Page 1

Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 20

AsConAuto anno 15 numero 169 - Giugno 2017

www.asconauto.it

INFORMA

Mensile di informazione e cultura motoristica ORGANO UFFICIALE DELL’ ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSORZI CONCESSIONARI AUTO

L’automondo ai raggi X

Marc Aguettaz, anima di GiPA, ci spiega dove sta andando il mercato mondiale dell’automobile. Ma soprattutto come massimizzare quello dell’autoriparazione

Eventi

Quiz

Informatica

I giorni dei dealer

Chissà chi lo sa

Apposta per voi

Un salto a Verona per tirare le somme su tutto quanto è stato detto all’Automotive Dealer Day

Torna l’appuntamento coi quesiti dedicati ai super esperti di automobili e dintorni

Uno sguardo ai programmi per smartphone, smartwatch e tablet da utilizzare anche in officina


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 2

Appostapervoi RealEngineSim Nulla di serio. Si tratta infatti di un videogioco, con i motori come protagonisti. Ma è stato ideato da un ex progettista Yamaha.

L’AUTOAGENDA

Free2move Disponibile anche per Apple Watch, riunisce in un’unica App tutti i servizi di car sharing attivi sul territorio italiano. Pratica.

Gratis

8-11 giugno ALGHERO (SS) RALLY ITALIA SARDEGNA www.rallyitaliasardegna.com

V8 engine sounds Un programmino per maniaci delle ‘muscle car’ yankee. Perché è di queste che si campiona il rombo del motore.

Gratis

Gratis

Alpine Volete comprare una fiammante riedizione della berlinetta A110 di Alpine? Potete farlo solo attraverso questa App!

Uno sguardo alle App, i programmini per tablet, smartphone e smartwatch con sistema iOs, buone per quanti bazzicano il mondo automotive.

Gratis

10-11 giugno GINEVRA (CHE) SWISS CAR EVENT www.swisscarevent.ch

Idee disegnare auto retrò Gratis Vi piacerebbe disegnare auto d’epoca, ma non siete talentuosi quanto i ‘vedutisti’ del ‘700 italiano? Ci pensa questa App ad aiutarvi.

Mercatino CHI VENDE E CHI COMPRA Avete appena sostituito le attrezzature con altre nuove o alcune in vostro possesso non vi servono più? Perché non pensare di rivenderle a qualche collega? Inviate un annuncio compilando il modulo qui sotto e speditelo via fax allo 0541 743640 oppure inviate una mail a segreteria@asconauto.it.

29 giugno-2 luglio GOODWOOD (GBR) FESTIVAL OF SPEED www.goodwood.com

Nome................................. Cognome................................. Officina ............................................................... Via e n° civico........................................... Città........................................... Prov............... Cap ................... Tel........................................................Fax .................................................Mail ......................................... Annuncio..................................................................................................................................................... .................................................................................................................................................................. ...................................................................................................................................................................

30 giugno-1 luglio MONZA MONZA HISTORIC www.monzanet.it

Accedi subito all’Area Riservata del sito AsConAuto per scoprire le promozioni commerciali delle concessionarie e le convenzioni dei Partner riservate a tutti gli associati! Che aspetti?!? Giugno 2017

AsConAuto INFORMA 19


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 18

Hai bisogno di un rabbocco?

Parliamodi...

Sommario

Basta un litro per contribuire a proteggere il tuo motore.

4

Intervista a Marc Aguettaz

Cogliete l’attimo 6

Alla XV edizione di Dealer Day

no disposti a fare Quanti chilometri soare l’usato dei loro gli italiani per trov Lo rivela un’indagine sogni? Fino a 200. a. Un motivo condotta da Quintegisu un sito internet in più per investire anche i potenziali in grado di attrarre clienti più distanti.

