Issuu on Google+

Info Tech Solare

Catalogo generale INFORMAZIONI TECNICHE


Baxi BAXI ITALY, società del Gruppo Baxi tra i leader nel settore del riscaldamento in Europa, è un’azienda attiva nella progettazione e produzione di caldaie e sistemi per il riscaldamento ad alta tecnologia. Da più di trent’anni presente nel settore, l’azienda offre soluzioni e servizi a 360° con una vasta gamma di prodotti tecnologicamente avanzati anticipando i trend di mercato e ponendo particolare attenzione all’ascolto del cliente.

Anticipando le evoluzioni del mercato, Baxi ha ulteriormente sviluppato la gamma prodotti con un'ampia offerta di caldaie a condensazione e soluzioni che sfruttano energie rinnovabili in un'ottica di integrazione di sistemi: • Caldaie a condensazione: oltre 40 modelli, murali e a terra, con potenze da 12 a 150 kW, per installazioni singole e in cascata • Caldaie a gas: murali e a terra, da 15 a 31 kW • Sistemi solari: installazioni per impianti a circolazione forzata con bollitori a singolo o doppio serpentino (da 200 a 3.000 litri); installazioni per impianti a circolazione naturale, mono o bi-pannello, con bollitori da 150, 200 e 300 litri • Satelliti d’utenza: da incasso a trasmissione WIRELESS, solo riscaldamento e riscaldamento e produzione istantanea di acqua calda 2


Info Tech Solare

Gli elevati standard di qualità 9001

Qualità Ambiente Sicurezza

S 18001

ISO

14001 - O SA

-I

SO

H

BAXI sta maturando il proprio successo grazie all’attenzione riposta nella qualità dei suoi prodotti e processi. L’evoluzione verso nuovi standard qualitativi è partita nel 1993 con l’ISO 9001, nella costante evoluzione verso nuovi standard qualitativi, e nel corso del 2002 ha ottenuto la certifi cazione ISO 9001: 2000. Ma anche l’ambiente è molto importante e l’attenzione di Baxi per la sua tutela è sottolineata dalla certificazione ISO 14001 ottenuta nel 2001 e dalla certificazione OHSAS 18001 del 2004. Il successo di Baxi si basa infatti sulla perfetta sintonia di tutte le componenti dell’azienda siano esse uomini, prodotti, tecnologia.

3


Sistemi integrati Baxi è da sempre attiva nella progettazione di soluzioni con il minor impatto ambientale in tutto il loro ciclo di vita. Baxi è altresì convinta che il sistema per il riscaldamento del prossimo futuro sia dato dall’integrazione di una caldaia con apparecchi funzionanti ad energie alternative.

Da questa filosofia nasce il sistema integrato solare Baxi che combina l’eccellenza tecnologica delle caldaie Baxi con una gamma completa di collettori solari e bollitori per impianti a circolazione forzata e naturale. Un concetto di comfort intelligente in cui i vantaggi si concretizzano in basse emissioni di agenti inquinanti (comfort ecologico) e alta efficienza energetica.

4


Info Tech Solare

Indice Principi dell'energia solare

pag. 6

Componenti del sistema solare

pag.13

• sistemi a circolazione forzata

pag. 15

-collettori a tubo sottovuoto

pag. 21

-serbatoi solari ad accumulo

pag. 24

-accessori di regolazione

pag. 30

• sistemi a circolazione naturale

pag. 34

Guida all'installazione dei collettori solari Baxi

pag. 37

Installazione collettore ad incasso

pag. 44

Installazione collettore su tegola

pag. 46

Schemi impianto

pag. 48

5


Principi dell’energia solare Comfort intelligente: il sistema solare integrato Baxi L’energia del sole: un’opportunità da sfruttare Tutti gli oggetti esposti direttamente alla luce del sole ricevono calore e aumentano di temperatura. L’emissione di calore dal sole verso l’esterno è la conseguenza delle continue reazioni termiche che avvengono al suo interno. Questa emissione di calore si concentra fisicamente e si definisce radiazione. La trasmissione di calore per radiazione avviene sotto forma di onde elettromagnetiche. In generale si considera lo spettro solare diviso in tre bande principali a seconda della lunghezza d’onda (raggi infrarossi, luce visibile e raggi ultravioletti). La somma di energia che corrisponde ad ognuna di esse coincide con la costante solare. Questi componenti hanno la funzione di trasportare energia solare.

Percentuale di energia

Lunghezza d'onda 0-0,38 µm

0,38-0,78 µm

0,78- ∞ µm

7%

47%

48%

Ultravioletta

Visibile

Infrarossa

Energia 95 W/m²

640 W/m²

618 W/m²

Media della costante solare 1353 W/m²

L’energia che si riceve dal sole non rimane costante durante l’anno. Si definisce costante solare l’energia ricevuta per unità di tempo (ora) sull’unità di superficie (m²) a livello dell’atmosfera esterna considerando la radiazione solare perpendicolare alla superficie ed una distanza sole – terra variabile secondo la posizione annuale. Data la forma sferica della terra e della sua atmosfera, ci sono variazioni di intensità e di caratteristiche spettrali delle radiazioni solari. L’Italia è sicuramente tra i paesi a maggior irraggiamento: condizione ottimale per lo sfruttamento dell’energia solare. 6

1600÷1750 1400÷1500 1200÷1400 Insolazione annua (kWh/m²)


Info Tech Solare Sistema di captazione Dall’energia solare si possono ricavare elettricità e calore: un sistema solare termico trasforma la radiazione solare in calore utilizzabile per il consumo. I collettori termici solari sono i sistemi di captazione dell’energia solare. Grazie al calore raccolto attraverso i collettori è possibile soddisfare il fabbisogno di acqua calda sanitaria.

Angolo di inclinazione dei collettori L’inclinazione è l’angolo formato dal piano della superficie captante e la superficie orizzontale del punto sul quale si appoggia. In generale, per ottimizzare l’efficienza del collettore, ci deve essere un angolo di 90° tra i raggi incidenti e la superficie dei collettori. In caso i collettori siano installati su tetto inclinato, è consigliabile mantenere la stessa inclinazione del tetto. Qualora invece siano posti su superfici piane, è consigliabile rispettare i seguenti angoli di inclinazione: • Periodo estivo: angolo 20 – 40° • Periodo invernale: angolo 50 – 65° • Periodo medio annuo: 40 – 60°

Angolo di inclinazione dei pannelli rispetto al piano orizzontale

7


Orientamento dei collettori In fase di progettazione del sistema solare, è fondamentale tenere in considerazione l’orientamento dei collettori.

SUD

Angolo di orientamento dei pannelli rispetto Sud

Nel grafico riportato di seguito, è facilmente individuabile il rapporto inclinazione, orientamento, irraggiamento e rilevare come varia l’efficienza del collettore modificando l’inclinazione.

8


Info Tech Solare Dati utili per la progettazione Grazie al calore raccolto attraverso i collettori è possibile soddisfare il fabbisogno di acqua calda sanitaria e/o per il riscaldamento. Nella mappa sotto riportata è possibile identificare l'energia ricavabile da 1 m² di collettore solare con inclinazione 30° rivolto a sud. Il fabbisogno annuale di energia termica per il riscaldamento in kWh è ricavabile in prima approssimazione dalla formula: Fe=HxGGx24/1000 dove: 3,8 kWh

H=fattore di dispersione dell'abitazione (W/K) GG=gradi giorno della località (K x numero di giorni)

4,4 kWh 4,2 kWh

4,4 kWh 4,8 kWh

5,0 kWh

5,0 kWh

5,2 kWh 5,4 kWh

Gradi giorno Città

Annua

Alessandria

2559

Ancona

1688

Bari

1585

Belluno

3043

Bergamo

2533

Bologna

2259

Cagliari

990

Catania

833

Firenze

1821

Foggia

1530

Genova

1435

L’Aquila

2514

Lecce

1153

Milano

2404

Napoli

1034

Palermo

751

Parma

2502

Perugia

2289

Pisa

1694

Potenza

2472

Roma

1415

Sassari

1185

Sondrio

2755

Torino

2617

Trento

3001

Trieste

2102

Udine

2323

Venezia

2345

Il fabbisogno giornaliero di acqua calda sanitaria (litri al giorno) per usi residenziali in funzione della superficie dell'abitazione è ricavabile dalla tabella sotto riportata. Convenzionalmente le temperature di ingresso e uscita si possono assumere pari rispettivamente a 15° C e 40° C.

Tabella acqua calda sanitaria UNI TS 11300 Superficie (m²)

40

60

80

100

120

240

Volume ACS (l/g)

72

103,2

128,6

152,5

175,3

260 9


Efficienza dei collettori solari L’efficienza di un collettore solare viene definita come il rapporto fra l’energia utile raccolta in un certo periodo di tempo e l’energia solare incidente nello stesso periodo. Trascurando la presenza di accumulo termico nel collettore, il flusso termico utile raccolto per unità di area del collettore qu può essere definito dalla differenza fra la potenza assorbita qa ed il flusso termico perduto qp per conduzione, convezione e irraggiamento verso l’ambiente esterno sempre per unità di area del collettore (W/m²):

.

II.1

=

=

(

)

in cui m/Ac è la portata di massa di fluido termovettore per unità di area (portata specifica), cp il suo calore specifico, Ti e Tu le sue temperature di ingresso e di uscita. L’area a cui si fa riferimento, generalmente indicata con Ac (collettore), può riferirsi all’area di ingombro Ag (area lorda), all’area di apertura Aa oppure all’area dell’assorbitore AA. La potenza assorbita qa è data da: II.2 dove I è il flusso solare incidente sul piano del collettore per unità di area (irraggiamento, W/m²) e ηopt è l’efficienza ottica del collettore, coincidente col termine (τα); quest’ultimo è un termine che tiene conto della radiazione complessivamente trasmessa attraverso la copertura trasparente e della radiazione assorbita dalla piastra. Nel passaggio della radiazione attraverso la copertura avvengono fenomeni di assorbimento di radiazione e fenomeni di riflessioni multiple di cui (τα), chiamato prodotto effettivo trasmissività-assorbimento, tiene ancora conto. Per un certo collettore (τα) dipende dall’angolo di incidenza della radiazione, tuttavia qui si assumerà quello ad incidenza normale, come apparirà più chiaro in seguito. La potenza perduta qp è data da: II.3 dove Ta è la temperatura ambiente, Tp è la temperatura di piastra (supposta costante) e Uc è il coefficiente di dispersione termica del collettore (W/(m²K)). Il coefficiente Uc dipende soprattutto dai coefficienti di scambio termico convettivo e radiativo della piastra con l’ambiente; può essere ritenuto costante solo nei limiti della costanza dei due precedenti coefficienti, quindi in un campo di temperature non troppo ampio. Utilizzando la (II.1) e la (II.2), l’equazione (II.3) diventa: II.4 Quest’ultima equazione tuttavia non risulta molto utile sul piano pratico, in quanto la temperatura media di piastra è solitamente incognita.

10


Info Tech Solare Si preferisce quindi far riferimento ad un’espressione che dia qu in funzione della temperatura del fluido all’ingresso del collettore Ti, detta equazione di Bliss: II.5 dove FR è il fattore di asporto termico del collettore. E’ un numero inferiore ad 1 e rappresenta il rapporto fra l’energia effettivamente raccolta e quella che si sarebbe potuta raccogliere se tutta la piastra si fosse trovata alla temperatura del fluido all’ingresso; tale rapporto si può ottenere formalmente uguagliando II.4 e II.5. FR può essere unitario solo con una portata infinita di fluido ed una resistenza termica nulla tra fluido e piastra, cioè in condizioni ideali. Il fattore FR dipende dallo scambio termico fra piastra e fluido, quindi dal coefficiente di convezione tra fluido e parete della canalizzazione e dalla conduzione termica tra piastra e canalizzazione. Per ricavare un’espressione dell’efficienza occorre ora dividere la II.5, che è l’energia raccolta, per l’irraggiamento I, che è l’energia incidente II.6 In questa equazione, per quanto detto sopra, il primo termine a secondo membro rappresenta la percentuale di energia raccolta rispetto a quella incidente e per ogni collettore è costante rispetto al valore della variabile (TiTa)/I, mentre il secondo termine rappresenta la percentuale di energia perduta dal fluido vettore verso l’ambiente e dipende dalla variabile (Ti-Ta)/I e quindi dalla differenza di temperatura. Un valore elevato del primo termine è indice di una buona capacità del collettore di assorbire l’energia incidente ed è legato alle caratteristiche ottiche del vetro e della piastra assorbente. Un basso valore del secondo termine è invece indice di basse perdite ed è conseguenza di un buon isolamento termico del collettore. Sperimentalmente si osserva un andamento quasi rettilineo di η0 al variare di (Ti-Ta)/I, decrescente al crescere della temperatura, particolarmente per la variazione di Uc. All’ intersezione della retta d’efficienza con l’asse delle ascisse, fissate l’intensità della radiazione incidente e la temperatura ambiente, si trova la temperatura di ristagno, che si può interpretare come la temperatura di equilibrio cui si porta la piastra in condizioni di energia utile nulla (il calore assorbito viene interamente dissipato). La retta di efficienza è diversa da un collettore ad un altro e viene utilizzata per presentare i risultati delle prove sui collettori solari. Secondo la normativa UNI EN 12975-2 del 2001, l’efficienza misurata va però descritta mediante una funzione di secondo grado ottenuta interpolando i risultati sperimentali nella forma: II.7

I

in cui I0 vale 800 W/m². I costruttori forniscono normalmente i valori dei coefficienti η0, a1 e a2 mediante i quali è possibile ricavare la curva di efficienza.

