Page 1

TUTTO QUANTO FA SPETTACOLO !

EQUIPE: GIORGIO BISTOSINI


Via Dante, 176 - 62010 Morrovalle(MC) 0733.865974 Fax 0733.865989 - email: oromarche@libero.it

Un grande giorno da ricordare... ..la mia prima Comunione!

Ritiriamo il tuo oro in permuta o in acquisto alla quotazione del giorno


Sommario

Editoriale

6 – Passione, gusto e professionalità a servizio del cliente 8 – Programmazione Concerti 11 – Musicultura 14 – Super Summer Games 17 – Eventi Nazionali 19 – Il grande Signore della Musica 20 – Immersi in un sogno fra eleganza e raffinatezza 23 – Fashion & Co 27 – Marke Metal 29 – Una sibilla al Fritto Misto 2011: Varnelli protagonista 31 – Folklore 32 – Bartist: Giano studio d’arte 33 – Bartist: Marco Castorio 35 – Mi ritorni in mente 37 – Una domenica in musica 38 – Barman Story: Pasticceria Ciarlantini 41 – Bands on stage 43 – Con gli occhi di un bambino 44 – Pagine d’autore 45 – Ciak si gira 46 – Oriana Grandi Eventi: un lavoro che regala emozioni 47 – Speciale “Marche Estate” 48 – L’Abat nel settore turistico balneare 49 – Soluzione spiagge a Porto Recanati 51 – Classica ma non troppo 52 – MACS: formazione base per un futuro da protagonista 54 – Fuori onda 55 – Calcio a 5 57 – Speciale “Marche in pista” 58 – Automobile Club Macerata: eletto il nuovo presidente 59 – Daniel Mancinelli: una prima volta speciale 61 – Storia e tecnologia Massetani 62 – Fabrizio Del Brutto: nuovi importanti risultati 63 – CAEM: arriva il trofeo Scarfiotti 64 – Barrio latino

C

ari lettori,

ancora una volta siamo convinti di presentarvi un giornale di qualità, unico per il suo genere. Abbiamo cercato, anche in questo numero, di unire il percorso di ricerca e di presentazione delle migliori eccellenze regionali ad una vetrina ricca di eventi e curiosità che potranno esservi utili nei prossimi mesi. In questo senso vanno sottolineate le presenze dei varie amministrazioni comunali che hanno avuto il piacere e la voglia di appoggiare il nostro progetto e di essere presenti nelle nostre pagine. Ma va in questa direzione anche la collaborazione con Marche Estate, con l’obiettivo di fornirvi una piccola guida da tenere in considerazione verso i mesi estivi. In tutto questo non smettete di consultare le date degli eventi nazionali, le rubriche che dedichiamo al cinema, alla poesia e al mondo dei libri, nonchè il meglio dei teatri e della musica. Donato Bevilacqua

Dear readers, Once again we believe we present quality journal, unique in its kind. We have tried to join the path of research and presentation of the best regional excellence, into a showcase full of events and curiosities. In this sense we must underline the presence of several Municipalities that have had the pleasure and the desire to support our project and to be in our pages Another great collaboration is with Marche Estate journal, with the aim to provide a small summer guide of our coast. As always national events, cinema, poetry and the world of books, as well as the best theater and live music. foto a pag. 27 di Alessandro Mariani foto a pag. 37 di Henry Ruggeri

Per inserzioni ne IL Magazine / Barmusic telefona al numero 333.3916482 o manda una mail a: commerciale@lemiemarche.it

Le Mie Marche Soc. Coop - Unci Presidente Francesco D’Ulizia - Via Lorenzoni, 18 - 62100 Macerata (MC) info 333.3916482 | www.lemiemarche.it | commerciale@lemiemarche.it |


Passione, gusto e professionalità a servizio del cliente

diFabio Renzetti

LO “SBANDAVAPORI” È UN RISTORANTE IN CUI SI DEGUSTA APPIENO OGNI ODORE E SAPORE, SIA NEL GUSTO CHE NELL’ABBONDANZA. CIRCONDATI DA UN CLIMA FAMILIARE CHE FARÀ SENTIRE COME A CASA, I CLIENTI NON VENGONO DIMENTICATI, E I LORO PALATI VENGONO ANZI RICORDATI PER SODDISFARE SEMPRE OGNI ESIGENZA.

SELF - SERVICE

Via Sbrozzola, 26 - Osimo (AN) T 071.7819849 www.sbandavapori.it

L

Simona e Marino - Titolari

a storia dello “Sbandavapori” di Osimo merita davvero di essere raccontata, cominciando dal nome. Sbandavapori era infatti il soprannome dato dagli anconetani ad un facchino dalla forza sconvolgente che si trovò a salvare una persona caduta in acqua vicino al molo. Il ristorante è situato all’interno del Parco Commerciale “Cargopier 2” e il titolare nonché Chef Exutive Marino Pasqualini, coltiva sin da piccolo la passione per la cucina, e da 30 anni opera nel settore della ristorazione, con 3 locali da ricordare: la polenteria-rosticceria “Shangrillà” nell’87, il ristorante-pizzeria “Gulliver”, aperto nell’89, e il ristorante di pesce “Il Nautilus” nel 2001. Un successo di pubblico e di critica che lo porta, nel 2009, ad aprire lo “Sbandavapori”, affiancato dalla bella e brava Simona, che è al servizio diretto con il cliente valorizzando l’operato di Marino con un servizio altamente professionale, anche grazie all’ottimo staff (Gianluca, Sing, Alessandro, Iolanda, Alessandro, e altri ragazzi che si alternano nel corso della


settimana). La grande capacità culinaria di Marino nasce anche grazie alla collaborazione con il Cordon Bleu Lucio Capannari (del ristorante “Villa Sorriso” di Senigallia), e dalla bella esperienza all’Hotel Emilia di Portonovo. Nel tempo, poi, Marino affina la sua cucina tipica del territorio, quasi storica, che si mescola a ricette personali studiate da Marino. Una cucina da cui emerge la grande qualità delle materie prime stagionali della filiera corta, e della quale i piatti forti sono il brodetto all’anconetana, stoccafisso con patate, carbonara di mare, vincisgrasso alla marinara, vongole in potacchio e spaghetti al nero di seppia. Un locale comodo, informale e genuino, con una cucina, e due sale (un self e un ristorante), un servizio bar con colazioni mattutine e una gelateria artigianale di prossima apertura. Prossimamente, poi, aprirà una sala esterna accattivante da cui sarà possibile godere di una vista serale panoramica di Camerano. Così il locale soddisfa le

esigenze di coloro che vogliono pranzi veloci ma di qualità, con piatti particolari che, a pranzo, raramente vengono proposti nei self ma che sono più adatti alla classica e ricercata ristorazione, pur mantenendo prezzi competitivi. A cena, poi, si lavora alla carta, menù anche sfruttabile per pranzi di lavoro. Grande passione e professionalità, unite alla ricerca nella cucina e all’organizzazione meticolosa, all’ordine e alla pulizia. Lo “Sbandavapori” dispone anche di un ampio parcheggio e, cosa da sottolineare, ha abbattuto ogni barriera architettonica in favore dei disabili. Da segnalare anche alcune simpatiche serate a tema che, oltre al periodo natalizio e alla cena della vigilia, propongono menù particolari per il “pesce d’aprile” e per “San Martino”, e cene stuzzicanti con pescato di alto mare e Mareggiate di ottobre. La strada futura è segnata, proseguire nell’alta qualità del servizio e dei prodotti, variando costantemente menù e proposte.

“Sbandavapori” is a restaurant within the Commercial Park “Cargopier 2” in Osimo. Marino Pasqualini’s its owner and chef. 30 years of commercial and critical success led him to open “Sbandavapori” in 2009, flanked by the beautiful and talented Simona and by a highly professional service, thanks to the excellent staff. Over time Marino’s refined his cuisine which is traditional but also mixed with personal recipes. He always chooses high quality seasonal materials, of short chain to create his tipical dishes as soup “all’anconetana”, cod with potatoes, seafood carbonara and more. Two rooms are availiable(self-service and restaurant) as well as bar service and homemade ice cream shop opening soon. Soon, then, it will open an outdoor lounge where you can enjoy a panoramic night view of Camerino. There’s a big parking and facilities suitable for disabled.

BARMUSIC 


MAGGIO

PROGRAMMAZIONE CONCERTI

13 maggio

STARTODAY

Boomker - Fano 14 maggio

BILLY BRAGG

Contro Canto - Ancona

Startoday

18 maggio

MESSER CHUPS

Funhouse Tatto Club - Castelfidardo 19 maggio

PINO SCOTTO

Bad Bull - Cupra Marittima 20 maggio

Reverb

JAVIER GIROTTO

Palafolli - Ascoli Piceno 21 maggio REVERB

La Base - Osimo 22 maggio

GORAN BREGOVIC

Poiesis - Fabriano 26 maggio

Guido Maria Grillo

GUIDO MARIA GRILLO

Le Boudoir - Senigallia 28 maggio TODIO

MotoClub - Mogliano

Todio


4 giugno

GEMBOY

Mamamia - Senigallia 10 giugno

Molini Summer Fest - Fermo 15 giugno

IOSONOUNCANE La Grande Tribù

Artica Festival - Recanati 16 giugno ZEUS

Artica Festival - Recanati 17 giugno

LA GRANDE TRIBU’

Piazza Stamira - Ancona 18 giugno Pitch

PITCH

Artica Festival - Recanati 19 giugno ESDEM

Artica Festival - Recanati 21 giugno LE ROSE

Artica Festival - Recanati Anna Calvi

22 giugno

ANNA CALVI

Spilla - Ancona

GIUGNO

LE BOLLICINE

24 giugno

BANCALE

Artica Festival - Recanati 26 giugno KIPPLE

Artica Festival - Recanati Kipple

BARMUSIC 


PR OFESSIONALS

Civitanova M. - Corso Garibaldi, 131 - Tel: 0733.772997 Porto S. Elpidio - Viale Trieste, 219 - Tel: 0734.074210

jooshair.it


MUSICULTURA di Giuliano Rossetti

«PROTESTAR CANTANDO», «RICORDAR CANTANDO», «BRUNO LAUZI, QUESTO PICCOLO GRANDE UOMO», «QUELLI ERAN GIORNI» SONO LE NUOVE PRODUZIONI, FIRMATE MUSICULTURA

D

opo «Protestar Cantando», «Ricordar Cantando», ora arriva una nuova produzione di Musicultura «Bruno Lauzi, Questo Piccolo Grande Uomo», ed è in cantiere «Quelli eran giorni». Il patron Cesanelli quindi oltre al «Musicultura Festival», al «Musicultura tour» e «Lunaria» sta aggiungendo nuove produzioni. “Protestar cantando” è una focalizzazione sui movimenti studenteschi e sugli eventi del 1968. “Ricordar Cantando” si presenta come un suggestivo viaggio tra

le canzoni dell’immediato dopoguerra fino al rock degli anni ’60. “Bruno Lauzi, questo piccolo grande uomo” è un ritratto di un grande cantautore, interprete, autore, componente storico della scuola genovese. “Quelli eran giorni” propone un effervescente ricordare di quel periodo che va sotto il nome di: gli incredibili emozionanti irripetibili anni 60. La Compagnia Musicultura è composta da: Piero Cesanelli (chitarra e voce), Adriano Taborro (chitarre, violino e mandolino), Paolo Galassi (basso,

chitarre, mandolino, slide guitar, armonica e voce), Riccardo Andrenacci (percussioni), El Chopas (chitarra e voce), Marumba (tastiere),Ezio nannipieri, Valentina Guardabassi, Elisa Ridolfi, Giulia Mattutini, Francesco Caprari, Alessandra Rogante (voce), Giulia Poeta e Maurizio Marchegiani, Piero Piccioni e Fulvia Zampa (narratori) Andrea Pompei video e immagini, regia e arrangiamenti Piero Cesanelli

Ezio Nannipieri e Piero Cesanelli

BARMUSIC 11


SUPER SUMMER GAMES:

cresce l’attesa per il Tour in spiaggia più famoso d’Italia

di Nico Virgili

UN GRANDE PALCO ED UN VILLAGE ALLESTITI IN SPIAGGIA, UN CARICO DI MUSICA, ARTE E SPETTACOLO, SCENOGRAFIE MOZZAFIATO ED UN VASTISSIMO SEGUITO DI PUBBLICO; PRENDETE QUESTI INGREDIENTI, AGGIUNGETE TANTA ENERGIA, BUONI SENTIMENTI E VOGLIA DI STARE ASSIEME… ED ECCO A VOI I “SUPER SUMMER GAMES” IL TOUR IN SPIAGGIA DI MAGGIOR SUCCESSO D’ITALIA.

I

deati nel 1997 da Nico Virgili, questi eventi di nuova generazione riscossero da subito un successo fuori del comune e la loro notorietà a livello nazionale si diffuse ben presto. L’organizzazione di alta professionalità, all’avanguardia, la sapiente direzione artistica e la cura dei dettagli sono considerati solo come una parziale spiegazione dell’incredibile seguito che si è generato attorno ai “Super Summer Games”, tanto da essere presi a modello da esperti di comunicazione ed addirittura essere divenuti oggetto di tesi di laurea. Così nasce la nuova rubrica a cura di Nico Virgili-l’ideatore dei “Super Summer Games”Un filo diretto con l’evento in Tour più famoso d’Italia! Noi di IL MAGAZINE siamo lieti di annunciarvi la nascita di questa rubrica a firma

di Nico Virgili, noto ideatore di questi eventi. Nico Virgili, anche noto come cantante Rap/Dance, scrittore, ed ideatore di eventi del tutto originali, ci parlerà del “Super Summer Games” e non solo, racconterà di volta in volta delle chicche sui personaggi, curiosità ed aneddoti occorsi negli anni, riflessioni sui giovani che in migliaia affollano gli eventi, sui motivi che spingono a cercare di creare sempre nuovo luoghi e momenti di incontro, di interscambio di idee ed energie, di festa. Uno spazio nel quale poter rispondere ai tanti appassionati che vorrebbero saperne sui “Super Summer”, sugli eventi passati, su quelli futuri o sui loro artisti preferiti. Un nuovo punto di incontro (su carta) dove poter approfondire e tenersi in contatto con il mondo “Super Summer Games”.

A large stage and a village set up on the beach, a load of music, art and entertainment, breathtaking scenery and a huge

people following, take these ingredients, add a lot of energy, good feelings and a desire to be together...thisi is “Super SummerGames”


Il village di giorno

D

Mediaset e di trasmissioni Televisive Nazionali, si tratta della realizzazione di spettacolari show creati in mare, quali ad esempio “Il ballo in mare più grande del mondo” “Il Girotondo in mare di oltre mezzo km di diametro” “le scritte umane giganti in mare RAI ed Italia 1” “Lo show a tema Blues Brothers (dove

uno dei Blues Brothers era un prete)”. Negli anni è andato via via crescendo l’impegno sociale della manifestazione, la sensibilizzazione ai temi inerenti la salvaguardia del pianeta, il rispetto ambientale, le energie rinnovabili e ad un approccio positivo al mondo di domani.

musicali. Già dal pomeriggio sul grande palco dei Super Summer, i coinvolgenti Speakers ed Animatori si alternano ai Musicisti ai Cantanti ai Rappers ed ai DJs. A dire il vero la formula del Super Summer è più di un semplice concerto, forse è più appropriato definirla un vero

evento molto spettacolare e di grande coinvolgimento. Infatti sono numerosi gli interventi, i contributi artistici, le performances musicali, le interviste agli artisti che, sapientemente commissionati, creano un grande Show molto dinamico, accattivante e coinvolgente.

er la terza stagione “SUPER SUMMER GAMES” è stato confermato come format TV del canale musicasle del bouquet di SKYMATCH MUSIC canale 716. La nota emittente televisiva con sede a Milano racconterà, con servizi ed interviste, la

preparazione e le varie tappe dell’intero Tour, facendo vedere i back stage e le curiosità dell’evento, ed andando ad incontrare i protagonisti dei Super Summer Games e rivolgendo loro le domande fatte pervenire in redazione dagli appassionati. Noi della redazione

di Bar.it vi terremo aggiornati anche nei prossimi numeri sui “Super Summer Games”, e per coloro che volessero maggiori info sul Tour, il sito ufficiale è www.supersummer.it la mail: info@ piperchannel.it.

