Page 1

Settimanale ::: Anno 4 N132 ::: 19 Marzo 2010 ::: 1,5 € ::: Always Sport Magazine

web

70, 5, 0, 0

in copertina foto di Ciamillo Castoria

terno al lotto A1

BONICIOLLI E LA VIRTUS PROVANO A FERMARE SIENA, COME VINCERE LA LOTTERIA? A dil

LA FORTITUDO DIFENDE LA VETTA A OMEGNA b dil

STELLA - ANAGNI SFIDA SPETTACOLO


EDITORIALE m ag

w eb

bordo bianco intorno ai loghi

Due anni fa valeva una finale scudetto, oggi è 0, 50, 100, 0 70, 5, 0, 0 semplicemente una gara della settima giornata di ritorno: Roma-Siena. Sarà per lo strapotere 50, 50, 50, 100 del Montepaschi che ha tolto interesse al campionato, sarà che la stessa Siena già pensa al nuovo ciclo delusa dall’eliminazione in Euroleague, sarà che la Lottomatica è lontana anni luce da essere l’anti Siena, ed anzi rischia di non entrare nei playoff, ma questa sfida non ha più il fascino di una volta. Quando i tifosi romani speravano nella grande impresa, nell’eroica prestazione che poteva essere la svota verso qualche risultato di prestigio: oggi vale solo due punti, e sappiamo tutti che prenderanno la strada della Toscana. Una partita che ha un risvolto di tristezza, sia per Roma e per la sua incapacità di costruire nel tempo una squadra competitiva ed in grado di dominare in campionato, o almeno di provare a farlo, che per il Montepaschi, “colpevole” di essere troppo forte, ma al tempo stesso troppo poco profondo per poter competere nel campionato che conta di più, l’Euroleague.

Sede e Redazione Via Tommasini 31 00162 Roma

Tel/Fax 06.96035835

Email redazione.as@gmail.com direttore.as@gmail.com www.basketincontro.it info@basketincontro.it

Andrea Alemanni e Nicola Rampa

Direttore responsabile

Redazione

Foto

Edito da

Andrea Alemanni

Alessandro Baldi Giuseppe Capuano Roberto De Simone Roberto Contini Emanuele Del Baglivo Matteo Bassi Roberto Pelizzi Vincenzo Arma Emanuele Bellizzi

Ciamillo/Castoria Christian De Massis Pino Rampolla Giuliano Ciolini Sonia Simoneschi Cecilia Palombo

Registrato presso il Tribunale di Roma N° 370/2006 del 29/09/2006

Vicedirettore Nicola Rampa

Art Director Stefania Gubbiotti

Grafico Rocco Lotito

2008


ROMA, BATTERE SIENA PER DAR

A1

Roma-Siena non sarà più la sfida che fino ad un paio di anni fa, con Repesa in panchina e Bodiroga in campo, appassionava l’Italia cestistica, ma rimane pur sempre un appuntamento da segnalare in un campionato che continua a vivere la sua fase di coma profondo. Ecco allora che Matteo Boniciolli può cercare di mettere un po’ di pepe al week end, provando a mettere il bastone tra le ruote della corazzata di Pianigiani, che lo scorso anno soffrì molto negli scontri diretti conro la Virtus Bologna allora allenata dal coach triestino. Dunque possiamo dire che Boniciolli sa come provare a battere questa Mens Sana, bisogna verificare se anche i suoi giocatori in campo avranno spirito e voglia di sacrificio per lottare 40’ contro un avversario nettamente supe-

4

riore: specifichiamo subito che senza la versione migliore del duo Jaaber-Hutson Roma ha possibilità molto vicine allo zero di battere Siena; l’asse sul quale è stata costruita la squadra capitolina in estate ha dato segni di ripresa ultimamente, ma è ancora lontano dagli standard che si chiedevano ai due, soprattutto sul piano della continuità. Di sicuro in crescita sono gli italiani, guidati su tutti da Giachetti, che allungano le rotazioni e almeno da quel punto di visto la Virtus può tenere testa agli ospiti, che vorranno ancora una volta dimostrare la loro supremazia nello Stivale. E’ anche vero che dopo l’uscita in Eurolega potrebbe esserci un piccolo contraccolpo psicologico per Mc Intyre e compagni, con tanti protagonisti che lasceranno la Toscana dopo questo ultidi Alessandro Baldi foto Ciamillo Castoria ma g

we b


RE UN SENSO ALLA STAGIONE

A1

mo molto probabile scudetto: se la forza la ruota potrebbe girare per la squadra di mentale, che ha fatto le fortune negli ulti- Capobianco. mi anni del Montepaschi, dovesse calare, Precedenti 8: 6W Milano, 2W Teramo Roma deve essere pronta a giocarsela. BIELLA- CANTU’ LA GIORNATA Sfida sentitissima, due tifoserie che non NAPOLI- FERRARA si amano, gara che spesso ha dato spettacolo in passato e dove può accadere di CREMONA- CASERTA tutto: due formazioni che si equivalgono Dal punto di vista del morale, arriva a dal punto di vista tecnico, Biella ha nequesta sfida meglio Cremona, che ha cessità di vincere per risalire, Cantù per appena sbancato Treviso e messo dietro tenere la zona play off. di sé in classifica anche Pesaro; Caser- Precedenti 8: 4W Biella, 4W Cantù ta invece prosegue coi suoi alti e bassi, Pronostico: Biella 55%, Cantù 45% complessivamente il campionato resta ottimo, ma la squadra di Sacripanti è ca- PESARO- MONTEGRANARO lata molto rispetto al girone di andata. Derby delle Marche, anche qui gara molPrecedenti: Inedita to sentita con i tifosi ospiti che arriveranPronostico: Cremona 49%, Caserta no con i pullman pagati dai giocatori. Una 51% bella iniziativa che conferma il gran momento della Sutor, 8 vittorie di fila e tanto VARESE- TREVISO entusiasmo, mentre a Pesaro la paura Varese cerca di sfruttare il fattore campo comincia a farla da padrone. Classifica per mettersi al riparo da brutte sorprese, complicata, serve un successo per scacla Benetton è in difficoltà, sia per i risultati ciare i fantasmi, anche se Montegranasia per gli infortuni. In settimana è arri- ro da quando è in A1 ha sempre vinto al vato Maurice Taylor, acquisto che colma BPA Palace. la lacuna sotto canestro e che grazie al Precedenti 2: 2W Montegranaro passaporto italiano, non grava sulla si- Pronostico: Pesaro 50%, Montegranaro tuazione extracomunitari. 50% Precedenti 26: 15W Varese, 11W Treviso AVELLINO- BOLOGNA Pronostico: Varese 50%, Treviso 50% Posticipo di giornata, remake della semifinale di Coppa Italia che vide vincere MILANO- TERAMO nettamente la Virtus. Avellino è animata Solita Milano, che quando sembra sul da una comprensibile voglia di riscatto, punto di decollare ricade rovinosamente Bologna vuole ripetere il blitz e continuacome a Cantù; attenzione allora a Tera- re l’inseguimento alla seconda piazza. mo che invece ha vinto a Caserta e pre- Precedenti 7: 1W Avellino, 6W Bologna so fiducia, per la prima volta in stagione Pronostico: Avellino 45%, Bologna 55%

