Page 1

pRESENTA

12째

Paese Ospite:

MESSICO

18 19 2O 21 SETTEMBRE 2O14 CENTRO STORICO VERONA www.TOCATI.IT


STAFF ORGANIZZATIVO | STAFF Direzione Artistica | Artistic Direction: Associazione Giochi Antichi Direzione Generale | General Administrative : Giorgio Paolo Avigo, Giuseppe Giacon, Carlo Girardi Dirigente Settore Cultura, Comune di Verona | Cultural Sector Director, Municipality of Verona: Gabriele Ren Settore Cultura, Comune di Verona | General Management Cultural Sector, Municipality of Verona: Alberta Dalle Pezze, Cinzia Hoider di Verona Municipality of Verona: Antonio Bruno Settore Ambiente, Comune di Verona | Environment Sector, Municipality of Verona: Loretta Castagna Polizia Municipale | Police Department: Comandante | Police Chief: Luigi Altamura; Vice Comandante: Lorenzo Grella, Emanuela Vallisari Coord. Segreteria Generale | General Secretary Coord.: Emanuele Tagetto Coord. Area Comunicazione | Communication Area Coord.: Giuseppe Giacon Resp. Segreteria Generale | General Secretary Manager: Simona Puggioni Resp. Area Comunicazione | Communication Area Manager: Sara Creta | General : M. Letizia Marabese, Alice Rama, Anna Martinelli, Jessica Riondato, Silvia Rossi, Valentina Mericio | Communication Francesca Martini, Leonardo Caprini, Natasha Fortuna Coord. Comunità Messicana | Mexican Community Coord.: M. Letizia Marabese Area Giochi | Game Area: Dario Avigo, Gabriele Mion Area Eventi | Events Area: Solimano Pontarollo, Fabio Casarotti, Fabio Salvo, Josh Lambert, Michele Leso, Mirco Venturini Area Musica | Music Area: Mirco Venturini Coord. Incontri | Meetings Coord.: Albertina Dalla Chiara, Beppe Muraro, Chiara Stella, Giuseppe Giacon, Lorenza Pizzinelli : Beatrice Dusi, Tanita Spigo Coord. Forum della Cultura Ludica | International Forum of Game Culture Coord.: Andrea Materassi | : Vincenzo Casciano, Pietro Ragazzo, Stefano Aio Presentatrice Auditorium | Auditorium Presenter: Annamaria Maestri Coord. e Formazione volontari | Volunteers’ Coord. and Training: Emanuele Tagetto, M. Letizia Marabese Esposizione | Exhibition: FMJDAT Consulenza allestimento esposizioni | Exhibition preparation Advisory: Cristina Rizzo, Martina Cailotto Coord. Internazionale di Lippa | Lippa International Coord.: Giancarlo Viviani, Silvano Carcereri Osteria del Gioco | Game tavern: Fiorenza Materassi Coord. Osterie del Festival | Festival Taverns’ Coord.: Paolo Fainelli | Stage Project: Nicola Gasperini, Cristina Rizzo : Anna Orlando Lanza Produzione | Production: Giulio Unetti Logistica e Servizi Generali | Logistics and General Services: Carlo Girardi : Fabio Salandini, Fabrizio Agnoli, Flavio Filipozzi, Marco Cunegatti, Paolo Mion, Gabriella Corso, Giuseppe di Lieto

02

Magazzino | Warehouse: Fabio Bonesini, Paolo Mion, Stefano Paoloni Merchandising | Merchandising: Simone Santagata Gestione Piano Sicurezza | Safety Instructions Management: Antonio Fornalè, Emanuele Fornalè Gestione Amministrativa | Administrative Management: Guido Benvenuti Gestione Legale | Legal Management: Silvio Scuccimarra Tesoreria | Treasury: Carlo Girardi Area Sistemi informatici | Information Technology: Massimo Samaritani Sito Internet e App. | Website and App: Urbangap S.r.l. : Barbara Rigon | Festival Photographers: Max Samaritani, Agustin Aleu, Nello Benedetti, Enrico Compri, Silvia Gonzato, Giovanni Guadagnini, Lorenzo Linthout, Federico Marconi, Fabio Motta, Martina Padovan, Stefano Rossin, Paolo Signorini, Tina Weinreben Relazioni Esterne | Public Relations: Lorenza Pizzinelli - Blizz Comunicazione Punto Informazione | Information Points: Flavia Allari, Rossana Benedetti, Catia Mancini Resp. Accoglienza e Traporti | Reception and Transports Manager: Eleonora Alberti Cermison Accoglienza Partner | Partner Reception Manager Simone Santagata Progetto Stage Tocatì Università di Verona | Internship Project University of Verona: Andrea Zinato, Anna Bognolo, Marta Ugolini, Paola Castellani, Roberta Facchinetti Progetto Stage IUSVE | Internship Project IUSVE: Mariano Diotto, Emilia Brovero, Giovanna Bandiera, Giovanni Vannini, G. Claudio Noventa Trasporto Fluviale | River Transportation: Davide Cocchio Voce del Festival | Festival’s Voice: Solimano Pontarollo, Matteo Spiazzi

Andrea Bissoli, Presidente Confartigianato Daniela Campagnola, Confartigianato Artistico Giuseppe Riello, Presidente Camera di Commercio Ferdinando Albini, Rappresentante Camera di Commercio Maria Giovanna Franceschini, Ulss 20 – Servizi Sociali Gherardo Ortalli, Fondazione Benetton Studi Ricerche Paola Castellani, Dipartimento di Economia Aziendale, Università di Verona Marta Ugolini, Dipartimento di Economia Aziendale, Università di Verona Anna Bognolo, Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere, Università di Verona Silvia Bleza Picherle, Dipartimento di di Verona Maria Cecilia Graña, Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere, Università di Verona Tiziana Cavallo, Comunicazione Integrata di Ateneo, Università di Verona Maurizio Delibori, Centro Turistico Giovanile Rivista Andersen Matteo Zamboni e Tommaso Cinti, Salmon Magazine Ángeles Mastretta, Laura Esquivel, Ottavio Bevilacqua, Giancarlo Taglia, Giovanni Martes, Maurizio Solinas Nani Zangarini per i testi dei giochi tradizionali e tutti i numerosi volontari che rendono possibile il Tocatì | and all the many volunteers that make Tocatì possible. L’edizione 2014 del Festival è dedicata ad un amico e volontario del Festival: Edo Magalini

La paternità dell’iniziativa, tutti i diritti in relazione all’utilizzo delle immagini, del relativo prodotto nell’ambito delle riprese

RINGRAZIAMENTI Antonia Pavesi, Consigliere Comunale con delega alla cultura, Comune di Verona Guy Jaouen, Presidente AEJST Association Européenne des Jeux et Sports Traditionels Amilcare Acerbi, Direttore GioNa Gregorio Ramos Melo, presidente Federación Mexicana de Juegos y Deportes Autóctonos y Tradicionales A.C. Marisela Morales Ibañez, Console del Messico a Milano José Luis Martínez Hernández, Director General de Asuntos Internacionales, Conaculta Gianni Vinciguerra, Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico Alessandra Tomaselli, Preside Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere, Università di Verona Stefano Pachera, Presidente Accademia di Belle Arti di Verona Monsignor Giorgio Benedetti, Diocesi di Verona Don Andrea Giacomelli, Diocesi di Verona Monsignor Antonio Finardi, Presidente Associazione Chiese Vive Francesco Girondini, Sovraintendente Fondazione Arena di Verona Paolo Arena, Presidente Confcommercio Vr Giorgio Sartori, Direttore Confcommercio Vr Claudio Valente, Presidente Federazione Provinciale Coldiretti Verona Direttore Federazione Provinciale Coldiretti Verona Enrico Perbellini, Presidente Cooperativa Albergatori Verona Damiano Berzacola, Vice-presidente

della manifestazione, è riservata

: Design | Design: Happycentro Impaginazione | Layout: Scripta s.c. Ideazione Logo Tocatì | Creation of the Tocatì Logo: Gianni Burato Ideazione Nome Tocatì | Creation of the Name Tocatì: Lorenzo Bassotto Copywriting e Contenuti | Copywriting and Contents: Associazione Giochi Antichi Traduzione | Translation: Chiara Grimm e Josh Lambert Stampa | Printing: Stimmgraf Segreteria del Festival | +39 342 7842761 www.tocati.it info@tocati.it | : Spaini&Partners +39 050 310920 - 050 36042 matilde.meucci@spaini.it

:


TOCATÌ 2O14 del cuore antico di Verona il Tocatì, festival internazionale dei giochi di strada, giunto con successo alla dodicesima edizione. Tradizioni antiche che raccontano la nostra storia, giochi divertenti e spettacolari, l’atmosfera festosa e coinvolgente che il festival sa creare: sono questi gli elementi che fanno del Tocatì uno degli appuntamenti più attesi in città, molto seguito dai veronesi e apprezzato dai turisti che Ancora una volta le tradizioni ludiche italiane saranno protagoniste della manifestazione, unica nel panorama dei festival estivi per l’originalità delle iniziative proposte. Alle esibizioni spettacolari di gruppi provenienti incontri e concerti che permettono a tutti di avvicinarsi in modo creativo al mondo dei giochi antichi: un’occasione per consolidare l’identità, che si riconosce nel patrimonio artistico così come nelle manifestazioni della cultura immateriale, sostenuta e valorizzata dall’UNESCO. A testimoniare quanto il Tocatì sia divenuto parte occasione della mostra dedicata a Paolo Veronese il festival quest’anno propone un particolare itinerario ludico e artistico che attraverserà le vie della città per ripercorrere, attraverso giochi della tradizione veneta praticati già nel Cinquecento, i luoghi che hanno segnato il percorso del grande pittore veronese. Non mancherà di incuriosire e coinvolgere il Paese ospite d’onore di quest’anno, il Messico, che proporrà il fascino della propria cultura con spettacolari e suggestive esibizioni. Insieme all’Associazione Giochi Antichi, ideatrice e organizzatrice della manifestazione, l’Amministrazione comunale augura a tutti che anche quest’anno il Tocatì sia un’occasione di gioco, divertimento e condivisione per tutti.

Sindaco Flavio Tosi

The International Festival of street games, Tocatì, which has successfully reached its twelfth edition, will be back in the streets and squares of the ancient heart of Verona at the end of September. Ancient traditions that narrate our history, funny and spectacular games, the festive and these are the elements that make Tocatì one of the most awaited events in the city, keenly followed by Verona’s citizens, and appreciated by the tourists who crowd its historical center at the end of the summer. Once again the Italian game traditions will be of summer festivals for the originality of the initiatives it proposes. In addition to the spectacular shows of groups coming from every part of Italy, there will be workshops, meetings and concerts that will allow everyone to approach the world of ancient games the identity, which is recognizable in the artistic heritage, as well as in the shows of intangible culture, supported and enhanced by UNESCO. In order to testify how Tocatì has become an essential part of Verona’s cultural opportunities, on the occasion of the art exhibition dedicated to Paolo Veronese, this year’s Festival proposes a particular playful and artistic itinerary that will pass through the city’s streets to recall, through the traditional games of the Veneto region, which were practiced in the 1500s, the places that left a mark in the life of this great painter from Verona. This year’s Guest Country Mexico, which will fascinating culture with shows and evocative exhibitions. Together with Associazione Giochi Antichi (lit. “Association of Ancient Games”), creator and organiser of the event, the municipal Administration wishes everyone to consider Tocatì as an opportunity to play, have fun and share with everyone. Mayor Flavio Tosi

03


L’AGA E IL TOCATÌ, STRuMENTI pER LA SOCIETà dEL XXI SECOLO AGA ANd TOCATÌ, INSTRuMENTS fOR ThE SOCIETy Of ThE XXI CENTuRy L’AGA e l’AEJST (Association Européenne des Jeux et Sports Traditionnels) collaborano ogni anno nel celebrare un evento culturale internazionale incentrato sui giochi tradizionali. Percepiti spesso come mero intrattenimento, i giochi tradizionali sono invece traduzione del proprio contesto, di cui fanno emergere gli elementi del ‘contratto sociale’: tolleranza, aggressività, valorizzazione di genere, rapporto con la natura, cooperazione, competitività... L’AEJEST e le 60 organizzazioni che ne fanno parte ritengono che i giochi esprimano un linguaggio universale, il linguaggio del corpo; lo dimostra la presenza al Tocatì, da molti anni un punto di riferimento, di numerose delegazioni straniere in rappresentanza di comunità ludiche tradizionali. Attraverso questo festival, e grazie all’ininterrotta attività dell’AGA e dei suoi partners nel campo dei progetti pedagogici, i giochi tradizionali possono diventare un invito alla comprensione interculturale e strumenti per un futuro migliore. Guy Jaouen Presidente di AEJST

04

AGA and AEJST (Association Européenne des Jeux et Sports Traditionnels) cooperate every year to celebrate an international cultural event based on traditional games. Often perceived as mere entertainment, traditional games really are a translation of their background, showing the elements aggressiveness, gender valorization, connection to nature, cooperation, competitiveness… AEJST, and the 60 organisations who are a part of it, believe that games express a universal language, body language; this is demonstrated by the presence of several foreign delegations who represent traditional games associations, a practice that has been a benchmark for years at Tocatì. Through this festival, and thanks to the continuous activities of AGA and its traditional games can become an invitation to intercultural understanding and instruments for a better future.

Guy Jaouen AEJST President


TOCATÌ, fESTIVAL INTERNAzIONALE dEI GIOChI IN STRAdA XII EdIzIONE TOCATÌ, INTERNATIONAL fESTIVAL Of STREET GAMES XII EdITION Dalla prima edizione di Tocatì, nel 2003 con otto giochi provenienti in gran parte dalla provincia di Verona, al 2005 con alcuni giochi di Paesi Europei, siamo giunti all’edizione di quest’anno che vede come protagonista il Messico, un grande Paese del Continente Americano. Ancora una volta il festival si fa promotore di straordinari incontri interculturali ed umani, ed è un appuntamento internazionale atteso da esperti ed appassionati di cultura ludica di tutto il mondo e dal pubblico che ogni anno raggiunge le 300.000 persone. Grazie alla stretta collaborazione con il comune di Verona e con l’Associazione Europea Giochi e Sport Tradizionali, di cui Associazione Giochi Antichi fa parte, e della Federazione Giochi Autoctoni e Sport Tradizionali del Messico, il festival è ancora una volta in grado di proporre l’esplorazione di una porzione del vasto patrimonio ludico tradizionale della cultura intangibile tra giochi messicani e giochi delle varie regioni italiane, mostre, incontri culturali, convegni, e una selezione di musiche e danze tradizionali. Auguro buon gioco a tutti, ringraziando i volontari, e le persone, gli enti pubblici e privati che hanno permesso la realizzazione di questa dodicesima edizione del festival,

Giorgio Paolo Avigo Presidente Associazione Giochi Antichi

eight games from around Verona, to 2005 with some games from around Europe, we arrived to this year’s edition who’s protagonist is Mexico, a great Country from the American Continent. Once again the festival promotes extraordinary intercultural and human meetings, and it’s an international event awaited by experts and enthusiasts of the gaming culture from all around the world, as well as a public of

Thanks to the close cooperation with the Municipality of Verona, the Associazione Europea Giochi e Sport Tradizionali (lit. “Europe traditional Games and Sports”), of which Associazione Giochi Antichi is a part, and with the Federazione Giochi Autoctoni e Sport Tradizionali del Messico (lit. “Federation of Mexican Local Games and Traditional Sports”) the Festival is once again able to propose the exploration of part of the vast traditional gaming patrimony of a comparison between Mexican games and games from various Italian regions, exhibits, cultural meetings, conferences, and a selection of traditional music and dances. I wish everyone good games, and to thank the volunteers, the people and the public authorities and private companies that allowed the realization of the festival’s twelfth edition, sharing its values and meaning. Giorgio Paolo Avigo Associazione Giochi Antichi President

05


ChECOSA fARE AL fESTIVAL whAT TO dO AT ThE fESTIVAL Durante il Tocatì, Festival Internazionale dei Giochi in Strada, nel centro storico di Verona vengono praticati più di 40 giochi tradizionali, e in questi quattro giorni si possono incontrare tante comunità ludiche provenienti dall’Italia e dal Messico. Sono persone che hanno alle spalle una tradizione, provano piacere nel giocare e nel trasmettere antichi oppure provare a giocare con l’aiuto degli esperti. Mostre, incontri, convegni, seminari e laboratori del gioco, come avviene nel Forum della Cultura Ludica. In Piazza Messico e sul palcoscenico in Lungadige San Giorgio si esibiscono gruppi musicali della tradizione del Paese Ospite e delle Regioni Italiane. All’Osteria del Gioco o alla Cucina del Festival si possono gustare varie specialità locali. Insomma, vi proponiamo un viaggio alla riscoperta di giochi, suoni e sapori. Ma è ora di esplorare le strade di Verona e il mondo del gioco. Perché adesso “tocatì”, cioè “tocca a te”! DIMOSTRAZIONE GRATUITA Per tutti i 40 giochi tradizionali presenti al Festival il pubblico ha la possibilità di giocare gratuitamente, grazie alla presenza delle varie realtà ludiche. I minori di 12 anni per giocare devono essere accompagnati da un adulto responsabile. RESPONSABILITÀ Coloro che partecipano alle attività e ai giochi organizzati (nelle modalità gratuite e nei tornei) nell’ambito di questa manifestazione, lo fanno sotto la propria personale responsabilità o, se minori, sotto la responsabilità di chi ne ha la patria podestà o è preposto alla loro cura e cautela. L’Associazione Giochi Antichi non assume alcun obbligo di sorveglianza nello svolgimento delle attività ludiche/sportive. Garantisce il buon funzionamento delle attrezzature messe a disposizione del pubblico, ma non è in alcun modo responsabile per tutti quegli eventi, anche dannosi,

06

in cui possono incorrere i partecipanti per l’uso non appropriato di giochi e attrezzature. LIBRERIA DEL FESTIVAL Un approdo fondamentale per quanti vogliono saperne di più sui giochi, sulle comunità ludiche, sulle tradizioni e sui territori che le esprimono organizzato in collaborazione con ALI (Associazione Librai Italiani)-Confcommercio di Verona. TOCATì 2.0 Nei pannelli dei giochi trovate il codice QR che permette di accedere, tramite telefono cellulare o smartphone, ai video che mostrano i giochi nel contesto originale, per poter conoscere meglio culture e territori da cui hanno origine. Inoltre, chi ha uno smartphone può scaricare gratuitamente su App Store e Android Market le applicazioni che permettono di girare agevolmente il Festival, grazie alle informazioni e al servizio di geolocalizzazione. SOCIAL WEB Si potrà rimanere aggiornati su tutte le attività del festival anche attraverso i social network. Clicca “mi piace” sulla pagina facebook.com/tocati.festival, segui #tocatì2014 e #tocamessico durante gli eventi su twitter @AsGiochiAntichi e guarda i video dei giochi di questa edizione sul canale youtube AssGiochiAntichi. FESTIVAL ACCESSIBILE Per consentire l’accesso di tutti i cittadini al Festival Internazionale dei Giochi in Strada si prevede la presenza di operatori socio-sanitari dell’Azienda Ulss 20 e di volontari delle associazioni veronesi che faciliteranno l’accesso e il coinvolgimento delle persone diversamente abili ai giochi contrassegnati da questo simbolo:

During Tocatì, International Festival of Street Games, more than 40 traditional games are practiced in the centre of Verona, and in these three days it is possible to encounter many player communities from Italy and various regions of Mexico. They are people with a great deal of tradition behind them and they are glad to play and share ancient game practices. The audience can watch them during their competitions or can try and play, with the help of skilled players. Exhibitions, meetings, seminars and workshops raise many interesting issues on the theme of games, as occurs in the Forum of Game Culture. Traditional bands from Mexico and the Italian Regions will be performing in Mexico Square and on the stage in Lungadige San Giorgio. At the Festival Tavern or the Festival Kitchen attendees can taste many of the local specialties. In games, sounds and tastes. But it is now time to explore the streets of Verona and the game world. Because now “tocatì”, that is, “it’s your turn!”.


FREE DEMONSTRATION For all the 40 traditional games of the Festival, the audience has the chance to play for free, thanks to the player communities (oppure ‘game associations’). Those under 12 years of age need to be accompanied by a responsible adult. FESTIVAL BOOKSTORE A fundamental haven for those who want to know more about the games, the game community, the traditions and the territories that express them. The Festival Bookstore is organized in collaboration with ALI (Italian Booksellers Association). RESPONSIBILITY Those who participate in the activities, competitions, and games (organized free of charge) in the context of this event, do so under their own responsibility. Children may participate under the responsibility of who has parental authority or is in charge of their care and wellbeing. The Associazione Giochi Antichi does not assume any obligation regarding surveillance in the course of game activities/sports. AGA safeguards the proper functioning of the equipment made available to the public, but is in no way responsible for any events, even harmful, that may occur to the participants for the inappropriate use of games and equipment.