Acoording with Nico Virgili, also known as rapper/ Dance, writer, and events manager, original backgrounds, we will talk about the “Super Summer Games” Away to reply to the many fans who would like to know about the “Super Summer”, on past events, future performance or about their favorite artists.

During the day, the village comes to life with the creation of entertainment such as quizzes and games with people. Spectacular games suchas “The dance world’s largest sea””The Wandering into the sea of more than half a mile diameter, “human giant lettering at sea”The show theme Blues Brothers.

Live shows are the most important events of the Super Summer Games. Thanks to its musical setting, is one of the few events that truly is able to satisfy the most varied musical tastes. Super simmer games has its space almost on Tv and expecilally on Sky 716. Back stages, info and curiosity with all the people af the staff.

urante il giorno il village prende vita con la realizzazione di intrattenimenti quali quiz e giochi con il pubblico, spesso vengono realizzati avvenimenti del tutto originali che hanno richiamato più volte l’attenzione dei principali TG RAI e

Il grande concerto

I

l Concerto è la caratteristica più nota dei Super Summer Games e rappresenta una kermesse musicale collaudatissima che, grazie alla sua impostazione musicale, è una delle rarissime manifestazioni che riesce davvero ad accontentare i più variegati gusti

E’ anche un programma TV

P

BARMUSIC 15


Quando

piacere e

qualità

prendono

forma

Via Dante, 172 Trodica di Morrovalle (MC) Tel. 0733 866912

RINFRESCHI PER OGNI EVENTO E SALA A DISPOSIZIONE PER COMPLEANNI E FESTE DI LAUREA


3 Maggio PalaBam - Mantova 5 Maggio Mediolanum Forum - Milano 6 Maggio Fiera Brixia Expo Brescia 7 Maggio Nelson Mandela Forum Firenze 10 Maggio Palasport di Pordenone - Pordenone 12 Maggio Palaolimpico Isozaki - Torino 14 Maggio Palasport di Cuneo - Cuneo 17 Maggio Vaillant Palace - Genova 21 Maggio Grande Teatro - Padova

SHAKIRA

6 Maggio PalaRavizza - Pavia 13 Maggio Trezzano Sull’Adda (MI) 14 Maggio Palacover - Villafranca Di Verona (VR) 26 Maggio Vaillant Palace - Genova

JOVANOTTI

14 Maggio Palamaggio - Castel Morrone (CE) 16 Maggio PalaEvangelisti - Perugia 18 Maggio Futurshow Station - Bologna 20 - 21 Maggio Arena di Verona - Verona 24 Maggio PalaVerde - Villorba (TV) 25 Maggio Palaonda - Bolzano 27-28-29 Maggio Nelson Mandela Forum - Firenze 31 Maggio Adriatic Arena - Pesaro 2 Giugno Vaillant Palace - Genova 4 Giugno Palaolimpico Isozaki - Torino

CAPAREZZA

3 giugno Stadio della Vittoria - Bari 11 giugno Heineken Jammin’Festival - Mestre 16 - 17 - 21 - 22 giugno Stadio San Siro, Milano 26 giugno Stadio San Filippo, Messina

MAX PEZZALI

GIANNA NANNINI VASCO ROSSI

EVENTI NAZIONALI

02 Maggio Futurshow Arena - Bologna 03 Maggio Mediolanum Forum - Milano

7 - 8 Maggio PalaBam - Mantova 10-11-13-14 Maggio Mediolanum Forum - Milano 18-19 Maggio Palaolimpico Isozaki - Torino 21-22 Maggio Palarossini - Ancona 24 Maggio Fiera Brixia Expo - Brescia 26 Maggio Palacassa - Parma


Mauro Blues: il grande signore della musica

di Donato Bevilacqua

IL TEMPO PASSA MA L’ABILITÀ E LA PASSIONE DI MAURO CAPRARI RESTANO INTATTE. COSÌ COME RESTA INTATTA LA SUA ABILITÀ NELL’ARRIVARE DRITTO AL CUORE DELLA GENTE. QUELLA GENTE CHE LO SEGUE DA ANNI, QUANDO SUONA UNO STRUMENTO, NELLE SERATE DA DISK JOKEY O NELL’INTIMITÀ DI UN PIANO BAR

Copertina di un suo cd

N

Batterista - dagli anni 60

onostante Mauro Blues suoni da trent’anni, il suo pubblico in Italia è tra i più giovani che ci siano. Una frase che qualcuno disse ad una festa, qualche tempo fa. Quelle feste in cui le persone prendevano addirittura l’aereo per vedere e sentire il Grande Signore della musica. Perchè Mauro Caprari ha la musica nel sangue, e considera il suo lavoro come una missione. Il primo sogno realizzato a dodici anni, quando con una batteria inizia quel lungo percorso che poi, negli anni ‘70, l’ha portato ad accompagnare con la sua professionalità e bravura ad accompagnare i più grandi della musica leggera. Una formazione che è il risultato ti tanti stimoli diversi: suonare uno strumento, usare i piatti, fare un programma nella prima radio libera della zona, leggere avidamente i giornali musicali, essere permeato da un suono, da una notizia, una novità. Gli anni sono passati ma la passione resta intatta, e gli anni ‘80 sono stati quelli delle animazioni e delle serate da Disk Jokey, vivendo al massimo le serate della riviera adriatica

e della Sardegna. “A me piace vedere la gente, stare insieme a loro e farli divertire. Io credo che un Dj Animatore non debba mai imporsi, è per questo motivo che non sono mai stato un Disk Jokey di tendenza. Per me l’importante è divertirmi e far divertire”. Questo è il lavoro di Mauro Blues, passione pura e momenti in cui la gente vuole divertirsi, per ballare e ridere, come se fosse sempre l’ultima notte dell’anno. Facce sorridenti che oggi Mauro ritrova nelle serate di piano bar negli alberghi, ricreando quel clima intimo che arriva dritto al cuore, e guardando ben dritte negli occhi quelle facce e quelle persone che lo hanno accompagnato in tutti questi anni. Cambiano le mode, i personaggi, gli anni passano, ma i vinili di Mauro Blues, la sua musica e la sua passione restano. Così come restano tutti i suoi linguaggi musicali, che siano piano bar, strumenti o animazione, che senza escludersi a vicenda si mescolano per fare la fortuna del Grande Signore della musica.

The background noise that surrounds his home in the heart of the old town of Macerata in a palace of ‘600. As a country gentleman of another era just may be dedicated to the collection of objects from the past, ranging from ‘500 to modern art - “Every object tells a history that has survived.” (He says sarcastically). When it is Mauro Caprari host

of the hottest clubs, Mauro Blues, dj is the symbol of the renaissance of the dance floor, the abbiarno met after a performance before an audience ranging from 18 to 40 years. If a star of reality show where I go in the clubs I spin, the public’s would pull me to the gin and tonic .. These stars are just allowed me laugh! See you soon!

BARMUSIC 19


LOCALI TOP

Immersi in un sogno fra eleganza e raffinatezza

di Paolo Cardinali

ESSENTIA È UN LOCALE A 360 GRADI, CHE PROPONE EVENTI E OFFERTE IN OGNI PERIODO DELL’ANNO. BUONA CUCINA, ATMOSFERE DA SOGNO PER DISCOTECA E WINE-BAR, E UN’OTTIMA SCELTA DI VINI PER ALLIETARE OGNI VOSTRO MOMENTO ESSENTIA Enoteca - Ristorante - Musica e Divertimento Via Carducci,19/23 - Chiaravalle(AN) Tel. 071 94126 - www.enotecaessentia.it

“UNA LOCATION MOZZAFIATO, CHE VI VEDRÀ IMMERSI IN ATMOSFERE QUASI SURREALI PER VIVERE AL MASSIMO OGNI MOMENTO. DIVERSI AMBIENTI ALL’INTERNO DEL LOCALE IN CUI POTRETE SCEGLIERE COME SODDISFARE LE ESIGENZE DELLE VOSTRE SERATE”


R

istorante e discoteca, enoteca, wine e music bar. Tutto questo è Essentia, un posto unico sotto ogni punto di vista. Una location mozzafiato, che vi vedrà immersi in atmosfere quasi surreali per vivere al massimo ogni momento. Diversi ambienti all’interno del locale in cui potrete scegliere come soddisfare le esigenze delle vostre serate. L’area riservata al ristorante spicca per l’intimità che può offrire, unita alla raffinatezza e all’eleganza che sono il punto forte dell’Essentia. Fra i tavoli in cui vengo-

no curati anche i minimi particolari vi sono angoli in cui potersi accomodare su comodi divanetti con luce soffusa. Un clima appartato che si ritrova anche nel bazar, dove l’atmosfera quasi esotica continua ad essere protagonista. Il ristorante propone una cucina delicata, in perfetto stile Essentia, sobrio ma di effetto. La carta dei vini e dei distillati è di alta qualità, con moltissime etichette provenienti da ogni parte del mondo e che il sommelier (Roberto), sarà lieto di consigliarvi. Una buona selezione di vini italiani (dai più conosciuti a quelli

più interessanti per il rapporto qualità/ prezzo), e i grandi vini francesi, australiani e californiani. I distillati vanno dai rum ai Calvados, dai Cognac ai Whisky fino alle grappe. Tutta la carta è disponibile anche alla mescita. Avvicinandoci alla stagione estiva, poi, ripartono i grandi eventi che il locale propone anche in questo periodo dell’anno. Un posto da sogno per ogni stagione e per ogni esigenza, immersi nel massimo dell’eleganza e in un’atmosfera quasi surreale. La vera essenzia dello stile a portata di mano.

Restaurant, disco, wine bar and music bar: this is Essentia. A breathtaking location, in wich you will be immersed in a surreal world. Among the tables there are corners

with delicious sofa into soft light. You can define exotic the secluded atmosphere that take place into the bazar. The cuisine offered by the restaurant is fine, simple and effective.

A good selection of high quality wines all served by great sommelier Roberto. A dream place for every season and every needs, the true essence of style at your fingertips.

MUSIC 21


Sartoria

PAOLOROSSI UOMO - CERIMONIA

www.noncetrippapergatti.it VENDITA DIRETTA Via Giovanni Di Vittorio, 9 60024 Filottrano (AN) T. 071.7223503 www.lucapaolorossi.it

Luca Paolorossi Sartoria


FASHION & CO.

a cura di B.B.

NOZZE REALI? NON OCCORRE ESSERE NOBILI, PUÒ AVERLE CHIUNQUE. FORNIREMO ALCUNI PICCOLI SPUNTI DA CUI PARTIRE...

fashionandco@lemiemarche.it

Dear readers, in view of these seasons, typically dedicated to the celebration of marriages, I should give space to this event. I’m not going to talk about William and Kate, but inevitably we will draw some inspiration from them. Fashions of the moment may be misleading for the wedding dress. In fact Grace Kelly and Kate Middleton are among the most elegant brides. The secret is a timeless dress. And it’s the same for makeup which follows trends, but for that event is always recommended a light make up, to give natural light to features. Unless the husband has full uniform, I would recommend the obvious choice: a dark suit, more suitable if gray or blue. Don’t get married in white! Pay attention to the shoes, totally abolished python ones or similar.Obviously outfit and colors may change for both, also depending by the type of function, but these points could be a reference. Don’t overlook details. The most important thing is to organize without neglecting essential aspects, such as drawing up a program of beauty, to get in shape and comfortable for the marriage. The attention to detail it is also for guests. The only suggestion I can give is to not overdo it. For the rest I say yes to “fascinators”!

Royal wedding?! C

are lettrici e cari lettori, in vista delle calde stagioni in arrivo, tipicamente dedicate alla celebrazione dei matrimoni, riteniamo opportuno dare spazio a questo avvenimento ricorrente. In questa sede non parleremo di William e Kate, anche se, per ogni rubrica di moda che si rispetti, inevitabilmente trarremo alcuni spunti dall’ “evento del secolo”. Quando si parla di matrimonio reale non necessariamente ci si riferisce ad un’unione fra nobili, perché con i giusti accorgimenti qualsiasi matrimonio può diventare tale. Inizieremo, dunque, con alcuni suggerimenti per la sposa: in casi come questi l’abito fa il monaco, quindi i primi must da seguire sono: finezza ed eleganza. Le mode del momento, in questa particolare occasione, possono risultare fuorvianti. Non a caso Grace Kelly ed ora anche la Middleton sono annoverate tra le spose reali più eleganti: abiti senza tempo, questo è il segreto. Per non rischiare, se non altro, di sfogliare i mitici album di nozze, dopo qualche anno, con rammarico per la scelta improbabile! Ci riferiamo, ad esempio, agli abiti da sposa con spalline oltremisura di gran moda negli anni ‘80, oppure a quelli con minigonne a dir poco imbarazzanti che invece spopolavano a fine ‘90! Indubbiamente è questione di gusti, ma bisogna ammettere che rivedendoli ora non destano lo stesso entusiasmo di un tempo. Stesso discorso vale per il make up: eyeliner, mascara, ombretto e phard variano d’intensità e/o colore adattandosi a mode e stagioni, mentre in questi casi è sempre e comunque consigliato un trucco leggero per dare luce e naturalezza ai lineamenti. Se indispensabile, si può sempre ripiegare sul cambio d’abito durante il ricevimento, per poter dare

libero sfogo ad un look più eccentrico! Per quanto riguarda lo sposo, a meno che non disponga di alta uniforme, consiglieremmo la scelta più ovvia: abito scuro, più adatto se grigio o blu. L’importante è non cedere alla tentazione di sposarsi in bianco! Eventualmente spetta alla sposa. Prestate attenzione alle calzature: sono assolutamente abolite quelle pitonate (e simili), e in genere inadatte anche quelle in vernice. Ovviamente poi la mise e il colore possono variare per entrambi, anche in base al tipo di funzione (religiosa o civile), ma queste piccole accortezze sono un punto di riferimento per tutti. In generale non trascurate i dettagli, perché fanno la differenza e si rivelano sempre essenziali. Non è necessario un vero e proprio tema per il gran giorno, ma creare un filo conduttore cromatico tra allestimento della location, addobbi, torta e bouquet, ad esempio, può rendere l’atmosfera speciale. E’ consigliabile organizzare tutto con un buon margine di anticipo, senza trascurare essenziali aspetti, come stilare un programma di bellezza, per arrivare in forma e a proprio agio al matrimonio. La cura dei dettagli spetta anche agli invitati. Logicamente l’outfit è molto soggettivo, e rispecchia personalità e creatività di ciascuno. L’unico suggerimento è quello di non esagerare, indipendentemente dal tipo di rito a cui si è chiamati ad assistere. Se si vuole optare per un abito con un generoso décolléte, perché aggiungere anche una gonna troppo corta? Per il resto, sì ai “fascinators”! Per gli amanti del genere sono perfetti in queste occasioni. Certo, a tutto c’è un limite. Perciò, quando si tratta di enormi, scomode sculture, riteniamo si debbano lasciare alle cugine dei reali britannici! 

