Issuu on Google+

EDIZIONE DEL DECENNALE


Dove regna lo spirito celtico...

M

ontelago Celtic Festival è una manifestazione incentrata sulla musica e la cultura di tradizione celtica, giunta al magico traguardo della X edizione. Si svolge presso l’altopiano di Colfiorito, località Taverne di Serravalle, nel cuore dell’Appennino umbro-marchigiano. Il Festival valorizza il territorio e accoglie ogni anno circa 20 mila partecipanti provenienti da tutta Italia e dall’estero. Montelago è il cuore di esperienze di convivenza trasversale, l’occasione per conoscere persone con il medesimo sentimento d’appartenenza, lo stesso desiderio di partecipazione a una comunità che si ritrova, la comunità del Popolo di Montelago. Quest’anno il Montelago Celtic Festival si terrà il 3 e 4 agosto 2012. Venerdì 3 agosto, dalle ore 15,00, la prima serie di convegni dedicati alla letteratura fantasy, con focus su Tolkien e la tradizione fantasy irlandese. In contemporanea il Mortimer Pub, il grande spazio coperto, novità

2012, dove rigenerarsi fra jam session e anteprime musicali: dalle 16,00 suoneranno i New Road, Rondeau de Fauvel e Montelago Celtic Project. Dopo il tramonto la musica prosegue sul palco grande con EtnoarmòniA, Mortimer Mc Grave & Friends, Cisalpipers e Furor Gallico. Sabato 4 agosto si inizia alle ore 10 presso l’arena Avalon con il II torneo di rugby a 7 Flowers of Montelago, quest’anno aperto alle donne, con una sezione dedicata alle guerriere della palla ovale, mentre alla tenda Tolkien dalle 11 alle 13 l’appuntamento è con i progetti sociali di Perigeo e Living Library. La musica riprende a partire dalle ore 11,30 presso il Mortimer Pub con EtnoarmòniA, Montelago Celtic Project, Cisalpipers e Folkomondo.Nel pomeriggio giochi celtici, stage musicocoreutici e di arcieria, rievocazione storica con la battaglia nell’accampamento storico trasformano l’altopiano nell’arena druidica dell’Appennino Marchigiano,

preparando l’atmosfera per la premiazione (ore 20,00) dei vincitori del concorso fotografico Scatti Celtici- Impressioni di bellezza sull’altopiano di Colfiorito, legato alla scorsa edizione, per l’accensione dei fuochi sacri al calar della sera e per gli attesissimi concerti del palco grande dove dalle ore 21,15 fino all’alba del giorno seguente si alterneranno La Corte di Lunas RareFolk, City of Rome Pipe Band, Peatbog Faeries, New Road e Rondeau de Fauvel. Per tutta la durata del Festival sono presenti stand di birra, gastronomia e artigianato celtico, oltre molteplici servizi a disposizione dei partecipanti: area camping - parcheggi - pronto soccorso - etilometro - bagni chimici - baby park - info point - eco-gestione del festival con raccolta differenziata - bus/navetta - refreshing point. Presso la tenda info point sarà possibile inoltre acquistare il libro storico fotografico “Montelago Celtic Festival” che celebra i dieci anni della manifestazione.

Montelago Celtic Festival is an event focused on music and culture of the Celtic tradition, it has rea-

ched the magical milestone of the tenth edition. It takes place at the highland of Colfiorito, in the village Taverne of Ser-

ravalle, in the heart of Umbria-Marche Apennines. This year Montelago Celtic Festival will be held on 3 and 4 August 2012.


Arte Nomade artenomade@artenomade.com - www.artenomade.com OGAM Un viaggio fantastico nella terra delle emozioni incontrollabili, dove fluida scorre l’energia che ci unisce alla natura e all’universo e dove la nobiltà degli animi regna sovrana. Ecco il magico mondo in cui si muove disinvoltamente la musica degli Ogam, formazione marchigiana che dal 1988 mantiene inalterato il suo organico

MORTIMER MC GRAVE Non coinvolgono ma travolgono. Etereogenei, imprevedibili, coinvolgenti, adatti a situazioni di festa, nelle discoteche come nei pubs, nei festival e nelle riunioni cavalleresche, Mortimer Mc Grave & the Barelliers presentano in concerto un repertorio di almeno un’ ora e trenta di ballate e canzoni celtiche

FLEUR NOIR Il quartetto acustico Fleur Noire propone brani etno–world: composizioni originali e arrangiamenti inediti che sviluppano nel loro insieme una ricerca artistica in equilibrio tra vari generi e culture musicali. Alla base della scelta è la consapevolezza che il linguaggio della musica, per la sua capacità di comunicare emozioni universali

DUARTE Il progetto Duarte nasce nel 1997 dall’unione di due valenti musicisti maceratesi con la comune passione per gli strumenti a corda. La proposta musicale del duo è difficilmente riconducibile ad un genere ben preciso, poiché trae le sue origini da matrici musicali diverse: tracce di finger picking, di jazz, di musica latino-americana.

MARIO & NENO Papà Luciano Monceri (Duarte, Ogam, Vincisgrassi) e Mamma Maurizio Serafini (Mortimer, Ogam, Vincisgrassi) annunciano con gioia la nascita del nuovo figlioletto creativo battezzato “MARDUCATI TUR”. Già così piccolo fa morire dalle risate. E’ nato con i capelli prezzolati proprio come lo zio tastierista Roberto Marcucci.

ENZO VACCA DOMINIQUE BOUCHAUD

LUCIANO MONCERI Luciano Monceri, arpista e chitarrista dei gruppi di musica etnica Ogam e Duarte, da sempre appassionato dalla canzone d’autore, ha già all’attivo uno spettacolo musicale interamente dedicato a Giorgio Gaber. Nel 2001 si dedica all’interpretazione del vasto e variegato repertorio del grande Fabrizio De Andrè concretizzando un progetto.

ZAMPOGNE ICoppia di zampognari in costume disponibili per eventi religiosi, presepi viventi e per lezioni dimostrative nelle scuole sulla storia e la cultura della zampogna, sul processo di costruzione e sulle tecniche esecutive. Repertori tradizionali del ‘700 e dell’’800.

I MALANDRINI Esibizioni itineranti e non per le vie cittadine o in cortei storici, con canti e musiche tratti dal repertorio sacro e profano. Un’esperienza decennale, un’attenta ricerca musicale e letteraria affiancata da un’ eguale dose di fantasia....….poiché una ricostruzione realmente fedele.

I Musici Vagantes viaggiando per i paesi di tradizione celtica raccolgono un repertorio composto da brani tradizionali antichi, recenti e contemporanei. Il mondo celtico si apre poco a poco attraverso incontri ed esperienze sempre più importanti, tra essi l’incontro con Dominig Bouchaud e con il centro culturale bretone Amzer Nevez.


Gli Ascani: dal Jet all’Hanima... di

Aldo Ascani

Silvano Ascani insieme a Costantino Vitagliano

Ezio Ascani

ulla avviene per caso.Sono imbarazzato! Mentre mi accingo a scrivere mi chiedo: come si fa a descrivere un’avventura lunga più di 40 anni con poche righe? Ci vorrebbe un romanzo! Forse un giorno, perchè questa storia lo merita. Fine luglio, ore 17. Quaranta gradi. Arrivo nel parcheggio del Babaloo. Incontro subito Silvano, che sta telefonando. Ci salutiamo. Poco dopo incrocio Ezio: “Ciao ciao...”, un saluto veloce, è impegnato con i preparativi. In ufficio c’è Aldo, il più piccolo dei Senior che mi aspetta. “Ciao...che caldo...andiamo a sederci in un posto ventilato che qui si muore.” Attraversiamo per ¾ il Babaloo per raggiungere una piattaforma sull’acqua, sopra la piscina; qui c’è aria, ombra e un bar, un’isola tranquilla rispetto al resto del locale, dove un esercito di gente è a lavoro. Una bibita ed inizia il racconto.

dell’albergo. In quegli anni ero piccolo ma lo ricordo bene, le nostre coste erano molto frequentate da turismo proveniente dalla Germania. Grazie ad una famiglia che d’estate piazzava la tenda sull’ “ara” di casa Ascani, Ezio e Silvano vengono indirizzati all’apprendimento del tedesco. Siamo all’inizio degli anni ‘70.

era il caso di questa società. Nonostante il continuo successo che questo locale riscuoteva gli utili venivano continuamente reinvestiti per il rinnovo strutturale dell’intera discoteca, che avveniva all’incirca ogni 3 anni.

N

Negli anni ‘60 la famiglia lavora ancora in qualità di mezzadri per la Santa Casa di Loreto. Ezio, congedatosi dal servizio militare, va a fare il pasticcere. Silvano aiuta il padre e si occupa di manutenzione. Aldo è ancora piccolo. E’ di questo periodo la costruzione della più grande struttura alberghiera di Porto Recanati: il Jet Hotel. L’amministratore della Santa Casa pensa di impegnare Ezio e Silvano nella conduzione di questo albergo. Silvano si occupa del ristorante, del bar e delle piscine. Ezio, oltre che pasticcere, fa il dj nella discoteca

Un imprenditore veneto, Ennio Penso, proprietario di uno stabile sulla litoranea, propone ai due fratelli di gestire la nuova discoteca invernale che sta nascendo: il “Club 22” (attuale Lola). Quindi d’estate il Jet, e d’inverno il 22. Sono gli anni del boom. Nel frattempo, due imprenditori calzaturieri dell’ascolano, Mecozzi-Fedeli, acquistano i locali sotterranei di un palazzo di nuova costruzione a Porto Recanati. I due fratelli Ascani, famosi ormai per la loro professionalità, vengono coinvolti nel nuovo progetto. E’ il 1967, sorge il Green Leaves. Il Green ha il primato di essere stata la prima discoteca multisala in Italia. Un locale per i giovani (rock), una per la mezza età (liscio e lenti) e un pianobar. Nell’80 la società Mecozzi-Fedeli si scioglie e diventa Ascani-Mecozzi. Società storica del Green. La filosofia di questa società era basata sul continuo divenire. Si dice che chi siede sui propri allori spesso scivola e cade. Non

Aldo sottolinea questo fatto come pura follia di quell’epoca ma probabilmente solo i “pazzi” sanno aprire quelle strade che poi i “savi” possono tranquillamente percorrere. Nell’88 Aldo, lo junior, entra a far parte dell’azienda dei fratelli, e il terzetto Ascani si completa. Insieme a Sergio, figlio dell’imprenditore Mecozzi, acquistano il Flexus di Porto San Giorgio. Completamente ristrutturato (e anche in questo caso parliamo di investimenti di miliardi dell’epoca) il Flexus insieme al Paradiso di Rimini e alla Bussola di Viareggio è stato per anni uno dei 3 locali leggendari del Paese. Quando Aldo ne parla i suoi occhi si illuminano. Ci sono esperienze nella nostra vita che richiamano tutti i nostri sentimenti più elevati e, nel descriverle, le parole sono sempre in difetto. Un sodalizio che dura 10 anni. Il guerriero sa che mentre sta combattendo la sua lotta in altri luoghi altre battaglie lo attendono. Un imprenditore romano, di cui Aldo non vuol più ricordare il nome (spesso distruggiamo ciò che amiamo di più), acquista per il figlio lo stabile

BARMUSIC 141


sostituire il Green. Viene inizialmente presa in considerazione Villa Buonaccorsi a Monte Canepino. Meravigliosa struttura del ‘700 con parco e giardini all’italiana, una piccola Versaille, dove già esisteva un magico pianobar gestito magistralmente da Stefano e Fabio Renzetti, altri due fratelli “giganti” nel loro settore. L’idea, purtroppo, deve essere subito scartata data la tutela delle Belle Arti. Dal paradiso all’inferno!

Edoardo e Mattia, figli di Ezio Ascani

del “22”, con l’intento di aprire un nuovo locale e, naturalmente, gli Ascani vengono chiamati parte in causa, sono diventati i Mida dei locali notturni. Il successo arriva immediato: il Lola. Primo locale latino d’Italia esplode in tutto il suo clamore tantochè, ad un anno dall’apertura, va letteralmente in fumo. Troppo successo! Una notte vengono appiccate le fiamme e il locale è completamente distrutto. Danni per un miliardo e mezzo; l’assicurazione copriva soltanto 200 milioni di lire. Napoleone sceglieva gli uomini più vicini sottoponendoli alle prove più devastanti.