11


In conclusione si può dire che l’efficienza di un collettore solare dipende, istante per istante, in maniera sostanziale da tre grandezze: la temperatura media del fluido vettore Tm, la temperatura ambiente Ta, e l’irraggiamento I. Il suo calcolo, su periodi temporali lunghi, diviene perciò complesso in quanto occorre conoscere e inserire i valori di queste tre grandezze, in larga misura variabili col tempo: per questo motivo si utilizzano software che calcolano istante per istante l’evoluzione di queste tre variabili e ricavano di conseguenza l’efficienza e l’energia ottenuta dal collettore solare. Un’altra osservazione importante è che quando si confrontano collettori diversi occorre definire la fascia di valori dell’ascissa e in questa maniera valutare i rispettivi valori dell’efficienza in quella fascia. Ciò significa soprattutto valutare i valori di I e di Ta in cui il collettore dovrà lavorare e questi sono valori dipendenti dalla località climatica. Se vogliamo confrontare il collettore Baxi a tubi sottovuoto SVB 26 e il collettore piano vetrato SB 25 rappresentati nel grafico seguente, per capire quale abbia le maggiori prestazioni, possiamo dire che in zone con temperatura ambiente e irraggiamento maggiore il collettore SB 25 avrà un'efficienza migliore, mentre sarà più elevata quella del collettore SVB 26 in zone fredde e con minore irraggiamento.

0,900

η

0,800

Collettore Baxi SB 25

0,700

Collettore Baxi SVB 26

0,600 0,500 0,400 0,300 0,200 0,100 0,000 0,000

0,050

0,100

0,150

0,200

0,250

Tm - Ta |

Questo è la conseguenza del fatto che i collettori piani hanno migliori caratteristiche ottiche (legate al fatto di avere un solo vetro), mentre i collettori sottovuoto hanno minori perdite termiche (a causa dell’isolamento costituito dal vuoto).

12


Info Tech Solare

Componenti del sistema solare Sistemi di circolazione La circolazione del fluido del circuito primario può essere naturale o forzata. La circolazione naturale si basa sul principio secondo cui il fluido, una volta scaldato dal sole, diminuisce di densità, diventa più leggero e sale, provocando un movimento naturale del fluido stesso. La circolazione naturale può essere utilizzata quando il serbatoio di accumulo è installato al di sopra e a poca distanza dal vettore solare. I sistemi a circolazione naturale sono semplici e non richiedono una particolare manutenzione. In altre situazioni é preferibile un sistema a circolazione forzata. Questo tipo di sistema offre un rendimento più alto e una più rapida circolazione del fluido aumentando l’assorbimento dell’energia solare. Nel caso di sistema a circolazione forzata il fluido contenuto nel collettore solare scorre nel circuito chiuso sotto la spinta di una pompa controllata da un termostato e dotata di sonde di temperatura nel collettore e nel serbatoio.

Collettori L’installazione solare si distingue dagli altri impianti per la produzione di ACS per il sistema di captazione. Questo sistema ha l’obiettivo di raccogliere le radiazioni solari, trasformarle in calore e trasmettere l’energia generata ad un fluido termovettore. Il mercato offre diverse tipologie di collettori solari ma i più diffusi sono il collettore solare piano e il collettore a tubi sottovuoto. Pannello a fluido liquido con protezione

Collettore solare piano Il collettore solare piano è fondamentalmente una cassa ermetica e isolata, progettata per sopportare condizioni meteorologiche avverse. La copertura è trasparente, solitamente in vetro, e fa sì che i raggi luminosi del sole filtrino attraverso fino alla lastra assorbente. La lastra trasmette il calore ad una serie di tubi all’interno dei quali scorre il fluido termovettore (solitamente acqua con antigelo). Per garantire l’ermeticità tra copertura e cassa si usa un telaio di rivestimento che agisce anche come assorbitore di possibili dilatazioni.

Superficie vetrata

Assorbitore di calore

Materiale isolante

Involucro di contenimento

13


L’assorbitore è composto da una piastra in rame altamente selettivo sulla quale sono saldati i tubi in rame a loro volta collegati ai collettori mandata – ritorno del fluido termovettore. La lastra assorbente è ricoperta con una vernice selettiva scura per aumentarne la capacità di assorbire le radiazioni solari. L’indice di rendimento delle superfici selettive è determinato dal rapporto tra l’assorbimento e l’emissione dei materiali utilizzati per trattarle. La lastra inoltre viene sottoposta ad un trattamento elettrochimico volto ad evitare la perdita delle sue proprietà nel corso del tempo. La copertura trasparente si colloca sopra la lastra assorbente che scaldandosi irradia energia sotto forma di radiazione infrarossa: dato che il vetro è opaco a questa lunghezza d'onda, la radiazione viene riflessa e quindi si conserva nel vetro producendo l'effetto serra. Tra la cassa e la lastra assorbente si colloca l’isolamento termico che ha lo scopo di ridurre la dispersione di calore dovuta alla trasmissione. Normalmente si utilizzano schiuma di polistirene e poliuretano, fibra di vetro, lana di roccia etc. l’importante è che l’isolante mantenga le sue proprietà alle temperature di regime del collettore (200°C). La cassa di contenimento rappresenta il supporto di tutti gli elementi che formano il collettore. Non dovendo sopportare particolari tensioni meccaniche, può essere in alluminio, acciaio galvanizzato o inox. Deve essere stagna rispetto alle infiltrazioni d’acqua e resistente alla corrosione e alle variazioni di temperatura.

14


Info Tech Solare

Sistemi a circolazione forzata Per i sistemi a circolazione forzata Baxi dispone di: • Ampia gamma collettori solari: superficie lorda da 1.3 a 10 m2, versioni ad incasso (modelli IN), assorbitore selettivo in rame o alluminio • Ampia gamma di bollitori in acciaio smaltato: da 200 a 3.000 litri a singola e doppia serpentina

Collettore SB 25

• Superficie lorda 2,5 m2 • Capacità di assorbimento pari al 95% dell’irraggiamento sulla sua superficie • Tipo di copertura: vetro singolo solare ESG, temperato, altamente trasparente, a basso contenuto di ferro resistente alla grandine • Spessore del vetro 3,2 mm • Due attacchi superiori da 3/4” • Tipo di assorbitore: piastra in rame con trattamento selettivo Blue Tech saldata ad ultrasuoni • Tipo di isolamento: lana di roccia • Spessore isolamento: posteriore 40 mm • Frame in alluminio anodizzato anticorrosione • Installazione semplice e immediata anche in orizzontale

Dati tecnici SB 25 Superficie

m2

2.5

Superficie di assorbimento

m2

2.3

Superficie di apertura

m 2

Altezza

Collettore SB 25

2150

Larghezza

mm

1170

Profondità

mm

83

kg

47

l

1.7

bar

10

Peso

Capacità collettore Pressione massima di funzionamento Capacità termica

I = radiazione incidente totale sul piano del collettore (W/m²) tm = temperatura media della lastra assorbente (°C) ta = temperatura ambiente (°C)

kJ/Km

5,28

°C

210

%

81,9

2

Temperatura massima di funzionamento

I

2.4

mm

o rendimento ottico (riferimento superficie assorbimento)* perdite termiche*

W/m2K

3,1

perdite termiche* 2

W/m2K2

0,02

1

Fattore angolo di incidenza (IAM)

0,95 a 50°

Temperatura di stagnazione (I=1000 W/m ta=30°C) °C

175

2

* Valori basati sulla temperatura media del liquido termovettore

15


Collettori ad incasso SB 25 IN/SB13 IN • Superficie lorda 2,5 m2 (SB 25 IN); 1,25 m2 (SB 13 IN) • Capacità di assorbimento pari al 95% dell’irraggiamento sulla sua superficie • Tipo di copertura: vetro singolo solare ESG temperato, altamente trasparente, a basso contenuto di ferro, resistente alla grandine • Spessore del vetro 4 mm • Due attacchi laterali da 3/4” • Tipo di assorbitore: piastra in alluminio con trattamento selettivo Blue Tech saldata a laser • Tipo di isolamento: lana di roccia • Spessore isolamento: posteriore 50 mm • Frame in legno con profili in alluminio anodizzato anticorrosione • Installazione semplice e immediata

Dati tecnici

Collettore SB 25 IN - 13 IN

SB 25 IN

SB 13 IN

Superficie

m2

2.5

1.25

Superficie di assorbimento

m2

2.3

1.08

Superficie di apertura

m

2.3

1.10

Altezza

mm

2058

1015

Larghezza

mm

1227

1227

Profondità

mm

105

105

kg

54

25

l

1.6

1.2

bar

10

10

2

Peso

I

I = radiazione incidente totale sul piano del collettore (W/m²) tm = temperatura media della lastra assorbente (°C) ta = temperatura ambiente (°C) Percentuale ottimale in volume di antigelo atossico per la protezione dal gelo*

Capacità collettore Pressione massima di funzionamento Capacità termica

kJ/Km

15,94

15,94

°C

210

210

79,1

2

Temperatura massima di funzionamento

o rendimento ottico (riferimento superficie assorbimento)*

%

79,1

perdite termiche*

W/m2K

3,8

3,8

perdite termiche* 2

W/m2K2

0,01

0,01

0,93 a 50°

0,93 a 50°

175

175

% Antigelo atossico

23

-10°C

32

-15°C

Fattore angolo di incidenza (IAM)

-20°C

Temperatura di stagnazione (I=1000 W/m ta=30°C)

1

37

(*) Valido per tutti i sistemi solari Baxi

16

Punto di congelamento

2

°C

* Valori basati sulla temperatura media del liquido termovettore


Info Tech Solare Collettore SB 20 SR (seriale) • Superficie lorda 1,9 m2 • Capacità di assorbimento pari al 95% dell’irraggiamento sulla sua superficie • Tipo di copertura: vetro singolo temperato, prismatico e resistente alla grandine • Spessore del vetro 4 mm • Quattro attacchi laterali da 3/4” • Tipo di assorbitore: piastra in rame con trattamento selettivo saldata ad ultrasuoni • Tipo di isolamento: lana di vetro • Spessore isolamento: posteriore 50 mm, laterale 30 mm • Frame in alluminio anodizzato anticorrosione • Installazione semplice e immediata

Collettore SB 20 SR

Dati tecnici SB 20 SR Superficie

m

1.9

Superficie di assorbimento

m2

1.7

Superficie di apertura

m

2

2

1.7

Altezza

mm

1947

Larghezza

mm

982

Profondità

mm

95

kg

33

Peso

I

I = radiazione incidente totale sul piano del collettore (W/m²) tm = temperatura media della lastra assorbente (°C) ta = temperatura ambiente (°C) Dimensionamento con una portata di fluido specifica di 30 l / m2h *

