Corriere della Riviera Dicembre 2021

Page 1

Corriere della Riviera Periodico gratuito d’informazi one del lag o di Garda e della provi ncia di Verona Fondato nel 1999 • E- mail:corrieredellariviera@libero.it

Anno 23 • Numero 6 Dicembre 2021

www.corrieredellariviera.it

Via I°Mag gio, 2 5- 37 010

Frantoio e vendita olio LOC LOC CEREDELLO CEREDELLO CAPRINO CAPRINO(V.se) (V.se) Tel 0456230616 Tel 0456230616

I

ncrementano le vaccinazioni, ma incrementano pure i contagi. Mentre l’Italia accoglie in terapia intensiva pazienti di altre nazioni, il Governo pensa di nuov o all’ennesimo lockdown generale. (alle pag. 2-3)

Costermano (VR) Tel.045 7200 063 www.tct enda.i t -info@tct enda. it

CASTELNUOVO

GARDA

GUERRA TRA COMUNE E DIPENDENTE

PROVE TECNICHE D’INCIUCIO

A pag.7

A pag.6


2 CORRIERE DELLA RIVIERA

IN PRIMO PIANO

Dicembre Dicembre 2021 2021

DIETRO AL MEZZO FALLIMENTO DEI VACCINI SERPEGGIA STRIDENTE IL LOCKDOWN E LA CACCIA AGLI UNTORI

CACCIA ALLE STREGHE

S

otto il nome del Covid. Quasi una psi- ma sarebbe quasi compleDati: Istituto Superiore sanità cosi come si è soliti fare in quest o tamente risolto e il Covid stato italiano carente d’idee e con tornerebbe la solita m alatmolti pregiudizi. Lo scontro è in aperta tia stagionale. Ma come in campagna con la lotta tra nuovi Guelfi e tutti i periodi di obnubilaGhibellini Vax e no Vax, gener atisi dalle mento della ragione, è contraddizioni del sistema stat ale. Da una partita la caccia alle parte l’ultima serrata arrogante campagna “streghe” per celare il governativa per inculcare alla gente il bo- quasi totale falliment o del nus vaccinale con un green pass che se in progetto vaccinale . Dalla realtà, doveva garantire una sicurezza ha stessa dur ata della protegarantito solo un’ insicurezza tot ale. zione del vaccino che, A partire dai controlli a cui m olti de putati a dapprima stimata, in un controllare tale minimo di un anno si è atto si sono sotpoi ridotta in que sti IL SIERO ASTRA tratti per evidenperiodi a circa 9 mesi. ZENECA PRESENTATO ti difformità del Lo stesso Direttore La stragrande maggioranza dei casi Covid sono COME PANACEA PER IL pr ovve dim ent o. dell’ISS Locatelli asintomatici o lievi. Solo un 2- 3% diventano gravi VIRUS E’ STATO POI Com’era possibinell’agost o scorso dicele infatti, per LASCIATO va “che l’estensione esempio per un del Green pass a a 12 mesi era più che terrazzo. Mentre ironia della sorte in InghilMARCIRE NEI esercizio della ragionevole”. Oggi non è pure ragione- terra (con molti vaccinati Astra Zeneca) i MAGAZZINI ristorazione divole pensare che quel vaccino Pfizer contagi sono sotto controllo pur essendo ventare ligio controllore di un proprio cli- protegga al 96 per cento dopo sei mesi, non certo minori. ente? E dall’altra come sarebbe stato possi- per ché si ve de da uno studio La differenza è che in Inghilterra non vi è il bile per le forze dell’ordine incaricate svol- dell’Universit à sve dese di Green Pass e il parosgere un serrato controllo su tali attività. Umea sentenzia che possismo contro quella Questo a pre scindere dalla giustezza nor- siede ad una protezione malattia chiam ata mativa del pr ovve dimento governativo del 71 per cento per poi Covid, mentre in Ita(non difficilmente contestabile), ma per non dare ne ssuna e fficalia hanno persino l’onere di sobbarcar si tale stat o di cose cia. Su cosa si basa allora creato il Green pass cioè per accertare se un cliente nei risto- quel gren passa di dur ata forzat o e rafforzat o. ranti o ai bar fosse munito del document o a nove mesi? Sul nulla. Questo grazie ad un salvifico. Un documento che peraltro per- Solo da una politica detmanipolo di consumetteva due possibilità: o la vaccinazione tata da impulsi di asint olenti scientifici ma con due dosi; o il tampone assolutorio. Una matici virologi che per anche consulenti di forma assurda di apartheid sanitario che coprire le falle della loro case farmaceutiche non risolveva un bel nulla. Con più passava sintomatica alienazione che vogliono tenere il tempo e con i casi di Covid incrementava- dalla realtà e mancanza l’attenzione alta sia no (la m aggior parte asint omatici) tra uno di empirismo, hanno lansulla così detta panscontro no vax e l’altro, l’illuminat o gover- ciato sul mercato degli demia e anche su se no dai soliti presenzialisti virologi si accor- allocchi la terza dose giustessi. Virologi che lo geva che qualcosa non andava. “Ma co- stificandola con una maggior carica di anti psichiatra Vittorino Andreoli ha definit o me” si chiedevano “ siamo al 80% dei vacci- corpi. Delle varianti del Corona virus a cui come “ una classe che in tivù fa danni”. nati e i casi aumentano?” . Un interrogativo questo siero vaccino, non può nulla, nep- Ma non solo, visto che oggi quel 15% rimache aveva i suoi prodromi nel marzo scor- pure una parola. Come di quel 70% di ottan- nente di non vaccinati che vorrebbero si so quando gli stessi virologi parlavano tenni ospedalizzati in It alia con vaccinassero non per costrizione (vaccino d’immunità di gregge (come le pecore l’inoculazione del siero de finiti immunizza- obbligatorio) ma per induzione, altrimenti n.d.r.) con l’85% della poti, che giacciono ricoverati sarebbero impediti nei servizi di svago pubpolazione vaccinat a. Ecco negli ospedali di fronte al blici. Incredibile: un 15% di tam ponati quindi AGOSTO 2021 IL allora la genialata attuale: 26,3 per cento di ottanten- sicuri di non cont agiare dovrebbe assume DIRETTORE DELL’ISS imputare la colpa del conni non vaccinati. Ma se il re un “farmaco” preventivo per di più spe LOCATELLI DICEVA tagio a quel 15% non vacciCovid rimane di per se stes- rimentale perché accusati senza nessuna “L’ESTENSIONE DEL nato. Ma come? Se prima so una malattia rar a (circa prova di essere l’untore. Un farmaco che l’immunità l’aveva creata il GREEN PASS A 12 MESI 40 casi oggi su 100.000 per- ha degli effetti collaterali pari allo 0,5 % dei Governo oggi quei tamposone) non è rar o vedere che vaccinati e di cui lo Stato non se ne assuE’ PIÙ CHE nati pari al 15% sono diveni sieri presentati vanno fini- me nessuna responsabilità. Un farmaco i RAGIONEVOLE”. tati dei reietti? Cioè se lo re nel dimenticatoio. E’ il cui effetti a lungo termine sono sconosciuOGGI IL VACCINO Stato Italia, unico al mondo caso di Astra Zeneca che ti. Questo in nome della possibilit à di un PROTEGGE AL sta facendo pagare a caro presentato come una pana- contagio alquanto raro da cui la maggior MASSIMO 6 MESI prezzo quei tamponi (15 cea per tutti i mali è finito parte sono guariti e di cui circa un 2% per euro) per mantenere in nel mirino delle critiche per cento, per la maggior parte anziani e con piedi il lucroso sistema, addossa ai non vac- una serie di casi con pazienti colpito da tre gravi malattie a carico, ha avuto conse cinati che mantengono finanziariamente in effetti collaterali gravi. Effetto il cui nesso guenze estreme. Insomma un esperimento piedi (involont ariamente) il giro di affari con l’assunzione del farmaco non è stat o di massa fatto sulla pelle della gente per vaccinale, la responsabilit à del contagio mai provato. Cosicché moti paesi invece di conto di una malattia certo non trascurabidilagante. Uno scarica barile vergognoso. E usare il “ farmaco” l’hanno lasciato scadere le negli aspetti più gravi, ma che non è cerdagli all’untore! Mica la peste sia chiaro, gettando via migliaia di dosi talune poi in- to tra la più pericolose in circolazione . perché si parla di un’ influenza che nel 98 % viate in Africa de stinate al mace - Se per esempio, creassero un vaccino per il dei casi si risolve in modo positivo, ma di ro.“Realizzare un vaccino in un anno è come tabagismo ci sarebbero molti meno ospe una malattia che può portare il 2% dei pa- far atterrare un uomo sulla luna” dicevano dali e terapie intensive in meno. E anche zienti in terapia intensiva saturando i repar- gli scienziati di Astra Zeneca. E in e ffetti molti meno Speranza e Burioni di giornat a ti. Il problema è tutto lì. Bastava potenzia- sono stati veggenti, ve dendo come il monre gli ospedali invece di toglierli e il proble - do alla fine la luna continua a guardarla dal Andrea Torresani


Dicembre Dicembre 2021 2021

IN PRIMO PIANO

TAGLI ALLA SANITA’ MA SUPER BONUS AGLI OSPEDALI CON PAZIENTI COVID MISTERO: IN ITALIA IL VIRUS CRESCE TRE VOLTE DI PIU’ RISPETTO LA MEDIA MON DIALE

CORRIERE DELLA RIVIERA

3

VACCINATI CO NTAGIOS I COME I NO VAX

IMMUNIZZATI MA NON TROPPO

T

agli alla Sanit à per milioni di euro per pazienti covid. In que sti anni abbiamo assistito in Italia ad una continua riduzione di risor se della sanit à pubblica. Quest o si è visto anche attraverso le regioni che hanno operato tagli nel settore sanitario di una certa entità. Si è visto poi come la regione Veneto abbia ridotto più della metà gli ospe dali lasciando strutture semi fatiscenti che al loro interno hanno inserito, solo, per esempio, dei servizi di base come laboratori sanitari. Dall'altr a è cresciuta sempre più la sanità privat a con sovvenzioni da parte degli enti regionali. Insomm a in un certo modo un cat aclisma che si è rivelato in tutta la sua gr avità con l'arrivo del ciclone Covid che ha post o in primo piano la necessità di potenziamento delle terapie Intensive che in realtà non è stato ancor a attuat o. Di pari passo alla contraddittorietà di certe norme governative per il contrasto del virus, s’inserisce l'ennesim o atto governativo che pone in primo piano quest a malattia che ha colpito solo un se sto degli italiani di cui, la stragrande maggioranza, senza gr avi consegue nze. Ma per quella minim a parte quel 2% , che si sono ammalati gravemente è diventata la goccia che ha fatto crollare la Diga. Così il Governo ha creat o una serie di procedure altalenanti per giustificare l’ enorme campagna contro questa malattia non certo tra le più pericolose in circolazione. Mascherine in luoghi pubblici,guanti, lockdown in serie, zone rosse, giallo e ar ancioni bianche , chiusure di locali pubblici, divieti di assembramenti ecc. E per ultimo una vaccinazione ormai quasi obbligatoria che ha visto persino l'uso di un document o di vaccinazione (green pass) per accedere ai locali. Ma si è visto che nonostante gli anatemi del Guru Draghi che intimava la vaccinazione pure ai sommergibili, sennò arrivava il finim ondo, l'Italia è tra le nazioni al mondo in cui più è cresciuta e quest a malattia. Si vede anche dal grafico della John Hopkins University, qui a destra in cui l'Italia si colloca rispetto alla media mondiale con una crescita di contagi circa tre volte superiore. Questi sono i primi risultati del Green pass che per Dr aghi dava l'immunità dal virus ma che in realtà come si è poi visto non è proprio così smentito dai fatti e della scarsa durat a del vaccino. Dall'altra il Capo del Governo ha generato un volano per gli ospedali, che come si vede dal decreto della Gazzetta Ufficiale del 21 novembre scorso bene ficeranno di 3713€ se il ricovero è avvenuto in are a medica, è la bellezza di €9697 euro se il paziente viene ricoverato in terapia intensiva. Una follia. Anche perché con tutti questi benefit, qualcuno si è chiesto se chi verrà tamponat o e trovato positivo, potrà e ssere ben prest o accol-

