__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

ALLEGATO B

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

Di seguito è riportata una raccolta di schede tecniche di alcune iniziative di autorecupero intraprese in Italia con l’obiettivo di supportare l’accoglienza degli immigrati e garantire l’accesso alla casa


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia 11//1199

“Il Dado” Regione:

Piemonte

Territorio di riferimento:

Comune di Settimo (TO)

Inizio progetto:

2006

Stato progetto:

concluso nel 2009

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati conseguiti:

Il Dado è una struttura residenziale di proprietà del Comune di Settimo (TO), con una superficie di circa 675 mq, affidata all’associazione “Terra del Fuoco” che, attraverso l’attivazione di un progetto di integrazione ed inclusione sociale delle comunità Rom, ha eseguito la ristrutturazione e l’adattamento della struttura attraverso un cantiere di auto-recupero, condotto da 6 famiglie Rom presenti sul territorio torinese. Il progetto, oltre a creare i mini-appartamenti per le famiglie, ha reso la struttura un luogo pubblico di condivisione, attraverso l’introduzione di alcuni ambienti di socialità quali ad es. la terrazza (luogo aperto di aggregazione), il giardino per i piccoli, l'inserimento dello spazio dedicato alla Scuola di Pace e, a conclusione del progetto, l'apertura delle aree comuni ai cittadini del territorio circostante. La struttura è stata ufficialmente inaugurata il 23 marzo 2009. Il progetto ha permesso l’inserimento abitativo di otto famiglie Rom per un totale di 16 adulti e 15 bambini. Gli adulti, di età compresa tra i 20 ed i 68 anni, hanno tutti collaborato, con diverse mansioni, alla riuscita del cantiere edile e, grazie al contributo dell’Assessorato al Lavoro della Provincia di Torino, hanno ricevuto un sostegno al reddito che ha permesso loro di concentrarsi nei lavori del Dado. Attualmente alcuni di loro sono impegnati in altri progetti di accompagnamento e sostegno nei campi Rom della Provincia, svolgendo un lavoro di mediazione alla pari. Il gruppo dei minori di età compresa tra i 2 ed i 17 anni, sono tutti iscritti presso le scuole materne, elementari e medie del Comune di Settimo.

Associazione promotrice:

Associazione “TERRA DEL FUOCO”

Utenza:

8 famiglie Rom, per un totale di 15 bambini e 16 adulti

% utenza straniera:

100 %

Partner progetto:

Contatti:

Provincia di Torino (assessorato al lavoro e alle politiche sociali, Compagnia di San Paolo, Gruppo “Abele”, “Acmos”, “Architettura delle Convivenze, Croce Rossa Italiana, Ufficio Pastorale Migranti Associazione “TERRA DEL FUOCO” sede: Corso Trapani, 91/B – 10141 Torino mail: info@terradelfuoco.org tel-cell: 011 3841076 - 339 6909394 sito web: www.terradelfuoco.org

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia 22//1199

“Integrazione in Cantiere” Regione:

Piemonte

Territorio di riferimento:

Provincia di Torino

Inizio progetto:

2009

Stato progetto:

in corso

Tipologia intervento:

Autocostruzione/Autorecupero

Descrizione iniziativa:

___

Risultati attesi:

Il progetto prevede la costruzione di una casa attraverso le pratiche di autocostruzione e auto-recupero per cittadini italiani e immigrati nell’ambito del Piano provinciale per l’Immigrazione

Associazione promotrice:

Associazione “FOCUS ONLUS”

Utenza:

cittadini italiani e immigrati

% utenza straniera: Partner progetto: Contatti:

___

ONG Alisei di Milano, Associazione “Fratia”, Associazione “Il Portone del Canavese”, Provincia di Torino Associazione “FOCUS ONLUS” sede: via Borgodora, 30 – 10152 Torino mail: associazione.focus@email.it tel-cell: 011.5213712 - 328.4546498 sito web: www.focusonlus.wordpress.com

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

33//1199

“Quattro Corti” Regione:

Lombardia

Territorio di riferimento:

Comune di Milano, quartiere Stadera

Inizio progetto:

2002

Stato progetto:

concluso nel 2005

Tipologia intervento:

Autocostruzione/Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati conseguiti:

Il progetto “Quattro Corti” nasce dalla firma di una convenzione fra ALER (Azienda Lombarda di Edilizia Residenziale), Regione Lombardia e Agenzia Lombarda per l’affitto (costituita dalle più importanti centrali cooperative e dai sindacati inquilini), che ha previsto la ristrutturazione di un complesso di quattro edifici a corte nell’ambito del Programma di Recupero Urbano dello Stadera, storico quartiere popolare di Milano. Dopo un cantiere di autorecupero portato avanti dai soci delle cooperative “La Famiglia” e “DAR=Casa”, due di questi edifici sono stati affidati in comodato d’uso per 25 anni alle due cooperative, mentre gli altri due sono rimasti in gestione all’ALER. Al momento dell’intervento, l’edificio presentava condizioni di degrado edilizio molto accentuati, poiché abbandonato e occupato abusivamente da anni. L’investimento della cooperativa DAR è stato di circa due milioni di euro, parte dei quali ottenuti attraverso finanziamenti a fondo perduto della Fondazione Cariplo, oltre alle risorse della cooperativa stessa, in parte derivanti dal prestito sociale e in parte da mutuo bancario. Sono attualmente in fase di programmazione alcuni interventi di riqualificazione della porzione di territorio ancora dismessa fra le Quattro Corti, che ospiterà la portineria delle Quattro Corti, alcuni spazi verdi e di gioco per i bambini e due edifici da destinare ad attività sociali. Il progetto Quattro Corti rappresenta uno degli esempi più riusciti di intervento di riqualificazione di patrimonio pubblico attraverso una partnership fra istituzioni e privato sociale, sia per la consistente offerta di alloggi in affitto a canone sostenibile (l’intero progetto ha prodotto circa 220 alloggi, dei quali 48 affidati alla cooperativa Dar), che per i risultati dal punto di vista sociale, in un quartiere caratterizzato da molteplici problematiche. Il progetto ha inoltre prodotto l’attivazione della “Banca del Tempo 4 Corti” che vede la partecipazione di tutto il quartiere.

