Page 1

vicenza fuori orario bollettino d’informazione Brain O.N.L.U.S. associazione per il recupero dei traumi cranici

30/06/2011 Notiziario AICS Vicenza Aut. Trib. VI n. 812 del 22/12/1999 Sped. in abb. post. art.2 comma 20/C legge 662/96 - DC VI Direttore: Giancarlo Andolfato - Stampato in proprio - Quadrimestrale

LE ALI DELLA GIUSTIZIA

VIAGGIO A PESCHIERA

Da questo numero del Brainews inizia una nuova rubrica legale: “Le Ali della Giustizia”, a cura dell’ Avv. Elisa Marzotto del Foro di Padova.

LA TERAPIA OCCUPAZIONALE La nostra vita è fatta di gesti, più e meno importanti. Ci rendiamo conto di quanto questi gesti siano significativi nel momento in cui capita qualcosa, un evento traumatico, una malattia, o semplicemente la vecchiaia, che ci impedisce di svolgerli come li abbiamo sempre svolti. I nostri gesti possono essere compromessi in modo lieve, allora attraverso un esercizio mirato proposto dal terapista occupazionale (T.O.) possiamo cercare di ripristinarli il più possibile, incrementando le nostre capacità e sfruttando le nostre risorse. Può esserci anche, purtroppo, una compromissione grave del nostro “fare”. Ci sarà comunque qualcosa, un ausilio o una strategia, che ci permetterà di essere più autonomi? Potremmo essere d’aiuto a chi ci presta assistenza? Probabilmente sì. E poi c’è l’ambiente, che può essere un facilitatore o una barriera. Ci sono barriere architettoniche, per le quali il T.O. propone soluzioni mirate, e barriere sociali, come il pregiudizio, che tutti noi dovremmo impegnarci ad abbattere! Il T.O. è un facilitatore. Dopo un’osservazione e un’accurata valutazione del livello funzionale della persona, delle risorse e delle sue attività significative, agisce per ottenere il più alto livello di autonomia e di partecipazione sociale possibile, anche addestrando all’uso di ausili. La motivazione, la grinta, partono dalla persona. L’obiettivo va contrattato con la persona, coinvolgendo anche la sua famiglia: le attività significative (le “occupazioni” appunto) nella cura di sé, nella produttività e nel tempo libero sono diverse per ciascuno di noi e le soluzioni proposte e attuate in ogni trattamento occupazionale devono essere individuali e svolte in ambiente familiare, dove appunto troveranno applicazione e generalizzazione nella vita di tutti i giorni. Arianna Lorenzi

Mercoledì 25 Maggio scorso io e Arianna, la terapista occupazionale, siamo andati a Peschiera del Garda. Siamo partiti alle ore 10,30 e siamo andati a prendere l’autobus vicino alla Cooperativa Easy. Arianna mi ha spiegato come fare per salire e per scendere dall’autobus, sia alla partenza che all’arrivo, poi siamo andati a Vicenza, in stazione, e qui mi ha detto che bisogna ascoltare le voci degli annunciatori. Mi ha anche spiegato di prepararmi prima un foglio su cui segnare orari e destinazione, che possono essere visti in internet, così il personale della biglietteria fa molto prima a darci il biglietto giusto. Nel treno c’era un po’ di movimento, ma non ho avuto problemi. Una volta arrivati, abbiamo fatto circa un chilometro e siamo arrivati davanti ad un bar che ci sembrava adeguato e abbiamo mangiato qualcosa con un po’ di fretta, perché c’era il treno che partiva, ma siamo riusciti a prenderlo. Al ritorno dovevamo prendere due treni ed è successo che la coincidenza era su un altro binario. Se Arianna non mi avesse avvertito in tempo di ascoltare la voce dei microfoni, avrei sbagliato. Abbiamo preso il treno che ci porta ad Altavilla e lì, come siamo scesi, c’era il buon Stefano che ci aspettava. Anche stamattina abbiamo riprovato l’esperienza, però solo con l’autobus, ma è in progetto di provarla ancora, più volte, finché non prendo sicurezza. Arianna è arrivata alle 8 a casa mia, poi siamo andati alla fermata dell’autobus; lì abbiamo aspettato un po’, perché gli orari scritti su internet non erano uguali a quelli della fermata (l’autista ci ha poi detto che sono più attendibili quelli della fermata), allora siamo partiti da Grancona, poi Vò di Brendola, su per la chiesa del Vò, verso Brendola Alta e giù in direzione Alte di Montecchio. Come prima esperienza è stato bello per me, perché vedevo cose nuove; non che non sia mai salito su un autobus, però era da molto tempo che questo non avveniva. La fermata nella statale non è di regolamento, quindi bisogna prenotarla. Una volta arrivati abbiamo chiamato Claudio e lui tempestivamente è arrivato. Casalin Gabriele


