Page 1


Laura Morelli Giovanni Diffidenti Diego Zanetti Lab 80 - Produzione

o

Laura Morelli Opificio Associazione Culturale Comune di Dalmine Comune di Bergamo Fondazione Dalmine Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo Fondazione Bergamo nella Storia - Museo Storico di Bergamo Istituto Femminile Don Luigi Guanella, Verdello UniversitĂ degli Studi di Bergamo Orto Botanico di Bergamo Biblioteca di Dalmine Biblioteca Tiraboschi, Bergamo Biblioteca Angelo Mai, Bergamo

Fondazione Dalmine Sara Mazzocchi O G

ec a

Cosmo S.r.l. &1 lab


Il bunker, ambiente nascosto e deposito di avvenimenti storici e microstorie private, è al centro di un progetto che vuole evidenziarne l'uso originario e il successivo abbandono, fino al suo recupero sotto forma di contenitore storico silenzioso. Il progetto si propone e si sviluppa per definire un nuovo concetto di bunker legato alla contemporaneità e alle visioni che questo luogo nascosto evoca: uno spazio quotidiano in cui ci si può salvare e che appartiene a tutti, seppure con variabili emotive e necessità divergenti.

Oggetto Progetto artistico aperto e radicato sul territorio relativo al concetto di bunker, da realizzare attraverso l'utilizzo di forme comunicative proprie dell'arte contemporanea: audio, video, fotografie e installazioni. Il progetto artistico nasce e si consolida attraverso un approfondito lavoro di ricerca storico-documentaria sul bunker e l'organizzazione di workshop, che tenderanno anche a coinvolgere cittadini e istituzioni interessati al progetto.

Obiettivi - Promuovere una cultura del territorio attraverso il lavoro di messa in rete. - Coinvolgere la popolazione in un percorso culturale-artistico con particolare attenzione al ruolo delle donne. - Sensibilizzare l'opinione pubblica sulle tematiche prese in esame attraverso gli strumenti della campagna stampa, della diffusione video e delle affissioni.

Sedi Ricerche storiche: Dalmine, Bergamo e Provincia. Sedi espositive ed eventi: Dalmine e Bergamo.

Periodo La realizzazione del progetto è divisa in tre fasi: una prima fase di ricerca, una seconda di realizzazione dei workshop e del lavoro artistico sul territorio, una terza di presentazione pubblica dei risultati: mostre, presentazioni dei volumi, campagna pubblicitaria, convegno scientifico. Tutto il progetto avrà durata annuale (da ottobre 2005 a dicembre 2006) e coinvolgerà le città di Dalmine e Bergamo.

- Realizzare e promuovere un progetto d'arte contemporanea inserito nel tessuto sociale. - Valorizzare il patrimonio storico sommerso dei bunker ancora esistenti sul territorio. - Aprire al pubblico alcuni bunker storici. - Realizzare due volumi che illustrino e documentino il Bunker sotto il profilo storico e artistico.

- Organizzare un convegno sul tema del bunker per presentare i risultati raggiunti attraverso il lavoro di ricerca storica e artistica. - Presentare ai Comuni di Dalmine e Bergamo proposte rivolte alla valorizzazione dei rifugi antiaerei come patrimonio storico-architettonico.


PRIMA FASE DI RICERCA DALMINE INDUSTRIA

Questa fase del progetto è indispensabile e propedeutica alla conoscenza delle risorse e caratteristiche del territorio ed è realizzata in collaborazione con la Fondazione Dalmine, che opererà in rete con il Museo Storico di Bergamo e tutti gli archivi privati e/o pubblici che si renderanno disponibili.

Passato La costruzione architettonica. Le persone che durante i bombardamenti sono stati nel bunker. I documenti relativi al bunker: progetti, realizzazione architettonica, costruzione. Raccolta di informazioni statistiche e storiche relative al bombardamento: tipo e numero di bombe, ora dell'esplosione, numero vittime, paesi interessati, entità dei danni, etc. Sopralluoghi a tutti i bunker agibili, interni ed esterni all'azienda. Raccolta ed elaborazione di dati storici provenienti da altri archivi sia privati che pubblici presenti sul territorio.

Presente Cosa sono diventati i bunker. Dove sono. Trasformazione d'uso dei bunker.

Obiettivi Raccogliere le informazioni e le suggestioni necessarie alla realizzazione territoriale del progetto.