Dritte per le vostre officine 10

L’asfalto chiama

12

Il quiz dell’estate

Chissà chi lo sa 14

Diretta dai consorzi

19

Apposta per voi

19

Appuntamenti

Se siete fra coloro che temono che i nuovi servizi di mobilità, dal car pooling al car sharing, possano portare a una riduzione del circolante mettendo in crisi la loro attività, sappiate che oggi sono ancora poco diffusi. Li utilizza solo il 4 per cento della popolazione italiana, il 10 nelle grandi città. Dove, però, rappresentano un’alternativa non all’auto ma ai mezzi pubblici.

www.asconauto.it AsConAuto INFORMA

Anno 15 - N. 169 - giugno Asconauto Informa - Mensile di informazione dell’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto Aut. Trib. di Rimini N. 1 2003 Direttore Responsabile: Giuseppe Guzzardi In redazione: Tiziana Altieri, Roberta Carati, Copyright © 2015 Exxon Mobil Corporation. Tutti i diritti riservati. Tutti i marchi qui utilizzati sono marchi registrati della Exxon Mobil Corporation o di una delle società da questa direttamente o indirettamente possedute o controllate. Per maggiori informazioni wizyta visita mobil1.it

Giugno 2017

Matthieu Colombo, Enrico Della Negra, Stefano Mecheri, Gianluca Ventura Redazione: via Crimea, 7 - 47900 Rimini Tel. 0541 743085 Fax 0541 743640 info@asconauto.it www.asconauto.it Impaginazione: Studio Grafico Page - Novate Milanese (MI) Stampa: Tecnostampa - via Casalecchio, 27 47900 - Rimini

occupa Buone notizie per chi sila prima volta r Pe di autoriparazione. no è tornato dal 2011, nell’ultimo aninterventi a crescere il numero di ria eseguito di manutenzione ordinainvece, gli nelle officine; in calo, o che gli italiani interventi curativi. Segnendersi cura hanno ricominciato a pr della propria auto.

AsConAuto INFORMA 3


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 4

Intervista

Saper cogliere Fermento, evoluzione, novità. Il mondo automotive mai come oggi è una giungla nella quale sopravvive e vince chi è meglio organizzato e informato. GiPA ci spiega perché bisogna tenere d’occhio i trend

C

ontinuiamo a ospitare in queste pagine le opinioni dei più qualificati addetti ai lavori. Lo facciamo principalmente perché crediamo che gli autoriparatori abbiano necessità di incrementare e aggiornare a tutto campo la conoscenza di un mercato in continua evoluzione. E sempre con uno sguardo speciale nei confronti dei ricambi e dell’assistenza. Ecco l’Aguettaz-pensiero: Marc e la sua squadra sono infatti tra i più ascoltati guru e consulenti.

zione molto particolare del parco per età (pensiamo alla fase 2011-2015) rende l’usato 3-5 anni molto raro”.

Il mercato del nuovo è in costante ripresa. Vale sempre il traino verso usato e assistenza?

L’avvento dei produttori cinesi ha cambiato le regole del gioco. Un fenomeno passeggero o destinato a radicalizzarsi?

Conosce come pochi l’attività e gli obiettivi di AsConAuto. Qual è, oggi, la sua fotografia dell’Associazione? “Non ho questa pretesa. Il progetto distributivo è fantastico, è stato riconosciuto con un Trofeo dell’Eccellenza nel 2009”.

“Le nuove immatricolazioni vanno ad alimentare il parco circolante, rinnovandolo progres“Interpreto la domanda dal punto di vista sivamente. dei veicoli. I ricambi sarebbero un altro caOggi ci sono 35 La fase di espansione, che dura ormai pitolo, la cessione della divisione motorini marchi in Europa da circa 40 mesi, sta generando un aue alternatori Bosch al cinese ZMJ deve essere che producono mento rapido del segmento delle vetture una fonte di riflessione. auto. La Cina può più recenti; questi veicoli sono tradizionalI costruttori non sono ancora arrivati, ma i proporre mente molto fedeli alla rete, cosa che si traloro volumi di produzione stanno crealtrettanti duce in un periodo di grande sviluppo delscendo velocemente e arriveranno da costruttori. l’attività di officina sia dei concessionari noi tra qualche anno. sia delle officine autorizzate. Oggi ci sono circa 35 marchi presenti in Il mercato dell’usato è condizionato dalla disponibilità del Italia, la Cina ne può proporre altrettanti. Già in Russia, prodotto. Contrariamente all’auto nuova, che è un prodotto nelle nostre indagini, i marchi rilevati sono una settanindustriale, l’usato è un prodotto artigianale, costruito nel tina. E c’è sicuramente la volontà politica di favorire tempo, di poche settimane (km 0) o di qualche anno. l’esportazione di auto. La Cina cerca supporti alla crescita Ogni vettura usata è diversa delle altre dello stesso modello, interna, e l’industria dell’auto è un motore straordinario unica, specifica del prodotto artigianale. Non esiste una per questo. fabbrica di vetture usate. Ma l’usato, in un mercato maturo Nessuno mi può togliere dalla mente che il buon andacome il nostro, e dove il tasso di equipaggiamento delle mento del Pil italiano nel 2016 sia fortemente legato famiglie è altissimo, nasce quasi sempre dall’acquisto di a una cittadina della Basilicata. Possiamo fare anche una vettura nuova. un benchmark decennale con Francia e Germania sulla Se non si vende il nuovo, non si crea usato. La fase di strategia di delocalizzazione della produzione e andaespansione del nuovo favorisce l’usato. Poi, la conforma- mento del Pil…”.

