Issuu on Google+

Comune di Augusta

Provincia Regionale di Siracusa Assessorato alla Cultura


Stefano Cacciaguerra (Direttore artistico) Sebastiano Alicata (Direttore organizzativo) Daniele Ballotta (Coordinatore tecnico-artistico) Angelo Alessandrini (Web Master & Management) Roberta Zanti (Stagista) Isabella Nuovo (Stagista) Alessia Alicata (Stagista) Simone Scirè (Stagista) Patrocinato da:

Comune di Augusta

Provincia Regionale di Siracusa Assessorato alla Cultura

Elaborazione grafica: di Attilio Patania Michela Italia (Presentatrice)


Ringraziamenti

Massimo Carrubba - Sindaco di Augusta Nicky Paci - Assessore alle Politiche Giovanili Provincia di Siracusa Giovanna Fraterrigo - Ass. alla Cultura Comune di Augusta Antonia Strazzulla - Dirigente Comune di Augusta Santi Arena - Ass. alle Politiche Giovanili Comune di Augusta A.P.F. (Augusta Photo Freelance) Attilio Patania (grAPhica) Mariagrazia Castrovinci Carlo Galfo Francesco Carrubba Daniele Ricca Aldo Di Primio Michela Italia Annalisa Patania Carmelo Di Mauro Ivan Alicata (Natura Sicula sez. Augusta) Nicola Raggi Lorenzo Daniele (Fine Art Produzioni) Don Giuseppe Mazzotta (Stella Maris Augusta) Enzo Toscano (Associazione Progetto Icaro) Quevedo e Salvo Tempio Alchera Dott. Simona Baffo e tutti quelli che hanno collaborato

2

Un ringraziamento particolare va all’Assessorato alla Cultura del Comune di Augusta per la collaborazione e la disponibilità dimostrata.


Stefano Cacciaguerra

Direttore Artistico SHORTini lnternational Short film feslival

3

Novecentosettantasei. Sono i giorni trascorsi dall’ultima edizione di SHORTini. Un’eternità per molti, una necessità per noi. Siamo giunti alla quarta edizione di SHORTini International Short Film Festival ed è un traguardo che ci dà non poche soddisfazioni, anche se da molti punti di vista non è affatto un traguardo ma una rinascita. Lo è innanzitutto perché dettata da innumerevoli motivazioni che ci hanno spinto nel rinvestire forze e tempo in questo progetto. Lo è grazie a voi che ci chiedete tutti i giorni notizie sul Festival. Lo è perché crediamo che SHORTini possa rivestire un ruolo primario nella diffusione e promozione del cinema breve in Sicilia. Senza queste motivazioni e l’investimento che il Comune di Augusta, la Provincia di Siracusa e gli altri sponsor hanno fatto per SHORTini, non saremmo qui a parlarne. Le novità rispetto all’ultima edizione sono evidenti. Innanzitutto l’affiancamento alla consueta Competizione Nazione, di una Competizione Internazionale; un tentativo riuscitissimo considerando l’altissimo livello qualitativo delle opere ricevute. Inoltre ospiteremo ben tre retrospettive, una prima visione in Sicilia, una lunga proiezione notturna di cortometraggi “proibiti”, incontri con registi e addetti ai lavori, per un totale di più di 100 singole proiezioni. Una mole di lavoro smaltita in dodici lunghi e faticosi mesi per creare un Festival a immagine e somiglianza del nostro pubblico. Ora è tutto pronto, SHORTini Film Festival è una realtà e tale rimarrà negli anni. Siamo certi che non vi deluderemo BUONA VISIONE!


Massimo Carrubba

Sindaco di Augusta

4

La maggior parte dei documentari, cartoni animati, spot pubblicitari è realizzata da cortometraggi. È proprio grazie alla loro breve durata che ancora oggi abbiamo la possibilità di godere, in tutti gli aspetti, delle proiezioni inserite nei palinsesti televisivi. Augusta, oggi, ha trovato in un Festival dedicato a questo mondo, il suo motore artistico (un nuovo stimolo artistico). SHORTINI, oltre al ricco programma, prevede anche una fase molto importante: l’incontro con gli autori. Sin dai suoi esordi, l’organizzazione ha compreso, tra gli eventi, la possibilità che il mondo dei cineamatori e di tutti coloro che operano nel cinema venga a contatto con quel momento pubblico che qui diviene un appuntamento fisso e ancor più necessario allo sviluppo della produzione filmica. Crediamo che SHORTINI sia rivolto non soltanto al ristretto mondo degli appassionati, ma debba essere anche una possibilità per tutti i cittadini e per i giovani in particolare di avvicinarsi all’affascinante mondo del cinema, dalla produzione, alla lavorazione, alla diffusione dei film. Bivio Art sta portando avanti un progetto culturale e artistico di largo respiro, realistico e ambizioso, che il Comune di Augusta ha deciso di sposare poiché crede che l’arte, nelle sue varie sfaccettature, costituisca un bene prezioso per la Città e per i cittadini che ne fruiscono. L’impronta internazionale che da quest’anno contraddistingue il festival è quanto di più congeniale ad una città come Augusta, città di mare, che dall’incontro dei popoli ha sempre tratto arricchimento umano e crescita sociale. È in questa cornice che Augusta ancora una volta vuole regalare al pubblico emozioni e suggestioni.


Sebastiano Alicata

Presidente Associazione Culturale BIVIO ART

5

Con l’intento di trasformare Augusta in una piccola Città del cinema, l’Associazione culturale BIVIO ART, nata proprio con lo scopo di diffondere e promuovere l’arte e la cultura in tutte le sue forme, espressioni ed attitudini, ha scelto quest’anno di investire le proprie energie e risorse nella rinascita del festival di cortometraggi SHORTini. Raccogliendo l’eredità delle precedenti edizioni, curate dall’Associazione culturale SEDICINONI, l’Associazione BIVIO ART si è impegnata per presentare la quarta edizione del festival in una veste completamente rinnovata ed arricchita di novità oltre che ampliata ad una competizione internazionale. Lo sforzo compiuto per la preparazione del concorso e per la selezione dei corti è stato veramente grande ma il riscontro da parte del pubblico e da quanti attendevano il ritorno di questo evento ci ha spinti ad andare avanti per la realizzazione di quello che vuole essere un appuntamento annuale fisso per la città e per quanti hanno sete di una importante manifestazione di carattere cinematografico. Siamo convinti che Augusta si meriti eventi di questo tipo ed è proprio per questo che le cinque giornate del festival, con il suo programma ricco non solo di proiezioni ma anche di incontri, retrospettive e dibattiti inerenti tematiche di vario tipo, contribuiranno ad apportare una ventata di piacevole e fresca aggregazione culturale all’interno della nostra città.


