Page 1

RASSEGNA STAMPA

Maggio 2014


busnagosoccorso.it/2014.htm –  Maggio  2014          


N° e data : 140506 - 06/05/2014 Diffusione : 5000 Periodicità : Quotidiano Giornoed2_140506_7_1.pdf

Pagina 7 : Dimens.19.24 : % 191 cm2

Sito web: http://www.ilgiorno.it

"

INZAGO "

LA MANNAIA del su "cinque impiegati " ex Bcc il sindacato attacca la Bcc Inzago di Carugate « Provvedimenti illegittimi » Si va in tribunale e si prepara un sit-in di protesta Ma la

bilanci « Peraltro - aggiunge - i casi hanno rischiato di diventare sei con la sospensione per tregiorni di un altro collega. Siamo intervenuti rapidamente e abbiamo ottenuto di derubricare la sanzione in rimprovero .

licenziamento

,

:

.

.

storico istituto di che ha la banca inzaghese con i suoi 98 dipendenti lo scorso anno si dirigenza dello

credito brianzolo

cui è prevista l ' assemblea annuale dei soci per la presentazione dei

PER I VERTICI : QUESTIONI PASSATE

,

assorbito

,

dice serena « Provvedimenti a questioni passate ». :

Licenziamenti alla Bcc pronto un sit-in di protesta

Necchi

,

,

scritto

Carugate-Inzago

ranza

OGGETTO dell ' azione legale della Federazione Autonoma Bancari Italiani cinque di licenziamento 4 a carico di uomini e unoa carico di una avviati dalla " vecchia " della Bcc di Inzago e condotti in porto dalla nuova la Bcc di

'

.

,

,

Carugate-Inzago.

estromessi

Riserbo sull ' oggetto preciso delle singole situazioni Si tratterebbe in tutti e cinque i casi di avviate e concluse a seguito di

,

:

,

per motivi

,

è

.

dirigenza

assortiti passaggio indebito di password aziendali non ottempe

Inzago

della Fabi di Lodi - non neppure l ' ombra di unagiusta causa Per questo abbiamo impugnato in tribunale tutti e 5 i licenziamenti e speriamo di ottenere il reintegro dei colleghi Si tratta di vicende antecedenti la fusione Lanostra speranza era che la nuova dirigenza rivedesse le questioni Pareinvece sia ' prevalsa la logica dell c'

donna ,

richiami disciplinari

Per

coordinatore

,

procedure

ad alcune prescrizioni

dell antiriciclaggio , assenze « noi - spiega Ettore Necchi ,

provvedimenti

,

MA ECCO la replica della dirigenza della Bcc di « In merito alle vicende che hanno interessato la ex Bcc - si legge in una nota - la neo costituita Banca di Credito Cooperativo di Carugate e Inzago sta affrontando a seguito della fusione tutto quanto di sua competenza nel pieno rispetto delle normative vigenti e delle relazioni sindacali. I provvedimenti presi volti a garantire il buon operato della Banca sono la conseguenza diretta di comportamenti ascrivibili alla precedente gestione Tutto questo con il intento di tutelare l ' intera compagine sociale i clienti e i .

relativi

.

».

.

.

.

assottigliamento

dei ranghi » Sullaquestione .

,

sit-in e volantinaggio annunciati per il prossimo 25 maggio data in ,

1/1 Copyright (Il Giorno ed. Rho-Bollate) Riproduzione vietata

,

, ,

,

nuova

,

individuali

.

preciso

,

dipendenti ».

M.A.

Bcc Carugate e Inzago


N° e data : 140506 - 06/05/2014 Diffusione : 5000 Periodicità : Quotidiano Giornoed2_140506_7_2.pdf

Pagina 7 : Dimens.14.29 : % 142 cm2

Sito web: http://www.ilgiorno.it

UNA SETTIMANA

A INZAGO

In scena «I giovani e le

grandi virtù »

SPORT e approfondimenti teatro e incontri con realtà ' territoriali è giunta l ora anche quest' anno della " Settimana dei Giovani " Si organizza alla scuola media di Inzago e rappresenta da 12 anni un appuntamento fisso per studenti insegnanti e ,

,

,

,

.

,

,

,

famiglie Ogni anno la " Settimana " di cui si occupa l ' insegnante Antonio Papaleo con un comitato organizzatore ha " un tema e quest' anno è I " giovani e le grandi virtù .

,

,

10?

,

.

SI ? PARTITI ieri con lezione di karate una

una

,

conferenza su temi bancari con esperti della Bcc Carugate e Inzago ' " l incontro La bellezza salverà il mondo " e una serie di spettacoli serali Si prosegue oggi con un laboratorio artigianale un ,

.

,

,

incontro con le Giacche verdi e la Polizia locale di Inzago ancora teatro e spettacoli la sera Domani ceramica e arte d ' ebanisti al mattino unaconferenza medica tornei di pallavolo e uno spettacolo canoro la sera Giovedì 8 saranno ospiti al mattino i ragazzi disabili della coop ,

.

"

INZAGO "

,

,

.

Arcobaleno e fra pomeriggio e sera molti spettacoli fra cui uno ,

,

intitolato " Il tappeto di Iqbal fili di speranza nodi di coraggio " I19 una :

,

.

conferenza sui reati informatici e i pericoli connessi all ' uso di

Internet Lasettimana dei Giovani avrà suo culmine sabato 10 tornei sportivi danza e un incontro con il gruppo musicale Todos Santos nato in seno al centro Lism di Inzago. .

:

,

,

M.A.

1/1 Copyright (Il Giorno ed. Rho-Bollate) Riproduzione vietata

Bcc Carugate e Inzago


N° e data : 140506 - 06/05/2014 Diffusione : 5000 Periodicità : Quotidiano Giornoed3_140506_7_1.pdf

Pagina 7 : Dimens.14.8 : % 147 cm2

Sito web: http://www.ilgiorno.it

UNA SETTIMANA

A INZAGO

SPORT e approfondimenti teatro e incontri con realtà territoriali è giunta l ' ora anche quest' anno della " Settimana dei Giovani " Si organizza alla scuola media di Inzago e rappresenta da 12 anni un appuntamento fisso per studenti insegnanti e ,

,

In scena «I giovani e

le grandi virtù »

,

,

.

,

,

,

famiglie Ogni anno la " Settimana " di cui si occupa l ' insegnante Antonio Papaleo con un comitato organizzatore ha " un tema e quest' anno è I giovani e le grandi virtù " .

,

,

,

10?

.

SI ? PARTITI ieri con una lezione di karate una ,

conferenza su temi bancari con esperti della Bcc Carugate e Inzago ' " l incontro La bellezza salverà il mondo " e una serie di spettacoli serali Si prosegue oggi con un laboratorio artigianale un ,

.

,

,

incontro con le Giacche verdi e la Polizia locale di Inzago ancora teatro e spettacoli la sera Domani ceramica e arte d ' ebanisti al mattino unaconferenza medica tornei di pallavolo e uno spettacolo canoro la sera Giovedì 8 saranno ospiti al mattino i ragazzi disabili della coop ,

.

,

"

INZAGO "

,

.

Arcobaleno e fra pomeriggio e sera molti spettacoli fra cui uno ,

,

intitolato " Il tappeto di Iqbal fili di speranza nodi di coraggio " I19 una :

,

.

conferenza sui reati informatici e i pericoli connessi all ' uso di

Internet Lasettimana dei Giovani avrà suo culmine sabato 10 tornei sportivi danza e un incontro con il gruppo musicale Todos Santos nato in seno al centro Lism di Inzago. .

:

,

,

M.A.

1/1 Copyright (Il Giorno ed. Martesana) Riproduzione vietata

Bcc Carugate e Inzago


N° e data : 140506 - 06/05/2014 Diffusione : 5000 Periodicità : Quotidiano Giornoed3_140506_7_2.pdf

Pagina 7 : Dimens.19.15 : % 190 cm2

Sito web: http://www.ilgiorno.it

"

INZAGO "

PER I VERTICI : QUESTIONI PASSATE

LA MANNAIA del su cinque impiegati " ex Bcc " il sindacato attacca la Bcc Inzago di Carugate « Provvedimenti illegittimi » Si va in tribunale e si prepara un sit-in di protesta Ma la

Licenziamenti alla Bcc pronto un sit-in di protesta

,

:

.

.

storico istituto di che ha la banca inzaghese con i suoi 98 dipendenti lo scorso anno si dirigenza dello

,

assorbito

,

dice serena « Provvedimenti a questioni passate ». :

Necchi

,

,

scritto

OGGETTO dell ' azione legale della Federazione Autonoma Bancari Italiani cinque di licenziamento 4 a carico di uomini e uno a carico di una avviati dalla " vecchia " della Bcc di Inzago e condotti in porto dalla nuova la Bcc di

'

.

della Fabi di Lodi - non neppure l ' ombra di unagiusta causa Per questo abbiamo impugnato in tribunale tutti e 5 i licenziamenti e speriamo di ottenere il reintegro dei colleghi Si tratta di vicende antecedenti la fusione Lanostra speranza era che la nuova dirigenza rivedesse le questioni Pare invece sia ' prevalsa la logica dell c'

,

,

Carugate-Inzago.

estromessi

Riserbo sull ' oggetto preciso delle singole situazioni Si tratterebbe in tutti e cinque i casi di avviate e concluse a seguito di

,

,

per motivi

assortiti passaggio indebito di password aziendali non ottempe :

,

è

.

dirigenza

richiami disciplinari

Per

coordinatore

donna ,

procedure

ad alcune prescrizioni

dell antiriciclaggio , assenze « noi - spiega Ettore Necchi ,

,

,

MA ECCO la replica della dirigenza della Bcc di « In merito alle vicende che hanno interessato la ex Bcc - si legge in una nota - la neo costituita Banca di Credito Cooperativo di Carugate e Inzago sta affrontando a seguito della fusione tutto quanto di sua competenza nel pieno rispetto delle normative vigenti e delle relazioni sindacali. I provvedimenti presi volti a garantire il buon operato della Banca sono la conseguenza diretta di comportamenti ascrivibili alla precedente gestione Tuttoquesto con il intento di tutelare l ' intera compagine sociale i clienti e i Carugate-Inzago

ranza

.

».

.

relativi

provvedimenti

bilanci « Peraltro - aggiunge - i casi hanno rischiato di diventare sei con la sospensione per tregiorni di un altro collega. Siamo intervenuti rapidamente e abbiamo ottenuto di derubricare la sanzione in rimprovero .

licenziamento

credito brianzolo

cui è prevista l ' assemblea annuale dei soci per la presentazione dei

.

.

.

assottigliamento

dei ranghi » Sulla questione .

,

sit-in e volantinaggio annunciati per il prossimo 25 maggio data in ,

1/1 Copyright (Il Giorno ed. Martesana) Riproduzione vietata

Inzago

,

, ,

,

nuova

,

individuali

.

preciso

,

dipendenti ».

M.A.

Bcc Carugate e Inzago


N° e data : 140506 - 06/05/2014 Diffusione : 33000 Periodicità : Settimanale Giornoed4_140506_7_2.pdf

"

INZAGO "

PER I VERTICI : QUESTIONI PASSATE

LA MANNAIA del su "cinque impiegati " ex Bcc il sindacato attacca la Bcc Inzago di Carugate « Provvedimenti illegittimi » Si va in tribunale e si prepara un sit-in di protesta Ma la

Licenziamenti alla Bcc pronto un sit-in di protesta

,

:

.

.

storico istitutodi che ha la banca inzaghese con i suoi 98 dipendenti lo scorso anno si dirigenza dello

,

assorbito

,

dice serena « Provvedimenti a questioni passate ». :

,

,

scritto

OGGETTO dell ' azione legale della Federazione Autonoma Bancari Italiani cinque di licenziamento 4 a carico di uomini e uno a carico di una avviati dalla " vecchia " della Bcc di Inzago e condotti in porto dalla nuova la Bcc di

'

.

coordinatore

Carugate-Inzago.

estromessi

,

per motivi

,

.

,

,

:

della Fabi di Lodi - non

di unagiusta Per questo abbiamo impugnato in tribunale tutti e 5 i licenziamenti e speriamo di ottenere il reintegro dei colleghi Si trattadi vicende antecedenti la fusione Lanostra speranza era che la nuova dirigenza rivedesse le questioni Pare invece sia ' prevalsa la logica dell causa

dirigenza

assortiti passaggio indebito di password aziendali non ottempe

MA ECCO la replica della dirigenza della Bcc di « In merito alle vicende che hanno interessato la ex Bcc - si legge in unanota - la neo costituita Banca di Credito Cooperativo di Carugate e Inzago sta affrontando a seguito della fusione tutto quanto di sua competenza nel pieno rispetto delle normative vigenti e delle relazioni sindacali. I provvedimenti presi volti a garantire il buon operato della Banca sono la conseguenza diretta di comportamenti ascrivibili alla precedente gestione Tutto questo con il intento di tutelare l ' intera compagine sociale i clienti e i

.

.

,

.

assottigliamento

dei ranghi » Sulla questione .

sit-in e volantinaggio annunciati per il prossimo 25 maggio data in ,

1/1 Copyright (Il Giorno ed. Gran Milano) Riproduzione vietata

.

Inzago

'

donna ,

richiami disciplinari

Per

c' è neppure l ombra

,

procedure

ad alcune prescrizioni

dell antiriciclaggio , assenze « noi - spiega Ettore Necchi ,

provvedimenti

,

».

Carugate-Inzago

ranza

.

bilanci « Peraltro - aggiunge - i casi hanno rischiato di diventare sei con la sospensione per tregiorni di un altro collega. Siamo intervenuti rapidamente e abbiamo ottenuto di derubricare la sanzione in rimprovero Necchi

relativi

Riserbo sull ' oggetto preciso delle singole situazioni Si tratterebbe in tutti e cinque i casi di avviate e concluse a seguito di

cui è prevista l ' assemblea annuale dei soci per la presentazione dei .

licenziamento

credito brianzolo

Pagina 7 : Dimens.19.11 : % 189 cm2

,

,

, ,

,

nuova

,

individuali

.

preciso

,

dipendenti

».

M.A.

Bcc Carugate e Inzago


N° e data : 140506 - 06/05/2014 Diffusione : 33000 Periodicità : Settimanale Giornoed4_140506_7_3.pdf

UNA SETTIMANA

A INZAGO

SPORT e approfondimenti teatro e incontri con realtà territoriali è giunta l ' ora anche quest' anno della " Settimana dei Giovani " Si organizza alla scuola media di Inzago e rappresenta da 12 anni un appuntamento fisso per studenti insegnanti e ,

,

In scena «I giovani e le

grandi virtù »

Pagina 7 : Dimens.15.65 : % 155 cm2

,

,

.

,

,

,

famiglie Ogni anno la " Settimana " di cui si occupa l ' insegnante Antonio Papaleo con un comitato organizzatore ha " un tema e quest' anno è I giovani e le grandi virtù " .

,

,

10?

,

.

SI ? PARTITI ieri con una lezione di karate una ,

conferenza su temi bancari con esperti della Bcc Carugate e Inzago ' " l incontro La bellezza salverà il mondo " e una serie di spettacoli serali Si prosegue oggi con un laboratorio artigianale un ,

.

,

,

incontro con le Giacche verdi e la Polizia locale di Inzago ancora teatro e spettacoli la sera Domani ceramica e arte d ' ebanisti al mattino unaconferenza medica tornei di pallavolo e uno spettacolo canoro la sera Giovedì 8 saranno ospiti al mattino i ragazzi disabili della coop ,

.

,

"

INZAGO "

,

.

Arcobaleno e fra pomeriggio e sera molti spettacoli fra cui uno ,

,

intitolato " Il tappeto di Iqbal fili di speranza nodi di coraggio " I19 una :

,

.

conferenza sui reati informatici e i pericoli connessi all ' uso di

Internet La settimana dei Giovani avrà suo culmine sabato 10 tornei sportivi danza e un incontro con il gruppo musicale Todos Santos nato in seno al centro Lism di Inzago. .

:

,

,

M.A.

1/1 Copyright (Il Giorno ed. Gran Milano) Riproduzione vietata

Bcc Carugate e Inzago


N° e data : 140506 - 06/05/2014 Diffusione : 16800 Periodicità : Quotidiano IlCittad_140506_13_6.pdf

Pagina 13 : Dimens.9.21 : % 93 cm2

Sito web: http://www.ilcittadino.it

MONDODEL CREDITO

Cinque licenziamenti e un incandescente ? quello che si vive alla Bcc di Carugate e Inzago una banca fuori provincia ma alla quale sta dando filo da torcere un sindacato lodigiano la Fabi Federazione autonoma bancari italiani.11 prossimo 25 maggio in occasione dell assemblea dei soci dell istituto di credito la Fabi effettuerà un presidio davanti alla sede dell assise duranteil quale distribuirà volantini per fare pressione sui soci Nel frattempo ha avviato una seriedi contenziosi legali e nel pool messo in campo dal sindacatolodigiano figura anche l avvocato Gianluigi Bonifati del foro di Lodi Il caso ha avuto eco sulla stampa nazionale. « Nei mesi scorsi la Bcc di e la Bcc di Inzago ( istituto in difficoltà ndr si sono fuse spiegano EttoreNecchi e Mario Nava della Fabi di Lodi - tra gennaio e febbraio sono partiti cinque licenziamenti per giusta causa o per giustificato motivo soggettivo. Licenziamenti che sono stati impugnati dalla Fabi Quattro licenziamenti sono legati all attività bancaria uno invece ad attività extrabancaria Ai soggetti coinvolti i vertici della banca contestano errori commessi ai tempi della Bcc di Inzago si tratta per? di azioni sullequali il vecchio cda della bancanon ha mai avuto da eccepire Post fusione invece la dirigenza della Carugate ha effettuato controlli concentrandosi in maniera mirata sulle figure apicali della Inzago Secondo noi i licenziamenti mascherano esuberi che permetteranno alla nuova banca di risparmiare tra i 700 e gli 800mila euro ». C' è poi il caso di un ex alto dirigente della Inzago al quale sono state elevate contestazioni sul frontegestionale e affibbiati tre giorni di sospensione « Abbiamo impugnato anche questo provvedimento e in sede di arbitrato la sanzione è stata trasformata in un semplice rimprovero verbale aggiungono dalla Fabi di Lodi se anche tutti gli altri provvedimenti che abbiamo impugnato si risolveranno a favore dei soggetti puniti chiederemo ai vertici attuali della Carugate di pagare di tasca propria le spese processuali addebitarle ai conti della clima

Sindacato lodigiano dà battaglia nel Milanese

.

,

,

,

,

'

'

,

'

,

.

'

,

.

Carugate

grossa

)

,

.

'

,

.

,

:

nulla

.

,

.

semplici

,

,

.

-

,

,

,

senza

banca

».

1/1 Copyright (Il Cittadino di Lodi) Riproduzione vietata

Bcc Carugate e Inzago


nanopress.it –  12/04/2014    

 


IUgY9BLJ0jQoRu1OweA1DcmVDS00mAKuvwAe9xsFzZU=

La Gazzetta dell'Adda Lunedì 12 maggio 2014

lun

12

mar

mer

13

14

ASSANO C

gio

15

ven

sab

16

3

dom

17

18 IMPRESA

FINAZZI www.impresafinazzi.com

CASSANO D’ADDA - via Veneto, 24 CELL 339.2896286

segnala le tue notizie a: redazione@gazzettadelladda.it

LUTTO Invernizzi si è spento a 71 anni. Era arrivato a Cassano nel 1972, in servizio al Norm

LAVORI «LUMACA»

(dsf) Ci ha lasciato con discrezione il Brigadiere Gilberto Invernizzi, la stessa discrezione che l’ho aveva accompagnato nella vita. 71 anni, di origini bergamasca, nato a Corna Imagna, era arrivato a Cassano nel 1972 in servizio alla Radiomobile dei carabinieri quando la caserma era ancora in via Quintino Di Vona, lascia la moglie Agnese e due figli: Luca e Barbara. A strapparlo alla vita è stato un brutto male, che in solo due mesi se lo è portato via. «Ho conosciuto Gilberto a Quinzano d’Oglio, in provincia di Brescia, dove abitavo, - ha raccontato la moglie - Lui era in servizio nei carabinieri di quel paese. E’ li che ci siamo sposati, un matrimonio durato 43 anni fino a quando un brutto male me l’ho portato via per sempre. Era una persona protettiva, su di lui si poteva contare la sua era una presenza costante. Di lui ho tanti bei ricordi». Al funerale, celebrato giovedì nella chiesa parrocchiale di Cristo Risorto, erano presenti i colleghi di un tempo e i militari dell’Arma che lo avevano conosciuto quando era ormai in pensione. Fra i presenti anche i carabinieri dell’Associazione nazionale carabinieri in congedo sezione di Cassano d’Adda e il Comandante della stazione dei carabinieri di Cassano il Luogotenente Sabato Covone. La Messa è stato celebrata da don Antonio Moro, che nell’omelia ha voluto ribadire la costante presenza attiva di Gilberto in oratorio. Amava fare il suo lavoro, era una persona legato alla sua famiglia. Personaggio discreto ma presente quando avevi bisogno di lui». Questo è il ricordo dei suoi ex colleghi

(dsf) Dito punto contro il Comune da parte dei cittadini. Questa volta però a essere sotto tiro non sono i politici ma i dipendenti che occupano l’Ufficio tecnico e quello dei lavori pubblici. «E' se non fosse solo e sempre colpa dei politici?», è quello che si chiedono in tanti per le strade della città. Il riferimento è legato alle richieste fatte dei cittadini che ottengono sempre la solita risposta «non ci sono soldi». Per molti questa suona come un giustificazione più che una reale necessità di cassa, questo perché che è sotto gli occhi di tutti che per la soluzione di ciò che viene richiesto dai cittadini non occorre tirare in ballo il Patto di stabilità, come ad esempio la sistemazione del cartello, manomesso da vandali, che da più mesi ha trasformato metà della via Dante in un senso unico, o la sistemazione dei lampioni che da tempo hanno oscurato il parcheggio di via Don Minzoni e tanto altro ancora. Non è solo il mancato intervento a piccole segnalazioni che mette in evidenza che qualcosa non funziona nell’Ufficio tecnico, molti cittadini non hanno ancora dimenticato la non segnalazione a chi di dovere sulla presenza della discarica lungo il tragitto della tangenziale, le conseguenze sono note a tutti, o la questione della cabina dell’Enel nel sottosuolo del ex municipio in via Manzoni che ha obbligando l’Amministrazione a un costo fuori programma a progetto approvato per far partire i lavori del futuro supermercato. Ne tanto meno a quanto pare sono solerti nelle pratiche burocratiche. Basti pensare che non si è trovato ancora il tempo per dichiarare al catasto la pista di atletica e la tribuna del campo di calcio comunale che dopo 30 anni dalla sua costruzione non risulta ancora oggi nelle mappe territoriali.

Politici «assolti» I cittadini stavolta danno la colpa Il ricordo della moglie Agnese: «Protettivo e sempre al mio fianco» agli uffici comunali

Addio al Brigadiere Gilberto carabinieri. Anche la figlia Barbara, parlando di suo padre, lo ha descritto come una persona molto legato ai valori della famiglia: «Lo sentivo sempre al mio fianco anche quando non era presente, mi ha lasciato un importante segno del valore della famiglia. Anche negli ultimi giorni quando era in ospedale nonostante le sue sofferenze il suo pensiero era sempre rivolto alla sua famiglia fino all’ultimo, e quando ha capito che le forze lo stavano abbandonando ha salutato me e mia mamma con un semplice: “È finita”». Al termine della funzione religiosa la salma di Gilberto Invernizzi è stata portata al cimitero in attesa della cremazione.