Associazione promotrice:

ALER, Cooperativa “DAR = casa”, Cooperativa “La Famiglia”

Utenza:

cittadini italiani e stranieri, assegnatari ERP che hanno superato i limiti di reddito per il canone sociale, abitanti del quartiere Stadera

% utenza straniera:

80% di utenza straniera, proveniente da 17 nazionalità diverse

Partner progetto:

Cooperativa ABCittà, Ufficio Stranieri del Comune di Milano, Regione Lombardia, Comune di Milano e Lodi

Contatti:

Cooperativa “DAR=Casa” sede: via Canaletto, 10 - 20133 Milano mail: info@darcasa.org tel-cell: 02 70101943 – 02 45409477 sito web: www.darcasa.org

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

44//1199

“Casa Bettola” Regione:

Emilia Romagna

Territorio di riferimento:

Comune di Reggio Emilia

Inizio progetto:

2009

Stato progetto:

concluso nel 2010

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati conseguiti:

Il progetto Casa Bettola nasce con l’occupazione di un’ex casa cantoniera in via Martiri della Bettola, nella periferia di Reggio Emilia. Al momento dell’occupazione l’edificio si presentava in discrete condizioni, e attraverso il processo dell’autorecupero è stato effettuato il rinforzo delle pareti perimetrali, il rifacimento della copertura, l’adeguamento impiantistico, il rifacimento degli infissi, la posa in opera di nuove pavimentazioni, il rifacimento dell’intonaco ed la tinteggiatura di tutte le pareti. Sulla copertura sono inoltre stati installati dei pannelli fotovoltaici. Il progetto architettonico di Casa Bettola è frutto della partecipazione di tutte le associazioni e dei gruppi di cittadini che hanno finanziato e partecipato agli interventi. La struttura attualmente accoglie funzioni diverse e coordinate che ne garantiscono l'utilizzo autonomo e la fruizione durante tutta la settimana. Gli spazi del piano terra hanno funzioni pubbliche rivolte alla città e ai cittadini (Sportello per il Diritto alla Casa, uffici consulenza del sindacato dei Cobas Scuola, archivio-biblioteca con raccolta di materiali di studio e approfondimento sul territorio e l'abitare, spazio polifunzionale in cui hanno luogo giornate di studio e incontro, presentazioni di libri, proiezioni, conferenze e workshop.), mentre il primo piano è riservato agli appartamenti. Il progetto ha permesso la riqualificazione dal punto di vista architettonico e sociale dell'edificio, che rappresentava un patrimonio pubblico inutilizzato, e la restituzione dello stesso alla città e ai cittadini, con un'identità e una funzione pubblica di partecipazione e condivisione degli spazi. Il progetto Casa Bettola è animato dalla necessità di attuare modalità di scambio, cooperazione e promozione culturale e risponde a un'esigenza sentita dai cittadini di trovare luoghi di incontro, occasioni di confronto e di avere un ruolo attivo nei processi di cambiamento del proprio territorio.

Associazione promotrice:

Collettivo “SOTTOTETTO”

Utenza:

cittadini italiani

% utenza straniera:

__

Partner progetto:

Contatti:

Associazione “YA BASTA!”(Reggio Emilia), Associazione “ANIMALI SOCIALI”, “ALTERNATIVA LIBERTARIA”, “COBAS – Comitati di base della scuola”, Gruppo di Acquisto Solidale "IL SETACCIO",Laboratorio del “QUARTO STATO/MuMe” Collettivo “SOTTOTETTO” sede: Via Martiri della Bettola, 6 - 42123 Reggio Emilia mail: collettivosottotetto@libero.it tel-cell: 347 2480760 sito web: www.casabettola.org

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

55//1199

“Autorecupero a Bologna” Regione:

Emilia Romagna

Territorio di riferimento:

Comune di Bologna

Inizio progetto:

2008

Stato progetto:

in corso

Tipologia intervento:

Autorecupero (via Quarto di Sopra, 15)

Descrizione iniziativa:

Risultati attesi:

Il progetto consiste nella ristrutturazione di 9 immobili distribuiti sul territorio del Comune di Bologna, per un totale di circa 50 alloggi, di proprietà comunale, secondo le modalit{ nell’autorecupero, in cui utilizzatori finali degli alloggi, costituiti in cooperativa, presteranno la propria opera in cantiere, assistiti e diretti dai soggetti che compongono l’Associazione Temporanea di Scopo, in qualità di partner di supporto. Il 29 gennaio 2010 il comune di Bologna ha pubblicato l’avviso pubblico per la selezione dei soggetti che parteciperanno al recupero e che saranno quindi i destinatari degli alloggi. Il progetto prevede un percorso partecipativo con il coinvolgimento delle “Commissioni Casa” dei quartieri interessati, nonché l’organizzazione di incontri pubblici. Elenco degli immobili: via Giuseppe Massarenti n. 232, via Giuseppe Massarenti n. 234/236, via Rodolfo Mondolfo n. 13, via Lenin n. 14/2, via Lenin n. 14/3, via Roncaglio n. 13, via S. Donato n. 207, via Quarto di Sopra n. 15, vicolo Dei Prati n. 4. Il progetto complessivo si propone di dare una dimora a 50 nuclei familiari, contribuendo cosi a ridurre il netto divario tra domanda e offerta degli Edifici Pubblici Residenziali e soprattutto con un impatto ambientale zero, sfruttando edifici preesistenti. Inoltre si presenta come un’alternativa “comunitaria” ai proprietari verso un nuovo modello dell’abitare condiviso.