Nicky Paci

Assessore alle Politiche Giovanili Provincia di Siracusa

6

Siamo giunti alla quarta edizione di SHORTini Film Festival; gia questo dato sarebbe sufficiente, di per sé, a mostrarne la vitalità, il crescente interesse che ha saputo creare attorno alla propria struttura e ai propri programmi, l’allargamento di prospettiva che è stato capace di costruire anno dopo anno, imponendosi come una solida realtà nel panorama dei festival italiani. La Provincia di Siracusa non può che essere felice, e al tempo stesso orgogliosa, di patrocinare iniziative che sanno cogliere - come SHORTini Film Festival - i fermenti più genuini di un settore espressivo tra i più rilevanti nella cultura contemporanea e trasmetterli alla città coinvolgendo l’intera popolazione e in particolar modo i giovani che ne rappresentano il futuro. Di questo futuro letto con lo sguardo dell’oggi i cortometraggi presentati ad Augusta sono al tempo stesso un’anticipazione, un promemoria, un’interpretazione e una narrazione che può aiutarci a comprendere e illuminarci sui suoi dilemmi e problemi. Sono sicuro che da questa quarta edizione di SHORTINi sia partito un sodalizio che ci porterò lontano nel tempo, poiché la crescita culturale e sociale della cittadinanza corre di pari passo con la sua fruizione.


giuria

Giuseppe Tumino

Nasce a Ragusa nel 1970, si avvicina all’antropologia visuale attraverso un percorso da autodidatta arricchendolo con incontri importanti come il primo workshop di video etno-antropologico svoltosi a Matera nel 2003 con Francesco Marano e Mario Raele, il campus di cortometraggio con Roberto Perpignani, Jon Jost e Francesco Caloggero e un seminario nel 2007 con Giuseppe Tornatore. Ha scritto e diretto diversi cortometraggi/ documentari autoprodotti ed i suoi lavori hanno ricevuto numerosi premi nazionali ed internazionali. Tra i lavori più premiati, Beddu nostru Signuri, vincitore in una sezione del Festival Internazionale Circuito Off a Venezia nel 2006 e Abbiamo raccolto le pietre, vincitore della sezione “Oltretempo” al Premio Libero Bizzarri nel 2008. Ha presieduto e partecipato in giuria a diversi festival tra cui Magma, O’Globo e Cortiamo. Docente di laboratori

video presso scuole ed enti privati, oltre alla fotografia e alla regia si occupa personalmente del montaggio dei suoi lavori.

8

Ermelinda Coccia

Diplomata in grafica pubblicitaria e laureata all’Accademia di Belle Arti di Urbino, comincia il suo percorso artistico all’età di tredici anni attraverso la pittura. Dal 2005 interpreta e realizza performances artistiche aperte al pubblico negli spazi dell’Accademia di Belle Arti di Urbino, alternando e mischiando questa forma d’arte con il video. Ad oggi è autrice di più di venti video arte indipendenti. Nel 2008 frequenta il corso di Regia Cinematografica alla Libera Università del Cinema di Roma, ne esce con la regia del cortometraggio “Weltanschauung”, proiettato alla Casa del Cinema di Roma nel febbraio 2009. In seguito si specializza come Operatrice di ripresa al Centro Sperimentale Televisivo di Roma dando il via alla professione freelance di videoreporter. Aiuto regia nell’opera prima “In cerca d’amore” di Emanuela Taschini e fonica

in presa diretta del Promo del documentario “LiberaMente” di Giulia Merenda e Silvia Giulietti, interamente girato all’interno del carcere femminile di Rebibbia (Roma). Assistente della scenografa Elena Ricci Poccetto per la realizzazione di dodici cortometraggi prodotti dalla LUC di Roma. Attualmente collabora come operatrice di ripresa per un canale di Sky e come montatrice per un emittente televisiva del Lazio. “Me Sem Rom” è il titolo del suo ultimo lavoro. Il lungometraggio, del quale è autrice insieme a Davide Falcioni e Andrea Cottini, documenta gli ultimi dieci mesi di vita del più grande Campo Rom d’Europa, recentemente sgomberato dopo 40 anni.


Nato nel 1984 a Reggio Calabria, laureato in Scienze della Comunicazione a Siena, nel 2009 ha concluso a Torino il Master Biennale Scuola Holden in Tecniche della Scrittura diretto da Alessandro Baricco. È regista e sceneggiatore di numerosi cortometraggi, vincitori di premi come Brescello Film Festival, Hypergonar, Fantastika International Film Festival; e scrittore di spot video, tra i quali gli spot promozionali degli iter formativi dell’Aeronautica Militare - Mistero della Difesa Italiana; cortometraggi, fra i quali Piccioccusu di Americo Melchionda, menzione speciale al Cortacquario; serie web, Arise di Deri/Barra/ Fasano menzione speciale al ToHorror. È stato direttore di produzione per Alessandro Baricco nello spot Toshiro Mifune, Aiuto Regia di Gabriele Albanesi nel film Nelle Fauci di Ubaldo Terzani - produzione Minerva e Manetti Bros, ufficio stampa del maestro Vittorio De Seta nel

cortometraggio Art. 23 - finalista al David di Donatello. Ha scritto racconti pubblicati da Perrone Editore, Terre di Mezzo, Città del Sole Edizioni. La sua ultima sceneggiatura, T’a Stari Muto, è stata finalista al Pescara Corto Script. Dal 2006 è direttore artistico del Pentedattilo Film Festival, festival internazionale di cortometraggi. Recentemente ha concluso la regia di Antefatto, episodio del film La ballata dei Precari, prodotto da 01 Cinema.

giuria

Emanuele Milasi

Nasce il 2 Agosto 1978 a Oristano, in Sardegna. Dopo essersi laureato in Scienze della Comunicazione con una Tesi di Laurea in Psicologia della Comunicazione dal titolo “Vietato non Toccare. Percezione e fruizione dell’arte nelle persone non vedenti” all’Università degli Studi di Siena frequenta un corso di Registi del Cinema Documentario promosso dal Festival dei Popoli di Firenze, sucessivamente frequenta il master in Teoria e Pratica del Cinema Documentario dell’Universitat autonoma di Barcelona. Il nostro è attivo nel campo della produzione audiovisiva, soprattutto nella realizzazione di cortometraggi di fiction e documentari.Ultimi lavori: - Huellas, documentario sul fotografo argentino Humberto Rivas, con Joan Fontcuberta, Alberto Garcia Alix et al - La superficie delle cose - Marie-Maria, documentario finanziato dalla Cineteca Sarda

- Tre giri di seta. Quando l’Arte si fa Palio, sul Palio di Siena (Brixen Art Film Festival) - Op.1207-x, documentario vincitore a Sección Nueva Autoría, Festival Internacional de Cine de Catalunya-Sitges; 9* Seoul International film festival (Menzione Speciale); Alcances,40* Muestra Cinematográfica del Atlántico (Cadice, Menzione speciale); 3º Festival de Artes Audiovisuales de La Plata, Argentina... - 24 for p.s., comprato e trasmesso da Current TV. Nicola Contini è attivo anche nel campo della formazione nel campo degli audiovisivi; tra gli altri, un corso di pratica del cinema documentario a Dura, Palestina e PrimePersone, un corso sui racconti autobiografici dei ragazzi immigrati attraverso il video, la radio e il fumetto nelle scuole della Provincia di Siena. Inoltre, Nicola Contini ha promosso la raccolta, il restauro e la catalogazione di filmati amatoriali nelle provincie di Siena e Carbonia-Iglesias.

9

Nicola Contini


internazionale

EL FORJADOR DE HISTORIAS Con il mio martello io posso forgiare la storia di ogni vita, di ogni persona. I momenti più belli, i più umili, i più favolosi ... Tutti loro sono stati concepiti da me... Nel bene e nel male, nulla sfugge la mia volontà.

