Page 1

web

70, 5, 0, 0

in copertina foto di Ciamillo Castoria

i d o u n e a a1

treviso ospita roma nel primo big match Adil

ferentino per continuare a volare bdil

rieti - stella, sfida spettacolo Settimanale ::: Anno 4 N.109 ::: 16 Ottobre 2009 ::: 1,5 â‚Ź ::: Always Sport Magazine


EDITORIALE m ag

w eb

bordo bianco intorno ai loghi 0, 50, 100, 0 5, 0, 0 Non che sia successo molto in questa 70, settimana. Più che altro resta da capire quello che succede50, 50, 50,Dopo 100 rà nella prossima. l’esordio della A1 con la solita valanga senese, le notizie dei lavori in corso sono già cominciati: così la Martos Napoli di Papalia è corsa ai ripari firmando il doppio colpo GabiniJones. Per il resto fari puntati su Cenk Akyol, enfant prodige turco firmato da Avellino che forse in molti avevano dato per finito ancor prima di aver cominciato. In sostanza sembra l’anno della riscoperta dei giovani. O sarà l’anno della necessità che aguzza l’ingegno? Non che ce ne volesse tanto per Treviso quando ha firmato il duo Motiejunas-Hackett (copertina di AS per lui), talenti di cui parlavano tutti da anni in Europa. Ma che alla fine si sono aggiudicati i trevigiani. Giù il cappello. Nota conclusiva legata ai fatti di settimana: l’Eurolega sarà targata Sportitalia. Complimenti all’emittente ma un pensiero, malinconico, non può non andare alle scelte editoriali di Sky. Il basket perde qualcosa di importante.

Sede e Redazione Via Tommasini 31 00162 Roma

Tel/Fax 06.96035835

Email redazione.as@gmail.com direttore.as@gmail.com www.basketincontro.it info@basketincontro.it

Andrea Alemanni e Nicola Rampa

Direttore responsabile

Redazione

Foto

Edito da

Andrea Alemanni

Alessandro Baldi Giuseppe Capuano Roberto De Simone Roberto Contini Emanuele Del Baglivo Matteo Bassi Roberto Pelizzi Vincenzo Arma Emanuele Bellizzi

Ciamillo/Castoria Christian De Massis Pino Rampolla Giuliano Ciolini Sonia Simoneschi Cecilia Palombo

Registrato presso il Tribunale di Roma N° 370/2006 del 29/09/2006

Vicedirettore Nicola Rampa

Art Director Stefania Gubbiotti

Grafico Rocco Lotito

2008


due squadre che misurano le proprie ambizioni

A1

Primo big match della stagione e primo esame per Benetton Treviso e Virtus Roma, anche se entrambe le formazioni hanno dimostrato in questo avvio di essere ancora cantieri aperti. Alti e bassi per la squadra di Vitucci, che in realtà ha sbagliato una sola partita finora, anche se purtroppo la più importante: quella con Orleans in casa che è

Si vedranno tanti italiani in campo, in rampa di lancio quelli della Benetton, come Hackett , anche se mancherà Renzi, infortunatosi al ginocchio destro proprio nella prima di campionato e costretto ad andare sotto ai ferri (in bocca al lupo); già affermati quelli della Virtus, come l’ex Gigli o Datome, in attesa del recupero e dell’esordio di Vitali.

costata l’accesso alla fase a gironi di Eurolega; Neal e soci hanno però rialzato la testa e sono partiti col piede giusto in campionato battendo Cantù al Pianella, appoggiandosi alla certezza Wallace e alla sorpresa Hukic, nota lieta in queste prime uscite. Per Roma discorso simile,squadra ancora da rivedere, che appare troppo dipendente dal suo leader, Ibrahim Jaaber, e che palesa ancora in maniera preoccupante una mancanza di circolazione di palla degna di questo nome.

Come detto, però, saranno probabilmente gli americani a decidere, con Martin che va ancora ad intermittenza in casa biancoverde, mentre Gentile aspetta passi avanti da Winston e Minard. La storia dice comunque Treviso, che nei 35 precedenti casalinghi ha vinto ben 28 volte, dato che conferma come il PalaVerde sia storicamente un campo indigesto per Roma; vedremo se Hutson e compagni avranno la maturità di espugnare un parquet così difficile sovvertendo il trend negativo.



di Alessandro Baldi foto Ciamillo Castoria ma g

we b


GIOCATORE Hukic Wallace Hackett Neal Wallace Hukic Hukic

ROMA MEDIA TOP 17,0 Punti 10,0 Rimbalzi 5,0 Assist 4,0 Recuperi 34,0 Minutaggio 66,7% % da 2 75,0% % da 3

GIOCATORE Jaaber Winston Minard Jaaber Jaaber Hutson Jaaber

MEDIA 28,0 6,0 4,0 4,0 33,0 70,0% 70,0%

GIOCATORE Slay Slay Childress Childress Slay Slay Thomas

MEDIA 33,0 14,0 8,0 4,0 31,0 83,3% 42,9%

Pronostico: Treviso 60%; Roma 40%

TERAMO TOP Punti Rimbalzi Assist Recuperi Minutaggio % da 2 % da 3

GIOCATORE Diener Thomas Diener Hoover Diener Diener Jones

VARESE MEDIA TOP 19,0 Punti 10,0 Rimbalzi 2,0 Assist 3,0 Recuperi 35,0 Minutaggio 75% % da 2 100% % da 3

TESTA A TESTA - A1

TREVISO TOP Punti Rimbalzi Assist Recuperi Minutaggio % da 2 % da 3

Precedenti: 5 (2w Teramo; 3w Varese) - Pronostico: 55% Teramo; 45% Varese Ultimissime: Teramo con Jurak e Stanescu, nuovi centri per sopperire agli infortuni: in casa Cimberio euforia dopo la vittoria con Milano.

BIELLA TOP Punti Rimbalzi Assist Recuperi Minutaggio % da 2 % da 3

GIOCATORE Smith Jones Smith Smith Smith Garri Soragna

V.BOLOGNA MEDIA TOP GIOCATORE 16,0 Punti Hurd 5,0 Rimbalzi Hurd 5,0 Assist Koponen 3,0 Recuperi Sanikidze 31,0 Minutaggio Penn 66,7% % da 2 Fajardo 66,7% % da 3 Maggioli

MEDIA 15,0 7,0 3,0 2,0 31,0 75,0% 100,0%

Precedenti: 8 (6w Biella; 2w Bologna) Ultimissime: Bologna a Biella senza Koponen e Moraschini out per una settimana Pronostico: Biella 45%; Bologna 55%

PESARO TOP Punti Rimbalzi Assist Recuperi Minutaggio % da 2 % da 3

GIOCATORE Green Sakota Green Green Green Shaw Sakota

SIENA MEDIA TOP GIOCATORE 23,0 Punti Hawkins 8,0 Rimbalzi Eze 5,0 Assist Zisis 4,0 Recuperi Hawkins 38,0 Minutaggio Zisis 66,7% % da 2 Hawkins 57,0% % da 3 Domercant

MEDIA 17,0 4,0 7,0 5,0 22,0 80,0% 57,0%

Precedenti: 20 (11w Pesaro; 9w Siena) Ultimissime: da valutare per Siena la possibilità dell’esordio di Mc Intyre in campionato Pronostico: Pesaro 5%; Siena 95%

we b




TESTA A TESTA - A1

MILANO TOP Punti Rimbalzi Assist Recuperi Minutaggio % da 2 % da 3

GIOCATORE Finley Rocca Finley Finley Finley Finley Finley

FERRARA MEDIA TOP 28,0 Punti 5,0 Rimbalzi 3,0 Assist 4,0 Recuperi 30,0 Minutaggio 70,0% % da 2 50,0% % da 3

GIOCATORE Jackson Salvi Jackson Grundy Jackson Jamison Sangarè

MEDIA 23,0 7,0 4,0 4,0 34,0 60,0% 50,0%

Precedenti: 1 (1w Milano) Ultimissime: Ferrara col dubbio Grundy in settimana, gioca la partita n.350 in A; Milano in cerca dei primi punti stagionali. Pronostico: Milano 80%; Ferrara 20%

MONTEGRANARO TOP GIOCATORE Punti Brunner Rimbalzi Marquinhos Assist Hite Recuperi Brunner Minutaggio Brunner % da 2 Brunner % da 3 Hite

CASERTA MEDIA TOP 19,0 Punti 7,0 Rimbalzi 6,0 Assist 4,0 Recuperi 33,0 Minutaggio 72,7% % da 2 60,0% % da 3

