Page 1

BIMENSILE DI NOTIZIE SPORTIVE 30 marzo 2012

a cura dell’A.s.d. PALLACANESTRO INTERCLUB MUGGIA

SERIE A2 Si avvicina il momento della verità

TOP SCORER La realizzatrice al vertice della A2 è Annalisa Borroni

JOIN THE GAME Finali regionali a Piancavallo

LE LUPE NELLA TANA DEL DRAGO

Uno scontro tra le posizioni calde della classifica


Quarti. E da soli. E se qualche acciacco delle nostre ragazze non avesse compromesso l’ultima partita il distacco dalla quinta sarebbe stato di quattro punti. Ma va bene ugualmente così, perché a inizio campionato nessuno avrebbe scommesso nemmeno 1 euro sul piazzamento attuale. Ora, però, la medaglia si rovescia. I supporter della squadra cominciano a credere che la A1 sia un traguardo possibile e, probabilmente, nel cuore di tutti i dirigenti e delle ragazze la convinzione è la medesima. Non si dovrà, perciò, avere paura di vincere anche perché tra poco le emozioni saranno il sesto uomo in campo. E proprio di emozioni vi voglio parlare oggi e per farlo devo annoiarvi con le mie faccende personali. Ciò che mi è capitato all’inizio di questo anno, infatti, mi ha piacevolmente sorpreso e confermato che, nell’attuale grigiore delle relazioni umane, c’è ancora chi fatica a tenere le emozioni nel cassetto. Un medico, per l’appunto. E desideravo condividere con Voi questa breve storia ricca di emozioni. A gennaio il pediatra di mio figlio è andato in pensione. Non è stata una spiacevole sorpresa per i genitori dei circa mille piccoli pazienti in quanto il Dottore (così lo chiamerò d’ora in avanti) aveva per tempo preparato mamme e papà riguardo il periodo in cui sarebbe andato in quiescenza, le modalità del cambio medico e li aveva rassicurati rispetto alla sua disponibilità nel qual caso qualcuno non fosse riuscito a trovarne uno libero. Non c’è dubbio che il Dottore aveva un particolare approccio con i genitori. Spesso, infatti, erano proprio loro ad aver bisogno di lui anziché i bambini. Con i piccoli era poi speciale e chi vi scrive parla a ragion veduta poiché in cinque anni di vita di Tommaso di pediatri ne ha già cambiati tre. Negli ultimi giorni della sua attività ho avuto la fortuna di scambiare con lui quattro chiacchiere con più calma e ricordo in particolare una sua frase che riassume, secondo me, il concetto di “passio-

EDITORE A.S.D. Pallacanestro Interclub Muggia Piazzale Menguzzato c/o Palasport Aquilinia MUGGIA DIRETTORE RESPONSABILE Pierpaolo Gregori pierpaolo.gregori@tin.it SEGRETERIA DI REDAZIONE Erica Tonelli Telefono 040-3220778 Fax 040-3225290 PUBBLICITA’ Sconfini.eu scarl Tel. 040-311363 REDAZIONE Massimiliano Boscolo, Daniele Dussi, Fabrizio Brescia, Alessandro Asta, Luisa Ramani VIDEOIMPAGINAZIONE E PROGETTO GRAFICO Mittelcom srl Corso Italia, 6/h – Trieste FOTO Sergio Verzier, Liliana Marchesin STAMPA Stella Arti Grafiche srl via Caboto, 20 - Trieste DISTRIBUZIONE In proprio Aut.Trib. Trieste nr. 1228 del 2/11/2010 Con il patrocinio del Comune di Muggia

ne” per il proprio lavoro: “Ogni giorno da quarant’anni i genitori mi rivolgono più o meno le stesse domande ed io sento l’obbligo morale di rispondere loro come se le ascoltassi per la prima volta. Perché per ogni genitore è sempre la prima volta”. Con mio figlio si chiamavano per nome. Da qualche settimana sto cercando il pediatra di libera scelta. Sono liberi due su diciannove. Il primo è a Prosecco (troppo lontano); il secondo non lo voglio. Voglio qualcuno vicino a casa o qualcuno di cui si sappia qualcosa. Non si chiama pediatra di libera scelta? “No – mi rispondono al Distretto – o uno di quei due o deve aspettare”. Ma il mio Dottore non lo sostituite? “Non a breve”. E mio figlio? “Mi dispiace, si metta in lista”. Perché non sostituiscono il Dottore? Perché lo chiamano pediatra di libera scelta? Perché è stato scortese il dipendente dell’Azienda Sanitaria? Perché sono solo diciannove i medici per bambini? A cosa servono, allora, le migliaia di euro al mese di stipendio dei dirigenti aziendali se questo è il servizio per il cittadino? L’Azienda sanitaria sapeva da tempo dell’approssimarsi della quiescenza del Dottore e nulla ha fatto per sostituirlo tempestivamente lasciando “per la strada” centinaia e centinaia di famiglie che ovviamente in tempi diversi dovranno rivolgersi al “mercato del primo che trovo”. E quelle che non lo troveranno saranno costrette a rivolgersi anche per un sol colpo di tosse al Pronto Soccorso dell’Ospedale infantile Burlo Garofolo che, tra l’altro, non nuota certo in un mare di medici. Anche lì si risparmia. Pochi giorni fa ricevo a casa una lettera. È del Dottore. Nella missiva, parlando dei nostri figli, li chiama affettuosamente “i miei bambini” e termina così: “Gli ultimi giorni del mio lavoro sono stati densi di emozione. Ho avuto con voi genitori e con i miei pazientini un rapporto bello e utile per curarli al meglio. Ne ho già nostalgia. Un abbraccio…”. Dottore, non è il solo ad aver nostalgia. Evviva le emozioni. Pierpaolo Gregori

MAGAZINE

editoriale

time basketime

l’

INDICE L’editoriale Presentazione incontro A2 Classifica e calendario Presentazione partita I Play Off Last Match Il punto

3 4 5 6 8 9 10

Statistiche Muggia&Dintorni Settore giovanile femminile Settore giovanile maschile Minibasket My Sport Interclub News

11 12 13 18 22 26 29

3


MAGAZINE

time basketime

COMPOSIZIONE SQUADRA - INTERCLUB MUGGIA N째 4 5 6 8 9 10 11 12 13 15 16 18

Atleta Meola Marta Borroni Annalisa Cergol Samantha Cumbat Lara Primossi Valentina Cergol Jessica Fragiacomo Giulia Castellan Lucia Filippas Stefania Palliotto Alice Moratto Giulia Gabrovsek Ajda

Ruolo Playmaker Guardia Ala Guardia Playmaker Guardia Guardia Guardia Playmaker Ala Guardia/Ala Pivot

Anno 1994 1983 1987 1988 1991 1985 1993 1994 1994 1986 1995 1984

Alt 175 183 181 177 171 180 180 170 167 180 173 190

Naz ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA SLO

QUADRI SOCIETARI

QUADRI TECNICI

Presidente Boscolo Massimiliano Allenatore Jogan Matija Vicepresidenti Vice Allenatore Bernardi Elena Brescia Fabrizio / Zambiasi Brunella Addetti Statistiche Dirigente Responsabile Vallon Fabio Cepak Livio / Dussi Daniele Addetto stampa Asta Alessandro Preparatore Atletico Paoli Paolo Addetto Arbitri Zuliani Adriano Addetto video Giacomin Antonio Massaggiatore Andrea Bussani

SERIE A2 - 11째 GIORNATA DI RITORNO SAN MARTINO DI LUPARI

srlVS

PETROL LAVORI INTERCLUB MUGGIA - FILA SAN MARTINO DI LUPARI Palazzetto di Aquilinia Sabato 31 marzo 2012 - ore 20.30

COMPOSIZIONE SQUADRA DIVENTA NOSTRO FAN SU

SEGUICI ANCHE SU

SEGNALACI I NOSTRI VIDEO SU

4

N째 4 5 6 7 8 9 10 11 12 14 16 18 20

Atleta Ruolo Borsetto Elena Play/Guardia Dotto Caterina Playmaker Pegoraro MariaGiuliaPlay/Guardia Dotto Francesca Playmaker Cattapan Alessia Guardia Stoppa Valentina Guardia Zanollo Isabel Ala/Pivot Sandri Martina Pivot Ferri Valentina Ala Stjarnstrom Ulla J. Ala Simonetto Nicole Ala Sbrissa Maria Luisa Ala/Pivot Costacurta Sophia *

QUADRI TECNICI Allenatore Lodde Jacopo Ass. Allenatore Nasato Francesco All. Settore Giovanile Cardin Pierluigi Addetto Stat. Cattapan Emanuela Addetto Statistiche Stoppa Vittorio Preparatore Atletico Cardin Pierluigi Fisioterapista Zanetti Silvia Medico Sociale Baggio Bruno Medico Sociale Santini Stefano

Anno 1993 1993 1989 1993 1990 1985 1995 1988 1985 1987 1993 1986 1994

Alt. 168 165 174 169 174 172 185 184 182 180 180 186

Naz ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA ITA SVE ITA ITA ITA

QUADRI SOCIETARI Presidente Cordiano Francesco Vicepresidente Mardegan Aldo Segretario Antonello Attilio Dir. Accompagnatore Ferraro Riccardo Dirigente Responsabile Stoppa Vittorio Addetto Agli Arbitri Ferraro Riccardo Marketing e Logistica Stoppa Vittorio Resp. Sett. Giov. Cattapan Emanuela


G

V

P

PF

PS

DIFF.

