Issuu on Google+

A VOI! BISCOTTO E LATTE… CONTENTI?

SIAMO A LAYIBI, UGANDA DEL NORD

DEL RESTO SIAMO TUTTI QUI PER QUESTO… VOGLIAMO DARE LORO DELLE SPERANZE DI FUTURO!

È IL TUO MOMENTO DI RIPOSO, VERO LUCIANO?

CERTO! STO NUTRENDO LA NUOVA AFRICA

SPERANZE? SOLDI, PADRE, SOLDI!

MOLTISSIMI RAGAZZI, ANCORA QUASI BAMBINI, PERCHÉ RIMASTI SOLI O RAPITI DA BANDE DI PSEUDO GUERRIGLIERI O COMUNI DELINQUENTI, SI AVVIANO AL FURTO E A QUELLA VIOLENZA CHE LI COSTRINGE POI A DIVENTARE MOLTO PRESTO DEGLI ASSASSINI

SÌ, I SOLDI!

Testo e disegni: TANER

44


NOI VOGLIAMO SOLO QUELLI!

QUELLO CHE NOI ABBIAMO È VOSTRO…

VENITE ALLA MISSIONE E VEDRETE QUALI SONO LE NOSTRE RICCHEZZE

CHI? MA VOI SIETE QUELLI DELLE PREGHIERE?

SIAMO COMBONIANI…

ANCHE! NOI PERÒ VORREMMO SPIEGARVI MOLTE ALTRE COSE…

ARRIVEDERCI, COMBONIANI!

SÌÌÌ… E NOI LO DIREMO A TUTTI GLI ALTRI

ott. 2005

45


E ORA? HAI QUALCHE ALTRO DA NUTRIRE, LUCIANO?

NON SO! DAL MOMENTO CHE SE NE SONO ANDATI, STO PENSANDO A LORO… SARANNO ANCORA RECUPERABILI?

E A PROPOSITO: DEGLI ALTRI “BRAVI RAGAZZI” CHE NE DICIAMO?

NON CREDO!

NO! NO! È TUTTO FINITO FINO A DOMANI. TORNIAMO PURE ALLA MISSIONE

IO PENSO, LUCIANO, CHE QUEI DUE RAGAZZI SIANO MOLTO PIÙ SCALTRI DI QUANTO VOGLIANO FAR CREDERE E CHE GIÀ APPARTENGONO A QUALCUNA DI QUELLE TANTE BANDE CRIMINALI CHE IMPERVERSANO NEI DINTORNI

MA IO SONO UNO CHE SPERA SEMPRE

È BENE SPERARE, MA CON QUELLI… VEDREMO! OGNI GIORNO ALLA MISSIONE LA VITA RIPRENDE NORMALMENTE. OGNUNO HA IL SUO COMPITO E TUTTI PER “LORO” CERCANO DI ASSOLVERLO CON ONESTÀ ED AMORE… ECCOVI QUI! SI VEDE CHE ANCHE OGGI VOLETE IMPARARE

46

SÌ, PADRE, TUTTI!

SONO MOLTO CONTENTO. ORA, PRESTO, AI BANCHI E FAREMO UN PO’ DI LETTURA


POI, ALLA FINE, DUE DI VOI VERRANNO CON ME, QUI NEI DINTORNI. ANDREMO A VISITARE GLI AMMALATI… IMPARERETE AD AMARE IL VOSTRO PROSSIMO

DOMANI TORNERÒ. PER IL MOMENTO C’È TUA FIGLIA CHE TI CURA

PADRE LUCIANO, ALLORA ANCHE NOI, QUANDO SAREMO GRANDI, DOVREMO FARE COSÌ?

DI RITORNO DALLA MISSIONE… PADRE LUCIANO! DUE RAGAZZI CHIEDONO DI LEI

CERTO, NOI, TRAMITE GESÙ, CERCHIAMO DI INSEGNARVI TUTTO QUESTO. È LUI CHE CI HA MOSTRATO L’AMORE VERSO GLI ALTRI

UN LAMPO ATTRAVERSÒ LA MENTRE DEL MISSIONARIO… SI RICORDÒ DEI DUE DEL GIORNO PRIMA E PENSÒ A QUALE STRANA SITUAZIONE SI SAREBBE POTUTA CREARE

COME MAI SIETE VENUTI QUI DA NOI CHE, COME VOI DITE, DICIAMO SOLO PREGHIERE?

ABBIAMO FAME, PADRE…

MA FINORA CHI VI HA SFAMATO?