GIOCATORE Jones Jones Bowers Di Bella Jones Ere Jones

MEDIA 16,0 9,0 5,0 4,0 37,0 100,0% 66,7%

Precedenti: 1 (1w Caserta) Ultimissime: squadre pressochè al completo, per Caserta out solo Martin Pronostico: Montegranaro 60%; Caserta 40%

NAPOLI TOP GIOCATORE Punti Kruger Rimbalzi Adeleke Assist Kruger Recuperi Bonora Minutaggio Tsaldaris % da 2 Gigena % da 3 Kruger

AVELLINO MEDIA TOP 15,0 Punti 14,0 Rimbalzi 2,0 Assist 3,0 Recuperi 36,0 Minutaggio 66,7% % da 2 50,0% % da 3

GIOCATORE Troutman Troutman Brown Akyol Szewczyk Troutman Akyol

MEDIA 21,0 12,0 5,0 3,0 33,0 75,0% 50,0%

Precedenti: 2 (1w Napoli; 1w Avellino) Ultimissime: Napoli col neo arrivato Gabini in dubbio, Jones arriva lunedì; Avellino al completo Pronostico: Napoli 20%; Avellino 80%

CREMONA TOP Punti Rimbalzi Assist Recuperi Minutaggio % da 2 % da 3

GIOCATORE Forbes Bell Rowland Rowland Rowland Brown Rowland

CANTU’ MEDIA TOP 23,0 Punti 6,0 Rimbalzi 5,0 Assist 4,0 Recuperi 35,0 Minutaggio 71,4% % da 2 50,0% % da 3

GIOCATORE Mazzarino Lydeka Green Lydeka Mazzarino Mazzarino Green

MEDIA 14,0 9,0 4,0 2,0 36,0 75,0% 33,0%

Precedenti: Inedita - Pronostico: Cremona 49%; Cantù 51% Ultimissime: Tutto pronto per l’esordio casalingo in A1 di Cremona, Trinchieri torna da ex dove ha allenato per 3 stagioni ottenendo una promozione in Legadue.



ma g

we b


VENEZIA-UDINE, DERBY D’ALTA QUOTA

A2

Il derby del Triveneto accende la terza giornata di Legadue, Venezia ospita Udine in una partita ricca di significati tecnici e che già può dare prime risposte importanti per l’alta classifica. La Reyer arriva lanciatissima, 2 partite 2 vittorie, punteggio pieno e tifosi in fermento; Udine dopo il bell’esordio è caduta a Veroli, campo comunque difficilissimo, e con un calendario non proprio benevolo, affronta la seconda trasferta di fila cercando di trovare l’impresa non riuscita in Ciociaria. Formazioni che, visti i roster a disposizione, non ci stupiremmo di trovare l’anno prossimo al piano superiore, con Venezia che ha reintegrato anche Rombaldoni che va a puntellare ulteriormente una squadra ricca di talento. Il trio di esterni Garris-Janicenoks-Davis è al momento più in forma rispetto al pacchetto friulano, con Bennett che ha un po’ “tradito” la truppa nella partita comunque combattuta di Veroli. Sotto canestro bella sfida tutta italiana tra l’ex Di Giuliomaria, in coppia con Allegretti, e il duo ZacchettiBrkic che sta dando buone risposte in questo avvio; tutta de seguire anche la sfida tra le due panchine, con Sandro Dell’Agnello che finora non ha sbagliato un colpo, e Demis Cavina, coach tra i migliori in circolazione in Legadue.

diAlessandro Baldi foto Ciamillo Castoria we b




TESTA A TESTA - A2

PISTOIA TOP Punti Rimbalzi Assist Recuperi Minutaggio % da 2 % da 3

GIOCATORE Slay Canavesi Slay Skinn Skinn Phillips Slay

IMOLA MEDIA TOP 21,5 Punti 7,0 Rimbalzi 4,0 Assist 4,5 Recuperi 32,0 Minutaggio 75% % da 2 43% % da 3

GIOCATORE Whiting Ezugwu Whiting Whiting Vaden Bolzonella Bolzonella

MEDIA 17,0 6,5 4,0 3,0 33,0 71,4% 50,0%

GIOCATORE Robinson Hines Nissim Robinson Nissim Robinson Nissim

MEDIA 20,5 6,0 2,5 2,5 34,0 78,9% 50,0%

PAVIA MEDIA TOP GIOCATORE 21,5 Punti Young 7,5 Rimbalzi Volcic 2,5 Assist Young 2,5 Recuperi Young 35,5 Minutaggio Young 75,0% % da 2 Chiumenti 63,6% % da 3 Chiumenti

MEDIA 12,5 13,5 2,5 4,5 35,0 66,7% 40,0%

Pronostico: Pistoia 55%; Imola 45%

VIGEVANO TOP Punti Rimbalzi Assist Recuperi Minutaggio % da 2 % da 3

GIOCATORE Boyette Williams Boyette Boyette Boyette Banti Boyette

VEROLI MEDIA TOP 18,5 Punti 7,0 Rimbalzi 4,0 Assist 3,5 Recuperi 38,5 Minutaggio 63,6% % da 2 33% % da 3

Pronostico: Vigevano 30%; Veroli 70%

CASALE MONFerrato TOP GIOCATORE Punti Jackson Rimbalzi Hall Assist Jackson Recuperi Hall Minutaggio Hall % da 2 Chiotti % da 3 Pierich

Pronostico: Casale 85%; Pavia 15%

CASALPUSTERLENGO TOP GIOCATORE Punti Newell Rimbalzi Hatten Assist Hatten Recuperi Castelli Minutaggio Hatten % da 2 Rullo % da 3 Newell

BRINDISI MEDIA TOP 20,0 Punti 9,0 Rimbalzi 5,0 Assist 2,5 Recuperi 38,0 Minutaggio 69,2% % da 2 33,3% % da 3

GIOCATORE Crispin Thomas Crispin Thomas Crispin Radulovic Radulovic

MEDIA 22,5 9,5 2,0 2,0 34,0 63,6% 55,6%

Pronostico: Casalpusterlengo 40%; Brindisi 60%



ma g

we b


LATINA MEDIA TOP 14,0 Punti 11,5 Rimbalzi 3,0 Assist 3,0 Recuperi 30,5 Minutaggio 66,7% % da 2 75,0% % da 3

GIOCATORE Rivers Missere Eldridge Rivers Rivers Missere Cutolo

MEDIA 25,0 9,0 3,5 1,5 39,0 83,3% 66,7%

GIOCATORE Goss Johnson Busca Goss Goss Ianes Gioulekas

MEDIA 20,0 13,5 4,0 2,5 36,5 66,7% 70,0%

GIOCATORE Adams Waleskowski Paulinho Boykin Ndoja Paulinho Ndoja

MEDIA 19,0 9,5 2,5 2,5 33,5 60,0% 58,3%

GIOCATORE Brkic Brkic Bennett Mathis Harrison Dordei Bennett

MEDIA 14,5 7,5 3,5 2,0 32,5 66,7% 50,0%

Pronostico: Reggio Emilia 75%; Latina 25%

RIMINI TOP Punti Rimbalzi Assist Recuperi Minutaggio % da 2 % da 3

GIOCATORE Bennerman Ebi Scarone Bennerman Ebi Eliantonio Myers

SCAFATI MEDIA TOP 22,5 Punti 17,0 Rimbalzi 3,0 Assist 2,5 Recuperi 38,0 Minutaggio 83,3% % da 2 50,0% % da 3

TESTA A TESTA - A2

REGGIO EMILIA TOP GIOCATORE Punti Slanina Rimbalzi Smith Assist Fultz Recuperi Melli Minutaggio Slanina % da 2 Frosini % da 3 Pugi

Pronostico: Rimini 75%; Scafati 25%

SASSARI TOP GIOCATORE Punti Hubalek Rimbalzi Hubalek Assist Rowe Recuperi Devecchi Minutaggio Kemp % da 2 Vanuzzo % da 3 Vanuzzo

JESI MEDIA TOP 19,5 Punti 7,5 Rimbalzi 6,0 Assist 2,5 Recuperi 36,5 Minutaggio 66,7% % da 2 66,7% % da 3

Pronostico: Sassari 55%; Jesi 45%

VENEZIA UDINE TOP GIOCATORE MEDIA TOP Punti Janicenoks 18,5 Punti Rimbalzi Di Giuliomaria 11,5 Rimbalzi Assist Garris 5,0 Assist Recuperi Janicenoks 3,5 Recuperi Minutaggio Janicenoks 33,5 Minutaggio % da 2 Allegretti 60,0% % da 2 % da 3 Janicenoks 45,4% % da 3

we b




LA eFfe SCAPPA? SIENA RISCHIA IL BLACK OUT

Adil

GIRONE A Che occasione per la Fortitudo. Con la trasferta a casa di Castelletto (ferma a quota 0) ed il contemporaneo scontro tra le rivali Forlì e Riva, l’opportunità è ghiotta per scappare da sola in testa alla classifica. La F vuole mandare un messaggio al campionato nella giornata in cui brilla anche la sfida tra Verona e Fidenza che poi altro non è che il duello tra i due grandi bomber Gueye e Nanut. Da seguire anche Trento-Montecatini con i toscani che vogliono liberarsi dello 0 nella casella vittoria ma Trento in casa sa essere squadra ben diversa da quella scialba vista sino ad ora in trasferta.