BARMUSIC 23


RistorArte alla “Corte sul Lago” di Cingoli:

dal 15 maggio al 30 giugno la pittura di Sergio Cartechini di Luigi Bruno

P

C

er questa edizione “RistorArte” si sposta dalla costa lasciando uno dei migliori ristoranti di pesce della regione (Il Gabbiano di Civitanova Marche) per approdare nel bel mezzo delle verdi colline marchigiane, al ristorante “La Corte sul lago” di Cingoli. Ubicato nella deliziosa frazione di Moscosi, il locale si affaccia sul lago di Castreccioni, offrendo allo sguardo dei suoi visitatori pura arte naturale con le splendide vedute del lago del lago stesso e, dal lato opposto, del Monte San Vicino, tanto che basterebbe incorniciare le larghe vetrate della sala per aver già così una galleria d’arte. L’arte proposta dalla famiglia Bolletta-Piccinini non si ferma però solamente a questo, esaltandosi in cucina con le ottime proposte legate al territorio. Ecco così serviti nelle tavole dei fortunati avventori tagliatelle, gnocchi, calzoni (rigorosamente fatti a mano) conditi con sughi ai funghi, al tartufo (proveniente dalla tartufaia dell’azienda), sugo di papera. Poi cinghiale, capretto, gamberetti e pesce di lago, e su ordinazione anche pesce di mare freschissimo (arrivare al mercato ittico di Civitanova è sufficiente un’ora), cucinato sapientemente. In mezzo a queste bellezze paesaggistiche e a quest’arte culinaria, dal 15 maggio al 30 giugno sarà inserita l’arte proposta da uno dei più rappresentativi artisti marchigiani, Sergio Cartechini, pittore ed incisore protagonista di innumerevoli e fortunate esposizioni a livello nazionale, capace di affrontare con abilità e coerenza per decenni temi legati alla tradizione locale, al mondo della pesca e della campagna marchigiana.

artechini ha frequentato la scuola d’arte di Macerata avvalendosi dell’ insegnamento di due noti artisti: il pittore Guglielmo Ciarlantini e lo scultore Sesto Amerigo Lucchetti. E’ comunque un fervore quasi da autodidatta che lo ha portato ad alimentare la sua passione per l’arte e la sua ricerca pittorica. Dalla fine degli anni 60 ha partecipato con successo a molteplici mostre soprattutto sul territorio nazionale, collezionando premi e riconoscimenti prestigiosi, come la medaglia d’oro al premio nazionale di pittura di Pescara e al concorso “Fortezza vecchia di Livorno”, il 1° posto assoluto alla rassegna di grafica di Torino, e il premio alla Biennale dell’umorismo di Tolentino. Le sue opere sono inoltre presenti in collezioni pubbliche e private un pò in tutto il mondo (Argentina, America, Russia, Sud Africa etc.). Cartechini è stato per tutta la sua vita un vivace sperimentatore e ha usato per primo in Italia (negli anni 70), con risultati sorprendenti, la tecnica dell’adigrafia, cioè l’incisione su materiale sintetico (l’adigraf), utilizzato fino a quel tempo solo per scopi didattici. I sorprendenti risultati ottenuti però hanno destato l’interesse della critica specializzata, tanto che Cartechini è stato definito dal critico Nello Biondi (che ha curato una sua bellissima monografia) uno degli incisori contemporanei più innovativi, e una sua incisione dal titolo “Pescatore” gli ha permesso, nel 1973, di vincere la prestigiosa rassegna nazionale di grafica di Torino nella quale erano presenti i maggiori incisori dll’epoca

For this edition, “RistorArte” moves from the to land in the middle of the green hills of the Marches, at the restaurant “La Corte sul Lago”. Here it is served on the tables of lucky diners tagliatelle, gnocchi, trousers (made ​​by hand) served with mushroom sauce, truffle (truffle from the company), duck sauce. Then boar, goat, shrimp and fish from the lake, and also to order the freshest seafood (fish market to get to Civitanova just one hour), expertly cooked.

Cartechini attended art school in Macerata taking advantage of ‘teaching of two famous artists: the painter Guglielmo Ciarlantini and sculptor Sesto . Since the late 60’s has successfully participated in many exhibitions, especially in Italy, collecting prestigious awards, such as the gold medal at the national price of Pescara and painting at the “old fortress of Livorno, 1st place Absolute exhibition of graphics in Turin, and the prize at the “Biennale of humor Tolentino”.

Giardino esterno

Sala ristorante La Corte sul lago

Gamberi di fiume

Tagliatelle ai funghi

ALESSANDRO Cell. 340.6126691 GIAMPIERO Cell. 340.3010707

Via Marconi, 2 - Corridonia (MC)


Il Calzolaio - Sergio Cartechini

Fontana - Sergio Cartechini

Le lavandaie - Sergio Cartechini

Scorcio di montagna - Sergio Cartechini

Il pittore - Sergio Cartechini

Il paesello - Sergio Cartechini

Grigliata di carne

Gnocchi alla papera

RISTORANTE

Loc. Moscosi, 35 Cingoli (MC) t.0733/612913 0733/612067


COL

T O SL

LE

V

AR IO

V Dal lun al ven dalle 14.00 alle 01.00

A

L

Macerata Via Ungaretti, 84/86 zona Collevario sopra supermercato SMA

200 mt. climatizzati servizio bar postazioni poker on-line slot di ultima generazione ampi parcheggi scommesse sportive Gratta e Vinci Sky su mega schermo

E Sabato e Domenica dalle 10 alle 02.00


I

l Progetto Marke Hard ‘n’ Heavy sta proseguendo molto bene, con un’attività costante delle band Live e di tutti i ragazzi che dietro le quinte lavorano per organizzare, diffondere e dare più spazio possibile per la raccolta fondi. Il 26 Marzo Al Boulevard di Misano Adriatico c’è stata un’altra Hard ‘n’ Heavy Night dove si sono esibiti Centvrion , Todio e Deliverance , anche nell’occasione le band hanno aiutato moltissimo con grande impegno hanno fatto un grande Live conquistando anche il pubblico Romagnolo. Prossimamente il 22 Maggio a Montecosaro con il Patrocinio del Comune e della Proloco si svolgerà un altro live stavolta chiamato Sunday Marke Hard’n’Heavy infatti il concerto si terra ne pomeriggio dalle 15.00 in poi con l’appoggio di anche forniti stand gastronomici, per creare una situazione domenicale più festiva e positiva possibile, le band che si esibiranno sono Sybilla e Sun King già tra le band promotori del progetto e altre band che stanno entrando per aiutare questa iniziativa benefica , la quale di giorno in giorno aumenta il numero delle adesioni e dei ragazzi che vogliono sostenerla con le loro esibizioni Live, in questa occasione le band sono: Red Max, Hellcrows e Black Holes . Prossimo appuntamento seguirà sarà a Luglio con la seconda edizione del Marke Hardn’n’Heavy Fest che si svolgerà il sabato 9 e domenica 10 (località da confermare a breve) , che si svolgerà appunto in 2 giorni con ospiti illustri ; infatti stanno per confermare la loro presenza due grandi band nazionali che però confermeremo nel prossimo aggiornamento! Nell’Occasione del Festival è in programma di presentare un DVD raccolta che si stà realizzando e che conterrà molto materiale tra cui video delle band partecipanti al progetto e non solo, più interviste esclusive, speciali back stage e gallerie fotografiche inedite! Vi aspettiamo dunque a tutti i Live per divertirvi e suon di Hard’n’Heavy Music e allo stesso tempo per sostenere questa importante iniziativa Benefica !! Come sempre “ DIO “ Rules \m/. On March 26 another Hard ‘n’ Heavy Night took place on Boulevard rock pub in Misano Adriatico performing Centvrion, Todio and Deliverance. Coming May 22 in Montecosaro according with Proloco will take place another live named “ Sunday Marke Hard’n’Heavy. Food beer in a Sunday with two great bands like Sybilla and Sun King supported by another local bands: Red Max, Hellcrows and Black Holes. Next important meeting instead in July with the second edition of Marke Hard ‘n’ Heavy Fest, Two days of pure rock and metal with the presence of two great national special guest ( surprice! ). On the festival will be presented a DVD collection of exclusive material , photo, backstages of the bands of the Mrake hard ‘n’ Heavy project. As always “GOD” Rules \ m /. 

Marke Hard’n’Heavy aggiornamento Maggio 2011 di Sergio Ciccoli

Deliverance - Boulevard Misano Adriatico - foto by Alessandro Mariani

Todio - Boulevard Misano Adriatico - foto by Alessandro Mariani

Centurion - Boulevard Misano Adriatico - foto by Alessandro Mariani

BARMUSIC 27


PAPEROPOLANDIA PARCO GIOCHI 0/12 ANNI INTERNET PER BAMBINI BABY PARKING LUDOTECA SALA GIOCHI AIUTO COMPITI

GLI ADULTI ENTRANO GRATIS GIOCHI A NORMA - I BAMBINI GIOCANO CON CALZINI ANTISCIVOLO - LOCALE CLIMATIZZATO E DOTATO DI TRATTAMENTO DELL’ARIA

e anch o m sia cebook su fa SALAGIOCHI - APERTA ANCHE A CENA - SALA INTERNET

SALAGIOCHI PIZZA AL TAGLIO AL PIATTO E DA ASPORTO APERTA ANCHE A CENA

VIALE EUROPA,1 MONTECOSARO dietro Eurospin info e prenotazioni TEL: 0733.564717 - paperopolandia2010@libero.it chiuso il lunedi


La Sibilla Appenninica a “ FRITTO MISTO 2011”

di Fabio Renzetti

IL MITO E LA TRADIZIONE DEL TERRITORIO, OBIETTIVI PRIMARI DELLA MANIFESTAZIONE FRITTO MISTO ALL’ITALIANA CHE È ORMAI DIVENTATA UN PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL MONDO DELL’ENOGASTRONOMIA E PER GLI AMANTI DI QUESTA REGIONE.

G

rande successo anche quest’anno ad Ascoli Piceno per Fritto Misto, un evento ormai diventato un classico nel mondo dell’enogastronomia e della valorizzazione delle eccellenze regionali. A cavallo fra aprile e maggio la rassegna dedicata alla frittura ha fatto ancora una volta registrare il tutto esaurito. Organizzata da Tuber Communications e Sedicieventi, con il patrocinio del Comune e delle Provincia di Ascoli Piceno e della Regione Marche e con la collaborazione delle numerose associazioni di categoria del territorio, Fritto Misto si propone come obiettivo proprio la ricerca del tipico di qualità e la valorizzazione della frittura, così da sfatare tutti quei pregiudizi che la vogliono tecnica di cottura da evitare. Proprio i grandi obiettivi raggiunti negli ultimi anni hanno convinto l’organizzazione a ripetere l’evento in cui cuochi italiani e stranieri si esibiscono

nelle loro specialità di fritti regionali, fianco a fianco, a sottolineare che la cucina è senza confini. Percorsi gustosi attraverso cui scoprire l’Italia e il mondo. Una grande attrazione che ben si integra in più ampi progetti di marketing del territorio. Varie le aziende sponsor che hanno presentato i propri prodotti: tra esse la Distilleria Varnelli, un’eccellenza del territorio marchigiano che ha contribuito ad esaltare la tradizione mettendo in mostra ed offrendo in degustazione tutta la sua gamma tra cui abbiamo notato l’Amaro Sibilla, la cui etichetta riporta la famosa Sibilla Appenninica di Adolfo De Carolis, presente anche nel Palazzo del Governo di Ascoli Piceno. Il Mito della Sibilla Appenninica, la cui grotta si trova ai piedi del Monte Sibilla, è uno dei miti più importanti e collega il nostro territorio ad una rete italiana ed europea di miti nati intorno alla Sibilla.

Great success also this year for the event that has become a classic in the world of cuisine and regional excellence. Into Varnelli stands “cremini” was prepeared for the occasion with the Amaro Sibilla unique taste. He ‘s back, as every year, the show named “Fritto Misto” in Ascoli Piceno. Italian and fo-

reign chefs have realized their specialties side by side, just to underline the no boundaries of kitchen. Ways of tasty fried through which people can explore Italy and the whole world.  Varnelli was here with its stand and particulary with his Amaro Sibilla. The reason is that food has to be accompanied by a healtly drinking culture Excellence.

“L’AMARO SIBILLA, LA CUI ETICHETTA RIPORTA LA FAMOSA SIBILLA APPENNINICA DI ADOLFO DE CAROLIS, PRESENTE ANCHE NEL PALAZZO DEL GOVERNO DI ASCOLI PICENO”.

BARMUSIC 29


to! n o m a r t l a a b l Dall’a

Lungomare nord - Via IV Novembre, 78 CIVITANOVA MARCHE (MC) Tel. 0733.772149

Corso Umberto 1, 118A Civitanova Marche (MC) info: 333.9256308


FOLKLORE Sagra della Bruschetta dal 05 al 09 Consalvi - Macerata (MC) La piazza del gusto dal 07 al 08 Cantiano (PU)

MAGGIO

I Tesori in Piazza 8 maggio Civitanova Marche (MC) Fano Yacht Festival Dal 12 al 15 Fano (PU)

Corsa alla spada - Camerino (MC)

Mercatino del Glorioso 05 giugno San Severino Marche (MC)

Rievocazione storica Dal 13 15 Portonovo (AN)

Sagra della lumaca 11 giugno Cagli (PU)

La Corsa alla Spada Dal 13 al 22 Camerino (MC) Cartacanta 18-21 maggio Civitanova Marche (MC)

Sagra della cozza dal 18 al 20 Monte San Vito

Festa del pane - Maiolo (PU)

Mercatino Ant. Artistico 22 Maggio Civitanova Marche (MC)

Sagrana dal 24 al 26 Barchi (PU) Festa del pane 25-26 Maiolo (PU)

Fiera della pesca Dal 27 al 29 Civitanova Marche (MC)

Festa della trebbiatura 25-26 Monte Roberto (AN)

Palio dei Castelli Dal 28 al 12 giugno San Severino Marche (MC) Civitanova tra le rose 29 Maggio Civitanova Marche (MC)

Sagra del pesce 01 giugno Porto Recanati (MC)

GIUGNO

Festa del vino 01 giugno Pergola (PU)

La salsiccia n’ti canton dal 26 al 27 Castelvecchio (PS) Fano Yacht Festival

www.scimarche.it Il Primo Portale Umbro - Marchigiano per gli Appassionati di Sci e SnowBoard


Gianfranco Maiorano: visioni dell’inconscio di Andrea Ercoli

GIANO NASCE A ROMA NEL 1953, LA SUA PASSIONE PER L’ARTE SI MANIFESTA GIÀ NELL’ETÀ PRESCOLARE E QUESTA SUA INNATA CAPACITÀ LO INDUCE AD INTRAPRENDERE STUDI ARTISTICI CHE VERSO LA METÀ DEGLI ANNI ‘70 SI CONCLUDONO CON IL DIPLOMA IN SCENOGRAFIA.

G

Gianfranco Maiorano

li inizi della sua carriera artistica sono caratterizzati da una continua e instancabile ricerca stilistica ma sempre in ambito figurativo ed orientata soprattutto al paesaggio. In questi anni studia attentamente i grandi paesaggisti francesi e inglesi del 1700-1800, Corot, Turner, Constable e Millet. pittori di scuola romantica ma soprattutto dello straordinario realismo romantico che nell’osservazione penetrante dei particolari crea un’armonia tonale dei valori plastici. Maturando col tempo una maggiore esperienza nelle tecniche pittoriche, Giano si avvicina allo studio dei Macchiaioli italiani che hanno uno stile meno accademico e fortemente antitetico al Romanticismo dove l’immagine del vero viene esaltata notevolmente dalla tecnica dei contrasti chiaroscurali all’interno del dipinto. Ma il maestro si appassiona soprattutto dello stile di Giovanni Fattori, Silvestro Lega e Telemaco Signorini, forse i più grandi esponenti del movimento artistico dei Macchiaioli ed è da essi che inizia a configurarsi il suo stile

più maturo, anche se le tematiche dei suoi lavori sono rigorosamente legate al paesaggio dei boschi che descrivono le luci, i colori della natura selvaggia ed incontaminata. Da qualche anno, Giano, nella continua ricerca e sperimentazione di materiali nuovi ed inusitati, inizia ad usare le resine e le colle che grazie alla loro corposità conferiscono ai dipinti un aspetto più materico, quasi tridimensionale enfatizzando così la profondità prospettica. Diceva Renoir, “Nel dipingere è difficile capire qual è il momento in cui l’imitazione della natura deve fermarsi. Un quadro non è un processo verbale. Quando si tratta di un paesaggio, amo quei quadri che mi fanno venir voglia di entrarci per andarvi a spasso.”, un aforisma che diventerà il leitmotiv della pittura di Giano. La tecnica, che il maestro cerca continuamente di perfezionare, non è però fine a se stessa, ma collegata strettamente alla ricerca di stati emozionali dove la luce diventa la vera protagonista esaltando i valori armonici e cromatici che evocano generalmente il ricordo di

momenti già vissuti procurando in chi guarda queste opere uno stato di serenità meditativa affine, come emozione ma non come tecnica, ai quadri del grandissimo pittore romantico Caspar David Friedrich permeati di misticismo estetico. Sono ormai undici anni che il maestro Giano ha deciso di trasferirsi definitivamente dal clamore della città natia a Visso, uno splendido borgo medievale situato nell’Appennino umbromarchigiano, sede del Parco Nazionale dei Monti Sibillini dove questo artista prende continuamente spunto per la realizzazione dei suoi quadri, è qui che ha ritrovato gli scenari ideali costituiti da boschi naturali, da praterie di alta collina, da laghetti e ruscelli cristallini, soggetti che il maestro ritrae senza implicazioni simboliche o mentali ma puramente emozionali, è con il cuore che, secondo Giano, un quadro deve essere visto, perché il cuore è la sede dei nostri sentimenti, perché quando abbiamo un’emozione è il cuore che batte non il cervello anche se fisiologicamente non è così.