QR code. It will allow you access, via cellular phone or smartphone, to the videos that show the games in their original contests, to better understand their cultures and territories of origin. Those who have a smartphone can download apps for free, on App Store and Android Market, the apps that will allow them to easily wander the Festival, thanks to the information and geolocation services. SOCIAL WEB To be always updated on the festival’s activities you can also follow the social networks. ‘Like’ the facebook page at facebook.com/tocati.festival, follow #tocatì2014 and #tocamessico during the events on Twitter @AsGiochiAntichi and watch the videos of this edition’s games on the YouTube channel AssGiochAntichi. ACCESSIBLE’ FESTIVAL To allow the access of all citizens to the International Festival of Street Games there will be social workers and volunteers of Ulss20 of Verona that will facilitate the access and the involvement of disabled people in the games marked by the symbol of the

INdICE INdEX Calendario Giornaliero Daily Calendar

08

Giochi Tradizionali Messicani Traditional Mexican games

12

Giochi Tradizionali Italiani Traditional Italian Games

20

Giochi Urbani Urban Games

26

Giochi da Tavoliere Board Games

28

Laboratori di Gioco Game Workshops

30

Paolo Veronese Paolo Veronese

34

Mappa del Festival Festival Map

36

Eventi Events

40

Tofestival Tofestival

45

Esposizioni Exhibitions

48

Conferenze Conferences

50

Laboratori Workshops

53

Narrazioni in Gioco Narratives in Play

54

Forum della Cultura Ludica Forum of Game Culture

58

Suoni e Sapori Sounds and Tastes

62

Progetti collaterali Side Projects

64

Associazione Giochi Antichi Associazione Giochi Antichi

70

07


CALENdARIO GIORNALIERO dAILy CALENdAR LuNEdÌ 15.09 / MONdAy 15.09 LUN/MON 08.09 - VEN/FRI 19.09: 10.00- 19.00: Opere di Davide Antolini dalla Collezione Giuseppe Manni Accademia di Belle Arti

MERCOLEdÌ 17.09 / wEdNESdAy 17.09 49

15.00: Esperienze in gioco / Experiences in games

GIOVEdÌ 18.09 / ThuRSdAy 18.09 39 18

25

La Cucina del Festival / The Festival’s Kitchen 11.00: I Sogni del Serpente Piumato / The dreams of the feathered serpent 15.00: Azzardo e dintorni, una degenerazione italiana / Gambling and its surroundings, an italian degeneration

37

39

La Cucina del Festival / The Festival’s Kitchen

2

Zancos

2

5

Temalacachtle

12

5

Ehecamalotl

34

5

Trompo

5

Kuachankaka

5

Balero

12

20

Carretones de maíz

2

20

Olotl

30

Carrera de arihueta

34

Patolli

34

Pitarra

34

T’embini I’umu

10

Ciclotappo

34

2

2 45

48

13

Cornhole

15.30-19.00: Stazioni in gioco / Playfull station

13

Panforte

4

18.00: Tiziano Scarpa e Massimo Giacon

13

Piastrelle / Flat stones

3

25

13

Trucco da Terra

25

21.00: Carmine Abate

16

Bijè

27

Tirollasticu / Slingshot

VENERdÌ 19.09 / fRIdAy 18.09 39

La Cucina del Festival / The Festival’s Kitchen

25

9.00: Maratona letteraria Cipì / Cipì Literary Marathon

18

10.00-21.00: I Sogni del Serpente Piumato / The dreams of the feathered serpent

1

esperienze dal mondo del gioco tradizionale / Thoughts and experiences from the world of traditional games

25

17.00: Omaggio a Mario Lodi / In homage to Mario Lodi

28

18.00: Messico: tradizione ludica / 18.00-24.00: La bottega del gioco / Game’s atelier

28

messicane / A parade of Mexico’s music and dance

28

Stù

30

Gioco delle noci / The game of walnuts

32

Truco

32

Pont en’vit

35

Lancio del Maiorchino

39

To’ Vegna

40

Pindoi

47

Calciobalillia / Foos ball

5

Kendama

39

Street boulder

39

Parkour

40

Slackline

11

Carrom

17

Backgammon

19

Dama / Draughts

24

Go

43

Scacchi / Chess

9

Patolli e i giochi di carte / Patolli and the card’s game

33

18.30-22.30: Osteria del gioco / The Game’s Tavern

7

21.00-24.00: Piazza Messico / Mexico Square

21

21.00: Quando la scuola cambia a partire dal bambino di Vittorio De Seta / When the school changes starting from the child by Vittorio De Seta

21

25

21.00: Marco Malvaldi

21

7

21.00: Notte messicana / Mexican Night

21

25

29 45 2 20

08

SABATO 20.09 / SATuRdAy 20.09

39

21.00: Spettacolo Teatrale: La guerra dei bottoni / war of the buttons 21.00: Pelota p’urépecha 21.00: Caccia al tesoro in bici / Treasure hunt on bikes 21.30: Festa a ballo / Dance party 21.30: Suoni lungo l’Adige / Sounds along Adige river

11

21 21

21 41 46 45 2 12

Duodecim Scripta Gioco delle biglie / Games of marbles I musicanti di Brema / The musicians of Bremen I giochi di Kim e Scalpo / Kim’s game and ‘scalp’ Il gioco dell’oca / Game of the goose Tutù mussetta Educazione e gioco / Education and game Pensieri in gioco / Thoughts in games A giocare si comincia da piccolissimi / Playing starts from a very young age Cerbottane / Peashooters 9.00-19.00: Kimbomba 10.00; 15.00; 17.30: Juego de la caña de maíz 10.00; 11.45; 15.45; 15.45; 17.30: Ulama de mazo

10.00-12.30; 15.00-18.30: Globos voladores de papel 10.15; 11.15; 12.15; 15.45; 16.45; 17.45: Juego de corozo 10.30; 15.30; 18.00: Ulama de cadera 10.30; 12.45; 16.15; 18.00: Pantalera 10.45; 11.45; 15.15; 16.15, 17.15; 18.15: Le’epóolch’è 11.00; 16.00: Pash Pash 11.00; 15.00; 16.45: Pelota mixteca de hule 11.30; 16.30: Pallone col bracciale / Ball with the bracelet 12.00; 17.00: Ulama de antebrazo 9.00- 19.00: Lippa torneo internazionale / Lippa international tournament 9.30-12.30; 15.00-17.30: Giocare nel cinquecento: il secolo del Veronese / Veronese’s century 10.00-12.30; 15.00-18.30: Ecopiazza 10.00-18.30: Il treno del gioco / The train of games

5 5

10.00-18.30: Non getto l’oggetto / I won’t throw the object away 10.00-12.00; 15.00-17.00:

6

18

18

21 25 38 14 23

51

44

Mexican tales reading 10.00-18.30: Il gioco dell’Opera / The Opera Game 10.00; 11.00; 12.00; 14.00; 15.00; 16.00; 17.00: Papel Picado e forme precolombiane / Papel Picado and pre-columbian forms 10.00-18.30: La falegnameria del gioco / Game’s wood working shop ABC stamperia / ABC printing 10.00- 18.30: Il gioco dell’albero / The tree game 10.00-18.30: Piazza GioNa / GioNa Square 10.00- 18.30: Piazza Cemea / Cemea Square Veronesiano / River transportation through Veronese’s more important places 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30: Gioca con/Play with Paolo Veronese 10.00-12.30; 15.00-18.30: Tocasa 10.00- 12.30; 15.00- 18.30: Tobottega

39 7 33 25 15

18

28

29

10.00-12.30; 15.00-18.30: Tocampanile 10.00-24.00: Piazza Messico/ Mexico Square 10.00-23.00: L’Osteria del gioco / The game’s Tavern 10.00: Gioco cooperativo / Workshop on cooperative games 10.00: Messico e nuovole / Mexico and clouds 10.00-21.00: I Sogni del Serpente Piumato / The dreams of the feathered serpent 10.00-22.00: Messico: tradizione ludica / 10.00-18.30: Placescapes: un giardino senza radici / Placesca-


1

1

43

1

48

esperienze dal mondo del gioco tradizionale / Thoughts and experiences from the world of traditional games 10.00-12.00: Play: tra gioco e musica / 10.00-24.00: La bottega del gioco / Game’s atelier 11.00; 15.00; 17.00: Invasione di Post-it/Post-it Invasion 12.00-13.00; 15.00-19.00: Gioco giocato / The played game 15.00; 16.30: Paolo Veronese e le scienze del suo tempo / Paolo Veronese and the science of his time

25

15.00: Personal public space 15.00-18.30: Le due facce del mito / Le due facce del mito 16.00: Lello Gurrado

45

16.30; 22.00: Pelota p’urépecha

44

16.30; 22.00: A caccia di Paolo Veronese / Paolo Veronese hunt

25

17.00: Enzo Lorenzo: concerto a concert of nursery rhymes

29 18

39

To’ Vegna

40

Pindoi

47

Calciobalillia

5

Kendama

39

Street boulder

39

Parkour

40

Slackline

11

Carrom

17

Backgammon

19

Dama / Draughts

24

Go

43

Scacchi / Chess

9

Patolli e giochi di carte / Patolli and the card’s game

11

Duodecim Scripta

21

Gioco delle biglie / Games of marbles

21 21 21

Il gioco dell’oca / Game of the goose

21

Tutù mussetta Educazione e gioco / Education and game Pensieri in gioco / Thoughts in games

39

In balance of the river

21

25

18.00: Pino Cacucci

21

18

18.30: 18 Four 6 (Barragan Version) 20.00: Reading musicale/Musical reading: Tutte le bici che non ho più Spettacolo Teatrale: La guerra dei bottoni / war of the buttons 21.00: Carrera de arihueta

1

29

I musicanti di Brema / The musicians of Bremen I giochi di Kim e Scalpo / Kim’s game and ‘scalp’

41

A giocare si comincia da piccolissimi / Playing starts from a very young age

46

Cerbottane

14 23

51

44 7 33 15

18

28

29

25

1

1

dOMENICA 21.09 / SuNdAy 21.09

12

39

La Cucina del Festival / The Festival’s Kitchen

34

2

Zancos

2

10.00; 15.00; 17.30: Juego de la caña de maíz 10.00; 11.45; 15.45; 15.45; 17.30: Ulama de mazo 10.00- 12.30; 15.00- 18.30: Globos voladores de papel 10.15; 11.15; 12.15; 15.45; 16.45; 17.45: Juego de corozo 10.30; 15.30; 18.00: Ulama de cadera 10.30; 12.45; 16.15; 18.00: Pantalera 10.45; 11.45; 15.15; 16.15, 17.15; 18.15: Le’epóolch’è 11.00; 16.00: Pash Pash

5

Temalacachtle

2

11.30; 16.30: Pallone col bracciale

5

Ehecamalotl

2

12.00; 17.00: Ulama de antebrazo

25

45

15.00: Kimbomba 9.00-19.00: Lippa torneo internazionale / Lippa international tournament 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30: Ecopiazza 10.00-18.30: Il treno del gioco / The train of games

45

10.00 - 18.30: Non getto l’oggetto / I won’t throw the object away 10.00-12.00; 15.00-17.00: LettuMexican tales reading 10.00-12.30; 15.00-18.30: Le due facce del mito / The two faces of myth 10.00-18.30: Il gioco dell’Opera / The Opera game 10.00; 11.00; 12.00; 14.00; 15.00; 16.00; 17.00: Papel Picado e forme precolombiane / Papel Picado and pre-columbian forms 10.00-18.30: La falegnameria del gioco / Game’s wood working shop

48 39

25 22

21.00; 22.30: Suoni lungo l’Adige / Sounds along Adige river 21.00: Luoghi informali dell’educazione / Informal place for education 22.30: Street boulder contest

2 12 37 34 2

5

Trompo

5

Kuachankaka

5

Balero

20

Carretones de maiz

4

20

Olotl

3

30

Carrera de arihueta

34

Patolli

34

Pitarra

34

T’embini I’umu

10

Ciclotappo

13

Cornhole

13

Panforte

13

Piastrelle / Flat stones

13

Trucco da Terra

16

Bijè

27

Tirollasticu / Slingshot

28

Stù

30

Gioco delle noci / The game of walnuts

32

Truco

32

Pont en’vit

35

Lancio del Maiorchino

45

5 5

6

18

18

18

21 25 38

ABC stamperia / ABC Printing 10.00 - 18.30: Il gioco dell’albero / The tree game

10.00- 18.30: Piazza GioNa / GioNa Square 10.00 - 18.30: Piazza Cemea / Cemea Square 10.00 - 18.30: Viaggio River transportation through Veronese’s more important places 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30: Gioca con/Play with Paolo Veronese 10.00- 19.00: Piazza Messico/ Mexico Square 10.00- 20.00: L’Osteria del gioco / The Game’s Tavern 10.00: Messico e nuovole / Mexico and clouds 10.00-19.00: I Sogni del Serpente Piumato / The dreams of the feathered serpent 10.00- 19.30: Messico: tradizione ludica / 10.00- 18.30: Placescapes: un giardino senza radici / Placesca10.00: Il gioco di leggere tra albi illustrati e libri animati / The game reading between illustrated books and pop-up books esperienze dal mondo del gioco tradizionale / Thoughts and experiences from the world of traditional games 10.00- 13.30; 15.00- 17.30: Gioco a 360° / 10.00-19.00: La bottega del gioco / Game’s atelier 10.00- 12.30; 15.00- 18.30: Tocasa 10.00- 12.30; 15.00- 18.30: Tobottega

39 44 43 29

42

25

29 18

10.00-12.30; 15.00-18.30: Tocampanile 10.30: A caccia di Paolo Veronese / Paolo Veronese hunt 11.00; 15.00; 17.00: Invasione di Postit / Post-it invasion 11.00: Antonio Ballista – Lasciatemi divertire / Let me fun 15.00; 16.30: Paolo Veronese e le scienze del suo tempo / Paolo Veronese and the science of his time 15.00: Gioco e interculturalità in Messico / Games and interculturality in Mexico 16.00: Gabriel Pacheco 17.00: Pelota p’urépecha 17.30: Spettacolo Teatrale: La guerra dei bottoni / war of the buttons 17.30: Four 6 (Barragan Version)

39

17.30: Concerto di campane veronesi / Concert of Verona’s bells

21

17.30: Licia Troisi

25

17.30: Maurizio Maggiani

LEGENdA GIOCHI EVENTI INCONTRI e MOSTRE SUONI E SAPORI A.G.A. Associazione Giochi Antichi ECOPIAZZA PROGETTI COLLATERALI TRASPORTO FLUVIALE GIOCA CON PAOLO VERONESE SAPERI ARTIGIANALI

09


Tocatì 18.-21.09.2014 Verona. megliointreno.it

Da/ Starting from

9 Euro

Con i treni DB-ÖBB EuroCity, viaggi 5 volte al giorno tra l’Italia, l’Austria e la Germania. *Tariffa a posti limitati, a tratta, a persona.

Travel with DB-ÖBB EuroCity trains 5 times a day between Germany, Austria and Italy. *For person, subject to availability.

*


GIOChI & GIOCATORI GAMES & pLAyERS Ancora una volta a Verona, con la dodicesima edizione del Festival, si incontrano giochi e giocatori, cittadini curiosi e comunità ludiche, tradizioni e novità che trovano i loro spazi e i loro tempi, creando curiosità, attenzione e soprattutto relazioni tra mondi apparentemente lontani ma che si uniscono grazie all’universale linguaggio della cultura ludica tradizionale che quest’anno unisce il Messico alle varie regioni italiane. Scoprendo che quello che conta è la passione e l’orgoglio di mantenere vive memorie, conoscenze, azioni e storie, rappresentate dalle diverse comunità ludiche e dai loro giocatori, che così si trasformano con competenza e consapevolezza in veri e propri presidi culturali di territori in progressivo mutamento, ma che tengono forte un legame col proprio passato e con la propria identità grazie al gioco. Ed è proprio per questo che il gioco tradizionale rappresenta dal 2003 un patrimonio immateriale dell’umanità.

Once again in Verona, with the Festival’s twelfth edition there’s a gathering of games and players, curious citizens and gaming communities, traditions They create curiosity, attention and especially connections between worlds apparently far away from one another, but that are brought together by the universal language of traditional gaming culture, that this year brings Mexico to meet Italy’s various regions. the passion and pride of maintaining memories, knowledge, actions and stories alive, represented by the various gaming communities and by their players. With their expertise and self-awareness, they become true cultural strongholds of continuously changing territories while holding tight to their ties to their past and identity, thanks to their games. This is why traditional games immaterial patrimonies.

11


GIOChI TRAdIzIONALI MESSICANI TRAdITIONAL MEXICAN GAMES Protagonista è il Messico con i suoi giochi tradizionali (alcuni dei quali di origine precolombiana) che rappresentano riti millenari, colori e allegria dell’America Centrale. Mexico is the protagonist, with its traditional games (some of which are Pre-Columbian) that represent Central America’s colours, liveliness and thousand-year old rituals.

2 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00; 15.00; 17.30 Piazza Erbe

JuEGO dE LA CAÑA dE MAÍz Il gioco è praticato esclusivamente dagli indigeni di etnia Tzotzil del comune Zinacantán, nel Chiapas, e si svolge dopo il raccolto. Due squadre campo di 225 mq; due quadrati in canna di mais, divisi verticalmente, sono le ‘porte’ in cui far entrare la palla di foglie di mais. Un autorevole membro della comunità, chiamato Mol, conteggia i punti sgranando una pannocchia di mais di colore diverso – una produzione tipica dell’area – per ogni squadra; vince chi sgrana per primo metà pannocchia.

This game is practiced exclusively by the indigenous ethnic Tzotzil population, in the town of Zinacantán, (in the state of Chiapas), and takes place after the harvest. Two teams of square meters; two squares in the corn cane, divided vertically, are the ‘goals’ in which you score with the ball member of the community, called Mol, counts the points by shelling an typical product of the area – for each team; the team which gets half of their

2 3 SAB/SAT - DOM/SUN: 11.00; 16.00 Piazza Erbe Domus Mercatorum

pASh pASh Il nome del gioco deriva dal suono dell’impatto della palla con le mani.

The game’s name comes from the sound of the impact of the ball with

dispongono in un largo cerchio intorno al ‘distributore’, che lancia la palla (una pietra avvolta in foglie secche

people are arranged in a large circle around the ‘thrower’, who launches the ball (a stone tightly wrapped in dry leaves so that it remains compact) to one of them, and if they drop it they are eliminated; the game ends when only the thrower and one player are left. Passed down orally, it is played in San Cristóbal, San Juan Chamula, Zinacantán and San Fernando communities.

compatta) verso uno di loro, che se la lascia cadere viene eliminato; il gioco si conclude quando sono rimasti solo il distributore e un giocatore. Tramandato per via orale, si gioca nelle comunità di San Cristóbal, San Juan Chamula, Zinacantán e San Fernando.

12


2 SAB/SAT - DOM/SUN: 12.00; 17.00 Piazza delle Erbe

In questo gioco la palla di tela cerata naturale del peso di 4 kg, costruita artigianalmente con una tecnica antica, può essere colpita dai giocatori – due squadre di 5 uomini – solamente con l’anca (la cadera). L’incontro avviene su un campo (taste) di 50 m. di lunghezza per 4 di larghezza diviso in due dalla linea centrale (analco). Il conteggio dei punti è per somma e sottrazione; vince la squadra che per prima arriva a 8 punti. Il gioco viene praticato nelle zone di Escuinapa e Mazatlán, nello stato di Sinaloa, da uomini tra i 30 e 35 anni.

3 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza delle Erbe Domus Mercatorum

m. wide, divided in half by the center line (analco). The counting of points is by addition and subtraction; the team played in the areas of Escuinapa and Mazatlán, in the state of Sinaloa in northern Mexico.

uLAMA dE ANTEBRAzO Su un terreno compatto e senza pietre, lungo 120 – 140 metri e largo 12 metri, due squadre di 3 giocatori – uomini e a colpire con il braccio, coperto da una fascia di cotone, una palla di tela cerata naturale di circa mezzo chilo che deve superare la metà campo (analco) mirando ad aggiudicarsi i 9 punti della vittoria; curiosamente, nel conteggio si ‘salta’ il numero 2, passando dall’1 al 3. Gioco antichissimo, è tuttora praticato dalle popolazioni del centro-nord della Sinaloa.

2

In this game the natural oilcloth ball, weighing 4 kg and made by hand using an ancient technique, can be hit by the players only with the hip (the cadera). There are two teams of 5 men

stones, 120-140 meters long and 12 men and women, between 20 and 40 – compete to use their arm, covered by a band of cotton, to hit a ball of natural oilcloth weighing about a pound which must go past the middle 9 points needed for victory; Curiously, when counting points, they ‘jump’ ancient game, it is still played by the people of north-central Sinaloa.

zANCOS Camminare sui trampoli era per i Maya una necessità quando erano costretti ad attraversare zone molto umide, come ad esempio il sud dello Stato di Quintana Roo; ora è un esercizio di equilibrio e un gioco, che i bambini di questo territorio praticano già dai 5 anni. Nelle gare vince la squadra che arriva prima al traguardo, ma talvolta ai concorrenti viene richiesto di mostrare la propria abilità anche camminando all’indietro, a zig-zag o in cerchio, trasportando oggetti o raccogliendone da terra.

Walking on stilts was a necessity for the Mayans when they were forced to cross wet areas, such as the southern part of the state of Quintana Roo; now it is an exercise in balance and a game that children of this area are already playing by the time they are 5 years old. In the races, the team that

TRAdITIONAL MEXICAN GAMES

SAB/SAT - DOM/SUN: 10.30; 15.30; 18.00 Piazza delle Erbe

uLAMA dE CAdERA

GIOChI TRAdIzIONALI MESSICANI

2

sometimes competitors are required to show their skills by also walking backwards, zig-zagging or in a circle, carrying objects or picking them up from the ground.

13


5 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza Viviani

TEMALACAChTLE Questo tipico gioco da strada è originario della comunità di Milpa Alta, nel sud del Distretto Federale, dove i nonni spiegano ai nipoti che i numeri e i segni all’interno e all’esterno del tabellone tracciato sul terreno sono

This typical street game, seemingly simple, is originally from the community of Milpa Alta, in the south of the Federal District, where grandparents explain to their grandchildren how it is actually full of

primi numeri rappresentano il piano

three numbers represent the physical, mental and spiritual levels of human life, or like how the two overlapping triangles indicate the energy of Mother Earth turned towards the heavens, and how the two triangles on the sides symbolize duality, a fundamental principle in the Mexican culture.

dell’uomo, i due triangoli sovrapposti indicano l’energia della Madre Terra rivolta verso la volta celeste, i due triangoli ai lati simboleggiano la dualità, principio fondamentale nella cultura messicana.

5 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza Viviani

EhECAMALOTL Gioco per bambini e giovanissimi praticato nella regione di Milpa Alta; Si traccia per terra una linea di 4 m di lunghezza, con due ovali di circa 50 cm alle estremità; lungo la linea si disegnano poi 9 semiovali, 4 su un lato e 5 sull’altro, sfalsati per dare l’idea del turbine. Da una linea a 60 cm circa dal tablero il giocatore lancia nel primo spazio una piastrella, e una volta entrato nel tablero dovrà saltare agilmente su un piede solo da un percorso.

5 6 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza Viviani Cortile del Tribunale

space and once they have entered the tablero they must nimbly jump on one foot from one semi-oval to the other to complete the course.

TROMpO È un gioco praticato in tutto il Messico, sia da giovani che da adulti, e consiste nel far ruotare il più a lungo possibile una trottola (ricavata da un unico pezzo di legno) a un’estremità della

This is a game played throughout Mexico, by children and adults, and involves spinning a top as long as possible. The top is made from a single piece of wood and has a metal

che serve da base d’appoggio per farla girare o ‘ballare’. La trottola viene

a base to make it spin or ‘dance’. The top is launched with a string fastened around the upper part of the top, pulled down to the base and then wrapped up until there is only a bit long enough to grab and spin the top.

attorno alla parte superiore della

la trottola.

14

A game for children and young people played in the region of Milpa Alta; in Nahua it means ‘game of the whirlwind’. You trace a 4 meter-long line on the ground, with two 50 cm ovals at each end; along the line you then draw 9 semi-ovals, 4 on one side and 5 on the other, staggered to give an idea of the whirlwind. Standing behind a line 60 cm from the tablero,


SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza Viviani Cortile del Tribunale

KuAChANKAKA Gioco antichissimo, antenato del Trompo, è praticato da bambini, adolescenti e adulti di varie comunità della regione meridionale della Huasteca e anche altrove. Si svolge su un terreno piano e liscio di 25 mq sul quale la trottola possa girare

An ancient game and ancestor of the ‘whipping top’, it is played by children, adolescents and adults of various communities in the southern region of the Huasteca and elsewhere. It takes

artigianalmente in legno duro, viene

top, handcrafted from a hard wood, is wrapped with a whip composed of

naturali che termina con un manico di legno; la frusta serve sia a lanciare con forza la trottola verso il campo che a mantenerla in movimento il più a lungo possibile.

5 6 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza Viviani Cortile del Tribunale

12 SAB/SAT - DOM/SUN: 11.00; 15.00; 16.45 Via Viviani

25 sq. meters, on which the top can

at the end; the whip serves both to launch the top with force towards the playing surface and to keep it moving as long as possible.

BALERO Il Balero è un gioco precolombiano, praticato in molti Paesi dell’America latina; un gioco simile è descritto in un trattato Maya rinvenuto nello Yucatán. L’attrezzo per il gioco è costituito da un bastone (l’impulsor) con la parte superiore più grossa (eje o vara) dove deve incastrarsi il cilindro in legno (mazo), che ha un buco centrale nella parte inferiore. Il mazo, che è legato all’impulsor con una corda, viene lanciato in aria e deve essere ripreso al volo. Il gioco è anche noto come Bilboquet in Francia e Kendama in Giappone.

Balero is a pre-Columbian game that is practiced in many Latin American countries; a similar game is described in a Mayan treaty found in the Yucatán. The tool for the game consists of a stick (the impulsor) with the thickest part at the top (eje or vara) and you must get a wooden cylinder (mazo) with a central hole in the lower part to land on the stick. The mazo, which is tied with a string to the impulsor, is launched into the air and also known as Bilboquet in France and Kendama in Japan.

pELOTA MIXTECA dE huLE Praticato da emigrati di origine Mixteco abitanti a Città del Messico e dai Mixtechi delle valli centrali di Oaxaca, si gioca su un campo di terra battuta di 120 metri di lunghezza e 12 di larghezza. Divisi in due squadre di 4 elementi, i giocatori, solo maschi tra i 25 e i 40 anni, colpiscono una palla di circa 900 grammi con un grande ‘guanto’ del peso di 5-7 kg, realizzato artigianalmente su misura della mano del giocatore sovrapponendo vari strati

Played by emigrants of Mixtec decent in Mexico City and the Mixtecs of the central valleys of Oaxaca, it

TRAdITIONAL MEXICAN GAMES

6

GIOChI TRAdIzIONALI MESSICANI

5

in length and 12 meters in width. Divided into two teams of 4 players, (only males between 25 and 40), they hit a ball weighing about 900 grams with a large ‘glove’ weighing 5-7 kg, handcrafted and tailered to the size of the player’s hand by superimposing various layers of leather and then decorating it. The team that reaches

squadra che per prima arriva a 100 o 150 punti.

15


12 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00; 11.45; 15.45; 17.30 Via Viviani

uLAMA dE MAzO In questa variante dell’Ulama, praticata nella comunità Guamuchil nella regione Sinaloa da uomini e donne tra i 23 e i 60 anni, la palla è di tela cerata, pesa 500 grammi e viene colpita con un bastone di legno del peso di 6-7 kg simile nella forma a una mazza da hockey. Sul campo (il taste, 120 m di lunghezza per 12 m di di 4 giocatori; quando una squadra raggiunge gli 8 punti si cambia campo, e se la stessa squadra ne realizza altri 8, totalizzandone 16, vince la partita.

