Page 1

anno 3, numero 15 gennaio 2017

prevenzione andrologica Intervista al Dott. Ciro Salzano

pag. 4

un giorno in sede Maria D’Elia, volontaria sensibile ed appassionata

pag. 8


INDICE

03

BUON ANNO Tra nuovi progetti e

04

Prevenzione

08

UN GIORNO IN SEDE Maria D’Elia, volontaria sensibile ed appassionata

2 | AVIS Casoria

PREVENZIONE ANDROLOGICA Intervista al Dott. Ciro Salzano

10

PROGETTO CASA SALUTE Gli appuntamenti di Gennaio e Febbraio all’Auchan di Giugliano


BUON ANNO, TRA NUOVI PROGETTI E PREVENZIONE Ciao e buon 2017, vogliamo iniziare l’anno nuovo nel miglior modo possibile ovvero di offrire il meglio di noi stessi ai nostri donatori. Per monitorare la tua salute basta controlla

Non dimentichiamo che prevenire è

il calendario, che trovi su questo numero,

meglio che curare.

delle prevenzioni che terremo al Parco Commerciale Auchan di Giugliano e quelle

L’altra intervista che ospita il nostro

che

notiziario vede protagonista la nostra

si

svolgeranno

settimanalmente

nella nostra sede in via Galliano, 10 ad

amica

e

volontaria

Maria

D’Elia.

Afragola (NA), oppure segui la nostra pagina facebook per conoscere le varie

Maria ci illustra come è entrata a far

date e scegliere la prevenzione a te più

parte del nostro team e quali benefici

congeniale.

ha portato nella sua vita collaborare con un’associazione come la nostra.

Contattaci

per

ricevere

maggiori

informazioni sulle visite e prenota la tua!

In fine, invito, ancora una volta, chi non

Ti aspettiamo.

l’avesse ancora fatto a segnalarci la sua disponibilità a diventare donatore

Soddisfacente è la nostra decisione

di plasma; scrivi una mail al seguente

di dare ancora maggiore spazio alla

indirizzo e-mail: info@aviscasoria.it.

prevenzione maschile, vi invito, quindi, a leggere di seguito l’intervista al dott. Ciro

AVIS Casoria è pronta ed attrezzata per

Salzano, nostro esperto in andrologia,

la raccolta plasma con apparecchiature

per conoscere meglio questa tematica da

all’avanguardia e personale competente e

molti trascurata.

qualificato. gennaio 2017 | 3


LA PREVENZIONE ANDROLOGICA:

INTERVISTA AL DOTT. CIRO SALZANO Non solo le analisi del sangue, i nostri donatori potranno usufruire, gratuitamente, di numerosi controlli, offriremo: prevenzione cardiologica, tiroidea, diabetologica, senologica, ginecologica, andrologica, psicologica e nutrizionale. Ci piace sottolineare, qualora non si fosse capito, che la salute dei nostri donatori ci sta a cuore. Sicuramente non ci vogliamo fermare qui. Continueremo a reclutare altri professionisti affinché possano ulteriormente aumentare le nostre giornate dedicate alle prevenzioni, sia in quantità che in qualità. Quali

sono,

ad

oggi,

le

patologie

esaustiva a questa domanda. Nel giovane

andrologiche che più colpiscono l’uomo?

adulto, le patologie andrologiche più

Dovremmo dividere il soggetto per fasce

frequenti sono il varicocele e le infezioni/

di età se volessimo rispondere in maniera

infiammazioni dell’apparato genitale. Nel corso degli ultimi decenni si è, inoltre, verificato

un

importante

incremento

della prevalenza di infertilità maschile e di problematiche psicosessuologiche che influenzano la sfera sessuale. D’altra parte, l’anziano si rivolge all’andrologo per

problematiche

prostatiche

o

per

problematiche sessuologiche di natura organica. Che cos’è la disfunzione erettile? Quali ne possono essere le cause? E come si interviene? La disfunzione erettile è definita come 4 | AVIS Casoria


