Page 1

Nuove scuole, centri educativi, atelier artigianali, centri nutrizionali.

HAITI, Port-au-Prince 26 aprile 2012 _

Fondazione AVSI con i suoi partner inaugura le opere avviate dopo_ il terremoto

Educazione, sanita’ e lavoro affinche’ Haiti riparta con le sue risorse dalla dignita’ della persona

Dopo il terremoto del 2010, la Fondazione AVSI in 20 mesi ha portato a termine l’avvio di 16 strutture riabilitate o costruite: 9 scuole, un centro educativo, 5 centri nutrizionali, atelier artigianali tra cui un ristorante comunitario. Un lavoro reso possibile da uno staff di circa 180 persone in condizioni difficili e spesso estreme e grazie alla straordinaria collaborazione degli amici di AVSI, dei donatori privati e istituzionali, del network, dei sostenitori a distanza e dei volontari degli AVSI Point. È’ proprio necessario che le cose cambino. . . Il vostro (Haiti) e un bel Paese, ricco di risorse umane. E si può parlare di un sentimento religioso innato e generoso, della vitalità e del carattere popolare della Chiesa. Occorre che i“poveri di tutti i tipi riprendano a sperare. Giovanni Paolo II, Port-au-Prince 9 marzo 1983.

L’esperienza di AVSI di oltre 10 anni di vita, lavoro e legami in Haiti mostra che quella di Giovanni Paolo II è ancora la visione più realistica. Sostenere ogni persona affinché trovi il proprio compito è una priorità per ricostruire l’umano.


HAITI, Port-au-Prince, 26 aprile 2012

Fondazione AVSI con i suoi partner inaugura le opere avviate dopo il terremoto

Eravamo in uff icio in AVSI a Port-au-Prince. La prima scossa è stata fortissima ed è durata sicuramente più di un minuto. Appena possibile abbiamo lasciato i locali. Le strade però si sono rivelate una trappola. Io e la seconda macchina con Jean Philippe e un collega haitiano siamo rimasti bloccati per ore. Alla f ine abbiamo deciso di far ritorno all,uff icio. Ci siamo riforniti di acqua potabile e cose simili e ci siamo diretti verso la ex casa di Carlo Zorzi (ex rappresentante di AVSI in Haiti e ora in Costa d,Avorio), unica meta raggiungibile. I più importanti edif ici sono scomparsi. I morti non possono che contarsi a migliaia. Abbiamo cercato di portare aiuto come potevamo per trasportare i feriti, almeno i bambini non accompagnati, ma ci siamo presto resi conto di quanto poco servisse rispetto alla dimensione di questa tragedia. Si sentono dalle macerie le grida di aiuto di chi e rimasto sotto e i parenti impotenti si disperano. Mancano luci per illuminare la scena e continuare a scavare di notte. Non possiamo che attendere la mattina, ma questa notte è veramente nera per tutti noi.

Oceano Atlantico

Mar dei Caraibi 2

Fondazione AVSI www.avsi.org

20158 Milano - Via Legnone 4 - Tel. +39.02.67.49.881 - milano@avsi.org 47521 Cesena (FC) - Via P. Vicinio da Sarsina 216 - Tel. +39.0547.36.08.11 - cesena@avsi.org

Siamo anche su Facebook


HAITI, Port-au-Prince, 26 aprile 2012

Fondazione AVSI con i suoi partner inaugura le opere avviate dopo il terremoto

13 Gennaio 2010: Fiammetta Cappellini di AVSI era l’unica voce da Haiti che comunicava con l’Italia immediatamente dopo il terremoto di Haiti di martedì 12 gennaio 2010 di magnitudo 7,0 Mw con epicentro localizzato a circa 25 chilometri in direzione sud-ovest della capitale Port-au-Prince. La scossa principale si è verificata alle ore 16:53:09 locali (21:53:09 UTC) a 13 km di profondità. Lo United States Geological Survey (USGS) ha registrato una lunga serie di repliche nelle prime ore successive al sisma, quattordici delle quali di magnitudo compresa tra 5,0 e 5,9 Mw. Il numero di vittime stimato è di 230.000 persone e oltre un milione di sfollati. Straordinaria e commovente la risposta degli amici sostenitori di AVSI, in Italia e nel mondo che, immediatamente dopo il terribile terremoto hanno donato prezioso tempo e denaro a favore del popolo di Haiti.

formando tecnici agricoli anche a livello universitario, creando orti comunitari con le associazioni locali dei contadini, introducendo processi di trasformazione e di filiera per la manioca e altre produzioni locali, includendo la gestione del suolo per la riforestazione. Dopo due anni, la strada per Haiti è ancora lunga e difficile. Ma i miglioramenti si vedono. Le scuole ricostruite funzionano, i bambini studiano, le mamme imparano anche a fare le sarte e i padri a coltivare la terra. Lentamente, ma progressivamente, Haiti sta germogliando. Il terremoto non ha cancellato la vita. La centralità della persona, il riconoscimento del suo valore come essere unico e irripetibile, è l’elemento essenziale su cui costruire.