Meccanica Nova Bologna Vassalli 2G Vigarano Fila San Martino Di Lupari Petrol Lavori Muggia Lucsa Systems Milano Sernavimar Marghera Delser Udine Premier Hotels Cervia A.T.S. Energia V. Cagliari Mercede Alghero Iveco Lenzi Bolzano Lissone Interni Biassono Officine Gaudino Collegno Roby Profumi Borgotaro

40 38 34 30 28 26 24 18 16 16 16 14 12 10

23 23 23 23 23 23 23 23 23 23 23 23 23 23

20 19 17 15 14 13 12 9 8 8 8 7 6 5

3 4 6 8 9 10 11 14 15 15 15 16 17 18

1398 1580 1278 1436 1345 1449 1398 1140 1210 1245 1265 1266 1305 1281

1264 1246 1143 1363 1181 1333 1332 1291 1375 1346 1410 1392 1450 1470

134 334 135 73 164 116 66 -151 -165 -101 -145 -126 -145 -189

MAGAZINE

P

time basketime

CLASSIFICA

in collaborazione con ULTIMO TURNO: 10° Giornata Ritorno Mercede Alghero A.T.S. Energia Virtus Cagliari Fila San Martino Di Lupari Premier Hotels Cervia Officine Gaudino Collegno Delser Udine Lucsa Systems Milano

-

Petrol Lavori Muggia Meccanica Nova Bologna Vassalli 2G Vigarano Iveco Lenzi Bolzano Roby Profumi Borgotaro Lissone Interni Biassono Sernavimar Marghera

68-57 47-51 69-67 46-45 81-59 76-68 55-75

TURNO ODIERNO: 11° Giornata Ritorno Vassalli 2G Vigarano Meccanica Nova Bologna Iveco Lenzi Bolzano Petrol Lavori Muggia Sernavimar Marghera Roby Profumi Borgotaro Lissone Interni Biassono

-

Mercede Alghero Officine Gaudino Collegno Lucsa Systems Milano Fila San Martino Di Lupari A.T.S. Energia V. Cagliari Delser Udine Premier Hotels Cervia

www.pallacanestrointerclubmuggia.it

5


MAGAZINE

time basketime 6

Serie A2 LE LUPE NELLA TANA DEL DRAGO Che la Virtus Energia Cagliari fosse giunta a Muggia con intenti bellicosi lo sapevamo, ma che nelle intenzioni di coach ci fosse l’assalto alla diligenza con tutti i mezzi ammessi e non questo lo abbiamo scoperto giocando. Dopo i primi minuti di gioco, quando è apparsa in tutta evidenza il differente tasso tecnico ed atletico delle squadre in campo, chiamato minuto, al rientro in campo c’è stata la caccia all’uomo con colpi proibiti e con le mani che frugavano ogni centimetro di tessuto in cerca di appigli o con i fianchi che si muovevano in una spasmodico quanto indecoroso piede di porco per scardinare gli appoggi. Per fortuna la cosa non è sfuggita alla coppia arbitrale che ha giustamente ricondotto alle sembianze di una gara quella che stava per degenerare in una rissa con colpi proibiti. Muggia inoltre doveva tener conto delle precarie condizioni di alcune atlete, in settimana colpite da influenza, alcune in campo non ancora al top. La vittoria arrivava con uno scarto di quasi venti punti ma la cagliaritane lottavano su ogni pallone fino al fischio finale. La successiva trasferta ad Alghero si presentava con molte incognite, vuoi per la rabbia accumulata dalla squadra di coach Paccarie per gli ultimi risultati ma soprattutto per i nuovi acquisti tra cui l’esperta guardia Francesca Rossellini ed il pivot Maria Grazia Serano. A ciò si aggiungeva la lunga trasferta per le nostre mule per le quali non era stato possibile trovare un campo su cui allenarsi nella giornata di sabato. Ovvio che la concentrazione del gruppo venisse meno dovendo barcamenarsi per l’intera giornata in attesa della partita. Muggia è stata costretta a rincorrere per tutti i quarti non dando mai l’ipressione di poter metter in difficoltà il quintetto sardo: troppe le palle perse e troppi gli errori al tiro, ma soprattutto una difesa incapace di contenere le azioni ficcanti di Monticelli, Slavova e Rossellini. Una sconfitta inattesa frutto delle precarie condizioni in cui le atlete muggesane hanno dovuto affrontare questa lunga trasferta. Oppure siamo diventati troppo esigenti? Ma chi non lo sarebbe dopo un simile campionato? Nella stessa giornata lo scontro diretto tra Vigarano e San Martino di Lupari assegnava la vittoria alle Lupe che ora insidiano lo stesso Vigarano mentre Milano subiva l’ennesima pesante sconfitta ad opera di Marghera che ha davanti a sé un calendario tutto in discesa che potrebbe collocarlo a 32 punti nella classifica finale. Va da sé che i nostri 30 punti oggi non ci consentono di guardare al futuro senza temere l’assalto di Marghera che potrebbe insidiare la quarta posizione. Comincia con la sfida di oggi al Palaquilinia, dove è di scena l’incontro proprio con la squadra delle Lupe di San Martino,

la pa


MAGAZINE

time basketime

artita

il ciclo di partite, che si concluderà, dopo la trasferta a Collegno, con la sfida con Milano, destinato a fissare in modo inequivocabile la griglia dei play off.All’andata la squadra di coach Jogan si impose a sorpresa sul campo delle Lupe per 63 a 64. Ora è giunto il momento di mettere per Muggia di cercare di blindare il quarto posto ma San Martino, forte dell’ultima vittoria sulla capolista, potrebbe aspirare a soffiare il secondo posto proprio a Vigarano. La squadra di S. Martino di Lupari da anni viaggia nelle prime posizioni di classifica della serie A/2 e presenta un organico di tutto rispetto. La forza del San Martino, società che come noi si affida in parte al proprio vivaio, sta certamente nell’affiatamento del gruppo dove spiccano i nomi di atlete d’esperienza come la lunga Martina Sandri, ala pivot dell’88, con esperienza in A1 a Lucca e le sorelle Dotto, rientrate dall’esperienza di College Italia. La svedese Stjarnstrom, pivot di cm.188, proveniente dal NorrKoping Dolpins nella massima serie svedese, non ha fatto rimpiangere l’inglese Gamman. Le riconfermate Stoppa e Pegoraro quest’ultima con esperienza in A/1 con Venezia, la guardia Cattapan, Ferri e Sbrissa cui si aggiungono di volta in volta atlete della squadra under 19 completano l’organico.Nel girone di ritorno San Martino ha vinto in trasferta a Bolzano e Marghera perdendo a Udine e Milano. In casa ha vinto tutte le gare tranne con Bologna. Nel girone di ritorno ha totalizzato 14 punti tra cui la vittoria esaltante dell’ultimo turno con Vigarano. La sfida tra la neopromossa Muggia, il cui morale anche dopo la sconfitta con Alghero è alle stelle, e la collaudata S. Martino è quindi aperta ad ogni risultato e siamo certi offrirà un bun momento di basket femminile tra due formazioni che prediligono il basket spettacolo all’antibasket visto nell’ultima in casa. Il risultato, importante per entrambe le contendenti, crediamo non influirà minimamente sul modulo di gioco che le due compagini sanno esprimere in campo. Per il pubblico un incontro da tutto esaurito vuoi per il livello delle contendenti vuoi per la posta in palio, anche se temiamo che le difese potrebbero avere il sopravvento sul gioco d’attacco. Oggi come tra quindici giorni, quando verrà a farci visita Milano ci si gioca veramente una stagione e il pubblico di fede muggesana non può mancare a questi appuntamenti !! FORZA MULE!!!!! Fabrizio Brescia

