la parte dispositiva, si sta massicciamente spostando sui nuovi super-device portatili. E il superamento del mobile rispetto all’accesso da desktop è ormai solo questione di tempo. Detto questo, andiamo a vedere cosa c’è di disponibile per l’iPhone – che resta uno degli smartphone più venduti in assoluto – che consenta di ricevere informazioni (ed eventualmente elaborare) dati di Borsa. Si tratta di una terreno di prova ostico, perché l’iPhone ha un display tutto sommato piccolo (rispetto a un pc o a un tablet), quindi la visione e gestione dei grafici è difficile se non sconsigliata, soprattutto per attività di affiancamento all’operatività sui mercati. Un primo aiuto lo dà Borsa, l’app (abbreviazione di “application” o “applicazione”) precaricata sull’iPhone basata sui dati in tempo reale forniti da Yahoo!: offre gratuitamente l’andamento di sei indici (Ftse Mib, Dow Jones, Ftse 100, Dax, l’Hsi di Hong Kong, e il Nikkei225 giapponese) con grafici semplificati (e molto piccoli) con timeframe da un giorno a due anni, dati di mercato e qualche news. Se si vuole qualcosa di più sofisticato, è necessario scaricare le app dall’iTunes. Qui esiste la categoria Finanza, a cui rispondono ben 3.602 software. Una scrematura si rende quindi necessaria. Decisamente più accattivanti di Borsa sono, per restare ai fornitori di dati più accreditati, le app di Bloomberg. Tutte gratuite, sono disponibili base, Business News, Anywhere e Radio,

per non citarne che alcuni. Occhio però: Anywhere è la versione mobile di chi ha un (costoso) contratto Bloomberg Professional. Molto pratico, invece, Bloomberg (base), che offre news sulle società quotate ma anche i video di Bloomberg Tv, l’andamento dei mercati (Usa, in particolare), uno stock finder per selezionare i titoli (che vengono visualizzati oltre che con andamento, volumi e altri dati in tempo reale, anche con i link alle news correlate); grafici a torta sofisticati sugli indici e possibilità di creare propri portafogli completano l’app. Per chi segue la Borsa di Londra, segnaliamo SharePrice Live (anche per iPad) che, ricalcando le impronte di Bloomberg ed altre app affini, mette a disposizione sui singoli titoli anche forum, alert da impostare e un calendario con le scadenze societarie da monitorare. Per i conoscitori dell’analisi tecnica finanziaria, segnaliamo, poi, OT Fibonacci, che aiuta ad applicare ai propri titoli gli indicatori basati sulla serie di numeri identificata nel XIII secolo dal grande matematico pisano; l’app costa 4,99 euro, offre su iPhone una limitata visibilità per quanto riguarda i dettagli dei grafici, pur utili, ma una pagina relativamente complessa di applicazione e di visione dei risultati. Stock Spy Italia e Global Stock sono altre due app a pagamento (rispettivamente 7,99 e 4,99 euro) e in entrambi i casi si tratta di software ricchi di funzionalità. Il primo, oltre alla normale visione in tempo reale dei titoli e degli indici, consente l’integrazione con Linke-

- 39 din, la conservazione dei propri dati in cloud computing; grafici ovviamente piccoli ma personalizzabili per es. con le candele giapponesi. Ottimi invece i grafici e di Global Stock, in grado di fornire dettagli estremamente accurati su titoli e indici Usa e di Hong Kong. Una carrellata finale, infine, non può non citare StockTickerPicker (10,99 euro, per l’analisi tecnica evoluta di singoli titoli con bande di Bollinger, Macd, Rsi, Stocastico e altri numerosi indicatori), il discreto TraxStocks (3,99 euro, basato su dati Yahoo ritardati di 20 minuti), oppure, per chi segue l’oro, l’imperdibile GoldTracker (2,39 euro) che offre tutti i dati possibili sul metallo giallo (ma anche su argento, platino e palladio), a partire dal prezzo (aggiornato ogni minuto) in 150 valute differenti.


- 40 Gianni Carbotti

IL FILM AN INCONVENIENT TRUTH Una scomoda verità (An Inconvenient Truth) è un film-documentario diretto da Davis Guggenheim, riguardante il problema mondiale del riscaldamento globale, e avente come protagonista l’ex vicepresidente degli Stati Uniti d’America, Al Gore. Si basa in larga parte su una presentazione multimediale che Gore crea e sviluppa durante molti anni come parte della sua campagna di informazione sui cambiamenti climatici. Sia Gore che la Paramount Classics, distributrice del film, si sono impegnati a continuare in futuro la realizzazione e la diffusione di altri documentari per la campagna di sensibilizzazione sul riscaldamento globale.

LA LINGUA GLOBISH Termine nato dalla fusione delle parole “Globe” ed “English”, il globish, e traducibile in italiano come globinglese (inglese globale), è una versione semplificata dell’inglese che si prefigge di usare solo i termini e le frasi più comuni e semplici della lingua anglosassone. Inventato dal francese Jean Paul Nerriere, che ne ha creato un marchio e ne detiene i diritti, non è altro che un nuovo “esperanto”, una sorta di inglese “leggero” che la gente di tutto il mondo dovrebbe capire più facilmente di quello esteso.

IL PROFESSOR ALBERTO MANTOVANI Nato a Milano nel 1948, è Professore Ordinario di Patologia Generale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano e Direttore Scientifico di Humanitas. Per la sua attività di ricerca ha ricevuto diversi premi nazionali e internazionali, tra cui il Marie T. Bonazinga Award, il Premio EFIS-Schering Plough e il Premio Internazionale Galileo Galilei dei Rotary Club italiani. Da diversi anni le analisi bibliometriche lo indicano come il ricercatore italiano più produttivo e/o citato nella letteratura scientifica internazionale, essendo diventato uno dei cento immunologi più citati negli ultimi vent’anni del secolo scorso.

LE BANDIERE BLU È del 96% la percentuale delle conferme a livello nazionale, comprese tre località lacustri, e sono 61 gli approdi turistici premiati, due in meno rispetto alla precedente edizione. Nel complesso l’edizione 2012 delle Bandiere Blu ha visto un incremento delle località del Mezzogiorno. Il mare pugliese è sempre più ricco di vessilli di qualità: l’edizione 2012 delle «Bandiere Blu» premia ben 10 comuni della Puglia su 113 di tutta Italia. A guidare la classifica regionale la provincia di Lecce, con quattro località (Otranto, Melendugno, Salve, Castro), seguita da Brindisi (Fasano e Ostuni), Bari (Polignano e Monopoli), Taranto (Ginosa-Marina di Ginosa) e Foggia (Rodi Garganico).

bull

&


&

bear

TOP E FLOP SUL PIANETA TERRA PER FATTI, AVVENIMENTI E PERSONE

- 41 -

IL RAZZO NORDCOREANO La Corea del Nord ha effettuato il lancio di un razzo per mandare in orbita un satellite per testare la tecnologia dei missili a lunga gittata. Il lancio è stato un fallimento. Stando a quanto riferito da Giappone, Corea del Sud e Stati Uniti, il razzo circa un minuto dopo il decollo è esploso ed è precipitato in mare. La circostanza è stata confermata dal regime di Pyongyang con un comunicato ufficiale, una rarissima ammissione di fallimento da parte del governo. La Corea del Nord ha detto che i suoi scienziati stanno indagando le cause del fallimento.

LE ACCISE SULLA BENZINA I conti non tornano, almeno stando ai calcoli effettuati dalla Figisc, che rappresenta i gestori di benzina. Il sindacato parte infatti da un chiaro presupposto: secondo il Governo, l’aumento delle accise di dicembre 2011 con il Decreto “Salva l’Italia” poteva produrre un maggior gettito annuo di 5,8 miliardi di euro. Il risultato? Un flop, visti gli effetti recessivi di questo provvedimento sui consumi: per cominciare, da dicembre scorso a marzo 2012, siamo a 965 milioni di litri in meno; inoltre, si registrano minori entrate erariali per 890 milioni di euro.

LA COPPA AMERICA A NAPOLI Spente le luci dei riflettori è inevitabile tirare una riga e provare a fare i conti. L’amministrazione De Magistris alla vigilia aveva promesso: «Ci saranno benefici tangibili e immediati». Ovvero: più turisti, più occupazione, più affari. Concluse le regate il messaggio è cambiato: «La Coppa America? Un investimento di immagine ». Il motivo di questa inversione di rotta? Secondo i dati elaborati dall’Ascom il volume di affari generato nei due weekend delle World Series sarebbero stati disastrosi.

L’ULTIMO ALBUM DI MADONNA Madonna con il suo nuovo album MDNA sta registrando un autentico flop. La prima settimana ha venduto 359mila copie, la seconda 48mila e la terza soltanto 19mila. Così Veronica Ciccone crolla al 20esimo posto della classifica, finendo addirittura fuori dalla porta della Top Ten. In realtà le cose stanno ancora peggio di così, infatti i dati ufficiali sono in parte il risultato di alcuni piccoli ritocchini: la prima settimana, chi acquistava il biglietto del tour riceveva in omaggio anche il nuovo album!


ORO FISICO DA INVESTIMENTO: IL BENE RIFUGIO PER ECCELLENZA, DA SEMPRE.

Lingotti d’Oro da investimento svizzero, purezza 999,9 - prodotti da fonderie LGD Iscrizione all’elenco Banca d’Italia degli Operatori Professionali in Oro al n. 5003371

Per informazioni rivolgiti alla tua filiale del nostro partner

Per informazioni : + 3 9 0 3 6 2 9 4 2 5 5 2 acquisti@bmpi.it www.bmpi.it

www.studio-levati.it

MERCATI FINANZIARI IN TEMPESTA? SCEGLI LA SOLIDITÀ.


SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON - 43 Rosellina De Santis TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUEN TE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPOR TELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRI BUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE DebuttaDEL quest’anno, nel sistema fiscale italiano, laSPORTELLO nuova imposta comunale IMUCONTRIBUENTE destinata a pensionare la vecchia ICI (imSPORTELLO CONTRIBUENTE DEL SPORTELLO posta Comunale sugli Immobili), ma non solo. Infatti, la nuova imposta va a sostituire anche la componente immobiliare DEL CONTRIBUENTE DELfondiari CONTRIBUENTE DELal CON dell’IRPEF e delle relativeSPORTELLO addizionali dovute ai redditi relativi ai beni non locati,SPORTELLO per dare pratica attuazione federalismo fiscale. L’unica cosa di rilievo di questa imposta è che tassa la prima casa, che era stata tassata con l’ICI dal 93’ TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE al 2007. Nel 2008 l’ICI era stata poi eliminata creando una peculiarità tutta italiana. La prima casa, quella di abitazione, può SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL SPORTELLO beneficiare di una detrazione fissa di 200 euro, più 50 euro per ciascun figlio (finoCONTRIBUENTE a 26 anni d’età) che compone la famiglia. La casa concessa in uso gratuito a parenti, a differenza dell’Ici, non viene considerata come abitazione principale. Per chi ha case DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON in affitto, è prevista un dimezzamento dell’aliquota ordinaria, ma solo a partire dal 2015. Ciascun Comune può comunque TRIBUENTE SPORTELLO DEL deliberare una riduzione fino allo 0,4%. CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO

fuoriOrario

SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE

IMU: casa dolce casa, quanto mi costi?


