Page 98

4] , £11 (ITA) Corriere di Verona (ITA)

Paese: Paese: it

Tipo media: media: Lokale Presse

Pagina: 9 9 Pagina:

Autore: n.d. Autore:

Readership: Readership: 46787 Diffusione: Diffusione: 8602 20 Settembre 2015

Alla Loggia di Frà Giocondo,tra sorrisi e muscoli tesi

Brocche da 200 chili e bevute,lo sforzo estremo dei càntirs VERONA Glu glu glu. «È stata la bevuta più difficile di sempre. Anche la più simpatica,in verità». Tommaso si prende la medaglia d'argento. Veronese, studente di Scienze Motorie, anni 25,la sua ragazza lì a fianco quasi preoccupata. «Tutto bene,vero?». Tommaso ha bevuto dalla brocca dallO chili. E l'aixecada de càntirs uno dei giochi catalani più estremi del Tocatì 2015. Loggia di Frà Giocondo,Porta Borsari, i càntirs sono le brocche in catalano, dodici in tutto, piene d'acqua, si va dai 5kg di peso della prima ai 200 dell'ultima. Vince chi riesce a sollevare queste anfore da Bud Spencer e a berne l'acqua. Joan Carles, Angel,Joan Lluis e Jordi, i quattro catalani di Argentona(Barcellona)che portano avanti ,

questa tradizione da vita spericolata, nata con la Festa del Càntir istituita nel 1951, caricano il colpo a pubblico e partecipanti, soprattutto gli ultimi, perché lo sforzo è immane,roba da Hulk. Cinque minuti dopo Tommaso arriva Cristiano, 21 anni, romeno. «Abito a Verona da due mesi, quartiere di San Massimo,faccio l'università». Pronti, attenti, via. Prima brocca, seconda,terza, quarta, fino ai 200 chili del rush finale. I quattro uomini clell'aixecada esultano: «Senoritas, Cristiano... el hombre màs fuerte de Verona». Lui, stravolto, si concede ai taccuini. «M'hanno detto che in Catalogna ci mettono li vino, nelle brocche. Sono pazzi». Alla salute.

1 // antichi 1 AssociazionePage giochi

This article is intended for personal and internal information only. prohibited. only. Reproduction or distribution is prohibited.

Rassegna stampa 2015  

Rassegna stampa 2015  

Advertisement