Capacità collettore

l

1.5

bar

10

Portata di lavoro

l/h

200

Capacità termica

kJ/Km2

9,8

°C

200

Pressione massima di funzionamento

Temperatura massima di funzionamento

Misura del campo collettori [m2]

ca. 5 ca. 7,5

ca. 12,5 ca. 25

Diametro del tubo rame [mm] Diametro del tubo ondulato

10 - 12

15

in acciaio inox

DN16

18

22

o rendimento ottico (riferimento superficie assorbimento)*

%

77

perdite termiche* 1

W/m2K

4,2

perdite termiche*

W/m2K2

0,01

2

Fattore angolo di incidenza (IAM)

(*) Valido per tutti i sistemi solari Baxi

DN20

Temperatura di stagnazione (I=1000 W/m2 ta=30°C)

°C

0,85 a 50° 174

* Valori basati sulla temperatura media del liquido termovettore

17


Collettore per sistemi centralizzati SB 100 • Superficie lorda 10,05 m² • Capacità di assorbimento pari al 95 % dell’irraggiamento sulla superficie • Tipo di copertura: vetro singolo solare ESG temperato, altamente trasparente, a basso contenuto di ferro, resistente alla grandine • Spessore del vetro: 4 mm • Quattro attacchi laterali da 1" ¼ • Tipo di assorbitore: piastra in alluminio saldata al laser con serpentine in rame con trattamento altamente selettivo • Tipo di isolamento: lana di roccia • Spessore isolamento: posteriore 50 mm • Frame in alluminio anodizzato anticorrosione

Collettore SB 100

Dati tecnici SB 100 Superficie

m2

10.05

Superficie di assorbimento

m

9.17

Superficie di apertura

m2

2

9.43

Altezza

mm

2064

Larghezza

mm

4896

Profondità

mm

114

kg

170

Peso

I Capacità collettore

I = radiazione incidente totale sul piano del collettore (W/m²) tm = temperatura media della lastra assorbente (°C) ta = temperatura ambiente (°C)

l

Pressione massima di funzionamento

bar

10

Portata di lavoro

l/h

150.75

o rendimento ottico (riferimento superficie assorbimento)*

%

78,9

1

perdite termiche*

W/m2K

3.834

2

perdite termiche*

W/m2K2

Fattore angolo di incidenza (IAM) Temperatura di stagnazione (I=1000 W/m2 ta=30°C)

°C

* Valori basati sulla temperatura media del liquido termovettore

18

9

0.011 0.95 a 50° 234


Info Tech Solare Dati uso capitolato Collettore solare modello SB 25 Collettore solare di superficie lorda: Superficie dell’assorbitore: Superficie di apertura: Capacità del collettore: Pressione massima di funzionamento: Vetro temperato, altamente trasparente, a basso contenuto di ferro, resistente alla grandine Spessore vetro Due attacchi laterali da Altezza: Larghezza: Profondità: Peso: Assorbitore in rame saldato ad ultrasuoni Materiale isolante costituito da: Trattamento selettivo Frame in alluminio anodizzato anticorrosione

2,5 m² 2,3 m² 2,4 m² 1,7 litri 10 bar

3,2mm 3/4” 2150 mm 1170 mm 83 mm 47 Kg lana di roccia

Collettore solare modello SB 25 IN - 13 IN Collettore solare di superficie lorda: 2,52 m² - 1,25 m² Superficie dell’assorbitore: 2,28 m² - 1,08 m² Superficie di apertura: 2,32 m² - 1,10 m² Capacità del collettore: 1,6 litri - 1,2 litri Pressione massima di funzionamento: 10 bar Vetro temperato, altamente trasparente, a basso contenuto di ferro, resistente alla grandine Spessore vetro 4 mm Due attacchi laterali da 3/4” Altezza: 2058 mm - 1015 mm Larghezza: 1227 mm - 1227 mm Profondità: 105 mm - 105 mm Peso: 54Kg - 25Kg Assorbitore in alluminio saldato a laser Materiale isolante costituito da: lana di roccia Trattamento selettivo Frame in legno con profili in alluminio anodizzato anticorrosione 19


Dati uso capitolato Collettore solare modello SB 20 SR Collettore solare di superficie lorda: Superficie dell’assorbitore: Superficie di apertura: Capacità del collettore: Pressione massima di funzionamento: Vetro singolo temperato, prismatico e resistente alla grandine Spessore vetro Quattro attacchi laterali da Altezza: Larghezza: Profondità: Peso: Assorbitore in rame saldato ad ultrasuoni Materiale isolante costituito da: Trattamento selettivo Frame in alluminio anodizzato anticorrosione

1,9 m² 1,7 m² 1,7 m² 1,5 litri 10 bar 4 mm 3/4” 1947 mm 982 mm 95 mm 33 Kg lana di vetro

Collettore solare modello SB 100 Collettore solare di superficie lorda: Superficie dell’assorbitore: Superficie di apertura: Capacità del collettore: Pressione massima di funzionamento: Vetro singolo a bassotenore di ferro Spessore vetro Quattro attacchi laterali da Altezza: Larghezza: Profondità: Peso: Assorbitore in piastre in alluminio Materiale isolante costituito da: Trattamento selettivo Frame in alluminio anodizzato anticorrosione

20

10,05 m² 9,17 m² 9,43 m² 9 litri 10 bar 4 mm 1 ¼" 2064 mm 4896 mm 114 mm 170 Kg lana di vetro


Info Tech Solare Collettori a tubi sottovuoto Pannello a fluido con tubi sotto vuoto

I collettori a tubi evacuati vengono utilizzati nel caso in cui è necessario incrementare ulteriormente, rispetto a quanto possa fare l’impiego di superfici selettive, l’efficienza del collettore in condizioni climatiche non molto favorevoli. L’incremento di rendimento nei collettori evacuati viene ottenuto limitando fortemente le perdite termiche dovute alla convezione, che rappresentano buona parte delle perdite globali. Queste perdite vengono ridotte mantenendo il vuoto nell’intercapedine tra assorbitore e copertura trasparente. Per problemi di tenuta del vuoto e di resistenza meccanica del vetro, ciò è difficile da ottenere in un collettore piano, per cui si ricorre ad una struttura tubolare. I vantaggi principali dei collettori a tubi evacuati sono i seguenti: - È possibile ottenere alte temperature ed alti rendimenti anche in condizioni atmosferiche sfavorevoli, ad esempio con il cielo coperto o con temperature esterne basse. - Vi è un alto assorbimento anche con radiazione solare incidente diagonalmente, grazie alla forma circolare dell’assorbitore.

21


Collettore a tubi sottovuoto SVB 26 • Superficie lorda: 2,57 m² • Capacità di assorbimento pari al 96 % • Tipo di copertura: tubi sottovuoto ad intercapedine tipo Sidney con vetro borosilicato con strato interno altamente selettivo • Due attacchi laterali da ¾ “ • Specchio riflettore posteriore con trattamento PVD

Dati tecnici

Collettore SVB 26

SVB 26 Superficie

m

2,57

Superficie di assorbimento

m2

2,36

Superficie di apertura

m2

2,23

Altezza

mm

1560

Larghezza

mm

1647

Profondità

mm

107

kg

42

Capacità collettore

l

2,27

Pressione massima

bar

Peso

I

Capacità termica

I = radiazione incidente totale sul piano del collettore (W/m²) tm = temperatura media della lastra assorbente (°C) ta = temperatura ambiente (°C)

2

o rendimento ottico (riferimento superficie apertura)*

kJ/K m2

%

60,5

perdite termiche* 1

W/m2K

0,85

perdite termiche*

W/m2K2

2

0,01

Fattore angolo di incidenza (IAM) trasversale

1,150 a 50°

Fattore angolo di incidenza (IAM) longitudinale

0,921 a 50°

Temperatura di stagnazione

°C

* Valori basati sulla temperatura media del liquido termovettore

22

10 45,97

292


Info Tech Solare Dati uso capitolato Collettore solare a tubi sottovuoto SVB 26 Superficie lorda Superficie dell'assorbitore Capacità del collettore Peso Pressione massima di funzionamento Temperatura di stagnazione η0 Rendimento ottico (rif. sup. apertura) 1 Perdite termiche (rif. sup. apertura) 2 Perdite termiche (rif. sup. apertura) Tipo tubi Connessioni idrauliche Altezza Larghezza Spessore Assorbitore Assorbimento

2,57 m² 2,36 m² 2,27 l 42 kg 10 bar 292 °C 60,5 % 0,85 W/m²k 0,01 W/m²k² Tubi ad intercapedine di tipo Sydney con vetro borosilicato con strato interno altamente selettivo Due attacchi laterali da 3/4'' 1560 mm 1647 mm 107 mm Lastra di alluminio con rivestimento altamente selettivo 96%

23


Serbatoi solari ad accumulo A confronto con gli altri impianti convenzionali di produzione di calore la potenza degli impianti solari non è particolarmente alta. Un impianto solare da circa 5 m² nei giorni di bel tempo e limpidi raggiunge una potenza di circa 2,5 kW. Dal momento che il sole rende possibile questa prestazione solo per alcune ore e non tutti i giorni, un buon collettore deve avere anche un adeguato serbatoio di accumulo con scambiatori di calore. Il dimensionamento standard del volume di accumulo consiste in 1,5 –2 volte il fabbisogno giornaliero di acqua. Serbatoi di accumulo molto più grandi possono immagazzinare una quantità di energia molto maggiore, ma portano inevitabilmente a livelli inferiori di temperatura e quindi a un intervento più frequente del riscaldamento ausiliario. Nelle case unifamiliari o bifamiliari si impiegano di norma serbatoi a pressione bivalenti da 200 a 400 litri di volume, con integrati due scambiatori di calore: quello inferiore per il collegamento al circuito del collettore per il riscaldamento solare dell’acqua, quello superiore al riscaldamento ausiliario apportato dalla caldaia. La differenza di densità tra acqua calda e acqua fredda determina all’interno del serbatoio una stratificazione delle temperature. L’acqua calda, più leggera, si raccoglie nella parte superiore del serbatoio, quella fredda, più pesante, invece, si deposita nella parte inferiore.

Acqua calda Volume di integrazione (1/3)

Volume solare (2/3)

Alla caldaia

Scambiatore

Al collettore

Scambiatore solare

Acqua fredda

Questa stratificazione della temperatura è più spiccata se il serbatoio è stretto e lungo. Nei serbatoi snelli si verifica in minima quantità il bilanciamento della temperatura tra uno strato e l’altro in stato di quiete. Se la parte inferiore viene mantenuta alla temperatura più fredda possibile significa che l’impianto funziona con un buon rendimento anche quando la radiazione solare è scarsa. 24


Info Tech Solare

Un buon serbatoio di accumulo deve avere anche una buona coibentazione. Il suo spessore deve essere adeguato, e deve essere di un materiale che non contenga CFC e PVC (conduttività = 0,035W/mK). Il valore delle dispersioni termiche dovrebbe essere il più basso possibile. Ad esempio un serbatoio con valori di dispersione intorno a 1,5 W/K dissipa in un anno, per una differenza di temperatura di 35 K, circa 450 kWh meno di un serbatoio normale, con valore 3 W/K. Vale quindi sicuramente la pena di investire più soldi in un serbatoio ben coibentato. Se bisogna fare i conti con acqua molto dura e quindi con un alto rischio di formazione di calcare, la temperatura del serbatoio deve essere limitata a circa 60° C. Quando si supera la temperatura di 60°C il calcare si deposita sulla superficie degli scambiatori di calore, diminuendone il rendimento. Uno strato di appena due millimetri diminuisce del 20% le prestazioni dello scambiatore, uno strato di 5 mm addirittura del 40%. Inoltre il calcare si deposita sul fondo del serbatoio, sottoforma di poltiglia. Un aumento della differenza di temperatura tra mandata e ritorno superiore ai 15 K può essere il sintomo di una forte calcificazione dello scambiatore di calore.

25


Bollitori per la produzione di acqua calda sanitaria singola serpentina I bollitori Baxi, progettati per l’integrazione con il sistema solare, sono disponibili in una gamma capacità da 200 a 3000 lt, con singola e doppia serpentina. La gamma bollitori si caratterizza per: dimensioni e pesi contenuti, elevato scambio termico, protezione contro la corrosione mediante anodo di magnesio, interno in acciaio vetroporcellanato con mano di smalto al titanio.