Dati Istituto Superiore della Sanità al 21 novembre 2021

L

to a braccia aperte dagli ospedalieri, a scapito di altri pazienti magari con malattie molto più gr avi per le quali non vi è un bonus economico al nosocomio. Questo avviene poi di fr onte al taglio della sanità pubblica, avvenuto in questi anni pari a circa sei miliardi di euro. Ed inoltre ad una riduzione del personale medico dovut a anche a quel personale che non hanno volut o aderire al ricatto green pass e sono stati costretti dalle assurde norme governative ad astenersi dal lavoro. Insomma una situazione par adossale in cui questo stato iper pr otezionista per dare un iper sicurezza, ha generato una serie di falle a catena portando pure all’incremento dei contagi e al caos organizzato negli ospedali. Dimenticando comedice va il Premio Nobel Montagnier, che il vaccino può favorire la creazione di varianti come poi st a accadendo. E dall'altra non permette al corpo um ano di dare la giust a rispost a immunitaria per produrre gli anticorpi a reagire contro il virus. Ma ormai si può dire che tutto dev'e ssere assoggettat o ad una gaia medicina che ignor ando le leggi della fisica e della realtà, si è sottome ssa ad una falsa scienza dettata dalla case farmaceutiche e da poteri occulti. (A.T)

i chiamano immunizzati. Ma sono più che contagiati. Il grandissimo dubbio viene dal gr afico fornito dall’Istituto superiore della S anità che il Governo ha quasi masochisticamente diffuso, rivelando un’ inquietante realtà. Se si legge il bollettino alla seconda riga dei nuovi positivi, si evidenzia che circa l’ 88 % sono vaccinati. Un mistero insondabile vist o che nei dati questi vengono definiti “immunizzati”. A questo stato di cose il solerte Governo ormai abituat o a turare le falle di questo muro di carta pe sta creato a tentoni tra i miasmi dell’imperscrutabile Covid, lo giustifica con l’ “effetto paradosso” ovver o che i vaccinati hanno oramai hanno super ato l’85% della popolazione e che pertanto in proporzione si cont ano più positivi in questo gruppo, e che però nella percentuale effettiva sono molto inferiori rispetto ai non vaccinati. Al di là del fatto che un immunizzato non dovrebbe avere neppure il virus, l’ISS nel marzo scorso indicava con l’8o% l’immunità di gregge (cioè la scomparsa del Covid) e invece oggi si assistono a queste percentuali impressionanti di contagi tra vaccinati con l’85% della popolazione vaccinata. A dare luce al mistero è stat a la prestigiosa rivista scientifica Lancet che con il professor Gunter Kampf dell’Univer sità di Greiswald in un test svolto nel Massachusetts, su 469 casi di Covid, 346 casi (74%) riguardavano persone completamente vaccinate. Di queste 279 (79%) erano sintom atiche. Ma la carica virale di que sti immunizzati era pressoché uguale a quella dei non vaccinati e quindi potevano trasmettere in ugual modo il bacillo. Ad aggravare ciò la dur ata del vaccino che se prima l’ISS dava garanzia per un anno si è poi scoperto che poteva “assicurare” una protezione al massimo di 6 mesi. Così molti di questi immunizzati sono st ati inconsciamente veicolo di contagio pensando per di più di essere immuni e si può com prendere la diffusione attuale del virus. Vi è stato così una fattispecie d’inganno in cui si dava una garanzia di protezione in seguito alla vaccinazione con un siero sperimentale. A ciò cui si de ve dare attenzione per evitare che una caccia alle streghe si consolidi in operazioni ben più cruente che riportano alla memoria regimi totalitari. Usando cioè da parte del sistema quel 15% di tam ponati ma non vaccinati che hanno ubbidit o alle legge, come capro espiatorio. A queste persone violate con l'inganno, va un abbraccio e l'invito a denunciare quanto subit o in nome di uno Stato d'emergenza invent ato che non ha pari in altri paesi. (A.T.)


4 CORRIERE DELLA RIVIERA PESCHIERA S/G

LICENZA ANNULLATA

PROGETTISTA CUGINO DEL TECNICO COMUNALE: STOP AL CANTIERE

D

emolita e r icost r uit a oscur an do la visuale. Per Maura L’autografo del tecnic o responsabile B onom e t t i un affront o inspiegabile. Ed è così che si è trasformata in Maura contro tutti. La signora ha così proposto per quell’imm obile in costruzione innanzi casa sua, ricorso al TAR paventando diversi motivi di difformità, dalla dist anza stradale, all’ am pliamento volumetrico eccessivo, all'occupazione del Cono visuale. Ma ciò che ha colto l'attenzione del tribunale regionale del Veneto ( con giudici Alberto Pasi, Marco Rinaldi e Daria Valletta)è stato il se sto punt o propost o tramite l’avvocato Luca Gadenz. In questo paragr afo si fa presente che il geometra Massimo Cristini, Re sponsabile dell'Are a tecnica edilizia privata e urbanistica è cugino di quarto grado dell’architetto Paolo Cristini responsabile della demolizione e della Ricostruzione dell'immobile. È lo ste sso Massimo Cristini che ha dato l'autorizzazione a suo cugino per la licenza edilizia. In contrasto secondo Gadenz con le norm ative vigenti che prevedono a suo parere che non vi siano rapporti di conflitto anche potenziale. Nello stesso regolamento del Comune di Pe schiera si prevede che “Il tecnico si astenga da decisioni o da attivit à che possono coinvolgere interessi propri ovvero su parenti e affini entro il secondo gr ado del coniuge o di conviventi”. Ma non vi era la norma di incompatibilità nel dare la concessione a un parente di quarto grado. Inoltre comune di Peschiera costituitosi in giudizio in opposizione , fa presente che sull’ autorizzazione edilizia si era espresso anche il responsabile trasparenza e corruzione del comune . Il tribunale su que sto fatto st ato però decisamente critico. Riportando il dpr 62/2013 ha evidenziato che “il dovere di astensione dei pubblici dipendenti degli amministratori vale a preservare la credibilità e la fiducia dell'amministrazione scattando a fr onte di situazioni di mero pericolo, tutto ciò per non mettere in dubbio l'imparzialit à e la serenità di giudizio dei titolari dell'ente stesso. Allorché” prosegue il Tribunale “si trova un responsabile dell'Ufficio Tecnico comunale parente di quarto grado del progettista ai lavori si va a determinare un potenziale conflitto d’ interesse che avrebbe imposto al funzionario di astenersi”. “Lo stesso DPR 62/2013” fanno presente i giudici “ afferma che il dipendente debba astenersi dal partecipare all'adozione di decisioni attività che possano coinvolgere interessi propri, ovvero di suoi parenti, affini entro il secondo gr ado, del coniuge o dei conviventi”. Intendendo però che sono da separ are i significati di parentela e affinit à. Perché proprio quest 'ultima è intesa come non consanguineità sino al secondo gr ado, mentre la parentela di sangue, nel testo del DPR è intesa, in senso generale, come un legame più intenso tra soggetti coinvolti . Cioè proprio per quella “virgola” che separa parenti e affini, nel testo del DPR, Il Tribunale ha dato ragione alla signora annullando il permesso costruire 7561 del 30 aprile 2020. E rifondendo la signor a delle spese di lite pari a €3000. Il Comune e il Cristini far anno ricorso. E intanto la vicenda, t anto per cambiare, arriverà alle calende greche con il cantiere in stasi. (A.T.)

ATTUALITA’

Dicembre Dicembre 2021 2021

VERONA I PFAS PRESENT I NELL EST VERONESE SOTTO ACCUSA

IL PERICOLO PFAS ALLO SCOPERTO I nquinament o da Pfas. La Commissione Ecom afie ha ascoltato nel giugno scorso il profe ssore ordinario di Endocrinologia dell’Università di Padova, Carlo Foresta. Che è stato chiaro in merito alla diffusione dei Pfas nelle acque o nell’aria. Quest o in relazione ad un’ indagine che riguarda pure la ditta Miteni di Trissino (Vi ) che ha diffuso que ste sostanze nel territorio attraverso i canali d’irrigazione ma anche nelle acque potabili. “La situazione sanitaria delle popolazioni esposte ll’inquinamento da Pfas appare molto critica” secondo Foresta “ e i rischi per la salute si estendono ben al di fuori della zona rossa (inquinata), interessando tutti i cittadini - Le istituzioni competenti devono fare tutto il possibile, sia sul fronte della ricerca - penso anche alle indagini epidemiologiche - sia per quanto riguarda la prevenzione” . Secondo Foresta i Pfas perfluor ati cloro alchilici si accumulano nei diversi organi. Un’elevat a concentrazione di Pfas nel sangue determina un aumento dell’incidenza di patologie ischemiche, aumento del colesterolo, problemi alla nascit a e una maggiore prevalenza di ipertensione, diabete, malattie cardiovascolari. L’allarme poi riguarda la popolazione generale e non solo quella delle zone rosse. Il professore ha pure analizzato la fertilità, a riscontrando nei giovani residenti nella zona rossa, la presenza di Pfas nel liquido seminale, una diminuzione degli spermat ozoi e una riduzione del 10% della dist anza ano-genitale, conne ssa con una riduzione del testosterone. L’azione dei Pfas si è dunque dispiegata già nella fase embrionale, determinando una mitigazione del testosterone nella sua attività.

accumulo di Pfas nel cervello di soggetti che vivevano in zone rosse, rilevando come queste sostanze si c o n ce ntr in o s o pr at t u t t o nell’ipot alam o. Ad un aumento dell’inquinamento corrisponde poi una maggiori incidenza di demenza, morbo di Alzheimer, autismo e deficit di attenzione e iperattività (ADHD). Alte concentrazioni di Pfas nel sangue inducono una condizione in cui le piastrine possono più probabilmente formare trombi. Per quanto riguarda l’azione del C6O4, è stato osservato che anche quest o incide sulla fluidit à del sangue e sull’azione delle piastrine. Vi è inoltre una possibile correlazione tra inquinamento da Pfas ed effetti della pandemia, vist o che nelle zone rosse si è osservata una maggiore gravità dei sint omi e una m ortalità da Covid-19 maggiore del 60%. Una sint omatologia for se collegat a sia agli e ffetti di immunodepressione correlata all’e sposizione ai Pfas, sia all’azione dei Pfas di blocco dei recettori della vitamina D, sia all’attività dei Pfas sulle piastrine. Insomma non c’è da stare allegri, ma fare molta attenzione . Anche se gli Enti preposti ai controlli non sembrano ancora aver dato una stretta deci-

siva a que sto Un terzo poi dei giovani di 20 anni p e r i c o l o s o residenti in zona rossa present ano fenomeno. già un osteoporosi e osteopenia, che impediscono alla vitamina D di attivarsi consentendo l’assorbimento di calcio. Inoltre secondo lo studio vi è

un

Frasi Frasi Sparse Sparse ( A.Torresani)

TRA GREENPASSISTI E TERRAPIATTISTI QUESTI CI RINCHIUDONO ANCORA L'OMICRON TERROR LA PROPONGONO GLI STESSI GOVERNI E POI SI FA NNO SMENTIRE DA GLI SCIENZIATI. COSA NON SI FA IN NOM E DEL COVID!


