Issuu on Google+

Anno VI - Numero 3 - Ottobre 2011

QUADRIMESTRALE DI INFORMAZIONE PER I SOCI E CLIENTI DELLA BCC MEDIOCRATI

Piano di razionalizzazione degli sportelli sul territorio, trasferita la filiale di Castrovillari

Al centro, con

Enzo Bilotti: il mecenatismo e il “MAB”

Inserto speciale Con Noi “Giovani Soci”

Bando per le borse di studio anno 2011

responsabilità sociale

BCC Mediocrati, una banca per lo sport


Editoriale

Costruire la ripresa Cari Soci,

BCC Mediocrati Registrato presso il Tribunale di Cosenza nr. 795 del 7.12.2006

Direttore Nicola Paldino Direttore responsabile Federico Bria Progetto grafico Ciscra SpA Stampa Ciscra SpA Villanova del Ghebbo (Ro) Direzione e Redazione Centro Direzionale Via Alfieri, snc 87036 Rende (Cs) Tel. 0984.841806 – Fax 0984.841805 segreteria@mediocrati.bcc.it www.mediocrati.it

la recente visita del Papa in Calabria non può non generare un momento di riflessione sulle nostre comunità e sulle linee guida del nostro cammino comune. “Non arrendetevi!” ha detto ai Calabresi il Santo Padre, utilizzando una metafora sismica per richiamare l’urgenza di adottare comportamenti differenti sul piano strutturale e sociale. Benedetto XVI ci ha esortato a prenderci cura del bene comune e a non cedere al pessimismo. Negli stessi giorni, il Governatore della Banca d’Italia Mario Draghi lanciava un grido d’allarme sulle difficoltà che incontrano le giovani generazioni nell’Italia di oggi. “Per i giovani – ha detto il prossimo presidente della BCE – c’è un problema di inutilizzo del loro patrimonio di conoscenza, della loro capacità di innovazione. Stanno aumentando le disuguaglianze nelle condizioni di partenza, tanto che il successo professionale dipende più dal luogo di nascita e dai genitori che dal titolo di studio”. Il rapporto Svimez 2011 sul Mezzogiorno d’Italia dipinge scenari futuri catastrofici, parlando addirittura di “tsunami demografico”. In questo contesto, oggi come cento anni fa, la nostra Banca opera sul piano dell’impegno sociale, in diretta connessione con la principale attività di natura bancaria. Nell’art. 2 dello Statuto è scritto che “la società si distingue per il proprio orientamento sociale e per la scelta di costruire il bene comune”. Non si tratta di una semplice dichiarazione d’intenti; è semmai un principio che caratterizza la nostra stessa natura. A questo disegno strategico rispondono numerose iniziative, tra cui il “Rapporto sull’economia cosentina”, giunto alla settima edizione. Uno strumento di conoscenza, ma anche di stimolo a chi deve chiedere strutture e servizi e a chi deve operare per realizzarli. Nell’ambito di questo studio, nei due anni precedenti, abbiamo analizzato il rapporto Imprese-Pubblica Amministrazione rilevando una realtà che necessita di soluzioni non più differibili. Quest’anno abbiamo chiesto all’Istituto Demoskopika di realizzare il focus annuale sui giovani, sul loro impegno nelle aziende e sulle prospettive che intravedono nell’immediato futuro.Abbiamo verificato che i giovani, per quanto problematico possa apparire lo scenario, hanno energie, passione e, soprattutto, non rinunciano alla speranza di contribuire a costruire un futuro migliore. Ma perché possa riprendere la crescita, bisogna dedicarsi al presente e fare in modo che le giovani generazioni abbiano punti di riferimento certi, sicuri, di cui potersi fidare. La Banca lavora anche per questo, in una più ampia opera di costruzione di bene comune. Nicola Paldino Presidente Credito Cooperativo Mediocrati


Numero 3 - Ottobre 2011

2

Inaugurato il nuovo sportello della BCC Mediocrati a Castrovillari Centro

Una filiale nuova a metà Una radiosa giornata di sole ha fatto da cornice alla inaugurazione della nuova filiale della Banca nel centro di Castrovillari. Le tante persone radunatesi il 30 settembre hanno salutato una filiale nuova a… metà. Lo sportello aperto in Via Caldora, infatti, non si aggiunge a quelli già esistenti, ma rientra in una politica di razionalizzazione delle filiali nella zona della Sibaritide. In precedenza, infatti, c’erano la filiale di Morano Calabro e la filiale dello svincolo autostradale Castrovillari/Frascineto. Dal 1° di ottobre, invece, le filiali sul territorio sono state portate: una a Castrovillari centro e l’altra a Frascineto, in Via Diaz. “La nuova filiale di Castrovillari testimonia la volontà della Banca di essere vicina alle persone, anche nei centri urbani”. È quanto ha detto il presidente della BCC Mediocrati ai tanti soci e clienti della Banca accorsi per l’occasione. “Noi siamo una banca differente – ha sottolineato Nicola Paldino – perché coniughiamo alla corretta amministrazione del buon padre di famiglia, la propensione ad affiancare lo sviluppo del territorio e dei suoi operatori”. All’inaugurazione hanno preso parte il sindaco di Castrovillari, Franco Blaiotta, il consigliere regionale e sindaco di Cassano, on. Gianluca Gallo, e il sindaco di Frascineto, Francesco Pellicano. I tre primi cittadini hanno sottolineato l’importanza di irrobustire la rete del risparmio calabrese in un momento difficile per l’economia e a sostegno delle comunità locali. La Federazione delle BCC Calabresi era rappresentata dal presidente Michele Aurelio e dal direttore generale Pasquale Giustiniani. “Il Credito Cooperativo opera non solo sul piano economico – ha sottolineato il presidente della Federazione Calabrese delle BCC, Aurelio – ma con spirito sociale. L’attività della BCC Mediocrati ne è una testimonianza concreta”. Al termine della cerimonia di inaugurazione si è passati al consueto taglio del nastro, preceduto dalla benedizione di Padre Flavio Paladino.

Sopra e a lato, momenti dell’inaugurazione della nuova filiale di Castrovillari


www.mediocrati.it

Nuovo territorio di competenza La razionalizzazione degli sportelli ha comportato una leggera modifica nella mappa di competenza territoriale della Banca. Le filiali restano 17, ma i comuni passano da 77 a 74. Con lo spostamento delle filiali, infatti, non rientrano piÚ nell’area di competenza territoriale il territorio comunale di Mormanno, in Calabria, e quello dei comuni di Rotonda e Viggianello, in Basilicata.

3


Numero 3 - Ottobre 2011

4

“Powered”,

la carta che si paga da sola La nuova carta di credito distribuita dalla nostra banca si chiama “Powered”, che letteralmente significa “alimentata”. Ma il significato di Power è, principalmente, “potenza”, perciò quella alimentazione ha un valore ben preciso ed è strettamente riferito alle capacità della Carta. E che queste capacità siano assai gradite dai nostri clienti è ampiamente dimostrato dal grande successo che la Carta sta riscuotendo presso gli sportelli delle nostre filiali. Quali sono i principali vantaggi?

a) Addebito in c/c fino a 48 giorni dopo la data di acquisto, e per le carte Impresa e Gold addebito in c/c fino a 58 giorni dopo la data d’acquisto; b) In caso di furto il denaro sottratto (prelevato all’ATM) e i beni acquistati con la carta restano protetti previa denuncia all’autorità di polizia giudiziaria entro le 24 ore dal furto e consegna della documentazione necessaria; c) Estensione di un anno della garanzia biennale prevista per legge; d) Consente di essere rimborsati entro 30 giorni dall’acquisto se il bene non soddisfa l’acquirente; e) Massima sicurezza contro frodi e clonazione grazie ai servizi “secure code” (specifica password da inserire per gli acquisti su Internet) e “sms alert” (invio di un Sms sul telefonino del titolare).