AVSI in Haiti, presente dal 1999, è intervenuta immediatamente dopo la catastrofe con un importante programma d’emergenza a favore di 40.000 persone in partnership con le Nazioni Unite fornendo beni di prima necessità e servizi educativi, nutrizionali e sanitari. Ad oggi la sua équipe, diretta da Fiammetta Cappellini, ha già portato a termine l’avvio di 16 strutture: 9 scuole, 5 centri nutrizionali, un centro educativo, laboratori artigianali con un ristorante comunitario e ateliers di moda, ferro battuto e perlage. Inoltre, AVSI sta coordinando interventi educativi, protezione dell’infanzia, scolarizzazione, nutrizione, agricoltura, acqua e ambiente; sta lavorando per il miglioramento delle abitazioni, all’avviamento dei sostegni a distanza e dello sviluppo rurale al sud dove, con le autorità locali, sta riattivando acquedotti e costruendo pozzi d’acqua potabile. Sempre al sud, nel solco dell’EXPO, si stanno

, L idea è far vedere che una vita può essere diversa e quando ci riesci questi ragazzi mettono nel bene la straordinaria energia che prima mettevano nel distruggere e distruggersi. Alberto Piatti, Segretario Generale Fondazione AVSI 3

Siamo anche su Facebook

20158 Milano - Via Legnone 4 - Tel. +39.02.67.49.881 - milano@avsi.org 47521 Cesena (FC) - Via P. Vicinio da Sarsina 216 - Tel. +39.0547.36.08.11 - cesena@avsi.org

Fondazione AVSI www.avsi.org


HAITI, Port-au-Prince, 26 aprile 2012

Fondazione AVSI con i suoi partner inaugura le opere avviate dopo il terremoto

Cosa stiamo facendo e con chi. LE SCUOLE

Ecole Communautaire Laurier Rose de Yolande Quartiere Cité Soleil, zona Drouillard, Port-au-Prince. Una struttura per 220 bambini. Progetto realizzato con Mediafriends Una scuola che accoglie 220 bambini di età compresa tra i 6 e i 15 anni. Una struttura di 360 mq realizzata nel quartiere della bidonville di Cité Soleil, su un terreno indicato dal comune e messo a disposizione dell’EPPLS (Impresa Pubblica per gli Alloggi Sociali di Haiti). Una scuola composta da 6 aule che accolgono 6 classi del ciclo elementare primario. L’edificio è stato consegnato nel mese di agosto 2011 da AVSI all’Associazione locale OPSD riconosciuta dal Ministero dell’Educazione Nazionale.

Ecole Dodo Quartiere Martissant 17, Port-au-Prince. Una struttura per 180 bambini. Progetto realizzato con Mediafriends. Un istituto scolastico che accoglie 180 bambini, tra i 3 e i 15 anni, di cui il 75% sono orfani del terremoto. Un edificio di 200 metri quadri inagibile dopo il terremoto che è stato interamente riabilitato e messo a norma, dotato di servizi igienici e acqua potabile. Una scuola con sei aule scolastiche occupate da 3 classi di scuola materna, 1 classe di scuola elementare e 2 classi di “surages” (bambini troppo grandi per essere inseriti nelle classi “normali”, che seguono un programma di recupero secondo programmi ministeriali speciali). Ecole Maranatha e Jardin Lavi Quartiere Cité Soleil. Zona Place Fierté, Port-au-Prince. Una struttura per 400 bambini. Progetto realizzato con Mediafriends. Un edificio di 540 metri quadri realizzato sul sito di Place Fierté, un grande terreno di 5.000 mq messo a disposizione di AVSI dal comune di Cité Soleil, di fronte alla piazza centrale, per 420 bambini tra i 6 e i 15 anni. Una struttura composta da due edifici affiancati che accolgono 12 aule per altrettante classi del ciclo elementare primario, già ultimata nel mese di agosto 2011 e operativa da settembre, per il primo giorno del nuovo anno scolastico, in modo da non far perdere l’anno ai bambini. Nell’edificio si sono installate, su invito di AVSI, due scuole che hanno perso il proprio edificio storico nel

terremoto del 2010: Maranatha e Jardin Lavi. Queste due scuole hanno carattere di scuole comunitarie, sono registrate presso il Ministero dell’Educazione Nazionale e funzionano da diversi anni beneficiando di programmi speciali di appoggio alle comunità vulnerabili. Le due, firmando una speciale convenzione che permette loro di usufruire dell’edificio costruito da AVSI, si sono impegnate a rispettare il principio di servizio alla comunità e gli standard di qualità dell’educazione.

