Page 29

Figure professionali e service: al via due ricerche promosse dall’Osservatorio Tecnico

Nuove competenze e nuove figure professionali nellʼindustria dei quotidiani 1. Obiettivi dell’indagine La ricerca sulla formazione professionale si propone di fornire un supporto conoscitivo sulla base delle indicazioni che perverranno dalle aziende e dalle strutture sindacali per facilitare lʼimpostazione di una corretta politica di formazione professionale. In particolare, la ricerca si propone di: • Verificare e aggiornare i risultati di precedenti iniziative di analisi delle competenze e dei fabbisogni profesisonali delle imprese del settore, in particolare del progetto MasterMedia, promosso dallʼOsservatorio e realizzato tra il 1999 e il 2001; • Creare un sistema di monitoraggio continuativo sul mercato del lavoro e sui bisogni formativi, sia in funzione della modificazione dei cicli e della organizzazione della produzione, sia per quanto riguarda nuove opportunità di impiego e lʼesigenza di nuove professionalità collegate al processo di convergenza digitale; • Fornire alle aziende ed ai lavoratori indicazioni previsionali sulle figure professionali destinate ad una maggior richiesta sul mercato del lavoro, unitamente alle indicazioni sulle competenze professionali necessarie e sui relativi percorsi formativi opportuni; • Creare un supporto per una efficace programmazione e realizzazione dellʼattività di formazione continua delle aziende, da finanziare mediante lʼaccesso ai fondi interprofessionali (Fondimpresa); • Favorire la conoscenza e lʼaccesso da parte delle aziende e dei lavoratori alle opportunità offerte dal sistema della formazione professionale e in particolare, facilitare attraverso iniziative promosse congiuntamente dai due Enti Bilaterali lʼutilizzazione delle strutture e delle scuole grafiche dellʼENIPG. 2. Materiali di base La Ricerca si avvarrà del materiale di base raccolto attraverso il Progetto MasterMedia che avviato nellʼestate 1999 e conclusosi alla fine del 2001, si è posto come scopo prioritario la codifica delle competenze richieste dallʼevoluzione tecnologica e dai nuovi modelli di organizzazione del lavoro. Nel corso della prima annualità dellʼindagine sono state contattate 24 aziende e condotte 32 interviste a testimoni privilegiati interni alle imprese e rappresentativi del mondo produttivo. I dati raccolti hanno permesso di definire le caratteristiche dei tre processi produttivi principali (produzione di un CD-Rom, di un portale e di un giornale on-line), catalogare 106 denominazioni di attività lavorative nel settore e descrivere 12 profili professionali. © Asig Service Srl 2005

Nel secondo anno di indagine sono state ampliate le conoscenze già acquisite e, attraverso una indagine sul campo quali-quantitativa, si è arrivati a descrivere 25 profili professionali, compresi i 12 già codificati e schedati nel primo anno; In aggiunta allʼindagine sul campo, nellʼambito del progetto sono state realizzate una serie di monografie macrosettoriali e di approfondimenti verticali: le prime tracciavano una panoramica sui singoli segmenti dellʼindustria della comunicazione, mentre le seconde approfondivano temi ritenuti particolarmente significativi ai fini dello sviluppo del settore e della creazione di nuovi saperi e di nuove competenze tra i lavoratori del settore. 3. Metodologia e obiettivi della ricerca Si prevede di indirizzare la ricerca su tre filoni, rispettivamente dedicati alle imprese, alle strutture formative e ai lavoratori. Le imprese • Il primo passo è costituito da una serie di interviste “mirate” a opinion leader, ai quali vengono sottoposti, in sintesi, i risultati del progetto MasterMedia e li si invita ad aggiornare il quadro di riferimento che da esso emerge alla luce dellʼevoluzione delle tecnologie e dellʼorganizzazione del lavoro utilizzata negli ultimi anni; • Sulla base di quanto emerso nel corso delle interviste, viene realizzata una scheda di rilevamento dati da sottoporre alle aziende del settore. Tale scheda, di tipo semistrutturato, mira ad evidenziare, per ciascuna azienda, i fabbisogni professionali più urgenti in rapporto allʼorganizzazione del lavoro ed alle tecnologie utilizzate, nonché le metodologie adottate per lʼaggiornamento e la formazione professionale degli addetti; • Qualora le risorse disponibili lo consentano, può essere possibile sottoporre il questionario a tutte le aziende che costituiscono lʼuniverso di riferimento (circa 200); in caso contrario, verrà effettuato un adeguato campionamento sulla base dei parametri più importanti che caratterizzano le aziende del settore: dislocazione geografica, tipologia di azienda, dimensioni dallʼazienda. • Nelle aziende che compongono il campione vengono analizzati i processi produttivi, sia quelli già individuati e studiati nel corso del primo ciclo del progetto che quelli nuovi che dovessero emergere in seguito allʼattività di ricerca. • A seguito dellʼelaborazione delle indagini, vengono estratte e codificate le figure professionali emergenti, ed enucleate le corrispondenti competenze professionali richieste. Le strutture di formazione Questa area di attività, di tipo puramente documentale, punta a misurare la quantità e la qualità dellʼofferta formativa disponibile nel nostro Paese, a partire dalla analisi sistematica dellʼattività delle oltre trenta scuole che fanno capo allʼENIPG. In particolare:

Mediaform

sulla base di quanto previsto dallʼaccordo del 9 luglio 1997) la loro concreta realizzazione.

TecnoMedia

29

TecnoMedia 45  

Rivista dell'ASIG, Associazione Stampatori Italiana Giornali

TecnoMedia 45  

Rivista dell'ASIG, Associazione Stampatori Italiana Giornali

Advertisement