Giano’s early career is characterized by a continuous style search, always in the figurative and landscape painting. Giano is especially captured by the style of Giovanni Fattori, Silvestro Lega and Telemaco Signorini, perhaps the greatest exponents of the artistic movement of Macchiaioli. So the themes of his works are strictly linked to the

landscape of forests that reflect the lights, the colors of natural beauty. For several years, Giano, research and experiment new materials; he begins to use resins and adhesives that make his paintings more material, emphasizing the depth of almost three-dimensional perspective From eleven years the teacher Giano decided to move permanently

to Visso , a beautiful medieval town situated in the Apennines , and also the seat of the Sibillini National Park. Into thsi park Giano’s has found the ideal scenarios of natural forests, grasslands of high hills, lakes and crystal rivers that the teacher shows into no symbolic implications, but purely into emotional paintings.


Tutte le facce dell’arte: Marco Castorio e le sue opere

di Donato Bevilacqua

MARCO CASTORIO È NATO IL 6 GIUGNO DEL 1990 E IL SUO CURRICULUM È GIÀ DI TUTTO RISPETTO. NELL’ANNO 2008/2009 HA CONSEGUITO IL DIPLOMA DI MATURITÀ PRESSO L’ISTITUTO STATALE D’ARTE DI MACERATA CON INDIRIZZO IN ARTE DEI METALLI E DELL’OREFICERIA. Marco Castorio vive e lavora a Corridonia (MC) ina Via Castello,19 Tel: 0733.431117

H

a già partecipato a varie mostre e collettive d’arte, ottenendo importanti riconoscimenti. Nel 2005 ha realizzato un murales patrocinato dal comune presso la Villa Fermani di Corridonia, con conseguente articolo su “Il Resto del Carlino”. Nel 2007 altro murales presso il Bar Spreca a Trodica di Morrovalle, partecipazione all’Extempore di pittura a Montecassiano (con attestato di partecipazione) e alla Collettiva d’arte a Serrapetrona. Nello stesso anno ha conseguito il premio per artisti giovani alla Collettiva di opere in esposizione ad Agugliano. Il 2009 è stato un anno molto ricco, con l’attestato di partecipazione alla 5° edizione extempore “Agugliano e i suoi borghi”, il 5° posto all’extempore di pittura “premio Cantagallo” a Pollenza e l’altro attestato di partecipazione alla 6° edizione del concorso d’arte sacra promosso dal Centro d’arte e cultura “la Tavolozza” di P.S. Elpidio. Sempre nel 2009, al Premio Internazionale d’arte S. Crispino ha ricevuto una medaglia dal Presidente della Repubblica (premio catalogato nel sito www.latavolozzamarche.com) Ha partecipato poi al secondo Concorso nazionale d’arte moderna Città di Treia e ha realizzato un murales nel bar “Caffè x Caso” di Villa Potenza. Il 2010 si apre con il 3° posto al medesimo concorso nella città

di Treia, e con il premio di rappresentanza (sempre catalogato nel sito www. latavolozzamarche.com) alla 12° edizione del Premio Internazionale d’arte S. Crispino a Villa Barucchello di P.S. Elpidio. Ha partecipato, nell’ambito di “UrbisagliArte” al 2° concorso di pittura “lasciatemi divertire”. Per la 6° edizione di “Agugliano e i suoi borghi” si è classificato secondo al premio scultura realizzando, con la tecnica della fusione a cera persa, un Colier in argento 9.25 con pietra preziosa incastonata. Ha poi esposto agli Antichi Forni di Macerata un’opera a tema “autoritratto”, inserita nel catalogo. La rivista Bar.it Magazine gli ha dedicato un articolo con relative foto dell’opera. Il 2011 si è aperto con l’esposizione, sempre agli Antichi Forni, di un’opera a tema “il segno d’inizio” con relativa presenza nel catalogo. In occasione della settimana “Pausa didattica” ha tenuto un corso di murales presso il Liceo Artistico di Macerata tra gennaio e febbraio. Grande successo poi per i murales realizzati presso il negozio di abbigliamento e articoli da skate “Style”, di Andrea Marilungo, in Via della Pace 27 a Tolentino. Le foto sono state realizzate da Isabella Bernacchini. Dal 26 marzo al 10 aprile ha partecipato al premio “Città di Porto Sant’Elpidio (FM)” 12° edizione tenutasi nella sede storica di Villa Ba-

rucchello di P.S. Elpidio, e tra marzo e aprile al Rassegna Internazionale d’arte “Premio S. Crispino”, dove è stato premiato dalla Regione Marche come giovane artista emergente. Attualmente è iscritto al 2° anno all’Accademia di Belle Arti di Macerata nel corso pittura e arti visive. Le sue opere si trovano in diverse collezioni pubbliche e private.

Marco Castorio has already took part in various collective exhibitions and art, making important distinctions. In 2005 he made a mural sponsored by the City of Corridonia at Villa Fermani. In 2007, another mural at the Bar Spreca at Trodica Morrovalle . Over the years many medal and important prize in the carreer of this young artist. We hope that his life will be full of this great satisfactions.

BARMUSIC 33


MI RITORNI IN MENTE I DUCHI 1960/1965

di Mauro Caprari

I Duchi

Guido Marsili – chitarra solista Piero Senesi – basso Orfinio Palmieri – tastiere Giuseppe Cruciani – chitarra accomp. e voce Giammario Liberati – batteria Mario Morosi – sax e fisarmonica Angelo Spuri – tromba e chitarra Lucio Cagnucci – sax e voce Un gruppo mosso dalla grande passione per la musica del Maestro Mario Morosi, dalla sua competenza e dal suo talento, che insieme al figlio ricordano ancora oggi l’impresario Amorino Tombesi, che introdusse i Duchi nelle varie sale della regione e non solo. Furono infatti applauditi in alcuni famosi locali della capitale. Proprio durante l’ultimo viaggio per Roma persero la strada per

la grande nebbia e si ritrovarono sulle rotaie della ferrovia. I Duchi, assieme a Gli Uragani, Le 4 Stagioni e I Cobra, furono i gruppi di Camerino che diedero più filo da torcere ai grandi complessi maceratesi. Da tutti riconosciuti per la loro bravura, portarono a casa moltissimi premi grazie alla loro musica che spaziava dal rock alla musica leggera, dal beat alle canzoni di Sanremo.

The team was driven by Maestro Mario Morosi, skilled and talented musician. He and his son still remember the manager Amorino Tombesi, who had introduced the Dukes in the region and beyond. They played in fact in

some famous clubs in Rome. A band from Camerino that strongly competed with the best bands of Macereta. They won many awards thanks to their music ranging from rock to pop, from the beat to the songs of Sanremo.

I NOBILI 1964/1969 Giuseppe Forconi – batteria Gianni Pecchia – chitarra accomp. e voce Fabio Lorenzini – chitarra solista e voce Alberto Castelli – basso Martino Prosperi – tastiere

I Nobili

Diari conservati gelosamente in cui sono annotate tutte le avventure affrontate con questo gruppo. Tra le righe vi sono i momenti belli, tanti, e quelli meno floridi economicamente che portavano a firmare cambiali per comprare gli strumenti. Giuseppe Forconi acquistò una batteria a 25.000 lire e, dopo

aver imparato a suonarla bene, l’incontro con gli altri diede vita al gruppo. Dal giovedì alla domenica tra Pescara, Perugia e Pesaro, tre P in cui riscossero grande successo di pubblico. Sempre piazzati al “Concorso Borgani”, dove risultarono vincitori a Pollenza.

There are diaries which are jealously kept in which are written the adventures faced by this group. Giuseppe Forconi bought a battery for 25,000 lire and, after studying, he met the other musicians and so they crea-

ted the band. From Thursday to Sunday they played between Pescara, Perugia, Pesaro. Always placed in “Competition Borgani “, they won that competition in Pollenza.

BARMUSIC 35


APERITIVI IN MUSICA Via Emilia, 1 - Corridonia Tel. 0733.202157


UNA DOMENICA IN MUSICA

di Donato Bevilacqua

UN SABATO DAVVERO PARTICOLARE PER LE VIE DI MACERATA E DINTORNI, CON LA ROCK STAR MARKY RAMONE, IN VISITA NELLE MARCHE. LA MECCA SHOP DI MARIO NARDI HA OSPITATO L’UNICO SUPERSTITE DEI RAMONES, UNA DELLE ROCK BAND PIÙ FAMOSE DELLA STORIA DELLA MUSICA.

Marky Ramone e Mario Nardi - foto by Henry

La storia della musica a spasso per il centro

U

na leggenda del punk rock americano inaspettatamente in visita a Macerata. Marky Ramone, batterista dei Ramones, ha trascorso, qualche sabato fa, l’intera giornata fra Porto Potenza Picena e Macerata. In Italia per una serie di dj set in alcune discoteche della riviera romagnola, Marky e sua moglie Marion ne hanno approfittato per salutare l’amico Henry Ruggeri, titolare del pub “Rockaway” e storico fotografo della vecchia band. Una giornata piena di incontri dunque, a fare shopping per gli outlet della zona insieme al dj Ringo e al paracadutista estremo Marzio Del Monte. Davvero una sorpresa per i fan che hanno avuto

l’occasione di vedere per le strade delle proprie città un membro di uno dei più influenti gruppi musicali della storia, che nel 2002 la rivista Spine Magazine ha descritto come la seconda più grande band rock and roll della storia, dopo i Beatles. Il 18 marzo dello stesso anno i Ramones entrarono nella Rock and Roll Hall of Fame. Ma Marky Ramone è anche un collezionista di album in vinile, e non poteva mancare la tappa al negozio La Mecca Shop di Mario Nardi. Strade del centro in fermento per un idolo che si è dimostrato giovanile, scherzoso e cordiale. Un pezzo di storia della musica nella nostra terra, una giornata da ricordare.

Marky Ramone - foto by Henry Ruggeri

BARMUSIC 37


Pasticceria Ciarlantini: la qualità al servizio della dolcezza TOP BAR di

di Fabio Renzetti

“BUONGIORNO MAESTRO”. A 13 ANNI ADOLFO CIARLANTINI, COMPLICE L’INCOSCIENZA DELL’ETÀ E LA FORZA DELLA NECESSITÀ, PARTE DA SANT’ANGELO IN PONTANO PER MATELICA, DOVE INIZIA AD IMPARARE L’ARTE DELLA PASTICCERIA, PRIMA I COMPITI PIÙ UMILI E MANO A MANO I SEGRETI DEI DOLCI TIPICI DELL’ALTO MACERATESE.

A

17 anni arriva a Roma dove si afferma come uno dei giovani pasticceri più capaci e competenti, e a 21 è l’enfant prodige di uno dei locali più alla moda della Capitale, crocevia di molti colleghi provenienti da tutte le parti d’Italia. E’ qui che impara l’arte della ristorazione, della pizzeria e soprattutto di tutta la pasticceria nazionale e delle tipicità regionali. A 26 anni torna nella terra d’origine, a Sarnano, e con la moglie Gianna apre la storica “Pasticceria La Mimosa”, dove mette in atto una vera e propria rivoluzione del dolce: paste fresche tutti i giorni, dolci ricercati e curati con panna e creme fresche, torte da cerimonia, varietà di mignon dolci e salati, ricette tipiche regionali e nazionali… che permette di colmare il gap culinario che nel ’76 c’era tra la Capitale e il nostro territorio. Nel 2001, complice anche il figlio, si trasferisce a Tolentino ed apre una pasticceria-caffetteria che porta il suo nome: “Pasticceria Ciarlantini”. E’ qui che molti colleghi, più o meno

“Pasticceria Ciarlantini dal 1976”

via Arnaldo Lucentini, - 16 Tolentino (MC) tel 0733961444 - cell 3382203308

giovani, vengono per rendere omaggio al “Maestro”, investendolo di questa qualifica meritata sul campo. I complimenti dei clienti fanno piacere ma quelli dei colleghi ancor di più, a dimostrare che seppur uomo mite e introverso, per niente incline alla pubblicità e al palcoscenico, con i suoi 48 anni di esperienze qualcosa ha lasciato. Quest’anno Adolfo e Gianna festeggiano i 35 anni di attività, ma oggi come allora sono gli stessi ingredienti e la stessa maestria a fare la differenza. Come la crema fatta ancora con le uova, la panna fresca, il burro, il cacao, la lavorazione del pandispagna, la fragranza della sfoglia: ingredienti antichi, unici, sapientemente lavorati per un prodotto finale fresco e di qualità. Alla pasticceria si è aggiunta la caffetteria portata avanti con passione e competenza dal figlio Dario, già vincitore del concorso “Cappuccino dell’anno – 2009” di Bar.it: Barista divenuto oramai punto di riferimento della regione per caffetteria e latte art, che ha imparato dal padre l’impor-


Adolfo Ciarlantini

Dario Ciarlantini

tanza della qualità ad ogni costo, non per niente campeggia alle spalle della macchina da caffè un aforisma di Philip Chesterfield «Tutto ciò che merita di essere fatto merita di essere fatto bene», mentre il loro motto recita ‘La qualità al servizio della dolcezza’. Dopo 48 anni di pasticceria di cui 35 in proprio, cosa vuol fare da grande Adolfo Ciarlantini? Lo abbiamo chiesto direttamente a lui: “Dal 2001 ho scelto di fornire pochi ristoranti per dedicarmi con tranquillità al cliente al dettaglio, mio figlio però ha iniziato a lavorare con me in laboratorio perché vuole riaffermare l’importanza della freschezza e della qualità nel dolce da cerimonia al ristorante, aumentando il numero di ristoranti forniti: sono scettico perché la mia è una pasticceria all’antica, di sacrificio, ora ci sono preparati industriali e tanti prodotti-scorciatoia, però lo aiuterò per altri 2 o 3 anni poi mi dedicherò all’attività di nonno”. Speriamo che qualche ristoratore abbia l’occhio lungo e….. guardi indietro.