47


GENTE CATTIVA CHE POI CI COSTRINGE A RUBARE…

PADRE LUCIANO OSSERVAVA I DUE RAGAZZI. FORSE LE LORO PAROLE ERANO SOLO BUGIE, MA SI SFORZAVA DI CREDERE

PARECCHI SI SONO RIMESSI SULLA STRADA GIUSTA… CHIEDERÒ CONSIGLIO E SPERIAMO!

BENE, SEGUITEMI!

…E NOI QUESTO NON LO VOGLIAMO

NON SO ANCORA COME COMPORTARMI…

IL MISSIONARIO PORTÒ I DUE ALLA MENSA DELLA MISSIONE E…

CHE NE DITE, DOBBIAMO TENTARE?

SUOR MATILDE, VUOI DARE QUALCOSA A QUESTI DUE… IO TORNO SUBITO

IL MIO PARERE TU LO CONOSCI!

IL NOSTRO CREDO DICE COMUNQUE CHE, NEL NOME DI DIO, PER IL NOSTRO PROSSIMO È NECESSARIO OPERARE CON BONTÀ E COMPRENSIONE…

…PER CUI IO PENSO, COME LUCIANO, CHE SIA IL CASO DI ACCOGLIERLI

48

VOI SAPETE CHE IO SONO UNO DI QUELLI CHE È STATO RAPITO DA QUESTE GIOVANI BANDE E, SUCCESSIVAMENTE, RILASCIATO. QUELLO CHE HO DOVUTO SOPPORTARE IN QUEI GIORNI È INENARRABILE

INTANTO GIÙ NELLA MENSA… LORO STANNO PARLANDO DI NOI, E NOI STAREMO AL GIOCO, CAPITO?


CHE C’È? PERCHÉ QUESTO SCHIAMAZZO?

NO, PADRE, È PERCHÉ SIAMO ALLEGRI DI STARE QUI CON VOI, DOVE NON CI MANCHERÀ IL PANE QUOTIDIANO E ANCHE QUALCHE SOLDO!

RIUSCIRE A CAMBIARE MENTALITÀ A QUESTI RAGAZZI, ERA UN’IMPRESA NON DA POCO. VIVENDO SULLA STRADA, AVEVANO PERSO OGNI FORMA DI DIGNITÀ. TRA LORO VIGEVA LA LEGGE DEL PIÙ FURBO E DEL PIÙ PREPOTENTE

CERTO. SE NE APPROFITTANO DEI MISSIONARI BIANCHI… MA NOI NON STAREMO CERTO A GUARDARE

AVETE VISTO QUEI FURBASTRI?

GIUSTO! ANDREMO ANCHE NOI DA LORO, RIUSCIREMO A CONQUISTARCI LA LORO SIMPATIA E AD OTTENERE DENARO E MOLTA MERCANZIA DA BARATTARE

E COSÌ LA FARSA HA INIZIO… ASCOLTATE! ASCOLTATE! VOLETE DARCI QUALCOSA CHE CI POSSA SFAMARE? SIAMO SFINITI… SIATE BUONI!

ott. 2005

49


MA CHE COS’È QUESTA CARNEVALATA? E QUESTI CHI SONO?

CALMA, CALMA, RAGAZZI! ORA APRO…

ED ECCO SUBITO LA RISPOSTA…

MA?! FORSE SONO GLI AMICI DEGLI ALTRI DUE E PENSANO CHE SCHIAMAZZANDO POSSONO PRETENDERE CHISSÀ CHE COSA… MA CHE COSA SE NON LA GIOIA DI UNA FEDE E IL PIACERE DI VIVERE IN ONESTÀ CON IL PROSSIMO!

PADRI MISSIONARI, SIAMO VENUTI PERCHÉ ANCHE NOI VOGLIAMO AVERE QUELLO CHE VOI DATE AI NOSTRI AMICI, PER NON ESSERE COSTRETTI A RUBARE

MA TU NON SEI MIO AMICO!

50

NO, PERCHÉ IO VOGLIO ESSERE IL CAPO!


ORA BASTA VERAMENTE!!! POSSIBILE CHE VI SENTIATE COSÌ FURBI QUANDO LA FATE FRANCA, USATE VIOLENZA NON CREDETE, FORSE, E INGANNATE GLI ALTRI? CHE UNA VITA PIÙ ONESTA VI POSSA DARE SODDISFAZIONI? PRENDETE LE DISTANZE DA COLORO CHE VI METTONO SULLA STRADA DELLA DELINQUENZA E VOGLIONO FARE DI VOI DEI FALLITI! AVETE DAVANTI UNA VITA, NON SCIUPATELA!

