Page 1

EMENDAMENTI AL PROGETTO DI LEGGE “BILANCI DI PREVISIONE DELLO STATO E DEGLI ENTI PUBBLICI PER L’ESERCIZIO FINANZIARIO 2013 E BILANCI PLURIENNALI 2013/2015” ART. Emendamento aggiuntivo Ente di Gestione dei Beni Comuni. Prima di procedere a qualsiasi ipotesi di esternalizzazione delle attivitá e dei servizi del settore pubblico allargato, il Congresso di Stato è tenuto a definire tramite apposita legge una nuova forma giuridica tesa alla preservazione e valorizzazione dei Beni Comuni (enti, uffici, aziende pubbliche, banche – da trasformare in Enti di Gestione del Bene Comune - perchè gestiscono beni di interesse collettivo quali risorse energetiche, tributi, risparmio etc.) che dovrá avere le seguenti caratteristiche:  Capitale Sociale ad azionariato diffuso, condiviso da utenti e da lavoratori dell’ente  No profit con eventuali surplus reinvestiti nel sociale  Rotazione del managment con incarico massimo di 8 anni  Management scelto da una consultazione tra i soci del bene comune e attraverso una graduatoria pubblica basata sulle adeguate competenze specifica per la tipologia di ente da gestire  Ferrei vincoli di bilancio e trattamenti retributivi in linea con il mondo privato.  A seconda delle finalità dell’ente parte del bilancio potrà essere finanziato dalla fiscalità generale. Il Congresso di Stato è tenuto entro sei mesi ad avviare una sperimentazione per trasformare, in accordo con le associazioni sindacali e di categoria alcuni uffici od aziende pubbliche in questo tipo di forma giuridica.

ART. Emendamento aggiuntivo Ridefinizione del Sistema Bancario - Banca del Lavoro Si impegna il Congresso di Stato a procedere alla ristrutturazione del Sistema Bancario e Finanziario Sammarinese attraverso con un progetto di riassestamento da realizzare in due anni e che preveda :  La creazione di una Banca del Lavoro gestita con le caratteristiche dell’ente di gestione del Bene Comune al quale conferire la gestione dei Fondi pensione. La Banca del Lavoro dovrá garantire condizioni di accesso al credito a tassi di interesse inferiori a quelli di mercato per il finanziamento delle infrastrutture necessarie al rilancio di San Marino.  Incentivare il settore privato ad un accorpamento degli istituti finanziari fino ad un numero massimo di 2.  Creare una unica entitá dalle esperienze bancarie di carattere mutualistico. Altresí andrà ridotta la struttura della Banca Centrale e dell’ AIF, le cui gestioni di top managment saranno raccordate con le controparti italiane e/o europee.


ART. Emendamento aggiuntivo Finanziamento ai partiti In caso di fine anticipata della legislatura non sará erogato il raddoppio del contributo ai partiti.

ART. Emendamento aggiuntivo Contributo elettorale ai partiti Il contributo elettorale ai partiti per la campagna elettorale è stabilito in ammontare massimo di 200.000 € da suddividersi in maniera eguale fra per ogni lista che si presenta alle elezioni. Il contributo sarà erogato successivamente al risultato elettorale alle sole liste che raggiungeranno la rappresentanza consigliare al netto dei premi di maggioranza e degli sbarramenti e a piè di lista delle spese effettivamente sostenute in campagna elettorale.

ART. Emendamento aggiuntivo Contributi al Fondo di Solidarietá I risparmi del contributo pubblico ai partiti volontariamente conferiti dai partiti stessi alla eccellentissima camera andranno ad accumularsi al capitolo a sostegno del reddito di cittadinanza di cui L’articolo 27 della legge 73/2010.

ART. Emendamento aggiuntivo Distacchi sindacali dalla Pubblica Amministrazione Il Governo è tenuto a raggiungere un accordo con le OOSS affinchè queste si accollino l’onere delle retribuzioni dei dipendenti pubblici in distacco sindacale.

ART. Emendamento aggiuntivo Variazione degli scaglioni di imposta In previsione di una nuova riforma tributaria si impegna il governo alla immediata variazione a partire dall’esercizio 2013 degli scaglioni di Imposta Generale sui Redditi. La variazione andrà ad inasprire gli scaglioni di imposta a partire da un reddito annuo lordo di 24.000 con una forte progressività ed incidenza sui redditi più alti. Al fine di rafforzare la tassazione per le fasce piú alte, per le persone fisiche e dovrà essere concordata con le associazioni sindacali e di categoria.


Tale variazione dovrà ricompensare i mancati introiti per il reintrego delle spese di produzione reddito per tutti i lavoratori.