Instituto scolastico Mapou Quartiere Cité Soleil, zona Place Fierté, Port-au-Prince. Una struttura per 390 bambini. Progetto realizzato con fondi privati, Sostegno a distanza, AVSI-USA, AVSI Canada, AVAID, AVSI in Brasile, Germania e gli amici del Portorico. Un edificio scolastico, gemello alla struttura delle scuole Maranatha e Jardin Lavi di 540 metri quadri, realizzato sullo stesso sito, che fa studiare 390 bambini, tra i 3 e i 15 anni, in 12 aule e 6 classi che effettuano due turni: 200 bambini nella scuola elementare, 90 nella materna e 100 nelle due classi di “surages” (bambini troppo grandi per essere inseriti nelle classi “normali” che seguono programmi speciali ministeriali). Un istituto scolastico in corso di registrazione presso il Ministero dell’Educazione Nazionale. La scolarizzazione è realizzata direttamente da AVSI attraverso il Sostegno a distanza, in favore di questi bambini che provengono dalle famiglie più vulnerabili della comunità. L’edificio – già iniziato nel 2010 – è stato ultimato nel mese di settembre 2011 e la scuola è operativa dal primo giorno del nuovo anno scolastico 2011-2012, 1° ottobre.

Ecole OPJED Cité Soleil, quartiere di Soleil 21. Una struttura per 200 bambini. Progetto realizzato con fondi AVAID e Resilience. Una scuola che prende il nome dall’omonima associazione locale OPJED, per 200 bambini, ricostruita nel 2010 con fondi del partner svizzero AVAID e dell’Associazione Resilience. La scuola, un edificio di 6 aule e di 200 metri quadri, ha beneficiato di una fornitura continua di acqua potabile per tutto il 2011, banchi, kit scolastici per tutti i bambini e formazione degli insegnanti. OPJED è partner storico che lavora a fianco

4

Fondazione AVSI www.avsi.org

20158 Milano - Via Legnone 4 - Tel. +39.02.67.49.881 - milano@avsi.org 47521 Cesena (FC) - Via P. Vicinio da Sarsina 216 - Tel. +39.0547.36.08.11 - cesena@avsi.org

Siamo anche su Facebook


HAITI, Port-au-Prince, 26 aprile 2012

Fondazione AVSI con i suoi partner inaugura le opere avviate dopo il terremoto

di AVSI dal 2005, soprattutto nell’assistenza ai bambini particolarmente vulnerabili. Questa scuola ha il doppio valore di offrire un servizio ai bambini delle famiglie più in difficoltà e sfortunate della comunità.

Ecole Saint Alphonse Cité Soleil, quartiere di Ti Haiti, Port-au-Prince. Una struttura per oltre 250 bambini. Progetto realizzato con fondi AVAID e CBAU. Una scuola ricostruita nel 2010 con fondi dei partner AVAID e CBAU (Comunità Biellesi Aiuto Umanitario), che scolarizza oltre 250 bambini e che ha accolto, su richiesta di AVSI, 30 bambini del campo terremotati di Place Fierté e, per tutto l’anno 2010, ha beneficiato di una fornitura di acqua potabile, kit scolastici e formazione degli insegnanti. L’Ecole Saint Alphonse è da sempre una delle migliori scuole di Cité Soleil, una delle poche ad offrire il ciclo secondario di formazione. La scuola è stata interamente rasa al suolo dal terremoto e ha potuto riaprire solo grazie a questo edificio realizzato da AVSI. I bambini scolarizzati hanno tra i 6 e 18 anni.

Ecole Ti Haiti Cité Soleil, zona Ti Haiti, Port-au-Prince. Progetto realizzato con fondi del Comune di Lessona (Biella). Una piccola scuola in prossimità del campo terremotati di Place Fierté ricostruita nel 2010 in modo temporaneo e ristrutturata successivamente nel corso dell’estate 2011 grazie al sostegno del partner CBAU (Comunità Biellesi Aiuto Umanitario).