Biofilmografia José Gómez Gallego (Madrid, 12 maggio 1982). Sceneggiatore e regista. Ha lavorato in diverse serie TV, documentari, cortometraggi, videoclip, canali televisivi, festival di cinema. Il cortometraggio “El forjador de historias”, con 80 nomination e premi in Europa, America, Asia, Oceania e Africa, è stato il suo progetto finale per la scuola di cinema. Josè Gòmez Gallego Spagna, fic/exp, 15’

AN UNFINISHED ROMANCE Una commedia romantica su due stranieri, due prostitute, due barchette di carta e tutta una serie di ipotesi… “An Unfinished Romance” è una dolce commedia romantica che parla di come le nostre supposizioni sulle altre persone possono alla fine creare o distruggere il nostro senso di incanto, l’essenza del romanticismo. Biofilmografia Alison Heather è cresciuta tra la Scozia e il Canada, adesso vive e lavora a Sydney. È stata per molti anni copywriter pubblicitaria e sceneggiatrice freelance prima di cominciare a sviluppare le sue

idee per i film.“Unfinished Romance” è il suo terzo cortometraggio, la sua seconda commedia. Alison Heather Australia, fic, 10’

WATER

10

Toby desidera una vita come qualsiasi altro bambino di otto anni. Ma la disabilità mentale di suo padre rappresenta un promemoria costante che la sua vita non sarà mai normale. “Water” è un film sulla lotta di

un ragazzo ad accettare le sue paure, la disabilità di suo padre e il suo diritto per un possibile futuro. Biofilmografia Corrie Jones ha ricevuto il premio come “Best New Director” al St Kilda Film Festival del 2004 per il suo primo cortometraggio “Victim” basato su un poema del poeta newyorchese Nicole Blacman. Attualmente Corrie sta dirigendo spot pubblicitari per la “ZZ Productions” e ha una serie di corti e sceneggiature di lungometraggi in fase di sviluppo. Corrie Jones Australia, fic, 17’


Un bambino gioca con una pistola... Biofilmografia John Criscitello nato nel 1967 a New York è un artista multimediale a tutto tondo. Ha esposto le sue

opere a livello internazionale in numerose mostre personali e di gruppo. Ha iniziato a lavorare nella videoart nel 1992. È anche direttore di una noprofit “Contemporary Art Space” di Ithaca, New York e ha fondato una triennale di proiezione video e cortometraggi chiamata “Video/Art/Ithaca”.

internazionale

SUN KING

John Criscitello Usa, exp, 3’

DOR Dor, un soldato dell’IDF, torna a casa per un fine settimana con un oscuro segreto: durante il suo servizio militare ha ucciso un giovane palestinese. Trascorrendo il tempo con la sua famiglia e i suoi amici, Dor mette in dubbio i valori e le idee con cui è stato cresciuto. Biofilmografia Raul Graizer, nato a Raanana, Israele, studia al Sapir College, una scuola di film e televisione. Attualmente sta lavorando per il suo primo lungometraggio, la storia di due ragazzi, uno laico e l’altro ortodosso che intraprendono un lungo viaggio

per ritrovare il loro padre. Raul Graizer Israele, fic, 27’

Una coppia sta facendo l’amore durante la prima notte di nozze. O almeno così sembra... Biofilmografia Werther Germondari nato a Rimini nel 1963.

Tra il 1984 e il 1986 frequenta il Laboratorio di sceneggiatura di Tonino Guerra. Tra le molte retrospettive che gli sono state dedicate, ricordiamo “Hommage a Werther Germondari”, alla Cinématèque de Nice (Francia) nel 2001. Maria Luisa Spagnoli nata ad Amelia nel 1960, negli anni ‘80 lavora in teatro, collaborando alla messinscena di alcune opere liriche come assistente alla regia. Ha realizzato, come regista, vari cortometraggi tra cui, nel 1994, il pluripremiato “Una strada diritta lunga” (selezione ufficiale in competizione Cannes 1994). Werther Germondari, Maria Luisa Spagnoli Italia, fic, 4’

11

CONVOLO


internazionale

ELS ANYS DEL SILENCI In pieno dopoguerra spagnolo un rumore in città, trae l’attenzione di un bambino che guarda la madre ansiosa alla finestra. Gli adulti dicono che quello strano rumore è solo una tempesta lontana.

Ma ben presto il bambino scoprirà la verità e la sua vita cambierà per sempre. Biofilmografia Marcel Leaf studia regia al “CECC” (Centre of Film Studies of Catalonia) dopo una laurea in ingegneria industriale e una laurea in “Qualification in Music”, specializzato in registrazione sonora. Attualmente si alterna tra progetti audio visual e il suo lavoro di fonico e insegnate di musica e nuove tecnologie al Conservatorio di Barcellona. Marcel Leal Spagna, fic, 18’

MASALA MAMA Un giovane ragazzo aspirante disegnatore di supereroi non può permettersi di comprare fumetti. Quando ruba un giornaletto al gentile proprietario di un piccolo negozio indiano (mama shop), nasce un’intesa fra i due che li porterà alla scoperta di qualcosa di più importante dell’apparenza. Biofilmografia Michael Kam insegna alla “Ngee Ann Polytechnic’s School of Film & Media Studies” a Singapore. Il suo corto “Masala Mama”, è stato selezionato per partecipare al Festival internazionale del cinema di Berlino, uno dei festival cinematografici

più prestigiosi al mondo. Michael Kam Singapore, fic, 8’

LES BESSONES DEL CARRER DE PONENT

12

Unguenti, elisir e impacchi. Enriqueta e Ramoneta soddisfano i loro bisogni con discrezione, riservatezza e buone maniere al n°17A in Sunset Street a Barcellona.

Biofilmografia Marc Riba e Anna Solanas hanno lavorato nel mondo delle marionette per 8 anni. Hanno girato 5 cortometraggi che sono stati selezionati in più di 440 festival in tutto il mondo, vincendo 60 premi e la nomina di un “Goya”, il premio assegnato dall’ Accademia del Cinema spagnolo. “Les bessones del Carrer de Ponent” è il loro ultimo film. Marc Riba, Anna Solanas Spagna, anim, 13’


Uno stanco e annoiato dottore terminate le visite, sta per tornare a casa quando arriva in studio una paziente disperata. Eva non si guarda allo specchio da settimane. Per le strade la gente non la vede e la

urta. Completamente sconvolta, è convinta che il suo medico avrà una soluzione... Biofilmografia Sammy Fransquet, dopo aver studiato cinema a Brussells, lavora come assistente alla regia per molto tempo. In seguito comincia a dirigere spot pubblicitari. Il suo cortometraggio “Trasparente”, è stato selezionato in moltissimi festival europei.

internazionale

TRASPARENTE

Sammy Fransquet, Belgio, fic, 12’

FLESH COLOR I tatuaggi giapponesi sono molto belli e appartengono alla cultura tradizionale. Dipingendo tatuaggi sulla pelle, Masahiko Adachi rappresenta la bellezza di un corpo umano in trasformazione. Biofilmografia Masahiko Adachi (Giappone) è un regista, produttore e sceneggiatore di corti d’animazione e visual art. “Flesh Color” è stato selezionato e premiato in festival di tutto il mondo.