- 44 -

fuoriOrario

Valentina Vinci

Smartphone,

seniorlifestyle

ecco un’app per la diagnosi del

Parkinson

Il progetto nasce a Bologna. Conclusa la prima sperimentazione su cinquanta anziani. A luglio la seconda fase La velocità con cui la tecnologia plasma e reinventa diverse funzionalità di oggetti e strumenti di uso comune è davvero impressionante, e lo è ancora di più quando riesce ad avvicinare due mondi che difficilmente troverebbero un punto di contatto: quello medico e quello legato al mobile di ultima generazione, lo smartphone. Le tantissime applicazioni realizzate per questi dispositivi, denominate in gergo “app”, utilizzano infatti sofisticati software che impiegati in campo medico potrebbero portare all’utente benefici non solo dal lato diagnostico sanitario ma anche economico, facendo risparmiare importanti somme di denaro impiegate attualmente in test medici tradizionali. Si tratta di una recente scoperta tutta italiana che arriva dall’Alma Mater Università di Bologna, dove un team di ricercatori ha convertito in un’ app un esame molto costoso (2000/3000 euro) teso a monitorare i movimenti del corpo umano, misurando


- 45 -

SIT Senior International Tourism

Divertimento, socializzazione e condivisione: la nuova faccia del turismo over 60 il rischio di cadute e identificando i primi segnali del morbo di Parkinson. A oggi, uno tra i metodi più utilizzati per testare l’equilibrio e la mobilità del corpo è denominato Timed Up and Go, un test che richiede al paziente una passeggiata, nel vero senso della parola, monitorata da un accelerometro che misura il tempo impiegato per svolgere il percorso indicato, la cadenza dei passi ed eventuali sbilanciamenti del corpo e la fluidità complessiva del movimento. Il dottor Sabato Mellone, ingegnere elettronico e coautore dello studio, in un’intervista afferma che anche «gli smartphone che usiamo tutti i giorni sono dotati di accelerometri e giroscopi. Sono due sensori in grado di misurare il movimento, sia rettilineo che di rotazione. Servono, ad esempio, a raddrizzare l’immagine sullo schermo, quando ruotiamo il telefonino. Ma sono gli stessi sensori impiegati in alcuni dei più diffusi test diagnostici sull’abilità a camminare e stare in piedi degli anziani». Tutto questo permetterebbe di poter ottenere gli stessi risultati ma attraverso un dispositivo di uso comune e con costi nettamente inferiori. Il progetto ha l’obiettivo, infatti, di trovare «tecnologie low-cost da poter impiegare in modo semplice e capillare per identificare e, se possibile, contenere i problemi di equilibrio e mobilità comuni negli anziani», spiega Lorenzo Chiari, 43 anni, bioingegnere e coordinatore del gruppo. La prima sperimentazione avrà uno sviluppo su ampia scala con centinaia di anziani coinvolti nell’ambito del progetto europeo Farseeing realizzato in collaborazione con l’Azienda Sanitaria di Firenze che da anni è attiva nello studio dei cambiamenti legati all’età e alle malattie che inducono ad un progressivo deficit motorio.

LA SIT È UNA GIOVANE SOCIETÀ ROMANA ATTIVA NEL SETTORE TURISTICO DELLA TERZA ETÀ. PATROCINATA DA FEDERANZIANI, HA TUTTE LE CARATTERISTICHE PER DIVENTARE UN IMPORTANTE PUNTO DI RIFERIMENTO IN UN SETTORE CHE NEGLI ULTIMI ANNI SI È FORTEMENTE SVILUPPATO. SONO SEMPRE DI PIÙ, INFATTI, LE PERSONE CHE DEDICANO PIÙ SPAZIO AI VIAGGI E ALLA CULTURA IN QUESTA FASE DELLA PROPRIA VITA. SIT, ATTRAVERSO LE SUE DIVERSE SOLUZIONI TURISTICHE E UN’ASSISTENZA DEDICATA E QUALIFICATA, SI PROPONE DI VALORIZZARE AL MEGLIO TUTTI GLI ASPETTI LEGATI AL VIAGGIO E ALLA VACANZA CREANDO, NEL CONTEMPO, DIFFERENTI OCCASIONI DI SOCIALIZZAZIONE, DI CONDIVISIONE E DI SCOPERTA GRADEVOLE DI COSE NUOVE E INTERESSANTI. «STIAMO REALIZZANDO DIVERSI PROGETTI ORIENTATI AD UN UNICO OBIETTIVO – SPIEGA GIORGIA ROMA, PRESIDENTE SIT - RIQUALIFICARE LA CONDIZIONE DEL SENIOR GUIDANDOLO VERSO NUOVE OPPORTUNITÀ E NUOVI ORIZZONTI, PERMETTENDOGLI DI VIVERE NEL MIGLIOR MODO POSSIBILE LA SUA SECONDA GIOVINEZZA». PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PER SFOGLIARE IL CATALOGO ELETTRONICO VISITARE IL SITO WWW.TURISMOTERZAETA.IT


- 46 -

fuoriOrario

La nuova iniziativa di Save the Children a sostegno dei bambini a rischio povertà nel nostro Paese

ello. mod tà un real è in togr afato to fo gget

odello.

Il so

famiglia

Un appello diretto al Presidente del Consiglio Monti e ai Ministri Fornero e Passera per non perdere la speranza di un cambiamento necessario

Il sogg

etto fo to

grafato è

in real tà un m

Ricordiamoci dell’infanzia


Il soggetto fotograf

ato è in realtà un

modello.

- 47 Dove sono i bambini nel forte dibattito che ogni giorno vediamo e facciamo in questo momento di crisi così acuta? “Dove sono i bambini negli atti del Parlamento e del Governo? Dove sono nelle trattative con le parti sociali, nei bilanci delle amministrazioni locali e nelle prassi delle aziende? Semplicemente non ci sono. Così come stanno scomparendo anche gli investimenti a loro dedicati. Quanto fatto fino ad oggi non è sufficiente e manca un piano organico di lotta alla povertà minorile.” Questo è il manifesto della nuova campagna di sensibilizzazione sociale avviata lo scorso maggio da Save The Children (“Salva i Bambini”), una tra le più grandi organizzazioni internazionali indipendenti, che opera in Italia e in tutto il mondo, al fine di migliorare concretamente la vita dei bambini. La comunicazione sociale era rivolta al Governo Monti, alle imprese, al mondo della cultura e dell’informazione e a tutti i cittadini. L’obiettivo della campagna è stato quello di mettere in luce l’attuale drammatica situazione che colloca l’Italia ai primi posti della classifica europea per il rischio di povertà minorile, e agli ultimi posti per i finanziamenti a favore delle famiglie, dell’infanzia e della maternità, con l’impiego dell’1,3% del Pil, contro il 2,2% della media europea. L’iniziativa, diffusa tramite l’utilizzo dei mezzi stampa, affissione, radio, tv e una massiccia attività sul web e sui social network, ha visto come protagonisti tre bambini che impersonavano il Presidente del Consiglio Mario Monti e i Ministri Elsa Fornero e Corrado Passera, rispettivamente impegnati nel Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dello Sviluppo Economico. Inoltre, per facilitare la diffusione della campagna, è stato realizzato un video in cui nel corso di una conferenza stampa, il Presidente Monti viene interrotto da un bambino che afferma di essere lui da piccolo e che gli dice:“Mario....ti ricordi quand’eri me? Quanti sogni e speranze avevi! Oggi molti bambini rischiano di non realizzare i loro sogni”. C’è bisogno di questo promemoria perché in Italia la spesa pubblica dedicata all’infanzia è, tutto d’oggi, residuale. Sinora lo Stato ha messo in piedi nel corso degli anni delle iniziative “una tantum” o di piccola portata - come il Bonus Bebè, assegni di sostegno a famiglie numerose o al nucleo familiare e deduzioni fiscali per famiglie povere – che, oltre ad essere limitate nel tempo, hanno avuto una scarsa efficacia. In tutto questo la famiglia in difficoltà cerca di reagire affidandosi fortemente alla propria rete di parenti e familiari che continua a svolgere un ruolo di sostituzione dello Stato nel

sostegno economico e sociale. Le riforme attuate in questi anni, in particolar modo quella riguardante l’attuazione del progetto di riforma delle politiche sociali varata nel 2000, sono nate, e fortemente volute dalla classe politica, per realizzare un sistema “integrato di interventi e servizi sociali”, reso possibile grazie al decentramento delle competenze alle regioni e ai comuni, con una definizione a livello centrale degli standard minimi per garantire a tutti gli stessi diritti e servizi. Peccato che, a causa del forte debito pubblico e dei vincoli di spesa imposti dall’Europa, tutto questo sia stato applicato solo in parte e con pochissimi risultati. Non esiste attualmente una pratica comune che coinvolga tutte le regioni in egual modo. Il gap territoriale riguarda in modo diverso le fonti di finanziamento, le risorse impiegate, le voci di spesa, gli indici di copertura e tutto l’apparato gestionale e amministrativo che ne è a capo. L’Italia ha bisogno di INVESTIMENTI, di PIANI a lungo termine che permettano di far emergere questa problematica in tutta la sua complessità e di contenerla il più possibile. Occorre adottare una strategia tesa alla riduzione della povertà minorile, occorre investire di più e, integrare tutte le politiche rivolte ai minori, per garantire che i diritti dei bambini siano riconosciuti e rispettati. Per garantire agli adulti di domani le basi per continuare a valorizzare e a fare crescere se stessi e il nostro Paese. Valentina Vinci

Da questi dati appare chiaro che i minori rappresentano il gruppo di popolazione maggiormente colpito dalle conseguenze della crisi. Ciò vuol dire semplicemente che il futuro che stiamo preparando, per tutti, rischia di essere più difficile

Dal dossier “Il Paese di Pollicino”, alcuni dati da cui è partita la campagna di Save the Children I dati provenienti dalla Banca d’Italia sui bilanci delle famiglie italiane, resi noti nell’ambito di questa iniziativa, incrociati con i dati ISTAT ed EUROSTAT 2010/2011, sono tragicamente chiari: attualmente 1 minore su 4, pari al 22,6% dei bambini che vivono nel nostro Paese, è a rischio povertà, vivono cioè in famiglie con un reddito troppo basso per garantirgli un pieno e sano sviluppo psichico - fisico, intellettuale e sociale. Nella ricerca si definisce un “individuo povero”, chi appartiene ad un nucleo familiare il cui reddito equivalente è inferiore alla metà della mediana. Le famiglie più colpite da questa situazione risultano essere quelle mono genitoriali, come nel caso di bambini figli di madri sole. In questo caso, l’incidenza della povertà , data dal rapporto tra il numero delle persone che si collocano al di sotto della soglia di povertà rispetto al totale della popolazione – interessa il 28,5% delle famiglie con un solo genitore, quasi 1 bambino su 3. A seguire i minori appartenenti a nuclei familiari numerosi i quali soffrono più di tutti il blocco dei salari rispetto al resto d’Europa, l’aumento dei prezzi e la relativa perdita del potere d’acquisto. Particolarmente significativo è il dato che fotografa questa situazione di difficoltà nei nuclei che vedono un capofamiglia con meno di 35 anni, in questo caso 1 figlio su 2 rischia la povertà. Analizzando geograficamente la situazione, il Sud e le Isole sono purtroppo le zone in cui si registra la più alta incidenza di povertà con quasi 2 bambini su 5 sull’orlo dell’indigenza.


fuoriOrario

personaggi

- 48 -

Rocco Viola

Scusa, G

Scopri com’è cominciata la favola di Yurj Buzzi: un ragazzo normale fino a quella telefonata...