4 AsConAuto INFORMA

Giugno 2017

Sardegna E-mail: sardegna@sincro.eu Tel. 070/531905 Fax: 070/5436160

Sempre in pista

Da quando ha corso la maratona di New York, l’etichetta gli è rimasta appiccicata addosso. Ma a Gianni Camboni il termine ‘maratoneta’ calza a pennello

“L

a maratona è la storia della nostra ditta: sempre a correre per raggiungere obiettivi più lontani. Ma, proprio come la maratona, si corre un chilometro per volta”. Gianni Camboni, socio titolare e amministratore unico di ‘Gruppo Zunino&Camboni’ di Sassari, ha appena tagliato l’ennesimo traguardo, anzi, l’ennesimo nastro: quello della nuova sede Opel di Olbia. ”Olbia è l’unica provincia della Sardegna”, premette il dealer, “che sta crescendo a doppia cifra: +18 per cento contro, per esempio, il +8 di Sassari. Qui c’è un’economia importante”. Cogliere un’opportunità, riprendersi il mercato, per dirla con Camboni, è il prossimo obiettivo. Anche sul fronte ricambi. “Dopo aver dedicato aprile alla ven-

dita ora stiamo strutturando il post. Abbiamo un magazzino ‘di prima necessità’, con il materiale di largo consumo; il resto arriva da Sassari e, via Sincro, ai riparatori clienti”.

Contatto diretto Fautore della nascita del consorzio nel Nord Sardegna (“la prima richiesta è partita da Sassari, Cagliari ci ha solo battuti sul tempo”), Gianni Camboni ha sperimentato “la grandissima professionalità nella consegna dei ricambi originali. Con Sincro abbiamo creato un servizio che non faceva nessuno. E poi, i promoter e i logistici che entrano in officina e colgono l’umore sono il nostro contatto diretto con il territorio. Non è un caso che in questi primi tre anni di attività siamo cresciuti tutti”. Ora tocca a Olbia.

Gianni Camboni tra i suoi magazzinieri, riferimento per i brand Opel, Nissan, Jeep, Hyundai, Dodge e Chrysler. A fianco, il taglio del nastro, lo scorso aprile, della sede di Olbia.

Giugno 2017

Brescia, Bergamo E-mail: docbs@asconauto.it Sito internet http://docbs.asconauto.it Tel. 030 3530188 Fax 030 3547784

Gli effetti si verificano sul campo. Alessandro Serioli l’ha fatto con noi

Cambiamenti radicali

D

a pochi mesi ‘Gruppo Bossoni’ ha un nuovo responsabile Servizio Ricambi, ma sono già 13 anni che Alessandro Serioli è in forza presso la concessionaria multibrand di Orzinuovi (BS), 13 anni in cui ha potuto testare gli effetti di “cambiamenti radicali”. Serioli, cui fanno capo trentuno magazzinieri distribuiti La squadra di Orzinuovi (BS), sede di ‘Gruppo Bossoni’. nelle sette sedi, si riferisce in particolare al “modo nuovo di gestire il settore ricambi, che è una costola del service e si integra con le officine interne, con quelle autorizzate e, grazie all’impulso dato da Doc, con la rete di riparatori indipendenti. Idee portate da gente fresca, e mi ci metto anch’io, hanno prodotto cambiamenti radicali, primo tra tutti la suddivisione del settore in un’area dedicata alla ricezione degli ordini, un’altra all’evasione e una terza all’officina meccanica”.