Federico, figlio di Aldo Ascani

Gli Ascani è gente di carattere, allenata sui campi di battaglia ad imporre al destino la propria volontà. Dopo un anno di ristrutturazione il Lola riapre e mieterà il meritato successo per circa 20 anni. Lo staff dell’epoca consisteva di oltre 60 persone, che comunque continuava ad operare grazie al Green Leaves. Alla fine degli anni ‘90 Ezio, Silvano e Aldo cercano una nuova sede estiva che possa

ginabili difficoltà di gestione e adeguamento alle compagini sociali che strada facendo mutano al mutare dei tempi.

Emanuele, figlio di Silvano Ascani

Gianmaria, figlio di Ezio Ascan

L’attenzione viene dirottata su una cava di breccia delimitata da una parte dalla statale Adriatica, dall’altra dalla strada ferrata e il mare. Un invaso formatosi dall’estrazione degli inerti e riempito via via dall’acqua di mare, rovi e sterpaglie. Altra dimostrazione di quanto passione e fantasia siano gli ingredienti che costituiscono i miracoli. I tre fratelli, il loro architetto e l’architetto delle “5 vele” progettano e realizzano una realtà leonardiana. Dove c’erano 5 metri d’acqua sorge un eden di 10.000 mq: il Babaloo. E’ il 22 giugno del 2000. Per l’ennesima volta il successo raggiunge i suoi vertici. Il Babaloo riceve immediatamente i riconoscimenti di tutte le testate del settore, premi a non finire, la vetta dell’olimpo dei locali dell’intrattenimento. Ad integrazione della colossale struttura estiva è da poco nata la discoteca invernale che sostituirà il Lola: “L’Hanima”. Naturalmente, nel tempo, i nostri 3 fratelli non si sono occupati esclusivamente di discoteche. Hanno le loro rispettive famiglie e rispettivi figli: Edoardo, Emanuele, Mattia, Jacopo, Federico e Gianmaria a loro il compito di dare continuità ed è per questo motivo che l’ultimo locale nato lo scorso dicembre ha preso il nome di Hanima , racchiude in quel nome tutti i sacrifici di Aldo, Ezio e Silvano. Il Babaloo può a tutti gli effetti considerarsi un’industria con i suoi 140 dipendenti. Quello che mi colpisce, nell’ascoltare Aldo, è la forza che il gruppo Ascani continua ad esprimere, dopo tanto dare, nonostante le inimma-

Rifletto sulle potenzialità dell’uomo e sullle sue immense qualità. Amo particolarmente questi personaggi caparbi, consistenti, solidi, ascoltatori attenti di ciò che l’anima detta loro e ben decisi a realizzare la loro missione. Cavalieri mitologici che dovrebbero essere seguiti dalle nuove generazioni come un faro nella nebbia, pena il naufragio. Goethe scriveva: “Non basta sapere, bisogna anche fare. Non basta conoscere, bisogna anche applicare.” Dopo una conversazione durata circa un’ora ci alziamo dal tavolo e stringendo la mano di Aldo l’unica parola che mi viene è: “Bravi!”........

Jacopo Ascani, figlio di Silvano Ascani

Ascani brothers operate successfully in the field of nightclubs since the seventies. They have demonstrated immediatly professionalism, so in those years they are involved in a company to manage the great club Green Leaves just openned. In 1988 also Aldo joins his brothers, Silvano and Ezio, buying the Flexus of Porto S.Giorgio, which has been for many years one of the 3 best clubs in Italy. On 22 June 2000 the three brothers, their architect and the architect of the “5 vele”, have designed and built an extraordinary reality. Where there were 5 feet of water now lies a paradise of 10,000 square meters: the Babaloo.


Babaloo: dove fioriscono i limoni di

H

o un appuntamento per cena alle 21.30 al Babaloo. Non conosco questo posto. Con il passare degli anni anche le esigenze cambiano, e non sono più un assiduo frequentatore di discoteche. Parcheggio la macchina e mi dirigo con i miei amici verso l’ingresso. C’è Giorgio ad aspettarci, uno dei direttori. Già entrando provo una piacevole impressione. Percorriamo parte della darsena, un camminamento pavimentato da assi di legno che costeggiano il lago. Le luci dei lampioni che si riflettono sull’acqua, il fruscio dell palme mosse dalla brezza di mare ed una tranquilla musica di sottofondo mi mettono subito a mio agio. Prima di metterci a tavola Giorgio mi

BARMUSIC 143


H

o un appuntamento per cena alle 21.30 al Babaloo. Non conosco questo posto. Con il passare degli anni anche le esigenze cambiano, e non sono più un assiduo frequentatore di discoteche. Parcheggio la macchina e mi dirigo con i miei amici verso l’ingresso. C’è Giorgio ad aspettarci, uno dei direttori. Già entrando provo una piacevole impressione. Percorriamo parte della

darsena, un camminamento pavimentato da assi di legno che costeggiano il lago. Le luci dei lampioni che si riflettono sull’acqua, il fruscio dell palme mosse dalla brezza di mare ed una tranquilla musica di sottofondo mi mettono subito a mio agio. Prima di metterci a tavola Giorgio mi propone un giro del locale: è un villaggio, è immenso. Giardini, piscine, piste da ballo, bar, ristoranti, pala-

fitte, piattaforme galleggianti, uno snodarsi continuo di angoli diversi ma complementari. Beh!...Chi ha architettato sapeva cosa stava facendo. Ceniamo conversando e con il passare del tempo arriva sempre più gente, tanti giovani. Faccio una riflessione: si rendono conto in quale posto si sono dati appuntamento? Non lo so! Ho avuto la fortuna di girare abbastanza, ma realtà come questa non se

- CLUB Ctr. Torrenova - Porto Potenza Picena -T.0733 881145 - www.babaloodisco.it

Babaloo club is immense and gives the impression of a village. Gardens, swimming pools, dance floors,

bars, restaurants, piers, floating platforms, a continued unwinding of different but complementary angles. Here are

reflected the experience and the sensitivity of those who for decades has been involved in clubs’ field: the Ascani.


IN-GIOCO S.R.L. È UN FORNITORE DI GIOCO TELEMATICO DI CASINÒ, BINGO, POKER E SCOMMESSE SPORTIVE. AD OGGI SI È IMPOSTO SUL MERCATO COME UNO DEI MAGGIORI FORNITORI DI CASE DA GIOCO ON-LINE DI QUALITÀ CON SOLUZIONI ALL'AVANGUARDIA. LA PROPOSTA COMMERCIALE DI IN-GIOCO S.R.L. DÀ LA POSSIBILITÀ AGLI IMPRENDITORI DI APRIRE UNA CASA DA GIOCO ONLINE , DOTATA DI CASINO, CASINO LIVE, BINGO, POKER, SCOMMESSE SPORTIVE, SCOMMESE LIVE, IPPICA, GRATTA E VINCI CON UN INVESTIMENTO CONTENUTO. CHI SCEGLIE IN-GIOCO S.R.L. PUÒ CONTARE SU UNA SOLUZIONE CHIAVI IN MANO CHE SODDISFI TUTTE LE RICHIESTE OPERATIVE. IN-GIOCO SRL NON E' SOLO UN FORNITORE DI GIOCO TELEMATICO, MA E' UNA SOCIETÀ COMPLETA CHE OFFRE MOLTEPLICI SERVIZI: - REALIZZA SALE DA GIOCO DALLA A ALLA Z; - AFFILIAZIONI WEB; - NOLEGGIA SLOT MACHINE E VLT; - EFFETTUA CONSULENZE NEL SETTORE GABLING; - ASSEGNAZIONE CORNER SPORTIVI

VE

ND

ALCUNE NOSTRE REALIZZAZIONI: www.nrgbet.it , www.blackroom.it, www.giochionline.co

OP ITA EN E ST NO AT LE IO GG N

in-gioco s.r.l. via Dante Alighieri, 152 - 62010 - Morrovalle (MC) commerciale@in-gioco.it - cell. 3665339759

IO


NRGBET.IT È LA NUOVA STELLA DEL CIRCUITO BEST IN GAME! ISCRIVITI SUBITO E OTTERRAI UN BONUS PRIMA RICARICA DEL 100% FINO A 500€! OLTRE AD UN ECCELENTE SISTEMA VIP. SU NRGBET.IT TROVI POKER, CASINO, SCOMMESSE, BINGO, GRATTA E VINCI, IPPICA ED INOLTRE HAI LA POSSIBILITÀ DI ENTRARE A FAR PARTE DEL NOSTRO TEAM PRO

NRGBET.IT RAPPRESENTA ANCHE UN'OPPORTUNITÀ DI GUADAGNO PER TUTTI GLI IMPRENDITORI CHE DESIERANO INCREMENTARE I PROFITTI DEL LORO BUSINESS, O CHE SEMPLICEMENTE DESIDERANO AVVIARE UNA NUOVA ATTIVITÀ, ENTRANDO A FAR PARTE DI UNA REALTÀ DINAMICA ED IN CONTINUA CRESCITA.

CONSULENZA E PREVENTIVO GRATUITO PER ISTALLAZIONI CONSOLLE OFFICIAL GAMBLING PARTNER WWW.BAR.IT PROFESSIONALITÀ, AFFIDABILITÀ E UN’ASSISTENZA DEDICATA 365 GIORNI ALL'ANNO, SONO GLI ELEMENTI CARATTERIZZANTI DEL MARCHIO NRGBET.IT CHE, GRAZIE AD UN SOFTWARE ALL'AVANGUARDIA, PERMETTE A CIASCUN PUNTO VENDITA DI ACCEDERE A REPORT DETTAGLIATI, TRAMITE I QUALI È POSSIBILE MONITORARE IN TEMPO REALE L'ANDAMENTO DELLA PROPRIA ATTIVITÀ.

PER RICEVERE ULTERIORI INFORMAZIONI SULL'OFFERTA NRGBET.IT È SUFFICIENTE MANDARE UN MAIL A INFO@NRGBET.IT


Estate Maceratese


Civitanova Marche

Foto di Luigi Gasparroni


Civitanova Marche un’estate da vivere di Donato Bevilacqua

PRESENTAZIONE

C

ivitanova Marche nasce come piccolo borgo marinaro e conserva ancora il suo forte legame con il mare e la cultura marinara anche se da alcuni anni si è sviluppata come un importante centro industriale nel settore calzaturiero e della lavorazione dei pellami. La città presenta oggi una varietà di paesaggi e colori, un antico borgo medievale ricco di storia ed arte, una spiaggia ampia ed attrezzata, un mare pulito ed insignito più volte del prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu, tipicità enogastronomiche, cultura e folklore affascinanti. Accanto a tutto ciò la possibilità di fare shopping negli spacci aziendali di imprese di fama internazionale. Una città in grado di soddisfare le esigenze del turista con proposte interessanti ed innovative nel rispetto delle tradizioni e della gentile ospitalità marchigiana.

S

chiani. Oggi l’arte contemporanea e le rassegne culturali e artistiche sollecitano sempre più la componente corporea dello spettatore, che viene direttamente coinvolto nello spettacolo da cui scaturiscono forti reazioni emotive. 8 AGOSTO TEATRO ROSSINI ORE 21.30 COMPAGNIE OLIVIER DUBOIS

SABATO 25 AGOSTO VITA VITA

orna il festival Rèvolution con uno spettacolo affascinante in cui 12 danzatrici ballano e marciano creando una rotazione incessante che fa della scenografia di questo evento forse la punta di diamante. Il tutto sulle note del Bolero di Ravel. Lo spettacolo è un mezzo con cui il corpo indaga gli attimi del presente. Ogni corpo è appeso al proprio palo, e ogni spettatore avrà il compito di avvicinarsi all’evento e

MERCOLEDI’ 22 AGOSTO SUD SOUND FESTIVAL i inizierà il tardo pomeriggio e si andrà avanti fino a notte fonda con la seconda edizione del Sud Sound Festival, lungomare sud di Civitanova. Col patrocinio del Comune, l’Abat (associazione degli operatori balneari) e l’Associazione culturale Made Again ripropongono la rassegna itinerante di musica che unisce gli stabilimenti balneari.Si esibiranno band emergenti, ensamble jazz e dj.

D

alle ore 18 fino a notte fonda il centro di Civitanova si animerà con il Festival Internazionale di Arte Vivente, curata da Sergio Carlac-

T


a ciò che accadrà sul palco. Un’opera minimalista che ha un effetto sconvolgente. Il coreografo, Olivier Dubois ha iniziato la sua attività nel 1999, e nel frattempo insegna e tiene numerosi corsi in tutto il mondo. BEER ON THE BEACH DAL 2 AL 5 AGOSTO BALNEARE ANTONIO

E

’ la festa della birra di Civitanova, in cui birra tedesca bionda e rossa sgorgherà a fiumi dagli impianti alla spina. Dal 2 al 5 agosto al balneare Antonio grazie al patrocinio del Comune. Dalle 23, poi, la grande musica con le migliori tribute band dal vivo, con le canzoni di Ligabue, Jamiroquai e Subsonica, oltre all’Armata Brancaleone, la famosa folk rock band.