GIRONE B Se la Snai quotasse le partite sarebbe interessante capire la quota relativa alla sfida tra Barcellona e Perugia, il testacoda più impensabile a questo punto del campionato. Per il resto brividi a Ferentino per il duello con una San Severo che ha dimostrato a tutti di che pasta è fatta e che ha nel gioco di squadra la sua arma determinante. Così come i gigliati. Delicatissima anche la sfida Sant’Antimo – Siena che potrebbe già accedere una prima spia sulla squadra che uscirà sconfitta. I napoletani ovviamente si affidano a Gizzi, i toscani a Casadei. Gara di bombe.

GIRONE A - 2a giornata Bitumcalor Trento   AgricolaGloria Montecatini   Tezenis Verona   Siram Fidenza   Nobili SBS Castelletto   Fortitudo Bologna   PentaGruppo Ozzano   JesoloSandonà Bk   Acegas Aps Trieste   Robur BK Osimo   Co.Mark Treviglio   Brescia Leonessa   Garda Cartiere Riva   VemSistemi Forlì  GIRONE B - 2a giornata FMC Ferentino   Mazzeo San Severo   Adriatica Industriale Ruvo   Assi Basket Ostuni   Basket Trapani   Bawer Matera   Nuove Frontiere S.Antimo   Consum.it Siena   Centro Auto Ford Molfetta   Moncada Agrigento   Sigma Barcellona   Liomatic Perugia   Publisys Potenza   Etika & Solsonica Palestrina  di Andrea Alemanni

10

ma g

we b


La Solsonica palestr

Adil

potenza NomE

Ruolo

Nato

4 FAZIO Antonio 2 1990 5 SILVESTRINI Riccardo 1 1985 8 RUGGERI Massimo 5 1972 11 RATO Antonino 2 1975 13 ANTROPS Gints 3-4 1982 14 SANTAMARIA Francesco 1 1988 15 MAIOLI Stefano 5 1982 16 DE Bartolo Vincenzo 1 1989 17 CARRICHIELLO Ernesto 2 1984 18 VETRONE Luca 3 1987 All. Antonio Paternoster

AltEZZA

190 185 206 185 202 177 206 185 195 197

Sembrano prenderci gusto i ragazzi di Steffé, anche perché quel posto in classifica, il primo, piace proprio a tutti. Anche con Sant’Antimo infatti è arrivata una vittoria, maturata dopo un grande primo tempo e che ha portato altri due punti in cascina oltre ad un ulteriore attestato d’efficienza sull’ottimo lavoro svolto fino ad oggi. Ora il prossimo impegno vedrà gli arancioverdi di fronte alla trasferta contro la Publisys Potenza, che al contrario si trova in coda alla classifica, alla ricerca dei primi punti in stagione. I lucani sperano che il PalaPergola posso essere una volta di più un appiglio a cui potersi aggrappare in questo momento di enorme difficoltà. Infatti la formazione del presidente Petrullo, si è potuta muovere pochissimo sul mercato finendo col costruire una squadra con poche pretese, che si sta confermando un gradino sotto le altre. La Solsonica però dovrà essere brava a non mostrare il fianco e a non prendere sotto gamba quest’impegno

12

di Emanuele Bellizzi foto Fornari ma g

we b


rina va a caccia dei Lupi

Adil

solsonica palestrina NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4  ALESSANDRI Filippo  1-2  1989 190  5   BRONZINO Gustavo  1-2  1990 194  7   PERNA Luca  1-2  1989 182  8   LAUDONI Stefano  2-3  1989 197  10   GAGLIARDO Filippo  5  1978 206  11   LAGIOIA Andrea  2-3  1986 193  12   BENINI Emiliano  4  1977 204  14   GIRONI Simone  4-5  1976 205  15   RISCHIA Simone  1-2  1990 182  16   CARA Augusto  3  1989 196  18   BARRACO Giacomo  3  1987 204  20   PLATEO Tommaso  1-2  1978 187  All. Furio Steffè che la vede favorita: mai fidarsi dei Lupi, soprattutto quando sono così affamati. Leader Massimo Il pericolo numero uno tra le fila di Potenza non può che essere Massimo Ruggeri, tra i pochi a salvarsi dal disastroso inizio dei lucani. Il riminese sta viaggiando a 20 punti di media con 21,7 di valutazione a partita. Cifre che mostrano come la Publisys non possa fare a meno del suo leader. Sulle sue tracce, vista le condizioni fisiche di Gironi, si muoverà sicuramente Filippo Gagaliardo, che non può vantare le stesse astronomiche cifre dell’ex Fortitudo, ma che si sta rendendo molto utile tra i ragazzi di Steffé facendo molto bene tutte quelle piccole cose che gli allenatori chiamano “lavoro sporco”. Sempre sotto canestro, molto interessante è la sfida che vede di fronte Benini, davvero ottimo domenica scorsa, ad Antrops. Il lettone non sta attraversando di certo un periodo di grazia, ma rimane sempre uomo capace di grandi exploit.

we b

                     

Esterni spuntati Se sotto canestro le cose non vanno poi così tanto male, i problemi veri per coach Paternoster, cominciano nel settore degli esterni. Sia Rato che Silvestrini stanno deludendo moltissimo le attese, mostrando poca leadership e mettendo insieme cifre davvero orripilanti: pochi punti (insieme non arrivano alla doppia cifra) e pochissimi assist (meno di 3 a partita). Problemi che certo non ha Steffé, che cavalca uno strepitoso Alessandri da 12,5 punti e 4,3 assist ad allacciata di scarpe e può gestire al meglio la classe cristallina di Plateo, buon realizzatore (11 punti a partita) e rimbalzista aggiunto con 5,5 palloni arpionati ogni partita. La Solsonica parte favorita, con la convinzione e la voglia di rimanere lassù in alto, più tempo possibile. Steffé allo stesso modo non vuole nessuna distrazione e soprattutto non vuole correre rischi: la caccia ai Lupi è aperta.

13


Coach Friso sicuro: ”Attenti ai

Adil

ferentino NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

5  CALBINI Paolo  1  1972 184  6   METZ Matteo  3  1988 194  7   CIRCOSTA Valerio  1  1987 188  8   MASTRANGELI Ernesto  1-2  1990 180  9   BONAIUTI Mauro  2-3  1978 192  10   GUASTAFERRO Gabriele  1-2  1991 178  11   ZACCARIELLO Leonardo  2  1982 190  12   BRIGLIANTI Lorenzo  3  1990 194  13   PONGETTI Luca  4-5  1990 200  14   ZIVIC Diego  4  1976 198  15   OCHOA Ignacio  4-5  1979 202  18   MODICA Francesco  3-4 1982 203  All. Massimo Friso

Viaggia con il vento in poppa il Basket Ferentino, in vetta alla classifica a punteggio pieno. Un’altra trasferta difficile (dopo Ostuni, Siena) superata senza troppo problemi, per una squadra che migliora a vista d’occhio, ma non è ancora al top. “Senza dubbio cresce in

14

                     

noi il morale e la convinzione nei nostri mezzi-attacca coach Friso-, e al tempo stesso stiamo imparando come bisogna giocare ogni partita di questo campionato. Soprattutto dobbiamo gestire sicuramente in maniera diversa gli ultimi minuti dei quarti, a Siena, negli ultimi 60” di gara abbiamo commesso errori sia in attacco che in difesa: in questo dobbiamo migliorare”. SAN SEVERO COME RUVO? Al PalaPonteGrande sarà di scena San Severo, squadra pugliese che ha delle similitudini con l’avversaria dell’esordio gigliato, Ruvo di Puglia: a parte la provenienza geografica, entrambe vengono dalla vecchia B2, e soprattutto entrambe hanno battuto Barcellona Pozzo di Gotto, un bel biglietto da visita. Però possiamo dire che le similitudine finiscono qui, perché San Severo è una squadra esperta, ed anche se non ha nomi di grido, ha un’organizzazione da non sottovalutare:”La Mazzeo forse ha meno di Nicola Rampa foto Savelloni ma g

we b


cambi di difesa di San Severo”