Dicembre Dicembre 2021 2021 LAZISE

ATTUALITA’

CORRIERE DELLA RIVIERA

5

IL COMUNE OFFRE 900.000 EURO PER CIRCA 2000 METRI QUADRI DI RUDERI E VEGETAZIONE SELVAT ICA

UN ESPROPRIO DA “FAVOLA” PER LE MURA DEL PAESE

N

on sono un po’troppi ? 900000€ per circa due mila metri quadri di terreno e immobile? Un valore enorme quello che ha valutato la giunt a comunale di Lazise per un possibile esproprio che deve essere effettuat o in prossimità della cinta mur aria post a verso il lat o nord. Il terreno da espropriare appartenente ai Signori Rama Scardova è posto proprio a cavallo delle storiche Mura quindi in zona con vincoli monument ali paesaggistici. Il Comune aveva incaricato per la stima dell’immobile l'ingegnere Luigi Cipriani, che ha rilevato come quel fazzoletto di terra oggi in parte urbanizzato e parte dimora di piante sia valut abile al valore sbalorditivo di circa 450 euro al metro quadro. Valore inusuale per un espr oprio visto che in genere i valori sono 3 volte inferiori. Ma la perizia, redatt a anche attraverso lo studio le gale di Stefano Baciga ( incaricato dal Comune con €4500) risulterebbe regolare secondo questi par ametri. Ma

LAZISE

la domanda nasce s po nt anea: per quale motivo il Com une va ad at t u ar e un espr oprio così oneroso in una zona vinc olat a? In effetti nell'atto de liber atorio di avvio della procedura non vi è nessuna spiegazione in merito alla destinazione, cioè agli obiettivi che si prefigge il Comune nell’acquisto di quell'angolo di paese oggi in un certo modo abbandonato. Non si comprende d’altro canto l'utilità di un investimento simile che appare certamente un onere rilevante per il Comune. Fatto sì è che l'amministr azione è tesa, si legge nella delibera di riferi-

Sulla sinistra l’area (delimitata dalla linea bianca) che dovrà essere acquisita dal Comune. Sopra vista della parte da acquisire, dalla strada Gardesana

mento “a procedere nella trattativa di bonaria acquisizione del bene salvo non si raggiunga un accordo si attuerà la procedura espr opriativa”. Insomma una trattativa più che bonaria vist o il valore altisonante di offert a per l’acquisizione di un antico rudere. Non sarebbe utile valutare un esproprio che nei termini di legge, prevede costi inferiori. Appare così ar duo pensare che i proprietari non accettino una pr oposta simile che sem bra quasi una vincita al lotto.

Anche perché un immobile non certo recente e con una parte lasciata ad una selva e ad area dismessa, non si capisce bene quale rendita possa avere. Si parla anche di un decennale contenzioso tra le parti, e il Comune intende risolverlo versando una cifra enorme per un bene di dubbi utilità. Appare probabile che alla fine a guadagnarci non sarà certo la comunità ma solo chi alla fine ha introitato i soldi per quest o assurdo “ affaire”. Andrea Torr esani

IL COMUNE INTIMA DI ABBATTERE UNA CATERVA DI ABUSI EDILI AL SIGNOR OMISSIS

ABUSO FESTIVAL PER L’INNOMINATO

I

l festival degli omissis e il festival dell'abuso. Nell'ordinanza monstre emessa il 3 novembre scor so il Comune di Lazise ha rilevato per un costruttore proprietario la realizzazione di opere in difformità dalla concessione edilizia, con la “censura” che regna impe rante sul testo dell’atto. in effetti il signore l'aveva fatt a veramente grossa realizzando un edificio difforme in diversi punti. E per evidenziare maggiormente questa capacità di aggirare la legge, il Comune sembra quasi lo abbia premiato omettendo nell'or dinanza di demolizione il suo nome con una caterva di “omissis”. Non solo sul suo nome, indirizzo, ma persino i mappali dove l’immobile sospetto è presente, e pure il nome del legale è coperto dal bianchetto. Insomma una mimetizzazione perfetta per non dare adito a interpretazioni sulla legge della privacy. L’unico nome che compariva nel documento er a quello del capo ufficio tecnico

Alberto Accordini dimensioni di 140 responsabile del cm per 190 di pr o v ve dim e n t o, altezza. Su una che non aveva avuparete poi risulto il coraggio di tava altresì la omettersi in allegra mancanza di una compagnia. E dire rientranza di 130 che la serie di abucm. E via di sesi commessi guito la presend al l ’i n n om i n at o za all'interno del non era di poco locale di una tetconto. Que sto in toia ripostiglio di seguito ad un souna parete divipralluogo della soria non rappreF. Haiez Ritratto Polizia Municipale sentata nel prodel 6 agosto 2021 dell’Innominato (1800) getto. La difforche accertava “la non corri- mità dellastettoia ripostiglio spondenza con ricostruzione di con delle pareti mo ammesse. ampliamento dell'edificio B con Insomma nel regno dell’abuso una disposizione del pavimento si evidenziava pure “ le diffeinterno su due livelli differenti renza delle quote alti metriche mentre dovevano essere su un del terreno presenti nelle immeunico livello.Poi ché “l'altezze diate vicinanze del fabbricato; esterne misurate del pavimento la presenza di una veranda cosino alla copertura risultavano struita senza titolo autorizzatiminori di quanto indicato sugli vo, la difformità della struttura elaborati grafici di circa 10 cm. fotovoltaica; la presenza di una Mentre quelle nel pavimento tettoia con struttura in legno più alto vi era una differenza di non autorizzata e la presenza di circa 60 cm. Il proprietario ave- un'altra tettoia con pannelli va pure inserito una porta dalle ondulati di materia plastica

sempre non autorizzata. E infine, gran finale, la realizzazione di una tettoia con struttura lignea usata senza titolo abilitativo”.Insomm a poutpurri di abusi che l’ omissis dovrà rimediare con la demolizione della porzione di fabbricato adibit o tettoia ripostiglio, ripristino delle quote interne dell'edificio secondo l'autorizzazione dat a e il ripristino della struttura costituente la pensilina fotovoltaica riconducendo la dimensione dei pannelli fotovoltaici a quanto autorizzato. Insomma per l'omissis una dura mazzata a cui potr à pure far ricorso togliendo la censur a del nome però. Certo che con un sìffatto im mobile era più facile farlo regolare che con quest a caterve di difformità. A meno che il tecnico progettista (omissis) pure quello non si sia fatto quel giorno del progetto qualche bevuta di …. (omissis) di troppo. (A.Tor)


ATTUALITA’

6 CORRIERE DELLA RIVIERA GARDA

Dicembre Dicembre 2021 2021

IL SINDACO DA’ LA MANO E LA CONS IGLIERA D’OPPOS IZIONE “PLAUDE” AGL’INTENT I DELLA MAGGIORANZA

“COLLABORIAMO INSIEME” “IL VOSTRO PROGRAMMA DOVRA’ ESSERE ATTUATO” PROVE TECNICHE D’INCIUCIO

A

l grido di “volemose le loro funzioni mantenenben” tutti d'accordo. do ambedue degli utili, non La proposta lanciata solo per le attività comunada primo cittadino Davide li. Bendinelli nel primo consiOggi si ripresent a quest a glio comunale di insediamensituazione in altro modo to del 18 ottobre scor so, con due form azioni storisembra aver trovato consenche dell’ultimo decennio. si, soprattutto da parte delle La prima “Progetto Garda” minoranze. “Chiedo di collache ha visto incrementare i borare con la minor anza per consensi in modo notevole. il bene del pae se” ha detto Dall’altra la seconda,Garda Anna Codognola Lorenza Ragnolini Davide Bendinelli Davide Bendinelli. Ed in effetFutura, che ha visto perdeti la sua proposta sembra essere entrata Dall'altra però Lorenza Ragnolini ha riba- re malamente le elezioni anche nel nome nel cuore delle minoranze . O almeno in dito l'interesse di vedere quale spazio di un unione tra Partito Democratico, Cinquella di Anna Codognola che all’appello avrà la minoranza nelle commissioni co- que stelle, Ragnolini e Codognola . Un accorat o del suo ispiratore ha prontamen- munali che dovrebbero essere istituite tempo divisi raccoglievano 1050 voti, ma te risposto: “Controlleremo che il program- anche sulle opere pubbliche “con la spe- che oggi alle ultime elezioni raggruppati, ma della maggioranza venga attuato in ranza che venga pure creata una commis- ne hanno r accolti 460. Meno ancora i Gartutto e per tutto fino all'ultimo. Si spera sione per la pianificazione territoriale affin- desani con 70 voti. altresì che le parentele di alcune persone ché Garda non venga deturpata”. Al di là Appare quindi la “pax perpetua” pr opodella maggioranza con alcuni tecnici privati che Garda è ormai deturpata quasi com - sta da Bendinelli una strada di uscinon inficino l'operato di governo”. Insom - pletamente, ha risposto prontamente Da- ta anche per la minoranza che potrebbe ma un intervento alquanto criptico e da vide Bendinelli che ha gettat o “le mani in avere uno spazio, non solo politico. parte di una minoranza che dovrebbe o- avanti proponendo un incontro con i capi- Ma se l’inciucio è dietro l'angolo, il terristeggiare la m aggioranza, sembra alquan- gruppo di minoranza”. torio è pure all’angolo già sovraccarico di to ambiguo. Ovvero: che ruolo può avere Ed è così che alla nasicta del nuovo idillio cementi armati e dissest ato da opeun consigliere di minoranza nel controllare comunale nato nel corso del Consiglio re incompiute. E che potrebbe avere il che venga attuato il progr amma di un comunale di Garda si sta ritrovando quella definitivo colpo di grazia per la completa gruppo che era avver sario delle ultime comunanza di sapore antico che legava assenza di un opposizione che sem bra elezione comunali. Sarà com petenza della moralmente le vecchie forze democristia- ormai completamente inerte. maggioranza attuarlo e della minoranza ne e socialiste degli anni 70’, che antiteticontrast arlo nei punti consider ati dolenti. che di facciata si erano altresì accom odaAndrea Torr esani te a svolgere CASTELNUOVO D/G

IN MEMORIA

VITTIME VITTIME DA DA BOMBARDAMENTI BOMBARDAMENTI artedì 30 novembre Castelnuovo del M Garda ha ricordato il bombar damento aereo del 1944 nel quale persero la vita i ca-

stelnove si Noemi Sbalzerini in Turata, Angelo Turata, Giuseppe Zanella, Eust acchio Tosoni e Stella Spagnoli. Nel luogo luogo della strage in vicolo I Maggio, si è tenuto l’alzabandiera alla presenza delle autorità civili, religiose, militari e d’Arma. “Per la comunità di Castelnuovo del Garda” ha detto il sindaco Giovanni dal Cero “que sto è sempre un giorno triste e noi abbiam o il dovere di ricordarlo ogni anno, soprattutto alle giovani generazioni”. «È com pito di ognuno di noi non dimenticare, tramandando il messaggio di pace e solidarietà che viene dal sacrificio di quelle vittime innocenti” ha detto l’asse ssore alle Manifest azioni e Associazioni, Thomas Righetti –. Solo così potremo dire di aver reso il giusto om aggio ai nostri cari”.