7


MAGAZINE

time basketime

serie A2 i play off PLAY OFF: formula e calendario 1° 8° 4° 5° 3° 6° 7° 2° QUARTI SEMIFINALI FINALE PROMOSSA IN A1 ______________________________________________________________________________ Tutti gli incontri al meglio delle tre gare con la bella in casa della squadra meglio classificata. La vincente la finale è promossa in A/1 mentre la perdente disputa uno spareggio con la perdente del girone Sud; chi vince accede alla A/1. I quarti di finale si svolgeranno con il seguente calendario: • Gara 1 sabato 28 Aprile ore 20,30 (in casa se tra le prime quattro classificate) o fuori casa sabato o domenica 29 se classificati dal quinto posto in avanti; • Gara 2 martedì 1° Maggio alle ore 18,00 • Eventuale Gara 3 sabato 5 Maggio o domenica 6 Maggio. Le semifinali si disputeranno: • Gara 1 sabato 12 maggio (se tra le prime quattro classificate) o domenica 13 se classificati dal quinto posto in avanti; • Gara 2 mercoledì 16 maggio o giovedì 17 maggio; • Gara 3 sabato 19 o domenica 20 maggio La finale si disputerà: • Gara 1 sabato 26 maggio o domenica 27 maggio; • Gara2 mercoledì 30 o giovedì 31 maggio; • Gara 3 sabato 2 giugno o domenica 3 giugno.

8

Lo spareggio promozione tra le due seconde classificate dei due gironi si disputerà nei giorni mercoledì 6 giugno e sabato 9 o domenica 10 giugno. Negli spareggi promozione è ammesso anche il pareggio in una delle due gare.


Per la prima volta in questa stagione, la Sardegna è amara per la Petrol Lavori Muggia: la Mercede Alghero conferma l’ottimo periodo tra le mura amiche e vince con merito per 6857 dopo una gara che l’ha vista quasi sempre in vantaggio e che è stata la cornice di una prestazione a tutto tondo da parte delle ragazze di coach Paccariè. Di fronte un’ Interclub che ha pagato a caro prezzo le tante difficoltà di salute patite dalle proprie atlete durante il corso della settimana, con la conseguenza di perdere la gara contro delle avversarie maggiormente determinate nel cercare i due punti in palio. Dopo un inizio leggermente contratto, Alghero cerca di salire in cattedra subito dopo: la buona vena offensiva di Giorgi spinge le sarde sul +7 (15-8) con Muggia che, tirando abbastanza male, è costretta a stringere i denti per non lasciar scappar via le avversarie. In finale di quarto sono poi le conclusioni illuminate a canestro di Jessica Cergol a limare una parte dello svantaggio muggesano, che si attesta a quattro lunghezze al 10’ (17-13). Da buona formichina, la Petrol Lavori riesce a impattare immediatamente dopo, sfruttando le lunghe leve di Gabrovsek: nella seconda frazione le due squadre procedono letteralmente a braccetto, con vantaggi minimi da

MAGAZINE

serie A2

time basketime

last match

parte delle padrone di casa (con Slavova molto ispirata) che vanno a collimare nel +3 interno a metà gara (31-28). Sebbene su lato rivierasco anche la capitana Borroni riesce a scrollarsi di dosso le attenzioni della difesa di Alghero, è sempre la Mercede a tenere l’inerzia in mano nel terzo quarto: le sarde volano a +9 alla penultima sirena (4940, ottima in questa fase la guardia Rosellini). La speranza di un ritorno di fiamma rivierasco non avviene nei minuti finali, con le padrone di casa che legittimano la vittoria mettendo tra sé e le avversarie un gap rassicurante e quasi sempre in doppia cifra. Mercede Alghero - Petrol Lavori Muggia 68-57 (17-13, 31-28, 49-40) Mercede Alghero: Rosellini 14, Monticelli 10, Martelliano 6, Donati 7, Giorgi 13, Mei, Slavova 18, Serano n.e., Carraro n.e., Forni. All. Paccariè Petrol Lavori Muggia: Meola, Borroni 20, Cumbat 6, Primossi 2, J. Cergol 14, Fragiacomo n.e., Castellan n.e., Filippas n.e., Palliotto 7, Gabrovsek 8. All. Jogan Alessandro Asta

9


MAGAZINE

time basketime

serie A2 il punto Si avvicina il momento della verità Si avvicina gara dopo gara il momento della verità.Continua la lotta ravvicinata tra le due formazioni al vertice della classifica ma la sconfitta di Vigarano sul campo del San Martino di Lupari può essere un primo segnale di crisi e a questo punto crediamo che solo l’esito degli scontri diretti potrà far prevalere l’una o l’altra formazione. In questo contesto assume grande importanza la vittoria di Marghera su Milano che rilancia le venete verso posizioni di alta classifica ed acuisce la crisi delle meneghine.Bologna approfitta della sconfitta di Vigarano e guadagna la vetta solitaria della classifica andando

ad espugnare Cagliari;Muggia perde senza attenuanti la sfida con Alghero che, sulla carta, sembrava abbordabile , ma gli ultimi innesti della squadra di Coach Paccariè sembrano aver dato una svolta importante al gioco di questa squadra. Cervia si aggiudica la sfida spareggio con Bolzano facendo un passo importante verso i Play off mentre la Valtarese cede nettamente sul campo del Collegno ed ora si ritrova sola in zona retrocessione con la differenza canestri a favore di Collegno. Udine ridimensiona Biassono e punta a recuperare posizioni su posizioni insidiata da Marghera. Nella zona per la nona posizione che significa evitare i play out Cagliari, Alghero e Bolzano se la giocheanno fino all’ultima gara insieme a Biassono. Fabrizio Brescia

TOP 10

LE MIGLIORI MARCATRICI DEL GIRONE NORD

10

1) Borroni Annalisa (Muggia)

428

2) Laffi Eleonora (Vigarano)

376

3) Galbiati Virginia (Biassono)

362

4) Rimpova Anna (Marghera)

350

5) Losi Magdalena (Vigarano)

349

6) Zanoli Valeria (Bologna)

330

7) Cergol Jessica (Muggia)

319

8) Slavova Radostina(Alghero)

306

9) Costi Eleonora (Bologna)

303

10) Rulli Giulia (Cagliari)

297


LA TABELLA DELLE ULTIME 3 GIORNATE DELLE SQUADRE CHE CONTENDONO IL QUARTO POSTO ALLA PETROL LAVORI MUGGIA NELLA CORSA PLAY OFF

SQUADRA

24.a

25.a

26.a

3.

S.MARTINO

34 p.

Muggia

ALGHERO

Biassono

4.

MUGGIA

30 p.

S.MARTINO

Collegno

MILANO

5.

MILANO

28 p.

Bolzano

BORGOTARO Muggia

6.

MARGHERA

26 p.

CAGLIARI

BIASSONO

Borgotaro

7.

UDINE

24 p.

Borgotaro

BOLOGNA

Vigarano

MAGAZINE

serie A2

time basketime

statistiche

In maiuscolo le partite in casa

LE MIGLIORI RIMBALZISTE DEL GIRONE NORD (Bolzano)

243

Gabrovsek

(Muggia)

228

Mitongu

(Milano)

222

Slavova

(Alghero)

214

Rulli

(Cagliari)

218

Rimpova

(Marghera)

205

Costi

(Bologna)

193

Denti

(Bologna)

193

Borroni

(Muggia)

188

Sandri

(S.M. Lupari)

179

TOP 10

Piotrkievitz

11


MAGAZINE

time basketime

muggia & dintorni

12

PRENOTA LA TUA FOTOGRAFIA AL NUMERO 349 8620342 Tel. 366 4429010

s


Zkb Interclub – Sistema Rosa PN - 56-65 Nella partita contro Pordenone le nostre ragazze non riescono ad ingranare la marcia giusta per poter accedere alla fase successiva (l’Interzona). Perdiamo la partita per i troppi errori difensivi e la scarsa precisione a canestro. Il 1° quarto si conclude in pareggio 17 – 17, nel 2° quarto Pordenone spinge sull’acceleratore chiudendo il 2° quarto 27 - 33. Al rientro riusciamo ad andare in vantaggio di 3, ma una tripla avversaria ci rimanda al -4. Solo nel 4° quarto la squadra accenna ad un risveglio ed inizia a giocare, ma ormai è troppo tardi e Pordenone prende il largo segnando tutti i tiri liberi finali. Due le nostre atlete in doppia cifra: Fragiacomo che nei primi due quarti ne segna 15 dei suoi 20 punti totali, e Baracchini con 13 punti. Tabellini: Meola 3, Fragiacomo 20, Reppi , Filippas 6, Baracchini 13, Castellan 1, Rosin 6, Moratto 2, Puzzer , Richter 1, Esposito 4. All. Elena Bernardi. UNDER 17

