__MAIN_TEXT__

Page 1

Insieme N ATA L E

P E R I O D I CO

N. 3 2020


EDITORIALE

REDAZIONE Coordinamento Laura Ferrari Andrea Furger Valentino Garrafa Oscar Innocenti Valentina Poletti Consuelo Rigamonti Rio Tonini Fotografi Laura Ferrari e Andrea Furger Immagine di copertina Aline Passardi Redazione Insieme - Club ‘74 c/o O.S.C. via Agostino Maspoli 6 Stabile Valletta 6850 Mendrisio Tel.: 091 816 57 93 Email: info@club74.ch

www.club74.ch

2

Natale Insieme

LA FELICITÀ È IN TANTE COSE DI CONSUELO

In questo momento pieno di incertezze parlare di felicità potrebbe sembrare anacronistico. Ma la felicità è un’emozione che non conosce ostacoli e riesce a farsi strada anche nell’odierno sentiero in salita. La felicità è un sentimento che prende la forma di chi la indossa, quindi difficile da definire in modo oggettivo. Roberto Vecchioni scrive: “La felicità non si definisce, c’è, c’è sempre, e non solo negli attimi che sconvolgono il cuore, ma nella consapevolezza sognante e progressiva dell’esserci e non subirla, la vita”. Mentre Aristotele definisce la felicità fine ultimo della vita umana, ovvero trovare uno scopo per realizzare il proprio potenziale e lavorare sul proprio comportamento per giungere a essere la migliore versione possibile di se stessi. I buddisti suggeriscono il sentiero buddista di gentilezza amorevole attraverso un percorso composto da otto passi la cui essenza sentenzia: ”In generale, mettendo in pratica questi insegnamenti, proveremo la felicità sia temporanea sia ultima… In particolare, questo insegnamento ci mostra come trasformare le condizioni avverse nel sentiero spirituale, attraverso il quale sperimenteremo felicità pura e permanente.” La felicità è infine il desiderio di ogni essere umano. Ognuno cerca la sua via verso la felicità. Riuscire a trovare la felicità nel quotidiano è il primo passo per raggiungere la felicità assoluta e incontaminata. Credo che felice sia colui che non ha nessun attaccamento morboso sia materiale che personale: colui avrà la felicità pura e duratura. Per concludere un simpatico pensiero per auguravi un Buon Natale: Cos’è la felicità? La felicità è in tante cose. La felicità è quando sorridi e non te ne accorgi. È la tua canzone preferita che capita casualmente in radio. È un caffè con un’amica. È un incontro imprevisto che diventa una passeggiata. È qualcuno che guardandoti capisce tutto, senza che tu gli abbia detto niente. È un abbraccio affettuoso che arriva alle spalle. È un messaggio inaspettato al momento giusto.


Verso la ri-nascita Come ogni anno il Natale è un punto di luce. Tutto si trasforma. Le case, le piazze, gli uffici, …, i nostri “animi”, il nostro “sentire”. Anche quest’anno, sebbene questo particolare periodo legato alla pandemia, dove le più angosciose e sinistre notizie rischiano di rendere impersonale ogni momento dell’esistenza, ricordiamoci del vero valore del Natale. Anche in questi tempi, le decorazioni per questa importante festività sono state allestite in tutte le città, in tutti i paesi, in tutte le case, …, come l’anno scorso… . Perché? Perché il Natale è il giorno che celebra la nascita. Una festa che ci ricorda di fermarci per ammirare e godere della bellezza della vita, dell’importanza dei legami, attraverso un vincolo spirituale o, meglio, attraverso una comunione. Augurare buon Natale significa dunque augurare “buona nascita”. E che questo Natale sia quindi un momento di raccoglimento, di riflessione e soprattutto di cura dell’altro e di sé. Una ri-nascita. I nostri sentiti AUGURI DI BUON NATALE sono rivolti a tutti coloro che desiderano portare la luce a chi, sprofondato nel “tunnel della normopatìa”, non vede la stella che brilla in ciascuno di noi. Arrivederci alle prossime edizioni di INSIEME 2021 con l’augurio di UN FELICE NUOVO ANNO!

Per il Club ’74: Laura

Insieme / www.club74.ch

3


Al Club ‘74 si prepara il Natale Durante le settimane precedenti le Feste Natalizie la comunità del Club ‘74 si è ingegnosamente occupata affinché, durante il periodo natalizio, i residenti e i visitatori del Quartiere di Casvegno si possano sentire in un luogo caldo e accogliente, malgrado il grave periodo di distanziamento sociale. La nostra redazione ha visitato gli atelier ‘74 e A4 ArtClub per curiosare gli sviluppi dei lavori per la decorazione del Natale e ha potuto osservare che al Club ‘74 c’è vita e creatività.