Ma il vero vantaggio di Carta Powered consiste in un meccanismo “rivoluzionario”:“se la usi non la paghi”. La carta, infatti, è stata concepita per… pagarsi da sola. Come? Spendendo nell’arco dell’anno almeno l’importo specificato nella tabella, il titolare della carta non paga il canone per l’anno successivo. Mica male, vero? Tipo Carta

Canone annuo

Soglia per canone gratuito

Base

€ 30,99

€ 7.000

Base soci

€ 15,00

€ 3.500

Gold

€ 100,00

€ 20.000

Gold soci

€ 60,00

€ 10.000

Impresa

€ 55,00

€ 12.000


www.mediocrati.it

Borse di studio in aumento Le borse di studio annuali per soci e figli di soci sono state tra i primi progetti portati avanti dalla BCC Mediocrati. Le iniziative erano già note ai soci delle tre BCC preesistenti, perciò, è stato naturale proseguire nella iniziativa congiuntamente. In questo modo, infatti, la Banca ha inteso offrire ai più meritevoli la possibilità di irrobustire il proprio curriculum dopo aver conseguito un titolo di studio affine con le attività bancarie. La novità di quest’anno consiste, innanzitutto, nel numero. Le borse saranno 12 e non 8 come nel recente passato. Inoltre, per la prima volta, viene allargato lo spettro delle competenze richieste ai giovani soci o figli di soci. Come sempre, vengono riservate 8 borse di studio a coloro che (soci persone fisiche e figli di soci) nel periodo 1 ottobre 2010/30 settembre 2011, abbiano conseguito, con il massimo dei voti, uno dei seguenti titoli di studio:  laurea vecchio ordinamento o specialistica in discipline economiche e sociali, economia aziendale, economia e commercio, scienze statistiche, economia applicata, giurisprudenza per l’economia e per l’impresa, statistica ed informatica per l’economia e la finanza, giurisprudenza, ingegneria informatica e gestionale;  laurea 1° livello (triennale) in: diritto e economia, discipline economiche e sociali, economia, economia aziendale, metodi quantitativi per l’economia e la gestione delle aziende, ingegneria informatica e gestionale;  diploma in ragioneria, perito aziendale e informatico. Da quest’anno, inoltre, ulteriori 4 borse di studio sono riservate a coloro che, nel periodo indicato, abbiano conseguito, con il massimo dei voti, uno dei seguenti titoli di studio:  laurea vecchio ordinamento o specialistica o laurea 1° livello (triennale) in: scienze della comunicazione, teoria della comunicazione e comunicazione pubblica, scienze politiche, scienze politiche e relazioni internazionali, scienze delle pubbliche amministrazioni, scienze delle politiche e dei servizi sociali, scienze dell’amministrazione, servizio sociale e sociologia. Come ogni anno, le borse di studio consentiranno un’esperienza d’apprendimento lavorativo della durata di tre mesi, non prorogabili, da svolgersi presso una delle Filiali dell’istituto. A ciascun borsista sarà corrisposto un importo mensile di € 700. Il bando completo è disponibile presso le filiali della Banca o scaricabile dal sito internet ufficiale (www.mediocrati.it). Le domande di partecipazione, in carta semplice e con allegata la documentazione comprovante il possesso dei requisiti, dovranno pervenire o essere trasmesse a mezzo raccomandata A.R., improrogabilmente entro il 9 dicembre 2011 al Credito Cooperativo Mediocrati - Centro Direzionale - Via Alfieri - 87036 Rende”.

5


Numero 3 - Ottobre 2011

6

Benvenuto in banca L’ABI ha realizzato in collaborazione con il Consorzio CBI la brochure info/formativa multilingue – “Benvenuto in Banca” – per facilitare l’accesso degli immigrati ai servizi finanziari. La guida, scritta in collaborazione con ACLI, ARCI, Caritas Italiana, Cespi, CISS, UNHCR (Agenzia ONU per i rifugiati), spiega infatti con linguaggio molto semplice tutti i servizi disponibili presso gli sportelli bancari e on line. BCC Mediocrati ha adottato il testo inserendolo sul proprio sito internet e mettendolo a disposizione sui totem presenti nelle filiali della banca. La brochure è una vera e propria guida ai servizi della banca, sia in italiano che in albanese, in arabo, in cinese, in francese e in inglese. Si tratta di una pubblicazione che contiene le risposte a molte domande frequenti, che “sorgono spontanee” soprattutto a cittadini immigrati da altri Paesi e che parlano una lingua diversa dall’italiano. La brochure multilingue non è la prima attività che la BCC Mediocrati realizza per cittadini di altre nazionalità. È attivo dal 2006, infatti, il progetto di micro finanza “Migrantes” destinato alla inclusione bancaria dei soggetti stranieri ma residenti nell’area territoriale di nostra competenza. Nell’anno del centenario, infatti, la Banca ha presentato l’iniziativa con l’ambizioso intento di portare il proprio contributo all’azione di inclusione sociale degli immigrati. Il conto prevede condizioni particolarmente favorevoli, senza spese fisse e con 60 operazioni gratuite. Con Migrantes è possibile trasferire denaro all’estero, ricevere l’accredito dello stipendio, collegare un mutuo per acquisto casa, collegare una carta ricaricabile, richiedere prestiti personali. Sono previsti, inoltre, mutui chirografari e ipotecari.


www.mediocrati.it

7° Rapporto economico BCC Mediocrati

Il futuro dei giovani imprenditori È dal 2005 che la Banca realizza il rapporto sull’economia della provincia di Cosenza, costituendo un osservatorio privilegiato dei fenomeni economico-sociali del contesto locale. Il Rapporto, distribuito in formato cartaceo in occasione della presentazione e divulgato integralmente sul sito della Banca, rappresenta un patrimonio prezioso di conoscenza e di supporto per le decisioni del sistema imprenditoriale ma anche delle istituzioni e degli altri attori che hanno il compito di promuovere lo sviluppo del territorio. La presentazione del Rapporto costituisce annualmente un appuntamento di rilevante interesse, atteso dalla comunità per il suo elevato valore conoscitivo e per l’importante contributo che fornisce al dibattito sullo sviluppo ed alle possibili linee di intervento che ne possono derivare. Nel 2011, in collaborazione con l’Istituto Demoskopika che cura la ricerca, il focus è incentrato sul mondo della imprenditorialità giovanile. In tal modo si approfondisce ancora di più la consueta dettagliata fotografia strutturale del sistema economico cosentino, arricchita dal trend evolutivo di medio-lungo periodo costruito sui rapporti precedenti. Il titolo della giornata di presentazione è: “Futuro economico. L’ascesa dei giovani imprenditori”. Dopo l’introduzione del presidente Paldino, la presentazione della ricerca è affidata al direttore dell’istituto Demoskopika, Nino Floro. Questi gli interventi all’incontro, ospitato come sempre nella Sala De Cardona del Centro Direzionale della Banca: Michele Aurelio, Presidente Federazione Calabrese delle BCC; Daniela Giordano, Presidente Club Giovani Soci BCC Mediocrati; Luisa Zappone, Direttore Banca d’Italia – Filiale di Catanzaro; Juan Lopez, Responsabile Ufficio Studi e Ricerche – Federcasse; Sebastiano Caffo, Presidente Giovani Confindustria Calabria; Giuseppe Scopelliti, Presidente Giunta Regionale della Calabria. I lavori sono coordinati dal giornalista del Sole 24 Ore Sud, Francesco Prisco.