OMA TS - Zkb Interclub Muggia - 27- 44 (4-12; 10-8; 6-18; 7-6) Non si è assistito ad una delle più brillanti prestazioni offerte quest’anno dalle cestiste muggesane scese sul parquet con l’idea di far un solo boccone delle avversarie. Invece le padrone di casa si sono battute fino alla fine dando del filo da torcere alle ospiti, alle quali sono bastati soltanto alcuni spezzoni di partita per dimostrare la propria supremazia. Quindi dopo un inizio determinato con buona difesa Muggia prende un lieve vantaggio, si rilassa nel secondo quarto e permette all’OMA di avvicinarsi. Determinante risulta il terzo quarto dove Muggia impone il proprio marchio difensivo e riesce ad andare a canestro con più continuità ed efficacia scavando un solco che risulterà decisivo per le sorti del match. L’Oma tenta anche durante l’ultimo periodo di gioco di avvicinarsi alle ospiti, ma ogni suo tentativo risulta essere vano e Muggia porta a casa i due punti, anche se non giocando al meglio delle proprie possibilità. Tabellini: Boniello, Stebez 2, Perich, Reppi,, Rosin 11, Moratto 15, Puzzer, Bonato, Richter 8, Maiorana, Esposito 2, Coslovich 6. All. Giorgio Krecic.

Zkb Interclub – AMGA S. Club Udine - 32-64 (16-10; 6-6; 2-25; 8-23) C’era grande attesa per questo scontro, che poteva ancora tenere accese le speranze dell’Interclub di conquistare quella seconda piazza che garantisce il passaggio del turno alla fase successiva. L’inizio è stato veramente buono per le padrone di casa che riuscivano a contenere con una difesa granitica Udine lasciandogli mettere a segno solo 10 ossia 6 punti tra il primo e secondo quarto di gioco. Muggia riusciva anche in attacco ad essere positiva con azioni corali che trovavano la via del canestro e così chiudeva il primo tempo in vantaggio di 6, il chè faceva ben sperare per il secondo periodo. Ma Udine usciva dagli spogliatoi molto più determinata e con una difesa asfissiante a tutto campo metteva in grossa difficoltà le portatrici di palla muggesane che perdevano una quantità di palloni che conseguentemente erano facile preda delle ospiti che allungavano il proprio vantaggio a vista d’occhio. Anche i tue time-outs chiamati nel terzo quarto di gioco dalla panchina per riordinare le fila tra le padrone di casa non hanno sortito l’effetto desiderato. Tabellini: Stebez, Perich 2, Reppi, Rosin 2, Moratto 12, Puzzer 4, Bonato, Richter 7, Maiorana 1, Esposito 3, Coslovich 1. All. Giorgio Krecic

MAGAZINE

UNDER 19

femminile

time basketime

settore giovanile

UNDER 15

S.G.T. – Libertas TS - 79 – 39 (17–9; 38-20; 53-33) Partita difficile contro un avversario forte e ben organizzato. Di buono in questa sfida si è visto il carattere della squadra, dove le ragazze nonostante il divario già alto alla fine del secondo quarto, hanno continuato a lottare con tutta la grinta possibile e hanno affrontato il terzo periodo alla pari delle avversarie, poi la stanchezza ha avuto il sopravvento e la forte difesa della S.G.T. su un campo “piccolo” ci ha limitato le soluzioni in attacco regalando troppi palloni alle avversarie. Tabellini: Città 6, Pregarc, Gola, Canzian 21, Gocmanac 2, Della Santina, Presti 2, Umer 4, Corsi, Elzeri 4, Bressa, Delise. All. Stefano Fuligno. LIBERTAS TS - CONCORDIA - 62-40 (11-10; 24-20; 46-31) Brave le nostre “mule”. Ottima vittoria, la nostra

13


MAGAZINE

time basketime

settore giovanile buona condizione atletica e mentale ci ha permesso di tenere il ritmo molto alto, in attacco e difesa per tutta la partita. Nei primi due quarti siamo rimasti imbrigliati nella difesa a zona di concordia sbagliando purtroppo qualche canestro di troppo, nel terzo quarto c’è la svolta : l’ottima difesa, le veloci ripartenze e le ottime soluzioni in attacco chiudono di fatto la partita . Ottima gestione nel quarto periodo utilizzando tutte le ragazze brave a far girar palla in attacco e a combattere fino alla fine contro un avversario che non molla mai. Tabellini: Città 11, Pregarc 4, Gola 7, Canzian 9, Gocmanac 4, Della Santina 8, Presti 7, Umer, Corsi 2, Elzeri 10, Bressa, Delise. All. Stefano Fuligno. UNDER 14

Pol. Concordia - Zkb Interclub Muggia “A” 25-50 (4-6; 6-17; 8-9; 7-18) Partita a senso unico quella disputata a Concordia, dove Muggia ha risentito della stanchezza della partita giocata il giorno precedente. E dopo un primo quarto titubante, con il freno a mano tirato e le gambe pesanti, e riuscita a mettere la testa avanti, risultato di una buona

14

femm

difesa che le ha garantito di chiudere il primo tempo sul 10-23. Concordia durante il terzo quarto combatte con le più forti avversarie e cerca di rimanerle al passo, ma invano. Muggia riprende a giocare come sa e con un parziale di 7-18 dell’ultimo quarto vince. Non è stata una delle più belle prestazioni offerte dalle promettenti giovani muggesane, ma si è potuto notare un buon collettivo che ha sopperito alla scarsa vena delle singole. Tabellini: Balzia A., Balzia E., Cavestro, Pelosi 9, Ghezzo 2, Lussini 4, Marassi 8, Palcich 6, Dudine 3, Krecic 2, Maremonti 14, Genes 2. all. Giorgio Krecic. Interclub “B” ‘99 - Interclub “A” ‘98 - 52-69 (14-24; 14-17; 17-11; 7-17) La partita disputata tra le due consorelle divise da un’anno d’età ha riservato parecchie emozioni. Le più giovani volevano dimostrare tutto il proprio valore ed in campo lo hanno dimostrato mettendo anima a corpo per contrastare le avversarie. Quest’ultime forse per un fattore di sottovalutazione in certi frangenti della sfida si sono trovate a malpartito, ma alla fine hanno fatto valere la maggior esperienza e fisicità. E già dal primo quarto si sono guadagnate un di-


Futurosa TS - Zkb Interclub “A”- 44-52 (12-19; 7-6; 9-16; 16-9) Il derby è stato bello ed emozionante, una partita tra due compagine che si son date battaglia per tutto l’arco dei 40 minuti. Iniziano meglio le Muggesane che appaiono lucide in attacco e molto aggressive in difesa e si portano in vantaggio costringendo le padrone di casa ad inseguire. Durante il quarto seguente le ragazze del Futurosa stringono le maglie difensive mettendo i bastoni tra le ruote nei meccanismi d’attacco delle ospiti che non riescono più a trovare con continuità la via del canestro, il primo tempo si chiude sul 19-

25. E’ Muggia, dopo l’intervallo, a scendere sul parquet molto più determinata e con una difesa aggressiva mette in grosse difficoltà le padrone di casa che perdono molti possessi palla che si tramutano in altrettante conclusioni vincenti da parte delle rivierasche che giocano in questi frangenti un buon basket, fatto di difesa arcigna e contropiedi vincenti. La forbice inizia ad aprirsi tanto che il vantaggio in favore dell’Interclub inizia ad assumere proporzioni importanti (+19), ma il Futurosa non ci pensa proprio a gettare le armi prima della resa, durante l’ultimo quarto intensifica il lavoro difensivo ed aumenta la precisione al tiro in attacco, mentre Muggia inizia a giocare al risparmio cercando ad ogni azione di far passare il tempo velocemente. Le padrone di casa dimezzano lo svantaggio, ma non riescono a dare il colpo di grazia a Muggia che controlla con relativa facilità il risultato e si porta a casa la vittoria nel derby. Tabellini: Balzia A., Balzia E. 1, Cavestro 4, Pelosi 12, Ghezzo, Lussini, Marassi 10, Palcich 2, Dudine, Krecic 9, Maremonti 14, Genes. All. Giorgio Krecic.

