Page 1

3

Anno 50 Num. 3

Ott. 2012 Direttore Resp. Professor Giorgio Maltoni

Severini - Madre


SOMMARIO SEGRETERIA:

Elisa Bugani

REDAZIONE:

Rosanna Ricci Tebe Fabbri Meris Dall’Agata Maria Gori Claudio Lelli

A QUESTO NUMERO HANNO COLLABORATO: Fabrizio Francia Elide Urbini PROGETTO GRAFICO:

AVIS NOTIZIE • Via G. Della Torre, 7 - Tel. 0543 20013 Fax 0543 805170 - www.avisforli.it - forli.comunale@avis.it C.F. 00629090408 Centro Trasfusionale Tel. 0543 735070/1 Stampa Industrie Grafiche Zoli - Forlì.

L’Italia sono anch’io Chi dona Sangue sorride alla vita

pag. 2

I nostri appuntamenti

pag. 4

Lettera ai donatori

pag. 5

Ori di ottobre

pag. 7

Protagoniste in Avis

pag. 10

Concorso Avis Scuola

pag. 14

Lettera ai presidenti delle sezioni

pag. 15

Avis Provinciale Forlì-Cesena

pag. 16

Novecento

pag. 18-20

Vita delle sezioni

Wells - Bologna

FOTOGRAFIA: Lelli Claudio FUND RAISING: Alberto Forni

TIRATURA 7.000 copie

All’interno della copertina:

in copertina: Severini Madre - Sironi l’aeroplano Mostra Novecento... Musei San Domenico

di Fabrizio Francia

Premiazione donatori benemeriti Forlì

di Rosanna Ricci

Testi delle canzoni

di Elide Urbini

Corsi di formazione

Mostra Musei San Domenico

Premiazioni


I NOSTRI APPUNTAMENTI Da tempo, oltre a porre in essere nostre iniziative, partecipiamo attivamente agli eventi organizzati da FORLI’ NEL CUORE , da associazioni di volontariato aventi finalità analoghe alle nostre e, in primis, collaboriamo con l’Amministrazione Comunale e l’Azienda Sanitaria Locale. E’ una scelta di Solidarietà Comunitaria che riteniamo essenziale alla coesione e alla crescita del nostro territorio ma comunque sempre aperti e attenti al resto del mondo.

CARO DONATORE Questo, che segue, è il ricco calendario che ti invitiamo a leggere e a scegliere ma non puoi mancare il 20 ottobre alla

Cerimonia di Premiazione dei Donatori Benemeriti. Vieni perché è la festa di tutti i donatori di sangue, di noi tutti, premiati o non premiati per l’occasione. Il Consiglio Direttivo - Avis Com.le di Forlì

7-14-21-28 ottobre Festa dei Borghi Forlì, mattino e pomeriggio, quattro grandi appuntamenti con eventi a tema ed animazione nei borghi del centro storico per assaporare appieno le tipicità di quartiere e ritrovarsi fra spettacoli, musica, danza e prodotti enogastronomici. L’ Avis è presente nei pomeriggi di queste domeniche con un gazebo informativo, palloncini e vendita dei biglietti della lotteria.

13 ottobre, ore 9,00 - Auditorium Cassa dei Risparmi Forlì–Conferenza “Giornata Mondiale del Cuore” , organizzata dalla Fondazione Cardiologica Sacco sui recenti progressi in cardiologia preventiva. Intervento del nostro Presidente Fabrizio Francia. ...... 2


20 ottobre, ore 15,30- Salone Comunale Forlì - Cerimonia di Premiazione dei Donatori Benemeriti dell’Avis Comunale di Forlì, alla presenza delle Autorità Cittadine e del Presidente Regionale Andrea Tieghi (vedi pag. 4). Seguirà Estrazione della Lotteria 2012 di cui parte dell’incasso verrà devoluto ai terremotati emiliani (ricostruzioni sedi Avis). 10 novembre, ore 21 – Teatro Diego Fabbri Forlì - Spettacolo Musical “L’H” - Compagnia OGM. Biglietto intero euro 10, Ridotto Unico (under 14) euro 8. L’incasso sarà devoluto all’Avis. Info e prenotazioni info@compagniaogm.it cell.3275310615 ore 12-14 e 18-20.

12 novembre e 19 novembre, ore 20,30 - Sede Avis Forlì, via G. della Torre 7- Formazione e Studio: “L’Avis nel mondo del volontariato e le attività statutarie” e “L’Unità di Raccolta: come si gestisce e cosa rappresenta per il futuro dell’Associazione” (vedi pag. 6).

17 novembre, ore 9,00- 12,00 - Bologna Sede Avis Regionale, via dell’Ospedale 20 Seminario di studio sulla ricerca “Dal dono arcaico al dono moderno- L’Avis in tre regioni italiane”, in collaborazione con Alma Mater Bologna-Ce.Um.S. Info: sede Avis Comunale 0543 20013 Attività Formativa di Avis Provinciale 6 e 27 ottobre, ore 9,00-12,30- Sala Banca Romagna Centro di Forlimpopoli. Seminario a “Carattere Associativo”- Docente: Luigi Zanini, dirigente Avis Regionale. Rivolto agli attuali e futuri dirigenti nonché volontari interessati delle sezioni comunali della Provincia di Forlì e Cesena. 24 novembre e 1 dicembre, ore 9,00-12,30 ­ – Sala Banca Romagna Centro di Forlimpopoli -Seminario “Percorso di accreditamento delle Unità di Raccolta in E.R.”. Rivolto ai dirigenti, volontari e dipendenti di tutte le Avis Comunali della Provincia. Si prega vivamente di intervenire numerosi, in quanto, eccezionalmente docente sarà il Presidente Regionale Andrea Tieghi. Info: sede Avis Provinciale 0543 370634

...... 3


Carissimi donatori, donatrici, colleghi, abitualmente bilanci e valutazioni si fanno alla fine dell’anno solare ma vi siamo troppo riconoscenti per attendere altri tre mesi. Desideriamo scambiare con voi, subito, impressioni, risultati e progetti. Come sapete dal primo aprile gestiamo direttamente l’Unità di Raccolta del sangue (U.d.R.) in tutto il territorio forlivese. In estrema sintesi ricordiamo che ci siamo assunti la responsabilità diretta dell’organizzazione della raccolta e come immediata e primaria conseguenza l’affidamento del servizio al personale Avis (medico, sanitario e tecnico), la cui amministrazione (dall’assunzione all’affidamento delle funzioni e dei compiti) è pertanto in capo al Consiglio Direttivo dell’Avis Comunale di Forlì. Ebbene, le prime cose che ci hanno confortato e che ci stimolano ad affrontare i numerosi piccoli – grandi problemi quotidiani sono state le buone relazioni instaurate fra voi e il nostro personale e le vostre risposte, la vostra adesione, in termini di incremento della raccolta e di nuovi aspiranti donatori (vedi tabella). Chiaramente tutto può essere migliorato e alla cura, alla professionalizzazione, alla qualità, alla capacità di ascolto delle risorse umane dobbiamo continuamente prestare la massima attenzione. Ne discende quindi la necessità di un aggiornamento costante attraverso la messa a disposizione di risorse anche economiche per assicurare al personale percorsi formativi continui. Ma anche per noi dirigenti, volontari collaboratori e donatori - futuri dirigenti l’aggiornamento e la formazione sono requisiti irrinunciabili e quindi, di seguito, troverete le informazioni inerenti a due serate formative organizzate dal Consiglio Direttivo dell’Avis Comunale di Forlì per le proprie risorse umane (vedi pag. 6). A pag. 15 inoltre riportiamo anche le informazioni inerenti i quattro Corsi di Formazione, proposti dall’Avis Provinciale di Forlì – Cesena, distribuiti fra ottobre, novembre e dicembre c.a., particolarmente indirizzati, appunto, ai dirigenti attuali e futuri delle Avis della nostra provincia (naturalmente sarà gradita la partecipazione di ogni volontario-donatore di buona volontà). Per la prima volta nella nostra Provincia avremo per docente (un vero privilegio!), Andrea Tieghi, Presidente Regionale e già Presidente Nazionale, per cui facciamo nostro l’invito di Elide Urbini a partecipare numerosissimi. Nel ringraziarvi di cuore vi preghiamo vivamente di segnalarci in qualsiasi modo, a voce- per lettera - con e-mail, suggerimenti, osservazioni, consigli, al fine di rendere il nostro servizio sempre più vicino alle vostre esigenze. A presto.