Futuro economico. L’ascesa dei giovani imprenditori Rende, giovedì 10 novembre 2011 Sala “De Cardona” Centro Direzionale Credito Cooperativo Mediocrati

7


Numero 3 - Ottobre 2011

8

na itaan litana olit pol trop tro tr Metropo Meetropolita si Met cidiocceesi rcid Arcidioc Ar o ano

Biisign Bisigna nza - B C sen Cosenz Cos di Co di     

  



              oro voro avo av il llavoro ociiallii e il sociali blemii ssoci ble prrobl problemi

BCC Mediocrati e il microcredito

no ntan nta enta resen Pres P

ziione tazi ota ro di rot do di do Fond F ae ale sociial tico - soc eti et INATORE MIN MI EM IL SE per il lavoro. i maggic ma forrmulle magiche for fo toono formule esiisto es Non esistono “N “Non ligg lligenza tellllig nelll’iinte nvestire nell’inte inve investire rrre investi coorre cco Occorre Occ soone””. rso ers persone per dellle persone” re delle ore cuor e nell cuore do Mario Operti) do ((don

nfo nfffo IInfo

ana litaana olitana opol tropolit tro Meettr Metrop esi Met Arcidiocesi nano ign issig Biisi enza - Bisigna senza di Cosenz  





             oro lavo il lavoro sociialli e il problemi sociali enza sen Cosenz Cose 00 Cos 71000 8710 87100 Piazza Parrasio, 166 - 87 877766 687776 844.68 9984 73 -  00984.687  0984.687773 it o.it io io.it l i g rg i v @ @v @virgil astllav as astlav@ pastlav p  pa it s.iit cs.it ocs oro av avo lavoroc l elavoro el le l a ale to tora s st storale as astorale www.p sito:

11.0000 200100 ore 11.0 ree 201 bre b obr ob tto ott dĂŹĂŹ 18 otto d ed edĂŹ uned llun mi mi emm Ste d li Stem Salone degl no signaano si isign Bis C nza-B esi Cose iocesi Dioc Di

Da diversi anni la Banca opera nel campo della microfinanza (progetto migrantes) e del microcredito. In questo secondo caso sono diversi i programmi in essere. Due di questi, “Voglio Restare� e “Il Seminatore�, sono stati concepiti direttamente dal nostro istituto con la collaborazione del Confidi Magna Grecia e della Curia di Cosenza-Bisignano.

Lo L sviluppo il del microcredito, e dei suoi possibili risultati in Italia, è al centro dell’attivitĂ  dell’Ente nazionale per il Microcredito. L’organismo, classificato ente pubblico non economico, con legge n. 106 del 12.07.2011, sta realizzando un “monitoraggio dell’integrazione delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale

dei sistemi produttivi relativamente al microcredito e alla micro finanza�. In quest’ambito la nostra Banca è stata chiamata a relazionare in due seminari svoltisi a Reggio Calabria e a Messina, a cavallo dei mesi estivi del 2011. Nell’occasione sono stati presentati i risultati relativi ai programmi di microcredito che la banca realizza o a cui partecipa. In particolare, è stato evidenziato il percorso di crescita e di consapevolezza maturato all’interno della struttura aziendale riguardo alla necessità che i soggetti finanziati possano/debbano utilizzare una struttura di supporto tecnico. Dopo le prime esperienze, infatti, è apparso chiaro il bisogno di rafforzare (in un processo di empowerment) le capacità dei giovani, in modo da consentire loro di confrontarsi con professionisti capaci di indirizzarli e/o di consigliare loro le migliori strade per avviare o proseguire il proprio business nel migliore dei modi. A Messina, il 13 e 14 ottobre, l’Ente per il Microcredito ha anche divulgato i risultati del monitoraggio sul microcredito realizzato nelle otto regioni del Centro Sud. I dati sono lusinghieri anche per la nostra banca, visto che su un ammontare complessivo di ₏ 3.866.105, ben ₏ 699.692,68 sono stati erogati dalla BCC Mediocrati che, in percentuale, ha realizzato il 18,1% del microcredito prodotto nel Centro-Sud Italia durante l’anno 2010. Un risultato che ci inorgoglisce e che ci spinge a fare sempre di piÚ e meglio a favore dei giovani che vivono nel nostro territorio.


www.mediocrati.it

Presentato nella Sala De Cardona il progetto di ricerca COLFIBEN

La ginestra dopo il petrolio Il 24 ottobre nella Sala De Cardona è stato presentato ai soci e clienti della Banca il progetto di ricerca Colfiben. Il prof. Chidichimo, dell’Unical, ha spiegato che la nostra università, sin dal maggio 2009, insieme al Consorzio di ricerca Tebaid e all’impresa Aloise, ha presentato alla Regione Calabria il progetto di ricerca per lo sviluppo della filiera della ginestra e di altre piante da fibre ed energetiche (sorgo da fibra e canna comune). La sperimentazione è stata avviata nel 2010. Nel progetto sono state previste ricerche sui biocarburanti di seconda generazione, estratti da piante non alimentari (sorgo e canna, oltre che ginestra), sui pannelli in ginestra soprattutto per la bioedilizia e su una macchina per il taglio della ginestra. È stato realizzato anche un campo sperimentale nel Comune di Cetraro. Il Know how acquisito nell’ambito del progetto COLFIBEN produrrà tre nuovi brevetti internazionali, che sono in fase di applicazione. Il progetto COLFIBEN fa seguito al progetto CRF-Unical, finanziato dal Ministero della Ricerca Scientifica dal 2004 al 2006, che ha permesso all’Unical di depositare finora quattro brevetti:  Processo di estrazione della fibra di ginestra;  Processo per l’estrazione di oli essenziali e di acque aromatiche da matrici vegetali (senza alcun solvente) ;  Biodreni per la bonifica di siti contaminati realizzati con fibre naturali ad elevato sviluppo superficiale;  Materiali compositi ottenuti da fibre naturali di ginestra e polimeri naturali e sintetici. (pannelli ad alta e bassa densità per l’edilizia ed altri settori industriali). Il prof. Chidichimo, nel ruolo di coordinatore del progetto, ha illustrato i prototipi di filati e di tessuti in ginestra realizzati in collaborazione con il Linificio del Gruppo Marzotto. Allo scopo di valorizzare i risultati delle ricerche sopra menzionate, che hanno suscitato anche l’interesse della SHELL, il MIUR ha recentemente approvato un nuovo progetto di ricerca, nell’ambito dei materiali avanzati per i trasporti ecocompatibili. Questo nuovo progetto è stato presentato da 16 partners, tra cui il Centro Ricerche Fiat, altri grandi gruppi, varie università e PMI, di cui 5 localizzate in Calabria. Il progetto ha anche la finalità di realizzare un impianto pilota automatizzato per la produzione di fibre naturali, che potrà favorire l’avvio di nuove attività industriali in Calabria.

9


Numero 3 - Ottobre 2011

10

Insieme, contro il dolore cronico Anche la BCC Mediocrati ha affiancato ICCREA Banca nel sostegno alla Fondazione ISAL (l’istituto che promuove la conoscenza, la ricerca e la formazione nell’ambito della terapia del dolore). In occasione della “Giornata nazionale contro il dolore”, domenica 16 ottobre, lo stand della Fondazione era presente anche in piazza 11 settembre a Cosenza. In cosa consiste la sponsorship del movimento del Credito Cooperativo? Sin dall’aprile scorso è stato attivato un call center dedicato a tutti i clienti delle Banche di Credito Cooperativo possessori della CartaBCC. Contattando il call center – al Numero Verde 800 10 12 88, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 16.00 – è possibile ricevere informazioni sui Centri di Terapia del Dolore più vicini all’utente, e ottenere un primo aiuto tramite la consulenza telefonica di un terapista del dolore della Fondazione. Grazie a questa iniziativa, Iccrea Banca rinnova l’impegno di tutto il Gruppo bancario Iccrea (l’insieme delle aziende che lavorano a sostegno dell’operatività delle BCC) a beneficio del ruolo svolto dal Credito Cooperativo sul territorio, non solo dal punto di vista industriale (grazie a tutti i servizi compresi nella CartaBCC e destinati alla clientela corporate e retail delle Banche), ma anche da quello sociale, e in particolare