we b

5


SERIE A1 - STATISTICHE DI SQUADRA

CLASSIFICA 1.   Montepaschi Siena

42

21 21 

0

1905

1386

519

90.7

66.0

2.   Sigma Coatings Montegranaro

28

21 14 

7

1697

1633

64

80.8

77.8

3.   Pepsi Caserta

28

21 14 

7

1817

1573

244

86.5

74.9

4.   Armani Jeans Milano

26

21 13 

8

1614

1575

39

76.9

75.0

5.   Canadian Solar BO

26

21 13 

8

1643

1503

140

78.2

71.6

6.   NGC Medical Cantu’

24

21 12 

9

1648

1563

85

78.5

74.4

7.   Air Avellino

24

21 12 

9

1664

1575

89

79.2

75.0

8.   Lottomatica Roma

22

21 11  10 

1692

1575

117

80.6

75.0

9.   Benetton Treviso

20

21 10  11 

1713

1721

-8

81.6

82.0

10.   Banca Tercas Teramo

18

21

9

12

1621

1577

44

77.2

75.1

11.   Angelico Biella

18

21

9

12

1684

1694

-10

80.2

80.7

12.   Vanoli Cremona

16

21

8

13

1734

1685

49

82.6

80.2

13.   Cimberio Varese *

16

21

9

12

1587

1683

-96

75.6

80.1

14.   Scavolini Spar Pesaro

14

21

7

14

1700

1730

-30

81.0

82.4

15.   Carife Ferrara

12

21

6

15

1564

1696

-132

74.5

80.8

16.   Nuova AMG Sebastiani **

-8

21

0

21

1218

2332 -1114 

58.0

111.0

PUNTI FATTI TIRI DA 2% TIRI DA 3%  Montepaschi Siena  90.71   Montepaschi Siena  59.54   Montepaschi Siena  43.10   Pepsi Caserta  86.52   Lottomatica Roma  58.64   NGC Medical Cantu’  40.35   Vanoli Cremona  82.57   Air Avellino  57.50   Benetton Treviso  39.32   Benetton Treviso  81.57   Armani Jeans Milano  55.82   Scavolini Spar Pesaro  38.91   Scavolini Spar Pesaro  80.95   Pepsi Caserta  55.63   Cimberio Varese  38.85   Montegranaro  80.81   Vanoli Cremona  55.29   Angelico Biella  38.46   Lottomatica Roma  80.57   Scavolini Spar Pesaro  54.81   Pepsi Caserta  37.88   Angelico Biella  80.19   Canadian Solar BO  54.64   Canadian Solar BO  37.62   Air Avellino  79.24   NGC Medical Cantu’  54.46   Banca Tercas Teramo  37.50   NGC Medical Cantu’  78.48   Benetton Treviso  54.08   Montegranaro  36.69   Canadian Solar BO  78.24   Angelico Biella  53.78   Lottomatica Roma  36.38   Banca Tercas Teramo  77.19   Montegranaro  53.38   Vanoli Cremona  34.83   Armani Jeans Milano  76.86   Carife Ferrara  52.85   Carife Ferrara  32.78   Cimberio Varese  75.57   Banca Tercas Teramo  51.83   Armani Jeans Milano  31.29   Carife Ferrara  74.48   Cimberio Varese  49.25   Air Avellino  30.70   Nuova AMG Sebastiani  58.00  Nuova AMG Sebastiani  42.77   Nuova AMG Sebastiani  25.84  RIMBALZI PUNTI SUBITI recuperi  Pepsi Caserta  37.19   Montepaschi Siena  66.00   Montepaschi Siena  21.24   Montegranaro  36.71   Canadian Solar BO  71.57   Lottomatica Roma  19.48   Air Avellino  35.86   NGC Medical Cantu’  74.43   Pepsi Caserta  17.95   Armani Jeans Milano  35.67   Pepsi Caserta  74.90   Air Avellino  17.86   Banca Tercas Teramo  35.10   Air Avellino  75.00   Vanoli Cremona  17.81   Angelico Biella  34.43   Lottomatica Roma  75.00   Canadian Solar BO  17.33   Benetton Treviso  34.29   Armani Jeans Milano  75.00   Armani Jeans Milano  17.14   Scavolini Spar Pesaro  34.05   Banca Tercas Teramo  75.10   Carife Ferrara  16.71   Montepaschi Siena  33.71   Montegranaro  77.76   Scavolini Spar Pesaro  16.67   Vanoli Cremona  33.67   Cimberio Varese  80.14   Benetton Treviso  16.52   Canadian Solar BO  33.48   Vanoli Cremona  80.24   Banca Tercas Teramo  16.29   NGC Medical Cantu’  32.57   Angelico Biella  80.67   Montegranaro  16.14   Lottomatica Roma  32.43   Carife Ferrara  80.76   Angelico Biella  15.76   Cimberio Varese  31.67   Benetton Treviso  81.95   NGC Medical Cantu’  15.57   Carife Ferrara  31.33   Scavolini Spar Pesaro  82.38   Cimberio Varese  15.57   Nuova AMG Sebastiani  25.52  Nuova AMG Sebastiani  111.05  Nuova AMG Sebastiani  12.62

6

ma g

we b


Grundy Anthony  Carife FE  17.90   Ere Ebi  Pepsi CE  17.05   Aradori Pietro  Angelico BI  16.81   Jackson Luke  Carife FE  15.95   Lavrinovic Ksistof  Montepaschi SI  15.75   Brown Dee  Air AV  15.33   Hicks Michael  Scavolini Spar PS  15.10   Smith Joe  Angelico BI  14.50   Jaaber Ibrahim  Lottomatica RM  14.43   Rowland Earl Jerrod  Vanoli CR  14.38   Bell Troy  Vanoli CR  14.05   Finley Morris  Armani J. MI  14.00   Jones Jumaine  Pepsi CE  13.90   Brunner Greg  Sigma C. Montegranaro  13.90 RIMBALZI  Brunner Greg  Sigma C. Montegranaro  10.20   Troutman Chevon  Air AV  8.55   Wallace Charles   Benetton TV  8.45   Jones Jumaine  Pepsi CE  8.00   Williams Eric  Scavolini Spar PS  7.65   Pasco Pervis  Angelico BI  7.20   Ivanov Dejan  Sigma C. Montegranaro  6.81   Hall Mike  Armani J. MI  6.75   Szewczyk Szymon  Air AV  6.10   Brown Brandon  Vanoli CR  6.00  ASSIST  Brown Dee  Air AV  5.14   Green Marques  Scavolini Spar PS  5.05   Smith Joe  Angelico BI  4.50   Poeta Giuseppe  Banca Tercas TE  4.25   Childress Randolph  Cimberio VA  4.10 

SERIE A1- STATISTICHE PERSONALI

PUNTI  Neal Gary  Benetton TV  19.33 

Finley Morris  Armani J. MI  4.08   Mc Intyre Terrell  Montepaschi SI  3.84   Rowland Earl Jerrod  Vanoli CR  3.52   Bowers Jermaine  Pepsi CE  3.00   Kus Davor  Benetton TV  3.00 VALUTAZIONE  Lavrinovic Ksistof  Montepaschi SI  20.00   Troutman Chevon  Air AV  19.30   Brunner Greg  Sigma C. Montegranaro  19.05   Aradori Pietro  Angelico BI  18.52   Rowland Earl Jerrod  Vanoli CR  18.19   Neal Gary  Benetton TV  17.67   Wallace Charles   Benetton TV  16.90   Finley Morris  Armani J. MI  16.62   Sato Romain  Montepaschi SI  16.60   Grundy Anthony  Carife FE  16.57

we b

7


A2

SASSARI MOMENTO DELICATO, OC La capolista vive il momento cruciale della sua stagione, a 7 giornate dal termine della regular season il Banco di Sardegna Sassari inizia a sentire il fiatone delle inseguitrici sul collo: Brindisi e Reggio Emilia premono e sognano, per i sardi c’è da difendere con le unghie un primato troppo importante, che vorrebbe dire promozione in A1 diretta. Tutti infatti vogliono evitare i playoff, dove l’equilibrio che regna sovrano farebbe ripartire tutti da zero, come insegnano anche gli anni passati quando spesso la prima testa di serie ha fallito il salto al piano superiore. Per continuare a guardare tutti dall’alto, Sassari dovrà superare un ostacolo duro come Venezia, che 7 giorni fa ha fatto un favore alla squadra di Sacchetti battendo Reggio Emilia. Trascinata da un superlativo Alvin Young, una sicurezza in situazioni difficili come quella che sta vivendo Venezia, e dal nuovo arrivato Draper, la Reyer ha un solo obiettivo: salvarsi il prima possibile e cancellare questa stagione maledetta, buttando magari le fondamenta per il prossimo anno dove coach Mazzon dovrebbe rimanere per ripartire con un progetto vincente. Nel presente, però, c’è la trasferta durissima di Sassari, con Pavia (che segue i veneziani a 2 lunghezze) impegnata in casa che dovrebbe fare punti e dunque in caso di sconfitta di Venezia, agganciare Meini e compagni in classifica. A livello tecnico è chiaro che il Bandi Alessandro Baldi

8

ma g

we b


CCHIO ALLA TRAPPOLA-VENEZIA co ha i favori del pronostico, anche se la squadra sta vivendo un periodo di calo con 3 sconfitte nelle ultime 6 gare e l’uscita in semifinale in Coppa Italia; servono assolutamente 2 punti per riportare un po’ di fiducia e tenere a bada le dirette concorrenti.

A2

chio a Sassari dove giocherà Venezia, Forte e compagni possono riportarsi in linea di galleggiamento e continuare a sperare; Scafati però non vuole essere risucchiata nella lotta salvezza, e vuole la vittoria. Pronostico. Pavia 55%, Scafati 45%

LA GIORNATA JESI- VEROLI Jesi insegue la seconda vittoria consecutiva casalinga, Veroli continua la sua corsa al miglior posto per la post season: partita molto equilibrata, che dovrebbe essere decisa in volata. Pronostico: Jesi 49%, Veroli 51%