Adolfo Ciarlantini arrived in Rome at his 17. There he became one of the most capable and competent young confectioners. He learnt the art of catering, of pizza and above all the pastry national and regional specialties. At 26 years old he returned to Sarnano, and with his wife Gianna opened the confectionery “Pasticceria La Mimosa”. In 2001, also because of his son, he moved to Tolentino, opening a pastry /cafeteria that bears his name: “pasticceria Ciarlantini”. This year, Adolfo and Gianna celebrate 35 years of activity. The pastry was joined by the cafeteria with their clever son Dario, who won the competition “Cappuccino of the Year - 2009” by Bar.it.

orario di apertura: dal lunedì al venerdì 8:00 - 12.30 14.30 - 18.00 sabato 8:00 - 12.30 domenica 8:30 - 12:00 PIEDIRIPA DI MACERATA - Via F.lli Moretti, 1 Tel. 0733.281204 - Fax 0733.281161 MONSANO - Via San Ubaldo, 43 - Tel. 0731.60064 - Fax 0731.60109 - www.deamarket.it


www.radiostudio7.net

La prima web radio commerciale di Macerata

e l y t S sic &

Mu

Ascoltaci anche su iPhone Scarica l’applicazione gratuita dall’Apple Store www.radiostudio7.net - Tel. 0733.33870 - email info@radiostudio7.net


16 - 17 - 18 - 19

AGOSTO Area ex Orfeo Serafini Porto Sant’Elpidio Chi è interessato a partecipare può contattare Diego 333-3175607 alchimiadq@yahoo.it

PORTO SOUND ELPIDIO 16-17-18-19-Agosto 2011 Sono già cominciati i lavori per organizzare la terza edizione di “PORTO SOUND ELPIDIO VILLAGE”, Evento musicale organizzato da ALCHIMIA EVENTS in collaborazione con l’Assessorato al Turismo di Porto Sant’Elpidio. Cos’è P.S.E.V.? E’ un vero e proprio villaggio dove la musica farà da padrona (nella scora stagione hanno partecipato 35 gruppi provenienti da tutte le Marche), dalle 17,00 alle 2,00 diversi gruppi si alterneranno sul

*JaN* - Guitar, Back Vocals RoB*StAr - Bass, Back Vocals WiDiUs - Drums ReI - Vocals

palco, da quelli emergenti ai veterani del rock con la partecipazione anche di alcuni noi di rilievo del panorama musicale marchigiano. L’idea è di dare a questa manifestazione uno scopo di tipo Socio-Culturale Perché? Innanzitutto perché la musica è cultura. Sicuramente una cultura molto vasta per stili, timbriche ed interpretazioni. A questo evento prenderanno parte molti gruppi e solisti ed ognuno con uno stile ed una connotazione temporale ben precisa e congeniale al proprio sentire la musica. Ci

sarà un forte scambio di idee ed opinioni. La nostra certezza è che questo scambio sia uno dei più grandi veicoli culturali. Una grande kermesse che unisce perché la musica è unione, è arte, è espressione, è divertimento. Non solo musica, e già…, ma un vero e proprio villaggio con: stand gastronomici-mercatino a temagiochi-mostre fotografiche-incontri e dibattiti esposizioni auto e moto-punti relax-palestra e chi più ne ha più ne metta Insomma quello che si prospetta quest’anno sarà un quattro giorni di puro divertimento

Il chitarrista e songwriter JAN forma la band nel 2004 insieme ai “colleghi” WB e Widius appartenenti alla ZAP Band.La band decide subito di avvalersi del supporto di Stefano "Cops" Coppelli (Elio e le Storie Tese, Vasco Rossi, Fiorello, Negramaro) in qualità di band assistant ed iniziano a susseguirsi la registrazione di un EP autoprodotto (intitolato “Rock Ain’t Dead!”), [...] Ad inizio 2008 la loro song “I.N.F.I.L.A. –Song For Mercury” viene trasmessa da Radio RAI, mentre ad aprile/maggio la band si imbarca in un Tour degli U.S.A. insieme ai Tattooed Millionaires, con date al leggendario Whisky A Go Go e al Cat Club, oltre che in numerosi clubs del South West (Nevada, Arizona, New Mexico, Oklahoma, Texas) In Texas la band ha modo di esibirsi prima di Eric Brittingham, storico bassista e fondatore dei Cinderella, mentre a Los Angeles i SYBILLA aprono le danze per la All Star Band di Dizzy Reed, storico tastierista dei Guns’n’Roses. Tornata in Italia, oltre ad essere intervistata da svariate web’zine e giornali, la band inizia una fruttuosa collaborazione con la Two Side Moon per quanto riguarda la copertura del territorio inglese, mentre in patria viene accolta dal professionale staff di Bologna Rock City che li inserisce nel suo roster.La musica dei SYBILLA è uno spirito barocco che rimbalza nella Londra vittoriana inondato di lustrini ed enigmatici occhi di piume di pavone, per ritrovarsi sporcato e graffiante nel frastuono della Los Angeles del Terzo Millennio, tra esplosioni, make-up, ironia, dramma, metallo contorto, ambiguità e dinamismo…

BANDONSTAGE.COM


Compleanni BAR SELF SERVICE

Feste di laurea

TAVOLA CALDA

Cene private

CATERING

Addii al celibato

Via del Commercio. 17 Zona Industriale San Filippo P.S.Elpidio (FM) info: 0734.902041 www.gustappunto.it


POESIA

di Donato Bevilacqua

PROBABILMENTE SCOPRIRETE LUANA LUCHETTI LEGGENDO QUESTA POESIA, LE SUE PAROLE E TUTTO CIÒ CHE TRASPARE DAI SUOI SCRITTI. A NOI SPETTA GIUSTO IL COMPITO DI SOTTOLINEARE COME QUESTA GIOVANE RAGAZZA MACERATESE VIVA LETTERALMENTE DI PASSIONE.

Con gli occhi di un bambino: tra le poesie di Luana

Q

uella che diventa libertà nello scrivere, nel dire ciò che viene da dentro. Libertà di essere e di sognare senza mai aver paura del giudizio degli altri. Da sempre la poesia è per Luana uno sfogo, e ora che è cresciuta riesce a continuare il suo cammino seppur nelle difficoltà di tutti i giorni, ritagliandosi il tempo per buttare se stessa sopra un foglio. “Scrivo solo quando ne sento veramente il bisogno, quando non riesco più a contenere le emozioni che ho dentro”. Questo ci racconta Luana. E leggendo le sue poesie si ha veramente la sensazione di toccare con mano tutta la sensibilità di cui è capace. “Credo che bisognerebbe riuscire a guardare il mondo con gli occhi di un bambino, con i suoi sentimenti. E forse le cose andrebbero decisamente meglio”. E in tutto questo tempo c’è un sogno coltivato: riuscire a pubblicare un libro di poesie e dedicarlo alla madre, una figura fondamentale nel suo cammino, che grazie a tutti gli incontri/scontri propri del rapporto madre-figlia, è riuscita a tirar fuori tutto il mondo interiore di Luana, sudando e soffrendo magari, ma gioendo e liberandosi alla fine di ogni foglio, di ogni pagina scritta. “Ognuno di noi è un potenziale scrittore”, dice Luana. “ognuno di noi ha delle cose da dire. Deve solo trovare il modo giusto”. Se così è davvero, lei ci ha dato il giusto esempio da seguire. “ Freedom of dreaming without people judgement. I write when I have the need, when i cannot handle my emotions anymore.” said Luana “ maybe we had to see the world with the eye of a child, with his feelings. Maybe world could be better” Luana has a dream : publish poem book dedicated to his mother. Thanks to this important people and thanks to this easy/difficult relationship, Luana finally wrote out all his feelings on a paper. “Every people has something to say. The problem is only to find the way to do this.”

PENSIERI SPARSI Quante volte ti ho pensato e col pensiero amato… Piccolo, come dimenticare quella sera o quella strada, buia come il nostro incontro… disperato ed assurdo, sconfinato e tristemente puro, no, non lo saprai mai quanto ti penso, quanto vorrei chiamarti. Chiudere gli occhi per pensarti, no, tesoro… non vivi la mia stessa quotidianità,quindi, non capirai mai neanche i sentimenti spiccati che mi dividono dentro… da una parte la necessità di rimanere come sto: triste, poche volte felice, altre disperate, ma uguale a sempre, certa e calda nel covo che mi sono scavata in anni di irrisoria esistenza; dall’altra…la potenza di un sentimento che va oltre… oltre il mare, il dire, il fare, l’essere… e vola poi in cielo, tra le nuvole, il sole, le stelle.. va libero, libero d’agire, libero di vivere veramente. Amore, non ci riesco… non riesco più a starti lontano, a fingere con gli atri e più tristemente con me stessa… vorrei abbracciarti, stringerti, emanarti il mio sentimento,ma… ti farebbe paura…sai, ne ho timore anche io… ormai spero solo nel destino, già una volta ci ha fatto perdere di vista e poi, ritrovare più intensamente di prima… spero che sia così ancora, così ancora una volta… per sentirmi vera, me stessa e amata come vorrei… Ciao sogno d’amore… Luana

Luana Luchetti

BARMUSIC 43


PAGINE D’AUTORE

di Marco Loprete

www.labottegadihamlin.it

webzine di musica - letteratura - cinema L’ALLEGRA APOCALISSE È, IN FONDO, UNA CELEBRAZIONE DELLA PICCOLA COMUNITÀ PRE-TECNOLOGICA E PREINDUSTRIALE, ESALTAZIONE CHE SI ACCOMPAGNA AD UNA SORTA DI OSCURA PROFEZIA CIRCA LE SORTI DI UN MONDO CHE, DOMINATO DAL LIBERISMO E DELLA GLOBALIZZAZIONE CAPITALISTA, RISCHIA DI SPROFONDARE LENTAMENTE NELLA BARBARIE.

Arto Paasilinna - L’allegra Apocalisse (Iperborea, 2010)

C

omunista, «gran buciachiese», Asser Toropainen, poco prima di morire, decide di destinare tutti i suoi averi alla costruzione di un tempio, spinto, più che da una ritrovata fede, dal desiderio di «sistemare i conti con il padreterno». Tramite un notaio istituisce una fondazione funeraria e ne affida la gestione al nipote, Eemeli. Alla scomparsa del vegliardo, il rubizzo quarantacinquenne, ex amministratore dell’ormai fallita “Nordica Assi e Tronchi Spa”, comincia a lavorare alacremente per realizzare le ultime volontà dello zio. Il risultato è sorprendente: attorno alla chiesa di legno, costruita in perfetto stile nordico nei boschi del Kainuu, comincia a radunarsi una comunità sempre più numerosa d’individui, che raggiungono la remota regione della Finlandia centrale spinti dal crollo delle istituzioni politico-finanziarie di Europa, America e Asia. Il mondo, infatti, è preda di una serie di terribili sciagure (crisi economiche, esplosioni di centrali atomiche, invasione di rifiuti, carestie), presaghe di un’imminente Apocalisse. Che puntualmente arriva, sotto forma di Terza guerra mondiale. Tutto ciò non tocca minimamente i comuni della Fondazione, i quali, al contrario, continuano a prosperare serenamente.

E Arto Paasilinna, autore di culto della scena finlandese, si diverte a tratteggiare i piccoli rituali che scandiscono la quieta esistenza di questo microcosmo con tocco lieve, minimalista, condendo il tutto con uno humor “congelato”, rattenuto, mai sopra le righe. L’allegra Apocalisse è, in fondo, una celebrazione della piccola comunità pre-tecnologica (non si fa praticamente mai cenno a cellulari, iPod, computer o altri ritrovati elettronici) e pre-industriale (la sussistenza è affidata a caccia, pesca e raccolto), esaltazione che si accompagna ad una sorta di oscura profezia circa le sorti di un mondo che, dominato dal liberismo e della globalizzazione capitalista, rischia di sprofondare lentamente nella barbarie. Paasilinna, insomma, con questa sua bizzarra distopia ci mette in guardia circa i rischi del consumismo sfrenato e i pericoli dell’ideologismo, di qualsiasi segno esso sia. E lo fa, ovviamente, a modo suo, con garbo, ironia ed intelligenza, evitando accuratamente la trappola del didascalismo, dello schematismo, forte di uno stile semplice eppure mai piatto ed anzi estremamente evocativo, che testimonia del talento di quest’autore, tra le massime voci della narrativa europea contemporanea.

Asser Toropainen, shortly before his death, he decided to devote all his possessions to build a temple, driven, rather than by a newfound faith, by the desire to “settle accounts with God Almighty.” Through a notary establishing a funeral foundation in order to entrust the management to his nephew, Eemeli. By the disappearance of the old man, the red-faced forty-five, a former director of the now failed “Nordic Timber Axes & Spa”,

she began working hard to make the last wishes of his uncle. The result is impressive: around the wooden church, built in style in the woods of northern Kainuu, start to gather an ever-growing community of individuals that reach the remote region of central Finland driven by the collapse of political and financial institutions Europe, America and Asia.


CIACK SI GIRA

di Marco Loprete

The next three days (Paul Haggis, 2010)

A

www.labottegadihamlin.it

l centro della vicenda, John Brennan (Russel Crowe), professore di liceo che vede la propria vita andare in frantumi da un momento all’altro: la moglie, Lara (Elizabeth Banks) viene accusata dell’omicidio del proprio capo e quindi arrestata, processata e condannata. Quando anche l’ultima possibilità di ottenere giustizia, il ricorso in appello, si rivela vana, il nostro decide di agire: organizza un’evasione. Il piano è semplice: falsificare i dati degli esami clinici per far sì che la consorte sia trasferita in un ospedale e, da lì, “prelevarla” per fuggire assieme al figlioletto Luke (Ty Simpkins). Il plot, nelle mani di qualche sconsiderato, poteva trasformarsi in un banalissimo action-movie. Fortunatamente, Haggis è un cineasta attento ai dettagli, alle psicologie dei personaggi, uno col gusto del racconto e, pertanto, riesce ad evitare (anche se solo in parte) le trappole delle convenzioni di genere. The next three days non ha la forza dirompente delle sue precedenti prove da regista, ma è comunque un buon film, il cui centro focale, a ben vedere, non è la messa in pratica del piano architettato dal protagonista per la fuga della

moglie, quanto piuttosto quella dualità d’animo che lo contraddistingue. Il mite professore interpretato da Crowe, infatti, messo alle strette, impara a scassinare serrature, contraffare dati, incendiare, sparare. Uccidere. Il tutto per ricostruire quell’unione familiare che è andata perduta, certo. Ma anche - è il sospetto - per dimostrare a se stesso e alla moglie l’infondatezza dell’accusa di vivere in un mondo tutto suo e di essere in grado di agire da uomo risoluto, con i piedi per terra. Non che ci prenda gusto, intendiamoci: ma il sapore della sfida, l’orgoglio, baluginano a tratti dai suoi occhi, giocando forse un ruolo non indifferente nella trasformazione di questo svampito everyman in un perfetto criminale. Ovviamente, essendo Haggis un filmmaker problematico e non incline all’idillio, la ricomposizione è per forza di cose dolorosa: sul finale, Crowe scatta una foto a moglie e figlio i quali, finite le tribolazioni, dormono beatamente. L’obiettivo della camera stringe sui loro volti, riempiendo tutto lo spazio. L’uomo non c’è in quella foto, perché l’armonia non c’è più. Certe azioni lasciano un segno che non si può cancellare.

At the heart of the story, John Brennan (Russell Crowe), high school teacher who sees his life shattered at any moment: his wife, Lara (Elizabeth Banks) is accused of the murder of his principal and then tried and convicted. When the last chance to obtain ju-

stice, appeal, proves fruitless, we decided to do: organize an escape. The plan is simple: to falsify the data of clinical trials to ensure that the bride is transferred to a hospital and, from there, “fetch” to escape along with her son Luke (Ty Simpkins).

webzine di musica - letteratura - cinema PAUL HAGGIS, SCENEGGIATORE DI GRAN PREGIO (HA FIRMATO, TRA GLI ALTRI, LO SCRIPT D E L L’ E A S T W O O D I A N O MILLION DOLLAR BABY), RITORNA DIETRO LA MACCHINA DA PRESA (A DISTANZA, RISPETTIVAMENTE,DICINQUE E TRE ANNI DAGLI SPLENDIDI CRASH – CONTATTO FISICO E NELLA VALLE DI ELAH), MISURANDOSI STAVOLTA CON UN REMAKE. THE NEXT THREE DAYS, INFATTI, È IL RIFACIMENTO DI POUR ELLE, PELLICOLA FRANCESE DIRETTA, NEL 2008, DA FRED CAVAYÉ.

BARMUSIC 45


Oriana Grandi Eventi: un lavoro che regala emozioni

di Donato Bevilacqua

ENTRIAMO IN UN MONDO AFFASCINANTE, RICCO DI MOMENTI MAGICI E DI EVENTI DI OGNI TIPO. ORIANA SIMONETTI HA REALIZZATO IL SUO SOGNO, DA 15 ANNI OPERA IN TUTTA ITALIA METTENDO LA SUA PASSIONE AL SERVIZIO DI OGNI ESIGENZA PER RAGGIUNGERE UN SOLO SCOPO: PORTARE CON SÉ EMOZIONI INDIMENTICABILI

O

Oriana Simonetti

riana Grandi Eventi è un marchio che nasce da un sogno, e, come nelle migliori tradizioni, è questo sogno che fa la differenza. Quando nel 1987 Oriana Simonetti si è laureata come stilista di moda all’Università di Bologna, il percorso era forse già segnato, accompagnata dalla vera passione che muove questo lavoro e che ne è il vero segreto. Da 15 anni Oriana pratica la professione di Organizzatrice di eventi in tutta Italia, mettendo sul campo la sua professionalità. Le sfilate di moda, ad esempio, nascono dalla voglia di costruire uno spettacolo a 360°, e si arricchiscono così di attrattive di vario genere. Con Oriana Grandi Eventi ogni spettacolo è davvero possibile, feste per bambini, concerti, serate musicali con il “Cantagiro”, ospitate vip. Il prossimo 18 giugno va ricordata la presenza nella Piazza del Quirinale, a Roma, con “Tisanoreina”, alla presenza del Sindaco Alemanno e della RAI. Il lavoro di Oriana è anche casting, tanto che da fine aprile hanno preso il via le

selezioni ufficiali per il Grande Fratelli 12, che proseguiranno per tutta l’estate. Non può, poi, non essere ricordata “Sposi in Riviera”, l’appuntamento annuale di aprile in cui il mondo del matrimonio è il protagonista, fra lo sfondo del mare, i suoni melodici e ogni tipo di manifestazione. Il 15 e il 16 ottobre si terrà poi la Fiera degli Sposi nella splendida cornice di Villa Boccabianca di Cupramarittima, un evento che coinvolge centinaia di espositori e migliaia di visitatori. Ogni sfilata di moda è la realizzazione di un progetto, di un sogno, con gli abiti studiati, disegnati e creati da stiliste che lavorano ore ed ore per queste opere d’arte. Tra strass e perline ci sono infiniti momenti di pazienza e professionalità. Occasioni per provare emozioni uniche, perchè questo lavoro non è solo organizzazione, ma fare in modo che ogni evento porti con se sensazioni indimenticabili. E’ questo il lavoro di Oriana Grandi Eventi: regalare emozioni.