Insieme per la cura e la terapia del dolore cronico

per la tutela del benessere e la sensibilizzazione verso questa patologia. Dal 15 marzo 2010 la legge sul dolore sancisce il diritto a non soffrire, e di questo diritto Fondazione ISAL ne ha fatto una bandiera e per esso si è battuta sin dal 1993, anno della sua costituzione. La Fondazione, attraverso una struttura ampia e articolata, coniuga in essa voci diverse che si traducono in un unico coro teso a creare sempre nuove prospettive per alleviare le sofferenze dei malati di dolore cronico. Il Movimento del Credito Cooperativo, inoltre, tramite Iccrea Banca sostiene l’impegno della Fondazione ISAL nel settore della ricerca sul dolore alla ricerca di nuove terapie per poter vivere senza la faticosa persistenza quotidiana del dolore. Il dolore cronico è una piaga ed un costo sociale che colpisce in Italia oltre 12 milioni di persone, pari al 20% della popolazione attiva (in prevalenza quella femminile), 3 milioni di ore lavorative e 3 milioni di euro in farmaci e prestazioni sanitarie. Eppure il dolore è una malattia culturalmente quasi sconosciuta alle Autorità Sanitarie. In quasi venti anni di attività la Fondazione ISAL ha dato una risposta concreta a questo vuoto culturale e legislativo, formando oltre l’85% dei medici specialisti in terapia del dolore e promuovendone la conoscenza, la ricerca e la formazione.


Testi di Angela Altomare

Assemblea straordinaria 2011

Giovani soci insieme verso il futuro Un momento di incontro tra i giovani soci e uno spazio di confronto sulle loro idee e sulle loro proposte per guardare e costruire insieme il futuro del Club. Ha rappresentato ciò l’Assemblea Straordinaria 2011 del Club Giovani Soci BCC Mediocrati. Presenti nella Sala De Cardona accanto ai soci fondatori, tanti nuovi giovani soci che hanno aderito di recente all’associazione. “Dopo nove mesi dalla costituzione – ha commentato Daniela Giordano, presidente del Club Giovani Soci BCC Mediocrati – abbiamo voluto accogliere i giovani soci che sono entrati a far parte di quella che considero una grande “famiglia” e saldare ancora di più il rapporto tra questi e i giovani soci fondatori”. All’ordine del giorno dell’Assemblea la descrizione dell’organizzazione dell’associazione per aree tematiche. Due le aree previste inizialmente: area studio e area post-scuola e lavoro. I lavori dell’assemblea sono stati aperti dal Presidente della BCC Mediocrati, Nicola Paldino, che rivolgendosi ai Giovani Soci, ha detto: “con il Club abbiamo voluto costruirvi una palestra in cui esercitarvi; un luogo che possa consentirvi di conoscervi, di scambiare le vostre idee, confrontarle, integrandole, con quelle degli altri”. Gli interventi dell’Assemblea sono stati trasmessi in tempo reale su facebook attraverso la pagina del gruppo “Club Giovani Soci BCC Mediocrati”. Attraverso la piattaforma interattiva anche i Giovani Soci non presenti fisicamente hanno avuto l’opportunità di seguire i lavori dell’assemblea, porre domande e avanzare proposte e osservazioni.

Presente alla riunione in qualità di ospite Francesco Foglia. Il giovane di San Giovanni in Fiore, a Bruxelles è stato protagonista insieme ai vertici di Facebook e Netlog, dell’udienza pubblica del Parlamento Europeo dal titolo “European Yoth Portal- A European Social Network?”. “La partecipazione e la cooperazione in ogni sua forma,anche attraverso i social network e la rete – ha detto Francesco Foglia – rappresentano una chiave di volta nella vita di ogni persona.Voi Giovani Soci avete delle grandi possibilità: una fra tutte, quella di poter realizzare dei progetti per il sociale con il supporto di questa Banca,che attraverso la nascita del Club sta svolgendo un ruolo importante e finalmente concreto per i giovani calabresi”. Durante la riunione il Consiglio Direttivo del Club ha illustrato le iniziative in programma. Un corso di fotografia, uno

di lingua inglese e tante altre iniziative che vedano il coinvolgimento dei giovani e dei territori nei quali vivono. Al termine dell’Assemblea, è stata consegnata ad ogni partecipante la tessera “Social Club”. La card permetterà ai Giovani Soci di usufruire di agevolazioni e sconti presso le attività commerciali convenzionate con il Club.


Numero 3 - Ottobre 2011

12

“Social Club”, una carta differente Si chiama “Social Club” ed è la card che permette ad ogni membro del Club Giovani Soci di usufruire di sconti e agevolazioni su prodotti e servizi presso le attività commerciali convenzionate. Le prime “Social Club” sono state distribuite in occasione dell’Assemblea Straordinaria 2011. La carta, nominativa e gratuita, è valevole fino alla data del compimento del 32esimo anno d’età. L’elenco completo delle attività commerciali convenzionate con il Club, i relativi sconti praticati e il modulo di convenzione per le aziende sono disponibili sul sito www.mediocrati.com. Convenzionarsi con il Club è semplice e gratuito. Basta compilare e inviare il modulo al seguente indirizzo:

Club Giovani Soci BCC Mediocrati, Via Alfieri – Rende (CS) Tante le aziende presenti sul territorio che hanno deciso di farsi conoscere tra i giovani soci aderendo all’iniziativa.


www.mediocrati.it

Giovani Soci ai tempi di Facebook Una pagina, un gruppo e un profilo per permettere ai Giovani Soci con un solo click di interagire tra di loro incontrandosi in una sorta di “piazza” virtuale. È quanto accade su Facebook. Il Club Giovani Soci BCC Mediocrati è presente sul popolare social network fin dalla sua costituzione. Link, post, immagini scattate durante le iniziative vengono quotidianamente “linkati”sia sul gruppo che sulla pagina dedicata al Club. È su quest’ultima, che ad oggi conta più di 150 “mi piace”, che si possono trovare tante utili informazioni sulle iniziative passate e future organizzate dall’associazione. Rappresenta, invece, una vera e propria piattaforma interattiva la pagina del gruppo “Club Giovani Soci BCC Mediocrati”, che conta ben 170 membri. Uno spazio nel quale ogni giovane socio può pubblicare e condividere “contenuti” di ogni genere. Da quelli che riguardano strettamente la vita del Club alle tante notizie che corrono quotidianamente in rete, passando per i video musicali. Un luogo “virtuale”, capace di annullare le distanze, nel quale avere l’opportunità di incontrarsi,confrontarsi e scambiare idee ed esperienze. Di recente nascita, invece è il profilo Facebook del Club, che ha fatto il suo debutto in occasione dell’Assemblea Straordinaria dello scorso 14 Ottobre.