“LE ALI DELLA GIUSTIZIA”

...Ci aiuterà a capire meglio e a muoverci all’interno di tematiche legate al mondo legale con suggerimenti e spiegazioni di nuove normative, possibilità di risolvere o abbreviare problematiche assicurative o legali. Iniziamo a parlare di mediazione civile e commerciale con una prima domanda all’avvocato Marzotto. Cos’è la mediazione in concreto? E’ una tecnica di negoziazione nella quale un soggetto terzo (il mediatore), neutro, indipendente e imparziale, nominato in base alle proprie competenze professionali dall’Organismo di Mediazione al quale viene presentata domanda di mediazione, assiste due o più parti al fine di consentire una comunicazione fra le stesse, per aiutarle ad individuare se vi siano i presupposti per una composizione della controversia. Nel caso in cui le parti riescano a trovare un punto di equilibrio tra le loro reciproche posizioni soggettive, seguirà la formalizzazione dell’accordo a cura dei legali delle parti, non essendo tale attività tra i poteri del Mediatore. Qual è il decreto che parla di mediazione e cosa riguarda? Il decreto legislativo è il n. 28 del 2010. Dal 20 marzo 2011 è divenuta obbligatoria la mediazione civile e commerciale nelle materie di: diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari. In materia condominiale e sui risarcimenti per danni derivanti dalla circolazione di veicoli e natanti, invece, l’obbligatorietà scatterà il prossimo anno. Cosa deve fare una persona che intende promuovere un giudizio su una delle materie indicate? Chi intendesse promuovere, quindi, un giudizio nelle suindicate materie deve rivolgersi, prima di ricorrere alla competente Autorità Giudiziaria, ad un Organismo di Mediazione liberamente scelto tra quelli indicati nel sito del Ministero di Grazia e Giustizia, alla voce Registro degli Organismi di Mediazione: (http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_10_4. wp?previsiousPage=mg_16_1): gli unici autorizzati ad applicare la tecnica della mediazione civile e commerciale. Il cittadino può, inoltre, decidere di rivolgersi a detti Organismi anche nelle materie non obbligatorie, a condizione che il conflitto verta su diritti disponibili. In quest’ultimo caso si parla di mediazione facoltativa, che avverrà con le stesse modalità e con gli stessi vantaggi della mediazione obbligatoria. Quali sono i vantaggi della mediazione?