SECONDA FASE DI REALIZZAZIONE WORKSHOP - LAVORO ARTISTICO SUL TERRITORIO - EVENTO ARTISTICO Workshop

Nel Comune di Dalmine, Bergamo e Provincia è prevista l'attivazione di workshop. I workshop avranno il duplice scopo di documentare il progetto e sviluppare in modo consapevole un progetto artistico. Gli argomenti saranno inerenti al progetto BUNKER. I workshop saranno tre:

Audio/video Lab80 Rivolto a studenti e/o utenti delle biblioteche, fornisce strumenti per elaborare un percorso attraverso l'uso dell'audiovisivo. I partecipanti costituiranno piccole troupe e avranno a disposizione una videocamera e una postazione per il montaggio digitale.

Arte

Fotografia

Rivolto a coloro che sanno lavorare all'uncinetto. I partecipanti realizzeranno ad uncinetto bombe di dimensioni e forme identiche a quelle sganciate a Dalmine nella seconda Guerra Mondiale. Il workshop si sviluppa secondo il seguente schema: - tecnica di realizzazione e lettura del cartamodello; - incontro con le rappresentanti della prima associazione femminile di ricamo nata in Italia; - tecnica di assemblaggio; - tecnica di apprettatura; - assemblaggio finale.

Il workshop fornisce i rudimenti tecnici della fotografia. Il workshop prevede una fase di acquisizione tecnica da parte dei partecipanti ed una successiva pratica. A seguito della scelta di un luogo su cui lavorare vengono organizzate uscite sul territorio per la realizzazione di piccoli servizi fotografici sul concetto di bunker e la documentazione delle fasi di sviluppo del progetto.

Obiettivi Acquisizione da parte dei partecipanti di tecniche e competenze. Individuare e avvicinare persone e luoghi su cui lavorare. Coinvolgere gruppi di cittadini nell'elaborazione territoriale del progetto.


SECONDA FASE DI REALIZZAZIONE WORKSHOP - LAVORO ARTISTICO SUL TERRITORIO - EVENTO ARTISTICO Lavoro artistico sul territorio

Il progetto Bunker parte dal desiderio di alcuni artisti di confrontarsi su questo tema, sulla rete delle testimonianze e della memoria, partendo da Dalmine il 6 luglio '44, si giunge al bunker contemporaneo, concepito quindi non solo come rifugio antiaereo, ma anche come luogo privato in cui sentirsi al riparo dagli altri o ambiente pubblico di tutela di cose. Il lavoro artistico sul territorio si sviluppa in tre direzioni: video, installazioni e fotografie. Bunker (fotografie)

Testimone (fotografie)

Memoria (video )

Fotografie a colori dei bunker storici e delle loro trasformazioni. Fotografie di bunker contemporanei nel senso di luoghi privati, intimi, di luoghi pubblici nascosti, di luoghi usati o pensati secondo il concetto di rifugio come luogo di salvezza da qualche cosa che si considera pericoloso. Il lavoro porterà a fotografare i luoghi senza persone, secondo l'idea che gli spazi raccontano la storia degli uomini. Il lavoro condurrà infine alla stampa di cartoline rappresentative di questi luoghi distribuite gratuitamente alla popolazione.

Fotografie in bianco e nero, risultato della ricerca ed individuazione nel comprensorio: - di persone anziane che hanno vissuto nei bunker per fotografare la loro vita ora; - di persone che hanno vissuto i bunker trasformati (ristrutturazione del bunker storico); - di persone che vivono la loro condizione attuale secondo le condizioni di rifugiati contemporanei. Il lavoro porterà alla stampa in formato poster delle immagini dei testimoni negli spazi di pubblica affissione dei Comuni di Dalmine e Bergamo. Le immagini saranno corredate unicamente dalla scritta Bunker e Testimone.

Sarà individuata nel comprensorio una sorta di catena della memoria, che va dal testimone oculare a persone dell'ultima generazione. Sono i racconti legati al ricordo che si modificano mano a mano che ci si avvicina alle generazioni più giovani.

Gli argomenti - bunker storico; - bunker riutilizzato in altro modo; rifugio contemporaneo collettivo (es.discoteca); - rifugio contemporaneo privato (es. archivio di documenti privato o pubblico, casa come rifugio privato, ecc).

Gli argomenti - Persona che ha vissuto nel bunker. - Persona che ha vissuto il o un bombardamento. - Persona che vive l'Italia come luogo di salvezza. - Persona testimone di qualche evento speciale.

