Page 19

lega pro Si chiude una stagione difficile

Cosa significa essere un CALCIATORE? PORTIERI CONTINI

SIENA

6,24

BRANDUANI

JUVE STABIA

6,23

PISSARDO

MONOPOLI

6,23

CINCILLA

RENATE

6,22

PELAGOTTI

AREZZO

6,22

MAMMARELLA

PRO VERCELLI

6,40

CRISTINI

CUNEO

6,30

TROEST

JUVE STABIA

6,26

LAMBRUGHI

TRIESTINA

6,22

CELIENTO

CATANZARO

6,15

CARLINI

JUVE STABIA

6,43

SESTU

PIACENZA

6,39

BURRAI

PORDENONE

6,39

CORAPI

TRAPANI

6,38

MARACCHI

TRIESTINA

6,29

GIACOMELLI

VICENZA

6,42

RAGATZU

OLBIA

6,33

DANY MOTA

VIRTUS ENTELLA

6,32

CANDELLONE

PORDENONE

6,29

GRANOCHE

TRIESTINA

6,28

DIFENSORI

CENTROCAMPISTI

ATTACCANTI

Un anno di Serie C sta per terminare. Una stagione difficile che ha messo l’accento, troppo spesso, su avvenimenti che poco hanno a che fare con il calcio giocato. La situazione di alcune

La miglior formazione di Lega Pro dall’inizio del torneo CONTINI Siena 6,24

società ha messo a dura prova un gran numero di calciatori che sono, spesso, l’anello debole della catena. Quando le cose vanno male, il primo pensiero viene rivolto alla piazza, alla città, alla storia di una società. Quasi mai, ed è assurdo, l’attenzione cade su chi entra in campo e svolge la professione di calciatore. Dietro a scelte scellerate, a finti imprenditori, faccendieri e mestieranti, ci sono calciatori che hanno perso il lavoro, che da mesi non percepiscono uno stipendio. Persone, innanzitutto, che con quel lavoro campano. Come tutti noi. L’Associazione Italiana Calciatori ha seguito da vicino, a contatto con i calciatori, il dramma (perché di questo, per loro si tratta) che si stava consumando per molte società: Matera, Pro Piacenza e Cuneo i casi più noti ed eclatanti. Alcuni calciatori hanno trovato il coraggio, in un mondo spesso avaro di parole fuori dal coro, di far sentire la loro voce. Giocatori come Dario Polverini e Mariano Stendardo, per esempio. È grazie a loro se la visione dal campo ha fatto prendere coscienza a chi segue questo sport di come stavano realmente andando le cose. Cosa significa fare il calciatore? Cosa significa essere professionisti? Fare il calciatore è un lavoro, anche se nei bar di paese, spesso, non viene mai considerato tale. Come in tutti i lavori c’è una selezione e sono molti

MAMMARELLA Pro Vercelli 6,40 CRISTINI Cuneo 6,30

TROEST Juve Stabia 6,26 CELIENTO Catanzaro 6,15

i passaggi che devono concretizzarsi per arrivare all’obiettivo del professionismo. Quando il lavoro viene meno, come nel caso di Matera e Pro Piacenza, ci si rende conto, finalmente, che non si tratta di un gioco. Per diventare professionisti, e per mantenersi nel corso della carriera, sono necessari degli sforzi che, come in ogni occupazione, tengono alto il livello della professionalità. La professionalità, nel senso squisitamente letterale del termine, sta a significare la garanzia di un comportamento atto a rendere una prestazione mantenendo, deontologicamente, un comportamento corretto. A questo punto ci si chiede come possano entrare nel mondo del calcio persone che non hanno professionalità, che non possono e vogliono dare un contributo eticamente inappuntabile ad una causa che hanno scelto (si fa per dire) di sostenere. Firmare un contratto deve o non deve essere una garanzia? L’impegno per una stagione sportiva può durare appena qualche mese creando incertezza e frustrazione in un atleta che lo sottoscrive? L’auspicio è che, stagione dopo stagione, certe figure non trovino posto negli organigrammi delle società di calcio che sono troppo frequentemente un mezzo per arrivare altrove lasciandosi l’erba del campo alle spalle e i calciatori spettatori di dinamiche assurde.

SESTU Piacenza 6,39 BURRAI Pordenone 6,39

GIACOMELLI Vicenza 6,42

CORAPI Trapani 6,45

RAGATZU Olbia 6,33

CARLINI Juve Stabia 6,47

_19

Profile for Associazione Italiana Calciatori

Il Calciatore maggio 2019  

Il Calciatore maggio 2019  

Advertisement