I vantaggi di questo tipo di tecnica sono diversi e precisamente : a) la durata: il procedimento, infatti, deve durare al massimo 4 mesi da quando viene presentata la domanda di mediazione presso la sede dell’Organismo scelto. Tuttavia nella prassi, nella maggioranza dei casi il procedimento si chiude in 30/40 giorni; b) la riservatezza: vi è assoluta riservatezza rispetto alle dichiarazioni e alle informazioni emerse nel corso della mediazione, che non potranno essere utilizzate nel giudizio avente il medesimo oggetto; c) l’alto grado di possibilità di vedere spontaneamente eseguito (ovvero senza dover ricorrere all’Autorità Giudiziaria) l’accordo che le parti hanno raggiunto in sede di mediazione, posto che lo stesso è stato frutto di un percorso voluto e condiviso dalle parti stesse; d) i vantaggi fiscali: tutti gli atti, documenti e provvedimenti relativi al procedimento di mediazione sono, infatti, esenti dall’imposta di bollo e da ogni spesa, tassa o diritto di qualsiasi specie e natura. ll verbale di accordo, inoltre, e’ esente dall’imposta di registro fino al valore di € 50.000,00. In caso di successo della mediazione alle parti è riconosciuto, inoltre, un credito d’imposta commisurato all’indennità corrisposta, fino a concorrenza di € 500,00. In caso di insuccesso della mediazione, il credito d’imposta è ridotto della metà. Quali sono i punti ancora problematici della mediazione? L’attuale legge sulla mediazione presenta delle criticità, tra cui: l’assenza nella normativa di particolari requisiti di professionalità, imparzialità ed indipendenza del mediatore; la sanzione dell’improcedibilità del giudizio nel caso in cui non sia stata esperita la mediazione nelle materie in cui è obbligatoria; la possibilità per il Mediatore di formulare lui una proposta di mediazione anche se le parti non l’abbiano richiesto (art. 11 Dl.gs.28-10) e anche in caso di mancata partecipazione di una o più parti al procedimento di mediazione (Circolare 4 Aprile 2011 Ministro di Grazia e Giustizia). In assenza di un’espressa previsione normativa, è vivamente consigliabile, a chi decidesse di accedere alla mediazione, di farsi assistere da un avvocato e leggere con particolare attenzione il regolamento, le tariffe e i moduli per la presentazione delle domande pubblicati sul sito dell’Organismo di Mediazione scelto, al fine di avere chiara contezza delle modalità di presentazione della domanda di mediazione, delle regole adottate dall’Organismo prescelto relative al procedimento di mediazione, dei requisiti richiesti ai mediatori, nonché dei costi di segreteria e d’indennità del mediatore. Quest’ultimi sono commisurati al valore della lite indicato nella domanda di mediazione e vengono indicati in tabelle divise per scaglioni di valore della lite. Dove possiamo trovare maggiori informazioni o organismi di mediazione pubblici? Per maggiori approfondimenti si veda il sito del Ministero di Grazia e Giustizia. Alcuni Organismi di mediazione pubblici in Veneto: Camera di Commercio di Vicenza : www.vi.camcom.it; Grazie di cuore all’Avvocato Elisa Marzotto per queste importanti ed interessanti informazioni...alla prossima puntata della Rubrica Legale. Edda Sgarabottolo


SVILUPPO PROGETTO PER LE ASSOCIAZIONI

POESIE E’ arrivata l’estate le piante germogliano l’erba nei prati si colora coi bei fiori di fantasia per farci più contenti. E io sono qui non voglio andarmene perché sono come l’aria non posso restare chiuso devo uscire e dissolvermi nel cielo. E’ importante per me, e ritornando a casa dalla mia passeggiata potrò ancora ringraziare la vita dei doni che mi fa Dopo di questo sarò più leggero come rimesso a nuovo per me non rinunciare a qualcosa di bello come può essere solo l’amicizia. Non fermateci non potete controllarci cercate di capirci e lasciateci vivere. Vivere non basta bisogna averne voglia. E noi possiamo fare molto per creare le nuove piccole ragioni di vita come camminare su per la montagna con il sole che mi bacia il vento che spettina i miei capelli gli occhi che si riempiono dei colori della vita che sul monte ritorna a germogliare ed io, assistere al risveglio. Loris Cengia

Che Bello il Tempo si sta allungando Le giornate sembrano non finire mai sono piene di sole che ti scalda tanto tanto i fiori di ogni colore formano dei tappeti erbosi di mille colori puoi tuffarti nell'acqua e come un pesciolino nuotare felice perché è arrivata la bella stagione Udinella Buoso

