Page 1

mensile | N° 8/9 | agosto/settembre 2015 | 5,00 euro (Italy only)

novità

Historique

Prezzi edicola estero: AUT 9,50 euro • BE 9,00 euro • PTE CONT. 8,50 euro • E 8,50 euro • CH CT 9,00 Chf • CH 9,50 Chf

ALFA ROMEO GIULIA SMART TWINAMIC TURBO MERCEDES-BENZ CLASSE A SEAT ALHAMBRA FIAT 500 LOTUS 3-ELEVEN

DS5

LE NUOVE QUOTAZIONI DELLE AUTOSTORICHE

MODENA 100 ORE CLASSIC VERNASCA SILVER FLAG RIEVOCAZIONE STORICA DELLA STELLA ALPINA MASTERS HISTORIC F1 A MONZA

in prova JAGUAR F-TYPE S AWD COUPÉ PORSCHE CAYENNE GTS BMW 640D GRAN COUPÉ XDRIVE M SPORT EDITION INFINITI Q70 ROLLS-ROYCE GHOST II ISSN 1120-4354


È tempo per un nuovo mito IN COPERTINA

DS5

Più raffinata. Più sicura. Più parsimoniosa. La DS5 si evolve puntando dritto al vertice del segmento D "premium" e intende rappresentare un'autorevole alternativa alle vetture tedesche. Dalle quali si distingue per una spiccata personalità estetica e per le ricche dotazioni di serie. Listino da 30.900 euro (BlueHDI 120) a 47.250 euro (Hybrid 4x4 1955) TESTO: Alberto Franzoni | FOTOGRAFIE: Studio B12

| 22


L

A LEGGENDA DS SI RINNOVA. E con essa l'ammiraglia compatta del marchio premium parigino, che dallo scorso gennaio ha iniziato la sua nuova vita, autonoma rispetto agli altri brand del Gruppo PSA. La DS5 cambia dunque stile, puntando a riaffermare quella superiorità delle berline francesi che dal 1955 le varie generazioni di DS, fedeli a se stesse ma dotate di contenuti tecnologici via via crescenti, hanno legittimato per due decenni prima di passare il testimone alla CX e alla XM. Compatta, hi-tech, sfiziosa nello stile, rigorosa nei contenuti. Così si presenta la nuova DS5: una moderata evoluzione estetica nel segno

della continuità con il modello nato nel 2012, un'enfasi specifica e rafforzata sull'artigianalità delle raffinate lavorazioni che contraddistinguono l'abitacolo e un forte upgrade sul piano tecnico, testimoniato dal debutto dei motori BlueHDI e THP Euro 6, ma anche da dispositivi di sicurezza inediti e da sospensioni rinnovate per offrire un livello di comfort all'altezza del mito e della tradizione DS, pur senza ricorrere alle complesse molle pneumatiche che sessant'anni fa rendevano esclusiva la DS19 presentata al Salone di Parigi del 1955 nell'entuasiasmo generale. Andiamo a conoscere passo a passo la nuova DS5 e le novità che il modello 2015-2016 incorpora, a cominciare da come si è evoluta esteticamente l'ammiraglia parigina.

| 23


IN COPERTINA

DS5

| 24


Il nuovo frontale ben si armonizza con lo stile innovativo e inconfondibile della rinnovata DS5. Denominato “DS Wings”, è caratterizzato dalla calandra verticale, scolpita, con il monogramma DS al centro, dalle prese d’aria laterali e dai proiettori “DS LED Vision”. Questi ultimi comprendono fari Xenon-LED con illuminazione direzionale e lavafari ad alta pressione, indicatori di direzione a LED a scorrimento e fendinebbia a LED con luci di svolta Cornering Light. Quando si osserva il profilo della nuova DS5, il suo elemento caratterizzante appare subito rappresentato dal bordo cromato allungato che si estende dall'estremità del gruppo ottico fino ai cristalli laterali anteriori: questo particolare è stato battezzato “Chrome Blade” per l'effetto “lama” che la forma e il materiale impiegato lasciano intendere. Ammirandone il cosiddetto “lato B”, appare ulteriormente accentuata l’imponenza della DS5: merito delle carreggiate molto larghe e della firma luminosa costituita da sei linee di luce e sottolineata dai due terminali di scarico di forma trapezoidale integrati nel fascione paracolpi posteriore. Prosegue naturalmente all'interno l'evoluzione della DS5, che sfoggia una plancia rinnovata e rivestimenti che sottolineano l'appartenenza della vettura parigina al mondo “premium”. Il sistema di infointrattenimento cambia radicalmente: prestazioni potenziate e

