Page 1

I miei vini


Cantina Asotom LA MIA FILOSOFIA Dal 2004 produco vino da perfetto autodidatta e amo definirmi un “coltivatore di sogni”: non sono proprietario di nulla se non delle mie idee, ambizioni e visioni, supportate da una tecnica che ho affinato nel corso degli anni. Vigne e cantina sono infatti in gestione e me ne occupo con cura e dedizione, secondo una filosofia di coltivazione/produzione la più ecologica possibile. Lascio che sia l’uva a darmi la direzione da seguire affinchè esprima al meglio le sue potenzialità. La mia idea è quella di un vino fatto di sola uva, meticolosa cura delle vigne nel pieno rispetto di vitigni e terreno, tecniche di cantina rodate e tanto, tanto tempo. Non faccio distinzione tra vini base e linee cosiddette “alte”. I miei vini sono tutti allo stesso livello, la qualità delle uve è la stessa; a cambiare sono le lavorazioni e la visione che vi sta dietro.

COME LAVORO Zappa, secchiello, forbicioni e dei semplici vasi vinari sono i principali strumenti con cui lavoro in vigna e in cantina. Scelgo le vigne dando valore alla loro storia, cercando di recuperare quei vigneti che poco a poco sono stati dimenticati. Dò loro la possibilità di esprimersi nuovamente recuperando quanto più possibile le viti e rispettando il terreno incontaminato in cui sono radicate. Le viti vengono trattate, solo se necessario, con prodotti a carenza zero e mai in fase preventiva. Non viene effettuata concimazione per non stressare la vite con esuberi di produzione e per renderla più longeva. I vigneti vengono mantenuti inerbiti, senza semina, e si procede se e quando necessario allo sfalcio dell’erba tra i filari ed al calpestio della stessa ai piedi della vite. L’uva viene raccolta a mano e trasportata in cassette, per limitare al massimo l’ossidazione del mosto prima dell’arrivo in cantina. L’uva fermenta spontaneamente e segue poi l’affinamento scelto per quel vitigno. Non si effettuano filtrazioni per non impoverire il vino. L’unica sofisticazione permessa è l’aggiunta di pochi grammi di solfiti per ettolitro di vino, che consentono un’ottimale conservazione del prodotto. Il vino affina in acciaio o botti di rovere per un lasso di tempo che va da 6 mesi a 4 anni, fino a che non si ritiene che abbia raggiunto la maturità necessaria per l’imbottigliamento. Viene imbottigliato ed etichettato a mano. Le riserve riposano in vetro per altri 18 mesi circa.

I MIEI VINI I miei vini sono il risultato di intuito personale e tecnica. Sono prodotti vivi e in divenire. Esistono dei protocolli di massima che seguo nella fase produttiva, che vengono adattati di volta in volta all’annata, all’andamento delle fermentazioni, alla mia voglia di sperimentare. Ogni bottiglia racchiude l’essenza di un’annata, l’espressività di una vigna e l’idea del Vignaiolo. Ho l’ambizione di produrre vini longevi e soprattutto con il miglior numero di sfaccettature di gusti e profumi. Per far ciò occorre saper aspettare e rispettare i processi fermentativi e di maturazione del vino. Le cose buone richiedono tempo...

LA MIA CANTINA

Potete visitare la mia cantina su appuntamento. E’ situata in Piemonte, tra le colline del Monferrato e precisamente in via Godio 14 a Castelletto Merli (AL).


Vini Asotom Asotom

Barbera vigna vecchia Questo vino è ottenuto dalla vinificazione esclusiva delle uve di “Claudia Schiffer”, una vigna di 70 anni esposta a est. La vigna, la più longeva e vocata dell’azienda, si trova proprio di fianco alla cantina ed è visitabile in sede di degustazione. Coltivata principalmente a barbera, come da tradizione contiene anche il 5% circa di altri vitigni autoctoni. Asotom è il vino più rappresentativo dell’azienda, il più complesso e sfaccettato. E’ vinificato in legno grande e affinato in botti di rovere di Slavonia per un periodo di tempo che va dai 3 ai 4 anni.