Gli argomenti - Persona che ha vissuto l'esperienza del bunker (90 anni). - Figlio/a di qualcuno che ha vissuto l'esperienza del bunker o della guerra (70 anni). - Nipote di qualcuno che ha vissuto l'esperienza del bunker o della guerra (50 anni). - Pronipote di qualcuno che ha vissuto l'esperienza del bunker o della guerra (30 anni). - Ultima generazione (8 anni). Personaggio (video) e Lab80 Abbiamo un "testimone privilegiato". Un uomo che ha da sempre cercato documenti di ogni tipo riferiti al bombardamento del 44.Uno studioso, dunque, ma non solo: un personaggio conosciuto, contraddittorio e affascinante. Nel film cerchiamo di raccontare un uomo che vive e interpreta la Storia, che racconta una sua Storia.


SECONDA FASE DI REALIZZAZIONE WORKSHOP - LAVORO ARTISTICO SUL TERRITORIO - EVENTO ARTISTICO Realizzazione degli eventi

L'iniziativa si svilupperà fra il 6 luglio 2006 e il 15 dicembre 2006. Nelle città di Dalmine e Bergamo verranno inaugurate le mostre d'arte, saranno organizzate le visite guidate nei bunker, saranno installate le opere artistiche sul territorio, sarà presentato al pubblico il filmato, si terrà il convegno e verranno presentati i volumi a stampa. Le iniziative saranno ampiamente pubblicizzate tramite stampati, trailer e sito web. Mostre e installazioni d’arte Saranno inaugurate mostre a Dalmine e Bergamo e verranno esposti i risultati dei lavori artistici, storici e botanici realizzati nel corso del progetto. I bunker storici saranno aperti, il servizio di guardiania sarà gestito con la collaborazione di volontari. Visite guidate al bunker saranno abbinate all'evento espositivo. Si auspica la possibilità di utilizzare uno dei bunker per esporre alcune opere,ma l'assetto espositivo finale verrà definito in relazione all'agibilità del luogo. Arte nel territorio Durante l'evento verranno affissi dei poster negli spazi pubblicitari cittadini con i ritratti delle persone individuate come "Testimone" e saranno gratuitamente a disposizione del pubblico le cartoline "Bunker/rifugio" di Diego Zanetti. Le bombe all'uncinetto verranno allestite all'interno della Fondazione Dalmine e della Biblioteca Tiraboschi a Bergamo. Film nei quartieri I filmati realizzati da Lab 80 saranno presentati nei quartieri di Bergamo,possibilmente all'aperto o comunque in luoghi particolarmente significativi per la vita della comunità. Il filmato di testimonianza sarà proiettato su grande schermo, mediante attrezzature mobili montate per l'occasione.Le interviste e altro materiale audiovisivo sarà proposto attraverso installazioni video a più schermi. Diffusione del progetto Il piano di comunicazione,che necessariamente si intreccia con quello artistico,prevede l'utilizzo di numerosi ed efficaci strumenti: stampati promozionali dedicati a ciascun evento, cartoline e affissioni con soggetti scelti dagli artisti per il loro lavoro sul territorio e, di particolare rilevanza, la realizzazione di un video a cura di Lab 80 (partner del progetto), della durata di un minuto, che circuiterà all'interno di alcune delle principali sale cinematografiche del territorio, per diffondere in maniera "spettacolare" il progetto Bunker e avvicinare un pubblico numeroso all'evento mostra e alla giornata di studi, suscitandone un interesse allargato e il più possibile consapevole e non casuale sulle tematiche affrontate. Sarà inoltre attivata una pagina web dedicata al progetto, che durante le varie fasi renderà conto del lavoro svolto, delle iniziative in corso e di quelle future; tutto il materiale a stampa, così come il video a cura di Lab 80 indicheranno l'indirizzo web di riferimento e le istituzioni coinvolte nel progetto saranno invitate a inserire un link alla pagina Bunker durante il corso della manifestazione nei propri siti web.


TERZA FASE DI DOCUMENTAZIONE

La pubblicazione Verranno pubblicati due volumi:uno che raccoglie il progetto artistico e uno la ricerca storica. Il volume d'arte raccoglierĂ approfondimenti teorici,fotografie e documenti sull'evoluzione del progetto artistico,frames dei video,fotografie e bozzetti delle opere d'arte realizzate,le fotografie delle installazioni avvenute,i risultati delle attivitĂ  dei workshop, i progetti non realizzati. Nel volume della ricerca storica saranno contenuti la ricerca storica sul bunker e le ricerche storiche inserite nel progetto. Giornata di studi Una giornata di studi sarĂ  organizzata in un luogo istituzionale per raccogliere e analizzare i risultati della ricerca e del progetto,con il contributo di referenti scientifici di rilievo provenienti da diversi settori di competenza,che illustreranno il significato poliedrico del concetto di bunker, che si muove sul filo della memoria storica e della sua attualizzazione, in chiave artistica e sociale. L'organizzazione del convegno prevede anche interventi di alcuni tra i protagonisti piĂš significativi del progetto e mira a coinvolgere il pubblico e i media nell'iniziativa.