Innovarsi. Sempre In forza a Gruppo Bossoni anche dieci venditori esterni che visitano le officine e carrozzerie e raccolgono gli ordini sul posto, a volte incrociandosi con i promoter. “Nel primo trimestre 2017”, fa sapere Serioli, “abbiamo venduto ricambi per oltre quattro milioni di euro, il 95 per cento a clienti Doc. La fedeltà a Bossoni è buona, è al marchio che lo è meno”. Fornire assistenza tecnica - assodate scontistica, consegna a domicilio, mediazione del promoter, Integra - può rivelarsi un’efficace contromisura. “Avendo i contatti diretti con le nostre officine”, spiega Alessandro Serioli, “se il riparatore chiede un consulto siamo in grado di darglielo. Il magazziniere in genere fa da filtro, ma dopo aver visto la stessa casistica sullo stesso modello ripetuta cinque volte, lui stesso può fare da consulente”. Fin qui l’oggi. Domani sarà anche la tracciabilità dei colli, “un progetto AscConAuto che sta cambiando i pannolini in Sardegna. La regola è non mollare mai, innovarsi sempre, evolvere oltre la consegna dei ricambi”.

AsConAuto INFORMA 17


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 16

indirettaconiconsorzi

Si viaggia in tandem Pordenone, Udine, Gorizia, Trieste E-mail: cedro@asconauto.it Tel. 0434 247334 Fax 0434 243601

Fabrizio Ricci ‘eredita’ un consorzio che effettua una media di settemila consegne mensili in tutto il Friuli.

Passaggio di consegne “naturale” ai vertici di Cedro. La prima mossa di Fabrizio Ricci? Italian Baja, “a stretto contatto coi clienti”

“S

i va ancora in tandem, con la differenza che ieri guidava lui e oggi io”. Fabrizio Ricci, neo presidente Cedro, sceglie questa immagine per descrivere il passaggio di consegne con Giovanni Muzzatti. Non è l’unica variazione di rilievo interna al CdA: l’assemblea soci del 26 aprile ha registrato l’uscita di Riccardo Gobbato di ‘Bliz Srl’ e l’ingresso di Giovanna Cinelli di ‘Carini Srl’ (Toyota e Lexus per Udine, Gorizia e Trieste), Claudio Salemi in rappresentanza di ‘Autopiù Spa’ (Ford, Jaguar, Land Rover per tutto il Friuli, Mazda per Pordenone e Trieste), Andrea Zuin di ‘Dealer Net’ (placca PSA per l’intera regione). Ricci, tra i fautori della nascita del consorzio nel 2013, ha accettato l’incarico sottolineando “il grandissimo lavoro di Giovanni, che ha raggiunto il break even nella metà del tempo previsto”. Il neo presidente guiderà un consorzio che nel 2016 ha fatturato oltre 22 milioni di euro (+16,3

l’attimo La filosofia del trend

per cento sull’anno precedente), conta 33 concessionari soci e circa 730 tra carrozzerie e officine clienti. “Non era né facile né scontato”, ha detto ancora Ricci, “centrare l’obiettivo di estendere il servizio a tutto il Friuli. Cedro ce l’ha fatta e quest’anno intensificherà il giro di consegne aumentando la copertura. Dopo Trieste, che sta partendo, la doppia consegna interesserà via via i riparatori clienti delle province di Pordenone, Udine e Gorizia”. La sua prima uscita ufficiale da presidente Cedro avverrà venerdì 16 giugno a ‘Italian Baja’ di Pordenone dove, “come ho sempre fatto e continuo a fare anche nella mia concessionaria, cercherò di creare i presupposti per il maggior numero di contatti con i nostri clienti”.

Se c’è un trend da cogliere, da individuare, ecco che GiPA interviene puntuale a esplorarlo. Che si tratti di automobili, moto o LCV (e recentemente con importanti mission anche nel mondo dei truck). La vocazione è quella di aiutare la grande industria a comprendere mercati e settori in continua evoluzione come quello automotive, dove ricambi e assistenza giocano un ruolo significativo. Non meno importante è l’attività di formazione.

A suo avviso la politica delle Case verso il ricambio originale è corretta? “È solo da un secolo circa che la domanda è aperta. E non c’è una soluzione unica. Ogni azienda deve giocare la partita con la propria cultura, le proprie risorse, le proprie forze, il proprio ingegno, Sun Tzu docet. E poi copiare le idee buone non è vietato. La concorrenza fa bene a tutti quando le regole sono uguali per tutti”.

Di cosa ha bisogno oggi il mondo automotive? Lecco, Sondrio, Como, Monza e Brianza, Milano E-mail: doclc@asconauto.it Sito internet: http://doclc.asconauto.it Tel. 0362 998375 Fax: 0362 928944

Lo scambio, il saluto ad Arianna Balgera, i promoter riuniti.