BARMUSIC 151


Trodica di Morrovalle Via Dante Alighieri n째 172 -t. 0733 866912

la


SETTEMBRE

AGOSTO

FUORI ONDA QUATTRO DANZE VISTE DA VICINO 1 Agosto Teatro Studio alla Mole - Ancona

ACCADEMIA STRUMENTALE 1 Settembre Teatro V. Moriconi - Jesi

ÉTOILES DE DEMAIN 03 Agosto Teatro Rossini - Civitanova M.

TRASFORMAZIONI 6 settembre Teatro Comunale - Montecarotto

ATALANTA 2 Agosto Area archeologica la Cuma - M. Rinaldo

CRYSTAL SOUND 7 settembre Chiesa degli Aroli - Monsano

ANDROMACA 5 Agosto Teatro Dei Due Mari - Urbisaglia

PULCINELLA 8 Settembre Teatro V. Moriconi - Jesi

LUNA PERFORMING PROJECT 4 Agosto Mole Vanvitelliana - Ancona RÉVOLUTION 08 Agosto Teatro Rossini -Civitanova Marche

VOCI DA LONTANO 9 Settembre Teatro la Fortuna - Monte San Vito SUB TUUM PRAESIDIUM 14 Settembre Basilica - Loreto

NOCHE TANGUERA 10 Agosto Corte della Mole Vanvitelliana - Ancona

UN VIAGGIO CON STRADIVARI 15 Settembre Teatro G. Pergolesi - Jesi

COMPAGNIE OLIVIER DUBUIS 8 Agosto Teatro Rossini -Civitanova Marche

L’ULTIMO SPONTINI 16 Settembre Teatro - Maiolati Spontini

LA FUGA IN MASCHERA 31 Agosto - 2 settembre Teatro B. Pergolesi

PER ORGANO 16 Settembre Chiesa S.Stefano - Maiolati Spontini

BARMUSIC 153


point http://planetscafe.bar.it

COLAZIONI APERITIVI/HAPPY HOUR AMERICAN BAR

Via Matteotti 36 - 62028 Sarnano (MC) Tel. 340.7794804


EVENTI NAZIONALI NEGRITA

1 Agosto Forte di Bard - Bard (AO) 3 Agosto Area Concerti Festival - Majano (UD) 10 Agosto Villa Bellini - Catania 11 Agosto Castello a Mare - Palermo 17 Agosto Parco Gondar - Gallipoli (LE) 30 Agosto Piazza S. Bartolomeo - Asti 31 Agosto Pala De Andrè - Ravenna 1 Settembre Parco della Cittadella - Pisa 6 Settembre Arena Parco Nord - Bologna 7 Settembre Mediolanum Forum - Milano

AFTERHOURS

6 Luglio Parcheggio Stadio Euganeo - Padova 19 Luglio Parco Certosa Reale - Collegno (TO) 22 Luglio Piazza Castello Ferrara - Ferrara 12 Agosto Valle Ventura - Scicli (RG)

FRANCESCO DE GREGORI

5 Agosto Teatro Romano - Aosta 21 Agosto Area Ex Vaccari - S. Stefano di Magra (SP) 1 Settembre Pala De Andrè - Ravenna 9 Settembre Teatro Regio - Torino 10 Settembre Teatro degli Arcimboldi - Milano

PAOLO CONTE

3 Agosto Teatro Gabriele d’Annunzio - Pescara 25 Agosto Teatro La Versiliana - Pietrasanta (LU) 21 Settembre Teatro Regio - Torino 22 Settembre Teatro degli Arcimboldi - Milano 16 Novembre Teatro Verdi Firenze - Firenze

SUBSONICA

4 Agosto Piazza Matteotti - Cesena (FC) 18 Agosto Parco Gondar - Gallipoli (LE) 7 Settembre Land Of Live - Legnano (MI)

FIORELLA MANNOIA 3 Settembre Teatro Romano - Verona 9 Settembre Piazza Alberica - Pisa

NORAH JONES

17 Settembre Parco della Musica - Roma 18 Settembre Teatro degli Arcimboldi - Milano

RADIOHEAD

22 Settembre Ippodromo Le Capannelle- Roma 23 Settembre Parco delle Cascine - Firenze 25 Settembre Arena Parco Nord - Bologna 26 Settembre Villa Manin - Codroipo (UD)

J-AX

3 Agosto Area Verde Strozzacapponi - Corciano (PG) 31 Agosto Arena Sant’Elia - Cagliari 7 Settembre Castello Visconteo - Pavia 14 Settembre Piazzale delle Feste - Albese Cassano (CO)

MASSIMO RANIERI

8 Agosto Gran Teatro G.Puccini - Viareggio (LU) 11 Agosto Villa Adele - Anzio (RM)

NINA ZILLI

24 Agosto Forte di Bard - Bard (AO) 7 Settembre Teatro Romano - Verona

BARMUSIC 155


Con il Patrocinio del Comune di

MONTE SAN MARTINO Scuola di batteria Sede di Monte San Martino

Sono aperte le iscrizioni Età minima 10 anni

PRIMO LIVELLO

Principianti

SECONDO LIVELLO

Buona conoscenza dello strumento

TERZO LIVELLO

Perfezionamento

Lezioni anche a domicilio Possibilità di avere una batteria in comodato d’uso per tutta la durata del corso Corso di “musica insieme” dedicato alle band emergenti con lezioni teorico - pratico dei vari generi musicali

PER INFO: MAURO

DAL MESE DI MARZO 2013

inizieranno i corsi per animatori turistici PER INFORMAZIONI

339.5612418

MAURO

346.7502542

339.5612418 - 3467502542

BARMUSIC 158


FASHION & Consigli... di B.B.

Fashion & Co si trasforma in consigli su misura per te. Per ringraziare in modo glamour le lettrici e i lettori che contattano la nostra redazione, rispondendo a domande in cui molti potranno riconoscersi... IL DILEMMA DEGLI ACCESSORI. ”Vietato abbinare scarpe e borsa. Lo sento dire nei programmi di moda in tv e l’ho letto in molte riviste. Ma abbinare gli accessori in base al colore è così terribile? A me sembra una soluzione facile e veloce per creare un look in molte occasioni” Rita S. F&Co: I “divieti” o i must che la moda impone non sono sempre possibili da seguire, sia per la soggettività in fatto di gusti e stile, sia, molto spesso, per gli elevati costi che ciò comporterebbe. Ma in questo caso ci schieriamo a favore di questa “causa fashion”. Prendila piuttosto come un’occasione di originalità: scegli un colore neutro per le scarpe e abbina la tua bag a una nuance o a un particolare del tuo abito. Altrimenti usa l’accessorio in netto contrasto: un colore inaspettato può stravolgere in un attimo un completo troppo classico! Semplici scelte come queste ti allontaneranno dalla banalità del pendant, che fa un po’ troppo decennio scorso, pur essendo altrettanto facili e veloci. Garantito! CERIMONIA IN VISTA.”Di fronte all’ invito per un matrimonio quest’estate sono in crisi...troppe spese. Ma riciclare un abito non è tra le opzioni, perché ci sono già state diverse cerimonie nella stessa compagnia di conoscenti. Consigli last minute?” Ale C. 26 anni. F&Co: Sicuramente puntare sui marchi low cost come H&M. Ma per andare sul sicuro scegli un abitino monocolor e dalle linee semplici: modello e/o fantasia già diffusi e riconoscibili sono gli unici rischi da evitare nelle catene a larga distribuzione, per tali occasioni.

You better not combine bag and shoes: choose instead a neutral color for your shoes and match the bag to a shade of your dress. Otherwise, use the accessory in sharp

E poi così hai più spazio per completare la tua mise. Puoi “riciclare” gli accessori e lo stile da seguire ti sarà chiaro in base ad essi: ethno-chic, vintage, classico ecc. La stagione estiva è l’ideale per abbattere i costi: se a mancare sono i bijoux, infatti, puoi sempre girare i mercatini alla ricerca di quel pezzo straordinariamente unico che spunta inaspettatamente. Buon divertimento!

li medio-lunghi non usano la versione mini nella quotidianità. Ma che motivo c’è di passare su tutta la lunghezza? Lascia che i capelli asciughino naturalmente (in vacanza si può!) e poi piastra soltanto le punte ed eventualmente i punti tattici come frangia o ciuffi particolarmente incontrollabili. Darai ordine all’effetto generale ma conserverai movimento e volume che l’aria estiva ci dona gratis e senza spreco di energia elettrica. Chic e anche un po’ eco!

SOS CAPELLI.”Dico no ai capelli lunghi disordinati, anche in vacanza, ma tra il caldo e l’ingombro come giustifico la piastra per capelli in valigia anche quest’anno?” Vicky ‘83. F&Co: Usala al minimo (in ogni senso) e opta per la mini-piastra. Pro: entra nella tua borsa così la porti ovunque e la scelta è ampissima tra i brand professionali per la cura dei capelli, per non parlare di colori e fantasie-anche l’occhio vuole la sua parte! Contro: c’è un ovvio motivo se le donne dai capel-

FASHION & SHORT: “CAMICIA a manica corta, un po’ troppo classica, ma io non riesco a buttare nulla” Carlo. F&Co: Reinventala. Fai un risvolto non troppo preciso alle maniche, sbottonala e contrasta con una t-shirt sotto. Con un jeans completi l’opera. Prova, potrebbe funzionare. “ANFIBI d’Estate?” Fra. F&Co: Perché no, con un micro abito e una hand bag dal tono shock sei pronta per una serata in piena estate, dall’animo grintoso.

contrast. If you are invited to a ceremony you can bet on low cost brands like H & M. But to be safe by duplications, choose a monocolor dress with simple lines. To safe time and ener-

gy on holiday at least, use a mini straightener and don’t smooth the entire length: leave your hair wavy and adjusts only the tips and the most rebellious areas with the straightener.

BARMUSIC 159


www.pepsi.it

A R O I GL

MIIL TUO

O D N O M


AGOSTO

PROGRAMMAZIONE CONCERTI VEL 01 Agosto Viruz Sound - Ancona

GIOBBE COVATTA 10 Agosto Cabaret - Grottammare

DJ LUCA D 15 Agosto Geko - San Benedetto

DJ LUCA D 01 Agosto Geko - San Benedetto del Tronto

RAUL CREMONA 10 Agosto Cabaret - Grottammare

LO STATO SOCIALE 15 Agosto Geko - San Benedetto

THE PERFECT STRANGERS BAND 02 Agosto Il Kiosco - Ancona

DJ LUCA D 10 Agosto Geko - San Benedetto

ERIC GUITAR DAVIS 15 Agosto San Severino Blues

THE NATURAL DUB CLUSTER 02 Agosto Il ritrovo degli Elfi - Castelfidardo

PILGRIMS 10 Agosto Chalet Et’nà - Civitanova M.

PILGRIMS 15 Agosto Blu di Lollo - Porto Potenza P.

SERPENTI 02 Agosto Jonathan Disco Beach - San Benedetto

ARMATA BRANCALEONE 10 Agosto Sagra dell’Asado - Petriolo

BARBONI ANIMATI 15 Agosto Malibù - Porto Recanati

DJ LUCA D 03 Agosto Geko - San Benedetto del Tronto

CLUB DOGO 11 Agosto Mamamia - Senigallia

LE BOLLICINE 16 Agosto Festa della birra - Fermo

A.F.R.O.G. 03 Agosto Estasi Beer Concept - Pedaso

G - FAST 11 Agosto Come le fate - Grottammare

DR GAM 17 Agosto Vintage - Sassoferrato

THE PERFECT STRANGERS BAND 03 Agosto Underground Pub - P. S. Giorgio

LA TRESCA 11 Agosto Chalet Amici - P.S.Elpidio

GANG 17 Agosto Senigallia

SUN KING 03 Agosto Dal Veneziano Chalet - Civitanova M.