Oriana Grandi Eventi is a brand that was born from a dream, and, as in the best traditions,is this dream that makes the difference. Oriana Simonetti in 1987 graduatedas a fashion designer at the University of Bologna. For 15 years, Oriana practice the pro-

fession of organization of events throughout Italy. Fashion shows, for example, born from the desire to build a 360° performance, and thus enhancing the attractiveness of various kinds. Every fashion show is the realization of a project,a dream.

“QUANDO NEL 1987 ORIANA SIMONETTI SI È LAUREATA COME STILISTA DI MODA ALL’UNIVERSITÀ DI BOLOGNA, IL PERCORSO ERA FORSE GIÀ SEGNATO, ACCOMPAGNATA DALLA VERA PASSIONE CHE MUOVE QUESTO LAVORO E CHE NE È IL VERO SEGRETO”

Per info www.orianagrandieventi.it info@orianagrandieventi.it Oriana Simonetti insegna nelle Scuole di formazione presso la sede di via pontida 06 San Benedetto Del Tronto AP Come:stilista di moda, indossatrice professionista coreografa dizione e recitazione.


Estate 2011 : tutto pronto, si parte!

in collaborazione con

di Andrea Santarelli

‘IL MARCHESTATE’: UN PROGETTO D’ INFORMAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA A CARATTERE LOCALE

L

’Estate 2011 è in arrivo. Fervono i preparativi nei lungomare: le spiagge si ripuliscono e livellano per ospitare i primi bagnanti mentre gli stabilimenti balneari riprendono la vitalità delle giornate di mare insieme al colore degli ombrelloni. Alcune settimane di Marzo ed Aprile ci avevano fatto pregustare l’avvento della bella stagione con temperature e giornate di sole totalmente insperate. Ora però si fa sul serio, la stagione estiva prende il suo naturale avvio, quindi, tutti in spiaggia!!! Ed eccoci anche noi, quelli de “Il MarchEstate”, sempre pronti a girovagare per i balneari in cerca di informazioni e degli scatti più belli delle spiagge. L’obiettivo ambizioso che ci siamo prefissati si promette di realizzare un progetto di informazione e promozione turistica delle nostre lo-

calità. L’idea alla base è dunque quella di fornire un servizio utile ai turisti che nelle nostre pagine possono scoprire e conoscere tutte le attività e gli eventi d’intrattenimento in programma durante la stagione. In aggiunta, fornire informazioni sul nostro splendido territorio e le sue peculiarità con la trattazione di argomenti correlati quali enogastronomia, sport e ambiente, senza dimenticare di dar voce ai protagonisti della vita sociale con i racconti dei cittadini e le interviste agli amministratori locali. Il progetto troverà la sua espressione nel sito internet www.ilmarchestate.it e nelle prossime pubblicazioni della nostra rubrica, IL MarchEstate appunto, a disposizione negli stabilimenti balneari e nei locali pubblici durante i mesi estivi. Ci auguriamo di avervi come assidui visitatori e tenaci lettori.

LA COLLABORAZIONE PER CREARE LA ’GUIDA ALLE SPIAGGE’: LO SPAZIO DEDICATO AGLI STABILIMENTI BALNEARI.

The Summer 2011 is coming. And here we are, “Il MarchEstate” team ready to wander the beach searching for information and for the best shots from the beach. The basic idea is therefore to provide a useful service for tourists in our pages

in wich people can discover and learn about all the activities and entertainment events scheduled during the season. The project will find its expression on www.ilmarchestate.it website and in future publicationsofourmagazine,IlMarchEstate,available

in beach resorts during the summer months. In the meantime, we are starting the collaboration with the staff of “Le mie marche magazine” that offer us this presentation window. See you soon and, of course, good summer.

Nel frattempo, diamo avvio alla collaborazione con lo staff de “le mie marche magazine” che ci ha offerto questa finestra di presentazione e ha dato credito al nostro programma. Oltre al ringraziamento, il proposito concreto di realizzare insieme una “guida alle spiagge” nella quale inserire i migliori stabilimenti balneari, i loro servizi e le loro proposte gastronomiche e di svago. In uscita nel prossimo numero di Luglio, non perdetelo. Un arrivederci a presto e, naturalmente, buona estate.

BARMUSIC 47


Il lavoro dell’A.b.a.t. nel settore turistico-balneare

Claudio Pini

L

’ABAT (associazione balneare aziende turistiche) nasce nel 1995 ed il fondatore e faro dell’associazione è sempre lo stesso da allora: il presidente Claudio Pini. Lo incontro nel balneare che gestisce sul lungomare Piermanni di Civitanova Marche. Sempre disponibile, se non fosse per i suoi innumerevoli impegni e il telefono che squilla in continuazione. Per questo, appena seduti al tavolo comincio con una raffica di domande per avere più informazioni possibili nel più breve tempo possibile, so già che i minuti per il presidente sono contati. Gli chiedo una presentazione generale

dell’associazione, mi racconta: “All’inizio eravamo in quattro, ora siamo più di 120 iscritti, ho sempre creduto che solamente in tanti si ha la forza per ottenere udienza e far valere le proprie ragioni. La nostra associazione raggruppa la maggior parte dei concessionari di spiaggia della provincia di Macerata e molte attività che operano nel lungomare. Il lavoro dell’associazione è anzitutto quello di tutelare i nostri associati, i loro diritti, fornire loro servizi ed opportunità, organizzando eventi o proponendo accordi vantaggiosi con i fornitori” Claudio è anche consigliere e coordinatore regionale del SIB (sindacato italiano Balneari) che conta ben 12000 iscritti a livello nazionale ed è la maggior associazione della sua categoria. Negli ultimi mesi, come anche nelle stagioni passate lo abbiamo visto spesso coinvolto in iniziative importanti, dalla difesa della costa alla tormentata direttiva Bolkestein. A tal proposito Claudio mi spiega: Abbiamo questo problema, la normativa UE ci vuol togliere le spiagge mettendole all’asta, il 2015 è la data in cui entrerà in vigore.

Speriamo per allora di aver trovato una soluzione, molto dipende dallo Stato Italiano. Si deve trovare il modo per tutelare un settore che crea ricchezza e lavoro, oltre a rappresentare un elemento di tipicità che migliora la qualità della nostra offerta turistica. Immagino una multinazionale che si prende tutto il lungomare adriatico con gli stabilimenti tipo Mcdonald’s, un disastro”

IL POTENZIALE TURISTICO ED ECONOMICO DEL NOSTRO TERRITORIO ED IL PUNTO DI VISTA DEGLI OPERATORI Poi passiamo ad un’analisi delle spiagge, il suo punto di vista: Possediamo una straordinaria eterogeneità dell’offerta balneare sia a livello di località che di singole attività, ogni stabilimento tende a specializzarsi in un servizio, adesso ad esempio ci sono le spiagge per i cani, a Civitanova siamo in quattro. Ma anche i vari comuni offrono attrattive differenti. Se Porto Recanati rappresenta il salotto dell’Adriatico con il suo tipico lungomare pedonale, a P.Potenza Picena troviamo una realtà tanto piccola

always believed that only a large number of people have the power to get hearing. Claudio is also a director and regional coordinator of the SIB (Sindacato Italiano Balneari ) and speak about the Bolkestain Directive. “This is the problem: in 2015 the EU legislation will remove the beaches auction. We

must find a way to protect this. Imagine a corporation like McDonald’s that take all the Adriatic seaside extabilishment: a disaster !” So Claudio speak about his analysis of our beaches. “ We have extraordinary heterogeneity of bathing location. Porto Recanati is like a lounge

‘AQUILONIAMO’: LA FESTA DEL PRIMO MAGGIO SUL LUNGOMARE PIERMANNI DI CIVITANOVA MARCHE

The ABAT (associazione balneare aziende turistiche) was founded in 1995 by a man that always today is th president: Claudio Pini. We met him and ask some question for our Magazine. “At first there were four, now we are more than 120 members” say Claudio Pini “ I have


Porto Recanati - studio Photomania

quanto affascinante e attrezzata. Civitanova presenta invece una spiaggia con ampi spazi cui si lega la possibilità di trovare tantissimi servizi e le più svariate possibilità per giovani e famiglie.” Mentre per lo stato di salute del settore ci chiarisce con un po’di ironia: Per quanto riguarda l’andamento economico della nostra categoria devo dire che il lavoro non manca, le fondamentali condizioni per migliorarlo: tanto caldo e sole. Non chiediamo poi molto. Certo è che si potrebbero potenziare ed aumentare le strutture ricettive nei lungomare, ma questo è un capitolo datato, il nostro territorio ha investito molto nell’industria mentre il turismo si sta affermando solo ora come settore d’interesse. Aggiungo una parentesi con ovvio riferimento alla scadenza del 2015: se solo non dovessimo

pensare ad evitare tutte le frecce avvelenate che ci tirano, potremmo superare questo clima di incertezza e pensare ad investire.” Per concludere, una sua battuta sulla stagione estiva alle porte: Noi operatori balneari saremo particolarmente attivi, stiamo infatti organizzando molte attività a Civitanova: musica, arte varia, degustazioni e mercatini nei lungomare. Le date importanti saranno sicuramente quattro, c’è molta carne a fuoco ma ancora è presto per dirti tutto...” La buona premessa l’abbiamo avuta in occasione della Festa del 1° Maggio con l’evento ‘Aquiloniamo’. Un successo di pubblico che ha visto come protagonisti gli stabilimenti balneari del lungomare sud. Per il resto non ci resta che aspettare ancora un po’.

with hisseaside mall. Porto Potenza Picena is as small as charming and fully equipped. Civitanova Marche is spacefull with many services for young people and family” “The work does not lack the basic conditions: we only need more hot and sunny! We are not asking so much “ tell us Claudio with

irony “We will be particularly active, we are organizing an active role in Civitanova: music, various arts, wine tasting and markets in the promenade. The important dates are sure to be four, there is a lot of meat to cook but it is still early to tell you everything ... “

PORTO RECANATI, P.POTENZA PICENA, CIVITANOVA MARCHE: L’ETEROGENEITA’ DELLA NOSTRA OFFERTA BALNEARE

P. Potenza Picena

BARMUSIC 49


Soluzione spiagge a Porto Recanati i danni del maltempo e delle mareggiate di Gennaio scorso che hanno aggravato ancor più la situazione mettendo in pericolo la viabilità stradale e la rete ferroviaria del litorale. Marco Dovesi, Presidente dell’ Ancora (Associazione degli esercenti balneari) di Porto Recanati, ci spiega i dettagli: Per quanto riguarda il lungomare sud abbiamo un impegno concreto e i fondi per la realizzazione di un tratto di scogliera che dalla zona del Babaloo dovrebbe arrivare fino a via Pietro Micca, in pieno centro cittadino. Si tratta di un’opera importantissima e necessaria al fine di salvaguardare le abitazioni, il tratto ferroviario e le spiagge. Ora aspettiamo l’arrivo della commissione ministeriale che dovrà dare il via libera al progetto così da poter conoscere la data di inizio lavori. Naturalmente si partirà dopo la stagione estiva ma mi auguro che ciò avvenga entro l’anno. Per Scossicci invece è stata stanziata una somma importante (600mila €uro) che permetterà di ricostituire ed avanzare il tratto di spiaggia che va dal Balneare Lisetta fino all’Acropoli. Il lungomare nord rappresenta un polmone fondamentale del turismo locale, il ripascimento è condizione essenziale per lo svolgersi di questa stagione balneare garantendo la sicurezza dei bagnanti.”

“ Marco Dovesi

LA PAROLA A MARCO DOVESI PRESIDENTE ASSOCIAZIONE ‘L’ANCORA’. Sembra aver raggiunto un punto di svolta il problema dell’erosione costiera sul litorale di Porto Recanati. Gli interventi di salvaguardia e ripascimento approvati nell’ultimo periodo riguarderanno, rispettivamente, il tratto di S.Maria in Potenza (zona a sud del centro cittadino) e Scossicci (lungomare Nord). Nelle passate stagioni le aree in oggetto sono state contrassegnate da una costante riduzione dell’arenile con alcuni tratti di spiaggia letteralmente ‘mangiati’ dal mare. Senza dimenticare

S. Maria in Potenza

Marche’s strength is in the variety of touristic issues: nature, sea, countryside, historical cities, picturesque villages and high quality of productions. These elements allow tourists to customize their vacation through wineries, outlets, monuments, farms and more. These points represent a great wealth

that needs to be enhanced through campaigns and events. On this bases we started to analyze tourism situation in the region. The high quality of Marche’s productions was the main feature of Tipicità festival: three days among the treasures of our tradition. Wine production has been at the center of

E aggiunge: Non si riesce a capire perché i lavori che riguardano Scossicci non siano ancora iniziati. Speriamo che gli uffici preposti velocizzino le procedure per l’aggiudicazione degli appalti. Dovrebbero servire all’incirca venti giorni per l’esecuzione del ripascimento. Ciò significa che siamo già in ritardo per l’inizio della stagione estiva. Marco ci tiene a riconoscere i meriti di quanti hanno reso possibile tale evoluzione positiva: Vorrei sottolineare il lavoro e l’impegno messi in campo dal Comune di Porto Recanati insieme allo straordinario contributo di Vincenzo Marzialetti, tecnico della Regione Marche. Entrambi sono stati importanti e determinanti al raggiungimento di una soluzione ai problemi della nostra costa.” E naturalmente non ci fa mancare l’invito: Credo conosciate tutti la bellezza di Porto Recanati, è la località ideale dove passare le vacanze. Prossimamente avverrà la consegna della bandiera Blu, a conferma dell’elevato servizio e qualità della nostra offerta turistica. Quindi, invito tutti a venire nelle nostre spiagge, vi stupirà il clima familiare che ci contraddistingue e che vi farà sentirete un po’ come a casa vostra.”

“ “

Scossicci

the event, with a dedicated area designed by Istituto Marchigiano di Tutela Vini and Consorzio Vini Piceni. The nineteenth edition of this “made in Marche festival” marked an important turning point and a great basis for the next edition.


8 maggio 2011 Teatro dell’Aquila - Fermo STAGIONE CONCERTISTICA 2010/2011 Concerto di Solisti Coro e Orchestra del Conservatorio Pergolesi di Fermo 14 maggio 2011 Teatro dell’Aquila - Fermo STAGIONE CONCERTISTICA 2010/2011 Serata Inaugurale del Concorso Violinistico Internazionale Andrea Postacchini 28 maggio 2011 Teatro dell’Aquila - Fermo STAGIONE CONCERTISTICA 2010/2011 Concerto dei Vincitori del Concorso Violinistico Internazionale Andrea Postacchini

8 maggio 2011 Teatro delle Muse - Ancona Angus & Julia Stone in concerto 12 maggio 2011 Teatro delle Muse Massimo Ranieri “Canto perche’ non so nuotare... da 500 repliche”

GIUGNO

MAGGIO

CLASSICA MA NON TROPPO

5 giugno 2011 Teatro Pergolesi - Ancona “Omaggio a F.Liszt nel bicentenario della nascita” con Lorenzo di Bella al pianoforte accompagnato dalle voci recitanti di Pietro Conversano e Lucia Ferrati in Après une lecture du Dante 19 giugno 2011 Teatro Pergolesi - Ancona Fulvio Fiorio direttore Orchestra Offerta Musicale di Venezia accompagnata da Doriana Giuliodoro, soprano – Claudio Di Bucchianico, oboe Roberto Marchionni, clarinetto – Paolo Biagini, fagotto – Gabriele Falcioni, corno in I Fiati nel classicismo.