Pensare positivo Fa bene alla salute... del consorzio. Lo dicono i dati di bilancio e un’atmosfera in assemblea soci “che non si respirava da anni”

I

Giorgio Boiani ‘Fuorigiri’.

ntervistato per ‘Fuorigiri’, rubrica automotive de ‘Il Giornale’, Giorgio Boiani ha usato, riferisce il cronista, “parole energizzanti e professionalmente contagiose”. Chi lo conosce lo sa, e non si stupirà se al termine dell’assemblea soci, dove è stato riconfermato per un altro triennio, il presidente se n’è uscito così: “Quando faccio gli esami del sangue il colore è arancione Doc!”.

16 AsConAuto INFORMA

Battute a parte, per Boiani “è motivo di grande orgoglio aver avuto ancora una volta la fiducia dei soci”, e lo è anche comunicare che “il fatturato è cresciuto nell’ultimo mandato del 15 per cento”, che “gli 80 dealer garantiscono la copertura totale dei marchi, al servizio di 1.300 clienti”, che “la percentuale di insoluti è dello 0,06, segno che il settore della riparazione è in ripresa e fondamentalmente sano”. Positiva anche la “candidatura spontanea” a consigliere di Alberto Negri ( ‘Renzo Negri’ di Pescate - LC), Marco Vanoni (‘Lombarda Motori’ di Monza), Giuseppe Asperti (‘Gruppo Bonaldi’ di Bergamo, che ha acquisito la concessionaria Audi-Volkswagen ‘Balgera’ di Postalesio - SO). Con loro, Penati, Vittani, Galbusera, Villa, Peduzzi, Cogliati e Casati.

Giugno 2017

“La produzione mondiale è a un massimo storico, molto superiore a dieci anni fa. Non si sono mai vendute così tante vetture nel mondo. Quindi i volumi ci sono. Ma l’automotive è un settore popolato da tanti protagonisti diversi con interessi, ambizioni, obiettivi anche divergenti. Non esiste una ricetta che valga per tutti. Ogni attore deve trovare la propria strada”.

Può indicarci un vostro studio recente particolarmente efficace? “La notorietà di GiPA si fonda sullo studio multiclient ATO (Annual Trends Observatory), enorme contenitore che ha l’obiettivo di descrivere nel modo più preciso possibile il mercato dell’aftersales sia dal punto quantitativo sia qualitativo. Se consideriamo la mobilità alternativa come concorrenza neanche tanto intersettoriale dell’utilizzo delle vetture,

Giugno 2017

Marc Aguettaz, amministratore delegato di GiPA. Una delle voci più ascoltate della filiera automotive, grazie anche ai numerosi studi che ogni anno la società realizza.

è importante includere nella ricerca l’utilizzo che le famiglie italiane fanno della mobilità condivisa in tutte le sue forme. Abbiamo integrato nello studio 2017 questa parte della mobilità: car sharing, car riding, car pooling. Che abbiamo condiviso con i nostri aderenti, suscitando moltissimo interesse”.

Pensa che GiPA possa essere utile anche al meccanico e al carrozziere? “Da quando GiPA esiste in Italia (25 anni) ci siamo sempre resi disponibili a intervenire nelle riunioni delle associazioni di categoria, nelle conferenze dove partecipano carrozzieri, meccanici, gommisti. Per provare a dare indicazioni sui grandi mutamenti del sistema e su come poterli anticipare. Ad esempio, stiamo realizzando studi di potenziale per un singolo bacino d’utenza”.

Una battuta sul prossimo Autopromotec e i premi Eccellenza, giunti alla 14esima edizione? “Autopromotec è sempre di più un’eccellenza italiana. I numeri 2017, per come sono stati raggiunti, sono positivamente impressionanti. Ringrazio Renzo Servadei che ci darà ancora una volta ospitalità al termine del primo giorno della rassegna (24 maggio), per celebrare quello che agli occhi degli operatori, della stampa e del comitato GiPA, possono rappresentare l’Eccellenza ital liana del nostro settore”.