“l’incapacità del soggetto di sesso maschile

Nel giovane adulto, la causa più frequente

nel raggiungere e/o mantenere un’erezione

di disfunzione erettile è di tipo psico-

sufficiente a condurre un rapporto sessuale

sessuologico. Altresì, nel paziente adulto

soddisfacente.”

o in età avanzata le cause più frequenti di disfunzione erettile sono patologie o

Questa è diagnosticata in un uomo su 4 a

condizioni cliniche che influiscono sul

40 anni, ed è una delle principali patologie

rischio cardiovascolare del paziente. Fumo

che influiscono sulla qualità della vita

di sigaretta, dislipidemie, sedentarietà,

di un uomo. Le cause di una disfunzione

obesità possono determinare vascolopatia

erettile sono molteplici e variano a seconda

tale da influire in maniera importante sulla

della fascia d’età di un soggetto. In un

funzione sessuale del maschio.

uomo che soffre di disfunzione erettile

Ad oggi, numerose sono le armi terapeutiche

è mandatoria una valutazione ormonale

a disposizione dell’andrologo clinico.

dell’asse gonadico, che si interessi inoltre di una valutazione dei livelli di prolattina ed

È fondamentale il contributo che la

estrogeni. Altre eziologie endocrine quali

sessuologia sta dando dall’andrologia

patologie che interessano il surrene o il GH

nella diagnosi e nel trattamento di una

sono relativamente rare. L’ipogonadismo,

disfunzione

inteso come bassi livelli di testosterone

sessuologica. Nella disfunzione erettile

totale, è la causa ormonale più frequente

insorta nel paziente ipogonadico, l’iter

di disfunzione erettile. E’ descritto in

terapeutico post cede ad una accurata

letteratura un fisiologico calo dei livelli di

anamnesi ed una valutazione clinico-

testosterone nel paziente anziano, ed una

strumentale atte a valutare la causa dei

valutazione geriatrica di controllo dovrebbe

ridotti livelli di testosterone. Nel caso di

sempre prevedere una valutazione dei livelli

una testiculopatia primitiva, numerose

di testosterone. Le cause più frequenti di

oggi sono le formulazioni di testosterone

ipogonadismo sono patologie metaboliche

disponibili per il paziente, che si adattano

quali

alla compliance di quest’ultimo.

l’obesità,

patologie

testicolari

erettile

da

causa

psico-

infiammatorie o infettive importanti che alterino la funzione testicolare, patologie

Nella disfunzione erettile da causa organica,

dell’asse

patologie

in particolare nel soggetto vasculopatico,

sindromiche sistemiche, delle quali la più

una corretta alimentazione e un sano stile

frequente è sicuramente la sindrome di

di vita sono le migliori opzioni terapeutiche

Klinefelter, che interessa un uomo su 600.

a disposizione del medico. Altresì, numerosi

ipotalamo-ipofisi

o

gennaio 2017 | 5


sono i farmaci che agiscono sulla funzione

adiposo negli uomini obesi può determinare

erettile,

della

un aumento della temperatura scrotale,

fosfodiesterasi di tipo 5, e in vasodilatatori

influenzando negativamente la funzione

diretti come le prostaglandine.

testicolare. Una dieta corretta in grado di

classificati

in

inibitori

ripristinare il peso corporeo ideale non L’obesità

può

inficiare

la

fertilità

riduce solamente il rischio cardiovascolare

nell’uomo? E perchè?

e la mortalità di tali soggetti, ma è in grado

E’ stato dimostrato che gli uomini obesi

di migliorarne la fertilità e la funzione

sono meno fertili degli uomini con un

sessuale.

normale indice di massa corporea. Oggi si considera il tessuto adiposo come un

Quali sono le altre cause di infertilità,

organo in grado di produrre e secernere

dopo l’obesità? In queste è compreso

ormoni che influenzano l’assetto gonadico

anche il fumo?

maschile, inficiandone la fertilità e la

Le cause di infertilità maschile possono

sessualità. Gli uomini con eccesso di tessuto

essere distinte in cause pretesticolari

adiposo, infatti, hanno un livello più basso

(genetiche, endocrine, iatrogene o da

di testosterone, l’ormone principe della

patologie

fertilità e della sessualità maschile, e più alti

(traumatiche,

livelli di estrogeni, gli ormoni classicamente

infettive, sindromiche o legate a patologie

predominanti nella donna. Ciò perché il

come il varicocele) e cause post-testicolari

tessuto adiposo è la sede principale di

(ostruttive

espressione dell’enzima aromatasi, atto

importante

a convertire il testosterone in estrogeni.