Masahiko Adachi Giappone, anim/exp, 4’

PARIS/ SEXY abitanti del villaggio, Greer lavora in una casa di cura e si occupa di Ivan. Un giorno una strana coppia irrompe nella monotona vita di Greer. Biofilmografia Ruth Paxton è un’appassionata giovane artista e regista scozzese. Ha un forte senso dell’estetica in materia di cultura, arte e moda e ha una raffinata sensibilità stilistica. Ha lavorato come stilista e designer di produzione per numero progetti cinematografici e non. Ruth Paxton Scozia, fic, 24’

13

Greer è una strana ragazza. Tutti nel villaggio la pensano cosi... Vive tra i boschi in una casa fatiscente insieme al padre, Ivan, un guardiacaccia fallito che ha una malattia mentale. Isolata e emarginata dagli


internazionale

LOS GRITONES Ci sono luoghi e momenti che ci invitano a gridare... Biofilmografia Roberto Pérez Toledo è nato ad Arrecife (Lanzarote, Spagna) ed è laureato in Comunicazione Audiovisiva.

Negli ultimi anni ha scritto e diretto molti cortometraggi. Attualmente sta lavorando per la realizzazione del suo primo lungometraggio.

Roberto Perez Toledo Spagna, fic, 2’

MANUAL PRACTICO DEL AMIGO IMAGINARIO Fernando è un timido 27enne che riceve la visita di una vecchia compagna di classe, Iratxe. Questo suscita la gelosia del suo amico immaginario, il capitano Kiloton, un supereroe che è rimasto al suo fianco fin da quando era un ragazzino, e che ora vede la loro amicizia in pericolo... Biofilmografia Ciro Altabàs, nato a Saragozza, trasferito a Madrid, dove ha studiato Comunicazione Audiovisiva, e più tardi, a Los Angeles, dove ha studiato Cinema con la New York Film Academy. Una volta terminata la laurea, ha continuato i suoi studi per due anni alla

“London Film School”, dove ha girato il suo primo cortometraggio “Fobia”. Ciro Altabàs Spagna, fic, 19’

TAHE TALKHE GHAHVEH

14

Una donna sola rivive i propri ricordi seduta in un caffè durante una notte di pioggia… Biofilmografia Morteza Akoochekian (Iran) è un disegnatore grafico,

regista e sceneggiatore membro della “Iranian Graphic Designers Society-Photography & Making any Short Films. Il suo corto “Tahe talkhe ghahveh”, è stato prodotto dalla “Persian Film Distribution Center” un’importante casa di produzione iraniana.

Morteza Akoochekian, Iran, fic, 7’


Melvin è un immigrato salvadoregno a Madrid. Melvin sta per uccidere un uomo. Si tratta di un atto che non trova strano: dopo tutto, è una cosa che si fa ogni giorno nella sua gang. Ma non è un assassino, e mai

lo sarebbe diventato, se non fosse per quei 3000 euro che porteranno Mary da lui... Ora sa quanto vale la vita di un uomo. Forse, la Spagna non è così diversa da El Salvador… Biofilmografia Luis Moreno Bernardo è diplomato in cinematografia al “TAI” di Madrid. Comincia a lavorare come aiuto regista in film e tv. Nel 2009 fonda “CONSUELO FILM” come produttore e regista per sviluppare i propri progetti come la preparazione di un cortometraggio horror da girare a Granada.

internazionale

LA VENTAJA DEL SICARIO

Luis Moreno Bernardo, Spagna, fic, 7’

SMALL-TIME REVOLUTIONARY Inghilterra 1988. Governo Thatcher. Russell si trova combattuto tra due opposti modi di vedere la vita e ha bisogno di decidere se mantenere le apparenze o rivelarsi per quello che è e per quello in cui crede. Biofilmografia Finlandese di origine, Miika Leskinen studia alla scuola nazionale di “Film and Television” in Inghilterra. si laurea nel 2007 e “Small-Time Revolutionary” è il suo secondo cortometraggio.

Miikka Leskinen Gran Bretagna, fic, 18’

KAUTILYAN La storia ruota attorno all’umanità, la psicologia umana, le emozioni e i cambiamenti nella società. Biofilmografia P. Ramesh (India), produttore cinematografico, regista di cortometraggi, lavora come freelance per film e show televisivi come sceneggiatore e direttore artistico. Lavora anche nella pubblicità.

P. Ramesh India, fic, 10’

15

La riforma dell’umanità cambia la società. L’atmosfera di “Kautilyan” esplora lo stato corrente della qualità della vita e vuole contribuire a fare qualcosa per questa società.


internazionale

EDGE OF THE DESERT Nessuna amicizia è per sempre... Una calda mattina di agosto, Josie e Natasha amiche per la pelle, saltano la scuola e accettano un passaggio da due operai diretti verso Great Sand

Hills. Nell’atmosfera magica e sognante del deserto accadrà qualcosa che cambierà per sempre la loro amicizia. Biofilmografia Lea Nakonechny, nata in un piccolo paese del Canada occidentale viene introdotta alla fotografia dal padre. Studia cinema alla “Concordia University” dove vince numerosi premi per i suoi lavori da studente. Lea esplora nei suoi lavori, i temi dell’identità e del luogo, usando spesso il paesaggio come un elemento drammatico. Lea Nakonechny Canada, fic, 17’

QUIERO ESTAR EL RESTO DE MI VIDA CONTIGO Una ragazza è ferma con la sua automobile ad un semaforo rosso... Biofilmografia Manuela Moreno è una giovane regista spagnola che collabora con la “MAILUKI FILMS, S.L.” Production. Quiero estar el resto de mi vida contigo è il suo primo cortometraggio ed è stato selezionato in numerosi festival internazionali, come il “Clérmont Férrand”, uno dei festival di cortometraggi più importante al mondo.

Manuela Moreno, Spagna, fic, 3’

CETVRTAK

16

Filip, 18 anni, studente, esce di casa una mattina e trascorre la giornata in compagnia dei suoi due migliori amici vagando tra le grigie strade di Belgrado. Col passare delle ore diventerà chiaro che

la loro relazione è più complicata di quanto appare, ma accadrà qualcosa di li a poco che cambierà la vita di Filip e dei suoi amici. Biofilmografia Nikola Ljuca (Belgrado 1985), studia all’Accademia di arti drammatiche nella sezione di regia cinematografica. Dopo la sua esperienza in accademia, partecipa a numerosi progetti e workshop internazionali in Ungaria, Olanda e Sud Corea. Il suo progetto “The Name” è stato premiato per il “Robert Bosch Co-production” nel 2010. Nikola Ljuca Serbia, fic, 26’


Deforestazione, speculazione edilizia, inquinamento, denaro e un sacco di cibo. Tutto questo sta per cambiare... La crisi economica sta arrivando!

Biofilmografia Alexei Gubenco nato in Russia nel 1980, vive e lavora a Bucarest in Romania. È laureato in regia al “Hyperion University” di Bucarest. Ha vinto numerosi premi con i suoi cortometraggi d’animazione. “Vive la crise!” è il suo terzo cortometraggio ed è stato selezionato e premiato in importanti festival d’animazione in tutto il mondo.

internazionale

VIVE LA CRISE!