20 7 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Porta Borsari Loggia Vecchia

20 7 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Porta Borsari Loggia Vecchia

16

In this variation of the Ulama, played in the city of Guamuchil in the state of Sinaloa in northern Mexico by men and 60, there is an oilcloth ball which weighs ½ kg and is hit with a wooden stick weighing 6-7 kg, similar to the taste) is 120 m long and 12 m wide and there are two teams of 4 players; when one team reaches 8 points they change halves, and if the same team gets other 8 points bringing their total to 16, they win the game.

CARRETONES dE MAÍz È un gioco praticato senza distinzione di età e sesso principalmente nelle comunità urbane del sud di Città del Messico, come Milpa Alta e Xochimilco, perché richiede solo uno spazio libero dove possano muoversi spinti dal vento questi ‘giocattoli’, poveri nel materiale (la canna di mais) ma talvolta straordinari per ricchezza inventiva e abilità costruttiva. I carretones nascono spesso dalla collaborazione tra padre e

This is a game played without distinction of age or gender mainly in urban communities in the south of Mexico City, such as Milpa Alta and Xochimilco, as it requires only an open space where these ‘toys’ can be blown by the wind. They use simple materials (corn cane) but are sometimes extraordinary in their inventiveness and construction. The carretones often come from a group

e incentivarne la creazione.

one more reason to support and encourage creativity.

OLOTL Gioco preispanico, di origine ignota; i giocatori possono essere due o più, e vince chi riesce a tirare più in alto e più lontano una spiga di mais sgranata, decorata ad una estremità con piume di tacchino o gallina. Nato come competizione tra adulti di villaggi diversi, è oggi gioco per bambini, adolescenti e adulti, in maggioranza maschi, ed è praticato nello stato di San Luis Potosí, in diverse comunità della Huasteca come La Sagrada Familia, Tancuilín, Aldzulup, Picholco, Nexcuayo.

A pre-Hispanic game of unknown origin; there can be two or more players, and the player who manages to throw an ear of shelled corn, decorated with turkey or chicken feathers at one end, higher and farther wins. Originally a competition between a game for children, adolescents and adults, mostly males, and is played in in various communities of the Huasteca region such as La Sagrada Familia, Tancuilín, Aldzulup, Picholco and Nexcuayo.


Tra i giochi praticati dai Tarahumaras, la Arihueta è l’unico tutto al femminile: sono le donne stesse a costruirsi gli attrezzi – l’aro, il cerchietto che si lancia, vara –, e tutte, a partire dai 4 anni di età, partecipano alla carrera, la corsa (dai km per le adulte) che oppone le squadre di due paesi; il premio è costituito buoi, strumenti musicali, mais, cibo...)

34 8 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza Duomo

Among the games played by the Tarahumaras, the Arihueta is the only build the tools – the aro, a circle which you throw, and the vara, a stick with a curved end. Everyone, from 4 years of age, participates in the carrera, a race

two towns oppose each other. The prize consists of the wagers (textiles, clothing, horses, oxen, musical instruments, corn, food ...) placed by the public.

TRAdITIONAL MEXICAN GAMES

SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Via Massalongo

CARRERA dE ARIhuETA

pATOLLI questo antico gioco precolombiano nel codice azteco noto come Magliabechiano: davanti alla grande X del gioco i contendenti invocano il dio Macuilxochitl prima di lanciare i fagioli (patolli) e iniziare il percorso di 52 caselle che simboleggiano il ciclo temporale mesoamericano di 52 anni. Il gioco è praticato oggi dalle comunità Nahuas di Milpa Alta, nel Distretto Federale e in località dello Stato di Morelos, dello Stato del Messico e Veracruz da giocatori di ogni età e sesso.

ancient game in the pre-Columbian in front of a large X the players invoke the god Macuilxochitl before launching the beans (patolli) and beginning the journey through 52 boxes symbolizing the 52 year Mesoamerican time cycle. The game is practiced today by players of all ages and gender in the Nahua community of Milpa Alta (in the Federal District) and in communities in the States of Morelos, Mexico and Veracruz.

34 8 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza Duomo

GIOChI TRAdIzIONALI MESSICANI

30

pITARRA Il gioco è tradizionale della comunità Navajas, nel comune di El Marqués nello Stato di Querétaro, dove ha

This game is traditionally from the Navajas community, in the municipality of El Marqués in the State

Si gioca in due con 12 pedine ciascuno su un tabellone con 3 quadrati concentrici e linee verticali e diagonali che li collegano; ogni giocatore a turno colloca una pedina su un’intersezione, mirando a allineare tre pedine su una linea retta orizzontale, verticale o diagonale; chi riesce può eliminare una pedina a scelta dell’avversario. Perde chi rimane con meno di 3 pedine.

of the verb pitarrear. There are two players with 12 pieces each on a board vertical and diagonal lines connecting them; each player takes turns in placing one of his/her pieces on an intersection, aiming to line up three pieces in a straight line horizontally, vertically or diagonally; the player who succeeds can delete one of his/her opponent’s pieces. Once you have less

17


34 8 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Piazza Duomo

T’EMBINI I’uMu Il T’embini i’umu è un gioco molto de Zacapu dove si pratica dai 7 anni in avanti, senza distinzione di sesso. Uno contro uno, o in squadre di due, o un tabellone di 4 mq, con 10 buche o dischetti per lato e altre due nei due lati da cui si inizia il gioco; i bastoncini numerati, lunghi 20 cm e larghi 4, in legno molto resistente, vengono lanciati su una pietra e il punteggio che ne risulta, dovuto alla destrezza del lanciatore, determina l’avanzamento nel gioco.

34 26 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.15; 11.15; 12.15;15.45; 16.45; 17.45 Piazza Duomo Via Sottoriva

T’embini i’umu is a very popular game in the region of Ciénega de Zacapu where it is played from the age of 7, regardless of gender. One-on-one or area or a board of 4 square meters of dirt or concrete, with 10 holes per side and another 2 on the two sides from which you start the game; numbered sticks, 20 cm long and 4 cm wide and made of a very durable wood, are launched on a stone and the resulting score, due to the skill of the thrower, determines the progress in the game.

JuEGO dE COROzO Il gioco è praticato – da uomini e donne, dai 6 anni in avanti – nel sud del Messico, nella regione di Tabasco, dal gruppo etnico Chontal; prende il nome da una palma dalla quale si ricavano sia il materiale per la palla che le grandi foglie secche con le quali viene sostenuta e spinta nel corso del gioco. con l’obiettivo di far cadere la palla nella meta, costituita da un buco scavato nel terreno o da un cesto di vimini largo 50 cm e profondo 30 cm.

This game – for men and women, aged 6 and older – is practiced by the Chontal, an ethnic group in southern Mexico in the region of Tabasco. It takes its name from a palm tree which they use for both the material of the ball and the big dry leaves with which it is supported and passed on in the course of the game. Two teams of 5 players oppose each other with the goal of dropping the ball into the goal, which is a hole in the ground or a deep.

34 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.45; 11.45; 15.15; 16.15; 17.15; 18.15 Piazza Duomo

18

LE’EpÓOLCh’È Il gioco è praticato prevalentemente da maschi dai 10 anni in avanti, ed è tipico dell’area Chapab nello Yucatán. Si svolge su una strada lunga tra i 60 e i 100 metri, divisa in due campi. Il gioco ha inizio quando a metà campo il giudice lancia verso l’alto un ceppo di legno – di 30-40 cm di lunghezza – che deve essere preso al lazo in aria o a terra e trascinato oltre la linea di fondo del terreno dell’avversario. Vince chi, nei 10-15 minuti dell’incontro, riesce a far oltrepassare più volte la meta al ceppo.

This game is mainly practiced by males aged 10 and older, and is typical of the Chapab area in the Yucatán. It takes place on a long road between 60 and 100 meters which is divided into two parts. The game begins when the

air; it must be lassoed in the air or on the ground and then dragged over the opponent’s goal line. The winner is the person who manages to cross the goal more times in the 10-15 minutes that the game lasts.


SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Chiostro del Conservatorio

Una stella, un sole o una luna,

A star, a sun or a moon, an eagle, a

fantastiche nate dalla fantasia e dalle mani creative di chi vuol far rivivere l’antica tradizione preispanica del Tecoloamatl, il gufo di carta amate che nei giorni delle feste dei morti, sospinto dal vento del nord e del Mictlán, luogo di riposo e tranquillità, volava verso il paesino di Ohtenco. Le forme e i colori di questi enormi palloni volanti (dalle 30 alla 3000 pieghe di carta velina) rispecchiano l’ingegno e l’anima dei loro creatori.

from the imagination and creative hands of those who want to revive the ancient tradition of the pre-Hispanic Tecoloamatl. It is an owl made of amate paper which, during the days of the Festival of the Dead, was carried by the wind from Mictlán in the north, the underworld of Aztec mythology and a place of rest and tranquility, towards the village of Ohtenco. The

spirit of their creators.

45 45 Piazzetta Teatro Laboratorio

KIMBOMBA Fa parte delle tradizioni Maya questo gioco quasi esclusivamente maschile, a cui possono partecipare due o più ma in particolare nella penisola dello Yucatán, dove gli indigeni cominciano a praticarlo a partire dai 6 anni. Il gioco ha più varianti, ma gli attrezzi non cambiano: due bastoni di legno rotondi, uno di 40-60 cm di lunghezza e di 5-6 cm di diametro, con il quale si lancia e si colpisce il più corto (il bolillo o kimbomba) di 5-10 cm.

45 8 SAB/SAT: 16.30 DOM/SUN: 17.00 Piazzetta Teatro Laboratorio

This game, part of Mayan traditions, is primarily for men and involves two or more people. It is found across Mexico but particularly in the Yucatán Peninsula, where the natives begin to play from the age of 6. The game has several variations, but the equipment one 40-60 cm long and 5-6 cm in diameter, with which you launch and hit the shorter one (the bolillo or kimbomba) 5-10 cm.

pELOTA p’uRÉpEChA Nell’altipiano centrale del Messico il gruppo etnico dei P’urépecha pratica palla con l’utilizzo di una mazza; la particolarità della variante che si gioca tuttora in molte comunità dello stato di Michoacán, secondo regole tramandate oralmente, è che la palla viene cosparsa di una

In Mexico’s central plateau, the ethnic group of P’urépecha has been practicing ever since ancient times a ball game with the use of a bat; the particularity of the version played to this day in many communities of the state of Michoacán, with rules handed down orally, is that the ball

TRAdITIONAL MEXICAN GAMES

29

GLOBOS VOLAdORES dE pApEL

GIOChI TRAdIzIONALI MESSICANI

37

spettacolare, ci ricorda che anticamente il gioco divinità collegata al del sole.

19


GIOChI TRAdIzIONALI ITALIANI TRAdITIONAL ITALIAN GAMES

Quest’anno la palla ha un posto in primo piano, insieme ai giochi declinati esclusivamente al femminile e quelli che trasformano oggetti di uso comune in “preziosi” strumenti di gioco. This year the emphasis is on the ball, together with the games exclusively dedicated to women and those who transform everyday objects into “precious” game instruments.

2

Bracciale – Marche SAB/SAT - DOM/SUN: 11.30; 16.30 Piazza delle Erbe

pALLONE COL BRACCIALE BALL wITh ThE BRACELET Questo antico gioco tradizionale è praticato a Treia, nelle Marche, da giocatori d’ambo i sessi e di età diverse, e si caratterizza per il fatto che la palla va colpita esclusivamente con il bracciale indossato dai giocatori, che non deve mai toccare il terreno di gioco. Le due squadre – ognuna delle quali rappresenta uno dei quartieri della cittadina, di cui porta i colori – sono composte da tre giocatori e da un lanciatore (il ‘mandarino’) e si (‘trampolini’).

10 3 Federazione Italiana Giuoco Ciclotappo – Liguria SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Piazzetta Monte Domus Mercatorum

by the fact that the ball must be hit only by the bracelet worn by the players, which must never touch the ground. The two teams – each one represents one of the town’s districts and wears its colours – are composed of three players and a pitcher (called “mandarino”) and engage in matches divided in three parts (called “trampolini”).

CICLOTAppO Bastano dei tappi a corona per una competizione appassionante come una vera corsa ciclistica, anche se il percorso è fatto con i materiali più diversi e invece di pedalare si dà il ‘biscotto’, il colpo secco di un dito che schiocca contro un altro dito. Dalla nascita della Federazione Italiana Giuoco Ciclotappo, nel 1983, ogni anno si disputa il Campionato Italiano, che si struttura in varie tappe come il Giro d’Italia e che vede tra i contendenti uomini e donne, adulti e giovanissimi.

In occasione del Tocatì si svolgerà campionato italiano di Ciclotappo.

20

This ancient traditional game is played in Treia, in the Marche region, by players of both genders and of

All you need are some metal bottle caps for an exciting competition like a real bike race, even though the course and instead of pedaling you give the “biscotto” bump, by snapping your Giuoco Ciclotappo (Italian Federation of the Ciclotappo Game) was founded played every year, structured in several stages like the Giro d’Italia, and whose competing members are both men and women, both adult and the very young. The 10th edition of the Final Italian Ciclotappo league will be held during Tocatì.


13 Club Due Aquile Cornhole Udine – Friuli Venezia Giulia SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Piazza Indipendenza

13 24 Pro Loco di Pienza – Toscana SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Piazza Indipendenza Corte Melone

La Pantalera, o Pallapugno, vanta origini romane, e la sua regolamentazione formale risale al 1555. Il gioco oppone due squadre di 4 giocatori ognuna, che possono colpire la palla – 10,5 cm di diametro e 190 gr di peso – solo col pugno chiuso o con la mano aperta, al volo e al primo rimbalzo; la mano è fasciata da bende, cuoio, cordino e gomma, sia per protezione che per dare maggior forza al colpo, e la vittoria va alla squadra che si aggiudica 11 games da 4 punti.

Pantalera, or Pallapugno, boasts of Roman origins, and its formal rules date back to 1555. This game involves two oppposing teams of 4 players each, who can hit the ball – 10.5 cm (4.1 inches) in diameter and 190 g (0.4 lb) in weight – only with a closed or after one bounce; the hands is wrapped in bandages, leather, strings and rubber, both to protect it and to give stronger blows. Victory goes to the team that obtains 11 games of 4 points.

CORNhOLE Un gioco legato alla vita contadina, che si vuole risalga al XIV secolo. Consiste nel centrare una buca ricavata in una piattaforma di legno con sacchetti riempiti di mais (un tempo di grano) del peso di una libbra. La distanza di lancio varia in ragione dell’età dei giocatori dai 23 ai 6 metri. Il Club Due Aquile, fondato da friulani e albanesi, conta su un gruppo di base di 6 giocatori che organizzano le attività e promuovono il gioco nelle varie feste di paese e nella regione, e su numerosi appassionati.

It’s a game tied to rural life and is said to date back to the XIV century. It consists in centering a hole in a wooden platform, with little bags which weigh 1 lb. The distance from which the bags must be thrown varies, depending on the players’ ages, from (lit. Two Eagles Club), founded by Friulians and Albanians, can count on a base group of 6 players, who organise and promote games in various town’s and regional’ festivals, and on numerous enthusiasts.

pANfORTE Il gioco è antico quanto il prelibato secolo; negli anni Novanta è nato un torneo che coinvolge la Pro Loco pientina e varie associazioni e vede oggi la partecipazione di ben 32 squadre. Il tavolo su cui si lancia il panforte ha una lunghezza di 2,50 m, e i lanciatori (5 o 6 per squadra) devono porsi a una distanza di 2,50 m dal tavolo; sta alla loro abilità calibrare il lancio in modo che il panforte sporga il più possibile dall’estremità del tavolo opposta alla linea di tiro.

TRADiTioNAL iTALiAN GAMES

Associazione Sportiva Dilettantistica Pallone Elastico Pantalera – Piemonte SAB/SAT - DOM/SUN: 10.30; 12.15; 16.15; 18.00 Via Viviani

pANTALERA

Giochi TRADiZioNALi iTALiANi

12

The game is just as ancient as the delicious Sienese cake, documented ever since the XIII century. In the 90’s a tournament was started, which involves the Pro Loco Pientina and participate in the competition. The table on which the panforte is thrown is 2.50m (8.2 ft) long, and the players (5 or 6 per team) must keep a distance of 2.50m. It’s up to the players’ ability to throw the panforte in such a way as to make it stick out as much as possible from the table’s end opposite to the throw line.

21


13 A.S.D. Piastrella Valrossenna Polinago – Emilia Romagna SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Piazza Indipendenza

pIASTRELLE fLAT STONES Le regole sono analoghe a quelle del gioco delle bocce, ma a Piastrelle si lanciano dei dischi in ferro, versione moderna delle pietre piatte da sempre sfruttate per passare il tempo. La trentina di appassionati – donne, uomini, giovani di Polinago – che ogni nei mesi estivi (quando si svolge anche il campionato della FIGEST, alla quale l’associazione aderisce) e al coperto, nelle apposite piazzole del palazzetto dello sport, nel periodo invernale.

13 Polisportiva Rialtese – Liguria SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Piazza Indipendenza

26 Associazione Birilli di Farigliano – Piemonte SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Piazzetta Chiavica Via Sottoriva

22

exploited in pastimes. Over thirty enthusiasts – women, men and the youth of Polinago (near Modena) – compete every Sunday, playing outdoors in the summer months (when there is also the FIGEST tournament, which the local association supports) and indoors, in the sports hall in winter.

TRuCCO dA TERRA Non si conosce con certezza l’origine di questo gioco dalle molte e complesse regole, portato in Liguria dagli spagnoli nella seconda metà del ’500. I giocatori sono impegnati a far passare la boccia attraverso un cerchio in ferro (il truco) perdesse il ricordo ha spinto un piccolo ma agguerrito gruppo di cittadini di Rialto, nel Finalese ligure – diversi per genere e per età, ma accomunati dalla medesima passione – a riprenderne la pratica e a dar vita a diverse iniziative e tornei per farlo rivivere.

16

The rules are similar to those of bocce/bowls, but instead they throw iron discs, a modern version of the

We do not know with certainty the origin of this game which has many, often complex, rules. Brought to the Liguria region by the Spanish in the second half of the 6th century, it is played by players attempting to pass the ball through an iron hoop (the trucco) driven into the ground. The fear of losing a living memory of this group of citizens of Rialto, in the Finale Ligure area (ranging in gender and age, but sharing the same passion) to resume the practice of this game and give rise to various initiatives and tournaments to revive it.

BIJÉ Un gioco praticato dalle donne, nel quale le contendenti giocano a coppie e devono abbattere con una boccia di legno (la rubata), lanciata da una distanza di circa 8 metri e mezzo, 8 grandi birilli posti a cerchio intorno a un birillo ancora più grande detto “re” o “nove”. Vince la coppia che raggiunge per prima 24 punti. Attualmente le giocatrici dell’Associazione Birilli di Farigliano delle Langhe, sono più di 50 e hanno mediamente intorno ai 60 anni, ma non mancano sostenitrici più giovani.

A game played by women, in which the contenders play in pairs and must use a wooden ball (the “stolen”), launched from a distance of about 8 ½ meters, to knock down 8 large cones placed in a circle around an even bigger pin called “king” or “nine”. The Currently there are over 50 players in the Birilli di Farigliano Association in the Lange region and the average age is around 60 but there is no shortage of younger supporters.


A. R. C. S. D. Sanluri “I Bixiaus de Seddori” – Sardegna SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Lungadige Donatelli Via Sottoriva

28 29 Associazione Culturale Il Colle e Il Solleone – Abruzzo SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Chiostro del Conservatorio

tirollasticu) diventa spettacolo e fonte di accesa competizione nel corso dell’annuale torneo dei rioni che, grazie alle iniziative dell’associazione “I Bixiaus de Seddori”, che conta una cinquantina di aderenti, in prevalenza uomini intorno ai 50 anni, coinvolge l’intera comunità di Sanluri nella riscoperta, nella valorizzazione e nella pratica delle antiche tradizioni locali.

18 Comune di Monterosso al Mare – Liguria SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Via Massalongo Volto due Mori

men around the age of 50), involves the whole community of Sanluri (in Sardegna) in the rediscovery, development and practice of ancient local traditions.

STÙ Stù è attestato sin dal medioevo, e (Malcontento) in Europa e anche in Giappone. Possono giocare anche 20 persone, e una partita può far trascorrere allegramente le ore. È un gioco ad eliminazione, nel quale si cerca di scaricare al giocatore seguente una carta bassa, rischiando però di giro, di pagare pegno. Al torneo di Montorio al Vomano, dove il gioco ha regole particolari, partecipano attualmente circa 500 adulti tra uomini e donne e una sessantina di ragazzi.

30

The launch with the slingshot (tirollasticu) becomes a show and a source of intense competition during the annual tournament of the districts which, thanks to the initiatives of the association “The Bixiaus de Seddori”

Stù has been attested since medieval times, and was spread from Italy, throughout Europe and even Japan, can play and a game can cheerfully last hours. Gradually the players are eliminated from the game, where card to the next player, with the risk of getting a worse one and, at the end of the turn, having to pay a penalty. More or less 500 adults, both men and women, and around 60 kids attend the tournament in Montorio al Vomano, where the game has particular rules.

GIOCO dELLE NOCI ThE GAME Of wALNuTS Giocare tra donne, e portare a casa non solo il piacere della vittoria ma anche un premio concreto, una piccola integrazione alle magre risorse domestiche: forse da questo, dalla capacità tutta femminile di unire svago delle noci, praticato già dai Greci e dai Romani, a Monterosso al Mare. Dopo un periodo di declino il gioco è stato recuperato e oggi le ‘ragazze’ di ogni età della cittadina ligure si disputano le noci in amichevoli tornei.

TRADiTioNAL iTALiAN GAMES

26

TIROLLASTICu SLINGShOT

Giochi TRADiZioNALi iTALiANi

27

Played among women and you bring home not only the pleasure of victory but also a concrete reward, a small supplement to the meager this, the feminine ability to join leisure and utility, comes the spread of the Game of Walnuts, practiced since the Greeks and Romans, to the town of Monterosso al Mare. After a period of decline, the game is making a comeback and today ‘girls’ of all ages in this Ligurian town compete for walnuts in friendly tournaments.

23


32 32 Amici Del Truco De Vai – Lombardia SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Via Duomo Volto Fontane

TRuCO Il Truco – un incrocio tra il Poker e il Tresette – è assai popolare nei Paesi dell’America Latina, da dove è stato importato da emigrati italiani rientrati a 8 giocatori) si parla ad alta voce, si tenta ogni trucco, appunto, per distrarre l’avversario e aggiudicarsi i 30 punti minimi per la vittoria. Gli Amici del Truco de Vai di Vallio Terme sono circa 120 appassionati giocatori e giocatrici sopra la quarantina.

32 32 Amici Del Truco De Vai – Lombardia SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Via Duomo Volto Fontane

Circolo Sportivo Olimpia – Sicilia SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Lungadige Riva Battello

24

they can try any trick to distract their (minimum) necessary to win. The Amici del Truco de Vai (Friends of Truco de Vai) of Vallio Terme are about 120 enthusiastic players, both men and women, 40 years old and up.

pONT EN’VIT Il Pont en’vit è una variante dell’antichissimo gioco della morra, che consiste nell’indovinare la somma dei numeri che vengono mostrati con le due giocatori, o due contro due, o squadre di tre o quattro giocatori. come giochi d’azzardo, ma ora è in atto un recupero del gioco in quanto appartenente alla tradizione. Il Pont en’ vit è giocato nella zona di Vallio Terme da circa 30-35 persone oltre i 50 anni.

35

Truco – a game in between Poker and Tresette – is very popular in Latin America, from where it was imported by Italian emigrants when they returned to their homeland; during the game the players (up to 8

Pont en’vit is a variety of the extremely ancient game ‘Morra’, and it consists in guessing the sum of the numbers the It can be just two players, one against the other, or in equal teams of two, three or four players. as gambling games, but now there’s a recovery of the game in progress, since the game is traditional. About Pont en’vit in Vallio Terme.

