Page 1

La città  che  vogliamo    

laboratori interattivi  su  spazio  pubblico,  inclusione  sociale  e  diritti  di  cittadinanza    

a cura  della  Commissione  Partecipazione  INU     in  collaborazione  con  associazioni  e  gruppi  di  cittadini  delle  diverse  città  aderenti       Hanno   preso   il   via   i   laboratori   interattivi   promossi   in   diverse   regioni   dalle   associazioni   e   gruppi   informali   di   cittadini   che   hanno   aderito   alla   call   “La   città   che   vogliamo”,   promossa   dalla   Commssione   Partecipazione   INU   all’interno   della   Biennale   dello   Spazio   Pubblico.   Il   calendario   di   maggio   prevede   numerose   iniziative   ed   eventi   oper-­‐air   di   coinvolgimento   attivo   degli   abitanti   in   alcuni   luoghi   topici   dello   spazio   urbano   (una   strada,   una   piazza,   un   parco,   una   scuola…)   che   vedono  coinvolti,  accanto  ai  cittadini,  progettisti,  tecnici  degli  enti  pubblici  ed  esperti  di  processi   partecipativi.  L’obiettivo  è  capire  come,  attraverso  il  coinvolgimento  attivo  degli  abitanti,  cittadini   e  amministratori  possano  promuovere,  realizzare  e  gestire  spazi  pubblici  più  accoglienti  e  inclusivi.   L’iniziativa   ambisce   a   diventare   un   appuntamento   annuale   per   sensibilizzare   le   istituzioni   e   i   cittadini  nei  confronti  del  diritto  di  cittadinanza  e  di  inclusione  nello  spazio  pubblico  da  parte  delle   utenze  più  “fragili”  (bambini,  anziani,  migranti,  homeless,  persone  disabilità  motorie,  sensoriali  o   mentali,  ecc.).   Come  suggerito  dalla  call,  le  iniziative  sperimenteranno  l’uso  di  metodologie  partecipative  adatte  a   coinvolgere  attivamente  gli  abitanti:  passeggiate  partecipate,  performance  inclusive,  planning  for   real,  raccolta  di  idee  su  poster  e  post-­‐it,  simulazioni  con  grandi  mappe  e  allestimenti  provvisori.   Gli  esiti  delle  iniziative  saranno  raccolti  mediante  report,  foto,  video  e  “parole  chiave”  e  presentati   a  Roma  sabato  18  maggio  mattina  all’interno  del  workshop  della  Commissione  Partecipazione.  

Calendario delle  iniziative:   6   aprile   a   Viareggio:   “Festa   della   Primavera”,   l’iniziativa,   organizzata   dalle   associazioni   Araba   Fenice,   Auser   e   LibeRe,   si   è   svolta     presso   i   giardini   di   Piazza   Piave   e   ha   rappresentato   un   esempio   di   come   le   donne   possano   contribuire   alla   riappropriazione   degli   spazi   aperti   per   renderli   più   accoglienti   e   vivibili.   A   fianco   dei   volontari   hanno   operato   persone   agli   arresti   domiciliari   (aggiornamento  a  cura  di  Emma  Viviani).       5  maggio  a  Barcellona:  “La  Sagrera  es  Mou...  I  es  transforma”,  passeggiata  nel  barrio  La  Sagrera,   quartiere   in   trasformazione   interessato   dai   lavori   della   linea   AVE   della   Metro   e   dai   lavori   di   conversione   di   Plaza   assemblea   de   Catalunya   da   spazio   degradato   a   luogo   di   ritrovo   sociale.   Lo   scopo   dell’iniziativa,   organizzata   in   collaborazione   con   le   associazioni   locali,   è   di   coinvolgere   immigrati,  anziani  e  disabili  per  comprendere  come  rendere,  anche  solo  con  piccoli  aggiustamenti,   gli  spazi  pubblici  più  inclusivi  e  accoglienti  (aggiornamento  a  cura  di  Fabrizio  Carucci).      