N

on ci ha senz’altro colto di sorpresa questa seconda ondata di Covid, con la conseguente chiusura di alcune attività, come per esempio il gruppo musica tanto amato e il gruppo fiabe. La mancata riapertura della mensa a settembre lasciava presagire un Natale di distanziamento e la cancellazione della Cena di Natale ne è stata un’amara conferma. Consapevoli che il Natale di quest’anno sarebbe stato molto diverso da quelli passati, durante alcuni incontri di Segretariato a inizio autunno, ci siamo posti la domanda di cosa si poteva fare per rendere minimamente accogliente ai residenti e ai visitatori il Parco di Casvegno, considerando che molte occasioni di socializzazione non si sarebbero potute tenere durante le festività. Cosicché sono nate alcune interessanti idee che abbiamo sviluppato nei nostri atelier in Valletta per una decorazione natalizia coi fiocchi. Nelle due pagine seguenti è illustrata una splendida cartina del Parco di Casvegno, che indica i luoghi dove sono esposte le opere del Club ’74, del CARL e degli ospiti che hanno accettato il nostro invito a esporre. Prendetevi un’oretta durante queste festività e venite a visitare questo luogo, magari quando i trasparenti, il calendario e alcune installazioni sono illuminati dalle luci artificiali.

4

Natale Insieme

Atelier ‘74 All’interno dell’atelier ’74 si è lavorato a tempo pieno, per la realizzazione di sei splendidi trasparenti sulla natività utilizzando del cartoncino nero, della carta oleata colorata e ben dieci tubetti di colla. Ci si è occupati del restauro dei vecchi alberi di Natale da posizionare all’esterno dei reparti della clinica e della creazione di uno splendido albero di Natale con cassette di legno bianche da esporre fuori dal bar sociale. E’ stato pure rispolverato il tradizionale presepe in ceramica e nel mese di novembre ha avuto luogo una settimana di atelier per rinnovare pastori, palme, pecore e cammelli. In redazione si è prodotto il Calendario dell’Avvento, ovvero 24 poster formato 100 cm x 70 fatti di cartoncino nero e carta oleata da appendere alle finestre e alle porte degli edifici del Parco di Casvegno. Anche in falegnameria ci si è dati da fare con la costruzione di due grandi alberi di Natale in legno di pregiata fattura.

Atelier A4 ArtClub Cosa si fa? Ispirandoci a opere di grandi maestri ci piace dilettarci in pitture d’Aprés di grandi dimensioni che esponiamo per condividerli e per


prenderci cura dell’ambiente di vita di Casvegno, oppure ci sperimentiamo in svariate forme di arti decorative e tecniche, dando spazio alla creatività personale con temi di gruppo, sempre ricercando l’armonia estetica, la bellezza, il piacere generato dalla creazione di manufatti che vogliamo esteticamente curati con passione, con l’illusione che il bello generi cura ed emani amore. Lavorando in comune ci raccontiamo di noi, tra risate e lacrime, delle nostre vite fatte di desideri e aspirazioni, di paure e preoccupazioni, di vecchi ricordi… Leggiamo poesie, ci consigliamo libri e ricette. Alcuni scrivono e lo fanno con parole toccanti che ci commuovono. Le pause caffè sono accompagnate da dolci, sovente fatti in casa ed offerti dai partecipanti (alcuni tra noi sono anche ottimi pasticceri!), che rigorosi presentiamo con cura, sempre a causa di questa mania per il bello e per il rispetto. Ci fa bene stare insieme e colorare così la vita. I momenti rigeneranti che ci concediamo alleggeriscono l’animo e producono minuscole scie luminose che rischiano di “restarci addosso” per giorni. Gruppo ArtClub

Natale in clinica Quest’anno, noi stagisti accolti dal Club ’74 ci siamo attivati per aiutare la clinica a portare un po’ di Natale dentro le loro strutture, addobbando e decorando atrii e corridoi con bocce, corone, alberi e colori. Solamente il lavoro di squadra e la formidabile collaborazione che abbiamo trovato nelle persone con cui abbiamo lavorato ci ha permesso di raggiungere questo obiettivo. Ognuno di noi, al Club e non solo, ha deciso di mettere in campo le proprie preziose risorse, siano esse artistiche, tecniche, manuali o comunicative, per un’unica grande finalità: curare l’ambiente di un posto dove le persone vanno per un periodo di tempo quando purtroppo non stanno bene. Speriamo quindi di aver portato un segno che dica “Ci siamo anche noi, per voi. Ci importa che trascorriate questi giorni così magici, ma così freddi, con calore, colore e speranza, forse proprio quando ce n’è più bisogno”. Buone feste a tutti. Un abbraccio da lontano, che possa comunque stringerci il cuore e scaldarci. Emma e Marino