CALENDARIO

ottobre 2005 - giugno 2006 Dalmine/Bergamo/Provincia - ricerca storica - anteprima stampa per la presentazione del progetto - workshop artistico - workshop video - workshop fotografico - lavoro artistico sul territorio: .fotografie/bunker, .fotografie/testimoni, .video/memoria, .video/personaggio - realizzazione del video promo

6 luglio - 30 settembre 2006 Bergamo, Biblioteca Tiraboschi evento artistico: installazione d'arte contemporanea/bombe all'uncinetto

marzo - dicembre 2006 Dalmine/Bergamo realizzazione campagna promozionale - campagna affissioni arte/promo (manifesti e cartellonistica) - stampa e diffusione materiale promozionale di tutti gli eventi (inviti, volantini, pieghevoli informativi, locandine, cartelle stampa) - promozione stampa successivamente all'anteprima stampa per la presentazione del progetto, organizzazione di due conferenze stampa (luglio e novembre) - inserzioni promozionali su testate locali e nazionali

Dalmine, Comune di Dalmine - evento artistico: proiezione video personaggio (solo il 6 luglio 2006) - presentazione volume artistico - evento artistico: affissione dei poster testimone - evento artistico: distribuzione cartoline Bunker

Bergamo, quartieri di Bergamo proiezioni cinematografiche all'aperto a cura di Lab 80 Dalmine, Fondazione Dalmine - evento artistico: installazione d'arte contemporanea/bombe all'uncinetto - evento artistico: proiezione video memoria (6 - 12 luglio 2006) - mostra storica

6 luglio - 31 ottobre 2006 Dalmine/Bergamo apertura al pubblico dei bunker storici

14 - 30 settembre 2006 Bergamo, Orto Botanico - evento artistico: proiezione video memoria (14 - 20 settembre 2006) - mostra di fitoalimurgia

1 - 30 ottobre 2006 Bergamo, Biblioteca A. Mai - mostra storica - evento artistico: proiezione video personaggio

1 novembre - 15 dicembre 2006 Bergamo, Fondazione Bergamo nella Storia - Museo Storico di Bergamo e UniversitĂ di Bergamo - convegno - evento artistico: mostra fotografica testimoni/Bunker - evento artistico: affissione dei poster testimone - evento artistico: distribuzione cartoline Bunker - presentazione volume storico


LAURA MORELLI E GIOVANNI DIFFIDENTI

Dal 2001 Giovanni Diffidenti e Laura Morelli lavorano insieme su progetti che combinano il fotoreportage all'arte contemporanea. Il metodo di lavoro prevede la permanenza in un luogo per alcuni mesi e la stretta vicinanza a persone, luoghi, culture. Il materiale raccolto viene elaborato in cooperazione con professionisti invitati a partecipare ai singoli progetti.

Mine antiuomo 2001 theperfectsoldier Sito web:www.theperfectsoldier.com Campagna stampa nazionale in collaborazione con Saatchi and Saatchi,RCS,Winsome Italia 1999-2002 survivor e survivor - sediachecammina con Riccardo Cassinis ingegnere robotico docente di informatica ed automazione all'UniversitĂ di Ingegneria di Brescia, gli studenti di ingegneria FacoltĂ  di Brescia, il Centro di Bioingegneria della Fondazione Don Carlo e il Politecnico di Milano, ItCBL (Campagna italiana contro le mine), ICBL (International Campaign to Ban Landmine), Power (ong), Comune di Verdello/BG,Emergency sez.di Bergamo;Museo della Guerra,Rovereto. Principali installazioni: theperfectsurvivor 2003 - 5 Bangkok/Thailandia,Milano,Roma Video: 2003 Centro di bioingegneria della fondazione don Gnocchi Politecnico di Milano Sito web: www.survivor-project.it con Riccardo Cassinis e Claudio Spini


