Issuu on Google+

Comune di Concorezzo

Numero 1 | Anno 2010

CON COREZZO notizie grafica: ascrizzi.it | foto: Art.Emotion

periodico dell’amministrazione comunale

focus Web Radio largo ai giovani

A scuola di giornalismo con la terza D a

Municipio senza fili, debutta il wireless

flash

sp ll'in bi ec ter la ia n nc l o: io e

attualitĂ 


CON COREZZO notizie In copertina: La redazione di yradio di Villa Zoia fotografia di Art.Emotion Concorezzo Notizie Trimestrale di informazione dell’Amministrazione comunale di Concorezzo Anno I – Distribuzione gratuita Tiratura 6.500 copie Editore: Comune di Concorezzo Direttore editoriale: Riccardo Borgonovo Direttore responsabile: Mauro Capitanio Coordinamento di Redazione: Anna Prada Segreteria di Redazione: Marta Bonfanti, Gloria Forlanelli, Fabio Ghezzi, Luigi Meani Progetto grafico e impaginazione: Alessandro Ascrizzi Stampa: Arti Grafiche Decembrio srl Via P. C. Decembrio 23 - 20137 Milano Distribuzione: Cooperativa sociale Il Capannone, via Oreno 6/D 20049 Concorezzo (MB) Fotografie: Art Emotion - Concorezzo (MB) Numero chiuso il: 27 maggio 2010 Tutti i diritti sono riservati. È vietata ogni riproduzione anche parziale senza l’autorizzazione dell’editore.

sommario 1 | editoriale

2 | assessori

5 | in breve Baby card, al debutto la carta sconto per famiglie 6 | attualità Il municipio passa al wireless 7 | speciale bilancio Bilancio di previsione 2010 11 | in consiglio comunale La parola ai gruppi consiliari 14 | associazioni Teatro d'estate, la Compagnia Drammatica c'è 15 | ieri, oggi, domani L'Archivio Storico si presenta 16 | focus / giovani Web radio, a gonfie vele la redazione cittadina


editoriale

Anno 1 | Numero 1

A

un anno dalla mia elezione a sindaco, eccomi a parlare a ognuno di voi dalle pagine di questo editoriale. Sarà un appuntamento fisso che raggiungerà le vostre case insieme con il notiziario comunale, con cadenza trimestrale, nei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre. Concorezzo Notizie, la testata di questo periodico è rimasta la medesima del passato recente. La pubblicazione che vi trovate a sfogliare è però molto mutata nel formato, nell’aspetto grafico e nei contenuti. Sono cambiamenti che abbiamo introdotto con l’intenzione di rendere la lettura più piacevole, di fornire uno spaccato ampio della vita della nostra città, di dare dunque conto dell’attività amministrativa e del confronto politico ma con misura, aprendo spazi che vorremmo sempre più estesi ai tanti volti e ai tanti vissuti che animano la nostra città e ne costituiscono l’identità, tra passato e futuro. Accanto alle più tradizionali rubriche, dedicate agli assessorati e ai gruppi consiliari, ne troverete perciò altre che daranno voce con continuità alle associazioni, all’Archivio Storico concorezzese, al mondo della scuola, e poi altre pagine ancora che ospiteranno di volta in volta temi di attualità, approfondimenti, curiosità, informazioni utili. Questo notiziario si colloca all’interno di una più generale azione amministrativa che al suo centro pone l’apertura, il confronto, la comunicazione. Sono i cardini sui quali ho impostato questo primo anno di lavoro sia all’interno della mia giunta, squadra connotata da forte unità e verso la quale nutro la più totale fiducia, sia nei rapporti con il personale degli uffici comunali, le cui elevate competenza e professionalità in questi mesi spero di avere motivato |Riccardo Borgonovo e valorizzato, sia verso tutti i cittadini di Concorezzo, che conSindaco tinuo a incontrare e ad ascoltare in piazza e per la strada, così come nel mio ufficio in municipio, sempre aperto per chiunque Email: mi voglia parlare. Continuerò così. Solo da questo incessante segreteria@comune.concorezzo.mb.it dialogo, sono convinto, possono derivare la conoscenza delle Ricevimento su appuntamento: reali esigenze della città e la possibilità di corrispondervi. 039/62800405 In questi prossimi quattro anni di legislatura sarà necessario portare innovazione, soprattutto nel modo di intendere e di gestire le risorse pubbliche per ottenere risultati concreti e positivi. Siamo in una congiuntura economica generale alquanto “Questo notiziario complicata, che mette a dura prova la capacità degli enti locali si colloca all’interno di di ben amministrare ma che proprio per questo ci chiede rigore ed efficienza massimi. Non compileremo un libro dei sogni, che una più generale azione non potremo realizzare perché mancano le risorse. Al contraamministrativa che al rio, ci concentreremo su alcune priorità definite, prenderemo suo centro pone l’apertu- le mosse dallo stato reale delle nostre finanze e opereremo per valorizzare al massimo il patrimonio di cui disponiamo, senza ra, il confronto, limitarci ad attingere fondi dalle tasse, dalle imposte e dagli oneri di urbanizzazione.  la comunicazione”. Chiudo questo mio primo editoriale, augurandovi una buona lettura,

Il Sindaco Riccardo Borgonovo

1


assessori

|Mauro Capitanio

Vice Sindaco Cultura e Tempo Libero, Giovani, Identità e tradizione, Innovazione e Comunicazione Email: assessorecapitanio@comune.concorezzo.mb.it Ricevimento su appuntamento: 347/9169928

|Pier Giorgio Bormioli

Servizi Sociali, Persona e Famiglia, Volontariato e Solidarietà Email: assessorebormioli@comune.concorezzo.mb.it Ricevimento su appuntamento: 039/62800300

2

CON COREZZO notizie

G

iovani, Identità, Tradizione, Comunicazione e Innovazione. Non sono solo nomi che ritrovate nella mia delega assessorile ma chiare priorità della nostra Amministrazione. Rivolgendomi ai lettori vorrei dedicare questa rubrica per analizzare questi temi nel dettaglio, partendo dai Giovani. “Apriamo il Comune ai Giovani”: lo dico spesso e non voglio resti uno slogan. Sin dai primi giorni del mandato abbiamo intensificato il dialogo con le agenzie educative presenti sul territorio, puntando sulla musica. È attiva sul territorio la redazione di una web radio (www.yradio. it) aperta a tutti e abbiamo lanciato con successo un corso di conduzione radiofonica. Entro la fine dell’anno sarà disponibile una sala prove accessibile a tutti i giovani concorezzesi e proporremo ai più motivati la gestione in autonomia della stessa. C’è piena disponibilità a sostenere i progetti dei nostri giovani e da settembre, all’interno di “Corsi in Concorezzo”, chi lo vorrà potrà proporsi con un ruolo attivo. L’invito

ai nostri giovani è quello di proporsi per iniziative culturali, ludiche, eventi, mostre, rassegne, progetti, collaborazioni, idee e anche sogni : la porta sarà sempre aperta. La stessa redazione di questo informatore è composta da giovanissimi con la passione per l’informazione, un altro segnale di attenzione a questo universo e un invito ad unirsi a queste e ad altre iniziative. C’è poi un osservatorio prezioso, presente da anni nel nostro Comune, rappresentato dal Tavolo delle Politiche Giovanili: un punto di convergenza tra Amministrazione, Scuola, Servizi Sociali, Cultura, Oratorio e Sport, dove le peculiarità dei giovani emergono e si sviluppano in modi diversi, e una guida per le azioni dell’Amministrazione in questo settore estremamente complesso. Stiamo lavorando per valorizzare la ricchezza rappresentata dal Tavolo, esperienza molto rara all’interno delle amministrazioni pubbliche. Il Comune ha aperto le sue porte: giovani motivati, prego, accomodatevi. 