RICORRENZA

Tutto pronto per il Giubileo del miracolo Gilberto Invernizzi, ex Brigadiere del Norm di Cassano, morto la scorsa settimana a 71 anni. Era arrivato in città nel 1972

PROCESSO Difetto di notifica: udienza rinviata a giugno

Scarico rifiuti tossici, falsa partenza (dsf) Falsa partenza.

E’ cominciato con un rinvio per difetto di notifica il processo (formalmente) iniziato al Tribunale di Bergamo mercoledì in merito al presunto traffico illecito di rifiuti nel sottofondo stradale della nuova autostrada Brescia-Milano. Il giudice delle udienze preliminari di Brescia Marco Cucchetto per i noti fatti dei presunti rifiuti trattati nei cantieri della Brebemi, aveva chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio di Pierluca Locatelli e dei suoi ex collaboratori Giovanni Battista Pagani, Bartolomeo Gregori, Egidio Grechi, Walter Rocca, del consulente ambientale Andrea David Oldrati e di un suo ex dipendente, Giorgio Oprandi. Al procedimento penale è interessato anche il Comune di Cassano che si è costituito parte civile in quanto l’Amministrazione si ritiene parte lesa della vicenda come parte lesa. Il giudice del Tribunale di Bergamo ha rinviando il processo, fissando una nuova udienza per il 6 giugno.

Pierluca Locatelli, uno degli imputati

VENDITA CARTUCCE E TONER PER STAMPANTI RIGENERATE E COMPATIBILI RISPARMIO FINO AL 70%

PROMETEO

ALTA QUALITA’ - DOPPIA RICARICA TESTATI E GARANTITI - MADE IN ITALY

via Mazzini 49/F 20062 Cassano d’Adda (MI) prometeoimpianti@gmail.com

di Alberto Reccagni

REALIZZAZIONE COVER PERSONALIZZATE PER CELLULARI 4e5

Tel. 0363.22.05.10

SCONTO DEL 10% presentando questo coupon PROMETEO

(dsf) Tutto pronto per il giubileo del miracolo che nell’estate del 1615 guarì il 15enne Francesco Campi muto e paralizzato. Il programma dei festeggiamenti, voluti dal Consiglio pastorale unitario, che si concluderanno nell’agosto del 2015, sarà presentato sabato alle 20.45 all’auditorium di Villa Borromeo in via Dante alla presenza di monsignor Giansante Fusar Imperatore, parroco dell’Immacolata e San Zeno, del sindaco Roberto Maviglia, dell’assessore alla Cultura Simona Merisi e degli sponsor Paolo Passi di Banca Mediolanum e un rappresentante della Bcc di Carugate. La serata, aperta a tutti, segnerà l’inizio di un percorso di grande interesse per la comunità e avrà un programma nutrito di interventi e partecipazioni: i bambini del coro della scuola primaria «Con la Musica nel cuore» eseguiranno le armonie di canti mariani, mentre il giovane Simone Cordiano presenterà in anteprima il fumetto da lui ideato sul miracolo che sarà prossimamente pubblicato. Piera De Maestri e il presidente del Gruppo Guide Angelo Cernuschi illustreranno inoltre gli eventi principali che caratterizzeranno il biennio per il quale è stato realizzato un depliant distribuito durante la serata.

!

III e IV (anche mini)


IUgY9BLJ0jQoRu1OweA1DV/XaTxRSV4ivNSbK787uWU=

La Gazzetta della Martesana Lunedì 12 maggio 2014

lun

12

mar

13

ISCATE L segnala le tue notizie a: redazione@lamartesana.it

mer

gio

14

ven

15

16

NOVITA’

sab

17

18

(ssr) Il servizio di tesoreria comunale

Il servizio di tesoreria comunale passa alla Banca Popolare

61

dom

passa alla Banca Popolare di Milano. A causa di un «accorpamento» tra la Banca di credito cooperativo del paese e quella di Melzo, d’ora in avanti il servizio sarà svolto dall’istituto bancario che ha sede in via Quattro Novembre. La comunicazione è stata data dal sindaco Al-

berto Fulgione: «Dopo la fusione della Bcc di Carugate e Inzago, è stato deciso di aggiungere uno sportello in più al Credito cooperativo di Melzo, togliendo quello di Liscate ha spiegato il primo cittadino - Per questo motivo, abbiamo spostato il servizio di tesoreria alla Popolare di Milano».

.

Elezioni amministrative del 25 maggio

«Uniti» si presenta ai cittadini Il candidato sindaco Massimo Rancati, insieme alla sua squadra composta da 8 uomini e 2 donne, sabato ha illustrato il programma della lista di centrodestra

(zjr) La lista civica di centro

destra Uniti per Liscate si è presentata ai cittadini sabato sera in un modo alquanto insolito. Alla formalità di una presentazione frontale, la lista ha preferito una sorta di festa di piazza in cui i cittadini sono stati invitati in primo luogo a cenare all’aperto sulle note di una live band e solo successivamente ad ascoltare il programma elettorale. Ad illustrare i punti programmatici è stato il candidato sindaco Massimo Rancati, primo esponente della coalizione formata da Forza Italia, Lega Nord e Nuovo Centro Destra. Il nodo centrale del programma è stata la volontà di far fronte con misure adeguate alla crisi lavorativa che ha colpito anche i Liscatesi in questi anni. «Nel programma di Noi per Liscate il lavoro è liquidato in una riga, noi proponiamo la presenza fissa di un tutor comunale che assista le aziende del territorio e incentivi le stesse che accolgono stagisti liscatesi, proponiamo di coinvolgere i disoccupati nei lavori di competenza comunale e l’aper-

tura della Casa delle Professioni che offra la possibilità di spazi di lavoro condivisi a basso costo». Sul fronte dei servizi sociali, la lista intende offrire pasti della mensa comunale a persone indigenti, mentre per migliorare la sicurezza sarà doveroso creare un assessorato competente e intensificare i controlli notturni. «Un nostro pallino sarà incentivare l’istallazione di pannelli solari per muoverci verso un’e- La squadra di «Uniti per Liscate», guidata dal candidato sindaco Massimo Rancati nergia sostenibile» - ha commentato Rancati, creare una giornata dello sport posta da Agostino Saponaro, aggiungendo che sicuramente per dare lustro alle associazioni Werter Cerri, Christian D’Acproporrà un referendum per de- del territorio, che, inoltre, ver- quisto, Giovanni Ferrara, Vacidere cosa fare della Corte Ber- ranno riunite in una consulta lentina Bonfiglio, Giovanni Roneri. Interesse di rilievo, infine, che gestisca meglio gli eventi. mano, Giacinto Penza, Carlo per il mondo dello sport verso il Prima di chiudere, Rancati ha Cortese, Gabriele Vidori e Silquale Uniti per Liscate vorrebbe presentato la sua squadra, com- via Sacchi.

PREMIAZIONI

Encomio solenne all’assistente scelto della Locale, Simone Bossi (ssr) Encomio solenne all’assistente scelto della Polizia locale Simone Bossi (nella foto). Il dipendente del Comune di Liscate è stato premiato con medaglia e nastrino venerdì scorso a Truccazzano. Il riconoscimento è andato anche all’agente Sonia Iannuso. Questa la motivazione: «Nella frazione di Trecella s’imbattevano in un soggetto armato di coltello che consumava una rapina all’interno della farmacia comunale, bloccandolo, disarmando e traendolo in arresto in flagranza di reato». A premiarlo è stato il sindaco Alberto Fulgione. .

i.p.

In Riviera Romagnola venerdì 4 luglio

La notte si illumina di rosa per la grande festa dell’estate, con tanti eventi per tutti

(ces) Quando si parla di vacanza si pensa immediatamente alla Riviera Romagnola. Una costa intera dedicata al divertimento e al relax. Per tutti. Per i giovani e per le famiglie. Proprio per l’offerta notevolissima di locali, parchi divertimento e acquatici, eventi durante l’intera estate, occasioni per tutti i gusti e per tutte le età. In spiaggia, gli stabilimenti offrono piacevoli momenti di relax e divertimento: tornei, animazione, balli di gruppo, serate danzanti e musica, cocomerate e gite organizzate alla scoperta dell’entroterra romagnolo. Per i bambini miniclub, gonfiabili e la sicurezza di spiagge pulite e fondali bassi, per tuffi in allegria. La Notte Rosa Tra gli appuntamenti spicca la Notte Rosa, la grande festa dell’estate, il capodanno estivo in Riviera. Tutta la costa si tinge di rosa, da Comacchio a Cattolica i 110 chilometri della Riviera Adriatica dell’Emilia Romagna, dal tramonto all’alba un’esplosione di luci, suoni, immagini, colori, 110 chilometri di concerti, performance teatrali, reading, installazioni, convegni, mostre, spettacoli, magiche scenografie. Ogni località interpreta il tema in modo creativo e unico per regalare al pubblico una notte di intense emozioni.

Tutti gli eventi sono gratuiti. Durante la Notte Rosa non mancano le mostre d'arte, i musei aperti, i concerti-reading dedicati a opere e artisti illustri, o la musica classica, solitamente ospitata nella bella Ravenna. Le famiglie potranno divertirsi alla Notte Rosa dei bambini di Bellaria o nei parchi divertimenti, aperti per tutto il weekend, con spettacoli e intrattenimenti per tutti. E a mezzanotte, tutti in spiaggia per lo spettacolo affascinante dei fuochi d’artificio rosa che in simultanea illuminano tutta la Riviera Adriatica. La festa continua fino all'alba nelle discoteche e nei locali, con musica live e dj set; oppure, con i concerti organizzati in spiaggia per aspettare le prime luci del nuovo giorno. L’evento attira ogni anno migliaia di visitatori provenienti da tutta Italia e anche dall’Europa, quindi bisogna affrettarsi nel scegliere e prenotare la propria vacanza. Negli Hotel della Riviera trovi tanti pacchetti speciali sia per il weekend che per la settimana della Notte Rosa, con riduzioni per bambini, cene in rosa, animazioni e intrattenimenti. Per informazioni e prenotazioni: www.entrainhotel.com www.italhotels.com

SPORT In paese una nuova società calcistica-dilettantistica

E’ nato l’«Atletico Liscate 2014» (ssr) In paese nasce una nuova associazione calcistica-dilettantistica: l’«Atletico Liscate 2014». La società ha già un suo statuto e una sua struttura. Il presidente è Luigi Longo, mentre il suo vice è Claudio La Valle. Nominato come tesoriere-segretario Massimiliano Saluzzi, mentre i consiglieri sono Pierluigi Paloschi, Alessandro Colnaghi, Nicola La Palombella e Antonio Grossi (nella foto: il direttivo). «Lavoreremo per rendere l’associazione un punto di riferimento per tutti i ragazzi che vogliono entrare nel mondo dello sport e parteciparvi senza esclusioni o limitazioni, in un ambiente dove tutti possono sentirsi partecipi - ha commentato La Valle - Al nostro responsabile tecnico, Alessandro

Colnaghi, sarà affidata la conduzione tecnica e avrà il compito di infondere serenità e stimoli, non solo calcistici ma soprattutto umani. Qualunque cittadino Liscatese, che volesse partecipare

con idee, suggerimenti e iniziative, ci può contattare via e-mail all’indirizzo: dsdatleticoliscate2014@gmail.com o collegarsi alla nostra pagina Facebook “Asd Atletico Liscate 2014”».

GRANDI RISULTATI PER IL COMUNE

Liscate sempre tra i primi per la fiscalità (ssr) Liscate sempre al top per

quanto riguarda la fiscalità. Mercoledì scorso presso Assolombarda, l’assessore al Bilancio Emilio Minerva, in qualità di rappresentante del Comune di Liscate, ha partecipato al secondo rapporto sulla fiscalità locale nelle Province di Milano, Lodi, Monza e Brianza. Rapporto nato nel 2013 e riferito all’anno 2012, per porre in evidenza la pressione fiscale a cui le aziende sono sottoposte da parte, non solo dello Stato, ma anche dagli

enti comunali. «Nella prima edizione riferita al 2012 eravamo risultati il miglior Comune, il Comune con maggior riguardo per le aziende del proprio territorio - ha commentato Minerva - Nel 2013 ci siamo confermati ancora tra i primissimi, classificandoci al terzo posto assoluto. Un risultato che se aggiunto all’ancora fresca nomina di Comune virtuoso numero uno della Provincia di Milano, per i Comuni sotto i 5mila abitanti, assegnataci .

dalla Regione e dall’Anci, fa del nostro Comune non solo un ente che sa amministrare bene i propri soldi, ma siamo anche un’Amministrazione che salvaguarda le aziende del proprio territorio. Nel bilancio 2014 siamo anche riusciti a trovare i fondi per poter esentare tutti i cittadini e i commercianti dal pagamento per l’abitazione principale della nuova tassa, la Tasi. Sono orgoglioso di questi grandi risultati e li condivido con tutta l’Amministrazione».


IUgY9BLJ0jQoRu1OweA1DQA4rLYvnQikUILe6cpIte0=

INZAGO 15

La Gazzetta dell'Adda Lunedì 12 maggio 2014

Splendida iniziativa alle scuole medie

I ragazzi sono stati coinvolti in laboratori, conferenze e incontri con esperti, artigiani ed educatori

(zfb) Teatro, laboratori di ar-

tigianato, e conferenze. E’ stato un programma fittissimo di impegni quello organizzato dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’istituto comprensivo, per la «Settimana dei giovani: ricerca, riflessione, espressione, lavoro di squadra, confronto e educazione alla mondialità». Un percorso che ha visto i ragazzi delle scuole medie, sotto la guida del professor Antonio Papaleo, toccare un po’ tutti gli aspetti della formazione e della crescita, sia da un punto di vista strettamente culturale e professionale, quanto umano. Si è così passati dalle lezioni di karate di lunedì scorso, ai corsi di economia con la partecipazione di Enrico Mauri, della Bcc di Inzago. O ancora dai laboratori di ar-

Economia, sociale e ceramica per la «Settimana dei giovani» tigianato (dall’ebanisteria alla decorazione su ceramica alla lavorazione del metallo) all’incontro con le Giacche verdi per parlare di sicurezza o con i volontari della cooperativa Arcobaleno per parlare di sociale. Una settimana chiusa dallo spettacolo finale del laboratorio teatrale al quale i ragazzi hanno partecipato per tutto il corso dell’anno scolastico. «Un progetto di grande respiro, reso possibile grazie all'impegno del corpo docente, cui va il nostro grande ringraziamento», hanno sottolineato dall’Amministrazione.

SERVIZI SOCIALI

(zfb) Mai più soli nel dolore: tre

incontri per affrontare il tema del dolore, dell'invecchiamento e della malattia. Si terrà oggi, lunedì, alle 21, al centro De Andrè di via Piola 10 il secondo incontro del seminario organizzato dal Comune con la collaborazione della fondazione Sacra famiglia. In cattedra, Raide Mangiagalli, psicologa.

Cosa fare per salvarsi la vita

(dsf) Come intervenire in un

PROVE DI SOCCORSO Il pubblico presente venerdì sera al centro De André e, a lato, una dimostrazione delle azioni da mettere in atto in caso di soffocamento Colombo si è detta soddisfatta dell’iniziativa e dell’interesse che ha creato in tutti i cittadini presenti alla sala auditorium del centro de Andrè. Al termine dell’incontro sono stati fatti due annunci: il primo riguarda il pellegrinaggio del 14 giugno a Roma per l’udienza con Papa Francesco, gli interessati possono rivolgersi alla Misericordia di Inzago, il secondo è un po' meno nobile ma molto im-

SONDAGGIO AMBIENTALISTA

Mai più soli contro il dolore, Prescuola, mensa e bus, Ristrutturazioni «eco»? incontri al centro De Andrè oggi aprono le iscrizioni Rispondi al Comune

SERATA CON I SOCCORRITORI DELLA MISERICORDIA

primo soccorso: questo il tema dell’incontro con i cittadini di venerdì sera al centro de Andrè, dove si é illustrato l’utilizzo del defibrillatore e spiegato i metodi di un primo soccorso. Apprezzamento e sala affollata per l’iniziativa organizzata su proposta di Augusto Brambilla docente dei corsi di attività motoria e dell’assessorato allo Sport, mentre ad illustrare teoria e pratica sull'utilizzo del defibrillatore e di un primo intervento di soccorso è stato il governatore della confraternita di Misericordia Inzago, Alfonso De Siati, coadiuvato da Giulio Fabrizzi formatore dei soccorritori della Misericordia di Inzago e Segrate. E’ intervenuta inoltre Alida Passeri, funzionaria della confraternita di Misericordia nazionale e coordinatrice di Segrate. Presente in sala l’assessore allo sport Adele

ISTRUZIONE - IN MUNICIPIO

portante; uno sconosciuto sembra si sia impossessato di una divisa dei volontari della Misericordia di Inzago e gira nella zona della Martesana chiedendo soldi. Non è un operatore dei soccorritori Onlus ma un truffatore, quindi qualora lo si dovesse incontrare deve chiamare le forze dell’ordine che sono già state messe in allarme per il comportamento dello sconosciuto truffaldino.

(zfb) Si comunica che le iscrizioni

ai servizi scolastici per l'anno 2014/2015 saranno aprono oggi, lunedì e resteranno tali fino a sabato 24 maggio. I servizi scolastici per i quali è possibile effettuare l'iscrizione sono: mensa, pre e post scuola e trasporto. Informazioni sul sito Internet del Comune o direttamente all’ufficio Scuola.

(zfb) Hai fatto interventi per il risparmio energetico in casa nel 2013? Partecipa anche tu al monitoraggio dell'iniziativa compilando il questionario scaricabile sul sito del Comune e consegnandolo entro metà maggio in all'ufficio Protocollo o all'ufficio Tecnico, oppure inviandolo alla mail: lavoripubblici.ecologia@comune.inzago.mi.it.


FONDAZIONE AGOSTONI - PRESTO L'APERTURA DEL CENTRO DIURNO

No aumenti delle rette e numeri in attivo Il bilancio della casa di riposo sorride

Il presidente Edoardo Cazzaniga

(poo) Un trend positivo, quello della Fondazione Casa di riposo Agostoni onlus, che ha visto la riconferma dell'efficienza del servizio, andando a ribadire che le scelte intraprese sono state efficaci e in linea con gli standard regionali. Sabato mattina è stato presentato il Bilancio d'esercizio della fondazione presieduta da Edoardo Cazzaniga. Ma durante l'assemblea non si è

parlato di soli numeri, ma anche dei risultati raggiunti e delle prospettive per il futuro. «Dopo anni di perdite, ereditate dai precedenti Consigli di amministrazione, finalmente dal 2007 i conti sono in regola e con risultati sostanzialmente positivi - ha dichiarato il presidente - La fondazione, negli ultimi otto anni, ha sempre chiuso con utili significativi, toccando una media di 180mila euro, cercando di non incidere direttamente sulle famiglie dei nostri ospiti». Lo stesso Cda vuole continuare su questa strada, investendo in maniera significativa sia sulla formazione del personale, che sulla struttura, andando a completare la realizzazione del centro diurno integrato, anche grazie ai 400mila euro di risconti passivi provenienti dalla Banca di credito cooperativo di Carugate. Il recuDero dei sot-

totetti, per l'insediamento del centro diurno, sarà infatti il fiore all'occhiello della struttura, che da anni attende l'apertura di un reparto dedicato ai malati di Alzheimer e anziani non più autosufficienti. Il personale, da sempre considerato la risorsa primaria per la gestione dei servizi della Rsa, è stato al centro di numerose occasioni di formazione interne alla struttura, che hanno avuto l'obiettivo di favorire la partecipazione degli operatori, per essere sempre aggiornati e preparati a svolgere al meglio il loro lavoro di assistenza agli ospiti. Un altro dato importante, esposto dal presidente Cazzaniga, è rappresentato dalle collaborazioni con l'Arai, che da anni si occupa della ricerca nel campo dell'Alzheimer, proprio all'interno della struttura lissonese.

Bcc Carugate e Inzago


y(7HB9H0*SKMKKK( +[!z!"!$!" IUgY9BLJ0jQoRu1OweA1DeeQ2gu9fYsnzd9uzHR6LfE=

EDIZIONE

DELLA TESTATA

GAZZETTA

DELLA

MARTESANA - IN

EDICOLA IL LUNEDÌ

Abbonamenti: annuo ordinario euro 65,00 (c/c postale 62151964 intestato a Promosport srl) - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/03 (conv. L. 24/02/2004 n. 46) Art. 1 Comma 1, CPO Roserio

ISSN 1970-8025

www.gazzettadelladda.it

N. 20 • LUNEDÌ 19 MAGGIO 2014

EURO 1,50

DOMENICA QUATTORDICI COMUNI ELEGGERANNO IL LORO PRIMO CITTADINO Trezzo Vaprio Gessate Truccazzano a pagina 49

Basiano a pagina 41

Suisio a pagina 55

Masate

a pagina 34

Grezzago a pagina 42

Trezzano Rosa

Madone

Brembate

alle pagine 49

a pagina 53

a pagina 51

Pozzuolo

a pagina 36

a pagina 26

a pagina 14

Canonica

Fara d’Adda

a pagina 24

a pagina 18

a pagina 18

In uno speciale volti e nomi di tutti i candidati alla carica di consigliere comunale. Tensione a Trezzo e a Basiano .

GREZZAGO Il candidato di Lega e FI ha denunciato l’assenza dei permessi antincendio della struttura VITTIMA AZIENDA DI CASSANO

Il sindaco «sfrattato» dalla biblioteca dal suo rivale I carabinieri ne hanno disposto la chiusura parziale alla vigilia della tribuna elettorale del borgomastro

Accuse anche a Vaprio

«Multate l’assessore» Manifesti irregolari?

a pagina 30

POZZO D’ADDA

La Cisternette finisce nel mirino POZZO D’ADDA (nsr) Pericolo di contaminazione ambientale e mancato rispetto delle norme del Testo unico. Sono le accuse rivolte alla società Sd Cisternette dal Movimento Cinque Stelle che ha presentato una denuncia in Procura. E, dopo l’ordinanza di sospensione dell’attività, venerdì mattina i tecnici dell’Arpa sono stati nuovamente in via dell’Industria: gli esperti hanno rilevato una serie di violazioni, dal mancato controllo delle fognature ad acque accumulate in modo non conforme, fino alla mancanza di una serie di permessi.