...... 4


AVIS COMUNALE FORLÌ

ORI DI OTTOBRE 2012

Questi i nostri donatori benemeriti a cui verranno solennemente consegnate le benemerenze durante la Cerimonia di Premiazione il 20 ottobre 2012 nel Salone del Comune di Forlì. DISTINTIVO D’ORO CON DIAMANTE 1.BONOLI AUGUSTO DISTINTIVO D’ORO CON SMERALDO 1.BENINI ELVIO 2.FAGGIOLI NADIA 3.GUARDIGLI CARLO 4.GUIDI DERVIO 5.LAGHI FLAVIO 6.LORUSSO DONATO 7.MARZOCCHI GIANFRANCO 8.NANNI MARIA 9.SASSI DAVIDE 10.USSANI GRAZIANA DISTINTIVO D’ORO CON RUBINO 1.BATTISTINI MASSIMO 2.BRIGANTI MAURO 3.CAMPANA MARISA 4.CIMATTI LORIS 5.CRISTOFANI MAURO 6.FRATTI ANDREA 7.GENTILI RENATO 8.GORI DIEGO 9.LOTTI LORIS 10.MASOTTI FRANCESCO 11.RAVAGLI VALTER 12.TASSINARI MAURIZIO 13.VALENTINI GIOVANNI 14.VALLI CLAUDIO 15.VERSARI MARCO DISTINTIVO D’ORO 1.AGNOLETTI PAOLO 2.BENZI ARDE 3.BERGONZONI PAOLO 4.BERTACCINI RENZO 5.BERTOZZI GIACINTO 6.BORGHESE CARLO 7.BRESCIANI MIRCO 8.BRIGANTI MARCO 9.BRONZI MICHELE 10.CAPACCI FAUSTO 11.CAPANNI GIOVANNI ...... 5

12.CHIERICI FABIO 13.FABBRI LUCA 14.FABBRI TIZIANO 15.FARAONE GIORGIO 16.FILANDRI ROBERTO 17.FRESCHI MASSIMO 18.GARDELLI FABIO 19.GARDINI ALBERTO 20.GATTA MORENA 21.GAUDENZI CLAUDIO 22.GAVELLI PAOLO MARIA 23.GIOVANNETTI ALESSANDRO 24.GONNELLA SABRINA 25.GORDINI ORAZIO 26.GUARDIGLI LAURA 27.LAGHI TERESA 28.LANDI ROBERTO 29.LEONE EMANUELE 30.MARTINI MARCO 31.MAZZARI MAURIZIO 32.MILANDRI MIRCO 33.MINGOZZI CLAUDIO 34.MONTI LIVIO 35.MORARA GIAN LUIGI 36.MORDENTI FERNANDO 37.MORETTI OBERDAN 38.MUSSOLINI MARCO 39.NERI GIULIANO 40.NINOLI MASSIMO 41.PAGANINI MARA 42.PASINI GIANNI 43.PERSIANI ANGELA 44.PETRINI MAURIZIO 45.PIRACCINI RAOUL 46.PORDON GIOVANNI BATTISTA 47.RAVAGLIOLI LUIGI 48.SINTONI GIAN PAOLO 49.STROCCHI DANILO 50.SUGHI ALESSANDRO 51.TASSINARI MASSIMILIANO 52.TREOSSI MASSIMILIANO 53.VASUMI GIANLUCA 54.VETRICINI ENRICO 55.VITALIANI CLEMENTINO


INCONTRI DI INFORMAZIONE E STUDIO Lunedì 12 novembre – ore 20,30

L’AVIS nel mondo del volontariato e le attività statutarie Lunedì 19 novembre – ore 20,30

L’Unità di Raccolta: come si gestisce e cosa rappresenta per il futuro dell’Associazione presso la sede AVIS (Via Giacomo della Torre 7) Conoscere meglio l’AVIS è di stimolo ad una partecipazione più attiva, anche con assunzioni di responsabilità nella gestione della stessa, o comunque è di stimolo alla voglia di testimoniare con più consapevolezza l’appartenenza all’Associazione.

Per aderire o per ulteriori informazioni contattaci allo 0543 20013 E-mail:forli.comunale@avis.it

Donatori... Segnalateci sempre ogni cambio di indirizzo, di numero di telefono e di posta elettronica affinché le notizie che vi riguardano, possano raggiungervi ogni volta con efficacia e tempestività.

Segreterie U.d.R e Associativa: 0543 735070 - 0543 20013 forli.comunale@avis.it

Nascite E’ con immensa felicità che accogliamo tra noi i figli dei nostri donatori sperando che in futuro portino avanti con gioia l’operato dei loro genitori: Giulia figlia del Consigliere e donatore Fabio Spanò Bianca figlia del Consigliere e donatore Loris Cimatti Samuele figlio della donatrice Angela Bondi e del donatore Devis Gasperi Riccardo figlio del donatore Davide Piccinini e Stefania Sguro Elia Mambelli figlio della donatrice Sara Fabbri. ...... 6


PROTAGONISTE IN AVIS Sonia Betti La Direttrice Sanitaria

Sono ormai 18 anni che la dottoressa Sonia Betti, laurea in Medicina e Chirurgia all’Università di Firenze dove ha ottenuto la specializzazione in Ginecologia e Ostetricia collabora con l’Avis comunale di Forlì, prima come medico selettore e prelevatore presso le sezioni periferiche, poi, dal 2000 come medico formatore nell’equipe  Progetto AVIS SCUOLA con il compito di portare l'informazione sul dono del sangue e anche su corretti stili di vita nelle scuole elementari, medie  e superiori di Forlì e comprensorio. Nel suo impegno lavorativo il compito di medico selettore e prelevatore si è andato ampliando con l’aggiunta di attività relative al controllo esami, accessi  periodici presso le sedi periferiche con funzione di ambulatorio per  i donatori stessi. Oggi Sonia Betti ricopre il ruolo di Direttore Sanitario Avis con compiti di  indirizzo  e di coordinamento  per la tutela della salute del donatore. In riferimento a quest’ultimo incarico, ossia la raccolta del sangue, la dottoressa sottolinea: ‘Dopo circa due anni di incontri ...... 7