ASS ENZA di BREN ZONE Piazza S.Nicolò Tel. 3773266197

Bar Pasticceria Gelateria

Via Fontana 10 Lazise (Vr ) Tel 0456470691


ATTUALITA’

Dicembre Dicembre 2021 2021 CASTELNUOVO D/G

GUERRA TRA COMUNE E DIPENDENTE

U

n pr ovvedimento disciplinare. E il dipendente finisce davanti al Il Sindaco Giovanni Dal Cero Giudice. Un provve dimento severo dell’Ufficio Procedimenti Disciplinari del Comune, era stato irrogato ad un dipendente comunale nel mese di ottobre. Non è dato a sapere il misterioso motivo del contendere. Ma il dipendente furioso più che m ai, avverso a tale ingiunzione ha impugnato il provvedimento disciplinare davanti al giudice del lavor o presso il Tribunale di Verona, Cristina Angeletti. L’udienza di discussione è stata fissata per il 9 febbraio 2022. Ed è così che il Comune ha dovut o stanziare una consistente somma per resistere al dipende nte ribelle incaricando un avvocato e sterno. Si prevedono così scintille confidando che la querelle, per effetto domino, non coinvolga altri apparati degli uffici castelnovesi (T.A.)

GARDA

CORRIERE DELLA RIVIERA

7

L’ INCREDIBILE SVARIONE NELLA DELIBERA D’ INSEDIAMENTO

SE I RAPPRESENTANTI DEL COMUNE SONO DI... CINISELLO BALSAMO

S

e dalla nomina si vede il Consiglio, Garda diventa pure... Cinisello B alsamo. Un inizio travolgente quello del Consiglio comunale dI Garda. Infatti nel giorno del suo inse diamento del “Volemosi ben” tra maggioranza e opposizione che era già nell’aere, il 18 ottobre scorso si dove va deliberare su un punto post o all'ordine del giorno, in relazione alla nomina dei rappresentanti comunali in se no a Enti aziende ed istituzioni dell'area. Una delibera questa assai importante perché prevede che il Consiglio comunale designi quelle persone che potranno intervenire presso organizzazioni pubbliche sovra comunali per operare per conto del Comune di Garda. Una nomina che deve essere intrapresa e nt r o 45 gi or ni dall’insediamento del Consiglio Comunale dando gl’ indirizzi generali per la selezione di questi rappresent anti. In relazione a ciò, allegato alla delibera in questione vi era il documento programmatico parte fondamentale per l’appr ovazione del punto, con cui si identificavano i regolamenti e cause di compatibilità o di incompatibilità atte alla selezione dei candidati.

Per esempio, nelle varie norme dell’allegato si leggeva che “i consiglieri comunali e membri della giunt a comunale i parenti affini al quarto Grado non possono partecipare a que sta selezione”. Chi poi è stat o dichiar ato fallito,o appartenente alle forze arm ate nel servizio in cui svolge l'attività, non può candidarsi. Dall’altra si legge possono prese ntare candidature libere associazione operanti sul territorio, organizzazioni sindacali ed im prenditoriali e qui viene il “bello”, gli ordini professionali della provincia di…. Milano. A quest o punto ci si chiede cosa c'entri Milano con il comune di Garda che si trova in Provincia di Verona. Leggendo più sotto il mistero viene presto svelato. Infatti al punt o 3 dell’atto depositato si legge che “il candidato dichiar a l’ insussistenza di conflitti di interessi con il comune di Cinisello Balsamo”. E poi che deve “ dichiarare l’ accettazione alla carica del comune di Cinisello Balsamo, e il codice di comportamento secondo la delibera del C.C .

MACELLERIA GASTRONOMIA

Tel. 0457235004

Via Verona,2 —BARDOLINO (fraz. Calmasino)

n.20 /2013”. Cioè una delibera di otto anni fa ma del Comune di Cinisello B alsamo. Pr at i c am e nt e nel corredare la delibera non ci si è accorti che il modulo di riferimento era stato preso dall’albo pretorio del Comune lomabardo. Vuoi vedere che qualche mente invece di redarre una delibera su misura per il Comune di Garda ha preso Tout court, quella di un altro Comune ricopiandola di sana pianta? Senza poi ricordarsi di togliere il nominativo dell'ente comunale che lo aveva ge nerato. Insomma una distrazione colossale che potrebbe inficiare l'iter deliberativo, portando ad un annullamento di tutta la procedur a di nomina. Un inizio al fulmicot one per il neo insediat o sindaco Davide Bendinelli che deve pure fare lo slalom tra queste nequizie. E pure per le minoranze ignare del madornale errore. Questo può far capire come anche gli eletti dal popolo possano talune volte sbagliare alla prima rappresent azione. E facendo così sentire i cittadini in una botte di... vino. (A.Tor)

di Loncrini Li vio

Frasi Sparse Frasi Sparse ( A.Torresani) PUNITE I CRIM INA LI, NON I CITTADINI CHE TRATTATE COM E CRIM INA LI, PERCHE' NON SI FANNO LE DOSI...

Via Ca pita na to,17 Malcesine T.0457400115


8 CORRIERE DELLA RIVIERA GARDA

ATTUALITA’

Dicembre Dicembre 2021 2021

SUDDITANZA PSICOLOGICA, SINDROME DA CLIENTELARISMO, SINDROME DI STENDHAL AFFARI & PROMESSE PER TUTTI: LA RICONFERMA DEL SINDACO DEPUTATO BENDINELLI

DELL’IMPOSSIBILITA’ (OGGI) DI SCONFIGGERE L’IMPERATORE ROMANO L

'imperatore romano vince ancor a. Sembra così oggi imbattibile Davide Bendinelli Sindaco di Garda che è riuscito a far si rieleggere con una m aggior anza quasi ple biscitaria di voti. Infatti ha raggiunto il 73,68% surclassando gli avver sari di “Garda Futura” capitanati da Lorenza Ragnolini (23,63%), e il neo gruppo civico i Gardesani, guidato da Andrea Torresani. che ha raccolt o il 3,6% dei consensi. Appare innanzitutto una vittoria del non voto (circa il 50% della popolazione non si è espressa) dimostrando una sfiducia totale verso le istituzioni. Ma anche un’ indifferenza nei confronti di chi si è candidato. Dall’altra si può vedere come i gruppi presenti alle precedenti elezioni, 5 stelle, PD ,Garda Futura e Nuova Garda che si sono coalizzati raggruppando il loro pacchetto elettorale, hanno raccolto solo 460 voti, un risultato nettamente inferiore rispetto a quello ottenuto alle precedenti elezioni del 2016, circa 1050 voti. Il Gruppo dei Gardesani senza padri e padrini alle spalle e con persone nuove, ha raccolto un risult ato all’apparenza mode sto ma di valore innanzi a quello che è successo. Nonost ante che, la minor anza preesistente abbia cercat o di porre ostacoli per non far entrare nel Governo comunale la ne o form azione . Un gruppo I Gardesani che oggi rappresent a la terza forza in pae se e che in raffront o ad altri movimenti un tempo nascenti, tipo 5 stelle e lega (0,5 % agli albori) ha raccolto circa 8 volte di più. Al di là di que sto fatto certo non consolatorio, si cerca di dare una razionalità al risultato elettorale raccolto da Bendinelli. Incredibile sia per una sua ge stione errata del territorio, sia per le pendenze che ha creato in questo periodo. Ovvero, è sotto agli occhi di tutti la ge stione sballata del centro sportivo Gar dacqua che, presentato nel 2013 da Bendinelli come fiore all’occhiello, è crollat o sotto l’ont a di un fallimento che porterà probabilmente al pignorament o ettari di terreni e immobili comunali. Dall’altra vi è la calata di gru e Caterpillar che hanno a messo a soqquadr o il territorio con la creazione di eco mostri sulle colline. Famosa è la gru rimasta per quindici anni sotto la Rocca, (poi tolt a anche grazie alle proteste e all’intervento della

Pr ocur a) che er a divent ata ma, dove svolge il ruolo di deputat o, posun’orripilante immagine da sa andare bene più che mai visto il sistem a cartolina. fiscale italiano già assai pesante. Dall’altra la scena urbana In questo m arasma si muovono pure le del paese rimaneva nel de- associazioni di categoria e volontariat o grado più assoluto con strade che il massimo tutore sa for aggiare con spaccate e rattoppate, t ombi- lauti regolari contributi comunali da farle ni pieni di fogne che saltava- sentire protagoniste nel paese. no e saltano, corsi d’acqua Per ultimo, m a anche in primis, chi oper a ostruiti e abusi edili con di- nel settore alberghiero di fronte ad un scariche vista lago. Per non Sindaco che applica le leggi ur banistiche parlare, per esempio, del lun- triplicando le cubature d’immobili esistengolago di Garda che va a ti non può che far piacere. Ed è così che pezzi con il pavé distrutto in molti hanno lodato a piene m ani il lor o più punti. Di fronte a que- capo cittadino. sto indicibile quadro che Dall’altra politici, tipo alla Cresco per epotrebbe proseguire, pare sempio, a lui vicini se non simmetrici, posti impossibile che un qualsiasi amministrato- in posizioni di potere gestionale, possono re possa raccogliere tale consenso. far genere oculate “bollette” consone al E allora come si può spiegare il fenomeno? sistema e alla raccolta dei voti. Si possono teorizzare una serie di situazio- A tutto ciò si aggiunge una secolare sudni. La prima, il consolidato sistema di po- ditanza psicologica di certi sudditi di frontere che permette all’imperatore rom ano te al signore di Roma. di gestire una situazione dal’alto. Ovvero E’ anche per questo che molti cittadini si quando ogni settimana un Sindaco riceve sono turati il naso e hanno scelto il “non i cittadini de ve per forza dare o promette- vedo non parlo e non sent o” ma vot o re qualche piacere a qualcuno. Ed è così Bendinelli. Dall’altra, chi criticava il tiranno che molti cittadini accontentati hanno è stato visto come un disturbatore un oggetto oscuro che avrebbe post o magari rieletto il loro re. Ma anche attraverso il sistema di concreti regole ferree per il paese e quindi da non appalti comunali o licenze edili a privati. votare. Certo un’ ipote si. Appare chiaro che il sistema clientelare Ma in genere è meglio sostenere chi già anche per la stessa gestione del potere, amministra di chi non ancora amministra. procura posti di lavoro soprattutto a tec- Perché di quest’ultimo non si conosce il nici e operai della zona che dopo, ai seggi, trend. Mentre di Bendi si... Di fronte ad un ricambiano. Ma altresì il sistema di convin- paese camale onte, c’è chi non ha volut o cimento potrebbe essere personale con assumersi nessuna responsabilità ed è possibili prome sse per incarichi di lavoro. rimasto a casa a guardare Cecchi Paone Tutto questo alla luce del sole , come un che sove nte va nel pallone…(T.A.) amico che si dà da fare per un altro amico. Un sistema que sto che certo dà una sicurezza al cittadino sentendosi poi vincolat o al momento del voto. Ma un altro non trascurabile fenomeno può essere la mancanza in certi settori, del commercio e dell’edilizia di un sistema di controllo comunale che permetta un completo rispetto delle regole. Via Platano 4 Può apparire chiaro che Caprino Verones e ai cittadini non avere Tel.045 724 2283 un Sindaco Sceriffo, ma un reggente a Ro-