Associazione promotrice:

Associazione Temporanea di Scopo composta dai partner di progetto

Utenza:

nuclei familiari e persone singole; in minor numero, coppie senza figli

% utenza straniera:

30%

Partner progetto:

Associazione “Xenia”, “Consorzio ABN di Perugia”, Cooperativa Sociale “ABCitt{ di Milano”, Cooperativa “CHI NON OCCUPA PREOCCUPA”, Comune di Bologna

Contatti:

Associazione “Xenia” sede: Via Marco Polo, 21/23 - 40131 Bologna mail: info@xeniabo.org; autorecupero@xeniabo.org tel-cell: 051 6350774 sito web: www.xeniabo.org

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

66//1199

“Via Giovanni Aldini, 5” Regione:

Toscana

Territorio di riferimento:

Com. di Firenze, via G. Aldini 5

Inizio progetto:

1995

Stato progetto:

in corso

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati attesi:

Il progetto nasce dall’occupazioni dello stabile ex Bice-Cammeo, di proprietà comunale, sede di un ex ospedale psichiatrico per bambini, dismesso nel 1974 a seguito dell’applicazione della Legge n° 180/78 sulla “chiusura dei manicomi”, rimasto in uno stato di abbandono in concessione all'Asl, che lo ha messo in vendita. L’occupazione, iniziata nel 1990, è avvenuta ad opera di giovani coppie, pensionati, sfrattati e alcuni immigrati, supportati dal Movimento di Lotta per la Casa di Firenze, è sin da subito è emersa l’idea di proporre un intervento di autorecupero sullo stabile. A seguito di tavoli di trattative con gli amministratori del Patrimonio Abitativo Comunale e della Commissione Tecnica del Comune (sez. Recupero del Patrimonio Abitativo), nel 1994 è stata presentata la prima Bozza di Convenzione che è rimasta inapplicata a causa dell’instabilit{ politica delle Amministrazioni Comunali. Negli anni successivi gli occupanti si costituiscono nell’Associazione Culturale “Hassan Fathy Onlus” con lo scopo di favorire l’iter burocratico-legale del progetto. Negli ultimi anni è stata elaborata una nuova Bozza di Convenzione che propone un uso misto del fabbricato (abitativo-sociale), e la Regione Toscana ha inserito nel Programma di Edilizia Residenziale Pubblica 2003-2005 alcune “Misure atte a promuovere e sperimentare forme auto-organizzate di reperimento e recupero di abitazioni da assegnare in locazione a canone controllato” Il progetto si propone come una soluzione praticabile al disagio abitativo, attraverso la realizzazione di un intervento di autorecupero dello stabile da destinare ad uso abitativo e sociale. La proposta prevede la partecipazione degli attuali occupanti quale caratteristica fondante del progetto stesso, garantendo la dimensione comunitaria del progetto e valorizzando la multi-culturalità.

Associazione promotrice:

Associazione Culturale “HASSAN FATHY ONLUS”, “Movimento di Lotta per la Casa – Firenze”

Utenza:

attuali occupanti dello stabile

% utenza straniera:

variabile

Partner progetto:

Cooperativa di Autorecupero “UN TETTO SULLA TESTA”, Comune di Firenze, Assessorato alle Politiche Abitative, Regione Toscana

Contatti:

Associazione Culturale “HASSAN FATHY ONLUS” sede: via aldini, 5 – 50131 Firenze Cooperativa di Autorecupero “UN TETTO SULLA TESTA” sede: via aldini, 5 – 50131 Firenze mail: info@untettosullatesta.org

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

77//1199

“Via Rinaldo Rigola, 26” Regione:

Lazio

Territorio di riferimento:

Comune di Roma, via Rigola 26 (quartiere Collatino)

Inizio progetto:

1999

Stato progetto:

concluso nel 2003

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati conseguiti:

Rientra tra i primi esempi di interventi di autorecupero a Roma di immobili di proprietà pubblica. Nel 1993 si verifica l’occupazione, da parte di alcune famiglie, di un complesso di tre palazzine di cinque piani nel quartiere Collatino, alla periferia est di Roma. Dopo essersi costituite nella cooperativa “TECLA” (Trasformare Ecologicamente Casa Lavoro e Ambiente), grazie al coordinamento progettuale dell'arch. Mauro Riccardi, le famiglie occupanti hanno intrapreso i lavori di recupero nel 1999, riqualificando 49 alloggi anche attraverso i criteri della bioarchitettura, quali l'introduzione di infissi in legno e l'eliminazione dei campi elettromagnetici. L'intero progetto è stato realizzato contenendo notevolmente le spese (l’intervento è costato 25-30mila euro per ciascun appartamento). Applicando i criteri della bioarchitettura, sono stati riqualificati 49 appartamenti con una superficie compresa tra i 45 e 80 mq, atti ad ospitare le famiglie della cooperativa. L’affitto mensile di ciascun appartamento è compreso tra i 200 e i 300 euro.