I RAGAZZI AMMUTOLIRONO, E I LORO SORRISI DI SCHERNO SPARIRONO

E COSÌ SE NE VANNO… TORNANO NEL LORO INFERNO

PADRE LUCIANO AVEVA L’IMPRESSIONE CHE IL SUO BREVE DISCORSO AVESSE FRASTORNATO ANCORA DI PIÙ I RAGAZZI

SE PROPRIO VOLETE CADERE ANCORA PIÙ IN BASSO… A VOI LA SCELTA!

CHISSÀ SE MI HANNO CAPITO?

EPPURE, SIGNORE IDDIO…

ott. 2005

51


IL MISSIONARIO PENSAVA CHE SE QUALCUNO DI QUESTI RAGAZZI FOSSE TORNATO ALLA LEGALITÀ, FORSE QUALCUN ALTRO NE AVREBBE SEGUITO L’ESEMPIO. ERANO ANCORA MOLTO GIOVANI…

MADRE, VORREMMO PARLARE CON PADRE LUCIANO SIAMO NOI, PADRE… SIAMO RITORNATI!

…E FORSE LI HO AGGREDITI CON PAROLE TROPPO FORTI

GLI ALTRI SONO LÀ FUORI…

E ALLORA?

ATTRAVERSO IL RACCONTO DEI RAGAZZI, IL MISSIONARIO VENNE A SAPERE CHE UNO DI LORO ERA STATO GRAVEMENTE FERITO DA UNO DEI PROTETTORI, ED ERA IN FIN DI VITA… UN ENNESIMO CASO

FALLI PURE VENIRE, FAREMO IL POSSIBILE…

SONO CATTIVI! NON POSSIAMO DIFENDERCI. CI POTETE AIUTARE?

E NE VENNERO ALTRI E ALTRI ANCORA. CIÒ CHE PRIMA POTEVA SEMBRARE IMPOSSIBILE, ADESSO, COME PER MIRACOLO, ERA DIVENTATO REALTÀ. LA STESSA MISSIONE SEMBRAVA PERVASA DA QUALCOSA DI NUOVO

RIUSCIREMO A CONVINCERLI?

MANGIATO, AVETE MANGIATO, E SE ORA NE PARLASSIMO UN PO’…

52


SEMBRAVA DI SÌ! LE NUOVE CONDIZIONI DI VITA, PIÙ SANA PIÙ PULITA, AVEVANO APERTO I RAGAZZI A NUOVE ESPERIENZE. NON SI RICONOSCEVANO PIÙ!

MA QUELLI SONO PAZZI! A MENO CHE NON FINGANO PER POI POTER RUBARE MEGLIO…

…E GLI ALTRI CHE DIRANNO…

SARETE VOI A DIRE TUTTI QUESTI FATTI ERANO STATI OSSERVATI SILENZIOSAMENTE DALL’ESTERNO DELLA MISSIONE

MA LORO NON ERANO PAZZI. PER LA PRIMA VOLTA NELLA LORO VITA, QUESTI RAGAZZI SI SENTIVANO TRATTATI COME ESSERI UMANI

…E NE SIAMO FELICI! E PER QUESTO ORA SEGUITECI…

PADRI, SIAMO CONTENTI DI STARE QUI CON VOI. STIAMO CAMBIANDO…

SÌ, IN PADRE LUCIANO C’ERA DOLCEZZA… GRADITA LA FESTICCIOLA? BENE… E ORA BUONA NOTTE!

A QUEI BIANCHI SERVE UNA LEZIONE. NON È POSSIBILE CHE I NOSTRI RAGAZZI CI ABBANDONINO PER LORO. È PER PADRE LUCIANO…

NELLA MISSIONE QUELLA NOTTE TUTTO ERA SILENZIO… SEMBRAVA UNA MAGIA

NEL BUIO, UNA FIGURA NERA SI AGGIRAVA NEI CORRIDOI. ARRIVÒ VICINO ALLA PORTA, L’APRÌ E VI ENTRÒ. DOPO UN ATTIMO SI SENTÌ UN RANTOLO. QUALCUNO, COLPITO ALLA GOLA DA UNA LAMA, STAVA MORENDO. NON SI È MAI SAPUTO SE PER VENDETTA O RAPINA. SOLO AL MATTINO DEL 31 MARZO 2004, I MISSIONARI TROVARONO PADRE LUCIANO FULVI MORTO NELLA SUA CAMERA. CON LUI SONO 15 I MARTIRI COMBONIANI IN TERRA UGANDESE, UCCISI NEGLI ULTIMI TRENT’ANNI. HANNO DATO LA LORO VITA PERCHÉ SI REALIZZI UN GIORNO UNA NUOVA FRATELLANZA

ott. 2005

53


Con loro