MAGAZINE

screto vantaggio di 10 punti, frutto di una buona difesa e contropiedi andati a buon fine. Le più giovani padrone di casa non si sono demoralizzate, anzi, hanno iniziato a giocare ancora più convinte nei propri mezzi tenendo egregiamente testa alla squadra A. Il primo tempo si chiudeva con il risultato di 28-41. E nel terzo periodo che le “piccole” davano il loro massimo vincendolo 17-11 e riportando il match sul 4552, quindi ancora con l’esito in bilico. Durante l’ultimo quarto di gioco la squadra ‘98, punta sull’orgoglio, ha iniziato a dare segni di risveglio facendo sentire la propria fisicità ai rimbalzi così riuscendo ad ampliare la forbice tra le due contendenti a proprio favore con un vantaggio che toccava anche +21 (48-69). Tabellini “A” 98: Balzia A., Balzia E. 2, Cavestro, Pelosi 19, Ghezzo, Lussini, Marassi 25, Palcich 2, Dudine 1, Krecic 8, Maremonti 10, Genes 2. All. Giorgio Krecic. Tabellini “B” 99: Campagnaro Ginevra 4, Graniero Giada 10, Marengo Alessia 2, Cesario Caterina, Sodomaco Francesca 5, Pelizon Nicole 6, Bianchi Sofia 12, Tremul Teresa 7, Mervich Michela 5, Robba Gea 1. All. Fabio Deste.

basketime

minile

Casarsa D.B. PN – Zkb Interclub “B” - 66-46 Partita difficile contro una squadra ben organizzata in attacco che gioca con blocchi e schemi e usa in difesa una uomo stretta in area con raddoppi sulle penetrazioni. L’Interclub riesce a contenere le avversarie solo al primo quarto rimanendo a due punti di distacco, ma poi la poca concentrazione e il gioco della squadra avversaria mette in difficoltà le giocatrici di Muggia. Tabellino: Campagnaro Ginevra, Graniero Giada 2, Marengo Alessia 7, Cesario Caterina, Cattaruzza Margherita, Sodomaco Francesca 2, Pelizon Nicole 3, Bianchi Sofia 10, Viezzoli Marianna, Tremul Teresa 16, Kaluza Elisa. All.

Il settore giovanile della Pallacanestro Interclub Muggia è sostenuto dalla

15


MAGAZINE

time basketime

16

settore giovanile Fabio Deste. Zkb Interclub “A” – Casarsa D.Bosco-41-36 (10-10; 9-8; 11-11; 11-7) E’ stata una partita combattuta e vissuta sul filo di lana per tutti i 40 minuti, e decisa soltanto a pochi secondi dalla fine. L’equilibrio regnava già dall’inizio della sfida con le Muggesane che non riuscivano a staccare le ostiche avversarie arrivate ad Aquilina con l’intento di vendere cara la pelle. Le padrone di casa non riuscivano a difendere adeguatamente lasciando alle vivaci Pordenonesi moltissimi possessi palla frutto di altrettanti rimbalzi offensivi. La concentrazione, non essendo al massimo, non permetteva nemmeno alle Rivierasche di essere efficaci in fase offensiva, dove anche le più semplici delle occasioni venivano ingenuamente fallite. Si giungeva così all’ultimo quarto, dove Muggia riusciva con un’ pò più determinazione in difesa, a limitare le folate offensive avversarie, e con alcune individualità a portarsi in lieve vantaggio che riusciva a mantenere fino al suono della sirena. Quindi non è stata una delle più brillanti prestazioni delle giovani cestiste di casa apparse molli sulle gambe in difesa e avulse nel gioco d’attacco, alla fine uscite dal parquet amico comunque vittoriose. Attende loro ancora molto lavoro in palestra cercando di recuperare in fretta la propria identità dimostrata in altre occasioni. Tabellini: Balzia A. 4, Balzia E., Cavestro 2, Pelosi 15, Ghezzo, Marassi 2, Palcich 3, Dudine 2, Krecic 2, Maremonti 11, Genes. All. Giorgio Krecic.

femm

UNDER 13

Baloncesto Isontina – Zkb Interclub - 30-81 Nulla può la squadra di casa contro le ragazze di Muggia che trovano la via del canestro con facili contropiedi e azioni di uno contro uno. La buona difesa e il gioco di squadra portano tutte le ragazze a referto e con tre in doppia cifra Dimitrijevic, Graniero e Tremul. Tabellini: Campagnaro Ginevra 8, Graniero Giada 17, Cesario Caterina 4, Cattaruzza Margherita 2, Sodomaco Francesca 6, Pelizon Nicole 5, Viezzoli Marianna 6, Tremul Teresa 14, Kaluza Elisa 8, Dimitrijevic Milica 11. All. Fabio Deste. Camp. Esordienti Competitivo “Classe 2000”

AZZURRA - Zkb Interclub Muggia - 34-49 Già dal primo quarto della partita le nostre ragazze hanno iniziato da subito con un buon gioco di squadra, prendendo un vantaggio di 21 a 4 contro i maschi dell’Azzurra. Le mule hanno concluso tranquillamente la gara portando il punteggio finale 49 a 34. Interclub: Pribetic Nicole, Zobec Maja, Beduschi Elisa, Grieco Cecilia, Mervich Michela, Robba Gea, Benvenuto Chiara, Lenarduzzi Veronica, Spinelli Petra, Marchetti Giulia, Miculin Caterina, Bresciani Lisa, Gregori Alice, Gatti Martina, Susanj Kathrin. All. Gianni Neppi, Dir. Acc. Paola Tomasin.


Questa volta la squadra Arcobaleno rispetto la gara di andata, se la sono dovuta sudare ben più del previsto questa vittoria. Le ragazze del 2000, entrano in campo decise e dimostrano subito la volontà di non essere meno della squadra maschile lottando per gran parte della partita e grazie ad una buona difesa non ha concesso agli avversari facili conclusioni a canestro, ma cedendo nell’ultimo quarto della gara perdono la partita. Interclub: Pribetic Nicole, Zobec Maja, Beduschi Elisa, Grieco Cecilia, Mervich Michela, Robba Gea, Benvenuto Chiara, Lenarduzzi Veronica, Spinelli Petra, Marchetti Giulia, Miculin Caterina, Bresciani Lisa, Gregori Alice , Gatti Martina, Susanj Kathrin. Allenatore. Gianni Neppi, Dir. Acc. Paola Tomasin. Finali Regionali “Join the Game” 2012

Trasferta lontana per giocare le finali Regionali del “Join the Game” a Piancavallo alle ore 09,30. • Interclub Under 13f.: squadra “Blu”, composta da Graniero, Marengo, Susanj e Tremul, vince con difficoltà di un punto la semifinale contro Futurosa

e poi si aggiudica il titolo Regionale contro UBC Udine. Più sfortunate le altre due squadre dell’Interclub sq. “Rossa” composta da Bianchi, Dimitijevic, Pelizon, Sodomaco e sq. “Giallo” composta da Campagnaro, Cataruzza, Kaluzza e Viezzoli che comunque hanno fatto buoni risultati nei loro gironi tutte e due seconde ma eliminate per differenza canestri. • Interclub Under 14f.: Il quartetto della squadra “Rossa” composta da Krecic, Maremonti Marassi e Pelosi, arriva spedito in finale, con tanto di vittoria in semifinale nel derby tutto Interclub (sq. “Arancio” composta da Balzia A., Balzia E., Lussini e Palcich). Invece tanta amarezza nella finale che vede sfumare in extremis una vittoria: +4 sperperato, con tanto di bomba finale che regala allo Sporting Udine la vittoria finale.