PISTOIA- VIGEVANO Pistoia senza capitan Toppo, che dopo la frattura del quarto metacarpo deve stare ai box per 2 mesi; assenza pesante, ma i toscani partono comunque favoriti nella sfida casalinga contro Vigevano, uno spareggio vero e proprio per i play off (all’andata +4 Vigevano). CASALE MONFERRATO- CASAL- Pronostico: Pistoia 55%, Vigevano PUSTERLENGO 45% Grande condizione per Casale Monferrato, reduce dall’impresa contro RIMINI- REGGIO EMILIA Sassari, l’opportunità per salire ulte- Crisi nera a Rimini, che ancora non riormente in classifica è ghiotta, col ha potuto tesserare coach Ticchi per turno interno contro Casalpusterlen- mancanza di soldi; sul campo le cose go; ospiti quasi salvi, un successo sa- non vanno meglio, la squadra precipirebbe un colpo da playoff. ta e ora si trova a dover affrontare un Pronostico: Casale Monferrato 60%, derby tostissimo contro una Reggio Casalpusterlengo 40% Emilia arrabbiata per il ko di domenica a Venezia. BRINDISI- IMOLA Pronostico: Rimini 40%, Reggio EmiE’ tornata in scia Brindisi, che ora lia 60% vuole giocarsi lo sprint finale per la promozione: non bisogna ovviamen- LATINA-UDINE te sbagliare nulla, a cominciare dalla Ultime possibilità per Latina, da giogara interna contro Imola che sembra carsi in casa contro una formazione decisamente alla portata. però in ottima salute contro Udine: Pronostico: Brindisi 70%, Imola 30% gara molto difficile per i pontini, vedremo se il cuore ancora una volta PAVIA- SCAFATI saprà avere la meglio sulla tecnica. Pavia non può sbagliare, con l’orec- Pronostico: Latina 40%, Udine 60%

we b

9


LEGADUE - STATISTICHE DI SQUADRA

CLASSIFICA 1.  Banco di Sardegna Sassari

34

23 17 

6

1925

1762

163

83.7

76.6

2.   Trenkwalder Reggio Emilia

32

23 16 

7

1752

1696

56

76.2

73.7

3.   Enel Brindisi

32

23 16 

7

1895

1783

112

82.4

77.5

4.   Fastweb Casale Monf.

28

23 14 

9

1801

1772

29

78.3

77.0

5.   Prima Veroli

28

23 14 

9

1947

1867

80

84.7

81.2

6.   Miro Radici Finance Vigevano

26

23 13  10 

1739

1742

-3

75.6

75.7

7.   Snaidero Cucine Udine

24

23 12  11 

1769

1734

35

76.9

75.4

8.   Carmatic Pistoia

24

23 12  11 

1860

1851

9

80.9

80.5

9.   Aget Imola

22

23 11  12 

1832

1935

-103

79.7

84.1

10.   Riviera Solare RN

20

23 10  13 

1901

1898

3

82.7

82.5

11.   UCC Casalpusterlengo

20

23 10  13 

1844

1903

-59

80.2

82.7

12.   Bialetti Scafati

18

23

9

14

1785

1770

15

77.6

77.0

13.   Fileni Jesi

18

23

9

14

1895

1895

0

82.4

82.4

14.   Umana Venezia

16

23

8

15

1710

1772

-62

74.3

77.0

15.   Paul Mitchell Pavia

14

23

7

16

1783

1858

-75

77.5

80.8

16.   AB Latina

12

23

6

17

1673

1873

-200

72.7

81.4

PUNTI FATTI TIRI DA 2% TIRI DA 3%   Prima Veroli  84.65   Prima Veroli  57.69   Bialetti Scafati  39.29   BancoSardegna  83.70   Carmatic Pistoia  54.26   Enel Brindisi  39.22   Riviera Solare RN  82.65   UCC Casalpusterlengo  54.01   Prima Veroli  38.84   Fileni Jesi  

82.39  Snaidero Cucine Udine  53.99   Riviera Solare RN  37.69 

Enel Brindisi  82.39   Enel Brindisi  53.80   Fastweb Casale  37.60   Carmatic Pistoia  80.87   Riviera Solare RN  53.69   Carmatic Pistoia  37.45   UCC Casalpusterlengo  80.17   Aget Imola  53.50   Aget Imola  37.39   Aget Imola  

79.65  BancoSardegna  53.36   Paul Mitchell Pavia  37.30 

Fastweb Casale  78.30   Fileni Jesi  52.97   BancoSardegna  37.24   Bialetti Scafati  77.61   Fastweb Casale  51.83   Fileni Jesi  36.53   Paul Mitchell Pavia  77.52   Umana Venezia  51.83   UCC Casalpusterlengo  35.85   Snaidero Cucine Udine  76.91   Bialetti Scafati  51.45   Snaidero Cucine Udine  35.41   Trenkwalder RE  76.17   Trenkwalder RE  51.38   Trenkwalder RE  34.81   Miro Radici Finance VI  75.61   Miro Radici Finance VI  50.56   AB Latina  33.67   Umana Venezia  74.35   AB Latina  50.42   Umana Venezia  32.08   AB Latina  

72.74 Paul Mitchell Pavia  47.86  Miro Radici Finance VI  31.53

RIMBALZI TIRI LIBERI % PALLE RECUPERATE  Trenkwalder RE  38.30   BancoSardegna  80.52   UCC Casalpusterlengo  19.22   Miro Radici Finance VI  36.30   Enel Brindisi  78.10   Riviera Solare RN  18.52   Umana Venezia  35.91   Paul Mitchell Pavia  77.29   Miro Radici Finance VI  18.35   Fileni Jesi  

35.78  Riviera Solare RN  77.21   BancoSardegna  18.04 

Snaidero Cucine Udine  34.65   Bialetti Scafati  75.86   Paul Mitchell Pavia  17.91   BancoSardegna  34.52   Fileni Jesi  75.72   Enel Brindisi  17.65   Riviera Solare RN  34.26   Snaidero Cucine Udine  72.16   Carmatic Pistoia  17.48   UCC Casalpusterlengo  34.09   Trenkwalder RE  70.95   Aget Imola  17.26   Carmatic Pistoia  33.83   Fastweb Casale  70.91   AB Latina  17.17   Enel Brindisi  33.30   Prima Veroli  70.44   Umana Venezia  17.04   Bialetti Scafati  32.65   Miro Radici Finance VI  70.18   Fileni Jesi  16.78   Fastweb Casale  32.65   Carmatic Pistoia  69.98   Bialetti Scafati  16.48   Prima Veroli  32.57   Aget Imola  69.65   Prima Veroli  16.22   Aget Imola  

32.26  UCC Casalpusterlengo  67.29   Trenkwalder RE  15.83 

Paul Mitchell Pavia  31.83   Umana Venezia  66.55   Snaidero Cucine Udine  14.43   AB Latina  

10

31.65 AB Latina  66.53   Fastweb Casale  14.35 

ma g

we b


Goss Phil  Bialetti Scafati  21.30   Kemp Marcelus  Banco di Sardegna SS  20.09   Slay Tamar  Carmatic Pistoia  19.33   Adams Thomas  Fileni Jesi  19.22   Thomas Omar  Enel Brindisi  18.78   Crispin Joseph Steven  Enel Brindisi  18.77   Young Alvin  Umana Venezia  18.68   Hines Kyle Tyrrel  Prima Veroli  18.65   Rowe Jason  Banco di Sardegna SS  18.57   Skinn Anthony Oludewa  Carmatic Pistoia  18.26   Ostler Troy  UCC Casalpusterlengo  17.57   Hubalek Jiri  Banco di Sardegna SS  17.48   Waleskowski Keith  Fileni Jesi  17.38   Boyette Jermaine  Vigevano  17.35  RIMBALZI   Ebi Ndudi  Riviera Solare Rn  14.00   Waleskowski Keith  Fileni Jesi  10.14   Ezugwu Peter  Aget Imola  8.86   Chiacig Roberto  Bialetti Scafati  8.58   Boykin Ruben  Paul Mitchell Pavia  8.48   Hines Kyle Tyrrel  Prima Veroli  8.43   Thomas Omar  Enel Brindisi  8.09   Brkic David  Snaidero Udine  7.59   George Nicholas James  Fastweb Casale Monf.  7.57   DiGiuliomaria Christian  Umana Venezia  7.39 ASSIST  Hatten Marcus  UCC Casalpusterlengo  4.87   Rowe Jason  Banco di Sardegna SS  4.57   Brown Lelton  Snaidero Udine  3.94   Nissim Afik  Prima Veroli  3.91   Draper Dominic Dontaye  Prima Veroli  3.24   Scarone German  Riviera Solare Rn  3.21   Bertolazzi Matteo

LEGADUE - STATISTICHE PERSONALI

PUNTI Whiting Trent  Aget Imola  22.04 

Vigevano 3.17 

Crispin Joseph Steven  Enel Brindisi  3.14   Garris Kiwane  Umana Venezia  3.06   Eldridge Courtney  AB Latina  3.04 VALUTAZIONE   Ebi Ndudi  Riviera Solare Rn  26.22   Whiting Trent  Aget Imola  25.22   Hines Kyle Tyrrel  Prima Veroli  24.65   Thomas Omar  Enel Brindisi  23.70   Goss Phil  Bialetti Scafati  22.83   Waleskowski Keith  Fileni Jesi  20.90   Brkic David  Snaidero Udine  20.32   Slay Tamar  Carmatic Pistoia  19.10   Hatten Marcus  UCC Casalpusterlengo  18.74   Chiacig Roberto  Bialetti Scafati  18.63 

we b

11


Adil

Palestrina cerca il miracolo per OSTUNI NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

5  ROSSETTI Tommaso  1  1988 182   7   MORENA Domenico  5  1970 210   9   FONTANI Cosimio  2  1989 195   10   STIJEPOVIC Dusan  1-2  1988 192   11   PILOTTI Andrea  3  1980 196   12   STRIVIERI Riccardo  4  1989 198   15   AMOROSO Francesco  3-4  1978 202   16   BASANISI Nicola  1  1976 185   19   ORLANDO Salvatore  5  1980 202   20   RUGGIERO Antonio  1-2  1981 190   18  MARSEGLIA Gianluca  1-2  1993 190   21 FORNASARI Leonardo 3 1989 190 All. Giovanni Putignano Peccato, un vero peccato. Con Perugia era il momento della verità e Palestrina purtroppo l’ha mancato per un soffio seppur con l’attenuante dei tanti problemi che sembrano non abbandonare la formazione romana. I playoff ora sono molto lontani, questo è vero, ma Plateo e soci hanno l’obbligo di provarci fino alla fine, a cominciare dalla trasferta in casa della capolista Ostuni. Tanta sfortuna Il rammarico più grande per Steffé e il suo staff nasce da una partita in cui la Solsonica non ha demeritato: “Con Perugia siamo stati bravi, abbiamo difeso molto bene concedendo poco ai nostri avversari, ho visto lo spirito giusto ed alla fine purtroppo sono stati i singoli