.

a pagina 35

GREZZAGO (nsr) Porte chiuse (o quasi) in biblioteca: l’assenza dei permessi non consente di accogliere più di cento ospiti. Una sgradita sorpresa per il sindaco Vittorio Mapelli che aveva programmato proprio nella struttura di via Cavour un incontro con i suoi sostenitori. Ancor di più, però, se si pensa che a presentare l’esposto ai carabinieri è stato Luigi Mauri, comandante del corpo di Polizia intercomunale, e, soprattutto, sfidante di Mapelli alle elezioni. a pagina 48

Rubano il gasolio per le ambulanze

CASSANO D’ADDA (nsr) Rubavano combustibile da una ditta di autotrasporti di Cassano d’Adda per rifornire una società di «taxi-ambulanze» con sede a Cologno. Almeno fino a mercoledì quando, a seguito di un’operazione congiunta di Polizia locale e carabinieri di Cologno, una persona residente a Cernusco è stata arrestata e tre denunciate. Dalle indagini è emerso che dalla cisterna principale di un’azienda di trasporti di Cassano, per la quale lavorava uno dei quattro fermati, erano spariti 400 litri di gasolio. Carburante che la banda non teneva per se, ma che poi piazzava sul mercato. IL SINDACO Vittorio Mapelli

a pagina 3

LO SFIDANTE Luigi Mauri

INZAGO Tragedia sfiorata giovedì pomeriggio: il fusto ha distrutto anche i bagni

Albero precipita sugli uffici di una concessionaria Cassano d’Adda

Gli studenti in prima fila alle pagine 10, 11, 12, 13

Trezzo sull’Adda Grandefestadell’Aido perisuoiprimi40anni .

A PAGINA

48

Capriate IlVillaggioastranieri L’opposizioneinsorge .

A PAGINA

50

INZAGO (nsr) Una raffica di vento violentissima e il tronco dell’albero alto una decina di metri si è spezzato come un grissino. Il fusto ha tranciato un cavo elettrico e poi è precipitato sulla sede di una concessionaria, distruggendo i locali adibiti a uffici e servizi igienici. Solo per un caso, in quel momento, non erano presenti clienti e dipendenti. a pagina 19

Brembate Taglio del nastro per la sede dell’Anc .

A PAGINA

52

Carugate-Inzago Bccinassemblea INZAGO Domenica si riunisce l’assemblea dei soci della Bcc per approvare il bilancio 2013: un anno che l’istituto di credito ha chiuso con un utile di oltre 4 milioni di euro alle pagine 22 e 23

Il sindacato scrive in Procura TREZZO Esposto contro il Comune per il piano edilizio di via Rossa firmato da Gianluigi Colombo a pagina 44

VIA EINAUDI, 34 - PESSANO CON BORNAGO (MI) TELEFONO 02.95740004 - FAX 02.95743061 WEBSITE:www.dimensionebagno.it E-MAIL:info@dimensionebagno.it

VASCHE IDROMASSAGGIO - RIVESTIMENTI

ACCESSORI - ARREDAMENTO BAGNO - PAVIMENTI

DOCCE MULTIFUNZIONI - RADIATORI D’ARREDO

LA GAZZETTA DELL’ADDA • Pessano con Bornago • Via Matteotti, 1 • tel. 02.92108374 • E-mail: redazione@gazzettadelladda.it


y(7HB8C4*STMKKN( +[!z!"!$!" IUgY9BLJ0jQoRu1OweA1DQ21VCSc4Qn4Y+VLC8L3RXs=

MILANO

FONDATA

NEL

1982 - IN

VIGNATE

Milano V.le Monza, 25 - Tel. 02 2847794 Vignate (MI) Via Cassanese, 4/6 - Tel. 02 9566315

Vendita, Assistenza, Ricambi EDICOLA IL LUNEDÌ

Abbonamenti: annuo ordinario euro 65,00 (c/c postale 62151964 intestato a Promosport srl) - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/03 (conv. L. 24/02/2004 n. 46) Art. 1 Comma 1, CPO Roserio

ISSN 1824-8926

www.lamartesana.it

N. 20 • LUNEDÌ 19 MAGGIO 2014

www.autosilano.it

EURO 1,50

DOMENICA DODICI COMUNI DELLA MARTESANA SCEGLIERANNO IL LORO SINDACO Pioltello Melzo Cassina Peschiera alle pagine 35, 36, 37, 38

Paullo a pagina 29

Tribiano a pagina 27

a pagina 66 e 68

Pantigliate

a pagina 49

Rodano a pagina 27

Vignate

a pagina 43

Liscate a pagina 46

a pagina 71

alle pagine 28 e 29

Settala a pagina 43

Gessate a pagina 60

In uno speciale nomi e foto di tutti i candidati alla carica di. consigliere comunale. Alta tensione a Pioltello e a Cassina CERNUSCO Urla e minacce durante la presentazione del progetto voluto dall’Udi sulle violenze sulle donne

Accuse per il video porno tra adolescenti finito in rete Uno studente ha raccontato la storia di una coetanea e una mamma ha accusato di aver diffuso il dramma della figlia

CERNUSCO (nsr) Due fidanzatini, un video pornografico amatoriale girato da lei e diffuso sul web da lui. Una storia raccontata da un ragazzo delle medie parte integrante del progetto promosso dall’Udi. Ma anche l’inizio di un caso. Perché nel corso della presentazione, in auditorium ha fatto irruzione una donna con una ragazza, affermando che la storia che stavano raccontando era quella vissuta dalla figlia. Anche perché il nome di fantasia usato dallo studente era quello dell’adolescente.

Pioltello - Ha ucciso la moglie

«Il gesto di mio zio non ha spiegazioni» Parla la nipote dei coniugi Zorzolo

a pagina 31

BUSSERO

E’ morto Sterchele, maestro d’arte

FELICI Mario Zorzolo e Lucia Moraci

GORGONZOLA Da una ragazza ucraina un esempio di onestà

Trova un diamante e lo restituisce A Liscate

GUIDA Sterchele aveva l’atelier in vicolo Sant’Antonio BUSSERO (nsr) Un infarto, veloce come una pennellata. Mercoledì sera è morto Aldo Sterchele, creatore di una scuola di pittura che ha sfornato decine di talenti. Il mondo dell’arte è in lutto.

.

a pagina 53

a pagina 9

Schiacciata da un tir nell’asfalto bollente Gamba amputata A PAGINA

71

Oltre tremila appassionati alla Maratona del Naviglio

14

alle pagine 16 e 17

Addioallacolonna dell’oratorio CERNUSCO Romano Mariani era considerato il fratello maggiore del Paolo VI a pagina 4

«Seiunasino»: querelataeassolta

a pagina 47

a pagina 55

A PAGINA

CARUGATE Domenica si riunisce l’assemblea dei soci della Bcc per approvare il bilancio 2013: anno chiuso con un utile di oltre 4 milioni

VIGNATE Nel corso di un’assemblea condominiale aveva dato dell’asino all’amministratore che l’aveva denunciata, ma i giudici del Tribunale dell’Appello l’hanno assolta

GORGONZOLA (nsr) Ha trovato per terra una fede e, soprattutto, un solitario. Anziché brindare all’inaspettata fortuna, una ragazza ucraina ha tappezzato il posteggio della metropolitana di cartelli fino a quando non è riuscita a risalire alla (disperata) proprietaria. E, alla fine, la straniera non ha voluto neppure un euro di ricompensa.

Carugate Addio alla «mamma» dei genitori adottivi .

CERNUSCO SUL NAVIGLIO

Carugate-Inzago, Bccinassemblea

.

alle pagine 10 e 11

Cologno Chiesti 100mila euro per le intercettazioni .

A PAGINA

19

Frigerio vuole i domiciliari CERNUSCO La richiesta dell’ex sindaco Gianstefano Frigerio, arrestato per tangenti a pagina 3

LA GAZZETTA DELLA MARTESANA • Pessano con Bornago Via Matteotti, 1 • tel. 02.92108374 • E-mail: redazione@lamartesana.it


La Gazzetta dell'Adda Lunedì 19 maggio 2014

22 ECONOMIA

DOMENICA L’ASSEMBLEA DEI SOCI DI BCC CARUGATE

Bcc chiude con un u MAINO: «CONTINUIAMO AD ESSERE PROTAG

CARUGATE (gcf) Si chiude con un utile di 4,37 milioni di euro il Bilancio consuntivo dell’esercizio 2013 di BCC Carugate e Inzago, la Banca di Credito Cooperativo nata al termine dello scorso anno dalla fusione tra le consorelle BCC Carugate e BCC Inzago. Il prossimo 25 maggio, l’intera compagine sociale del nuovo istituto – composta ora da oltre 12mila soci – sarà chiamata nel corso dell’Assemblea dei Soci a ratificare un bilancio estremamente positivo, con un utile netto consistente, in crescita del 6,47% rispetto al 2012, nonostante gli effetti dei crediti deteriorati dovuti al perdurare del ciclo di crisi generale. Si tratta di un risultato importante che la Banca ha ottenuto attraverso un’attività mirata e costante di contenimento dei costi e grazie al buon risultato della gestione del portafoglio titoli di proprietà, favorito anche dall’andamento positivo dei mercati finanziari. «I dati economici che emergono dal Bilancio 2013 sono da leggere in una chiave naturalmente positiva – afferma il Presidente di BCC Carugate e Inzago, Giuseppe Maino – Non tanto, o non solo, per le cifre che esprimono, che restano in ogni caso di tutto rispetto nel panorama creditizio nazionale, ma soprattutto perché, grazie ai risultati ottenuti, avremo la possibilità di continuare a proporci come attori di riferimento del nostro più grande, e in parte nuovo, territorio di operatività. Grazie agli oltre 4 milioni di utile netto con i quali abbiamo chiuso il 2013, potremo

infatti proseguire nella nostra missione di Banca sociale e sostenere le tante realtà associative che vi operano in campo sanitario, culturale, sportivo e dare risposte concrete ai bisogni delle nostre imprese e delle nostre famiglie». Il bilancio certifica BCC Carugate e Inzago come uno degli istituti bancari più solidi a livello regionale con un patrimonio netto di circa 230 milioni di euro. «Si tratta di un risultato in buona parte derivante dall’operazione di fusione – continua Maino – un passaggio delicato per la storia della nostra Banca che, nel complesso, ha portato importanti benefici su più fronti. Grazie a questo patrimonio e alle dimensioni accresciute della Banca, possiamo oggi esprimere sul mercato una solidità che ci permetterà di affrontare gli anni a venire con un cauto e ponderato ottimismo, pur consapevoli delle difficoltà che potremo incontrare». La fusione ha contribuito anche a un’espansione della rete commerciale e a un conseguente rilevante aumento dei volumi intermediati: i suoi effetti positivi appaiono evidenti soprattutto analizzando i dati sulla raccolta. La raccolta diretta da clientela ha registrato un valore di 1,62 miliardi di euro con una crescita di 520 milioni di euro (+47,09%), mentre la raccolta indiretta, salita a 742 milioni di euro, cresce di 153

milioni (+26,0%). La raccolta totale supera pertanto i 2,36 miliardi, con un incremento del 39,75%, pari a 673 milioni di euro, di cui 651 derivanti dalla fusione di inizio dicembre. «I buoni risultati della raccolta – sottolinea Maino - hanno permesso a BCC Carugate e Inzago di destinare agli impieghi 1,24 miliardi (899 milioni nel 2012, con una crescita significativa ascrivibile alla fusione): significa che lo scorso anno la Banca ha re-

stituito al territorio, sotto forma di finanziamenti, ben il 76,29% di ciò che dal territorio ha raccolto». Il margine d’interesse si è attestato a 35,64 milioni di euro (-0,74% rispetto al 2012) a causa del contrarsi dello spread, mentre il margine d’intermediazione ha raggiunto i 53 milioni di euro (con un aumento del 12,26%), grazie agli utili realizzati dalla gestione del portafoglio titoli aziendale. Uno contributo al risultato del 2013 è stato fornito dal conte-

nimento dei costi amministrativi ma soprattutto dal buon risultato della gestione del comparto finanza : «Grazie alla continua opera di razionalizzazione delle attività che abbiamo da tempo messo in atto – conclude il Presidente Maino – e in particolare agli 8,9 milioni di utili realizzati nella gestione del portafoglio di proprietà il risultato dell’esercizio ha potuto superare quello dello scorso anno». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LA RETE TERRITORIALE Bcc dispone di 40 sportelli, copre 113 Comuni distribuiti in 7 province lombarde

Una banca sempre più forte per un territorio più grande

CARUGATE (gcf) Con la fusione BCC Carugate e Inzago ha colto l’opportunità di dar vita a un soggetto bancario più grande e forte, in grado di competere al meglio su un mercato sempre più competitivo, e di svolgere più efficacemente il proprio ruolo a sostegno delle tante

comunità del suo vasto territorio. Oggi, con una rete di 40 sportelli (39 filiali e una tesoreria) e 46 Sportelli Bancomat, la Banca assicura una presenza più rilevante del Credito Cooperativo nei 113 comuni del proprio territorio di competenza, che si estende su ben 7 province

lombarde: Milano, Monza e Brianza, Lodi, Como, Lecco, Cremona e Bergamo. « L’accresciuta struttura dimensionale, patrimoniale e territoriale e l’ampliamento immediato delle quote di mercato che ne è conseguito – afferma il Presidente di

BCC Carugate e Inzago Giuseppe Maino – sono elementi che garantiranno alla nostra Cooperativa nuove prospettive di crescita e prosperità e i cui effetti si manifesteranno in tutta la loro importanza soprattutto sul medio-lungo periodo». La vasta area di competenza

IL LIBRO Riscoprire la Lombardia attraverso le foto di Luca Merisio, cresciuto nella bottega del padre Pepi

«Terre di Lombardia», l’omaggio ai soci della Bcc CARUGATE (gcf) In occasione dell’Assemblea dei Soci BCC Carugate e Inzago proseguirà la sua tradizionale promozione della “cultura del territorio”, regalando a tutti i presenti una copia del libro “Terre di Lombardia”. Si tratta dell’ultimo volume fotografico realizzato da Luca Merisio, figlio del grande fotografo Pepi Merisio, autore di splendidi volumi per il Credito Cooperativo. Un’arte, quel-

la dei Merisio, che è divenuta anche tradizione di famiglia con Andrea, che oggi assiste il padre Luca nella realizzazione di shooting fotografici d’eccellenza. “Terre di Lombardia” racconta la nostra Regione attraverso paesaggi naturali e urbani, mettendo in luce il mescolarsi delle tradizioni rurali con il moderno sviluppo urbanistico. Tutto da un’unica prospettiva: dall’alto.

Gli scatti sono, infatti, panorami ripresi dal cielo che disegnano geometrie affascinanti. La Banca regalerà un’edizione personalizzata del volume: “In queste immagini ci specchiamo – afferma il Presidente Giuseppe Maino nell’introduzione – inserendo la nostra Banca tra queste pagine, intendiamo celebrare con riconoscenza la terra che ci ospita e la sua gente, da cui ogni giorno riceviamo piena

fiducia”. Un’opera che merita un posto d’onore nelle librerie poiché sfogliandola si percepiscono i motivi che rendono speciale il nostro territorio, o meglio i territori – così diversi geograficamente e così simili socialmente – che compongono la Lombardia. Il miglior regalo per una cooperativa di credito che il presidente Maino definisce non a caso: “Una piccola banca dai grandi orizzonti territoriali”.

esprime anche una base sociale di grande rilievo: la Banca, infatti, può contare ora sull’impegno e sul sostegno di 12.087 soci, il doppio di quanto espresso dalle singole Banche pre-esistenti. Gli 11 componenti del Consiglio di Amministrazione che rappresentano l’intera compagine sociale sono: Giuseppe Maino (Presidente), Aldo Crippa, Enzo Maggioni, Giovanni Maggioni, Antonio Mandelli, Monica Mapelli, Marco Pisoni, Erminio Natale Radaelli, Maria Nicoletta Ravasio, Alessandro Spreafico, Mauro Vergani. Su questo territorio allargato, la Banca continuerà a operare dirigendo le operazioni dalla sede che fu di BCC Carugate, recentemente rinnovata, mentre la storica Villa Facheris, sede di BCC Inzago, svolgerà un ruolo di rappresentanza come sede secondaria.


La Gazzetta dell'Adda Lunedì 19 maggio 2014

ECONOMIA 23

E E INZAGO PER L’APPROVAZIONE DEL BILANCIO 2013

utile di oltre 4 milioni GONISTI DELLO SVILUPPO DEL TERRITORIO» LA PREVISIONE Nel corso del nuovo anno la banca attende un’ulteriore contrazione di impieghi

2014, ottimismo nonostante le difficoltà Il direttore generale Beretta: «Bcc potrà godere dei benefici derivanti dalla fusione»

BCC CARUGATE E INZAGO A sinistra il Presidente di BCC Carugate e Inzago, Giuseppe Maino, che domenica illustrerà all’assemblea dei soci il bilancio 2013. Sopra una veduta aerea della suggestiva sede secondaria di Inzago e uno scorcio della filiale di Inzago dell’istituto

CARUGATE (gcf) «I risultati positivi del competenze professionali che met2013 non ci metteranno automatitono in campo ogni giorno, infatti, camente al riparo dalle difficoltà: nel sono elementi necessari per assicu2014 dovremo affrontare un’ulteriore rare efficienza e qualità nella relacontrazione degli impieghi, un peso zione con i clienti. maggiore delle sofferenze e dei crediti Investire nella loro formazione dideteriorati, una riduzione del renventa quindi una priorità strategica. dimento titoli in portafoglio e un geDa diversi anni la Banca ha intranerale restringimento dei margini», preso uno speciale percorso di forafferma il Direttore Generale di BCC mazione con un team di esperti e Carugate e Inzago, Giorgio Beretta. consulenti, al fine di stimolare il mi«Nonostante questo – continua Beglioramento delle capacità relazioretta – le previsioni per il 2014, pur nali, l’aumento della consapevolezza nella complessità del difficile periodo del proprio ruolo, la motivazione e la economico, rivelano un utile in linea proattività individuale, ma anche l’icon quello dell’esercizio appena stinto di innovazione, il senso di apchiuso. La Banca potrà infatti godere partenenza e dedizione all’azienda. di benefici derivanti dai maggiori voDopo la fusione, anche le risorse lumi e dalle economie di scala e di provenienti dalla ex BCC Inzago sono scopo conseguenti l’operazione di fustate da subito coinvolte in un imsione. Per sfruttarli a pieno, occorrerà portante percorso di rilevazione delle tuttavia sviluppare l’offerta di nuovi esperienze maturate e delle comprodotti alla clientela e rivedere i nopetenze possedute, per accelerare il stri processi aziendali». processo di integrazione valorizzanLe strategie per resistere alle turdo la professionalità e progettando bolenze di mercato sono chiare: nel tempo gli adeguati percorsi for«Continueremo la nostra politica di mativi. consolidamento basata sullo sviluppo I dipendenti di BCC Carugate e del territorio di competenza – con- IL DG Giorgio Beretta, direttore generale della BCC Carugate e Inzago Inzago sono determinanti in questa clude Beretta – questo ci permetterà, fase storica di “cambiamento”. Il pianel rispetto del modello cooperativo, no di sviluppo aziendale prevede il di favorire una crescita del patrimonio, una prerogative del Credito Cooperativo e di coinvolgimento di un gruppo di risorse proriduzione dell’incidenza dei costi operativi e BCC Carugate e Inzago. Gli oltre 300 divenienti da ogni settore della Banca che, una crescita della produttività». pendenti che oggi prestano servizio per la guidato da un team di professionisti, sta Il Dg sottolinea poi la valorizzazione delle Banca rappresentano un patrimonio di imelaborando progetti innovativi a supporto risorse umane interne da sempre una delle prescindibile importanza: le capacità e le delle strategie definite dal management.

.

LIBERALITÀ E SPONSORIZZAZIONI Sostenuti 256 enti e associazioni impegnate nel volontariato, cultura, sport e tempo libero

La banca ha destinato oltre 500 mila euro per le iniziative locali CARUGATE (gcf) Nel 2013, BCC Carugate e Inzago ha erogato, a titolo di liberalità e sponsorizzazioni, un importo complessivo di oltre 500mila euro in favore di 256 enti e associazioni impegnate nel volontariato sociale, nell’assistenza verso anziani, giovani, malati e categorie disagiate, o in attività culturali, sportive e ricreative. «BCC Carugate e Inzago, seppur rinnovata per adeguarsi alle esigenze dei tempi, non ha mai tradito quei valori etici e di solidarietà che ne hanno caratterizzato tutta la storia fin dalla sua nascita – sottolinea il Presidente Giuseppe Maino – valori che sono alla base dei tanti interventi e delle tante iniziative messe in atto nel tempo in favore delle comunità sul territorio: solo nel corso dell’ultimo decennio abbiamo erogato una cifra che supera ampiamente i 5 milioni di euro». A beneficiare del sostegno della Banca in termini di contributi liberali (oltre 346mila euro totali nel 2013) sono state 100 associazioni, di cui 52 impegnate nella solidarietà sociale, 14 in ambito culturale, 7 in altre attività e 27 enti ecclesiastici, tra i quali rientra la sostanziale totalità degli oratori del territorio di competenza, che da sempre BCC Carugate e Inzago sostiene per l’organizzazione delle

Borse di studio per studenti meritevoli e iniziative ricreative come serate danzanti sono solo alcune delle numerose attività sostenute dalla BCC iniziative estive dedicate ai ragazzi. «È nostra convinzione che siano importanti, anche piccoli contributi concessi a numerose associazioni del territorio per promuovere il benessere sociale. – prosegue Maino – Negli anni ab-

biamo però sostenuto anche iniziative, opere o servizi economicamente rilevanti in quanto realmente utili per tutto il territorio, e in grado di migliorare la qualità della vita di molte persone per molti anni. Anche dopo la fusione, proseguiremo con

questa politica, garantendo continuità nel sostegno a tutte le associazioni fin qui sostentate». Lo scorso anno, BCC Carugate e Inzago ha anche sponsorizzato eventi culturali, musicali, ricreativi, manifestazioni e società spor-

tive del territorio, per un totale di oltre 165mila euro. L’investimento nello sport, in particolare, ha sempre contraddistinto l’attività della Banca, che recentemente ha legato il suo nome anche alla Coppa Italia di Basket Femminile di Serie A3.

FONDAZIONE MARCHESI, UN ESEMPIO ALL’AVANGUARDIA CARUGATE (gcf) La Fondazione Marchesi, convertita nel 1978 in struttura di ricovero per anziani a carattere riabilitativo, prende nome dal Maestro Luigi Marchesi, sopranista noto alle grandi corti europee dell’800 che volle fare della sua dimora un “Ospedale per ricovero dei poveri infermi, in prelazione dei cronici del Comune di Inzago”. Nel 2003 la struttura si è trasformata in una Fondazione di diritto privato, che conta tra i Fondatori il Comune, la Parrocchia di Inzago ed enti privati, tra i quali BCC Inzago. Dal 2007 presiede il C.d.A della Fondazione

la dottoressa Gabriella Molina che afferma «Siamo molto grati a BCC Carugate e Inzago che ci ha da poco regalato una macchina per ecografie con la quale pensiamo di organizzare uno screening di massa in favore della popolazione». Oggi la RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale per anziani) è un punto di riferimento importante per gli inzaghesi e non solo: alla RSA si affianca, infatti, il Centro Diurno Integrato per anziani e un servizio di Assistenza Domiciliare Integrata, attivo su tutto il territorio nord-est della ASL Milano 2.