-

aule di cui una riservata, e molto ampia, alla formazione. Un centro di oltre 400 mq con un terreno-giardino interamente cintato di 1.000 mq e completo di servizi igienici, cisterna e rubinetterie per l’acqua e un gazebo per le attività ricreative. Alcuni spazi sono riservati anche al counselling psicologico e famigliare, alle attività di rinforzo delle associazioni locali, all’accompagnamento dei giovani alla formazione non accademica e alla formazione dei formatori. La struttura ospita una équipe stabile di circa 25 persone tra coordinatori locali, assistenti sociali, facilitatori di terreno e psicologi, e quasi tutti, l’80%, provenienti dal quartiere.

Centro educativo Martissant Quartiere Martissant, Port-auPrince. Progetto della campagna Tende 2011-2012 A Natale 2011 AVSI - con la campagna delle Tende - ha lanciato un nuova grande sfida: costruire un secondo importante centro educativo a Port-au-Prince, a Martissant, sulla Route National, per rispondere a una richiesta precisa delle famiglie del quartiere che chiedevano di avere un posto dove dare qualche raggio di serenità ai bambini. La struttura sarà specializzata nella presa in carico degli adolescenti con iniziative di avviamento al lavoro e accompagnamento dei giovani e adolescenti un tempo legati al fenomeno delle bande armate; accoglierà attività di dopo-scuola, laboratori di artigianato, formazione per insegnanti e genitori e al suo interno avrà anche un sala adibita a centro nutrizionale per bambini e mamme. Il Centro sarà frequentato soprattutto dai già 400 bambini della zona aiutati attraverso il Sostegno a distanza di AVSI.

Centro educativo Le Soleil de la Cite’ Quartiere di Cité Soleil, zona Croix Bleue, Port-au-Prince. Progetto realizzato con fondi della BCC Treviglio, Associazione Il Germoglio e donazioni private della Campagna Tende di AVSI 2010-2011. Una struttura nata per rispondere a un bisogno educativo preciso che chiedeva ad AVSI un luogo sicuro e accogliente nel quale accogliere bambini e ragazzi vittime del terremoto con attività di sostegno psicosociale. Un luogo di bellezza e serenità in uno dei quartieri più degradati della città, in cui l’educazione e la crescita equilibrata dei più piccoli sono l’obiettivo prioritario. Iniziata nell’estate del 2010, la struttura si sviluppa su due piani per un totale di 15

5

Siamo anche su Facebook

20158 Milano - Via Legnone 4 - Tel. +39.02.67.49.881 - milano@avsi.org 47521 Cesena (FC) - Via P. Vicinio da Sarsina 216 - Tel. +39.0547.36.08.11 - cesena@avsi.org

Fondazione AVSI www.avsi.org


HAITI, Port-au-Prince, 26 aprile 2012

Fondazione AVSI con i suoi partner inaugura le opere avviate dopo il terremoto

IL SOSTEGNO A DISTANZA

R

GO TO SCHOOL

N

ispetto alle attività di sostegno e rinforzo della qualità dell’insegnamento, nel corso del 2011 AVSI con il Sostegno a distanza ha mandato a scuola 1.500 bambini vulnerabili di Cité Soleil e Martissant a Port-au-Prince, Fonds Verrettes, Torbeck. 1.500 bambini nel corso del 2011 hanno potuto così frequentare la scuola, essere accompagnati settimanalmente e seguiti con competenza da assistenti sociali, grazie al progetto di Sostegno a distanza attivato per ciascuno di loro dai sostenitori italiani. Il progetto di Sostegno a distanza di AVSI in Haiti si carica delle spese scolastiche classiche e complementari (materiali scolastici, esami periodici, attività extra curricolari, recupero scolastico), visite domiciliari, colloqui con insegnanti e genitori, incontri periodici con il bambino, sostegno psicosociale con incontri di counselling e attività puntuali nel caso di problemi specifici, sostegno alla famiglia.

Immediatamente dopo il terremoto e in parallelo alle attività di accoglienza e di protezione, AVSI a Port-au-Prince, si è impegnata a rintracciare tutti i 600 bambini sostenuti a distanza e relative famiglie della città che, prima del sisma, erano censiti e seguiti uno a uno. Inoltre, per portare la speranza di una certa normalità, AVSI ha avviato anche il programma speciale di “Sostegno a distanza in emergenza” grazie al quale si sono svolte attività scolastiche e ricreative per i bambini dei quartieri di Cité Soleil e di Martissant di Port-au-Prince e per aiutare le famiglie con la consegna di utensili e beni non alimentari di prima necessità, come lenzuola, bacinelle, sapone, pentole, teloni. A dicembre 2010, oltre ai bambini sostenuti a distanza regolarmente, erano già 600 i nuovi aiutati con la formula speciale “in emergenza” che ha permesso loro di frequentare regolarmente la scuola.