12

di Emanuele Bellizzi foto Palombo ma g

we b


rientrare nella lotta ai playoff

Adil

PALESTRINA NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4  ALESSANDRI Filippo  1-2  1989 190  5   BRONZINO Gustavo  1-2  1990 194  7   PERNA Luca  1-2  1989 182  8   LAUDONI Stefano  2-3  1989 197  10   GAGLIARDO Filippo  5  1978 206  11   LAGIOIA Andrea  2-3  1986 193  12   BENINI Emiliano  4  1977 204  14   GIRONI Simone  4-5  1976 205  15   RISCHIA Simone  1-2  1990 182  16   CARA Augusto  3  1989 196  18   BARRACO Giacomo  3  1987 204  20   PLATEO Tommaso  1-2  1978 187  All. Furio Steffè episodi a fare la differenza”. Guardando avanti, Palestrina ora deve pensare ad Ostuni: un impegno molto difficile che arriva in contemporanea ad una situazione infortunati di nuovo preoccupante: “Abbiamo più di qualche problema –spiega Steffé- e per la prossima partita rimangono in dubbio Barraco, Rischia e Laudoni oltre a Plateo che convive con i soliti acciacchi che oramai lo accompagnano da tempo. Inutile nascondersi, la situazione non è delle migliori, ma abbiamo tutte le caratteristiche per riprenderci e finire al meglio questo campionato”. Provarci fino alla fine Naturalmente, come la classifica insegna, la trasferta in terra pugliese nasconde moltissime insidie. Ostuni infatti sta disputando un campionato magnifico come testimoniato anche dalle parole del coach triestino: “Ostuni è sicuramente una grande squadra,

we b

                     

che gioca molto bene e che sta superando tutte le previsioni che si potevano fare ad inizio campionato. Per impensierirli dovremo assolutamente cercare di giocare tenendo i ritmi bassi, La cosa più importante comunque sarà limitare al massimo gli errori e tenere alto il morale: sappiamo che è difficile ma dobbiamo crederci”. Ed é proprio da questo invito che la Solsonica deve ripartire, i playoff, classifica alla mano, sono lontani ma l’imperativo dettato da Steffé è quello di crederci fino alla fine: “Mancano quattro partite e tutto può succedere. Di certo non siamo avvantaggiati perché in ordine incontreremo prima Ostuni e poi Barcellona. L’importante però è provarci per una questione di rispetto verso noi stessi e verso il lavoro svolto durante questi 5 mesi”. Del resto sarebbe un peccato, un vero peccato non provarci, vero coach?

13


Ferentino fragile ed incerottata

Adil

BARCELLONA NomE

4 5 6 7 10 11 12 15 17 18 20

GUARINO Francesco BISCONTI Luca PANZINI Lorenzo SVOBODA Ariel LI VECCHI Agostino FRATINI Gian Andrea BUCCI Ryan Matthew MOCAVERO Manuele BONESSIO Daniele EMEJURU Frederic GIORGIANNI Francesco

Ruolo

1 5 1-2 2-3 4 1 2-3 4-5 3 4-5 1

Nato

AltEZZA

1979 1982 1990 1985 1970 1990 1981 1980 1988 1988 1990

182 206 188 192 204 188 192 203 197 203 175

All. Franco Gramenzi Purtroppo, come spesso si dice, al peggio non c’è mai fine: in casa FMC infatti i problemi non finiscono, e con Matera, come se non bastasse, è arrivata la seconda sconfitta consecutiva. E’ chiaro quindi che l’emergenza sia tutt’altro che finita, con un calendario che proprio non aiuta: alle porte infatti c’é l’impossibile trasferta in terra siciliana contro Barcellona.

non bastasse anche la situazione degli infortunati non migliora e in vista dei prossimi impegni permangono ancora grossi punti interrogativi: “Purtroppo i problemi sembrano non finire e per la prossima partita sia Ochoa che Bonaiuti rimangono in forte dubbio: infatti Nacho combatte ancora con i problemi al ginocchio ed è in cura a Montecatini da uno specialista, Bonaiuti invece è alle prese con problemi alla schiena. Troppo fragili E’ chiaro quindi che il loro impiego per A preoccupare maggiormente lo staff la partita di domenica rimarrà in dubamaranto è l’atteggiamento e la fragi- bio fino alla fine”. lità mostrata dalla squadra in queste ultime settimane: “Alle prime difficoltà Le armi di Ferentino –spiega coach Friso- ci siamo sciolti, La trasferta con Barcellona, neanche a non riuscendo minimamente a reagire. dirlo, nasconde tantissime insidie ed è Molte volte sembriamo impauriti, come lo stesso Friso a presentare le problese mollassimo senza combattere, e matiche che la FMC dovrà affrontare: con questi presupposti è impensabile “L’importante per noi sarà mantenere far bene, soprattutto in un campionato l’atteggiamento giusto per tutta la gara. così difficile ed equilibrato”. Come se Dovremo assolutamente mascherare

14

di Emanuele Bellizzi foto basketferentino.it ma g

we b


incerottata cerca l’impresa a Barcellona

Adil

FERENTINO NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4 METREVELI Nika 5 1991 211 5  CALBINI Paolo  1  1972 184  6   METZ Matteo  3  1988 194  7   CIRCOSTA Valerio  1  1987 188  8   MASTRANGELI Ernesto  1-2  1990 180  9   BONAIUTI Mauro  2-3  1978 192  10   GUASTAFERRO Gabriele  1-2  1991 178  11   ZACCARIELLO Leonardo  2  1982 190  13   PONGETTI Luca  4-5  1990 200  14   ZIVIC Diego  4  1976 198  15   OCHOA Ignacio  4-5  1979 202  18   MODICA Francesco  3-4 1982 203  All. Massimo Friso

                   

quella mancanza di fisicità sotto canestro che l’assenza di Ochoa amplifica maggiormente. Tra l’altro Barcellona può contare su quei 2-3 giocatori che sotto canestro possono fare la differenza”. Ad ogni modo per ovviare a queste mancanze e per superare i problemi che attanagliano la sua squadra, il coach dei ciociari prepara le contromosse: “E’ chiaro che ora come ora con Ochoa non al meglio, le nostre fortune partono dal tiro da 3 punti, non è un caso infatti che in queste ultime settimane con delle medie molto basse siano arrivate delle sconfitte. L’importante poi sarà continuare ad aspettare con fiducia che la situazioni migliori perché sono sicuro che una volta che ogni ingranaggio tornerà al proprio posto, potremo dire la nostra sino in fondo”. Anche perché ai playoff si ricomincia da capo e se la FMC dovesse essere al meglio, ci sarà spazio per sognare…

we b

15


LA SOLIDITA’ DI PERUGIA

Adil

PERUGIA NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4 CHIATTI Giacomo 1 1986 178 5 CASUSCELLI Edoardo 1 1989 180 6 CAROLDI Mattia 1 1982 185 7 PAZZI Marco 4-5 1979 203 8 GRILLI Daniele 3 1987 191 10 RASCHI Andrea 2-3 1979 200 11 URBINI Nicolo’ 3 1990 198 12 DEFANT Massimiliano 3-4 1989 200 13 POLTRONERI Davide 2-3 1985 195 14 SALIBRA Lorenzo 1 1990 175 16 TESSITORI Alessio 4 1987 205 19 BONAMENTE Simone 5 1979 203 All. Maurizio Buscaglia Sabato sera sul campo di Perugia si disputerà una partita a dir poco cruciale per quanto riguarda la lotta per i playoff del Girone B della Serie A Dilettanti. A sfidare la Liomatic arriverà