GIORGIO CONTE 12 Agosto Jazz non solo - Fermo

GASTONE PIERUCCI 17 Agosto Senigallia

MORTIMER MC GRAVE 03 Agosto Montelago Celtic Festival

APRES LA CLASSE 12 Agosto Chalet Amici - P.S.Elpidio

DJ LUCA D 17Agosto Geko - San Benedetto

RONDEAU DE FAUVEL 04 Agosto Montelago Celtic Festival

NADA 13 Agosto Cose Pop - Cento Buchi

A CLASSIC EDUCATION 18 Agosto Castel di Lama

SONS FROM THE WOOD 04 Agosto Blu Di Lollo - Porto Potenza Picena

CRIMINAL JOKERS 13 Agosto Cose Pop - Cento Buchi

AFTERHOURS 18 Agosto Teatro delle Fonti - Caste di Lama

GANG 05 Agosto Sola del Piano - Pesaro

JOE DIBRUTTO 14 Agosto Vintage - Sassoferrato

ROSSO PICENO 18 Agosto Geko - San Benedetto

VINICIO CAPOSSELA 06 Agosto San Benedetto del Tronto

PERSUADER 15 Agosto Vintage - Sassoferrato

THE PERFECT STRANGERS 18 Agosto Chalet Amici - P.S.Elpidio

LE BOLLICINE 06 Agosto Festa della bistecca - Petriano

INNUENDO 15 Agosto Grottammare

SPAGHETTI A DETROIT 18 Agosto Festa del patrono - Fiuminata

ENZO IACCHETTI 10 Agosto Cabaret - Grottammare

I PUPAZZI 15 Agosto Parco - Piagge di Ascoli

STORMWIND 18 Agosto Acli - Piagge

BARMUSIC 161


Fumogeni, torce, trombe, sparacoriandoli da interno e da esterno, palloncini, vendita e noleggio bombole elio, articoli per discoteche e feste private, braccialetti luminosi, glow stick colorati.


SETTEMBRE

PROGRAMMAZIONE CONCERTI LE BOLLICINE 01 Settembre Campocavallo - Osimo

SONS FROM THE WOOD 14 Settembre Bagni Pazzi Chalet - P.S.Elpidio

NUJU 15 Settembre Mirabilia - Recanati (MC)

LE MAN AVEC LES LUNETTES 01 Settembre Agri Salus - Osimo

TODIO 14 Settembre Eden Pub - Urbisaglia (MC)

INTERCITY 22 Settembre Brevevita - San Benedetto T.

PILGRIMS 01 Settembre Chalet Amici - P.S.Elpidio

LE BOLLICINE 15 Settembre Festa della Birra - Albacina

I PUPAZZI 22 Settembre Festa del vino cotto - Lapedona

MUSE TRIBUTE 01 Settembre Arena Gigli - Porto Recanati

TNT AC/DC tribute 15 Settembre Il Kiosco - Fabriano

THE PERFECT STRANGERS 22 Settembre La Bussola Civitanova M. (MC)

RADIO BABYLON 02 Settembre Chalet Amici - P.S.Elpidio

FOLKANTINA 15 Settembre Numania - Castelfidardo

JOLEBALALLA 02 Settembre Chalet Amici - P.S.Elpidio PFM 06 Settembre Sferisterio - Macerata GIOVANNI FALZONE 07 Settembre Emilia Concerti - Ancona TNT AC/DC tribute 07 Settembre Chalet Et’na - Civitanova M. MARTIN KLEID 07 Settembre Dalla Cira - Pesaro LE TRAME DI RINO 08 Settembre Porta Cartara - Ascoli P. PILGRIMS 08 Settembre Dal Veneziano - Civitanova M. THE NATURAL DUB CLUSTER 08 Settembre Fast Forward - San Severino M.

m

dband

om/kfa

e.c yspac

VEN 31 AGO

SOLA S U B ET LA ORDE CHAL RE NR A M O A CH LUNTGANOVA M CIVI


Via A. Meucci, 54/56 - 60035 Iesi (AN) tel +39 071 9465000 - fax +39 071 9465009 mail: info@mondidesign.it - www.mondidesign.it

bar

il tuo concept chiavi in mano!

Perchè “Mangia”? “Mangia” nasce come invito al convivio e al sedersi a tavola. Un imperativo che nasconde la sincera ospitalità italiana unita ad un verde di fondo che indica un mondo sano e naturale che viene da lontano. La mission è offrire il buon cibo, il buon bere, e la famosa convivialità italiana. Che cos'è “Mangia”? Un punto di ritrovo e di incontro per ogni persona in un ambiente suggestivo ma dinamico. Prodotti fatti sul posto per garantire fragranza, bontà e qualità della tradizione italiana. Grazie ad un piccolo spazio di vendita potrete acquistare i prodotti assaggiati nel locale. Concetto e prodotti. Mangia nasce dal concetto di recupero di gusti e sapori alimentari veri e tradizionali. Un punto di ritrovo in cui assaporare prodotti di qualità che partono dalle prime colazioni fatte come una volta, passando per le varie stuzzicherie su taglieri, ai pranzi veramente gustosi, fino ad arrivare alla copertura di ogni voglia di cibo e vino italiani. Pause di lavoro o momenti tra amici passati ridendo e gustando focacce, insaccati e formaggi d'Italia. A chi si rivolge. Mangia è aperto a tutti, a chiunque voglia gustare tradizioni e prendersi il suo spazio ed il suo tempo. La clientela è accolta da un personale cortese e preparato in un ambiente familiare, pronto a dare consigli su cosa consumare e acquistare. L’immagine trasmessa. Semplice e informale sono le parole d'ordine. Sapori, odori e tradizioni acquistano vigore nuovo e sono veicolate nella contemporaneità. Spezie, peperoncini ed erbe aromatiche coltivate nel locale possono essere aggiunte sugli alimenti. L'ambiente I colori sono pochi ed equilibrati: legno naturale, bianco e pareti e decorazioni verdi che danno un'immagine rassicurante e dinamica. La luce crea un ambiente caldo e riposante. Gli ambienti si inseguono in una naturale prosecuzione verso l'esterno dove ci si può accomodare per bere e fumare. Un’area fumatori non “demonizzata” ma curata e servita per far assaporare il risultato delle migliori lavorazioni del tabacco italiano. Identità Buste, confezioni regalo e packaging in genere sono caratterizzate per trasmettere un’identità che sia sinonimo di tradizione, qualità e cortesia. Il personale sarà in divisa e facilmente riconoscibile.

Compreso nel concept verrà fornito una consulenza aperta tutto l’anno con Know how, avviamento e indagini di mercato condotte dai nostri consulenti professionisti: chef, nutrizionisti e pubblicitari.


il tuo concept chiavi in mano!

Caffè, gelato e cioccolata. Tre prodotti per vivere il bar in ogni periodo dell’anno con gusto pieno e completo. Un momento di piacere e sospensione dalle fatiche quotidiane. Un regalo per addolcire un certo momento o un premio per una fatica superata. Lo spazio è articolato e caratterizzato su tre piani differenti che identificano i tre prodotti che il brand Take me offre. “Carrello gelato” per servire questa squisita sapienza italiana. Identifica il locale e apre la possibilità di “portarlo” fuori per piccoli corner in altri locali, centri commerciali o eventi. Può essere separato o in aggiunta a un banco frigo tradizionale nella zona bancone. Compreso nel concept verrà fornito una consulenza aperta tutto l’anno con Know how, avviamento e indagini di mercato condotte dai nostri consulenti professionisti: barmen, gelatieri e pubblicitari. laboratorio “a vista” solo per le lavorazioni più scenografiche legate al gelato o alla cioccolata. Colori tenui e naturali con qualche tono più fresco senza particolare distinzione stagionale. In sostanza qualcosa che possa essere valido sia per l’inverno (cioccolateria) che per l’estate (gelato) mentre il caffè nelle sue declinazioni è valido per qualsiasi stagione. Caffè. caffè freddo, del nonno, cappuccino, tutti i vari mokaccini del mondo, granite, caffè con panna. Gelato. Naturale italiano. Cioccolata. Da bere nelle sue diverse forme ma anche pralineria per regali o da accompagnare al caffè, piccoli dolci e torte.

Dalle colazioni fino al piacere pomeridiano e serale con la caffetteria/cioccolateria. In estate il gusto fresco della gelateria. Comunicazione Declinata per ogni tipologia di prodotto, con contenitori che evidenziano il tipo di bevanda o prodotto e rimarcano la qualità e l’attenzione che meritano. Adattabilità. Tutti gli elementi sono blocchi aggiunti allo stato di fatto e facilmente introducibili in qualsiasi realtà. Attraversamento. Sempre presenti aree dedicate alla sosta veloce dove consumare al volo un caffè o un gelato e una sosta lenta dove poter sedere e conversare consumando una bevanda calda e un trancio di torta.

Mondi Italian Concept Via A. Meucci,54/56 60035 Iesi (AN) tel +39 071 9465000 - fax +39 071 9465009 mail: info@mondidesign.it - www.mondidesign.it


Immaginate di rivivere le atmosfere affascinanti dei film anni cinquanta in bianco e nero, con american bar affollatissimi, fumo, cocktails ricercati e musica di sottofondo. Proprio quelle atmosfere stanno tornando in voga in molte città italiane, dando vita a quelli che potremmo definire “Quiet bar”, sinonimo di calma, serenità, tranquillità, e sano piacere del bere e del degustare. Luci soffuse, divani bassi, musica retrò di sottofondo, molte volte suonata dal vivo, con un pianoforte a coda da un maestro in smoking. Barman abilissimi che preparano cocktail e che scuotono lo shaker sopra la spalla attirando i clienti. Camerieri che passano silenziosi tra i tavoli. Atmosfere raffinate che vanno assaporate come le armonie e i contrasti tra gli ingredienti. Quell'arte del barman che unisce abilità e creatività, studio e passione, ritorna in voga portandosi dietro storie ed aneddoti. Un

il tuo concept chiavi in mano!

bar

posto dove si può trovare tutto ciò che la “vecchia guardia” era abile nel preparare, facendolo con fascino ed eleganza. Preparati di altri tempi, che ci regalano nuovi gusti che lentamente elaborati altrettanto len ta men te devono essere assaporati. Con il passare del tempo bevande, barman e la magia di quei momenti sono entrati a far parte della consuetudine, della vita di tutti noi. Il cocktail, i servizi e il nostro concept “Quiet Bar” sono un'occasione per creare un personalissimo party giornaliero, un momento di incontro prima o dopo cena, per chiacchierare ed ammirare l'abilità degli artisti, assaporando le miscele più famose. Un nuovo, ma allo stesso tempo vecchio e piacevole, modo di stare insieme e un vero e proprio stile di vita che abbiamo il piacere di riscoprire.

Compreso nel concept verrà fornito una consulenza aperta tutto l’anno con Know how, avviamento e indagini di mercato condotte dai nostri consulenti professionisti: barmen e pubblicitari

Mondi Italian Concept Via A. Meucci,54/56 60035 Iesi (AN) tel +39 071 9465000 fax +39 071 9465009 mail: info@mondidesign.it www.mondidesign.it Mangia - Take Me - Quietbar sono marchi Soluzioni In Forma s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Ogni riproduzione, anche parziale, è vietata senza espressa autorizzazione della ditta Soluzioni In Forma s.r.l. Ogni abuso verrà perseguitato a norma di legge.