Adil

san severo NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4 BENEDUSI Nicolo 2-3 1988 188 5 SALAMINA Simone 1 1988 180 6 FOSSATI Roberto 1-2 1978 185 8 CAPPANNI Christian 5 1975 205 9 CHIARELLO Paolo 5 1978 203 10 SQUEO Michele 5 1989 206 12 MARZOLI Riccardo 1-2 1989 187 13 RUGOLO Giovanni 2-3 1981 196 14 RIZZITIELLO Nelson 3 1984 198 16 CASCIANI Gabriele 2 1991 190 17 DE LETTERIIS Severino 3 1991 193 19 FAGGIANO Damiano 2-3 1975 193 All. Piero Coen talento di altre squadre-sottolinea Friso, ma sopperisce con una grande disciplina tattica dettata da coach Coen che conosco benissimo; non ci sono punti di riferimento, né nomi troppo importanti, a parte Faggiano e Rugolo, ma attenzione perché il gioco di squadra è davvero molto buono, ed è la loro forza”. TANTE DIFESE La chiave tattica della gara è tutta nelle difese di San Severo, con Coen maestro nell’alternarle continuamente. Proprio per questo l’allenatore di Ferentino non si fida e indica la strada ai suoi giocatori:”Non dovremmo fermarci a leggere in continuazione la loro difesa, altrimenti nel leggere, leggere, leggere, finiamo a…leggere il giornale! Dobbiamo concentrarci sul nostro gioco, sulle nostre cose”. Senza rimanere imbrigliati nelle trappole pugliesi, quindi: come al solito Friso ha le idee chiarissime, spetta solo ai suoi ragazzi seguire i dettami e cogliere due punti per un poker storico.

we b

15


barcellona vs perugia, T

Adil

barcellona NomE

4 5 6 7 10 11 12 15 17 18 20

GUARINO Francesco BISCONTI Luca PANZINI Lorenzo SVOBODA Ariel LI VECCHI Agostino FRATINI Gian Andrea BUCCI Ryan Matthew MOCAVERO Manuele BONESSIO Daniele EMEJURU Frederic GIORGIANNI Francesco

Ruolo

1 5 1-2 2-3 4 1 2-3 4-5 3 4-5 1

Nato

AltEZZA

1979 1982 1990 1985 1970 1990 1981 1980 1988 1988 1990

182 206 188 192 204 188 192 203 197 203 175

All. Franco Gramenzi Alzi la mano chi se lo aspettava. Probabilmente ad inizio stagione nessuno avrebbe scommesso un centesimo sull’ultimo posto di Barcellona, anche se con una gara in meno, e sul primo della Liomatic Perugia. Tant’è che il campo ha dato i suoi primi verdetti, inaspettati ma inappellabili, fino alla prossima partita che regalerà ulteriori nuovi spunti su questa strana classifica al contrario. Dopo le due sconfitte, alternate al turno di stop “forzato” per l’alluvione nel messinese, la Sigma farà il suo esordio al PalaAlberti alla ricerca della prima vittoria contro la formazione più in forma del momento, Perugia. I siciliani, guidati dall’ambizioso presidente Bonina, avevano costruito in estate “la corazzata del Sud”, l’unica squadra al livello della Fortitudo, ma al momento le attese non sono state rispettate. Chi al contrario è andato molto al di sopra dell’auspicabile è la formazione allenata da coach Buscaglia, che continua a vincere e

16

di Emanuele Bellizzi foto Ciamillo Castoria ma g

we b


Testa - Coda…al contrario

Adil

perugia NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4 CHIATTI Giacomo 1 1986 178 5 CASUSCELLI Edoardo 1 1989 180 6 CAROLDI Mattia 1 1982 185 7 PAZZI Marco 4-5 1979 203 8 GRILLI Daniele 3 1987 191 10 RASCHI Andrea 2-3 1979 200 11 URBINI Nicolo’ 3 1990 198 12 DEFANT Massimiliano 3-4 1989 200 13 POLTRONERI Davide 2-3 1985 195 14 SALIBRA Lorenzo 1 1990 175 16 TESSITORI Alessio 4 1987 205 19 BONAMENTE Simone 5 1979 203 All. Maurizio Buscaglia convincere mostrando il più delle volte un gioco fluido e molto efficace. Match che si preannuncia interessante, ma chi sono i favoriti? Barcellona che flop! La formazione di Gramenzi è una delle grandi deluse, al pari delle altre siciliane, che in questo inizio proprio non riescono ad ingranare. L’aggravante poi riguarda i nomi, troppo altisonanti e di livello quelli della Sigma per paragonarli a quelli delle altre squadre. A proposito di nomi, sotto il punto di vista realizzativo, non stanno deludendo quelli di Barcellona: Guarino, Li Vecchi, Bucci e Bisconti solo per nominarne alcuni, si stanno confermando con le medie dello scorso anno. Quello che manca è la chimica e il gioco di squadra: mancano gli assist di Svoboda e dello stesso Guarino e soprattutto i rimbalzi. La Sigma con 22 rimbalzi di media a partita è ultima nella classifica di rendimento del girone B. L’altra preoccupazione

we b

per Gramenzi è relativa alla valutazione, solo Potenza e Molfetta “riescono” a fare peggio. Perugia al top Anche nella migliore delle ipotesi il presidente Calzoni non si aspettava che la sua formazione andasse così bene. In estate era stata allestita una squadra buona, confermando il gruppo promosso lo scorso anno con qualche innesto più o meno importante. Per adesso i numeri stanno dando ragione alla Liomatic. Poltroneri segna 17 punti di media, Raschi tira col 66% da tre, Caroldi smazza più di 3 assist a partita e Pazzi oltre ai punti porta anche molti rimbalzi, quasi 8 a partita. Segno che tutto funziona, e la valutazione di squadra, la prima con 94 a partita, ne è dimostrazione oltre che conferma. Il momento è ottimo e bravi dovranno essere i giocatori a mantenersi così in alto. Vedremo Domenica chi avrà la meglio in questo testa-coda al contrario.

17


sfida tra capoliste,

Adil

riva del garda NomE

5 7 9 10 11 15 16 17 18 20

SAMOGGIA Giuliano POLUZZI Michele BERTOLINI Luca LOSCHI Federico CRISTELLI Davide PASTORI Giovanni VIGNANDO Fabio DANZI Daniel SCODAVOLPE Dario CORTESI Simone BORGNA Stefano

Ruolo

3 1 2 1-2 3 5 5 3-4 2 3-4 1-2

Nato

AltEZZA

1983 1989 1985 1990 1977 1976 1988 1988 1983 1985 1979

200 185 190 195 204 205 208 206 193 196 193

All. Massimiliano Baldiraghi Dopo appena tre turni la classifica sta già cominciando a sgranarsi ed in testa sono rimaste solo tre squadre due delle quali, Riva e Forlì, si scontrano in questa giornata.

18

Se però era pronosticabile trovare Forlì nelle prime posizioni della classifica, altrettanto non lo era per Riva, una formazione allestita per non retrocedere che invece partita dopo partita sta stupendo tutti ed acquisendo sempre maggior sicurezza nei propri mezzi. Altra grossa differenza tra le due squadre è che Forlì, in due match su tre, ha vinto in scioltezza con più di dieci lunghezze di distacco; invece Riva ha dovuto faticare molto di più vincendo sempre partite aperte fino alla fine. Quindi è verosimile pensare che se gli emiliani riusciranno nei primi tre quarti a guadagnare un buon margine riescano a portare a casa il match, altrimenti le possibilità dei trentini cresceranno e di molto. FATTORE ESTERNI Un’altra diversità fra i due team riguarda la composizione della squadra e le sue “priorità” di gioco. I trentini posseggono un roster corto ed esperto che fa del gioco con gli esterni il suo punto di forza; proprio per questo coach Baldiraghi predilige un di Matteo Bassi foto Ciamillo Castoria, www.gsriva.it ma g

we b


, chi rimane IN VETTA?