1


5 maggio  a  Milano:  “Passeggiata…in  tutti  i  sensi”,  iniziativa  presso  il  Parco  del  Pini  in  occasione  di   un  evento  dei  Seminatori  di  Urbanità,  che  consiste  in  una  camminata  attraverso  due  quartieri  del   Nord-­‐Milano  alla  ricerca  di  connessioni  possibili  in  compagnia  di  persone  con  disabilità  sensoriali  e   di  Tullia  Gianoncelli,  antropologa  sonora,  ricercatrice  dell'Università  Bicocca.  Sono  previste  anche   attività  di  animazione  rivolte  in  particolare  alle  mamme  di  ogni  nazionalità  e  ai  loro  bambini,  con  il   supporto  fondamentale  di  una  volontaria  (ipovedente)  dell’associazione  locale  che  è  pedagogista   (aggiornamento  a  cura  di  Martina  Gerosa  e  Tullia  Gianoncelli).     5   maggio   a   Macerata:   “La   città   sottosopra”,   iniziativa   promossa   dall’Associazione   Les   Friches   nell’ambito  della  rete  SLURP:  dalle  16.30  alle  18.30  si  svolgerà  in  piazza  Vittorio  Veneto  (antistante   la   biblioteca   comunale)   un   laboratorio   per   bambini   di   5/12   anni   all’interno   del   festival   del   libro   Macerata   Racconta   con   il   titolo   "la   città   asterisco";   il   6   maggio   l'istallazione   sarà   lasciata   per   l’intera   giornata   all'interazione   libera   di   tutti   i   passanti,   che   saranno   chiamati   a   giocare   con   gli   elementi   della   città   creati   e   voluti   dai   bambini   (aggiornamento   a   cura   di   Daniela   Brascugli   e   Samanta  Ubaldi).       5  maggio  a  Canosa  di  Puglia  (BA):  “Strade  per  la  comunità”,  alle  ore  18:30  incontro  con  i  cittadini   presso  la  Piazza  Vittorio  Veneto   (riferimento  chiosco  IAT)   per  capire  come  rendere  più  accogliente   la  strada.  Il  10    maggio  alle  ore  18:30  incontro  con  le  associazioni  di  categoria  e  Amministrazione   comunale  presso  il  Centro  Servizi  Culturali  (aggiornamento  a  cura  di  Francesco  Dialerio).     6  maggio  a  Cagliari:  “Riprendiamo-­‐ci  la  Marina”,  laboratorio  di  occupazione  temporanea  urbana  a   carattere   ludico   promosso   dall’Associazione   Efys   Onlus.   L’iniziativa,   organizzata   nel   quadro   della   rete   nazionale   SLURP   -­‐   Spazi   Ludici   Urbani   a   Responsabilità   Partecipata,   si   svolgerà   dalle   17   alle   19.30   in   Piazza   Ingrao   e   vedrà   anche   la   realizzazione   di   video-­‐interviste   ai   frequentatori   dello   spazio;   il     9   maggio   è   prevista   invece   un’escursione   con   i   bambini   per   le   strade   del   quartiere,   finalizzata   ad   una   lettura   sensoriale   degli   spazi   (percorsi,   piazze,   porto…)   che   sarà   poi   elaborata   graficamente  (aggiornamento  a  cura  di  Adelfia).     7   maggio   a   Rovigo:   “Per-­‐corso   habitat”,   attraverso   delle   videointerviste   ai   frequentatori   assidui   del   Corso   e   di   Piazza   Matteotti,   per   lo   più   anziani   e   migranti,   il   gruppo   Habitat,   promotore   del   progetto,  raccoglierà  idee  su  come  quello  spazio  pubblico  possa  diventare  inclusivo  sempre,  non   solo   durante   il   mercato.   L’intervento   sfrutterà   proprio   la   metafora   del   commercio,   capovolgendola,  per  dare  visibilità  alle  proposte  come  se  fossero  i  prodotti  in  vendita  nel  mercato,   attraverso  l’allestimento  di  una  postazione  ambulante,  vera  e  propria  “bancarella  delle  proposte”,   rese  tangibili  attraverso  la  restituzione  di  video,  fotografie  e  testi  (aggiornamento  a  cura  di  Laura   Bortoloni).       8  maggio  a  Napoli:  “Un  sano  pic-­‐nic”  nel  parco  Salvatore  Costantino,  focus  group  con  l’approccio   metodologico  del  Ketso  kit    promosso  dalla  Cooperativa  sociale  L’Orsa  Maggiore  con  il  supporto   scientifico  dell’IRAT-­‐CNR,  che  coinvolgerà  le  donne-­‐mamme  del  Rione  Traiano  (aggiornamento  a   cura  di  Gabriella  Bismuto  e  Stefania  Ragozino).         10  maggio  a  Roma:  “SàrSan  alle  porte  della  città”,  dalle  17  alle  19  alla  periferia  est  di  Roma,  nel   quartiere   di   Tor   Sapienza,   si   svolgerà   un’iniziativa   di   partecipazione   promossa   da:   Laboratorio   di   Arte  Civica  Università  degli  Studi  Roma  Tre,  ABCittà  Cooperativa  (ente  capofila),  Centro  Culturale   Michele   Testa,   Associazione   21   Luglio,   Ass.   Incorporartes,   con   il   patrocinio   del   VII   Municipio.   L’iniziativa  ha  l’obiettivo  di  dare  ai  bambini  e  agli  adolescenti  di  diverse  nazionalità  che  vivono  in    