Insieme / www.club74.ch

5


14 15

13

A

10 11 12 8 6

5

9 B 7

A A

3 4

2

B

A A 1

Illustrazione di Viviana Altafin

6

Natale Insieme

Calendario Avvento

1

Fondazione Macondo, Chiasso

2

Fondazione Canisio, Riva S. Vitale

3

Walter Schick, Eco2000

A


Quartiere di Casvegno 18 16 A 17 B

2

5

4 3

A

1

5

24 23

22 20

19

21

4

Lucio Negri

A

Opera Club ‘74

5

Associazione La Fenice, Centro diurno Lugano

B

Opera CARL

Insieme / www.club74.ch

7


Intervista 4.0 a Babbo Natale In data 17 novembre 2020, dopo numerosi tentativi e inviti, la nostra redazione è riuscita a mettersi in contatto skype con Babbo Natale e avere un’intervista in esclusiva che abbiamo il piacere di pubblicare su questo numero. Un Babbo Natale ambientalista, progressista e femminista per un Natale 2020 all’insegna del cambiamento. Egregio Signor Babbo Natale, grazie di aver accettato il nostro invito in skype per questa intervista in esclusiva. Siamo molto onorati della sua presenza e la redazione è molto eccitata di poterla vedere dal vivo, malgrado solo dietro una telecamera e in un monitor di computer. Grazie a voi! Le nuove norme Covid ci obbligano alla distanze e l’home-working è applicato anche da noi al Polo Nord, ci stiamo adattando al vostro contesto socio-sanitario e non possiamo fermare il futuro tecnologico. Spero non ci voglia dire che quest’anno le sue consegne avverrano per posta tipo Amazon a causa del distanziamento sociale e che non troveremo i suoi preziosi regali sotto l’albero il giorno di Natale, bensì nella cassetta della posta? No di certo… le consegne avverranno regolarmente la Notte di Natale, passando attraverso il camino di

8

Natale Insieme

casa, alla mezzanotte in punto. Malgrado ciò, per il periodo dell’Avvento non potrò essere nei centri commerciali per raccogliere i desideri dei bambini, in presenza. In compenso abbiamo rinnovato il nostro sito di giocattoli su www.babbonatale.com.. Avete già una previsione di quale sarà il regalo di Natale più richiesto per quest’anno? Abbiamo ricevuto sino ad oggi il 27% delle letterine e già da questo dato possiamo affermare statisticamente che il dono più richiesto per il Natale 2020 sarà la Playstation5; specie per le due categorie di maschietti che vanno dai 6 ai 12 anni e dai 13 ai 17. Di sicuro anche quella che va dai 18 ai 22 se la comprerà presto o tardi, ma loro non credono più in Babbo Natale e così me li schivo! Nei vostri laboratori di giocattoli gli elfi indossano le mascherine e mantengono le distanze? Potete garantire la massima igiene sui doni amorevolmente costruiti e distribuiti?