el corso del 2011 UNICEF ha chiesto ad AVSI di sostenere il Ministero dell’Educazione di Haiti curando la distribuzione di kit scolastici per bambini, insegnanti e scuole delle aree vulnerabili e a rischio nella città di Port-au-Prince. Il progetto GO TO SCHOOL ha raggiunto in 3 mesi 43.860 bambini, 877 insegnati e 241 scuole nei quartieri di Cité Soleil, Martissant e Carrefour Feuilles.

protezione dell’infanzia e sostegno psicosociale

N

el settore della protezione dell’infanzia e del sostegno psicosociale, nel corso del 2011, AVSI ha operato su tre linee di intervento: • protezione diretta dei minori vittime del terremoto attraverso una rete di Child Friendly Spaces; ovvero spazi a misura di bambino nei campi rifugiati.

A Port-au-Prince 3 a Cite Soleil e 3 a Martissant. E altri 3 nella cittadina di Petit Goave; • protezione secondaria attraverso la formazione degli operatori con il sostegno di esperti internazionali dell’Associazione Resilience, che hanno formato oltre 80 operatori e effettuato lezioni di rinforzo e aggiornamento a più di 200 insegnanti, grazie a fondi CAI e della Commissione Europea; • costruzione di un Centro Educativo (Le Soleil de la Cite) di sostegno psicosociale nel quartiere di Cite Soleil con fondi BCC Treviglio, Associazione Il Germoglio e donazioni private della Campagna Tende di AVSI 2010-2011. Una struttura di due piani per un totale di 15 aule di cui una riservata, molto ampia, alla formazione.

6

Fondazione AVSI www.avsi.org

20158 Milano - Via Legnone 4 - Tel. +39.02.67.49.881 - milano@avsi.org 47521 Cesena (FC) - Via P. Vicinio da Sarsina 216 - Tel. +39.0547.36.08.11 - cesena@avsi.org

Siamo anche su Facebook


HAITI, Port-au-Prince, 26 aprile 2012

Fondazione AVSI con i suoi partner inaugura le opere avviate dopo il terremoto

ono posti “riservati ai bambini” e a misura di bambino, dove ai minori sono garantiti la protezione, l’accompagnamento, attività adatte alla loro età e la serenità di un ambiente educativo con

S

personale specializzato e adeguatamente formato. Sono realtà generalmente temporanee, come tende o ripari provvisori, nelle quali AVSI ha accolto circa 4.000 bambini nel corso del 2011, per cicli di attività periodiche settimanali, suddivise per fasce di età e per gruppi omogenei seguiti da oltre 40 operatori che si sono alternati. In ciascuna struttura, almeno una volta alla settimana, è stato presente uno psicologo per l’identificazione di problematiche specifiche e complesse e per il monitoraggio delle attività realizzate. Oltre 400 bambini in stato di grave abbandono o vittime di violenza fisica e psicologica grave sono stati identificati e hanno beneficiato di un supporto specifico. L’attività è stata finanziata dal progetto CAI e da fondi privati.

I Child Friendly Spaces, o Coin des Enfants

i sono anche realtà che nascono dall’apertura verso queste comunità che siamo chiamati a servire. È il caso degli “ateliers”. L’idea è nata da un problema: davanti al nostro ufficio-tenda c’era un edificio pericolante usato come latrina a cielo aperto dai terremotati del quartiere. Un serio problema per la salute di tutti. Abbiamo cominciato con due giornate di “corvée di quartiere”: AVSI ci mette le carriole e le pale, la gente le braccia, e abbiamo ripulito tutto. L’edificio pericolante è stato riqualificato: 6 laboratori, o atelier, ogni stanza una professione: artigianato artistico, taglio e cucito, persino un ristorante comunitario. Ogni giorno un professionista viene qui a lavorare per metà giornata e insegna ad altri facendo insieme. Fino a 60 persone turnano ogni giorno

C

tra apprendistato e produzione. Il lavoro per riprendere dignità. Quest’anno l’uniforme scolastica dei loro bambini se la pagano da sé.