E’ considerato l’erede naturale di George Clooney, ma lui Yurj Buzzi con fascino a quintali e quel nome intrigante che si porta in dote, non si è montato la testa. Gira il mondo con una valigia di Martini pronta ad essere aperta per la campagna di comunicazione dell’azienda che ha visto le sue coinvolgenti qualità. E’ un ragazzo di Puglia che ce l’ha fatta e che oggi ha davanti a sé un sentiero tutto da scoprire. E’ il personaggio di Sportello Aperto, modello capace di ispirare soprattutto valori e spessore umano.


- 49 -

eorge Yurj Buzzi, da Grumo Appula, destinato a diventare l’erede di Clooney. La sua umanità l’arma vincente

Lo spot Martini interpretato dall’attore pugliese. Nella pagina seguente, ritratto di famiglia con la sorella Martina


- 50 -

fuoriOrario

Dalla Puglia alla conquista del mondo, quale la ricetta di questa missione impossibile? «Determinazione e desiderio di cambiare realmente la propria vita, affrontando principalmente se stessi e vincendo le paure che continuamente si palesano bloccandoci in un limbo annichilente». Lei è un personaggio del nostro Mezzogiorno che ha saputo, con qualità, far emergere le proprie potenzialità. Cosa manca alla nostra terra per poter aspirare agli stessi risultati? «Noi, “siamo in quello che ci manca”, per ricordare-citare un uomo del Sud, Carmelo Bene, che adoro particolarmente. E in questa “mancanza” conteniamo anche la “ricetta” della conquista, riuscendo a conseguire i risultati. Solo quelli che realmente noi stessi non ci ostacoliamo!».

Il jet-set, la fama, la notorietà. Questo è il capitolo finale della sua storia. Gli inizi invece? «Non c’è una fine se non quella terrena. Ci sono ripetuti capovolgimenti e stravolgimenti che continuamente modificano il nostro punto di vista, che a tratti è in discesa, altre volte, invece, in un’estenuante salita. Ricordo il senso di incompiuto, la paura del non riuscire a dimostrare a me stesso, e poi agli altri, la necessità del dover raccontare la mia storia. Poi l’ho fatto. E ora…». Quale messaggio diamo ai giovani talenti italiani che inseguono il successo? «A volte ci lasciamo intrappolare, suggestionare, da questa parola che nella sua etimologia ha semplicemente il significato di “succedere”, di accadere quindi il mio consiglio è di dedicarsi alla continua

LA BCC NEL SUO DESTINO Sulla carta d’identità c’è scritto Vigevano 1978, al luogo e data di nascita. In realtà lui è molto pugliese, di Grumo Appula (Bari) dove svolta la sua vita dopo il diploma di ragioneria e affrontando lo studio della Giurisprudenza più da attore che da giurista. Il 2000 infatti sancisce l’esordio televisivo nella serie del Giudice Mastrangelo, accanto a Diego Abatantuono e Amanda Sandrelli, per la regia di Enrico Oldoini. In questi anni costante non variabile, il teatro che adora, ultima opera scritta e diretta “Da qui non scendo” Sfonda nella pubblicità con i ruoli più insoliti. Dal poliziotto di “Distretto di Polizia”, al DJ che ha mal di gola in Neo-Borocillina, al socio amico di socio – la mia banca è differente di BCC, al cavernicolo del “RINGA 12.54” di


- 51 ricerca-scoperta di se stessi, senza fretta di far “succedere” qualcosa, che comunque deve avere un suo percorso. Di affrontare le paure per riuscire ad esprimersi al meglio senza limitazioni. Sempre contro la mancanza di libertà cercando di essere realmente, di essere veri e non di emulare qualcosa o qualcuno che “credendo di essere” (vip, veline, calciatori) restano intrappolati nell’ovvio, loro convinti di poter ripetutamente abusare del proprio ego e sempre al centro di tutto, schiavi di qualcosa che li perseguita».   E alle famiglie che spesso spingono i bambini e le bambine verso Grande Fratello e simili, sognando un futuro agiato fatto di gossip, veline-calciatori e soldi? «Dico alle famiglie di essere libere di sognare insieme ai propri figli un risultato raggiungibile senza rincorrere false chi-

mere». Qual è il suo rapporto con i soldi e il mondo dell’economia e finanza in genere? «Molto essenziale, se ho soldi in tasca li spendo. Altrimenti no». Avendo a disposizione un capitale infinito, quale sogno comprerebbe? «Ho paura che un capitale infinito potrebbe privarmi dei sogni. Quindi comprerei una pozione contro questa possibile variante impazzita». La domanda che si aspetta, gliela faccio alla fine: che effetto fa sostituire George Clooney come testimonial della Martini ed essere indicato come il suo naturale erede? «Un punto di vista che continua a stupirmi. Lo vivo senza subirlo, godendomi le sostanziali sfumature che ci contraddistinguono».

Telecom Italia, alla TIM dei tre baci per la regia di Alessandro D’Alatri; Ferrero Giotto con Elisabetta Canalis, regia di Francesco Nencini. Nel 2011, grazie all’opportunità del brand Martini, i punti di vista nella mia storia di attore cambiano. Vincendo il concorso Luck i san attitude è diventato il nuovo testimonial mondiale del brand. Hobby terapeutico, la scrittura che annulla la sofferenza o momentaneamente la sospende in uno strano limbo di condivisione. Da qui nasce per Laterza “La mia vita su di un cactus” contenente 32 poesie ed un monologo teatrale. L’esordio al cinema nel novembre 2009 nella commedia “Oggi sposi” regia Luca Lucini e poi per la regia di Angelo Longoni, è Mr.Goldstein nel film TV “Il pugile e la miss”.


- 52 -

fuoriOrario

sport

La karateka di Faggiano, nostra cliente, sul podio più alto della Golden League. Silvia Semeraro nel 2012 ha anche conquistato il bronzo agli ultimi Europei

Angelo Occhinegro

Silvia, una ragazza Dal bronzo dei campionati Europei in Azerbaigian all’oro della Golden League di Cambiago, nel milanese. La giovane karateca Silvia Semeraro, Cadetta +54 kg, del Centro Sportivo Teodoro di Monteparano, si è fatta largo anche al 13° “Open d’Italia”, manifestazione internazionale, cui hanno preso parte oltre 1200 atleti. La 16enne Semeraro ha conquistato l’oro in quest’altra manifestazione di prestigio. L’atleta di Faggiano, che frequenta il secondo anno del Liceo Pedagogico Vittorino Da Feltre (è guidato dal dirigente scolastico Frascella), ha spopolato anche in Lombardia. Era seguita dal suo maestro monteparanese ed ex campione del mondo Domenico Teodoro e l’altro pezzo da novanta del karate locale, Giuseppe Teodoro. La soddisfazione per loro è stata grande nel vedere salire sul gradino più altro del podio l’atleta di maggior valore, Silvia Semeraro. Al secondo posto della categoria Cadetti + 54 Kg si è classificata l’austriaca Alexdandra Kordon, terza la siciliana Chiara Latina. Nei primi combattimenti la campionessa Silvia Semeraro ha battuto la bolognese Erica Trecate Ferrari col punteggio di 4-0; ancora più devastante è stata nel secondo incontro dove ha superato la svizzera Fabienne Kaufmann col risultato di 8-0. Approdata alla finale di poule, la campionessa Semeraro si è sbarazzata della siciliana Chiara Latina col risultato 3-1. Ed eccoci alla finale dove Silvia Semeraro ha dimostrato tutto il suo valore, le sue grandi doti fisiche e tecniche in virtù di un notevole grado di maturazione che sta acquisendo sempre più. La sua affermazione contro l’austriaca Alexandra Korndon è stata lampante. Non gli ha lasciato in pratica scampo durante il combattimento sul tatami di Cambiago (Milano). Il punteggio finale, 6- 0 per la Semeraro, ha sancito la consacrazione a livello internazionale della campionessa jonica. «E’ un anno ricco di soddisfazioni – commenta Silvia – che ha ripagato i sacrifici di tante ore di duro allenamento. Un momento magico per il quale ringraziare la mia famiglia per l’affetto e l’incoraggiamento e i miei maestri per le preziose indicazioni».


- 53 -

d’ORO Una vita sul tatami

Silvia Semeraro è nata a Taranto il 2 maggio 1996. È alta 173 centimetri e pesa 64 kg. Risiede a Faggiano con i genitori, clienti della nostra Banca. Ha una sorella più grande, Chiara, che vive a Parma. È la karateca di spicco del Centro Sportivo Teodoro Monteparano guidata dai maestri Giuseppe e Domenico Teodoro. Nella categoria Cadetti, a parte l’ultimo titolo, è anche bronzo agli ultimi Europei e si è laureata già due volte campionessa italiana, nel 2010 e nel 2011. Ha al suo attivo, nella sua breve ma intensa carriera, due primi posti agli Open di Sesto San Giovanni e di Grado. Lo scorso anno si è aggiudicata l’Open della Campania mentre a Bari ha ottenuto il terzo posto ai campionati del Mediterraneo. La Semeraro è stata premiata dal Coni regionale come migliore atleta pugliese nel 2011 con una borsa di studio ed ha ricevuto un encomio pubblico dal Consiglio Comunale di Faggiano.


fuoriOrario

benessere

- 54 -

VOLETE DIMAGRIRE? ALLORA MANGIATE Al bando le scelte drastiche, molto meglio una sana e corretta alimentazione


- 55 -

I CONSIGLI DELL’ESPERTO

Claudia Sangirardi, biologo nutrizionista: «Meglio il piatto unico della dieta Dukan» Corsa contro il tempo alle porte dell’estate. Tutti si preparano alla prova costume. Quali sono i suoi consigli? «Innanzitutto non vorrei che i miei consigli riguardassero solo la prova costume ma tutti i periodi dell’anno. Per i ritardatari amo consigliare un’ottima strategia nutrizionale di breve durata ma di efficacia garantita e soprattutto senza rischi per la salute. Si tratta della dieta oloproteica, che fa parte di un programma terapeutico che consente in 21 giorni di eliminare dal sette al 10 per cento del peso di partenza e senza soffrire la fame». È il momento della dieta Dukan. È davvero così efficace? «Non è per niente sicura, anche se non è mia intenzione mettere in discussione la sua efficacia. Ma di certo può avere conseguenze gravi nel lungo periodo». Per molti i carboidrati sono un “dilemma”. È giusto eliminarli del tutto per dimagrire? «Da una buona dieta non si escludono mai del tutto i carboidrati, tranne che per brevissimi periodi e soprattutto sotto controllo. Ricordiamo sempre che l’organismo umano è una macchina perfetta con la capacità di adattarsi anche alle situazioni più estreme. Dunque eliminare un nutriente in realtà serve a ben poco». I “piatti unici” per l’estate. Che cosa ne pensa? «Sono perfetti per mantenersi in forma durante la stagione calda. Sono il principio della nostra dieta mediterranea. Quella vera e non quella a base di pane, pizze e focacce, che rappresenta una forzatura fatta per comodità e per commercio».