con l'AUSL si e' finalmente giunti alla firma della convenzione che assegna all'AVIS comunale di Forlì la gestione dell'U.d.R (unità di raccolta: definita dal decreto legislativo n. 261del 20 dicembre 2007  come" struttura incaricata della raccolta, previa autorizzazione delle regioni e province autonome competenti, gestita dalle associazioni dei donatori volontari di sangue e operanti sotto la responsabilità tecnica del servizio trasfusionale di riferimento"). Il personale Avis pertanto si trova a gestire tutto il percorso del donatore dal primo contatto, quando cioè chiede di diventare donatore, a tutta l'attività di donazione.’ Novità, dunque, quanto mai positive ed in continua evoluzione per l’Avis sia nella sezione comunale di Forlì, sia nelle sedi periferiche. Infatti con la progressiva  ed ormai completa informatizzazione di tutte le sedi periferiche e  l'acquisto da parte dell'Avis, con il contributo della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì di un apparecchio elettrocardiografico portatile anche  i donatori della periferia possono usufruire dei servizi che vengono dati nella sede centrale di Forlì. In pratica, spiega la dottoressa Betti, ‘ nelle giornate di donazione  vengono  effettuati oltre agli esami annuali di controllo anche eventuali controlli a donatori momentaneamente sospesi per esami alterati. Lo stesso avviene per elettrocardiogrammi di controllo  che possono essere fatti subito grazie al nostro elettrocardiografo portatile.’ Tutto questo semplifica notevolmente l’iter della donazione; in particolare favorisce chi vuol diventare donatore. Infatti l'aspirante donatore si può presentare sempre


nelle mattine di donazione e dopo aver compilato i vari moduli di adesione, se il medico lo giudica idoneo effettua subito analisi ed elettrocardiogramma e nel giro di pochi giorni sa se è idoneo al dono. Le attese si sono perciò ridotte e, in più, sempre in riferimento agli aspiranti, se il loro numero è elevato, per non intralciare la giornata di donazione si possono anche programmare ulteriori giorni  di accesso, in sezione,

Elena Hriscu

dedicati solo a questi ultimi dove si fanno colloquio, esami ed ECG. ‘I responsabili delle sezioni naturalmente vengono costantemente informati sullo stato e dei lori iscritti – conclude Sonia Betti- in quanto al termine della sessione di donazione vengono altresì dotati di un elaborato automatizzato che riporta i dati di loro interesse: le donazioni totali (sia effettuate in sede centrale che periferica), eventuali donatori sospesi, donatori da richiamare per esami, aspiranti donatori cui è stata data l'idoneità, ecc.’

La Referente Infermieristica

Elena Hriscu, lei è laureata in scienze infermieristiche all’Università di Bologna ed è referente infermieristica per Avis: è soddisfatta di questo lavoro? ‘Sì. E’ un lavoro fatto da granitiche certezze e mi dà un’ enorme soddisfazione.’ Ci può spiegare il perché di tanta soddisfazione? ‘Vedere la gente che con un semplice gesto, senza fare niente di straordinario e forse nenache rendendosi conto del dono meraviglioso che sta offrendo per la vita altrui, attraverso il dono incondizionato di qualcosa di sé per gli altri, mi tocca nel profondo dei sentimenti, facendomi scoprire i colori del arcobaleno.’ Questa è la sua prima esperienza infermieristica?   ‘Mi ero avvicinata a questo lavoro già dal 2009 intraprendendo questo ‘viaggio’ con grande gioia. Ho scoperto che si può essere felici anche quando le cose non vanno esattamente come uno vorrebbe, basta saperle guardare da un altro punto di vista: spesso persino le avversità  nascondono doni inaspettati.’ Quale consiglio potrebbe dare per vivere meglio? Accettare ciò che non si può cambiare. Concentrarsi su quello che invece dipende della nostra volontà: questo è il primo passo per ritrovare la serenità. E poi credere in se stessi e nelle persone che ci circondano al lavoro.’ Che cos’è per lei la sua professione? Un semplice lavoro? ‘Io lo considero diversamente, perché non basta la collaborazione sul lavoro con il personale medico, infermieristico e le segretarie, ma occorre una profonda ...... 8

umanità, il desiderio di essere utili agli altri.’ Qual è il compito principale dell’infermiere nella sala Donatori? Ricevere, accogliere le persone perché vengono di loro spontanea volontà a donare. Non sono costrette a farlo. Il loro è un altissimo gesto di solidarietà. Spesso i donatori si lasciano cullare dalle nostre mani, si fidano della nostra competenza.’ Un ultimo suo messaggio? ‘Rassicurare le persone che ci stanno più al cuore, ossia i DONATORI, perché loro sono il nostro fiume di vita, capaci di regalare a ognuno di noi il segreto della vera felicità: DONARE INCONDIZIONATAMENTE’.


Beatrice Amadei L’Infermiera Professionale

Beatrice si è laureata in Infermieristica nel 2010 e da aprile 2011 ha iniziato a lavorare con l'Avis di Forlì, prima prestando saltuariamente servizio nelle varie sezioni della provincia, poi, da giugno di quest'anno, è tutti i giorni in sala donatori al trasfusionale dell'ospedale Morgagni - Pierantoni. Parliamo della sua giornata al trasfusionale di Forlì… ‘Comincio a lavorare tutti i giorni alle 7.30. Quando entro nel reparto mi dirigo velocemente ad indossare la divisa, passando poi davanti a tutti i donatori in attesa o per l'accettazione in segreteria o per la visita dal medico.’ Quando lei entra al centro, saluta con tono di voce squillante ‘Buongiorno!’: significa che le piace il suo lavoro? ‘Sì, mi piace questo impegno lavorativo ed è molto ...... 9

diverso da quello precedente in una casa di riposo per anziani. Qui è tutta un'altra cosa. I donatori sono persone molto attente ad osservare soprattutto con quanta sicurezza ti muovi in sala; prima coi nonnini era sufficiente essere allegra e saltellante; qui invece, le persone sono giovani, con mille problemi: chi per la famiglia, chi per la scuola, l'università, i figli, il lavoro.’ Qual è l’atteggiamento dei donatori in attesa del prelievo? ‘A volte non hanno molta voglia di chiacchierare e allora, durante la donazione (che dura 15 minuti circa), sono assorti nei loro pensieri; altre volte invece non vedono l'ora di vedere il volto amico di una persona che li rassicura e che si interessa a loro in quel breve ma importantissimo lasso di tempo’. Secondo lei la società è sufficientemente consapevole della importanza di queste persone senza volto che, con il loro modesto ma importante gesto, possono contribuire a salvare tante vite? ‘Strana società la nostra! Con enfasi celebra come eroi soggetti che, pur ampiamente remunerati, non meritano tali riconoscimenti, mentre invece ignora il valore di anonimi che gratuitamente ci regalano la vita. Mi auguro che nel tempo questa semplice verità emerga e diventi vera e consapevole a tutti’. Rosanna Ricci