GLI ATELIER DI LAVORO

Centro nutrizionale Place Fierte’- Quartiere di Cité Soleil, zona Place

piccolo deposito per generi alimentari, due verande per attività di sensibilizzazione e formazione di gruppo. Il centro nutrizionale ha una capacità di presa in carico di 150 beneficiari tra bambini malnutriti e donne incinta e allattanti ed è in grado di erogare servizio di presa in carico clinica per bambini in situazione di malnutrizione acuta e severa, sostegno nutrizionale di bambini in situazione di malnutrizione acuta moderata, sorveglianza nutrizionale per l’intera comunità, attività di educazione alimentare e nutrizionale per mamme dei bambini da zero a 5 anni, depistaggio delle complicazioni della malnutrizione, sensibilizzazione comunitaria. Nel centro opera una équipe di 7 persone: un medico pediatra, 2 infermiere, 2 assistenti sociali, 2 facilitatori

I CENTRI NUTRIZIONALI

Fierté. Progetto realizzato con Trevi Group. Nel sito di Place Fierté, su un terreno di 5.000 mq messo a disposizione dal Consiglio comunale di Cité Soleil (Area urbana di Port-au-Prince), AVSI ha costruito una struttura di 170 mq, edificata come edificio “semipermanente”, che potrebbe agevolmente adattarsi alle nuove esigenze ed evolversi nel futuro. Le pareti sono metà in cemento e metà in legno, mentre il tetto è in lamiera. Per evitare allagamenti il centro è stato costruito a 75 centimetri sopra il suolo. La struttura è composta da una sale consultazione, una sala misure antropometriche, un ufficio e una farmacia con un

7

Siamo anche su Facebook

20158 Milano - Via Legnone 4 - Tel. +39.02.67.49.881 - milano@avsi.org 47521 Cesena (FC) - Via P. Vicinio da Sarsina 216 - Tel. +39.0547.36.08.11 - cesena@avsi.org

Fondazione AVSI www.avsi.org


HAITI, Port-au-Prince, 26 aprile 2012

Fondazione AVSI con i suoi partner inaugura le opere avviate dopo il terremoto

di terreno. Un coordinatore assicura il monitoraggio delle attività in modo continuo. Nello stesso sito, accanto al Centro nutrizionale è stato inoltre realizzato un blocco di latrine comunitarie con una cisterna per lo stoccaggio di acqua dalla capacità di 4.500 galloni, un tank da 1.000 galloni per la distribuzione dell’acqua potabile e rubinetteria per approvvigionamento comunitario. Il progetto è stato realizzato grazie al finanziamento dell’impresa Trevi Group, che ha supportato anche il costo del personale per 12 mesi.

Centro nutrizionale Descayettes - Quartiere Martissant, zona Descayettes, Port-au-Prince. Una struttura per 150 persone ed una struttura per 250 persone. Progetto realizzato con ACRI. Nel quartiere di Martissant, nel comune di Port-auPrince, in accordo con le priorità del Ministero haitiani della salute pubblica e della popolazione (MSPP) e con le indicazioni del Cluster nutrizione del sistema di risposta all’emergenza terremoto della Cooperazione internazionale - ovvero le riunioni di coordinamento settoriale con il Ministero della Salute e UNICEF – AVSI ha realizzato un intervento di supporto alle infrastrutture di presa in carico della malnutrizione, realizzando due centri nutrizionali, questo di Descayettes e quello di Baigne. Il Centro nutrizionale in zona Descayettes ha una capacità di presa in carico di 100 bambini e 50 donne incinta e allattanti. Una struttura di 60 mq in grado di servire la comunità dei quartieri di Desacayettes, Delouis, TiBois in zona Martissant.

Centro nutrizionale Soleil 21 - Quartiere Cité Soleil, Port-auPrince. Progetto realizzato con donatori privati. Il Centro nutrizionale di Soleil 21 accoglie centinaia di donne incinta e allattanti e bambini malnutriti nella comunità di Cité Soleil con attività differenti di supporto, presa in carico ed educazione nutrizionale.

Centro nutrizionale Ti Haiti - Quartiere Cité Soleil, Port-au-Prince. Progetto realizzato con donatori privati. Ti Haiti è una zona all’interno del quartiere di Cité Soleil, dove AVSI lavora da tanti anni. L’omonimo centro nutrizionale realizzato con fondi privati di AVSI, si prende cura dei problemi legati alla malnutrizione, accogliendo centinaia di mamme in attesa di partorire, donne allattanti e bambini nutriti male.

Centro nutrizionale Parc Bobi - Quartiere Cité Soleil, Port-auPrince. Progetto realizzato con donatori privati. Un tempo la squadra di calcio di Haiti si allenava qui. Dopo il terremoto è diventato un enorme campo sfollati nel quale AVSI ha costruito il Centro nutrizionale Parc Bobi, un sito conosciuto anche con il nome di tapis verte per il verde dell’erba del campo. Come tutti i centri nutrizionali di AVSI, anche questo si prende cura, grazie alla sua équipe, di donne incinta, allattanti e bambini denutriti, fornendo loro anche un’educazione nutrizionale.