C’è quella del minestrone, quella del pesce (che promette di perdere 5 chili in un mese) e poi c’è la dieta Dukan (iperproteica), la più in voga del momento, nonostante il suo fautore sia stato radiato dall’Albo dei Medici. Cercando su Google la parola “dieta”, quella inventata dal nutrizionista francese ormai noto in tutto il mondo è la prima a venire fuori. Seguitissima dalle celebrità americane, dalle modelle, dai vip è stata recentemente bocciata dai nutrizionisti perché dannosa per la salute. Il problema della dieta Dukan, secondo i medici e i dietologi, è quello che non si vede, è tutto

quello che lentamente avviene nell’organismo e che può presentarsi all’improvviso quando ormai, se proprio non è troppo tardi, comunque rappresenta un serio problema per la salute. Che cosa c’è che non va? Proprio la qualità di ciò che si mangia - spiegano - che può creare danni soprattutto nel lungo periodo. Ma Dukan o non Dukan, tutti vogliono perdere qualche chilo prima della ‘prova costume’. Per alcuni diventa quasi ossessione con l’avvicinarsi del caldo e delle vacanze. Il problema è semplice: per arrivare pronti al momento ci si sottopone a sacrifici ingiustificati e inutili (e a volte dannosi). A produrli


- 56 -

GAL Colline Joniche

S.c.a.r.l

Comuni di Carosino, Crispiano, Faggiano, Grottaglie, Monteiasi, Montemesola, Monteparano, Pulsano, Roccaforzata, San Giorgio Jonico, Statte

Dalle colline al mare, dalle masserie ai trulli, dagli olivi alle vigne alla scoperta dei nostri “tesori� con nuovi itinerari e proposte a portata di click nel nuovo sito www.galcollinejoniche.it

campagna promossa da BCC San Marzano di San Giuseppe per il suo Territorio


- 57 sono le diete ipocaloriche che di solito si intraprendono prima dell’estate e che non portano dimagrimento ma deperimento, con ripresa di quanto perduto non appena le si interrompono. La ricetta esatta è nel contrario: mangiare. In modo corretto per tutto l’anno, dando i giusti segnali al proprio corpo, tenendo un regime di normalità calorica e inserendo nel contesto corretto anche quei piaceri cui si rinuncia per “vincere” la prova costume. In molti, ad esempio, non appena si sceglie di perdere peso, fanno l’errore di saltare la colazione. Nel pasto mattutino, infatti, di solito si tende a mangiare alimenti calorici o molto zuccherati: brioche, zucchero, latte intero e cereali in scatola contengono sin troppe calorie. Tuttavia, non si può saltare la colazione, che invece secondo gli esperti deve essere abbondante, deve prevedere i cibi giusti, deve fornire il 20% delle calorie giornaliere. Non mancano poi

studi scientifici che sottolineano come mangiare addirittura del cioccolato faccia bene e non faccia ingrassare. Così come molti nutrizionisti consigliano un buon gelato alla frutta come “spuntino” estivo. Insomma, un alleato forte di una buona dieta è l’amicizia con il cibo. Se c’è equilibrio tra ricerca del gusto e rispetto della propria fisiologia, il passaggio della prova sarà più facile. Non ci si sentirà costretti a fastidiose a stressanti rinunce (che non servono), ma i sacrifici saranno razionali, sapendo di essere belli anche se le forme saranno più morbide rispetto a quelle mostrate nelle passerelle o sui giornali. Insomma, per una giusta dieta serve una alimentazione intelligente per 12 mesi. Il tutto e subito non è mai possibile (tantomeno il fai da te) e se davvero si vuole essere in forma bisogna mangiare bene tutto l’anno, senza mai rinunciare a qualche golosità.

INFORMAZIONI UTILI Laboratorio Cellamare S.r.l. Chimica Clinica - Microbiologia Radioimmunologia - Immunofluorescenza Direttore Responsabile Dott.ssa. Claudia Sangirardi Specialista in Microbiologia e Virologia Via Nitti, 93/97 - 74100 Taranto - Tel. e Fax 0994540728 labcellamare@libero.it - www.laboratorio-cellamare.it

Per i Clienti della nostra Banca 20% di sconto sulla consulenza nutrizionale. Ma non solo Il Laboratorio Cellamare srl, diretto dalla dottoressa Claudia Sangirardi riserva un trattamento esclusivo per i clienti e soci della nostra Banca. La consulenza nutrizionale sarà effettuata con il 20% di sconto. Mentre, è stato predisposto un Pacchetto Donna ad hoc: Pap Test (test di screening per tumore della cervice uterina da infezione da papilloma virus) + CA125 (marcatore per tumore ovarico): 30 euro; screening sindrome metabolica (glicemia basale, insulina basale, emoglobina glicosilata, calcolo dell’indice predittivo di Homa): 28 euro. Analisi cliniche di laboratorio con esami in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale senza liste d’attesa e con risultati in 24 ore. I prelievi si eseguono dalle 7,30 alle 9,30 dal lunedì al venerdì, Ritiro referti: dalle 10 alle 12,30 e dalle 16.30 alle 18.30.


- 58 -

fuoriOrario

• Traveler’s Choice

Destinations 2012 Pronta la classifica delle città da vedere nel 2012. A redigerla è TripAdvisor, il celebre sito dedicato alle recensioni ed opinioni dei viaggiatori, per il quarto anno consecutivo, che ha deciso di raccoglierle in una classifica stilata direttamente dalla community dei suoi utenti. Traveler’s Choice Destinations 2012, mixa le preferenze e il rating assegnato dai viaggiatori. Sono ben 440 le destinazioni premiate da TripAdvisor, distribuite in 37 Paesi del mondo. Al primo posto, Londra (città alla quale abbiamo dedicato Viaggi del numero di Marzo di Sportello Aperto), seguita da New York e Roma. Brinda Parigi (al quarto posto) seguita da San Francisco e dalle seducenti Marrakech ed Istanbul. Ottavo posto per la vivace Barcellona, particolarmente amata dai giovani, seguita dai misteri cambogiani di Siem Reap.

Holla... Holla... Hollande Paris Parigi è bellissima in primavera, anche se a volte un po’ umida. In inverno la città offre ai visitatori ogni sorta di manifestazione culturale, mentre in estate fa caldo e i ritmi rallentano, anche perché a volte l’afa è opprimente. In agosto, quando i parigini corrono verso le spiagge del sud o dell’ovest, molti ristoranti abbassano la serranda, anche se negli ultimi anni le cose sono piuttosto cambiate: troverete molti più esercizi aperti rispetto a qualche decennio fa e le spiagge allestite sul lungo Senna. La città è molto affollata a ridosso della festa nazionale (14 luglio, la Presa della Bastiglia) e nell’ultima settimana dell’anno: prenotare con molto anticipo è sempre un’ottima idea.

viaggi

Mimmo Mazza


- 59 -

Qui nascono i ristoranti: da Michelin a Hippo Parigi è la città natale del ristorante. Le vecchie locande servivano i pasti solo a orari stabiliti, ma a un certo punto, nel 1765, monsieur Boulanger ebbe l’idea di aprire le cucine dal tardo pomeriggio alla sera. Troverete da mangiare praticamente a tutte le ore, e per tutti i gusti. Molti i ristoranti italiani e le pizzerie. Ogni ristorante con una manciata di stelle sulla Michelin sembra avere un cuoco parigino con una tempra da antico gallo. Mangiar bene in questa città non è un’opzione, è un dovere! Non serve abbuffarsi: potrebbe bastare un semplice amuse guele. Chi va con i bambini, può trovare convenienti i menù di catene come Hippo.

Prenotare prima conviene Parigi offre una straordinaria varietà di sistemazioni, dai sontuosi palazzi del Seicento alle topaie nelle quali avreste difficoltà a lasciare il vostro cane. Vale la pena guardarsi in giro per trovare fascino e carattere senza rischiare la bancarotta. Meglio dare un’occhiata su internet su siti popolari e affidabili come booking.com e prenotare in anticipo.

Ecco cosa vedere. Assolutamente Parigi è una delle città più famose e più belle del mondo. Ogni anno ospita più di 20 milioni di stranieri in arrivo da tutte le parti del pianeta. Il monumento più visitato è la Torre Eiffel, ma la città offre innumerevoli punti di interesse. Non perdete Arco di Trionfo, Notre Dame, Pantheon, i musei del Louvre, di Orsay, Place de la Concorde, una passeggiata per gli Champs Elysee, un salto al Centre Pompidou e una capatina tra le stradine del Marais. A differenza di altre grandi città europee, Parigi non ha un “centro” definito attorno al quale si espande la città, piuttosto ogni quartiere è “centro”, e questo poiché Parigi non ha continuato ad assorbire le piccole città che si trovavano alla sua periferia

Walt Disney, il suo cuore batte qui A mezz’ora di treno da Parigi, c’è la capitale europea del divertimento, Disneyland Paris Resort che offre un ampio spettro di possibilità, per grandi e piccini: il Disneyland Park, il Walt Disney Studios Park, il Disney Village, il Golf Disneyland, ed in più una grande quantità di alberghi e ristoranti con un intreccio di offerte incredibili, quasi da lasciarvi storditi. Il Disneyland Park è la meta più classica e quella che richiama moltissimi visitatori ogni anno. E’ suddiviso in 5 settori, o per meglio dire paesi, ciascuno con un tema ben preciso. Se questo non è abbastanza allora potrete tuffarvi negli emozionanti Walt Disney Studios, il luogo migliore dove scoprire come nasce la magia dei cartoni animati e dei personaggi Disney.


- 60 -

fuoriOrario

• Un Giaguaro sportivo per le strade d’Italia

Jaguar XF: la berlina sbarca in Italia nella versione Alive Edition con il body-kit aerodinamico, l’ Aerodynamic Pack, in stile sportivo. All’interno da notare le luci blu al fosforo che si attivano con l’apertura delle portiere. La XF Alive Edition sarà proposta con le sole motorizzazioni diesel: il 2,2 litri da 190 CV e il 3,0 litri declinato nelle due varianti da 240 CV o 275 CV. I prezzi della Jaguar XF Alive Edition partono da 47.000 euro fino ad arrivare a 57.550 euro (Iva inclusa). Il vantaggio del prezzo di questo allestimento si traduce in un risparmio di poco più di 5.800 euro.