Alexei Gubenco Romania, anim, 3’

ARENA Jonash non sa cosa sia la luce del sole. Non ha mai visto un albero o il cielo. Non ha mai lasciato la sua stanza. Lui fa ciò che non è necessario. Ma una lettera che trova gli scuote la mente, e la semplice idea di avere una opzione innesca in lui un fortissimo cambiamento. Biofilmografia Jota Aronak è nato e cresciuto a Madrid. Non era uno di quei bambini che giocano con una Super8 nelle feste di famiglia. La realizzazione dei film è arrivata in ritardo nella sua vita ma è arrivata per rimanere. Ha studiato cinema alla scuola d’Arte e Spettacolo

“TAI” e ha fondato una casa di produzione la “Producciones Bajocero” dove ha debuttato alla regia nel settore video musicale. Jota Aronak Spagna, fic, 19’

LOVE CHILD Biofilmografia Daniel Wirtberg nato a Karlstad in Svezia nel 1983, ha cominciato a girare film all’età di 12 anni. A 18 entra all’Accademia di FIlm Czech nel programma internazionale “Famu”. Dal 2003 è uno sceneggiatore, regista e produttore freelance e insegna tecniche di regia. “Love Child”, il suo terzo cortometraggio, ha ricevuto numerosissimi premi e riconoscimenti in vari festival internazionali. Daniel Wirtberg Svezia, fic, 6’

17

Una piccola bambina vive la vita perfetta di chi è l’unica figlia in famiglia, quando un giorno arriva in casa un nuovo membro...


internazionale

OTRO DOMINGO Una casa un matrimonio un altro giorno un’altra domenica

Biofilmografia Diego Rougier nato a Buenos Aires nel 1970, si è specializzato in mass media alla “Nacional de Lomas Zamora University”. Nel 1992, all’età di 22 anni, crea un canale TV via cavo che trasmette video e produzioni musicali, 24 ore al giorno. Si unisce poi con un gruppo televisivo canadese “Musica Much” e diventa il primo canale spagnolo musicale in America Latina. Ha girato diversi cortometraggi e videoclip.

18

Diego Rougier Cile, fic, 5’


Otto è un pescatore che non riesce più a pescare. L’incontro con un personaggio eccentrico, una cartomante e una ragazza, lo spingono a prendere l’unica decisione possibile: partire.

Biofilmografia Alessio Rigo de Righi è un regista italiano nato a Jackson (USA). Si trasferisce a New York dove si iscrive ad una scuola di regia, realizzando numerosi corti come “Henry’s Love”, che ha come protagonista il talentuoso Alessandro Roja. Si trasferisce poi a Buenos Aires dove studia anche teatro e fotografia e nel 2009 realizza il corto “La Gracia del Mar”. Nello stesso anno dirige, insieme al suo amico Aliocha, il documentario “Catedral” a Mejorada del Campo (Spagna).

nazionale

LA GRACIA DEL MAR

Alessio Rigo De Righi Italia, fic, 8’

ROSSA SUPER Una vecchia Cadillac del ‘61 è ferma davanti ad una fatiscente pompa di benzina. Quattro uomini stanno cercando di far ripartire l’auto mentre una bambina li osserva dondolandosi su un’altalena poco lontana. Biofilmografia Paolo Geremei si è laureato al DAMS di Roma con una tesi sul cinema americano degli anni settanta, poi ha iniziato a lavorare nell’audiovisivo. Ha collaborato con numerosi registi italiani e stranieri, tra i quali i F.lli Taviani, Renato De Maria, Leone Pompucci, Andrea Manni, Stefano Sollima, Pasquale Pozzessere, Patrice Leconte ed altri. Nel 2007 ha fondato “Bandamiranda”,

società che si occupa di riprese e montaggio di backstage, concerti, videoclip, videoinstallazioni ed altro. Paolo Geremei Italia, fic, 15’

L’ARBITRO derby calcistico di infima categoria. Biofilmografia Paolo Zucca, nato a Cagliari nel 1972, diplomato in Regia presso la N.U.C.T. a Cinecittà. Ha diretto cinque cortometraggi e una trentina di spot pubblicitari, ricevendo numerosi premi in giro per il mondo. “L’Arbitro”, il suo ultimo lavoro , ha vinto il “David di Donatello” e il Premio Speciale della Giuria a “Clermont-Ferrand”, il più importante festival del cortometraggio del mondo. Paolo Zucca Italia, fic, 15’

19

L’ Arbitro racconta la storia di due ladroni. Uno dei due ruba un agnello in campagna. L’ altro è un arbitro corrotto esiliato in Sardegna. I loro destini si incrociano nella bolgia infernale di un


nazionale

L’ANIMA MAVI’ L’incrocio dei sogni celesti, delle anime limpide in volo. Biofilmografia Julia Gromskaya è nata a Kharkov (Ucraina) il 1° novembre 1980. Diplomata in Filologia, ha studiato al

Liceo d’Arte di Kharkov. Nel 2005 entra nello staff del Festival di animazione “Krok”. Nel 2006 si trasferisce in Italia e comincia a lavorare come animatrice e illustratrice. “L’anima mavì” è il suo primo film.

Julia Gromskaya Italia, anim, 4’

L’UOMO PERFETTO Cronaca di una liberazione attraverso la scoperta della dimensione ludica, ovvero: la storia dell’uomo perfetto, la cui vita cambiò per sempre grazie ad una barchetta di carta. Biofilmografia Ivano Fachin è un autore siciliano, nel 2001 frequenta un corso di regia alla scuola di cinema “Salon Indien” di Perugia. Nel novembre 2007 si laurea in Scienze della comunicazione all’Università di Perugia con una tesi sulla sceneggiatura americana. Dopo la laurea, si trasferisce a New York, dove vive e lavora. Prima di partire per gli Stati Uniti, ha realizzato diversi cortometraggi e collaborato

con scuole e università italiane. Ha partecipato a numerosi festival in Italia e all’estero, vincendo numerosi premi. Ivano Fachin Italia, fic, 8’

TOMMASINA

20

Tommasina ha 92 anni ma è convinta di di averne 18. Vuole laurearsi e diventare professoressa, innamorarsi e sposarsi. “Io sono quello che ho dimenticato”, dice Tommasina, mescolando presente e passato.

La sua giornata fa scoprire una dignità poco nota dell’Alzheimer, l’importanza dell’accudimento e una struttura pubblica dove gli anziani tornano bambini. Biofilmografia Margherita Spampinato nasce a Palermo nel 1979. Si Laurea in Scienze Umanistiche, specializzandosi in Arti e Scienze dello Spettacolo, all’Università “La Sapienza” di Roma. È stata segretaria di edizione per numerosi film tra i quali “Vallanzasca” di Michele Placido, “La bellezza del somaro” di Sergio Castellitto, “Io & Marilyn” di Leonardo Pieraccioni.

Margherita Spampinato Italia, doc, 19’


Certe cose sono talmente assurde che possono accadere solo nella realtà… Biofilmografia Sydney Sibilia nato a Salerno nel 1981. Nel 1998

gira insieme all’amico Fabio Ferro, “L’ombra della chiave inglese”, il suo primo corto, con il quale si aggiudica il il premio “Promesse per il futuro” al Festival Internazionale “Tracce audiovisive” di Bellizzi (SA). Vanta al suo attivo numerose produzioni di cortometraggi, videoclip musicali e preziose collaborazioni con professionisti del panorama cinematografico italiano. “Oggi gira così“, ha vinto tra gli altri, tre premi nel festival “La Cittadella Del Corto” 2010: Miglior cortometraggio italiano, Miglior Sceneggiatura, Miglior Attore (Marco Giuliani).

nazionale

OGGI GIRA COSì

Sydney Sibilia Italia, fic, 17’

XIE ZI Un uomo ed un bambino, provenienti da culture troppo lontane fra loro, s’incontrano per sbaglio. Tra timore e diffidenza, si ritroveranno legati l’uno all’altro da un “doppio nodo”. Biofilmografia Giuseppe Marco Albano nasce a Cisternino (Br). Scrittore, sceneggiatore e regista. Nel 2008 fonda con amici e collaboratori l’associazione culturale “Basiliciak”. “Xie zi”, il suo ultimo cortometraggio è finalista al “Giffoni Film Festival” 2010.