Centro nutrizionale Baigne - Quartiere Martissant, zona Baigne, Port-au-Prince. Una struttura per 250 persone. Progetto realizzato con ACRI. Nato con le stesse caratteristiche del Centro nutrizionale di Descayettes, anche il Centro Baigne sorge nel quartiere di Martissant, nel comune di Port-au-Prince. Costruito come risposta all’emergenza nutrizionale causata dal terremoto, il Centro è stato costruito in concerto con il Ministero della Salute pubblica di Haiti e UNICEF con le indicazioni della Cooperazione internazionale. Il Centro, di 100 mq, è a servizio della comunità di Baigne e può prendere in carico 150 bambini malnutriti e 100 donne incinta e allattanti.

8

Fondazione AVSI www.avsi.org

20158 Milano - Via Legnone 4 - Tel. +39.02.67.49.881 - milano@avsi.org 47521 Cesena (FC) - Via P. Vicinio da Sarsina 216 - Tel. +39.0547.36.08.11 - cesena@avsi.org

Siamo anche su Facebook


HAITI, Port-au-Prince, 26 aprile 2012

Fondazione AVSI con i suoi partner inaugura le opere avviate dopo il terremoto

LE CASE

P

er sostenere il ritorno alla normalità, dopo il terremoto in Haiti, la Fondazione AVSI ha ristrutturato 39 case a favore di 222 persone, di cui 149 bambini e 7 anziani.

I

l sud di Haiti è molto povero ma potenzialmente ricco di risorse naturali utili ad uno sviluppo agricolo. Nel comune di Torbek, che ha una superficie di 190 kmq e popolato da 69.189 persone (censimento IHSI del 2009), AVSI favorisce la creazione di nuovo lavoro e il ripristino della cura dell’ambiente, attraverso ricerca, formazione e riforestazione. Le attività si prefiggono di contribuire allo sviluppo del settore agroalimentare, sia per una adeguata alimentazione e per l’accesso all’acqua potabile, sia per generare uno sviluppo sostenibile, evitando il processo di inurbamento e favorendo la crescita decentrata delle aree rurali. In questo ambito, è già in avanzata lavorazione il programma “Aquaplus” in collaborazione con EXPO 2015 e Rotary che coinvolge l’Università

degli Studi di Milano, Facoltà di Agraria e i partner MLFM e Unicredit Foundation. AVSI con il programma Aquaplus – e grazie anche ad un accordo quadro con DINEPA, l’Istituto locale per la Gestione dell’acqua - sta ripristinando e ampliando acquedotti per l’acqua ad uso domestico, costruendo pozzi, formando tecnici agricoli e migliorando la didattica della Facoltà di Agraria dell’Università UNDH di Haiti, migliorando la produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli (in particolare tuberi di manioca e albero del pane), includendo anche la gestione del suolo, la riforestazione e favorendo la crescita e la partecipazione delle associazioni locali dei contadini così come di tutta la comunità. Il progetto mira ad approdare a Milano all’EXPO del 2015 con la presentazione di questa esperienza per voce degli stessi protagonisti di Haiti. Si chiama “Un vivaio di speranza” il progetto che UNICREDIT Leasing SpA, azienda leader nel settore, appartenente al Gruppo Bancario Unicredit, sostiene a favore della comunità rurale di Les Cayes. Il progetto si prefigge il ripristino della capacità produttiva di una comunità agricola composta da circa 10mila persone. L’intervento prevede la formazione agro-zootecnica sui terreni della comunità ed il supporto a piccole attività di trasformazione e commercializzazione del prodotto ottenuto.