2


un quartiere   di  Roma  caratterizzato  da  un’assenza  di  dialogo  tra  le  varie  etnie  che  vi  abitano,   la   possibilità   di   confrontarsi   e   di   esprimere   le   loro   idee   rispetto   alla   città   che   vorrebbero   e   agli   ingredienti  necessari  per  vivere  bene  insieme  negli  spazi  pubblici  (aggiornamento  a  cura  di  ).     dal  10  al  12  maggio  a  Roma:  “rappORTI  da  marciapiede”,  laboratorio  di  costruzione  partecipata  di   un  orto-­‐giardino  urbano  lineare  nel  quartiere  di  Testaccio  ,  lungo  il  marciapiede  all’angolo  tra  Via   B.   Franklin   e   Via   G.   Ferraris,   finalizzato   a   riqualificare   uno   spazio   urbano   come   il   marciapiede   spesso   ignorato   e   sentito   estraneo   da   coloro   che  ne   usufruiscono.   Le   attività,   promosse   dall’Associazione  Architettura  fatta  in   casa,  coinvolgeranno  abitanti  del  quartiere,  commercianti,   studenti,  anziani,  bambini,  comitati  di  quartiere  e  semplici  passanti  (aggiornamento  a  cura  di  Anna   Allegretti).       11   maggio   a   Roma:   “Cantiere   Esquilino”   in   via   Bixio   nel   rione   Esquilino,   dalle   ore   10   si   terrà   un’iniziativa   di   “scuola   aperta”   e   “riappropriazione   della   strada”  da   parte   dei   bambini,   organizzata   in   collaborazione   con   l’Associazione   Genitori   della   scuola   Di   Donato,   al   quale   parteciperanno,   accanto   ai   cittadini,   anche   architetti   e   urbanisti   che   presenteranno   i   risultati   del   laboratorio   partecipato  Esquilino2020    (aggiornamento  a  cura  di  Vincenzo  Dornetti).     11  maggio  a  Roma:  “Alice  nel  Paese  della  Marranella”,  dalle  15  alle  24  iniziativa  organizzata  dal   Comitato   di   Quartiere   di   Tor   Pignattara   per   trasformare   via   della    Marranella   e   vie   limitrofe   in   una   sorta   di   galleria   d’arte   a   cielo   aperto   per   riscoprire   il   senso   di   appartenenza   alla   comunità   e   ai   luoghi.  In  programma:  mostra  di  pittura,  installazioni,  danza  etnica,  concerti  musicali,  artigianato,   proiezioni  cinematografiche,  stands  informativi  e  di  ascolto,  laboratori  e  animazione  per  bambini,   spazio   benessere   e   molto   altro.   Concorrono   all’organizzazione   diverse   associazioni   civiche   e   artistiche  che  operano  nel  territorio  (aggiornamento  a  cura  di  Luciana  Angelini).   11   Maggio   a   Foggia:   edizione   zero   di   “BIR   tour”,   manifestazione   cicloturistica   informale   e   non   competitiva  il  cui  percorso  di  snoda  attraverso  le  borgate  rurali  della  Capitanata.   L’iniziativa   è   promossa   dall’associazione   XScape   di   Bari   e   si   inserisce   nel   progetto   BIR.-­‐Borghi   in   Rete,  laboratorio  collettivo  che  sostiene  e  promuove  progetti  di  riqualificazione  del  sistema  delle   borgate   rurali   nella   Capitanata,   coinvolgendo   e   sensibilizzando   la   popolazione   locale   (aggiornamento  a  cura  di  Marco  Degaetano).     12   maggio   a   Torino:   “PIAZZIAMOCI.   Piazza   S.   Giulia:   da   spazio   indeciso   a   luogo   di   comunità”, dalle   ore   10,30   azione   di   promozione   della   partecipazione   della   comunità   di   Valchiglia   per   riappropriarsi   dello   spazio   pubblico   di   Piazza   S.   Giulia     e   per   il   miglioramento   della   sua   qualità   urbana.   Promossa   dal   Comitato   di   quartiere   Valchiglia,   sostenuta   dal   Comitato   dei   genitori   dell’Istituto  comprensivo  Ricasoli  e  con  il  patrocinio  della  Circoscrizione  7,  l’iniziativa  è  rivolta  alla   riattivazione   di   un   diffuso   senso   di   appartenenza   territoriale   e   di   cittadinanza   attiva,   con   particolare   riguardo   verso   i   soggetti   “più   fragili”   (aggiornamento   a   cura   di   Angela   Nasso   e   Anna   Marchisio).       12  maggio  a  Adelfia  (BA):  “Open_Adelfia”,  presso  l'area  verde  pubblica  attrezzata  "Parco  E.   Berlinguer"  in  Via  Fieno,  alle  ore  11  si  svolgerà  il  planning  for  real  promosso  dall’Associazione   culturale  Hinterland  (aggiornamento  a  cura  di  Vito  Coppi).     12  maggio  a  Roma:  “Montespaccato,  dove  i  sogni  fanno  centro”,  dalle  10  alle  13  in  Piazza   Cornelia,  esposizione  di  elaborati  e  video,  interviste,  apertitivo  e  giochi  di  strada.  L’iniziativa    

3


coinvolge le  bambine  e  i  bambini  delle  scuole  “I.C.  Via  Cornelia  73”  Plesso  Evangelisti  e  “I.C.  Via   Ormea”  Plesso  Buonarroti  ed  è  organizzata  da:  Comitato  dei  Genitori  “Via  Cornelia  73”,  Centro   Anziani  Via  Cornelia  83  -­‐  Montespaccato,  Protezione  Civile  Presidium,  Associazione  Sportiva   Culturale  “Amici  del  Monte”  e  Associazione  “Parco  dell’Acquafredda”  (aggiornamento  a  cura  di   Linda  Russo).        

4

Calendario iniziative La città che vogliamo  

calendario delle iniziative ammesse

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you