C’e’ un posto che non c’e’ Silvano e Tomas “Nessun grande artista vede le cose come realmente sono. Se lo facesse, cesserebbe di essere un artista”. (Oscar Wilde)

C

he giornata! Appuntamento con Tomas alle 9.30. Stranamente è puntuale. Destinazione Casette Verdini di Pollenza, devo fare delle foto al laboratorio (mq 3000) dove ci aspetta Silvano. Andiamo al bar: “Caffè?”, chiedo...”No, birra, siamo svegli da un pezzo”. Ho da fare, devo anche guidare, avrei volentieri fatto loro compagnia...ma mi hanno invitato a cena una di queste sere...dunque...! Facciamo un giro dello “scantinato”: immenso. Tele, fogli metallici, lastre di vetro, cartoni, pannelli in plastica, oggetti quotidiani, utensili più o meno obsoleti...tutto è utilizzabile da questi due artisti per esprimere ciò che l’anima detta loro. “Il cuore ha le sue ragioni che la mente non capirà mai” (Pascal). Ci mettiamo seduti e chiacchieriamo. Birra, sigarette...e tante parole. Se analizziamo a ritroso le vite dei più sensibili, si scopre sempre “quello

spirto guerrier che dentro mi rugge”, che conduce alcuni uomini ad essere qualcuno piuttosto che qualcosa. E’ subito evidente che ad un certo punto della loro esistenza hanno dovuto dare sfogo a quella voce interiore che fin da giovani spingeva loro a “fare”. Silvano Mazzarantani, in arte “novecento”, ha dedicato la sua vita alla realizzazione di opere che potessero esprimere ciò che di più forte la vita stessa presenta: la donna. Questo “essere” opera al suo interno come musa, nel bene e nel male. Qualche tempo fa passa una giornata indimenticabile con la sua “Priscilla”. Alle 18 il sogno svanisce, la musa se ne va. Lo sconforto di Silvano si tramuta in un falò: accatasta 200 quadri sullo spiazzale e appicca il fuoco, il fuoco liberatorio. Nei 10 giorni successivi ne dipinge 150. Silvano è così. Nel 2007 fonda un’associazione, “Imparalarte”, con l’intento di dare la possibilità a di-

versi artisti di esprimersi nello stesso luogo. Il più rappresentativo di questi è Tomas. Anche lui deve sottostare alle leggi dell’alternanza che il destino presenta a tutti noi, finchè a 25 anni ha ben delineata la sua strada: dipingere. Le sue opere sono un’esplosione di colori. “Botte secche”, chiaroscuri, sfumature, evanescenze: un vulcano della quadricromia. I suoi quadri sono grandi, come la sua necessità. Ovviamente è un continuo divenire, ma quando gli chiedo: “come stai adesso?”. “Ho l’impressione finalmente di star facendo qualcosa di buono...e mi auguro...un giorno... di trovare la serenità davanti alle mie tele”. Nino Salvaneschi diceva: “Non si raggiunge la serenità se non attraverso le tempeste. E si riesce a fare luce agli altri solo quando si sono vinte le tenebre dentro di noi”. Silvano e Tomas sono degli amici, non solo di merende, e ci parleranno d’arte. A presto...

Silvano Mazzarantani, aka “novecento”, has dedicated his life creating works that could express what stronger life itself presents:

women. In 2007 he founded the association “Imparalarte”, with the intention of providing opportunities for many artists to express them-

selves. The most representative of these is Tomas. His works are an explosion of colors, light and shade, shades, fading: a volcano of color.

BARMUSIC 167


Idee, fantasia e gusti della nostra terra

N

asce “Happy Hour festival” la prima fiera dedicata a tutti gli operatori del mondo ho.re.ca. e a tutti gli appassionati e frequentatori dei locali pubblici. L’evento sarà organizzato da BAR.it . Un evento dove la filosofia del buon degustare incontra il piacere di stare insieme. Un sano confronto fra gli operatori, ma soprattutto, i visitatori potranno dialogare e interfacciarsi con ristoratori, bartenders, panificatori, pasticceri, gelatieri, insomma tutte le categorie che operano nel settore dell’ospitalità, riscoprendo  la VERA professionalità. Ogni professionista avrà a disposizione uno spazio dove potrà preparare o servire le proprie creazioni. Aziende nazionali di alta gamma, produttori e concessionari locali esporranno le novità del settore. La fiera sarà un’opportunità di presentazione e promozione delle proprie attività e una vetrina dove poter rilanciare

la propria azienda ad un vasto parterre. La manifestazione si articolerà fra conferenze e mini master di esperti per ogni settore merceologico  con degustazioni guidate. Non mancheranno durante lo svolgersi dell’intera manifestazione momenti d’intrattenimento con musica dal vivo, cabarettisti, spettacoli di magia e artisti di strada che si alterneranno sul palco eventi e fra gli stand del Festival. Fra le tante aree tematiche vorremmo mettere in evidenza quella “Read Wine” dove le degustazioni di vini regionali si sposeranno con momenti di lettura e di musica lounge in un’area dedicata e arredata con salotti dove i visitatori potranno rilassarsi. Special guests le “Famiglie” che avranno delle facilitazioni per l’ingresso e uno spazio dedicata ai più piccoli dove, oltre alle babysitter che animeranno l’area e faranno divertire i bambini, ci saranno spettacoli e un “Baby-bar”, inoltre esperte nutrizioni-

ste daranno consigli sull’alimentazione ai genitori. Al momento dell’accredito compreso nel biglietto d’ingresso, insieme ai buoni consumazione, verrà consegnata la tessera, la pins, la patch e lo statuto del club “Happy Hour” by bar.it che permetterà al possessore facilitazioni e vantaggi negli esercizi che esporranno tale marchio anche a garanzia di qualità e di servizio. Oltre ai simpatici gadgets offerti dalle aziende nell’arco della manifestazione, l’organizzazione regalerà gli splendidi orologi “Happy Hour” by Pryngeps a tutti coloro che parteciperanno ad un gioco a quiz inerente i prodotti e le preparazioni presenti in fiera. Una kermesse di cui forniremo il programma completo nei prossimi giorni tramite tutti i nostri canali di comunicazione. Iscrivendovi al nostro sito www.bar.it potrete essere aggiornati sugli upgrade del Festival e  avere la possibilità di ricevere ulteriori omaggi. Seguiteci!!!!!!!!

“Happy Hour Festival” is the first exhibition dedicated to all operators in the world ho.re.ca. and to all fans. The event will take place at the fairs trade of Civitanova Marche during the

last weekend of November and the first of December. It will be the first exhibition where the philosophy of good taste meets the pleasure of being together and the healthy comparison between opera-

tors. Above all, the public will have the opportunity to dialogue and interface rediscovering the professionalism of restaurateurs, bartenders, bakers, confectioners, ice cream producers and more.


Rosalia De Souza

Kurt Elling

Alessandro Usai

Emanuele Cisi

MUSICAMDO JAZZ

James Senese

PREMIO INTERNAZIONALE MASSIMO URBANI

C

amerino (Macerata) - Due palermitani si aggiudicano il Premio Internazionale Massimo Urbani, la manifestazione giunta alla sua sedicesima edizione organizzata da Musicamdo Jazz, svoltasi a Camerino dal 7 al 9 giugno. Primi ex-aequo Giacomo Tantillo, trombettista, e Francesco Patti, sax alto. Il secondo premio è andato al pianista Marco De Gennaro di Eboli (Salerno), che tra l’altro si è aggiudicato una borsa di studio per il seminario estivo a Umbria Jazz. L’altra borsa di studio, ovvero un seminario a Nuoro Jazz, è andata alla cantante savonese Chantal Saroldi. Il Premio UNICAM è stato consegnato sul palco del Teatro Marchetti dal Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Camerino prof. Flavio Corradini insieme agli studenti componenti della Giuria UNICAM, coordinata dal Prof. Francesco Rietti, a Tommaso Starace, sax alto, residente a Londra. I media partner (Musica Jazz, Jazzitalia, Jazz Covention, All About Jazz e Jazzit) e i festival partner (Ueffilo, Ferrara Jazz Club, Fara Music, Pinocchio Jazz, Barletta Jazz Festival, JazzUP, Contratem-

po, Peperoncino Jazz festiva) hanno assegnato il premio della Critica ex-aequo ai pianisti Elmar Brass Hannover e Marco de Gennaro (Eboli, Salerno). Anche il numeroso pubblico presente al Teatro Marchetti è stato protagonista della serata assegnando il Premio del Pubblico al trombettista siciliano Giacomo Tantillo. “Importante il coinvolgimento di alcune scuole di jazz della Regione Marche, gli Ensemble della Libera accademia del jazz di Ancona, diretti da Andrea Morandi e Roberto Gazzani e l’Orchestra della Scuola Perotti di Mondavio diretta da Massimo Morganti. Ottimi i numeri della 16 edizione del PIMU: oltre 40 musicisti nei tre giorni sul palco degli aperitivi, che si aggiungono ai prestigiosi artisti che si sono esibiti sui legni del teatro Marchetti, e un pubblico stimato di 600 persone in tre giorni. Alle tre serate al Tetro Marchetti hanno assistito complessivamente 900 persone. Ai tre appuntamenti delle Jam session si stima abbiano assistito complessivamente circa 1.200 persone. Un bel movimento e una ventata d’aria fresca per tutta la città che per tre giorni è stata la capitale del jazz.

Giacomo Tantillo, Enrico Rava, Francesco Patti e Paolo Piangiarelli.

Massimo Urbani International Award is an event now in its sixteenth edition organized by Musicamdo Jazz, held in Camerino on June 7 to 9, with the contribution of Marche Region, Macerata Province, UNICAM, Municipality of Camerino, Contram. First ex-aequo Giacomo Tantillo, trumpeter, and Francesco Patti, alto sax. The second award went to the pianist Marco De Gennaro of Eboli (Salerno), who won also a scolarship toghether with the singer Chantal Saroldi.

Il rettore assegna premio Unicam

BARMUSIC 169


...con gli occhi di un bambino... ..la luna a dondolo e i suoi progetti di Donato Bevilacqua

IL NOSTRO TERRITORIO LA LUNA A DONDOLO “Lo stupore umano, quello dei bimbi in particolare, è capace di alimentarsi di ogni minimo pretesto: di una pozzanghera d’acqua come di una storia su un prato. Ma niente può sedurre a lungo senza scambio e senza condivisione. Per questo vogliamo dedicare ai nostri bambini dei momenti di fervore: per alimentare l’immaginazione e il desiderio di conoscere il mondo”

R

acconti in erba, l’ultimo momento di fervore della Luna a dondolo, è l’iniziativa estiva che il Comune di Macerata ha dedicato ai bambini e alle bambine della città. I giardini Diaz si sono trasformati in un ambiente decisamente suggestivo: sull’erba fresca tanti cestini da picnic pieni di libri per bambini, ampi plaid e cuscini grandi e piccoli per leggere all’aria aperta insieme

alla propria famiglia e agli amici. Uno scenario mai visto a Macerata, che ha catturato l’interesse di tantissime famiglie: circa 1500 le presenze contate. Ogni giovedì la sorpresa di una merenda liberamente ispirata alle favole più classiche e ribelli: Pippi Calzelunghe e Tom Sawyer! Per i bambini e i presenti ciambelline, biscottini alla cannella e tanti altri dolci, offerte da Bottega del Libro, Del Monte e

Associazione Commercianti del Centro Storico. A prepararle la Forneria Totò, l’Osteria dei Fiori, Roxy Bar e Cose di Tè. Nessuno sponsor invece per l’acqua che, come riportato sulla targhetta, è “Acqua della fontanella dei Giardini Diaz”. Presenti i volontari dell’associazione La luna a dondolo, pronti a consigliare il libro più adatto ad ognuno ed a promuovere tra le famiglie il forte messaggio del


progetto nazionale Nati per Leggere: un adulto che legge una storia ad un bambino compie un gesto d’amore. “Racconti in erba ha riscosso un successo immediato – ha commentato Eleonora Rampichini – E’ un’iniziativa utile e importante perchè rende visibile un’esigenza che talvolta non si vede: il piacere per un bambino di vivere in piena libertà la propria città, di sentirla più vicina, più bella e accogliente, come la propria casa. Spero sia un piacere contagioso!”. L’associazione è nata a Macerata con lo scopo di dedicare a tutti i bambini, anche

ai piccolissimi, alle loro famiglie e a tutti coloro che si prendono cura della loro crescita, iniziative culturali ed artistiche di forte impatto emotivo. Gli eventi organizzati sono state le mostre d’arte “Arte sonora per gioco” al Castello della Rancia, “Assaggia l’arte” all’Abbadia di Fiastra, “Conchiglie” per la notte dei musei a Palazzo Buonaccorsi di Macerata. Da sempre La Luna a dondolo promuove il progetto Nati per Leggere, portando i suoi lettori volontari – che ogni giorno leggono ai piccoli pazienti del reparto di Pediatria dell’Ospedale di Macerata -

in eventi e manifestazioni dove viene richiesta la loro presenza con l’allestimento di uno spazio lettura a misura di bambino. Racconti in erba rappresenta nel migliore dei modi il cuore dello statuto dell’associazione, che ha come scopo quello di allargare gli orizzonti dell’immaginazione dei bambini e delle bambine, così come quelli di educatori, insegnanti e genitori stessi affinché sappiano trovare altri luoghi e altri modi per stimolare nei bambini la creatività, l’immaginazione, la naturale curiosità e, soprattutto, la capacità di comprendere se stessi e il mondo.

Racconti in erba is the initiative that the City of Macerata has dedicated to the children of the city. The Giardini Diaz became a space decidedly

picturesque: on fresh grass many picnic baskets full of books for children, large blankets and pillows, to read outdoors with family and friends. The association was born

in Macerata in order to devote all children, even to the youngest, and all those who take care of their growth, cultural and artistic initiatives of strong emotional impact.