LAURA MORELLI E GIOVANNI DIFFIDENTI

Disabili a causa di incidenti stradali 2003 Match a cura di Paola Tognon, promotore: Associazione Disabili Bergamaschi, Teatro Sociale, Bergamo Pubblicazione: Match, pp. 127, ed. Lubrina, Bergamo Spazio vitale a confronto nella societĂ a produzione intensiva 2004 spazio vitale in normal life, a cura di Manuela Gandini, artandgallery, Milano Epilessia nell'etnia dogon/mali 2005 TIBU SUGU la malattia che fa cadere come pietre a cura di Sara Mazzocchi, promotore: Missionari d'Africa mostra itinerante: Monza, Torino, Verdello (Bg), Bergamo, Treviglio, Boltiere, Erba (Lc)


DIEGO ZANETTI

(1970) abita e lavora ad Osio Sotto (Bg). La passione per la fotografia inizia da giovanissimo, e questa lo porta a collaborare con uno studio fotografico locale dove apprende le basi di questo lavoro. Ora si occupa prevalentemente di sport, soprattutto di ciclismo, collaborando con alcune testate giornalistiche quali: L'Eco di Bergamo,Il Giornale di Treviglio,Ciclismo Bergamasco ed altre. Nel 2002 un viaggio a Guantanamo (Cuba) lo porta a realizzare un servizio fotografico della realtà locale,lavoro che si è potuto apprezzare nella riepilogativa mostra fotografica tenuta nella città di Bergamo nel 2004. Da diversi anni,in alcuni paesi della provincia di Bergamo,conduce corsi di fotografia per avvicinare i giovani a quest arte e a trasmettere loro questa sua grande passione.


LAB 80 FILM

Lab 80 film nasce nel 1975 come compagnia di distribuzione cinematografica interessata all'acquisizione di film trascurati dalla distribuzione commerciale, o perché realizzati da autori poco conosciuti o perché provenienti da aree geografiche poco frequentate. Già nei primi anni di attività la cooperativa ha fatto conoscere registi del calibro di Andrzej Wajda, Rainer Werner Fassbinder e Wim Wenders, nonché film provenienti dall'Europa orientale. Altra scoperta della Lab 80 è il cinema proveniente dall'Estremo Oriente.Sono tutti filoni in seguito ampiamente sfruttati dalle distribuzioni commerciali. Un importante settore di attività è dato dalla riedizione di classici della storia del cinema in copie restaurate e nella versione originale (tra gli autori proposti Dreyer,Bresson,Welles,Tarkovskij). Da alcuni anni la Lab 80 film si occupa dell'organizzazione di eventi per conto di amministrazioni pubbliche e soggetti privati. Il settore attualmente di maggiore rilevanza è la produzione digitale:all'attivo c'è ormai una ventina di produzioni,alcune delle quali hanno ottenuto importanti riconoscimenti in campo nazionale e internazionale. La Lab 80 organizza corsi di formazione per operatori,registi e montatori all'interno di progetti Europei.


RIFERIMENTI

Laura Morelli via Pirandello 2 24050 Cavernago (Bg) tel.: 035 840675 cell.: 339 6586454 e-mail: lmorelli@hotmail.it sito web: www.survivor-project.it Giovanni Diffidenti via Pirandello 2 24050 Cavernago (Bg) tel.: 035 840675 cell.: 339 2668381 e-mail: gdiffidenti@hotmail.com sito web: www.theperfectsoldier.com Diego Zanetti cell.: 338 4685751 e-mail: photozanetti@virgilio.it Sara Mazzocchi cell.: 347 6461508 e-mail: sarmazza@yahoo.it Opificio Associazione Culturale via Manz첫 25 24122 Bergamo tel.: 035 342239 fax: 035 341255

Lab 80 film via Reich 49 24020 Torre Boldone (Bg) tel.: 035 342239 fax: 035 341255 Alberto Valtellina e-mail: alberto@lab80.it Angelo Signorelli e-mail: angelo@lab80.it sito web: www.lab80.it Cosmo srl Beatrice Ferrara via Manz첫 25 24122 Bergamo tel.: 035 239807 / 270821 fax: 035 270264 e-mail: cosmo@cosmocomunicazione.it sito web: www.cosmocomunicazione.it


Logo e marchio Bunker applicati al formato cartolina (12x18 cm)


Logo e marchio Bunker applicati al formato manifesto (100x70 cm)


Laura Morelli, bombe all uncinetto: schizzo di progetto


Laura Morelli, bombe all uncinetto: ricerca, progetto e disegni esecutivi


bunker  

the BUNKER art project

Advertisement