LANCIO dEL MAIORChINO Un tempo si testava la stagionatura del formaggio maiorchino facendone rotolare una forma sulla strada; a Novara di Sicilia, nei monti Peloritani, questa pratica è diventata un gioco: una forma di una dozzina di chili nella corsa si libera dello spago in cui è stata avvolta, saltando e piroettando; vince chi, per abilità e un po’ di fortuna, arriva più lontano. Il gioco è ora apprezzato anche dalle donne, e le vede partecipare al tradizionale torneo organizzato dall’associazione, che conta un centinaio di aderenti.

Years ago, people tested the age of Maiorchino cheese by rolling a wheel of it in the street. In the town of Novara di Sicilia, near Peloritani mountains, this practice became a game. A wheel weighing roughly a 12 kg is set rolling and then released from the cord it was wrapped in, jumping and spinning; the winner is the person who, with ability and a bit of luck, gets the cheese to roll the farthest. The game is now appreciated also by women and they participate in the traditional tournament organized by the local association, which has over a hundred members.


È un gioco sia individuale che a che la pallina di gomma compatta di 5 cm di diametro sia colpita solo con gli avambracci (dalle mani ai gomiti) e le gambe (dai piedi alle ginocchia), altrimenti il punto va all’avversario. XVII secolo, il Tò Vegna è praticato attualmente da circa 40 persone che giocano in ritrovi occasionali e partecipano ai tornei organizzati durante l’anno dal C.R.A.L. Farrese.

40 Congrega Borghi Roveredani – Friuli Venezia Giulia SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30

To’Vegna is a ball game that can be played both individually and in teams (up to 5 players). The small ball of compact rubber of 5 cm (2 in) in diameter must be hit only with the forearms (from the hands to the elbows) and with the legs (from the feet to the knees), otherwise the point goes to the opposing team. Documented in Belluno ever since the XVIIth century, Tò Vegna is currently practised by more or less 40 people that play at occasional meetings and participate in the tournaments organised during the year by C.R.A.L. in Farrese.

pÌNdOI Il pìndol vagamente piramidali posate sulla sommità di un muro di cinta che cadono se qualcuno tenta di scavalcarlo: ne è nato un gioco, praticato oggi dai rappresentanti ad abbattere i pìndoi ‘nemici’ a colpi di sassi lanciati da 15 passi di distanza. Il più abile (o il più fortunato) è proclamato pìndol dell’anno, e si gode il

Pìndol is that line of vaguely pyramidal stones put on top of a wall, which fall if someone tries to practised today by representatives of the boroughs in Roveredo, who challenge one another to knock down the opponent’s pìndoi by throwing rocks from 15 feet away. The most skilful (or the luckiest) is declared pìndoi of the year, and enjoys the title until the last Sunday of August of the following year.

domenica di agosto dell’anno seguente.

47 26 Cesena Biliardino – Emilia Romagna SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30 Via Santo Stefano Via Sottoriva

CALCIOBALILLA fOOSBALL In due o in quattro? In attacco o in difesa? Quello che conta veramente in questo gioco amatissimo dai ‘ragazzi’ di ogni età – e infatti il Cesena BiliardinoEmilia Romagna conta ben 550 pronti e polso sicuro nel muovere gli ometti, per conquistare, in una partita tra amici come nei campionati, i dieci contesissimi punti della vittoria.

TRADiTioNAL iTALiAN GAMES

Cral Farrese – Veneto SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30 15.00 - 18.30

TO’VEGNA

Giochi TRADiZioNALi iTALiANi

39

defense? What really matters in this game loved by ‘kids’ of all ages - and in fact the Foosball Cesena Emilia – Romagna club has over 550 members, from 18 to 70 years old – are quick maneuvering the ‘little men’ to acquire the ten, often highly disputed, points for victory.

25


GIOChI uRBANI uRBAN GAMES

Nuove comunità ludiche hanno trasformato porzioni di città in impensabili terreni di gioco, dove riescono a realizzare le loro fantasie fatte di abilità e agilità. New gaming communities have transformed parts of the city in based on ability and agility.

5 6 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza Viviani Cortile del Tribunale

KENdAMA Proprio la complessità del Kendama lo rende praticabile a donne e uomini, adulti e giovanissimi: le manovre create dal gioco sono più di 1000, e ognuno può esprimere al meglio le proprie capacità. Nato in Giappone, Kendama gode anche in Italia di una crescente popolarità: a soli due anni dalla fondazione l’Associazione Kendama Team Italia – presente al festival con la squadra di Trevignano (Tv) – raggruppa già circa cento giocatori dai 10 ai 50 anni.

39 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30

26

It is the complexity of Kendama which makes it viable for women and men, more than 1,000 maneuvers created for the game and everyone can express the best of their own ability. Started in Japan and then having spread throughout the world, Kendama also in just two years since its foundation, the Italian Kendama Team Association – present at the festival with the team of Trevignano (Treviso) – already entails about a hundred players from ages 10 to 50.

STREET BOuLdER Arrampicarsi sui muri? Certo, o su colonne, archi, lampioni... purché si rispettino le regole: niente corda, un massimo di 4 metri di altezza e uno speciale materasso per rendere più morbido un atterraggio imprevisto. Lo Street boulder, che si svolge esclusivamente in città, è ora legale, e i cultori veronesi di questa pratica, costituiti in gruppo dall’anno scorso – per ora una decina di uomini e donne tra i 30 e i 40 anni – si accingono a far parte dell’Associazione Street Boulder Italia.

Climbing on the walls? Sure, or columns, arches, lampposts... as long maximum height of 4 meters and a special mattress to make an unexpected fall a little softer. Street Boulder, which takes place exclusively in the city, is now legal, and Veronese enthusiasts of this practice, having formed a group last year and currently numbering more than a dozen men and women preparing to be part of the Street Boulder Association of Italy.


39 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30

pARKOuR Sono ormai un centinaio – tra Bergamo, Arona e Padova – i giovani tra i 20 e i 30 anni appassionati di Parkour, la disciplina praticata in ambito urbano che insegna a muoversi

years old who are Parkour enthusiasts. This sport is practiced in an urban environment that teaches how to move on any surface and how to face its from the participants’ own athletic abilities, giving room to their own imagination and courage and, at the same time, acquiring knowledge of their limits and the instruments that allow them to overcome them.

40 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30

SLACKLINE Un gioco, uno sport, una forma di allenamento: lo slackline è un po’ tutto questo, e chi cammina su una fettuccia di poliestere larga pochi centimetri, tesa tra due punti di ancoraggio e collocata a un’altezza variabile dal le proprie paure, i propri limiti. Senza pretendere di imitare le Lepri di Misurina – 4 ventiquattrenni, tra cui una donna – si può provare, in tutta sicurezza, questo singolare esercizio di

slackline is a bit of all this and whoever walks on a strip of polyester a few inches wide, stretched between two anchor points and installed at varying heights above the ground,

GIOChI uRBANI

uRBAN GAMES

alle proprie doti atletiche, dando spazio alla propria immaginazione e al proprio coraggio e, insieme, acquisendo la consapevolezza dei propri limiti e degli strumenti che permettono di superarli.

By now there are about a hundred young people – from Bergamo, Arona

fears and their limitations. Without pretending to imitate the “Lepri di Misurina” – 4 twenty-year-olds, including a woman, from the town of Misurina (near Belluno) – you can try this unique exercise in mental and physical balance in complete safety.

27


GIOChI dA TAVOLO BOARd GAMES

Angoli più o meno nascosti di Verona ospitano giochi dove tattiche, strategie e capacità vengono utilizzate per stupire e sorprendere avversari e spettatori. Parts of Verona, more or less hidden, host games where tactics, strategies and ability are used to amaze and surprise opponents and viewers.

11 11 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Corte Sgarzarie

17 17 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Palazzo Bevilacqua

CARROM Viene dall’Oriente questo gioco di abilità e strategia che ricorda il

This game of ability and strategy reminiscent of billiards comes from

tavoli; vince chi imbuca usando le dita le proprie 9 pedine e la ‘regina’, e acquisisce punti supplementari. Il Carrom Club di Verona, aderente alla Federazione Italiana Carrom, conta oggi 57 iscritti: donne e uomini di età e etnie diverse (italiani, ma anche srilankesi e ghanesi) che si incontrano nel segno di una passione condivisa e del piacere della reciproca compagnia.

small tables; the player who, using

of various ages and cultures (Italians, but also Sri Lankans and Ghanaians), who meet for a common passion and the pleasure of each other’s company.

BACKGAMMON Il Backgammon ha antichi predecessori in tutta l’area del Mediterraneo, e in particolare nel gioco dei Duodecim scripta, popolarissimo tra i Romani. Il gioco consiste nel portare le proprie pedine all’interno della tavola e poi avanzare in base al punteggio ottenuto tirando i dadi fuori. È tra i giochi maggiormente praticati a livello mondiale, e la federazione internazionale (Worldwide Federation) conta più di 3.900 iscritti in Italia d’ambo i sessi, dai 15 anni in avanti.

28

and the “queen” wins the game and obtains extra points. The Carrom Club of Verona, which belongs to the Italian Carrom Federation, currently

Backgammon has ancient predecessors in games from the Near East, later spread in the Mediterranean area, particularly the Duodecim scripta which was very popular among the Romans. The game consists of bringing all one’s pawns on the board and then advancing them based on the score drawn with the dice the most played games worldwide, and the international federation (Worldwide Federation) counts more men and women, from 15 years old and up.


SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Chiostro del Conservatorio

24 24 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Corte Melone

43 26 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Via Sottoriva

L’antichissimo gioco della dama, attestato già nell’Egitto dei faraoni, più largamente praticato dagli inizi dell’Ottocento, ci viene presentato dal Circolo Damistico Unicredit di Verona, forte di 23 giocatori iscritti alla Federazione Italiana Dama che si sono distinti in campionati provinciali, regionali e nazionali, e di un bel gruppo di sostenitori di ogni età (dai 10 ai 75 anni) uniti dalla comune passione per la scacchiera.

The ancient game of draughts, or checkers, had already existed in ancient Egypt and was found throughout Italy by the Renaissance, but it was more commonly practiced starting from the early 19th century. This game is presented by Unicredit’s Draughts Association of Verona the Italian Federation of Draughts (who have distinguished themselves at provincial, regional and national championships) and by a wonderful group of supporters of every age (from 10 to 75) united by a common passion for the draught board.

GO

appassionando in particolare chi ha una

Lay siege to the enemy, invade its territory, take prisoners... War or game? Go is, in fact, a Kriegspiele, a war game from Asia, where it was created at least 4,000 years ago and it has spread throughout the world, exciting especially those who have a

verso la civiltà orientale. Gli iscritti all’Associazione Veneto Go sono 62 (48 uomini e 14 donne, dai 10 agli 85 anni), ma i cultori di questo gioco sono ben più numerosi.

in oriental civilizations. There are 62 members of the Veneto Go Association (48 men and 14 women, aged 10 to 85), but the lovers of this game are far more numerous.

Stringere d’assedio l’avversario, invaderne il territorio, fare prigionieri... Guerra o gioco? Il Go è appunto un Kriegspiele, un gioco di guerra, che dall’Asia, dove è nato almeno 4000

SCACChI ChESS Il fascino della scacchiera è in grado nella passione comune persone di ogni età, paese e condizione. Per questo il Circolo Scacchi “A. Battinelli” di Verona, un sodalizio che ha un secolo di vita e che conta oggi 40 soci, più di un terzo dei quali pratica agonismo, si adopera veronese la conoscenza di questo antichissimo gioco organizzando corsi nelle scuole, nelle circoscrizioni e nelle carceri.

BOARd GAMES

29

dAMA dRAuGhTS

GIOChI dA TAVOLO

19

The charm of the chess board is able to break all boundaries and incite a common passion in people of every age, country and condition. For this reason, the Chess Club “A. Battinelli” of Verona, an association that is a century old and which currently has 40 members, more than a third of whom practice competitively, is working actively to disseminate knowledge of this ancient game in the area of Verona by organizing courses in schools, districts and prisons.

29


LABORATORI dI GIOCO GAME wORKShOpS Rivolte soprattutto ai bambini anche quest’anno ci sono numerose occasioni per scoprire tutte le declinazioni del gioco, dal tradizionale allo sperimentale. This year as well there are several occasions dedicated particularly to children, to discover every aspect of games: from the traditional ones to the experimental ones.

9 17 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazzetta Santa Cecilia Palazzo Bevilacqua

pATOLLI E GIOChI dI CARTE pATOLLI ANd ThE CARd’S GAMES Riletti nella loro dimensione storica, i giochi sono in grado di raccontarci la storia delle diverse civiltà di appartenenza: la scomparsa del Patolli, gioco azteco, ci racconta la ferocia dei Conquistadores, l’uso delle carte da gioco nasce invece in Cina e raggiunge l’Europa durante il Rinascimento. Scoprire il passato dei giochi dà vita ad un divertente percorso di indagine sulla nostra storia che possiamo anche usare a scuola.

Thanks to a strong relation between games and their culture of origin, discovering the history of games we can read the history of our game after the arrive of Cortes and his conquistadores evidence in Mexico the cultural breaking with the pre-Columbian era, during the contemporary era a wind of change is the Turkish empire a new game is coming from China, the playing cards. the History of games, to improve our cultural view, for a scholastic use, or simple curiosity.

11 11 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Corte Sgarzarie

30

GIOCO dEI duOdECIM SCRIpTA GAME Of ThE duOdECIM SCRIpTA Il laboratorio presentato dall’Associazione Archeonaute, ripropone il gioco dei duodecim scripta o delle dodici linee – che nelle sue regole essenziali corrisponde al trictrac o backgammon – che i concorrenti (dai 10-12 anni in avanti) giocheranno su tavole che riproducono tabulae lusoriae rinvenute nel corso di scavi archeologici, e che testimoniano la popolarità di questo gioco nell’età romana.

This workshop presented by Archeonaute Association, showcases the game of duodecim scripta or The twelve lines – which in its essential rules corresponds to backgammon – in that competitors (from 10-12 years old onwards) play on tables that reproduce tabulae lusoriae found during archaeological excavations, and which testify to the popularity of this game in the Roman age.


SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza Nogara

21 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.30; 13.00; 14.30 Piazza Nogara

GIOCO dELLE BIGLIE GAME Of MARBLES ABEO propone i giochi usati dai bambini/ragazzi in regime di day hospital e di ricovero presso il reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’A.O. G. Rossi di Borgo Roma: 4-5 giochi da tavolo che coinvolgono più giocatori favorendo la socialità, hanno regole facili, si svolgono in circa 5 minuti; sono creativi perché ogni giocata è diversa dall’altra, non competitivi perché orientati al gioco di squadra, e curati dal punto di vista estetico e della qualità dei materiali.

SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza Nogara

there are 4-5 board games that involve several players thus promoting social relations; have simple rules and are played in 5 minutes more or less; they’re from the other; they are non competitive because they are oriented to team-play; and made of high-quality materials.

I MuSICANTI dI BREMA ThE MuSICIANS Of BREMEN Un asino, un cane, un gatto e un gallo, ormai vecchiotti, vogliono rifarsi una vita e si mettono in viaggio alla ricerca della felicità: la troveranno facendosi coraggio l’un l’altro e scoprendo le risorse della diversità. Dalla bella di animazione teatrale a cura degli operatori dell’ULSS 20 dedicato ai bambini, che saranno insieme spettatori e attori.

21

ABEO (Associazione Bambino Emopatico Oncologico, lit. “Association for Oncologically Hemopatic Children”) proposes games played by children and kids in day hospital care or admitted to the Pediatric Oncohematology ward of

A donkey, a dog, a cat and a rooster, now rather old, want to rebuild their lives and set out in search of each other to be courageous and discovering the assets of diversity. From the beautiful folktale by the Brothers Grimm, this theatrical dedicated to children who will be both spectators and actors.

LABORATORI dI GIOCO GAME wORKShOpS

21

I GIOChI dI KIM E SCALpO KIM’S GAME ANd ‘SCALp’ I giochi di Kim si ispirano al romanzo Kim di Kipling e servono a stimolare le percezioni sensoriali e l’attenzione a Gusto, Tatto, Olfatto e Vista. Lo Scalpo, invece, è uno dei più conosciuti giochi scout del mondo e ogni paese ha la propria versione. I due contendenti

all’avversario, utilizzando solo una mano ed evitando bruschi contatti scoutistico mondiale sono proposti dagli scouts del C.N.G.E.I, Veneto.

Kim’s Game is based on Kipling’s novel, “Kim”, and serves to stimulate sensory perception and attention to the Scalp, on the other hand, is one of the most popular scouting games in the world and every country has its own version. The two contenders carry a strip of cloth, the “scalp”, on their bottom, tucked into their belt. The aim of the game is to take the “scalp” from your opponent, using only one hand and avoiding abrupt physical contact. World Heritage of the scouting world, the games are presented by the scouts of C.N.G.E.I., Veneto.

31


21 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza Nogara

IL GIOCO dELL’OCA GAME Of ThE GOOSE Questo gioco semplicissimo, dove non è necessaria l’abilità ma solo la la partecipazione di tutti, giovani ed anziani, e questo da sempre ha successo. Grazie alla sua semplicità (un percorso con 63 caselle numerate ma si trovano giochi con anche 80, 90, 100 caselle) disposte a spirale permette una sua continua reinvenzione: inserendovi temi didattici, religiosi, storici, ecc. Il gioco è proposto dalla Direzione Servizi Sociali dell’ULSS 20.

21 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazza Nogara

21 SAB/SAT: 10.00 - 11.30; 15.00 - 16.30 DOM/SUN: 10.00 - 11.30 Palazzo BPV

32

boxes (but there are also games with various themes can be given such as education, religion, history, etc... The game is presented by the Directorate of Social Services of ULSS 20.

TuTÙ MuSSETA e ‘cante’ utilizzate in ambito famigliare nel territorio veronese come e di interazione con i bambini, il laboratorio proposto della Casa del Quartiere di Borgo Roma in collaborazione con La Bottega di Orfeo darà l’occasione per fare piccoli esercizi di ‘educazione alla vocalità’, invitando il pubblico a creare, con l’accompagnamento di semplici strumenti musicali artigianali, nuove

21

This simple game, where you do not need particular skills but just the luck of the dice, allows for the participation of everyone, young and old, and subsequently this has always guaranteed its spread and success. It is continuously reinvented thanks to its

Based on the patrimony of nursery rhymes and “songs” used in domestic circles of Verona – as a way of loving communication and interaction with Casa del Quartiere di Borgo Roma (lit. House of the Borgo Roma District), in collaboration with La Bottega di Orfeo (lit. Orfeo’s Workshop), will be an occasion to do small exercises of “vocal create, with the musical accompaniment of simple handmade instruments, new nursery rhymes and singing tunes.

EduCAzIONE E GIOCO EduCATION ANd GAME I Centri d’Esercitazione ai Metodi Piazza Cemea tre appuntamenti rivolti a insegnanti, genitori, educatori e pediatri: Giocare e costruire tavolieri (Luciano Franceschi, LudoCemea); Giocare per crescere (Antonio Di Pietro, LudoCemea, intervista Michele Gangemi, pediatra di Nati per leggere); Di gioco in gioco, idee e prospettive ludiche dell’educazione attiva (Gianfranco Staccioli, LUDEA Libera Università dell’Educazione Attiva).

The educational movement CEMEA (Centri Esercitazione Metodi dell’Educazione Attiva, lit. “Practise Centres for Active Education workshops for teachers, parents, Giocare e costruire tavolieri; Giocare per crescere; Di gioco in gioco, idee e prospettive ludiche dell’educazione attiva.


21 SAB/SAT - DOM/SUN: 12.00; 17.00 Palazzo BPV

pENSIERI IN GIOCO ThOuGhTS IN GAMES Chi, meglio dei bambini, sa stupirsi e porsi domande, senza dare nulla per scontato? È proprio dalla meraviglia, sosteneva Aristotele, che nasce la le bambine e i bambini saranno invitati a porre domande, a dialogare, a confrontare i propri pensieri. Una ludico di sperimentare il pensare insieme. Laboratorio a cura di Pier Paolo Casarin e Silvia Bevilacqua,

41

SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Cortile Scuole Segala

A GIOCARE SI COMINCIA dA pICCOLISSIMI pLAyING STARTS fROM A VERy yOuNG AGE Il Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia, propone uno spazio per bambini piccolissimi con i loro genitori , dove sperimentare piacevolmente l’esplorazione e il gioco, come incontro di dimensioni che attraversano le culture e donano la possibilità di immaginare e ricreare. L’incontro con il mondo e con chi si prende cura di loro è il primo gioco di un bambino, di guardare, toccare, scoprire, trasformare, attraverso la gioia di incontrare, oggetti e materiali semplici permettono esperienze originali.

46 3 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazzetta Carbonai Domus Mercatorum

Who, better than children, can be amazed and ask questions, without taking anything for granted? It’s from wonder, as Aristotle said, that philosophy begins. Starting from a pretext-text, children will be invited to ask questions, dialogue and compare their thoughts. A playful way to philosophize and to experiment with group thinking. Workshop by Pier Paolo Casarin and Silvia Bevilacqua, experts in philosophical practise.

The Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia (National Group Crèches infants can enjoy with their parents the pleasure of discovery and games with their parents, like an encounter with possibility to imagine and to create. encounter with the world and those who take care of them; for this reason we are of touching, looking, discovering and transforming through the joy of playing with simple but widely varied objects and materials, which provide them with new experiences and sensations.

CERBOTTANE pEAShOOTERS Il gioco viene proposto dall’Associazione Giochi Antichi come laboratorio e come gioco non agonistico sulle sponde dell’Adige su bersagli di carta trasportati dalla pirole, nome veneto delle frecce delle cerbottane, sono costruite con strisce di carta arrotolate a cono, che vengono è rapportata alla lunghezza e al diametro: più lunga è la canna e più piccolo è il suo diametro, più ampia è la gittata.

LABORATORI dI GIOCO GAME wORKShOpS

21

The game is proposed by Associazione Giochi Antichi as a workshop and non-competitive game on the banks of the river Adige, on paper targets transported by the river’s current. The pirole, the name in the Veneto region for the peashooters’ arrows, are made with strips of paper wrapped in the shape of a cone. They’re blown through a tube whose power is proportional to its length the smaller its diameter, the longer its range will be.

33


GIOCA CON pLAy wITh

pAOLO VERONESE 48

CONVEGNO a cura della Fondazione Benetton Studi e Ricerche SAB/SAT: 9.30-12.30; 15.00-17.30 Museo di Castelvecchio, sala Boggian

44

SAB/SAT: 16.30; 22.00 DOM/SUN Partenza/Start: Ponte Pietra – Lato Lungadige

GIOCARE NEL CINQuECENTO: IL SECOLO dEL VERONESE pLAyING IN ThE 1500s: VERONESE’S CENTuRy Studiosi provenienti da Austria, Canada, Germania, Stati Uniti, oltre che italiani, tratteranno il tema della ludicità nelle sue varie espressioni: danza, scienza e sport, giochi verbali e di carte, lotterie e scommesse, tiro a segno, passatempi giovanili.

Experts coming from all over the world will speak about the topic of the game and of its many expression verbal games, lotteries and gambles, shooting gallery and youth’s hobbies.

CACCIA AL pAOLO VERONESE pAOLO VERONESE huNT Saranno due le cacce al tesoro organizzate in collaborazione con il gruppo giovani dell’Associazione Amici dei Musei Civici, e metteranno alla prova l’acume investigativo dei cacciatori, grandi e piccoli, che risolvendo quiz e indovinelli veronesiani cercheranno di arrivare per primi alla meta.

In cooperation with the ‘Friends of Civic Museums Association’ two treasure hunts have been organized. Young and old players will have to use their acuity and perspicacity to be the

28 29 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00-12.30; 15.00-18.30 Chiostro del Conservatorio

39 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00-12.30; 15.00-18.30

34

STÚ O MALCONTENTO Sul sagrato della Chiesa di Santa Anastasia un tempo sorgeva la statua commemorativa del pittore; nel luogo si incontravano tanti suoi amici, come il Farinati, il Caroto e la famiglia dei Badile. Sulla stessa piazza la comunità abruzzese di Montorio al Vomano presenta la tradizione del gioco dello Stù o Malcontento.

In earlier times, in Saint Anastasia’s church yard, a commemorative statue of the painter had been erected. In that place, all his friends like ‘il Farinati’, ‘il Caroto’ and Badile’s family, were used to meet up. In the same square the abruzzian community of Montorio al Vomaro is presenting the tradition of Stù’s and Malcontento’s games.