Si certo, applichiamo anche noi un protocollo sanitario. Nei miei laboratori nessuno degli elfi si è ancora malato di Covid… per forza non entra e non esce nessuno da qua! (Ride). Come da voi in Ticino, anche noi non abbiamo bisogno il coprifuoco come nel resto del Mondo, perché già solitamente la gente non esce dopo le 21.00! (Ride più forte). Eh già… (Ridiamo anche noi) Chi vince il Premio Babbo Natale quest’anno? Il Premio-regalo lo vincerà Greta Thunberg e sarà qualcosa di speciale, non solo per lei, ma per tutti sulla Terra. Si tratta di una bacchetta magica. I miei ingegneri ci stanno lavorando. Quest’anno la scelta l’ha fatta Facebook: Greta è un’eccellente influencer, i suoi algoritmi sono sbalorditivi, non pubblica fake-news e il suo impegno per l’ambiente è ammirevole. Bene una bacchetta magica è quello che ci serve, questa è una buona notizia, ne abbiamo proprio bisogno a livello globale. E mi dica… il Rimprovero Babbo Natale 2020, con tanto di vagonata di carbone sulla testa chi lo vince? Temiamo di conoscere la sua risposta... (Babbo Natale questa volta si fa serio). Allora lo lascio dire a lei e la vostra redazione si prende tutte le responsabilità legali di quello che scrive! Ah, ah, ah (ride di gusto Babbo Natale). Penso che non ce lo possiamo permettere economicamente, ci manca solo un avvocato! Ma siamo tutt’orecchi e non le vogliamo rubare la scena. Il perdente è Trump e la vagonata di carbone e stallatico verrà cascata sulla sua testa non appena Bolsonaro gli stringerà nuovamente la mano. Sarà Greta ad azionare la manovella in remote da casa sua. Quindi si è concluso nuovamente con un altro confronto fra Greta e Trump questo strano 2020? L’ultima volta è stato l’inverno scorso al Forum di Davos, dove già allora il Presidente USA ne era uscito con le ossa rotte! Possiamo aspettarci qualcosa di meglio con la nuova amministrazione americana formata da Biden e la Harris, secondo lei? E’ prematuro dirlo, ma sono contento di vedere una prima donna di colore come vice presidente alla Casa Bianca. Madre Terra sta raccogliendo le sue “donne intorno al fuoco” e chissà che da una video-conferenza fra Greta, la Harris e le numerose

leader impegnate a migliorare le condizioni di vita della loro gente non possa nascere un nuovo ordine mondiale. Il machismo e l’unilaterismo trumpiano va dimenticato al più presto e sostituito da forze ed energie femminili. Ben detto Babbo Natale! A proposito, come va al Polo Nord? Anche da voi il surriscaldamento climatico sta causando mutamenti alla natura? E lo scioglimento della neve al Polo Nord modificherà il nostro concetto di trasporto per quanto concerne la sua slitta tirata dalle renne? E’ una tragedia globale, non lo dico io, lo dice la Scienza con la S maiuscola. Un vero disastro ambientale. Occorrono misure concrete e una bacchetta magica. Io sto lavorando alla bacchetta, a voi lascio le misure da adottare urgentemente seguendo quanto suggerisce la Scienza. Sono per una New Green Economy e per un mondo più giusto. Per quanto concerne la mia slitta, ahimè, stiamo rivedendo tutto il semi-asse centrale senza eliminare il motore a renna. Avrà vagamente la carrozzeria di un motoscafo, visto che al Polo Nord ci sarà solo acqua, e ci sarà sempre la renna Rudolph al comando per la gioia dei bambini. Ambientalista, femminista, anti trumpista, sensibile alle minoranze… un Babbo Natale progressista e impegnato, ne siamo compiaciuti. Cos’altro ha da dirci caro Babbo Natale? Vogliamo parlare dei morti migranti nel Mediterraneo? O delle guerre in Siria, in Kurdistan, in Palestina, nello Yemen, eccetera? O dei tanti morti ancora per fame in Africa? Oppure perché non affrontare il discorso di tutte quelle popolazioni che soffrono ovunque nel mondo, che vengono oppresse o schiavizzate per colpa della loro religione, del colore della loro pelle o addirittura per l’appartenenza a una certa casta? E’ un mondo difficile. Bhè in poche parole ci ha detto tutto, grazie del pensiero. Per concludere: vuole per cortesia fare un augurio ai nostri lettori e soci del Club ‘74 che la seguono e la stimano molto? Certo con piacere. Un augurio di Buon e sano Natale 2020 a tutti voi. Indossate le mascherine, mantenete le distanze e vogliatevi bene. Il vostro Babbo Natale

Insieme / www.club74.ch

9


Fiocchi di Natale Poesia di Natale Udite udite ciò che dice il pastore, ha visto un angelo che ha annunciato che Gesù è nato. In quella notte stellata sembra che la terra dal cielo sia stata baciata. È mezzanotte, drin drin suona il campanello, è Babbo Natale con il suo cappello, che tanti regali porterà e grandi e piccini allieterà.

Fabio Ceriani Natale, un giorno Perché dappertutto ci sono così tanti recinti? In fondo tutto il mondo è un grande recinto. Perché la gente parla lingue diverse? In fondo tutti diciamo le stesse cose. Perché il colore della pelle non è indifferente? In fondo siamo tutti diversi. Perché gli adulti fanno la guerra? Dio certamente non lo vuole. Perché avvelenano la Terra? Abbiamo solo quella. A Natale - un giorno - gli uomini andranno d’accordo in tutto il mondo. Allora ci sarà un enorme albero di Natale con milioni di candele. Ognuno ne terrà una in mano, e nessuno riuscirà a vedere l’enorme albero fino alla punta. Allora tutti si diranno “Buon Natale” a Natale, un giorno. di Hirokazu Ogura

Rio

10 Natale Insieme

Pensiero natalizio della Rosi È Natale ogni volta che facciamo nascere l’amore nei nostri cuori.