Scheda tecnica DS5 BLUEHDI/180 SPORT CHIC EAT6 S&S MOTORE: 4 cilindri in linea, turbodiesel common-rail 1997cc POTENZA MASSIMA: 181 CV a 4000 giri/min COPPIA MASSIMA: 400 Nm a 2000 giri/min TRAZIONE: anteriore CAMBIO: automatico a 6 marce con modalità manuale-sequenziale CERCHI: in lega leggera, 7,5Jx18" PNEUMATICI: 235/45 R18 FRENI: anteriori a disco autoventilanti, posteriori a disco SOSPENSIONI: anteriori a ruote indipendenti, assale pseudo McPherson, posteriroi assale a traversa deformabile; barre antirollio DIMENSIONI: lunghezza 4530 mm, larghezza 1871 mm, altezza 1504 mm BAGAGLIAIO: 468-1288 litri SERBATOIO: 60 litri PESO: 1615 kg (a vuoto, con conducente) VELOCITÀ MASSIMA: 220 km/h ACCELERAZIONE: 0-100 km/h in 9,2 sec CONSUMO COMBINATO: 4,4 litri/100 km EMISSIONI CO2: 114 g/km - Euro 6 PREZZO: 41.450 euro | 25


IN COPERTINA

DS5

semplicità di utilizzo migliorata grazie al Touch Pad, il monitor touch screen da 7 pollici che ha consentito di sopprimere i 12 pulsanti del precedente schermo ottenendo una migliore ergonomia e un accesso diretto e facilitato a tutte le funzioni della vettura, dall'ascolto della musica alla navigazione. Non solo: la funzione New Mirror Screen permette la "duplicazione" dello smartphone per poterne utilizzare le applicazioni in tutta sicurezza sfruttando proprio il grande monitor al centro della consolle. Interessanti i pack Mapping e Tracking: il primo consente di localizzare la vettura, monitorare lo stile di guida e visualizzare i percorsi affrontati, funzioni utili in caso di prestito dell'auto o di comodato o di noleggio, il secondo permette di localizzare l'auto in caso di furto. C'è anche il pack Monitoring, di fatto un'agenda virtuale delle manutenzioni, con monitoraggio automatico del chilometraggio e promemoria per i successivi interventi di manutenzione, eco-driving (consigli personalizzati sulla base dello stile di guida rilevato) e rapporto di utilizzo (che sintetizza l’impiego del veicolo). L'abitacolo della DS5 consolida il suo ruolo di punto di riferimento della categoria per personalità, lusso e raffinatezza.

L'ispirazione è fornita dai cockpit aeronautici, ovviamente riprogettati alla luce dell'impiego automotive. L'organizzazione dei comandi è articolata nelle zone del tunnel e dell'imperiale (sotto tetto): il tetto Cockpit, fornito di serie sugli allestimenti Business, Sport Chic e sulla serie speciale 1955, è l’elemento più rappresentativo dello stile della DS5. Questo padiglione dotato di tre punti luce (oscurabili mediante apposite tendine dedicate a comando elettrico) crea un ambiente luminoso, inedito e personale, di giorno e di notte. Il posto di guida è studiato intorno al conducente e i principali comandi sono gestiti da pulsanti, rotelle e toggle switch specifici, sempre ispirati all’aeronautica. Con la DS Connect Box l'auto è fornita del Pack SOS & Assistance, un sistema innovativo che permette le chiamate automatiche d’emergenza o di assistenza localizzata, con l’invio dei soccorsi in caso di necessità. In tema di multimedia è da ricordare anche l'applicazione MyDS, che accompagna il cliente negli spostamenti (prima, durante e dopo la guida) e offre servizi intuitivi e innovativi. In questo modo, chi viaggia sulla DS5 dispone di tutte le informazioni relative al proprio veicolo e alle offerte specifiche per i clienti DS.