Concorso Avis scuolae canzoni ll e d i test

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “VIA F. ORSINI” PLESSO MARONCELLI CLASSI 2°A-B-C e CLASSE 2° E VILLAFRANCA PER LA VITA E' una grande fonte di felicita' Dona la speranza a chi non ce l'ha C'e' una strada breve che porta all'amor Seguila anche tu e ascolta il tuo cuor Mentre vai in salita io vengo con te Non temere sai la discesa poi c'e' C'e' una voce che sussurra dentro di te Corri lesto, dona adesso tempo non c'e' Dona dona sangue a chi ha dolor E poi fallo sempre con amor Dagli questa possibilita' Di tornare a stare bene ancor Avis e' una voce che e' dentro di te La riconoscenza di chi aiuterai Non e' un mito, ne' un partito non tradisce mai E' il sorriso di un amico e' il cuore che hai Ritornello (strumentale) Verra' il tempo che qualche cosa riunira' Come una famiglia questa societa' Non sara' denaro ma un gesto di bonta' Solo una parola: solidarieta' Intermezzo strumentale Sono le emozioni in fondo al cuor Che fa grande la tua dignita' Libero di amare ancor di piu' Dona, dona sangue anche tu Verra' il tempo che qualche cosa riunira' Come una famiglia questa societa' Non sara' denaro ma un gesto di bonta' Solo una parola solidarieta' E' una grande fonte di felicita' Dona la speranza a chi non ce l'ha Per la vita fallo subito Per la vita tu lo devi far

...... 10

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “VIA RIBOLLE” PLESSO CROCE CLASSE 2° N TE Ti amo perché provi lo stesso per me mi guardi e mi riempi d’amor mio tesor Fatta per amare una più bella non c’è Senza di te non so che fare io vivo solo di te RIT: Ti amo perché provi lo stesso per me mi guardi e mi riempi il cuor d’amor Splendi come il mare una più bella non c’è Senza di te non so che fare io vivo solo di te

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “VIA RIBOLLE” PLESSO CROCE CLASSI 2° L e G LE EMOZIONI DEL CUORE Ci riusciremo noi, cantando e giocando noi, vivremo ogni giorno per scoprire chi noi siamo dentro. La realtà è quella che vediamo Tutti i giorni, sai, ma quello che c’è in me è gioia vera che io provo per te. RIT: gioia, amore, dolore sono nel cuore, noi le vivremo insieme senza paura, sono da ricordare ad uno ad uno, là nel tuo cuore sta la felicità. Voleremo alto noi, la vita ci sorriderà e ci regalerà la forza dell’amore dentro al cuore. Noi supereremo, sai, gli Ostacoli dell’anima, uniti noi vivremo e il sogno dentro noi sarà realtà. RIT. FINALE: noi ce la faremo noi ci riusciremo noi cresceremo


Di salire fino in cima al mondo

Tu lo sai che l'amor ci dà forza ed unità

Ogni tristezza vola via Davanti ad un tramonto Vorrei urlare al vento Lo stupore di questi colori E? un’emozione vera Qualcosa che sarà per sempre La bellezza che è dentro di noi

Forza è un gioco di colori è un insieme di valori Forza è speranza nel domani è futuro tra le mani Canta sentirai un'emozione quando fai una buona azione Canta il coraggio ti può dare gioia grande come il mare Dona...dona...

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “VIA RIBOLLE”PLESSO ZANGHERI CLASSI 2° D e B IN FONDO AL CUORE Tra gente che mi sfiora Quanti attimi vissuti E quanti strani mondi, splendidi universi da scoprire… e sento scorrere la vita in fondo, dentro a questo cuore che coloro con mille emozioni. Quanti sorrisi e pianti Gioia, rabbia e dolore Accendono di luci Il sentiero incerto della vita, e nella notte buia io seguo sempre il cuore ed ogni cosa allora piano si fa chiara RIT: dentro di me in fondo, in fondo dentro me ci sono emozioni mille emozioni sento dentro di me in fondo, in fondo dentro me ci sono emozioni mille emozioni sento dentro di me mi inoltro dentro un bosco e non ho più paura Riempio i miei polmoni Con quest’aria, con quest’aria pura. Questa è la vera pace E come una magia mi sembra

...... 11

Parte strumentale SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “VIA FELICE ORSINI” PLESSO ORCEOLI GRUPPO INTERCLASSE 2° A B C D E FRATELLI DI SANGUE Rit. Tu lo sai che si può dare solidarietà Tu lo sai che l'amor ci dà forza ed unità. Batte il tuo cuore per amore porta pace, vita, sole Batte per sconfiggere il dolore ogni nota vien dal cuore Pensa a un sorriso di un bambino a cambiare il suo destino Pensa quante vite puoi salvare così facile è aiutare Dona...dona... Rit. Tu lo sai che si può dare solidarietà

Rit. Tu lo sai se amerai, un sorriso tu avrai Tu lo sai e se vuoi con il cuore canterai con il cuore canterai


Cosa vuoi che me ne freghi! Rit – ti fa comodo restar bambino Devi crescere un pochino Non ti chiedo beneficenza Ma di formarti almeno una coscienza. Stai attento a quel che sei Con il tempo te ne pentirai Ora accetta il consiglio al volo “Continua così e Finirai per restar solo”!!! SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “M. PALMEZZANO” CLASSE 2° G E 4 ALUNNI 2°E EMOZIONI DEL CUORE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “M. PALMEZZANO” CLASSI 2° B, 2 ALUNNI 2°A E 1 ALUNNO 2°C LA COSCIENZA 1) Se oggi non ti impegni In solidarietà Ti dicono che sei Una vera nullità. Per me non è importante Non me ne frega niente Io non ne ho bisogno Io sono un benestante!!! 2) Viviamo tutti stretti In questa società Per forza tutti uguali In fratellanza e libertà. Che noia questa gente Che predica amore Ma dove siamo finiti Torniamo al “libro cuore”??? Rit – devi dare il tuo aiuto Non puoi ancor restar muto Prova ad aprire il tuo pensiero Per capire gli altri Con problema vero.

...... 12

Io non sono nei guai Non vivo in un bidone Ho le comodità Non dormo in un cartone. Ho il frigo sempre pieno Non mangio dei rifiuti Non sono come quelli Che si senton degli sputi. E poi sì vedon Così piccoli e meschini È solo perché Sono senza quattrini!!! Rit – apri gli occhi vai a fondo Intorno a te c’è un altro mondo Prova ancora a pensare Ci sono sempre gli altri Non li puoi calpestare! Che colpa ne ho io Se mio padre è ingegnere Da lui ho imparato A darmi da fare. Io sono molto attivo Non ho tempo di pensare Fra tennis e piscina Vado anche a sciare. Al computer sto per ore Sono un mito ai videogiochi Perciò di tutti gli altri

Sentiro’ il calore del tuo amore Ogni volta che ascoltero’ il tuo cuore Sentiro’ il calore del tuo viso Quando sulla bocca avrai il sorriso Rit. Le emozioni del cuore Ti fan sentire migliore Mi accingo ad amarti E se piangi a consolarti Il colore dei tuoi occhi e’ come il cielo E sei dolce come lo zucchero a velo Io vorrei incontrarti nei sogni miei E conoscerti per quello che sei Rit. … Fra le braccia io ti stringero’ E allor mai piu’ ti lascero’ Io non posso stare senza te Ormai tu sei parte di me Rit. … Cantiamo insieme questa canzone che ci ha unito Il nostro amore sara’ infinito


DIREZIONE DIDATTICA 7° C. PLESSO BERSANI CLASSE 4° B UN SOGNO D ' AMORE Ti dono il mio cuore ti dono il mio amore ti dono la mia anima il mio sogno si realizzerà.