14 maggio 2011 Teatro delle Muse - Ancona Billy Bragg in concerto 28 maggio 2011 Teatro delle Muse - Ancona “Trio Ex Oriente Lux” I concerti del Pergolesi

BARMUSIC 51


Formazione base per un futuro da protagonisti di Alessandra Tamburrini LA M..AC.S STA

ORGANIZZANDO, PER IL MESE

DI LUGLIO, UNA “OPEN DAY” DI DUE GIORNI CON DOCENTI SELEZIONATI DI CHITARRA ELETTRICA, BASSO, BATTERIA E PIANOFORTE MODERNO CON LA POSSIBILITÀ DI PRENOTARE UNA LEZIONE GRATUITA.

Viale dell’Industria, 320 62010 Corridonia (MC) T. 0733.280019 - F. 0733.280604 www.macscoop.it - macscoop@libero.it

I

n questi tempi di profondi cambiamenti ,diventa sempre più importante, in qualsiasi settore si operi , essere sempre all’altezza della situazione per poter offrire al mercato prestazioni sempre migliori . Strumento fondamentale per raggiungere l’obbiettivo è, proprio quello di investire anche personalmente ed in maniera sempre maggiore sulla formazione. A questa logica chiaramente non sfugge neanche il mondo dello spettacolo che, se da una parte si candida ad essere un settore trainante per la ripresa, dall’altro deve necessariamente, proprio tramite una formazione continua, poter offrire professionalità in linea con le richieste sempre più specifiche quanto attente alla qualità delle offerte artistiche. Proprio a tal fine la M.A.C.S. ha deciso di instituire un MASTER in tecniche internazionali di CANTO in collaborazione con l’U.M.S. Università della Musica e dello Spettacolo diretta dal M° CIRO BARBATO, produttore discografico e direttore d’orchestra. M.A.C.S. decided to instituting a Masters in international singing techniques in collaboration with the UMS (University of Music and Performing Arts) directed by Maestro CIRO BARBATO, record producer and conductor. The U. M.S. University of Music and Entertainment, was founded 10 years ago by a group of musicians, singers,

Marcella Amoruso docente di canto ed una classe Ums


L

’U.M.S. Università della musica e dello spettacolo, nasce 10 anni fa dall’incontro di un gruppo di musicisti, cantanti, vocal coach, attori e ballerini, tutti professionisti, che si incontrano durante la realizzazione di un programma televisivo di Mediaset, e precisamente il “FESTIVAL DI NAPOLI” in onda su RETE4. Punto focale e grande aggregatore è il Direttore D’orchestra del programma, il M° Ciro Barbato, che vanta collaborazioni con Dionne Warwick, katia Ricciarelli, Gigi D’Alessio e che durante il programma scopre un talento incredibile: Mario Biondi, diventato poi un Big della Pop music internazionale. Tutti questi professionisti provengono dai vari Conservatori italiani ed hanno conseguito i più importanti titoli accademici ma sono concordi nel considerare che la musica e la canzone contemporanea e soprattutto le tecniche di canto e gli approcci al mondo dello spettacolo, sono ormai superati, quasi obsoleti. Ecco che il M° Ciro Barbato stila un programma didattico di alta formazione artistica, che viene mano a mano rielaborato, studiato e perfezionato insieme alle altre importanti professionalità quali: Marcella Amoruso, Docente di tecniche internazionali di canto; Mario Brancaccio, Docente di recitazione, musical e teatro, esperto di televisione ed autore televisivo; Claudio Parachinetto, attore e doppiatore di tanti programmi RAI e da altre collaborazioni che mano a mano hanno partecipato alla didattica dell’U.M.S. La particolarità di questa scuola di alta formazione artistica è che si va dritto al sodo, senza fronzoli, concretizzando una tecnica di canto internazionale, che porta l’ allievo ad una sicurezza e facilità delle esecuzioni sia nelle note basse che nelle acute ed acutissime, permettendogli passaggi virtuosi che vengono assimilati più facilmente attraverso lo studio, l’ascolto e l’esperienza visiva e pratica delle grandi voci internazionali, passando per il metodo di recitazione che serve di più al cantante, apprendendo cioè la mimica facciale, le espressioni delle maschere, ciò per ottenere un “suono vocale” più credibile e più efficace, fino ad arrivare alle materie esclusive dell’U.M.S. tenute direttamente dal Direttore artistico, il M° Ciro Barbato. Tali materie completano la tecnica con la pratica diretta dello Show case dove

si insegna ad ogni allievo come preparare la propria performance, il proprio show “live” in modo altamente professionale, seguendo un metodo che “imita” la preparazione minuziosa dei grandi Show americani ma che è efficace anche nella piccola esibizione del Pub o disco bar e pertanto che fa la differenza. Altre materie esclusive dell’U. M.S. sono: il “portfolio” dove agli allievi si insegna come presentarsi alle audizioni, ai provini preparandosi adeguatamente ed al meglio del proprio carattere vocale e delle proprie possibilità, scegliendo e studiando brani adeguati al proprio talento, fino alla compilazione del curriculum artistico stesso, che non deve seguire canoni comuni ma andare dritto alle informazioni artistiche, ed ancora “interpretazione e vocalità” dove l’allievo impara ad interpretare acquisendo una propria personalità, mai imitativa, seguendo un “metodo” di acquisizione della canzone fino a perfezionarla e farla propria, uguale a nessuna altro. Ma l’impegno dell’U.M.S. non finisce con il Master in tecniche di canto e spettacolo in quanto gli allievi migliori vengono supportati ed aiutati a realizzare dei progetti artistici e presentati alle major discografiche come Warner, Sony, Universal, Sugar ecc. oltre che seguiti e presentati a Concorsi prestigiosi ed importanti quali l’Accademia di SANREMO ed il Premio ITALIA MUSIC AWARDS dove gli allievi U.M.S. nell’ultima edizione si sono classificati primi, ed in particolare l’allieva Martina Morelli tra i 40 finalisti a Sanremo 2011, la quale è adesso sotto contratto con la casa discografica Warner, realizzando un Cd

che sarà in uscita entro marzo 2012 con gli arrangiamenti del M° Ciro Barbato.

vocal coaches, dancers and actors, all professionals, who meet themselves during the making of a Mediaset television program, namely “Festival DI NAPOLI “. The particularity of this high school level art is that it goes straight to the point. Singer will be trained in: singing international technique . Singers learn to use both low

and high notes, the facial expression, acting ways. Other exclusive matter is: the portfolio. Singers learn how to presents themselves at the hearings, wich is the best selection of songs for their voices, how reach the arto of curriculum. Other matter: vocal interpretation. Singers learn how to acquiring their own personality, never imitative and how make

the song their own. Parallel to this initiative,M.A.C.S is also organizing, for the month of July, two open day with selected teachers. Electric guitar, bass, drums and modern piano with the possibility to book a free lesson . For more information www.macscoop.it.

Ciro Barbato con gli allievi a Sanremolab

Ciro Barbato con il direttore casting Mediaset

C

on tali credenziali parte una importante iniziativa volta ad incrementare la professionalità dei performers della nostra zona, così come sta già succedendo per alcuni di loro che, superate le precedenti audizioni che si sono tenute dal febbraio 2010 proprio nella sede della M.A.C.S., hanno avuto l’opportunità di frequentare il master direttamente nella sede di Napoli, diventando apripista e testimonials diretti per garantire la bontà dei risultati che si possono ottenere con l’ausilio di professionisti come quelli summenzionati. Parallelamente a questa iniziativa la M..AC.S sta inoltre organizzando, per il mese di luglio, una “open day” di due giorni con docenti selezionati di chitarra elettrica, basso, batteria e pianoforte moderno con la possibilità di prenotare una lezione gratuita. Per ulteriori informazioni visitate il sito www.macscoop.it.

BARMUSIC 53


STORIE CON LE GAMBE PER ORECCHIE IN PARTENZA 8 maggio Palazzo Toschi Mosca - Pesaro ITIS GALILEO 9 maggio 2011 Teatro delle Energie - Grottammare (AP) ELIO IN GIANBURRASCA 10 maggio 2011 Teatro Rossini - Civitanova Marche (MC) MI SCAPPA DA RIDERE 10 - 11 maggio 2011 Teatro Persiani - Recanati (MC) 12 - 13 maggio 2011 Teatro dell’Aquila - Fermo

MEMORANDUM/URBANIA 2 giugno 2011 Museo Civico, Palazzo Ducale - Urbania

GIUGNO

MAGGIO

FUORI ONDA

LE VENT NOIR 24 giugno 2011 Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi - Macerata

LA MATEMATICA SENTIMENTALE 14 maggio 2011 Teatro Studio Valeria Moriconi - Jesi (AN) UN CADAVERE TROPPO INGOMBRANTE 14 Maggio 2011 Teatro Giacomo Leopardi - san Ginesio (MC) “APRÈS UNE LECTURE DU DANTE 14 - 15 Maggio 2011 Teatro Annibal Caro - Civitanova Marche (MC) WARD WARD - WE SOLO MEN 18 maggio 2011 Teatro della Fortuna - Fano (AN) DE DIVINA PROPORTIONE 20 maggio 2011 Teatro Rossini - Pesaro LE DONNE AL PARLAMENTO 21 Maggio 2011 Teatro Mestica - Apiro (MC)

La Redazione de Le Mie Marche ringrazia l’Amat per la collaborazione


CALCIO A 5 Matteo Magnarelli

C

ivitanova regina della B, Porto San Giorgio incoronata in C1, per il Cus Macerata dolce ritorno in C2. Il calcio a 5 marchigiano ha emesso i suoi principali verdetti: nel girone C della terza categoria nazionale (con la presenza di 9 squadre su 14) a primeggiare sono stati i rossoblu, che dopo un lungo duello con il Real Monturano, hanno effettuato uno sprint finale prepotente e tagliato il traguardo per primi. Un successo che, appena un anno dopo la retrocessione, vale al Civitanova il ritorno nell’olimpo della serie A2. Numerosi i protagonisti della fantastica cavalcata trionfale, primo fra tutti il presidente Mauro Grandicelli, che dopo aver digerito l’amara stagione precedente, non ha perso tempo, si è rimboccato le maniche e con un paio di innesti mirati si è ripreso ciò che aveva lasciato. Al suo posto a Settembre ai nastri di partenza ci sarà il Porto San Giorgio. La società guidata dal patron Ivano Perosino e guidata in panchina dall’esperto Marco Capretti ha avuto la meglio di Corinaldo e Grande Toro “solo” all’ultima giornata della stagione regolare. Incredibile l’epilogo della 30a di campionato: Corinaldo (prima del calcio d’inizio al comando con 64 punti) kappao in casa con l’Audax Senigallia, Fermo Grande Toro (presentatosi al kick off a quota 63) raggiunto sul pari dal Chiaravalle nei minuti di recupero e Porto San Giorgio (partiva da 62) trionfatore sulla già retrocessa Riviera delle Palme. Conclusione: Porto San Giorgio vincitore della C1 con 65 punti, Corinaldo e Grande Toro subito dietro a 64. Scendendo di qualche categoria – all’interno di un movimento calcio a 5 che nelle Marche, fra competizioni amatoriali e federali, ha superato come partecipazione il più chiacchierato calcio -, tornando a parlare di compagini maceratesi, va sottolineato un altro grande risultato: quello ottenuto dal Cus Macerata, che in serie D ha dominato il suo torneo (davanti al Montelupone) e conquistato il ritorno nel salotto della C2. Complimenti al tecnico Tommaso Bacosi e ai suoi ragazzi.

Cus Macerata promosso in C2

Civitanova festeggia il ritorno in A2

BARMUSIC 55


VUOI RICEVERE

LE MIE MARCHE MAGAZINE DIRETTAMENTE

A CASA TUA? 30.000 COP

IE GRA TUITE

GUID A AL LE E CCEL LENZ E!

TUTT O QU ANTO

PERIODIC O CULT URALE ENOGAS TRONOM ICO TURISTIC O AZIENDA LE

EQUIPE:

EQUIPE:

Coopera tiva Adriatic a

C OMU NE M ORR OVA

LLE

GIORGIO

FA SP ET

TACO LO

!

BISTOSIN I

OSINI O BIST GIORGI

C OMU P IEVE BOVI NE

GLIA NA

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

I MIEI DATI

MODALITA’ DI PAGAMENTO (indicare con una X la casella prescelta

COGNOME................................................... NOME.......................................................... INDIRIZZO...................................................

Bonifico su Conto Corrente Postale intestato a Le Mie Marche Soc. Coop. N° C/C: 000007636347

CITTA’........................................................... TELEFONO................................................... E-MAIL........................................................ (se desideri la fattura indica anche Rag. Soc. - Cod. Fisc. / P.Iva)

Compilando un bollettino postale intestato a Le Mie Marche Soc. Coop. N° C/C: 000007636347

COSTO ANNUALE € 15,00 (comprese spese di spedizione)


All’interno: IL PILOTA: FABRIZIO DEL BRUTTO Test collettivi e prime gare della nuova stagione per Fabrizio. Sedicenne dalle grandi speranze che porta avanti con costanza ed abnegazione il sogno della sua vita: correre, gareggiare e far carriera. Per-

chè lo sport può farti maturare anche a 16 anni, e affrontare ogni singola gara è questione di nervi saldi, di freddezza e professionalità. Doti che abbiamo imparato a conoscere e riconoscere anche da Fabrizio.

IL PILOTA: DANIEL MANCINELLI Diamo ancora una volta la parola a Daniel Mancinelli, giovane pilota che “Marche in pista” ha imparato a conoscere qualche tempo fa. Scopriamo, insieme a lui, successi, traguardi e ambizioni. Un curricu-

lum di tutto rispetto per uno sportivo dalla giovane età che comincia la stagione 2011 con ancora tanti traguardi e ambizioni. Seguiamo insieme il suo percorso verso il successo e facciamo il tifo per lui.

CIRCOLO AUTOMOTOVEICOLI D’EPOCA MARCHIGIANO

La stagione del C.A.E.M., come per tutte le società che si occupano di motori, raggiunge l’apice nei mesi estivi ed anche il 2011 non fa eccezione. Il rodaggio è già alle spalle e si avvicina quello che sarà l’evento

Vendita auto nuove e semestrali

dell’anno: il Trofeo Scarfiotti. Il momento di massima esaltazione per i mezzi che partecipano, per i proprietari che possono far sfilare i loro gioielli e per gli stessi organizzatori

Your emotion

AUTOSALONE - CARROZZERIA - OFFICINA MECCANICA - GOMMISTA Strada Statale Adriatica Km. 326,2 - 60025 Loreto (AN) T. 071.9797289 - F. 071.2509933 - www.casalicars.com - info@casalicars.com


Enrico Ruffini nuovo presidente dell’Automobile Club di Macerata

E

nrico Ruffini è il nuovo presidente dell’Automobile Club di Macerata, eletto dall’Assemblea dei Soci. Enrico Ruffini è laureato in giurisprudenza corso in scienze politiche a Macerata. Si è specializzato nella lingua inglese commerciale, ha seguito il corso di formazione in TP (Associazione Italiana tecnici Pubblicitari) superando brillantemente l’esame in marketing. E’ stato direttore del Patronato Ital di Macerata, responsabile dell’ufficio di promozione commerciale della CNA di Macerata, consulente di marketing per la Cassa di Risparmio

di Macerata, il Comune di Macerata e concessionarie Fiat delle Marche. Attualmente è il fondatore e il direttore del consorzio di export Futura di Macerata e presidente della commissione regionale per l’artigianato presso la Regione Marche, componente del consiglio di amministrazione della Società Filarmonico-Drammatica di Macerata e componente del consiglio della Scuderia Marche auto storiche. «Ho accettato l’incarico di presidente per l’affetto che mi legava a Giovanni Battistelli. La mia volontà è di recuperare i rapporti con i clubs e le associazioni motoristiche ( a

Realizza un interno in pelle per la tua auto

Via Giacconi, 4 62029 Tolentino (MC) Tel./Fax 0733.971499 www.mfinteriors.it

MF

interiors

DIFFERENZIATI DAGLI ALTRI

4 e 2 ruote) per lavorare insieme. Inoltre voglio mettere in campo più servizi per gli automobilisti, con particolare attenzione alla sicurezza. “Ready2Go” è l’autoscuola dell’Automobile Club di Macerata che fa parte del network di scuole guida ideato dall’ACI per offrire una moderna e accurata formazione dei futuri conducenti attraverso moduli d’insegnamento innovativi sia teorici sia pratici. Al progetto aderisce la Polizia di Stato. Una citazione merita pure la postazione informatica per esercitarsi in modalità touch screen sui quiz ministeriali per l’esame della patente».