AsConAuto INFORMA 5


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 6

Eventi

Costruttori di futuro

Una marcia in più Milano e provincia E-mail miro@asconauto.it Sito internet http://miro.asconauto.it Tel. 02 89550113 Fax 02 84810079

In vista del decennale, il consorzio milanese scalda i motori al Museo dell’Alfa di Arese. Tra le vestigia del passato si fa largo il futuro

Anche quest’anno, dal 16 al 18 maggio, il mondo della distribuzione si è dato appuntamento a Verona per la XV edizione di Automotive Dealer Day. Un’occasione preziosa per fare networking, per conoscere le novità per gli operatori (come il CCNL Automotive), per scoprire come gestire al meglio la propria attività e comprendere i possibili scenari futuri. Uno il trend che emerge: nell’epoca della telematica, a fare la differenza è più che mai l’uomo con le sue capacità, anche quelle ‘digitali’. Qui i contenuti di alcuni dei workshop che abbiamo seguito per voi con tante indicazioni preziose per le vostre officine Il futuro della riparazione

Mettiamoci la faccia

Due voci per il workshop ‘Post vendita: sfide e opportunità per gli operatori della filiera’: quelle di Luca Montagner di Quintegia e di Marc Aguettaz di GiPA. Alternandosi, hanno tracciato un quadro dell’attuale rete di autoriparazione italiana, mettendo in evidenza l’importante ruolo che continuano a giocare gli indipendenti grazie anche a tariffe di manodopera decisamente più competitive (tra il 30 e il 40 per cento in meno rispetto alle autorizzate, e ben più basse di quelle dei colleghi europei), e hanno descritto possibili scenari futuri. A impattare sul modus operandi di officine e carrozzerie saranno la diffusione della telematica a bordo già a partire dal 2020, la crescita delle vetture ibride/elettriche dal 2025, nonché l’introduzione di auto a guida autonoma nei prossimi anni. “Gli operatori - ha detto Montagner - devono adeguare le loro officine e modificare il modo in cui si rapportano ai clienti. Questi ultimi, infatti, cercano sempre più informazioni sul web e servizi su misura, come la presa e la consegna dell’auto a domicilio”. “Il cliente - ha aggiunto Aguettaz - va conquistato a ‘priori’. Il digitale è lo strumento migliore”.

Siti internet, social network, blog possono aiutare le nostre aziende ad aumentare il loro fatturato, ma a un patto: che ci rappresentino al meglio e che trasmettano messaggi in grado di suscitare attenzione. Questo, in estrema sintesi, il contenuto della presentazione di Riccardo Scandellari ‘Il branding attraverso i social network per promuovere relazioni e vendite’. “L’attenzione - ha spiegato - è una moneta che guadagniamo e spendiamo. È una risorsa finita: si stima che ciascun italiano navighi su internet due ore al giorno. Dobbiamo fare in modo che in quelle due ore scelga noi e non altri. Come? Attraendolo con immagini, filmati che si differenzino. Non dimenticando però che dobbiamo riuscire a trasmettere fiducia, sicurezza, autorevolezza nel campo in cui operiamo. Ricordiamoci poi che sono i contenuti quelli che ci consentono di essere trovati dagli utenti”. Da Riccardo Scandellari è giunto l’invito a lavorare sul più importante logo aziendale: il nostro volto, che può dire molto su chi siamo e cosa facciamo.

6 AsConAuto INFORMA

Giugno 2017

In 300 hanno risposto all’invito a ‘costruire il futuro insieme’. Dopo la visita al Museo, una full immersion dagli Anni 10 al 2010, gli ospiti Miro hanno bevuto un aperitivo con i partner prima di accomodarsi a tavola per la cena inframmezzata dagli interventi del presidente, la magia del numerologo, gli sketch dei comici.

5

maggio 2017, Museo Storico Alfa Romeo di Arese. Miro chiama a raccolta i suoi concessionari, riparatori clienti, partner, per l’evento che titola significativamente ‘Costruiamo il nostro futuro insieme’. Superare i tornelli del Museo con il biglietto omaggio offerto da Miro è entrare nel Paese dei balocchi. E uscire con la giustifica per il ritardo con cui si approda all’aperitivo e all’incontro libero con i partner e infine alla cena. Tra una portata e l’altra prende la parola il neorieletto presidente, Giovanni Rigoldi: “Dopo nove anni di attività, 37 dealer soci, 900 clienti e un fatturato 2016 che supera i 33 milioni di euro testimoniano che collaborazione e unità d’intenti producono benefici per tutti gli attori coinvolti”. Salgono sul palco Andrea Santini, l’intrattenitore che unisce numerologia e magia, e a più riprese Zoboli&De Angelis, il duo comico che replicherà alcune delle gag che lo ha reso famoso a Zelig. Ma i volti sorridenti in platea tornano subito

seri quando il presidente proietta Miro nel futuro. Con una premessa: “Siamo tutti sulla stessa barca”.