MAGAZINE

Arcobaleno - Zkb Interclub Muggia - 48-31

basketime

minile

• Interclub Under 13m.: Si ferma in finale anche il sogno della squadra maschile composta da German, Gola e Lavince, spezzato dall’UBC Udine. Franco Rossi

17


MAGAZINE

time basketime

settore giovanile In attesa dell’inizio delle seconde fasi dei vari campionati e a seguito degli impegni delle selezioni provinciali che hanno visti impegnati i nostri due atleti Davide German e Filippo Gola nella vittoriosa esperienza al Trofeo delle Province (vittoria di Trieste) e coach Birnberg a guidare la selezione femminile sono poche le partite che si sono disputate nell’ultima settimana; importante la vittoria dei nostri ’94 nella prima partita della seconda fase del campionato under 19 e vittoria a Villesse dei nostri under 17. Segnaliamo l’ottima prova dei nostri ’99 German, Gola, Lavince che si sono piazzati al secondo posto in regione al Join the game che si è disputato a Piancavallo. UNDER 19 Pall. Ronchi – ZKB Interclub V. G. 70 – 74 (14-16, 14-22; 15-20, 27-16) Iniziale prevalenza della squadra di casa che cerca l’allungo, siamo poco convinti in difesa ed in attacco sbagliamo conclusioni facili. Ci ricompattiamo e grazie ad una buona circolazione di palla miglioriamola precisione nel tiro da fuori e mettiamo la testa avanti. Nel secondo quarto il grande lavoro oscuro in difesa dei nostri centri inizia a pagare, cominciamo a distenderci in contropiede e raggiungiamo la doppia cifra di vantaggio. Alla ripresa dopo la pausa lunga la musica non cambia, tutti i giocatori quando entrano si fanno trovare

18

masc

pronti e la partita sembra completamente nelle nostre mani. Dopo aver raggiunto una ventina di lunghezze di vantaggio ci scordiamo che nessuno, soprattutto noi, può abbandonare il gioco di squadra per poter sperare di vincere. Sostituiamo alla coralità del nostro gioco offensivo penetrazioni forzate ed improvvisate, con errori banali che scoprono il fianco ai rapidi contropiede avversari, arriviamo così ad un minuto dalla fine avanti di soli 3 punti. 6 punti consecutivi di Manuelli non permettono mai agli avversari di arrivare a meno di due possessi palla, ma tutto si poteva evitare con un atteggiamento più concentrato negli ultimi 5 minuti. ZKB Interclub Venezia Giulia : Cortellino 0, Caineri 13, Manuelli 19, Ficiur 10, Stepancic 4, De Ponte 10, Ferrari 4, Reppi 10, Da Forno 0, Montalto 4. All. Zgur I prossimi appuntamenti per i ragazzi di Zgur giovedì 29/03 alle 20.00 alla Pacco contro il Basket TS e giovedì 12/04 sempre alle 20.00 alla Pacco. UNDER 17 Libertas Villesse – ZKB Interclub 54-69 Gita primaverile in quel di Villesse, a far visita al fanalino di coda. Memori del + 40 rifilato agli avversari all’andata andiamo fuori con la testa fra le nuvole … ci manca il cestino della me-


renda ed il plaid da stendere sul prato … finiamo subito sotto, anche di 14 punti. La prima parte di gare è di quelle da archiviare senza rivedere, complice anche la zonaccia bulgara da pensionati che gli avversari ci propongono. Continuiamo a non capire che dobbiamo attaccare questa zona altrimenti ci troviamo a giocare a metà campo. Ma evidentemente non c’è feeling tra coach Manuelli ( Birnberg è impegnato con la rappresentativa femminile 99 al torneo delle province) ed i suoi giocatori. La pausa è una riflessione su cosa ci stiamo a fare sotto nel punteggio. Il terzo quarto porta con sé un accenno di reazione ed arriviamo a meno 3. Piccola modifica ancora all’attacco alla zona e finalmente dilaghiamo: 24 a 6 nell’ultima

MAGAZINE

time basketime

schile

frazione giocando finalmente a pallacanestro. ZKB Interclub Muggia: Frausin, Sema 5, Di Marco 3, Sabadin 3, Crociani 26, Staurengo 4, Cataletto 5, Sodomaco 2, Bordon, Liessi 21. All. Manuelli Prossimo appuntamento sabato 31/3 ore 16.00 al Don Bosco contro i Salesiani. UNDER 13 ZKB Interclub Muggia - Azzurra A 57 – 70 (14-27; 13-12; 14-14; 16-17)

19


MAGAZINE

time basketime

settore giovanile

masc

è sponsor ufficiale del settore giovanile Non riesce la rivincita con l’Azzurra “A” nel girone di ritorno del campionato Under 13. I nostri scendono in campo confusionari e frettolosi, senza rispettare ordine e spaziature. Il break di -13 del primo quarto (che sarà lo stesso che si leggerà sul risultato finale) è frutto di pessime scelte al tiro e improbabile disposizione sul campo, con assenza di coperture al contropiede azzurrino. L’Azzurra si chiude a riccio nella propria area dal primo minuto, temendo i nostri lunghi e tiene i punti racimolati nella prima frazione fino al termine. ZKB Interclub Muggia : Rulli, Giacaz, Forza 2, Gola 13, Fischer, Vattovaz 4, Bertocchi, German 23, Lavince 8, Maraspin 4, Mezgec 3. All. M. Manuelli, S. Ciacchi

20

Prossimo appuntamento mercoledì 28/3 ore 17.50 alla Pacco contro la Barcolana. UNDER 13 - 3 Vs 3 - Finali Regionali Domenica 18 marzo si sono tenute a Piancavallo le Finali Regionali del Join the Game 2012.La formazione maschile under 13 Interclub “4” ha conquistato il secondo posto assoluto. La squadra ha sbaragliato tutte le formazioni avversarie cedendo le armi solo nella finalissima alla fortissima compagine udinese dell’UBC. I nostri ragazzi Francesco Lavince, Davide German e Filippo Gola hanno giocato un bellissimo Torneo pur presentandosi solo in tre visto il perdurare dell’infortunio a Kevin Fort, il


schile quarto atleta che aveva contribuito al raggiungimento del terzo posto nella fase provinciale. La contentezza per il risultato raggiunto è in parte mitigata dalla mancata ciliegina sulla torta del titolo regionale, ma questi ragazzi hanno migliorato moltissimo durante la stagione 2011-2012, e questo è un giusto premio per il grosso lavoro svolto. BRAVI DAVIDE, FRANCESCO e FILIPPO (e KEVIN a casa con la mano in gesso)! L’Interclub Muggia è risultata essere la miglior formazione triestina. Esordienti non competitivo ZKB Interclub Muggia - Dardi 67-10 Pallacanestro Interclub Muggia: Verginella, Pangaro 10, Drole, Pellarini 2, Del Rosario 4, Novel 1, Igniatovic 6, Bologna 8, Maizan 5, Rebelli 14, Lavince 6, visintin 3, Lorenzetti 8. Istr. M. Manuelli. Poco più di un allenamento per i muggesani contro il Dardi, ma le molte assenze tra gli ospiti hanno pesato non poco, e reso molto facile il compito ai nostri. Futurosa - ZKB Interclub Muggia 26 – 58 Pallacanestro Interclub Muggia : Verginella, Pellarini 4, Del Rosario 2, Novel, Ignjatovic 4, Bologna, Vattovaz, Rebelli 16, Lavince 7, Visintini 7, Maizan 10, Lorenzetti 8. Facile impegno degli esordienti muggesani contro le ragazze Futurosa. Subito al sicuro il risultato si cerca di imparare ad allargare il gioco anche se le ridotte misure del campo ospitante rendono molto difficile il gioco per questa categoria. Prossimo appuntamento sabato 31/3 ore 16.00 alla Pacco contro il Bor, mentre gli u14 sabato 31/3 saranno in trasferta a Fogliano. Tutte le formazioni maschili (divise in tre gruppi, u18, u16 e u14) parteciperanno inoltre al Torneo di Vienna in programma dal 2 al 7 aprile.


MAGAZINE

time basketime

mini basket Minibasket – Aquilotti Pall. Interclub - Basket Mania 42-39 Pallacanestro Interclub Muggia: Verginella, Rebelli, Pangaro, Drole, Mastromauro, Lavince, Pellarini, Del Rosario, Postogna, Novel, Tortora, Bologna, Bonin, Ignjatovic, Vattovaz. Istr. M.Manuelli. Partita sempre sul filo fra gli aquilotti dell’Interclub e quelli del Basket Mania. La spuntano i nostri dopo un bella partita disputata con grande grinta da tutti i contendenti. Minibasket – Gazzelle Chiadino – Interclub Femminile La trasferta al Chiadino ha portato buoni risultati. siamo riuscite a dimostrare che se vogliamo noi ci siamo!! Alle volte risultiamo un po’ sottotono ma per fortuna i frutti del lavoro svolto piano piano si lasciano raccogliere. Gli avversari erano più piccolini fisicamente ed alcuni anche d’età e così siamo riuscite a tirar fuori la nostra grinta e la nostra voglia di vincere e divertirci, facendo attenzione ad alcune cose, le stesse su cui continuiamo a lavorare durante gli allenamenti. La palestra del Chiadino si presta molto, per le sue dimensioni e per gli spazi, alla disposizione “ordinata” delle atlete in campo, al tentativo di occupare la fascia centrale con la palla e non andare a chiudersi sugli angoli, al non fare “fare da tappo” alle nostre compagne che stanno andando a canestro e questi sono stati gli obiettivi principali per questa partita. È stata anche la prima partita per Sofia Z. che ha dimostrato che non importa da quanto tempo ti alleni ma che se sai ascoltare puoi imparare molto rapidamente, Brava Sofi continua così! San Vito Valle – Interclub Femminile 43-35