BARMUSIC 171


Lo stile Varnelli conquista i locali romani di Fabio Renzetti

I

prodotti Varnelli si affermano sempre di più a Roma, lungo le vie della capitale nei deliziosi locali che fanno da scenografia ad una delle città più belle del mondo. Una selezione di ambienti di primissima scelta in cui è possibile gustare queste eccellenze marchigiane. Il Bistrot The Library, vicino Piazza Navona, propone piatti tipici in un ambiente accogliente e affascinante. Prodotti freschi e qualità degli ingredienti per un pasto da terminare con Amaro Sibilla e Mandarino Varnelli. Cheese and Cheers, vivace locale in zona Monteverde, organizza serate Varnelli; Maurizio, uno dei soci conosciuto con il soprannome di talebano, è l’autore del-

l’ormai noto Macerata Libre: miscela di Amaro Tonico e Coca Cola, cocktail che fa impazzire i giovani romani. La Cantina del Vecchio, prestigioso locale a Via dei Coronari, abbina arte e cucina: un gioiello di ristorante che propone la tipica cucina romana e dessert fatti in casa, ideali per essere accompagnati a fine pasto da amari completamente naturali come i prodotti Varnelli. Presso Campo dei Fiori si trova il 79’rs Cafè, luogo ideale per un caffè mattutino o un pranzo veloce, fino ai drink serali. Tra vini, cocktail e birre artigianali potrete anche assaggiare alcune bevande fatte con prodotti Varnelli, come la Mandarinha, una bevanda a base di Mandarino

Varnelli, Vodka e calce, o Sibilla Spritz, fatto da Amaro Sibilla Varnelli, vino bianco e soda. Ai Tre Scalini è un antico wine-bar in quartiere Monti la cui musica va dal jazz agli stornelli della tradizione, ad accompagnare ottimi vini italiani. Il locale ha scelto di offrire esclusivamente Amaro Sibilla ed Amaro Tonico Varnelli. Da un’antica pasticceria a Trastevere nasce invece Baylon cafè, che propone cocktail, aperitivi, gelati e caffè circondati da opere d’arte di numerose mostre lì allestite. In questo locale primeggia il Varnelli servito come Varnelli sour o Nuvolone. Bere, mangiare e vivere con impeccabile stile italiano. Con stile Varnelli.

Varnelli arrives in Rome, along the streets and inside the delicious restaurants of the city, where you will find tradition and innovation combined with Varnelli products: The Bistro Biblioteca

near Piazza Navona, Pulcino Ballerino, Cantina del Vecchio, 79’rs Café located at Campo of Fiori, Ai Tre Scalini and Baylon cafe of Trastevere. Drink, eat and live with authentic Italian style. Varnelli style.

The Library Bistrot - Vicolo della Cancelleria, 13 La Cantina del Vecchio- Via dei Coronari, 30 79’rs Café - Via del Pellegrino, 79 Ai 3 scalini - Via Panisperna, 251 Babylon Cafè - Via di San Francesco a Ripa, 151


Top Bar

Tutto il mondo Maracuja! di Donato Bevilacqua

Uno deille tante serate universitarie al Maracuja

S

imone Fabiani e suo fratello Diego gestiscono il Maracuja da ben 17 anni. Il locale, in Piazza Vittorio Veneto a Macerata (giorno di chiusura lunedì), offre alla clientela un’offerta ampia e variegata, che copre l’intero arco della giornata. Dalla prima colazione con caffè, cappuccini, paste e cornetti, fino ai pranzi in cui poter scegliere tra i primi sfiziosi, la ricca panineria, le insalatone, bresaole e piatti stagionali. Da non perdere anche il momento dell’aperitivo e il dopo cena, con il locale che rimane aperto

fino alle 2 di notte, proponendo musica ben 4 volte a settimana da settembre a metà luglio. Assolutamente da assaggiare i cocktail e i long drink, e da non perdere le serate universitarie il mercoledì e il giovedì, in cui viene allestito un bar esterno e dove i cicchetti la fanno da padrone: la specialità è il Kamikaze (prerogativa assoluta del Maracuja) con vodka, fragola e alcol, o menta, sambuca e alcol. Ben distribuito lo spazio tra interno ed esterno, con ben 32 posti in sala e 40 sotto il portico della piazza. Il locale dà an-

che la possibilità di aperitivi di laurea, feste e compleanni, e offre servizi di catering e aperitivi. Oltre ai due titolari al Maracuja lavorano altri 4 dipendenti e la mamma di Simone e Diego, per servire con qualità e professionalità soprattutto impiegati, studenti universitari e turisti nel periodo estivo. L’interno è dotato di aria condizionata e negli spazi del bar è possibile vedere le partite del campionato italiano di calcio e della Champion’s League grazie a Mediaset Premium, e usufruire del servizio comunale di wi-fi libero.

Simone Fabiani and his brother Diego run the Maracuja from 17 years. The club, at Piazza Vittorio

Veneto in Macerata (closed Mondays), offers customers a wide and varied choice, covering the entire day: lunches,

apetizers and then cocktails and long drinks after dinner, as well as university nights and music evenings until 2am.

BARMUSIC 173


EVENTI RISTORAZIONE E CATERING

VENERDI Degustazione DOMENICA Pranzo Tradizionale

Si organizzano feste, aperitivi, cene, banchetti e cene aziendali via G. Matteotti, 26 62014 Petriolo (MC) Tel. 0733.550273 - 3205611578 - 3401919788 (chiuso il MartedĂŹ)


MI RITORNI IN MENTE LE OMBRE Rodolfo Pugnali – tastiere Lamberto Lapponi – chitarra e voce Cesare Tallè – basso e voce Marzio Barbaresi – chitarra Giammario Domizzi – chitarra Mario Mariani – batteria

G

li anni ‘60 sono stati anni di rottura tra la generazione dei padri e quella dei padri e nonni. Quelle generazioni, insomma, che hanno subito guerre, fame e stenti, ma che hanno costruito, lavorato senza chiedere, senza diritti, rispet-

tando le regole. Quella dei sessanta è stata una generazione privilegiata, arriva il benessere di cui hanno goduto tutti e arrivano le trasgressioni. I gruppi provinciali in questo clima si sentivano importanti, e con la loro musica esprimevano il dissenso.

GLI APACHES Luciano Capparucci – chitarra solista Francesco Prenna – sax Paolo Lausdei – chitarra accom.to e voce Lucio Lausdei – batteria e voce Luciano Lausdei – basso e voce

U

n gruppo che ha cominciato a suonare in un locale di Chiesa Nuova. Proprio lì reclutavano belle ragazze, amiche e amiche delle amiche, in modo da assicurarsi già un

folto pubblico. Tutti ragazzi che comunque negli anni hanno preso parte anche ad altre formazioni, prima di arrivare alla riuscita finale. Nella loro musica il beat, il rock e il jazz rock.

BARMUSIC 175


Pub Birreria - 18.30 - 02.00 vicolo ferrari 12, Macerata, IT. 0733 262950 Chiuso il lunedì

L’origine del nome café spunto trova spunto daleggenda una leggenda scozzese, quella del blacksmith priest, un sacerdote fabbro, L’origine del nome Faber Faber café trova da una scozzese, quella del blacksmith priest, un sacerdote fabbro, cheche sullasulla sua sua sigillava incudine l’amore sigillavaeterno l’amore eterno diclandestini, amanti clandestini, a cui leefamiglie e la società impedivano di Una sposarsi. Una leggenda afincudine di amanti a cui le famiglie la società impedivano di sposarsi. leggenda affascinante, fascinante, romantica, lontana tempo eche nella che si è all’identità fusa e modellata all’identità fortemente innovativa locale. romantica, lontana nel tempo e nellanel geografia, si ègeografia, fusa e modellata fortemente innovativa del locale. Rimastadel l’incudine, Rimastaèl’incudine, il blacksmith stato tradotto in faber (da così faberdiferris) connotandosi così diemblematici altri significati altrettanto il blacksmith stato tradotto in faber (daè faber ferris) connotandosi altri significati altrettanto dell’identità delemblelocale: matici dell’identità del locale: ingegno, artigianato, creatività,… Universi semantici che raccontano la vera essenza di faber café: ingegno, artigianato, creatività,… Universi semantici che raccontano la vera essenza di faber café: una fucina di contaminazioni culturali, una fucina di contaminazioni culturali, sociali e gustative, dove le leggende celtiche, i sidri di frutta, le pozioni di malto e lupsocialipolo e gustative, dove le leggende i sidri di frutta, pozioni diitaliana malto eche luppolo si incontrano con l’attuale tradizione birraria, sia si incontrano con l’attualeceltiche, tradizione birraria, sia le artigianale internazionale. Un’officina di “ozio e cultura”, dove artigianale italiana internazionale. Un’officinail di “ozio etalento, cultura”,artistico, dove giovani artisti trovano posto per esprimere il proprio giovani artisti che trovano posto per esprimere proprio musicale, teatrale. Dove potersi rifugiare nella letturatalento, di un artistico, musicale, potersi rifugiare nella Dove letturadare di un giornale di un libro destinato aldimensione bookcrossing. dare vita da ad pouna giornale o di teatrale. un libro Dove destinato al bookcrossing. vita ad unao nuova e partecipativa del Dove divertimento, nuovameriggio e partecipativa dimensione delundivertimento, da pomeriggio fino a tarda sera. Non bar,questo non un pub, non semplice fino a tarda sera. Non bar, non un pub, non una semplice caffetteria. Per un tutto e molto altrouna ancora Fabercaffetteè café. ria. Per tutto questo e molto altro ancora Faber è café.


Spaceman di Fabio Gabrielli

N

el sempre più ampio panorama delle birre artigianali italiane, il birrificio Brewfist, che si trova nel Lodigiano, si contraddistingue tra tanti per la qualità delle birre e la costanza di risultati. Dal 2010, anno di nascita del birrificio, la squadra porta avanti il suo obiettivo “More beer more people” e attraverso la costante ricerca di nuovi ingredienti, nuove tecniche e nuove idee, crea dei capolavori come la Spaceman. Non nascondo che questa Ipa molto ben fatta, amara senza mai essere aggressiva, è tra le mie preferite. Andiamo a scoprire il perché attraverso la sua analisi. Analisi della birra: Stile: India Pale Ale, stile tipico del Regno Unito caratterizzato dal particolare amaro dovuto all’abbondante uso di luppoli. La nascita risale alla colonizzazione: la birra veniva prodotta in Inghilterra per essere poi consegnata con le navi in India e l’unico conservante conosciuto all’epoca, che permettesse di non far rovinare la birra durante un così lungo tragitto, era il luppolo che veniva aggiunto appunto in quantità elevate. Servizio: Il bicchiere più adatto è la classica pinta inglese, la giusta temperatura di servizio per scoprirne tutte le note aromatiche è tra gli 8 e i 10°C. Esame visivo: birra di color arancio opalescente con una schiuma molto persistente, dai toni ocra, fine e cremosa. Esame olfattivo: emergono profumi di agrumi come pompelmo e mandarino, leggeri sentori di aghi di pino e di frutta tropicale. Esame gustativo: in bocca rivela un corpo medio, con una consistenza watery che la rende molto beverina, la carbonatazione è piuttosto elevata. La prima sensazione è di malto ma il palato è subito dopo invaso da un bell’amaro dove convivono note di scorza d’agrumi e “resinose”; molto secca, nasconde in modo molto pericoloso il contenuto alcolico (7%) ed è caratterizzata da una facile beva. La conclusione è coerente: lascia un lungo retrogusto amaro e fruttato, ricco di scorza d’agrumi (lime e pompelmo).

Abbiniamo la birra: La Spaceman si accompagna bene con antipasti di verdure, affettati e salumi, pasta o risotto con carne o verdure, secondi di carne rossa, formaggi semistagionati e stagionati. Suggerisco di farvi ispirare dalla cucina indiana e dall’uso delle spezie e del piccante e vi assicuro che farete sempre ottimi abbinamenti con questa birra. Cuciniamo con la birra: Con questa birra potete fare un ottimo manzo a cubetti marinato, servito poi con scorza di arancio grattugiata e cipollotto tagliato molto fine, un pizzico di sale e pepe. Trasformate questa birra in gelatina facendola bollire, aggiungendo zucchero e agar agar in base al risultato che più vi aggrada: sarà ottima spalmata sui formaggi o all’interno di un pan di spagna al cacao ricoperto di panna montata. Marinateci l’agnello prima di metterlo in forno, potete poi cuocerlo con la

stessa marinatura in modo da togliergli quel suo particolare odore, l’agnello acquisisce profumi e sapori unici e garantisco del risultato. Non mi resta che augurarvi buona sperimentazione. Cheers!!!