Sotto, Giovani Soci al II Forum Nazionale di Montichiari A lato, il Presidente Azzi con i Giovani Soci delle BCC italiane

Il Club a Montichiari per preparare il II Forum Nazionale dei Giovani Soci BCC Due giorni pieni di idee, proposte ed entusiasmo. Due giorni pieni di voglia di fare, voglia di esserci e far sentire la propria voce, per guardare insieme in una sola direzione: il futuro dei giovani all’interno del movimento del credito cooperativo. Ha racchiuso tutto ciò l’ “Incontro Preparatorio per il II Forum Nazionale dei Giovani Soci delle BCC italiane”. Il meeting,coordinato da Federcasse e organizzato dalla BCC del Garda, si è svolto a Montichiari (BS). Il Club Giovani Soci BCC Mediocrati ha partecipato all’incontro insieme ad altre otto giovani realtà associative delle BCC italiane. I lavori sono stati aperti dal presidente di Federcasse,Alessandro Azzi, che ha voluto personalmente dare il benvenuto ai giovani rappresentanti dei club, delle consulte, dei comitati provenienti da tutt’Italia. I rappresentanti del Club Giovani Soci BCC Mediocrati, insieme ai rappresentanti della BCC di Trento, Vignole, Garda, Roma, Genzano, Alcamo, Roscigno e Grosseto, sono stati chiamati a confrontarsi su temi come il ruolo dei giovani all’interno del credito cooperativo, su cosa le nuove generazioni si aspettano da esso in futuro e su come quest’ultime possano farsi promotrici dei valori cooperativi all’interno dei territori. Non sono mancati i momenti di confronto e di condivisione di idee, iniziative e progetti intrapresi dalle singole associazioni presenti sul territorio nazionale. A Montichiari, inoltre, i rappresentanti delle giovani realtà associative si sono confrontati in previsione dell’organizzazione del “II Forum Nazionale dei Giovani Soci delle BCC italiane” e della loro partecipazione al XIV Congresso Nazionale del Credito Cooperativo, che si terranno a Roma dall’8 all’11 dicembre. “Un’esperienza estremamente costruttiva quella di Montichiari”, ha commentato così Daniela Giordano, presidente del Club Giovani Soci BCC Mediocrati. “La nostra associazione – ha detto il presidente – ha accolto con grande entusiasmo l’invito a partecipare. Per noi è stata un’importante opportunità di confronto con gli altri giovani soci delle BCC italiane e un modo per far ascoltare la nostra voce a livello nazionale. L’incontro – ha concluso Daniela Giordano – ci ha messo in contatto con realtà cooperative diverse dalla nostra e ci ha dimostrato come i principi del Credito Cooperativo, seppur in maniera diversa, siano profondamente sentiti dai giovani nel nostro Paese e li spingano a cercare nuove vie di partecipazione, comunicazione e sviluppo”.

13


Numero 3 - Ottobre 2011

14

Il Club Giovani Soci incontra i ragazzi di “MeyouMe” È stato un incontro all’insegna dello scambio, del dialogo e del confronto, quello che ha visto protagonisti il Club Giovani Soci insieme ad un gruppo di ragazzi provenienti dai Paesi del Bacino del Mediterraneo, a Cosenza per partecipare a “MeyouMe” – Mediterranean Youth Meeting (Meeting dei Giovani del Mediterraneo). Nella Sala De Cardona erano presenti intorno ad uno stesso tavolo giovani diversi per tratti somatici, con lingue, culture e storie differenti, ma accomunati dallo stesso entusiasmo di chi crede fermamente nella forza del protagonismo attivo delle nuove generazioni e di chi condivide un progetto forse ambizioso, ma non irrealizzabile: disegnare il futuro realizzando spazi di partecipazione nei cambiamenti sociali. “Appena ci è stato proposto di partecipare al meeting MeyouMe – ha detto Daniela Giordano, presidente del Club Giovani Soci BCC Mediocrati – come associazione giovanile presente sul territorio abbiamo subito accettato, in quanto crediamo fortemente nell’importanza del dialogo e della cooperazione e nel ruolo del protagonismo di noi giovani nei cambiamenti della società”. Durante l’incontro, ricco di spunti di riflessione e approfondimento sulle diverse realtà, il Club si è presentato ai giovani ospiti facendo conoscere la propria storia, i valori ai quali si ispira e il suo ruolo all’interno della Banca e del territorio. “È stata una grande occasione per il Club – ha detto Daniela Giordano – per entrare in contatto con altre organizzazioni e associazioni giovanili, per confrontarci con esse e per conoscere i loro contesti culturali e sociali”.


www.mediocrati.it

Scopri Cosenza con BCC Mediocrati Una nuova presenza ha caratterizzato le strade di Cosenza nel corso dell’estate 2011. Un pullman scoperto, come quelli attivi nelle grandi città e nelle città d’arte, riferimento apprezzato dai tanti turisti che, seduti comodamente, hanno la possibilità di visitare vasti territori urbani. In prima battuta, l’iniziativa sembrava peccare di gigantismo. Una realtà relativamente piccola come Cosenza non ha le caratteristiche geografiche di una città metropolitana. Ma, l’azione quotidiana ha caratterizzato l’iniziativa fino a farle cogliere un successo che, probabilmente, ha superato anche le attese più ottimistiche degli stessi organizzatori. L’iniziativa è stata denominata “ScopriCosenza” e bisogna riconoscere, dopo averne constatato i risulr prio nome t à è stat a a scoperta e riscoperta a vantag aggio dei tati, che ha fatto onoree al pro proprio nome. La citt città stata vantaggio tanti turisti, ma anche a beneficio degli stessi cosentini. I primi, villeggianti sulle coste o in montagna, hanno avuto modo di ritagliare uno spazio d’arte e di storia nella propria vacanza. I secondi, cosentini per nascita o per adozione, hanno approfondito una conoscenza troppe volte solo superficiale della propria città. Agli uni e agli altri, il pullman scoperto ha presentato una città che è ricca di storia e di storie, in cui personaggi famosi e non si sono incontrati e scontrati ai margini della storia raccontata sui libri di scuola. La città dai sette colli ha preso vita, dopo ogni tornante, interessante ed emozionante. I suoi tanti musei hanno aperto le porte ai viaggiatori. La sua storia millenaria ha permesso la creazione non di uno, ma di dieci itinerari diversi, divisi tra giorno e notte, focalizzati sull’arte o sulla religione, sul risorgimento o sul mito, sull’archeologia o sulla natura. Il tutto è condito dai sapori tipici cosentini, punto forte del pranzo turistico compreso nel Tour. Il bus scoperto si è animato con la presenza di Telesio e Campanella (interpretati dagli attori del Parco Letterario T. Campanella), riproponendo Cosenza tra le mete turistico-culturali più interessanti del Sud Italia. I soci della BCC Mediocrati hanno avuto la possibilità di partecipare a costi agevolati, grazie alla sponsorizzazione che la Banca ha accordato al progetto. E chi non è riuscito ad usufruirne? Nessun problema, l’iniziativa proseguirà l’estate prossima.

15


Numero 3 - Ottobre 2011

16

L’arte e gli artisti,


www.mediocrati.it

Intervista a Enzo Bilotti

17

il mecenatismo e il “MAB” di Cosenza Suo fratello ha avviato, con una corposa donazione, il progetto Museo all’Aperto Bilotti. Lei ne sta continuando l’opera, condividendone i presupposti. Ci può spiegare come nacque l’idea di creare un museo per le strade e le piazze della città? In un primo momento si era pensato di istituire un museo tradizionale ma poi, non disponendo la città di Cosenza di un edificio idoneo, ebbi l’idea di farlo all’aperto, sull’isola pedonale di Corso Mazzini. Mio fratello Carlo a questa proposta restò scettico, poi l’accettò ed anzi più ci pensavamo, più l’idea ci piaceva. Così Carlo iniziò le spedizioni di importanti sculture: le prime cinque di Pietro Consagra. Sul piano artistico, che tipo di collezione è quella proposta all’interno del MAB? Siamo sempre stati appassionati di arte, in particolare di arte contemporanea, perché è meno apprezzata, meno conosciuta e meno compresa di quel che merita. È un linguaggio diverso che va studiato e compreso per poter apprezzare a pieno le sue qualità. L’arte tradizionale e classica si proponeva di riprodurre cose esistenti in natura, l’arte contemporanea si propone di riprodurre sentimenti, stati d’animo sensazioni e quando riproduce la realtà lo fa in maniera totalmente astratta. Penso a Lucio Fontana che volendo riprodurre l’uomo nello spazio, con i suoi rischi verso l’ignoto, dopo aver molto riflettuto prese un rasoio e fece uno squarcio nella tela, i lembi si aprirono e dietro i lembi stessi vi era l’oscuro, le tenebre, l’ignoto. Recentemente ha annunciato la futura acquisizione di due sculture, una di Herny Moore e una di Pietro Consagra. Quando, e se, si potrà mai dire conclusa la collezione del MAB? Quella di Henry Moore è una vecchia storia. In Londra questo arco di Moore soffriva per le avverse condizioni atmosferiche che rischiavano di deteriorare la scultura. Mio fratello propose di farne scolpire un’altra identica a quella già esistente di un marmo granitico ben più resistente del marmo utilizzato in precedenza e poi ottenere dalla fondazione i certificati di autenticità. Purtroppo la risposta fu negativa e rimase lì. Oggi il MAB dispone di nr. 6 sculture di Pietro Consagra ed un’altra ancora è in arrivo. Si tratta di due divanetti o panche di marmo, una quasi bianca, l’altra quasi nera. La collezione del MAB pensavo di averla conclusa; poi però vedi una bella scultura, ne resti colpito, te ne in-

a sinistra, Enzo Bilotti nella “Sala De Cardona”