A Vallelunga, la prima volta di Mancinelli con RP

di Donato Bevilacqua

L

’accordo sancito fra la scuderia RP Motorsport e Daniel Mancinelli, che porterà il pilota marchigiano a ritentare nel 2011 la scalata al Formula 3 tricolore, ha avuto il suo primo atto pratico la scorsa settimana, durante i test collettivi che si sono svolti sul tracciato romano di Vallelunga. “Lunedì 4 aprile ho iniziato il mio lavoro in pista con RP, la compagine con la quale confido di poter puntare al titolo nella stagione corrente” – ha commentato Mancinelli di ritorno dal test – “Molti dei piloti presenti in pista saranno in lotta per il campionato 2011 e la prima sensazione che ho ricevuto in seno alla mia nuova squadra è stata decisamente incoraggiante. Difatti, nella prima sessione mattutina ho fatto segnare il terzo miglior tempo, con 1′ 31″36, a soli 50 millesimi dal miglior riscontro cronometrico. Consideran-

do che per la squadra si trattava della prima uscita stagionale, il risultato non può che definirsi entusiasmante. Nel pomeriggio, mentre stavamo per ripeterci in fatto di competitività, un problema tecnico accusato dal motore ci ha costretti a chiudere anticipatamente, senza darci la possibilità di esprimerci al meglio con gli pneumatici nuovi e la pista nelle migliori condizioni di aderenza. Si è trattato tuttavia di un semplice contrattempo: la RP è una squadra che si posiziona costantemente ai vertici e sono assolutamente certo che la mia esperienza ed il loro grande potenziale costituiranno un mix adeguato per agguantare per il titolo che mi è sfuggito lo scorso anno. Ancora una volta, ringrazio pubblicamente i titolari della squadra Fabio Pampado e Niki Rocca, per avermi considerato la migliore scelta per portare in alto i propri colori”.

Thanks to the agreement set out between RP Motorsport team and Daniel Mancinelli, the pilot will try to climb the Formula 3 tricolor during 2011. He had its first practical act last week on Vallelunga roman circuit. “Monday, April 4th I started my work on track with RP”-said Mancinelli returning from the test - “In the first morning session I’ve got the third fastest time, with 1 ‘31 “36.

In the afternoon a technical engine problem forced us to close. However, it’s been just a setback: RP is a team that always ranks at the top and I am absolutely certain that, in addition to my experience, we can grab the title that I missed last year. Once again, I’d like to publicly thank the owners of the team Fabio Pampado and Niki Rocca”.

Daniel Mancinelli

LA RP È UNA SQUADRA CHE SI POSIZIONA COSTANTEMENTE AI VERTICI E SONO ASSOLUTAMENTE CERTO CHE LA MIA ESPERIENZA ED IL LORO GRANDE POTENZIALE COSTITUIRANNO UN MIX ADEGUATO

VENDITA NUOVO E USATO

di Traini Lorenzo

USATO GRANTITO E CERTIFICATO ASSISTENZA E NOLEGGIO

Contrada Vivare, 7 - 63030 Colli Del Tronto (AP) - Cell. 347.4115327


eco

SCONTO del

30%

Per l’acquisto di una bicicletta NEI MODELLI SPECIFICATI SOTTO

M O R R O VA L L E Te l 0 7 3 3 5 6 4 9 6 5

Via Campomaggio, 72/A - 62010 Morrovalle Scalo (MC) - Tel. 0733.564965 - Fax. 0733.566623


La storia e la tecnologia Massetani di Antonella Ciccarelli

MASS È ALTA PROFESSIONALITÀ A SERVIZIO DI TUTTI GLI APPASSIONATI DELLE DUE RUOTE. UNA FILOSOFIA VINCENTE FATTA DI STORIA, TECNOLOGIA E COSTANZA SUL MERCATO.

U

na clientela sempre più esigente a cui offrire prodotti di qualità, che siano all’avanguardia sotto tutti i punti di vista. Una presenza costante sul mercato, al di là di ogni crisi e di ogni cambiamento, così da essere sempre al passo coi tempi. E poi una ricerca specifica e accurata, che innalza il livello aziendale, creando quel filo diretto con gli appassionati. Tutto questo è il punto focale di Mass, azienda leader che da ben 80 anni è presente nel settore delle due ruote. Un biglietto da visita che evidenzia la costante crescita della struttura in relazione proprio all’aumentare di coloro che amano il mondo della bici e che richiedono modelli con caratteristiche sempre più sofisticate. Così Mass, che ha percepito da tempo questo andamento, e ha operato, e opera ancora, affinchè la propria produzione si adatti a qualsiasi esigenza. Una filosofia tangibile, visibile, ogni giorno. A riprova vi è la fiducia della clientela, sempre più numerosa e affezionata, che sa di poter contare su un’azienda di antiche tradizioni che non lascia nulla al caso, capace di poter offrire un’assistenza qualificata e costante. Storia e tecnologia sono le armi vincenti, e il successo è garantito. La ditta Massetani darà in omaggio una bellissima bicicletta il giorno 16 luglio 2011, in occasione della serata di cabaret con Pablo e Pedro e Fabrizio Casalino per il 6° compleanno della Pasticceria Spreca

Mass is a leader as many as 79 years in the bicycles field. A business card that highlights the growth of the structure according to people that love the world of bicycles and that require increasingly and sophisticated models. A company with ancient traditions that leave nothing to chance and always able to offer qualified assistace to customers. Pablo e Pedro Fabrizio Casalino


Fabrizio Del Brutto: verso nuovi importanti risultati

E

’ iniziata la stagione agonistica ROK CUP 2011 alla quale partecipa il nostro pilota marchigiano Fabrizio Del Brutto. Prima della gara di apertura del campionato si sono svolti, nel nuovo circuito internazionale di Ortona (CH), i test collettivi, e Fabrizio ha avuto l’onore di confrontarsi a livello dimostrativo con piloti di alto livello: Liuzzi (attuale pilota di formula 1), Morbidelli (pilota automobilistico), Ardigò e Converse (campioni mondiali di kart). Per il nostro pilota è stata una giornata veramente entusiasmante. Dopo i test collettivi nello stesso circuito di Ortona il 20 febbraio si è svolta la prima gara del campionato in cui Fabrizio fin da subito si è messo in mostra siglando la Pole position fermando i cronometri nel tempo di 1.06.1 con un

vantaggio di circa 7 decimi sul secondo. Nella gara 1 Fabrizio ha ottenuto il secondo posto e nella finale, dopo una bellissima partenza che gli ha permesso di tenere la testa della gara, a soli 4 giri dal termine purtroppo si è fermato per un guasto elettrico. Nella seconda gara del campionato, che si è svolta il giorno 27 marzo nel circuito internazionale di Teramo, Fabrizio ha ottenuto il 2° tempo in qualifica. In gara 1 si è classificato 2° e con lo stesso risultato ha concluso la finale. Questo è il primo podio stagionale e sicuramente non ultimo. Quest’anno Fabrizio Del Brutto è molto determinato e punterà ad altri risultati importanti cercando di salire sul gradino più alto del podio. Facciamo tantissimi auguri al nostro pilota!

Fabrizio Del Brutto durante una premiazione

“QUESTO È IL PRIMO PODIO STAGIONALE E SICURAMENTE NON ULTIMO. QUEST’ANNO FABRIZIO DEL BRUTTO È MOLTO DETERMINATO E PUNTERÀ AD ALTRI RISULTATI IMPORTANTI CERCANDO DI SALIRE SUL GRADINO PIÙ ALTO DEL PODIO” Fabrizio Del Brutto durante una gara

The choice fell on a guy who really deserves an extreme sport practice: Karting. Fabrizio has 16 years, and in a short time and with few resources available, has shown a remarkable growth in the technical guide to obtain results increasingly important part

in trophies, regional championships and Italians. This pilot has come to a good technical maturation and it’s time to let him take the leap. We set a very ambitious goal: to bring the pilot within two years at a professional level, and we know we can do it.


CAEM: arriva il trofeo Scarfiotti

L

a stagione del C.A.E.M., come per tutte le società che si occupano di motori, raggiunge l’apice nei mesi estivi ed anche il 2011 non fa eccezione. Il rodaggio è già alle spalle e si avvicina quello che sarà l’evento dell’anno: il Trofeo Scarfiotti. Il momento di massima esaltazione per i mezzi che partecipano, per i proprietari che possono far sfilare i loro gioielli e per gli stessi organizzatori.Ma Trofeo Scarfiotti non vuol solo dire competizione, non solo partecipare ad una manifestazione prestigiosa. Trofeo Scarfiotti è l’automobilismo d’epoca nella sua totalità. E’ costume, è la riscoperta dei luoghi più ameni, è il passeggiare gustando panorami mozzafiato, è assaporare la cucina tipica locale, è la visita a tutto ciò che la storia ci ha tramandato. Trofeo Scarfiotti è anche sacrificio. Sacrificio per uomini e mezzi. Nella nottata fra sabato 19 e domenica 20 giugno “camuffata” come “spaghettata in quota” è prevista la salita che da Sarnano porta a Sassotetto, una decina di chilometri tutte curve con un dislivello che si avvicina ai mille metri che mette veramente a dura prova le vecchiette della strada. Una zona, quella di Sassotetto che in più occasioni ha recitato una parte risolutivai, causa nebbia o pioggia. Ed è da quella strada che anche nel prossimo giugno sono attesi i verdetti definitivi. Lo Scarfiotti prevede quarantasette prove cronometrate, ma chi riuscirà a sopraffare

gli avversari sulle cime dei Sibillini sicuramente avrà messo una bella ipoteca sul successo finale. Ovviamente gli organizzatori cercano di agevolare al massimo la partecipazione anche di auto che oramai sono vicine al primo centenario di vita, offrendo il massimo del comfort. Si sale con tempi non tirati, però, quando si è in prossimità della fettuccia che segna il tratto controllato allora si fa sul serio. Le discussioni, il confronto con i tempi impiegati, il rammarico per gli errori commessi o l’esaltazione per le capacità dimostrate si fanno dopo, a tavola, dove la cucina, nonostante l’ora, trova ancora il massimo dell’esaltazione.Sabato 18 e domenica 19 si consuma l’appuntamento dell’anno che anche in questa occasione avrà una suo anteprima nel pomeriggio di venerdì, quando le auto saranno chiamate a fare passerella per le operazioni di verifica. Quartier generale della due giorni sarà la città di Sarnano che nella stessa occasione ospita la mostra “Vittore Crivelli da Venezia alle Marche” dove i partecipanti potranno ammirare i maestri del Rinascimento nell’appennino. E poi il sabato tutti in marcia e lo Scarfiotti assume quelle sembianze che gli sono tipiche. Monte San Martino, Santa Vittoria in Matenano, Piane di Falerone, Piane di Montegiorgio dove è prevista una sosta per il pranzo da “Oscar e Amorina”. Subito dopo ci si rimette in marcia ed il lungo serpentone di auto si dirigerà alla volta di Sant’Angelo in Pontano, San Ginesio, Pian di Pieca, fino a fare ritorno a Sarnano ed in mezzo tante, tante prove di abilità. Cena presso il ristorante Brunforte e

poi… ad aspettare tutti ci sarà la cima di Sassotetto, la vetta dello Scarfiotti, con tutto quello che può nascondere. Il rientro dopo la mezzanotte chiude definitivamente le ostilità della tappa d’apertura, Ma il giro di boa è stato appena messo alle spalle. La domenica mattina alle nove in punto prenderà il via il primo concorrente: il Castello di Vestignano, Caldarola, Caccamo sul lago, Bistocco, Capolapiaggia, Torre Beregna, Serrapetrona terra della vernaccia, una breve sosta e poi attraverso Belforte sul Chienti, Caldarola e Cessapaolombo si ritorna a Sarnano dove il pranzo di commiato (ristorante La Marchigiana) e le premiazioni metteranno ancora una volta la parola fine sul Trofeo Scarfiotti,il sedicesimo della serie, la manifestazione che più di ogni altra ha ricevuto consensi e gratificazioni.

CAEM, like all companies that deal with engines, it reaches its peak during the summer months. So is arriving the event of this year: Scarfiotti Trophy, which will be held in June. It will be a two days contest concerning the the whole world of vintage cars. Scarfiotti trophy provides 47 time trials, but one really decisive trial will be the one among Monti Sibillini. Sarnano is going to be the headquarter of this event, offering also a Renaissance exhibition in the same days. The ruote will include many interesting stops, charecterized even by the great food of local restaurants.

BARMUSIC 63


Una vita per la Capoeira: Sandro Severino di Donato Bevilacqua

INCONTRIAMO IL MAESTRO DI CAPOEIRA SANDRO SEVERINO, RACCONTIAMO LA SUA STORIA E SCOPRIAMO LA VERA PASSIONE PER QUESTO SPORT CHE DIVENTA UN’ARTE

Lezioni di Capoeira alla Contessa - Civitanova Marche Spettacoli di Intrattenimento con il gruppo Capoeira Show www.capoeiraoxossi.it - Recapito Telefonico: 348.5737037

Sandro Severino

S

andro Severino è oggi un maestro di Capoeira, quest’arte che ha origini lontane, nata in Brasile nel 1500 come arte di difesa personale degli schiavi provenienti dall’Africa che scappavano nella foresta, e si allenavano a queste movenze acrobatiche. Il soprannome di Sandro in questo mondo (nella Capoeira ogni atleta ha un soprannome) è Bozò Macumba. Sport e difesa personale che si uniscono, e che Sandro inizia a praticare negli anni ‘80, seguendo le orme dei fratelli. Nel ‘93 inizia a lavorare con la Capoeira con i bambini meno fortunati, lungo le strade di Porto Alegre. Un lavoro che

nel 1996 lo vede conseguire il titolo di Professore dopo uno stage a Salvador di Bahia. Nel 2003 Sandro si trasferisce in Italia e, dopo un breve trascorso a Roma, inizia a lavorare nella palestra Supergym di Macerata. Dai 10 allievi dei primi tempi il boom della Capoeira arriva anche in provincia, tanto che nel 2003 la palestra organizza il primo evento internazionale di Capoeira, in cui sono presenti molti allievi e numerosi maestri brasiliani. L’anno dopo è ospite il grande maestro Indio (personaggio di spicco di quest’arte con 50 anni di carriera e fondatore del gruppo Oxòssi, molto conosciuto anche oltre

le frontiere brasiliane). E’ proprio dal maestro Indio che Sandro acquisisce il titolo di Maestro. Nel 2007 si realizza un progetto con l’Università di Macerata attraverso il Fondo Cultura: allievi dell’ateneo hanno la possibilità di frequentare agevolmente i corsi di Capoeira di Sandro. Un progetto che è un vero successo, e che prosegue fino al 2010. Nel 2011 l’undicesimo Incontro Internazionale alla presenza di allievi e maestri, che si svolgerà a Giugno nella solita location de “La Contessa”. Un personaggio che unisce passione e professionalità, per uno sport che è prima di tutto un’arte.

Sandro Severino is a Capoeira master. This ancient art was born in Brazil in 1500 as an art of self defense made by slaves of Africa that escaped into the forest, and very skilled in these acrobatic moves. Every athlet has a Capoeira nickname and Sandro’s one is: Bozò Macumba. In ‘93 Sandro started

working the Capoeira with disadvantaged children through the streets of Porto Alegre. So sandro moved to Italy and, after a little time spent in Rome, he start working in the Supergym gym in Macerata. Years by years he has expanded the number of his students and the importance of his work. According to

passion and great people and athlets such as Indio ( founder of the group Oxossi ) Sandro in 2011 is part of the International Meeting beetween masters and students of Capoeira that will be set in Civitanova Marche.


music 25  

journal of cultural information, tourist, business, food and wine

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you