«BCC Carugate e Inzago è da sempre vicina allo sport in tutte le sue espressioni – ricorda Maino – Il sostegno all’attività sportiva rientra infatti nella nostra missione di Banca locale. Non ci interessa però legarci allo sport professionistico, preferiamo concentrarci sui settori giovanili delle società sportive dilettantistiche e su tutte quelle iniziative che abbiano carattere di avviamento allo sport. Crediamo, infatti, che i princìpi dello sport siano affini ai valori sui quali si impernia il Credito Cooperativo e il suo modo di intendere le relazioni sociali. Promuoverli tra i ragazzi significa contribuire alla creazione di una società futura che poggi su valori solidi di lealtà e collaborazione». Le cifre sopra esposte rappresentano dei dati concreti e misurabili, nel pieno spirito di pragmatismo sociale che è proprio del Credito Cooperativo, ma è bene sottolineare che la relazione di scambio non è una relazione pura mente finanziar ia. «Un’azienda socialmente responsabile come la nostra BCC produce anche cultura di sostenibilità, contribuisce a mettere in relazione tra loro i propri interlocutori per allungare e migliorare la catena di valore sul territorio: l’unica, vera ed efficace ricetta contro la crisi globale».


La Gazzetta dell'Adda Lunedì 19 maggio 2014

VAPRIO D'ADDA 31

RICORRENZE La comunità di San Nicolò ha celebrato gli anniversari di matrimonio

«Esempi d’amore e di fede» Applausi a scena aperta per le cinquantasei coppie riunitesi sabato per la conferma dei voti

ANNIVERSARI Alcuni momenti della celebrazione (servizio fotografico Stefano Dati) (zfb) Grande festa, in San Ni-

colò, per gli anniversari di matrimonio. Sabato erano centinaia i fedeli che hanno affolato le navate della chiesa parrocchiale per stringersi in un abbraccio agli sposi del pese. Commozione per le nozze di diamante (sessant’anni di vita coniugale) di Renato Alba e Giuseppina Anzani, Carlo Perego e VIlla Ines, Saverio Chignoli e Carlotta Carminati, Antonio Motta e Angela Bramati. Hanno invece celebrato i cinquantacinque anni di vita insieme, raggiungendo il traguardo delle nozze di smeraldo, Carlo Bramati e Anna Lucia Consonni, Ardesio Cerea e Rosa Riva, Peppino Cremonesi e Adriana Brambilla, Piergiorgio Pozzi e Piera Anrnoldi. Applausi anche per le numerosissime coppie che sono arrivate al traguardo delle nozze d’oro, ovvero ai cinquant’anni di vita l’uno a fianco dell’altra : Geremia Spada e Agnese Rivolta, Agostino Passoni e Anna Maria Alba, Antonio Hudorte e Emilia Cignoli, Stefano Riva e Paola Tiezzi, Virgilio Pesenti e Maria Teresa Maffioletti, Claudio Pagnoni e Norma Roman, Michele Orlandi e Caterina Pirotta, An-

tonio Natille e Maria Calcagnile, Mario Foresti e Carolina Pirotta, Renato Colombo e Anna Maria ROnchi, Luigi Colombo e Orsola Verna, Domenico Carminati e Maria Colombo, Paolo Blini e GianPaola Spano, Antonio Biffi e Maria Facchinetti, Silvestro Abbati e Fiorella Zulli, Bruno Gorlani e Ernesta Cremonesi, Mario Pessina e Emma Sala, Antonio Invernizzi e Giancarla Carminati. L’intera comunità di San Nicolò, guidata

da don Giuseppe Mapelli, si è stretta in un caloroso abbraccio anche alle cinque coppie che hanno festeggiato sabato i 45 anni di amore, suggellati dalle nozze di zaffiro: Camillo Rizzoni e Franca Scandola, Andrea Brambilla e Cesarina Rigamonti, Silvano Bergamaschi e Giuliana Cremonesi, Serafino Bellani e Giuseppina Redaelli, GianBattista Perego e Gisella Mattavelli. Sedici le coppie di coniugi che si sono dati appuntamento in

San Nicolò per celebrare invece i quarant’anni di condivisione, le nozze di rubino: Giuseppe Pozzi e Ornella Urrili, Lorenzo Zucchinali e Giuseppina Finardi, Roberto manzotti e Vittoria Pastori, Antonio Mandelli e maria Teresa Chignoli, Paolo Lombini e Maria Viginia Campus, Carlo Lisbona e Lucia Moggie, Giuseppe Pezzi e Beatrice Ronchi, Roberto Della Vedova e Teresa Lupi, Carlo Corda e Ambrogina Marcandalli,

Luciano Chignoli e Anna Maffioletti, Giovanni Pirotta e Laura Tinelli, Giuseppe Brambilla e Antonella Chignoli, Alessandro Brambilla e Annunciata Zenti, Antonio Bramati e Franca Sacchi, Giovanni Verna e Rita Bonetti, Stefano Galli e Rosangela Innocenti. Celebrati i 25 anni di matrimonio da: Domenico Usuelli e Antonella Zambroni, Luigi Luzzi e Ilaria Della Vedova, Claudio Colombo e Cinzia Di Addario, Francesco

Capocchiano e Laura Galbiati, Vittorio Biffi e Enrica Andreini, Giuseppe Ravasio e Daniela Maria Sala. Hanno festegiato il primo, importante traguardo dei dieci anni di vita coniugale Davide Blini e Lidia Raganiello, Stefano Chignoli e Chiara Semenzano. mentre hanno festeggiato il loro primo anno da marito e moglie Andrea Galli e Roberta Rampinelli. A tutti loro sono andati gli auguri dei vapriesi.

LA LEVA DEL 1944 IN GITA AL LAGO D’ORTA

Settantenni in festa (zfb) Giornata di festa per i coscritti del 1944. Si sono dati appuntamento mercoledì sera, in chiesa, i venti coetanei che quest’anno hanno varcato la soglia dei 70 anni. Di fronte a loro, a dir messa, monsignor Giancarlo Quadri, loro coscritto vapriese, ora alla curia di Milano. Giovedì, invece, il manipolo di 70enni è partito alla volta del lago d’Orta, dove (nella foto da sinistra a destra) Giacono Carrera, Angelo Brolis, Luciano Chignoli, Edwige Pirotta, Maddalena Orlandi, Annamaria Orlandi, Roberto, Massimo Chignoli, Rachele Corti, Lucia Manzotti, Giovanna Generoso, Gualberto Chignoli, Rosella Buzzi, Raimondo Fumagalli, Maria Pia Pellorini, Natale Brambati, Bruno Mariani e Rita Cremonesi hanno trascorso una magnifica giornata. .

i.p.

A Monza San Fruttuoso, uno dei quartieri più belli, che oggi rinasce con la fine dei lavori di viale Lombardia

Natan Costruzioni, la casa dei sogni garantita da 30 anni di esperienza Diverse le soluzioni abitative in vendita, eleganti e moderne: dalle villette di via Marelli agli appartamenti di via Tevere MONZA (gmc) Una cura e un’attenzione alle esigenze abitative maturate grazie a 30 anni di esperienza e a un forte legame con il territorio. Natan Costruzioni, infatti, nasce a metà degli anni Ottanta proprio a Monza, dove realizza edifici residenziali di alta qualità. La maggior parte delle realizzazioni si trova nel quartiere di San Fruttuoso, dove l’azienda opera da sempre, soprattutto riqualificando e decostruendo immobili già esistenti, quindi senza ulteriore consumo di suolo. Proprio per mantenere una delle caratteristiche fondamentali della zona, il verde. L’azienda ha uno staff con esperienza e passione, che resta legato alla propria storia ma che guarda anche al futuro, attento a tutte le ultime soluzioni relative al comfort abitativo, al risparmio energetico e alla domotica. Due esempi della qualità delle realizzazioni della Natan Costruzioni sono la Residenza Marelli Green e la Residenza Tevere. La prima, in via Marelli 52, propone villette bifamiliari, mentre nella seconda, in via tevere 30/32, si possono trovare appartamenti di diversa metratura. La “nuova” San Fruttuoso San Fruttuoso è una zona tranquilla, contornata da ampi spazi verdi e molto comoda per i principali collegamenti autostradali e le tangenziali. Con la fine dei lunghi lavori su viale Lombardia, il tratto di tunnel che collega la SS36 alle tangenziali e autostrade, si otterrà una cospicua rivalutazione del quartiere e di conseguenza del valore immobiliare, oltre che a una continuità estetica e fun-

zionale della zona di superficie dato che verrà restituita, come da progetto, a misura d'uomo con aree verdi, piazze e piste ciclabili lungo l'intera tratta. Nell'arco di 500/900 metri troviamo anche fermate dei mezzi pubblici, asili pubblici e privati, scuole elementari e medie inferiori, istituti scolastici privati, un centro sportivo con bocciofila, tre aree giochi pubbliche, due aree cani, farmacia, negozi, ristoranti, ufficio postale, banche, oratorio e supermercato. E con l’Expo 2015 è prevista anche la fine dei lavori per il prolungamento della linea 1 della metropolitana milanese fino a Monza Bettola, che si trova a circa 2,5

km, rendendo così ancor più strategica e di valore la zona. L’Open Day Il 7, 14 e 15 giugno, proprio al quartiere San Fruttuoso di Monza, sarà possibile partecipare agli Open Day organizzati da Natan Costruzioni per vedere di persona le case e la zona, e cogliere l’occasione di acquistare la casa dei proprio sogni. Se si approfitta di questa opportunità entro tre mesi si potrà ottenere un assegno fino a 35.000 euro, oltre ad un mutuo agevolato della Bcc di Carugate e Inzago.


24

lun

mar

mer

gio

ven

sab

dom

19

20

21

22

23

24

25

IMODRONE V

La Gazzetta della Martesana Lunedì 19 maggio 2014

Asilo Nido & Scuola dell’ Infanzia per bambini fino a 6 anni Orari flessibili fino alle 19:30 via Luigi Cadorna n°69 - 20090 Vimodrone

Tel. 02/26512314

info@ceraunavoltasrl.it - www.isoladeibirbanti.com

segnala le tue notizie a: redazione@lamartesana.it

NOVITÀ Il Consiglio ha approvato le tariffe: 60 centesimi l’ora, 3 euro il giorno

MULTA DA 3MILA EURO

Si parte dall’1 luglio, ma la minoranza non ci sta e attacca l’Amministrazione

Yogurt scaduti nella mensa di una materna

(trf) Dopo mesi di discussioni, assemblee e critiche, è

(trf) Sono proseguite le attività di controllo

Il Piano della sosta è realtà stato approvato il Piano della sosta. Martedì in Consiglio comunale sono state definite le tariffe e l’inizio della sperimentazione effettiva, che partirà dall’1 luglio. L’assessore alla Mobilità Aurora Impiombato Andreani, presentando il piano tariffario ha ricordato quali sono gli obiettivi della sua applicazione: «Ridurre il traffico, evitare la sosta selvaggia, contenere la presenza di cittadini non vimodronesi, mettere in sicurezza il centro del paese». Nelle vie centrali in cui è prevista la sosta a pagamento sugli stalli blu, ci saranno anche spazi bianchi liberi a disco orario. Il pagamento sarà attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 17.30: la tariffa è di 0,60 centesimi all’ora, oppure 3 euro per tutto il giorno. Ai residenti e ai dimoranti nelle vie interessate sarà rilasciato un contrassegno del costo di 25 euro all’anno per il primo veicolo, 75 euro per il secondo veicolo e 100 per il terzo veicolo. Costerà invece 150 euro per i veicoli commerciali delle attività presenti nell’area di interesse. Per i vimodronesi residenti fuori dalla zona delle linee blu, ma che per esigenza di lavoro devono recarsi in auto alla metropolitana, comprovandolo con l’ab-

bonamento Atm, ci sarà la possibilità di pagare 20 euro al mese oppure 150 euro per tutto l’anno: stesse tariffe applicate anche per i non residenti che però lavorano a Vimodrone all’interno della zona blu. Esentate le persone non autosufficienti e chi le accudisce, e anche i parcheggi rosa di cortesia. «Non comprendo la felicità esternata dall’assessore quando dice che ha portato a termine questo piano ha detto Nicola Lombardi di Vimodrone Futura - Non vedo soluzioni al problema della viabilità, lo riteniamo un salasso. Si parla di messa in sicurezza, da che cosa? Sui negozi arriverà un’altra legnata». Il suo compagno di lista Marco Albertini ha sollevato il problema delle multe sulle strisce blu per chi ha pagato ma sfora con l’orario, per cui si applicherà comunque il Codice della strada, e ha chiesto: «Cambierei data di inizio, non vorrei che qualcuno tornasse dalle vacanze e si trovasse smarrito». «Io sostengo solo una cosa: la Ztl - ha detto invece Samuele Agosti di Vimo per tutti - Chiudiamo al traffico il centro storico e si risolvono tutti i problemi, l’area pedonale crea aggregazione». Idea questa non contemplata per ora dall’Amministrazione.

Raffaella Turati

dei carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni, insieme al Nucleo Antisofisticazione e Sanità e al Gruppo Tutela del Lavoro di Milano, sulle aziende che si occupano di ristorazione, confezionamento e somministrazione di cibi e bevande. Dopo i controlli sui centri cottura nelle scuole primarie dell’altra settimana, martedì sono state passate al setaccio anche le scuole d’infanzia nei Comuni di Cormano, Cusano Milanino, Agrate Brianza e anche in città. Sono stati eseguiti controlli presso i centri cottura delle mense delle materne, e in una delle sedi cittadine sono state riscontrate quelle che dall’Arma hanno definito come lievi irregolarità: i militari hanno comminato una sanzione da tremila euro per alcuni yogurt scaduti da pochi giorni, e per la mancanza di sistemi per impedire agli insetti di introdursi in cucina (zanzariere). Aurora Impiombato Andreani

CONFRONTO Serata al Movi dei ragazzi delle medie reduci dalla visita al campo di Mauthausen

Al Cag per riflettere su un’esperienza indimenticabile (ase) Dopo aver varcato il portone del campo di concentramento di Mauthausen, per i 50 giovani provenienti dalle scuole medie del paese, si sono aperte anche le porte del Cag Movi. Ragazzi, genitori ed educatori si sono dati appuntamento al Cag, venerdì scorso, per continuare a rivivere le emozioni provate all’interno del lager solo qualche settimana fa. Ricor-

di, riflessioni e pensieri che hanno accompagnato la visita e che i ragazzi hanno raccontato ai loro genitori attraverso la propria testimonianza e una proiezione di immagini. Momenti intensi ed entusiasmo alle stelle per i ragazzi, molti dei quali hanno espresso il desiderio di iniziare a frequentare il servizio comunale per agli adolescenti, al termine degli esami di terza media, e

per i genitori che si sono complimentati con Nic o Acampora, coordinatore del Centro Giovani Movi, e con il suo staff, per essere riusciti a coinvolgere e motivare i ragazzi in un’esperienza così forte e profonda. A portare il saluto delle istituzioni, il sindaco Antonio Brescianini, che ha ringraziato i giovani per aver rappresentato così bene l’immagine della città all’estero e per aver depo-

sitato una targa commemorativa, al monumento dedicato agli italiani caduti. Dopo aver fatto i dj e gli speaker della radio web del Movi, i ragazzi hanno salutato gli educatori, dandogli appuntamento a settembre certi di ritrovare anche l’ulivo, donato dalle famiglie e piantato all’ingresso del Cag, come simbolo di pace e speranza e in ricordo dell’esperienza.

Alcuni dei ragazzi delle medie che hanno partecipato alla serata al Cag Movi dopo la visita al campo di concentramento di Mauthausen i.p.

A Monza San Fruttuoso, uno dei quartieri più belli, che oggi rinasce con la fine dei lavori di viale Lombardia

Natan Costruzioni, la casa dei sogni garantita da 30 anni di esperienza Diverse le soluzioni abitative in vendita, eleganti e moderne: dalle villette di via Marelli agli appartamenti di via Tevere MONZA (gmc) Una cura e un’attenzione alle esigenze abitative maturate grazie a 30 anni di esperienza e a un forte legame con il territorio. Natan Costruzioni, infatti, nasce a metà degli anni Ottanta proprio a Monza, dove realizza edifici residenziali di alta qualità. La maggior parte delle realizzazioni si trova nel quartiere di San Fruttuoso, dove l’azienda opera da sempre, soprattutto riqualificando e decostruendo immobili già esistenti, quindi senza ulteriore consumo di suolo. Proprio per mantenere una delle caratteristiche fondamentali della zona, il verde. L’azienda ha uno staff con esperienza e passione, che resta legato alla propria storia ma che guarda anche al futuro, attento a tutte le ultime soluzioni relative al comfort abitativo, al risparmio energetico e alla domotica. Due esempi della qualità delle realizzazioni della Natan Costruzioni sono la Residenza Marelli Green e la Residenza Tevere. La prima, in via Marelli 52, propone villette bifamiliari, mentre nella seconda, in via tevere 30/32, si possono trovare appartamenti di diversa metratura. La “nuova” San Fruttuoso San Fruttuoso è una zona tranquilla, contornata da ampi spazi verdi e molto comoda per i principali collegamenti autostradali e le tangenziali. Con la fine dei lunghi lavori su viale Lombardia, il tratto di tunnel che collega la SS36 alle tangenziali e autostrade, si otterrà una cospicua rivalutazione del quartiere e di conseguenza del valore immobiliare, oltre che a una continuità estetica e fun-

zionale della zona di superficie dato che verrà restituita, come da progetto, a misura d'uomo con aree verdi, piazze e piste ciclabili lungo l'intera tratta. Nell'arco di 500/900 metri troviamo anche fermate dei mezzi pubblici, asili pubblici e privati, scuole elementari e medie inferiori, istituti scolastici privati, un centro sportivo con bocciofila, tre aree giochi pubbliche, due aree cani, farmacia, negozi, ristoranti, ufficio postale, banche, oratorio e supermercato. E con l’Expo 2015 è prevista anche la fine dei lavori per il prolungamento della linea 1 della metropolitana milanese fino a Monza Bettola, che si trova a circa 2,5

km, rendendo così ancor più strategica e di valore la zona. L’Open Day Il 7, 14 e 15 giugno, proprio al quartiere San Fruttuoso di Monza, sarà possibile partecipare agli Open Day organizzati da Natan Costruzioni per vedere di persona le case e la zona, e cogliere l’occasione di acquistare la casa dei proprio sogni. Se si approfitta di questa opportunità entro tre mesi si potrà ottenere un assegno fino a 35.000 euro, oltre ad un mutuo agevolato della Bcc di Carugate e Inzago.


La Gazzetta della Martesana Lunedì 19 maggio 2014

16 ECONOMIA

DOMENICA L’ASSEMBLEA DEI SOCI DI BCC CARUGATE

Bcc chiude con un u MAINO: «CONTINUIAMO AD ESSERE PROTAG

CARUGATE (gcf) Si chiude con un utile di 4,37 milioni di euro il Bilancio consuntivo dell’esercizio 2013 di BCC Carugate e Inzago, la Banca di Credito Cooperativo nata al termine dello scorso anno dalla fusione tra le consorelle BCC Carugate e BCC Inzago. Il prossimo 25 maggio, l’intera compagine sociale del nuovo istituto – composta ora da oltre 12mila soci – sarà chiamata nel corso dell’Assemblea dei Soci a ratificare un bilancio estremamente positivo, con un utile netto consistente, in crescita del 6,47% rispetto al 2012, nonostante gli effetti dei crediti deteriorati dovuti al perdurare del ciclo di crisi generale. Si tratta di un risultato importante che la Banca ha ottenuto attraverso un’attività mirata e costante di contenimento dei costi e grazie al buon risultato della gestione del portafoglio titoli di proprietà, favorito anche dall’andamento positivo dei mercati finanziari. «I dati economici che emergono dal Bilancio 2013 sono da leggere in una chiave naturalmente positiva – afferma il Presidente di BCC Carugate e Inzago, Giuseppe Maino – Non tanto, o non solo, per le cifre che esprimono, che restano in ogni caso di tutto rispetto nel panorama creditizio nazionale, ma soprattutto perché, grazie ai risultati ottenuti, avremo la possibilità di continuare a proporci come attori di riferimento del nostro più grande, e in parte nuovo, territorio di operatività. Grazie agli oltre 4 milioni di utile netto con i quali abbiamo chiuso il 2013, potremo

infatti proseguire nella nostra missione di Banca sociale e sostenere le tante realtà associative che vi operano in campo sanitario, culturale, sportivo e dare risposte concrete ai bisogni delle nostre imprese e delle nostre famiglie». Il bilancio certifica BCC Carugate e Inzago come uno degli istituti bancari più solidi a livello regionale con un patrimonio netto di circa 230 milioni di euro. «Si tratta di un risultato in buona parte derivante dall’operazione di fusione – continua Maino – un passaggio delicato per la storia della nostra Banca che, nel complesso, ha portato importanti benefici su più fronti. Grazie a questo patrimonio e alle dimensioni accresciute della Banca, possiamo oggi esprimere sul mercato una solidità che ci permetterà di affrontare gli anni a venire con un cauto e ponderato ottimismo, pur consapevoli delle difficoltà che potremo incontrare». La fusione ha contribuito anche a un’espansione della rete commerciale e a un conseguente rilevante aumento dei volumi intermediati: i suoi effetti positivi appaiono evidenti soprattutto analizzando i dati sulla raccolta. La raccolta diretta da clientela ha registrato un valore di 1,62 miliardi di euro con una crescita di 520 milioni di euro (+47,09%), mentre la raccolta indiretta, salita a 742 milioni di euro, cresce di 153

milioni (+26,0%). La raccolta totale supera pertanto i 2,36 miliardi, con un incremento del 39,75%, pari a 673 milioni di euro, di cui 651 derivanti dalla fusione di inizio dicembre. «I buoni risultati della raccolta – sottolinea Maino - hanno permesso a BCC Carugate e Inzago di destinare agli impieghi 1,24 miliardi (899 milioni nel 2012, con una crescita significativa ascrivibile alla fusione): significa che lo scorso anno la Banca ha re-

stituito al territorio, sotto forma di finanziamenti, ben il 76,29% di ciò che dal territorio ha raccolto». Il margine d’interesse si è attestato a 35,64 milioni di euro (-0,74% rispetto al 2012) a causa del contrarsi dello spread, mentre il margine d’intermediazione ha raggiunto i 53 milioni di euro (con un aumento del 12,26%), grazie agli utili realizzati dalla gestione del portafoglio titoli aziendale. Uno contributo al risultato del 2013 è stato fornito dal conte-

nimento dei costi amministrativi ma soprattutto dal buon risultato della gestione del comparto finanza : «Grazie alla continua opera di razionalizzazione delle attività che abbiamo da tempo messo in atto – conclude il Presidente Maino – e in particolare agli 8,9 milioni di utili realizzati nella gestione del portafoglio di proprietà il risultato dell’esercizio ha potuto superare quello dello scorso anno». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LA RETE TERRITORIALE Bcc dispone di 40 sportelli, copre 113 Comuni distribuiti in 7 province lombarde

Una banca sempre più forte per un territorio più grande

CARUGATE (gcf) Con la fusione BCC Carugate e Inzago ha colto l’opportunità di dar vita a un soggetto bancario più grande e forte, in grado di competere al meglio su un mercato sempre più competitivo, e di svolgere più efficacemente il proprio ruolo a sostegno delle tante

comunità del suo vasto territorio. Oggi, con una rete di 40 sportelli (39 filiali e una tesoreria) e 46 Sportelli Bancomat, la Banca assicura una presenza più rilevante del Credito Cooperativo nei 113 comuni del proprio territorio di competenza, che si estende su ben 7 province

lombarde: Milano, Monza e Brianza, Lodi, Como, Lecco, Cremona e Bergamo. « L’accresciuta struttura dimensionale, patrimoniale e territoriale e l’ampliamento immediato delle quote di mercato che ne è conseguito – afferma il Presidente di

BCC Carugate e Inzago Giuseppe Maino – sono elementi che garantiranno alla nostra Cooperativa nuove prospettive di crescita e prosperità e i cui effetti si manifesteranno in tutta la loro importanza soprattutto sul medio-lungo periodo». La vasta area di competenza

IL LIBRO Riscoprire la Lombardia attraverso le foto di Luca Merisio, cresciuto nella bottega del padre Pepi

«Terre di Lombardia», l’omaggio ai soci della Bcc CARUGATE (gcf) In occasione dell’Assemblea dei Soci BCC Carugate e Inzago proseguirà la sua tradizionale promozione della “cultura del territorio”, regalando a tutti i presenti una copia del libro “Terre di Lombardia”. Si tratta dell’ultimo volume fotografico realizzato da Luca Merisio, figlio del grande fotografo Pepi Merisio, autore di splendidi volumi per il Credito Cooperativo. Un’arte, quel-

la dei Merisio, che è divenuta anche tradizione di famiglia con Andrea, che oggi assiste il padre Luca nella realizzazione di shooting fotografici d’eccellenza. “Terre di Lombardia” racconta la nostra Regione attraverso paesaggi naturali e urbani, mettendo in luce il mescolarsi delle tradizioni rurali con il moderno sviluppo urbanistico. Tutto da un’unica prospettiva: dall’alto.