Numero 3 - Ottobre 2011

18

namori e decidi di comprarla. È ciò che anche questa volta è successo a me e chissà se, succedendo più di una volta quanto già detto, il Mab non possa giungere fino al Palazzo Municipale. Qual è l’ultima mostra che ha visto con piacere e qual è (se c’è) il filone artistico contemporaneo che più la entusiasma? A me piace molto l’arte contemporanea. I movimenti artistici che io preferisco sono quello metafisico, il futurismo e la popart. Ogni mostra, comunque, ha i suoi aspetti interessanti. Non molto tempo fa, nelle Scuderie del Quirinale, ho visitato una mostra di opere d’arte di Santiago Calatrava, l’artista che prima di essere uno dei più grandi architetti e ingegneri del nostro tempo, è un grande scultore e rinfresca la complicità e l’interdipendenza che scultura e architettura avevano anche nelle opere di maestri come Michelangelo e Bernini. L’insieme delle opere di Calatrava testimonia la presenza di un talento di eccezione che si è saputo costruire con una serie di scelte coraggiose dall’arte all’architettura, alla ingegneria e ritorno. Quali artisti ha accolto nella sua collezione personale e a quali di essi è più legato? I pittori scultori ai quali sono più legato sono Handy Warhol, De Chirico, Manzù, Picasso. La mattina, quando entro nel mio ufficio, contemplo per qualche minuto la colomba della pace di Picasso, un manifesto di Handy Warhol, un dipinto di De Chirico e Mimmo Rotella e la giornata diviene di buon auspicio e mi sembra più luminosa (anche se fuori piove). La nostra banca, da qualche anno, ha promosso l’iniziativa “Bancartis” nell’ambito della quale è stata avviata una collezione di opere d’arte di artisti calabresi contemporanei. Ci può spiegare qual è il suo parere sull’arte prodotta in Calabria in epoca contemporanea? In Calabria, specie tra i giovani, vi sono artisti che hanno talento, che si svilupperà, che si maturerà. Certo l’espressione e la capacità artistica è un campo molto difficile ed è ancora più difficile dire se qualcuno della nostra regione riuscirà a far parte dei grandi. “La cultura non si mangia” avrebbe detto tempo fa un autorevole ministro in carica. Alla luce della provocazione ministeriale, ritiene che la collezione di famiglia sia un giacimento culturale o un lussuoso passatempo? Vi sono diversi tipi di collezioni di famiglia, alcune sarebbe meglio bruciarle perché la qualità è così modesta che è preferibile avere la parete nuda. Stiamo vivendo un tempo di crisi sul piano economico e, si sa, che in tempi di crisi i risparmiatori sono orientati alla ricerca dei cosiddetti “beni rifugio”. Tra questi c’è chi colloca a pieno titolo le opere d’arte. Anche lei ritiene che un oggetto d’arte possa essere sinonimo di buon investimento economico? L’opera d’arte può certamente essere sinonimo di buon investimento, naturalmente chi compra deve saper distinguere le opere valide da quelle modeste. Nell’Ottocento l’artista sembrava condannato a seguire il cosiddetto stile di vita bohémien. Lei pensa che in epoca contemporanea un giovane che decida di dedicare la propria vita all’arte sia costretto a seguire cliché e stereotipi? Il godimento che si prova contemplando un’opera d’arte è proporzionale alla qualità del-


www.mediocrati.it

l’opera d’arte stessa, tenendo anche presente che chi le contempla abbia la sensibilità, l’esperienza e la preparazione per poter apprezzare e comprendere l’opera stessa. Il ruolo degli intermediari di opere d’arte, i cosiddetti “galleristi”, è da considerarsi più sul piano della promozione culturale o della intrapresa economica? Cioè, secondo lei, un gallerista deve essere più commerciante o più promotore culturale? Il ruolo del gallerista sarebbe quello di saper consigliare con onestà ed essere di aiuto ed assistenza a far comprare quello che è più adatto per il suo cliente; così agendo col tempo ne conquisterà la fiducia, ma l’onestà è una virtù alquanto rara.

19

Sotto, un primo piano dei “bronzi” di Sasha Sosno


Numero 3 - Ottobre 2011

20

Sesta edizione dell’iniziativa “Fattorie aperte in Sila”

Il turismo? Una esperienza “Vieni a vedere gli animali, quelli veri, sui nostri sentieri”. Con questo slogan è stata lanciata la sesta edizione della manifestazione “Fattorie Aperte in Sila 2011”, esaltante esercizio di turismo esperienziale calabrese. “Sostenendo questa iniziativa la Banca torna alle origini – ha detto il presidente della BCC Mediocrati, Paldino, nel presentare la manifestazione – a quando operai e braccianti agricoli fondavano le Casse Rurali con il sostegno di Don Carlo De Cardona.Visitare le aziende agricole è quello che facciamo ancora oggi, sostenere coloro che aprono le porte delle fattorie diventa per noi un vero piacere”. Il sostegno degli enti pubblici è stato testimoniato da tutti gli esponenti della filiera istituzionale, i quali hanno sottolineato l’im-

portanza dell’iniziativa, lodandone i meriti ed evidenziandone le potenzialità. “Questo progetto mette in mostra le grandi qualità di una nuova generazione di imprenditori – ha detto il sindaco di Spezzano della Sila, Gigli – che vuole proporsi alla regione e oltre i confini calabresi”. “Valorizzando il territorio e le sue caratteristiche – ha aggiunto l’assessore provinciale al turismo, Lecce – contribuiamo anche alla crescita culturale, oltre che economica della nostra provincia. Il turismo esperienziale favorisce il progresso di tutti”. “Mangiare sano significa anche crescere regolarmente e svilupparsi correttamente – ha sottolineato l’on. Magarò – coltivando i semi di una società legale che crea al proprio interno legami di qualità”.