VIA VERONA 63 Calmasino di Bardolino Cell 3343828892


ATTUALITA’

Dicembre Dicembre 2021 2021

CORRIERE DELLA RIVIERA

9

ANDREA TO RRESANI CANDIDATO SINDACO SPIEGA GL’ BRENZONE LA CRIMINALIT A’ HA PESCAT O NELL E ACQUE BRENZONE UNA BOMBA DI 120 CHILI DAI FONDALI

“NESSY” RECUPERATA DALL’ ABISSO DEL TEMPO

U

na bomba Monst r e . Infatti è stata chiamat a Nessy il mega ordigno con 120 chili di tritolo recuperato in prossimità del Trimelone. Il 13 ottobre scor so, si è conclusa l'e vacuazione dei circa 400 residenti di Brenzone e Malcesine, costretti a lasciare le loro case per via del recupero della bom ba sganciata da un aereo nel corso della seconda guerra mondiale. Le operazioni di disinne sco del reperto bellico, trovat o vicino all'I sola del Trimelone, nel Lago di Garda. i coordinate dalla Prefettura e dalla Protezione civile, hanno vist o i militi del Reggimento guastatori Folgore di Legnago all’opera il 14 ottobre scorso. Oltre i guastatori erano presenti i pontieri di Piacenza che hanno posto in acqua un ponte galleggiante mobile per trasport are l’ordigno despolettato. La mega bomba di fattura statunitense , era stata individuata nel giugno scor so in località Salto a Sud di Brenzone e poi er a stata spost ata dalla Marina militare di La Spezia in un'altr a area del lago per evitare che qualcuno potesse andare a prelevare il tritolo al suo interno. Anni or sono si era parlat o infatti di alcuni terroristi che avrebbero prelevato l’esplosivo utilizzandolo, per e s e m p i o , nell’attentato che portò alla strage di

TRIMELONE: TRITOLO PER IL TERRORISMO

U

Il Sindaco Davide Benedetti con l’ordigno

Bologna. Oggi se anche il Sindaco di Brenzone Davide Benedetti smentisce quest’ipotesi, la bom ba sem brava una mina vagante nelle acque anche se que sto mega spostamento sembra sia stat o dovut o a motivi di sicurezza. In realtà non si comprende come una bomba possa auto innescar si sott’acqua e se fosse più utile magari lasciarla sul post o o portarla in profondità per farla poi detonare. Un’ ipotesi forse estrema. Dall’altra però in Italia vi sono spiagge come in Sardegna, dove le bombe le vedi nuot ando. E sono pure di fabbricazione recente, ordigni spersi da esercitazioni Nato. E’certo che però circa 80000 euro di esplosivo sono st ati recuperati conservati al fre sco nei fondali del lago per 70 anni. In realtà però l’ordigno è st ato portato a Boscomantico dove è stat o fatto poi brillare. Altresì è stato realizzato un centro di accoglienza per gli sfollati che non ave vano trovato altr a sistemazione, nella chiesa di San Giovanni, a Magugnano di

B r e n z o n e . Nel municipio di Brenzone sul Garda è stato poi attivato il centro operativo comunale dal sindaco Davide Benedetti, che ha avuto al suo fianco il vicesindaco di Malcesine Livio Concini e il responsabile della protezione civile della Provincia di Verona Armando Lorenzini. È stata invece la Prefettura di Verona a coor dinare l'intero intervento con il recupero d e ll a b om b a Nessy. Un nome che ricorda vagamente quella di un leggendario mostro scozzese. Anche se Ne ssy al de spole t t am e nt o dell'ordigno ha prodotto solo un piccolo sussulto che è st ato sentito distintamente, m a che non ha generato allarme. Più che altro quando gli americani hanno gettato un ordigno con un raggio di azione di 800 metri, cosa vole vano colpire di così grande? Misteri che solo i piloti del bombardiere statunitense potevano o potrebbero svelare. (A.Tor)

n lago pieno... di bombe. Un lago incantevole che nei secoli però è st ato sede di feroci scontri tra popoli opposti. Si ricordano già i veneziani che in guerra contro i Visconti, portarono le loro galee da Venezia sin sul Garda. Poi vennero nell’ 800’, gli austriaci in lotta con i piemontesi che di L’esplosivo della Strage di Piazza della Loggia proveniva secondo indagini que ll ’ a v am po st o dal Trimelone dell’isola del Trimelone ubicata innanzi ad Assenza di Ma ad indicare con e sattezza Brenzone posta sulla linea di dove il terrorismo nero pe scaconfine , ne fecero un struttura va l' esplosivo è stato il rodigifortificat a contenente armi ed no Gian Luigi Napoli, lo stesso esplosivi. Successivamente gli che ha permesso agli inquirenaustriaci sino al 1918, manten- ti di individuare e condannare i nero la struttura come se de presunti responsabili della militare e nel corso della prima strage della strage della staguerra posizionarono alcuni zione di Bologna. E’ stato inolcannoni. La Weirmacht suc- tre provato che l’attentato cessivamente nel cor so del all’onorevole Tina Anselmi del secondo conflitto mondiale, marzo dell’80’, era stato reanei fondali antistanti, aveva lizzato con dell’esplosivo proscaricat o una quantità impres- veniente dai fondali dell’isola. sionanti di esplosivi e così co- Dall’altra, lo stesso pm Casme sembra, anche l’e sercito son, aveva incaricato alcuni italiano nel primo dopo guer- periti di analizzare i resti delle ra. In tempi recenti dopo che bombe dello stragismo per l’isola aveva dismesso la sua confermare la certezza assofunzione, una serie di esplosio- lut a de lla pr ove nienza ni la sconquassò, a partire dell’esplosivo dal Garda. Di dalle ore 23 del 9 ottobre recente si è provato che 1954. Il cantiere di dispoletta l’esplosivo con cui si effettuò mento presente sull’isola era la strage di Piazza della Loggia salt ato in aria, distruggendo- del 28 maggio 1974 a Brescia, ne poi con una serie susse- è stata una miscela geligniteguente di esplosioni, in tre tritolo conservata nella trattogiorni, metà della sua superfi- ria di Ve nezia “Scalinetto”, cie. Dopo una serie di opera- dove si ritrovavano gli uomini zioni di bonifica negli anni pas- di Ordine Nuovo, e poi consesati, di recente la Marina Mili- gnata da Carlo Digilio a Martare Italiana, ave va posato due cello Soffiati. Soffiati e Digilio boe di segnalazione una a erano com andati da Carlo Manord e una a sud del lembo di ria Maggi il capo della cellula terra dinanzi ad Assenza. Que- veneta. Come narrano le crosto perché sino a dieci metri di nache stam pa nel 1948, le audistanza le bombe non sono torità italiane avevano iniziato più presenti, m a da quel pun- a recuperare granate ed esploto in poi vi è ancora parecchio sivo dal fondo del lago per esplosivo nei dint orni dello venderle agli e brei che da sperone roccioso. In que sti mezza Europa stavano tornananni sull’isola si è proceduto do in Pale stina ed avevano ad un intensa azione di bonifi- bisogno di armi e munizioni ca. La domanda però nasce per combattere arabi ed inglespontane a. Le bom be presen- si. L'arsenale ripescato dal ti nei fondali sono effettiva- fondo del Gar da, sarebbe stamente pericolose? Al di là di to trasport ato fino a Venezia tutto, in tempi di recrudescen- dal porto lagunare, caricato su za del terrorismo a qualcuno, una nave , e da lì avrebbe ragquell’esplosivo potrebbe far giunto il Medio Oriente. Una comodo. Non un’ipote si ma parte di questo sarebbe rimaun fatto già avvenuto in tempi sto proprio a Venezia. Dove è non remoti. Nel 1988 i sub dei stato preparat o l’esplosivo per carabinieri avevano scoperto, piazza della Loggia. Oggi si nella zona del Garda migliaia recuperano ancora bom be nei di granate, mine anticarro, fondali. Ma sopra l’isola di proiettili da cannoni e da mor- esplosivi non vi è più traccia. taio e successivamente decine Rimane solitaria sui resti del di tavolette di plastico e parec- forte, la statua di Santa Barbachio T4, composto anche di ra protettrice dei naviganti. tritolo probabilmente prove(A.Tor) nienti in parte dal Trimelone.