ART. Emendamento aggiuntivo Reintegro delle spese produzione reddito per tutti i lavoratori In attesa della riforma fiscale sono reintrodotte le spese di produzione reddito per tutti i lavoratori, i livelli di tale detrazione saranno concordate con le organizzazioni sindacali e di categoria.

ART. Emendamento aggiuntivo Obblighi di dichiarazione dei redditi da partecipazione societarie A partire dall’esercizio 2013 saranno obbligatorie le dichiarazione dei redditi delle persone fisiche IGR per i proventi da dividendi di partecipazioni societarie

ART. Emendamento aggiuntivo Utilizzo della SMAC CARD come moneta Elettronica Al fine di valorizzare le potenzialità di sviluppo del nostro commercio e dare piena tracciabilitá alle spese dei contribuenti, il Congresso di Stato è impegnato a presentare entro il 31 marzo 2013 un progetto sperimentale per l’accreditamento di una parte dello stipendio di tutto il monte salari della Repubblica di San Marino sullo strumento elettronico della SMAC CARD. Si dovranno prevedere incentivi ulteriori per i lavoratori dipendenti per agevolare la volontà dei dipendenti a tale modalità di pagamento di parte della propria retribuzione. La scelta dovrá essere volontaria da parte del dipendente.

ART. Emendamento aggiuntivo Bilanci analitici degli enti del settore pubblico allargato Gli enti del settore pubblico allargato e Banca Centrale sono tenuti a presentare entro il 31 marzo 2013 i rispettivi bilanci analitici allo scopo di dettagliare maggiormente quanto registrato nella contabilità generale. Ogni bilancio analitico sarà corredato da una relazione illustrativa del progetto aziendale che contenga missioni e obiettivi, piano strategico e operativo, fattori critici e di contesto, tempistica, e quanto altro utile a fornire un quadro di valutazione della coerenza fra i risultati attesi e quelli prodotti.

ART.


Emendamento aggiuntivo Certificazione dei Bilanci degli enti del settore pubblico allargato Gli enti del settore pubblico allargato sono tenuti ad attivare un percorso di certificazione tecnica dei rispettivi bilanci d’esercizio. (pag.54 Relazione Comm. controllo)

ART. Emendamento aggiuntivo Leggibilità e semplificazione dei Bilanci degli enti del settore pubblico allargato In attuazione dell’articolo 2 della Legge 5 dicembre 2011 n.188 “Riforma della struttura e del modello organizzativo dell’Amministrazione Pubblica” e al fine di perseguire la chiarezza, l’intelligibilità e l’accessibilità della documentazione pubblica in materia contabile è disposto l’immediato avvio della revisione dell’Ordinamento Contabile dello Stato. Il nuovo modello di Bilancio dovrà prevedere: la programmazione della spesa per missioni e programmi, l’armonizzazione dei sistemi contabili pubblici e il coordinamento di tutte le norme e le misure regolamentari in materia, la definizione delle procedure di spesa per le opere pubbliche e delle forniture pluriennali anche di servizi, il potenziamento del Bilancio di cassa, la riforma dei controlli di regolarità amministrativa-contabile e di efficienza-efficacia della spesa, il testo unico di contabilità di Stato, il tema delle sanatorie e dei connessi regimi di responsabilità e delle sanzioni.

ART. Emendamento aggiuntivo Gruppo interufficio per recupero crediti E’ disposta la formazione di un gruppo di lavoro interuffici, che potrà avvalersi anche della collaborazione di borsisti reclutati con bando di selezione pubblico, con il compito di censire e verificare l’esigibilità di tutti i crediti dello Stato allo scopo di progettare e attuare un programma straordinario di recupero crediti che includa: - i residui attivi; - i procedimenti di manoregia; - la proposta di revisione del Testo Unico delle Leggi Urbanistiche ed Edilizie per recuperare le mancate entrate delle tasse di concessione non riscosse dallo Stato sugli abusi realizzati grazie alle lacune e all’incertezza interpretativa della legge; - la verifica del rispetto delle clausole concordate in tutte le convenzioni, edilizie e non, sottoscritte dal Congresso di Stato. Affinchè l’Eccellentissima Camera possa giungere a un rapido recupero dei diritti e privilegi concordati in favore dello Stato e la loro rispondenza ai parametri fissati dalla legge, ed entrare nella disponibilità dei beni convenzionati per finalizzarne la gestione a scopi di pubblica utilità o la vendita anche attraverso l’indizione di eventuali aste pubbliche.