MERCATO DELL’AUTO, 2012 DRAMMATICO In Italia calo delle vendite del 44% rispetto al 2007 Crisi dei debiti, manovre di contenimento, rigore europeo e la conseguente recessione hanno avuto effetti deleteri per il mercato dell’automobile. La locomotiva tedesca, per quanto potente, da sola non riesce a trainare l’intera Europa dell’automobile che, complici i crolli delle immatricolazioni in Italia e Francia, nel nostro Paese rallenta chiudendo a maggio 2012 con un rosso pesante del -14,3%. Le previsioni di fine anno parlano di meno dieci punti rispetto al 2011. Tengono botta le case tedesche, cresce Volkswagen ma chi sbalordisce in Europa è Kia: il colosso coreano, forte di modelli accattivanti, con sette anni di garanzia e prezzi concorrenziali ha segnato una crescita nel vecchio continente di circa il 25% nei primi tre mesi del 2012. Male le francesi: Renault -22,7% ; Citroen -15,5% e Peugeot -18,3%. La Fiat paga la debolezza dell’Italia, -21,6% nel primo trimestre, -36% sulle immatricolazioni a marzo: il peggior marzo degli ultimi 32 anni. Va malissimo Alfa Romeo: solo due modelli in produzione ed un calo di immatricolazioni del 45%. In Italia il mercato dell’auto è quasi messo male come in Grecia e Portogallo: -21%, una flessione destinata a continuare per il resto dell’anno. I concessionari hanno chiesto al governo di rivedere gli aumenti sui costi di gestione e bolli e soprattutto attuare subito un “piano triennale per svecchiare i 14 milioni di autoveicoli che hanno più di dieci anni”. Superbollo e controlli anti-evasione hanno mandato in crisi anche il settore delle auto di lusso, che da sempre parla italiano. Nei primi tre mesi del 2012 Ferrari ha venduto la metà delle auto rispetto allo stesso periodo nel 2011 e Maserati è a meno 70% con sole 33 auto vendute. Chi possiede vetture sportive cerca di sbarazzarsene, soprattutto all’estero, o le tiene in garage per paura di essere fermato. 

motori

Vittorio Ricapito


- 61 -

Si ricomincia dalla A È la Mercedes che tutti aspettavano? Quel che è certo è che si tratta di una “Classe A” completamente nuova: nuovo il disegno, con una linea slanciata ed il frontale aggressivo da coupé, nuova l’impostazione, più rivolta alla passione, alle emozioni. La nuova Classe A mette in campo una vasta gamma di motorizzazioni benzina e diesel, da 1.6 a 2.2 litri, con potenze comprese fra 109 e 211 cv ed un occhio particolare alle emissioni. Anche gli interni hanno una vocazione sportiva con poggiatesta integrati nei sedili e plancia essenziale. Le motorizzazioni a benzina sono declinate nelle cilindrate di 1,6 e 2,0 litri con potenze da 122 CV (A180), 156 CV (A200) e 211 CV (A250). La gamma a gasolio conta sulla A180 CDI con 109 CV, sulla A200 CDI con 136 CV e sulla A220 CDI da 170 CV. Tutte le motorizzazioni sono dotate di serie della funzione start/stop e possono essere abbinate al nuovo cambio manuale a sei marce o, a richiesta, con il cambio automatico a doppia frizione a sette rapporti. E’ prevista anche una versione a quattro ruote motrici. Sulla nuova Classe A è di serie su tutti i modelli il radar anticollisione attivo (segnala visivamente e acusticamente il rischio di un tamponamento e prepara il sistema alla massima forza frenante).

Non chiamatelo Scooter E’ l’italiana nata per fare concorrenza allo scooterone per eccellenza, il T-Max di Yamaha. Deriva dalla Gp 800, nel 2007 scooter più potente al mondo. L’SRV 850 è una sportiva bicilindrica camuffata da scooter, con prestazioni autostradali. Esteticamente Aprilia ha puntato sulla sportività pura: lo scooter richiama RSV4, la superbike già campione del mondo. Il bicilindrico a V di 90° raffreddato a liquido raggiunge una potenza massima di 76 CV. Le soluzioni telaistiche sono da sportiva pura: il forcellone in alluminio è fissato in modo del tutto solidale al telaio garantendo una stabilità eccellente ad alta velocità. Il montaggio elastico del motore invece, permette il contenimento delle vibrazioni trasmesse al pilota a tutto vantaggio del comfort. L’impianto di scarico, totalmente svincolato dal telaio per il contenimento delle vibrazioni, è un “2 in 1” dal grintoso terminale con piastre paracalore. Anche la ciclistica è a vocazione corsaiola: cerchi ruota da 16” all’anteriore e da 15” al posteriore sono in alluminio per ridurre al minimo le masse e garantire grande precisione di guida. La frenata è poderosa, garantita da un’impianto frenante con pinze flottanti a doppio pistoncino Brembo serie oro.


motori

- 62 -

fuoriOrario

FIAT in VIAGGIO per la Cina Strizza l’occhio al mercato cinese la nuova Fiat Viaggio, che ha debuttato a Pechino a fine aprile scorso col nome di Fei Xiang, termine che evoca il concetto di volare. Si tratta del primo progetto Fiat-Chrysler di vettura completamente nuova. L’obiettivo è rivoluzionare il segmento più importante del mercato cinese, quello delle berline compatte, il così detto segmento C. Viaggio sarà lunga 4679 mm, larga 1850 mm e con un passo di 2708 mm. Sarà l’unica vettura nella sua categoria ad offrire in esclusiva sofisticati motori turbocompressi - 1.4 TurboJet da 120 CV e 1.4 TurboJet 150 CV - abbinati sia al cambio manuale 5 marce sia al cambio automatico con doppia frizione a secco. Progettata dal Style center del gruppo Fiat a Torino, Viaggio vanta un design contraddistinto da superfici espressive e pulite. Un “look” contemporaneo e fresco che non dimenticha l’identità del marchio Fiat. Come sulla “cugina” Alfa, la Giulietta, le luci posteriori sono a led. La Fiat Viaggio sarà la prima auto prodotta nel nuovo stabilimento Gac-Fiat a Changsha (provincia di Hunan, nel cuore della Cina). La produzione inizierà a partire da luglio e la commercializzazione è prevista dopo l’estate 2012.


- 63 -

Otto cilindri… all’occorrenza L’estate porta con sé una novità fra le ammiraglie teutoniche. Non avrà la potenza di una Bmw M5, ma la Audi S7 Sportback promette lusso e sportività a sufficienza. Per averla ci vorranno circa 90 mila euro. Sotto al cofano, l’otto cilindri a V di quattro litri da 420 cv. Nonostante la S7 non sia proprio una piuma, due tonnellate di peso e cinque metri di lunghezza, il V8 è in grado di far scattare questo salotto viaggiante da 0 a 100 Km/h in 4,7 secondi raggiungendo la velocità massima limitata di 250 Km/h. Ciò nonostante il consumo medio promesso è di dieci chilometri con un litro. Merito anche dell’interessante sistema “cylinder on demand” che utilizza solo quattro degli otto cilindri se non si pesta il pedale del gas fino in fondo. La trazione è integrale permanente “Quattro” con differenziale centrale autobloccante, doppia frizione e cambio automatico a 7 rapporti. Di serie: sedili sportivi S, Audi Adaptive Air Suspension Sport, Audi Music Interface, Audi Sound System, cerchi in lega S a 5 razze doppie da 19, climatizzatore automatico a quattro zone, fari Xeno Plus, inserti in alluminio opaco, connettività Bluetooth, interni in pelle, navigatore touch. Il volume del bagagliaio è di 535 litri, che possono diventare 1.390.


- 64 -

fuoriOrario

Massimo Causo

Da vedere a casa

• Da vedere a casa

Sorrentino & Penn in DVD e Blu-ray Una rockstar con la maschera di Sean Penn, la colonna sonora di David Byrne e la regia di Paolo Sorrentino. This Must Be The Place è già un cult e l’uscita in homevideo è degna del suo status. La medusa, infatti, propone il film in tre versioni: DVD singolo con libro, DVD singolo con libro e CD della colonna sonora, Blu-ray alta definizione con libro. Il libro in questione è “Lo sguardo apolide: tutto il cinema di Paolo Sorrentino, da Napoli a New York” a cura del giornalista Francesco Ruggeri.

trailer

Cronenberg/DeLillo: attraversando Cosmopolis

Per i cinefili è di sicuro il film più glamour del momento. Parliamo di Cosmopolis – in sala da fine maggio griffato Cannes – porta due firme non da poco: David Cronenberg alla regia, Don DeLillo autore del romanzo da cui tratto. In più a interpretarlo c’è Robert Pattinson, vampiro innamorato della Twilight Saga, ormai lanciato in una carriera da attore adulto: “L’ho trovato interessante in Twilight – dice di lui Cronenberg – e mi sono convinto che potesse diventare il mio Eric Packer”. Packer è un magnate della finanza che attraversa Manhattan nella sua superaccessiorata limousine, guardato a vista dalle guardie del corpo. Il suo impero rischia il collasso, uno stalker forse minaccia la sua vita, ma lui ha deciso che deve tagliarsi i capelli... Dopo la fiammeggiante accoppiata con la penna di James Ballard ai tempi di Crash, Cronenberg trova in DeLillo i parametri per un altro trip “ipersurrealistico”!


- 65 A CHE SERVONO I FESTIVAL Guerra alla Morte Si chiamano Romeo e Giulietta e sono i protagonisti di La guerra è dichiarata, il film della francese Valérie Donzelli che, basandosi sulla storia vera della regista (che interpreta pure), racconta la guerra senza tregua dichiarata dai due genitori al cancro che ha attaccato il cervello del loro figlioletto di 18 mesi, Adamo. Una tragedia? Certo, ma il film è un dolce e determinato dramma sentimentale, che affronta l’arduo tema con la leggerezza dell’amore. Il quale vacilla, ma tiene duro e va avanti sino alla fine. Grande successo in patria per un film che tocca corde profonde con mano lieve.

Martha in fuga Il volto semplice dell’emergente Elizabeth Olsen per lo smarrimento esistenziale della giovane Martha: la sua storia è quella di tante ragazze disperse nel giro delle sette americane. Un passato sereno turbato da un qualche accadimento, la fuga di casa, la libertà in cerca di sé, infine l’inciampo in una comunità che la accoglie come una nuova figlia, ma ben presto si traduce in una prigione dai legami psicologici più stretti di quelli familiari. Alla regia c’è l’esordiente (molto promettente) Sean Durkin, dallo stile rarefatto, trasognato, inquietante, sensuale e sensibile. Due anni fa era stato uno dei film rivelazione del Festival di Cannes.