Giuseppe Marco Albano Italia, fic, 10’

K-CONJOG CHAPTER II II” è il suo quarto cortometraggio. Ha vinto il “Clip Music Ravello Festival” 2010 come miglior videoclip italiano indipendente, e il primo premio al “PuntodivistaFilmFestival” per il tema sociale trattato nel film.

Francesco Lettieri Italia, videoclip, 2’

21

Un uomo ferito è fuori davanti una farmacia..rewind... Biofilmografia Francesco Lettieri nasce a Napoli nel 1985. Si occupa di arte, regia e videoclip.” K-Conjog Chapter


nazionale

HERTZ L’ambiente presenta dei suoni e dei rumori che difficilmente possono essere percepiti dall’orecchio umano. “Hertz” è la storia di Valentina, una violoncellista smarrita all’interno di un labirinto senza

via d’uscita, il labirinto delle distorsioni uditive... Biofilmografia Giovanni Sinopoli, nato a Venezia nel 1982, si è laureato in “Teorie e Tecniche del Linguaggio Cinematografico” presso l’Università “La Sapienza di Roma”. Ha lavorato nel reparto regia per la realizzazione del dvd “Tosca” prodotto da RadaFilm , per il film “Un amore di Gide” di Diego Ronsisvalle, per il videoclip di Coolio prodotto da Vanni Giorgilli, per il film “Il bar Margherita” di Pupi Avati prodotto da Duea Film.

Giovanni Sinopoli, Italia, fic/exp, 12’

41 Un uomo annoiato, a zonzo per un museo, ascolta attraverso l’audio guida le vite degli altri visitatori condensate in poche righe. Quando tocca a lui sentire il riassunto della propria vita, vede se stesso come nessuno vorrebbe mai. Forse da quel momento cambierà. O forse no. Ma almeno per un attimo si sarà fermato a rifletterci sopra… Biofilmografia Massimo Cappelli, nato ad Ascoli Piceno, si trasferisce a Roma dopo la laurea in Legge. Nel febbraio 2001 con la sceneggiatura “Ampio, luminoso, vicino metro” vince il premio “Cinecittà Digital 2000” per la

realizzazione di un cortometraggio in alta definizione. È autore di varie sceneggiature per lungometraggi. Massimo Cappelli Italia, fic, 18’

ALI DI CERA

22

Un uomo, la sua valigia e il suo sogno... Biofilmografia Hedy Krissane (Tunisia, 1971). Attore in molti fiction tv e film cinematografici esordisce alla regia nel 2003

con il cortometraggio “LEBESS non c’è male” miglior film spazio Torino al “Torino Film Festival” 2003 e miglior regia e miglior film nuovi autori al “Salento Finibus Terrae” 2004. Nel 2005 gira il suo secondo cortometraggio “Colpevole fino a prova contraria” vincendo al Torino film festival 2005 l’”European Kodak Showcase” per il miglior corto italiano e la presentazione del film al festival di Cannes 2006. Attualmente sta lavorando al suo esordio al lungometraggio con la sua sceneggiatura “Sia fatta la sua volontà”. Hedy Krissane Italia, fic, 7’


Nel centenario del Futurismo, “Officina Russolo” è un’animazione ispirata e dedicata a Luigi Russolo, uno dei fondatori del Futurismo, inventore di stralunate macchine sonore, i cosiddetti “intonarumori”, che

cercano di riprodurre i suoni-rumori della realtà. Biofilmografia Gugliemo Manenti, nato a Scicli nel 1976, vive e lavora a Modica (RG). È un pittore, illustratore, sceneggiatore e collabora con “Extempora” un collettivo di artisti che realizza video animazioni, le cosidette “Video-Azioni EX”, che coinvolgono artisti e gente comune nel tentativo di realizzare delle performance volte a generare consapevolezza critica nel pubblico: l’atto artistico investe spazi urbani ed extra-urbani.

nazionale

OFFICINA RUSSOLO

Guglielmo Manenti Italia, anim, 5’

REC STOP & PLAY Il bisogno di comunicare muove i fili di tre storie che s’intrecciano. Una detenuta in regime di semilibertà cede all’originale corteggiamento di un cliente della lavanderia in cui lavora. Un uomo si prende cura del figlio ventenne in stato vegetativo. Entrambe le vicende forniscono ad un giardiniere lo spunto per elaborare uno stratagemma che soddisfi un’innata e indispensabile esigenza di comunicazione. Biofilmografia Emanuele Pisano, nato a Scordia (CT) nel 1988. Vive a Roma. È regista, sceneggiatore e montatore di cortometraggi e Videoclip Musicali. Nell’edizione 2008

dei “David di Donatello” con il cortometraggio “PENA. Esclusione di Vita” Vince il “Premio Alice” ai cui seguono altri premi ed eventi. Emanuele Pisano Italia, fic, 11’

IL VIAGGIO DEL PICCOLO PRINCIPE del presente, si alimentano delle immagini sospese tra finzione e realtà, tra lucidità e incoscienza. Biofilmografia Nicola Sorcinelli nato a Cattolica, ma da sempre residente a San Costanzo, un piccolo paesino tra Pesaro e Urbino, è un giovane regista emergente marchigiano con all’attivo una decina di cortometraggi, ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. Ha iniziato prestissimo ad appassionarsi di cinema e regia e già all’età di undici anni girava i suoi primi lavori. Nicola Sorcinelli Italia, fic/anim, 11’

23

Due madri, due figli, un ospedale. Destini incerti, a volte crudeli, legano le attese e le speranze di due donne. In quei momenti, in cui l’ immobilità del tempo diventa tangibile, e il dolore offusca la lucida visione


nazionale

HABIBI In un mondo apparentemente lontano dal nostro, ogni giorno i bambini cambiano il nome dei loro giochi, dei loro sogni e diventano presto uomini. Non possono scegliere e a volte non possono sbagliare.

Habibi è il viaggio attraverso i ricordi di un uomo che ritorna bambino. Biofilmografia Davide Del Degan è nato a Trieste il 24 dicembre 1968. Ha cominciato a lavorare come cameraman e montatore per diverse produzioni di documentari per tv locali e nazionali. Il suo primo lavoro è il cortometraggio “A corto d’amore”, presentato nel 2001 al “Sacher Festival” di Nanni Moretti.