Faber Café suggests: Spaceman is an India Pale Ale beer and it has to be serve in a classic pint. Combine this beer with appetizers of vegetables, meats and sausages, pasta or risotto, red meat dishes, cheeses and semimature cheeses. I suggest you be inspired by Indian spicy cuisine as excellent pairing with this beer. With this beer you can cook a great beef, cubed, marinated and then served with grated orange peel and very fine chopped onion, a pinch of salt and pepper.Cheers!

BARMUSIC 177


Francesco, Jessica, Giuliano, Angelina e Rosa

Dove tranquillità e serenità sono di casa di Fabio Renzetti

Rosella con Noemi, una cliente affezionata

Bar Pizzeria al taglio e d’asporto Stuzzicheria Friggitoria Piatti Veloci Happy Hour


G

iuliano Castelli è nel settore del bar da ben 25 anni. Non una specifica tradizione di famiglia, ma una passione che nasce lavorando come barista, cameriere, pizzaiolo e barman. Lavori stagionali da cui prende spunto per aprire e gestire il Coffee & Pizza Castelli, a Tolentino. Inizia nel settore della ristorazione nel1986, lavorando al ristorante La Briciola. Apre poi, insieme alla sorella il Brother’s Bar a Sforzacosta di Macerata. Il Coffee & Pizza Castelli, nel quale lavorano 5 persone, offre alla clientela un servizio giornaliero a 360 gradi, un’offerta completa di prodotti dolci e salati. Dalla prima colazione con i classici caffè, paste e cappuccini (decorati con disegni particolari in stile Latte Art), fino agli sfiziosi aperitivi. Il locale è anche pizzeria-stuzzicheria, ideale per gustare un buon pasto. Da non perdere i cocktail serali. Inverno, autunno e primavera, stagioni in cui Giuliano soddisfa tutte le richieste della clientela, compresa soprattutto nella fascia tra i 25 e i 50 anni. Una clientela affezionata grazie al rapporto amichevole e familiare che il tito-

Sala degustazione

lare e i dipendenti instaurano con gli avventori, e grazie anche ai party che spesso si organizzano. Freschezza, accoglienza e solarità dalle 6 del mattino alle 2 di notte, senza giorno di chiusura, così da essere sempre presenti per ogni richiesta. Tre sale e ampio parcheggio anteriore e posteriore, senza alcun tipo di barriera architettonica. Il venerdì si organizzano serate a tema

con musica, gadgets e drinks innovativi, per dare sempre nuovi stimoli ai clienti, facendo trascorrere serate in allegria, accompagnate dagli ottimi drinks e da gente sorridente. Le prospettive per il futuro sono ottime, cercando di creare un ambiente sano e pulito, in cui la tranquillità e la serenità siano le caratteristiche essenziali per attirare sempre gente nuova.

Sala bar

Giuliano Castelli e le sue pizze

Viale Vittorio Veneto 28 - Tolentino T. 0733.968979 - Cell. 329.0291281

Giuliano Castelli is in the restaurant field from 20 years. His passion gave him the inspiration to open

and manage the Coffee & Pizza Castelli, Tolentino. The restaurant, which employs 6 people, offers clients a daily ser-

vice at 360 degrees, a full range of sweet and savory. The place is also a pizza restaurant, perfect to enjoy a good meal.

IL MAGAZINE 179


Las

e p e r e d n e r p i t a ci

! a t t a v r la cra

Accessori per l’abbigliamento uomo/donna, bigiotteria, pelletteria, oggettistica da regalo, cravatte e cravatte personalizzate , camicie e camicie su misura personalizzate, gadgets aziendali personalizzati Via M. Savini - 62029 Tolentino (MC) - Tel e fax. 0733.960007 jandjcollection@alice.it - www.jandjcollection.com


Via Parisani 44 TOLENTINO (MC) Tel. 328 7434266 bar.50@hotmail.it

SEGUICI SU


Nuovatech Snc 62010 - Montecosaro - Via G. Galilei, 63 Matteo 328.0536895 - Giovanni 328.8113485 info@nuovatech.it - www.wifi4you.it


Percorsi di arte e storia a San Ginesio di Donato Bevilacqua

IL NOSTRO TERRITORIO PROPOSTE E NUOVE SCOPERTE L’Associazione Tradizioni Sanginesine propone, per tutti i turisti e tutti coloro che abbiano voglia di scoiprire la città di San Ginesio, una serie di percorsi affascinanti tra i monumenti e gli scorci di questo bellissimo borgo.

Panoramica di San Ginesio

Porta Picena

Ospedale dei Pellegrini

Piazza A. Gentili

na formella raffigurante San Ginesio e una maschera che, grazie ad una nuova scoperta di don Giovanni Carnevale e degli storici Giovanni Scoccianti e Marco Graziosi, sarebbe invece un pezzo della tela funeraria di Pipino il Breve e sua moglie Berta. Sempre nell’ottica di queste scoperte, la chiesa Collegiata che domina la piazza di San Ginesio sarebbe la chiesa

carolingia di Saint Denis, dove sarebbero sepolti il padre e la madre di Carlo Magno. Giovanni Cardarelli ha invece scoperto oltre 50 fregi scolpiti sui capitelli della Collegiata. Da qui l’ipotesi della presenza dei Cavalieri Templari nel castello ginesino, che lo studioso analizza nel suo libro seguendo indizi di pietra e simboli scolpiti nelle strade del borgo. San Ginesio-Sangiocondo

sono invece i protagonisti del romanzo Campane a Sangiocondo di Dolores Prato, un’autrice che osservava il mondo e una delle voci più interessanti del Novecento italiano. Prato ci porta, tra le due guerre, nella vita di questo paese, scandita dal suono delle campane e dalle abitudini delle viuzze. Proprio in quelle vie Dolores Prato ha vissuto e insegnato Lettere dal 1922 al 1927.

The Association Sanginesine Traditions proposes for all tou-

rists and for all those who want to discover the city of San Ginesio, a variety

of fascinating trails among the monuments and sights of this beautiful village.

U

BARMUSIC 183


“DANZAallstylesSTAGE” 2012 di Claudia Vanni

Che cos’è

D

ANZAallstyles è un grande progetto di stage di danza, a carattere nazionale, organizzato nella città di Macerata, con il Patrocinio del Comune di Macerata, e della Provincia di Macerata, della durata di 5 giorni, dal 29 agosto al 2 settembre 2012, l’evento vanterà la collaborazione con la Fondazione Artetatro ed il Balletto di Milano, diretti da Carlo Pesta e Mvula Sungani Danza. Lo stage coinvolgerà personaggi mediatici di spicco, direttori artistici, insegnanti professionisti, scuole di danza di tutte le regioni italiane, con ragazzi dagli 8 anni in su, e tutte quelle aziende, di fama nazionale, che ruotano intorno ai giovani e sono direttamente o indirettamente legate a queste affascinanti discipline artistiche. Le lezioni si terranno presso le seguenti sedi: Teatro Lauro Rossi, Arena Sferisterio, Auditorium San Paolo . .Lo stage si concluderà in bellezza, con coreografie ed esibizioni, organizzate durante le ultime serate, nelle piazze del centro storico e con il Gran Galà finale all’Arena Sferisterio dove interverranno ospiti internazionali del mondo dello spettacolo. Finalità Lo stage ha la finalità di creare delle reali opportunità di sbocco professionale per gli aspiranti ballerini, con le modalità sotto-elencate: I docenti, invitati a partecipare, potranno selezionare talenti per ogni disciplina, premiandoli con: Frequenza gratuita allo Stage 2013 Borsa di Studio Balletto di Milano Borsa di Studio Compagnia Mvula Sungani Dove I corsi dello stage si svolgeranno nei locali messi a disposizione dalle scuole di danza, e nei teatri di Macerata. Gli eventi avranno come cornice le piazze della città. Insegnanti ed artisti DANZAallstyles Stage vedrà la partecipazione attiva di noti ed esperti insegnanti di danza.

DANZAallstyles is a national project of dance stages, organized in the town of Macerata, with the patronage of the municipality of Macerata, and the Province of Macerata, lasting five days, from August 29 to September 2,

2012. The internship is aimed at creating real opportunities for professional outlet through scholarships for aspiring dancers . The course of the internship will take place in premises provided by the dance schools, and in the theaters in Macerata.


FOLKLORE Carnevale d’Europa 1 agosto Fano (PU)

Sagra della pera angelica 1 agosto Serrungarina (PU)

Terranostra 7 agosto Apiro (MC)

Sagra del vino cotto 1 settembre Lapedona (FM)

Festa del mare 1 agosto Fano (PU)

Sagra della polenta 1 agosto Belforte Del Chienti, (MC)

Sagra gastronomica 9 agosto Monteprandone (AP)

Sagra della bruschetta 1 settembre Fermo

Festa dell’allegria 1 agosto Fabriano (AN)

Sagra della vernaccia 1 agosto Serrapetrona (MC)

Sagra del prosciutto e melone 10 agosto Castorano (AP)

Sagra della frittella 1 settembre Recanati (MC)

Festa dell’uva 1 agosto Filottrano (AN)

Sagra delle cozze 1 agosto Pedaso (PU)

Contesa del Secchio 12 agosto Sant’Elpidio a Mare (FM)

Sagra della polenta 1 settembre Apiro (MC)

Festa medievale 1 agosto Sarnano (MC)

Sagra delle frittelle 1 agosto Massignano (AP)

Cavalcata dell’Assunta 15 agosto Fermo

Sagra dell’olio d’oliva 1 settembre Cingoli (MC)

Fiera del perdono 1 agosto Massa Fermana (FM)

Sagra delle pappardelle 1 agosto Rotella (PU)

Palio di San Ginesio 15 agosto San Ginesio (MC)

Sagra dell’uva 1 settembre Arcevia (AN)

Mercatino del feudatario 1 agosto Montefelcino (PU)

Alla corte dei Mamiani 4 agosto Sant’Angelo in Lizzola (PU)

Sagra del cocomero 15 agosto Fabriano (AN)

Contesa della Margutta 2 settembre Corridonia (MC)

Mostra dell’antiquariato 1 agosto Camerino (MC)

Giostra della Quintana 4 agosto Ascoli Piceno

Templaria 16 agosto Castignano (AP)

Sagra del polentone 2 settembre Piobbico (PU)

Mostra dell’artigianato 1 agosto Porto San Giorgio (FM)

I Giorni di Azzolino 4 agosto Grottazzolina (FM)

Festa del Duca 18 agosto Urbino

Il Palio della rocca 7 settembre Serra Sant’Abbondio (PU)

Palio delle Guaite 1 agosto Ussita (MC)

Sagra dei maccheronici 4 agosto Campofilone (FM)

Cingoli 1848 19 agosto Cingoli (MC)

Festo del Tartufo Nero 8 settembre Montecopiolo (PU)

Palio storico di San Giovanni 1 agosto Porto Recanati (MC)

Sponsalia 4 agosto Acquaviva Picena (AP)

Processione delle Canestrelle 19 agosto Amandola (FM)

Festa della crescia 10 settembre Monte San Vito (AN)

Sagra del buongustaio 1 agosto Sant’Angelo in Lizzola (PU)

Contesa dello stivale 5 agosto Filottrano (AN)

Torneo della Balestra “Le Rocche” 19 agosto Cantiano (PU)

Rievocazione storica 13 settembre 2012 Spinetoli (AP)

Sagra del ciambellone 1 agosto Magliano Di Tenna (FM)

Disfida del bracciale 5 agosto Treia (MC)

Acquaviva nei carretti 22 agosto Acquaviva Picena (AP)

Festa del vino 15 settembre Ortezzano (FM)

Sagra del pesce 1 agosto Civitanova Marche (MC)

Fano dei Cesari 5 agosto Fano (PU)

Fiera degli Archi 1 settembre Ancona

Cavalcata Storica 17 settembre Castelfidardo (AN)

Sagra del Verdicchio 1 agosto Matelica (MC)

Festa del Covo 5 agosto Osimo (AN)

Incontro Brancaleoni e Ubaldini 1 settembre Piobbico (PU)

Fiera di San Settimio 23 settembre Jesi (AN)

Sagra del vino cotto 1 agosto Loro Piceno (MC)

La Giostra de le Castella 5 agosto Caldarola (MC)

Rievocazione dell’epoca imperiale 1 settembre Matelica (MC)

Fiera dell’uva 28 settembre Cerreto D’Esi (AN)

Sagra della frutta 1 agosto Montefiore dell’Aso (PU)

Festa del grano 6 agosto Ripatransone (AP)

Sagra del fagiolo 1 settembre Frontino (PU)

Palio del grappolo d’oro 29 settembre Potenza Picena (MC)