Poesia per Natale Ho letto sull’Insieme che presto sarà Natale. Le vie si riempiranno di luci e tutti saremo felici. Ma tanta gente, ahimè lo so per certo, felice non è. Club ‘74, aiutali se puoi, e se ti serve aiuto, conta pure su di noi.

Emma e Marino

Emozioni di Natale al Club È iniziare a non più vedere nel tunnel nero, uscirne e accorgersi che c’è un’altra Luce.

Luce

È un posto alla buona dove l’amore nasce a poco a poco e scoppia nella bellezza tra di noi.

Lea

È una dolce sensazione di essere accolto, di ritrovarsi, di esprimere o fare cose che si ha voglia e che mi fanno stare bene.

Ale


La ricchezza dell’abbraccio La felicità è lo stato d’animo, sentimento positivo di chi ritiene soddisfatti i propri desideri. L’etimologia fa derivare felicità da: felicitas, deriv. felix-icis, “felice”, la cui radice “fe-” significa abbondanza, ricchezza, prosperità. Abbondanza, ricchezza, prosperità, sinonimi con cui viene tradotto il termine felicità dal lessico. Ma se provate a chiedere ad un bambino di dieci anni che cosa sia per lui la felicità per il Natale, vi sentirete dire che, in questo momento particolare, dove viene meno la possibilità d’incontrarsi, abbracciarsi e di poter giocare liberamente, la felicità è avere l’occasione di stare con la propria famiglia, poter vedere i nonni, gioire degli affetti senza aver paura di un abbraccio o di una carezza. A me incanta pensare e mi delizia sentire che i termini: abbondanza, ricchezza e prosperità si riferiscano alle relazioni, ai sentimenti, alle emozioni e i bambini in questo sono dei maestri. Vi propongo una poesia della meravigliosa poetessa Alda Merini che, durante la sua travagliata vita con le sue poesie, è riuscita a raccontarsi, a raccontare, a parlare di sé, della sofferenza ma anche della gioia. Bambino Bambino, se trovi l’aquilone della tua fantasia legalo con l’intelligenza del cuore. Vedrai sorgere giardini incantati e tua madre diventerà una pianta che ti coprirà con le sue foglie. Fa delle tue mani due bianche colombe che portino la pace ovunque e l’ordine delle cose. Ma prima di imparare a scrivere guardati nell’acqua del sentimento. Per quanto mi riguarda la felicità non ha definizione ma la si trova nel rapporto con l’altro, con le persone che ci donano serenità e

ci regalano emozioni. Persone che fanno parte della nostra vita, persone che quotidianamente incontriamo e che, magari senza renderci conto, ci restituiscono felicità anche solo con piccoli gesti quotidiani. Sono quelle persone capaci di sostare, di saper esserci! La felicità la si può anche trovare in molti luoghi. Lo sguardo alla luna, il suono della natura, il profumo della terra con tutti i suoi meravigliosi elementi. Con queste parole di Seneca vi auguro un Felice Natale: Nessuno lontano dalla verità può dirsi felice.

Valentina

Omaggio a Ettore Pellandini L’esistenza di un Club terapeutico dei pazienti in cui l’Ascolto, la Parola e la Relazione sono il quotidiano, rimane ancora oggi tentativo innovativo e trasgressivo. Ettore diceva: “E’ un continuo ricominciare da capo” e com’è vero! In fin dei conti, che cosa siamo senza un Maestro? Ecco, Ettore era anche questo! Che la terra ti sia lieve. Ciao Ettore. Club ‘74

Insieme / www.club74.ch

11


13

21

12

2

16

11

22

18 1

1

24

15

B

1

3

9

10

19

8

6 B

4

23

3

4

5

1

14

17

5

Redazione Insieme - Club ‘74 c/o O.S.C. via Agostino Maspoli 6 Stabile Valletta 6850 Mendrisio Tel.: 091 816 57 93 Email: info@club74.ch

www.club74.ch

7

20

Profile for Club 74

Insieme speciale Natale  

Periodico del Club '74, n° 3 - 2020. Speciale Natale!

Insieme speciale Natale  

Periodico del Club '74, n° 3 - 2020. Speciale Natale!

Advertisement