Adil

forlì NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4 FARIOLI Massimo 4-5 1977 202 5 MARTINELLI Enrico 4 1975 202 6 TOMMASINI Claudio 1 1991 189 7 TASSINARI Federico 3 1977 195 8 POLETTI Mitchell 5 1988 205 9 VILLANI Cristian 3-4 1982 200 10 FRASSINETI Matteo 2-3 1987 195 11 RAVAIOLI Riccardo 1 1992 190 12 GASPARDO David 4 1989 201 13 MAMBELLI Giacomo 3 1993 195 14 MASCIADRI Stefano 3-4 1989 198 20 FORRAY Andres Pablo 1 1986 186 All. Giampaolo Di Lorenzo ritmo di gara abbastanza sostenuto che unito ad una grande intensità difensiva permette alla sua formazione di ripartire ripetutamente in contropiede. A mettere in pratica questi schemi dovranno pensarci in primo luogo la guardia Bertolini, il playguardia Borgna e l’ala piccola Cristelli. Anche se avranno assolutamente bisogno anche del massimo apporto possibile dai due lunghi Cortesi e Vignando. FATTORE LUNGHI Di contro Forlì possiede un roster molto più profondo con tutti i ruoli coperti sia per il quintetto base che per la panchina. La squadra di coach Di Lorenzo è mediamente più alta e più fisica degli avversari quindi l’obiettivo degli emiliani sarà quello di abbassare il ritmo del gioco e spostarlo il più possibile vicino a canestro, dove sia le ali Masciadri, Villani e Farioli, sia il centro Poletti possono fare la voce grossa con punti rimbalzi. Non va scordato poi che fuori dall’arco Forlì possiede comunque dei tiratori di primo livello come Fras-

we b

sinetti e Tommasini che se lasciati liberi difficilmente sbagliano. Come ciliegina sulla torta la squadra emiliana può contare anche sull’apporto in cabina di regia del play Forray, che finora ha una media vicina ai quattro assist a partita.

19


Bdil

Siracusa e Bassano aLLA RICERCA del poker

Due sole squadre restano imbattute nel girone nord della Bdil (Monza e Moncalieri, entrambe con un turno sulla carta abbordabile), così come due sono i big match di giornata: Corno di Rosazzo aspetta Piacenza, mentre Monfalcone farà fisita a Rovereto. I friulani, dopo aver sofferto a Como, passando solo dopo un overtime, hanno l’occasione di infilare il terzo successo consecutivo, nella speranza di trovare uno Spigaglia ai livelli che gli competono; Piacenza dal canto suo è alla ricerca della prima vittoria in trasferta, che le potrebbe dare quello status di grande: i nomi, daltronde, non mancano. Da non perdere il derby del nord-est, Rovereto ha l’occasione di riprendersi dopo il brutto ko rimediato in quel di Monza, Monfalcone invece di continuare la striscia di vittorie: l’esperienza degli ospiti potrebbe essere determinante. Nel girone B solo Bassano continua la corsa senza sconfitte ed andrà ad Albignasego in cerca del poker:i lombardi, però, sono reduci e galvanizzati dalla vittoria in trasferta sul campo di Recanati. Nel gruppone delle seconde a quota 4, spicca la gara tra Senegallia e Budrio, che, con molta probabilità, si deciderà sotto le plance: da una parte Pierantoni ed Esposito, dall’altra Neri, Venturoli e Pasquini, che fatturano quasi il 50% della produzione offensiva totale degli emiliani. Nel raggruppamento sud, invece, il ter-

20

zetto di testa regge botta, e veleggia a punteggio pieno. Siracusa ha senza dubbio l’impegno più ostico, al PalaLobello sarà di scena Bernalda, squadra accreditata come una delle pretendenti alla promozione; i lucani però sono reduci da due sconfitte in fila e si affideranno al bomber Russo per espugnare la Sicilia. Anche coach Marletta, soddisfatto per la rimonta che ha regalato i due punti con Bisceglie, si affiderà ai suoi realizzatori, ma Corvino e Giuffrida sembrano dare garanzie maggiori.

di Nicola Rampa foto www.cestisticabernarda.it ma g

we b


Un altro derby per Rieti, un’altra t

Bdil

basket club rieti NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4  CAVOLI Mattia  2  1989 192   5   RADAELLI Luca  3-4  1973 196   6   FILATTIERA Marcello  1  1982 182   7   GRILLO Diego  1  1987 188   8   MARSILI Valerio  4-5  1987 202   9   MOSSI Paolo Emilio  1-2  1976 193   10   MAPELLI Giorgio  3  1978 202   11   DI VIESTO Giuseppe  2  1984 190   13   BAGNOLI Simone  4-5  1981 205   16   DEL SIGNORE Riccardo  1  1992 182   17   ADDAZI GOUVEIA LIMA Ramon  3  1988 198   20   BERNARDI Luca  1  1984 184   All. Alessandro Crotti Si alza il sipario della IV giornata del girone C della Bdil e tra le gare in programma spicca nuovamente un derby laziale, quello tra Rieti e Stella Azzur-

22

ra. Gli obbiettivi dichiarati in estate per i reatini vengono al momento rispettati mentre per la “giovane truppa” di D’Arcangeli sono al momento esaltanti (due vittorie in casa ed una bella prestazione a Vado).La gara contro i reatini (che recupereranno Grillo e Filattiera, non Bagnoli) servirà ai romani per evidenziare le reali potenzialità in questo campionato e acquisire maggior sicurezza tecnica in vista del derby con la Tiber di 7 giorni dopo. Da par sua la compagine di Crotti, sino ad oggi sfortunata per gli infortuni occorsi ai suoi “gioielli” non si piange addosso e gioca col piglio della grande,mostrando come le sue “seconde” linee(Di Viesto,Marsili, e gli altri) sarebbero sicuri titolari in altre valide compagini. DUELLI Tra gli scontri individuali della gara interessante appare la sfida in regia tra Iannone e Grillo.Lo “stellino” giostra i suoi a menadito e viaggia a medie elevate(oltre di Stefano Cecchetti foto Palombo, Basket Club Rieti ma g

we b


trasferta infuocata per la Stella

Bdil

stella azzurra NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4  DE FABRITIIS Antonio  2  1990 191   5   COLONNELLI Simone  2  1991 186   6   VERDEROSA Marco  2  1978 189   7   CICIVE’ Patrisio  4-5  1991 204   8   IANNONE Armando  1  1990 187   9   BARUCCA Nicolas  2  1990 193   13   ONDO MENGUE Bruno  3  1992 193   14   RICCI Gianpaolo  4-5  1991 200   15   DELLE CAVE Gianni  2  1991 186   17   FALL Kader Abdel Pierre  4  1991 202   19   IANNILLI Andrea  5  1984 207   20   D’ASCANIO Matteo  3  1989 197   All. Germano D’Arcangeli i 18 punti con valutazione pari a 17,67), mentre il sabino rientrante dall’infortunio all’occhio ha lasciato l’impronta all’esordio a Cagliari graffiando con un “ventello”.Esaltante sarebbe stata anche la lotta sotto le plance Bagnoli vs Iannilli in uno scontro tutto muscoli tra i 5 più atletici dell’intera Bdil, ma dovremmo aspettare la gara di ritorno. CHIAVE TATTICA Nei 40’ in terra sabina la Stella deve riuscire a gestire il pallino frenando l’entusiasmo atletico dato dalla giovane età. Questo non significa modificare la filosofia di gioco del corri e tira, ma “pesare” i palloni nei momenti topici. Ci vorrà tempo, ma coach D’Arcangeli sa come operare istruendo in maniera adeguata i suoi giovani discepoli. Rieti deve bloccare l’esuberanza atletica dei romani e limitare le facili conclusioni dalla lunga distanza. L’etica del lavoro e del sacrificio, stanno premiando i reatini, ma Crotti deve subito rimettere in palla

we b

gli (ex) infortunati per oliare i meccanismi a puntino. Il tutto per affidarsi ad un gioco corale che nell’arco di una stagione porta ai migliori risultati.

23


Romana Chimici Anagni alla conqu

Bdil

firenze NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

5  BIANCHINI Gabriele  5  1989 209   6   GIANNETTI Tommaso  2  1991 190   7   PACI Alessio  1  1985 185   8   MARCHINI Simone  1  1990 184   9   CIONI Niccolò  5  1990 203   10   RATH Andrew  2  1986 180   11   GALLI Andrea  2  1989 192   12   BARRECA Pietro    13   FIORIO Andrea  3-4  1976 195   14   ROTELLA Francesco  5  1979 205   15   SANTOMIERI Carlo  4  1985 200   19   ZANUSSI Marco  3  1992 194   All. Francesco Puccetti Se non è un testa coda poco ci manca tra la Romana Chimici Anagni e la Nuova Pallacanestro Firenze, perché i ciociari, pur non essendo a punteggio pieno sono tra i grandi del torneo (“Siamo consapevoli di far parte di un lotto di 5-6 squadre che hanno qualcosa in più rispetto alle altre-dichiara coach Nunzi- ma al tempo stesso sappiamo di non essere i migliori”), mentre Firenze è sempre ferma al palo con lo 0 nelle casella della vittorie. Sulla carta una sfida impari, perché al di là delle parole, guardando i roster la notevole differenza salta agli occhi, ma “La carta non conta-dice Nunzi- perché, per esempio, Firenze ha dimostrato a Scauri di potersela giocare davvero con tutti”. APPROCCIO Spesso è proprio l’approccio lento a complicare le cose ad Anagni, come successe a Scauri, dove l’inizio ad handicap fu determinante per la sconfitta