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “M.PALMEZZANO” CLASSE 2° L AVIS NEL CUORE Avis è nel cuore Doniamo il sangue alle persone. La nostra vita è questa qua Noi dobbiamo aiutare chi non ce l’ha. Tante persone che aiuti in ogni istante Dovunque e in ogni parte. Il nostro cuore è pronto ad aiutar Corri all’Avis a donar. Ne ha bisogno il bambino Che a me siede vicino Ne ha bisogno l’anziano Che però vive lontano Salverà tanta gente e a te Non costa niente Basta solo una goccia che però Può spaccare la roccia. Avis è nel cuore Tu puoi sentire il suo calore È un piccolo gesto che costa poco Ma ti assicuro non è un gioco Il tuo sorriso la gioia porterà E la felicità a tutti arriverà

...... 13

Sarà un'amicizia infinita che formerà la mia vita e con gran felicità sul mondo regnerà. Donare è un arcobaleno che fiorisce nel ciel sereno, un piccolo dono dato con il cuore spalanca le porte dell'amore. Ti dono il mio cuore ti dono il mio amore ti dono la mia anima il mio sogno si realizzerà. Adesso ti dono la mia mano anche se sono un amico lontano siamo ombre senza confini ma non siamo semplici bambini, siamo bambini un po' speciali che voliamo con le nostre ali accompagniamo un bacio di colore che non fa alcun rumore. Ti dono il mio cuore DIREZIONE DIDATTICA 7° C. PLESSO BERSANI CLASSE 4° C LA SORGENTE DELLA VITA (DONARE) C'è una montagna davvero speciale da cui sorge un'acqua fiorita che fa sbocciare in ogni viso sorriso sorgente di vita. L'amore fiorisce fiorisce d'incanto e dal profondo del cuore come un melodioso canto volano note d'amore. RIT: Goccia dopo goccia torna l'allegria aumentano i doni aumenta l'armonia diamoci la mano

con pace e speranza forza dai doniamo non è mai abbastanza. L'amore fiorisce, fiorisce d'incanto e dal profondo del cuore come un melodioso canto volano note d'amor. DIREZIONE DIDATTICA 7° C. PLESSO BERSANI CLASSE 4° A A VOLTE SUCCEDE A volte succede che mi sento solo e non ho nessuno con cui giocare. L’aria è grigia e la mia tristezza voglio colorar di felicità. Dammi la mano, stringila forte, sorridi al tuo cuore e corri con me. Respira la vita, abbracciala forte, ascolta i colori e corri con me. A volte succede che sono arrabbiato e nessuno mi ama per ciò che sono. Mi prendono in giro e ridono di me voglio un amico e sincerità. Dammi la mano, ... A volte succede che mi sveglio e ho paura del buio e dei sogni fatti. La notte mi avvolge e sembra un serpente con coraggio vieni vicino a me. Dammi la mano,... Ora succede che sono felice e la mia tristezza è in fondo a mare. Voglio amare, ridere giocare e corro veloce insieme a te. Dammi la mano, stringila forte, sorridi al tuo cuore e corri con me. respira la vita, abbracciala forte, ascolta i colori e corri con me, insieme a me!


Cari Presidenti e Cari Donatori con queste righe, voglio sottolineare due obiettivi fondamentali della nostra organizzazione che richiedono un ulteriore sforzo di riflessione e di impegno. Il primo riguarda la formazione dei quadri dirigenti dell’Associazione di fronte alle nuove sfide che ci attendono e alle necessità di costante rinnovamento dei gruppi dirigenti come garanzia del nostro futuro, per aderire sempre più e meglio alle aspettative delle nuove generazioni. Il 2013 sarà l’anno in cui dovremo procedere al rinnovo degli incarichi dirigenziali di quasi tutte le Avis comunali della nostra Provincia, perciò sin da ora ogni realtà comunale dovrà impegnarsi nella verifica di quanti potranno riconfermarsi e di quanti, spero molti nuovi giovani e donne, potranno ricoprire responsabilità nella direzione delle nostre sezioni. Il secondo obiettivo riguarda il percorso dell’accreditamento delle Unità di Raccolta che sta diventando progressivamente operativo. E’ stato finalmente approvato dalla Conferenza StatoRegioni il documento concernente le “linee guida per l’accreditamento dei servizi trasfusionali e delle Unità di Raccolta del sangue e degli emoderivati” alle quali dovremo attenerci, sia noi dell’Avis che i Centri Trasfusionali, nella ricerca del costante miglioramento delle attività specifiche a garanzia della tutela della salute dei donatori e dei riceventi. Obiettivo quanto mai importante nella realtà forlivese dove l’Avis comunale di Forlì ha assunto, con successo, la titolarità dell’UdR e dell’intera attività riguardante il percorso del donatore. Questi temi sono uno stimolo ulteriore per la crescita dell’Associazione. Perciò l’Avis Provinciale si è attivata per informare e formare i nostri volontari e nuovi aspiranti sulla gestione regolare e trasparente dell’associazione e sul nuovo quadro normativo in cui ci troviamo a svolgere la nostra attività. Per noi, tradizionalmente, il volontariato attivo è anche un volontariato competente perché non possiamo dimenticare che operiamo nel campo della salute, dei servizi che agiscono nei confronti ...... 14

Dono della pittrice Irene Ugolini Zoli

di persone particolarmente bisognose del farmaco sangue e dei suoi derivati. Perciò, solidarietà (la spinta che ci muove), responsabilità (verso gli altri e la comunità di cui facciamo parte), competenza (conoscenza e informazione, corretta pratica di ciò che facciamo e come lo facciamo) sono per noi parole chiave di riferimento. Per questo terremo due seminari di formazione, il primo a carattere associativo rivolto agli attuali dirigenti, ma in particolare a volontari disponibili futuri dirigenti: si terrà nelle giornate di sabato 6 ottobre e sabato 27 ottobre dalle ore 9 alle 12, nella sala della Banca Romagna Centro di Forlimpopoli, gentilmente concessa. Il docente sarà Luigi Zannini della segreteria Avis Regionale. Il secondo seminario si terrà nelle giornate di sabato 24 novembre e sabato 1 dicembre dalle ore 9 alle 12, sempre a Forlimpopoli. Sarà docente di questi due incontri formativi sull’accreditamento Andrea Tieghi, il nostro presidente Regionale. Mi rivolgo, pertanto, ai presidenti delle Sezioni Comunali affinchè si sentano impegnati ad assicurare la più ampia partecipazione. Elide Urbini Presidente Avis Provinciale FC


AVIS PROVINCIALE DI FORLÌ – CESENA

CORSI DI FORMAZIONE Periodo Ottobre / Novembre / Dicembre 2012 in Forlimpopoli - Saletta Banca Credito Cooperativo

Seminario di Formazione a “Carattere Associativo” riservato agli attuali dirigenti ma soprattutto ai