Notizie dalla F.G.C.A. SVILUPPO PROGETTO PER LE ASSOCIAZIONI Progetto finanziato dalla Fondazione Medtronic: “foudation’s patient link International grant” Coordinatore Progetto: Cristian Leorin - Associazione Brain Vicenza Responsabile budget: Paolo Fogar – Presidente F.N.A.T.C. Obiettivi: sviluppare e rendere più fruibile il sito unico di riferimento nazionale della Federazione per quello che riguarda le informazioni delle Associazioni, , su eventi ed attività; all’interno di questo sito tutte le Associazioni della Federazione avranno una pagina/spazio informativo per quanto riguarda le attività, novità, news, comunicazioni che potranno apparire anche in forma breve nella HOME del portale della Federazione. Il progetto prevede: creazione a livello professionale di un portale efficiente e semplice da usare; - creazione delle pagine satelliti, interne al portale, dedicate ad ogni associazione della Federazione; - coinvolgimento di tutte le associazioni della Federazione che devono mettere a disposizione una/due persone con GCA o volontari o familiari, queste persone saranno quelle che per le rispettive associazioni si faranno carico dell’aggiornamento della pagina/spazio informativo; si prevede per queste persone l’istruzione, come utilizzare la pagina satellite del sito, il blog e come inserire le informazioni, con uno o due incontri (workshop) per un totale di almeno sei ore, da realizzarsi nel periodo indicativo di settembre/ottobre in località da stabilirsi; le spese di viaggio e di vitto di queste persone indicate dalle Associazioni sono previste nel budget di progetto - presentazione del progetto, dello stato di avanzamento, dei progetti futuri alla Giornata Nazionale del Trauma Cranico che si svolgerà il 18 novembre a Roma. Tempistica - da Maggio/Giugno ad Agosto 2011: realizzazione del sito principale e di quelli satelliti. Individuazione delle persone che lavoreranno per le associazioni. - da Settembre a Ottobre 2011: workshop nelle zone individuate - novembre 2011: evento nazionale + workshop - da Dicembre a Febbraio 2012 consolidamento degli aggiornamenti - marzo 2012: conclusione progetto, conferenza stampa, comunicazione ai media


fESTA AMICI DI VIA ROVIGO

VIAGGIO BRAIN IN GRECIA

Anche quest'anno gli Amici di Via Rovigo di Altavilla Vicentina organizzano la ormai tradizionale FESTA arrivata alla 14°edizione. La nuova formula prevede che la manifestazione si snodi su due week end di giugno: il primo parte da venerdì 17, sabato 18 e Domenica 19, mentre il secondo da venerdì 24 a Domenica 26, formula scelta per esorcizzare il tempo meteorologico e permettere così a più persone di scegliere i giorni più idonei per partecipare. Come sempre ci sarà un ricco stand gastronomico, spettacoli e una lotteria, dove parte del ricavato verrà devoluto alla Cooperativa Easy. Per questo, cari soci BRAIN, gli Amici di Via Rovigo vi aspettano numerosi!

A tutti i soci BRAIN ed amici: sono lieta di comunicarvi che finalmente stiamo definendo la settimana di vacanza 2011. Quest'anno, dopo ripetute richieste dei ragazzi, andremo in crociera. ITINERARIO: Venezia, Ancona, Corfù, Santorini. Atene, Montenegro, Venezia. Periodo: la crociera dura 7 notti con partenza il 20/10/2011. Sono stati opzionati 25 posti con tutte le 4 cabine per disabili disponibili. Se si è intenzionati a partecipare, confermare la pre senza al numero 0444/565665 a Mirco o Elio presso l'AICS. Vi aspettiamo per divertirci insieme!

RINGRAZIAMENTE Ringraziamo vivamente il Club 54 a.s.d. di Vicenza e la famiglia Lorenzetto per l'organizzazione dei tornei di Burraco a sostegno del progetto "La Rocca". Questa è la locandina del 1° torneo

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU http://larocca.associazionebrain.it/

PER DONARE IL TUO 5x1000 PER IL PROGETTO LA ROCCA SCRIVI IL CODICE fISCALE N° 95030510242 PER AIUTARCI E SOSTENERE IL PROGETTO: CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI BRENDOLA IBAN: IT49 S 083 9960 1000 0000 0057 129 IT 41 B 08807 11800009000916237 PER DONARE IL TUO 5x1000 SCRIVI IL CODICE fISCALE N° 95030510242 COOPERATIVA EASY Via Puccini 7- 36077 Altavilla Vicentina tel: 0444 654726 - fax: 0444 371164 www.cooperativaeasy.it informazioni@cooperativaeasy.it

ASSOCIAZIONE BRAIN Via Enrico Fermi 203 - 36100 VICENZA Tel:0444-565665-Fax:0444-281828 info@associazionebrain.it www.associazionebrain.it

brainews giugno2011  

brainews giugno2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you