16

la Consum.it Virtus Siena di Marcello Billeri, che attualmente staziona a soli due punti di distacco dai perugini di coach Buscaglia. Nella gara di andata vinsero i senesi abbastanza agevol-

di Giacomo Rossi foto Palombo ma g

we b


CONTRO IL CUORE DI SIENA

Adil

SIENA NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4 IMBRO’ Matteo 1 1994 188 6 DERRAA Yassin 1-2 1989 191 7 BIANCONI Corrado 2-3 1994 200 8 PORTANNESE Marco 2 1989 192 9 MIRONE Gabriele 3 1992 202 11 CASADEI Daniele 3 1981 198 13 DIOMEDE Manuel 1 1990 188 14 CUCCAROLO Gino 5 1987 222 15 ALTIERI Vincenzo 2 1991 191 16 ANDREAUS Davide 3-4 1986 202 17 CARENZA Giovanni 2 1988 201 20 TOMASIELLO Gianluca 1-2 1980 190 All. Marcello Billeri mente (67-52), quindi un eventuale colpo esterno potrebbe garantire alla giova truppa rossoblu una bella fetta di playoff in virtù del 2-0 negli scontro diretti. Ma di certo le motivazioni non mancano neppure alla Liomatic che più che guardarsi alle spalle, guarda in avanti, ovvero al terzo posto che dista anche in questo caso solo due punti. La classifica è veramente corta e l’equilibrio mai come in questa stagione è un fattore dominante. Si arriva a questa gara con Perugia reduce dalla grande vittoria sul campo di Palestrina (58-60), mentre la Consum.it ha battuto la Mazzeo San Severo al PalaMensSana per 67-65. Ricordiamo anche che la Consum.it è la terza squadra del campionato per vittorie in trasferta (il bilancio è 6-6), alle spalle solo delle due co-capoliste Barcellona e Ostuni. Fisicamente le due squadre non dovrebbero avere particolari problemi a parte le assen-

we b

ze ormai “storiche”. Coach Billeri recupera in tempo per la gara sia Gino Cuccarolo che Matteo Imbrò, entrambi ai box in settimana per dei leggeri infortuni. Tatticamente sarà molto interessante il duello in cabina di regia dove il “senatore” Caroldi si troverà di fronte il giovane Diomede (reduce dalla migliore gara della stagione) e dal giovanissimo Imbrò (anche lui decisivo nei minuti finali contro San Severo). Perugia è una squadra oggettivamente molto esperta e con un’ampia rotazione, proprio il contrario di come è ora la Virtus Siena, ovvero una squadra sostanzialmente Under19 con due cambi disponibili dalla panchina. Ma ormai il campionato è agli sgoccioli, più che la tecnica e la tattica conterà la determinazione. Chi delle due squadre mostrerà più “brio” uscirà vincente e con i playoff praticamente in tasca.

17


Adil

LA FORTITUDO VUOLE TORNARE A OMEGNA NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4  ANSELMI Luca  3  1988 198   7   PICAZIO Pierpaolo  2  1979 193   8   KUSHCHEV Oleksandr  5  1990 201   10   TEMPESTINI Tommaso  1  1987 180   11   SCROCCO Stefano  2-3  1977 195   12   CARUSO Martin  4  1978 201   13   FERRARO Innocenzo  4-5  1982 200   14   CARRA Marco  1-2  1980 185   17   ROSSI Emanuele  5  1982 208   18   STRIGINI   4  1989 200   19   SAVOLDELLI Mattia  1-2  1989 196   SACCAGGI Andrea 2 1989 192 All. Andrea Zanchi A quattro giornate dal termine la sconfitta della Fortitudo Bologna con Forlì, non solo riapre la lotta alla prima posizione ma di fatto mette i forlivesi, che hanno già sostenuto lo stop, in netto vantaggio. Alla Effe non resta altro che sperare in un passo falso degli avversari ed intanto vincere tutte le restanti partite, partendo dall’impegnativo match di questa settimana con Omegna. RABBIA E LUCIDITA’ Questa gara per i bolognesi rappresenta un test molto importante per capire se e quanti strascichi ha lasciato la sconfitta della settimana scorsa. Di sicuro all’interno del gruppo fortitudino c’è tanta rabbia ed altrettanta voglia di riscatto che, se unita all’esperienza ed alla capacità di rimanere lucidi anche nei momenti difficili (entrambe caratteristiche possedute dai felsinei) possono condurre Bologna alla vittoria. Per ottenere questo risultato però la Fortitudo dovrà tenere bassi i ritmi di gioco, far girare molto la palla

18

di Matteo Bassi foto Ciamillo-Castoria ma g

we b


A VOLARE NELLA TANA DI OMEGNA

Adil

FORTITUDO BOLOGNA NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4  MURO Alejandro  2  1974 185   5   MALAVENTURA Matteo  2-3  1978 195   6   BORRA Jacopo  5  1990 212   7   CITTADINI Alessandro  4-5  1979 207   8   GIGENA Silvio  3-4  1975 200   9   LAMMA Davide  1-2  1976 191   10   LOSI Jordan  1-2  1980 182   11   GENOVESE Salvatore  2-3  1987 198   12   MONTANO Matteo  1  1992 183   14   QUAGLIA Francesco  5  1988 207   15   SORRENTINO Gennaro  1-2  1985 185   MICEVIC Marko  2-3  1989 198 All. Alessandro Finelli per liberare costantemente un tiratore, leggi Gigena, Lamma, Malaventura o Muro (con questi ultimi tre attesi ad una rivalsa dopo la pessima prova con Forlì) che riesca a fare male con dei piazzati e conseguentemente dia più spazio sotto canestro a Cittadini. CARRA & ROSSI La sfida con la Fortitudo non poteva arrivare in un momento migliore per Omegna reduce da due brillanti vittorie che hanno permesso ai piemontesi di scalare la classifica fino ad arrivare ad un passo dal quarto posto. Quello che manca ancora per infiammare l’ambiente è una vittoria contro una testa di serie come la Fortitudo, quindi la Paffoni proverà in tutti i modi a regalare questa soddisfazione al proprio pubblico. Gran parte delle sorti della gara dipenderanno dalle prestazioni di Cara in regia e Rossi sotto i tabelloni. Il play reggino grazie alla sua lunga militanza in serie A1 dovrà prendere per mano i compagni dettando i rit-

we b

mi di gioco ed infondendo sicurezza e tranquillità a tutto il gruppo. Più arduo invece sarà il compito che attende il pivot di Omegna che dovrà cercare di limitare Cittadini che fino a questo momento è sempre risultato devastante.

19


Bdil

Esclusione Siracusa: abbaglio o giustizia?

Il caos è servito. La B dilettanti è scossa dal caso Siracusa che lascia il girone D in sospeso, vista l’esclusione da parte della società siciliana arrivata venerdì 12 marzo come un fulmine a ciel sereno. Annullato quindi la trasferta di Bari, annullate tutte le altre gare da qui alla fine del campionato, con tanti risvolti, da quelli cestistici (nel girone di Siracusa, oggi, non c’è più una retrocessione), a quelli umani, con giocatori e staff tecnico senza più un lavoro. Ma perché Siracusa è stata esclusa? La società ha tenuto una conferenza stampa (emettendo poi un comunicato) per annunciare il ricorso e spiegare come l’esclusione, per il mancato pagamento della seconda rata nazionale pari a 8000€, è un atto illeggittimo: per non aver pagato somme dovute alla Fip la sanzione prevista è lo 0-20 nella gara successiva e 1 punto di penalizzazione. Allora perché è arrivata l’esclusione? Soprattutto è impensabile che una società

20

si faccia escludere da un campionato con un enorme danno economico per una cifra di tale portata; inoltre, a difesa della società, c’è anche una lettera aperta dei giocatori, i quali sostengono di essere in regola con gli stipendi fino a questo momento, purtroppo una rarità nel basket moderno. C’è qualcosa che non torna: o la federazione ha preso un abbaglio, con un provvedimento azzardato ed in qualche modo sbagliato, o la società omette delle informazioni necessarie a capire come stanno veramente le cose e che hanno spinto la Fip all’esclusione. Qualunque sia la verità, è opportuno che venga a galla al più presto, per tutte quelle persone che la domenica sostenevano con amore e dedizione la squadra, per i giocatori e lo staff tecnico, per quelle persone che hanno investito tempo e denaro nel progetto Siracusa. E per tutto il movimento cestistico, che non ha certo bisogno di un altro scandalo.

di Nicola Rampa foto Ufficio stampa SIracusa ma g

we b


LA STELLA PER SENTIRSI GRAN

Bdil

STELLA AZZURRA NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4  DE FABRITIIS Antonio  2  1990 191   5   COLONNELLI Simone  2  1991 186   7   CICIVE’ Patrisio  4-5  1991 204   8   IANNONE Armando  1  1990 187   9   BARUCCA Nicolas  2  1990 193   13   ONDO MENGUE Bruno  3  1992 193   14   RICCI Gianpaolo  4-5  1991 200   15   DELLE CAVE Gianni  2  1991 186   17   FALL Kader Abdel Pierre  4  1991 202   20   D’ASCANIO Matteo  3  1989 197   18 CHIUCCHI Edoardo 5 1990 200 12 BUSCAGLIONE Stefano 1 1991 180 All. Germano D’Arcangeli I due migliori attacchi a confronto, due squadre che corrono e tirano come nessuno, una gara di andata decisa in volata: gli ingredienti di Stella Azzurra-Anagni