C

dello sportello comunale di servizio per l’Asl, favorendo un’ottimizzazione del rapporto con il distretto sanitario, velocizzando le pratiche e riducendo i tempi di attesa. Ricordo altre tre iniziative: per le pari opportunità, il corso di autodifesa femminile, concluso a maggio, che ha riscosso grande successo e che penso di riproporre; in sinergia con l’assessorato al Commercio e con l’Associazione commercianti, la già inaugurata Baby Card, la carta sconto per i neogenitori, e la Conco Card, la carta sconto per la spesa alimentare, di prossimo avvio. Uno sguardo al futuro, rivolto a uno dei temi sociali di evidente importanza e di crescente emergenza, quello dell’abitazione, tanto più in tempo di crisi com’è quello odierno. Nel corso del prossimo anno avremo a disposizione un nuovo lotto di case comunali, per ventiquattro alloggi. Pubblicheremo un nuovo bando per l’assegnazione al fine di aggiornare le graduatorie e individuare, in questo modo, le famiglie che hanno maggiormente bisogno di aiuto. 

ompletamente nuovo al ruolo assessorile. E con alle spalle trent’anni di professione medica. Con questo duplice viatico e nella convinzione di poter servire la mia città, mi sono accinto, ormai un anno fa, a occuparmi delle politiche sociali, delega che il sindaco mi ha affidato in seno alla sua giunta. Questi mesi mi hanno visto, da un lato, impegnato in un prolungato esercizio volto a comprendere da vicino il funzionamento di questa parte della macchina comunale, e dall’altro mettere in campo una sorta di fusione empatica, favorita anche dalla mia sensibilità professionale, con il personale degli uffici nell’affrontare un settore particolarmente delicato perché spesso connesso a situazioni di disagio e di sofferenza. Guardando al concreto dei progetti che ho ereditato, ho predisposto di portarli avanti tutti riservandomi eventuali correttivi nei prossimi mesi, anche in ragione delle risorse che saranno a disposizione. Tra le modifiche che già ho apportato, all’insegna di una maggiore efficacia, mi limito a ricordare la ristrutturazione


assessori

Anno 1 | Numero 1

|Walter Magni

Urbanistica, Edilizia, Ecologia, Viabilità, Sicurezza, Polizia locale Email: urbanistica@comune.concorezzo.mb.it Ricevimento su appuntamento: 039/62800419

|Teodosio Palaia Bilancio, Finanze

Email: assessorepalaia@comune.concorezzo.mb.it Ricevimento su appuntamento: tel: 039/62800408

I

nnanzitutto un grazie sincero a tutti i concorezzesi che hanno permesso alla Lega di essere parte del governo cittadino, a traguardo di un percorso iniziato quasi vent’anni fa. Mi soffermerò brevemente sui settori di mia competenza: urbanistica, sicurezza ed ecologia. Stiamo lavorando alla stesura del Piano di governo del territorio, tra le aree più impegnative compaiono senz’altro il comparto Frette e la futura stazione MM2. Problemi annosi, che chiedono soluzione, come lo stato di abbandono in cui le precedenti amministrazioni hanno lasciato zone come il Milanino e Rancate, e la viabilità, quasi insostenibile in alcune fasce orarie. Intendiamo porre un’attenzione costante alle reali esigenze dei cittadini e della città praticando un utilizzo parsimonioso e intelligente del territorio che ci consentirà di salvaguardare e potenziare la cintura verde e di avere, con questo Pgt, una crescita urbanistica pari a zero. Combatteremo il senso di insicurezza percepita dai cittadini, con azioni concrete. Per le situazioni di degrado urbano e di disturbo alla quiete

pubblica non applicheremo alcun coprifuoco, come qualcuno accusa, ma partiremo con azioni interforze mirate al mantenimento dell’ordine pubblico e del decoro urbano. Nel rispetto dei diritti di tutti, avremo però tolleranza zero per le situazioni di accattonaggio, venditori abusivi e zingari; mentre leggete queste pagine, il campo rom del San Camillo con tutta probabilità sarà già stato smantellato. Puntiamo inoltre a un approccio ecologico globale. La ricetta? Maggiore informazione e coinvolgimento costante dei cittadini. Stiamo affrontando la questione spazzamento strade; stiamo partendo con la bonifica anti-zanzare, è previsto un incontro pubblico con esperti e consigli pratici. Siamo reduci da un riuscitissimo incontro sul problema amianto. Per il sempre migliore trattamento dei rifiuti credo nel supporto della neonata commissione consiliare allo sviluppo sostenibile. Chiudo con un richiamo ai proprietari di cani: voi che, educati, raccogliete le deiezioni dei vostri amici a quattro zampe, esortate i maleducati a fare altrettanto. Per gli incivili, sarà tolleranza zero. 

N

che nel 2009 finanziava solo l’80%. Le spese di parte corrente ammontano a 10.202.600,00 euro e sono quelle per il personale (euro 2.863.300,00; pari al 28%), per l’acquisto di beni e servizi (euro 5.355.500,00; 52%), per trasferimenti a famiglie, imprese e pubbliche Amministrazioni (euro 1.178.600,00; 12%) e altre (euro 805.200,00; 8%).Le entrate correnti sono assicurate da imposte e tasse (euro 5.085.000,00 pari al 50%), da contributi ordinari (euro 3.242.800,00 pari al 32%), da proventi dei beni e servizi pubblici (euro 1.439.800,00 pari al 14%) e da una quota parte dei proventi urbanistici (euro 435mila pari al 4%). Nel bilancio 2010 sono anche previsti investimenti e opere pubbliche per 1.930mila euro. Si interviene principalmente nel campo dell’informatica (euro 275mila), per la seconda tranche dell’acquisto del nuovo magazzino (euro 360mila), per le scuole (euro 100mila), per il cimitero (euro 200mila), per il restauro di Villa Zoia (euro 240mila) e per la viabilità (euro 180mila). 

el nostro primo bilancio del mandato, riferito all’anno in corso, la priorità che ci siamo prefissati è riequilibrare la gestione corrente, in deficit negli anni 2008 e 2009, e al contempo mantenere un elevato standard dei servizi al cittadino. Se nel 2008 il disavanzo corrente era di oltre 1 milione e 67mila euro, poi passati a 923mila euro nel 2009, ora il bilancio 2010 prevede un fabbisogno di soli 435mila euro. Il miglioramento è stato di 632mila euro sul 2008 e di 488mila euro sul 2009. Le risorse per assicurare questa positiva evoluzione nella gestione corrente sono state ricavate dal riequilibrio dei conti dei servizi pubblici. Se nel 2009 i contributi degli utenti finanziavano il 53% dei costi, nel 2010 il tasso di copertura dei servizi è arrivato al 59%. Tutto ciò significa che le casse del Comune, cioè la collettività, si fanno carico del 41% della spesa destinata ai servizi utilizzati dai cittadini, come la mensa e i trasporti. Nel 2010 i servizi di nettezza urbana saranno integralmente coperti con i ricavi della tassa rifiuti,

3


assessori

| Innocente Pomari

Lavori Pubblici, Servizi Esterni, Manutenzioni, Servizi Cimiteriali, Edilizia Scolastica Email: lavoripubblici@comune.concorezzo.mb.it Ricevimento su appuntamento: 039/62800444

S

i sta concludendo il primo anno della legislatura Borgonovo, che ringrazio per le deleghe conferitemi.

| Emilia Sipione

Scuola, Educazione e Sport Email: istruzione@comune.concorezzo.mb.it Ricevimento su appuntamento: 039/62800432

4

CON COREZZO notizie Sono Innocente Pomari, ho 54 anni, sono nato a Verona e vivo a Concorezzo da oltre 20 anni. Ho avuto il piacere di governare sempre come assessore ai lavori pubblici e ai servizi cimiteriali anche durante la legislatura Bernareggi, che saluto cordialmente. In questo primo anno ho cercato di prendere conoscenza nel dettaglio di tutto quello che è stato fatto e di quando ci sia ancora da fare. Purtroppo l’impatto non è stato dei migliori, anche se di certo non mi aspettavo di arrivare e poter iniziare con quello che è stato il nostro programma elettorale. Devo dire, infatti, che qualche attenzione in più in alcuni reparti me la sarei aspettata (ad esempio l’edilizia scolastica, la situazione del cimitero e la manutenzione delle strade). Dimentichiamo le aspettative e parliamo di alcuni interventi in corso. Tra gli interventi già programmati e appaltati c’è la risistemazione della palestra elementare Marconi. Questo plesso peraltro è stato già oggetto del rifacimento completo del locale caldaia nel mese di settembre 2009 e questo primo intervento verrà integrato con il rifacimen-

to completo dell’impianto che versa in pessime condizioni da alcuni anni. Ho ereditato una pavimentazione in legno all’esterno della scuola materna Falcone Borsellino molto bella da vedersi, ma sicuramente poco pratica : si sono, infatti, già infortunati alcuni bambini con delle schegge. Per evitare che questo possa riaccadere, il pavimento verrà rimosso e sostituito con uno più sicuro ed inoltre, provvederemo a far rivestire le pareti esterne, fino ad un’altezza adeguata, con del materiale non pericoloso per i bambini e più adatto ad una scuola materna. Per quanto riguarda la materna di Via Verdi, verrà spostata la sede della protezione civile per eliminare una convivenza non sempre perfettamente compatibile. La sede sarà ricavata all’interno del nuovo magazzino comunale (ma di questo parleremo nella prossima edizione). Altri interventi sono in fase di realizzazione, come il parapetto sopra il locale caldaia presso la scuola media ed altri sono in programma, come la sostituzione a lotti funzionali degli infissi che non garantiscono un isolamento termico e acustico.