ART. Emendamento aggiuntivo Estensione delle attività del gruppo per la realizzazione del contenimento dei passivi

costi

dei

fitti


Il Gruppo di lavoro istituito nel 2011 per la razionalizzazione e il contenimento dei costi per i fitti passivi e per la gestione del patrimonio immobiliare pubblico dovrà produrre entro il 30 giugno 2013 il censimento di tutte le proprietà immobiliari dello Stato e di quelle private locate allo Stato. L’elenco dovrà contenere i seguenti dati: - gli immobili di proprietà pubblica utilizzati dallo Stato; - gli immobili di proprietà pubblica locati a privati con le informazioni relative al tipo di contratto, durata, contraenti, canoni d’affitto, modalità dell’assegnazione; - gli immobili di proprietà pubblica non utilizzati; - gli immobili di proprietà privata locati allo Stato con le informazioni relative al tipo di contratto, durata, contraenti, canoni d’affitto, modalità e finalità della locazione.

ART. Emendamento aggiuntivo Vettoriamento del Gas Naturale In ottemperanza alle disposizioni di cui all’articolo 29 della Legge 22 dicembre 2011 n. 200 “Bilanci di previsione dello Stato e degli Enti Pubblici per l’Esercizio Finanziario 2012” è disposta l’immediata emissione del decreto delegato relativo all’approvvigionamento diretto di gas naturale presso fornitori esterni da parte di operatori economici sammarinesi. Il predetto decreto conterrà requisiti, modalità tecniche di fornitura e tariffe per il vettoriamento e stabilirà le imposte indirette da applicare sul prodotto importato. Il decreto stabilirà anche un costo economico a carico di chi ha usufruito del vettoriamento per compensare i mancati introiti dell’anno 2012.

ART. Emendamento aggiuntivo Acqua Reflue Allo scopo di assicurare la riscossione delle somme dovute all’ AASS per le emissioni di acque reflue che attualmente costituiscono un mancato introito, e in ottemperanza alle disposizioni del Decreto Legge 25 febbraio 2004 n.25 e di quelle all’art. 100 del Decreto Delegato 27 aprile 2012 n.44 “Codice ambientale”, si dà mandato all’Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici di adottare tutte le iniziative utili per assicurare l’immediato rispetto delle norme succitate per quanto concerne l’installazione di campionatori automatici e misuratori di portata presso le industrie di cui all’Allegato 1 del succitato Decreto Legge, installazione prevista a loro carico. In caso di non ottemperanza a questi obblighi di installazine dei contatori automatici entro il 31 gennaio 2013 si applicherá una sanziona amministrativa mensile di euro 5000.

ART. Emendamento aggiuntivo Tesoreria ed Esattoria


L’Accordo Economico siglato fra l’Eccellentissima Camera e la Banca Centrale per la gestione dei servizi di tesoreria ed esattoria, in scadenza il 31 Dicembre 2012, non verrà rinnovato. Entro il 31 gennaio 2013 tale gestione verrà riassegnato tramite asta pubblica rivolta al sistema bancario sammarinese, allo scopo di ottenere un maggiore interesse attivo in termini di liquidità e un minor costo di gestione dei servizi.

ART. Emendamento aggiuntivo Destinazione dei Fondi UEFA Il 50% dei proventi dai diritti televisivi erogati dalla UEFA e attualmente in gestione alla Federazione Gioco Calcio dovranno essere utilizzati per finanziare le attivitá del CONS.

ART. Emendamento aggiuntivo Gestione Parcheggi Il Governo è tenuto a rinegoziare la convenzione con la Società S.A. SINPAR circa la gestione del Servizio parcheggi allo scopo di ripristinare la redditività della concessione inerente i parcheggi di superficie, ed eliminare le clausole e gli oneri troppo penalizzanti per l’interesse pubblico.

ART. Emendamento aggiuntivo Riequilibratura incentivi fotovoltaico Il Governo è tenuto ad attivare le procedure mirate al ridimensionamento degli incentivi sulle produzioni di energia rinnovabile, in particolare nel settore del fotovoltaico, Gli incentivi dovranno essere ricalibrati e rinegoziati anche per le utenze già in essere, in modo da privilegiare i piccoli impianti rispetto ai grandi impianti.

ART. Emendamento aggiuntivo Trading energetico Allo scopo di contenere il rischio derivante dal trading energetico e ripristinare la legittimità amministrativa di tale pratica, l’Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici è tenuta ad adottare tutte le misure utili per il contenimento del rischio e affinchè ogni singola operazione sul mercato energetico sia dotata della necessaria copertura finanziaria.

ART. Emendamento aggiuntivo


Passaggio al Sistema Iva E’ dato mandato al Congresso di Stato di predisporre apposito provvedimento legislativo per il passaggio dal sistema dell’imposta sulle importazioni all’Imposta sul Valore Aggiunto su modello europeo, al fine di consentire l’entrata in vigore del nuovo sistema il 1° luglio 2011.

Bozza emendamenti finanziaria 2013  

Bozza emendamenti per il bilancio di previsione 2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you