22

fanno pensare ad un match spettacolare. Se a questo aggiungiamo che siamo a sei giornate dal termine, che la Romana Chimici deve difendere il primato conquistato sette giorni fa, e che i romani vogliono chiudere il torneo il più avanti possibile per un playoff meno duro (almeno nel primo turno), la miscela potrebbe essere esplosiva. STELLA AZZURRA Nonostante le due sconfitte in settimana (Cecina e Napoli nell’U19) la squadra di D’Arcangeli è carica e pronta ad affrontare un’altra avversaria di “rango” superiore: “Sappiamo che sarà una gara difficilissima- afferma l’assistant coach Casadioma lo era anche quella con Scauri, e disputammo un grandissimo match: c’è la fiducia di poter far bene.Vincerà chi avrà più pazienza, e soprattutto chi difenderà di più”.Tegola per lo staff tecnico è l’infortunio alla caviglia di Delle Cave, che lo terrà sicuramente out per la sfida: un giocatore in meno, ma un tifoso in più, e di Nicola Rampa foto Palombo ma g

we b


NDE, ANAGNI PER IL PRIMATO

Bdil

ANAGNI NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4  GIAMPAOLI Andrea  1  1990 180   5   FRANZE’ Raffaele  3-4  1975 198   6   BUONANNO Roberto  1-2  1978 190   7   ROMANO Riccardo  2  1984 191   8   SANTOLAMAZZA Riccardo  1-2  1983 193   10   ROCCHI Renato  1-2  1981 180   11   CACERES Juan Manuel  1-2  1984 195   13   ROMANI Mirko  4-5  1988 202   14   PERAZZO Ezequiel Alejandro  4-5  1977 203   15   BRUNI Giovanni  1-2  1981 185   16   RUGGIERI Giorgio  3  1990 1,90   All. Luciano Nunzi proprio l’apporto dei tifosi può essere determinante per esaltare Iannone e compagni. ANAGNI La prima settimana in testa alla classifica non ha sortito nessun effetto sulla tranquillità del gruppo ciociaro, come evidenzia coach Nunzi:” Ci siamo allenati con la massima tranquillità, senza pensare alla classifica, anche perché sappiamo che ci sono ancora tante partite tutte insidiose e decisive, e quindi non ha senso fare i conti adesso”. Poi l’allenatore biancorosso analizza la sfida:”Noi abbiamo tanto rispetto per la Stella, e credo che la cosa sia reciproca, per questo credo che nes-

we b

suna delle due squadre riesca a snaturare l’altra, ma semplicemente entrambe cercheranno di limare l’avversario per inceppare quei meccanismi decisivi. In casa la Stella è molto pericolosa, ma anche noi, negli ultimi tempi, in trasferta giochiamo meglio”. Nunzi potrà contare sull’esperienza dei suoi, ma non si fida:”L’esperienza diventa determinante se si gioca punto a punto, ma esperienza signifca anche avere anni in più e quindi soccombere per atletismo ed irruenza fisica, cosa nella quale la Stella non è seconda a nessuno in questo campionato”. Poco da aggiungere, semplicemente godiamocela.

23


L’USE PENSA AL COLPACC

Bdil

SCAURI NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

ERRANTE Luca  2  1991 182     D’AGOSTINO Agostino  2  1991 191   5   RICHOTTI Dante  1  1985 180   7   TONETTI Daniel  1-2  1986 188   8   VIOLO Guido  3  1984 193   9   LOMBARDO Andrea  2  1990 195   14   PIERI Federico  1-2  1970 192   15   BIANCHI Pietro  5  1973 204   16   SERPENTINO Antonio  4-5   1990 202   18   COMIGNANI Ernani  3-4  1982 198   20   AMBRUOSO Francesco  3-4  1985 200   ROSSI Gianmarco 1 1990 180 All. Enrico Fabbri Chi se l’aspettava una reazione così. Scauri, dopo due clamorosi passi falsi, ha stravinto il difficilissimo derby con la ormai ex capolista Rieti rilanciando le sue quotazioni per la lotta al vertice. Ora arriva l’USE nel pieno di un momento molto complicato; i toscani hanno perso sia a Roma con la Tiber che la stracittadina con la Mazzanti, però una vittoria al PalaBorrelli potrebbe mettere molta pressione sui biancoazzurri e ridare qualche chance per il terzo posto ai toscani. ROSSI, L’UOMO IN PIU’ Tonetti non doveva neanche esserci con Rieti, ma alla fine un’ecografia risultata negativa nella sera di sabato ha concesso al giocatore di scendere in campo, nonostante non si fosse allenato per tutta la settimana. Probabilmente non ce ne sarebbe sta-

24

di Emanuele Del Baglivo foto Palombo ma g

we b


CIO, SCAURI ALLA VETTA

Bdil

USE NomE

4 MONTAGNANI Giacomo 5 MARIOTTI Daniele 6 FONTANI Gianni 7 SESOLDI Daniele 8 STROZZALUPI Francesco 10 TERROSI Gianni 12 DAMIANI Nicolò 14 ACUNZO Claudio 15 GHIZZANI Alessandro 16 VANNINI Fabio 19 MANCINI Francesco

Ruolo

1-2 1-2 1-2 3 1 1-2 5 4-5 3-4 5 2

Nato

AltEZZA

1986 1984 1980 1992 1990 1989 1990 1973 1980 1987 1992

188 180 190 195 190 191 190 204 190 205 180

All. Francesco Mazzoni to bisogno, dato che il suo sostituto Gianmarco Rossi ha avuto un impatto devastante sulla gara (7/7 da due; 5/7 dalla lunetta). Il turn over non è comunque una novità a Scauri: “Non abbiamo un quintetto ben stabilito -spiega Fabbri-, ma solitamente va in campo chi sta nella condizione migliore”. Sicuramente il coach scaurese potrà giocarsi quest’arma anche con l’USE, senza contare che sarà disponibile anche lo stesso Tonetti, stavolta allenato e pronto per il match. Dall’altra parte Empoli dovrà fare a meno di Fontani, squalificato dopo l’espulsione nel derby della scorsa settimana; la società ha reso noto in settimana che non avrebbe commutato la sanzione.

dg Mainardi pensa in positivo: “Non stiamo nelle condizioni migliori per affrontare un match con Scauri -afferma il dirigente toscano-, una delle squadre più attrezzate del girone. Tuttavia è proprio in questi momenti che siamo riusciti a tirare fuori qualcosa in più”. Certo se Empoli riuscisse a tirar fuori quel qualcosa in più e ad espugnare il PalaBorrelli, cambierebbe anche la classifica e a quel punto Pieri e compagni dovrebbero necessariamente vincere nell’ultima giornata della stagione regolare sul campo di Castelfiorentino per essere certi di mantenere il terzo posto. Ma oltre a questa possibilità i pontini pensano anche alla battaglia in testa: “Una sconfitta ci penalizzerebbe molto -ammette Fabbri-, ma una vittoria ci consentiMATCH DELICATO rebbe di rimanere attaccati al gruppo Certamente l’USE non sta attraver- di testa”. sando il suo momento migliore, ma il

we b

25


Bdil

basket club, battere lucca BASKET CLUB RIETI NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4  CAVOLI Mattia  2  1989 192   5   RADAELLI Luca  3-4  1973 196   6   FILATTIERA Marcello  1  1982 182   7   GRILLO Diego  1  1987 188   8   MARSILI Valerio  4-5  1987 202   9   MOSSI Paolo Emilio  1-2  1976 193   10   MAPELLI Giorgio  3  1978 202   13   BAGNOLI Simone  4-5  1981 205   16   DEL SIGNORE Riccardo  1  1992 182   17   ADDAZI GOUVEIA LIMA Ramon  3  1988 198   20   BERNARDI Luca  1  1984 184   FIASCO Ruggero 5 1979 205 All. Alessandro Crotti In casa Ircop non si fanno drammi dopo la sonante sconfitta subita ad opera della Autosoft Scauri, ma decisamente la ferita rimane aperta in un momento in cui occorreva incamerare punti per mantenere viva la speranza in vista

26

della fase ad orologio e del possibile salto immediato di categoria.I reatini lasciano la vetta della classifica a favore dell’Anagni causa differenza canestri sfavorevole , ma non intendono assolutamente cedere un millimetro

di Stefano Cicchetti foto Palombo ma g

we b


lucca per dimenticare scauri

Bdil

lucca NomE

4 DROCKER Giampaolo 7 AYTANO Matteo 10 PASSAGLIA Luca 11 LUCCHESI Federico 12 NIERI Giorgio 13 VERGARA Massimo 14 BIAGIONI Riccardo 15 BURICHETTI Luca 16 LAZZERINI Italo 17 MONTI Valentino 19 BANDINI Fabio 20 TOZZINI Jonny All. Alessio Merchini in queste ultime battute.Il dispiacere espresso da coach Crotti nei confronti dei tifosi accorsi in riva al Tirreno mostra la grande professionalità del coach, ma anche l’esame obbiettivo di una gara giocata solo un quarto dai suoi mostra la concentrazione sull’obbiettivo finale. “Abbiamo giocato una gara con poco movimento di palla e senza mordere come al solito in difesa, con un apporto quasi nullo dalla nostra panchina ”queste le brevi parole del coach reatino. Domenica arriva al PalaSojourner una altalenante Lucca che seppur navigando nei bassifondi della classifica ha inanellato nelle ultime uscite due vittorie su tre gare(tra cui una convincente in quel di Cagliari) mantenendo viva la speranza del raggiungimento del dodicesimo posto per la fase ad orologio che darebbe maggior tranquillità. Domenica scorsa il passo falso contro una diretta avversaria come Arezzo

we b

Ruolo

1-2 1 5 4 3 3-4 1-2 4 2 2 4 3-4

Nato

AltEZZA

1974 1987 1984 1988 1988 1979 1980 1989 1989 1988 1984 1990

193 181 207 202 197 200 185 198 185 194 192 198

non deve far dormire sonni tranquilli a Radaelli e compagni. I toscani possono contare infatti solo sui “vecchietti” Vergara(1979) e Drocker(1974)che giostrano da play e ala piccola, mentre gli altri elementi del roster sono autentici giovanotti in cerca di gloria.Tra questi spicca il play Biagioni(media punti 12,8)e il centrone Passaglia(media 11.6 e 6.8 rimbalzi totali) che dall’alto dei suoi 207 cm darà del filo da torcere alla batteria sabina. La speranza di tutta la società è quella finalmente di vedere un “sold out” dei tempi d’oro al Palazzo dello Sport autentico uomo in campo capace di trascinare la Ircop verso una scalata diretta alla A Dilettanti che ricollocherebbe la città di Rieti ad un livello accettabile per i fasti e le tradizioni trascorse.Anche i più scettici devono cominciare a pensare che il tempo della NSB è finito ora l’unica realtà è la compagine del presidente Leoncini.