DISPONIBILI FUTURI DIRIGENTI Gli incontri devono impartire una buona conoscenza delle leggi e degli strumenti a disposizione dei dirigenti Avis per una corretta gestione dell’Associazione: ➡ Legislazione vigente (legge 266/91- legge regionale 12/2005 - D.Lgs. 460/97); ➡ Registri obbligatori, modalità tenuta e presentazione conto economico, obblighi assicurativi; ➡ Statuto Avis e Regolamento Nazionale; ➡ Gestione Assemblea dei Soci e del Consiglio Direttivo; ➡ Regolamento elettorale; ➡ La Rappresentanza pro-tempore; ➡ Obblighi e Responsabilità giuridica. Docente: Luigi Zanini – Sede Regionale Periodo: 6-27 ottobre Orario: 9-12.30 Seminario di Formazione “percorso di accreditamento delle Unità di Raccolta in E.R.” (destinatari Dirigenti, volontari e dipendenti di tutte le Avis Comunali della Provincia) Tenuto conto che per le due Comunali Avis preposte alla Raccolta Sangue nella Provincia di Forlì- Cesena ( Avis Com.le di Forlì e Avis Com.le di Cesena) già sono avvenuti, a livello Bologna, specifici ed approfonditi corsi di formazione-informazione sull’argomento, e altri ne seguiranno nel secondo semestre 2012, si ipotizza la seguente articolazione: a) una formazione/educazione di base sul concetto di Accreditamento e sulla filosofia motivazionale che ne ha determinato la scelta; b) nello specifico cenni su idoneità delle strutture e dell’organizzazione adottata, sicurezza e qualità del servizio, regolamentazione dei rapporti con il Servizio Trasfusionale, sensibilizzazione, informazione ed educazione del donatore; c) cenni su definizione e compiti dell’Unità di Raccolta, dei Servizi Trasfusionali, della titolarità dell’autorizzazione all’esercizio della raccolta; d) necessità della conoscenza e della totale convinta collaborazione da parte delle Sedi Avis, punti di raccolta, con le Avis responsabili dell’Unità di Raccolta; e) condivisione e impegno, da parte di tutte le Avis Comunali di azioni costanti e continuative di educazione “tout court” rivolte ai donatori (in sintesi forte carattere motivazionale). f) Docente: Andrea Tieghi g) Periodo : 24 novembre e 1 dicembre h) Orario 9-12.30

...... 15


MOSTRA MUSEI SAN DOMENICO

NOVECENTO ARTE EVITA IN ITALIATRA LE DUE GUERRE Forlì 2 febbraio - 16 giugno 2013

Dopo aver realizzato la mostra Wildt. L’anima e le forme da Michelangelo a Klimt, la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, in collaborazione col Comune di Forlì, intende approfondire un altro momento dell’arte del Novecento. La mostra comprende quasi un trentennio. Dalla fine del primo decennio del ’900 alla seconda guerra mondiale. Ma il fuoco è sugli anni ’20 e ’30. Il “campo” offerto consente di mettere in luce tutte le tendenze, i movimenti, le avanguardie, i protagonisti, i temi, procedendo non secondo una sequenza cronologica, ma per polarità dominanti. Ne emerge uno spaccato di vita, di costume, che ben ritrae quegli anni, e che coinvolgerà anche le nuove arti: il cinema, la moda, le arti grafiche e decorative; così come prende nuova luce il confronto sull’istanza morale dell’arte, svolto soprattutto nel dibattito delle riviste. Ci si dedica, con i debiti confronti nazionali e internazionali (a partire da Picasso), alla pittura e alla scultura tra le due guerre: “Il nuovo Rinascimento italiano”, come lo chiamò Margherita Sarfatti, intendendo allora l’esperienza del gruppo “Novecento”. Ma oggi quella stessa espressione può forse raccogliere l’insieme, seppur disomogeneo, di tutte quelle linee di tendenza che si confrontarono, si giustapposero e si susseguirono all’ombra del regime, segnando una profonda fase di rinnovamento delle arti in Italia. Si tratta infatti di un periodo che presenta al proprio interno diversi movimenti: dalla pittura metafisica di “Valori plastici”, al cosiddetto “Ritorno all’ordine”, al Realismo razionale, all’arte celebrativa del regime. I nomi sono quelli di Boccioni, Balla, Sironi, Soffici, Prampolini, Carrà, Severini, Savinio, De Chirico, De Pisis, Morandi, Casorati, Funi, Campigli, Donghi, Martini, Rosai, ...... 16

fino a Pirandello, Maccari, Mafai, Manzù, Guttuso. Da un lato la mostra intende rievocare le principali occasioni in cui gli artisti, pensiamo all’architettura pubblica, alla pittura murale e alla scultura monumentale, si prestarono a celebrare l’ideologia e i miti proposti dal Fascismo. Apposite sezioni rievocheranno la I (1926) e la II (1929) Mostra del Novecento Italiano, organizzate da Margherita Sarfatti; la grande Mostra della Rivoluzione Fascista allestita a Roma nel 1932-1933 in occasione del decennale della marcia su Roma; la V Triennale di Milano che ha visto la consacrazione della pittura murale vista come un’arte nazional-popolare che faceva rivivere una tradizione illustre; la rassegna dell’E42 a Roma che ha segnato una profonda trasformazione nell’urbanistica e nell’immagine stessa della capitale. Mentre ancora la pittura murale e la scultura monumentale vengono indagate all’interno dei cantieri pubblici, come i Palazzi di Giustizia, le Poste, le Università. La considerazione delle più impegnative realizzazioni urbanistiche, come la piazza della Vittoria a Brescia o la nuova città di Littoria, consente di capire quanto è stato realizzato a Forlì. La mostra affronta anche il legame culturale e formale con la prospettiva razionalista e il dibattito sul classicismo in architettura e nell’urbanistica. Nella razionalizzazione dei vecchi centri storici, nel ripensamento dei rapporti tra città e campagna, nella fondazione di città nuove si manifesta una visione plurale che tenta una sintesi nuova tra monumentalità e modernità. L’architettura ne è la protagonista e la pittura, con la ripresa della dimensione murale e del mosaico, il partner privilegiato. “Edificare senza aggettivi, scrivere a pareti lisce”, l’ammonimento di


Bontempelli, la norma. La mostra presenta un percorso suddiviso in quattordici sezioni che toccano i temi affrontati nel Ventennio dagli artisti che hanno aderito alle direttive del regime, partecipando al concorso e accettando le commissioni pubbliche, e quelli che hanno partecipato a quel clima, alla ricerca di un nuovo rapporto tra le esigenze della contemporaneità e la tradizione, tra

Balla - Celeste metallico aeroplano.

...... 17

l’arte e il pubblico. Fino ad arrivare alla crisi di quel rapporto, nella più ampia tragedia nella quale venne trascinato il paese. Ancora una volta il percorso espositivo si articolerà all’interno delle grandi sale che costituirono la biblioteca del Convento di San Domenico e nelle stanze del piano terra dove si sono tenute le sette precedenti mostre. Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì


VITA DELLE SEZIONI

Onoreficenze Sezioni Comunali Comprensorio Forlivese

DISTINTIVO IN ORO CON RUBINO 1. GUARDIGLI MARCO DISTINTIVO IN ORO CON SMERALDO 1. RABITTI RICCARDO

BERTINORO

DISTINTIVO IN RAME 1. MONTACUTI MIRCO 2. SANSONI STEFANO DISTINTIVO IN ARGENTO DORATO 1.GIANGRASSO MORIS

CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE

DISTINTIVO IN RAME 1. AGLIERI RINELLA MARIKA 2. CARVANA GAETANO IVAN 3. CAVALLUCCI SONIA 4. CROSTOLO GUALTIERI ROBERTO 5. GIARAMITA GIUSEPPE 6. MENGOZZI ARNALDO 7. MICHELACCI ILARIA 8. PAVONE ALESSANDRO 9. PEZZOLATI MATTEO 10. PIZZIGATI LUCA 11. SCOTTI LUCIA 12. SKULY GIOVANNI DISTINTIVO IN ARGENTO 1. CONFICONI DAVIDE 2. FAROLFI GREGORIO 3. GURIOLI PAOLA 4. LOMBARDI CECILIA 5. LOMBARDI FABRIZIO 6. LOMBARDI GIANNI 7. RANIERI ANDREA 8. RICCI ENZO 9. SCRUZZI VIVIANA DISTINTIVO IN ARGENTO DORATO 1. BANDINI CARLOTTA 2. CASTELLETTI EUGENIO 3. TURCI MASSIMILIANO ...... 18