L’

le, infanzia, primaria e secondaria di primo grado. Mi soffermo su alcune di queste voci, che già annuncio saranno confermate nel piano di diritto allo studio per l’anno 2010/2011. Abbiamo aumentato le risorse destinate ai laboratori di informatica, presso la secondario di primo grado, e quelle destinate, sempre nella secondaria di primo grado, all’apprendimento di una seconda lingua europea e al potenziamento dell’insegnamento della lingua inglese. Sono inoltre cresciuti gli stanziamenti per le attività sportive. Concludo richiamando due correlati ambiti di azione rispetto ai quali questa amministrazione ha posto e intende continuare a porre grande impegno: l’accesso al diritto allo studio degli alunni portatori di disabilità e l’integrazione scolastica. Abbiamo confermato i percorsi didattici ed educativi declinati su situazioni differenti, dal disagio più lieve a quello più grave. Ed è un impegno che intendiamo mantenere e, compatibilmente con le risorse a disposizione, potenziare ancora. 

uscita di questo numero del notiziario comunale, il primo del nostro mandato amministrativo, avviene a giugno, in contemporanea con la chiusura dell’anno scolastico. Tempo di estate e di agognate vacanze per gli studenti, e per me occasione preziosa per proporre ai genitori e a tutti i cittadini qualche considerazione sugli obiettivi raggiunti con il piano di diritto allo studio appena concluso e sui cardini del prossimo venturo. Nei mesi scorsi, il nostro sostegno al mondo della scuola si è caratterizzato, in linea generale, in un intervento del peso di un milione e 300mila euro, mirato a garantire ai bambini e ai ragazzi le condizioni più idonee di accesso alle attività formative, educative e didattiche, e gestito in collaborazione con l’Istituto comprensivo Guglielmo Marconi. Più in particolare, abbiamo agito in continuità con il passato e abbiamo al tempo stesso innovato, potenziandole, alcune attività a nostro parere fondamentali per il benessere di tutti gli studenti, italiani e stranieri, dei tre ordini di scuo-


assessori

Anno 1 | Numero 1

| Micaela Zaninelli

Attività Produttive e Commerciali, Personale Email: assessorezaninelli@comune.concorezzo.mb.it Ricevimento su appuntamento: 039/62800481

C

ari lettori vorrei sfruttare lo spazio dedicato al mio assessorato non tanto per tediarvi con argomentazioni politiche o per elencare ciò che

è stato svolto in quasi un anno dal nostro insediamento come amministratori, bensì per segnalarvi qualcosa di concreto e utile che possa esservi di aiuto. Vorrei parlarvi dello SpIL Sportello Impresa Lavoro, attivo nella nostra città da circa due mesi, grazie all’intesa siglata tra la Camera di Commercio di Monza Brianza e il Comune di Concorezzo con lo scopo di aiutare lo sviluppo di imprese già esistenti sul territorio, la creazione di nuove imprese e di nuove imprenditorialità, e di offrire un supporto operativo importante a chi è in cerca di nuova occupazione, di ricollocamento o di reinserimento nel mondo del lavoro. Qui a fianco troverete il calendario di presenza di un addetto dello SpIL presso l’ URP del nostro Comune e tutti i riferimenti per chi volesse contattare direttamente lo sportello di Monza. Nel ricordarvi che per qualsiasi necessità potrete trovarmi all’indirizzo mail sotto riportato e, tramite appuntamento, presso l’URP del Comune, porgo i miei cordiali saluti a tutti. 

I servizi per le imprese e le persone sono gratuiti. Gli esperti dello Sportello ricevono SOLO SU APPUNTAMENTO SpIL (Sportello Impresa Lavoro) c/o Formaper Camera Commercio Monza Brianza Piazza Cambiaghi 5 20052 Monza (MB) Tel. 039.2807446 Fax 039.2807449 e - m a i l : s p o r te l l o i mp r e s a l avo r o @ mb.camcom.it www.formaper.it CALENDARIO di PRESENZA Esperto sportello impresa lavoro c/o URP DEL COMUNE DI CONCOREZZO – Piazza Della Pace 2 DALLE ORE 08.30 ALLE ORE 12.30 Venerdì 25 Giugno 2010 Venerdì 23 Luglio 2010 Venerdì 17 Settembre 2010 Venerdì 22 Ottobre 2010 Venerdì 19 Novembre 2010 Venerdì 17 Dicembre 2010

Baby card, al debutto la carta sconto per famiglie

CENTRO CIVICO “LINO BRAMBILLA”, INTITOLATO ALL’EX SINDACO

D

Il Centro Civico di piazza Falcone e Borsellino ha un nome, quello di Lino Brambilla, ex sindaco di Concorezzo, scomparso dieci anni fa. Con una deliberazione approvata a fine marzo, l’Amministrazione comunale ha deciso questa intitolazione a doveroso ricordo della sua figura, come testimonierà la targa che sarà apposta presso il Centro Civico. Cittadino benemerito, Brambilla fu sindaco della giunta democristiana in carica dal 1967 al 1976, periodo durante il quale impartì impulso fondamentale a opere pubbliche e servizi socioculturali che improntarono lo sviluppo della città. La sua passione per Concorezzo non si fermò alla politica, ma abbracciò anche ambiti culturali e sociali. Tra i tanti versanti della sua azione, l’impegno per la fondazione del Centro socio-educativo Sant’Eugenio e per il movimento cooperativistico concorezzese, in modo particolare per la Cooperativa di consumo San Giuseppe nella quale ricoprì la carica di presidente dal 1992 fino alla sua morte, nel luglio 2000.

al mese di aprile è operativa la Baby Card, la carta-sconto destinata ai neogenitori, ideata a quattro mani dall’Amministrazione comunale e dall’Associazione Commercianti di Concorezzo. A far data dal primo gennaio 2010, a ogni neonato viene associata una Card che, per dodici mesi a partire dalla data di nascita, dà diritto a uno sconto del 10% sulle compere effettuate presso i negozi cittadini che aderiscono alla campagna e che sono riconoscibili da uno specifico logo esposto in vetrina. Gli acquisti possono riguardare tanto il neonato quanto l’intera famiglia. La carta-sconto viene assegnata ai genitori dal Comune al momento della registrazione del nuovo nato presso l’ufficio di Stato civile. La consegna della prima Baby Card è avvenuta in sala giunta a fine aprile, un battesimo che per nome ha avuto quello della piccola Giorgia. 