TO’VEGNA Sul sagrato della chiesa di San Giorgio in Braida, che conserva uno dei capolavori dell’artista, il celeberrimo Martirio di San Giorgio, la comunità bellunese della Palla di Farra di Mel presenta il gioco sferistico del To’Vegna.

In Saint Giorgio in Braida’s Church yard, where ‘Saint George’s martyrdom’, one of the masterpieces of the painter, is preserved, the’Palla di Farra di Mel’’s community from Belluno presents the To’Vegna game.


26 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00-12.30; 15.00-18.30

9 17 SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00-12.30; 15.00-18.30 Palazzo Bevilacqua

SCACChI ChESS Nei giardini della Giarina, dove è ora collocata la statua di questo straordinario artista, un tempo situata in P.zza Santa Anastasia, il circolo scacchistico DLF di Verona propone il gioco per eccellenza nelle corti cinquecentesche, praticato a tutti i livelli sociali, simbolo di astuzia e scaltrezza.

SAB/SAT - DOM/SUN: 15.00; 16.30; Museo Civico di Storia Naturale

51

SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00-12.30; 15.00-18.30 Castelvecchio,

gardens, where the chess club DLF from Verona is presenting this very ancient game, a common passion for people of every age which needs slyness and smartness.

pATOLLI E GIOChI dI CARTE pATOLLI ANd ThE CARd’S GAMES In contrada Santa Cecilia, dove si trovava la bottega del pittore Antonio Badile presso il quale Paolo, appena dodicenne, iniziò il suo alunnato; proprio nella chiesetta di Santa Cecilia, ancora riconoscibile anche se trasformata in abitazione, Paolo sposò avendo come testimone alle nozze un altro grande pittore veronese, il suo coetaneo Paolo Farinati. L’Associazione culturale Colomna propone una panoramica sulla vita ludica cinquecentesca e sulla dimensione dei giochi nelle diverse civiltà.

42

Once the statue of this special artist was located in Santa Anastasia

In Santa Cecilia street, where in ancient times the atelier of the painter Antonio Basile was located, Paolo Veronese, at the age of 12, began his studies. Exactly in Santa Cecilia’s Church he married his teacher’s daughter Elena; his best man was another famous artist from Verona, Paolo Farinati. Here the cultural Association ‘Colomna’ gives an overwiev on the playful life of the XVI century and on the idea of game in the

pAOLO VERONESE E LE SCIENzE dEL SuO TEMpO pAOLO VERONESE ANd ThE SCIENCES Of hIS TIME Nella contrada di San Paolo in Campo Marzio – in cui sorge l’omonima chiesa che ospita la pala con la Madonna con il bambino in trono e i santi Antonio e Giovanni Battista – dove Paolo è nato e ha trascorso l’infanzia; il gruppo di Reinventore proporrà coinvolgenti laboratori per avvicinarsi alle scienze del Cinquecento.

In San Paolo in Campo Marzio street, the group of Reinventore will present fascinating workshops on the sciences of the XVI century. In the same street, where

GIOCA CON pAOLO VERONESE pLAy wITh pAOLO VERONESE

43

the ‘San Paolo in Campo Marzio’ church which is hosting the famous altarpiece ‘Madonna con il bambino in trono e i santi Antonio e Giovanni Battista’.

VIAGGIO fLuVIALE VERONESIANO RIVER TRANSpORTATION ThROuGh VERONESE’S MORE IMpORTANT pLACES Adige Rafting, che unirà all’emozione di una discesa lungo l’Adige il racconto dei luoghi cari al pittore. Ricordiamo che

A visit of the city from the river, thanks to a river-route organized by Adige Rafting, through which is possible to sail the river while enjoying the sight of the painter’s main important places. We would like to remember that during the XVI century was still possible to sail the river Adige.

35


12° Festival Internazionale dei Giochi in Strada

fESTIVAL fREE GRATuITO fESTIVAL Programma completo, info e accoglienza:

Complete program, info and hospitality:

www.tocati.it

www.tocati.it

riserva la facoltà di apportare

reserves the right to change the program after the print.

la stampa della presente pubblicazione.

io

r Fo

t

a eS

or Gi

n

39 39iorgio

g io Lu

d nga

i ge

G

Sa n

39

so

di S

Those who participate in the activities, competitions, and games (organized free of charge) in the context of this event, do so under their own responsibility. Children may participate under the responsibility of who has parental authority or is in charge of their care and wellbeing.

rg

s Fo

39

WC

Duomo

Scarica l’app del Tocatì

te P. Ga

Vistita il canale su YouTube

. Gio

40

Coloro che partecipano alle attività ed ai giochi organizzati (nelle modalità gratuite e nei tornei) nell’ambito di questa manifestazione, lo fanno sotto la propria personale responsabilità o, se minori, sotto la responsabilità di chi ne ha la patria potestà o è preposto alla loro cura e cautela.

P.zza 39 San Giorgio

Giardini Lombroso

r ib al di

L

un

R g.

iv

aB

a

t te

l lo

P.zza Duomo

35

Vi

F iu

om

me

i ac

Ad

.G

i ge

aS

al

i ot t t te i ge

Ma

P.tta Monte

Lu

ng

ad

10 Em

a Vi P.t e

de

l la

ARSENALE

Vi

t to

i le

r te ie C o rza r a 11 g S

i

11

r ia

C.

so

r Po

t

o aB

rs

i

ol gn pa am eC

e

ig

Vi

ad

ad

Sp

ng

a4

Lu

Vi

olo V ic o c o lo C ie v a n tul do Ca Pa io le r Va V ia

20 20

Porta Borsari

19 ia le r

ll Pe

l 24 Ga Corte Melone

ic

el l aP

ou

r

i

24 M ia

az

zin

i

aN or

av

ia

Vi is

P.te Castelvecchio

C

C .so

ic c

i cia

V

48

ar

a

Arsenale di Verona

50

a

di

IL fESTIVAL CONTINuA NELLE STAzIONI dI ROMA TIBuRTINA E VENEzIA S.LuCIA IL 14 SETTEMBRE E VERONA p. NuOVA IL 18 SETTEMBRE! SCARICA I GIOChI IN ANTEpRIMA Su www.TOCATI.IT

Porto

gn

ib

Pi

ar

l la

aG

oa

Vi

STAzIONI IN GIOCO

22

P.zza San Nicolò

23 48 41

Castelvecchio

Piazza Brà

a Vi

Pa

tu

zz

i

Arena

Accademia Belle Arti Stazione Porta Nuova


Terrag lio

Casa Colombare, Centro Documentazione Gioco Tradizionale Via Castello San Felice, 9

46 47

Giardini

38 Plinio Codognato 39

rg i

o

50

Al

za

ia

37 S.

Gi

or g

rlo

io

Pi

te P.

44 et

Teatro Romano

ra

Ostello Villa Francescati

Duomo

V ia

P.zza 34 Duomo

P P.te a

aS

.G

a

a sa

lon go

P.zza Isolo

Vi aS .M

a

ar

os

27

ia

ISOLO

in

Fiume Adige

aR

Or ga

Via Sottoriva

Vi

26

a

as

17 17

Vi

no

ta a P.t ecili Chiesa di 15 C ia S. Maria S. t a s 16 as di o in Chiavica n A d a ic a i . n g P.tta S 15 Chiav Chiavica o g io c o so L . C n aG Fr 8 . M. i 7 7 7 V ia S P.zza dei Signori P.tta Cortile Pescheria Tribunale

ar

28

Giarina

Lungadige Re Teodorico

aM

Palazzo Forti

9

28

P.zza S. Anastasia

Lungadige Donatelli

28

Vi

30 18 18 18 18

hi

29 29 29

Chiesa di S. Giorgetto

43 43

.C

a ti

50

aS

o

gn

m

Pi Vi

or aF

i

Porto

Chiostro del Conservatorio P.tta 29 29 Bra Molinari

32

Vi

ig n

uo

l la

aP

aD

oa

Vi

Vi

om

c it

i ac

el i .F

aS

32

33

ie t r

Volto Fontane

Vi

Vi

Chiesa di S. Giacomo alla Pigna

aA

.S

ca

pe l lo

25

l la V

S ic .

.S

25 eb

a

ia st

no

ato de

21 21 P.zza

Nogara

Vi

aP

zz

i

A.G.A. Associazione Giochi Antichi IN CASO DI PIOGGIA IN CASO DI PIOGGIA IN CASO DI PIOGGIA ECOPIAZZA PIAZZA MESSICO

at o

21

u at

SUONI E SAPORI

l’Ac

ap

te

25

INCONTRI e MOSTRE

de l

aC

aS

Biblioteca Civica

Lungadige Rubele

Vi

i

Vi

r ta

i

i

aM

in

ua Mo

an

t ic

Vi

z az

a

Lungad ige Sammicheli

iv i

m

12

zz

EVENTI

Inter r

Vi

aV

ru

or aP

to

Vi

ca

Vi

er M

4

i aN

P.te Nuovo

a

WC

GIOCHI

ll’Acq

13

5

P.tta Navona

LEGENdA

Mo rt

i

5

P.zza Indipendenza

qu a

e

P.zza C. Mercato Viviani Vecchio

14

e

rb

i

1

eE

ia

3

us m

ic c

el l

Do

Vi

el l aP

6 6

1

er

ad

2 3

l ig

z P.z

2

er r

n

G io

Ca

I nt

Lu

ig g ad

an eS

S.

45 45 45

Via S.Stefano

Por to

a Vi

Via M. del

P.tta Carbonai

49

PROGETTI COLLATERALI TRASPORTO FLUVIALE

21

i

INFO POINT FONTANELLE PUBBLICHE

P.te Na v

i Lungad ig e P.ta Vitt

Accademia Belle Arti

or ia

CITTADELLA e ARENA

Via San Paolo

Chiesa di San Paolo

WC

WC SAPERI ARTIGIANALI GIOCA CON PAOLO VERONESE STAZIONI VERONA BIKE

PASSALACQUA

42

PARCHEGGIO

37


Offerta esclusiva riservata a nuovi clienti. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali fanno riferimento i fogli informativi disponibili sul sito www.youbanking.it Per l’apertura Deposito titoli è necessario aprire un ContoCorrente Youbanking e rivolgersi alla filiale selezionata in fase di apertura online. Offerta valida fino al 31/12/2014. L’azzeramento dei bolli sul Conto Corrente e sul Deposito Titoli è valido fino al 30/06/2015.

Il primo internet banking con dentro la tua filiale. Scoprilo su www.youbanking.it


EVENTI EVENTS comunità italiane e internazionali. Musiche, danze e momenti unici per scoprire la bellezza e l’unicità dei giochi tradizionali più straordinari. Dall’immaginarsi sospesi sopra l’Adige camminando sulla fune dello Highline alla tradizione messicana esclusivamente femminile della Carrera de arihueta, non mancheranno le occasioni per emozionare e stupire. Torna poi l’appuntamento con ToCasa, un modo diverso per scoprire ed imparare le tradizioni dei e dai cittadini di Verona.

Events with spectacular games and challenges between italian and international communities. Music, dances, and unique moments will make us discover the beauty and uniqueness of the more extraordinary traditional games. The emotional and amazing moment won’t be missing, from walking in balance on the Highline’s rope hover the river Adige to the mexican tradition of the Carrera de arihueta. This year, once again, the date with ToCasa, a Verona’s people.

39


EVENTI EVENTS

28 29

VEN/FRI: 18.00 Da Piazza delle Erbe a

Auditorium Montemezzi

7 VEN/FRI: 21.00 Piazza dei Signori

40

INAuGuRAzIONE OpENING Paese Ospite parte da Piazza delle Erbe per raggiungere Piazza Sant’Anastasia, del Festival. Per l’occasione le autorità cittadine saranno presenti assieme agli organizzatori per dare inizio alla Dodicesima Edizione di Tocatì. Nella vicina ex chiesa di San Giorgetto viene successivamente inuagurata la

A parade of the Guest Country’s music and dances will start from Piazza delle Erbe and will arrive at Piazza Sant’Anastasia, where the Festival’s For the occasion, the city’s authorities will be present with the promoters to initiate the Twelfth Edition of Tocatì. Following this, the photographic exhibit on Mexico will be inaugurated at the nearby former church of San Giorgetto.

NOTTE MESSICANA MEXICAN NIGhT In Piazza Messico, sul palcoscenico si susseguono gli artisti messicani: i ritmi trascinanti dei Soneros del Tesechoacán di Veracruz, il classico repertorio dei Mariachi con il gruppo La Plaza, le melodie folk con danze di Son Del Corazón di Sinaloa e tante

At the Mexican Square, Mexican artists follow one another on the

intepretate da Huehuecoyotl. La compagnia Cabaret Capricho propone un breve spettacolo sui luoghi comuni legati al Messico.

performed by Huehuecoyotl.

enthralling rhythms from Veracruz, the classic Mariachi repertoires with La Plaza, Son Del Corazón’s folk tunes and dances from Sinaloa, and many


29 VEN/FRI: 21.00; SAB/SAT: 21.00; DOM/SUN: 17.30 Chiostro del Conservatorio Auditorium Montemezzi

20

VEN/FRI: 21.30 Porta Borsari

45 8 VEN/FRI: 21.00; SAB/SAT: 22.00; Piazzetta Teatro Laboratorio

SpETTACOLO TEATRALE: LA GuERRA dEI BOTTONI ThEATER pLAy: wAR Of ThE BuTTONS È il primo spettacolo prodotto insieme da Bam!Bam! Teatro e Tocatì - Festival Internazionale dei giochi in strada, e porta in scena, per la regia di Lorenzo Bassotto, il testo di Louis Pergaud sul ‘gioco della guerra’ pubblicato nel 1912 e che sembra quasi presagire gli avvenimenti che di lì a poco sconvolgeranno l’Europa. Ma è ancora una storia gioiosa, un gioco puro che sembra voler esorcizzare la paura, che è insieme quella di diventare adulti e della guerra vera.

together by Bam! Bam! Theatre and Tocatì - International Festival of Street Games. Directed by Lorenzo Bassotto, they will bring the text of Louis Pergaud ‘War of the Buttons’ to the stage. Published in 1912, it seems an omen to the events which soon after disrupted Europe. But it is still a joyful story, a pure game that seems to purge both the fear of becoming an adult and that of real war.

fESTA A BALLO dANCE pARTy Il ballo popolare è sinonimo di festa, condivisione, voglia di stare assieme. Il ballo è anche un gioco dove si superano

Folk dancing is synonymous with party festivals, sharing, the desire to be together. Dancing is also a game

tradizioni, si sperimentano passi e stili diversi. A muovere il tutto l’esperienza e la passione del Gruppo danze popolari Tamzarà, nato a Verona ma cittadino del mondo della danza, con il suo repertorio di gighe, manfrine, mazurke, quadriglie e valzer.

we immerse ourselves in tradition, we styles. All this is made possible by the experience and passion of Tamzarà, the folk dances group, born in Verona but citizen of the dancing world, with its repertoire of jigs, manfrinas, mazurkas, square dances and waltzes.

EVENTI EVENTS

29

pELOTA p’uRÉpEChA Nell’altipiano centrale del Messico il gruppo etnico dei P’urépecha pratica palla con l’utilizzo di una mazza; la particolarità della variante che si gioca tuttora in molte comunità dello stato di Michoacán, secondo regole tramandate oralmente, è che la palla viene cosparsa di una

spettacolare, ci ricorda che anticamente il gioco

In Mexico’s central plateau, the ethnic group of P’urépecha has been practicing ever since ancient times a ball game with the use of a bat ever since ancient times; the particularity of the version played to this day in many communities of the state of Michoacán, with rules handed down orally, is that

Curicaveri, the divinity associated with

divinità collegata al del sole.

41


45

SAB/SAT: 9.00-19.00 FINALE DOM/ FINAL SUN: 15.00 Piazzetta Teatro Laboratorio

44 SAB/SAT: 16.30; 22.00 (iscrizione obbligatoria/registration is obligatory); DOM/SUN: 10.30 Ponte Pietra

25

SAB/SAT: 17.00 Biblioteca Civica, Spazio Nervi

42

LIppA TORNEO INTERNAzIONALE XI EdIzIONE LIppA INTERNATIONAL TOuRNAMENT XI EdITION La Lippa è uno dei giochi più comuni e popolari della tradizione mediterranea, chiamata in ogni regione in modo diverso pur mantenendo quasi ovunque le stesse regole. All’undicesimo Torneo Internazionale di Lippa partecipano Croazia, Italia, Messico, Slovenia e Spagna.

Lippa is one of the most common and popular games of Mediterranean every region though maintaining almost everywhere the same rules almost everywhere. The competitors in the eleventh International Tournament are Croatia, Italy, Mexico, Slovenia and Spain.

A CACCIA dI pAOLO VERONESE pAOLO VERONESE huNT Cacciatori agguerriti si daranno battaglia per vincere l’agognato premio, i biglietti della Mostra di trionfare la squadra che meglio avrà saputo districarsi fra gli indovinelli seguendo le tracce lasciate da Paolo: curiosità, ingegno e velocità sono le qualità necessarie per arrivare primi al traguardo, dopo un viaggio nel cuore della città che di notte cambia volto e sa nascondere innumerevoli misteri. Iscrizioni obbligatorie, caccia a squadre di max. 10 persone.

Hardened treasure seekers will battle the exhibition dedicated to Paolo Veronese! The champions of the challenge will be those who better disentangle the riddles, on the track of Paolo. You are going to need curiosity, quick wits and speed in order to arrive quest into the heart of a city which changes its appearance at night and knows how to conceal innumerable mysteries. Registration is obligatory,

ENzO LORENzO: CONCERTO dI fILASTROCChE ENzO LORENzO: A CONCERT Of NuRSERy RhyMES Per i bambini anche la parola è gioco, ma se si sanno ascoltare – e Giuseppe Caliceti è un maestro a cui piace ascoltare i suoi bambini e a cui piace giocare con loro – si scopre che le loro rime bizzarre, le loro stravaganti cantilene sono una lingua nuova, una lingua viva mutevole e imprevedibile. Da questa esperienza vissuta e goduta ogni giorno Caliceti ha tratto ispirazione per Enzo Lorenzo, 101 , un gioco su carta per ridere e inventare, grandi e piccini insieme.

For children words are also games, but if you know how to listen – and Giuseppe Caliceti is a teacher who not only likes to play with his children but also to listen to them – it turns out that their bizarre rhymes and extravagant singsongs are a new language; a changeable and unpredictable living language. From this experience, lived and enjoyed every day, Caliceti was inspired to write “Enzo Lorenzo, a playful book for young and old together to laugh and invent.


SAB/SAT: 18.00

18

SAB/SAT: 18.30; DOM/SUN: 17.30 Palazzo Forti

IN EQuILIBRIO SuL fIuME IN BALANCE ON ThE RIVER Si cammina sospesi nel vuoto, si resiste in equilibro e a piccoli passi si avanza. Normalmente, la disciplina si pratica tra le aguzze cime del bel Paese, che ben si prestano alle peripezie degli impavidi appassionati del volto estremo dell’highline (variante estrema dello slacklining). L’attraversamento, anche se compiuto in tutta sicurezza, provoca qualche brivido allo spettatore che osserva. In queste evento straordinario, equilibrio e bilanciamento insieme a coraggio e libertà, caratterizzano

fOuR 6 (Barragan version) I number pieces sono un corpus di composizioni scritte da John Cage tra il 1987 e il 1992. Ogni pezzo è titolato in base al numero dei musicisti coinvolti. Four 6 indica il sesto pezzo scritto per quattro musicisti e adotta la tecnica del time bracket: la partitura consiste nell’organizzazione di numerosi materiali e frammenti sonori (note, rumori, registrazioni) e indicazioni, in minuti e secondi, relativi al loro inizio e sonori saranno ispirati al mondo e alle tradizioni messicane.

48 SAB/SAT: 21.00 Partenza da Castelvecchio

You walk in balance on the river Adige moving forward with very little steps. Normally this kind of discipline is practiced on the top of Bel paese’s mountains, where people passionate about Highline can give free expression to their creativity. The river’s crossing donates to the visitor many minutes of excitement; bravery and balance are necessary for this discipline.

Number pieces are a corpus of compositions written by John Cage between 1987 and 1992. Every piece’s title is based on the number of musicians involved. Four 6 indicates the sixth piece written for four musicians and uses consists of the organisation of many sound materials and fragments (notes, noises, recordings) and indications, in minutes and seconds, concerning their beginning and end. In this case, the sound materials will be based on the Mexican world and traditions.

EVENTI EVENTS

39

CARRERA dE ARIhuETA Tra i giochi praticati dai Tarahumaras dello stato di Chihuahua, la carrera de arihueta è l’unico tutto al femminile. Sono le donne stesse a costruirsi gli attrezzi e tutte, a partire dai 4 anni di età, partecipano alla carrera, la competizione che oppone le squadre di due paesi su un percorso che va dai 4 agli 8 km e che può arrivare a 30-35 km per le donne adulte. In occasione del Tocatì le donne Tarahumaras correranno su un percorso tutto urbano, partendo da Castelvecchio, percorrendo via Roma, piazza Bra, via Mazzini e giungendo in piazza Erbe.

Among the games played by the Tarahumaras people from the State of Chihuahua, the Carrera de Arihueta is the only one exclusively for women. They build their equipment themselves, and all of them, starting from when they’re 4 years old, participate in the carrera, the competition that opposes the teams of two towns. The course varies depending on the participants’ girls up to 12 years old, while the occasion of this edition of Tocatì the Tarahumaras women will run on an from Castelvecchio, through Via Roma, piazza Bra, via Mazzini and arriving at Piazza Erbe.

43


1

SAB/SAT: 20.00 Auditorium del Forum, Cortile Mercato Vecchio

22 SAB/SAT: 22.30 Via Noris

REAdING: TuTTE LE BICI ChE NON hO pIÙ La gloriosa bottega Nicoletti, che dal 1909 sfornava biciclette, ha chiuso, ma nei racconti di Alfredo Nicoletti – erede ultimo della tradizione di famiglia – editi da Scripta, rivivono personaggi e vicende di una lunghissima attività, che a volte si è legata con il gioco. Ma Alfredo è anche eccellente musicista, e la presentazione alternerà letture di brani dal libro e popolari canzoni sui temi della bicicletta e del ciclismo.

STREET BOuLdER CONTEST Lo Streetboulder contest si svolge anche quest’anno sulla storica facciata del cosiddetto ‘palazzo dei diamanti’ in via Noris, concesso eccezionalmente in occasione del Festival. Gli atleti scaleranno muri e supereranno archi materasso a terra per attutire eventuali cadute. Propone l’evento il gruppo Street Boulder (vedi sezione Giochi Urbani).

39

DOM/SUN: 17.30

44

which started making bicycles in 1909, has closed. However, in the stories of Alfredo Nicoletti – last heir of the family tradition – characters and events of a long history, at times related to games, are brought to life (edited by Scripta). In addition, Alfredo is an excellent musician and the presentation will alternate between readings of passages from the book and popular songs about bicycles and cycling.

The Streetboulder contest will occur again this year on the historical facade of the so-called “palazzo dei diamanti” in via Noris, permitted exceptionally in occasion of the Festival. The athletes will climb walls and overtake archways and windows with no ropes, but with a mattress on the ground to cushion any possible fall. The event is proposed by the Street Boulder group (see Urban Games section).

CONCERTO dI CAMpANE VERONESI CONCERT Of VERONA’S BELLS L’Associazione suonatori di campane a sistema veronese raggruppa oltre 2600 appassionati delle province di Verona, Vicenza, Padova e Brescia impegnati a conservare la tradizione del suono manuale delle campane. I suonatori di campane veronesi ci propongono la musica delle 6 campane settecentesche di San Giorgio in Braida e una mostra di 6 campane ancora suonabili, e saluteranno i partecipanti al Tocatì facendo rintoccare la storica campana del Rengo. Inoltre, le note dei suonatori inglesi, ipnotiche e estranianti, presenteranno un repertorio di brani melodici, eseguendo tre suonate al mattino e tre al pomeriggio.

The Association of bell performers in Verona consist of over 2,600 enthusiasts from Verona, Vicenza, Padova and Brescia who actively preserve the tradition of manually playing the bells. Verona’s bell players will propose music of the 6 bells of San Giorgio in Braida that date back to the 1700s, and an exhibition of 6 bells that are still playable. They will also greet Tocatì’s attendees by tolling the historical bell of Rengo. Furthermore, the English players’ notes, hypnotic and estranging, will present a repertoire of melodic pieces, by performing three in the morning and three in the afternoon.