24

Davide Del Degan Italia, fic, 22’


ret ros pet tiva

Il “Loading Lab” è un’azienda Spin-off dell’Università degli Studi di Siena, nata dal centro di “Interaction Design” del Dipartimento di Scienze della Comunicazione. È uno studio formato da un team di giovani progettisti laureati alla facoltà di Scienze della Comunicazione ed è nato con l’obiettivo di applicare la ricerca creativa al linguaggio video e declinare gli studi di interaction e communication design alla progettazione audiovisiva. Il Loading Lab rivolge costantemente la propria attenzione alle opportunità offerte dalle nuove tecnologie. Contagiato dal carattere sperimentale della ricerca accademica, sviluppa originali soluzioni di comunicazione in grado di trasferire tali esperienze di frontiera nei mercati della comunicazione e della produzione e divulgazione culturale.

Nicola Raggi. Direttore della fotografia. Regista. Appassionato di nuove tecnologie, esperto di interaction design e produzioni video. Responsabile del Loading Lab produzioni audiovisive e multimediali. La video-arte è la sua mission; si occupa di direzione della fotografia, operatore video, montaggio e post-produzione. Nicola Contini. Laureato in Psicologia della comunicazione sulla percezione dell’arte nei non vedenti, prosegue la sua

attività formativa a Barcellona, frequentando il Master in Teoria e Pratica del Cinema Documentario all’ “Universitat Autonoma de Barcelona”. Il suo interesse principale è il recupero, la digitalizzazione e il riuso di materiale proveniente dagli archivi familiari in pellicola con il progetto “Paesaggi di Famiglia” e la formazione al linguaggio audiovisivo rivolta alle donne immigrate con il corso “i miei occhi che raccontano” e ai figli degli emigrati nel Senese, dove risiede, con il progetto “Primepersone”.


retrospettiva loading lab

24 FOTOGRAMMI AL SECONDO Documentario artistico sulla figura del proiezionista cinematografico.

Nicola Contini doc, 3’ 2005

HAND POWER Il potere è nelle mani dell’uomo: di fare e disfare ogni cosa, la sua tensione verso vette sempre pi∙ alte porta al collasso di ogni cosa; una Torre di Babele?

Nicola Raggi, Mariangela Scalzi Lucia Novello fic, 2’, 2004

LA SUPERFICIE DELLE COSE

26

Sandra ed Antonio, una donna ucraina immigrata ed una transessuale, sono due soggetti socialmente fragili tra i quali avviene un particolare incontro che li unisce, in un clima generale di discriminazione ed

isolamento sociale.

Valentina Macaluso Nicola Contini fic, 14’ 2010


Un vampiro appartenente ad un’altra epoca si troverà improvvisamente catapultato nello scenario di una città dei nostri giorni. Spaesato e deluso dalla sua ormai inconsistente capacità di incutere terrore si

recherà da un impresario di spettacolo senza scrupoli per risollevare la sua situazione. Nella ragnatela di quest’ultimo saranno intrappolati anche altri personaggi costretti da tempo a sosttostare al volere di questa inquietante figura.

Mino Fanelli fic, 25’, 2009

SORRIDI AL MURO Il videoclip di “Sorridi al muro” è un’opera di coproduzione tra “La fattoria maldestra” e “Loading Lab”. Un videoclip dai toni scherzosi, ma che racconta la triste storia del sig. Capra.

Nicola Raggi fic, 4’, 2009

retrospettiva loading lab

PRECARIETà DI UN GIOVANE MOSTRO

VOLI ME TANGERE

Nicola Contini fic, 2’, 2005

27

Una coppia di amanti disabili, che attraverso la loro perseverante ricerca di contatto e fusione riescono a trasformare la staticitα in movimento e sospensione.


retrospettiva ambiente e spazi urbani

Uno sguardo interiore sul rapporto tra il cinema e l’ambiente inteso come spazio urbano. Una tematica che ci interessa particolarmente e che in questa edizione approfondiremo grazie a una retrospettiva dedicata all’argomento. Una selezione di cortometraggi curata da Carmelo Di Mauro e Natura Sicula che ci porterà dai monti dell’Aspromonte calabro ai palazzi di Tokyo, passando per una spiaggia solitaria e arrivando nello spazio più profondo.

CANOLO D’ASPROMONTE Un viaggio in uno dei paesi aspromontani che più ha ammaliato Edward Lear per le sue bellezze naturalistiche. Nel viaggio solo anziani e bambini che forse partiranno anche loro... Biofilmografia Nato il 23 febbraio 1971 a Reggio Calabria, Americo Melchionda è fondatore della Ram Digital Film. Attore e regista di teatro e cinema, dirige diversi documentari e video d’architettura. All’attivo ha circa una trentina di lavori cinematografici come produttore esecutivo. È docente esperto di cinema e insegna in diversi campi scuola.

Il suo primo cortometraggio professionale è” Miki”, scritto da Emanuele Milasi. Americo Melchionda e Maria Milasi doc, 16’ italia

THE MESSAGE

28

2054: il riscaldamento globale e l’inquinamento hanno gravemente danneggiato la terra. In una spiaggia un ragazzino trova uno strano contenitore...

Biofilmografia Luca Immesi nato a Thiene (Vi) nel 1974, è produttore cinematografico, regista, montatore, produttore e consulente specializzato sulle nuove tecnologie del cinema digitale e nuovi media. Insieme a Giulia Brazzale, crea “Esperimentocinema”, uno studio di produzione digitale indipendente che realizza cortometraggi, documentari, video arte, spot, backstage, video musicali all’avanguardia nel campo della ricerca e della tecnologia cinematografica. Luca Immesi e Giulia Brazzale exp, 4’ italia


HIJUMAN NO BOREI 200000 FANTOMS Un viaggio memorabile dal 1914 al 2006, attraverso centinaia, migliaia di immagini di uno stesso edificio nel centro di Hiroshima, prima e dopo la bomba atomica. Attraverso le immagini di questo palazzo, l’unico rimasto in piedi dopo la bomba , il film ripercorre la storia della città, in un susseguirsi di ricostruzioni e distruzioni, nascita e morte, annientamento e resurrezione, mentre la storia lascia implacabile i segni del suo passaggio, triste e implacabile.

Jean-Gabriel Périot exp, 10’, francia

retrospettiva ambiente e spazi urbani

Jean-Gabriel Périot è nato in Francia nel 1974. Regista, produttore, montatore, giornalista, artista, ha diretto alcuni cortometraggi, sia in video che in pellicola, al confine tra documentario, animazione e sperimentazione. Ha sviluppato un suo particolare stile di montaggio che interroga la storia e la violenza a partire da materiali d’archivio come filmati e fotografie. Le sue ultime opere, tra cui “Dies Irae”, “Even if she had been a criminal…”, “Undo” e “Nijuman no borei” sono stati proiettati in tutto il mondo in numerosi festival e hanno ricevuto moltissimi premi e riconoscimenti. Un filosofo contemporaneo, che esplora la modernità e l’esistenza umana attraverso l’arte delle immagini e dello scorrere dei frame.

undo possiamo tornare indietro?Prima di rifare questo mondo, non sarebbe meglio annullare tutto e ricominciare dall’inizio, dalla nascita del pianeta Terra? “Undo” è un viaggio epico, uno sguardo pieno di speranza al principio della fine. Attraverso il “riavvolgimento” dell’esperienza umana, sembra che tutto non sia mai accaduto, che tutto possa rigenerarsi e ricominciare per un mondo migliore. Un ingenuo ottimismo sembra caratterizzare questo film, ma la realtà è un viaggio senza ritorno. Jean-Gabriel Périot exp, 10’, francia

29

Oggi è stato triste...Domani non andrà meglio... Lasciamo che tutto ricominci da capo... Disastri ambientali, guerre, proteste represse nel sangue, violenze su violenze, umani contro umani,


retrospettiva i bambini dentro il cinema

Una retrospettiva dedicata totalmente ai bambini. Un interessante viaggio nel cinema visto e realizzato dai bambini, per interagire con il loro mondo e i loro occhi di spettatori. Un progetto a lungo termine che verrà approfondito nelle future edizioni di SHORTini dando uno spazio dedicato esclusivamente a loro con retrospettive, laboratori e workshop.