Mario Grillo, neo vicepresidente nazionale dell’Associazione TurismoVerde, ha illustrato le novità della sesta edizione di “Fattorie Aperte in Sila”. Nel 2011 la manifestazione è diventata anche itinerante, nel senso che gli animali sono stati portati nelle città e sulle spiagge. Ma erano animali di plastica. “Vieni a vedere quelli veri – è stato il fortunato slogan 2011 – vivono nelle stalle e sui campi della Sila”. Come negli anni precedenti, la manifestazione ha raccolto grandi consensi, portando in Sila numerosissime famiglie. I bambini hanno avuto la possibilità di vivere una intera giornata in fattoria, affiancando il fattore nelle sue operazioni e, alla fine, godendosi uno squisito pranzo con cibi sani e genuini.


www.mediocrati.it

Il Risorgimento visto dal basso Il Risorgimento visto dal basso, visto dalla Calabria. Gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “E. Siciliano” di Bisignano si sono cimentati in un’opera complessa e ricca di particolari. Coordinati dal prof. Rosalbino Turco, i giovani bisignanesi sono stati invitati persino alla Camera dei Deputati dove, nell’ambito delle celebrazioni dedicate ai 150 anni dall’Unità d’Italia, hanno avuto la possibilità di presentare i frutti del proprio lavoro. Tra questi frutti c’è una ponderosa pubblicazione, che potrà essere data alle stampe grazie al contributo della BCC Mediocrati, che raccoglie studi, racconti, giornali, fotografie, spartiti musicali, i fumetti e ogni genere di materiale risalente ai tempi risorgimentali. E se sono note ai più le figure di Cavour, Mazzini, Garibaldi e Vittorio Emanuele II, nel libro “Gli invisibili di quaggiù” torneranno a vivere personaggi non di secondo piano: intellettuali come Vincenzo Padula, letterati come Pasquale Galluppi, rivoluzionari come Michele Bello, esempi di una Calabria capace di coraggio e passione civile. Una sezione del progetto “Gli invisibili di quaggiù” è dedicata alle biografie dei giovani calabresi che lottarono e amarono la patria senza nulla chiedere in cambio. Eroiche figure che forgiarono le loro intelligenze nello storico Collegio di S. Adriano di S. Demetrio Corone, CS), definito dai Borbone “Fucina di diavoli”. La parte finale del progetto è dedicata alla Costituzione, al diritto al lavoro, e alle prospettive federaliste nel dibattito politico attuale.

In Sila con l’Avis La BCC Mediocrati ha fatto dono all’Avis di San Giovanni in Fiore, tramite il Comitato locale della Banca, di uno strumento utile per il prelievo di sangue dai donatori. Si tratta di un fotometro portatile in grado di controllare rapidamente l’emoglobina nel sangue. L’apparecchio è attualmente in comodato d’uso al Centro trasfusione dell’ospedale silano. Nella foto il momento della cerimonia che vede presenti il direttivo dell’Avis al completo con il presidente Alfonso Lorenzano e i membri del Comitato locale della Banca (Saverio Basile e Michele Astorino) unitamente al direttore della filiale sangiovannese Angelo Muto e ai funzionari della Banca.

Foto ricordo in occasione della consegna del fotometro

21


Numero 3 - Ottobre 2011

22

In Sicilia per... Idee “Mondo diviso in quote?” è questo il tema che IDEE,Associazione delle Donne del Credito Cooperativo, ha affrontato nell’VIII Covention di ottobre a Giardini Naxos (ME) con le socie provenienti da tutte le regioni d’Italia. L’incontro ha ripercorso l’iter di approvazione della Legge sulle “Quote Rosa”, assieme alle riflessioni e ai dibattiti che ne sono scaturiti; ha analizzato lo scenario nazionale con la testimonianza diretta dell’Avv. Maria Rosa Rubolotta, presidente della siciliana BCC di Regalbuto; lo scenario europeo con lo studio della dott.sa Di Sarcina, ricercatrice Università Di Siena; lo scenario extraeuropeo con l’incoraggiante esperienza della Dott.ssa Carmen Ubidia, Direttrice della Cooperativa di Credito di Riobamba in Ecuador. Immagini e video girati in Afganistan, in Libia e nelle carceri Colombiane, commentati da Fabio Cortese (giornalista TG3) e da Franco Poggetti (fotografo del Times), hanno infine avvicinato le realtà più amare, con la proiezione di storie di donne “senza quote”...senza diritti. In concomitanza dell’evento si sono svolti gli annuali lavori assembleari dell’associazione, con l’elezione del Consiglio Direttivo dell’Associazione (Presidente Cristi-

Volley femminile BCC Mediocrati

Confermo e schiaccio Presentata nella Sala De Cardona della BCC Mediocrati la squadra di pallavolo femminile BCC MEDIOCRATI, di Bisignano, che per il secondo anno consecutivo parteciperà al campionato interregionale di Serie B2.

Miss, mia cara miss... Sono passati dieci anni dalla prima edizione. Dieci anni di Miss nella Valle del Crati. Organizzata dall’Associazione “Città del Crati”, la manifestazione vede assegnare, da dieci anni a questa parte, anche la fascia di Miss Mediocrati, quest’anno attribuita a Claudia Casciaro. Al termine di una splendida serata settembrina, a Spezzano Albanese, dinanzi ad un pubblico numeroso, tra riconoscimenti d’ogni genere e con il coinvolgimento di artisti, artigiani e opinion leaders, la corona di Miss Valle Crati è stata assegnata alla luzzese Marina Molinaro.

na Donà), con l’approvazione del bilancio 2010 e con l’introduzione di un’importante modifica statutaria, che apre le porte dell’associazione a tutti i soggetti pf che ne condividono gli scopi e le finalità (senza distinzione di sesso). Assegnati anche i premi “traguardidee” alle donne che si sono distinte nell’associazione per impegno, creatività, innovazione, proattività. Sotto, da sinistra: Marilù Moccia, Rosangela Barone, Cristina Donà, Loredana Sapia, Michela Russo

Il presidente Paldino, dopo aver formulato i migliori auguri per la salvezza ottenuta sul campo lo scorso anno, ha evidenziato il significato anche nel settore giovanile, con il coinvolgimento di tanti bambini e delle loro famiglie. Dopo i saluti dell’assessore Vilardi, l’allenatore Iaquinta ha fissato gli obiettivi per il campionato che sta per iniziare: “migliorare il risultato dello scorso anno e, quindi, posizionarsi nella zona medio-alta della classifica”. L’allenatore delle squadre giovanili,Antonio Cosentino, ha evidenziato l’impegno della società non solo a Bisignano ma anche nei centri di Mongrassano, Acri e Luzzi. “Quest’anno – ha aggiunto il dirigente Alfano – abbiamo deciso di dare aprire le porte ai bambini stranieri e di iscriverli ai corsi gratuitamente. In questo modo anche lo sport dà il suo piccolo contributo alla integrazione sociale dei bambini e delle loro famiglie”.Ad inizio stagione la società ha ritirato la maglia nr. 1, indossata per anni dal capitano storico, Amalia Reitano. A proposito del capitano, quest’anno la responsabilità del compito è stata attribuita a Iole Rota, che ha subito preso in mano la squadra indicando l’obiettivo principale con grinta:“quest’anno, vogliamo vincere sempre in casa nostra. Fuori, andremo per divertirci, ma al nostro palazzetto non vogliamo lasciare punti a nessuno!” Nell’occasione è stata presentata la nuova maglia da gioco, con il logo BCC Mediocrati in bella evidenza.


www.mediocrati.it

23

“ARPE diem” In concomitanza con la terza edizione del concorso internazionale d’Arpa “M. Tournier”, la Sala De Cardona ha ospitato un concerto del Daphne Chamber Group, quartetto d’arpe accompagnato per l’occasione da un quartetto d’archi, dal M° Pisani al sax e dalla voce di Velia Ricciardi.

Le quattro arpe, ovvero A (Albarosa Di Lieto); R (Rosalba Cirigliano), P (Patrizia Mollica), E (Emanuela De Zarlo), hanno dato vita ad un concerto intenso ed appassionato, seguito con grande attenzione e soddisfazione da un numeroso pubblico.