5


attualità

CON COREZZO notizie

Il municipio passa al wireless Da ottobre 2009 è operativo il nuovo sistema di connessione in rete Anna Prada

D

ecuplicata la velocità di trasmissione dati, tagliate le spese a carico delle casse comunali, potenziato il controllo del territorio. Un ventaglio di vantaggi che da ottobre è divenuto realtà, da quando il municipio di piazza della Pace è passato dalla più tradizionale connessione in rete tramite cablaggio all’innovazione del wireless Hyperlan 2, sistema di comunicazione in radiofrequenza che, appoggiandosi a un ripetitore principale collocato sulla torre Schindler, consente e centralizza le operazioni di telefonia e l’accesso a Internet. Se fino a qualche mese fa tutti i plessi scolastici, il Centro civico, il comparto dei servizi sociali di via Santa Marta, la biblioteca, il settore cultura di Villa Zoia, e il sistema comunale di telecamere, avevano accessi in rete diretti e separati,

oggi questi stessi punti costituiscono una sorta di periferia che comunica con l’esterno soltanto passando attraverso un corpo centrale, costituito appunto dall’edificio comunale. Le ricadute positive sono più d’una: l’ottimizzazione della gestione della rete dati, sia in Comune sia nelle sedi periferiche; l’eliminazione delle utenze telefoniche e adsl nelle scuole, con relativo taglio delle spese; l’opportunità di un maggiore e più agevole controllo del territorio tramite le telecamere esistenti e grazie all’utilizzo di una telecamera mobile, che non necessita di cablaggio e che dunque può essere spostata a piacimento. Il prossimo passo sarà l’aggancio alla rete wireless di A.spe.con, l’azienda speciale concorezzese che riunisce le farmacie comunali. 

Strade e marciapiedi, la mappa dei lavori in corso A

sfalto da rifare, pavimentazione da sistemare, viabilità da razionalizzare. Sono molteplici gli interventi avviati in queste ultime settimane sulla rete viaria cittadina. Gli altri scenari di intervento sono Villa Zoia e il cimitero cittadino. Per quanto concerne la messa in sicurezza e il riordino dei flussi di traffico su un asse portante come la provinciale Monza-Trezzo, sono partiti i lavori per la costruzione di due nuove rotatorie. Guardando al rifacimento del manto d’asfalto, l’elenco delle vie e dei corridoi interessati compren-

6

de: la pista ciclabile di via Volta (da via Agrate a via IV Novembre), il marciapiede di via De Amicis (all’incrocio con via XXV Aprile), via Oreno (da via Dante sino al termine del territorio comunale), via Turati (da via Kennedy a via Matteotti), via De Gasperi (da via Matteotti a via IV Novembre), via Grandi (da via Mattei a via Massironi), via Kennedy (da via Agrate a via Fermi), via Cascina Beretta (a partire dall’altezza di via Dante). Chiuso il cantiere di via Repubblica, con la sistemazione del parcheggio e dell’arredo urbano a ridosso del municipio, il settore dei lavori pubblici è in questi mesi impegnato anche al cantiere di Villa Zoia, per il rifacimento del tetto

A tu per tu con il comune: istruzioni per l’uso Vuoi essere sempre informato sulle novità amministrative? Vuoi conoscere in tempo reale sviluppi e innovazioni negli ambiti cittadini che più ti stanno a cuore? È in fase di elaborazione il servizio di sms on demand e di newsletter attraverso il quale, a partire dai prossimi mesi, il Comune potrà fornire ai singoli cittadini informazioni utili direttamente sul loro telefono cellulare, tramite sms, o sulla loro posta elettronica. Il meccanismo è semplice. Chi è interessato potrà iscriversi lasciando i propri dati in un apposito spazio che sarà aperto nel sito Comune, specificando gli ambiti d’interesse rispetto ai quali intende ricevere informazioni e le modalità di contatto che preferisce. Il primo passo è la raccolta delle adesioni: sei interessato? Scrivi a urp@comune.concorezzo.mb.it 

e per la creazione di un’area di ristoro nel parco che circonda la dimora. Infine, è in corso un corposo intervento presso il cimitero cittadino. Conclusa la demolizione dei vecchi ossari, con il trasferimento presso quelli nuovi, sono nel frattempo partiti i lavori di realizzazione di 180 ossari, di 164 colombari. È stata ultimata la costruzione di 32 tombe di famiglia a due posti. 


Il bilancio di Concorezzo spiegato ai cittadini Cari concittadini, abbiamo redatto questa piccola guida nel tentativo di rendere più agevole la lettura del Bilancio del nostro Comune. Il Bilancio di previsione è il documento di programmazione attraverso il quale si esplica l’attività amministrativa dell’ente: ci illustra quali servizi saranno erogati ai cittadini, quali opere pubbliche si intende realizzare e come saranno ottenuti i finanziamenti necessari per sostenere tutto ciò. Il Bilancio è ‘di previsione’ perché indica appunto le cose che ci siamo proposti di fare nel corso di quest’anno. L’obiettivo che ci siamo posti è rendere l’attività amministrativa del Comune sempre più trasparente e vicina a ciascuno di Voi. In queste pagine troverete qualche informazione di base su come funziona in generale un bilancio e qualche notizia aggiunta sulla programmazione economico-finanziara per l’anno in corso. Buona lettura. ll sindaco

L’Assessore al Bilancio

Riccardo Borgonovo

Teodosio Palaia

ec

nc ial io e

3.

Quanto spende il Comune nel 2010? Il Bilancio raggiunge l’importo complessivo di 13 milioni e 897.600,00 euro. La gestione dei servizi correnti, resi alla cittadinanza, ammonta a 10 milioni e 202.600,00 euro.

6.

Quanto ci costano i servizi comunali? I cittadini partecipano alla spesa dei servizi pubblici (servizi scolastici, sociali, del tempo libero) nella misura complessiva del 59%. Ciò significa che ogni cittadino che usufruisce di un servizio pubblico paga in media una tariffa inferiore ai due terzi del costo del servizio; mentre la parte rimanente è a carico del Bilancio comunale.

la

2.

Chi lo approva? Alla Giunta compete la formulazione della proposta dello schema di bilancio. L’approvazione del Bilancio di previsione spetta al Consiglio comunale.

5.

Che differenza c’è tra la spesa corrente e quella in conto capitale? Le spese correnti sono quelle destinate alla produzione e al funzionamento dei servizi prestati ai cittadini, come servizi sociali, istruzione, cultura, sport, cura del territorio. Le spese in conto capitale sono quelle straordinarie o per investimenti, come la ristrutturazione degli edifici comunali e scolastici o gli interventi sulle strade, che incidono sulla formazione e la manutenzione del patrimonio.

sp

1.

Che cos’è il Bilancio di previsione? È il documento principale del Comune. Contiene tutte le voci di entrata e di uscita che il Comune prevede di sostenere nell’intero anno di riferimento. Le previsioni delle entrate e delle uscite sono sempre di pari importo per raggiungere il pareggio di bilancio.

4.

Come si finanzia il Comune? Le entrate del Comune hanno diversa provenienza: tributi locali, trasferimenti dallo Stato e dalla Regione, tariffe dei servizi pubblici, vendita di beni, proventi urbanistici.

bi

Domanda e risposta: ecco cos'è il bilancio del Comune


bilancio

entrate correnti Le entrate correnti derivano dalla gestione ordinaria sotto forma di tributi, di tariffe per servizi e di affitti provenienti dalla gestione dei beni (entrate extratributarie), di trasferimenti ordinari da parte dello Stato e/o della Regione.

82% 14% le entrate i trasferimenti tributarie dello Stato e della Regione sono solo il 14% delle entrate correnti

ed extratributarie, gestite direttamente dal Comune, determinano l’AUTONOMIA FINANZIARIA, che rappresenta la capacità di rendersi autosufficiente. Per il 2010, le entrate tributarie ed extratributarie sono l’82% delle entrate correnti

tributarie extra tributarie trasferimenti oneri di urbanizzazione totale

4% i proventi

urbanistici

rappresentano il 4% delle entrate correnti. Nel 2009 erano il10%

5.085.000,00 euro 3.242.800,00 euro 1.439.800,00 euro 435.000,00 euro 10.202.600,00 euro

+ + + + =

entrate in conto capitale Le entrate in conto capitale sono entrate straordinarie che derivano dai proventi urbanistici, cimiteriali, dalla vendita di beni, trasferimenti regionali.

48%

Proventi urbanistici e contributi regionali costituiscono

mezzi di terzi ,

che non derivano dal patrimonio comunale. Rappresentano il 48% delle entrate in conto capitale.