Nuovi modelli "SC+" dotati di superficie di scambio maggiorata

UB 200 SC

UB 300 SC +

UB 400 SC +

DATI TECNICI Capacità bollitore

l

Isolamento Serpentino Spessore isolamento

mm

UB 1000 SC

UB 3000 SC

UB 2000 SC

UB 200 SC

UB 300 SC

UB 300 SC +

UB 400 SC

UB 400 SC +

UB 1000 SC

UB 2000 SC

200

300

300

400

400

1000

2000

UB 3000 SC 3000

poliuretano

poliuretano

poliuretano ad iniezione

poliuretano

poliuretano ad iniezione

calotte rigide poliuretano

poliuretano morbido

poliuretano morbido

singolo

singolo

singolo

singolo

singolo

singolo

singolo

singolo

50

50

50

50

50

100

100

100

Pressione massima di esercizio

bar

8

8

10

8

10

10

10

10

Pressione massima di esercizio serpentina

bar

8

8

10

8

10

10

10

10

Scambio termico serpentina inferiore

kW

27

40

45

46

55

63

115

134

Resa continua ∆T 35°K serpentino inferiore

l/h

663

983

1106

1130

1351

1548

2826

3293

Resa continua ∆T 50°K serpentino inferiore

l/h

464

688

774

791

946

1084

1978

2305

Resa istantanea ∆T 35°K serpentino inferiore

l

120

160

242

180

275

300

485

600

Resa istantanea ∆T 50°K serpentino inferiore

l

80

110

170

120

193

215

350

427

4,2

9,9

12

13,8

16

37

57

96,2

Indice NL Attacchi serpentino inferiore

1"

1"

1"

1"

1"

1"

1"

1"

Attacco acqua fredda

1"

1"

1"

1"

1"

1"

1"

1"

Attacco acqua calda

1"

1"

1"

1"

1"

1"

1"

1"

3/4"

3/4"

3/4"

3/4"

3/4"

3/4"

3/4"

3/4"

-

-

-

-

Ø33x400 M8x30

Ø33x400 M8x30

Ø33x650 M8x30

Ø33x750 M8x12 Ø33x750 M8x30

Ø32x520

Ø33x1040

Ø33x650 M8x12

Ø33x1040

Ø33x400 M8x12

Ø33x900 M8x12

Ø33x900 M8x12

Ø33x900 M8x12

Attacco ricircolo Dimensioni anodo laterale Dimensioni anodo superiore Possibilità di togliere l'isolamento

no

no

no

no

no

si

si

si

Possibilità di inserire resistenza elettrica

no

no

si

no

si

si

si

si 95

Temperatura massima

°C

95

95

95

95

95

95

95

l

6,2

11,2

11

11,8

13,5

16

28,5

32

mbar

20 a 1 m³/h 180 a 3 m³/h 500 a 5 m³/h

25 a 1 m³/h 225 a 3 m³/h 625 a 5 m³/h

34 a 1 m³/h 320 a 3 m³/h 897 a 5 m³/h

30 a 1 m³/h 270 a 3 m³/h 750 a 5 m³/h

37 a 1 m³/h 349 a 3 m³/h 979 a 5 m³/h

34,2 a 1 m³/h 320,8 a 3 m³/h 898,9 a 5 m³/h

56 a 1 m³/h 516,9 a 3 m³/h 1448,3 a 5 m³/h

60,4 a 1 m³/h 567,8 a 3 m³/h 1591 a 5 m³/h

kg

95

103

118

178

144

206

465

670

Dimensioni HxØ

mm

1310x600

1780x600

1797x600

1580x740

1780x700

2285x1200

2550x1300

2980x1400

Coefficiente di dispersione termica

W/K

1,6

2,1

1,9

2,4

2,1

5,5

6,7

8,3

Contenuto d'acqua serpentina inferiore Perdite di carico serpentina inferiore Peso

26


Info Tech Solare Bollitori per produzione acqua calda sanitaria doppia serpentina Nuovi modelli "DC+" dotati di superficie di scambio maggiorata

UB 200 DC

UB 300 DC +

DATI TECNICI Capacità bollitore

l

Isolamento Serpentino

UB 400 DC +

UB 200 DC

UB 300 DC

200

UB 500 DC

UB 800 DC UB 400 DC +

UB 1000 DC UB 500 DC

UB 800 DC

UB 1500 DC

UB 2000 DC

UB 300 DC +

UB 400 DC

UB 1000 DC UB 1500 DC UB 2000 DC

300

300

400

400

500

800

1000

1500

2000

poliuretano

poliuretano

poliuretano ad iniezione

poliuretano

poliuretano ad iniezione

poliuretano ad iniezione

calotte rigide poliuretano

poliuretano morbido

poliuretano morbido

poliuretano morbido

doppio

doppio

doppio

doppio

doppio

doppio

doppio

doppio

doppio

doppio

Spessore isolamento

mm

50

50

50

50

50

50

85

85

100

100

Pressione massima di esercizio

bar

8

8

10

8

10

10

10

10

10

10

Pressione massima di esercizio serpentina

bar

8

8

10

8

10

10

10

10

10

10

Scambio termico serpentina superiore

kW

20

33

30

27

30

30

37

45

63

74

Scambio termico serpentina inferiore

kW

27

40

45

46

55

60

60

60

107

115

Resa continua ∆T 35°K serpentino superiore

l/h

491

811

737

663

737

737

909

1106

1548

1818

Resa continua ∆T 50°K serpentino superiore

l/h

344

568

516

464

516

516

636

774

1084

1273

Resa continua ∆T 35°K serpentino inferiore

l/h

663

983

1106

1130

1351

1474

1474

1474

2629

2826

Resa continua ∆T 50°K serpentino inferiore

l/h

464

688

774

791

946

1032

1032

1032

1840

1978

Resa istantanea ∆T 35°K serpentino superiore

l

88,9

132

160

148,5

160

160

170

170

200

300

Resa istantanea ∆T 50°K serpentino superiore

l

66,7

90,7

110

99

110

110

115

115

135

210

Resa istantanea ∆T 35°K serpentino inferiore

l

120

160

242

180

275

310

270

300

370

485

Resa istantanea ∆T 50°K serpentino inferiore

l

80

110

170

120

193

215

180

215

255

350

Indice NL

4,2

9,9

12

13,8

16

30

32

36

55

67

Attacchi serpentino inferiore

1"

1"

1"

1"

1"

1"

1"¼

1"¼

1"¼

1"¼

Attacco acqua fredda

1"

1"

1"

1"

1"

1"

1"¼

1"¼

1"¼

1"¼

Attacco acqua calda

1"

1"

1"

1"

1"

1"

1"¼

1"¼

1"¼

1"¼

3/4"

3/4"

3/4"

3/4"

3/4"

3/4"

1"

1"

1"

1"

-

-

Ø33x400 M8x30

-

Ø33x400 M8x30

Ø33x400 M8x30

Ø33x400 M8x30

Ø33x400 M8x30

Ø33x400 M8x30

Ø33x650 M8x30

Ø32x520

Ø33x1040

Ø33x400 M8x12

Ø33x1040

Ø33x500 M8x12

Ø33x600 M8x12

Ø33x750 M8x12

Ø33x750 M8x12

Ø33x900 M8x12

Ø33x900 M8x12

no

no

no

no

no

no

si

si

si

si

Attacco ricircolo Dimensioni anodo laterale Dimensioni anodo superiore Possibilità di togliere l'isolamento Possibilità di inserire resistenza elettrica

no

no

si

no

si

si

si

si

si

si

°C

95

95

95

95

95

95

95

95

95

95

Contenuto d'acqua serpentina superiore

l

5,1

11,2

8

7,5

8

8

9,5

11,5

16

19

Contenuto d'acqua serpentina inferiore

l

6,6

8,3

11

11,8

13,5

14,7

15,2

15,2

26,6

28,5

Perdite di carico serpentina superiore

mbar

12 a 1 m³/h 108 a 3 m³/h 300 a 5 m³/h

14 a 1 m³/h 126 a 3 m³/h 350 a 5 m³/h

22,7 a 1 m³/h 213,5 a 3 m³/h 598,3 a 5 m³/h

15 a 1 m³/h 135 a 3 m³/h 375 a 5 m³/h

24,7 a 1 m³/h 232 a 3 m³/h 650 a 5 m³/h

31,5 a 1 m³/h 295,6 a 3 m³/h 828,2 a 5 m³/h

36,7 a 1 m³/h 344,6 a 3 m³/h 965,6 a 5 m³/h

Perdite di carico serpentina inferiore

mbar

20 a 1 m³/h 180 a 3 m³/h 500 a 5 m³/h

25 a 1 m³/h 225 a 3 m³/h 625 a 5 m³/h

34 a 1 m³/h 320 a 3 m³/h 897 a 5 m³/h

30 a 1 m³/h 270 a 3 m³/h 750 a 5 m³/h

Temperatura massima

20 a 1 m³/h 18,7 a 1 m³/h 21 a 1 m³/h 188,3 a 3 m³/h 175,7 a 3 m³/h 197,5 a 3 m³/h 527,6 a 5 m³/h 492,3 a 5 m³/h 553,5 a 5 m³/h 37 a 1 m³/h 349 a 3 m³/h 979 a 5 m³/h

38 a 1 m³/h 33 a 1 m³/h 33,3 a 1 m³/h 52,7 a 1 m³/h 55 a 1 m³/h 363 a 3 m³/h 313,5 a 3 m³/h 313,5 a 3 m³/h 495,1 a 3 m³/h 516,9 a 3 m³/h 1019 a 5 m³/h 878,5 a 5 m³/h 878,5 a 5 m³/h 1387,1 a 5 m³/h 1448,3 a 5 m³/h

Peso

kg

107

119

135

190

161

174

235

243

386

465

Dimensioni HxØ

mm

1310x600

1780x600

1797x600

1580x740

1780x700

1780x760

1905x990

2155x990

2285x1200

2550x1300

Coefficiente di dispersione termica

W/K

1,6

2,1

1,9

2,4

2,1

2,4

2,31

2,55

2,9

3,5

27


Bollitori misti per produzione acqua calda sanitaria e per integrazione solare sul circuito riscaldamento UBTT 1000 (tank in tank) Bollitore per la produzione di acqua calda sanitaria e di riscaldamento mediante sistema solare. Serbatoio grezzo in acciaio al carbonio del tipo tank-in-tank con capacità 1000 l e dotato di singolo scambiatore fisso, con un secondo serbatoio interno in acciaio al carbonio vetrificato secondo normativa DIN 4753 p.3. Un ulteriore supporto qualitativo è assicurato da un anodo di magnesio secondo DIN 4753 p. 6 fornito di serie sul prodotto. Il bollitore è isolato esternamente tramite applicazione di un mantello in poliuretano morbido sp. 100mm. Questa tipologia di bollitore viene impiegata per la produzione di acqua calda sanitaria e di riscaldamento.

