Page 1

www.barcolana.it www.facebook.com/RegataBarcolana

Turismo

“Scrigno di storia, mosaico di eleganza, baciata dal mare e scolpita dal vento” . Dai caffè storici, ai musei, al Carso

Trieste, una città che guarda all’Europa

Trieste Infopoint Via dell’Orologio 1 (angolo Piazza Unità d’Italia/on the corner with Piazza Unità d’Italia) 34121 Trieste Tel. +39 040 3478312 - Fax +39 040 3478320 info.trieste@turismo.fvg.it www.facebook.com/trieste.carso.turismo

66

Come Trieste ce ne sono poche. Lo spirito di questa città, attraente ma allo stesso tempo misteriosa, rispecchia il suo essere una terra di confine, che contempla il mare dall’aspro altopiano carsico. Trieste è un gioiello di storia ed eleganza baciato dalla natura, profumato dai colori della macchia mediterranea e animato dall’energico vento di bora. Qui, nell’estremo lembo orientale dell’Alto Adriatico, dove hanno trovato ispirazione grandi letterati come James Joyce, Italo Svevo e Umberto Saba, l'atmosfera della Mitteleuropa si respira ovunque. Passeggiare per le vie del centro, fra i palazzi in stile liberty, neo-

classico ed eclettico, è un crescendo di emozioni che culminano in Piazza dell’Unità d’Italia, la più grande piazza d’Europa affacciata sul mare. Trieste conquista i visitatori perché offre un mix affascinante di stili, culture e opportunità di svago, che vanno dalla cultura, alla cucina, allo sport. I palazzi in stile asburgico convivono armoniosamente con vestigia romane ed edifici del Settecento, mentre l’incrocio fra religioni è palpabile da chiunque la visiti: a Trieste, da secoli, trovano ospitalità, tra le altre, la chiesa greco e serbo-ortodossa, la sinagoga, la chiesa evangelica luterana e quella elvetica, la più antica della città. Una

A city full of history and elegance embraced by the sea and swept by the wind.

Trieste, gateway to Europe There aren’t many cities like Trieste. The spirit of this city, charming but at the same time mysterious, reflects its being located in a border area which overlooks the sea from the harsh Karst plateau. Trieste is a jewel of history and elegance kissed by nature, with the colour and scent of the Mediterranean maquis and the strong energy of the Bora wind. Here, in the north easternmost corner of the Upper Adriatic, where great writers like James Joyce, Italo