22

Ci ritroviamo un venerdì pomeriggio in una zona di Trieste un po’ sperduta, in una palestra storica ad affrontare più di 15 avversari solamente in 6. Il numero ridotto di presenti è dovuto non solo alla trasferta e alla vicinanza di 2 partite, ma anche allo spostamento ripetuto della partita a causa di problematiche organizzative degli avversari. Ma le sei presenti non sono decise a rinunciare, anzi la voglia di lottare per portare a casa questa vittoria si vede subito dal primo tempo, dove non lasciamo respirare gli avversari e rubiamo un sacco di palloni, che ci permettono di realizzare tanti buoni canestri. Anche nel secondo tempo la grinta non ci manca e, nonostante per alcune sia già il secondo tempo in campo, riusciamo a dimostrare di essere delle vere atlete. Nel terzo tempo purtroppo la stanchezza si fa sentire e ci ritroviamo a rincorrere gli avversari molto rapidi e abili e quindi a commettere anche dei falli. Il break a metà partita ci permette forse

di capire chi siamo e dove siamo e che “ nonostante altre compagne siano a divertirsi ad un compleanno noi ci stiamo divertendo ma soprattutto siamo qui a SLAVAZAR CANOTTIERE (come mai era successo prima)!”. Nonostante la stanchezza di alcune, la voglia di giocare ha prevalso su alcuni dolorini fisici permettendo di correre per ben sei tempi pur essendo solo in 6!! Abbiamo dimostrato tante cose che stiamo imparando ad allenamento, tra queste l’utilizzo degli spazi in campo, del nostro amico “piede Fermo” (per gli amici Piede Perno), dell’utilizzo di palleggio con entrambe le mani (seppur con difficoltà e urla dalla panchina). Queste sono solo alcune delle cose sulle quali ci stiamo concentrando e stiamo lavorando per il futuro. Alla fine la stanchezza si è fatta presente e facevamo molta fatica a correre su e giù per il campo e spesso ci siamo ritrovate a giocare a Rugby piuttosto che a basket, con molti passaggi in dietro nella ricerca delle nostre compagne che pian piano ci stavano raggiungendo. I canestri non erano dalla nostra parte (essendo quelli piccoli e mobili) e ci siamo ritrovate a lanciare la palla oltre al tabellone, ma i punti siamo riuscite a farli comunque, capendo che bastava appoggiare delicatamente la palla. La partita si è conclusa con un punteggio del tutto accettabile, e se proprio vogliamo dichiararlo abbiamo vinto ben 3 tempi su 6 e l’ultimo abbiamo pareggiato quindi con il regolamento del minibasket la partita è finita a nostro favore. Esordi di Alice G. la quale ha dimostrato di esser presente soprattutto in difesa non perdendo mai di vista il suo avversario ed ha realizzato anche un canestro, senza quasi rendersene conto! Brava Ali non mollare che la strada da fare è tanta ma con l’impegno e l’aiuto delle compagne sarà tutto più facile!! San Vito Rism. – Interclub Femminile 34-23 Di nuovo il San Vito!?!? Ebbene si, ma sono altri… Ci ritroviamo in mezzo al casermone di Melara ad affrontare questa squadra chiamata dalle nostre San Vito Monte, oggi per fortuna in 10…non come ieri in 6! Abbiamo avuto degli alti e dei bassi, ci siamo ritrovate grintose ed aggressive ad intimorire gli avversari ma alcuni momenti sembravamo rapide dal mondo delle favole e non riuscivamo a capire cosa dovevamo fare, regalando così molti palloni agli avversari. In alcuni momenti abbiamo dimostrato il buon lavoro che stiamo svolgendo ma molte volte siamo riuscite a fare una grande confusione. Molto buona la grinta di Giada sempre presente su tutti i palloni, ance su quelli in mano agli avversari. Buona la prestazione anche di Alice R. che ha dimostrato di saper usare la testa e quindi scegliere la soluzione migliore n più situazioni. Seconda partita per Sofia Z. che ha realizzato ben due canestri, peccato uno fosse nel canestro sbagliato, ma può succedere non importa, molto brava anche nelle iniziative in palleggio e buoni passaggi alle compagne!! Abbiamo avuto un sacco di difficoltà a trovare alcuni canestri facili e potevamo sicuramente fare meglio, in alcuni momenti eravamo poco concentrate! Una cosa che ha mandato in tilt le istruttrici è stata la lentezza


MAGAZINE

time basketime

mini basket con cui alcune tornavano in difesa nonostante le stesse correvano tranquillamente in attacco, il basket è uno sport di squadra e si gioca tutte in attacco e tutte in difesa, la mancanza di una componente crea un problema a tutto il sistema, questo è fondamentale da capire per gli anni a venire! Con questa partita chiudiamo il nostro torneo. Le istruttrici sono soddisfatte di tutti i miglioramenti apportati durante l’anno sportivo, con la consapevolezza che tutto è ancora da imparare e tutto si può migliorare ancora e che se la voglia, la grinta e la collaborazione di squadra saranno motivate nel migliore dei modi quanto seminato potrà solo fornire buoni frutti maturi!! Tigrotti - Interclub Femminile Ci troviamo in una palestra oramai conosciuta, più piccola della nostra e gli avversari li abbiamo già incontrati nella prima fase del torneo, avevamo vinto… Forse proprio tutte queste cose hanno permesso che la nostra attenzione, la nostra grinta sia minore rispetto alla scorsa volta… Non riusciamo a concludere molto, gli avversari ci mettono paura sembriamo addormentate, anche il meno esperto di loro riesce a rubarci palloni, ci bloccano la strada, ci fanno veramente vedere gli artigli e noi stiamo a guardare quanto sono bravi… credo che in una partita così ci sia ben poco da commentare e le uniche parole che riuscirei a dire e che : “eravamo addormentate!” Speriamo che il principe azzurro venga a risvegliarci per poter affrontare a modo nostro, come noi sappiamo, ed è per questo che noi coach di arrabbiamo!!, le prossime partite! Diamo la “colpa” alle lunghe vacanze natalizie, ai panettoni e pandori ed ai nuovi giochi ricevuti! Interclub Femminile - Dardi Si gioca in casa nostra, gli avversari li conosciamo già e speriamo questa volta questo ci aiuti ad affrontarli nel modo migliore! Anche oggi risultiamo un po’ sottotono, le maestre cercano di tirare fuori la grinta ma anche questa volta sembriamo addormentate. Rispetto la volta scorsa si vedono a momenti delle cose molto belle, riusciamo a giocare larghe, a creare e ad occupare bene gli spazi, e soprattutto ci impegniamo sull’utilizzo del famoso “piede perno” o detto anche “fermo” per non farci rubare la palla e per non commettere passi. Anche questa volta però gli avversari sono più grintosi di noi, e riescono a portarsi a Trieste la vittoria con i loro tiri che entrano sempre, da tutte le parti ed in qualsiasi modo guadagnandosi gli applausi del pubblico. Interclub Femminile 18 - Coselli 24

24

Ci ritroviamo nuovamente a casa nostra contro una squadra mai vista prima, anche loro hanno la maglia rossa … forse questo ci terrorizza! Riusciamo a tirare fuori la grinta e nonostante la mani spesso addosso degli avversari, le difesa un po’ caotica riusciamo a tro-