Famiglie a Teatro Il teatro per le famiglie è oggi, uno straordinario strumento sociale di forte valenza educativa ed ha avuto, proprio negli ultimi anni uno sviluppo eccezionale. Nel Teatro Morelli, restituito alla città, si promuove il teatro presso le giovani generazioni. Ecco il cartellone delle rappresentazioni, con il patrocinio dell’Unicef e della Cooperativa sociale Arca di Noè, a cui si aggiunge anche il sostegno della BCC Mediocrati: Ottobre 2011 1. ARMAMAXA (Bari) – 15 ottobre 2011 ore 18,00 – Robin Hood 2. LA LUNA NEL POZZO (Bari) – 23 ottobre 2011 ore 18,00 – L’Isola Novembre 2011 3. RUVIDO TEATRO (Ancona) – 13 novembre 2011ore 18,00 – Il Barone Rampante 4. LA MANSARDA (Caserta) – 20 novembre 2011 ore 18,00 – Gervaso e Carlotta Dicembre 2011 5. TEATRO POTLACH (Roma) – 4 dicembre 2011 ore 18,00 – Ventimila Leghe sotto i mari 6. GIOCO DI DAME (Cosenza) – 11 dicembre 2011 ore 18,00 – Capitan Spaventa e la Magica Luna Gennaio 2012 7. GIALLO MARE (Empoli) – 22 gennaio 2012 ore 18,00 – Bit 8. TEATRI COMUNICANTI (Fermo) – 29 gennaio 2012 ore 18,00 – Storia di un Punto Febbraio 2012 9. TEATROP (Lamezia) – 5 febbraio 2012 ore 18,00 Flik e Flok 10. LA CASA DI PULCINELLA (Bari) 12 febbraio 2012 ore 18,00 – Hansel e Gretel 11. STABILE DELLA CALABRIA/COMP. AIELLO 26 febbraio ore 18,00 Alice nel Paese delle Meraviglie Marzo 2012 12. I TEATRINI (Napoli) – 4 marzo 2012 ore 18,00 Cenerentola 13. FONTEMAGGIORE (Perugia) – 11 marzo 2012 ore 18,00 I Tre Porcellini 14. CENTRO RAT (Cosenza) – 25 marzo 2012 ore 18,00 Cappuccetto non solo rosso Aprile 2012 15. ARCA DI NOÈ (Cosenza) – 13 maggio 2012 Anche l’Orco vuole la sua parte


interno_Layout 1 14/11/11 08.41 Pagina 24

Numero 3 - Ottobre 2011

24

Fiera “Arte e Sapori” La BCC Mediocrati ha confermato anche quest’anno il proprio sostegno alla Fiera Arte e Sapori di Montalto Uffugo. Giunta alla sua settima edizione, la Fiera è divenuta punto d’incontro delle eccellenze alimentari ed artigianali tipiche e momento di ritrovo per operatori alimentari e della ristorazione. Come sempre sono stati organizzati momenti di riflessione e discussione sul tema dell’arte gastronomica, in modo da sviluppare una cultura del settore che è basilare per rafforzare la filiera. L’unico modo per non perdersi il sapore delle prelibatezze, però, rimane quello di fare una passeggiata tra gli stand.

Con le ragazze della Jordan Aufugum di calcio a 5 femminile

Profumo di serie A alla BCC Mediocrati È stata una vera e propria invasione di campo, quella delle ragazze della Jordan Aufugum, squadra di calcio a 5 femminile, iscritte al campionato di Serie A nazionale. Le giovani calciatrici, accompagnate dal presidente Covello e dai dirigenti Bosco e Martire, sono state accolte nella Sala De Cardona dal presidente della Banca, Nicola Paldino, e dal segretario generale, Federico Bria. La squadra era al gran completo: Elvira Reda, Eleonora De Cicco (cap.), Marilena Zagari, Carmen Bennardo, Simona Scerra, Giuseppina Mirafiore, Alessia Catrambone, Mochela Benvenuto, Chiara Loiacono, Emanuela Pedullà, Francesca Fucile, Luana Viscusi, Samantha Fragale, Costantina Cucciniello. La splendida cavalcata conclusa con la vittoria del campionato è stata festeggiata con un brindisi, mentre, tra racconti e sfottò, le

ragazze hanno messo in mostra doti dialettiche non inferiori a quelle calcistiche. È toccato alla capocannoniera Catrambone sintetizzare il dato di una stagione esaltante: 107 reti segnate e 8 subite! Il presidente Paldino si è complimentato per la conquista della Serie A, confermando la sponsorizzazione della BCC Mediocrati anche per l’anno prossimo.

Cosenza ha accolto oltre 2500 atleti provenienti da ogni parte d’Italia

Master 2011 di Atletica Due piste di atletica leggera, una di fianco all’altra. Non ci sono altre città, nel Mezzogiorno d’Italia a vantare una location come quella cosentina.Vincenzo Caira, presidente provinciale della Federazione di Atletica Leggera, lo ha ripetuto per tutta la durata dei Campionati Master 2001, svoltisi lungo il Campagnano dal 30 settembre al 2 ottobre. Per tre giorni, oltre 2500 atleti hanno affollato gli alberghi della città e delle zone limitrofe, riempiendo lo Stadio San Vito e il Campo Scuola CONI di colori, energia e tanto entusiasmo. L’atletica leggera, regina degli sport olimpici, non è tra le discipline sportive più gettonate dai giovani italiani. E i cosentini non fanno eccezione. Tuttavia, seguire da vicino le profonde motivazioni profuse dai diretti protagonisti avrà certamente pro-

dotto qualche effetto. Tra l’altro, la manifestazione è stata tutt’altro che amatoriale, facendo registrare risultati di valore assoluto, come quella del cosentino Maurizio Leone, che ha realizzato il miglior tempo nazionale sui 5.000 metri per il 2011. Tra le presenze di “spicco” anche quella del famoso stilista Ottavio Missoni.

BCC Mediocrati ...sboccia! La Banca si dà alle bocce. In questa foto, infatti, è rappresentato un momento della presentazione della società bocciofila “Città di Acri”. Dinanzi ad un pubblico numeroso ed appassionato, ci sono i dirigenti, la squadra “Master”, a sinistra, e di fronte a loro i sedicenni che giocheranno il campionato di Coppa Italia.


“Per vincere il gran premio di casa�

FormulaDomus BCC Assicurazioni, per i Clienti del Credito Cooperativo, ha creato FormulaDomus, una nuova polizza assicurativa in grado di difendere e proteggere da eventuali rischi la casa, uno tra i beni piÚ importanti per la vita quotidiana. Questa polizza è stata sviluppata per tutelare le abitazioni, luogo in cui in Italia finisce il 70% circa del risparmio legato al bilancio familiare e perciò particolarmente importante nella vita di ogni persona. FormulaDomus ha una struttura modulare, ovvero offre diverse opzioni tra cui scegliere come proteggere la tua casa e la tua famiglia; BCC Assicurazioni ti mette a disposizione dei mattoni assicurativi con i quali potrai decidere come costruire su misura il tuo livello di copertura dagli imprevisti della vita.

www.bccassicurazioni.com FormulaDomus ti permette di scegliere diverse garanzie tra cui: t*ODFOEJPEFMGBCCSJDBUPFUVUUFMFSFMBUJWFFTUFOTJPOJ t*ODFOEJPEFMDPOUFOVUPFUVUUFMFSFMBUJWFFTUFOTJPOJ t3FTQPOTBCJMJUĂ‹$JWJMF t'VSUPEFMDPOUFOVUPEFMMBCJUB[JPOF tutte integrabili tra loro a seconda delle tue esigenze. Grazie a questa polizza assicurativa, creata in esclusiva per il Credito Cooperativo e quindi sottoscrivibile presso la BCC a te piĂš vicina, BCC Assicurazioni vuole offrirti la garanzia di vivere senza preoccupazioni la tua casa e i tuoi affetti, potendo contare su una polizza che garantisce la USBORVJMMJUĂ‹TVNJTVSBQFSUFFQFSMBUVBGBNJHMJB Puoi scoprire questo prodotto o reperire ulteriori informazioni presso le Banche di Credito Cooperativo e su www.bccassicurazioni.com

Messaggio pubblicitario. Prima della sottoscrizione leggere il Fascicolo Informativo disponibile su www.bccassicurazioni.com e presso i nostri sportelli.

Per vivere in totale sicurezza la tua casa, Visita i nostri sportelli.

 


Connoi Ottobre 2011