67


Svevo and Umberto Saba found their inspiration, the Mittel – European atmosphere is overwhelming. It is really exciting to walk through the streets in the city centre admiring liberty, neoclassical and eclectic style buildings and reach the climax in Piazza dell’Unità d’Italia, Europe’s largest square overlooking the sea. Trieste conquers visitors because it offers an attractive mix of styles, cultures and entertainment which ranges from culture, cuisine and sport. The Habsburg buildings stand harmoniously next to Roman remains and 18th century buildings, while the intertwining of religions can be felt by anybody who visits this city: for centuries Trieste has played host to the Greek-orthodox church, the Serb-orthodox church, the Synagogue, the Evangelical Lutheran and the Helvetic Confession churches (the most ancient in town). One of the greatest passions of Trieste’s people is coffee and there are many different ways to taste it. In the city bars every variation has a different name: the caffè macchiato is called “capo in b” (served in a small glass), the cappuccino is a “caffellatte”, while a plain coffe is a “nero”. Today students, old ladies and tourists love to sit in the famous cafés of Trieste: the Tommaseo, the Caffè degli Specchi, the Tergesteo, the Stella Polare, the Torinese, the Urbanis, the Antico Caffè San Marco, but also in patisseries such as Pirona and Bomboniera, which recall over a century of history although being perfectly inserted in the contemporary lifestyle. The desire to go to the beach for a nice swim has remained the same over sulla punta del promontorio di Gridelle più grandi passioni dei triestini the years. The sea is right at the centre of the city, gnano. La sua posizione privilegiata, è senza dubbio il caffè e ci sono tanti direttamente sul mare offre la vista di bathing establishments are open from early Spring modi diversi per assaporarlo. uno splendido panorama sul Golfo di and in Summer bathers and passer-byes enjoy the Nei bar della città, ogni variante ha un nome diverso: il caffè macchiato è Trieste e il castello è circondato da un sunset on the waterfront leading to the famous Miramare Castle, the fairytale residence of Maximilian un “capo in b” (servito in bicchiere), il bellissimo parco con pregiate specie of Habsburg. Its privileged position, right on the sea, botaniche dove ci si può concedere cappuccino è un “caffellatte”, mentre offers a splendid view of the Gulf of Trieste and the un po’ di relax, immersi in una natura un semplice caffè è un “nero”. castle is surrounded by a beautiful park with prelussureggiante. La residenza princiOggi, seduti ai tavolini dei letterati, ci cious botanical species where visitors can relax in a pesca di Miramare, composizione di sono ragazzi che studiano, anziane lush vegetation. The white castle of Miramare is one “bianche torri” di carducciana memosignore che chiacchierano e, naturalof the symbols of Trieste and it is the result of that ria, è uno dei luoghi-simbolo di Trieste mente, i turisti, che si lasciano rilaseclectic style of 19th century architecture. The Arche frutto di quello stile eclettico che sare dai ritmi pacati di questa città. Il duke personally followed the planning of his castle tanta parte ebbe nella storia dell’archiTommaseo, il Caffè degli Specchi, il and its large park (over 22 hectares), an English and tettura del XIX secolo. Tergesteo, la Stella Polare, il Torinese, an Italian style garden, full of rare plants, sculptures L’arciduca seguì personalmente sia l’Urbanis, l’Antico Caffè San Marco , and ponds, which gently stretches down to the ma anche le pasticcerie Pirona e Bom- la progettazione della dimora che sea. The castle has over twenty rooms: noteworthy boniera, rievocano più di un secolo di l’allestimento del vasto parco (oltre are Maximillian’s study room furnished like a ship’s 22 ettari), composto da un giardino storia cittadina, pur inserendosi nella cabin called “Sala Novara”, the music and painting all’inglese e all’italiana, ricco di piante realtà e nei desideri del contemporoom, the Chinese and Japanese sitting rooms in the rare, sculture e laghetti, che scende raneo. Immutata negli anni, invece, è tower and finally the majestic throne room. Sailing rimasta la voglia di andare al “bagno” e con ampi gradoni verso il mare. Nel enthusiasts coming to Trieste for the Barcolana canfarsi un tuffo nel mare azzurro in ogni castello ci sono oltre venti stanze: di not miss the beautiful Sea Museum and the Marine particolare pregio sono lo studio di momento buono. Reserve of Miramare, managed by the Wwf. Besides Massimiliano arredato come la cabina architectural and natural beauties, Trieste must be A Trieste si vive il mare nel bel mezdi una nave e nominato “Sala Novara”, discovered with the palate. From the typical Karst zo della città, gli stabilimenti balneari sono aperti dall’inizio della primavera, la sala della musica e della pittura, i family-run premises called “osmizze”, where you salottini cinese e giapponese che si e d’estate si riempiono di bagnanti can drink Terrano and Vitovska wines, to the cakes trovano nella torretta, per finire con la of Slav or German origins, soups such as the ‘jota’, in costume e di passanti che si gomaestosa “Sala del trono”. dono il tramonto sul lungomare, and fish dishes, Trieste’s cuisine must be tasted. In sorseggiando un drink o passeggiando Agli appassionati di vela, che ragthe Karst, after visiting the Giant Cave in Sgonico, the giungono Trieste in occasione della verso il famoso castello di Miramare, world’s greatest tourist cave, the best thing to do is Barcolana, non può inoltre sfuggire la la residenza da favola che l’arciduca to go to a farm restaurant or to a typical osmizza Massimiliano d’Asburgo fece costruire bellezza del Museo del Mare, e il par- which can be found by following the branches hang-

www.barcolana.it www.facebook.com/RegataBarcolana

Dal Castello di Miramare al sentiero Rilke, una lunga passeggiata a cavallo fra natura e suggestioni