| 26


HYBRID 4X4: LA DS5 IBRIDA-DIESEL-INTEGRALE Non c'è solo la DS3 WRC protagonosta del Campionato del Mondo Rally a sfruttare l'abbinamento motore turbo-trazione integrale: anche la DS5 Hybrid 4x4 prevede l'accoppiata tra propulsore sovralimentato (stavolta a gasoliio) e quattro ruote motrici (inseribili manualmente oppure automaticamente) La DS5 Hybrid 4x4 è il fiore all'occhiello della tecnologia ibrida DS: coniuga i 163 CV del propulsore 2 litri turbodiesel common-rail con i 27 kW (37 CV) dell'unità elettrica che interviene secondo modalità che il guidatore può decidere di volta in volta ruotando la manopola sul tunnel della trasmissione, accanto alla curiosa leva del cambio robotizzato a 6 rapporti. Volendo lasciare ogni decisione all'elettronica si mantiene la rotella in posizione Auto. Quando si desidera procedere con la spinta del solo motore elettrico, quindi a emissioni zero, si seleziona la modalità ZEV. Per procedere con le quattro ruote motrici attive (quelle anteriori mosse dal motore termico, quelle posteriori dall'unità elettrica) si opta per la funzione 4x4, mentre richiamando la logica Sport si richiedono le massime performance tramite l'utilizzo intensivo del motore elettrico in aggiunta al motore termico. Le prestazioni della DS5 Hybrid 4x4 sono di tutto rispetto: 211 km/h, 9,3 secondi per passare da 0 a 100 km/h, 30,7 secondi per il chilometro con partenza da fermo. Valori sorprendenti

se si considera che, in allestimento Chic, So Chic e Business con le ruote da 17 pollici, questa DS5 è accreditata di un consumo combinato di 3,5 litri di gasolio ogni 100 km, e addirittura di 3 litri ogni 100 km nel ciclo urbano, dove l'unità elettrica e il sistema Start&Stop fanno maggiormente sentire la loro efficacia. Questi dati salgono rispettivamente a 3,9 litri/100 km e a 3,2 litri/100 km scegliendo gli allestimenti Sport Chic o 1955, che prevedono le ruote in lega da 18 pollici di serie e quelle da 19 pollici in opzione. La DS5 Hybrid 4x4 dispone di un equipaggiamento di serie più completo rispetto alle sorelle endotermiche e prevede come standard la funzione Keyless Access and Start, per lo sblocco delle serrature e l'avviamento del motore ibrido senza l'utilizzo manuale della chiave. Anche la Hybrid 4x4 può essere fornita nella versione 1955, che – come sul resto della gamma DS5 – propone di serie un'equipaggiamento specifico e uno stile unico. All'esterno, logo DS sul cofano dorato, coprimozzi DS dorati, badge dorati su portiere anteriori e portellone posteriore e conchiglie dei retrovisori di colore nero con trama

DS a laser. All'interno, orologio analogico specifico, decori Trama DS, tappetini dedicati e badge numerato sulla plancia. Non ci stupirebbe se

una DS5 Hybrid 4x4 edizione 1955 fosse l'auto per tutti i giorni di un fortunato proprietario di una DS23 Pallas Injection Electronique.