24

di Nicola Rampa foto Palombo ma g

we b


uista di Firenze: Nunzi indica la via

Bdil

romana chimici anagni NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4  GIAMPAOLI Andrea  1  1990 180   5   FRANZE’ Raffaele 5 1975 203 6   BUONANNO Roberto  1-2  1978 190   7   ROMANO Riccardo  2  1984 191   8   SANTOLAMAZZA Riccardo  1-2  1983 193   10   ROCCHI Renato  1-2  1981 180   11   CACERES Juan Manuel  1-2  1984 195   13   ROMANI Mirko  4-5  1988 202   14   PERAZZO Ezequiel Alejandro  4-5  1977 203   15   BRUNI Giovanni  1-2  1981 185   16   RUGGIERI Giorgio  3  1990 1,90   18   PASTORE Francesco  1-2 1992 188   All. Luciano Nunzi finale; lo sa bene coach Nunzi che infatti sottolinea:”Incontriamo una squadra che, dopo tre ko consecutivi, avrà grande voglia di rifarsi e conquistare i primi punti della stagione, per questo mi aspetto un inizio molto aggressivo dei nostri avversari e noi dovremmo essere bravi ad entrare subito in partita e non avere quell’approccio molle che abbiamo avuto in questo inizio di campionato”. GESTIONE DEL RITMO Dal punto di vista tattico invece, l’allenatore romano teme il ritmo dei fiorentini, in grado di correre davvero tanto e mettere in difficoltà gli

we b

avversari:”Controllare il ritmo penso sia importante, Firenze è una squadra giovane ed imprevedibile, alla quale piace correre in contropiede e magari anche prendere tiri fuori dagli schemi: dovremmo limitare la loro corsa e cercare di sfruttare il nostro maggiore peso dentro l’area colorata. Anche se purtroppo dobbiamo fare i conti con i problemi di Franzè (caviglia) e Romani (ginocchio), usciti malconci dalla gara con Cecina: in pratica non si sono mai allenati, spero di recuperarli per domenica”. Tanta prudenza per Nunzi, ma se Anagni gioca da Anagni…

25


FABBRI avverte scauri:

Bdil

vado ligure NomE

Ruolo

Nato

4  FANCHINI Fabio  1  5   BEDINI Angelo  2  8   MARCHETTI Mattia  3  9   BIGONI Roberto  3-4  10   CAPPA Tommaso  2-3  11   PALEARI Andrea  3-4  12   PATRIA Paolo  4-5  14   GANGUZZA Daniele  4-5  17   BAGGIOLI Matteo  1  18   VARRONE Davide  5  19   BOVONE Jacopo  3-4 

1976 1990 1989 1988 1983 1981 1977 1983 1987 1991 1990

AltEZZA

182   190   194   195   196   198   204   200   180   206   199  

All. Franco Passera Non si è fermato nemmeno contro Firenze il cammino dei biancoazzurri che rimangono ancora saldamente in testa alla classifica con USE e Rieti. Domenica sarà la volta di Vado, stavolta gli uomini di Fabbri saranno messi realmente a dura prova ed una vittoria potrebbe significare primo posto in solitaria. CAMBIARE ATTEGGIAMENTO “Nella gara con Firenze, probabilmente, si poteva fare qualcosa in più”. Questo è ciò che emerge dall’analisi di coach Fabbri ed effettivamente gli scauresi non hanno giocato al massimo delle loro possibilità il match contro i toscani. Tuttavia è possibile ricavare alcune note positive, secondo il tecnico: “Dal secondo quarto in poi la gara è stata sempre nelle nostre mani, per cui non posso assolutamente essere deluso, è anche vero però che queste partite con squadre di medio-bassa classifica bisogna giocarle sicuramente con un

26

atteggiamento diverso”. In ogni caso Scauri ha portato a casa i due punti e questo è ciò che conta, inoltre ancora una volta è stata trascinata da Pieri e Tonetti, i due giocatori che al momento sono in condizione migliore e questo lascia ben sperare per la trasferta in Liguria. NON C’E’ PIU’ RUSCONI Una vittoria a Vado potrebbe significare molto per la classifica di Scauri, infatti anche USE e Rieti non avranno incontri molto semplici (la prima va a Castelfiorentino, la seconda aspetta la Stella Azzurra) e Violo soci potrebbero approfittarne per conquistare la vetta. La nota positiva per gli scauresi è di non dover più preoccuparsi di un giocatore come Rusconi, quella negativa è che sarà difficile fermare il talento di Evans. La sfida tra Pieri e l’esterno newyorkese sarà probabilmente una delle cose migliori dell’intera partita e saranno proprio questi due giocatori a decidere di Emanuele Del Baglivo foto Ufficio Stampa Scauri ma g

we b


“ATTENZIONE AD EVANS”

Bdil

scauri NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

ERRANTE Luca  2  1991 182     D’AGOSTINO Agostino  2  1991 191     PASSERO Simone  4-5  1993 191   5   RICHOTTI Dante  1  1985 180   7   TONETTI Daniel  1-2  1986 188   8   VIOLO Guido  3  1984 193   9   LOMBARDO Andrea  2  1990 195   14   PIERI Federico  1-2  1970 192   15   BIANCHI Pietro  5  1973 204   16   SERPENTINO Antonio  4-5   1990 202   18   COMIGNANI Ernani  3-4  1982 198   20   AMBRUOSO Francesco  3-4  1985 200   All. Enrico Fabbri l’esito del match. Anche Fabbri ha avuto parole di elogio per il giocatore americano: “Sicuramente si tratta di uno dei migliori elementi della categoria ha ottime mani, dovremo stare molto attenti.

we b

In generale -continua il coach- ci troveremo di fronte ad una squadra molto atletica e ben organizzata ed anche gli altri giocatori che ne fanno parte sono di primissimo livello”.

27


La Tiber dalla neo-p

Bdil

mazzanti empoli NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

4  CORTI Tommaso  1  1990 175   6   PICCHIANTI alessandro  1  1990 185   7   MANETTI Samuele  2  1982 187   8   PROFETI Alessandro  1  1978 182   9   CAPECCHI Marco  3  1983 194   10   ANGIOLINI Walter  2  1973 192   11   ALOISI Dario  5  1977 202   12   SUSINI Francesco  5  1982 204   13   FONTANELLI Gioele  2  1993 186   14   AMMANNATI Giacomo  3  1978 198   16   CARLI Stefano  3  1990 196   18   LAZZERI Alberto  3  1988 198   All. Riccardo Paludi Dopo tre giornate intense ed impegnative, la Tiber potrebbe avere un turno più abbordabile ad Empoli sponda Mazzanti; usiamo il condizionale per tanti motivi, il primo riguarda l’assenza di Federico Padovani: domenica scorsa al palaDonati sedeva in tribuna e la sua assenza si è sentita soprattutto in fase difensiva. Un altro motivo che lascia riflettere sull’attuale momento dei giocatori di Montesacro è la mancata reazione dopo il terribile parziale che la IRCOP ha inflitto alla fine del primo periodo; è mancata forza, volontà, lucidità o addirittura la compatteza di squadra?. Sono tutti interrogativi che il match con i toscani dovrà contribuire a chiarire. Quello di domenica è già un match salvezza; lo scorso anno la Mazzanti Empoli militava lo scorso anno in Cdil e coach Paludi ha confermato in blocco il roster che ha conquistato il diritto a disputare la Bdil. Mazzanti “operaia” Gli esterni Angiolini, Profeti e Manetti e i

28

di Roberto Pelizzi foto Palombo ma g

we b


promossa Mazzanti

Bdil

tiber NomE

Ruolo

Nato

AltEZZA

FIASCO Ruggero  4-5  1979 205   6   PUGLIESE Davide  2  1991 188   7   RAMBALDI Stefano  2-3  1991 194   8   CHIMINELLO Giacomo  4-5  1986 198   9   NUCIFERO Simone  1  1991 178   11   DICONE Fabrizio  1-2  1981 194   12   BERTOLDO Filippo  1-2  1989 180   13   RICCIARDI Daniele  1-2  1981 185   14   VECCHI Emanuele  2-3  1986 185   15   DI Pietropaolo Andrea  4-5  1984 198   19   PADOVANI Federico  3-4  1981 198   20   GASPONI Federico  4-5  1989 202   All. Marco Cilli lunghi Aloisi e Susini giocano insieme da lungo tempo e si conoscono a memoria. Le statistiche dicono che la Mazzanti ha un buon “feeling” con i rimbalzi anche in attacco e, non a caso, ha la terza miglior difesa del girone. Una squadra “operaia” di quelle che non mollano mai. La Tiber dovrà fare molta attenzione soprattutto in difesa dove si ha l’impressione che i meccanismi non siano ancora collaudati al meglio; a testimoniarlo è che la difesa di Vecchi e C. è la quarta peggiore del girone. Difesa e non solo Questo potrebbe tuttavia non bastare se non si troverà la via del canestro con maggiore fluidità, magari migliorando la capacità di far arrivare palle giocabili a Fiasco costantemente appostato nei dintorni del canestro avversario. D’altronde gli uomini di Marco Cilli non hanno scelta: dovranno profondere fino all’ultima goccia di sudore per tentare di uscire col bottino dal Palazzetto di via Lorenzoni.