BARMUSIC 185


I magici colori dell’arcobaleno di Giorgio Pecchia

Natalina e Raffaele (i patron storici dell’Arcobaleno) tra le figlie Lorenza e Stefania

L

’arcobaleno, per la maggior parte delle persone, è quel meraviglioso disco di colori che si manifesta in cielo dopo un temporale estivo. Invece per molti residenti della Provincia di Macerata e delle zone limitrofe, Arcobaleno è il nome della discoteca più longeva. Essa, sotto la gestione di Natalina e Raffaele, insieme alle figlie Lorenza e Stefania, ha fatto ballare e divertire intere generazioni. Ha origine grazie alla geniale intuizione dei coniugi Bettucci, che capirono, nel lontano 1960, che il ballo sarebbe stato il divertimento più concreto ed il più popolare degli anni a venire. Il successo fu a dir poco strepitoso, tanto da portare a Sforzacosta (dove si trovava la discoteca)

centinaia di persone ogni sabato e ogni domenica. Dalla fine degli anni ‘70, dopo il rimodernamento del locale, diventò la prima discoteca della regione ad avere la cabina del disk jockey posizionata sotto il livello del pavimento, che si elevava all’inizio della serata. I migliori artisti e le orchestre più famose hanno dato al locale un lustro sempre maggiore negli anni. Artisti come Scialpi, Edoardo Vianello, Don Backy, Claudio Villa, Dik Dik, Equipe 84, Patty Pravo, i Nomadi, Fausto Leali, Umberto Tozzi, Fred Bongusto...tutti sono passati per questo locale. Nell’ambiente è risaputo l’accordo che l’Arcobaleno aveva con l’agenzia Rivetti di Civitanova, per cui i migliori cantanti del

Festival di Sanremo, compresi i vincitori, suonavano poi a Sforzacosta. Ancora vivi nei ricordi di chi ha vissuto quegli anni i veglioni del sabato sera e le giornate della domenica, con i ragazzi che arrivavano con la famosa linea 10 degli autobus, o con il treno, per ballare fino alla chiusura delle 20, e poi aspettare la riapertura delle 21.30 e scatenarsi con il divertimento fino all’una di notte. Hanno collaborato con la gestione i migliori PR della zona, fra i quali i fratelli Renzetti e l’indimenticabile Nazzareno Luchetti. Ancora oggi, nonostante gli anni che passano e la crisi che ci attanaglia, Natalina e Raffaele continuano a far divertire e ballare molti degli amanti del liscio e del latino-americano.


La main room disco

Sala da ballo

For many residents of the Province of Macerata and the surrounding area, Rainbow is the name of the longest running nightclub. Under the management of Raffa-

ele and Natalina, together with their daughters Lorenza and Stephanie, this disco club has entertained the generations, since 1960. The best artists and finest orchestras have

Ingresso dell’Arcobaleno

performed in the club over the years. Even today, despite the passing years and the crisis that surrounds us, Raffaele and Natalina continue to entertain many lovers of dancing.

BARMUSIC 187


Angelo Casagrande long live rock’n’roll di Yuki Potenza

F

iglio d’arte, il padre Pietro, fu tra i soci fondatori della “Racchia”, la famosa e divertente banda di Sarnano che ha utilizzato una sorta di domesticità nella composizione dei suoi buffi strumenti musicali... una grattugia gigante, due rumorosi scolapasta metallici, forbiciotti enormi! Angelo è veloce e scattante, silenzioso (quando non suona e canta) e sempre sorridente. Se non è in tournée in giro per l’Europa, puoi rintracciarlo di not-

te seguendo i suoni nel borgo mentre improvvisa dei concertini tra amici o lo puoi incontrare di prima mattina con buffi sandali da frate, pantaloncini corti, capelli neri con qualche ciuffo immancabilmente fuori posto..., che vaga – sempre sorridente – per il paese a fare shopping o due passi. Ottimo vocalist è oggi in felice unione musicale con Stefano Luchetti. Immediata la sensazione di una magica intesa tra loro così che il loro duo rock crei momenti di piacevo-

le interesse e relax tra amici. Ha suonato con: Ian Paice, Don Airey, (Deep Purple),Ron, Mietta, Spagna, Mines, Gang, Riccardo Fogli, Tiziana Rivale, Gipsy Kings, Luisa Corna, Valentina Giovagnini, Molteni,Annalisa Minetti, Lighea, Peppino Di Capri, Michele Pecora,Mortimer mc Grave. Violoncellista fondatore degli Ogam, gruppo storico della world music europea,con il quale è in  tour in Germania, Francia, Spagna,Polonia,Russia,Ungheria.

DISCOGRAFIA

Discografia: A step behind                  (singolo)  Downtown No more pain                  (singolo)  Graphico E cantava le canzoni       (singolo) Artisti vari Li ma to                          (album)   Ogam Il regno della sibilla        (album) Ogam Celtamente                      (album)  Mortimer mc grave All’attacco                      (album)  Mortimer mc grave Entr’acte                         (album)  Duarte Sei songs                         (album)  G. Borsella Nel tempo e oltre            (album)  Gang Corpo di guerra              (album)  Artisti vari Suoni dal centro              (album)  Artisti vari The boxer & the boozer  (album) Dannie Damien No hits                            (album) Mines Il divertimento cosmico  (album) Mines

Angelo Casagrande 30/05/1965 Started singin’ at the age of four, never stop : ) my sister teach me up with first two guitar chords and that was the be-

CURRICULUM

Corista per Mediaset e La7. Bassista e cantante dei Celebration (disco 70’ 80’ )  in Italia e all’estero. E’ compositore per la Rai (Geo&Geo) e per il teatro. Ha partecipato al Festival di Sanremo, Festivalbar, I TimTour,Girofestival, Arezzo Wave, Triskell,Girovela,Festi val Interceltique de Lorient(Francia), “Mtv Live” (Ungheria). In veste di compositore, arrangiatore e musicista è attualmente all’opera  con  Synchronicity, Spring trio, Mines, Glam Bow, P&U.

ginning.. After that i started playin’ drums, guitar, piano, bass and cello, one by one, i was fascinating by all these different sounds. Later i got my degree and i

started bass studies. After so many years and many experiences in different styles of music, i’m actually working as a freelance bass/cello player and vocalist


Misano avara per Daniel Mancinelli CAEM: 17° Trofeo Scarfiotti CABI GOMME: il tempo passa, come le mode... Quel che resta è il giusto pneumatico

I

l Magazine è vicino allo sport marchigiano, soprattutto ai motori e alle competizioni che di questa categoria fanno parte. In questa rubrica abbiamo scelto di seguire attentamente le prestazioni sportive di alcune giovani promesse che gareggiano nelle piste nazionali nelle maggiori competizioni

di categoria. Vittorie, sconfitte, sogni, speranze e progetti di questi futuri campioni. Inoltre un occhio al settore delle auto d’epoca e alla tradizione, per avere una visione ampia degli eventi nel nostro territorio. Insomma uno spazio per tutti gli appassionati e per chi crede nelle potenzialità dei giovani.

In this section Il Magazine havs chosen to follow the sport performances of some young promises of our region who compete in national races in the major competitions.

BARMUSIC 189


il tempo passa, come le mode. , quel che resta e il giusto pneumatico !

CABI GOMME

CENTRO ASSISTENZA PNEUMATICI - CENTRO REVISIONI

Tolentino (MC) - tel. 0733.968204 cabigomme@tiscali.it - www.cabigomme.com


Il 17° Trofeo Scarfiotti a Maurizio Aiolfi Di Piacenza Add. stampa Luca Muscolini

Aiolfi Fiat Osca 1500 coupe e Aiolfi vincitore Scarfiotti 2012

5

7 anni, piacentino, taciturno. Maurizio Aiolfi, del Circolo piacentino auto d’epoca, ha messo in fila i 40 avversari che hanno dato vita, il quarto weekend di giugno, alla 17^ edizione del Trofeo Lodovico Scarfiotti, una delle accreditate 4 prove del Centro Italia incluse nel Super Trofeo Gino Munaron, a ricordo del grande pilota torinese scomparso il 22 novembre 2009. A bordo di una Fiat Osca 1.500 Coupè del ’60, Aiolfi non è incappato negli errori che hanno di volta in volta tarpato le ali ai suoi quotati avversari, riuscendo alla fine a prevalere con buon margine su Antonio D’Antinone, il quale a sua volta ha preceduto di un’inezia Claudio Bavie-

ra (nav. Maria Teresa Bramanti). Fra gli equipaggi tutti al femminile successo delle cugine Carla e Francesca Carnevali di Montecassiano, su Fiat 1600 Osca del 1965. Splendido lo scenario marchigiano ammirato durante il percorso disegnato dal presidente del Caem, Pietro Caglini, il quale nel corso della due giorni con il Recina Hotel quartiere generale, ha condotto la folta truppa proveniente dalle località più lontane d’Italia (c’era anche un equipaggio svizzero) ad attraversare i centri di Villa Potenza, Montecassiano, Appignano, Chiesanuova, Troviggiano, Cingoli, San Severino Marche, Pollenza (suggestive le prove cronometrate in notturna), Corridonia, Petriolo, Mo-

gliano, Urbisaglia, Piediripa, Macerata e di nuovo Villa Potenza. Una competizione di circa 200 chilometri con 54 prove speciali ma anche con piacevoli digressioni culturali e culinarie. A partire dall’arte dei vasai di Appignano, per proseguire con le bellezze dei teatri Feronia di San Severino e Verdi di Pollenza, il Museo pollentino della Vespa dell’ex bomber della Maceratese Marco Romiti, la sala consiliare del Comune settempedano e le squisitezze della cantina urbisalviense La Muròla. Senza tralasciare il sociale, dato che – fatto non trascurabile - il Caem ha omaggiato le sezioni dei volontari della Croce rossa di Cingoli e di San Severino di due defibrillatori portatili.

It was held the 17th edition of Lodovico Scarfiotti Trophy, one of the four tests of the Super Trophy Gino Munaron,

in memory of the great pilot from Turin died on November 22, 2009. Maurizio Aiolfi won aboard his Fiat Osca 1.500 Coupè ’60, followed

by Antonio D’Antinone and Claudio Baviera. Among female crews were successful Carla and Francesca Carnevali from Montecassiano.

BARMUSIC 191


www.foxinvestigazioni.net

800-127.949

Numero Verde

Tel. 0733.784125 347.1562529


Misano avara per Daniel Mancinelli a cura dell’Ufficio Stampa Daniel Mancinelli

Daniel Mancinelli a Misano

I

l portacolori del Team MIK Corse by Centro Porsche Padova nelle prove ufficiali di sabato era stato autore del quarto tempo (1’39.777), un risultato che poneva buone premesse specialmente per la prima corsa. In gara invece dopo un’ottima partenza, che aveva permesso a Mancinelli di recuperare due posizioni nel corso del sesto giro, è arrivato un inaspettato ritiro in seguito ad un problema tecnico al propulsore e al tamponamento subito

da Matteo Malucelli. Un vero peccato, perchè fino a quel momento c’erano tutti i presupposti per cogliere un risultato di rilievo. Nella seconda corsa il pilota marchigiano pur partendo dal fondo è riuscito comunque a risalire con autorità fino alla sesta posizione finale. In classifica, temporaneamente sub-judice per effetto di alcuni appelli pendenti, Mancinelli è ora quarto con 47 punti,a 38 lunghezze da leader. “Il weekend di Misano mi ha lasciato un

po’ di amaro in bocca, non tanto per il risultato quanto per alcuni episodi che potevano essere evitati. Come si è visto in gara la competitività non è però mai mancata e una parentesi poco favorevole è da mettere in conto nell’arco di una stagione. Sia io che la squadra siamo comunque più motivati che mai e pronti a tornare alla vittoria già in Austria”. La Porsche Carrera Cup Italia tornerà in pista il prossimo 5 Agosto sul Red Bull Ring (Austria).

During the race after an excellent start, which had allowed Mancinelli to recover two positions during the sixth round, came an unexpected

withdrawal following a technical problem with the engine and rear-end collision suffered by Matteo Malucelli. In the standings, temporarily sub-judice due to

several pending appeal, Mancinelli is now fourth with 47 points. The Porsche Carrera Cup Italy will be back ready on track next August 5 at Red Bull Ring (Austria).

BARMUSIC 193


Abbi fede!


200 modelli a tua scelta.

Via Dante 176 - 62010 Morrovalle (MC) - T. 0733.86597 - F. 0733.865989 oromarche@libero.it - www.doralombardigioielli.it



music_31