52% i mezzi propri

, cioè le alienazioni e le concessioni cimiteriali sono il 52% delle entrate in conto capitale. Le alienazioni sono vendite di beni per 510mila euro e trasformazioni di diritti di superficie in diritti di proprietà per 300mila euro.

le ia io ec anc sp bil

oneri di urbanizzazione contributi regionali alienazioni concessioni cimiteriali totale

885.000,00 euro 35.000,00 euro 810.000,00 euro 200.000,00 euro 1.930.000,00 euro

+ + + + =


bilancio

spese correnti Le spese correnti sono relative al funzionamento ordinario dei servizi. Costituiscono quasi i tre quarti di tutte le spese servizi sociali

21%

viabilità e territorio

€2.173.100

23%

beni e servizi

trasferimenti

12%

52%

€1.178.600

€2.380.150

€5.347.000

personale

28%

cultura e sport

7%

€735.350

€2.863.300

istruzione

14%

€1.378.190

servizi generali

35%

€3.535.810

spese straordinarie

1%

€151.200

interessi e rimborsi prestiti imposte e tasse

3%

4%

€389.600

€264.350

spese in conto capitale Le spese in conto capitale sono in prevalenza destinate alla realizzazione delle opere pubbliche e alla manutenzione del patrimonio comunale.

opere pubbliche e investimenti 2010

importo

Restauro Villa Zoia 240.000,00 euro Acquisto magazzino 360.000,00 euro Trasferimenti in conto capitale per opere religiose 110.000,00 euro Infrastrutture di rete e sistemi informatici 275.000,00 euro Sistemazione cementi armati ammarorati scuola media via Lazzaretto 100.000,00 euro Trasferimenti in conto capitale a scuole statali 20.000,00 euro Forniture di materiale per biblioteca 30.000,00 euro Manutenzioni straordinarie strade 180.000,00 euro Incarichi professionali per realizzazione piani urbanistici 40.000,00 euro Contributi per edilizia, ambiente e abbattimento barriere architettoniche 53.000,00 euro Attrezzature per la protezione civile 15.000,00 euro Eliminazione barriere architettoniche 80.000,00 euro Esumazioni campo cimitero e tombe di famiglia 200.000,00 euro Manutenzioni straordinarie diverse 190.000,00 euro Altri investimenti 37.000,00 euro

la

sp

ec

nc ial io e

1.930.000,00 euro

bi

totale


bilancio

Quanto costano i servizi comunali? Per alcuni servizi, i cittadini che li richiedono sono chiamati a contribuire alla spesa

Entrate

Uscite Copertura 2010

Copertura 2009

Corsi del tempo libero

6.500,00

12.000,00

54,17%

56,78%

Centro ricreativo estivo

64.000,00

87.350,00

73,27%

63,88%

Mense per anziani

25.000,00

45.000,00

55,56%

52,01%

Trasporti scolastici

9.000,00

46.000,00

19,57%

15,58%

21.700,00

24.200,00

89,67%

88,92%

300,00

-

-

-

126.500,00 214.450,00

58,99%

53,17%

Pre e post scuola Uso di locali non istituzionali TOTALE

La tabella riporta le entrate e le spese dei servizi pubblici e la percentuale sostenuta dagli utenti. La differenza rimane a carico delle casse comunali.

Mense scolastiche

71,94%

Nettezza urbana

100%

Pre e post scuola

89,76%

10,33%

Trasporti scolastici

19,57%

80,43%

Mensa anziani

55,56%

44,44%

Centro ricreativo estivo

73,27%

26,73%

Corsi del tempo libero

54,17%

45,83%

TOTALE

59% € 126.500 a carico degli utenti

28,06%

41% € 87.950 a carico del bilancio

La spesa dei servizi sarà finanziata in media per il 59% con le tariffe pagate dai cittadini. Il restante 41% sarà coperto da altre entrate del bilancio comunale. I servizi di nettezza urbana sono finanziati al 100% con la tassa rifiuti, che è il contributo richiesto agli utenti del servizio. Nel 2009, la quota coperta dalla tassa rifiuti è stata dell’80%. Le tariffe delle mense scolastiche pagate direttamente dalle famiglie coprono il 72% dei costi del servizio. La quota a carico del Comune è del 28%. le ia io ec anc sp bil


gruppi consiliari

Anno 1 | Numero 1

Fiducia rinnovata: avanti con onestà e trasparenza

N

essuna debâcle elettorale; le previsioni della sinistra hanno ricevuto una dura smentita. Alle regionali il PdL ha vinto, confermandosi primo partito del Paese. Non solo: il successo ottenuto a Concorezzo è anche prova del buon governo della giunta Borgonovo, riconfermata dai cittadini a un anno dal suo insediamento. In città abbiamo saputo mantenere e valorizzare lo spirito pragmatico e innovativo che ha caratterizzato il nostro partito sin dai suoi esordi. I cittadini hanno premiato un’amministrazione virtuosa e sensibile alle problematiche sociali, che è riuscita a mantenere il numero e il livello dei servizi nonostante la crisi finanziaria e la riduzione dei trasferimenti dallo Stato, e che è riuscita altresì a rispettare i duri vincoli del patto di stabilità. Per vincere non ci siamo armati di promesse irrealizzabili giocando sulle speranze degli elettori, ma abbiamo sottoscritto un programma chiaro e concreto con gli alleati. Abbiamo dovuto prendere decisioni difficili, come l’aumento delle tariffe della mensa. Si è trattato di un gesto di trasparenza nei confronti dei cittadini. Queste tariffe erano congelate da sei anni laddove nei Comuni vicini sono state nel frattempo adeguate. Un’eredità tossica per le casse comunali, risultato della politica improvvida e superficiale della sinistra di Concorezzo, che pensava di poter influenzare gli elettori con la demagogia, con il bilancio pareggiato con i soli oneri di urbanizzazione, cementificando e consumando il nostro territorio. Noi siamo convinti che i cittadini meritino trasparenza. Non abbiamo avuto paura di prendere prima delle elezioni questa decisione impopolare, dettata altresì da

chiare esigenze di bilancio. Sarebbe stato più comodo rimandare, ma siamo fermamente convinti che decisioni così delicate vadano prese quando la necessità e la buona amministrazione le rendono urgenti. La nostra vittoria conferma il nostro buon governo e la fiducia dei cittadini nel nostro operato, concreto e onesto, al servizio del nostro paese.  Il Popolo della Libertà

Federalismo significa responsabilità

F

ederalismo, ovvero tasse più basse ed equamente ripartite, e responsabilità.Per spiegare la necessità del federalismo fiscale (che è legge dal 5 maggio 2009, legge 42) bastano pochi numeri: i 10.000 forestali calabresi, i 352.153 dipendenti pubblici in Sicilia (1 ogni 14 abitanti, mentre in Lombardia sono 1 ogni 23), i 2,152 milioni di euro contestati come danno erariale causato dall’ex Asl Napoli 1 per l’illegittima erogazione di indennità al personale infermieristico in servizio presso il dipartimento di salute mentale. Ma cosa prevede esattamente il disegno di legge 1117-b? Innanzitutto, il coordinamento dei centri di spesa con i centri di prelievo, per imporre maggiore responsabilità da parte degli enti nel gestire le risorse. Con una attenzione solidaristica per le Regioni che fanno più fatica: a favore delle regioni con minore capacità fiscale -così come prevede l’art.119 della Costituzione- interverrà un fondo perequativo. Potranno essere premiati i Comuni (per lo più al Nord, con qualche eccezione in negativo in Liguria) che assicurano elevata qualità dei servizi e un livello di pressione fiscale inferiore alla media a parità di servizi offerti. Viceversa,

11


CON COREZZO notizie

nei confronti degli enti meno virtuosi è previsto un sistema sanzionatorio che vieta di fare assunzioni e di procedere a spese per attività discrezionali. Chi fino ad ora ha vissuto sulle spalle degli altri (controllare i bilanci della sanità, ad esempio, con la Lombardia che ha chiuso il 2008 con un attivo di 10,1 milioni di euro, mentre il Lazio ha registrato un disavanzo di 1,7 MILIARDI di euro, metà dell’intero deficit nazionale) dovrà  risanare il proprio bilancio anche attraverso l’alienazione di parte del patrimonio mobiliare ed immobiliare: saranno poi i cittadini a giudicare i cattivi amministratori che aumenteranno le tasse per far fronte alla incapacità di governare… Responsabilità ed equità, come nelle migliori famiglie. Il federalismo fiscale è tutto qui. Concorezzo è in grado di sostenere la sfida e non ha paura. Qui da decenni si produce, si fa qualità e si paga… per gli altri. Adesso basta.  www.leganordconcorezzo.org Lega Nord per l’Indipendenza della Padania

Chi siamo...