TOfESTIVAL

Il Tocatì è un’occasione unica per scoprire Verona nei suoi aspetti più nascosti e particolari. Tocatì is a special opportunity to discover the hidden and unique aspects of Verona.

TOCASA Il viaggio domestico nelle case dei veronesi che aprono le loro porte agli ospiti del Tocatì torna anche quest’anno, con lo stesso spirito e gli stessi obiettivi: riuscire a vedere Verona durante il Festival in modo diverso, non solo in strada ma dentro le abitazioni private. I padroni di casa, con amici e famigliari, incontrano i visitatori riuniti in piccoli gruppi e li invitano a partecipare alla loro vita. Un modo diverso per conoscere e conoscersi.

The domestic journey into the houses of Verona’s citizens, who once again open their doors to Tocatì’s guests, with

way during the Festival, not only in the streets but inside the private houses as well. The owners of the homes, with family and friends, will meet the guests gathered in small groups and invite them to participate in their life. to know each other.

TOBOTTEGA SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30

39

SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Partenza da/Start from

Alcune botteghe artigiane, dislocate in diversi punti del percorso cittadino, apriranno le loro porte a coloro che vorranno scoprire i segreti dell’operosità artigiana veronese. Visita la Vetreria Artistica veronese, in via Macello 33 e l’Atelier Mancon in Via Sole 1.

Some artisan workshops, positioned open their doors to those who wish to discover the artisan industry in Verona. Visit Vetreria Artistica

EVENTI EVENTS

SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30

Mancon in Via Sole 1.

TOCAMpANILE Questo itinerario porta alla scoperta dei campanili e delle loro campane eccezionalmente accessibili a tutti. L’A.S.C.S.V. (www.campanesistemaveronese.it) ad oggi conta 85 squadre in Verona, Vicenza, Brescia, Padova, Mantova, con 2600 suonatori. Dal 1983 si impegna a conservare e tramandare la tradizione del suono manuale delle campane: corde, braccia, mani, cuore per svolgere un’arte di origine antichissime, che rientra nell’arte sacra.

This itinerary leads to the discovery of bell towers and their bells, accessible to everyone on this occasion only, in churches and buildings of Verona’s historical centre. A.S.C.S.V. (www.campanesistemaveronese.it) currently consists of 85 groups in Verona, Vicenza, Brescia, Padua and they have worked towards conserving and passing down the tradition of arms, hands and heart to carry out an art of ancient origin which falls within the area of sacred art.

45


FIERACAVALLI.IT

Affinità naturali

116a EDIZIONE V E R O N A 06 - 09 N O V E M B R E 2 0 1 4

ORGANIZZATO DA

CON IL SUPPORTO DI

CON IL PATROCINIO DI


ESpOSIzIONI CONfERENzE NARRAzIONI EXhIBITIONS CONfERENCES NARRATIVES Alla discussione su temi ludici – e non solo – contribuiscono, come in passato, numerosi personaggi del mondo della cultura con conferenze e incontri con il pubblico che iniziano già qualche giorno prima del Festival. Occasioni per scoprire e comprendere come memorie, emozioni, studi e progetti possono rivelarsi attraverso parole, disegni e musiche. Ne esce un racconto collettivo su più piani che, nel suo insieme, quotidiana, sul passato e sul presente, sulle nostre realtà quotidiane e quelle lontane da noi. Ci sarà anche modo di scoprire come il gioco è stato trasformato in strumento didattico e di riscatto, ma come può diventare anche un problema sociale di cui tutti si dovrebbero far carico.

To the discussion about games – but not only – will contribute, as in the past, several personalities from the cultural world, with conventions and meetings with the public that will begin a few days before the Festival. They’re occasions to discover and understand how memories, emotions, studies and projects can reveal themselves through words, drawings and music. The result is a multi-layered story that in its whole creates one consideration about games and everyday life, about the past and the present, and our everyday realities and those far away from us. have been turned into educational instruments, and how they can also become a social problem everyone should take care of.

47


ESpOSIzIONI EXhIBITIONS 28

VEN/FRI: 18.00 Inaugurazione SAB/SAT: 10.00 - 22.00 DOM/SUN: 10.00 - 19.30

18

THU: 11.00 Opening VEN/FRI: 10.00 - 21.00; SAB/SAT: 10.00 - 21.00; DOM/SUN: 10.00 - 19.00; Palazzo Forti

Messico: Tradizione Ludica esposizione fotografica a cura di fMJdAT Mexico: Gaming Traditions photography exhibit by fMJdAT Le immagini colgono momenti di eventi organizzati dalla Federación Mexicana de Juegos y Deportes Autóctonos y Tradicionales: il campionato nazionale di Pelota P’urépecha, l’incontro di giochi e sport dei Tarahumara, gli incontri regionali di giochi della Huasteca Potosina e di Ulama, gli incontri di giochi autoctoni e tradizionali (nazionale e del Distretto Federale), la mostra dei giochi tradizionali, di astuzia mentale e sport dei 23 Stati della Repubblica Messicana

championship of Pelota P’urépecha, the sports and games event of Tarahumara, the event of native and traditional games (national and of the Federal District) and the show of traditional games, of cunning and

I SOGNI dEL SERpENTE pIuMATO ThE dREAMS Of ThE fEAThEREd SERpENT I Sogni del Serpente Piumato è stata creata nel 2013 per Le immagini della fantasia, la mostra internazionale d’illustrazione di Sàrmede (Tv). Ispirata al ricco patrimonio culturale del popolo messicano, la mostra si articola in tre sezioni: nella prima leggende del Messico, pubblicate nel libro edito da Franco Cosimo Panini; nella seconda 4 progetti editoriali raccontano il Messico attraverso illustratori messicani si confrontano con i simboli e gli archetipi della loro cultura ed altri artisti del panorama internazionale. Una mostra piena di fascino che oltre a valorizzare un prezioso linguaggio artistico, avvicina il visitatore, attraverso la fantasia, al ricco patrimonio che caratterizza l’identità di ogni popolo.

48

These images catch moments from the events organized by Federación Mexicana de Juegos y Deportes Autóctonos y Tradicionales (“Mexican Federation of Local and Traditional

The Dreams of the Feathered Serpent fantasy, the international exhibition of illustration in Sàrmede (near Treviso in Northeastern Italy). The exhibition the Mexican culture, and is divided in

fairy tales and legends, published in the book edited by Franco Cosimo Panini; in the second part 4 editorial projects are narrating Mexico through many important contents; in the third part 12 mexican illustrators are enthusiastically competing with many others artists using the symbols of their own culture. A fascinating exhibition which is not only giving value to the precious artistic language, but that tries also to put in contact the visitor with the rich cultural heritage of every single country.


Con il contributo di / With the support Squassabia e Banca Romagna

È un’installazione itinerante che non è luogo. Esposta per la prima volta nel 2004 al Wolfsburg Horticultural Show e successivamente in vari luoghi in tutto il mondo, tra cui il Canadian Centre for Architecture a Montreal, il Design Shanghai Exhibition e la Biennale di Architettura di Venezia, è un progetto di paesaggio visivo, artistico ed interattivo: oggetti disposti in uno spazio qualsiasi che trasformano il paesaggio con la loro tenera pelle rosa.

2004 at the Wolfsburg Horticultural Show and then in several other places all around the world, among which were the Canadian Centre for Architecture in Montreal, the Design Shanghai Exhibition and the Biennale di Architettura (“Biennial of Architecture”) in Venice. It’s a project of visual, artistic and interactive place, that transform the landscape with their tender pink skin.

OpERE dI dAVIdE ANTOLINI dALLA COLLEzIONE GIuSEppE MANNI Evento Fuori Festival / Off Festival LUN/MON 08.09 VEN/FRI 19.09: 10.00 - 19.00 Accademia di Belle Arti

artistica di oggetti tratti dal patrimonio dei giochi tradizionali veronesi. Il titolo della mostra deriva dall’uso del pedagogo tedesco Fröbel di impiegare all’innovativo concetto di Kindergarten (giardino d’infanzia corrispondente all’odierna scuola dell’infanzia). Con i giardini di infanzia inizia un nuovo modo di concepire, vedere ed educare il bambino basato sul gioco come fonte di espressione interiore e educazione sociale. La scelta di giochi selezionati vuole anche sottolineare il ruolo didattico che la sfera ludica ha nel creare uno spazio virtuale in cui il bambino può esercitarsi non solo a gestire abilità personali ma anche

elaboration of objects taken from Verona’s patrimony of traditional games. The show’s title originates from the German pedagogue Fröbel’s use of games for educational purposes, in connection with the innovative concept of Kindergarten (“garden for children”, which corresponds to today’s preschool). With “gardens for children” a new way to conceive, see and educate children based on playing as a source of interior expression and social education was began. The choice of selected games highlights the didactic role playing has in creating a virtual space where the child can practice managing not only personal

EXhIBITIONS CONfERENCES NARRATIVES

SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 - 18.30 Chiostro del Conservatorio

pLAySCApES: uN GIARdINO SENzA RAdICI pLAySCApES: A GARdEN wIThOuT ROOTS

ESpOSIzIONI CONfERENzE NARRAzIONI

29

interactions.

49


CONfERENzE CONfERENCES loro interazioni con la vita di tutti i giorni. Several interlocutors deal with ideas and inspections on the concept of game and their interaction with every day life.

49

MER/WED: 15.00 Casa Colombare - Centro di documentazione sul gioco tradizionale

ESpERIENzE IN GIOCO EXpERIENCES IN GAMES Nella conferenza promossa dall’Associazione Giochi Antichi all’interno dello spazio di Casa Colombare, Franco Pajno Ferrara e Antonio Brusa, docenti universitari, parola gioco e sulle dinamiche che ne governano la pratica. Esperienze a confronto verranno proposte dal mondo dell’università, della scuola, da operatori del settore socio-sanitario e socio-assistenziale e da rappresentanti dell’associazionismo del territorio veronese.

25

THU: 15.00 Biblioteca Civica Sala Farinati

50

At this conference, presented by the Associazione Giochi Antichi and held at Casa Colombare, Franco Pajno Ferrara and Antonio Brusa, given to the word “game” and the dynamics that govern its use. Comparative experiences will be professionals from the social health and social welfare associations and representatives of associations of the Verona area.

AzzARdO E dINTORNI, uNA dEGENERAzIONE ITALIANA GAMBLING ANd ITS SuRROuNdINGS, AN ITALIAN dEGENERATION Un incontro pubblico (organizzato da Area Giochi Uisp in collaborazione con GioNa e AGA) sul tema dell’azzardo e della sua degenerazione in patologia, sul suo costo economico e sociale, sulle cause e i possibili interventi, sull’attuale legislazione in materia.

A public meeting (organized by Area Giochi Uisp in collaboration with GioNa and AGA) on the subject of gambling and its deterioration in disease, on its economic and social cost, on the causes and possible interventions and on current legislation. Participants will be

giornalista e scrittore esperto in giochi,

specialized on games and gaming;

di Udine con delega al Gioco, Filippo Fossati, parlamentare, Fabrizio De Meo, responsabile nazionale alle politiche giovanili UISP, Vincenzo Manco, presidente UISP, il Collettivo Senza Slot con gli attivisti antiazzardo e autori del libro Vivere senza slot.

the City of Udine - games delegate; Filippo Fossati, parliamentary member; Fabrizio De Meo, national manager youth policies UISP; Vincenzo Manco UISP President; Collettivo Senza Slot (Collective Without the Slot) with the anti-gambling activists and authors of the book Vivere senza slot (Living without the slot).


48

SAB/SAT: 09.30 - 12.30; 15.00-17.30 Museo di Castelvecchio Sala Boggian

29

SAB/SAT: 15.00 Auditorium Montemezzi Con il contributo di / With the support Squassabia e Banca

A Mario Lodi, alla sua illuminata visione del ruolo del gioco, che aveva dato corpo alle sue scelte di agire didattico, è dedicata l’apertura di Narrazioni in gioco 2014. Carla Ida Salviati, Cinzia Mion, Luciana Bertinato, Giancarlo Cavinato, Giuseppe Caliceti, Amilcare Acerbi (esperti del mondo della scuola e dell’educazione) condivideranno con il pubblico ricordi personali e insegnamenti indelebili del grande maestro. In apertura presentazione del libro di Mario Lodi Come giocavo – edito dalla Casa delle Arti e del Gioco. Introduce Chiara Stella, insegnante.

The opening of Narrazioni in gioco 2014 is dedicated to Mario Lodi and to his enlightened vision of the game which gave birth to his didactical ways of acting. Carla Iva Salviati, Cinzia Mion, Luciana Bertinato, Giancarlo Cavinato, Giuseppe Calicetti, Amilcare Acerbi ( all experts in school’s and memories and great teachings of this Lodi ‘How I was used to play’, edited by Casa delle Arti e del Gioco, will be presented at the beginning of the event. Introduction by Chiara Stella, teacher.

GIOCARE NEL CINQuECENTO: IL SECOLO dEL VERONESE pLAyING IN ThE 1500s: VERONESE’S CENTuRy The conference’s topic will be To Play in

Il convegno avrà come tema Giocare , al mondo del gioco e della ludicità. In particolare si parlerà di danza, scienza e sport, giochi verbali, lotterie e scommesse, tiro a segno, passatempi giovanili, carte da gioco. Sono previsti interventi di studiosi provenienti da Austria, Canada, Germania, Stati Uniti, oltre che italiani. Il seminario si colloca nel quadro dell’itinerario dedicato a Paolo Veronese in occasione della mostra organizzata dal Comune di Verona, Direzione Musei d’Arte e Monumenti, presso il Palazzo della Gran Guardia dal 5 luglio al 5 ottobre 2014.

world of games. The main topics will be dancing, science and sports, word games and puns, lotteries and bets, shooting sports, juvenile pastimes and card games. There will be contributions from academics from not only Italy but also Austria, Canada, Germany and the United States. The conference will take place as part of the program dedicated to Paolo Veronese in occasion of the art exhibit organized by the Municipality of Verona, Management of Art Museums and Monuments, at the Gran Guardia Palace from July 5th to October 5th, 2014.

pERSONAL puBLIC SpACE L.A.C. - Laboratorio di Architettura Contemporanea di Verona e Associazione Giochi Antichi presentano la conferenza di TOPOTEK 1, studio berlinese di architettura del paesaggio che ci propone anche un’installazione visiva ed artistica dove le regole del gioco sono dettate dall’interazione

Romagna

che all’istante alterano lo spazio, trasformando ogni contesto in una provocativa esperienza tattile molto ricca. La persona si trova in questo stravagante campo di oggetti rosa, giardino senza radici, ed è parte integrante del progetto. Interviene Lorenz Dexler, socio e manager di TOPOTEK 1.

L.A.C. - Laboratorio di Architettura Contemporanea (Laboratory of Contemporary Architecture) of Verona and Associazione Giochi Antichi, present the conference of TOPOTEK 1, a Berlin studio of landscape architecture that gives us a visual and artistic installation where the rules of the game are dictated by the interaction

EXhIBITIONS CONfERENCES NARRATIVES

VEN/FRI: 17.00 Biblioteca Civica Spazio Nervi

OMAGGIO A MARIO LOdI IN hOMAGE TO MARIO LOdI

ESpOSIzIONI CONfERENzE NARRAzIONI

25

that instantly alter the space, turning every context into a richly provocative

objects, a garden without roots, and he/she is an integral part of the project. Speaker Lorenz Dexler, partner and manager of TOPOTEK 1.

51


25

SAB/SAT: 21.00 Biblioteca Civica Sala Farinati

2 8

DOM/SUN: 10.00 Biblioteca Civica Spazio Nervi

25

DOM/SUN: 15.00 Biblioteca Civica Sala Farinati

LuOGhI INfORMALI dELL’EduCAzIONE INfORMAL pLACES fOR EduCATION Un incontro a più voci (mons. Giancarlo Grandis, vicario episcopale della cultura della diocesi di Verona; arch. Massimiliano Valdinoci, docente di architettura e urbanistica all’Accademia di Belle Arti di Verona; Damiano Tommasi, presidente dell’Associazione Italiana Calciatori) per ricostruire il ruolo storico dei sagrati delle chiese – un tempo spazi spontanei di gioco, di socialità, di condivisione di memorie comuni e di esperienze personali – e interrogarsi sul ruolo odierno di questi spazi in contesti urbani profondamente mutati.

IL GIOCO dI LEGGERE - TRA ALBI ILLuSTRATI E LIBRI ANIMATI ThE GAME Of REAdING – BETwEEN ILLuSTRATEd BOOKS ANd pOp-up BOOKS Albi, libri illustrati e animati sono uno strumento culturale prezioso per attivare nel lettore un atteggiamento ludico-esplorativo verso la vita. Si parlerà del legame tra albi illustrati e dimensione ludica e dell’idea di libro gioco secondo Bruno Munari; Fabrizio Silei racconterà come creare e vivere assieme ai bambini i suoi libri gioco. Pubblico e relatori dibatteranno su aspetti e modalità d’uso dei libri animati. Intervengono Silvia Blezza Picherle dell’Università di Verona e Luca Ganzerla, studioso di letteratura per l’infanzia.

Picture books and pop-up books are precious cultural tools to stimulate a playful and exploratory attitude in the reader towards life. They will discuss the link between illustrated books with a playful dimension and the idea of animated or pop-up books according to Bruno Munari; Fabrizio Silei will speak about how to create and enjoy his animated books together with children. The audience and panelists will debate on issues and methods of use of animated books. Speakers will also include Silvia Blezza Picherle from the University of Verona and Luca Ganzerla, a scholar of children’s literature.

GIOCO E INTERCuLTuRALITà IN MESSICO GAMES ANd INTERCuLTuRALITy IN MEXICO Un convegno di esperti sul tema del gioco tradizionale come patrimonio immateriale riconosciuto dall’Unesco, ma anche un viaggio nelle Teotihuacán, Manatl, Veracruz e altre località del Messico, nei documenti cinquecenteschi che attestano la presenza di giocatori di pelota, acrobati e voladores alla corte dell’imperatore

alla tappa fondamentale della fondazione del FMJDAT.

52

A lecture with many contributors (Monsignor Giancarlo Grandis, episcopal vicar of culture of the diocese of Verona; architect Massimiliano Valdinoci, professor of architecture and urban design at the Academy of Fine Arts of Verona; Damiano Tommasi, president of the Italian Footballers’ Association) to reconstruct the historical role of the church parvis – once spontaneous spaces for games, socializing and sharing common memories and personal experiences – and question the role of these spaces in today’s profoundly changed urban environment.

A meeting of experts on traditional games recognized by UNESCO as intangible heritage, but also a journey in depictions of games in the murales of Teotihuacán, Manatl, Veracruz and other locations in Mexico, in sixteenth-century documents that attest to the presence of pelota (ball) players, acrobats and voladores at the court of Emperor Charles V, in the photographic images that bring us into the new millennium, to the key step in the founding of FMJDAT.


LABORATORI wORKShOpS

15

SAB/SAT - DOM/SUN: 10.00 Chiesa di Santa Maria in Chiavica

Dalle esperienze di Giancarlo Cavinato, una vita trascorsa nella scuola e per la scuola tra insegnamento e ricerca educativa, dieci giochi per relazionarsi, condividere, aprirsi alle diversità, progettare insieme; dieci giochi per stimolare la costruzione di atteggiamenti di pace e cooperazione attraverso la reciprocità, l’interdipendenza, la rappresentazione di sé, del mondo e dei futuri possibili.

MESSICO E NuVOLE MEXICO ANd CLOudS In Messico, negli anni 50 del Novecento, un ragazzino di nome Mario José Molina trasforma il bagno di casa in laboratorio chimico e si dedica con passione ai suoi esperimenti. Ma non è solo un gioco: diventerà un chimico ‘vero’, e nel 1995 avrà il Nobel per i suoi studi sul ruolo dei gas Ripercorriamo questa storia guidati da Reinventore – azienda che produce materiali per l’insegnamento delle scienze – con esperimenti di chimica presso le fontane e i lavelli.

42

SAB/SAT - DOM/SUN: 15.00; 16.30 Museo Civico di Storia Naturale

From the experiences of Giancarlo Cavinato, a life spent in school and for school between teaching and educational research, ten games to engage with each other, to share, to open oneself to diversity, to plan together; ten games to stimulate the construction of attitudes of peace and cooperation through reciprocity, interdependence, self-representation and the representation of the world and possible futures.

In Mexico, in the 50’s, a boy named Mario José Molina turned his home’s bathroom into a chemistry laboratory and passionately dedicated himself to his experiments. But it is not just a in 1995 received the Nobel Prize for his gases on holes in the ozone layer. We will retrace this history led by Reinventore – a company that produces materials for the teaching of the sciences – with chemistry and atmospheric physics experiments and water games using fountains and basins.

pAOLO VERONESE E LE SCIENzE dEL SuO TEMpO pAOLO VERONESE ANd ThE SCIENCES Of hIS TIME Nel 1870 il critico d’arte inglese John Ruskin, rientrato in patria dopo un viaggio in Italia, in una conferenza su Verona raccontò il suo stupore di fronte ai fossili incastonati nelle pietre delle mura, immaginando che sotto quelle rocce fosse nata, «come una povera ragazza italiana», la moderna scienza della Geologia. Arte e scienza si fondono in questo incontro-narrazione che va alla scoperta della Verona del Cinquecento, con Paolo Veronese e le scienze del suo tempo.

EXhIBITIONS CONfERENCES NARRATIVES

SAB/SAT: 10.00 Biblioteca Civica Spazio Nervi

LABORATORIO GIOCO COOpERATIVO wORKShOp ON COOpERATIVE GAMES

ESpOSIzIONI CONfERENzE NARRAzIONI

25

In 1870 the English art critic John Ruskin, having returned home after a trip to Italy, spoke at a conference on Verona about his amazement stones of the walls, imagining that the modern science of Geology, «like a poor Italian girl», was born under those rocks. Art and science come together in this lecture-narrative that looks to discover Verona in the sixteenth century, with Paolo Veronese and the sciences of his time.

53


NARRAzIONI IN GIOCO NARRATIVES IN pLAy Autobiographic meetings and workshops with personality from the cultural world.

25

THU: 18.00 Biblioteca Civica Spazio Nervi

TIzIANO SCARpA E MASSIMO GIACON Il mondo così com’è nasce dall’incontro tra il premio Strega Tiziano Scarpa, poeta e scrittore, e l’inconfondibile segno pop di Massimo Giacon, designer e musicista, che insieme hanno creato questo graphic novel, la strana storia

Il mondo così com’è (The world as it is) comes from the encounter between the Strega prize-winner Tiziano Scarpa, poet and writer, and the unmistakable pop art style of Massimo Giacon, designer and musician, who together have created this graphic novel, the

da oggetti o animali, dalle stelle, cartoon bubbles coming from objects psichiatrico, forse è l’ultimo a saper ancora vedere il mondo così com’è. Introduce Lorenza Pizzinelli, giornalista.

25

THU: 21.00 Biblioteca Civica Sala Farinati

54

psychiatric case, perhaps he is the last to be able to still see the world as it is. Introduced by Lorenza Pizzinelli, journalist.

CARMINE ABATE Il più recente romanzo di Carmine Abate, Il bacio del pane, è la storia di un incontro, di un colloquio faticoso e intenso che si stabilisce tra una coppia di giovani e un uomo solitario, impaurito e scontroso, che a poco a poco svela loro qualcosa di sé, della propria dolorosa vicenda umana. Un

The latest novel by Carmine Abate, Il bacio del pane, is the story of a meeting, a strenuous and intense encounter that is estabilished between a young couple and a lonely man, scared and irritable, who gradually reveals something of himself to them, of his own painful human story. It

‘di formazione’, di presa di coscienza, di una crescita attraverso la scoperta dei valori della solidarietà. Introduce Paolo Ambrosini, presidente di ALI.

as ‘training’, as awareness and as growth through the discovery of the values of solidarity. Introduced by Paolo Ambrosini, ALI president.