• Capacità ACS: 220 l • Capacità riscaldamento: 780 l • Pressione max di esercizio serbatoio puffer :3 bar • Pressione max di esercizio serbatoio acqua sanitaria :10 bar • Flangia superiore da 168 mm per ispezione serbatoio acqua sanitaria • Predisposizione per funzione ricircolo • 4 attacchi da ½”G per installazione sonde centralina di controllo • Attacco da ½” G per indicatore di temperatura • 2 attacchi da 1” ½ G per installazione eventuale gruppo elettrico • Superficie scambio 2,8 m² • Scambio termico 69 kW

UBPT 1000/2000 (pipe in tank) Bollitore utilizzato per la produzione di acqua calda sanitaria (semi-rapido), stoccaggio e produzione di acqua per riscaldamento. Serbatoio grezzo in acciaio al carbonio del tipo pipe-in-tank con capacità 1000/2000 l dotato di doppio scambiatore fisso e di serpentino in acciaio INOX AISI 316L corrugato che funge da serbatoio di acqua sanitaria. Il bollitore è isolato esternamente tramite applicazione di un mantello in poliuretano morbido sp.120mm,

• Pressione max di esercizio serbatoio puffer :3 bar • Pressione max di esercizio serpentino acqua sanitaria :10 bar • 6 attacchi da ½”G per installazione sonde centralina di controllo • 5 attacchi da 1 ”G • 5 attacchi da 1" ½ G • 2 attacchi da 1" ¼ G • Superficie scambio serpentini inf. e sup. 3 m² • Scambio termico serpentini inf. e sup 97/135-177 kW 28


Info Tech Solare UBPU 1500 (puffer)

Bollitore utilizzato per lo stoccaggio di acqua non sanitaria. Serbatoio grezzo in acciaio al carbonio senza scambiatore con capacità da 1500 l isolato esternamente tramite un mantello in poliuretano morbido sp.100mm. • Pressione max di esercizio serbatoio puffer :3 bar • Pressione max di esercizio serpentino:10 bar • 4 attacchi da ½”G per installazione sonde centralina di controllo • 2 attacchi da 1 ”G • 8 attacchi da 1" ½ G • Superficie scambio serpentino 3,6 m² • Scambio termico serpentino 89 kW UBTT 1000

UBPT 1000

UBPT 2000

UBPU 1500

1000

1000

2000

1500

Isolamento

poliuretano morbido

poliuretano morbido

poliuretano morbido

poliuretano morbido

Serpentino

singolo

doppio

doppio

singolo

DATI TECNICI Capacità bollitore

l

Spessore isolamento

mm

100

120

120

100

Pressione massima di esercizio

bar

3

3

3

3

Pressione massima di esercizio serpentina

bar

10

10

10

10

Scambio termico serpentina superiore

kW

-

97

135

-

Scambio termico serpentina inferiore

kW

69

97

177

89

Resa continua ∆T 35°K serpentino superiore

l/h

-

2383

1800

-

Resa continua ∆T 50°K serpentino superiore

l/h

-

1668

2322

-

Resa continua ∆T 35°K serpentino inferiore

l/h

1695

2383

4349

2187

Resa continua ∆T 50°K serpentino inferiore

l/h

1187

1668

3044

1531

Resa istantanea ∆T 35°K serpentino superiore

l

-

170

300

-

Resa istantanea ∆T 50°K serpentino superiore

l

-

115

210

-

Resa istantanea ∆T 35°K serpentino inferiore

l

300

300

485

370

Resa istantanea ∆T 50°K serpentino inferiore

l

215

215

350

255

3

-

-

-

Indice NL

1"

1"

1"

1"

Attacco acqua fredda

1" maschio

1 "½

1 "½

1" ½

Attacco acqua calda

1" maschio

1" ½

1" ½

1" ½

Attacco ricircolo

1" maschio

-

-

-

Attacchi serpentino inferiore

Ø33x400 M8x30

-

-

-

Possibilità di togliere l'isolamento

si

si

si

si

Possibilità di inserire resistenza elettrica

si

si

si

si

Dimensioni anodo superiore

°C

95

95

95

95

Contenuto d'acqua serpentina superiore

l

-

14

19,7

-

Contenuto d'acqua serpentina inferiore

l

17,8

14

25,8

22,8

Perdite di carico serpentina superiore

mbar

-

40,7 a 1 m³/h 382,5 a 3 m³/h 1071,6 a 5 m³/h

50 a 1 m³/h 469,8 a 3 m³/h 1316,4 a 5 m³/h

-

Perdite di carico serpentina inferiore

mbar

39,2 a 1 m³/h 367,9 a 3 m³/h 1030,8 a 5 m³/h

40,7 a 1 m³/h 382,5 a 3 m³/h 1071,6 a 5 m³/h

64 a 1 m³/h 602,3 a 3 m³/h 1687,6 a 5 m³/h

45,4 a 1 m³/h 426,2 a 3 m³/h 1194 a 5 m³/h

Temperatura massima

kg

245

210

325

230

Dimensioni HxØ

mm

2090x990

2110x1030

2380x1340

2150x1300

Coefficiente di dispersione termica

W/K

4,1

4,3

6,5

5,8

Peso

29


Dimensioni bollitori UB 200 DC

UB 200 SC 1”

1”

1”

3/4”

50

1”

1”

Ø 600

Ø 600

UB 300 DC+

UB 300 DC

78

1”

78

1”

598

516 241

1”

241

1”

598

516

710

890

890

1021

1”

50

1210

50

1275

50

1210

1275

3/4”

1”

1”

3/4”

1”

1720

50

78

1”

Ø Ø

30

Ø 600

241

1”

403

936

1033

1259

1485

1783

1” 50


Info Tech Solare

UB 300 SC+

UB 300 SC 1”

50

1”

403

936

1259

1568

50

1720

1783

3/4”

241

1”

78

1”

Ø

Ø 600

Ø

UB 400 DC+

UB 400 DC

1”

1” 3/4”

1” 50

1562 , 8

50

1307

1223

604

782

975

1154

1307

1487

1”

1” Ø Ø

83

282

319

1”

Ø 740

31


Dimensioni bollitori UB 400 SC+

UB 400 SC 1”

50

1487

50

1”

604

1223

1307

1560

3/4”

1” Ø Ø

UB 500 DC

32

Ø 740

83

282

319

1”


Info Tech Solare

UB 800-1000 DC Ø ext Ø int 1 1/4"

1 1/4" 1/2"

1 1/4"

1"

1/2"

P

1 1/4" 1 1/2" 1 1/4"

H

D

S

C

R

1/2"

Q B

L

Øe 180

M

N

1 1/4" 1 1/4"

A

F

G

Dimensioni

Descrizione

800 Lt

1000 Lt

H

Altezza

mm

1905

2155

Ø ext

Diametro esterno (incluso isolamento)

mm

990

990

Ø int

Diametro interno

mm

790

790

F

Ingresso acqua fredda (1”¼)

mm

255

255

G

Uscita serpentina (1”¼)

mm

385

385

L

Pozzetto sonda inferiore (1/2”)

mm

315

405

M

Ingresso serpentina inferiore (1”1/4)

mm

1005

1190 1345

N

Uscita serpentina superiore (1”1/4)

mm

1155

P

Pozzetto sonda superiore (1/2”)

mm

175

200

Q

Ricircolo (1”)

mm

1325

1545

R

Ingresso serpentina superiore (1”1/4)

mm

1495

1745

S

Uscita acqua calda (1”1/4)

mm

1625

1625

A

Flangia ispezione (Øint 114 – Øext 168)

mm

520

540

C

Termometro

mm

1490

1749

B

mm

1075

1270

D

mm

1825

2075

1 1/4"

UB 1000 SC

UB 1500 DC Ø1200

Ø940

Ø1000

Ø790

1" 1/4

1 1/4"

0

R175

R79

1 1/4"

1" 1/4

1/2"

1/2"

60

1" 1/4 1"

1/2" 1" 1" 1/4 1" 1/2

470

315

520 375

385 220

400 280

1" 1/4 1 1/4"

2285

1500

1460

1735 1180

1" 1/4

582

1 1/4"

1330

1255 970 1020

1050

1/2"

1935

2185 1545

1780 1680

1840

1 1/4"

1825

2120 2020

1/2"

2205

1" 1/4 1 1/2"

33


Dimensioni bollitori UB 2000 DC

UB 2000 SC 1" 1/4

20

20

1" 1/4

4

1" 1/4

1/2"

1" 1/4

1" 1/4

1/2"

1/2" 1"

1"

1" 1/4

20

1" 1/4 1/2"

1"

2980

1" 1/2 2430

2550

1" 1/4

1300

1640

2040

1/2"

1400

1075

1" 1/4 1" 1/4

430

R90

1" 1/4

Ø1200

100

550

0

3

640 490

2880

1" 1/4

1650 Ø1100

100

460

340

550

1" 1/4

34

1" 1/4

100

UB 3000 SC

100

400

460

340

550

400

1" 1/4

Ø1100 Ø1300

R19

2210

2090

1" 1/4

1" 1/4

1"1/4

2550

2450

1/2"

985 1160

1" 1/4

7

1" 1/4

1310

985 1160

1310

1450 1650 1825 2000

1/2"

2210

2090

1" 1/4

1" 1/2

2150

2550

2450

1"1/2


Info Tech Solare

UBPT 1000 Ø1030 Ø790

1"

20

Serpentino acciaio INOX

1 1/4" 1"

80

Serpentino 3,0 m²

1 1/2"

1/2"

1/2" 1/2" 1"

1 1/2"

2010

2110

1 1/2"

1 1/2"

170

220

14-11/2"

120

Ø700

840

1520

1330

1210

1060

310

580

495

1"

1 1/4"

270

730

1/2"

950

1130

1/2"

1450

1500

1"

1680

1760

1 1/2" 1/2"

120 Serpentino solare 3,0 m²

Tubo stratificatore

UBPT 2000 1"

Serpentino acciaio INOX

1 1/4" 1" 1 1/2"

1/2"

1/2"

Serpentino 4,2m2

1/2"

1/2"

1 1/2" 1"

2380 2280 2260

11/2"

1 1/2"

2010 1950 1730

1 1/2"

350

870 970 1080 250

120

1100

630 390

1 1/2" 15 - 11/2"

300

750

1"

1 1/4"

1190 1300 1410

1470 1210

1/2"

1870

1" 1/2"

1520 1640 1760

1/2"

120 Tubo stratificatore

Serpentino solare 3,0 m2

35


Dimensioni bollitori UBPU 1500 235

20

1 1/4"

1 1/2"

1 1/2"

1/2"

1 1/2"

1 1/2"

1/2"

1752

1/2"

372

1/2"

250

372

1 1/2"

1"

1 1/2"

817

817

1172 1342

1565

1 1/2"

1 1/2"

1342

1752

2070 2150

1"

Ø1200 Ø1000

UBPTT 1000

1"

1"

1"

170

1/2"

1"

1/2"

H

1"

L

1/2"

1700

1700

1"

1"

1 1/2"

1"

1"

1" 170 270

125

N

1"

1" 220

1" 270

600

800

1400

1000 1200

1" 1075 900

1150

1/2"

700

36

2090

2010

2035

1"

2010 1980

1 1/2"

2x 1 1/2"

1600

1/2"

1"


Info Tech Solare

Accessori di regolazione per sistemi a circolazione forzata Centralina di regolazione Il perfetto funzionamento del sistema si ottiene attraverso l’ottimizzazione dei flussi di ciascun circuito e il raggiungimento delle temperature adeguate così come grazie alla misurazione dell’energia sfruttata. Questo si realizza attraverso centraline di controllo, semplici e compatte, che ricevono i segnali dai diversi elementi e permettono di stabilire le temperature di controllo, i momenti d’accensione delle caldaie ausiliarie, etc. Le centraline di controllo trasformano una lettura di temperatura in un segnale elettrico che avvia o arresta un determinato meccanismo. La centralina fa sì che il fluido termovettore sia in circolo solo in presenza di un reale apporto di energia solare; misura la temperatura all’uscita del collettore e nella parte inferiore del serbatoio tramite delle sonde. Il termostato differenziale paragona entrambe le temperature in modo che, nel caso ci sia una differenza di temperatura superiore al limite fissato, attivi la pompa di circolazione. Al di là dell’uso sopraindicato, la centralina di controllo può essere impiegata in diversi punti e con diversi fini all’interno di questi impianti.

Centralina di regolazione “Eco” La centralina differenziale di temperatura Eco impiegata nel sistema solare Baxi, si contraddistingue per la semplicità di utilizzo grazie all’interfaccia limitata all’uso di soli 4 tasti consentendo inoltre una facile visualizzazione dello stato dell’impianto.

Caratteristiche: • • • • • •

Gestione a menù semplice ed intuitiva corredata di simboli grafici Regolazione digitale della temperatura 2 sonde collegabili Dispositivo di controllo della pompa di circolazione solare (n° di giri oppure ON/OFF) Funzione di protezione del collettore da sovratemperature Visualizzazione delle anomalie e memoria di tutte le impostazioni anche in caso di prolungata interruzione di tensione elettrica

Schemi elettrici Centralina di regolazione "Eco"

PE L N A1 N

Lato tensione di rete

S1 S2 S3

L

Fase - Rete

S1

Sonda del collettore

N

Conduttore neutro Rete Uscite

S2

Accumulatore parte inferiore

A1

Pompa del circuito solare (Uscita di commutazione 1)

S3

Punto di misurazione generale di temperatura

Lato bassa tensione

37


Centralina di regolazione “Comfort” La centralina differenziale di temperatura Comfort impiegata nel sistema solare Baxi, si contraddistingue per la semplicità di utilizzo grazie all’interfaccia limitata all’uso di soli 4 tasti consentendo inoltre una facile visualizzazione dello stato dell’impianto. La centralina solare Comfort di Baxi garantisce una regolazione perfetta per impianti termici solari costituiti anche da 2 banchi di collettori o 2 accumulatori ed è applicabile oltre che al tradizionale impianto solare anche ai 4 schemi di impianto di seguito raffigurati.