Figlio dell’11 settembre Il padre (Tom Hanks) è da qualche parte lì, a Ground Zero, ma Oskar Shell, coi suoi 9 anni e una fantasia debordante, ha una missione: trovare quel Mr. Black il cui nome l’uomo aveva appuntato su un biglietto. E, così, parte alla ricerca di questo “sacro graal” per le strade di New York: affrontando con metodo un’impresa impossibile e assordando il dolore nel silenzio di un vecchio vicino di casa muto (Max Von Sydow), che decide di aiutarlo. Affidandosi al best seller di Jonathan Safran Foer, Stephen Daldry sfoglia le pagine di un romanzo di formazione nella topografia ferita newyorkese. In cerca di risposte per un’infanzia interrotta: quella dell’America.

Francesco Rosi Leone d’Oro alla Carriera È Francesco Rosi il Leone d’Oro alla Carriera della 69ma Mostra del Cinema di Venezia (29 agosto/8 settembre). Come sottolinea Alberto Barbera, Direttore Artistico della Mostra, Rosi ha “sempre preferito alla semplificazione ideologica di molti suoi epigoni il durissimo lavoro di ricerca e documentazione, che, sta alla base di suoi formidabili capolavori come Salvatore Giuliano, La sfida, Le mani sulla città, Il caso Mattei”.

Sembra roba da poco. Un festival del cinema... Questione di paparazzi, tappeti rossi, flash, fan a caccia di autografi. O al massimo roba per “cinefili”. C’è chi dice che sono uno spreco di soldi pubblici. Soldi che si potrebbero utilizzare per cose più importanti. Ancora ricordo quel tassista di una ricca cittadina del nord che mi portava dalla stazione in hotel: quando sentì che ero lì per il festival iniziò la sua tiritera sui soldi che l’amministrazione sprecava in quella cosa lì... Di sicuro quel tassista non pensò che i soldi che gli diedi a fine corsa li aveva guadagnati perché io ero giunto lì, in quella città dove non sarei mai andato, per seguire quel festival per lui così inutile. Come pure non considerò che, dopo di lui, avrei dato i miei soldi all’hotel, ai bar, ai ristoranti, ai tabacchini di quella stessa città... È una cosa che si chiama indotto economico, che ricade sulla comunità e che ogni manifestazione, per quanto piccola, si porta dietro come una coda. È un po’ come i riflettori che illuminano le star sul tappeto rosso di Venezia: sono lì perché li ha messi un service tecnico con elettricisti e operai del posto... È un po’ come Ferzan Ozpetek, che, da quell’anno che accompagnò i suoi film all’Otrantofestival, s’è innamorato del Salento ed è tornato più volte (a spese sue...) nel lussuoso agriturismo dove fu ospitato. E poi nel Salento ci è venuto a girare i suoi film, portando cast, troupe tecnica e altro ancora. E contribuendo a lanciare l’immagine turistica salentina...


- 66 -

fuoriOrario

• Regina dello

shopping? Ora puoi con Fashion Icon Gameloft ha recentemente rilasciato nel Play Store un nuovo gioco dedicato al pubblico femminile: Fashion Icon. Un titolo non particolarmente ricco graficamente ma che permette di gestire un proprio alter ego digitale e scatenare la propria voglia di shopping a Parigi, diventando un’icona della moda.

Colori contro la crisi!

Un’idea originale per combattere la crisi, almeno a livello psicologico, è quella di vestirsi di colore. E il colore è la parola d’ordine della imminente bella stagione. Volete sapere quale sarà quello dell’estate 2012? «Vivace», «vibrante e seducente», «carico di energia»: Pantone, autorità a livello mondiale nel campo del colore e del design, ha scelto il Tangerine Tango. Precisamente nella tonalità corrispondente al nome di 17-1463. La motivazione? «Sofisticato, ma al tempo stesso seducente e ad alto impatto, Tangerine Tango è una tonalità arancione molto profonda, l’ideale per affrontare anche le giornate più difficili con la giusta dose di adrenalina», spiega Leatrice Eisaman, direttore esecutivo di Pantone Color Institute. Designer, stilisti e arredatori saranno pronti a osare? Sfogliando le riviste di moda sembra proprio di si. Le collezioni uomo e donna primavera/estate sono un’esplosione di colore. Le passerelle, e non solo quelle, sono invase da fucsia, turchese, arancio, verde... Buona estate a tutti!

Ray-Ban celebrazione DOC Il 2012 segna un anno importante per un marchio storico degli occhiali da sole e da vista: Ray-Ban. In occasione del suo 75esimo anniversario, il noto brand delle lenti a goccia che hanno sorpassato indenni diverse generazioni e molti cambi di moda, lancia una nuova campagna globale. La “Never Hide 75th Anniversary Campaign” è composta da sette fotografie scattate da Mark Seliger, con i costumi di Arianne Phillips, ognuna delle quali rappresenta una decade della storia della Ray-Ban. Le foto sono ispirate dai racconti di vita vera lasciati dai consumatori sul sito della Ray-Ban, tra cui la storia dello scrittore omosessuale Taylor Mead, dell’attivista Donna Ellaby e della punk rocker Yana Chupenko. Il messaggio alla base è Never Hide (Mai Nascondersi ), che esprime come coloro che acquistano Ray-Ban si distinguano dalla massa.

fashion

Maristella Massari

L’ora la segna GaGà Che passione il tempo che scorre! Meglio se l’orologio è stravagante e simbolo di eleganza e stile. Il marchio GaGà nasce a Milano nel 2004, e deve il suo nome a una tipologia di uomo che ama vestire in modo straordinariamente originale, ma accurato. La collezione parte da un’idea sicuramente innovativa, quella di applicare un cinturino a un orologio da tasca dell’Ottocento, per poterlo indossare in maniera molto più pratica al polso. Sono le forme e i colori a renderlo davvero unico e inconfondibile. Uno stile accattivante per chi non vuole passare inosservato.


- 67 -

La vostra borsa contro la povertà

Tinte accese per gli accessori Dalla borsa fucsia ai vestiti di fantasia floreale. La moda per la primavera/ estate del 2012 è un antidepressivo naturale. Verde, giallo e arancio, sono i colori dominanti, tinta unica o usati come sfondo delle fantasie, come questi comodi sandali Geox. Giocate con i colori!

Carmina Campus é il marchio creato alla fine del 2006 da Ilaria Venturini Fendi per realizzare, con il riuso di materiali, borse e accessori. E’ un progetto di creatività sostenibile che cerca di dare piccole ma concrete risposte alla crisi economica, ambientale e sociale, che caratterizza i tempi moderni. La produzione è per lo più costituita da pezzi unici numerati, per i quali vengono utilizzate materie prime di riuso che conferiscono al prodotto una forte originalità. Utilizzare solo materiali già esistenti,  alla seconda vita oppure scartati, è la filosofia Carmina Campus. Dal 2009 il brand italiano collabora con l’International Trade Centre, un’agenzia ONU  che  combatte la povertà in Africa creando opportunità di lavoro per le donne africane. Una linea di borse è interamente prodotta in Africa con materiali riciclati.

Summer 12: costumi Cosa indossare in spiaggia, boxer o slip? I modelli possono permettersi di indossare qualsiasi cosa! Tornando alla realtà, sta ai maschietti la scelta. Per chi è andato in palestra e ha lavorato per ottenere un fisico tonico e asciutto quest’anno la tendenza è lo slip a vita bassa, anche se sono molti gli uomini che trovano più comodi i costumi elasticizzati, nonostante la pancetta. A preferire i costumi modello boxer sono invece i più giovani che li scelgono con stampe, fantasie originali e materiali nuovi, tecnici e leggeri.

Un quadrifoglio al polso Simbolo di speranza, gioia inattesa e fortuna, il quadrifoglio, in tutto il mondo, è associato ad avvenimenti nuovi e felici. Data la rarità, molti popoli lo considerano una pianta sacra e un potentissimo portafortuna. Porta fortuna a chi lo trova e a chi lo riceve in dono. Secondo la tradizione ogni foglia rappresenta una qualità: la prima la reputazione, la seconda la ricchezza, la terza la salute e la quarta l’amore sincero. Un amuleto per voi stessi o per i vostri cari? Cruciani lo ha trasformato in un bracciale, un gioiello ad ago, originale anche come idea regalo corredata da una frase di buona fortuna stampata in 9 lingue e disponibile in ben 30 varianti di colore.

Guess & Schiffer Chiudiamo in bellezza. Ventitre anni dopo l’ultima campagna pubblicitaria per Guess, l’intramontabile top model Claudia Schiffer torna a posare per la maison, questa volta dedicata al 30° anniversario di Guess. Le foto in bianco e nero sono scattate dalla fotografa Elen Von Unwerth. In mostra capi esclusivi in edizione limitata.


- 68 -

fuoriOrario

• Perché il vintage,

Se vuoi rivivere le emozioni delle vecchie pellicole 8mm su iPhone e iPad, allora devi assolutamente provare iSupr8. Esistono innumerevoli applicazioni sull’App Store per girare filmati con filtri vintage, che si rifanno alle vecchie cineprese 8mm, tornate recentemente di moda grazie al successo del film “Super 8” di J. J. Abrams. Solo una, però, offre una resa davvero eccellente, insieme a un’interfaccia semplicissima: si tratta di iSupr8, che offre le stesse emozioni che provavano i cineamatori oltre mezzo secolo fa. Prezzo: 1,99 dollari.

Tutti vogliono produrre gli occhiali del futuro

Google, Microsoft, Apple, Amazon e Oakley affilano le armi e sono pronte a buttarsi a capofitto nel nascente business della AR (Augmented Reality) con una serie di applicazioni e servizi. Indossare un paio dei nuovi occhiali significa guardare il mondo con altri occhi. Al posto delle lenti ci sono dei display che ti offrono una visuale paragonabile a uno schermo fino a 67 pollici da una distanza di 3 metri e in grado di mostrarti video sia in 2D che in tre dimensioni. La realtà aumentata è una delle tecnologie più promettenti nell’attuale panorama hi-tech. Ti permette di arricchire quello che vedono i tuoi occhi con tutta una serie di informazioni da sovrapporre. Se, per esempio, ti trovi davanti all’Empire State Building a New York, ti potrebbero arrivare informazioni sulla sua esatta posizione in termini di longitudine o latitudine grazie al Gps, o ancora meglio cenni sulla sua storia da leggere mentre la osservi grazie al collegamento al Web. Alcuni produttori per attivare i diversi servizi utilizzanno degli avanzati sistemi di controllo vocale in stile Siri, altri dispongono di webcam integrate, che consentono di scattare foto e girare video in qualsiasi momento della giornata.

hi tech

sotto sotto, è bello

Donatello Corallo

Il braccialetto che aiuta a vivere più sano Metti un accelerometro dentro a un braccialetto di plastica, aggiungi il necessario per elaborare i dati raccolti e poi costruisci un’applicazione su misura: è questa la ricetta di Jawbone Up, un braccialetto elettronico rivoluzionario. Se lo colleghi al tuo iPhone, il gommoso cinturino promette non solo di farti dormire meglio, ma anche di occuparsi della tua salute a 360 gradi. A 99,95 euro.