Associazione promotrice:

Cooperativa “TECLA” (Trasformare Ecologicamente Casa Lavoro e Ambiente), costituitasi tra gli occupanti dell’immobile

Utenza:

Famiglie della Cooperativa TECLA

% utenza straniera:

___

Partner progetto:

Comune di Roma, Assessorato alle Politiche per le Periferie (Roma), Associazione “DIAMETRO”

Contatti:

Incaricato alla progettazione: arch. Mauro Riccardi Responsabile dei lavori: Sergio Saladino

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

88//1199

“Via Colomberti” Regione:

Lazio

Territorio di riferimento:

Comune di Roma, via Colomberti (IV Municipio)

Inizio progetto:

2005

Stato progetto:

concluso nel 2009

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati conseguiti:

L'edificio, realizzato nel 1983 come servizio scolastico nel piano di zona di Serpentara, da subito è stato occupato per essere utilizzato a fini abitativi. Nel 2000 è stato inserito nell’accordo di programma di autorecupero promosso dal Ministero dei Lavori Pubblici, dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma per l’emergenza abitativa, con un finanziamento (per l’intero programma) di 31.500.000 euro a fronte del finanziamento delle cooperative di circa 1.500.000 per un totale di 97 alloggi. Il progetto è stato realizzato attraverso l’applicazione di tecnologie compatibili con l'ambiente (edilizia bioclimatica), ed a ciò è dovuta la scelta formale della serra in copertura, con l’obiettivo di aiutare "energeticamente" la vita dell'edificio. Il progetto ha permesso la realizzazione di 10 alloggi con giardino per un totale di 23 abitanti, oltre a uno spazio comune situato al centro della struttura, già esistente, e destinato ai momenti collettivi degli abitanti e del quartiere.

Associazione promotrice:

Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE”

Utenza:

23 cittadini italiani e/o stranieri

% utenza straniera:

___

Partner progetto:

Ministero dei Lavori Pubblici, Regione Lazio, Comune di Roma, Coordinamento Cittadino “Lotta per la Casa”

Contatti:

Incaricati alla progettazione: arch. Rossella Marchini - arch. Antonello Sotgia sede ufficio: Via Antonio Sogliano, 84, 00164 Roma tel-cell: 06 66151384 sito web: www.comune.roma.it Responsabile Unico del Procedimento: ing. Giuseppe Solferino mail: giuseppe.solferino@comune.roma.it tel-cell: 06 67103801

Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE” Presidente: Manfredo Proietti mail: inventarelabitare@vodafone.it tel-cell: 06 23328553 sito web: www.coordinamento.info/home/autorecupero

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

99//1199

“Via dei Lauri” Regione:

Lazio

Territorio di riferimento:

Comune di Roma, via dei Lauri (quart. Centocelle, VII Municipio)

Inizio progetto:

2004

Stato progetto:

in corso

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati attesi:

Il progetto rientra nell’accordo di programma di autorecupero promosso dal Ministero dei Lavori Pubblici, dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma nel 2000. Prevede la realizzazione di 23 alloggi e di spazi collettivi da adibire a garage o sala riunioni e potrà ospitare circa 65 abitanti. È stato sviluppato con la partecipazione dei futuri inquilini e sarà realizzato con soluzioni conformi ai principi di bioarchitettura quali l'eliminazione dei materiali inquinanti e delle dispersioni termiche, il recupero delle acque piovane, l'ottimizzazione delle prestazioni termiche e l'impiego di fonti energetiche alternative. In particolare il camino di ventilazione garantisce la circolazione naturale dell'aria all'interno degli alloggi. I pannelli solari sulle coperture, consentono un preriscaldamento dell'acqua calda sanitaria contribuendo all'abbattimento dei consumi energetici. L'aumento dell'inerzia termica del fabbricato è garantito dalla coibentazione delle pareti e delle coperture e dall'eliminazione dei ponti termici sulle facciate. Il progetto definitivo elaborato prevede la realizzazione di 23 alloggi e di spazi collettivi da adibire a garage o sale riunioni. Gli abitanti insediabili dal recupero sono circa 65

Associazione promotrice:

Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE”

Utenza:

65 cittadini italiani e/o stranieri

% utenza straniera: Partner progetto: Contatti:

___

Ministero dei Lavori Pubblici, Regione Lazio, Comune di Roma, Coordinamento Cittadino “Lotta per la Casa” Incaricato alla progettazione: arch. Giorgio Testa mail: giorgio.testa@uniroma1.it Responsabile Unico del Procedimento: ing. Giuseppe Solferino mail: giuseppe.solferino@comune.roma.it tel-cell: 06 67103801 Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE” Presidente: Manfredo Proietti mail: inventarelabitare@vodafone.it tel-cell: 06 23328553 sito web: www.coordinamento.info/home/autorecupero

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

1100//1199

“Via delle Alzavole, 23” Regione:

Lazio

Territorio di riferimento:

Comune di Roma, via delle Alzavole 23 (quart. Torre Maura, VIII Municipio)

Inizio progetto:

2007

Stato progetto:

in corso

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati attesi:

Il progetto rientra nell’accordo di programma di autorecupero promosso dal Ministero dei Lavori Pubblici, dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma nel 2000. Interessa un edificio costruito nei primi anni ‘80 con la finalità di ospitare tre sezioni di una scuola materna, in seguito dismessa a causa della riduzione demografica. Il manufatto occupa circa 715 mq dei 2.840 mq complessivi del lotto, e circa 820 mq sono destinati a verde. Dal punto di vista architettonico l'edificio è composto da tre blocchi caratterizzati da coperture inclinate a un unico spiovente, connessi da una doppia fascia centrale a croce di distribuzione e servizio e da un quarto blocco a due livelli. L’ingresso, posto a sud, si affaccia su un ampio parcheggio sulla strada all’interno della corte esclusiva; esiste inoltre una parte carrabile ed una destinata a giardino con diverse alberature ad alto fusto. La tipologia funzionale è articola in un grande spazio centrale dove si dovevano svolgere le attività collettive, e quattro blocchi, di cui tre riservati alle sezioni e uno ai servizi. Il progetto di ristrutturazione, basato su scelte tecnologiche e materiali in linea con i principi della bioedilizia, prevede la realizzazione di 8 unità abitative, per 21 abitanti, ognuna dotata di cantina, spazi comuni e area verde di pertinenza.