Smentià Barbera

In origine questo vino si otteneva vinificando le uve di sei piccole vigne antiche, alcune delle quali raggiungevano anche i 110 anni, sparse tra le colline dei comuni di Ponzano e Castelletto Merli. Purtroppo i proprietari decisero di estirparle, ragion per cui nel 2006 scelsi di piantare una nuova vigna di barbera nella parte bassa della collina di fianco alla cantina. Nel 2009 ho ottenuto la prima vinificazione dello Smentià dalle uve di questa nuova vigna, da me denominata “Naomi Campbell”, la più giovane dell’azienda ma dotata di grandi potenzialità. Smentià in dialetto piemontese significa “dimenticato”. Questo vino esprime la mia idea di usare delle moderne tecniche di cantina per produrre il “vino del nonno”, ovvero una tipologia di vino divenuta inusuale, dimenticata appunto. Il vino del nonno è un vino che non ha bisogno di chimica nè sofisticazioni. Questo vino viene vinificato in acciaio e affinato in botti rigenerate per minimo 18 mesi, per permettere al vino di raggiungere la giusta maturazione e il naturale illimpidimento.

Nessuno

Passito di Barbera Vino ottenuto da uve stramature di barbera e prodotto solo in annate eccezionali. Le uve vengono lasciate appassire sul tralcio per il maggior tempo possibile, finché le api non vengono ad aggredirne gli acini, per poi essere spostate nei fienili della cantina,dove continuano l’appassimento all’ombra e vengono selezionate acino per acino settimanalmente. L’uva permane in appassimento fino a Natale. Vinificato e affinato in botti di rovere per un periodo di tempo di circa due anni. Il nome “Nessuno” sta ad indicare l’assenza di condizionamenti esterni – che siano di enologi o agronomi - nella produzione di questo come degli altri vini dell’azienda. Questo vino esprime la mia personale idea di passito.


Istinto

Grignolino Nasce da un vitigno autoctono piemontese (Grignolino) nel comune di Castelletto Merli. Come si evince dal nome, per questo vino più che per altri ho seguito il mio istinto. In cantina sono disponibili le seguenti annate: 2009 (vinificato in acciaio da uve stramature, affinato 3 anni in botte colma e 2 in botte scolma); 2014 (vinificato in acciaio e affinato 12 mesi in botte grande).

Egotista Timorasso

Si tratta di una vinificazione del vitigno Timorasso. L’uva a bacca bianca raccolta a piena maturazione viene spremuta a grappolo intero in pressa soffice e il mosto viene fatto fermentare spontaneamente in tino di acciaio. A fermentazione conclusa i processi di affinamento continuano in contenitore di acciaio fino al mese di agosto, dopodiché si imbottiglia il vino senza alcuna filtrazione. Infine lo si lascia affinare in bottiglia almeno 6 mesi.

Inconscio

Barbera + Grignolino Vino ottenuto da uve mature, si ricava effettuando un salasso dai mosti dei miei vini rossi, prima che partano le fermentazioni. Vinificazione e affinamento avvengono in barili esausti. A primavera inoltrata passa in acciaio per concludere l’affinamento. Annate disponibili: 2014 (salasso di grignolino e barbera, 50% e 50%);

Estinto Freisa

Vino ottenuto dalla vinificazione in purezza di un vitigno autoctono piemontese (freisa). Vinificato in legno o acciaio a seconda della disponibilità di spazio in cantina e affinato in legno piccolo esausto per un lasso di tempo oscillante dai 36 ai 48 mesi,prima di finire in bottiglia per la maturazione ultima. Il nome si riferisce al fatto che la vecchia vigna di Freisa che lavoravo fu estirpata. Dal 2014 ho preso in conduzione una nuova vigna.


Oso

vino rosso, bianco o rosato a seconda dell’annata Oso è la sfida annuale della cantina. Questa sfida consiste nello scegliere ad ogni nuova vendemmia una vinificazione diversa per un vitigno già sperimentato, oppure nel provare a vinificare vitigni non presenti in azienda. Oso è una sorta di laboratorio aziendale che mi permette di spingere all’estremo le varie tecniche di cantina. Il prodotto che ne deriva è unico e volutamente non ripetibile. In cantina sono disponibili le seguenti annate: 2014 (da uva freisa di una nuova vigna, vinificato in acciaio e affinato in legno); 2015 (pinot nero surmaturo vinificato rosato, no macerazione sulle bucce e affinamento in botte rigenerata): 2016 (cortese vinificato in acciaio con due tecniche: 1 settimana di macerazione a freddo con cappello alto, 3 settimane di macerazione a temperatura di cantina senza compromettere il cappello).

I miei vini  
I miei vini  

Una breve introduzione alla mia filosofia e ai vini personali che produco. (english version soon available)

Advertisement