Caratteristiche: • • • • • • • • • • • •

Gestione a menù semplice ed intuitiva corredata di simboli grafici Regolazione digitale della temperatura 6 sonde collegabili 3 uscite programmabili (230V / 1A) Raffredamento dell'accumulatore Funzione speciale di raffreddamento, riscaldamento o differenza di temperatura su uscita A3 Dispositivo di controllo della pompa di circolazione solare (n° di giri oppure ON/OFF) 3 livelli di programmazione oraria su base giornaliera Misuratore della resa energetica (con misuratore di portata come accessorio opzionale) Funzione collettori tubolari Funzione di protezione del collettore da sovratemperature Visualizzazione delle anomalie e memoria di tutte le impostazioni anche in caso di prolungata interruzione tensione elettrica

Schemi impianto (con centralina solare “Comfort”)

38


Info Tech Solare

Schemi elettrici Centralina di regolazione "Comfort"

WMM

PE

T1 T2

L N

T3 A1 N A2 N A3 N

NetzspannungsLato tensione di rete bereich

T4 T5

PE

Conduttore di scarico a terra

WMM

Trasduttore di portata

L

Fase - Rete

T1

Sonda termica del collettore 1

N

Conduttore neutro - Rete

T2

Sonda termica dell’ accumulatore 1

A1

Fase – Relè 1

T3

Sonda termica del collettore 2 / accumulatore 2

N

Conduttore neutro – Relè 1

T4

Sonda termica del collettore - ritorno

A2

Fase – Relè 2

T5

Sonda termica del riscald./raffredd. oppure del reg. diff. temp.* sorgente

N

Conduttore neutro – Relè 2

T6

Sonda termica del’antigelo* o del reg. diff. di temp. pozzo oppure punto di misurazione generale (viene mascherata quando non connessa).

A3

Fase – Relè 3

*

Sonda liberamente programmabile T1...T6

N

Conduttore neutro – Relè 3

T6

KleinspannungsLato bassa tensione bereich

Kit Solare Il Kit Solare Baxi sviluppato per essere abbinato alla gamma caldaie miste istantanee, rappresenta una soluzione compatta che comprende valvola miscelatrice termostatica regolabile e una valvola deviatrice. Se la temperatura dell’acqua riscaldata dal sistema solare non raggiunge il livello di comfort, la valvola deviatrice fa intervenire la caldaia per erogare l’acqua alla temperatura desiderata.

39


Gruppo di circolazione Il gruppo di circolazione Baxi, dotato di isolamento termico, racchiude in dimensioni compatte tutti i componenti per il corretto funzionamento del sistema e la massima affidabilità. Il controllo della portata del circuito primario garantisce il rendimento ottimale del sistema.

Valvola di sicurezza (6 bar) Termometri (sono anche valvole On/Off)

Connessione vaso espansione

Pompa Flussometro (2-15 l/min. 5-30 l/min per gruppo di circolazione maggiorato)

Valvola di sfiato aria

7

7

6

6

5 4 3 2 1 0 0

0.5

1.0

1.5

2.0

2.5

PORTATA (m³/h) 40

Grafico pompa gruppo circolazione

PREVALENZA (m)

PREVALENZA H(m)

Grafico pompa gruppo circolazione maggiorato

3.0

3.5

4.0

5 4 3 2 1 0 0

0.5

1.0

1.5

2.0

2.5

PORTATA (m³/h)

3.0

3.5

4.0


Info Tech Solare Dati uso capitolato

Gruppo di circolazione solare con regolazione elettronica Gruppo solare due vie Circolatore GRUNDFOS UPS 25-60 DN 25 Temperatura massima: Pressione massima di esercizio: Prevalenza massima della pompa: Portata massima della pompa:

Funzione di raffreddamento dell’accumulatore Grande varietà di funzioni per il controllo dell’impianto con indicatore dei difetti e dei guasti per mezzo di simboli Memorizzazione di tutti i valori impostati anche in caso di caduta di tensione di qualunque durata Ampio spazio per il cablaggio

2-15 l/min 120°C 6 bar 6m 4,5 m³/h

Centralina di regolazione solare Baxi “Eco” Il controller BAXI ECO è dotato delle seguenti caratteristiche: Comando intuitivo guidato da menu con simboli grafici e quattro tasti di comando Regolazione della differenza di temperatura tra collettore e bollitore per valori di regolazione digitalmente registrabili Possibilità di regolazione della temperatura di funzionamento del bollitore 2 sonde collegabili (temperatura collettore e temperatura bollitore) Visualizzazione delle temperature attuali del collettore e del bollitore Regolazione del numero di giri (nel caso si utilizzino pompe modulanti) oppure regolazione di commutazione della pompa del circuito solare Contatore di esercizio integrato per il caricamento dell’accumulatore Funzione di protezione del collettore da sovratemperature Funzione di raffreddamento dell’accumulatore Grande varietà di funzioni per il controllo dell’impianto con indicatore dei difetti e dei guasti per mezzo di simboli Memorizzazione di tutti i valori impostati anche in caso di caduta di tensione di qualunque durata Ampio spazio per il cablaggio

Centralina di regolazione solare Baxi “Comfort” Il controller BAXI COMFORT è dotato delle seguenti caratteristiche: Comando intuitivo guidato da menu con simboli grafici e quattro tasti di comando Regolazione della differenza di temperatura tra collettore e bollitore per valori di regolazione digitalmente registrabili Possibilità di regolazione della temperatura di funzionamento del bollitore 6 sonde collegabili (possibilità di gestione di 2 rank collettori e due bollitori) 3 uscite programmabili (230V /1A) Funzione termostato attivabile Visualizzazione delle temperature attuali dei collettori o dei rank e dei bollitori collegati Regolazione del numero di giri (nel caso si utilizzino pompe modulanti) oppure regolazione di commutazione della pompa del circuito solare 3 livelli di programmazione oraria su base giornaliera Misuratore della resa energetica (con misuratore di portata come accessorio opzionale) Contatore di esercizio integrato per il caricamento dell’accumulatore Funzione di protezione del collettore da sovratemperature

Valvola deviatrice Valvola deviatrice a tre vie con attuatore adatta all'installazione su impianti solari (alta temperatura). Schema elettrico di collegamento valvola deviatrice solare

L

Cod. LNC710000190

LEGENDA:

A2

L1

Valvola deviatrice solare.

L2

A2: contatto cent. solare L: fase L1: apertura L2: chiusura N: neutro

Attuatore per deviatrice solare.

N

Centralina solare Comfort

Cod. LNC710000200

Rele'

Motore valvola deviatrice solare

M

N

41


Sistemi a circolazione naturale L’offerta Baxi per i sistemi a circolazione naturale prevede soluzioni mono o bi-pannello, con collettore SB 21 abbinabile a bollitori da 150, 200 e 300 lt.

Collettore SB 21 Caratteristiche collettore SB 21 • Superficie lorda 2,0 m2 • Tipo di copertura: vetro singolo solare ESG • Tipologia assorbitore: alluminio verniciato • Tipo di isolamento: lana di roccia • Soluzione mono-pannello con bollitore da 150/200 lt • Soluzione bi-pannello con bollitore da 300 lt • Installazione su tetti piani ed inclinati

Dati tecnici Numero collettori

N0-150

N0-200

1

1

Superficie

m2

2

Superficie di assorbimento

m2

1,84

Superficie di apertura

m2

1,9

Altezza

mm

1730

Larghezza

mm

1170

Profondità

mm

95

Peso

kg

36,2

N2

N2P

2

2

300

300

SB 21

Capacità collettore

l

Capacità bollitore

l

Pressione massima di funzionamento

I = radiazione incidente totale sul piano del collettore (W/m²) tm = temperatura media della lastra assorbente (°C) ta = temperatura ambiente (°C)

bar

10 5,44

Temperatura massima di funzionamento

°C

200

o rendimento ottico (riferimento superficie assorbimento)*

%

76,1

1 2

perdite termiche*

W/m2K

5,7

perdite termiche*

W/m2K2

0,03

Fattore angolo di incidenza (IAM) Temperatura di stagnazione (I=1000 W/m2 ta=30°C)

0,96 a 50° °C

* Valori basati sulla temperatura media del liquido termovettore

42

200

kJ/Km2

Capacità termica

I

1.5 150

130


Info Tech Solare Dati uso capitolato Sistema solare N0-150

Collettore solare di superficie lorda Superficie dell'assorbitore Superficie d'apertura Capacità del collettore Pressione massima di funzionamento Temperatura massima di funzionamento η0 Rendimento ottico (rif. Sup. assorbimento) 1 Perdite termiche 2 Perdite termiche Tipo copertura Spessore copertura Connessioni idrauliche Altezza Larghezza Profondità Peso collettore Assorbitore Assorbimento Emissione Isolamento Collegamenti idraulici Bollitore Isolamento Telaio di sostegno

Sistema solare N0-200

Collettore solare di superficie lorda Superficie dell'assorbitore Superficie d'apertura Capacità del collettore Pressione massima di funzionamento Temperatura massima di funzionamento η0 Rendimento ottico (rif. Sup. assorbimento) 1 Perdite termiche 2 Perdite termiche Tipo copertura Spessore copertura Connessioni idrauliche Altezza Larghezza Profondità Peso collettore Assorbitore Assorbimento Emissione Isolamento Collegamenti idraulici Bollitore Isolamento Telaio di sosteg no

2,02 m² 1,8 m² 1,9 m² 1,5 l 10 bar 200 °C 76,1 % 5,7 W/m²k 0,03 W/m²k² Vetro temperato non prismatico altamente trasparente 3,2 mm Quattro attacchi laterali da 1'' 1730 mm 1170 mm 95 mm 36,2 kg Alluminio verniciato nero 93% 91% Lana di roccia spessore 40 mm Tubi in rame isolati e raccordi per collegamento al bollitore Bollitore da 150 l in acciaio smaltato con intercapedine peso 57 kg Isolato con schiuma di Poliuretano da 50 mm di spessore Telaio in acciaio peso 23 kg

2,02 m² 1,8 m² 1,9 m² 1,5 l 10 bar 200 °C 76,1 % 5,7 W/m²k 0,03 W/m²k² Vetro temperato non prismatico altamente trasparente 3,2 mm Quattro attacchi laterali da 1'' 1730 mm 1170 mm 95 mm 36,2 kg Alluminio verniciato nero 93% 91% Lana di roccia spessore 40 mm Tubi in rame isolati e raccordi per collegamento al bollitore Bollitore da 200 l in acciaio smaltato con intercapedine peso 65 kg Isolato con schiuma di Poliuretano da 50 mm di spessore Telaio in acciaio peso 23 kg 43


Sistema solare N2 - N2/P Collettore solare di superficie lorda Superficie dell'assorbitore Superficie d'apertura Capacità del collettore Pressione massima di funzionamento Temperatura massima di funzionamento η0 Rendimento ottico (rif. Sup. assorbimento) 1 Perdite termiche 2 Perdite termiche Tipo copertura Spessore copertura Connessioni idrauliche Altezza Larghezza Peso collettore Assorbitore Assorbimento Emissione Isolamento Collegamenti idraulici Bollitore Isolamento Telaio di sostegno

44

2 x 2,02 m² 2 x 1,84 m² 2 x 1,93 m² 2 x 1,5 l 10 bar 200 °C 76,1 % 5,7 W/m²k 0,03 W/m²k² Vetro temperato non prismatico altamente trasparente 3,2 mm Quattro attacchi laterali da 1'' per ogni collettore 1730 mm 1170 mm 36,2 kg Alluminio verniciato nero 93% 91% Lana di roccia spessore 40 mm Tubi in rame isolati e raccordi per collegamento al bollitore Bollitore da 300 l in acciaio smaltato con intercapedine peso 99,5 kg Schiuma di poliuretano da 50 mm di spessore Telaio in acciaio peso 29.5 kg


Info Tech Solare Guida all’installazione dei collettori solari Baxi Modello SB 25 Il modello SB 25 può essere installato nelle seguenti configurazioni

Formato verticale (lato corto in basso)

1. Installazione su tetto

piano a 45°

Fila da 1 collettore: Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 4 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LSC 615250101 nr.1