schematizzazione è puramente teorica,

L’eccesso di estrogeni determina, attraverso

in quanto nella realtà clinica una o più

un meccanismo di feedback inibitorio, una

possono essere le cause di infertilità del

riduzione della secrezione di gonadotropine

paziente, e spesso un singolo fattore ha

a

plurima eziopatogenesi.

un

livello

ipofisario,

ipogonadismo

determinando

croniche),

cause

iatrogene,

o

testicolari flogistiche-

flogistiche-infettive).

considerare

che

E’

questa

ipogonadotropo.

Contestualmente si osserva un incremento

Le indagini di primo livello nella valutazione

della

Binding

di un paziente infertile si avvalgono di

Globuline) cioè della globulina che lega e

una accurata anamnesi fisio-patologica

veicola il testosterone, determinando un

e familiare, un accurato esame obiettivo

calo dei livelli di testosterone totale. È stato

generale e andrologico, una valutazione

dimostrato, inoltre, che l’eccesso di tessuto

dell’asse

SHBG

6 | AVIS Casoria

(Sex

Hormone

gonadico

e

soprattutto

una


valutazione accurata dell’esame del liquido

Nella terapia del paziente infertile, ci si

seminale.

avvale dell’utilizzo di gonadotropine, atte a stimolare la spermatogenesi testicolare,

Il fumo di sigaretta è in grado di agire

e sempre più spazio si stanno facendo

direttamente

farmaci e parafarmaci in grado di regolare

sulla

spermatogenesi,

alterando la motilità e la morfologia degli

l’attività antiossidante testicolare.

spermatozoi. Interagisce, inoltre, con le ghiandole accessorie maschili modificando

Alla luce di quello che ci siamo detti, quale

la

pensa sia la strategia migliore in campo

loro

secrezione

con

conseguente

alterazione del pH, riduzione del volume

andrologico?

dell’eiaculato e aumento della viscosità.

La

Infine, le sostanze tossiche presenti nel fumo

“prevenzione”.

di sigaretta sono in grado di danneggiare

dai bambini, con i colleghi pediatri, sino

la cromatina e il DNA degli spermatozoi

agli adolescenti, ai giovani adulti e al

in misura direttamente proporzionale al

soggetto anziano. Prevenzione andrologica,

numero di sigarette fumate.

fertivologica e sessuologica.

parola

chiave

in

andrologia

Prevenzione

che

è

parte

gennaio 2017 | 7


UN GIORNO IN SEDE:

MARIA D’ELIA VOLONTARIA SENSIBILE ED APPASSIONATA

Come sei arrivata in AVIS Casoria? Nel luglio 2014 incontrai il presidente Enrico Sangiovanni, mio vecchio amico; quando gli dissi che stavo assistendo una persona malata terminale di cancro, mi propose di diventare volontaria in AVIS Casoria. Accettai e da allora vi collaboro tutt’oggi. Lavori

da

anni

rappresentanze,

nel

mondo

quanto

è

delle stata

importante questo tuo bagaglio di esperienze nel collaborare con Avis? Ho

svolto

diversi

lavori

di

rappresentanza e consulente di vendita ma con AVIS è diverso. Quest’esperienza mi ha arricchita tanto, è un lavoro di coscienza ed umanità... riuscire in questo mi gratifica come nient’altro prima. 8 | AVIS Casoria


Qual è la difficoltà maggiore che

esami e proponendo le nostre visite di

affronta una volontaria Avis?

prevenzione gratuite.