IN COPERTINA

DS5

La raffinata eleganza della nuova DS5 è misurabile anche attraverso l'analisi dei pellami e dei rivestimenti dell'abitacolo. L'artigianalità delle lavorazioni dei maestri pellai è declinata attraverso lavorazioni esclusive, come il motivo "cinturino d'orologio" utilizzato per la prima volta nel settore automotive, e tre diverse tipologie di pellami impiegati, tra cui la pelle Nappa e la pelle semi-anilina, una delle piÚ pregiate, raramente utilizzata sulle autovetture.

| 28


Cuciture a vista, inserti in alluminio, tastiera di concezione aeronautica per i comandi secondari, tetto Cockpit con tre punti luce oscurabili mediante tendine a movimento elettrico, orologio analogico sulla consolle centrale: l'esclusività della DS5 si misura sia con contenuti unici, sia con l'impiego di materiali autentici e pregiati, a metà strada tra classicità e innovazione.

La nuova DS5 coniuga in modo mirabile le più moderne tecnologie con l'artigianalità delle finiture e la cura negli allestimenti. L'amore per il dettaglio nella DS5 si traduce anche nell’utilizzo di materiali autentici, lavorati in modo esclusivo e unico, come l’alluminio sulle maniglie delle porte, il metallo sul pomello del cambio o la pelle. La nuova 5 porte della Casa parigina è una delle poche vetture che propone tre varietà di pelle, tra cui la pelle Nappa pieno fiore e la pelle semi-anilina, una delle più pregiate al mondo, raramente utilizzate nel settore automotive. La lavorazione della selleria in pelle semi-anilina richiama il cinturino di un orologio. Debutta sulla nuova DS5 il colore blu Zaffiro, impiegato sia come tinta della carrozzeria sia per i rivestimenti in pelle Nappa, in particolare nell'ambito di un'opzione bicolore nero e blu zaffiro che debutta proprio sulla vettura transalpina. Esordiscono anche i nuovi decori interni in metallo con lavorazione Trama DS sui pannelli delle porte e sulla console centrale, a sottolineare la raffinatezza dell'auto: sono un'esclusiva della serie limitata 1955. Nel pack Confort, un'opzione prevista per tutti gli allestimenti e a nostro avviso imperdibile per chi ama circondarsi con tutte le comodità, figurano i sedili anteriori regolabili elettricamente e riscaldabili e la poltrona lato guidatore dotata di due memorie e registrazione elettrica del supporto lombare con funzione massaggio. Orientato invece alla sicurezza dinamica il pack Safe Drive, che comprende la commutazione automatica abbaglianti-anabbaglianti e l'avviso abbandono involontario della corsia di marcia. Proprio in tema di comfort di marcia vanno ricordati i sostanziali progressi di cui hanno beneficiato le sospensioni della DS5: in particolare i nuovi ammortizzatori con tecnologia PLV (preloaded linear valve) permettono di attenuare le imperfezioni della strada e ridurre i sobbalzi, aumentando allo stesso tempo il comfort di marcia, grazie alla migliore fluidità e alla compensazione degli sforzi nell’ammortizzatore. Parallelamente è stata aumentata l’escursione degli ammortizzatori stessi: il leggendario comfort delle DS prodotte tra il 1955 e il 1975 si ripropone oggi su una 5 porte che filtra le asperità della strada e isola gli occupanti dal terreno, mantenendo sempre un comportamento dinamico irreprensibile. Detto degli allestimenti, denominati Chic, So Chic, Business, Sport

Chic, oltre alla serie speciale 1955, con dotazioni di serie via via crescenti, vanno ricordati i nuovi motori Euro 6, tutti turbo a 4 cilindri. I BlueHDI da 120, 150 e 180 CV compongono l'offerta a gasolio, mentre il 1.6 THP da 165 CV accontenterà quanti non possono fare a meno di un'unità a benzina. Al vertice, per consumi, emissioni e sofisticatezza tecnica, è la Hybrid 4x4 da 200 CV, accreditata di 3,5 litri ogni 100 km e di prestazioni molto interessanti. Vi rimandiamo al box a lei dedicato nella pagina precedente per conoscerla meglio.

| 29

Profile for autocapital

AutoCapital agosto/settembre 2015  

AutoCapital agosto/settembre 2015  

Advertisement