10 CORRIERE DELLA RIVIERA BRENZONE

ATTUALITA’

Dicembre Dicembre 2021 2021

SANZIONATO L’EX VICESINDACO E UN CONSIGLIERE PER LO STRANO STRISCIONE S UL PONT ILE

“LO STRISCIONE L’HO FATTO DA ME”

L

a sveglia que sta volta Veronesi Faccioli, gliel’ha data la Polizia muniche poi mi danno la cipale. Quando i poliziotti “sveglia” alle sei hanno suonat o al campanello del mattino dicendell’abitazione di Aldo Veronesi do cose non vere. Il già vice Sindaco di Brenzone, danno d'immagine quest’ultimo ha const atato ragper il Comune è giante la notifica di 102 euro di evidente, ma il ponmulta. Infatti quasi divertito dal tile è demaniale e si possente “cannoneggiare” matdevono ottenere le tutino sul portone, ha suonato le autorizzazioni dagli campanelle a festa comunicanEnti competenti. Chi dovrebbe realizzado a parenti ed amici la strana re il progetto finanziarlo è il Genio civile. vincita. Come ha dichiarato ai Andare ad appendere all’alba, mezzi media. “ Beh che c’è?! S ono st aincappucciati e senza firmare, un lento proprio io a divulgare tramite wha- avremmo conzuolo pre so dalla lavanderia del canton, tsapp ad amici e conoscenti la copia della fe ssat o il non è un modo per esprimere dissenso sanzione ricevut a. Lo sapevano tutti che ‘reato’ senza ma un comportamento irresponsabile e eravamo st ati noi due a mettere quello problemi” ricon scarso rispetto, del ruolo istituziostriscione! E per ultima, è venut a la polizia batte Veronesi. nale ricoperto”. Ma un lato positivo municipale a scoprire il reato …” . Insom- “Il motivo della della grottesca vicenda c’è. Infatti Benema una pacchia. E dire che su quello stri- nostra ardita detti sospira: “Sono contento che tra scione vergato a mano, posto il 10 settem- azione era che questi due baldi attacchini non ci sia il bre scorso sul pontile malme sso di Magu- riparare il pon- In alto a sinistra Aldo Veronesi. capogruppo ed ex sindaco, Tommaso gnano gl’inquirenti brancolavano da tem- tile non inte- Sulla destra lo striscione. Sotto Bertoncelli. Però scusate, ho un piccolissipo nel buio. Non poteva Verone si manda- ressa a nessu- il Sindaco Davide Benedetti mo dubbio: il Bertoncelli era a conoscenre, anche a loro, un messaggio Whatt s n o . Con za dell'azione dei suoi com pagni?”. Un App per dire: “Siuri so st à mi”. E invece l’aggr avante che, per la stagione 2021, ai mistero che sembrava a non essere svelano. Coi vigili che passavano ore a guardar - nostri operat ori e ai turisti, è venuto a to, visto che dal suo maniero il buon Tomsi film ati notturni, non certo da Oscar, per mancare un servizio importante. Il Sinda- maso non aveva proferito parola sulla individuare i misteriosi scrittori. Si legge - co troverà mille cinquecento due scuse strana vicenda. Dopo nei giorni seguenti va infatti a caratteri cubitali su quello stri- per non aver agito, m a la realt à è quest a sembra non abbia criticato l’operazione scione: “Caro sindaco, sono due anni che e noi siam o qui a incitare i cittadini a pro- ponte. hai i soldi per rifare questo pontile... chiu- testare per ciò”. E dulcis sin fundo: Anzi... Quello che è chiaro invece è quello so!!! Sveglia! ». Ne ssuna firma a ide ntifica- “Dietro a que sta sanzione ce una mani- che far à Verone si bast a sentire cosa ha re gli autori della propugnante frase . Fin- na ... politica. Qualcuno è convinto che detto alla stam pa:“Per quanto mi riguar ché attraverso le telecamere si è riusciti a con le sanzioni, si possano reprimere ini- da, non ci sono soldi che pagano la libertà riconoscere, gli att ori di que st o ziative o proteste. Probabilmente non ci di esprimere quello che si pensa” . Una filmed’Essai. Due strani personaggi incap- conoscono bene. Noi agiam o sempre nel frase criptica, m a visto che Veronesi i soldi pucciati che alle sei della mattina posizio- rispetto delle parti e senza offendere nes- ce li ha e tanti, ciò lascia presumere che i navano il solenne telo sul pontile oggi suno”. Pur e ssendo due gentlemen, nel vigili dovranno fare altri straordinari in bloccato. Dopo l’azione temeraria i due verbale inoltrato alla coppia di incappuc- futuro … E via con altre prime visioni Not protagonisti si dileguavano alle luci ciati si legge “che hanno agito senza ave - turne. Da cinemascope! dell’alba, facendosi però riconoscere vist o re ottenuto la relativa autorizzazione , Andrea Torr esani il curioso incedere dei movimenti, non ponendo un lenzuolo con le scritte: “Car o certo da bricconi incalliti. Il secondo prode Sindaco(…) Sveglia!”. Quest o senza autocompagno di avventure del Veronesi è il rizzazione e quindi abusivamente. Per tale giovine Mattia Faccioli che dovrà pagare condott a è prevista una sanzione da un anche lui 102 euro. “ Pensavo che fossero minimo di 51 a un massimo di 309 euro. stati due ragazzini a fare quell’azione e Difficile capire se l'eventuale autorizzazioCucina gastronomica artigianale invece chi mi ritrovo? Attenti a quei due!” ne all’affissione, sarebbe stata concessa. di nostra produzione, ha detto allibito Davide Benedetti. “E dire Ma visto che Benedetti è oggi su tutte le dall'antipasto al dolce. Da asporto. che l'azione è stata condotta da chi rap- furie non pr ometteva nulla di buono per presenta il popolo in Consiglio com unale . tale parata. “Ma stiamo scherzando? MiPer me rimane anche una “una pagliaccia- ca è un opera di Picasso quella del duo ta visto il travestimento usat o. Con l'aggravante che un consigliere ha gli Piazza Statuto, 7—Bardolino (Vr) strumenti giuridici rispetto ad un comune cittadino per risolvere i problemi, con interrogazioni e interpellanze. Il Comune però ha fatto il proprio dovere e questi due vole vano lanciare una bom ba mediatica nascondendo la m ano”. Ma la strana coppia non T. 0454624359 BUONE TESTE A TUTTI! ha mollat o la presa e ha risposto attraverso i media al primo cittadino. “Se dal Comune ci avessero chiest o, ‘siete voi’


Dicembre Dicembre 2021 2021

IL RISTORANTE “LA LOGGIA RAMBALDI” E IL LOUNGE BAR “LA BARCHESSA RAMBALDI”

PUBBLICITA’

IL CLIMA LO CONSENTE I LOCALI DISPONGONO DI UN’AMPIA PIAZZA SUL PORTO. LA FAMIGLIA SONO DUE AMBIENTI CALDI E PIETRALUNGAOFFRE DEL BUON VIVAC I SITUATI NEL CENTRO CIBO, AC COMPAGNATO DA VINI D I STORICO DI BARDOLINO IN GRANDE PRESTIGIO, DAI COCKTAIL UNA SUGGESTIVA STRUTTURA PIÙ PARTICOLARI ALLE BIBITE PIÙ CINQUECENTESCA CHE SI AFFACCIA SEMPLICI, AI PIATTI D I CARNE E DIRETTAMENTE SUL L AGO D I GARPESCE. TUTTO VIENE SERVITO DA (PORTO). D’ESTATE E QUANDO SOTTO L’ABILE D IREZIONE DELLA

CORRIERE DELLA RIVIERA 11

FAMIGLIA P IETRALUNGA CHE NEL 2009 DECISE D I GESTIRLO, L’ARTE DELL’ACCOGLIENZA È ESERCITATA CON ESTREMA CURA E ATTENZIONE TANTO CHE CI SI SENTE QUASI IN “ FAMIGLIA” E SI POSSONO OTTENERE PIÙ SOLUZIONI IN UN'UNICA LOCATION.


ATTUALITA’

12 CORRIERE DELLA RIVIERA PASTRENGO

LA MAGGIORANZA E’ CRIT ICA

AUGURI MA NON TROPPO

BARDOLINO

Dicembre Dicembre 2021 2021 IN SCENA UN CALENDARIO RICCO DI EVENTI

SPLENDE IL NATALE ardolino indossa B i colori del Natale. Diventa un ma-

gico villaggio dedicato alla fe sta più attesa dell’anno: il Natale. Dal 27 novembre e fino al 9 gennaio un cartellone ricco di appuntamenti e di eventi attende i visitatori. Il Natale a Bardolino, abbr accerà non solo il lungolago e il centro storico, m a anche Parco Carrara Bottagisio, am pliando l’area e spositiva Ci sarà la pist a di pattinaggio sul ghiaccio coperta sarà presente all’interno di Parco Carrar a Bottagisio, così come la grande ruot a panoramica alta 30 metri. Lungolago Lenotti tornerà ad ospitare il mercatino di Nat ale con le caratteristiche casette in legno in stile tirolese, ad ospitare 34 aziende accur atamente selezionate per proporre artigianat o e gastronomia. In Piazza del Porto, verrà creata un’area dedicata appositamente alle famiglie, con la tradizionale giostra cavalli, la slitta di B abbo Natale con visori 3D e la casa dello Speck, un angolo di tirolo a Bardolino. Verrà poi riproposta la posa di due presepi sommersi nelle acque

A

antistanti il porto del capoluogo e di Cisano nelle giornate di domenica 28 novem bre e lunedì 6 dicembre. A proporre l’iniziativa è la Gas Diving School, l’associazione di subacquee. Luci di Natale ovunque, dalla passeggiat a parte poi l’imponente albero di Natale girevole, in Piazza Matteotti: una cascata di luci alta oltre 6 metri, lo sfondo ideale per una fot o indimenticabile, fino ad arrivare alla cabina storica della Funivia Malce sine Monte Baldo. La rassegna dei presepi dal m ondo, che partirà il 6 dicembre, all’interno della medievale Chie sa di San Severo in Borgo Garibaldi che si presterà ad essere l’incantevole scenografia di decine di installazioni provenienti da ogni parte del pianet a, dall’Asia alle Americhe, dall’Europa all’Africa. Ad allietare il periodo natalizio concerti gospel, opere in prosa e musica corale . Da non perdere la BabboLake Run il 5 dicembre, corsa non competitiva in abito natalizio che unir à i paesi di Lazise, Bardolino e Garda.