27


LA Tiber ci prova, se

Bdil

TIBER NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

6  PUGLIESE Davide  2  1991 188   7   RAMBALDI Stefano  2-3  1991 194   8   CHIMINELLO Giacomo  4-5  1986 198   9   NUCIFERO Simone  1  1991 178   11   DICONE Fabrizio  1-2  1981 194   12   BERTOLDO Filippo  1-2  1989 180   13   RICCIARDI Daniele  1-2  1981 185   14   VECCHI Emanuele  2-3  1986 185   15   DI PIETROPAOLO Andrea  4-5  1984 198   19   PADOVANI Federico  3-4  1981 198   20   GASPONI Federico  4-5  1989 202   SPERDUTO Andrea 3-4 1975 193 All. Marco Cilli Tiber: ultime carte Dopo la bella affermazione in casa con la USE è arrivata la secca sconfitta di Firenze: ora Arezzo e Lucca sono due punti sopra in classifica ed entrambe con il vantaggio degli scontri diretti. Sarà dura anzi durissima: per sperare di lasciare la “maglia nera” la squadra di Coach Cilli non ha scelta, dovrà vincere in entrambi i due prossimi turni e sperare che Arezzo e Lucca restino a bocca asciutta. Ma in via Bertini Attilj nessuno parla di resa; almeno finchè la matematica non darà un verdetto definitivo. Il Castello “rinforzato” E domenica l’avversario dei romani sarà Castelfiorentino: la squadra allenata da Luca Granchi è all’ottavo posto e viene dalla sconfitta di Vado maturata soltanto nell’ultimo giro di lancette. Coach Granchi dopo la gara non accampava scuse “ La difesa troppo approssimativa dei miei è stata elemento decisivo del risultato negativo”. Ma Castello ha le armi per ripartire, basta scorrere i nomi del roster: Ragionieri,

28

di Roberto Pelizzi foto Palombo ma g

we b


se Castello permette

Bdil

CASTELFIORENTINO NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4 IARDELLA Alessio 2 1988 187 7 ZANI Marco 3 1984 196 11 VISIGALLI Davide 3 1990 203 12 GANDOLFO Giorgio 1 1991 180 13 RAGIONIERI Gianluca 1-2 1975 193 15 SAPONI Alberto 5 1985 203 17 MOIA Alessio 3 1991 196 18 VERDIANI Juri 2-3 1992 190 19 PUCCIONI Samuele 5 1983 205 21 GIANNONI Luca 2-3 1991 188 5 FRISCIA Andrea 1 1984 196 MICHELON Alessandro 1 1977 183 All. Luca Granchi Iardella, Zani etc. Una delle mosse decisive operata dalla dirigenza toscana è stata l’ingaggio di Alessandro Michelon dalla Mazzeo S.Severo: primo nella speciale classifica degli assist-man. Alberto Saponi è un lungo che figura al 2° posto nei rimbalzi e per finire Gianluca Ragionieri che va a referto con la media di 16,33 punti. In aggiunta Castelfiorentino ha anche una buona panchina con almeno 8 giocatori in grado di dare contributi consistenti. La gara Dati i precedenti è molto difficile azzardare un pronostico: i toscani non sono irresistibili in trasferta (3 vittorie e 9 sconfitte), ma i romani dovranno ritrovare davvero un’eccellente concentrazione difensiva per “imbavagliare” le tante bocche da fuoco avversarie. Lo stesso dovrà fare l’ ABC che nella trasferta di Vado ha messo in luce le sue lacune in fase difensiva; molto dipenderà dalle condizioni di Daniele Ricciardi che è stato costretto a saltare anche la trasferta fiorentina, in compenso c’è il recupero di Dicone.

we b

29


Bdil

LA PARTITA DEGLI ASSENTI CAGLIARI NomE

Ruolo

Nato

Alt

VADO LIGURE NomE

Ruolo

Nato

Alt

4 GRAVIANO Mauro

1-2

1989 183

4 FANCHINI Fabio

1

1976 182

5 COSSU Gabriele

1-2

1980 177

5 BEDINI Angelo

2

1990 190

2

1984 190

8 MARCHETTI Mattia

3

1989 194

3-4

1985 195

9 BIGONI Roberto

3-4

1988 195

9 VILLA SANTA Giuseppe 2-3

1981 190

10 CAPPA Tommaso

2-3

1983 196

10 PINTOR Roberto

1-2

1983 188

11 PALEARI Andrea

3-4

1981 198

11 VILLANI Fabio

2-3

1987 185

12 PATRIA Paolo

4-5

1977 204

12 NANNI Federico

3-4

1990 195

14 GANGUZZA Daniele

4-5

1983 200

13 PEDRAZZINI Maurizio

3-4

1970 196

17 BAGGIOLI Matteo

1

1987 180

16 CEPARANO Alessandro 4-5

1982 206

18 VARRONE Davide

5

1991 206

17 SABIU Gian Marco

1

1992 175

19 BOVONE Jacopo

3-4

1990 199

20 SOLLA Stefano

5

1981 207

6 SANNA Davide 8 PUTIGNANO Gionata

All. Alessandro Caddeo

Il comun denominatore di Cagliari e di Vado Ligure sono gli infortuni:tanti per entrambe le squadre, che una settimana fa hanno dovuto rinunciare, nell’ordine, a Palaeri, Miller, Fanchini, Villasanta, Cossu e Sanna. Difficile prevedere il rientro di qualcuno, che comunque non potrà dare il 100%. Il pronostico sembra sbilanciato a favore degli ospiti, che devono inseguire la quinta posizione di Cecina, mentre i sardi, sono una delle poche compagini, in tutta la B di-

30

All. Spedaliere

lettanti, ad aver già conquistato la salvezza (anche se manca la matematica, ma il buon senso spinge a pensarlo) e ad avere pochissime chance di playoff. In pratica Cagliari può godersi queste ultime 6 giornate senza pressione alcuna; certo vincere in Sardegna non è mai una cosa semplice, ma per Vado sarebbero due punti davvero d’oro. E per farlo, i liguri, si affideranno alla coppia di lunghi Patria-Ganguzza, che sotto i tabelloni avranno poca opposizione.

di Nicola Rampa foto rivieravadobasket.it ma g

we b


FIRENZE, ULTIME SPERANZE PLAYOFF MAZZANTI NomE

Bdil

FIRENZE Ruolo

Nato

Alt

NomE

Ruolo

Nato

Alt

4  CORTI Tommaso  1 

1990 175  

5 BIANCHINI Gabriele

5

1989 209

6  PICCHIANTI alessandro  1 

1990 185  

6 GIANNETTI Tommaso

2

1991 190

7  MANETTI Samuele  2 

1982 187  

7 PACI Alessio

1

1985 185

8  PROFETI Alessandro  1 

1978 182  

8 MARCHINI Simone

1

1990 184

9  CAPECCHI Marco  3 

1983 194  

9 CIONI Niccolò

5

1990 203

10  ANGIOLINI Walter  2 

1973 192  

10 RATH Andrew

2

1986 180

11  ALOISI Dario  5 

1977 202  

11 GALLI Andrea

2

1989 192

12  SUSINI Francesco  5 

1982 204  

12 BARRECA Pietro

13  FONTANELLI Gioele  2 

1993 186  

13 FIORIO Andrea

14  AMMANNATI Giacomo  3 

1978 198  

16  CARLI Stefano  3  18   LAZZERI Alberto  3 

3-4

1976 195

14 ROTELLA Francesco

5

1979 205

1990 196  

15 SANTOMIERI Carlo

4

1985 200

1988 198  

19 ZANUSSI Marco

3

1992 194

All. Riccardo Paludi

Empoli si è scrollata di dosso due sconfitte amare, a Castelfiorentino e in casa con Cecina, conquistando una vittoria che vale doppio o triplo: la stracittadina sul campo dell’Use. In questa sede avevamo parlato della scarsa condizione fisica del gruppo. Problema che sembra in parte superato e che in determinate occasioni passa in secondo piano: la Mazzanti, se la partita si incanala sui suoi bassi ritmi, può battere chiunque. Quindi Firenze dovrà spingere il piede sull’acceleratore (cosa più facile a dirsi che a farsi) per passare a Ponte a Elsa e mantenere vive le speranze playoff, considerando anche il fatto che all’andata con i biancoazzurri vinse di 1 punto. La squadra di Puccetti arriva da una vittoria tranquilla sulla Tiber Roma, con cui riscatta la netta sconfitta di Castelfiorentino. Rotella è tornato sui suoi livelli, anche se c’è da dire che con i romani ha trovato poca opposizione nel pitturato. Con Aloisi si preannuncia una battaglia, tra due vecchi marpioni delle aree toscane. Empoli ha voglia di riscattadi Cosimo Firenzani foto Palombo we b

All. Francesco Puccetti

re la rocambolesca sconfitta dell’andata, rimediata dopo un over-time, e mettere un ulteriore sigillo sul discorso playoff. Infine, non sarà una gara come tutte le altre per il coach Riccardo Paludi: fiorentino doc con un lungo passato sia da giocatore sia da allenatore nel capoluogo toscano.