NON FARE L’INDIANO In una riserva indiana Sioux, il capotribù “Toro Sudato”, stanco per come sono cambiati i valori e i costumi degli indiani americani, decide di provare la vita di città insieme alla sua squaw. Biofilmografia Riccardo Carletti nasce ad Osimo (AN) il 30 ottobre del 1962. Appassionato sin da giovane di computer-graphic miscelata a riprese dal vivo, nel 2007 ha finalmente potuto realizzare il suo primo vero corto amatoriale con la tecnica del “blue-screen” nel suo piccolo garage di 4x4 metri, tecnica che ha continuato ad utilizzare anche per

Riccardo Carletti anim, 15’, Italia

ARIMO! Arimo! Un’espressione convenzionale, quasi una parola magica usata dai bambini durante i giochi per interrompere temporaneamente le regole a causa di piccoli contrattempi.

30

le successive opere.

Una pausa che ci concediamo per ascoltare le parole di questi piccoli pensatori, una pausa che ci permette di riflettere sul significato che i più piccoli danno alle regole, e ascoltandoli ci si chiede quando e perché, ad un certo punto della vita, il rispetto dell’altro, delle differenze e dei diritti non saranno più così scontati. Biofilmografia Mirko Locatelli nasce a Milano nel 1974, fonda nel 2002, la casa di produzione Officina Film, con la quale firma la regia di spot pubblicitari, filmati istituzionali, cortometraggi e documentari. Mirko Locatelli doc, 30’, Italia


espone il video “outline” presso la mostra del “Nuovo Cinema” di Pesaro. “Anima incompresa” è il suo primo cortometraggio.

Erika Fiscella anim, 4’, Italia

AMICA CITTÀ Un giro turistico per la città di Augusta, tra bellissimi panorami, luoghi incantevoli e monumenti lasciati al totale abbandono. Un giro per le vie della città accompagnati da Francesca e Tiziana.

Biofilmografia Lorenzo Daniele nasce ad Augusta nel 1975. Realizza un reportage sulla festa religiosa di S. Agata a Catania, realizza reportages fotografici di viaggio, in giro per l’Europa centrale, Cipro, la Libia, la Croazia. Con l’amico e socio Mauro Italia, crea “Fine Art produzioni”, agenzia di produzioni fotografiche e video. La società si specializza nella produzione pubblicitaria televisiva e cinematografica, realizzando, nell’ambito di quest’ultima, documentari archeologici, in collaborazione con la Scuola di Specializzazione in Archeologia dell’Università di Catania. Lorenzo Daniele doc, 13’

retrospettiva i bambini dentro il cinema

Il film nasce dall’idea di entrare nel mondo dei non-udenti ed i loro stati d’animo, dove tutto ruota al fenomeno dell’esclusione sociale, cercando di far capire che l’handicap come questione sociale comporta la presa di coscienza che è possibile intervenire a livello sociale per ridurre lo svantaggio che ne deriva e che la sordità non è un problema ma semmai il suo problema ha le sue radici nel rapporto dell’individuo con la società prodotto dall’ignoranza e dal pregiudizio. Biofilmografia Erika Fiscella nasce a Como nel 1982. Nel 2004 si diploma al liceo artistico di Catania. Nel 2007

31

ANIMA INCOMPRESA


retrospettiva me sem rom

32

Ermelinda Coccia. Diplomata in grafica pubblicitaria e laureata all’Accademia di Belle Arti di Urbino, comincia il suo percorso artistico all’età di tredici anni attraverso la pittura. Dal 2005 interpreta e realizza performances artistiche aperte al pubblico negli spazi dell’Accademia di Belle Arti di Urbino, alternando e mischiando questa forma d’arte con il video. Ad oggi è autrice di più di venti video arte indipendenti. Nel 2008 frequenta il corso di Regia Cinematografica alla Libera Università del Cinema di Roma, ne esce con la regia del cortometraggio “Weltanschauung”, proiettato alla Casa del Cinema di Roma nel febbraio 2009. In seguito si specializza come Operatrice di ripresa al Centro Sperimentale Televisivo di Roma dando il via alla professione freelance di videoreporter. Aiuto regia nell’opera prima “In cerca d’amore” di Emanuela Taschini e fonica in presa diretta del Promo del documentario “LiberaMente” di Giulia Merenda e Silvia Giulietti, interamente girato all’interno del carcere femminile di Rebibbia (Roma). Assistente della scenografa Elena Ricci Poccetto per la realizzazione di dodici cortometraggi prodotti dalla LUC di Roma. Attualmente collabora come operatrice di ripresa per un canale di Sky e come montatrice per un emittente televisiva del Lazio. “Me Sem Rom” è il titolo del suo ultimo lavoro. Il lungometraggio, del quale è autrice insieme a Davide Falcioni e Andrea Cottini, documenta gli ultimi dieci mesi di vita del più grande Campo Rom d’Europa, recentemente sgomberato dopo 40 anni.

ME SEM ROM Un documentario che racconta l’ultimo anno di vita del più grande campo Rom d’Europa:il Casilino 900 di Roma. Una bicicletta impiega un solo istante per passare dalla Roma che tutti conoscono a quella rimasta nell’ombra del Casilino 900. Chi sono, come vivono e cosa sognano i Rom del più grande insediamento abusivo d’ Europa? Dove sono oggi dopo che il Campo è stato raso al suolo? Qual è il parere dei cittadini romani e delle autorità? Il documentario si pone come semplice racconto della situazione attuale, lasciando al pubblico la libertà di prendere una posizione sull’argomento. Il nostro progetto iniziale, dice Ermelinda Coccia, nell’aprile 2009, prevedeva di raccontare la quotidianità dei Rom stanziali del Casilino 900. Dopo alcuni mesi di riprese ci siamo ritrovati all’interno delle situazioni create dal “Piano Nomadi” della Giunta Alemanno. Di fronte ai censimenti, alle promesse, alla nascita di un “coordinamento Rom” che potesse avere voce in capitolo quanto l’amministrazione, si è arrivati a mettere da parte l’idea iniziale per concentrarsi sulla realtà attuale dei fatti.

“Me Sem Rom” finisce per essere uno degli ultimi documenti riguardanti il Casilino 900, che dopo 40 anni di esistenza, viene chiuso nel febbraio 2010. Ermelinda Coccia, Davide Falcioni, Andrea Cottini doc, 55’, italia 2010


di Attilio Patania

pubblicità&grafica editoriale

at

til

iop

at

an

ia

(SR) 011 Augusta o, 147 - 96 rt be m 68 U pe Via P. 770 8 95 3 3 cell. 1 1 1 4 1 52 093 9 3 +

-g info

rap

hic

a

m @e

ail.

P. IVA 01466970892

it


Comune di Augusta

Provincia Regionale di Siracusa Assessorato alla Cultura


Shortini