LSC 615250101 nr.3

LSC 615250101 nr.4

LSC 615250101 nr.5

LSC 615250101 nr.6

LSC 615250101 nr.2

LNC 710250040 nr.1 LNC 710250040 nr.1 LNC 710250040 nr.1 LNC 710250040 nr.1 LNC 710250040 nr.1 LNC 710250040 nr.1 LNC 710250080 nr1

LNC 710250090 nr.1 LNC 710250070 nr.1 LNC 710250070 nr.2 LNC 710250070 nr.3 LNC 710250070 nr.4 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250080 nr.1 LNC 710250080 nr.2 LNC 710250080 nr.3 LNC 710250080 nr.4

Sistemi di fissaggio (Indicato nell'immagine quantitativo elementi per kit)

4

1

4 12 13 13 13 6

2

1

7

4

2x121mm 2x163,5mm

LNC 710250040 Sistema di fissaggio tetto piano SB 25

2

2

1

1

2 6 10 6 10 3 2

1 2

1x121mm 1x163,5mm

LNC 710250070 Sistema di fissaggio tetto piano collettore aggiuntivo SB 25

45


2. Installazione su tetto

inclinato parallelo a tetto con fissaggio attraverso tegole

Fila da 1 collettore: Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 4 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LSC 615250101 nr.1

LSC 615250101 nr.3

LSC 615250101 nr.4

LSC 615250101 nr.5

LSC 615250101 nr.6

LSC 615250101 nr.2

LNC 710250020 nr.1 LNC 710250020 nr.1 LNC 710250020 nr.1 LNC 710250020 nr.1 LNC 710250020 nr.1 LNC 710250020 nr.1 LNC 710250080 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250050 nr.1 LNC 710250050 nr.2 LNC 710250050 nr.3 LNC 710250050 nr.4 LNC 710250080 nr.1 LNC 710250080 nr.2 LNC 710250080 nr.3 LNC 710250080 nr.4

Sistemi di fissaggio (Indicato nell'immagine quantitativo elementi per kit)

4

4 1

2

4 12 7 12 7 7

2

2

1

1

1

2 6 10 6 10 3 2

1 2

LNC 710250050 Sistema di fissaggio tetto inclinato collettore aggiuntivo SB 25

LNC 710250020 Sistema di fissaggio tetto inclinato SB 25

3. Installazione su tetto

inclinato parallelo a tetto con fissaggio sotto tegole

Fila da 1 collettore: Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 4 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LSC 615250101 nr.1

LSC 615250101 nr.3

LSC 615250101 nr.4

LSC 615250101 nr.5

LSC 615250101 nr.6

LSC 615250101 nr.2

LNC 710250101 nr.1 LNC 710250101 nr.1 LNC 710250101 nr.1 LNC 710250101 nr.1 LNC 710250101 nr.1 LNC 710250101 nr.1 LNC 710250080 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250110 nr.1

LNC 710250110 nr.2

LNC 710250110 nr.3

LNC 710250110 nr.4

LNC 710250080 nr.1 LNC 710250080 nr.2 LNC 710250080 nr.3 LNC 710250080 nr.4

46


Info Tech Solare Sistemi di fissaggio (Indicato nell'immagine quantitativo elementi per kit)

2

6

6 9 24

1

4

1

2

1

6 9

1

9

LNC 710250101 Sistema di fissaggio sotto tegola per due collettori

4. Installazione su tetto

attraverso tegole

2

2

2 3 8 2 3

1

2

LNC 710250110 Sistema di fissaggio sotto tegola per un collettore aggiuntivo

inclinato con 20° di maggiorazione dell’inclinazione con fissaggio

Fila da 1 collettore: Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 4 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LSC 615250101 nr.1

LSC 615250101 nr.3

LSC 615250101 nr.4

LSC 615250101 nr.5

LSC 615250101 nr.6

LSC 615250101 nr.2

LNC 710250030 nr.1 LNC 710250030 nr.1 LNC 710250030 nr.1 LNC 710250030 nr.1 LNC 710250030 nr.1 LNC 710250030 nr.1 LNC 710250080 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250090 nr.1 LNC 710250060 nr.1 LNC 710250060 nr.2 LNC 710250060 nr.3 LNC 710250060 nr.4 LNC 710250080 nr.1 LNC 710250080 nr.2 LNC 710250080 nr.3 LNC 710250080 nr.4

Sistemi di fissaggio (Indicato nell'immagine quantitativo elementi per kit)

4

1 1

2

4 12 13 13 13 6 7

4

2x60mm 2x163,3mm

LNC 710250030 Sistema di fissaggio inclinazione 20° SB 25

2

2

1

1

2 6 10 6 10 3 2

1 2

1x60mm 1x163,5mm

LNC 710250060 Sistema di fissaggio inclinazione 20° collettore aggiuntivo SB 25 47


5. Installazione su tetto inclinato con 20° di maggiorazione dell’inclinazione con fissaggio sotto tegole

Per l’installazione 5, nelle distinte valide per l’installazione 4 i codici LNC 710250030 e LNC 710250060 devono essere sostituiti rispettivamente coi codici LNC 710250100 e LNC 710250110.

Formato orizzontale (lato lungo in basso) 1. Installazione su tetto

piano a 45°

Fila da 1 collettore: Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 4 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LSC 615250101 nr.1

LSC 615250101 nr.3

LSC 615250101 nr.4

LSC 615250101 nr.5

LSC 615250101 nr.6

LSC 615250101 nr.2

LNC 710250120 nr.1 LNC 710250120 nr.2 LNC 710250120 nr.3 LNC 710250120 nr.4 LNC 710250120 nr.5 LNC 710250120 nr.6 LNC 710250160 nr.1 LNC 710250160 nr.1 LNC 710250160 nr.1 LNC 710250160 nr.1 LNC 710250160 nr.1 LNC 710250160 nr.1 LNC 710250180 nr.1 LNC 710250180 nr.2 LNC 710250180 nr.3 LNC 710250180 nr.4 LNC 710250180 nr.5

2. Installazione su tetto

inclinato parallelo a tetto con fissaggio attraverso tegole

Fila da 1 collettore: Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 4 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LSC 615250101 nr.1

LSC 615250101 nr.3

LSC 615250101 nr.4

LSC 615250101 nr.5

LSC 615250101 nr.6

LSC 615250101 nr.2

LNC 710250120 nr.1 LNC 710250120 nr.2 LNC 710250120 nr.3 LNC 710250120 nr.4 LNC 710250120 nr.5 LNC 710250120 nr.6 LNC 710250130 nr.1 LNC 710250130 nr.1 LNC 710250130 nr.1 LNC 710250130 nr.1 LNC 710250130 nr.1 LNC 710250130 nr.1 LNC 710250140 nr.1 LNC 710250140 nr.2 LNC 710250140 nr.3 LNC 710250140 nr.4 LNC 710250140 nr.5

3. Installazione su tetto

inclinato parallelo a tetto con fissaggio sotto tegole

Fila da 1 collettore: Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 4 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LSC 615250101 nr.1

LSC 615250101 nr.3

LSC 615250101 nr.4

LSC 615250101 nr.5

LSC 615250101 nr.6

LSC 615250101 nr.2

LNC 710250120 nr.1 LNC 710250120 nr.2 LNC 710250120 nr.3 LNC 710250120 nr.4 LNC 710250120 nr.5 LNC 710250120 nr.6 LNC 710250150 nr.1 LNC 710250150 nr.1 LNC 710250150 nr.1 LNC 710250150 nr.1 LNC 710250150 nr.1 LNC 710250150 nr.1 LNC 710250170 nr.1 LNC 710250170 nr.2 LNC 710250170 nr.3 LNC 710250170 nr.4 LNC 710250170 nr.5

48


Info Tech Solare Guida all’installazione dei collettori solari Baxi Modello SB 25 IN Il modello SB 25 IN è un collettore solare per installazioni a incasso nel tetto ed è necessario abbinarlo ad accessori specifici di fissaggio e di rivestimento che dipendono dal numero di collettori installati e dalla loro configurazione. Per individuare questi accessori ci si può riferire alla figura seguente che mostra una installazione di 2 file sovrapposte da 3 collettori ciascuna.

    

Per questa configurazione (con riferimento numeri nella figura) occorre utilizzare i seguenti accessori. 1 • codice LNC 710260050 “Rivestimento base per 2 collettori SB 25 IN” nr. 1 2 • codice LNC 710260070 “Rivestimento per estensione superiore SB 25 IN” nr.1 3 • codice LNC 710260010 “Sistema di fissaggio per 2 collettori SB 25 IN-SB 13 IN” nr.2 4 • codice LNC 710260020 “Sistema di fissaggio per 1 collettore aggiuntivo SB 25 IN-SB 13 IN” nr.2 5 • codice LNC710260060 “Rivestimento per estensione laterale SB 25 IN-SB 13 IN” nr.1 6 • codice LNC 710260090 “Rivestimento aggiuntivo per montaggio sovrapposto SB 25 IN-SB 13 IN” nr.1 49


Per installare ulteriori collettori in fila occorrerà aggiungere gli accessori nr. 5, 6 e 4 in numero pari ai collettori da aggiungere; se al contrario si vogliono montare solamente due collettori in fila bisognerà togliere i rivestimenti nr. 5 e 6 e il fissaggio nr. 4. Invece, se si vuole installare una sola fila di collettori, occorrerà togliere gli accessori nr. 2 e 6, mentre se si vogliono aggiungere ulteriori file sovrapposte occorrerà aggiungere tali accessori in numero pari alle file che si intendono montare.

Modello SB 13 IN Questo modello è un collettore con la stessa forma dell’ SB 25 IN e stessa tipologia di installazione, ma di dimensioni circa dimezzate: per individuare gli accessori specifici per il montaggio di questo modello si può fare riferimento alla figura riportata per il modello SB 25 IN con le seguenti sostituzioni. • Codice LNC 710260050, va sostituito con LNC 710130010 • Codice LNC 710260070, va sostituito con LNC 710130020

Modello SB 20 SR Il modello SB 20 SR può essere installato nelle seguenti configurazioni

1. Installazione su tetto

piano a 45°

Fila da 1 collettore: Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 4 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LSC 615200201 nr.1

LSC 615200201 nr.3

LSC 615200201 nr.4

LSC 615200201 nr.5

LSC 615200201 nr.6

LSC 615200201 nr.2

LNC 710200080 nr.1 LNC 710200080 nr.1 LNC 710200080 nr.1 LNC 710250080 nr.1 LNC 710250080 nr.1 LNC 710250080 nr.1 LNC 710200120 nr.1 LNC 710200030 nr.1 LNC 710200030 nr.2 LNC 710200030 nr.3 LNC 710200030 nr.4 LNC 710200030 nr.5 LNC 710200140 nr.2 LNC 710200120 nr.2 LNC 710200120 nr.3 LNC 710200120 nr.4 LNC 710200120 nr.5 LNC 710200120 nr.6 LNC 710200140 nr.2 LNC 710200140 nr.3 LNC 710200140 nr.4 LNC 710200140 nr.5 LNC 710200140 nr.6

2. Installazione su tetto

inclinato parallelo a tetto con fissaggio attraverso tegole

Fila da 1 collettore: Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 4 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LSC 615200201 nr.1

LSC 615200201 nr.3

LSC 615200201 nr.4

LSC 615200201 nr.5

LSC 615200201 nr.6

LSC 615200201 nr.2

LNC 710200080 nr.1 LNC 710200080 nr.1 LNC 710200080 nr.1 LNC 710200080 nr.1 LNC 710200080 nr.1 LNC 710200080 nr.1 LNC 710200120 nr.1 LNC 710200120 nr.2 LNC 710200120 nr.3 LNC 710200120 nr.4 LNC 710200120 nr.5 LNC 710200120 nr.6 LNC 710200160 nr.2 LNC 710200030 nr.1 LNC 710200030 nr.2 LNC 710200030 nr.3 LNC 710200030 nr.4 LNC 710200030 nr.5 LNC 710200160 nr.2 LNC 710200160 nr.3 LNC 710200160 nr.4 LNC 710200160 nr.5 LNC 710200160 nr.6

50


Info Tech Solare Modello SB 100 Il modello SB 100 può essere installato nella seguente configurazione