we b

29


Bdil

abc - use, quante motivazioni castelfiorentino NomE

4  IARDELLA Alessio

Ruolo

Nato

Alt

use NomE

Ruolo

Nato

Alt

2

1988 187  

4  MONTAGNANI Giacomo  1-2 

1986 188  

7  ZANI Marco  3 

1984 196  

5  MARIOTTI Daniele  1-2 

1984 180  

11  VISIGALLI Davide  3 

1990 203  

6  FONTANI Gianni  1-2 

1980 190  

12  GANDOLFO Giorgio  1 

1991 180  

7  SESOLDI Daniele  3 

1992 195  

13  RAGIONIERI Gianluca  1-2 

1975 193  

8  GELLI Simone  1-2 

1978 190  

14  LOTTICI Matteo  1-2 

1991 192  

10  TERROSI Gianni  1-2 

1989 191  

15  SAPONI Alberto  5 

1985 203  

12  DAMIANI Nicolò  5 

1990 190  

17  MOIA Alessio  3 

1991 196  

14  ACUNZO Claudio  4-5 

1973 204  

18  VERDIANI Juri  2-3 

1992 190  

15  GHIZZANI Alessandro  3-4 

1980 190  

19  PUCCIONI Samuele  5 

1983 205  

16  VANNINI Fabio  5 

1987 205  

20  FALLANI Fabio  5 

1992 200  

19  MANCINI Francesco  2 

1992 180  

21  GIANNONI Luca  2-3 

1991 188  

All. Luca Granchi

Il derby della Valdelsa. Una gara sentitisssima nella zona per la storica rivalità, solo sportiva, che c’è tra le due società: inutile girarci intorno la vittoria del ‘derby’ conta di più dei soliti due punti. Ma come ci arrivano le due squadre? Use tranquilla Abc per la continuità L’Use sicuramente ha dalla sua la tranquillità. E’ vero, il campionato è appena cominciato e i valori ancora si devono assestare, ma tre vittorie su tre gare, anche se l’ultima è arrivata con la modesta Lucca, dimostrano che gli empolesi, in quanto a coesione e a tenuta mentale, sono sulla buona strada. L’Abc invece ha un po’ più d’acqua alla gola. La formazione castellana soffre gli sbalzi di concentrazione, momenti di black out, che l’hanno condannata a Cagliari nell’ultimo periodo, dopo un terzo tempo giocato veramente alla grande. In forse l’ex Giacomo Montagnani, cresciuto nel vivaio castellano. Nella sfida con Lucca è dovuto uscire al

30

All. Francesco Mazzoni

4’ per una distorsione alla stessa caviglia che l’aveva fermato nel precampionato. Qualche problema d’infermeria anche per l’Abc. Friscia soffre di fascite plantare e si sta allenando a singhiozzo, mentre Visigalli è alle prese con la tonsillite che l’aveva costretto ai box a inizio preparazione.

di Cosimo Firenzani foto ABC Castelfiorentino ma g

we b


REALINI-DROCKER? NO, MARIANI-POTI’ cecina

Bdil

lucca NomE

Ruolo

Nato

Alt

NomE

Ruolo

Nato

Alt

5  REALINI Maurizio  2-3 

1983 189  

4  DROCKER Giampaolo  1-2 

1974 193  

7  DEL TESTA Maurizio  1 

1989 180  

7  AYTANO Matteo  1 

1987 181  

8  BIANCANI Giuliano  1-2 

1984 185  

10  PASSAGLIA Luca  5 

1984 207  

9  BERTOLINI Roberto  3-4 

1986 198  

11  LUCCHESI Federico  4 

1988 202  

11  SCANNELLA Federico  3 

1989 198  

12  NIERI Giorgio  3 

1988 197  

12  FRANCESCHINI Marco  5 

1988 205  

13  LAZZERINI Italo  2 

1989 185  

13  FRATTO Francesco  3 

1991 198  

14  BIAGIONI Riccardo  1-2 

1980 185  

14  MARIANI Leonardo  3 

1990 195  

15  BURICHETTI Luca  4 

1989 198  

15  VALLINI Nicolò  1 

1985 182  

16  BINELLI Lauro  4-5 

1978 200  

16  ELMI Davide  1 

1992 180  

17  MONTI Valentino  2 

1988 194  

17  RAVAZZANI Nicolò  5 

1985 200  

19  BANDINI Fabio  4 

1984 192  

20  BERNARDINI Marco  2 

1992 180  

20  TOZZINI Jonny  3-4 

1990 198  

All. Mattia Ferrari

All. Maurizio Romani

Forse non sarà la sfida più entusiasmante di questa giornata nel girone C, ma resta un derby toscano in cui Lucca si gioca già buoa parte della propria credibilità e Cecina che se si confermerà quella vista ad Anagni non dovrebbe fallire. Bertolini e Realini se la vedranno con Passaglia e Drocker ma in generale è la sfida tra quello che incredibilmente è il peggior attacco del girone (Lucca da anni è una delle squadre più prolifiche offensivamente) ed una delle migliori difese. Dopo 3 giornate effettivamente è difficile delineare un quadro preciso su queste due formazioni, però di certo Ferrari sta confermando quanto di buono si dice sul suo conto e Cecina ha il merito di utilizzare 8 giocatori a pieno. Un altro tema interessante di questa sfida è quello relativo ai giovani: Mariani da una parte e Potì dall’altra sono due giocatori da seguire. Due guardie atletiche che stanno già in campo con buona sicurezza il primo è il miglior ’90 del Don Bosco Livorno, l’altro un ’91 scuola Virtus Siena. di Andrea Alemanni foto Ufficio Stampa Cecina we b

31


Bdil

AREZZO chiede aiuto ai tifosi arezzo NomE

Ruolo

Nato

Alt

cagliari NomE

Ruolo

Nato

Alt

4  ROBBA Michael  2 

1990 190  

4  GRAVIANO Mauro  1-2 

1989 183  

6  PROVENZAL Carlo  1 

1992 178  

5  COSSU Gabriele  1-2 

1980 177  

8  PACINI Leandro Jesus  4-5 

1987 200  

6  SANNA Davide  2 

1984 190  

9  MORONI Federico  1-2 

1985 186  

8  PUTIGNANO Gionata  3-4 

1985 195  

10  MARCONATO Roberto  4-5 

1978 203  

9  VILLA SANTA Giuseppe  2-3 

1981 190  

12  PUGLIA Dario  3 

1989 198  

10  PINTOR Roberto  1-2 

1983 188  

13  GALIAZZO Andrea  1-2 

1983 178  

11  VILLANI Fabio  2-3 

1987 185  

14  VALENTINI Alessio  5 

1988 202  

12  NANNI Federico  3-4 

1990 195  

15  PICHI Riccardo  2 

1993 185  

13  PEDRAZZINI Maurizio  3-4 

1970 196  

16  LISCHI Federico  5 

1988 204  

16  CEPARANO Alessandro  4-5 

1982 206  

18  STUART Federico  3 

1989 200  

17  SABIU Gian Marco  1 

1992 175  

20  CACIOLI Luca  5 

1991 202  

20  SOLLA Stefano  5 

1981 207  

All. Paolo Bertini

All. Alessandro Caddeo

Che Arezzo non sia quella degli scorsi approfittarne per cercare il primo colpo anni ormai è chiaro a tutti. Ma la sfida lontano dall’isola. con Cagliari arriva proprio nel momento in cui i toscani devono dimostrare di non essere diventati una candidata alla retrocessione. Cagliari dal canto suo misura le proprie capacità anche in trasferta dove sin qui non ha certo brillato e quindi è logico che il fattore campo potrebbe essere decisivo in questa sfida. Putignano e Pintor offensivamente saranno un bel rebus per la difesa di Bertini, ma difficilmente sarà più complesso che fronteggiare i frombolieri stellini visti domenica scorsa. In due parole Arezzo ha l’obbligo di tornare a convincere difensivamente e soprattutto non può permettersi di lasciare a Galiazzo tutto il carico offensivo. La sensazione è che molto dipenderà dalle condizioni di Marconato, ancora in ritardo di preparazione per i problemi al tendine d’Achille e senza Pacini i toscani hanno poche alternative vicino a canestro. Cagliari potrebbe

32

di Andrea Alemanni foto di Palombo ma g

we b


Prevarrà il fattore campo?