Associazione promotrice:

Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE”

Utenza:

21 cittadini italiani e/o stranieri

% utenza straniera: Partner progetto: Contatti:

___

Ministero dei Lavori Pubblici, Regione Lazio, Comune di Roma, Coordinamento Cittadino “Lotta per la Casa” Incaricato alla progettazione: arch. Fabio Lanfranchi Responsabile Unico del Procedimento: ing. Giuseppe Solferino mail: giuseppe.solferino@comune.roma.it tel-cell: 06 67103801 Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE” Presidente: Manfredo Proietti mail: inventarelabitare@vodafone.it tel-cell: 06 23328553 sito web: www.coordinamento.info/home/autorecupero

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

1111//1199

“Via Filippo De Grenet” Regione:

Lazio

Territorio di riferimento:

Comune di Roma, via Filippo De Grenet (quart. Spinaceto, XII Municipio)

Inizio progetto:

2009

Stato progetto:

in corso

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Il progetto rientra nell’accordo di programma di autorecupero promosso dal Ministero dei Lavori Pubblici, dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma nel 2000. Gli alloggi sono disposti attorno ad uno spazio comune centrale caratterizzato da bassi muretti in mattoni e legno utilizzabili come sedute. È previsto un ambiente destinato a riunioni comuni che avrà anche il compito di suddividere lo spazio centrale in area gioco bimbi e luogo di sosta. Data la vasta esposizione delle pareti esterne degli alloggi, si è scelta una soluzione valida dal punto di vista della permeabilità al vapore, l'igroscopicità e l'assorbimento del materiale, mediante la realizzazione dei tamponamenti esterni con l'uso di strati successivi di rivestimento ed isolante in granulato di sughero. Grande attenzione è riservata all'uso di materiali biocompatibili: pitture atossiche, elementi portanti protetti e rivestiti con mattoni in listello, malte senza aggiunta di cementi derivati dal klinker. L'impianto elettrico sarà realizzato in modo da impedire la diffusione di campi elettromagnetici all'interno delle abitazioni: un sistema stellare sostituirà il tradizionale sistema ad anello ed è previsto l'utilizzo di disgiuntori automatici di corrente elettrica nelle stanze da letto per abbassare automaticamente la tensione elettrica durante la notte.

Risultati attesi:

Il progetto definitivo elaborato prevede la realizzazione di 8 alloggi per un totale di 26 abitanti. E’ previsto inoltre uno spazio sociale.

Associazione promotrice:

Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE”

Utenza:

26 cittadini italiani e/o stranieri

% utenza straniera: Partner progetto: Contatti:

___

Ministero dei Lavori Pubblici, Regione Lazio, Comune di Roma, Coordinamento Cittadino “Lotta per la Casa” Incaricato alla progettazione: arch. Elio Polichetti Responsabile Unico del Procedimento: ing. Giuseppe Solferino mail: giuseppe.solferino@comune.roma.it tel-cell: 06 67103801 Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE” Presidente: Manfredo Proietti mail: inventarelabitare@vodafone.it tel-cell: 06 23328553 sito web: www.coordinamento.info/home/autorecupero

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

1122//1199

“Via di Grotta Perfetta” Regione:

Lazio

Territorio di riferimento:

Comune di Roma, via di Grotta Perfetta (zona Ardeatina, XI Municipio)

Inizio progetto:

2005

Stato progetto:

concluso nel 2011

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

L'intento progettuale è stato quello di applicare tecniche e materiali propri della bioedilizia per rendere biocompatibile un edificio che in origine non lo era. La linea seguita è stata quella di adottare una serie articolata e integrata di misure che riguardassero le frontiere perimetrali, le strutture, gli impianti e i materiali edilizi. In particolare è stata messa a punto anche una facciata ventilata sperimentale in gres porcellanato con struttura portante in legno. Il risultato complessivo appare decisamente incoraggiante anche da un punto di vista funzionale: si è riusciti ad utilizzare circa l'80% della superficie a disposizione.

Risultati conseguiti:

Il progetto la permesso la realizzazione di 18 alloggi disposti attorno ad uno spazio comune, per un totale di 50 abitanti insediati.

Associazione promotrice:

Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE”

Utenza:

50 abitanti insediati, di nazionalità mista

% utenza straniera: Partner progetto: Contatti:

___

Ministero dei Lavori Pubblici, Regione Lazio, Comune di Roma, Coordinamento Cittadino “Lotta per la Casa” Incaricato alla progettazione: arch. Franco Cipriani sede ufficio: Via Montopoli, 31 – 00199 Roma mail: posta@cl-architettura-ambiente.it tel-cell: 06 86328693 Responsabile Unico del Procedimento: ing. Giuseppe Solferino mail: giuseppe.solferino@comune.roma.it tel-cell: 06 67103801 Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE” Presidente: Manfredo Proietti mail: inventarelabitare@vodafone.it tel-cell: 06 23328553 sito web: www.coordinamento.info/home/autorecupero

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

1133//1199

“Via Monte San Giusto, 14” Regione:

Lazio

Territorio di riferimento:

Comune di Roma, Via Monte San Giusto, 14 (IV Municipio)

Inizio progetto:

2000

Stato progetto:

in corso

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

L’edificio, costruito nel 1992, originariamente era destinato ad essere una scuola elementare con 25 sezioni, anche se successivamente è diventato un istituto tecnico professionale. È composto di un piano scantinato e tre piani fuori terra ed occupa una superficie di circa 17.500 mc. Dopo esser stato abbandonato e occupato, l’immobile è stato assegnato alla Cooperativa “Inventare l’Abitare”, funzionando da edificio “contenitore” per ospitare a rotazione i nuclei di assegnatari degli edifici in fase di lavori di autorecupero. nel corso degli ultimi anni, i nuclei familiari che si sono di vlta in volta insediati hanno eseguito opere, più o meno stabili, volte a conseguire una sistemazione più confortevole. I criteri assunti per la formulazione del progetto si basano sul contenimento delle fonti di dispersione di energia, sull'introduzione di sistemi alternativi di produzione energetica, sull'utilizzo di materiali ecologicamente compatibili. Nelle parti comuni e all'esterno del fabbricato è prevista l’installazione di lampade ad alta efficienza, mentre si realizzerà in copertura un impianto di produzione di energia elettrica con pannelli fotovoltaici. Ad integrazione e completamento dell'impianto sanitario si prevede l'installazione in copertura di alcuni pannelli solari ad alto rendimento. Le acque di raccolta meteoriche saranno utilizzate per l'impianto di irrigazione automatico posto a servizio delle aree verdi del complesso.

Risultati attesi:

L’intervento prevede la realizzazione di 32 abitazioni per più di 100 persone, oltre alla riqualificazione di circa 3000 mq destinati a verde

Associazione promotrice:

Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE”

Utenza:

circa 100 persone, italiane e/o straniere

% utenza straniera: Partner progetto: Contatti:

___

Ministero dei Lavori Pubblici, Regione Lazio, Comune di Roma, Coordinamento Cittadino “Lotta per la Casa” Incaricato alla progettazione: arch. Michele Testa Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE” Presidente: Manfredo Proietti mail: inventarelabitare@vodafone.it tel-cell: 06 23328553 sito web: www.coordinamento.info/home/autorecupero

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

1144//1199

“Via Saredo” Regione:

Lazio

Territorio di riferimento:

Comune di Roma, via Saredo (X Municipio)

Inizio progetto:

2005

Stato progetto:

in corso

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Nella scuola materna un tempo a servizio delle residenze di quartiere il "problema della casa" ha prodotto un fenomeno di riutilizzazione spontanea dell'immobile pubblico da parte di circa 50 occupanti, aggregati in nuclei familiari con e senza figli, fortemente coinvolti nella crisi degli alloggi. Gli occupanti partecipano all'impegno finanziario di ristrutturazione e bonifica come soggetto primario a cui compete il recupero interno degli alloggi, con i relativi impianti e finiture. Attualmente sono in fase di esecuzione gli interventi di autorecupero affidati alla cooperativa “Inventare l’Abitare”, anche se il cantiere è temporaneamente sospeso per la riformulazione delle metrature interne degli alloggi.

Risultati attesi:

Il progetto prevede la realizzazione di 11 alloggi per 35 abitanti oltre ad uno spazio comune

Associazione promotrice:

Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE”

Utenza:

35 cittadini italiani e/o stranieri

% utenza straniera: Partner progetto: Contatti:

___

Ministero dei Lavori Pubblici, Regione Lazio, Comune di Roma, Coordinamento Cittadino “Lotta per la Casa” Incaricato alla progettazione: arch. Ugo Sasso – Dante Pini sede ufficio: Via Rocca Sinibalda, 25 - 00199 Roma tel-cell: 06 86217720 Responsabile Unico del Procedimento: ing. Giuseppe Solferino mail: giuseppe.solferino@comune.roma.it tel-cell: 06 67103801 Cooperativa “INVENTARE L’ABITARE” Presidente: Manfredo Proietti mail: inventarelabitare@vodafone.it tel-cell: 06 23328553 sito web: www.coordinamento.info/home/autorecupero

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

1155//1199

“P.zza Sonnino – Via Gustavo Modena, 90” Regione:

Lazio

Territorio di riferimento:

Com. di Roma, via G. Modena 90 (P.zza Sonnino - quart. Trastevere, I Municipio)

Inizio progetto:

2005

Stato progetto:

concluso nel 2010

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati conseguiti:

L'edificio, ex-convento S. Agata, situato a Trastevere nel pieno centro storico di Roma, ha origini medievali. Nel 1989 è stato occupato da un gruppo di 12 famiglie prive di alloggio che, riunite nella Cooperativa “Vivere2000”, hanno espresso la volontà ad auto-ristrutturare l’immobile, riuscendo ad ottenere una legge regionale atta a regolamentare il processo edilizio dell’autorecupero, seguita dalla pubblicazione di una bando comunale nel 2005 e dall’ottenimento della convenzione. Il progetto, oltre a prevedere il risanamento delle parti comuni e l’eliminazione dei fattori di rischio strutturale, è stato finalizzato al contenimento delle dispersioni energetiche, nonché all’inserimento di sistemi alternativi di produzione dell'energia, nel rispetto e nel recupero delle caratteristiche architettoniche e costruttive originarie. L'edificio, grazie ai muri portanti di elevato spessore e alla sostituzione degli attuali infissi con altri dotati di vetrocamera, presenta una buona inerzia termica, e ciò ha limitato l’impiego di impianti tecnologici. Un ulteriore miglioramento della salubrità degli ambienti è stato ottenuto con la realizzazione del sottotetto coibentato e ventilato. Il progetto ha permesso la realizzazione di 12 alloggi che sono stati assegnati alle 12 famiglie che hanno preso parte all’occupazione dell’immobile nel 1989. Attualmente l’edificio ospita occasionalmente spettacoli di vario genere, rappresentando un ottimo esempio di integrazione e socializzazione all’interno del quartiere.

