Page 9

CNA Biella notiziario marzo 2016 dell’indirizzo e-mail. Tuttavia, se il rapporto è iniziato prima del 2008 (anno di entrata in vigore del sistema delle comunicazioni obbligatorie), è il lavoratore a dover fornire i dati su indicati. Ad ogni modulo salvato sono attribuite due informazioni identificative: •

un codice identificativo;

la data di trasmissione (marca temporale), corrispondente alla data di sistema rilevata all’atto del salvataggio delle dimissioni/ risoluzione consensuale.

Il datore di lavoro riceve il modulo nella propria casella di posta elettronica certificata e la Direzione territoriale del lavoro riceve una notifica nel proprio cruscotto. Per completezza di informazione si fa presente che il lavoratore ha tempo 7 giorni per eventualmente revocare le sue dimissioni. Si sottolinea di seguire scrupolosamente la procedura, pena l’inefficacia delle dimissioni stesse. Quindi il rapporto di lavoro non è concluso in assenza dell’invio telematico dei moduli presenti sul sito www.lavoro.gov.it.

Abolizione Registro Infortuni Ricordiamo che il decreto sulle semplificazioni attuativo del Jobs Act ha previsto l’abrogazione dell’obbligo di tenuta del registro infortuni a decorrere dal 23 dicembre 2015. Da tale data non è quindi più necessario effettuare alcuna registrazione sui registri già in uso né provvedere alla vidimazione (nelle regioni in cui è ancora richiesta) o tenuta di nuovi registri, nei casi in cui ciò era previsto. I registri già in uso andranno comunque conservati sul luogo di lavoro per almeno 4 anni dall’ultima registrazione o, se non usati, dalla data della vidimazione.

confronti dei datori di lavoro già iscritti allo stesso. I datori di lavoro che non aderiscono al Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato e che non versano la contribuzione prevista per la copertura della Cigo (quindi tutte le imprese non artigiane, ad escluse delle industrie che hanno la copertura Cigo) che occupano mediamente più di 15 dipendenti sono, dunque, soggetti al versamento del contributo ordinario pari allo 0,65%

Fondo Integrazione Salariale (FIS) e Fondo Solidarietà Bilaterale Artigianato a) Imprese non artigiane (FIS) A decorrere dal 1° gennaio 2016, il fondo di integrazione salariale (FIS) continua la gestione iniziata dal FSR nei 9

Notiziario n°1 CNA - 2016  

Marzo 2016

Notiziario n°1 CNA - 2016  

Marzo 2016

Advertisement