Gli scatti sono, infatti, panorami ripresi dal cielo che disegnano geometrie affascinanti. La Banca regalerà un’edizione personalizzata del volume: “In queste immagini ci specchiamo – afferma il Presidente Giuseppe Maino nell’introduzione – inserendo la nostra Banca tra queste pagine, intendiamo celebrare con riconoscenza la terra che ci ospita e la sua gente, da cui ogni giorno riceviamo piena

fiducia”. Un’opera che merita un posto d’onore nelle librerie poiché sfogliandola si percepiscono i motivi che rendono speciale il nostro territorio, o meglio i territori – così diversi geograficamente e così simili socialmente – che compongono la Lombardia. Il miglior regalo per una cooperativa di credito che il presidente Maino definisce non a caso: “Una piccola banca dai grandi orizzonti territoriali”.

esprime anche una base sociale di grande rilievo: la Banca, infatti, può contare ora sull’impegno e sul sostegno di 12.087 soci, il doppio di quanto espresso dalle singole Banche pre-esistenti. Gli 11 componenti del Consiglio di Amministrazione che rappresentano l’intera compagine sociale sono: Giuseppe Maino (Presidente), Aldo Crippa, Enzo Maggioni, Giovanni Maggioni, Antonio Mandelli, Monica Mapelli, Marco Pisoni, Erminio Natale Radaelli, Maria Nicoletta Ravasio, Alessandro Spreafico, Mauro Vergani. Su questo territorio allargato, la Banca continuerà a operare dirigendo le operazioni dalla sede che fu di BCC Carugate, recentemente rinnovata, mentre la storica Villa Facheris, sede di BCC Inzago, svolgerà un ruolo di rappresentanza come sede secondaria.


La Gazzetta della Martesana Lunedì 19 maggio 2014

ECONOMIA 17

E E INZAGO PER L’APPROVAZIONE DEL BILANCIO 2013

utile di oltre 4 milioni GONISTI DELLO SVILUPPO DEL TERRITORIO» LA PREVISIONE Nel corso del nuovo anno la banca attende un’ulteriore contrazione di impieghi

2014, ottimismo nonostante le difficoltà Il direttore generale Beretta: «Bcc potrà godere dei benefici derivanti dalla fusione»

BCC CARUGATE E INZAGO A sinistra il Presidente di BCC Carugate e Inzago, Giuseppe Maino, che domenica illustrerà all’assemblea dei soci il bilancio 2013. Sopra una veduta aerea della nuova e moderna sede della Banca di Credito Cooperativo e a lato uno scorcio dell’ingresso della filiale di Carugate dell’istituto

CARUGATE (gcf) «I risultati positivi del competenze professionali che met2013 non ci metteranno automatitono in campo ogni giorno, infatti, camente al riparo dalle difficoltà: nel sono elementi necessari per assicu2014 dovremo affrontare un’ulteriore rare efficienza e qualità nella relacontrazione degli impieghi, un peso zione con i clienti. maggiore delle sofferenze e dei crediti Investire nella loro formazione dideteriorati, una riduzione del renventa quindi una priorità strategica. dimento titoli in portafoglio e un geDa diversi anni la Banca ha intranerale restringimento dei margini», preso uno speciale percorso di forafferma il Direttore Generale di BCC mazione con un team di esperti e Carugate e Inzago, Giorgio Beretta. consulenti, al fine di stimolare il mi«Nonostante questo – continua Beglioramento delle capacità relazioretta – le previsioni per il 2014, pur nali, l’aumento della consapevolezza nella complessità del difficile periodo del proprio ruolo, la motivazione e la economico, rivelano un utile in linea proattività individuale, ma anche l’icon quello dell’esercizio appena stinto di innovazione, il senso di apchiuso. La Banca potrà infatti godere partenenza e dedizione all’azienda. di benefici derivanti dai maggiori voDopo la fusione, anche le risorse lumi e dalle economie di scala e di provenienti dalla ex BCC Inzago sono scopo conseguenti l’operazione di fustate da subito coinvolte in un imsione. Per sfruttarli a pieno, occorrerà portante percorso di rilevazione delle tuttavia sviluppare l’offerta di nuovi esperienze maturate e delle comprodotti alla clientela e rivedere i nopetenze possedute, per accelerare il stri processi aziendali». processo di integrazione valorizzanLe strategie per resistere alle turdo la professionalità e progettando bolenze di mercato sono chiare: nel tempo gli adeguati percorsi for«Continueremo la nostra politica di mativi. consolidamento basata sullo sviluppo I dipendenti di BCC Carugate e del territorio di competenza – con- IL DG Giorgio Beretta, direttore generale della BCC Carugate e Inzago Inzago sono determinanti in questa clude Beretta – questo ci permetterà, fase storica di “cambiamento”. Il pianel rispetto del modello cooperativo, no di sviluppo aziendale prevede il di favorire una crescita del patrimonio, una prerogative del Credito Cooperativo e di coinvolgimento di un gruppo di risorse proriduzione dell’incidenza dei costi operativi e BCC Carugate e Inzago. Gli oltre 300 divenienti da ogni settore della Banca che, una crescita della produttività». pendenti che oggi prestano servizio per la guidato da un team di professionisti, sta Il Dg sottolinea poi la valorizzazione delle Banca rappresentano un patrimonio di imelaborando progetti innovativi a supporto risorse umane interne da sempre una delle prescindibile importanza: le capacità e le delle strategie definite dal management.

.

LIBERALITÀ E SPONSORIZZAZIONI Sostenuti 256 enti e associazioni impegnate nel volontariato, cultura, sport e tempo libero

La banca ha destinato oltre 500 mila euro per le iniziative locali CARUGATE (gcf) Nel 2013, BCC Carugate e Inzago ha erogato, a titolo di liberalità e sponsorizzazioni, un importo complessivo di oltre 500mila euro in favore di 256 enti e associazioni impegnate nel volontariato sociale, nell’assistenza verso anziani, giovani, malati e categorie disagiate, o in attività culturali, sportive e ricreative. «BCC Carugate e Inzago, seppur rinnovata per adeguarsi alle esigenze dei tempi, non ha mai tradito quei valori etici e di solidarietà che ne hanno caratterizzato tutta la storia fin dalla sua nascita – sottolinea il Presidente Giuseppe Maino – valori che sono alla base dei tanti interventi e delle tante iniziative messe in atto nel tempo in favore delle comunità sul territorio: solo nel corso dell’ultimo decennio abbiamo erogato una cifra che supera ampiamente i 5 milioni di euro». A beneficiare del sostegno della Banca in termini di contributi liberali (oltre 346mila euro totali nel 2013) sono state 100 associazioni, di cui 52 impegnate nella solidarietà sociale, 14 in ambito culturale, 7 in altre attività e 27 enti ecclesiastici, tra i quali rientra la sostanziale totalità degli oratori del territorio di competenza, che da sempre BCC Carugate e Inzago sostiene per l’organizzazione delle iniziative estive dedicate ai ragazzi.

«È nostra convinzione che siano importanti, anche piccoli contributi concessi a numerose associazioni del territorio per promuovere il benessere sociale. – prosegue Maino – Negli anni abbiamo però sostenuto anche iniziative, opere o servizi economicamente rilevanti in quanto realmente utili per tutto il territorio, e in grado di migliorare la qualità della vita di molte persone per molti anni. Anche dopo la fusione, proseguiremo con questa politica, garantendo continuità nel sostegno a tutte le associazioni fin qui sostentate». Lo scorso anno, BCC Carugate e Inzago ha anche sponsorizzato eventi culturali, musicali, ricreativi, manifestazioni e società sportive del territorio, per un totale di oltre 165mila euro. L’investimento nello sport, in parti-

LE INIZIATIVE DI BCC Mini basket, ciclismo e il Nova Musica festival delle cooperative sociali sono solo alcune delle numerose attività sostenute dalla Banca di Credito Cooperativo nel proprio territorio di competenza e che fanno della Bcc una banca differente colare, ha sempre contraddistinto l’attività della Banca, che recentemente ha legato il suo nome anche alla Coppa Italia di Basket Femminile di Serie A3. «BCC Carugate e Inzago è da sempre vicina allo sport in

tutte le sue espressioni – ricorda Maino – Il sostegno all’attività sportiva rientra infatti nella nostra missione di Banca locale. Non ci interessa però legarci allo sport professionistico, preferiamo concentrarci sui settori giovanili

delle società sportive dilettantistiche e su tutte quelle iniziative che abbiano carattere di avviamento allo sport. Crediamo, infatti, che i princìpi dello sport siano affini ai valori sui quali si impernia il Credito Cooperativo e il suo

modo di intendere le relazioni sociali. Promuoverli tra i ragazzi significa contribuire alla creazione di una società futura che poggi su valori solidi di lealtà e collaborazione». Le cifre sopra esposte rappresentano dei dati concreti e misurabili, nel pieno spirito di pragmatismo sociale che è proprio del Credito Cooperativo, ma è bene sottolineare che la relazione di scambio non è una relazione puramente finanziaria. «Un’azienda socialmente responsabile come la nostra BCC produce anche cultura di sostenibilità, contribuisce a mettere in relazione tra loro i propri interlocutori per allungare e migliorare la catena di valore sul territorio: l’unica, vera ed efficace ricetta contro la crisi globale».


20

Giornale di Monza

SAN ROCCO, SANT'ALESSANDRO, CASIGNOLO

Martedì 20 maggio 2014

FORMULE E PALCO La 2 C ha partecipato al teatro scientifico al Villoresi

La «Pertini» porta in scena la scienza (cdi) Hanno portato in scena formule ma-

tematiche, dimostrazioni scientifiche e nozioni, utilizzando l’arma dell’ironia. E nel farlo hanno potuto apprendere divertendosi. Ha avuto un grande successo l’iniziativa della scuola media «Pertini» del complesso «Koinè» di San Rocco che mercoledì mattina ha partecipato al progetto del teatro scientifico al Villoresi. Sul palco si è esibita la 2 C, mentre tra il folto pubblico composto da allievi delle scuole secondarie del territorio, erano presenti anche le prime e le seconde dell’istituto che hanno potuto frequentare

una lezione molto particolare. In scena oltre alle nozioni - non sono mancate infatti gag, risate, balletti e perfino l’esibizione di un alunno che ha inscenato un brano rap, rigorosamente scientifico. La parte musicale è stata realizzata sotto la supervisione di Emanuela Castoldi, i testi sono stati studiati dai ragazzi assieme all’insegnante di scienza Maria Giovanna Stomeo, mentre alle scenografie ha lavorato Lucia Nardi. L’esibizione faceva parte del progetto del teatro scientifico under 18 che coinvolge da dieci anni gli istituti del territorio.

COMPLESSO KOINÈ A sinistra le prime e le seconde rimaste tra il pubblico, a destra la 2 C sul palco con le insegnanti Castoldi e Stomeo

AMICI DELLA MONTAGNA Premiati a San Rocco i vincitori ultima gara sociale

Da dieci lustri sempre in vetta E agli ultimi, come da tradizione, è andato il celebre cucchiaio di legno

(pey) Quasi cinquant'anni e non sentirli. Oggi come 49 anni fa i soci degli «Amici della Montagna» continuano a sfidarsi sulle piste innevate dell’Aprica in Valtellina. Tanti i premiati della gara sociale di fine stagione, l’altra domenica presso la sede della ex Circoscrizione tre in via D’Annunzio. Nel trofeo sono state coinvolte tutte le squadre dell’ormai storica associazione fondata a San Rocco, che oggi conta 680 soci: esclusi, gli ovetti, i piccoli fino a quattro anni, si sono sfidati i pulcini (fino a nove anni), i baby sprint (fino alla prima media), i ragazzi (seconda e terza media), i giovani, master, miss e pionieri. Una competizione amichevole tra gli associati, che è servita per prepararsi ai prossimi tornei per la celebrazione del cinquantesimo anniversario. Ma nel frattempo, l’altra domenica in tanti hanno

In alto i campioni della gara sociale del club, e gli ultimi arrivati con il «cucchiaio di legno». Primi a destra il gruppo di giovani allievi e ragazzi. Secondi a destra il gruppo master, miss e pionieri. avuto un piccolo assaggio delle glorie attese per il prossimo anno, durante le premiazioni che si sono tenute nella sede della ex Circoscrizione tre in via D’Annunzio. A vincere il prestigioso torneo nella categoria sociale sono stati Giacomo Cogliati e Margherita Cereda. E

anche gli ultimi arrivati hanno avuto il loro premio di consolazione, un «prestigioso» cucchiaio di legno. Si tratta di Betti Marelli e Mauro Forlani: «Un segno di amicizia per dimostrare che l’importante è partecipare - ha detto Alberto Cogliati, vicepresidente di Amici della

Montagna - Questo è lo spirito della nostra associazione». Una grande squadre di amici che ogni anno si allarga sempre più. L’anno prossimo infatti, oltre a festeggiare il cinquantesimo del club alpinistico, si celebreranno anche il ventesimo anniver-

sario del coro Amici della montagna: «Abbiamo cercato di diversificare le nostre attività - ha proseguito il vicepresidente - Lo sci è uno sport difficile e costoso, soprattutto se portato avanti da un club di città, per questo celebreremo con orgoglio i nostri cinquant'anni».

.

IN VIA ASIAGO E VIA BORGAZZI I residenti protestano per le buche lasciate sulle strade dagli operatori telefonici

«Marciapiedi ancora senza asfalto dopo mesi dalla fine dei lavori» (pey) Hanno una linea Internet super veloce, ma i marciapiedi distrutti. A Casignolo da mesi i residenti si lamentano per il disastro causato dai lavori per l’installazione della cablatura del nuovo allacciamento internet su strade e marciapiedi tra via Borgazzi e via Asiago. Due mesi fa si sono infatti conclusi i lavori di rifacimento della linea. Per portare a termine l’opera è stato necessario aprire un percorso che inizia dalla colonnina nel parcheggio al confine con via Bor-

gazzi, fino alla nuova centralina per i collegamenti elettrici e telefonici di via Asiago. «In alcuni punti non è più stato rimesso l’asfalto - hanno denunciato Alfredo Leoni e Tarcisio Giulivi, residenti a Casignolo Dove, invece, hanno tamponato il manto stradale col catrame sono rimaste delle collinette. Il lavoro è quindi incompleto e realizzato male». Proprio il marciapiede di via Asiago, infatti, è stato lasciato senza l’asfaltatura per almeno una

decina di metri: «C’è solo il cemento - hanno proseguito i due residenti - Qualcuno potrebbe inciampare a causa della differenza di livello con il resto del marciapiede». Gli abitanti di Casignolo hanno segnalato diverse volte il problema, ma senza risposta da parte della ditta di telefonia che ha eseguito i lavori: «Abbiamo chiesto un intervento anche agli addetti del Comune - hanno proseguito Giulivi e Leoni - Ma nessuno è intervenuto per risolvere la situa-

zione». Non solo. Oltre al tratto distrutto per i lavori di allacciamento della nuova linea, anche in altri tratti di marciapiede bisogna stare attenti a non inciampare nelle buche. Poco dopo l’edicola di via Borgazzi, vicino a via Asiago c’è stato un cedimento: uno dei lastroni al lato con la strada è caduto e accanto al vicino tombino si è formata una buca: «Il marciapiede è distrutto da circa un anno hanno proseguito i due - Abbiamo chiesto da mesi di ripararlo ma qui in periferia nessuno ci ascolta».

Carmine Scumaci indica il tratto di marciapiede in via Asiago che non è stato riasfaltato dopo i lavori per l’allacciamento della linea internet i.p.

A San Fruttuoso Uno dei quartieri più belli di Monza, che oggi rinasce con la fine dei lavori di viale Lombardia

Natan Costruzioni, la casa dei sogni garantita da 30 anni di esperienza Diverse le soluzioni abitative in vendita, eleganti e moderne: dalle villette di via Marelli agli appartamenti di via Tevere MONZA (gmc) Una cura e un’attenzione alle esigenze abitative maturate grazie a 30 anni di esperienza e a un forte legame con il territorio. Natan Costruzioni, infatti, nasce a metà degli anni Ottanta proprio a Monza, dove realizza edifici residenziali di alta qualità. La maggior parte delle realizzazioni si trova nel quartiere di San Fruttuoso, dove l’azienda opera da sempre, soprattutto riqualificando e decostruendo immobili già esistenti, quindi senza ulteriore consumo di suolo. Proprio per mantenere una delle caratteristiche fondamentali della zona, il verde. L’azienda ha uno staff con esperienza e passione, che resta legato alla propria storia ma che guarda anche al futuro, attento a tutte le ultime soluzioni relative al comfort abitativo, al risparmio energetico e alla domotica. Due esempi della qualità delle realizzazioni della Natan Costruzioni sono la Residenza Marelli Green e la Residenza Tevere. La prima, in via Marelli 52, propone villette bifamiliari, mentre nella seconda, in via tevere 30/32, si possono trovare appartamenti di diversa metratura. La “nuova” San Fruttuoso San Fruttuoso è una zona tranquilla, contornata da ampi spazi verdi e molto comoda per i principali collegamenti autostradali e le tangenziali. Con la fine dei lunghi lavori su viale Lombardia, il tratto di tunnel che collega la SS36 alle tangenziali e autostrade, si otterrà una cospicua rivalutazione del quartiere e di conseguenza del valore immobiliare, oltre che a una continuità estetica e fun-

zionale della zona di superficie dato che verrà restituita, come da progetto, a misura d'uomo con aree verdi, piazze e piste ciclabili lungo l'intera tratta. Nell'arco di 500/900 metri troviamo anche fermate dei mezzi pubblici, asili pubblici e privati, scuole elementari e medie inferiori, istituti scolastici privati, un centro sportivo con bocciofila, tre aree giochi pubbliche, due aree cani, farmacia, negozi, ristoranti, ufficio postale, banche, oratorio e supermercato. E con l’Expo 2015 è prevista anche la fine dei lavori per il prolungamento della linea 1 della metropolitana milanese fino a Monza Bettola, che si trova a circa 2,5

km, rendendo così ancor più strategica e di valore la zona. L’Open Day Il 7, 14 e 15 giugno, proprio al quartiere San Fruttuoso di Monza, sarà possibile partecipare agli Open Day organizzati da Natan Costruzioni per vedere di persona le case e la zona, e cogliere l’occasione di acquistare la casa dei proprio sogni. Se si approfitta di questa opportunità entro tre mesi si potrà ottenere un assegno fino a 35.000 euro, oltre ad un mutuo agevolato della Bcc di Carugate e Inzago.

LE ULTIME REALIZZAZIONI Nelle foto immagini dei due nuovi complessi residenziali, a sinistra quello di via Marelli dove sono disponibili villette bifamiliari, e a destra quello di via Tevere dove sono disponibili monolocali, bilocali e trilocali. Gli edifici, eleganti e funzionali, sono a basso consumo energetico grazie a tecnologie impiantistiche di ultima generazione. Gli edifici, dotati di adeguata coibentazione termo-acustica al fine di garantire il rispetto delle norme per il contenimento energetico, sono certificati CENED secondo il protocollo vigente in Regione Lombardia in classe B (prossimo alla classe A).


y(7HB9H0*SKMKKK( +[!"!"!$!= IUgY9BLJ0jTbQ77VJEgByJmg9yeNSAL8Pi3JYJv7BIQ=

INZAGO

Allievo di Leonardo ha dipinto il quadro della Madonna EDIZIONE

DELLA TESTATA

GAZZETTA

DELLA

MARTESANA - IN

INZAGO (nsr) Ci sarebbe la mano di un allievo di Leonardo da Vinci dietro il dipinto cinquecentesco della Madonna, un tesoro custodito nel Santuario del Pilastrello. a pagina 18

EDICOLA IL LUNEDÌ

Abbonamenti: annuo ordinario euro 65,00 (c/c postale 62151964 intestato a Promosport srl) - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/03 (conv. L. 24/02/2004 n. 46) Art. 1 Comma 1, CPO Roserio

ISSN 1970-8025

www.gazzettadelladda.it

N. 21 • LUNEDÌ 26 MAGGIO 2014

EURO 1,50

DOMANI IN EDICOLA SPECIALE ELEZIONI 2014

SOLO 0.50 euro

Un’edizione straordinaria della Gazzetta dell’Adda con tutti i risultati dei comuni al voto

CASSANO Un ventunenne è stato fermato dai carabinieri per spaccio di sostanze stupefacenti GREZZAGO Addio a suor Paola

ARRESTATO PER DROGA SI SCUSA COI GENITORI Commosso addio SU FACEBOOK: «SONO STATO UNA DELUSIONE» alla suora maestra INCREDIBILE A POZZO D’ADDA

Per rifare il giardino scarica quintali di ghiaia in strada: scatta la multa Per occupazione di suolo pubblico a pagina 41

Il cumulo di ghiaia abbandonato in strada

CASSANO (nsr) I carabinieri l’hanno sorpreso con quaranta grammi di marjiuana e l’arresto è scattato per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E così le porte della cella si sono aperte per un ventunenne cassanese, liberato solo il giorno dopo. Un’esperienza che, evidentemente, deve averlo toccato profondamente. Perché appena tornato in libertà, il giovane ha acceso il computer ed è andato su Facebook per postare un messaggio di scuse pubbliche ai genitori.

GREZZAGO (nsr) Ha dedicato la sua vita ai bambini, tanto che per trentadue anni ha insegnato nelle scuole materne della famiglia delle Serve di Gesù Cristo. Per questo la morte di suor Paola, all’anagrafe Liberina Radaelli, avvenuta a 77 anni ha suscitato commozione in centinaia di persone.

Stefano Dati a pagina 3

Fabio Zaccaria a pagina 47

.

GESSATE

Villa Sartirana cade a pezzi

INZAGO Dopo 112 anni, l’assemblea dei soci ha deliberato lo scioglimento

La Cooperativa chiude dopo un secolo Fatali i conti in rosso: la perdita supera i 400mila euro. Il sindaco: «Duro colpo per il paese» VAPRIO D’ADDA

GESSATE (nsr) Tegole e calcinacci si staccano dalla facciata e cadono sul marciapiede sottostante. Villa Sartirana sta cadendo letteralmente a pezzi

.