DOVADOLA

DISTINTIVO IN RAME 1. GIAMMARCHI UBALDO DISTINTIVO IN ARGENTO 1.CALONACI RAMONA 2. MARZOCCHI MAURIZIO 3. NANNINI SILVIA 4. SANTI ANDREA DISTINTIVO IN ARGENTO DORATO 1. CONFICONI DOMENICO 2. LOLLI ALBERTO 3. RODARI FREDERIC PAUL ANTOINE DISTINTIVO IN ORO 1. PIERGUIDI PIER PAOLO

CIVITELLA

DISTINTIVO IN RAME 1. CANTONI FABIO 2. CASAMENTI GABRIELE 3. CASAMENTI LUCA 4. CECCHINI MATTIA 5. LAGHI VALENTINA 6. MARCHI MONICA 7. MARTINETTI ELENA 8. MARTINI PAOLO 9. MESCOLINI MIRCO 10. NERI ALESSANDRO DISTINTIVO IN ARGENTO 1. ARRIGONI ADUA GILDA 2. BALZONI JENNY 3. BUSCHERINI ROBERTA 4. CASTELLUCCI LORENZO 5. DAMIANI DANIELE 6. RICCI MIRCO 7. SANTANDREA DAVIDE 8. SEVERI TIZIANA 9. ZANELLI ALMARELLA

DISTINTIVO IN ARGENTO DORATO 1. CAMINATI MIRIAM 2. CASADEI FRANCO ATTILIO 3. CASAMENTI MARA 4. FERRETTI GIORGIO 5. GALEOTTI LICIA 6. PORTOLANI LORENZO 7. ROSSI RINALDO DISTINTIVO IN ORO 1. BALZANI PAOLO 2. BRUNELLO LUCA NATALE

FORLIMPOPOLI

DISTINTIVO IN RAME 1. ANDREANI ROSSANA 2. BELARDO ANTONIO 3. BERGAMASCHI ALESSANDRO 4. BERNI ELISA 5. BRASCHI ANDREA 6. BROGIN STEFANO 7. CASADEI IVAN 8. COCOZZA RAFFAELLA 9. FORGAGNI ROSARIO 10. GALLIANI LAURA 11. LONZARDI LINDA 12. MAGNANI MELISSA 13.MARZOCCHI FRANCESCA 14. MARZOCCHI ILARIA 15. MARZOCCHI MARIA NIVES 16. MAZZOTTI ADRIANO 17. MILANDRI FABRIZIO 18. MORGAGNI GUGLIELMO 19. MORGAGNI STEFANIA 20. ORIOLI ALESSANDRO 21. PETRINI MARIA ANGELA 22. PUPILLO FRANCESCA 23. ROMAGNOLI FABIO 24. TROSSERO MARCO 25. VALBONESI IVAN 26. VALBONESI NICOLAS 27. VILLARI FABIO DISTINTIVO IN ARGENTO 1. COPPOLA ENRICO 2. CROCIANI VALENTINA 3. DALLA TORRE MARIA PIA


4. FORNASARI GIULIA 5. GALBUCCI MARZIA 6. GARGIULO MADDALENA 7. MAESTRI GIANLUCA 8. MALDINI MASSIMO 9. MERCURIALI LORIS 10. MERCURIALI MARIA 11. MONDARDINI LUCIA 12. OLIVUCCI ALAN 13. OLIVUCCI JONATHAN 14. SERVADEI MARISA 15. SFORZINI PAOLA 16. TAMPIERI MATTIA 17. VERSARI MATTEO 18. VIGNUTELLI GIADA 19. ZOFFOLI MARIA ILARIA DISTINTIVO IN ARGENTO DORATO 1. ARMENISE TINA 2. LOTTI MAURIZIO 3. MORETTI NICOLA 4. SEVERI GABRIELE DISTINTIVO IN ORO 1. CASADEI ROBERTINO 2. SBARAGLIA LORELLA DISTINTIVO IN ORO CON RUBINO 1. SANTOLINI GIULIANO DISTINTIVO IN ORO CON SMERALDO 1. CAPACCI WALTER

MELDOLA

DISTINTIVO IN RAME 1. BANDINI NICOLA 2. BERTACCINI MATTEO 3. BERTACCINI RICCARDO 4. CAMPANELLA LEONARDO 5. CANGINI CLAUDIO 6. CAPACCI VITTORIO 7. CUCCHI IURI 8. DAL SANTERNO ANDREA 9. FAVALI ALBERTO 10. FERRARESI MASSIMILIANO 11. GHETTI LUCIA 12. GIORGINI ANTONELLA 13. LORUSSO ROSA MARIA 14. MAMBELLI LUCIANA 15. MAMBELLI MICHELE 16. MARCHAN ALVAREZVALERIA PAOLA 17. MESCOLINI CLAUDIA 18. NARDI FRANCESCA 19. PETRINI LINDA ...... 19

20. POLVERINO ANDREA 21. SERRI IOLE 22. SEVERI ELISA 23. SPIEZIA FRANCESCO 24. SPIGHI MASSIMO 25. VALMORI SARA 26. VALTANCOLI LORETTA 27. VENTURI LAURA DISTINTIVO IN ARGENTO 1. BERTONI BENEDETTA 2. BOCCHI ALBERTO 3. CAMPANA ANDREA 4. FATTINI SILVIA 5. LAURINI STEFANO 6. LEONI ALESSANDRO 7. MARIANI MARCO 8. MENGOZZI FABRIZIO 9. MICHELACCI TERESINA 10. MINGOZZI MORENO 11. NANNI NATASCIA 12. SAVIA SEBASTIAN CESAR 13. SEGONI MIRKO 14. TASSANI DAVIDE 15. TEDALDI MANUEL 16. ZUCCHERELLI CINZIA DISTINTIVO IN ARGENTO DORATO 1. ALESSANDRINI LUCA 2. BISERNI VITTORIO 3. BRAVACCINI SARA 4. BUCCI PAOLO 5. CAMINATI SARA 6. CAPALDI GIONATA 7. LANDI FABIO 8. TORELLI PIO 9. TRAVAGLIATI ELIO 10. ZOLI ERICA DISTINTIVO IN ORO 1. BIONDI RODOLFO 2. CAMPORESI MICHELE 3. CEREDI MARILENA 4. GRAZIANI ROSETTA 5. LEGA PAOLA 6. LOMBARDI SAMUELE DISTINTIVO IN ORO CON RUBINO 1. CAPACCI LEONARDA DISTINTIVO IN ORO CON SMERALDO 1. RAVAIOLI LUCIANO

MODIGLIANA

DISTINTIVO IN RAME 1. ALPI MATTEO 2. BAMBI NELLA 3. BANDINI PAOLA 4. BELLINI IVAN 5. BONOLI PAOLA 6. CAMURANI KATIA 7. CAPUTO LEONARDO 8. CICOGNANI DANILO 9. CORNIGLI CLAUDIO 10. FABBRI ELIO 11. FABBRI MARIANGIOLA 12. GUALDI DANIELA 13. LAGHI MICHELE 14. MATULLI CAVEDAGNATHOMAS 15. SARTONI GIACOMO 16. VALLI MIRCO 17. VALLI SILVIA DISTINTIVO IN ARGENTO 1. CASAMENTI MILLER 2. CICCARELLA SIMONE 3. FABBRI DEBORA 4. MAZZONI ALBANO 5. SALA MARIO 6. SANGIORGI DANIELA DISTINTIVO IN ARGENTO DORATO 1. FACELLI LAMBERTO 2. LIVERANI ANDREA 3. MAGLIONI DONATELLA 4. NATI DAVIDE 5. NERI GIOVANNI 6. SAMORI' MARIA GRAZIA 7. TASSINARI CINZIA DISTINTIVO IN ORO 1. FABBRINI DONATELLA 2. LIPPI MIRKO 3. SENZANI SAMUELE