Le difficoltà in AVIS sono diverse: dal riuscire a fermare e farsi ascoltare

Ogni volta che porto un donatore

dalle persone, riuscire a sensibilizzare

nuovo sono felice per chi riceve, per

e trasmettere fiducia attraverso le mie

chi dona ma, anche per me che sono

parole, fino a convincere che donare

riuscita ad aggiungere un altro nome

sangue è un gesto che oltre ad aiutare

all’elenco dei DONATORE VOLONTARI

chi soffre negli ospedali fa bene anche

DI SANGUE

a se stessi. Cosa

riscontri

maggiormente

nell’approccio con le persone? Riscontro cattiva informazione, poca attenzione, diffidenza verso noi che lavoriamo per strada tra mille difficoltà, pericoli e sacrifici ma per fortuna s’incontrano anche persone che per esperienza personale capiscono bene l’importanza di una donazione e che quindi ci aiutano. Qual è il segreto per essere una buona volontaria? Essere volontari AVIS non è la stessa cosa che essere un consulente di vendita, non propongo acquisti; chiedo alle persone un gesto di altruismo e amore per gli altri, cerco di essere sempre

gentile,

educata,

cordiale,

provo ad intuire la predisposizione delle persone ad ascoltarmi e ad accettare

di

donare,

rassicurandoli

e garantendo loro la ricezione degli gennaio 2017 | 9


PROGETTO CASA SALUTE

I GIORNI DELLA PREVENZIONE All’interno del Parco Commerciale Auchan di Giugliano troverete lo stand “Progetto Casa Salute”,

progetto

realizzato

in

GENNAIO e FEBBRAIO ore 15.30 – 21.00

sinergia con AVIS Casoria. Domenica 15 gennaio Vasto il servizio che offriremo ai clienti

Prevenzione Tiroidea

del centro ed ai nostri donatori: Domenica 22 gennaio consegna e stampa delle analisi; vasta offerte

di

consulenze

gratuite

Prevenzione Andrologica

che

spaziano dalla prevenzione cardiologica

Domenica 29 gennaio

al

Prevenzione Nutrizionale

diabete,

dalla

ginecologia

alla

nutrizione e così via... Sabato 4 febbraio Nella nostra regione abbiamo uno strano

Prevenzione Cardiologica

record, le persone non si controllano mai. Possiamo dirti, senza presunzione, che

Domenica 12 febbraio

con noi veramente puoi monitorare il tuo

Prevenzione Andrologica

stato di salute. Sabato 18 febbraio Per

partecipare

prevenzione calendari

e

basta

alle

giornate

seguire

telefonare

in

i

di

nostri

sede

e

prenotarti a quella che ti interessa di più. Ti aspettiamo! 10 | AVIS Casoria

Prevenzione Tiroidea Domenica 26 febbraio Prevenzione Nutrizionale


Donare il sangue è un gesto semplice, solidale verso gli altri e utile per te stesso. Ad ogni prelievo vengono effettuati controlli ed analisi complete per monitorare il tuo stato di salute. Fai circolare la vita!

vieni a donare in sede

via Galliano, 10 - Afragola (NA) - 80021

mercoledì e venerdì

dalle 8:30 alle 14:00

sabato (il terzo del mese)

dalle 8:00 alle 14:00

I lunedì saranno organizzate raccolte programmate, seguici su Facebook per essere aggiornato approfitta dei giorni della prevenzione per tenere sotto controllo la tua salute seguici su Facebook per essere aggiornato Prevenzione cardiologica

Prevenzione ginecologica

Prevenzione nutrizionale

Consulenza sulle analisi

contattaci +39 081 18 90 64 60 | +39 081 18 90 63 66 dal lunedì al venerdì

dalle 9:30 alle 13:30 e dalle 14.30 alle 17.30

scrivici

vuoi organizzare un evento con noi?

info@aviscasoria.it e.sangiovanni@aviscasoria.it casoria.comunale@avis.it Enrico Sangiovanni: +39 346 392 6837 consulenza referti

+39 393 802 8544

mercoledì e venerdì

dalle 9:00 alle 12:00

lunedì

dalle 15:30 alle 18:00

www.aviscasoria.it gennaio 2017 | 11


AVIS Casoria ti informa - Gennaio 2017  

Donare il sangue è un gesto semplice, solidale verso gli altri e utile per te stesso. Ad ogni prelievo vengono effettuati controlli ed anali...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you