uguri a Zanoni. Il nuovo Sindaco. Ma non alla minor anza e all’ex Sindaco che sono stati duramente attaccati. Dal sito web face book di “Pastrengo che vogliam o” attuale com pagine di maggioranza sono volate parole criptiche nei confr onti di Gianni Testi. Que sto il due dicembre scor so, in seguito al primo Consiglio Comunale della Stefano Zanoni nuova Amministrazione insediatasi dopo le elezioni di ottobre quando l’ex Sindaco Testi, ha esternat o il suo pensiero. Secondo la maggioranza, Testi “come di prassi,doveva augurare buon lavoro alla nuova squadra che amministrerà il Comune nei prossimi 5 anni, ma invece ha letto delle dichiarazioni sconclusionate”. Insomma un “attacco” impensabile.“Se non fosse” si legge nel comunicato VERONA CORSO CON IL MAESTRO FELICE NAALIN PRESSO LA CHIESA DI S.LUCA che per il ruolo che l’ex primo cittadino ha svolto negli ultimi 5 anni ci sarebbe da sorridere, tant’è che invece ci tocca evidenziare la sua pochezza. Infatti costui ha contestato l’orario del Consiglio; ha offeso, anche se indirettamente, tutti i cittadini di a Chie sa di San Luca “Dopo 40 anni di attiviPastrengo che non lo hanno votae la Scuola dei Madotà didattica della nostra to, e sono tanti; Ha insinuato neri di Verona aprono le Scuola -ci spiega il prof. manovre oscure ed un ritorno al iscrizioni al cor so di Naalin- continuiamo a “grigiume” dopo un lustro di “Tecniche pittoriche Verona un’esperienza splendore opaco(…) ha deciso di antiche con tema sacro: che già abbiam o fatto corregg ere, vista l’inerzia dipinti con la caseina” per un decennio a Venedell'amministrazione Testi negli per l’a.a. 2021/2022. zia. Ai nostri giorni serultimi cinque anni”. Insomm a un L’iniziativa, diretta dal ve studiare i sistemi attacco a test a bassa. L’ex Priprof. Felice Naalin, è realizzata in collabor azio- iconici antichi della tradizione cattolica in mo cittadino aveva poi attaccane con la Diocesi di Verona – Vicariato per la quant o questa sapienza, un tempo diffusa to pure la Lega dicendo che Cultura e l’Università e il Comune di Verona – anche nei livelli popolari, si è perduta. que st’ultim a si m uove va Asse ssorato alla Cultura. La nostr a offerta formativa -prosegue Naalinnell’ombr a. Secondo la maggioScopo del Corso è far ripercorrere, agli iscritti, è rivolta a persone che vogliono approfondire ranza invece l’oppositore “non alcuni gesti com piuti dagli artisti del passato i temi iconologici della cattolicità esercitandoha ancora capito che l’Amministrazione è una cosa e con strumenti teorici e pratici. All’interno di si con una specifica tecnica artistica sul tema chi la sostiene è un’altra”. un laborat orio di tecniche pittoriche, del sacro. Il nostro Corso si propone come Ad appoggiare il gruppo a Pasquest’anno si studier à, facendo riferimento ai formazione specialistica in un segmento del strengo è sce sa la Lega ad uffimateriali tradizionali, la tecnica dell’e ncausto. sapere ormai perso in rivoli minori”. cializzava l'appoggio a Stefano Si cercherà di recuperare la manualità degli Questo nuovo seminario della pittura alla caZanoni. “Quale sarebbe quindi il antichi maestri. seina si inserisce in una ormai storica tradiziomuoversi nell'ombra della Lega? Il seminario accoglie fino a 20 iscritti e si rivol- ne di formazione che la Scuola dei Madoneri E perché, se non gradisce il noge ad allievi di età superiore ai 18 anni, che di Verona propone dal 1979. Negli anni si sono stro movimento, ha contattato a vogliano approfondire le tecniche pittoriche avviati seminari dedicati alle principali forme più riprese i responsabili del moantiche con tema il sacro. di produzione delle immagini e dei sistemi vimento per cercare un accorSono previsti dieci incontri di due ore ciascu- iconici antichi e moderni con il fiore do?”.Insomma dopo que sto no, che si svolgeranno con cadenza settima- all’occhiello del corso di tecnica del gessetto j’accuse, alla fine il gruppo di nale da mercoledì 12 gennaio 2020, alle ore su pavimentazione stradali in Piazza dei Signomaggioranza, si è inginocchiat o 21:00, presso l'affascinante Chiostro della ri a Verona. facendo gli auguri al nuovo SinChiesa di Sant a Luca a Verona in corso Porta Per info e iscrizioni: tel. 3294363122 – email: daco Zanoni. Che arrivino or a gli Nuova, 12.La partecipazione al corso è gratui- luceartsworkshop@yahoo.it auguri di Testi? (A. Tor) ta e al termine sarà rilasciato un attestat o di partecipazione.

A SCUOL A DI PITTURE ANTICHE CON TEMA SACRO

L


NEWS & LETTERE AL DIRETTORE

Dicembre Dicembre 2021 2021

PISCINE PISCINE COMUNALI COMUNALI :: L’AFFARE DEL SECOLO VERSO IL FALLIMENTO

N

el 2006 il Com une di Gar da rappresent ato dal Sindaco Davide Bendinelli e una società di Bolzano Atzwanger fanno un accordo dove il Comune da in concessione il diritto di superficie per 28 anni su terreno di sua proprietà per la costruzione di una piscina coperta e una all’esterno ambedue riscaldate e palestr a per attività sportive ed altre attività. La società bolzanina mette in piedi su questo terreno una Società di Ge stione denominat a "Gardacqua"ed un pr ogetto di finanza nel quale una B anca investe 7 milioni di euro per il finanziamento dell'opera che sarebbe stato ripagato attraverso i pr oventi dell’opera stessa nell'am bito dei 28 anni. Il Comune di Garda contribuisce per la realizzazione del manufatto con 2.500.000 di euro circa. Ma qualcuno ha fatto male i conti riguardo al bacino di utenza. Al Lago quasi tutti gli Hotel hanno la piscina e poi c'è anche il lago dove si può fare una bella nuotata. Mentre le spe se molto consistenti di riscaldamento dell’acqua delle piscine in prim avera e autunno-inverno hanno fatto il resto, e che resto. Infatti già dal primo anno di gestione è risultata una perdita e in quelli succe ssivi, sempre maggiore. S ono stati fatti altri tentativi con altri gestori ma

invano, perché anche i calcoli del bacino d'utenza non quadrano. Così da indurre la società di gestione Gardacqua a decidere di dichiarare il fallimento. Nel 201 3 la Società fallisce ed il Comune, già proprietario del terreno, diventa anticipatamente proprietario dell’impianto valutato 11milioni su cui però grava l’ipoteca di 12 milioni di euro a carico del diritto di superficie del Comune di Garda, a favore della Banca Me dio credito. Divenut o proprietario della struttura il Comune continua a ripianare le perdite, per continuare il servizio ai bagnanti e a chi frequenta la pale stra. Tutte le varie gestioni precedenti anziché guadagnare per pagare le rate del mutuo, accum ulano debiti che deve accollarsi il Comune come proprietario del suolo. Nel 2021 la banca fa valere la sua ipoteca e pignora l’impiant o per 7milioni. Ma la S.r.l. Atzwanger non si può coinvolgere? Probabilmente risponde solo col suo capitale sociale. Infatti le società a responsabilità limitata (S.r.l.) rispondono solo con il proprio capitale sociale, ma bisogna vedere l'entità dello ste sso. Così la società Ats zwanger praticamente è salva perché separ ata giuridicamente dalla società di Ge stione Gardacqua che ha una sua identità giuridica e ga-

Frasi Sparse Frasi Sparse ( A.Torresani)

CORRIERE DELLA RIVIERA 13

di Giancarlo Maffezzoli - Garda

rantita solo dall’ipoteca. Per l’uomo della strada la faccenda è alquanto intricat a e complicat a. Forse è st ata studiat a da abili legulei alla " azzeccagarbugli". Chissà perché i furbi la fanno sempre franca. Come quelle "multinazionali" che vengono ad investire in Italia e che magari prendono le sovvenzioni st atali, restano qua quel poco che bast a e poi con i brevetti e armi e bagagli delocalizzano vanno in altri pae si europei, concorrenziali dove le tasse sono basse e pure il lavoro, lasciano sul lastrico i dipendenti, ma per loro che import a è solo il guadagno. Ci sarebbe da fare anche il discorso con la UE,m a è un altro argoment o a parte. Ai garde sani interesserà vedere chi ci andrà di mezzo. Ci andr à di mezzo: il Comune, che siam o noi cittadini che abbiamo fino qui pagato e dovremo pagare anche in futuro e premiamo anche chi ha fatto "l'affare del secolo".

Via Via Peschiera, Peschiera, 10 10 37011 37011

Bardolino Bardolino VR VR IL TERRORISM O ISIS SEM BRA SCOM PARSO. OGGI C'E' IL "TERRORISMO" COVID. ANCHE PER TENERE BUONA LA GENTE...

CAVAION Vse

045 045 721 721 0452 0452 germanore@tiscali.it germanore@tiscali.it

RIC ONO SC IMEN TI NAZIO NAL I

RIGHETTI ENZO “IS THE WINNER”

N

on finisce di stupire l'azienda agricola Enzo di Cavaion Veronese. Retta da Flavio Righetti è riuscita, anche nel corrente anno, a piazzare alcuni suoi vini nelle prime posizioni di classifica di alcuni concorsi nazionali. Ha preso innanzitutto il Premio Qualità Italia per il Rosat o spumante Igt 2020. Ma non solo. L'azienda è riuscit a a raggiungere le prime posizioni anche nel concorso Veneto Wine stars di Conegliano, con lo Spumante Rosato Chiaretto Bardolino 2020. Un riconoscimento importante, autorizzat a del Ministero per le politiche agricole, alimentari eforest ali. Una ditta quella di Enzo Righetti che aveva iniziato sotto la guida del Patron Enzo (purtroppo recentemente scomparso) e che oggi, grazie a Flavio e fratelli, prosegue la storica e prestigiosa tradizione di famiglia.

Z IN INOO GGAAZZZ II A A M OODD DEE M R AANN D GGRROOSSSS ENNDDITITAA ILIL GGR LL’’IN VV E I CCOO IN N AALL E CCOO N UBBBBLLI ANNDDE L PP U BBEEVV ATTTTAA AAL DDIIRREE

VIA VIA SS AAMMBA BARRCHI, CHI, 77 CCAL ALMMAS ASIINNOO DI DI BBAARD RDOOLILINNOO (V (VR) R) TTEELL 004455 66226600339933


14 CORRIERE DELLA RIVIERA RIVOLI V.se

EVENTI

Dicembre Dicembre 2021 2021

AL VIA LE MANIFESTAZIONI PER RICORDARE IL BOTANICO FRANCESCO CALZOLARI NATO NEL 1522

CINQUECENTESIMO PER IL GRANDE SPEZIALE C

inquecente simo cui inizierà il corso per il grande sulla biodiversiSpeziale. Per ricortà dell'ambiente. dare il botanico S ucce ssivame nte farmacista Franceil 5 marzo 2022, sco Calzolari, il Coverrà inaugurata mune di Rivoli Veroin collaborazione nese sta predispocon la fondazione nendo una serie di museo storico del m an i f e st a z i o ni Trentino, la moche culmineranno stra sul Monte in una serie di eBaldo con un perventi che si svolgecorso e spositivo Giuliana Zocca ranno nel 2022. La che evidenzia le serie di manifestazioni è stata specificità e le peculiarità storipresentata nel corso di una co naturalistiche della mont aconferenza Stampa il 12 no- gna. Il 23 aprile si svolgerà vembre scor so, presso la sala la presentazione del punto consiliare del comune di Rivo- panoramico tra Rivoli Ver oneli Veronese . Alla presenza del se il Caprino Verone se in collasindaco Giuliana Zocca, del vi- borazione con Legambiente cesindaco Armando luchesa, Circolo Il Tasso di Affi. del Presidente di Lega Am bien- Il 30 aprile durante la fe sta dete Raffaello Boni, della ricerca- gli asparagi, i vivaisti presentetrice Presidente del Comitato ranno un'ampia rasse gna di di gestione della biblioteca Vir- piante aromatiche e officinali ginia Cristini, del presidente con l’ interesse di stimolare della pro loco L'Anfiteatro Gian- l’interesse per le collezioni bofranco Partelli, di Ennio Agrezzi taniche. Il 5 maggio 2022 si della sezione Monte Baldo del svolgerà la festa degli aspar aGiros-Gruppo italiano per la gi con la presentazione di un ricerca sulle orchidee spont a- piatto del 1500. A seguire il 21 nee, e del Presidente della se- Maggio si svolgerà il convegno zione rivolese della Coldiretti sul “Monte Baldo patrimonio Damiano Gasparini, è st ato dell'umanità” . Il 10 luglio dopo illustrato il ricco pr ogramma di la mostra de gli alunni della manife stazioni per celebrare il scuola Francesco Calzolari, delbotanico che nato a Verona il la mostra al Forte e del biot o10 luglio 1522 morì a Rivoli Vero- po Sabbioni, si svolgerrà il prenese il 5 marzo 1609. Nel corso mio Francesco Calzolari che della presentazione è stata diventa un rito celebrativo visionata la ristam pa della li- all'insegna della tradizione e bello “Il viaggio di Monte Baldo della cultura. della m agnifica città di Verona” IL 17 settembre verranno prein cui il Calzolari descrive piante sentati gli atti del convegno del e erbe del Monte Baldo. Uno 2019, sul noto botanico con scritto del 1566 (che è l'unica la recensione del libro Viaggio sua opera), in cui il famoso di Monte Baldo della magnifica Speziale dà una descrizione dei città di Verona. un ricco carnet vari elementi della flora pre- di eventi che sarà intercalato sente sul Monte Baldo anche da e scursioni guidate sul terriper un uso dal punto di vista torio alla scoperta del pae sagfarmaceutico. Ma non solo: gio. Il 3 dicem bre 2022 si svoldall'altra descrive i vari pae sag- gerà la present azione del Nuogi in cui si trovano queste pian- vo Parco urbano del centro te, dando una raffigurazione storico che per l'amministraziodella montagna dell’e poca, ne è inteso come vera oasi nainserendo alcuni punti pae sag- turalistica con l'inserimento di gistici incantevoli come il san- piante giardini e non di cementi tuario della Madonna della Co- armati, come accade in altre rona. Per celebrare degnamen- zone limitrofe. Insomm a una te il grande personaggio si ter- festa globale che vuole innegranno una serie di eventi. A giare al grande farmacista che partire dal 3 febbr aio 2022 in fu anche il creatore di un mu-