VEN/FRI: 21.00 Presenta/Presented by

pROIEzIONE: QuANdO LA SCuOLA CAMBIA A pARTIRE dAL BAMBINO dOCuMENTARIO dI VITTORIO dE SETA SCREENING: whEN SChOOL ChANGES STARTING fROM ThE ChILd dOCuMENTARy By VITTORIO dE SETA

25

VEN/FRI: 21.00 Biblioteca Civica Sala Farinati

25

SAB/SAT: 16.00 Biblioteca Civica Sala Farinati

Cipì è una storia conosciuta da generazioni di bambini e bambine. Mario Lodi la scrisse, con la sua classe, nella piccola scuola di Vho di Piadena, più di cinquant’anni fa. Nata dal piacere di osservare e scrivere insieme, mescolando emozioni e parole condivise, Cipì rimane un capolavoro della narrativa italiana per l’infanzia. Ne riassaporeremo tutta la magia poetica, in una maratona di lettura che vedrà protagoniste più classi di scuola primaria, che in una mattinata, pagina dopo pagina, lo rileggeranno, insieme, tutto.

Cipì is a story known by generations of boys and girls. It was written by Mario Lodi, with his class in the small school of Vho di Piadena (Northago. Resulting from the pleasure of observing and writing together, mixing shared emotions and words, Cipì remains a masterpiece of Italian poetic magic, there will be a reading marathon that will involve many primary school classes which, in one morning, will together read the entire story, page after page.

MARCO MALVALdI Ruota intorno a un doppio furto – di un’auto e di un computer – e a una doppia coppia – Giacomo e Paola, Leonardo e Letizia – Argento vivo, il nuovo romanzo di Marco Malvaldi che con Sellerio ha pubblicato anche la fortunatissima serie dei vecchietti di BarLume. Una storia costruita da Malvaldi con straordinaria inventiva, dove personaggi e vicende si muovono a ritmo serrato in un turbinio di equivoci e coincidenze che può richiamare certe commedie shakespeariane ma è pienamente immerso nelle atmosfere di casa nostra. Introduce Beppe Muraro, giornalista; modera Paolo Ambrosini, presidente di ALI.

Revolving around a double theft – a car and a computer – and two couples – Giacomo and Paola, Leonardo and Letizia – Argento Vivo is the new novel by Marco Malvaldi who, with Sellerio, has also published the highly successful series of the funny people of BarLume. It is a story constructed by Malvaldi with extraordinary creativity, where characters and events are moving at a fast pace in a whirlwind of misunderstandings and coincidences that can invoke certain Shakespearean comedies but is fully immersed in an italian atmosphere. Introduced by Beppe Muraro, journalist and moderated by Paolo Ambrosini, ALI president.

LELLO GuRRAdO La lunga carriera di giornalista ha messo Lello Gurrado di fronte a vicende umane, talvolta drammatiche, che sono diventate lo spunto per libri di storia, di cronaca, di cultura (Se ho smesso io; Don Mazzi, un prete da marciapiede; Gli sdrogati...). Approdato poi alla narrativa (Assassinio in libreria; La scommessa). Nel suo ultimo romanzo, Fulmine, ci racconta di un eroe dei nostri giorni, un giovane idealista violenza. Introduce Beppe Muraro, giornalista.

A long career as a journalist has led Lello Gurrado to the front line of

EXhIBITIONS CONfERENCES NARRATIVES

VEN/FRI: 9.00 Biblioteca Civica Spazio Nervi

MARATONA LETTERARIA CIpÌ CIpÌ LITERARy MARAThON

ESpOSIzIONI CONfERENzE NARRAzIONI

25

have become the starting point for books on history, news, culture (Se ho smesso io; Don Mazzi, un prete da marciapiede; Gli sdrogati...). Then libreria; La scommessa). In his latest novel, Fulmine, he tells of a hero of our times, a brave young idealist who refuses hypocrisy and violence. Introduced by Beppe Muraro, journalist.

55


25

SAB/SAT 18.00 Biblioteca Civica Sala Farinati

29

DOM/SUN: 11.00 - Auditorium Montemezzi

25

DOM/SUN: 16.00 Biblioteca Civica Spazio Nervi

56

pINO CACuCCI Il Messico di ieri e di oggi sarà al centro dell’incontro con Pino Cacucci, che ha dedicato numerosi libri a questo Paese: se nella sua opera più recente, Mahahual, tratta il tema della salvaguardia dell’ambiente e dei delicati equilibri della barriera corallina, in altre (Puerto Escondido; La polvere del Messico; Nahui; ¡Viva la vida!) l’instancabile viaggiatore riscopre il passato: non solo storie di corsari e pirati, ma anche i Maya e l’antico gioco della pelota, e il prestigio dei giocatori, pari a quello dei guerrieri. Introduce Beppe Muraro, giornalista; modera Maria Cecilia Graña, docente di Lingue e Letteratura Ispano americane.

The Mexico of yesterday and today will be the focus of this encounter with Pino Cacucci, who has devoted several books Mahahual, he deals with environmental protection and the delicate balance of the coral reef. In others (Puerto Escondido; La polvere del Messico; Nahui; ¡Viva la vida!) the tireless stories of pirates and corsairs, but also the Mayans and the ancient game of pelota and the prestige of the players, equal to that of warriors. Introduced by Beppe Muraro, journalist and moderated by Maria Cecilia Graña, professor of Hispano-American Language and Literature.

ANTONIO BALLISTA – LASCIATEMI dIVERTIRE ANTONIO BALLISTA - LET ME hAVE fuN Antonio Ballista è pianista, clavicembalista e direttore d’orchestra, e ha suonato con le più prestigiose orchestre del mondo. In questa conferenza-concerto dal titolo provocatorio rivendica la libertà dell’artista di spaziare tra generi diversi, di creare commistioni, di scoprire e far scoprire che esiste anche un umorismo musicale, da quello rossiniano a Debussy, a Slominsky, a Couperin, a Castaldi... Introduce Albertina Dalla Chiara, musicista.

Antonio Ballista is a pianist, harpsichordist and conductor, and has performed with the leading orchestras of the world. This provocatively titled lecture-concert lays claim to the artist’s freedom to roam between to discover and to help others discover that there is also a musical humor, from Rossini to Debussy, Slominsky, Couperin, Castaldi... Introduced by Albertina Dalla Chiara, musician.

GABRIEL pAChECO Gabriel Pacheco, nato a Città del Messico nel 1973, è apprezzato a livello internazionale per l’intensità delle sue illustrazioni, nelle quali si fondono dettagli realistici e elementi allegorici. La mostra Lo Specchio delle Immagini, nella quale sono esposte sessanta sue opere, è completata da brani dell’intervista a cura di Anna Castagnoli. È stato, ospite d’onore della 31a edizione de Le immagini della fantasia e nel 2013 ha realizzato un dipinto murale per la Casa della fantasia a Sàrmede (Tv). Introduce Monica Monachesi, curatrice della mostra.

Gabriel Pacheco, born in Mexico City for the intensity of his illustrations, in which realistic and allegorical elements are blended. The exhibition “Lo Specchio delle Immagini”, in which 60 of his works are on display, is complemented by pieces of the interview by Anna Castagnoli.

he created a mural for the House of fantasy in Sàrmede (Tv). Introduced by Monica Monachesi, exhibition curator.


25

DOM/SUN: 17.30 Biblioteca Civica Sala Farinati

Troisi ha al suo attivo 21 romanzi tradotti in 19 lingue, che hanno spesso come protagoniste di imprese strabilianti delle ragazzine la cui grigia vita è compensata dal possesso di poteri che le trasforma in portatrici di salvezza. In tutti i suoi racconti – il più recente è che completa la serie della Ragazza Drago – Licia Troisi sa sintonizzarsi con l’immaginario di adolescenti di tutto il mondo. Introduce Margherita Forestan, consulente editoriale.

and writer Licia Troisi has to her credit 21 novels translated into 19 languages. They often have young women in the leading role performing amazing endeavors, their gray lives compensated by the possession of powers which transform them into bearers of salvation. In all her stories – the most recent being Lo scontro Ragazza Drago (Dragon Girl) – Licia Troisi knows how to tune in to the imagination of teenagers around the world. Introduced by Margherita Forestan, editorial consultant.

MAuRIzIO MAGGIANI È dedicato allo scrittore Maurizio Maggiani l’ultimo appuntamento della serie Incontri del Tocatì 2014. Vincitore di numerosi premi letterari, nella sua più che ventennale attività di narratore Maggiani si è rivelato osservatore attento, disincantato suoi ricordi di gioco e parlerà delle tradizioni ludiche nella società italiana di ieri e di oggi. Introduce Lorenza Pizzinelli, giornalista.

The last of the series of lectures for Tocatì 2014 is dedicated to the writer Maurizio Maggiani. Winner of numerous literary awards, in his more than twenty years as a narrator Maggiani proved to be a careful observer, disenchanted but not cynical of life. He will share with us his memories of games and talk about traditional games in Italian society both past and present. Introduced by Lorenza Pizzinelli, journalist.

EXhIBITIONS CONfERENCES NARRATIVES

DOM/SUN: 17.30 Palazzo BPV, Sala 120 Piazza Nogara 10

LICIA TROISI

ESpOSIzIONI CONfERENzE NARRAzIONI

21

57


fORuM INTERNAzIONALE dELLA CuLTuRA LudICA INTERNATIONAL fORuM Of GAMES CuLTuRE Il Forum della Cultura Ludica è uno spazio che l’Associazione Giochi Antichi dei giochi tradizionali. The Forum of the game culture is a space that the AGA dedicates to everyone who wants to deepen the topics of the traditional games. 1 VEN/FRI: 15.00 - 21.00; SAB/SAT: 10.00 - 21.00; DOM/SUN: 10.00 18.30 Cortile Mercato Vecchio

AGA L’Associazione Giochi Antichi, ideatrice e organizzatrice del Festival Tocatì, studia e promuove in Italia e nel del gioco tradizionale.

Associazione giochi antichi studies and supports traditional game in Italy and all over the world. Once of its main activities is the creation and the organization of the Tocatì Festival.

AEJST L’AEJST (Association Européenne des Jeux et Sports Traditionnels) si compone di federazioni, associazioni culturali, musei, ordini professionali e distituzioni accademiche i cui obiettivi sono focalizzati sulla valorizzazione, promozione e salvaguardia di sport e giochi tradizionali.

The Association Européenne des Jeux et Sports Traditonnels is an international non govermental organisation of federations, museums, cultural associations, and academic institutes. Its aim is to manage, promote and safeguard traditional sports and games.s.

fONdAzIONE BENETTON La Fondazione Benetton Studi Ricerche promuove dal 1987 a Treviso conoscenza e alla preservazione dei patrimoni materiali e immateriali delle comunità.

58

Fondazione Benetton Studi e Ricerche promotes since 1987 cultural projects in Treviso aimed at knowing and preserving the community’s material and immaterial patrimonies.


AREA MuSEI ETNOGRAfICI ITALIANI E INTERNAzIONALI AREA MuSEI ETNOGRAfICI ITALIANI E INTERNAzIONALI This space is dedicated to those who preserve intellectual assets and extraordinary materials are present. Les amis du musée du jeu – Grenoble, France; Museo Ladin – San Martin de Tor, Trentino Alto Adige; Musée du jeu – Switzerland; Association tunisienne de sauvegarde des jeux et sports du patrimoine – Tunisia.

IL fESTIVAL INCONTRA IL MONdO LudICO ThE fESTIVAL MEETS ThE pLAyfuL wORLd Auditorium del Forum - gli incontri sono disponibili in streaming sul sito www.tocati.it

on our website www.tocati.it

SABATO 10.00-12.00:

SATURDAY

e seduzione con il gruppo musicale Ionica Aranea; ’A festa ’e Sant’Antuono nel Paese della Pastellessa con Vincenzo Capuano, associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa; con prof. Francesco Ronzon, Accademia di Belle Arti di Verona

with the musical group Ionica Aranea; ‘A festa ’e Sant’Antuono nel Paese della Pastellessa’ with Vincenzo Capuano, Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa association; Game, sound and structure in John Cage’s work with professor Francesco Ronzon, Accademia di Belle arti di Verona.

SABATO 12.00-13.00: con Joan Ortì Ferreres, associazione culturale “La Tella”; con Oriol Comas i Coma, ideatore e fondatore del Festival Dau di Barcellona SABATO 15.00-19.00: col Dr. Minaluaztekatl Vazquez Hernandez; tempo col M.tro Carlos Hernandez Parra, “Asociación de Juegos y Deportes Autóctonos y Tradicionales del estado de Jalisco AC”;

SATURDAY Cultural diversities in playful public performances through philately with Joan Ortì Ferreres, Cultural Association ‘La Tella”, Dau Barcelona, game’s festival. How a game can change a city with Oriol Comas I Coma, creator and founder of Barcelona’ s Dau Festival. SATURDAY International presence of native mexican games with Dr. Minaluaztekatl Vazquez Hernandez; The game in order to measure the running by of the time with Carlos Hernandez Parra, “Asociación de Juegos y Deportes Autóctonos y Tradicionales del estado de Jalisco AC”; Traditional games of Mexico City, identity and practice of community life with Ana Claudia Collado Garcia, “Juegos autóctonos

fORuM INTERNAzIONALE dELLA CuLTuRA LudICA INTERNATIONAL fORuM Of GAMES CuLTuRE

In questo spazio si vuole dar voce a quanti operano in un mondo che è portatore di patrimoni intellettuali e materiali straordinari. Sono ospiti della dodicesima edizione: Les amis du musée du jeu – Grenoble, Francia; Museo Ladin – San Martin de Tor, Trentino Alto Adige; Musée du jeu – Svizzera; Association tunisienne de sauvegarde des jeux et sports du patrimoine – Tunisia.

59


con Ana Claudia Collado Garcia, “Juegos autóctonos DF”; con José J. Manrique Esquivel, “Juegos y Deportes Autóctonos y Tradicionales de Yucatán”;

con Andrés García López; con Rogelio García Guzmán, “Juegos y Deportes Autóctonos y Tradicionales de Querétaro”; con José Luis Aguilera Ortiz, “Juegos y Deportes Autóctonos y Tradicionales de Michoacán AC”; con Giancarlo Tavella, associazione Birilli di Farigliano. SABATO 20.00: Reading musicale “Tutte le bici che non ho più” presentazione del volume di Alfredo Nicoletti. Presenta Beppe Muraro, Scripta edizioni; con la partecipazione di Alfredo Nicoletti, chitarra acustica, direzione musicale; Anna Lisa Buzzola, canto; Claudio Moro, chitarra acustica; Marco Brancalion, violino; Stefano “Sten” Tanfani, letture.

DF”; Yucatan’s Traditional games with José J. Manrique Esquivel, “Juegos y Deportes Autóctonos y Tradicionales de Yucatán”; “Development of cognitive and motor skills of children through traditional and native sports and games of Mexico” with Andrés García López; Native Querétaro’s games with Rogelio García Guzmán, “Juegos y Deportes Autóctonos y Tradicionales de Querétaro”; Michoacàn’s traditional games with José Luis Aguilera Ortiz, “Juegos y Deportes Autóctonos y Tradicionales de Michoacán AC”; Stories and Langhe’s games objects with Giancarlo Tavella, associazione Birilli di Farigliano. SATURDAY Musical reading “All the bicycles that I don’t have anymore” Presentation of the book written by Alfredo Nicoletti. The book is presented by Beppe Muraro, Scripta editions, with the participation of Alfredo Nicoletti, acoustic guitar, musical management; Anna Lisa Buzzola, singing; Claudio Moro, acoustic guitar; Marco Brancalion, violin; Stefao “Sten” Tanfani, reading.

DOMENICA 10.00-13.30: bambine a cura del comune di Bari, “Progetto città”; Lenassi, da istituto per l’infanzia a Centro famiglie a cura del comune di Gorizia;

SUNDAY Playthemoon, children’s night by the city of Bari, “Progetto città”; Lenassi, from a tender age Institute to a cultural center for families, children and kids by the city of Gorizia; “I play at the games I read ‘til games with Pamela Pergolini, writer and journalist;

con Pamela Pergolini, giornalista e autrice; La vita con la dott.ssa Daria Valentin, Museum Ladin; F.I.G. e S.T. – Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali con Dino Berti, presidente; con Maricela Zarate, artista e architetto. DOMENICA 15.00-17.30: con Patrizia Boschiero, responsabile Edizioni Fondazione Benetton e il dott. Umberto Cecchinato; con Ezzeddine Bouzid, ATSJSP- Association Tunisienne de Sauvegarde des Jeux et Sports du Patrimoine; Il , a cura di AAMJ – Association les Amis du Musée des Jeux di Grenoble; museale con la dott.ssa Jennifer Genovese, Musée Suisse du Jeu; con Maria Antonietta Bergamasco, educatrice e pedagogista e Alberta Dal Cortivo, responsabile servizi educativi Museo Africano di Verona.

60

with Dr. Daria Valentin, Museum Ladin; F.I.G. and S.T.- Italian Games and traditional Sports’s Federation with Dino Berti, president; Murals in Mexico with Maricela Zarate, artist and architect. SUNDAY Playful’ rituals in the XVI century’s Treviso with Patrizia Boschiero, supervisor of Benetton’s foundation Editions and Dr. Umberto Cecchinato; The digitalization of traditional cognitive games from Tunisia with Ezzeddine Bouzid, ATSJSPAssociation Tunisienne de Sauvegarde des Jeux et Sports du Patrimoine; The (living) centre of playful arts, by AAMJ - Association les Amis du Musée des Jeux of Grenoble; Spread playful culture in museum’s environment with Dr. Jennifer Genovese, Musée Suisse du Jeu; Playful-educational routes African museum of Verona with Maria Antonietta Bergamasco, educationist and Alberta Dal Cortivo, supervisor of educational projects at the African Museum of Verona.


SuONI & SApORI SOuNdS & TASTES A festival in the festival, a park that looks out on the sull’Adige, un viaggio nei saperi e nei sapori della tradizione veronese, un luogo dove si celebra l’incontro tra le danze e le musiche popolari con cultura materiale. Le espressioni musicali popolari incontrano i sapori tradizionali: gioco e osteria sono da sempre un binomio inseparabile. Ogni anno si propongono sonorità del patrimonio etnomusicale dei paesi ospiti e delle varie regioni italiane.

of the Veronese traditions, a place where folk dances and music encounter with the best that material

always been an inseparable duo. Every year there’s a selection of the etno-musical patrimony from the guest Countries and the various Italian areas.

61


SuONI E SApORI SOuNdS & TASTES 39

WED - DOM/SAT: 20.00

CuCINA dEL fESTIVAL ThE fESTIVAL’S KITChEN Pietanze e piatti tipici della tradizione veronese sono i protagonisti presso il Lungadige San Giorgio, dove ha la sede la “Cucina del Festival”. La preparazione e il servizio sono curati da Scapin S.r.l. storica azienda di oggi gestita dai fratelli Nicola e Umberto, che hanno iniziato la loro attività di catering negli anni ’80 prima sul territorio locale e poi in tutto il nord Italia.

33

VEN/FRI: 18.30 - 22.30 SAB/SAT: 10.00 - 23.00 DOM/SUN: 10.00 - 20.00 alla Pigna

39 33

Il cortile della chiesa di San Giacomo alla Pigna, sconsacrata dai tempi di Napoleone, si trasforma in un’osteria a cielo aperto gestita da Associazione Giochi Antichi. Sulle pareti sono esposte immagini d’epoca delle osterie veronesi, del Lago di Garda e della Lessinia (Collezione P. Breanza). Si possono degustare vini del territorio e specialità locali come polenta con soppressa, trota e formaggio Monte Veronese, peperoni delle aziende agricole e agrituristiche veronesi.

local territory and then in all of northern Italy.

Deconsecrated since Napoleon’s time, it is transformed into an open-tavern managed by Associazione Giochi Antichi. Vintage images of Verona’s taverns, Lake Garda and Lessinia are exhibited on the walls (Collezione P. Breanza – P. Breanza Collection). You can taste wines from the territory and local specialties like polenta and soppressa, trout or Monte Veronese cheese, boiled eggs, bell peppers from farms and ‘agriturismi’ near Verona.

COLdIRETTI AL TOCATÌ COLdIRETTI AL TOCATÌ all’educazione al consumo dei prodotti stagionali del territorio a Km Zero per rendere riconoscibile al consumatore la peculiarità ed il valore della produzione degli agricoltori italiani. In quest’ottica Coldiretti Verona contribuisce all’organizzazione del Festival Tocatì prima edizione, sia all’Osteria che alla Cucina del Festival.

62

run today by brothers Nicola and Umberto, who started their catering

OSTERIA dEL GIOCO ThE GAME’S TAVERN

Il progetto di Coldiretti della Filiera alla Pigna

Verona’s traditional foods and dishes are the main characters along Lungadige San Giorgio, where the “Festival’-Kitchen”’s headquarters are. Preparation and service are looked after by Scapin S.r.l., a historical company of

Coldiretti’s project “Km Zero”® is aimed at educating people to the use of the territory’s seasonal products, to convey to the consumers the importance of agriculture and Italian farmers in the food-producing system. Coldiretti Verona contributes to the organization of the International Festival of Street Games supplying


26 VEN/FRI: 21.00; SAB/SAT: 10.00 - 23.00; DOM/SUN: 10.00 - 19.00 Piazza dei Signori Auditorium Montemezzi

39 15 VEN/FRI: 21.30 SAB/SAT: 21.30; 22.30 Chiesa di S. Maria in Chiavica

pIAzzA MESSICO MEXICO SQuARE Sul palcoscenico si susseguono gli artisti messicani: i ritmi trascinanti dei Soneros del Tesechoacán di Veracruz, il classico repertorio dei Mariachi con il gruppo La Plaza, le melodie folk con danze di Son Del Corazón di Sinaloa

Mexican artists follow one another on

danze intepretate da Huehuecoyotl. La compagnia Cabaret Capricho propone un breve spettacolo sui luoghi comuni legati al Messico. Nella piazza, un gigantesco murales compiuto dal vivo durante il festival dall’artista Marcela Zarate, che interpreta la tradizione del suo Paese attraverso gioco, luoghi e genti. E per chi vuole saperne di più, foto, pannelli e brochures con le attrazioni naturali, artistiche e culturali del Messico. (Vedi info sugli artisti nella sezione di suoni e sapori su www.tocati.it).

performed by Huehuecoyotl. The Cabaret Capricho company will propose a short show about Mexican stereotypes. Artist Marcela Zarate, who interprets her Country’s traditions through games, places and

enthralling rhythms from Veracruz, the classic Mariachi repertoires with La Plaza, Son Del Corazón’s folk tunes and dances from Sinaloa, and many

the square. And for those who wish to know more, there will be pictures, panels and brochures with Mexico’s natural, artistic and cultural attractions. (See info about the artists in the section Sounds and Tastes at www.Tocati.it).

SuONI LuNGO L’AdIGE SOuNdS ALONG AdIGE RIVER un’ampia visione sul mondo della cultura popolare italiana, ritornano i gruppi di musicisti sul palco allestito alla torretta austroungarica che si

Just like in past editions, several bands will perform on the stage set up at the Austro-Hungarian turret that looks over the river Adige, to give a wide view of the Italian popular culture.

PIZZICA DE CORE CON ICONICA ARENEA: Nato nel

PIZZICA DE CORE CON ICONICA ARENEA: The group

2010 il gruppo Ionica Aranea già gode del rispetto della critica e del grande

started In 2010 and already enjoys critics’ respect and the public’s

le sonorità della musica tradizionale salentina.

traditional music of Salento.

BATTUGLIE DELLA PASTELESSA: La ricchezza dei ritmi ottenuti dai bottari coordinati dal capobattuglia percuotendo botti, tini e falci tramanda la forza della cultura contadina. BOX OFFICE: Il duo – Julien Stella (Sibé) e Robin Cavaillès (Robin) – crea un’alchimia travolgente di voci, strumenti, hip-hop, sonorità jazz, musiche tradizionali per una performance ricca di quell’originalità.

SuONI E SApORI SOuNdS & TASTES

7

BATTUGLIE DELLA PASTELESSA: The richness of rhythms obtained by the drummers, coordinated by the lead drummer, by striking barrels, vats and sickles conveys the farming culture. BOX OFFICE: The duo Julien Stella (Sibé) and Robin Cavaillès (Robin) present a very original performance thanks to an incredible chemistry of voices, instruments, hip-hop and jazz.