Cdil

Oltre alla partita di Gaeta, l’altro match di cartello della quarta giornata è in programma a Napoli, dove un lanciatissimo Collana ospita Aprilia, in cerca di riscatto dopo il -20 incassato in casa da Giugliano. Tre vittorie su tre invece per i campani, dalla cui parte pende leggermente il pronostico, che hanno mostrato un’ottima solidità e un Tammaro formato B2, per i laziali invece l’occasione di accorciare la classifica e di dimostrare che l’ultima pesante sconfitta è stato frutto del caso. Pende invece dalla parte dei padroni di casa il pronostico delle altre 6 gare. Le cagliaritane Olimpia e Scuola Basket dovrebbero interrompere la propria striscia negativa, facendo prevalere l’esperienza e il fattore campo contro le neopromosse romane Smit e Minerva, così come la Luiss, la terza squadra a punteggio pieno, che attende L’Aquila, ovviamente ancora in ritardo di condizione. L’ottima Lazio di queste prime uscite parte favorita in casa contro Ciampino, anche se Bocci ha qualche problema d’infortuni e la truppa di Martiri sembra trasformata rispetto all’esordio negativo di tre settimane fa, mentre Fondi e Giugliano, sulla carta le due favorite del girone, non dovrebbero incontrare troppi ostacoli. I pontini, rinfrancati dal primo successo stagionale, ospitano un Pontano che in trasferta fa meno paura rispetto alle gare disputate al PalaBarbuto, la truppa di Lamberti invece, impressionante ad Aprilia per quantità e qualità, attende Airola in un palazzetto ancora traumatizzato dal suicidio contro la Lazio di 15 giorni fa. di Roberto De Simone foto di Palombo we b

33


Gaeta-Benevento, occ

Cdil

gaeta 5 6 7 8 9 10 11 13 14 15 19 20 All.

NomE Ruolo Nato AltEZZA ADDESSI Fabio 2 1981 185 LECCESE Salvatore 1 1991 181 CASTAGNA Marco 5 1988 208 LECCESE Roberto 1 1991 175 MARROCCO Stefano 3 1986 194 DE ANDREIS Alfredo 1 1988 180 AUSIELLO Giovanni 2-3 1987 194 VAGNATI Mario 1 1990 176 PALMIERI Francesco 3-4 1990 190 ZOBOLI Angelo 4-5 1975 197 SINISCALCO Antonio 1-2 1982 188 DI FAZIO Gianluca 4-5 1979 193 Giovanni Di Rocco

Per i pontini la possibilità di ottenere la prima vittoria in campionato al PalaMarina, tradizionalmente un difficile terreno di conquista, e allo stesso tempo di raggiungere un posto in classifica meno pericoloso. Per gli ospiti invece l’opportunità di proseguire il magic moment che ha portato la truppa biancoblu alla vetta della classifica e ad acquisire ulteriormente la consapevolezza di avere un potenziale da play-off.

34

CABINA DI REGIA Per i due punti al momento partono favoriti i campani, che hanno dimostrato di essere una formazione molto compatta e più preparata rispetto alla truppa di coach Di Rocco, il quale invece ha ovviamente ancora bisogno di tempo (e di un innesto) per assemblare una squadra costruita negli ultimissimi giorni di mercato e con pochi mezzi economici. Il duello tra i play però potrebbe essere una delle chiavi tatdi Roberto De Simone foto di Basket Benevento ma g

we b


casione per entrambe

Cdil

benevento 4 5 6 7 8 9 10 11 12 15 18 20 All.

NomE Ruolo Nato AltEZZA PALMIERI Francesco 3-4 1988 192 IARRICCIO Pietro 2 1979 185 GABRIELLI Davide 1-2 1986 182 PISCITELLI Giuseppe 4-5 1979 203 VANI Andrea 5 1984 205 MURTAS Simone 3 1987 198 CATILLO Rocco 3-4 1983 195 MARIANI Piero 2-3 1990 190 NARDONE Angelo 2-3 1984 187 TOMASSONI Stefano 1-2 1990 188 PARLATO Salvatore 3-4 1986 197 DE SIMONE Carmine 3 190 Bruno Annecchiarico

tiche in favore di Gaeta, l’esperienza di Siniscalco infatti è un’arma importante contro il giovane regista avversario Gabrielli, autore di una sola stagione da titolare in C1 lo scorso anno a Ragusa. Le sfide sul perimetro viceversa partono equilibrate sulla carta, con Marrocco e Ausiello (una lieta sorpresa) che dovrebbero incrociare rispettivamente Iarriccio e Murtas. PRO BENEVENTO È dall’area pitturata che invece potrebbero venir fuori le fortune per gli ospiti, apparsi una squadra molto fisica. Vani, Parlato e Piscitelli rappresentano un potenziale di tutto rispetto nell’area pitturata, settore in

we b

cui i padroni di casa sono corti (a breve l’arrivo di un pivot, probabilmente Massimo La Torre). Infatti, capitan Zoboli difficilmente potrà ripetere il gran campionato scorso, soprattutto per quanto riguarda i minuti sul parquet, mentre l’under Castagna (classe ’88) è chiaramente ancora inesperto per avere responsabilità da titolare. L’arma che potrebbe usare Di Rocco, già utilizzata in alcune fasi contro la Minerva, è un quintetto tutto da corsa con 4 piccoli (Addessi sembra in gran forma) e il solo Zoboli sotto le plance, magari con una zona che possa mettere in difficoltà la capolista.

35


Cdil

Il Molise fa la voce grossa

Tutto lascia pensare che anche la quarta giornata confermi le formazioni attualmente in testa. La partita clou si gioca a Termoli, dove arriva Pescara. La curiosità è proprio rivolta agli ospiti, che contro una “grande” dovranno dimostrare di avere le carte in regola per puntare alle posizioni di vertice. Nell’unica trasferta della stagione, gli abruzzesi non hanno fatto risultato e questo non è un buon precedente per la formazione di Nardecchia. Al contrario, viaggia con il vento in poppa Termoli, anche se c’è da sottolineare che De Sanctis e compagni hanno beneficiato di un calendario abbastanza agevole. Le altre capoliste molisane sono attese a gare sicuramente più agevoli. La Mens Sana in quel di Venafro, con i locali reduci dalla pesante sconfitta di Termoli, e la Cestistica che ospita un Ascoli che ancora non riesce a sfruttare pienamente le qualità del suo roster. Per l’unica pugliese a punteggio pieno, il Mola c’è invece il derby con Ceglie. Per gli ospiti secondo derby consecutivo in trasferta e probabilmente nessuno si attendeva che vi arrivassero con due soli punti in classifica. Per la formazione di Bray, un ulteriore passo falso non sarebbe sicuramente gradito all’ambiente, per cui è da aspettarsi una gara dai grandi contenuti agonistici.

36

L’unica formazione laziale del girone ha finalmente un turno abbordabile. A Fondi arriva il Basket Lecce che proprio domenica scorsa ha conquistato i primi due punti della stagione. Per Mario Valerio e compagni c’è dunque l’occasione per cancellare lo zero in classifica. La giovane formazione laziale ha pagato fino ad oggi i finali di gara e questo è proprio sintomo della mancanza d’esperienza. Quell’esperienza che potrebbe portare capitan Pino Romano, che purtroppo anche questa settimana sarà fermo ai box.

di Giuseppe Capuano foto L. Lanzone ma g

we b


5 O N O V R E S E N I R ! 2 AGLI ALT O N A T S A B E N I CON NO . . . A O N I F A V I R R A . E A T I C N I V A L E R A TRIPLIC

r n e r I nt

Vieni a

us n o b BIG i co

lo t

o

e

ra

IL BIGbonus E’ VALIDO SINO AL 31/12/2009. TROVA IL REGOLAMENTO PRESSO LE NOSTRE AGENZIE.

rlo pr ess

tt i i ne gozi

I

ENT M I N E V V A 20 U S s u n o IL BIGb ITA! C N I V A L A TI TRIPLIC

ri op

tu

, I PRIMI INTRALOT IA CI IN ITAL I N U I L G E SCERTI A RICONO S GIA’ DA UN BONU IMENTI! N E V V A E DU

sc

+ 5%

AS WEB 109  

AS WEB 109

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you