vare qualche bella soluzione e non farci intimorire. La partita finisce con la nostra sconfitta ma questa volta abbiamo dimostrato molte delle cose che sappiamo fare anche il nostro problema rimangono le rimesse fatte in fretta e quindi regalate agli avversari e l difficoltà nell’utilizzare il tabellone per rassicurarci un canestro. Buona la prestazione di Martina che con coraggio ed utilizzando la “mano giusta” ha affrontato a testa alta il suo avversario. Molto bene anche in questa partita la concentrazione sull’utilizzo degli spazi e del “piede perno” , si vede che il lavoro fatto in allenamento viene messo in pratica … c’è ancora tanto su cui lavorare ma pian pianino ce la possiamo fare ed i risultati si vedranno a lungo andare. A fine partita i commenti avversari ci infastidiscono ma anche questo ci permette di crescere ed affrontare la vita … non tutti sanno essere vincitori ed uscire a testa alta … in questo caso i vincitori si sono rivelati dei perdenti fuori dal campo attraverso i loro modi ed il loro linguaggio … che da qualcuno avranno sentito usare! Barcolana 46 – Interclub Femminile 13 I primi due tempi partiamo bene, i Canestri effettuati e lasciato fare sono pochi e si gioca alla pari, soprattutto nel secondo tempo facciamo molta fatica a stargli dietro: corrono come pazzi! Ma per fortuna anche noi tiriamo fuori la grinta e riusciamo a non farli scappare. Buone le prestazioni di Giada sia in attacco, passando per il centro cambiando mano e battendo più volte l’avversario, sia in difesa; molto bene anche Alice R. che dalla partita contro il Coselli ha ritrovato la voglia di dimostrare quanto vale, affrontando gli avversari e lasciando probabilmente in panchina la paura che si è portata in campo in alcune partite, Brava Ali continua così! Ben anche Chiara G. che ha saputo affrontare gli avversari, nonostante la marcassero in due ma anche tre alla volta. Nel terzo tempo abbiamo avuto un calo, gli avversari sono volati via a son di raffiche di Bora, ed in Gretta ne soffiano. Non abbiamo saputo reagire, siamo rimaste a guardare. I canestri realizzati nei tempi successi sono stati pochissimi mentre loro continuavano a volare. Si è visto venire fuori il coraggio di Sofia C. che ha provato più volte a dirigersi in palleggio verso il nostro canestro ma affrontare due avversari alla volta non è facile, ma brava perché stiamo iniziando a capire l’importanza del palleggio e soprattutto ci impegniamo a non commettere passi. Un applauso va a Sofia M. per la sua difesa e per aver dimostrato di essere anche lei veloce, quando vuole! Il punteggio non ci ha aiutate, i falli e la difesa pressante degli avversari vogliosi di rubarci la palla non hanno facilitato la nostra concentrazione adesso è il momento di fare il grande passo e capire “COME FARE A TIRARE FUORI LA GRINTA CHE OGNUNA HA” e su questo le maestra assieme alle atlete dovranno lavorare sperando che il Carnevale non ci renda “Aquilonate”! Non possiamo dare sempre la colpa, e prima al Natale, poi al Freddo, dopo il Carnevale, poi sarà Pasqua e poi la fine dell’anno e della stanchezza e del caldo… FORZA MULE DIAMOCI UNA MOSSA!!


MAGAZINE

time basketime

my sport progetto giovani IL BASKET VISTO DA UN DIVERSAMENTE ABILE (2° parte) Ho letto sul giornalino n°8 la tabella dei Play off spareggio promozione le cui finali si disputeranno dal 6 al 10 giugno, quando io sarò in viaggio a Lourdes; loro forse avranno vinto meritatamente questo campionato ma io non potrò esserci Amodio Antonio Caro Antonio affronta con serenità questo viaggio della speranza e della fede che rappresenta un momento di devozione e di preghiera per tutte le persone sofferenti. Sappi comunque che, nell’ipotetico caso che dovessimo vincere lo spareggio(!!!) potremmo anche pensare di farti una sorpresa e venire anche noi a Lourdes! Tu comunque non dare troppa importanza a questo evento, quasi impossibile, in fin dei conti lo sport al nostro livello è un gioco e come tale va considerato ed accettato.si vince, si perde ma l’importante è dare il massimo; se poi l’avversario è più forte aceettiamo serenamente il verdetto. ___________________________________ La cosa che a me piace vedere alla fine di ogni partita in questo sport che amo ed amerò sempre è che le due squadre si stringono la mano e si danno sempre il cinque a fine partita facendo così il giro del campo prima di salutarsi con i tifosi a bordo campo che le seguono anche fuori casa e durante gli allenamenti che le ragazze fanno. Antonio Amodio

26

Caro Antonio Abbiamo estratto questa tua breve considerazione,dalle diverse pagine che ci hai inviato, perchè ci consente di parlare di un gesto che ai più può apparire insignificante ma che tu, con la tua sensibilità, hai voluto evidenziare positivamente. Lo Sport deve essere portatore di valori e tra questi è importante il rispetto per l’avversario. Indipendentemente dall’esito dell’incontro, il saluto a fine partita deve insegnare che non hai giocato contro un nemico, ma una persona che, come te, ha lottato per la sua squadra e non contro di te. Tutti dovremmo apprezzare questo gesto che serve per abbattere barriere e divisioni sia in campo ma soprattutto sugli spalti tra le opposte tifoserie. Ed ora veniamo a te. Come abbiamo avuto modo di spiegarti a voce alla Redazione fa molto piacere ricevere i tuoi scritti che riassumono sia l’esito delle gare viste da te sia gli auspici per i play off ma anche tue motivazioni personali. La Redazione di Basketime ti ha fin’ora accontentato ma non può, per esigenze di tipo editoriale, riservarti uno spazio fisso ma soprattutto così impegnativo come richiederebbero i tuoi scritti. Per questi motivi abbiamo voluto richiamare dei brevi passi dei tuoi pensieri ma ciò non sarà sempre possibile. Tu comunque, se lo desideri, puoi continuare ad inviarci le tue riflessioni, che, nei limiti del possibile, pubblicheremo, magari in sintesi, ma senza un impegno di pubblicazione di cui non possiamo darti certezza.Grazie comunque per essere vicino alla nostra squadra! La Redazione


ASILO NIDO

ringa raja via dello Scoglio tel. 328 4559414 per bambini dai 12 ai 36 mesi

www.melanieklein.org

info@melanieklein.org


AMMENDE PESANTI Provvedimento disciplinare n° 2592 ”Petrol Lavori Muggia ammenda di euro 300,00 per rilevante irregolarità nell’impianto dei 24 secondi”. I precedenti: La Società dopo aver ottenuto l’annullamento da parte del Giudice sportivo dell’ammenda di 300,00 euro per la gara del 18 Dicembre 2011 contro Collegno, relativa a “gravi irregolarità nelle apparecchiature dei 24 secondi”, irregolarità mai specificate nel dettaglio onde poter provvedere al loro ripristino, si è vista nuovamente addebitare la stessa sanzione nella gara contro Udine per un intervento degli ufficiali di campo che hanno rilevato una”grave irregolarità nelle apparecchiature dei 24 secondi”. Intervenuti presso il giudice a Roma (!), abbiamo avuto finalmente informazioni sul tipo di irregolarità rilevata e di conseguenza chiesto l’intervento della società Tergestina, che gestisce l’impianto, e tramite suo la ditta fornitrice ha inviato il seguente comunicato: Essendo venuti a conoscenza 2 giorni fa di un problema di funzionamento su un tabellone per pallacanestro da noi prodotto, ed esattamente che la disabilitazione dei 24 secondi iniziava a 24,9s anzichè a 24,0s del tempo del periodo, Vi infor-

miamo che tale problema era dovuto ad un baco del software che avviene in certe situazioni.Il problema è già stato risolto con la nuova versione software 01.10. La Console-320 che possedete ha una porta USB che può venire utilizzata per aggiornare il software attraverso un PC senza la necessità di inviarci la console. FAVARO ELETTRONICS DESIGN.

MAGAZINE

interclub

time basketime

news

Da ciò si evince che tutti gli impianti installati in Italia da questa ditta, e sono molti, tra cui anche quello di Vigarano- per ammissione dei dirigenti- con cui abbiamo giocato l’ottava di campionato,avevano fino ad oggi lo stesso difetto ma ,guarda caso, solo Muggia è stata sanzionata!Superfluo ogni commento in proposito! D’accordo che esiste una responsabilità oggettiva per ogni cosa che avviene in campo ma sarebbe stato sufficente, ad inconveniente accertato e dichiarato, dare tempo alla Società di mettere in regola l’impianto, cosa che appena saputo è stata fatta, oppure, come prevede il regolamento di gioco, chiedere la sostituzione dei 24” cosa che avremmo potuto fare immediatamente azionando il vecchio impianto dei 24” tutt’ora presente nel palasport che non presenta tale anomalia!!Trecento euro in periodi come questo che stiamo vivendo non sono bruscolini!

29


MAGAZINE

time basketime

LBF news

30

ne

i figuri

d Album

DONNE & BASKET 2011/2012

In occasione delle due gare interne, la prima con San Martino di Lupari e quella successiva con Milano, la Società ha deciso di promuovere una vendita straordinaria delle figurine ai soli soci per completare più velocemente la raccolta. Ai Soci che faranno acquisti per almeno 20 bustine infatti la Società offrirà in omaggio 10 bustine. In pratica il costo di ciascuna bustina verrà ridotto da 40 cent. a 27 cent. Ricordiamo inoltre che durante le partite ad Aquilinia è possibile effettuare scambi con gli altri collezionisti.


BASKETIME N.9  

Le lupe nella tana del drago