63


pROGETTI COLLATERALI SIdE pROJECT STAzIONI IN GIOCO STATION IN GAMES THU: 15.30 - 19.00 Stazione Porta Nuova THU: Verona, Porta Nuova DOM/SUN 14.09: Roma Tiburtina: 15:00-19.00 Venezia S. Lucia: 11.00-15.00

Le stazioni sono da sempre luogo d’incontro, arrivi e partenze: spazi in continuo cambiamento. Nella concetto di stazione che cambia: non più luogo da dove partire o da dove arrivare ma parte della città, piazza, spazio espositivo, luogo d’incontro e cultura. Riappropriarsi della città e dei suoi spazi, per tornare a giocare. Questi i valori del progetto Stazioni in Gioco; dove appuntamenti nelle stazioni di Roma Tiburtina, Venezia Santa ai viaggiatori e a chi vuole fermarsi a giocare un momento di svago in un luogo di transito. Le comunità degli Scacchi, Dama e Carrom insieme a quelle del Parkour viaggiano lungo i e cultura ludica nelle stazioni italiane.

4

Laboratori a cura di Agsm, Amia, Centro di Riuso Creativo, Assessorato Veronesi SAB/SAT - DOM/DOM: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Piazzetta Navona e Piazza Viviani

64

Stations have always been places of continuously changing spaces. Grandi Stazioni’s philosophy revolves around it isn’t just a place from where to leave or to arrive, it’s part of the city, the square, an expositive place, a place of meetings and culture. To take back the city and its spaces, to goals of the Stazioni in Gioco project. Appointments in the stations of Roma Tiburtina, Venezia Santa Lucia and and all those who want to stop and play, a moment of recreation in a transition point. The communities of Chess, Checkers, Carrom and Parkour amusing and cultural corners in Italy’s stations.

ECOpIAzzA Un originale percorso ecologico dove si forniscono informazioni e materiali per promuovere il risparmio idrico ed energetico e per l’adozione di quelle buone pratiche quotidiane che garantiscono un utilizzo più consapevole e corretto delle risorse

It’s an original eco-friendly itinerary where the participants will be equipped with information and materials to promote water and energy saving and to adopt those good daily habits that guarantee a more aware and adequate use of the

coinvolgeranno soprattutto i visitatori più giovani verso il tema dello sviluppo sostenibile e del riciclo.

laboratories will especially involve the younger visitors towards the theme of a sustainable development and of recycling.


SAB/SAT - DOM/DOM: 10.00 - 18.30 Piazzetta XIV Novembre

TRENO dEL GIOCO TRAIN Of GAMES Il “Treno del gioco”, realizzato in collaborazione con Deutsche Bahn (DB) e Österreichische Bundesbahnen (ÖBB), è un progetto di mobilità dolce che si lega alle tematiche di sostenibilità, da sempre prioritarie per gli organizzatori del Festival. Oltre a questo, Deutsche Bahn e Österreichische Bundesbahnen, saranno presenti al Tocatì con una “carrozza” ludica per incantare e partenza domenica pomeriggio.

5

SAB/SAT - DOM/DOM: 10.00 - 18.30 Piazza Viviani

AffINITà NATuRALI NATuRAL AffINITIES Anche quest’anno Fieracavalli sarà presente al Tocatì, nella cornice di Piazza Viviani, con un ring dedicato a bambini e ragazzi, all’interno del quale i cavalieri di domani potranno vivere uno dei momenti più emozionanti per gli amanti dei cavalli: il “battesimo della sella”. Inoltre, con i Pony Games. Vi aspettiamo per vivere in anteprima lo spettacolo e il divertimento di Fieracavalli!

5

SAB/SAT - DOM/DOM: 10.00 - 18.30 Piazza Viviani

‘Treno del gioco’, realised in collaboration with Deutsche Bahn (DB) and Österreichische Bundesbahnen (ÖBB), is a mobility project tied to the topic of sustainability, as always a priority for the Festival’s organizers. Deutsche Bahn and Österreichische Bundesbahnen will attend Tocatì with a recreational train wagon to enchant and entertain the festival’s guests, until its departure on Sunday afternoon.

Fieracavalli will participate this year as well to Tocatì, in Piazza Viviani, with a ring dedicated to children and kids, where tomorrow’s riders will have the chance to live one of the most the “saddle baptisme”. Furthermore, they’ll have the chance to engage in adventurous challenges with the Pony Games. We look forward to live with you the shows and entertainment of Fieracavalli!

NON GETTO L’OGGETTO I wON’T ThROw ThE OBJECT AwAy Riutilizzare, creare, costruire. I materiali che di solito gettiamo possono diventare originali e divertenti oggetti di gioco. Da qui nasce lo spirito di “Non getto l’oggetto”. Grazie alla collaborazione di Confcommercio Verona e all’adesione dei commercianti e degli esercenti del centro storico di Verona,

nel cestino, con un po’ di fantasia e di creatività, verranno trasformati in simpatici giochi sostenibili. Laboratorio in collaborazione con il centro di Riuso creativo.

pROGETTI COLLATERALI SIdE pROJECT

3

Recycle, create, build. The materials we usually throw away can become original and fun game materials. That’s where the spirit of the laboratory Non getto l’oggetto comes from. Thanks to the cooperation with Confcommercio Verona and to the subscription of the business owners and shopkeepers from Verona’s historical centre, paper, plastic, fabric and wood won’t end up in the trash can but, with a bit of fantasy and creativity, will be transformed into nice eco-friendly toys. The laboratory cooperates with the reutilization centre.

65


6

SAB/SAT - DOM/DOM: 10.00 - 12.00 15.00 - 17.00 Cortile del Tribunale

LETTuRE dI fIABE MESSICANE MEXICAN TALES REAdING Letture a voce alta per bambini da 0 a 5 anni a cura dei lettori volontari delle biblioteche comunali di Verona.

tra chi legge e chi ascolta. Crea nel bambino l’abitudine all’ascolto e ingenera amore e curiosità per i libri. Accresce il desiderio di imparare a leggere, favorisce lo sviluppo del linguaggio e pone le basi per il successo scolastico. Il piacere alla lettura è facilmente trasmissibile: i genitori possono divenire, con semplicità e naturalezza, i protagonisti di una consuetudine familiare che ruota attorno ai libri.

18

SAB/SAT: 15.00 - 18.30 DOM/DOM: 10.00 - 12.30; 15.00 - 18.30 Palazzo Forti

18

SAB/SAT - DOM/DOM: 10.00 - 18.30 Palazzo Forti

parents can become the main around books.

LE duE fACCE dEL MITO ThE TwO fACES Of MyTh Ispirandosi al variopinto mondo delle maschere messicane e utilizzando cartoncini e carte colorate si realizzeranno delle “maschere doppie”. Con tagli, pieghe, buchi e cuciture si porteranno in tre dimensioni le due dimensioni della carta, giocando ad indossare altre identità.

Inspired by the colourful world of Mexican masks, “double masks” will be made using cardboard and coloured papers. By cutting, folding, punching holes and seaming, paper’s two dimensions will become three, giving people an occasion to wear other identities.

IL GIOCO dELL’OpERA ThE OpERA GAME Legato all’attività di didattica del Museo A.M.O. di Verona, Amo l’opera! vedrà sei concorrenti, a partire dagli 8 anni, allestire un’opera lirica, dalla e registi, alle prove d’orchestra e coro, raccogliere, nel percorso che si svolgerà all’interno dell’Arena, gli elementi che attrarranno più pubblico.

66

Reading aloud to children from a very early age enhances the relationship between child and parent, exposes child to listening habit, to love and curiosity for books. Sharing reading with children promotes the development of language and other literacy skills, which in turn help children prepare for school, and increases desire to learn to read.

Related to the educational activities of the A.M.O museum in Verona, I love the Opera! will see 6 competitors, aged 8 and older, prepare a lyric opera; from the choice of the cast to the work with set designers and directors, to the orchestra and chorus rehearsals, all the way to the debut. The winner will be the participant who is able to assemble, throughout the course of the competition which will be held in the Arena, the elements that will attract the biggest audience.


SAB/SAT - DOM/DOM: 10.00; 11.00; 12.00; 14.00; 15.00; 16.00; 17.00 Palazzo Forti

21

SAB/SAT - DOM/DOM: 10.00 - 18.30 Piazza Nogara

25

SAB/SAT - DOM/DOM: 10.00 - 18.30 Biblioteca Civica

pApEL pICAdO E fORME pRECOLOMBIANE pApEL pICAdO ANd pRE-COLuMBIAN fORMS Il laboratorio a cura dell’Area educazione del Mart, Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, propone la costruzione di

The workshop by the educational area of MART, Museum of Modern and Contemporary Art in Trento and Rovereto, proposes the making

ispirate all’arte atzeca e maya. La tradizione messicana del papel picado viene reinterpretata ritagliando forme stilizzate nel cartoncino colorato, da incollare o montare con fermacampione per ottenere parti snodabili. L’attività è rivolta a bambini (dai 6 anni), giovani e adulti.

based on Aztec and Mayan art. The Mexican tradition of papel picado will be reinterpreted by cutting stick gluing or assembling them with paper fasteners to obtain adjustable parts. The activity is proposed to children (from 6 years old), kids and adults.

LA fALEGNAMERIA dEL GIOCO GAMES’ wOOdwORKING ShOp Educare e trasmettere i valori della creatività e della manualità, per questo maestri artigiani realizzeranno dal vivo alcuni giochi utilizzando legno e cuoio. Piccoli manufatti verranno distribuiti ai ragazzi che avranno la possibilità di personalizzarli, dipingendoli nel laboratorio allestito per l’occasione mentre alcune botteghe artigiane, dislocate in diversi punti del percorso cittadino, apriranno le loro porte a coloro che vorranno scoprire i segreti dell’operosità artigiana veronese.

To educate and instill the importance why master artisans will realize in real-time some toys using wood and leather. Small handmade objects will be handed out to the kids, who will have the possibility to personalize them, painting them in the laboratory set up for the occasion while some parts of the city, will open their doors to whomever wants to discover the art of handcraft.

OffICINE fABRIANO: ABC STAMpERIA OffICINE fABRIANO: ABC pRINTING L’ABC la sperimentazione con carta, matrici e inchiostri, sono i protagonisti di due giornate aperte a tutti, in cui la designer e illustratrice Claude Marzotto fa esplorare e toccare con mano la varietà espressiva dell’alfabeto, delle forme e dei colori. Con composizioni originali e strumenti senza tempo, ognuno può stampare la propria versione personalizzata della locandina del festival.

pROGETTI COLLATERALI SIdE pROJECT

18

The ABC of printing and typesetting and papers, inks and matrix testing are the stars of the two open days with the designer and illustrator Claude Marzotto, to explore and to touch the alphabet, the shapes and the colors expressive variety. By original compositions and timeless tools, everyone can print their own customized festival’s poster.

67


38 SAB/SAT - DOM/DOM: 10.00 - 18.30

IL GIOCO dELL’ALBERO ThE TREE GAME Nei Giardini Lombroso sarà allestito lo stand del Centro Nazionale per lo Studio e la conservazione della Biodiversità Forestale di Peri (VR). guidate (alle ore 10 e alle ore 16) alla scoperta delle oltre 50 specie erbacee, arboree ed arbustive presenti nei Giardini Lombroso. Inoltre, sarà allestito il “Gioco dell’Albero”, un gioco ispirato all’antico gioco dell’oca, formato da 50 caselle calpestabili disposte a spirale, che farà conoscere ai partecipanti le principali attività che svolge un Agente forestale per la quotidiana sorveglianza e tutela del nostro ambiente naturale.

14

SAB/SAT - DOM/DOM: 10.00 - 18.30 Piazzetta Pescheria

68

The stand of Centro Nazionale per lo Studio e la conservazione della Biodiversità Forestale of Peri (VR) (National Centre for the Study and conservation of the Forestal Biodiversity) will be set up in Giardini Lombroso. On Saturday there will be

to discover the over 50 species of herbes, trees and bushes present in Giardini Lombroso. Moreover, it will be set up, a game inspired by Il gioco dell’oca, made of 50 walkable squares forming a spiral, that will teach the participants the principal activities a forest ranger must carry out to guard and protect our beautiful natural environment.

pIAzzA GIONA GIONA SQuARE Giochi di ieri per domani, con Gabriella Strino, Istituto comprensivo di Omegna; Giochi dell’oca e altri percorsi, con Paola Maestroni e Furio Ferri, Associazione Animum Ludendo Coles, di Lodi; Giocattoli per l’Arca dell’Associazione Città invisibili di Catania; Scatole narranti, con Imma Latella e Angelo Di Maso, del Centro Studi Fantasilandia, Città dei ragazzi, Siano, Salerno; Tanti saluti e baci …, con Cristina Visintini e Fabiana Morgia, della ludoteca/ laboratorio del Polivalente, dei Servizi educativi del Comune di Gorizia; Giocate con noi con insegnanti e genitori dell’ Ist. Comprensivo Cremona Uno e Politiche educative del Comune di Cremona; Diario per amico: un anno di gioco, conuna classe dell’Ist. Comprensivo Gonin di Giaveno, Torino; Giocalaluna, con Coop. Progetto città e Comune di Bari; Concorso “Io gioco così” con Antonietta Michele del Museo ArcaGio’ del Comune di Albano lucano, Potenza.

Yesterday’s games for tomorrow with Gabriella Strino, Istituto comprensivo di Omegna; Giochi dell’Oca – a game similar to Snakes and Ladders – and other paths with Paola Maestroni and Furio Ferri, Associazione Animum Ludendo Coles from Lodi; Toys for Associazione Città Invisibili from Catania; Narrating Boxes with Imma Latella and Angelo Di Maso, from Centro Studi Fantasilandia, Città dei Ragazzi, Siano, Salerno; Many greetings and kisses with Cristina Visintini and Fabiana Morgia of the Polivalente gameroom/workshop, of the Educational Services of the Gorizia Comune. And more..Play with us with teachers and parents from Istituto Comprensivo Cremona Uno and Educational policies of the Comune of Cremona; A Diary as a of the Istituto Comprensivo Gonin di Giaveno of Torino; Playthemoon with Coop. Progetto città e Comune di Bari; Contest “I play like this with Antonietta Michele from the ArcaGiò Museum of the Comune of Albano Lucano, in Potenza.


23

SAB/SAT - DOM/DOM: 10.00 - 18.30 Piazza San Nicolò Hall Palazzo Diamanti

pIAzzA CEMEA CEMEA SQuARE Il movimento educativo dei CEMEA (Centri d’Esercitazione ai Metodi dell’Educazione Attiva) nel corso degli anni è stato sempre più coinvolto al costante e condivisa sui temi del gioco e dell’educazione. I Cemea sono presenti con laboratori (musicali, ...) per bambini, ragazzi e adulti, con azioni ludiche lente e personali, rivolte, per scelta, a piccoli gruppi. Mentre si gioca, con i formatori si dialoga di educazione.

The educational movement CEMEA (Centri Esercitazione Metodi dell’Educazione Attiva, lit. “Practise centres for Active Education Methods”) will be present at this year’s edition of the Festival as well, with workshops for children, kids and adults where slow and personal gaming activities will be proposed, aimed at a small number of players; furthermore there will be meetings (Giocare e costruire tavolieri; Giocare per crescere; Di gioco in gioco, idee e prospettive ludiche dell’educazione attiva) aimed at teachers, parents and social operators.

43

SAB/SAT - DOM/DOM: 11.00; 15.00; 17.00

Correre, scappare e riuscire a invadere lo spazio urbano nella città moderna che diventa playground di gioco. L’obiettivo è non essere catturati e posizionare con successo il numero maggiore di post-it per guadagnare punti. In questo gioco urbano frenetico le due squadre competono per guadagnarsi spazio all’interno della base avversaria. L’invasione deve essere difesa e la squadra con più postit vince il confronto.

It’s a fast-paced urban sport in which two teams compete against each other. team’s base without being caught and successfully place a post-it note there in order to gain points. At the same time they have to defend their own base from intruding post-it note carriers by tagging them. The team with most post-it notes in their opponents base wins. The game is very sporty and includes lots of running around, as well as an element of stealth. It is ideally played in a pervasive setting, such as a large plaza or park.

IL fESTIVAL & L’uNIVERSITà ThE fESTIVAL & ThE uNIVERSITy Il legame tra l’Università di Verona e il Festival Internazionale dei Giochi in Strada è duraturo che, negli anni, si è sviluppato sia con la comunità dei docenti sia con quella degli studenti. Il i rapporti con il territorio e aprirsi alla città e ai suoi numerosi visitatori che, nei giorni del Festival, animano il centro. In una logica strategica di relazioni comunitarie questa sinergia permette a entrambi gli attori coinvolti

appartenenza. Il gioco come ‘strumento relazionale’ corrisponde, dunque, alla volontà dell’organizzazione universitaria d’intrattenimento culturale in cui Verona diventa un palcoscenico condiviso.

pROGETTI COLLATERALI SIdE pROJECT

uRBAN pOSTIT-ISM

The connection between the University of Verona and the International Festival of Street Games is very strong. In fact over the years it developed both with the professors and with the students. Tocatì allows the University to strengthen the bond it has with the territory and to open up to the city and its numerous visitors, who liven the city during the Festival. In the logic of community relationship,

knowledge and to create a sense of belonging. Games as “relational instrument” correspond to the and culturally entertaining aspects in which Verona becomes a shared stage.

69


TOCATÌ fESTIVAL SOSTENIBILE TOCATÌ SuSTAINABLE fESTIVAL nostro è stato il primo festival in Italia a introdurre elementi concreti legati alla sostenibilità e alla tutela struttura organizzativa. In questi anni abbiamo avuto e continuiamo ad avere l’appoggio di enti ed aziende che ci aiutano a rendere possibile, almeno per tre giorni, una città in cui le strade sono luoghi di gioco e di socialità e non soprattutto di passaggio. Verona, proviene interamente da fonti rinnovabili Alla Cucina del Festival e all’Osteria del Gioco si serve acqua dell’acquedotto cittadino Acque Veronesi Alle cucine del Festival si possono scegliere piatti “a chilometro zero”, realizzati con prodotti locali grazie alla collaborazione con Coldiretti Verona. Per un maggior decoro dello spazio cittadino e per AMIA contribuisce con isole ecologiche. Inoltre propone laboratori di gioco per bambini legati al riciclo. Grazie all’Assessorato Ecologia e Ambiente del Comune di Verona il pubblico ha la possibilità di navigare sull’Adige (collaborazione con Adige Rafting ASD) e di partecipare a laboratori del Centro di Riuso Creativo con materiali messi a disposizione da ConfCommercio. dal Comune di Verona e dal servizio Bike sharing Verona Bike (Clear Channel); per i giornalisti e per lo

links with eco-friendly daily practices. The past years we had and we keep on having the support of institutions and businesses that help us make possible, for at least three days, this event.

guaranteed renewable sources. At Cucina del from the city aqueduct Acque Veronesi is served instead of bottled water. At the Festival kitchens dishes made with local products can be chosen, thans to the collaboration with Coldiretti Verona. Some recycling areas can be found for the separated trash collection (AMIA contributes to a cleaner city

for kids related to the theme of recycling (Thanks to the cooperation with Confcommercio Verona and to the subscription of the business owners and shopkeepers from Verona’s historical centre, waste will be transformed into nice eco-friendly allowed in the city centre and alternative means of

the Department of Ecology and Environment of the Municipality of Verona in collaboration with Adige Rafting ASD). Our équipe is using bikes provided by Municipality of Verona and the Verona Bike sharing are using electric cars.

In collaborazione con Fiab Verona viene organizzata una Caccia al tesoro in bicicletta. Inoltre per promuovere la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile – dal 16 al 22 settembre – il Festival invita i visitatori a raggiungere Verona con il Treno o il Car sharing e ricorda che in accordo con Deutsche Bahn viene organizzato uno speciale “Treno del gioco” da Monaco a Verona.

70

In collaboration with FIAB Verona a Treasure hunt by bicycle is organized. Furthermore, to promote the European Mobility Week – from 16 to 22 September – the Festival invites the visitors to reach Verona with the playful train from Monaco to Verona (organized by Deutsche Bahn) or with the Car sharing.


ASSOCIAzIONE GIOChI ANTIChI L’Associazione Giochi Antichi (AGA) studia e sostiene in Italia e nel mondo il gioco tradizionale che è espressione della cultura popolare e rappresenta un patrimonio immateriale da salvaguardare (come riconosciuto dall’Unesco nel 2003). Fa parte di AJEST (Association Européenne des Jeux et Sports Traditionnels) e della Rete Italiana di Cultura Popolare. AGA elabora progetti gioco tradizionale e del diritto al gioco. realizzando anche percorsi formativi per le scuole e l’Università di Verona e organizzando iniziative culturali (tra cui il festival Tocatì). Nel 2007 ha aperto Casa Colombare – Centro Documentazione Gioco Tradizionale, che fa parte del Sistema Bibliotecario Urbano del Comune di Verona. Nel 2008 ha stilato il comunità ludiche tradizionali (vedi www.associazionegiochiantichi.it).

VEN/FRI: 18.00 - 24.00 SAB/SAT: 10.00 - 24.00 DOM/DOM: 10.00 - 19.00 Cortile del Tribunale

Associazione giochi antichi studies and supports traditional game in Italy and all over the world. Traditional games are expression of popular culture and an intangible heritage that must be preserved (as recognized by UNESCO in the Games). Associazione Giochi Antichi is a member of AJEST (European Traditional Sports and Game Association) and of the Italian Pop Culture Network. AGA develops projects and actions for the protection, safeguard and promotion of traditional game, and the right to play. AGA realizes cultural projects and educational initiatives (including Tocatì’s Festival) for schools and for the University of Verona. In 2007, Associazione giochi antichi Documentation Center on Traditional Game in Italy, that is part of Verona’s Library System (visit www.associazionegiochiantichi.it).

BOTTEGA dEL GIOCO GAMES ATELIER

Giochi tradizionali in legno, costruiti con materiali di wood games, made of high-quality materials from con vernici atossiche si possono trovare alla bottega del gioco. Trottole, cerbottane, corde, biglie e fantastici giochi da tavolo sono solo alcuni dei giochi disponibili, del Festival Tocatì. Quest’anno per la prima volta due importanti collaborazioni sono state attivate. IUSVE (Istituto Universitario Salesiano Venezia) sostiene il festival con il coinvolgimento degli studenti nella ricerca di forme innovative per raccontare il festival. Insieme alla Cooperativa Rio Terà dei Pensieri sono stati creati pezzi unici capaci di coniugare un intento artistico, sociale ed ecologico con un immancabile tocco di ironia. I vecchi manifesti del Tocatì, dismessi e non più utilizzati, grazie al lavoro dei detenuti della Casa Circondariale Maschile di Santa Maria Maggiore sono oggi borse e accessori disponibili alla bottega del gioco. Attraverso il sostegno del pubblico del festival saranno supportate le iniziative istituzionali dell’Associazione Giochi Antichi e i fondi raccolti verranno destinati ad attività ludiche per la tutela e la promozione dei giochi tradizionali.

Marbles, Peashooters, Spinning tops and many others table games are some of the articles you can 2014 Tocatì’s t-shirts.

Salesian Institute of Venice) is sponsoring the Festival promote it. Together with the Cooperative ‘Rio Terà union of artistic, social and ecological intent. The old, no more used Tocatì’s manifests are today fashion bags and accessories thanks to the work of the guys of the male jail ‘Santa Maria Maggiore’. Find them at the game’s atelier! Thanks to the Festival’s public support many institutional initiatives of the Ancient Games Association will be promoted and the raised funds will be used to support the activities for the safeguard and promotion of traditional games.

71


18 19 2O 21 SETTEMBRE 2O14 CENTRO STORICO VERONA

12o

Patrocini

Parlamento Europeo

Conservatorio “F.E. Dall’Abaco”

Con la collaborazione delle Istituzioni messicane

Collaborazioni principali

Sostenitori

Collaborazioni

Sponsor

Sponsor tecnici

Partner tecnici

Logistics & production sponsors

Media sponsor

Media partner

Sempre più numerosa è la schiera di amici, sostenitori, associazioni e istituzioni che hanno permesso, anche quest’anno, di realizzare l’edizione del Tocatì: un apporto insostituibile per la costanza e l’entusiasmo. Un grazie a tutti.

ARRIVEDERCI ALLA PROSSIMA EDIZIONE DEL TOCATÌ NEL SETTEMBRE 2015 Design Happycentro - Impaginazione Scripta s.c. - Stampato da Edizioni Stimmgraf, Verona

Programma 2014  
Programma 2014  
Advertisement