rancesco CalzolaFnacque ri (1522-1609) a Verona; il

anche gli scambi di piante e curiosit à naturali, che andaropadre, Giacom o, era no ad alimentare il speziale e gestiva la gabinetto di curiosifarmacia "Alla cam tà che Calzolari anpana d'or o" sulla dava alle stendo al piazza delle Erbe . primo piano della Egli seguì la profescasa veronese, celesione paterna. Sebbratissimo al suo bene all'epoca gli tempo (ce ne rimaspeziali non ave sse - Francesco Calzolari ne una de scrizione ro una formazione scritta nel 1584 dal universitaria , France sco seguì medico bolognese Olivi). gli insegnamenti del concitta- Calzolari fu un farmacist a di dino Girolamo Fracast oro, che successo, la cui esperienza era nelle sue opere chiama riconosciut a dai botanici del “Maestro”. Int orno al 1548-49 tempo. Il suo m aggiore suca Padova seguì le lezioni cesso professionale fu la predi Luigi Anguillara, primo pre- parazione della triaca o teriafetto dell'orto; nello stesso ca, che egli rielaborò da una periodo strinse amicizia ricetta di epoca neroniana, con Ulisse Aldrovandi, con il sostituendo solo tre erbe non quale intrattenne una feconda più reperibili in epoca modercorrispondenza per almeno un na. Quest o preparato lo tr asciquarantennio. Fu Aldr ovandi a nò anche in una polemica conmetterlo in contatto con Luca tro un aspirante speziale, HerGhini, anzi è probabile che i colano Scalcina, che pretendedue frequentassero insieme le va di preparare una teriaca sue lezioni all'orto bot anico di migliore e si vide condannare Pisa nell'anno accademico 1551 dal Collegio medico di Verona. -52. Anche con Ghini strinse Mentre il preparato di Calzolarapporti molto stretti: i due si ri era esaltato da Mattioscambiarono piante e erboriz- li, Gessner e altri medici e bozarono insieme sul m onte Bal- t a n i c i di fama. d o . Nella gestione della farmacia e Questo rilievo facilmente rag- nella conduzione del museo, giungibile da Verona e ricchis- Calzolari fu affiancato dai due simo di essenze vegetali fu figli maschi, Angelo e Orazio. Il esplor ato a fondo dal Calzola- primo, che mostrava una noteri, che vi fece da guida ai più vole predisposizione per le illustri botanici del suo tempo scienze naturali, morì a soli 28 in diverse spedizioni scientifi- anni mentre erborizzava sul che. La più celebre, che coin- monte Baldo. Non molto temvolse Anguillara, Aldrovandi e po dopo Calzolari perse anche Alpago, avvenne nella prima- il secondo figlio. Ormai anziavera del 1554. Frutto di que ste no e quasi cieco in seguito a spedizioni fu il libretto del una cat aratta, intorno al 1584 1566 Il viaggio di Monte Baldo, si ritirò a vivere in un podere di una guida natur alistica e bota- Rivoli, alle falde del m onte nica del m a s s i cc i o . Baldo, lasciando la gestione Dopo la morte di Ghini nel della spezieria e del museo al 1556, il punto di riferimento di figlio naturale Gerolamo. Morì Calzolari dive nne Mattioli, un a Rivoli nel 1609. Il museo, altro contatto procur atogli da ereditato da Girolam o e poi Aldrovandi. La relazione con dal pr onipote France sco, fu Mattioli, all'epoca medico im- ristrutturato e ampliato da periale, procur andogli com- quest'ultimo; ce ne rimane un messe di preparati naturali, catalogo scritto nel 1622 dai contribuì al suo succe sso pro- medici Benedetto Ceruto e fessionale; regolari furono Andrea Chiocco. seo “Theatrus naturae” che voluto dedicargli il giusto triburaccoglieva 450 tipi di piante to. diverse. Francesco Calzolari è considerato oggi un dei padre della Botanica moderna e Rivoli ha

CORRIERE DELLA RIV IERA Periodico gratuito del lago di Garda e della provincia di Verona Fondato nel 1999 Anno 23 N.6 Dicembre 2021 SEDE: Garda via Puccini 1 - Fax 045-7255717 Direttore Responsabile:Andrea Torresani - Concept cover, ideazione grafica e realizzazione grafica: A.Torresani – Editrice:Associazione culturale Corriere della Riviera – Si ringrazia:Annamaria Riolfi. Stampa:TIPOGRAFIA SAGITTARIO Franchi Paolo snc di Franchi Giuseppe & C. via Malignani 7 30020 Bibione (Venezia) Aut Trib.C.P .di Verona n.1381 del 04/11/1999. I collaboratori si assumono la piena responsabilità per i loro scritti. Il materiale inviato non sarà restituito. Tutte le prestazioni (non redazionali) a questo periodico sotto qualunque forma, sono da considerarsi (salvo accordi scritti con l’editore), gratuite.


Dicembre Dicembre 2021 2021 GARDA

ARTE E CULTURA

CORRIERE DELLA RIVIERA 15

AL PITTORE LA TARGA IN RICORDO DELL’ AUTORE I CUI SOGGETTI FURONO RIPRESI DA SHAKESPEARE

MARIO MALFER AL BANDELLO F

u l’ispiratore di Shakespeare. E soggiornò per alcuni mesi a Garda presso Palazzo Fregoso. Il piemontese Matteo Bandello, scrisse alcune opere che l’autore anglosassone nel 1600 traspose nel “Romeo e Giulietta”, “La dodicesima notte”, “Tanto rumore per nulla” e “Una l e g g e n d a d ’ inv erno” (The winter’s tale). Viene cosi oggi dedicato un tributo in ricordo del Bandello, colui che ispirò anche scrittori come Cervantes, Shelley ,Byron e soprattutto William Shakespeare. Il riconoscimento quest'anno vede insignito il noto artista Mario Malfer autore di notevoli opere pittoriche i cui quadri sono esposti in Italia e nel mondo. Il maestro interverrà il prossimo 13 dicembre alle ore 20,00 presso la Taverna Fregoso per ritirare il riconoscimento. Una targa in ottone è stata pure posizionata all’interno della taverna Fregoso sita nel cinquecenteASSENZA

sco Palazzo, per ricordare l’autore piemon tese che scrisse verso la metà del sedicesimo secolo diverse novelle. In realtà proprio lo stesso scrittore originario di Castelnuovo Scrivia descrive come prologo della novella che “Della sfortunata storia dei due amanti...” (poi intitolata dallo scrittore anglosassone, Romeo e Giulietta), il Palazzo e le feste dei Fregoso a Garda “ ... a Garda di cui il famoso lago di Benaco prese il nome. A Garda hanno questi signori Fregoso un gran palagio con giardini bellissimi ove son tutti gli arbori di frutta soavissimi che questo cielo può nutrire. Quivi sono aranci cedri limoni pomi granati bellissimi ...” . E’ stata posizio-

nata nelle sale del ristorante una targa in ottone con incisa la dedica del Bandello a Garda. “Penso ai turisti che numerosi si affacciano da queste parti, faccia piacere essere in un luogo storicamente importante per aver ospitato lo scrittore” ha detto Luigi Pellegrino titolare del ristorante. “ Si vuole ricordare quel giorno” ha spiega Andrea Torresani curatore storico dell’iniziativa “per spiegare come proprio allora si diede una svolta al modo di svolgere il raccon-

to”. Certo il Bandello è stato con Da Porto uno degli artefici di un nuovo modo di scrivere. Nel 1554 proprio quando era ospite dei Fregoso lo scrittore piemontese diede alle stampe quelle novelle che poi furono conosciute in tutto il mondo grazie a Shakespeare. Si legge sulla targa:“In questa casa, affinché la memoria non si perda nel fiume nascosto dei tempi, questa targa pongono”.

AUGURA BUONE FESTE E ANNO NUOVO

I QUADR I DELLE FES TIVITA’

I “SOGNI SUL MARE” DELLA BORSATTI I sogni sul mare” di “ Giovanna B or-

GR E E N D R AG

“E ADESSO, E’ VENUTO IL MOMENTO DEI NOSTRI AMICI ANIMALI …” SATIRA NDO by Ator

satti. Un’opera che l’artist a definisce adatta al periodo natalizio, rappresentando però una veduta marina con sdraio e o m b r el l o ni . “Però il mare è in tempesta” spiega l’artist a brenzonale e rappresent a quindi uno scorcio invernale e ssendo quelle sdraio vuote una simbologia di persone in attesa che si plachi il vento. Un po’ rappresenta la nostra epoca in attesa che passi il momento emergenziale per ritornare a tuffar si nel mare” . La Borsatti originaria di Luino (Va) ma residente da diversi anni a Brenzone, ha svolt o diverse m ostre personali. Tra le altre, a Venezia, Tezze sul Brenta, Milano, Venturina (Mostra Mercato Etruria Arte). Fr a i tanti premi e riconoscimenti di rilievo, si può citare la Coppa d’Oro L. Einaudi (La Spezia), medaglia aurea e targa al Concorso Città di Parma. Con uno stile post impressionista l’autrice con intensi colori esprime una pittura dell’anima che si eleva attraverso la raffigurazione del paesaggio. E così salut a “Voglio con l’occasione porgere gli auguri di Buon Natale a tutti i lettori del Corriere della Riviera”.


Dicembre 2021 2021 16 Dicembre

CORRIERE DELLA RIVIERA

IDROPULITRICI, IDROPULITRICI, IDROSABBIATRICI IDROSABBIATRICI MACCHINE MACCHINE PER PER LA LA PULIZIA PULIZIA www.idropulitricialbatros.it Caprino V.se Tel. 0457241488 cell 3471048183

Piazza Statuto, 5, 37011 Bardolino

Le Vigne di Gi orgio via Gh iandare 2 37010 Costermano

Via Cà Bal ota ,5

Affi(Vr) Zona in d.

C. 347419 6084

info@tizianobonetti.it


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.