AGRICOLTURA, sicurezza alimentare e acqua

RINGRAZIAMENTI Le attività descritte sono state realizzate con il contributo della Regione Lombardia, il Comune di Borgarello (Pv), Bresso (Mi), Brugherio (Mb), Buccinasco (Mi), Castellanza (Va), Carate Brianza (Mb), Cesano Maderno (Mb), Comune di Campione d’Italia (Co), Cusano Milanino (Mi), Desio (Mb), Fagnano Olona (Va), Provincia di Lodi, Meda (Mb), Monza (Mb), Odolo (Bs), Olgiate Olona (Va), Pavia, Peschiera Borromeo (Mi), Rozzano (Mi), Seveso (Mb), Seregno (Mb), Treviglio (Bg), Vaprio D’adda (Mi), Varese, Uboldo (Va), Gerenzano (Va), Provincia di Macerata, Fossombrone (Pu), Fano (Pu), San Dona di Piave (Ve), Peschiera del Garda (Vr), Fidenza (Pr), Comune di Rimini, Comune di Cesena, Castel Maggiore (Bo), Savignano sul Rubicone (Fc), Chiaramonte Gulfi (Rg), Provincia Verbano Cusio Ossola (Vb), Provincia Biella, Lessona (Bi). Le opere sono state realizzate con il sostegno di molti donatori e, in particolare di ACRI, BBC Treviglio, Mediafriends, Associazione Il Germoglio, Fondazione Rotary Club Milano, EXPO Milano 2015, Università degli studi di Milano Facoltà di Agraria, TREVI Group, UNICREDIT Leasing, UNICOOP Tirreno, SAS, Perar, UNICEF, Protezione Civile Italiana, World Food Program, Commissione Europea, Governo Italiano, la Commissione Adozioni Internazionale (CAI), Ge.Fi., Peddy, Banca Finetica, Fondazione Gruppo Credito Valtellinese, la MINUSTAH (missione delle Nazioni Unite in Haiti), OCHA (coordinamento Aiuti Umanitari delle Nazioni Unite). I progetti sono stati implementati grazie ai partner del network di AVSI in tutto il mondo, in particolare: AVSI-USA, AVSI Canada, AVAID, AVSI in Brasile, Germania e gli amici del Portorico, Associazione Resilience, Medicina e Persona, CBAU, MLFM; i volontari degli AVSI Point coinvolti nelle Tende; il Sostegno a distanza e tutti i suoi sostenitori; gli amici della CDO, del Sussidiario e di Tracce; Un grazie particolare a tutti i giornalisti, fotografi e reporter che hanno dato voce ad Haiti.

9

Siamo anche su Facebook

20158 Milano - Via Legnone 4 - Tel. +39.02.67.49.881 - milano@avsi.org 47521 Cesena (FC) - Via P. Vicinio da Sarsina 216 - Tel. +39.0547.36.08.11 - cesena@avsi.org

Fondazione AVSI www.avsi.org


` AVSI chi e Fondazione AVSI, presente ininterrottamente in Haiti dal 1999, è una organizzazione non governativa, ONLUS, nata nel 1972 e impegnata con oltre 100 progetti di cooperazione allo sviluppo in 38 paesi del mondo di Africa, America Latina e Caraibi, Est Europa, Medio Oriente, Asia. AVSI opera nei settori socio-educativo, sviluppo urbano, sanità, lavoro, agricoltura, sicurezza alimentare e acqua, energia e ambiente, emergenza umanitaria e migrazioni. La sua missione è promuovere la dignità della persona attraverso attività di cooperazione allo sviluppo con particolare attenzione all’educazione, nel solco dell’insegnamento della Dottrina Sociale Cattolica. Fondazione AVSI lavora con 700 partner locali, con donatori privati e pubblici e con oltre 60 organizzazioni unite nel “network AVSI”, ovvero una rete informale di soggetti del privato sociale che in modo sistematico collaborano per la realizzazione di progetti, per la riflessione comune sulle problematiche dello sviluppo, per condividere metodi ed esperienze. Il bilancio di AVSI è certificato da una delle maggiori società di revisione ed è pubblicato sul sito www.avsi.org.

sostieni avsi in haiti

5xmille ad avsi

Sostegno.distanza@avsi.org

Codice Fiscale 81017180407

tel. 0547.360.811 – fax 0547.611.290

---------------------Credito Artigiano

---------------------conto corrente postale n. 522474

c/c intestato AVSI FONDAZIONE IBAN IT 68 Z 03512 01614 00000000500 Per bonifici dall’estero: BIC (Swift code) ARTIITM2

intestato FONDAZIONE AVSI ONLUS ONG

AVSI ITALIA - www.avsi.org

AVSI USA - www.avsi-usa.org

20158 Milano, Via Legnone, 4 tel. +39.02.6749881 - milano@avsi.org

Headquarters: 125 Maiden Lane 15th floor - New York, NY 10038

47521 Cesena (FC), Via P. Vicinio da Sarsina, 216 tel. +39.0547.360811 - cesena@avsi.org

Ph/Fax: +1.202.429.9009 - infoavsi-usa@avsi.org

---------------------Donazioni on line www.avsi.org

DC Office: 529 14th Street NW - Suite 994 - Washington, DC 20045

inaugurazione haiti  

inaugurazione haiti 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you