TREZZO

Bloccano il ponte per riavere i figli a pagina 45

BCC DI INZAGO

Adolescenti ubriache salvatedaivigili

L’exdirettore licenziato illegittimamente

Le due cugine stavano per tuffarsi nell’Adda

Per Fareri 300mila euro di risarcimento

a pagina 22

.

CASSANO

Il Comando in realtà è una casa a pagina 10

a pagina 39

a pagina 16

.

Rivoluzione sportiva Virtus e Concesa unite Nasce la «Asd Trezzo»

INZAGO (nsr) Per 112 anni la Cooperativa cattolica di consumo e sociale ha rappresentato un punto di riferimento del paese. Per 112 anni e mai più. Martedì sera, infatti, l’assemblea dei soci ha deliberato lo scioglimento della storica realtà, «schiacciata» sotto il peso di una crisi che non ha lasciato scampo. Il bilancio 2013 si è chiuso con una perdita di oltre 430mila euro, ma era da tempo che la Cooperativa aveva imboccato la via del tramonto. Nel 2012 era stato fatto un tentativo di ricapitalizzazione, chiedendo ai soci di acquistare quote, ma era fallito. «Un duro colpo per il paese», ha commentato il sindaco Benigno Calvi .

Laura Spinelli a pagina 17

Inzago-Carugate: bilancioapprovato INZAGO L’assemblea dei soci ha approvato domenica il bilancio della Bcc Carugate e Inzago, chiuso con un utile di più di 4 milioni a pagina 19

Caso Ananasso, Gdf in Comune CASSANO Blitz della Finanza in Comune per la gestione dell’area Pignone a pagina 9

Speciale motori su auto e moto SERVIZIO Dodici pagine per entrare nel mondo dei motori, scoprendo i segreti delle automobili e delle moto alle pagine 27-38

a pagina 46

.

LA GAZZETTA DELL’ADDA • Pessano con Bornago • Via Matteotti, 1 • tel. 02.92108374 • E-mail: redazione@gazzettadelladda.it


IUgY9BLJ0jTbQ77VJEgByCwojN0t460KrqOz9nGOAow=

16

lun

mar

26

mer

27

28

NZAGO I

gio

ven

29

30

ULTIMA POSSIBILITA’

Centro estivo: educatori cercansi

segnala le tue notizie a: redazione@gazzettadelladda.it

sab

La Gazzetta dell'Adda Lunedì 26 maggio 2014

dom

31

01

(sll) Ultima possibilità per fare l’educatore. E’ possibile inoltrare domanda per incarichi di educatore per il Centro estivo all’associazione Airone che quest’anno ne curerà l'organizzazione in collaborazione con il Comune di Inzago. La domanda, corredata dal curriculum, dovrà essere inoltrata all’indirizzo mail aironeas-

sociazione@gmail.com entro oggi, lunedì 26 maggio. I candidati dovranno essere in possesso di un titolo di studio a carattere psicopedagogico o aver già avuto esperienza di attività con bambini a livello scolastico o extrascolastico. La valutazione dei curricula sarà effettuata direttamente dalla Associazione Airone.

.

SENTENZA Il giudice Giulia Dossi ha imposto alla Bcc un risarcimento di 300mila euro

Fareri: il licenziamento era illegittimo

CdA e Collegio sindacale chiedevano all’ex direttore generale di essere «spietato» coi dipendenti

(sll) Licenziamento illegit-

L’ex direttore generale Ettore Fareri è soddisfatto del riconoscimento da parte del giudice di «licenziamento illegittimo»

zione è stata considerata "superata" con una nuova e ancora generica lettera in cui, con riferimento al mio ruolo di capo del personale (peraltro senza alcun potere come da Statuto) mi veniva contestato di essere stato "scarsamente determinato"». Al contrario, per i sindacati che avevano manifestato contro di lui nell’ottobre del 2011, l’ex direttore generale utilizzava fin troppo spesso il pugno di ferro. Nella primavera del 2011 amministratori e sindaci avevano effettuato «pressioni sul direttore generale per aumentare l'intolleranza verso i comportamenti anomali dei dipendenti»

chiedendo l'inasprimento delle procedure disciplinari e delle conseguenti sanzioni, minacciando, se la situazione non fosse stata sistemata, di prendere seri provvedimenti, come si legge nei verbali di CdA e Comitato esecutivo che sono stati esibiti al giudice del lavoro. «Non si è più disposti a transigere su situazioni per cui i dipendenti pensano di poter fare quello che vogliono, come pure il contesto nel quale i quadri direttivi si ritagliano il proprio orticello senza preoccuparsi dell’effettivo andamento della banca e della propria realtà… Si andranno a esercitare ulteriori pressioni sul direttore generale perché, a sua vol-

ULTERIORI RISVOLTI Denuncia di diffamazione contro i vecchi vertici

Presentato un esposto alla Procura di Milano

TRA CIELO E TERRA Con il Patrocinio di

CD con MUSICA CORALE dedicata a

Giovanni Paolo II & Giovanni XXIII

nell’anno della loro canonizzazione 21 brani tra cui Ave Maria, Salve Regina, Via Crucis, e molti altri...

€ 12,00

se acquistato su www.comincom.it

€ 7,00

se acquistato direttamente c/o CRAL(iN) - Via Campi, 50 - MERATE (LC) dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 18.30

Per info: 039.99.89.288

riservato a me favorevole. Il contenzioso non si esaurisce qui, tenuto conto delle iniziative già adottate e in corso di presentazione verso coloro che in questa vicenda mi hanno danneggiato, nel tentativo di coprire le proprie mancanze o di perseguire propri interessi». Fareri presenterà pure ricorso alla Corte d’Appello di Roma per la multa di 36.500 euro comminata dalla Banca d’Italia all’ex direttore. Insieme a lui sono stati sanzionati, con 24.500 euro a testa, i componenti del Consiglio di

t

generale Ettore Fareri ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Milano sui fatti avvenuti a Inzago e su comportamenti da parte degli ex amministratori che l’avrebbero danneggiato, motivo per cui li ha denunciati per diffamazione togliendosi diversi sassolini dalla scarpa. «E' il tempo delle verità: dopo il contenzioso con l'ex vice presidente vicario del Cda Alfredo Ramponi (accusato di un’aggressione contro Fareri, ndr), che si è concluso con un accordo

Scriviamo la presente per conto della Signora Elisabetta Roncalli, che con noi sottoscrive ad ogni effetto di legge, in riferimento all’articolo apparso sulla vostra testata in data 31 marzo 2014, ed intitolato “300mila euro di multe ai vecchi vertici” riguardante le vicende della Bcc di Inzago, in cui si nomina espressamente la nostra assistita. La Signora Roncalli per oltre sei anni ha lavorato con dedizione, professionalità, impegno ed entusiasmo alle dipendenze di Bcc Inzago successivamente fusa per incorporazione in Bcc Carugate ed Inzago (nel dicembre 2013). Nel citato articolo tuttavia veniva riportata la notizia del licenziamento della Signora Roncalli, con modalità gravemente lesive della sua reputazione, del suo onore nonché tali da arrecare un danno all’immagine della Signora Roncalli e alla sua persona. La sua dipartita veniva infatti accomunata alle sorti dei vertici aziendali e connessa alla critica situazione di Bcc Inzago, nonché all’intervento della Banca d’Italia nella gestione del citato Istituto di Credito. E’ doveroso precisare che le motivazioni portate dall’Istituto di Credito a fondamento del licenziamento della Signora Roncalli - atto che peraltro è già stato impugnato ed avverso il quale stiamo procedendo in giudizio sono totalmente estranee alla vicenda rappresentata nell’articolo citato, così come la posizione della nostra assistita non è in alcun modo ricollegabile alla vicenda societaria, economica e finanziaria di Bcc di Inzago. Affermare dunque che “La nuova Bcc Carugate e Inzago, anche alla luce delle irregolarità evidenziate dalla Banca d’Italia, ha iniziato un repulisti licenziando quattro dipendenti che facevano parte

amministrazione Flavio Riva, Francesco Mancini, Fabrizio Angelucci, Pierino Martinelli, Pierluigi Fumagalli, Laura Facchinetti, Felice Colombo e Luigi Bettoni, e i membri del Collegio sindacale Franco Cremonesi, Bruno Pedroni e Alessandro Cortesi per le irregolarità riscontrate dalla Banca d'Italia che riguardano «carenze nella gestione, governo e controllo dei rischi di credito e operativi da parte dei componenti del Cda e del direttore generale», e «carenze nei controlli dei membri del Collegio sindacale».

della banca inzaghese” attribuisce erroneamente ed illegittimamente alla Signora Roncalli responsabilità che non le sono mai state neanche lontanamente contestate dalla Banca e che in ogni caso mai potrebbero essere attribuite alla Signora Roncalli. La lavoratrice, peraltro, non ha mai fatto parte della “governance” della Bcc Inzago, né aveva incarichi dirigenziali che le attribuissero poteri decisionali in merito alle scelte aziendali. Parimenti inveritiera è la circostanza riportata nell’articolo intitolato “Ettore Fareri: non farò da capro espiatorio”, laddove si scrive che “i nuovi vertici, infatti, hanno mandato via quattro persone, già colpite da provvedimenti disciplinari, dal giudizio negativo alla sospensione, da parte dell’ex direttore generale”. In quasi sette anni di servizio alle dipendenze di Bcc Inzago, infatti, la Signora Roncalli non ha mai ricevuto alcun provvedimento disciplinare prima del licenziamento, né sotto la Gestione di Fareri né dopo la sua dipartita. Ribadiamo pertanto la totale estraneità della Signora Roncalli ai fatti contestati da Banca d’Italia ed alle irregolarità dalla stessa denunciate, essendo la posizione della nostra assistita totalmente diversa da quella ricoperta dalla Governance della Banca ed in nulla connessa con la gestione di Bcc di Inzago. In ogni caso, quanto al licenziamento della Signora Roncalli, stiamo procedendo avanti l’autorità Giudiziaria affinché venga accertata l’illegittimità dello stesso sebbene totalmente straneo ai fatti riportati negli articoli citati. Elisabetta Roncalli Avvocato Anna Danesi Avvocato Tatiana Biagioni

s

(sll) Venerdì l’avvocato dell’ex direttore

LETTERA

timo. Prima vittoria dell’ex direttore generale Ettore Fareri che, dopo essere stato sospeso in via cautelativa, era stato mandato via a fine aprile dello scorso anno. Il giudice Giulia Dossi ha accertato l'illegittimità del licenziamento deciso dalla Bcc di Inzago per «giustificato motivo soggettivo» condannando il nuovo istituto Bcc Carugate e Inzago a un risarcimento complessivo di circa 300mila euro. Non sono state accolte, invece, le richieste inerenti differenze retributive e danni. «Nel complesso si tratta di una pronuncia che considero soddisfacente, attendendo ovviamente di leggere le motivazioni per l'eventuale ricorso, visto che è stato riconosciuto come illegittimo il licenziamento». Fareri ha poi ripercorso le tappe del suo allontanamento: «Una prima e frettolosa lettera mi imputava, con riferimento all'esito delle ispezioni Bankitalia, di aver effettuato frequenti e insensati avvicendamenti, in maniera generica e pretestuosa. Alla mia risposta che gli stessi erano stati autorizzati, se non addirittura richiesti, dal CdA con parere favorevole del Collegio sindacale per alcune delle posizioni, così come previsto dalle norme di vigilanza, la contesta-

ta, aumenti ancor più la fermezza e l’intolleranza verso comportamenti omissivi e superficiali», avevano detto i responsabili. «In merito allo sviluppo delle vicende processuali che vedono coinvolta Bcc Carugate e Inzago nei confronti dell’ex direttore generale di Bcc Inzago Ettore Fareri, la banca (che ha ereditato la titolarità del procedimento in seguito alla fusione) prende atto della sentenza, emessa in data 15 maggio 2014, e si riserva di esprimere un commento non appena verranno depositate le motivazioni del provvedimento - riporta la nota stampa dell’istituto di credito - Bcc Carugate e Inzago tiene comunque a precisare che il giudice non ha ritenuto necessario chiedere il reintegro in azienda di Fareri e che la cifra fissata per il risarcimento equivale a meno di un quarto di quanto richiesto dai legali dello stesso. In situazioni analoghe, ove riconosciuta la non sussistenza delle ragioni del licenziamento le cifre risarcitorie sono di solito, per alte cariche aziendali, notevolmente superiori. Anche le spese processuali sono state suddivise tra le parti. La banca sottolinea, infine, che Fareri è stato censurato per il suo operato ricevendo anche significative sanzioni pecuniarie da Banca d’Italia».

MOSTRA AL DE ANDRE’

Tributo a Veronelli con una personale (sll) Il Grup-

po pittori inzaghesi non dimentica e rende omaggio all’amico Giorgio Veronelli (nella foto), scomparso all’età di 71 anni a fine novembre a causa di un brutto male. Ieri, domenica, gli artisti hanno tenuto un’estemporanea nel giardino del centro De Andrè mentre al coperto, alle 17, si è tenuta l’inaugurazione. La mostra personale di Giorgio Veronelli sarà visitabile fino all’1 giugno, negli orari di apertura del centro. L’uomo è molto amato e conosciuto per aver immortalato le bellezze di Inzago e iniziato generazioni di giovani alla pittura. Con altri amici, coi quali condivideva la stessa passione, ha fondato e sostenuto fin dal suo nascere il «Gruppo pittori inzaghesi». Giorgio è stato anche collaboratore della Gazzetta dell’Adda e sostenitore di varie realtà che si occupano di cooperazione e solidarietà locale, con le quali ha sempre mantenuto un rapporto di collaborazione e di stima.

.


IUgY9BLJ0jTbQ77VJEgByGccg/49IRTWoxxwvRsLwU4=

INZAGO 17

La Gazzetta dell'Adda Lunedì 26 maggio 2014

MESSA IN LIQUIDAZIONE Dopo 112 anni l’assemblea dei soci ha deliberato lo scioglimento

Il canto del cigno della Cooperativa

Conti in rosso, riduzione delle vendite e altri problemi hanno portato a una perdita di oltre 400mila euro

(sll) Inzago ha perso un altro pezzo di storia. Dopo oltre un secolo di onorata presenza, l'assemblea dei soci della Cooperativa cattolica di consumo e sociale di Inzago ne ha deliberato lo scioglimento. Le cause sono i conti in rosso che durano da parecchi anni e un volume d'affari che nel 2013 si è attestato a circa 1 milione di euro, a cui si aggiunge una inesorabile riduzione del volume delle vendite. Così, dopo 112 anni, martedì sera, durante l’assemblea straordinaria appositamente convocata, i soci hanno deciso di prendere la strada della liquidazione volontaria. Dei 298 iscritti ne erano presenti 70, di cui 60 hanno partecipato al voto. Alberto Gallino, seguito da Fiorentino Braga, ha contestato la mancata disposizione del bilancio in visione ai soci secondo i termini di legge, chiedendo di rinviare l’assemblea di almeno 15 giorni. Il punto è stato votato e bocciato, quindi la serata è proseguita. L’unanimità dei presenti ha quindi scelto lo scioglimento a causa dell'oggettiva impossibilità di continuare la più che centenaria missione. Colpa non solo della crisi, lamenta la presidente Adaniela Verduci, che non nasconde che si tratta di una decisione molto sofferta presa dal Consiglio dopo avere serenamente valutato che sono venute meno le condizioni di partecipazione dei soci e una riduzione delle vendite, maggiormente accentuate nel corso degli ultimi anni di gestione. Ci sono poi altre ragioni: «La chiusura del consorzio cooperativo Asco, nostro fornitore da oltre 30 anni, la cui messa in stato di liquidazione coatta ha trascinato con sé anche altre cooperative storiche che nel corso

A sinistra, il Consiglio di amministrazione agli inizi degli anni Settanta. A destra, uno splendido effetto notturno dello stabile della cooperativa in via Cavour, costruito agli inizi degli anni Ottanta

degli ultimi mesi hanno chiuso i battenti - ha detto la Verduci - L'aumento esponenziale delle spese di gestione, dei canoni d'affitto, in quanto la cooperativa non è proprietaria di beni immobili, la mancanza di liquidità di cassa, e il graduale abbandono da parte dei soci, che preferiscono in modo legittimo, fare i propri acquisti presso le catene della grande distribuzione, e perciò la perdita ormai da 3 anni consecutivi, del diritto alla

“mutualità prevalente”, ossia oltre il 50% delle vendite effettuate a favore dei soci, condizione legislativa giudicata indispensabile per poter continuare la nostra missione. Per non parlare delle continue prescrizioni per conto dell'Asl che ci hanno obbligato a sostituire completamente gli impianti frigoriferi, con spese d'installazione tutte a nostro carico». L'assemblea, convocata prima in sede ordinaria, ha

approvato all’unanimità un bilancio tecnico che ha fatto registrare una perdita di 436.479 euro. Successivamente, in sede straordinaria con la presenza di un notaio, sempre all’unanimità, ha decretato lo scioglimento per mancanza di capitale sociale e la messa in stato di liquidazione volontaria, nominando il presidente Verduci Commissario liquidatore. A spiegare cosa succederà è proprio il presidente: «Il

supermercato di via Cavour continuerà a operare in attesa di definirne in tempi brevi la vendita dell'attività a favore di eventuali acquirenti che si sono dichiarati interessati -ha detto Adaniela Verduci - A nome del Consiglio che da circa un anno presiedo, posso assicurare che tentativi per scongiurare tale decisione ne sono stati fatti molti. Tuttavia, anche l'esito delle due assemblee dei soci, appositamente convocate negli

INTERVENTO Il consigliere Pierangelo Barzaghi ha commentato la decisione

«Non dobbiamo sentirci degli sconfitti» (sll) Durante l’assemblea il consigliere

della Cooperativa cattolica di consumo e sociale di Inzago Pierangelo Barzaghi ha fatto alcune considerazioni. «Non dobbiamo sentirci degli sconfitti per quanto sta accadendo ha detto - Siamo in una fase storica dove la cooperazione sente il bisogno di essere ripensata, rinnovata, rigenerata quanto nelle culture come nelle persone, per essere sempre più vicina ai nuovi bisogni emergenti che ogni giorno si presentano davanti ai nostri occhi. Il mondo della coope-

razione anche nel nostro piccolo paese, soprattutto quella generata sotto la spinta e la lungimiranza del mondo cattolico, sente forte il bisogno di essere rigenerato nello spirito, ripensato nei progetti e rinnovato nelle culture. Se la bella storia della Cooperativa cattolica di consumo di Inzago è giunta oggi al termine, non dobbiamo sentirci sminuiti nell'orgoglio e nella passione che ha da sempre contraddistinto il nostro essere “Cooperatori della solidarietà”. Ringraziamo di vero cuore, invece, le persone che oltre un

secolo fa questa meravigliosa storia fatta di uomini e di idee l'hanno scritta, pensata voluta e iniziata. E ai tanti soci che ci hanno lasciato e a quanti altri che in questi anni ci hanno sostenuto, anche nei momenti più difficili, va tutto il nostro riconoscimento e il ringraziamento per il pezzo di strada che insieme abbiamo percorso, con la “saggezza del buon padre di famiglia”, convinti di avere sempre fatto con umiltà e con passione, seppure con tanti limiti, il bene delle nostre famiglie e del nostro paese».

ultimi mesi, non ha dato indicazioni in merito se non una presa d'atto delle scelte che siamo andati a fare. Siamo sereni di avere operato con la saggezza del buon padre di famiglia, e nella consapevolezza che ulteriori ritardi nella decisione non erano più accettabili». Un tentativo di ricapitalizzazione era stato fatto nel 2012, quando ai soci era stato chiesto di acquistare quote per arrivare a un capitale sociale di 50mila euro e sopravvivere. Ma così non è stato. «Lo scioglimento della Cooperativa cattolica di consumo di Inzago, che viene a breve distanza dalla fusione della Bcc di Inzago con quella di Carugate, è un altro duro colpo per il nostro paese, che già vive con trepidazione anche le sorti di altre realtà cooperative meno storiche, ma che stanno affrontando altrettanti difficili momenti per rispondere alle inesorabili leggi del mercato - ha detto il sindaco Benigno Calvi - Mi auguro tuttavia che il patrimonio storico e culturale della cooperativa non sia dimenticato, e si possa valorizzarlo in altre sedi, perché parte della storia di questo nostro paese». i.p.

La rinascita della città Con il tunnel di viale Lombardia e la riqualificazione in superficie

Una Monza più verde e vivibile, adatta alle famiglie Abitare a San Fruttuoso guadagna valore: tranquillità, servizi, collegamenti e case di pregio MONZA (gmc) Sotto tre corsie di galleria scorrevole per portare via il traffico pesante e di attraversamento, sopra alberi, parchi urbani, percorsi nel verde e piste ciclabili. Questa è la riqualificazione paesaggistica del nuovo viale Lombardia dopo la realizzazione del tunnel sotterraneo e sei anni di attesa e disagi per i residenti. E anche i quartieri interessati sono tornati a respirare, liberati dall’afflusso del traffico di attraversamento. Tra questi sicuramente ne ha più giovato San Fruttuoso, una zona tranquilla, contornata da ampi spazi verdi e molto comoda per i principali collegamenti con autostrade e tangenziali. Non mancano fermate dei mezzi pubblici, asili, scuole, attività ricreative come il centro sportivo con bocciofila, parchi gioco, aree per cani, farmacie, negozi, ristoranti, uffici postali, banche, oratori e supermercati. E con l’Expo 2015 è prevista anche la fine dei lavori per il prolungamento della linea 1 della metropolitana milanese fino a Monza Bettola. Il progetto di riqualificazione è stato affidato dal Comune all’architetto tedesco di fama mondiale Andreas Kipar, per un nuovo paesaggio caratterizzato da verde, alberi, arbusti e i monumenti più importanti di Monza, dal campanile di San Fruttuoso, finalmente liberato dal traffico, alla Villa Reale, con sullo sfondo la meravigliosa vista delle Grigne. Insomma, un boulevard alla francese che diventerà la porta di ingresso della

città, un bel biglietto da visita anche per Expo 2015. I cambiamenti della zona, poi, riguardano interessanti opportunità abitative, in linea con la nuova fase che vive il quartiere e che certamente possono attrarre proprio per come San Fruttuoso è e sarà. Protagonista di questa riqualificazione è la Natn Costruzioni, azienda che da 30 anni opera proprio a Monza e in questo quartiere. Qui propone come ultime realizzazioni la Residenza Marelli Green, villete bifamiliari in via Marelli 52, e la Residenza Tevere, con appartamenti di diversa metratura in via Tevere 30/32. «Sono cresciuto in questo eccellente quartiere e so cosa hanno dovuto subire gli abitanti in questi ultimi 6 anni di lavori per l’interramento del viale Lombardia ci racconta Giuseppe Natale, responsabile vendite Natan Costruzioni - Oggi San Fruttuoso torna a risplendere, con un boulevard straordinario, che esalterà maggiormente spazi verdi e vivibilità. Un paese praticamente di 16.000 abitanti che in questo momento diventa interessante dal punto di vista commerciale, molto invitante per i piccoli e medi imprenditori che vogliono reinvestire su questa zona, con attività legate alla ristorazione, al commercio ma soprattutto alla logistica, in quanto terra di mezzo per i principali raccordi stradali e autostradali. Comodamente infatti si possono raggiungere l’autostrada Torino-Ve-

A destra, dall’alto, come sarà viale Lombardia, com’è oggi e un angolo di San Fruttuoso. Sopra, la Residenza Marelli Green realizzata da Natan Costruzioni nezia e per i laghi, le tangenziali Nord-Ovest-Est, l’importantissima SS36 o più comunemente nota come Valassina, snodo che collega Milano con la Brianza e l’alta Lombardia e la Milano-Meda. Molte famiglie hanno già sposato San Fruttuoso per via dei numerosi istituti scolastici presenti. Un bambino può crescere in questo quartiere dal nido fino al liceo, diventando adulto in totale serenità».


