Page 15

grazie alla giusta severità e precisione dell'amico che e nel contempo molto più efficaci. L'ipotesi non vicepresidente Vittorio Peconi, che cura l'amministra- svaluta il nostro organo ufficiale, tutt'altro, ma fazione, ci permette di operare con una certa tranquil- rebbe sì che il suo ruolo sarebbe maggiormente esaltato, anche se in un contesto diverso da quanto siamo stati abituati sino ad oggi. La proposta non è campata in aria, e per dare una indicazione concreta, vi invito a riflettere su come il sito dei pensionati CONI da oltre due anni stia positivamente garantendo, in modo aggiornato, puntuale e completo, la pubblica divulgazione di tutte le notizie, anche le meno urgenti, riguardanti le nostre attività ed i nostri avvisi. Quasi ogni giorno, o quantomeno ogni settimana, c'è una informazione nuova: in tal senso, se utilizzassimo la carta, sia essa una circolare o lo stesso notiziario, per noi sarebbe praticamente impossibile essere tempestivi. Il Comitato Direttivo ha affrontato il tema e lo ha discusso molto seriamente, valutando i pro e i contro della mia posizione, e poi decidendo che il lità sui dovuti binari. Notiziario, a partire già da questo 2012, pur conComunicazione: Nell'editoriale a mia firma, com- fermando il suo ruolo di fondamentale “documento parso sull'ultimo numero del Notiziario, nel contesto cartaceo” dell'Associazione (...quindi tangibile ed di un ragionamento più ampio in tema di comunica- alla portata di tutti i nostri soci), uscirà solo due, zione, accennavo alla necessità di avviare una rifles- massimo tre volte l’anno, trasformandosi, in altre pasione su come far veicolare l'informazione tra i nostri role, in vera e propria rivista atta a perseguire poassociati nei tempi più brevi e nel modo meno di- chi ma efficaci obiettivi editoriali. Innanzitutto deve spendioso possibile. In quella sede infatti, e successi- essere veicolo “di sintesi” sull’attività svolta vamente anche nel corso della penultima riunione del Comitato Direttivo, ho espresso la mia convinzione che oggigiorno il Notiziario non può essere il solo strumento di contatto tra i soci e l’A.Pe.C., ma esso deve essere integrato con altre modalità comunicative a nostra disposizione, quali possono essere le circolari, il telefono, le e-mail, il sito internet, strumenti molto più immediati, veloci ed economici. Qualcuno avrà pensato che questa tesi altro non era che la giustificazione per il fatto che il notiziario nel 2011 aveva subito una rilevante flessione riguardo i tempi d'uscita: no amici, credetemi, era una valutazione oggettiva sul ruolo del nostro storico organo di stampa. Il Notiziario infatti (a cui tutti noi dall’A.Pe.C. nei mesi precedenti la sua uscita di ogni siamo davvero affezionati) per la complessità della numero e di contro anche di “programma” delle attisua organizzazione, per i costi di spedizione, per i vità future; deve poi diventare in modo consolidato tempi ristretti a cui spesso ci si trova di fronte, non ed istituzionale strumento di “archivio e documentapuò più essere uno strumento di comunicazione imme- zione storica” del mondo dello sport, con particolare diata, ma deve essere affiancato, ed in certi casi riguardo all’attività lavorativa da noi svolta in ambisostituito, da altre modalità certamente più economi- to CONI negli anni passati. Inoltre sulle sue pagine

IL NOTIZIARIO APEC n° 59 - 62  

Il Notiziario dell'A.Pe.C. (Associazione Pensionati del CONI) ritorna in stampa con un numero multiplo. Come è consuetudine della pubblicazi...

Advertisement