V

ogliamo dedicare questo primo numero dell’informatore a spiegare chi siamo, quali sono le ragioni del nostro impegno e le nostre priorità. Il nostro gruppo consiliare (CDC) rappresenta tante persone impegnate nel volontariato, nell’associazionismo, nello sport, nella parrocchia, che si vogliono impegnare per il bene del paese. Insieme ad Alberto Bernareggi abbiamo già guidato l’amministrazione di Concorezzo fino al 2004, ed intendiamo continuare questa esperienza. Siamo una lista civica di centro, alternativa alla sinistra, che trova nella dottrina sociale della Chiesa il suo riferimento. Per queste ragioni abbiamo tra le nostre priorità un costante riferimento ai principi della solidarietà e della sussidiarietà. L’attenzione alla famiglia e alla persona. Il rispetto per l’ambiente ed il territorio. La trasparenza. La voglia di fare, dialogando e mai urlando. Come si traduce tutto ciò nel nostro impegno politico? In

12

molti modi, ad esempio: - SOLIDARIETÀ E SUSSIDIARIETÀ: in questo difficile momento storico, vediamo necessario rafforzare la sinergia tra l’amministrazione e realtà quali Caritas, Parrocchia, Banco Alimentare… per tenere monitorate le situazioni di difficoltà e trovarne insieme le soluzioni adeguate. - FAMIGLIA: crediamo nel quoziente famigliare, e spingeremo l’amministrazione ad adottare questo strumento per determinare le tariffe e i costi dei servizi di competenza comunale (es. mensa ). - TERRITORIO: lavoreremo perché il Piano per il Governo del Territorio (PGT) di prossima approvazione sia ispirato ad un contenimento urbanistico, e sia allineato alle reali necessità della nostra comunità (es. nuovi interventi di edilizia convenzionata). - DIALOGO: siamo aperti al dialogo con tutti i cittadini e tutte le forze politiche. Anche per questo ci siamo battuti in questi mesi perché le commissioni consiliari divenissero luogo di confronto aperto e costruttivo, anche con l’opposizione. Se hai voglia di impegnarti per la nostra città, se ti ritrovi nelle idee elencate sopra, oppure se hai richieste, commenti, suggerimenti,… contattaci!  Andrea Brambilla (abilla@libero.it) Giuliano Calvi (clvgln@libero.it) Marco Mariani (marcomariani@liquorimariani.it) Gruppo consiliare CDC

La risposta della destra Concorezzese alla crisi economica

Aumenti di tasse e tariffe

F

ederalismo, ovvero tasse più basse ed equamente La manovra economica (Bilancio) dei nostri amministratori locali si può riassumere in breve come un prelievo dalle tasche delle famiglie concorezzesi, soprattutto di quelle con figli in età scolare. Sono aumentate tutte le tariffe:


Anno 1 | Numero 1

mense scolastiche, pre e post scuola, centri estivi, pasti a domicilio, tassa rifiuti. E questo in un momento di crescenti difficoltà per molte famiglie a causa della perdurante crisi economica. Hanno tentato di addebitare la colpa di questi aumenti alla passata amministrazione di centrosinistra accusandola di bilanci “gonfiati” e di “svendita del territorio” per incassare oneri di urbanizzazione. Nel corso della discussione sul Bilancio abbiamo provveduto a smascherare queste loro affermazioni e abbiamo chiesto di dimezzare gli aumenti tariffari previsti attraverso una lotta efficace contro l’evasione di ICI e TARSU, oltre a un più serio controllo del territorio che porterebbe a un significativo incremento delle multe (in particolare per divieto di sosta). Ovviamente i nostri suggerimenti sono stati rifiutati. Due considerazione prima di chiudere: 1- La destra ha imposto un nuovo balzello (mascherato col nome “contributo alle spese di pulizia”) alle associazioni di volontariato che utilizzano luoghi pubblici per le loro iniziative. Abbiamo provato a spiegare loro che ogni concessione o contributo nei confronti dell’associazionismo locale altro non è che una parziale “restituzione” per tutto ciò che esse fanno gratuitamente per il bene di tutta la comunità concorezzese. Tutto inutile. Il balzello è rimasto. 2- La destra ha deciso di umiliare i bambini (impedendo loro di accedere ai centri estivi o di consumare pasti durante l’Oratorio feriale) per sollecitare le famiglie che non pagano il buono pasto. Noi riteniamo che sia giusto che ognuno paghi il dovuto e che vengano utilizzati tutti gli strumenti previsti dalla legge per perseguire gli inadempienti; riteniamo però che sia eticamente inaccettabile il ricorso a metodi ricattatori, i cui effetti ricadono sui bambini, per punire gli adulti.  Il Centrosinistra Concorezzo

Quale futuro per Concorezzo?

C

osa ha fatto la Lista Civica? Ha ottenuto l’avvio della campagna per la rimozione dell’amianto puntando a minori costi per i cittadini; promosso iniziative per far risparmiare energia (e soldi) ai concorezzesi e all’ammi-

nistrazione (es. differenziazione rifiuti, fotovoltaico); proposto una mozione per diminuire l’uso degli oneri di urbanizzazione per pagare la spesa corrente (e nel bilancio 2010 sono stati dimezzati!). Gli oneri provengono dalla cementificazione del territorio e quindi vanno usati con estrema cautela: ha senso fare una nuova opera pubblica (es.futuro parcheggio sotterraneo = 1.000.000 di €) se questa è costata la distruzione di territorio naturale che non è infinito? Per quanto riguarda le prossime scadenze 2 ci sembrano più importanti: la redazione del Piano di Governo del Territorio (PGT) che tanto inciderà sull’aspetto e la vivibilità del nostro paese e una campagna per aumentare la partecipazione dei cittadini alle scelte pubbliche. Purtroppo i programmi elettorali non fanno capire con chiarezza come sarà Concorezzo in futuro. Ha senso continuare a far aumentare il numero di residenti consumando suolo ancora verde? Non è meglio ristrutturare l’esistente? Permettere ai cittadini di fare osservazioni alla fine della redazione del PGT, cioè a cose fatte, è poco utile: da tempo proponiamo di fare riunioni per loro per raccogliere le loro idee e coinvolgerli in corso d’opera. Perché escludere gli abitanti che vivono sul territorio e ne conoscono pregi e necessità? Cosa dicono in merito centro destra e centro sinistra? Vogliamo infine dare più potere ai cittadini organizzando una consultazione locale per introdurre nello statuto comunale i referendum abrogativo e propositivo e l’abolizione del quorum. Con questi strumenti, l’esperienza piovuta dall’alto dell’Aquapark che ha distrutto 40.000 mq di territorio di proprietà dei cittadini e che ci porterà un aumento di traffico sarebbe stata evitabile. Ci volete aiutare?  www.listacivicaconcorezzo.org 039 988 10 21 Lista Civica Concorezzo

13


associazioni

CON COREZZO notizie

Teatro d'estate, la Compagnia Drammatica c'è’ Il gruppo firma, in tandem con il Comune, “Concorezzo, Palcoscenico sotto le stelle” Fabio Ghezzi

O

ltre cinquant’anni di storia. Un curriculum di lungo corso e d’indubbio spessore, al quale si affianca la capacità di rinnovare ogni volta la sfida e di rimettersi in gioco. Come dimostra Mezzo secolo di Compagnia Drammatica Concorezzese, San Benedetto del Tronto, 1997 l’impegno assunto nell’ambito dell’edi- foto d’archivio della Compagnia. zione 2010 di Concorezzo d’Estate: la Compagnia Drammatisiamo in pieno fermento. La Compagnia è una solida realtà fatta ca Concorezzese, in collaborazione con il Comune, produce di persone e volontari che non si risparmiano; si è formato un la I Rassegna teatro amatoriale Concorezzo, Palcoscenico gruppo che opera con entusiasmo e capacità, e che di questa sotto le Stelle, con una serie di spettacoli all’aperto. passione fa motivo di amicizia. Lavoriamo e allo stesso tempo È trascorso appunto più di mezzo secolo da quel lontano ci divertiamo, ognuno nel proprio ruolo, dagli amici impegnati 1956, e da allora la Compagnia ne ha percorsa di strada. nel trasporto scene, al service per l’allestimento, per non parlare Fondata all’interno dell’oratorio maschile è ormai diventata delle scenografie e del direttivo, impegnato non solo nelle fatiche una realtà consolidata anche a livello a nazionale; ha portato artistiche, ma anche nel rapporto con gli enti”. in scena più di trenta allestimenti e ricevuto riconoscimenti La Compagnia sta lavorando a un nuovo allestimento, che di alto pregio, quali il primo premio al concorso Felice Mudovrebbe essere pronto per il maggio 2011, e replicando con sazzi e alla rassegna Teatro Amatoriale di Milano. soddisfazione l’ultima fatica “Ora no, tesoro” di Ray Cooney. Punto di riferimento e memoria storica rimane Peppino FaAltra importante iniziativa sarà la produzione di un dvd di rina, attore e regista, fra i fondatori. quasi due ore con la storia e gli aneddoti che hanno costruito “Attraversiamo un momento bellissimo e intenso -esordisce- e i primi cinquant’anni della Compagnia. 