31


Bdil

DERBY TRA SQUADRE IN SALUTE AREZZO NomE

Ruolo

Nato

Alt

cecina NomE

Ruolo

4 ROBBA Michael

2

1990 190

5 REALINI Maurizio

6 PROVENZAL Carlo

1

1992 178

7 DEL TESTA Maurizio

8 PACINI Leandro Jesus

4-5

1987 200

9 MORONI Federico

1-2

10 MARCONATO Roberto

Nato

Alt

2-3

1983 189

1

1989 180

8 BIANCANI Giuliano

1-2

1984 185

1985 186

9 BERTOLINI Roberto

3-4

1986 198

4-5

1978 203

11 SCANNELLA Federico

3

1989 198

3

1989 198

12 FRANCESCHINI Marco

5

1988 205

13 GALIAZZO Andrea

1-2

1983 178

13 FRATTO Francesco

3

1991 198

14 VALENTINI Alessio

5

1988 202

14 MARIANI Leonardo

3

1990 195

15 PICHI Riccardo

2

1993 185

15 VALLINI Nicolò

1

1985 182

16 LISCHI Federico

5

1988 204

16 ELMI Davide

1

1992 180

18 STUART Federico

3

1989 200

17 RAVAZZANI Nicolò

5

1985 200

20 CACIOLI Luca

5

1991 202

20 BERNARDINI Marco

2

1992 180

12 PUGLIA Dario

All. Stefano Baggiani

Il rush finale per la lotta alla salvezza è già cominciato. Quest’anno ci sarà anche la fase ad orologio: a questo punto della stagione, la posta in palio aumenta. Non ci sono solo punti ma anche i piazzamenti: per affrontare in casa due le squadre che hai dietro. E nei bassifondi della graduatoria si tratta di scontri diretti a cui è appesa la speranza di rifare lo stesso campionato la prossima stagione. Arezzo quindi ha in questa sfida una grandissima occasione per arrivare davanti a Tiber e Lucca, considerando anche il fatto che nell’ultima giornata andrà a far visita all’Use. La vittoria con Lucca oltre ad aver iniettato tanta fiducia nell’ambiente, permette agli amaranto di avere lo scontro diretto a favore con la banda di Marchini (lo ha anche con la Tiber). Cecina però ha ripreso ad andare a mille e non sarà certo facile batterla. Arriva da due vittorie consecutive, a Empoli con la Mazzanti e con la Stella Azzurra. Il momento di flessione era preventivabile ed è stato superato. Adesso il compito di Ceci-

32

All. Mattia Ferrari

na sarà quello si saper gestire le energie. Ha il quinto posto in mano: posizione ben oltre le aspettative iniziali. Dovrà tornare quella di dicembre-gennaio per mantenerlo. E la strada sembra quella giusta.

di Cosimo Firenzani foto Palombo ma g

we b


Giugliano spera in un favore dei “cugini” Altra partita difficile per la Luiss che ospita il Collana dopo la sconfitta di Fondi, fatale a farle perdere il contatto con la vetta. Al momento gli universitari offrono maggiori garanzie da tutti i punti di vista, ma i partenopei sono una squadra imprevedibile e desiderosa di riscatto da un girone di ritorno altalenante. Tra l’altro è l’ultima occasione per entrambe di restare in lotta per il primo posto, anche se non ci sono speranze di accorciare sulla capolista Giugliano, impegnata in casa contro una Scuola Basket Cagliari in cerca di punti salvezza, ma troppo inferiore dal punto di vista tecnico. Scontro diretto anche tra le inseguitrici al vertice, a Benevento arriva un Fondi estremamente carico e che vuole dare un seguito importante alla prestazione contro la Luiss. Altro match invece da dentro o fuori per il fanalino di coda L’Aquila, costretta a dimenticare in fretta la batosta di Aprilia con una vittoria ai danni dell’Olimpia Cagliari, per poi giocarsi tutto la settimana successiva a Napoli contro il Pontano. Spicca il derby pontino del PalaMarina tra Gaeta e Aprilia, una sfida non d’alta classifica come nelle ultime due stagioni, ma sempre affascinante. Interessante e spettacolare si preannuncia il match che vede opposte la Griff Smit e la Nuova Lazio Riano, due squadre in gran forma che vogliono proseguire la loro ascesa in classifica. Chiude il programma l’incontro di Aidi Roberto De Simone foto Palombo we b

f

Cdil

rola tra i campani e la Giochi Enrico Ciampino, il pronostico pende decisamente dalla parte dei padroni di casa, anche se la truppa di Martiri ci ha abituato spesso ad autentici miracoli.

33


MINERVA OCCASIONE GHIO

f

Cdil

minerva NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4 DE MARTINO Pasquale 2-3 1991 195 5 GRANDE Matteo 2 1991 190 8 PASQUALI Matteo 1 1991 178 10 GROPPI Daniele 3 1991 192 11 CHIUCCHI Edoardo 4-5 1990 200 12 BUSCAGLIONE Stefano 1 1991 180 13 DELLE CAVE Mario 1 1993 180 14 PERONI Giacomo 1 1991 184 15 DUCCAMELIA Salvatore 1 1992 178 16 ONDO MENGUE Bruno 3 1992 193 17 FERRAIUOLO Giuseppe 5 1992 202 19 CICIVE’ Patrisio 4-5 1991 204 All. Fabio Mannucci Per la prima volta nella stagione il big match di giornata si riferisce alla corsa salvezza, entrata più che mai nel vivo dopo la risalita di L’Aquila e della Minerva. All’Arena Altero Felici saranno proprio i giovanissimi romani ad ospitare il Pontano Napoli, in una di quelle sfide che potrebbero risultare determinanti alla resa dei conti. ANTICIPO PLAY-OUT? Se finisse oggi la regular season, allora sarebbe proprio questo lo spareggio per non retrocedere. Per la truppa di Mannucci è un’occasione importante visto che è l’ultimo scontro diretto a propria disposizione, ecco perché con ogni probabilità il coach capitolino riconvocherà Delle Cave, già rispolverato nella splendida vittoria contro il Collana di due settimane fa. Con il play, che gioca ormai in pianta sta-

34

bile nella Stella Azzurra, i padroni di casa non solo acquistano molto sotto l’aspetto tecnico, ma sembrano essere più forti anche sul piano difensivo e soprattutto su quello dell’esperienza, fattore indispensabile per affrontare il rush finale. 15 GIORNI DI FUOCO Tre settimane di scontri diretti invece per i partenopei che, dopo la sconfitta al cardiopalma rimediata a Cagliari contro la Scuola Basket, hanno perso la grande occasione di uscire dalle sabbie mobili. La truppa di Licursi, subentrato a Barbuto da sole 3 partite, si gioca un’enorme fetta di salvezza sia a Roma che la settimana prossima al PalaBarbuto, dove arriverà il fanalino di coda L’Aquila. Partite per le quali i discorsi tecnico-tattici lasciano il tempo che trodi Roberto De Simone foto pontano basket ma g

we b


f

OTTA: AGGANCIO IN VISTA

Cdil

pontano napoli NomE

6 7 8 9 10 11 13 15 16 18 19 20

UMMARINO Francesco DAVINI Giuseppe ASTUTO Claudio ATTIANESE Giuseppe NOTARO Francesco VULLO Onofrio ILLIANO Enrico ANNUNZIATA Marco MELE Massimo ARTIACO Salvatore CERVO Amedeo MAGLIONE Giovanni

Ruolo

2 3-4 2 4 5 1-2 4 2 3-4 1 4-5 4-5

Nato

AltEZZA

1979 1986 1986 1981 1980 1988 1990 1984 1985 1990 1988 1972

170 190 186 199 198 187 193 180 192 173 194 195

vano, molto importante sarà piuttosto la condizione psicologica con la quale si affrontano e probabilmente i campani, abituati a soffrire, partono avvantaggiati da questo punto di vista. CORSA E PUBBLICO Sono questi due gli elementi ad appannaggio della Minerva, già decisivi contro il Collana. Peccato per l’assenza di qualche giovane (Groppi e Sperati) che si stava mettendo in luce, ma la rosa della Stella Azzurra sforna continuamente prospetti che in questa C1 possono tranquillamente competere. Speriamo infine che gli appassionati di basket, dopo aver assistito a Stella Azzurra-Anagni, restino sugli spalti ad incitare la giovanissima truppa di Mannucci.

we b

35


AS WEB 132  

Settimanale ::: Anno 4 N132 ::: 19 Marzo 2010 ::: 1,5 € ::: Always Sport Magazine

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you