PREDAPPIO

DISTINTIVO IN RAME 1. AMADORI MARCO 2. BERTOZZI CONSUELO 3. BIAGIOLINI SILVIA 4. BUCHICCHIO LIDIA 5. CAMPRINCOLI STEFANO 6. CIMATTI ALICE 7. FABBRI ANDREA 8. GREGGI ELISA 9. GUERRI MANUELA 10. MARGHERITINI ANDREA


11. SALGHINI MONIA 12.ZEPRI MAICOL DISTINTIVO IN ARGENTO 1. BARTOLUCCI VERONICA 2. BILLI RENATO 3. BISERNI GIORGIO 4. CALDERONI SIMONE 5. CAPACCI MARGARETH 6. CASAMENTI BARBARA 7. CASAMENTI SARA 8. CONTI MIRCO 9. DI RENZO NICOLA 10. LAGHI MATTIA 11. NOTO ROSINA 12. PRATI MASSIMO 13. RAVAGLIA FRANCO 14. SASSI ANNALISA 15.TOMASINI BARBARA 16. TRITEAN OLIMPIA DISTINTIVO IN ARGENTO DORATO 1. BANDINI DANIELE 2. CAMPACCI MARCO 3. CHIOCCIOLINI GABRIELLA 4. FLAMIGNI GIANNI 5. FOSCHI WEINER 6. GARRETTI TANIA 7. GONELLI MAXIMILIANO 8. GREGGI MARCO 9. LAMBRUSCHI LUCA 10. PINI BARBARA 11. ROSSI GIORGIA 12. RUBINI SILVIA 13.VALENTINI MARIA GRAZIA DISTINTIVO IN ORO 1. GIANGRANDI VINCENZO 2. GUERRI GIOVANNI VALTER 3. LANDI CLAUDIO 4. LOLLI GABRIELE DISTINTIVO IN ORO CON RUBINO 1. BERGAMINI PAOLA 2. VALLI SERGIO

ROCCA S. CASCIANO

DISTINTIVO IN RAME 1. BRESCIANI SONIA 2. CROCINI IVAN 3. INNOCENTI ELEONORA 4. PERADOTTO MATTIA 5. POGGESI DAVID 6. POGGESI ERICA 7. SOLARI SAMUELE 8. TONI FABRIZIO 9. TURCHI EMANUELE

DISTINTIVO IN ARGENTO 1. CHIARI DANIELE 2. MASCIOLI ROBERTO 3. PINI RODOLFO 4. POGGESI FEDERICA DISTINTIVO IN ARGENTO DORATO 1. RIMINI ORIANO 2. VANDI MATTEO GIOVANNI DISTINTIVO IN ORO 1. PAZZI MAURO DISTINTIVO IN ORO CON SMERALDO 1. GUIDI FAUSTO

SANTA SOFIA

DISTINTIVO IN RAME 1. BALZANI LUCIANO 2. BANDINI ANTONIO 3. BOSCHERINI SERENA 4. CARFAGNA LOREDANA 5. COCCHI LAURA 6. FERESI FABBRI CELESTE 7. GALEOTTI BARBARA 8. IFTODE TEODOR VLAD 9. LORENZONI DAVIDE 10. LOTTI RICCARDO 11. MAGNI FRANCESCO 12. MONTI CRISTINA 13. MONTI MARIO 14. NUNEZ GLENDYS MARIA 15. NUZZOLO GABRIELE 16. PIZZUTO MARCO 17. PRETOLANI MARCO 18. RAILEANU NICOLAE IULIAN 19. RINGRESSI ROBERTO 20. ROMUALDI ALESSANDRO 21. STECCA SONIA 22. STIEB ERNESTO DANIEL 23. TALENTI ROBERTA 24. TOSCHI ANGELO 25. VACCARINI VALENTINO 26.VERSARI ANDREA DISTINTIVO IN ARGENTO 1. ANELLI NADIA 2. BARDI ALESSANDRA 3. BARDI MARCO 4. D'AMBROSIO DINO 5. DAVETI CLARA 6. DEPEDRI LUCA 7. DIANINI FILIPPO 8. FABBRI MADDALENA 9. FACCIANI SIMONA 10. FARFALLI ELISA 11. GALEOTTI LAURA

12.LADAGA SALVATORE 13. LIPPI STEFANO 14. MILANESI ANDREA 15. MITTICA JACOPO 16. MUSIEMA MILENA 17. SINGH JASWINDER 18. TORCIVIA GIUSEPPE DISTINTIVO IN ARGENTO DORATO 1. AMADORI GIORGIO 2. BEONI CORRADO 3. BEONI ILARIA 4. BETTI DEBORA 5. BRESCIANI FRANCESCA 6. BRUSCHI PAOLO 7. CANESTRINI ENRICO 8. CASTELLUCCI GIOVANNI 9.DIANINI PATRIZIO EMANUELE 10. FABBRI GIANCARLO 11. LOMBARDI FLEANA 12. PASTORE ALDO 13. ROCCHI ALESSANDRO 14. STRADAIOLI EMANUELE DISTINTIVO IN ORO 1. CASAMENTI GABRIELE 2. MAINETTI FRANCESCO 3. NANNI CARLO 4. RAGONESI ROBERTO 5. SASSI ERMES 6. VALENTINI ALBERTO DISTINTIVO IN ORO CON RUBINO 1. VISOTTI GRAZIANO DISTINTIVO IN ORO CON RUBINO COLLABORATORI 1. BERTI PIERO

TREDOZIO

DISTINTIVO IN RAME 1. FRAGORZI MARINA 2. MONTAGUTI FRANCESCO 3. PETRIZZO GIUSEPPE DISTINTIVO IN ARGENTO 1. PAGLIAI EMANUELA DISTINTIVO IN ARGENTO DORATO 1. FABBRI GIULIANA 2. FABBRI PASQUALE 3. MENGOZZI MARIA LETIZIA 4. NANNINI DANIELE DISTINTIVO IN ORO 1. BOMBARDINI GIORGIO 2. ROSSI ANDREA 3. SERRI PINI ALBERTO

Per eventuali verifiche rivolgersi all’Avis di appartenenza ...... 20


COMUNALE FORLÌ

www.avisforli.it


...... 4

Ai sensi dell’art. 10 della legge n° 675/1966 e successive modificazioni e integrazioni la informiamo che i suoi dati sono conservati nel nostro archivio informatico e che saranno utilizzati dalla nostra Associazione soltanto per l’invio di materiale informativo inerente la nostra attività. La informiamo inoltre che ai sensi dell’art. 13 della legge medesima, Lei ha diritto di conoscere, aggiornare, cancellare, rettificare i Suoi dati o opporsi all’utilizzo degli stessi, se trattati in violazione della legge.

Sironi - L’aeroplano

Avis Notizie 3 2012  

Avis Notizie 3 2012