AVIS e AIDO in cattedra: ecco la cultura della donazione Le associazioni incontrano gli studenti delle scuole secondarie di primo grado Marta Bonfanti

I

n aula. Tra i banchi. A parlare di cultura della donazione ai ragazzi delle scuole medie. Non è certo la prima volta che accade, a testimoniare un’attenzione costante e mirata a questa fetta di popolazione che rappresenta il futuro. Anche quando si parla di generosità e di apertura al prossimo. Nei primi giorni di giugno, nell’agenda di Alfio Bertola, Capogruppo cittadino Avis Aido e fondatore dell’Aido di Concorezzo, creata in città nel 1982, dieci anni più tardi della ‘sorella’ Avis, compariva l’incontro con gli studenti, per riflettere insieme sul valore della donazione. “Diffondere tra i giovani la cultura di donare il sangue è il nostro obiettivo primario -afferma il Capogruppo- Negli ultimi dieci anni a Concorezzo i donatori iscritti sono diminuiti, passando da 300 a 235. Infatti per motivi di età molte persone non sono più idonee

14

e inoltre su dieci giovani che si presentano, mediamente solo tre hanno i requisiti giusti”, a fare da ostacolo sono non tanto una mancanza di sensibilità, quanto piercing e tatuaggi. “La mia più grande soddisfazione sarebbe arrivare al rinnovo delle cariche con qualche giovane da affiancare a Giuseppe Beretta (concorezzese, consigliere Avis nella sezione di Vimercate, dalla quale dipende il gruppo di Concorezzo, ndr). I giovani sono davvero il nostro futuro”, dice Bertola. Per questo continua ad avere grande importanza ogni occasione d’incontro con i ragazzi. Il primo passo è coltivare e promuovere la cultura della donazione. In chi compie questo gesto e anche in chi è in dovere di consentirlo. Oggi, ancora molti non donano il sangue per motivi di lavoro, in quanto non riescono a ottenere i permessi necessari nonostante una legge del 1967 tuteli questa scelta. “Donare è un gesto di generosità, dettato da un comportamento responsabile ed eticamente corretto”, continua il Capogruppo, è una pratica che garantisce, come sorta di effetto collaterale, il controllo sistematico del proprio stato di salute, ma decidere di donare e di continuare a farlo nasce da una vera e propria vocazione. 


Anno 1 | Numero 1

ieri, oggi, domani

L'Archivio Storico si presenta’ Nascita, breve storia e obiettivi dell’Associazione concorezzese Giuliano Bonati, Vicepresidente Archivio Storico

P

oiché questo è il primo numero del nuovo informatore comunale, ci sembra doveroso innanzi tutto presentarci. L’Archivio Storico della Città di Concorezzo (ASC), associazione culturale, è stato costituito con statuto del 3 novembre 1998. Ha sede in Concorezzo, via Santa Marta 20, tel. 039.62800307, sito: www.archiviodiconcorezzo.it, posta elettronica: info@archiviodiconcorezzo.it. La finalità dell’Associazione è così definita dallo statuto: “Promuovere lo studio, la valorizzazione e l’arricchimento del patrimonio storico, artistico, architettonico ed archeologico della città di Concorezzo”. Lo statuto elenca poi quattordici attività specifiche attraverso le quali è raggiungibile la finalità proposta. Può far parte dell’Associazione “qualsiasi cittadino maggiorenne, italiano o straniero” che ne faccia domanda per iscritto e versi una quota minima annuale, che dà diritto alla tessera. Successivamente, nel 1999, il Comune di Concorezzo ha stipulato con l’ASC una convenzione rinnovabile, nella cui premessa si dice “…che le finalità dell’Associazione sono di estremo interesse per il Comune e che, pertan-

Storia di Concorezzo, in arrivo la nuova edizione ampliata

S

critti inediti, pubblicazioni oggi introvabili, curiosità e approfondimenti che aprono nuove prospettive sul passato e sul presente della città. È l’interessante mix di novità che caratterizza l’imminente riedizione di “Storia di Concorezzo”, il noto volume di Floriano Pirola che conta 660 pagine e che entro la fine dell’anno uscirà corredato di una ricca appendice. A finanziare l’operazione è il Comune, mentre a curare la pubblicazione sono la Libreria La Ghiringhella e l’Archivio Storico di Concorezzo. Il tomo principale sarà riproposto nella sua formula originaria, risalente alla prima uscita del 1978, mentre l’appendice riunirà lavori di Pirola inediti o pubblicati su Quaderni della Brianza. In questo secondo volume comparirà, tra l’altro, un’approfondita indagine sui nomi e sulle diverse famiglie concorezzesi, una sorta di albero genealogico che i lettori appassionati della storia locale potranno apprezzare appieno. 

to, la sua attività va sostenuta e incentivata”. La convenzione comprende dodici punti, tra i quali la facoltà, per il Comune, di mettere a disposizione dell’ASC i documenti storici propri, affinché siano esaminati, studiati, riprodotti e classificati, l’impegno del Comune a versare all’Associazione contributi annuali, e l’obbligo per l’ASC di mettere a disposizione del Comune i risultati delle sue attività di interesse rilevante per la comunità locale. In base a quanto sopra l’ASC dalla sua fondazione ha lavorato e continua a lavorare per conoscere com’era Concorezzo e come vivevano i nostri predecessori nei secoli passati. Questo non per semplice curiosità, ma perché noi oggi, dalla vita della Concorezzo di un tempo, faticosa ma semplice e certamente tranquilla e serena, possiamo avere ancora qualcosa da imparare. Con questo spirito studiamo e realizziamo iniziative sempre nuove le quali, benché impegnative, ci riempiono però di entusiasmo, perché in quel mondo scopriamo sempre aspetti di grande interesse, che ci aiutano a dare alla vita di oggi una completezza nella continuità. Nei prossimi numeri di questo notiziario comunale presenteremo di volta in volta una o più delle nostre iniziative, comprese quelle già realizzate, che i cittadini più attenti certamente hanno già conosciuto nel loro aspetto generale, ma che qui vogliamo presentare a tutti anche nei particolari fin qui non ancora noti. Alle prossime letture!

I noster radís

I brum da la matina I brum da la matina al su in dre’e a desfass sa derva la vedrina ‘l mund al fà’l prim pass la nocc la resta indrée al la fa’ pù pagura i gent moeuvan i pée a sbagia la natura. Ammò ‘na nivarèta la sbianca un poò ‘l seren la fà ‘na piruleta e ‘l ciel al sa ved ben la lus la slarga ‘l fiàa sa ved anca in da tì regordas pù dal maa danans ta ghe un bel dì.