IUgY9BLJ0jTbQ77VJEgByOMe3TzQ6LzGF+47/BRn40o=

ECONOMIA 19

La Gazzetta dell'Adda Lunedì 26 maggio 2014

L’ASSEMBLEA L’esercizio 2013 della Carugate e Inzago chiude con un utile di oltre 4 milioni

Bcc, i soci approvano il bilancio

Maino: «La prima assemblea dopo la fusione, occasione di conoscenza e condivisione»

CARUGATE (gcf) L’intera compagine sociale di BCC Carugate e Inzago, che oggi conta più di 12mila soci, domenica 25 maggio, è stata chiamata a ratificare il Bilancio 2013 della banca. I 716 soci presenti ai lavori assembleari (di cui 564 in proprio e 152 per delega) hanno approvato all’unanimità il Bilancio dello scorso anno, che ha registrato un utile netto di 4,37 milioni di euro, in crescita del 6,47%

dente di BCC Carugate e Inzago, Giuseppe Maino – I risultati positivi ottenuti ci permetteranno di continuare a proporci come attori di riferimento del nostro più grande, e in parte nuovo, territorio di operatività, sostenendo le tante realtà associative che vi operano in campo sanitario, culturale, sportivo, sociale e dando risposte concrete ai bisogni delle nostre imprese e delle nostre famiglie».

Il presidente: «Il bilancio esprime cifre di tutto rispetto che ci permetteranno di restare attori di riferimento di un territorio più grande». Il documento è stato approvato all’unanimità rispetto al 2012, grazie soprattutto a un’attività mirata e costante di contenimento dei costi e al buon risultato della gestione del portafoglio titoli di proprietà. Il bilancio certifica anche BCC Carugate e Inzago come uno degli istituti bancari più solidi a livello regionale con un patrimonio netto di circa 230 milioni di euro, in crescita di 48 milioni (+27%) rispetto al 2012. «Il Bilancio 2013 di BCC Carugate e Inzago esprime cifre di tutto rispetto considerato l’attuale momento storico – afferma il Presi-

Anche nel 2013 l’impegno in favore del proprio territorio, ha visto la banca erogare oltre 500mila euro a titolo di liberalità e sponsorizzazioni, in favore di 256 enti e associazioni attive nel volontariato sociale, nell’assistenza verso anziani, giovani, malati e categorie disagiate, o in attività culturali, sportive e ricreative. Oggi, con una rete di 40 sportelli (39 filiali e una tesoreria) e 46 sportelli Bancomat, la banca assicura una presenza più rilevante del Credito Cooperativo nei 113 comuni del proprio territorio di competenza, che

CHE FOLLA Uno scorcio del pubblico intervento nell’auditorium per l’assemblea dei soci della Banca di credito cooperativo di Carugate e Inzago si estende su ben 7 province lombarde: Milano, Monza e Brianza, Lodi, Como, Lecco, Cremona e Bergamo. L’assemblea dei soci di domenica è stata anche un passaggio importante nella storia della banca: per la prima volta, dopo l’operazione di fusione concretizzata lo scorso dicembre, in-

fatti, le compagini sociali delle ex BCC Carugate e BCC Inzago si sono trovate riunite insieme in assemblea. «L’assemblea dei soci ha rappresentato una preziosa occasione di conoscenza reciproca – ha sottolineato Maino – da questa esperienza di condivisione po-

I LAVORI Qui a fianco il tavoli di presidenza dell’assemblea dei soci della Bcc. Sotto due immagini dei soci della banca intervenuti domenica mattina ai lavori assembleari

tremo partire per impostare le linea guida di sviluppo della nostra cooperativa e porre, insieme, le basi per il suo prospero futuro. Abbiamo già intrapreso un percorso di dialogo e di incontro con i soci sul territorio che sarà determinante per la creazione di una compagine sociale unita e

coesa». Al termine dell’assemblea, i soci presenti hanno ricevuto in omaggio il libro fotografico «Terre di Lombardia» di Luca Merisio. Un prezioso volume per riscoprire i paesaggi della Lombardia attraverso suggestivi scatti aerei. © RIPRODUZIONE RISERVATA

MELZO (MI)

BAMBINO 4/7 ANNI

€ 39 anzichè

€ 60

BAMBINO 8/16 ANNI

€ 49 anzichè

€ 80

ADULTO

€ 59 anzichè

€ 80

scopri come su www.comincom.it


La Gazzetta dell'Adda Lunedì 26 maggio 2014

CASSANO D'ADDA 7

Bilancio positivo

Minibasket: Scoiattoli e Aquilotti fanno canestro al quadrangolare (sll) Bella prova per i piccoli

atleti del Minibasket Cassano nel weekend del 17 e 18 maggio: gli Scoiattoli hanno vinto il quadrangolare organizzato a Caleppio di Settala e gli Aquilotti hanno guadagnato un onesto terzo posto. «Sono state due bellissime giornate di sport - hanno detto i due istruttori Stefano Gobbo e Andrea Marta Nella splendida cornice dell'oratorio di Caleppio si è disputato un doppio torneo per Scoiattoli 2005 e Aquilotti 2004, a cui abbiamo partecipato con entrambe le categorie. Alla competizione partecipavano Cernusco sul Naviglio, Settala, Vignate e Liscate. Al di là del mero risultato sportivo, è stato bello far parte di questa festa del minibasket ». Non tutti i bambini delle due squadre hanno però potuto partecipare, dato il periodo di impegni tra comunioni e cresime, ma il merito dei risultati finora ottenuti va comunque riconosciuto a tutti. I prossimi impegni significativi per il Minibasket Cassano sono sabato 24 e domenica 25 giugno per la categoria Esordienti 2002/2003, impegnata in un torneo a Gorgonzola, e nel weekend dell’1 giugno, quando gli Scoiattoli 2006 e gli Under 13 parteciperanno

VINCENTI Gli Scoiattoli sul campo dell’oratorio di Settala durante il quadrangolare dello scorso weekend. Sotto, mentre alzano la meritata coppa. Come sempre sono stati numerosi i genitori presenti alle partite a un torneo internazionale a Trento. In dirittura di arrivo alla fine della stagione, finiti tutti i campionati, gli atleti sono impegnati in amichevoli e tornei. «Il bilancio dell’anno sportivo è più che positivo, gli iscritti sono sempre in crescita e l’entusiasmo è molto alto», hanno detto i responsabili. Per le informazioni relative al prossimo anno (come le iscrizioni) basta tenere monitorato il sito www.pallacanestrodelladda.it e le pagine Facebook «Minibasket Cassano» e «Pallacanestro dell’Adda».

CONVEGNO ALLA FORTEZZA

Investimenti in Borsa: trucchi svelati dai Lions (sll) Molto interessante e con una buona presenza di ospiti (nella foto) il convegno che si è tenuto il 23 maggio alla Fortezza Viscontea, organizzato dal Lions Club Cassano d’Adda, con sede in piazza Perrucchetti al Castello Visconteo. Il relatore, il dottor Simone Sala, responsabile del servizio di Aritmologia genetica presso l’unità operativa dell'ospedale S. Raffaele, ha parlato di aritmie. Il prossimo appuntamento è per il 30 maggio, alle 21, sempre alla Fortezza. Si parlerà dell’attuale situazione del sistema bancario tradizionale e dei rischi finanziari da evitare alla luce della crisi insieme al dottor Enrico Giovannelli e di «Ottenere dei risultati in Borsa: come evitare di comprare in alto e ven-

dere in basso. Vincere gli errori più comuni con poche semplici regole - Condividere la strategia per rag g i u n g e re i p ro p r i obiettivi», con gli esperti Danilo Calvi, Gianmario Carnelli e Paolo Torlaschi. Questo è il terzo e ultimo convegno del «Maggio Lions», ma l’associazione, sempre in fermento, sta già preparando nuove e interessanti proposte culturali per la cittadinanza. La partecipazione al convegno e l'aperitivo che lo precede sono gratuiti. Per informazioni e conferme di partecipazione rivolgersi a Bianca Ghidotti (tel. 339-1255971, e ma i l b i a n c a. g h i d o tti@alice.it) o Adelia Motta (tel. 333-4589854, email motta.adelia@alice.it).

NetweeK - Media Locali Angelo Baiguini - direttore responsabile

Redazione Pessano con Bornago - Via Matteotti, 1 Tel. 02.92108374 - Fax 02.95749431 Aut. Tribunale Milano n. 159/1984 Stampa Litosud - Pessano c. Bornago Via Aldo Moro 2 - Tel. 02.95742234 Pubblicità Pessano con Bornago - Via Matteotti, 1 Tel. 02.92108374 - Fax 02.95749431 Editore Promosport srl “La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250” E’ fatto divieto a chiunque, anche ai sensi della legge sul diritto d’autore, di riprodurre - in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo - le opere giornalistiche contenute e pubblicate sul presente giornale. La proprietà ed i diritti di sfruttamento delle opere ivi contenute sono riservate all’editore.

.


y(7HB8C4*STMKKN( +[!"!"!$!= IUgY9BLJ0jTbQ77VJEgByDGyCCZqfMeSQW67/HaJE7k=

via monza, 8 tel. 331.8560508 aperto dalle 11 alle 20.30 7 giorni su 7 FONDATA

NEL

1982 - IN

EDICOLA IL LUNEDÌ

ISSN 1824-8926

Abbonamenti: annuo ordinario euro 65,00 (c/c postale 62151964 intestato a Promosport srl) - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/03 (conv. L. 24/02/2004 n. 46) Art. 1 Comma 1, CPO Roserio

www.lamartesana.it

N. 21 • LUNEDÌ 26 MAGGIO 2014

EURO 1,50

DOMANI IN EDICOLA SPECIALE ELEZIONI 2014

SOLO 0.50 euro

Un’edizione straordinaria della Gazzetta della Martesana con tutti i risultati dei comuni al voto

CASSINA DE’ PECCHI - L’ADDIO A TOMMY

COLOGNO

Ha lottato per tre mesi poi è volato in Cielo

«FABIO UCCISO E DIMENTICATO. NOI VIVIAMO NELL’INFERNO»

.

TOMMASO CON I GENITORI ALESSIA E ALFREDO A PAGINA

CERNUSCO L’impianto di aerazione del bus su cui viaggiavano oltre settanta bambini si è rotto

La gita si trasforma in un’odissea Malesseri, conati di vomito, pianti e urla di decine di alunni di quinta elementare (nsr) Doveva essere una (bella) gita in Veneto, ma quella di mercoledì si è trasformata in un’odissea per decine di alunni di quinta elementare. L’impianto di aerazione del bus sul quale viaggiavano si è rotto e la temperatura è subito salita alle stelle, provocando malesseri, principi di svenimento e conati di vomito in decine di bambini.

GORGONZOLA - AVEVA 78 ANNI

Fabio Tollis: venerdì avrebbe compiuto 33 anni

Avis e Aido piangono Giancarlo Raimondi

COLOGNO (nsr) Venerdì avrebbe compiuto 33 anni. Ma Fabio Tollis è morto 16 anni fa, ucciso dalle Bestie di Satana. «Viviamo nell’inferno», commenta la famiglia.

Gabriele Ticozzi a pagina 20 .

Tomaso Garella a pagina 56

Sergio Nicastro a pagina 3

COLOGNO Clamorosa minaccia della titolare di un locale dopo l’ordinanza della Questura

«Se mi chiudono il bar, mi do fuoco» MELZO

Due ragazze bigiano la scuola e si ubriacano in riva al fiume: salvate dalla Polizia locale di Fabio Zaccaria a pagina 61

Settala Contro un tir: muoiono in due

COLOGNO (ces) «Nel mio locale non hanno mai trovato nulla, se mai lo chiudessero ancora una volta, prenderò una tanica di benzina e mi darò fuoco». E’ furibonda Alba Parrottino, titolare del «MaryGen cafè», dopo che la Questura ha disposto la serrata del suo locale: le Forze dell’ordine hanno verificato che è frequentato da molteplici pregiudicati. a pagina 23

CASSINA DE’ PECCHI

Dipendenti assediano ditta: «Siamo trattati come schiavi» CASSINA DE’ PECCHI (nsr) Da una settimana stanno assediando l’azienda «Dielle» e la tensione è cresciuta giorno dopo giorno tanto che sono dovute intervenire anche le Forze dell’ordine per evitare che la situazione potesse degenerare. «Siamo trattati come schiavi, rischiamo la vita, ci insultano e non ci pagano come dovrebbero», sono le pesantissime accuse che i sessanta operai hanno rivolto alla proprietà.

.

Alba Parrottino

a pagina 48

Cernusco Lacaricadeimille periltrofeoRade

a pagina 33

Carugate-Inzago: bilancioapprovato INZAGO L’assemblea dei soci ha approvato domenica il bilancio della Bcc Carugate e Inzago, chiuso con un utile di più di 4 milioni a pagina 17

Tangenti,Frigerio restaincarcere CERNUSCO Il gip di Milano ha negato i domiciliari all’ex sindaco a pagina 5

Speciale motori su auto e moto SERVIZIO Dodici pagine per entrare nel mondo dei motori, scoprendo i segreti delle automobili e delle moto alle pagine 35-46

Il Basket Melzo saluta il capitano MELZO Dopo 24 anni di carriera, Matteo Legnani ha detto «basta» a pagina 66

a pagina 10

.

47

.

PROXICAR

VENDITA • ASSISTENZA • RICAMBI

scoprite tutte le nostre offerte nelle pagine dello SPECIALE MOTORI S.S. 11 Padana Superiore 32 (località Villa Pompea) • 20060 Cassina de’ Pecchi (MI) Tel. 02 95301827 331 4998271 • Email: info@proxicar.it - www.proxicar.it LA GAZZETTA DELLA MARTESANA • Pessano con Bornago Via Matteotti, 1 • tel. 02.92108374 • E-mail: redazione@lamartesana.it


IUgY9BLJ0jTbQ77VJEgByNs9/ATrf5wHCDgErsf8JdE=

ECONOMIA 17

La Gazzetta della Martesana Lunedì 26 maggio 2014

L’ASSEMBLEA L’esercizio 2013 della Carugate e Inzago chiude con un utile di oltre 4 milioni

Bcc, i soci approvano il bilancio

Maino: «La prima assemblea dopo la fusione, occasione di conoscenza e condivisione»

CARUGATE (gcf) L’intera compagine sociale di BCC Carugate e Inzago, che oggi conta più di 12mila soci, domenica 25 maggio, è stata chiamata a ratificare il Bilancio 2013 della banca. I 716 soci presenti ai lavori assembleari (di cui 564 in proprio e 152 per delega) hanno approvato all’unanimità il Bilancio dello scorso anno, che ha registrato un utile netto di 4,37 milioni di euro, in crescita del 6,47%

dente di BCC Carugate e Inzago, Giuseppe Maino – I risultati positivi ottenuti ci permetteranno di continuare a proporci come attori di riferimento del nostro più grande, e in parte nuovo, territorio di operatività, sostenendo le tante realtà associative che vi operano in campo sanitario, culturale, sportivo, sociale e dando risposte concrete ai bisogni delle nostre imprese e delle nostre famiglie».

Il presidente: «Il bilancio esprime cifre di tutto rispetto che ci permetteranno di restare attori di riferimento di un territorio più grande». Il documento è stato approvato all’unanimità rispetto al 2012, grazie soprattutto a un’attività mirata e costante di contenimento dei costi e al buon risultato della gestione del portafoglio titoli di proprietà. Il bilancio certifica anche BCC Carugate e Inzago come uno degli istituti bancari più solidi a livello regionale con un patrimonio netto di circa 230 milioni di euro, in crescita di 48 milioni (+27%) rispetto al 2012. «Il Bilancio 2013 di BCC Carugate e Inzago esprime cifre di tutto rispetto considerato l’attuale momento storico – afferma il Presi-

Anche nel 2013 l’impegno in favore del proprio territorio, ha visto la banca erogare oltre 500mila euro a titolo di liberalità e sponsorizzazioni, in favore di 256 enti e associazioni attive nel volontariato sociale, nell’assistenza verso anziani, giovani, malati e categorie disagiate, o in attività culturali, sportive e ricreative. Oggi, con una rete di 40 sportelli (39 filiali e una tesoreria) e 46 sportelli Bancomat, la banca assicura una presenza più rilevante del Credito Cooperativo nei 113 comuni del proprio territorio di competenza, che

CHE FOLLA Uno scorcio del pubblico intervento nell’auditorium per l’assemblea dei soci della Banca di credito cooperativo di Carugate e Inzago si estende su ben 7 province lombarde: Milano, Monza e Brianza, Lodi, Como, Lecco, Cremona e Bergamo. L’assemblea dei soci di domenica è stata anche un passaggio importante nella storia della banca: per la prima volta, dopo l’operazione di fusione concretizzata lo scorso dicembre, in-

fatti, le compagini sociali delle ex BCC Carugate e BCC Inzago si sono trovate riunite insieme in assemblea. «L’assemblea dei soci ha rappresentato una preziosa occasione di conoscenza reciproca – ha sottolineato Maino – da questa esperienza di condivisione po-

I LAVORI Qui a fianco il tavoli di presidenza dell’assemblea dei soci della Bcc. Sotto due immagini dei soci della banca intervenuti domenica mattina ai lavori assembleari

tremo partire per impostare le linea guida di sviluppo della nostra cooperativa e porre, insieme, le basi per il suo prospero futuro. Abbiamo già intrapreso un percorso di dialogo e di incontro con i soci sul territorio che sarà determinante per la creazione di una compagine sociale unita e

coesa». Al termine dell’assemblea, i soci presenti hanno ricevuto in omaggio il libro fotografico «Terre di Lombardia» di Luca Merisio. Un prezioso volume per riscoprire i paesaggi della Lombardia attraverso suggestivi scatti aerei. © RIPRODUZIONE RISERVATA

MELZO (MI)

BAMBINO 4/7 ANNI

€ 39 anzichè

€ 60

BAMBINO 8/16 ANNI

€ 49 anzichè

€ 80

ADULTO

€ 59 anzichè

€ 80

scopri come su www.comincom.it


y(7HB8C4*STMKKN( +[!"!"!$!=

via monza, 8 tel. 331.8560508 aperto dalle 11 alle 20.30 7 giorni su 7 FONDATA

NEL

1982 - IN

EDICOLA IL LUNEDÌ

ISSN 1824-8926

Abbonamenti: annuo ordinario euro 65,00 (c/c postale 62151964 intestato a Promosport srl) - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/03 (conv. L. 24/02/2004 n. 46) Art. 1 Comma 1, CPO Roserio

www.lamartesana.it

N. 21 • LUNEDÌ 26 MAGGIO 2014

EURO 1,50

DOMANI IN EDICOLA SPECIALE ELEZIONI 2014

SOLO 0.50 euro

Un’edizione straordinaria della Gazzetta della Martesana con tutti i risultati dei comuni al voto

COLOGNO

CASSINA DE’ PECCHI - L’ADDIO A TOMMY

«FABIO UCCISO E DIMENTICATO. NOI VIVIAMO NELL’INFERNO»

Ha lottato per tre mesi poi è volato in Cielo

TOMMASO CON I GENITORI ALESSIA E ALFREDO

.

A PAGINA

CERNUSCO L’impianto di aerazione del bus su cui viaggiavano oltre settanta bambini si è rotto

La gita si trasforma in un’odissea Malesseri, conati di vomito, pianti e urla di decine di alunni di quinta elementare (nsr) Doveva essere una (bella) gita in Veneto, ma quella di mercoledì si è trasformata in un’odissea per decine di alunni di quinta elementare. L’impianto di aerazione del bus sul quale viaggiavano si è rotto e la temperatura è subito salita alle stelle, provocando malesseri, principi di svenimento e conati di vomito in decine di bambini.

GORGONZOLA - AVEVA 78 ANNI

Fabio Tollis: venerdì avrebbe compiuto 33 anni

Avis e Aido piangono Giancarlo Raimondi

COLOGNO (nsr) Ve n erd ì avrebbe compiuto 33 anni. Ma Fabio Tollis è morto 16 anni fa, ucciso dalle Bestie di Satana. «Viviamo nell’inferno», commenta la famiglia.

Gabriele Ticozzi a pagina 20 .

Tomaso Garella a pagina 56

Sergio Nicastro a pagina 3

COLOGNO Clamorosa minaccia della titolare di un locale dopo l’ordinanza della Questura

CASSINA DE’ PECCHI

«Se mi chiudono il bar, mi do fuoco»

Dipendenti assediano ditta: «Siamo trattati come schiavi»

MELZO

Due ragazze bigiano la scuola e si ubriacano in riva al fiume: salvate dalla Polizia locale di Fabio Zaccaria a pagina 61

Settala Contro un tir: muoiono in due

COLOGNO (ces) «Nel mio locale non hanno mai trovato nulla, se mai lo chiudessero ancora una volta, prenderò una tanica di benzina e mi darò fuoco». E’ furibonda Alba Parrottino, titolare del «MaryGen cafè», dopo che la Questura ha disposto la serrata del suo locale: le Forze dell’ordine hanno verificato che è frequentato da molteplici pregiudicati. a pagina 23

CASSINA DE’ PECCHI (nsr) Da una settimana stanno assediando l’azienda «Dielle» e la tensione è cresciuta giorno dopo giorno tanto che sono dovute intervenire anche le Forze dell’ordine per evitare che la situazione potesse degenerare. «Siamo trattati come schiavi, rischiamo la vita, ci insultano e non ci pagano come dovrebbero», sono le pesantissime accuse che i sessanta operai hanno rivolto alla proprietà.

.

Alba Parrottino

a pagina 48

Cernusco La carica dei mille per il trofeo Rade

a pagina 33

47

Carugate - Inzago: bilancio approvato INZAGO L’assemblea dei soci ha approvato domenica il bilancio della Bcc Carugate e Inzago, chiuso con un utile di più di 4 milioni a pagina 17

Tangenti, Frigerio resta in carcere CERNUSCO Il gip di Milano ha negato i domiciliari all’ex sindaco a pagina 5

Speciale motori su auto e moto SERVIZIO Dodici pagine per entrare nel mondo dei motori, scoprendo i segreti delle automobili e delle moto alle pagine 35-46

Il Basket Melzo saluta il capitano MELZO Dopo 24 anni di carriera, Matteo Legnani ha detto «basta» a pagina 66

a pagina 10 .

.