68

ticolare ambiente della Riserva Marina di Miramare, gestita dal Wwf. Oltre alle bellezze architettoniche e naturalistiche, Trieste va scoperta anche con il palato. Dalle tipiche osterie carsiche note come “osmizze”, dove si bevono il Terrano e la Vitovska, ai dolci di ascendenza slava o germanica, passando per le zuppe, come la jota, e i sapori che arrivano dal mare, la sua cucina è tutta da scoprire. Nel Carso, dopo una visita di dovere alla Grotta Gigante di Sgonico, la grotta turistica più grande al mondo, l’ideale è entrare in un agriturismo o nelle tipiche osmizze segnalate da frasche appese lungo la strada. Qui, si possono gustare deliziosi prodotti tipici del luogo: dai vini, che spaziano dal Sauvignon, al Chardonnay a varietà autoctone come il Terrano e la Vitovska, ai formaggi vaccini, di pecora e di capra, che hanno nomi curiosi ed il sapore intenso: ci sono il Tabor, che la tradizione fa risalire al periodo austroungarico, e lo Jamar, stagionato per almeno tre mesi in fondo a una grotta carsica. In un pasto con prodotti tipici non possono mancare inoltre il prosciutto crudo del Carso, l’olio d’oliva DOP Tergeste e il miele. L’altopiano carsico, con colori, tradizioni, sapori inconfondibili e attraenti particolarità naturalistiche, offre diverse opportu-

nità per trascorrere il tempo libero, dalla riserva naturale della Val Rosandra, 746 ettari di superficie incisa dal torrente Rosandra, alla riserva delle falesie di Duino, ricca di tracce che testimoniano il passaggio dall’ambiente continentale a quello mediterraneo, dove ci si può immergere nella natura e negli scorci mozzafiato del sentiero Rilke fino a raggiungere il castello di Duino che domina il golfo dall’alto delle falesie. Merita una visita anche la pittoresca cittadina istro-veneta di Muggia, ricca di tesori storici e culinari. Qui, l’atmosfera di impronta veneziana non si respira solo grazie all’architettura: anche il dialetto, i costumi e le tradizioni gastronomiche lasciano trapelare un intenso passato condiviso con la Serenissima. Guardando Muggia dal mare, che spicca con il suo castello trecentesco, le bianche pietre d’Istria e le case colorate creano un armonico tutt’uno con il verdeggiante ambiente carsico. A incorniciarla, sette chilometri di costa e una corona di colli che dominano una vasta zona a cavallo fra l’Italia e l’Istria. In questa cittadina, dove i ristoranti propongono ottimi piatti di pesce, è piacevole passeggiare fra le calli, attorno alla splendida piazza Marconi, oppure sostare nel Mandracchio per osservare i pescatori al lavoro.

ing along the road. Here you can taste the delicious local products : wines, from Sauvignon, to Chardonnay and autochthonous varieties such as Terrano and Vitovska, cheese made from cow, sheep and goat milk that have strange names and a strong taste: the Tabor, which dates back from the Austro Hungarian tradition and the Jamar, matured for at least three months inside a cave.You must also taste the raw ham of the Karst, the DOP olive oil Tergeste and the local honey. The Karst plateau with its colours and traditions, incomparable tastes and charming nature offers several ways to spend your free time, from the Val Rosandra Reserve with 746 hectares of land crossed by the Rosandra river, the Duino cliffs, rich of traces showing the passage from the continental to the Mediterranean environment, where you can enjoy breathtaking views from the Rilke footpath up to the castle of Duino which dominates the gulf from the top of the cliffs. The picturesque Venetian town of Muggia is also worth a visit, it is rich in culinary and historical treasures. Here the atmosphere of Venetian origins is not only created by the architecture but also by the dialect and traditions which reveal an intense past shared with the Serenissima. Looking at Muggia from the sea with its 14th century castle, the white stones from Istria and the coloured houses, you can see a harmonious landscape which blends with the green Karst surroundings. Seven kilometers of coastline and a crown of hills frame this town lying between Italy and Istria. Here restaurants mainly serve excellent fish dishes and you can walk through the narrow streets around the wonderful piazza Marconi, or stop in the small port to watch the fishermen at work.

69

Trieste, una città che guarda all'Europa / Trieste, gateway to Europe  

Come Trieste ce ne sono poche. Lo spirito di questa città, attraente ma allo stesso tempo misteriosa, rispecchia il suo essere una terra di...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you