1. Installazione a tetto

piano a 45°

Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LNC 615010120 nr.1

LNC 615010130 nr.1

LNC 615010150 nr.1

LNC 615010160 nr.1

LNC 710010010 nr.2

LNC 710010010 nr.3

LNC 710010010 nr.5

LNC 710010010 nr.6

LNC 710010030 nr.1

LNC 710010030 nr.1

LNC 710010030 nr.1

LNC 710010030 nr.1

LNC 710010040 nr.1

LNC 710010040 nr.1

LNC 710010040 nr.1

LNC 710010040 nr.1

LNC 710010020 nr.1

LNC 710010020 nr.2

LNC 710010020 nr.4

LNC 710010020 nr.5

Modello SVB 26 Il modello SVB 26 può essere installato nelle seguenti configurazioni

1. Installazione a tetto

piano a 45°

Fila da 1 collettore: Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 4 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LSC 615270100 nr.1

LSC 615270100 nr.3

LSC 615270100 nr.4

LSC 615270100 nr.5

LSC 615270100 nr.6

LSC 615270100 nr.2

LNC 710270010 nr.1 LNC 710270020 nr.1 LNC 710270010 nr.1 LNC 710270020 nr.2 LNC 710270010 nr.1 LNC 710270020 nr.3 LNC 710270040 nr.2 LNC 710270040 nr.3 LNC 710270020 nr.1 LNC 710270040 nr.6 LNC 710270020 nr.2 LNC 710270040 nr.8 LNC 710270040 nr.4 LNC 710270050 nr.1 LNC 710270040 nr.7 LNC 710270050 nr.2 LNC 710270050 nr.1

2. Installazione su tetto

LNC 710270050 nr.2

inclinato parallelo a tetto con fissaggio attraverso tegole

Fila da 1 collettore: Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 4 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LSC 615270100 nr.1

LSC 615270100 nr.3

LSC 615270100 nr.4

LSC 615270100 nr.5

LSC 615270100 nr.6

LSC 615270100 nr.2

LNC 710270010 nr.1 LNC 710270020 nr.1 LNC 710270010 nr.1 LNC 710270020 nr.2 LNC 710270010 nr.1 LNC 710270020 nr.3 LNC 710270030 nr.2 LNC 710270030 nr.3 LNC 710270020 nr.1 LNC 710270030 nr.6 LNC 710270020 nr.2 LNC 710270030 nr.8 LNC 710270030 nr.4 LNC 710270050 nr.1 LNC 710270030 nr.7 LNC 710270050 nr.2 LNC 710270050 nr.1

3. Installazione su tetto

LNC 710270050 nr.2

inclinato parallelo a tetto con fissaggio sotto tegola

Fila da 1 collettore: Fila da 2 collettori:

Fila da 3 collettori:

Fila da 4 collettori:

Fila da 5 collettori:

Fila da 6 collettori:

LSC 615270100 nr.1

LSC 615270100 nr.3

LSC 615270100 nr.4

LSC 615270100 nr.5

LSC 615270100 nr.6

LSC 615270100 nr.2

LNC 710270010 nr.1 LNC 710270020 nr.1 LNC 710270010 nr.1 LNC 710270020 nr.2 LNC 710270010 nr.1 LNC 710270020 nr.3 LNC 710270060 nr.2 LNC 710270060 nr.3 LNC 710270020 nr.1 LNC 710270060 nr.6 LNC 710270020 nr.2 LNC 710270060 nr.8 LNC 710270060 nr.4 LNC 710270050 nr.1 LNC 710270060 nr.7 LNC 710270050 nr.2 LNC 710270050 nr.1

LNC 710270050 nr.2 51


Installazione collettore ad incasso Scoprire la superficie del tetto in corrispondenza del collettore Larghezza: larghezza collettore + 1.5 mt (spazio per garantire un'installazione agevole) Altezza: ca. 3.0 mt per montaggio in serie Altezza: ca. 6.0 mt per montaggio in 2 serie Posizionare la barra ausiliaria superiore a circa 1 mt dal colmo del tetto Posizionare la barra ausiliaria inferiore all’estremità inferiore del pannello Avvitare le squadrette di fissaggio sulle traverse (2 superiori – 3 inferiori) Rimuovere asticella di legno di protezione del collettore Posizionare i collettori Rimuovere i tappi delle connessioni idrauliche Posizionare le guarnizioni solari sulla cartellatura del tubo dei raccordi idraulici

Eseguire l’allacciamento idraulico servendosi del collegamento a U e rivestirlo con isolante Inserire la sonda all’interno della sede sull’ultimo collettore della serie

52


Info Tech Solare

Avvitare le squadrette di fissaggio sulla cornice in legno dei collettori

Fissare i rivestimenti partendo dall’angolo sinistro in basso avvitandoli al profilo in legno dei collettori Prima di montare i rivestimenti superiori posizionare i cunei in legno Posizionare i fermi in lamiera lateralmente ai collettori Inserire il rivestimento laterale e fissare con le apposite viti Inserire il rivestimento facendolo scorrere in mezzo ai 2 collettori Adattare la gonna di piombo alle tegole

Installazione collettore ad incasso completata

Le foto riportate hanno l'obiettivo di mostrare le procedure di installazione e non considerano le disposizioni vigenti in termini di sicurezza che dovranno comunque essere applicate dall'installatore. 53


Installazione collettore su tegola Forare la tegola a circa 1 mt dal colmo del tetto Inserire le 4 viti prigioniere avvitandole ad una profondità minima di 100 mm

Applicare e fissare in successione: guarnizione in gomma – rondella – dado – elemento di fissaggio (piastrina) – rondella – dado, facendo attenzione a mantenere la stessa altezza per tutte e 4 le viti prigioniere. Eliminare eventualmente la parte sporgente delle stesse. Inserire la vite con testa a martello nella scanalatura inferiore della barra portante e avvitarla all’elemento di fissaggio. Ripetere l’operazione per il 2. punto di fissaggio e successivamente per la barra superiore. Posizionare il collettore facendo scorrere il profilo del collettore nella guida della barra portante. Posizionare il 2. collettore allineandolo al precedente mediante apposito distanziale. Collegare idraulicamente i 2 collettori posizionando la guarnizione solare

54


Info Tech Solare

Posizionare la morsa di fissaggio con foro sulle barre portanti Inserire la sonda di temperatura nel collettore, nella direzione in cui esce il fluido vettore caldo.

Installazione collettore su tegola completata

Le foto riportate hanno l'obiettivo di mostrare le procedure di installazione e non considerano le disposizioni vigenti in termini di sicurezza che dovranno comunque essere applicate dall'installatore. 55


Schemi impianto Qui di seguito sono rappresentati degli schemi impianto che illustrano soluzioni impiantistiche che combinano caldaia e collettore solare. L’integrazione con i sistemi solari per circolazione forzata e naturale è studiata per garantire il massimo comfort e risparmio energetico.

Sifone consigliato per evitare la circolazione naturale

Sifone consigliato per evitare la circolazione naturale

COMPONENTI IMPIANTO SOLARE BAXI 1 Collettore solare 2 Serbatoio di accumulo 3 Gruppo di circolazione solare 4 Centralina elettronica 5 Vaso di espansione 6 Valvola di sfiato 7 Gruppo di sicurezza 8 Ingresso acqua sanitaria fredda 9 Uscita acqua sanitaria calda 10 Sonda collettori solari 11 Sonda bollitore 12 Sonda caldaia 13 Caldaia

Schema e illustrazioni riportate hanno puro scopo illustrativo: il progetto deve essere avallato da uno studio termotecnico per una corretta valutazione dei componenti necessari all'impianto.

56


Info Tech Solare

6 13

7

11 2

1

Kit solare

By-pass per esclusione pannelli

14

15

9

5

1

8

6

3

AVS 77 RT

13

10

5

9

6 7

ACS

17 4 12 11 2

sifone consigliato per evitare la circolazione naturale

16 3

8 ingresso acqua da acquedotto

COMPONENTI IMPIANTO SOLARE BAXI 1 Collettore 2 Serbatoio di accumulo 3 Gruppo circolazione solare 4 Centralina elettronica 5 Vaso di espansione 6 Valvola di sfiato 7 Gruppo di sicurezza 8 Ingresso acqua sanitaria fredda 9 Uscita acqua sanitaria calda 10 Sonda collettore solare 11 Sonda bollitore 12 Sonda caldaia 13 Caldaia 14 Valvola deviatrice 15 Valvola miscelatrice 16 Kit impianto misto 17 Miscelatore termostatico

Schema e illustrazioni riportate hanno puro scopo illustrativo: il progetto deve essere avallato da uno studio termotecnico per una corretta valutazione dei componenti necessari all'impianto.

57


Schemi impianto 6

10

4 13

1

7 14

3

9

M

5

acqua calda sanitaria

12 2 11

16

8 sifone consigliato per evitare la circolazione naturale

6

13

10

circuito circuito bassa alta temp. temp.

1

4

7

3

ingresso acqua fredda

16

5 14

9

acqua calda sanitaria

15

2 17 11

8 sifone consigliato per evitare la circolazione naturale

ingresso acqua fredda

COMPONENTI IMPIANTO SOLARE BAXI 1 Collettore solare 2 Serbatoio di accumulo solare 3 Gruppo di circolazione solare 4 Centralina elettronica 5 Vaso di espansione 6 Valvola di sfiato 7 Gruppo di sicurezza 8 Ingresso acqua sanitaria fredda 9 Uscita acqua sanitaria calda 10 Sonda collettori solari 11 Sonda bollitore 12 Sonda caldaia 13 Caldaia 14 Valvola miscelatrice 15 Sonda alimentazione pompa sanitario 16 Collettori distribuzione impianto riscaldamento 17 Serbatoio accumulo caldaia

Schema e illustrazioni riportate hanno puro scopo illustrativo: il progetto deve essere avallato da uno studio termotecnico per una corretta valutazione dei componenti necessari all'impianto.

58


Info Tech Solare

6 1

10

circuito di riscaldamento

circuito di riscaldamento

acqua calda sanitaria

acqua calda sanitaria

acqua fredda sanitaria

acqua fredda sanitaria

13 circuito di riscaldamento

circuito di riscaldamento

15 acqua calda sanitaria 9

acqua calda sanitaria

acqua fredda sanitaria

acqua fredda sanitaria

4 7 3

5 14

2 11

8

sifone consigliato per evitare la circolazione naturale

ingresso acqua da acquedotto

6 1

10

4 17

13

7

3

21

16

5 12

2

19 11

18

sifone consigliato per evitare la circolazione naturale

acqua calda sanitaria

20

acqua fredda sanitaria

circuito di riscaldamento

acqua calda sanitaria

9

acqua fredda sanitaria

circuito di riscaldamento ingresso acqua da acquedotto

8

COMPONENTI IMPIANTO SOLARE BAXI 1 Collettore solare 2 Serbatoio di accumulo 3 Gruppo di circolazione solare 4 Centralina elettronica 5 Vaso di espansione 6 Valvola di sfiato 7 Gruppo di sicurezza 8 Ingresso acqua sanitaria fredda 9 Uscita acqua sanitaria calda 10 Sonda collettori solari 11 Sonda bollitore 12 Sonda caldaia 13 Caldaia 14 Pompa ricircolo 15 Kit solare 16 Miscelatore termostatico 17 Centrale termica 18 Compensatore idraulico 19 Gruppo ISPESL 20 Luna SAT RP 21 Regolatore di mandata

Schema e illustrazioni riportate hanno puro scopo illustrativo: il progetto deve essere avallato da uno studio termotecnico per una corretta valutazione dei componenti necessari all'impianto.

59


-I 9001

S 18001

Qualità Ambiente Sicurezza

SA

ISO

14001 - O H

SO

www.baxi.it Qualità Ambiente Sicurezza sono gli obiettivi strategici di Baxi, e le certificazioni ottenute garantiscono l’osservanza delle specifiche regolamentazioni

36061 BASSANO DEL GRAPPA (VI) Italy Via Trozzetti, 20 Tel. +39 0424 517111 - Fax: +39 0424 38089 marketing@baxi.it La casa costruttrice non assume responsabilità per eventuali errori o inesattezze nel contenuto di questo prospetto e si riserva il diritto di apportare ai suoi prodotti, in qualunque momento e senza avviso, eventuali modifiche ritenute opportune per qualsiasi esigenza di carattere tecnico o commerciale. Questo prospetto non deve essere considerato come contratto nei confronti di terzi. Baxi S.p.A. 06-10 (E)


Info Tech Solare