15


focus | giovani

CON COREZZO notizie

Web radio, a gonfie vele la redazione cittadina Da giugno il network di Villa Zoia sarà in onda su yradio Anna Prada

O

n air. Microfono, cuffia e mixer accanto. Tra musica, interviste, intrattenimento e notiziari. Ogni lunedì e martedì presso il network che ha sede in Villa Zoia, e ogni mercoledì in camper, a catturare la voce della città in presa diretta. Il viaggio di una decina di ragazzi, d’età compresa tra i 16 e i 24 anni, tutti residenti a Concorezzo, è cominciato a gennaio e prosegue in crescendo all’interno del progetto di conduzione radiofonica Web Radio, gestito dalla cooperativa Aeris, di Vimercate, in città come in un’altra decina di paesi vicini, e finanziato dai Comuni nell’ambito della rete di Spazio Giovani. Dopo i primi mesi dedicati alla formazione dei ragazzi, è stata costituita una vera e propria redazione concorezzese della web radio www.yradio.it, testata giornalistica a tutti gli effetti, con sede a Usmate e in capo ad Aeris; proprio in questo mese di giugno le trasmissioni registrate in Villa Zoia debutteranno on line. “L’obiettivo è arrivare a trasmettere in diretta, pas-

saggio che ai requisiti tecnici associa soprattutto la capacità e l’esperienza di chi è in studio. Credo che, di questo passo, le diverse redazioni avviate saranno in grado di affrontare questo importante cambiamento”, annuncia Christian Alacqua, cooperativa Aeris, responsabile del progetto. Anche a Concorezzo, a una prima parte dedicata alla formazione sono seguite la pratica di quanto appreso e la conquista, sul campo, delle competenze. “Ai ragazzi è stato insegnato come impostare la voce, ma sono state impartite anche alcune nozioni base di giornalismo, come condurre una riunione di redazione, come documentarsi prima di affrontare un’intervista –prosegue Alacqua- E i risultati sono sorprendenti”. L’appuntamento davanti a mixer e microfono per alcuni di loro, è evidente, fa rima con tempo libero ma anche con impegno e seria volontà d’imparare un mestiere. C’è chi conduce, chi si occupa di suono e chi di montaggio. I temi trattati sono quelli di maggiore interesse in questa fascia d’età: la musica, i libri, i film. Ma c’è spazio anche per l’intrattenimento: la redazione di Concorezzo si impone con abili imitatori, comicità e satira. Il viaggio continua. Per i giovani aspiranti radioconduttori, posto, alla web radio di Villa Zoia, ce n’è 

La redazione di Villa Zoia al lavoro. Da sinistra: Federico Calvi (fonico), Simone Calvi (grafico) e gli speaker Lorenzo Bordogna e Nicholas Passoni

16

On air Lorenzo Bordogna e Nicholas Passoni

Al via la sala prove di via manzoni

U

n luogo dove poter fare musica, disponendo di attrezzature adeguate, a costi contenuti, senza dover lottare con i decibel e con le proteste dei vicini di casa. Dalle prossime settimane, le giovani band concorezzesi avranno a disposizione una sala prove, allestita presso l’oratorio di via Manzoni. A occuparsi del progetto “Concorezzo Music Network” è Comunità Nuova, in coordinamento con il Tavolo delle politiche giovanili. Due i livelli di sviluppo di questa iniziativa: offrire ai gruppi musicali uno spazio tutto loro e dare l’opportunità ai ragazzi di gestire direttamente e in autonomia questa risorsa. Chi fosse interessato al progetto, per la gestione della sala prove o anche solo per fare musica, può scrivere a: concorezzomusica@gmail.com 


in breve flash

Anno 1 | Numero 1

A scuola… di giornalismo

L

a città come il mondo, i temi locali come quelli che riguardano l’intero pianeta. La scuola come un universo a tutto tondo. Visto con gli occhi di giornalisti in erba. Occhi, innanzitutto, curiosi. Che fanno domande, che cercano risposte. Così è nato Il Curiosone: a scrivere e a raccontare sono gli alunni della terza D della scuola primaria di via Oza-

nam, che nel corso dell’ultimo anno scolastico hanno dato vita al coloratissimo giornalino che trovate allegato, sottoforma di fascicolo, a questo primo numero di Concorezzo Notizie. I piccoli giornalisti torneranno all’opera dopo la pausa estiva, con la ripresa delle lezioni. Un’occasione preziosa per cimentarsi con la scrittura e con il lavoro di gruppo, per imparare a comunicare, per mettersi alla prova con le nozioni di base della grafica e dell’impaginazione. L’appuntamento con il mondo della scuola e con i piccoli giornalisti re-

sterà una costante di questo periodico comunale e, a partire da settembre, occuperà una rubrica tutta sua. Perché a prendere la parola in queste pagine siano anche i bambini e le bambine di Concorezzo, perché la città dia giusta voce ai loro pensieri e spazio ai loro talenti. Torneranno dunque puntuali gli articoli degli alunni di via Ozanam, ogni volta dedicati a un tema specifico, importante e attuale, declinato in tutte le fogge. Si comincia dall’acqua. Non resta che sfogliare Il Curiosone. Buona lettura! 

in breve ESTATE UGUALE ZANZARE? NO, GRAZIE Efficace se collettiva. La lotta alle zanzare, e in particolare all’aggressivo esemplare tigre, richiede l’impegno affiancato del Comune, chiamato alla regolare disinfestazione su aree pubbliche, e di tutti i cittadini. Così dispone l’ordinanza comunale in vigore dal 1 maggio scorso fino al 31 ottobre 2010. I privati sono chiamati a provvedere, all’interno della loro proprietà, al trattamento dell’acqua presente nei tombini di raccolta delle acque piovane e ad adottare comportamenti idonei a evitare il proliferare degli insetti, come il ristagno dell’acqua e la crescita incontrollata di erbacce e sterpi. L’ordinanza è pubblicata sul sito del Comune, www.comune.concorezzo.mb.it

AVVIATA LA CAMPAGNA CONTRO L'AMIANTO Un incontro affollato. A dimostrare l’importanza dell’argomento trattato, l’eliminazione dell’amianto, e la volontà di impegnarsi in prima persona. Lo scorso lunedì 26 aprile si è svolta la serata pubblica promossa dall’Amministrazione comunale in sinergia con la neonata commissione alla sostenibilità, per illustrare la procedura

di rimozione del pericoloso inquinante, disposta dalla normativa nazionale e regionale e scaricabile dal sito del Comune. Alcuni cittadini si sono poi ritrovati e hanno costituito il Clac, Comitato liberazione amianto Concorezzo, con lo scopo di stilare un elenco degli interventi da realizzare, in ambito privato, individuare aziende certificate per la rimozione dell’amianto e ottenere prezzi agevolati.

abbiano i gesti quotidiani della separazione delle diverse frazioni della spazzatura, lo illustrerà la mostra “Il ciclo del riciclo”, in programma per il prossimo ottobre presso la materna di via De Amicis. L’inaugurazione è prevista per sabato 2 ottobre; la mostra sarà aperta a tutti i cittadini anche domenica 3, mentre dal 4 all’8 ottobre sarà visitabile dalle scolaresche.

VACANZE IN CITTÀ’ CON I CENTRI ESTIVI

PEC, TEMPI RIDOTTI E SICUREZZA

Giochi, laboratori, sport, gite fuori porta: è il fitto calendario che anche quest’anno l’Amministrazione comunale propone con il centro estivo presso la scuola primaria di via Ozanam. I periodi di frequenza vanno dal 14 giugno al 30 luglio 2010 e dal 30 agosto al 10 settembre 2010. Per informazioni su eventuali residue disponibilità, contattare l’ufficio istruzione allo 039.62800449.

Al bando la documentazione cartacea, via le code agli sportelli. A rivoluzionare il rapporto tra pubblica amministrazione e cittadini arriva la Pec, la Posta elettronica certificata che a partire dalla fine di aprile, sulla scorta della normativa nazionale, sta facendo la sua comparsa presso gli enti locali. Di cosa si tratta? In relazione a determinati ambiti di riferimento, che saranno elencati nel sito del Comune, la Pec consente d’inviare e ricevere messaggi di testo e allegati con lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento. Chi intende richiedere l’attivazione della Posta certificata può collegarsi al portale www.postacertificata.gov. it, e seguire la procedura guidata.

IL CICLO DEL RICICLO, A OTTOBRE LA MOSTRA Differenziare i rifiuti e inserirli in una filiera virtuosa di recupero. Che cosa queste espressioni significhino nel concreto e, dunque, quale valore

17



Concorezzo Notizie