PROXICAR

VENDITA • ASSISTENZA • RICAMBI

scoprite tutte le nostre offerte nelle pagine dello SPECIALE MOTORI S.S. 11 Padana Superiore 32 (località Villa Pompea) • 20060 Cassina de’ Pecchi (MI) Tel. 02 95301827 331 4998271 • Email: info@proxicar.it - www.proxicar.it LA GAZZETTA DELLA MARTESANA • Pessano con Bornago Via Matteotti, 1 • tel. 02.92108374 • E-mail: redazione@lamartesana.it


La Gazzetta dell'Adda Lunedì 26 maggio 2014

INZAGO 17

MESSA IN LIQUIDAZIONE Dopo 112 anni l’assemblea dei soci ha deliberato lo scioglimento

Il canto del cigno della Cooperativa Conti in rosso, riduzione delle vendite e altri problemi hanno portato a una perdita di oltre 400mila euro (sll) Inzago ha perso un altro

pezzo di storia. Dopo oltre un secolo di onorata presenza, l'assemblea dei soci della Cooperativa cattolica di consumo e sociale di Inzago ne ha deliberato lo scioglimento. Le cause sono i conti in rosso che durano da parecchi anni e un volume d'affari che nel 2013 si è attestato a circa 1 milione di euro, a cui si aggiunge una inesorabile riduzione del volume delle vendite. Così, dopo 112 anni, martedì sera, durante l’assemblea straordinaria appositamente convocata, i soci hanno deciso di prendere la strada della liquidazione volontaria. Dei 298 iscritti ne erano presenti 70, di cui 60 hanno partecipato al voto. Alberto Gallino, seguito da Fiorentino Braga, ha contestato la mancata disposizione del bilancio in visione ai soci secondo i termini di legge, chiedendo di rinviare l’assemblea di almeno 15 giorni. Il punto è stato votato e bocciato, quindi la serata è proseguita. L’unanimità dei presenti ha quindi scelto lo scioglimento a causa dell'oggettiva impossibilità di continuare la più che centenaria missione. Colpa non solo della crisi, lamenta la presidente Adaniela Verduci, che non nasconde che si tratta di una decisione molto sofferta presa dal Consiglio dopo avere serenamente valutato che sono venute meno le condizioni di partecipazione dei soci e una riduzione delle vendite, maggiormente accentuate nel corso degli ultimi anni di gestione. Ci sono poi altre ragioni: «La chiusura del consorzio cooperativo Asco, nostro fornitore da oltre 30 anni, la cui messa in stato di liquidazione coatta ha trascinato con sé anche altre cooperative storiche che nel corso

A sinistra, il Consiglio di amministrazione agli inizi degli anni Settanta. A destra, uno splendido effetto notturno dello stabile della cooperativa in via Cavour, costruito agli inizi degli anni Ottanta

degli ultimi mesi hanno chiuso i battenti - ha detto la Verduci - L'aumento esponenziale delle spese di gestione, dei canoni d'affitto, in quanto la cooperativa non è proprietaria di beni immobili, la mancanza di liquidità di cassa, e il graduale abbandono da parte dei soci, che preferiscono in modo legittimo, fare i propri acquisti presso le catene della grande distribuzione, e perciò la perdita ormai da 3 anni consecutivi, del diritto alla

“mutualità prevalente”, ossia oltre il 50% delle vendite effettuate a favore dei soci, condizione legislativa giudicata indispensabile per poter continuare la nostra missione. Per non parlare delle continue prescrizioni per conto dell'Asl che ci hanno obbligato a sostituire completamente gli impianti frigoriferi, con spese d'installazione tutte a nostro carico». L'assemblea, convocata prima in sede ordinaria, ha

approvato all’unanimità un bilancio tecnico che ha fatto registrare una perdita di 436.479 euro. Successivamente, in sede straordinaria con la presenza di un notaio, sempre all’unanimità, ha decretato lo scioglimento per mancanza di capitale sociale e la messa in stato di liquidazione volontaria, nominando il presidente Verduci Commissario liquidatore. A spiegare cosa succederà è proprio il presidente: «Il

supermercato di via Cavour continuerà a operare in attesa di definirne in tempi brevi la vendita dell'attività a favore di eventuali acquirenti che si sono dichiarati interessati -ha detto Adaniela Verduci - A nome del Consiglio che da circa un anno presiedo, posso assicurare che tentativi per scongiurare tale decisione ne sono stati fatti molti. Tuttavia, anche l'esito delle due assemblee dei soci, appositamente convocate negli

INTERVENTO Il consigliere Pierangelo Barzaghi ha commentato la decisione

«Non dobbiamo sentirci degli sconfitti» (sll) Durante l’assemblea il consigliere della Cooperativa cattolica di consumo e sociale di Inzago Pierangelo Barzaghi ha fatto alcune considerazioni. «Non dobbiamo sentirci degli sconfitti per quanto sta accadendo ha detto - Siamo in una fase storica dove la cooperazione sente il bisogno di essere ripensata, rinnovata, rigenerata quanto nelle culture come nelle persone, per essere sempre più vicina ai nuovi bisogni emergenti che ogni giorno si presentano davanti ai nostri occhi. Il mondo della coope-

razione anche nel nostro piccolo paese, soprattutto quella generata sotto la spinta e la lungimiranza del mondo cattolico, sente forte il bisogno di essere rigenerato nello spirito, ripensato nei progetti e rinnovato nelle culture. Se la bella storia della Cooperativa cattolica di consumo di Inzago è giunta oggi al termine, non dobbiamo sentirci sminuiti nell'orgoglio e nella passione che ha da sempre contraddistinto il nostro essere “Cooperatori della solidarietà”. Ringraziamo di vero cuore, invece, le persone che oltre un

secolo fa questa meravigliosa storia fatta di uomini e di idee l'hanno scritta, pensata voluta e iniziata. E ai tanti soci che ci hanno lasciato e a quanti altri che in questi anni ci hanno sostenuto, anche nei momenti più difficili, va tutto il nostro riconoscimento e il ringraziamento per il pezzo di strada che insieme abbiamo percorso, con la “saggezza del buon padre di famiglia”, convinti di avere sempre fatto con umiltà e con passione, seppure con tanti limiti, il bene delle nostre famiglie e del nostro paese».

ultimi mesi, non ha dato indicazioni in merito se non una presa d'atto delle scelte che siamo andati a fare. Siamo sereni di avere operato con la saggezza del buon padre di famiglia, e nella consapevolezza che ulteriori ritardi nella decisione non erano più accettabili». Un tentativo di ricapitalizzazione era stato fatto nel 2012, quando ai soci era stato chiesto di acquistare quote per arrivare a un capitale sociale di 50mila euro e sopravvivere. Ma così non è stato. «Lo scioglimento della Cooperativa cattolica di consumo di Inzago, che viene a breve distanza dalla fusione della Bcc di Inzago con quella di Carugate, è un altro duro colpo per il nostro paese, che già vive con trepidazione anche le sorti di altre realtà cooperative meno storiche, ma che stanno affrontando altrettanti difficili momenti per rispondere alle inesorabili leggi del mercato - ha detto il sindaco Benigno Calvi - Mi auguro tuttavia che il patrimonio storico e culturale della cooperativa non sia dimenticato, e si possa valorizzarlo in altre sedi, perché parte della storia di questo nostro paese». i.p.

La rinascita della città Con il tunnel di viale Lombardia e la riqualificazione in superficie

Una Monza più verde e vivibile, adatta alle famiglie Abitare a San Fruttuoso guadagna valore: tranquillità, servizi, collegamenti e case di pregio MONZA (gmc) Sotto tre corsie di galleria scorrevole per portare via il traffico pesante e di attraversamento, sopra alberi, parchi urbani, percorsi nel verde e piste ciclabili. Questa è la riqualificazione paesaggistica del nuovo viale Lombardia dopo la realizzazione del tunnel sotterraneo e sei anni di attesa e disagi per i residenti. E anche i quartieri interessati sono tornati a respirare, liberati dall’afflusso del traffico di attraversamento. Tra questi sicuramente ne ha più giovato San Fruttuoso, una zona tranquilla, contornata da ampi spazi verdi e molto comoda per i principali collegamenti con autostrade e tangenziali. Non mancano fermate dei mezzi pubblici, asili, scuole, attività ricreative come il centro sportivo con bocciofila, parchi gioco, aree per cani, farmacie, negozi, ristoranti, uffici postali, banche, oratori e supermercati. E con l’Expo 2015 è prevista anche la fine dei lavori per il prolungamento della linea 1 della metropolitana milanese fino a Monza Bettola. Il progetto di riqualificazione è stato affidato dal Comune all’architetto tedesco di fama mondiale Andreas Kipar, per un nuovo paesaggio caratterizzato da verde, alberi, arbusti e i monumenti più importanti di Monza, dal campanile di San Fruttuoso, finalmente liberato dal traffico, alla Villa Reale, con sullo sfondo la meravigliosa vista delle Grigne. Insomma, un boulevard alla francese che diventerà la porta di ingresso della

città, un bel biglietto da visita anche per Expo 2015. I cambiamenti della zona, poi, riguardano interessanti opportunità abitative, in linea con la nuova fase che vive il quartiere e che certamente possono attrarre proprio per come San Fruttuoso è e sarà. Protagonista di questa riqualificazione è la Natn Costruzioni, azienda che da 30 anni opera proprio a Monza e in questo quartiere. Qui propone come ultime realizzazioni la Residenza Marelli Green, villete bifamiliari in via Marelli 52, e la Residenza Tevere, con appartamenti di diversa metratura in via Tevere 30/32. «Sono cresciuto in questo eccellente quartiere e so cosa hanno dovuto subire gli abitanti in questi ultimi 6 anni di lavori per l’interramento del viale Lombardia ci racconta Giuseppe Natale, responsabile vendite Natan Costruzioni - Oggi San Fruttuoso torna a risplendere, con un boulevard straordinario, che esalterà maggiormente spazi verdi e vivibilità. Un paese praticamente di 16.000 abitanti che in questo momento diventa interessante dal punto di vista commerciale, molto invitante per i piccoli e medi imprenditori che vogliono reinvestire su questa zona, con attività legate alla ristorazione, al commercio ma soprattutto alla logistica, in quanto terra di mezzo per i principali raccordi stradali e autostradali. Comodamente infatti si possono raggiungere l’autostrada Torino-Ve-

A destra, dall’alto, come sarà viale Lombardia, com’è oggi e un angolo di San Fruttuoso. Sopra, la Residenza Marelli Green realizzata da Natan Costruzioni nezia e per i laghi, le tangenziali Nord-Ovest-Est, l’importantissima SS36 o più comunemente nota come Valassina, snodo che collega Milano con la Brianza e l’alta Lombardia e la Milano-Meda. Molte famiglie hanno già sposato San Fruttuoso per via dei numerosi istituti scolastici presenti. Un bambino può crescere in questo quartiere dal nido fino al liceo, diventando adulto in totale serenità».


La Gazzetta della Martesana Lunedì 26 maggio 2014

BRUGHERIO 19

VIA RODARI Un carabiniere ha rischiato di essere investito da due delinquenti

Spara ai malviventi in fuga Erano appena saliti su un’auto rubata, «monitorata» dai militari (ces) Colti sul fatto accanto a una mac-

china rubata, i malviventi hanno cercato di investire un carabiniere a piedi con il loro furgone per darsi alla fuga. Il militare è riuscito a trarsi in salvo gettandosi a terra per poi esplodere un colpo in direzione delle gomme del mezzo. Una scena da Far West quella che si è svolta mercoledì scorso in via Rodari all’angolo con via Sant’Andrea durante un appostamento dei Carabinieri di fronte a un’auto rubata. La vettura, una «Dacia Sandero», era stata sottratta nella mattinata in una cascina di Caponago. L’auto, di proprietà di un cliente di una società di sicurezza con sede nel casolare, era stata lasciata con le chiavi nel cruscotto. E i ladri ne hanno subito approfittato. La «Dacia» è «riapparsa» solo alcune ore dopo in via Rodari a Brugherio, dove l’hanno trovata i Carabinieri. I militari si sono quindi appostati nei pressi del mezzo per attendere che i malviventi venissero a «ritirare» la vettura. Dopo alcune ore di attesa, sul posto è sopraggiunto un furgone bianco, di marca «Volkswagen» con a bordo diverse persone. Dal veicolo sono scesi un ragazzo e una ragazza che sono subito saliti a bordo della «Sandero». In un attimo i militari si sono diretti verso la «Dacia» per fermare la partenza dei due. Ma in quel momento l’uomo alla guida del furgone ha accelerato in direzione di un carabiniere. Il militare si è

L’acqua salata diventa dolce grazie al 17enne Manzoni e al suo progetto low cost (ces) Giovani ricercatori cre-

I carabinieri brugheresi da tempo monitoravano l’autovettura rubata gettato a terra con un balzo a lato della strada per evitare di essere investito e ha sparato un colpo in direzione delle gomme del furgone che, però, è riuscito ad allontanarsi a tutta velocità. Il carabiniere non ha riportato ferite. Sul posto sono rimasti i due ragazzi, cittadini italiani di etnia rom, residenti in un campo nomadi a Milano. Dopo alcuni accertamenti il giovane, B.A., 19 anni, con precedenti, è stato arrestato per favo-

reggiamento reale. Secondo la ricostruzione dei militari, infatti, il 19enne sarebbe stato chiamato dall’autore del furto della «Dacia» per recuperare la vettura nel parcheggio di Brugherio. Per quanto riguarda la ragazza, invece, non sono emersi collegamenti con la vicenda. Dopo il processo per direttissima, che si è tenuto giovedì, il ragazzo è stato condannato a otto mesi da trascorrere agli arresti domiciliari nel campo in cui risiede.

INCONTRO Faccia a faccia tra esercenti e Amministrazione (ces) «Ci vorrebbe un occhio di riguardo per la nostra categoria. Le attività commerciali stanno vivendo un momento difficile e non possiamo permetterci di sorridere pensando che quest’anno non pagheremo molto di più dell’anno scorso». Con queste parole il rappresentante del Distretto del commercio brugherese, Stefano Manzoni, ha incalzato l’Amministrazione nel corso della serata di mercoledì, quando l’assessore al Bilancio, Graziano Maino, quello al Commercio, Marco Magni, e il sindaco Marco Troiano hanno incontrato i titolari delle attività produttive in sala consiliare, per presentare loro il bilancio di previsione 2014. «Abbiamo cercato di contenere le imposte, ma i nostri sforzi

PREMIATO RICERCATORE IN ERBA

«Più attenzione per il commercio» sono andati anche verso la protezione delle fasce di popolazione più deboli: il numero di cittadini che si rivolgono ai Servizi sociali è cresciuto di molto», ha detto Maino. Non sono mancate le osservazioni, anche piccate, degli operatori presenti, così come si sono avvertiti mormorii di disappunto al momento di parlare della tariffa meno amata della nuova Iuc: la Tari. «In sostanza è la Tares - chiarisce Maino - Abbiamo mantenuto il coefficiente al 50% per tutte le tipologie di attività». Ed è proprio questo uno dei punti più indigesti per i

commercianti brugheresi: seguendo alla lettera la modulazione statale, risultano svantaggiate le piccole attività, a cui spetta un esborso proporzionalmente più oneroso delle grandi. «La Giunta poteva fare di più - ha commentato Manzoni - Si poteva rimodulare il coefficiente della Tari, andando ad alleggerire il carico fiscale dei commercianti titolari di piccoli esercizi. Per quanto riguarda l'Imu, ci spiegano che non l'hanno ridotta per poter dare una mano ai servizi sociali. Così facendo, le piccole imprese finiscono col pagare per loro».

scono. E ottengono grandi risultati, che potrebbero perfino migliorare il mondo in cui viviamo. Perché l’invenzione con cui il brugherese Fab io Manzoni ha conquistato un attestato di merito al concorso «I giovani e le scienze 2014», indetto dalla Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche, ha un obiettivo (già realizzato) molto ambizios o: trasfor mare l’acqua salata in dolce, scavalcando i sistemi adoperati attualmente. Molto, troppo costosi. Fabio ha 17 anni e vive in via Marsala: un passato tra i banchi dell’elementare Don Camagni e della media Kennedy, oggi studia all’Itis Molinari di Milano, indirizzo Chimico. Proprio qui si è accesa la fatidica lampadina: «L’idea per questo progetto ci è venuta a dicembre. A scuola i nostri professori ci hanno parlato delle pile a combustibile microbico, che, in sostanza, sfruttano energia prodotta da batteri. Così, insieme al nostro insegnante, abbiamo pensato di applicarle all’elettrodialisi». Il lavoro del gruppo composto da Fabio e da due studentesse di quinta del Molinari, Rhonnalene Carpio e Bozhena Sotnyk, è cominciato a gennaio. «Abbiamo costruito uno strumento composto da tre

contenitori di plexiglas: in quello al centro abbiamo messo l’acqua salata, negli altri due quella contenente i batteri. Poi, abbiamo diviso le tre camere con membrane semi permeabili». Un procedimento a dir poco complesso, finalizzato alla creazione di un semplice (ma prezioso) bicchiere d’acqua potabile. «Certo, si tratta solo di una sacca – ha frenato Manz o n i – Ma potrebbe essere utile per situazioni di emerg enza, in cui qualcuno non abbia altra scelta che bere acqua di mare». Un’invenzione che farebbe la gioia dei naufraghi, insomma. A patto, tuttavia, che siano muniti di molta pazienza: «L’unico problema del nostro prototipo è che per convertire l’acqua salata in dolce occorrono due giorni…», spiega Fabio. Tuttavia, il potenziale dello strumento è notevole: «Abbiamo notato che aumentando le dimensioni delle membrane il processo diventa più rapido. Insomma, migliorarlo è possibile». Al Fast se ne sono accorti, e hanno ospitato il marchingegno dei ragazzi nel corso della rassegna «I giovani e le scienze 2014», oltre all’attestato di merito consegnato dal presidente Stefano Rossini. «Sapevamo che per avere qualche speranza dovevamo proporre un progetto in grado di migliorare la vita delle persone». i.p.

La rinascita della città Con il tunnel di viale Lombardia e la riqualificazione in superficie

Una Monza più verde e vivibile, adatta alle famiglie Abitare a San Fruttuoso guadagna valore: tranquillità, servizi, collegamenti e case di pregio MONZA (gmc) Sotto tre corsie di galleria scorrevole per portare via il traffico pesante e di attraversamento, sopra alberi, parchi urbani, percorsi nel verde e piste ciclabili. Questa è la riqualificazione paesaggistica del nuovo viale Lombardia dopo la realizzazione del tunnel sotterraneo e sei anni di attesa e disagi per i residenti. E anche i quartieri interessati sono tornati a respirare, liberati dall’afflusso del traffico di attraversamento. Tra questi sicuramente ne ha più giovato San Fruttuoso, una zona tranquilla, contornata da ampi spazi verdi e molto comoda per i principali collegamenti con autostrade e tangenziali. Non mancano fermate dei mezzi pubblici, asili, scuole, attività ricreative come il centro sportivo con bocciofila, parchi gioco, aree per cani, farmacie, negozi, ristoranti, uffici postali, banche, oratori e supermercati. E con l’Expo 2015 è prevista anche la fine dei lavori per il prolungamento della linea 1 della metropolitana milanese fino a Monza Bettola. Il progetto di riqualificazione è stato affidato dal Comune all’architetto tedesco di fama mondiale Andreas Kipar, per un nuovo paesaggio caratterizzato da verde, alberi, arbusti e i monumenti più importanti di Monza, dal campanile di San Fruttuoso, finalmente liberato dal traffico, alla Villa Reale, con sullo sfondo la meravigliosa vista delle Grigne. Insomma, un boulevard alla francese che diventerà la porta di ingresso della

città, un bel biglietto da visita anche per Expo 2015. I cambiamenti della zona, poi, riguardano interessanti opportunità abitative, in linea con la nuova fase che vive il quartiere e che certamente possono attrarre proprio per come San Fruttuoso è e sarà. Protagonista di questa riqualificazione è la Natn Costruzioni, azienda che da 30 anni opera proprio a Monza e in questo quartiere. Qui propone come ultime realizzazioni la Residenza Marelli Green, villete bifamiliari in via Marelli 52, e la Residenza Tevere, con appartamenti di diversa metratura in via Tevere 30/32. «Sono cresciuto in questo eccellente quartiere e so cosa hanno dovuto subire gli abitanti in questi ultimi 6 anni di lavori per l’interramento del viale Lombardia ci racconta Giuseppe Natale, responsabile vendite Natan Costruzioni - Oggi San Fruttuoso torna a risplendere, con un boulevard straordinario, che esalterà maggiormente spazi verdi e vivibilità. Un paese praticamente di 16.000 abitanti che in questo momento diventa interessante dal punto di vista commerciale, molto invitante per i piccoli e medi imprenditori che vogliono reinvestire su questa zona, con attività legate alla ristorazione, al commercio ma soprattutto alla logistica, in quanto terra di mezzo per i principali raccordi stradali e autostradali. Comodamente infatti si possono raggiungere l’autostrada Torino-Ve-

A destra, dall’alto, come sarà viale Lombardia, com’è oggi e un angolo di San Fruttuoso. Sopra, la Residenza Marelli Green realizzata da Natan Costruzioni nezia e per i laghi, le tangenziali Nord-Ovest-Est, l’importantissima SS36 o più comunemente nota come Valassina, snodo che collega Milano con la Brianza e l’alta Lombardia e la Milano-Meda. Molte famiglie hanno già sposato San Fruttuoso per via dei numerosi istituti scolastici presenti. Un bambino può crescere in questo quartiere dal nido fino al liceo, diventando adulto in totale serenità».


N° e data : 140528 - 28/05/2014 Diffusione : 33000 Periodicità : Settimanale Giornoed4_140528_15_6.pdf

A POCHI

CERNUSCO

Le banche Bcc in assemblea

fra elezioni e nuovi conti

Pagina 15 : Dimens.10.77 : % 107 cm2

chilometri di

distanza nella vicina Carugate per la prima volta i soci della Bcc di Carugate e quella di Inzago si sono trovati a votare insieme il bilancio. Conti in ordine che danno soddisfazione ha sottolineato il presidente Giuseppe Maino che guida ora l ' unico istituto bancario Qualche malumore per? c' è ancora ,

,

,

,

,

.

,

tra i dipendenti

,

della Bcc

di Inzago che avevano protestato a più riprese per ,

timore di perdere il posto comunque di vedere la forza del proprio istituto diminuire rispetto alla `grande sorella' cartgatese. il o

LA GUIDA II presidente di Carugate

Chi.Gia.

Giuseppe Maino

BANCHE di credito cooperativo in assemblea domenica , in contemporanea sia a Cernusco sul Naviglio che a Carugate Per entrambi .

istituti di credito anche se per motivi diversi gli

,

,

appuntamento era di quelli importanti a Cernusco si votava insieme al bilancio anche '

l

:

,

,

il

rinnovo delle cariche del

consiglio di amministrazione mentre a Carugate per la prima volta i conti passavano al vaglio dei soci della Bcc rifondata con la fusione tra Carugate e Inzago Nel centro sportivo di via Buonarroti a Cernusco sul Naviglio i soci hanno confermato alla presidenza Enio Sirtori unico candidato alla guida della Bcc dopo la conclusione del suo primo mandato Insieme a lui ,

.

,

.

,

presidente del Collegio sindacale ci sarà Aldo Brunetti. come

1/1 Copyright (Il Giorno ed. Gran Milano) Riproduzione vietata

Bcc Carugate e Inzago

BCC Carugate e Inzago - Rassegna Stampa Maggio 2014  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you