- 69 -

Le tue acrobazie estreme hanno un nuovo regista Rollei Bullet HD è la più piccola videocamera outdoor al mondo, insomma, la compagna ideale per chi ama le riprese ad alto rischio per immortalare le proprie acrobazie durante gli sport estremi, o anche, solo per cogliere l’attimo in vacanze dalle condizioni meteo difficili. La famiglia si rinnova dal punto di vista tecnico pur restando fedele al suo design a forma di proiettile che l’ha resa inconfondibile. Tutti e tre i modelli hanno in comune una scocca in alluminio rinforzato, resistente a immersioni sott’acqua fino a 10 metri, a cadute da un metro e a temperature fino a 20 gradi sotto zero. Da 113,00 a 225,00 euro

La TV dell’Ikea! No, non è uno scherzo! Se Vi piacciono i mobili Ikea, ma avete qualche problemino a farci stare la vostra attuale Tv e l’immancabile impianto home theater ora c’è una soluzione. Chi compra Uppleva, parola svedese che significa “esperienza”, oltre alla Tv si porta a casa anche un lettore Dvd Blu Ray e un impianto stereo 2.1 con subwoofer separato da posizionare dove si vuole - è wireless! Dentro Uppleva, trova posto un intero salotto digitale a partire da circa 730 euro.

Sempre “buona” la prima La startup californiana Lytro è riuscita dove tutti gli altri avevano fallito: trasformare la rivoluzionaria tecnologia Light Field Camera in una fotocamera per tutti. Una fotocamera plenottica (light field) è in grado di registrare la luminosità, l’intensità e soprattutto, la direzione di ogni singolo raggio di luce al momento dello scatto. Il vantaggio è che non devi preoccuparti di mettere a fuoco, e neanche badare troppo a tutte le altre impostazioni, perché te ne puoi occupare in un secondo momento. Le informazioni sono tutte memorizzate nell’immagine che puoi modificare a piacimento in fase di postproduzione sul computer. Insomma, scatti all’impazzata e metti a fuoco quando ti va.

Controlla il tuo bimbo dall’iPhone Smart Baby Monitor di Withings segna un’importante innovazione per le mamme in possesso di un iPhone, un’iPad o un iPod touch. Attraverso la fotocamera da 3 mega pixel, funzionante anche al buio e con zoom, il bimbo sarà sempre visibile dallo schermo del dispositivo associato. Grazie ai sensori, poi, i genitori potranno verificare in ogni momento i movimenti, i rumori, i cambiamenti di temperatura e i livelli di umidità, impostando le notifiche a proprio piacimento per ogni tipo di evento. Un microfono integrato consentirà alle mamme di ascoltare il bambino, mentre un piccolo altoparlante consentirà ai bambini di ascoltare una ninna nanna digitale oppure la voce rassicurante della mamma. A 299 euro da Shop Withings.


- 70 -

fuoriOrario

•Bugatti adesso

Dora Spagnulo

ti fa l’insalata

La goccia è l’elemento che caratterizza tutta la serie Acqua, una collezione dalle linee pulite ma forte nel carattere, realizzata con materiali pregiati come l’acciaio inox 18/10 e il vetro soffiato. Non poteva mancare, quindi, la nuova coppia insalata, composta da forchetta e cucchiaio firmati Bugatti, da abbinare all’insalatiera in vetro soffiato, con un diametro 30 x 14 centimetri. Prezzo 44 euro. Le posate abbinate (sempre in acciaio) da 30 centimetri costano 24 euro.

design

Il campeggio del futuro Dalla francese “Bubbletree” arriva il campeggio del futuro: “Cristal Bubble”. Si tratta di un’autentica bolla, fatta di materiale trasparente, riciclabile e anti ultravioletti. L’inventore di questa nuova gemma del “temporary housing” è il designer francese Pierre-Stéphane Dumas. La sfera, dal diametro di 4 metri, comprende un sistema di controllo dell’umidità e ricircolo dell’aria. Dal giardino di casa alla spiaggia d’estate: in soli 15 minuti l’effetto “Truman Show” è assicurato. Il costo di questa suite immersa nel verde oscilla dai 7.200 ai 9.000 euro.

La doccia emozionale Acqua, luci, colori e forme: il nuovo sistema di cromoterapia, progettato da Francesco Lucchese per Fir Italia, ha dato vita ad un prodotto di forte impatto, caratterizzato da un design che coniuga l’eleganza delle forme all’effetto hightech dei materiali metallici. I led interni al bordo del soffione creano un gioco di luci utilizzando l’effetto dell’acqua come elemento di rifrazione. Un accessorio da bagno capace di emozionare ed accarezzare i sensi. Disponibile in finitura Cromo, Black Coffee e Gold Colour.

Ufo Style Quando l’atmosfera si coniuga allo stile, nasce “UFO”. La lampada da tavolo, a batteria ricaricabile, disegnata da Frederic Gooris è la nuova frontiera dell’illuminazione che abbatte il confine tra lampadine e lampade: offre una soluzione di illuminazione flessibile adatta ad ogni momento e uso. Con il touch dimmer integrato è possibile creare la giusta atmosfera per ogni occasione, da quella di un intimo drink in giardino, all’allegra luce per la camera dei bambini.

Il numero che fa comodo Profilo avvolgente e sinuoso, design elegante e contemporaneo. Sono le caratteristiche principali di Missix, la nuova poltrona di Maurizio di Marzo dall’estetica innovativa e dall’anima che volge lo sguardo alle spirali minoiche di Santorini. Il nome deriva dall’evidente profilo a forma di 6 e, il materiale scelto, polietilene stampato con la tecnica rotazionale, si caratterizza per il suo essere totalmente riciclabile. La sua compattezza minimale garantisce solidità e comfort di seduta, cui si uniscono leggerezza e maneggevolezza. Una poltroncina progettata per gli ambienti domestici e outdoor.


- 71 -

Un’oasi di Charme Una dimora intima e silenziosa abbellita da un meraviglioso giardino digradante verso il mare: se state cercando un hotel di lusso, sospeso tra il mare ed il silenzio, l’Hotel Casa Morgano fa al caso vostro. Un boutique hotel, caratterizzato dai richiami all’architettura moresca, pavimenti in maiolica gialla e blu che s’intonano col cielo, marmi lucidati a specchio e grandi vetrate che si aprono su spettacolari terrazze vista mare. Il tutto unito alle migliori ricette della cucina caprese servite nel ristorante a bordo piscina e ad una lunga tradizione di ospitalità. Una camera doppia a notte vi costerà da 220,00 a 680,00 euro. Per info e prenotazioni 081/8370158

To Rome with love

5stelle

Nel cuore della “Città eterna” per antonomasia, il Rome Cavalieri è molto più di un albergo a 5 stelle: è un elegante rifugio incastonato in 6 ettari di splendido parco in stile mediterraneo che vanta una collezione d’arte che lo rende unico nel panorama degli hotel. Su richiesta, l’hotel organizza i “Tour di Lusso”, dove esperti in storia dell’arte conducono i propri ospiti alla scoperta dei tratti più suggestivi di Roma. Per godere di totale relax, tutti i giorni, dalle 7 alle 22, è d’obbligo farsi coccolare nella Cavalieri Grand Spa: 2.500 mq di puro benessere. Vasche idromassaggio, piscine, palestre, campi da tennis ed un meraviglioso bagno turco daranno la carica per affrontare lo stress quotidiano. Per info e prenotazioni 06/35091.


- 72 -

fuoriOrario

Giuseppe Mazzarino

Four Seasons, sembra fuori luogo ma qui si ferma l’orologio

gusto

Ristorante Four Seasons San Giorgio Jonico via Lecce 151 Tel. 099 5925125 lunedì chiuso

Magari capitando a San Giorgio Jonico, piccolo paese satellite di Taranto, l’insegna Four Seasons vi sembra una presa in giro, e tirate oltre: be’, sarebbe un grave errore. Il Four Seasons è infatti uno dei migliori ristoranti della Puglia (e non solo), caratterizzato per di più da un rapporto prezzo/qualità di stratosferica convenienza. Il nome non è una botta di megalomania, ma un omaggio di Mimmo Guarino ai suoi trascorsi lavorativi (oltreché un manifesto di cucina non solo di territorio ma anche di stagione). Il locale – in un anonimo palazzone – è però elegantemente sistemato ed accogliente (d’estate apparecchia all’esterno). La cucina risente molto del mercato, gli ingredienti sono freschissimi e molto territoriali (non tutti, ovviamente: in stagione, per esempio, ci sono tartufi porcini ed ovoli di primissima scelta), la creatività non è mai disgiunta dal buon senso. La cura dei particolari è minuziosa: anche pane, piadine, puccette con olive sono fatte in casa (dello stesso proprietario, affianco, è una pizzeria da asporto che usa ingredienti eccellenti). Antipasti geniali (la selezione “Profumi di primavera”, a 16 euro, prevede millefoglie di zucchine con scamorza affumicata, quiche con radicchio trevigiano tardivo, flan di asparagi novelli, carpaccio di vitellino con pomodorini e basilico, caponatina di melanzane; ma ci sono fra gli antipasti singoli, intorno ai 10 euro a portata o combinabili nella selezione, delicatissimi fiori di zucca fritti, farciti di ricotta; la composta di carciofi al profumo di lavanda e limone; o, d’inverno, patate fondenti con cardoncelli e formaggio; crostoni con foie gras e tartufo nero di Norcia; e ancora abbiamo eccellente ricordo del cestino di pasta fillo con ricotta di pecora, scaglie di mandorle, olio extravergine e sale nero della Hawaii). Fra i primi di stagione segnaliamo i tagliolini fatti a mano con burro e tartufo bianchetto molisano (15 euro), i tortelli farciti con fiori di zucca e crescenza (13), gli gnocchi di patate e ricotta su vellutata di Pachino (12) (in altre stagioni straccetti di pasta verde con chèvre francese e carciofi, 13, tagliolini con tartufo nero di Norcia, (20), pappardelle con cardoncelli e pancetta dorata, (13), paccheri con cime di rape e bottarga di muggine, (13). Fra i secondi si va dalla Fiorentina alla brace (per due, un Kg abbondante, (40 euro) al filetto al Primitivo e miele d’acacia (15), senza tralasciare le costine d’agnello con ginepro e balsamico riserva (16) (o, in inverno, i bocconcini di cinghiale al Barolo, (16), il petto d’anatra con ginepro e balsamico, (15), il cosciotto di maialino nel forno a legna, (15). Dolci da urlo (sfoglia alle mele, tortino di cioccolato senza farina, coppa di croccante con crema di mascarpone e frutti di bosco), frutta di stagione e sorbetti di vera frutta. Cantina notevole (anche buone bottiglie a buon prezzo), con distillati di alta classe (e costo adeguato). Curiosità: una ampia selezione di acque minerali, anche “preziose”. La miscela di caffè è superba. Cena completa (ma le porzioni sono generose: meglio antipasti e primo o secondo in alternanza, più un dolce) dai 40 euro in su, bevande a parte. Altamente raccomandabile.