Associazione promotrice:

Cooperativa “VIVERE 2000”

Utenza:

12 nuclei familiari

% utenza straniera:

La Coop. “Vivere2000” è costituita da persone di varie nazionalità

Partner progetto:

Unione Inquilini, Regione Lazio, Comune di Roma

Contatti:

Incaricato alla progettazione: ing. Amedeo Santoro Responsabile Unico del Procedimento: ing. Giuseppe Solferino mail: giuseppe.solferino@comune.roma.it tel-cell: 06 67103801 Cooperativa “VIVERE2000” sede: Via Gustavo Modena, 90/A - 00153 Roma mail: cooperativavivere2000@gmail.com tel-cell: 06 96526255

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

1166//1199

“Via Monte Meta, 21” Regione:

Lazio

Territorio di riferimento:

Comune di Roma, via Monte Meta 21 (quart. Fidene Tufello, IV Municipio)

Inizio progetto:

2011

Stato progetto:

in corso

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati attesi:

Lo stabile, di proprietà comunale, ha ospitato in passato gli uffici dei servizi sociali del IV Municipio. Gi{ nel 2005 il Comune aveva inserito l’immobile nell’elenco degli edifici da ristrutturare con l’autorecupero, al fine di affidarlo a cittadini in emergenza abitativa. Dopo la bocciatura del progetto, gli spazi dello stabile sono stati assegnati ad alcune associazioni, che tuttavia hanno abbandonato l’immobile nel 2008. Il 19 febbraio 2011, un centinaio di studenti e precari riuniti sotto la sigla “Puzzle” hanno occupato l’immobile con l’obiettivo di intraprendere un percorso di autorecupero strutturale e sociale. Nel maggio 2011 lo stabile è stato assegnato al movimento “Puzzle” ed attualmente sono in atto i procedimenti giuridici per la fondazione di una Onlus a cui verrà affidata la gestione dell’immobile. Ad oggi l’edificio ospita, oltre alle residenze degli occupanti, anche una scuola di italiano per migranti, corsi di sostegno scolastico, attività di formazione per i cittadini del quartiere ed uno studentato autogestito. È inoltre attivo uno sportello, gestito da “Puzzle”, con lo scopo di fornire assistenza legale per affittuari in difficoltà, soprattutto studenti ed immigrati, oltre che creare liste di occupazione e diffondere il modello di Via Monte Meta. È in fase di programmazione un intervento di ristrutturazione dell’edificio in autorecupero. L’obiettivo del progetto è quello di inventare una nuova relazione tra gli spazi recuperati e i beni comuni, tra pratiche di autogestione e servizi dal basso, attraverso l’attivazione, all’interno della struttura, di servizi e laboratori per gli abitanti del quartiere.

Associazione promotrice:

Movimento “PUZZLE, Welfare in Progress”

Utenza:

studenti universitari, immigrati, precari

% utenza straniera: Partner progetto: Contatti:

___

Centro Sociale “Horus Project”, “Laboratorio per un’altra citt{ – IV Municipio”, Coordinamento Cittadino “Lotta per la Casa” Movimento “PUZZLE, Welfare in Progress” sede: via Monte Meta, 21 – Roma sportello: Universit{ “La Sapienza”, dip. di Igiene (aula S1) – P.zza “Aldo Moro”

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

1177//1199

“Via Tommaso d’Aquino, 11” Regione:

Lazio

Territorio di riferimento:

Comune di Roma, via Tommaso d’Aquino 11 (XVII Municipio)

Inizio progetto:

2000

Stato progetto:

in corso

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati attesi:

Situato nel centro storico del Comune di Roma, l’edificio consta di 6 piani, coprendo una superfici pari a 1.600 mq complessivi. Di proprietà della Regione Lazio, ex palazzo IPAB, l’immobile venne svuotato dalle famiglie residenti nell’intenzione di destinarlo ad uso terziario. Da questo momento in poi seguono tre momenti di occupazioni (con due relativi sgomberi), l’ultima delle quali è avvenuta il 25 novembre 1995 ad opera di alcuni giovani che successivamente si sono costituiti nella Cooperativa di Autorecupero “Corallo”, con l’intento di ristrutturare 23 alloggi per altrettanti nuclei abitativi. Sin dall’inizio dell’occupazione, la cooperativa si è proposta di farsi carico della completa ristrutturazione degli interni e ha avviato trattative politiche ed economiche con la Regione ed il Comune. Attualmente la situazione non è stata ancora completamente normalizzata: a delibere di riconoscimento e finanziamento dei lavori da parte della Regione, sono seguite anche lettere con avvisi di sgombero. I lavori nelle parti interne non sono ancora stati ultimati del tutto (in quanto gli occupanti sono in trattativa con la Regione per un finanziamento stanziato nel 2005 al fine di completare l’opera), mentre i lavori nelle parti comuni non sono mai cominciati. Attualmente i soci della cooperativa sono presenti nello stabile a titolo gratuito ed hanno istituito un fondo per le spese di mantenimento dell’edificio Il progetto di autorecupero prevede la realizzazione di 23 unità abitative per altrettanti nuclei abitativi; parte dei lavori interni sono stati già ultimati, attraverso anche l’applicazione delle logiche della bioedilizia

Associazione promotrice:

Cooperativa “CORALLO”

Utenza:

23 nuclei abitativi, con la presenza di 20 bambini

% utenza straniera:

___

Partner progetto:

Unione Inquilini, Cooperativa “Vivere2000”, Regione Lazio

Contatti:

Cooperativa “CORALLO” sede: via Tommaso d’Aquino, 11 – 00136 Roma

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia

1188//1199

“Casa La Rocca” Regione:

Calabria

Territorio di riferimento:

Comune di Cassano allo Ionio (CS), Via Mazzini 12

Inizio progetto:

2008

Stato progetto:

concluso nel 2010

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati conseguiti:

Il progetto la ristrutturazione in autorecupero di un immobile messo a disposizione dalla Curia Arcivescovile, situato nel centro storico del Comune di Cassano allo Ionio. Finanziato con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali attraverso “Fondo Sociale per l’inclusione degli immigrati”, il progetto ha permesso di destinare l’immobile all’accoglienza degli immigrati impegnati nei lavori stagionali del territorio della Sibaritide, e attualmente è in grado di ospitare fino ad un massimo di 30 persone per un periodo non superiore a 3 mesi (prorogabile a 6 mesi solo in situazioni particolari) ed è dotata di spazi collettivi per favorire la socializzazione. Il progetto è accompagnato da attività di informazione e sensibilizzazione attraverso iniziative pubbliche volte a sensibilizzare la popolazione locale sulle problematiche dei migranti e il loro apporto alla economia locale, nonché incontri specifici con le aziende agricole per un miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro dei propri braccianti. Il progetto ha permesso la realizzazione di alloggi per un totale di 30 posti letto. Oltre ad essere luogo di ospitalit{ ha anche l’obiettivo di essere un luogo di socializzazione e di informazione per i tanti lavoratori immigrati in condizioni di forte disagio abitativo, presenti nella Sibaritide. Attualmente sono attivi all’interno della struttura un internet-point, un servizio di assistenza sanitaria, uno sportello per l’assistenza e l’accompagnamento per l’espletamento delle pratiche burocratiche per il soggiorno in Italia e consulenza in materia di diritto al lavoro, un programma di orientamento, formazione ed inserimento lavorativo, servizi di intermediazione abitativa per la ricerca di soluzioni alloggiative e corsi di alfabetizzazione di lingua italiana.

Associazione promotrice:

CIDIS Onlus

Utenza:

30 posti letto per immigrati

% utenza straniera:

100%

Partner progetto:

Federazione Provinciale “Coldiretti Cosenza”, “ONG Alisei”, Comune di Cassano allo Ionio, partner internazionali

Contatti:

“CIDIS Onlus” sede: Corso Cavour (c/o Servizi Sociali) - 87011 Cassano Allo Ionio (CS) mail: casalarocca@cidisonlus.org tel-cell: 0981 780558/559 - 327 0129853 sito web: www.cidisonlus.org

Allegato B


Proposta per un intervento di Autorecupero dell’Ex Istituto Liceo Classico “SOCRATE”

Schede Tecniche di progetti di Autorecupero in Italia 1199//1199

“Migra Habitat” Regione:

Calabria

Territorio di riferimento:

Provincia di Reggio Calabria

Inizio progetto:

2009

Stato progetto:

in corso

Tipologia intervento:

Autorecupero

Descrizione iniziativa:

Risultati attesi:

Il progetto “Migra Habitat”, cofinanziato dal Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali con il “Fondo per l’Inclusione Sociale degli immigrati, 2007” e dall’Amm. Comunale di Reggio Calabria , è stato avviato con la pubblicazione di un avviso per la manifestazione d’interesse al fine di reperire immobili privati da destinare alla locazione in favore di cittadini extracomunitari. Attraverso questa iniziativa si vuole rilevare la disponibilità di soggetti privati ad affittare, a canone convenzionato, immobili in buon stato di conservazione, prioritariamente a cittadini extracomunitari regolarmente residenti sul territorio che fruiscono di un reddito certo. Gli immobili saranno inseriti nella Banca dati dell'Agenzia Sociale Comunale per la Casa “Migra Habitat”, la quale individuerà i potenziali affittuari che, grazie alla stipula di contratto di tipo convenzionato, potranno godere di importanti benefici per l’immobile locato. Il progetto prevede la partecipazione attiva dei futuri inquilini alle attività di sistemazione degli alloggi attraverso interventi di autorecupero. Il progetto si propone come modello innovativo di sperimentazione di politiche efficaci di integrazione, con l’intento di garantire le pari opportunit{ e la tutela dei diritti dei cittadini extracomunitari e delle loro famiglie, contrastando le forme di discriminazione nell’accesso all’alloggio. Inoltre l’iniziativa mira a promuovere l'imprenditorialità sociale per favorire la partecipazione attiva dei beneficiari al processo di inserimento ed incrementare le opportunità di lavoro per gli immigrati extracomunitari favorendo l’acquisizione di professionalit{ per la gestione dei servizi e delle strutture alloggiative sociali, nonché la realizzazione di una struttura di accoglienza in auto-recupero per i migranti (di utilizzazione temporanea), atta ad offrire loro un’adeguata risposta alle esigenze abitative durante il periodo di primo inserimento.

Associazione promotrice:

Agenzia Sociale Comunale per la Casa “Migra Habitat”

Utenza:

cittadini extracomunitari non in condizione di disagio abitativo

% utenza straniera:

100%

Partner progetto:

Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali, Amministrazione Comunale di Reggio Calabria

Contatti:

Comune di Reggio Calabria - Settore Politiche Sociali sede: Via Magna Grecia, n.13-15 - 89127 Reggio Calabria mail: servizisociali@comune.reggio-calabria.it tel-cell: 096 5892402 sito web: www.reggiocal.it/on-line/Home

Allegato B

Profile for Autorecupero "Socrate"

All. B - Schede Tecniche Progetti di Autorecupero  

Proposta di autorecupero_All. B

All. B - Schede Tecniche Progetti di Autorecupero  

Proposta di autorecupero_All. B

Advertisement