- 73 -


- 74 -

Emilio Cattolico

Mare Vostrum

Puglia reginetta delmare La

2012

Con i suoi 835 chilometri di costa, la Puglia è la regina del mare in Italia, isole escluse. Con il suo bottino di Bandiere Blu consegnate lo scorso maggio, la nostra regione si candida ad essere anche quest’anno una delle mete preferite dai turisti, non solo Italiani. Un giusto riconoscimento, non solo alle nostre bellezze naturali, ma soprattutto allo sforzo di tanti piccoli – e giovani – imprenditori che lavorano nove mesi l’anno per regalarci un’estate da sogno. Allora non ci resta che augurarvi una Buona estate … in Puglia, naturalmente.

a

puglia

life

XXXVIII FESTIVAL DELLA VALLE D’ITRIA

Il Festival delle rarità

Si terrà a Martina Franca, in provincia di Taranto, dal 14 luglio al 2 agosto 2012, la 38° edizione del prestigioso Festival della Valle d’Itria. Un appuntamento ormai consolidatosi anche a livello internazionale, che metterà in scena alcune opere rarissime, mai eseguite prima. “Diventano quattro i titoli operistici in cartellone, dice nel comunicato ufficiale Alberto Triola: tutti lavori di rarissimo ascolto se non assolutamente nuovi, come un’opera inedita commissionata dal Festival, in prima esecuzione mondiale (la prima in trentotto anni di storia), e un’originale riduzione drammaturgicomusicale di un capolavoro barocco, sempre su commissione”. A cornice del festival, come tradizione, ci saranno una serie di eventi culturali, anch’essi inseriti nel programma “Valle d’Itria”. È il caso del tradizionale appuntamento con la musica sacra “Concerto per lo spirito”, con la Festa del Belcanto, con la consegna


aa

a Arte

L’universo femminile rappresentato dagli impressionisti in mostra al Palazzo della Marra di Barletta fino al 19 agosto

Natura

Riapre al pubblico dopo anni di chiusura forzata, la sensazionale Grotta Manaccora (o degli Dei) di Peschici. Fino al 30 settembre

Arte Overture La festa dell’arte. 62 artisti pugliesi omaggiano il mito di Pino Pascal. A Polignano a Mare fino al 29 agosto

dell’ambito Premio Celletti, e il grande e tanto atteso grande Concerto sinfonico di chiusura, per un totale di ventinove appuntamenti all’insegna della musica, il teatro, il cinema, il talento. Suggestive le location destinate al Festival: dal cortile del Palazzo Ducale al prezioso Chiostro di San Domenico, al piccolo teatro Verdi all’Auditorium Paolo Grassi di Cisternino. Passando per i contenitori “sacri” di questo Festival come l’Abbazia della Madonna della Scala e la Basilica di Santa Maria di Barsento di Noci.

BARI IN JAZZ 2012

Jarrett e Corea in concerto

Itinerari

Un tour suggestivo per le Masserie di Crispiano tra colori, sapori e tradizioni. Possibilità di pranzo con prodotti tipici. Su prenotazione: 329223506. Fino al 21 settembre

Musica

Torna in Puglia per la seconda volta un mito della musica internazionale. Patti Smith sarà in concerto a Molfetta in 18 luglio 2012. Info: 3403423405 info@areametro.it

Appuntamenti

Quarantatresima edizione del Premio Barocco sabato 21 luglio (ore 21) presso l’area portuale di Gallipoli. Quest’anno il saranno insigniti del prestigioso due grandi sportivi italiani: Nicola Pietrangeli e Lea Pericoli.

Tutto pronto per il “Bari in Jazz” 2012. Un’ottava edizione destinata a diventare leggenda. Il motivo è presto detto. Sul palco del teatro Petruzzelli si esibiranno due mostri sacri del jazz internazionale:Keith Jarrett e Chick Corea. Ma la rassegna avrà al suo interno diverse iniziative e concerti. Si inizia il 3 luglio (fino al 7 luglio) con il Summer Music Village: tre giorni di musica jazz trasformeranno il lungomare di Bari in un jazz club all’aperto. Torna, infatti, per la sua ottava edizione Bari In Jazz, festival organizzato da Abusuan con la direzione artistica del sassofonista Roberto Ottaviano. Tre gli spettacoli previsti, con il sostegno di Puglia Sounds, che vedranno protagonisti i portoghesi Maria João e Mário Laginha con l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, l’Ensemble Anninnìa

accompagnati da Lauren Newton, Nguyen Lee con la direzione di Paolo Damiani e le “poesie in musica” tratte dal progetto Crossing the bordes. A chiudere, la prima parte di programma, sarà il musicista francese Louis Sclavis che si esibirà con alcuni musicisti Gnawa. Cambio di location: L’8 luglio toccherà a Chick Corea aprire la mini rassegna “fuori programma” del Petruzzelli. Chiude il 27 luglio il mito della musica jazz contemporanea Keith Richard, accompagnato dallo storico trio formato da Gary Peacock al contrabbasso e Jack DeJohnette alla batteria. Per info: Bookingshow.com.

18° EDIZIONE DELLA CACTUSMANIA

Bellezze pungenti Una singola mostra mercato dedicata a tutti gli appassionati di piante cactacee e succulente provenienti da tutto il mondo. Un’occasione unica in cui si potranno ammirare specie rarissime e dalle forme più varigate come le yucche messicane particolarmente resistenti al freddo. Dal 01/07/2012 al 31/08/2012 a Taviano, in provincia di Lecce.

L’11 E IL 12 AGOSTO APPUNTAMENTO CON IL CONSUETO TORNEO STORICO

Oria medievale

Sbandieratori, compagnie d’armi, rioni e stemmi su scudi metallici. Ritorna il consueto appuntamento con uno dei tornei storici medievali più apprezzati in Italia. Nella splendida cornice della

cittàdina brindisina, le quattro contrade (rioni) oritane si sfideranno in una serie di gare di abilità e duelli simulati proprio come avveniva ai tempi del grande Imperatore Federico II, che in Puglia ha lasciato tracce indelebili della sua presenza come il maestoso maniero Svevo di Oria. Un importante e ben curato corteo storico – tra i più belli d’Italia – catapulterà i numerosi visitatori e turisti in una dimensione lontana, ma ben narrata nei libri di storia medievale. Info contatti e prenotazioni Asoociazione Turistica Proloco di Oria - 0831 845939.

IL 12 LUGLIO L’EX POLICE IN CONCERTO

Sting a Molfetta

La notizia è rimbalzata per mesi sulla rete: poi la voce è diventata certezza. Sting arriva in Puglia per un concerto unico al Sud Italia. Il compositore, cantante, attore e attivista per i diritti delle popolazioni dell’Amazzonia sarà in concerto a Molfetta, nello splendido scenario della Banchina di San Domencio (start 20.30) per un evento musicale tra i più importanti e memorabili di questa estate 2012. Per informazioni e biglietti collegarsi al sito www.bookingshow.it


- 76 Che cos'è il QR Code? Giugno 2012 - Anno IX - N° 2

Periodico di economia, cultura e sociale Registrazione Tribunale di Taranto numero 247/2004 Direttore Editoriale Emanuele di Palma Direttore Responsabile ed editing Rocco Viola Direzione e Redazione Via Vittorio Emanuele, 190 - Tel. 099 9577420 74020 San Marzano di San Giuseppe (Ta) rocco.viola@bccsanmarzano.it

www.bccsanmarzano.it info@bccsanmarzano.it Hanno collaborato: Tiziano Cappellini, Gianni Carbotti, Massimo Causo, Emilio Cattolico, Donatello Corallo, Beppe D’Amico, Rosellina De Santis, Laura Falcinelli, Andrea Fiorini, Giuseppe Imperatore, Francesco Lenti, Mariangela Marinelli, Maristella Massari, Mimmo Mazza, Giuseppe Mazzarino, Biagio Mazzei, Angelo Occhinegro, Giuseppina Petrelli, Alfonso Raguso, Vittorio Ricapito, Mimmo Rodia, Mauro Roussier-Fusco, Dora Spagnulo, Valentina Vinci, Alessandro Zizzo Foto: Aleteia, Archivio BCC San Marzano di San Giuseppe, Atletica Saracino, Azione Cattolica Sava, Boeing, Gessica Caramia, Chianti Banca, Fotolia, Claudia Sangirardi, Circolo Tennis Grottaglie, Talmus Art, Antonio Zanata L’Archivio Storico di Sportello Aperto è scaricabile gratuitamente in formato PDF sul sito www.bccsanmarzano.it Stampa Litografia Ettorre - Grottaglie (Ta) Sportello Aperto è amico dell’ambiente. È stampato su carta ecologica

I codici QR sono codici a barre bidimensionale che possono memorizzare informazioni come URL, indirizzi e-mail o anche semplicemente un bigliettino da visita. Utilizziamo questi codici QR poiché all'interno di un solo crittogramma possono essere memorizzati fino a circa 4000 caratteri alfanumerici, più che sufficienti, quindi, per contenere tutto l'indirizzo Web di un sito. I codici QR sono facilmente leggibili da uno Smartphone di ultima generazione dotato di videocamera. Sui siti Apple Store e Android Market è possibile scaricare l'applicazione chiamata "scanner QR code" da installare sul proprio Smartphone.

Come funziona il QR Code?

Una volta scaricata l'applicazione ed installata sul proprio Smartphone, va lanciato il programma. Lo schermo dell’apparecchio verrà oscurato lasciando solo un quadrato, tagliato a metà da una linea rossa. La linea rossa va centrata a metà del QR Code e si deve attendere fino a quando i tre led verdi agli angoli del codice, appaiono come in figura.

Presidenza e Direzione Generale Via Vittorio Emanuele, 190/A - 74020 San Marzano di S.G. Centralino 099 9577411 Segreteria Generale 099 9577412 Relazioni Esterne 099 9577420 Borsa e Finanza 099 9577428 Fax 099 9575501 San Marzano di San Giuseppe Via Vittorio Emanuele, 190/A 099 9577441 - 099 3789040 (fax) Taranto Via Pupino, 13 (ang. C.so Umberto) 099 4535806 - 099 3789043 (fax) Taranto 2 Via Umbria, 216 (ang. Via Romagna) 099 374973 - 099 3789044 (fax) Faggiano Via V. Emanuele (ang. Via Alfieri) 099 5914229 - 099 3789045 (fax) Grottaglie Filiale: Via Messapia (ang. Via Emilia) 099 5637899 - 099 3789041 (fax) Leporano Via De Gasperi, 37 (Pal. A) 099 5315002 - 099 3789042 (fax) Francavilla Fontana C.so Garibaldi, 77 0831 812855 - 0831 343011 (fax) Villa Castelli Via per Ceglie 0831 860195 - 0831 343010 (fax) Massafra Via Falcone, 8 099 8854266 - 099 3789047 (fax) Sava Via Mazzini, 118 099 9746172 - 099 3789046 (fax)

A questo punto lo Smartphone emetterà un "beep" e comparirà un messaggio. Scelta l'opzione desiderata, si potrà: - Aprire il link con il browser di navigazione; - Condividere il link via e-mail; - Condividere il link via SMS.


BCC - Sportello Aperto giugno 2012  

Periodico della BCC San Marzano di San Giuseppe dove ritrovare le attività svolte dall’Istituto all’interno del territorio, gli eventi e mol...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you