Lavoro di squadra Il 2017-2018 vedrà il consorzio impegnato nella “tracciatura informatica delle spedizioni”, elenca Giovanni Rigoldi, “maggiore e migliore copertura del territorio, piattaforma per gestire i sinistri e le manutenzioni per le flotte e le assicurazioni, magazzini di prossimità, accordi con le compagnie di noleggio e assicurative per l’utilizzo di ricambi originali, contratto di lavoro per il settore automotive”. Alle sue spalle ci sono le concessionarie, AsConAuto e GC; al suo fianco i consiglieri freschi di nomina o riconferma: Fabio Colombo, Matteo Milani, Luca Manfrotto, Umberto Buzzetti. “Continuerà a essere un lavoro di squadra”.

Solo meccanici Firenze, Arezzo, Prato, Pisa E-mail: cdrt@asconauto.it Sito internet: http://cdrt.asconauto.it Tel. 055 882346 Fax 055 8810875

Giugno 2017

In Nicar a Livorno vige una regola: “Ognuno fa il suo. E noi facciamo i meccanici”

“N

é revisioni, né gomme. Questa è un’officina meccanica”. Uniche due concessioni, se così si può dire, sono l’installazione di impianti metano e Gpl, per la quale ‘Nicar’ di Livorno è autorizzata Tartarini, Landi Renzo, BRC, Zavoli, Bigas, e il servizio di elettrauto. Maurizio Niccolai, figlio e nipote d’arte (il nonno faceva le rettifiche, il padre ha avviato l’attività nel 1972), socio titolare di David Cardone, accoglie “una decina di auto al

giorno, contando anche il rabbocco dell’olio. Utilitarie e familiari di tutte le marche, niente supercar”. Quando la scelta è ricambio originale - “è vero che a volte costa quanto uno di concorrenza, ma ci vorrebbe una persona solo per i preventivi!” - la consegna in Via Capponi è by Cdrt: “Sono puntuali come gli svizzeri e per noi che lavoriamo con l’orologio in mano è importante; e poi, per qualsiasi necessità c’è il promoter, lo chiamo e interviene”.

AsConAuto INFORMA 15


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 14

Un contratto a misura di dealer

indirettaconiconsorzi

Lucca, Massa Carrara, Pistoia, La Spezia E-mail: doctoli@asconauto.it Sito internet: http://doctoli.asconauto.it Tel. 0583 1900341 Fax 0583 1900347

Sempre più grandi Nuova sede e nuovi progetti per il consorzio presieduto da Fabrizio Guidi. Che nel futuro di Doc ipotizza, anche, un party annuale...

Q

uale migliore occasione per festeggiare? Detto fatto, l’inaugurazione del capannone teatro ogni giorno dello ‘scambio’ dei ricambi è diventata un party. Fabrizio Guidi, presidente Doc oltre che di AsConAuto, si sbilancia: “Non sarà l’unico”.

All’inaugurazione chi avete invitato? I partner, i concessionari, gli autoriparatori, i magazzinieri e i nostri ragazzi, logistici e promoter. Alla fine eravamo in 320, seduti comodamente a tavola, con un catering molto buono. Tra un momento dell’intrattenimento e un altro abbiamo consegnato gli attestati di AsConAuto Solidale, presentato i riparatori che hanno vinto il viaggio

14 AsConAuto INFORMA

con il concorso di AsConAuto, premiato i magazzinieri che sono stati i più apprezzati dai riparatori e i riparatori che più hanno lavorato con noi, comprando originale. Il suo messaggio ‘alla nazione’? Più che un messaggio un bilancio: otto anni fa Doc contava 90-100 clienti nella zona di Pistoia e una decina di concessionari. Oggi ha 600 clienti e 40 soci. Più avremo forza, più riusciremo a sostenere i nostri clienti. Il Cda è fresco di rinnovo. Guidi ad libitum? Chi fa fa con passione, siamo un bel gruppo, dinamico. Se avanzassero altre candidature le considereremmo volentieri. Intanto, ci è rimasta attaccata la voglia di non finirla qui. Guidi ad libitum? No no, Guidi... ad limitum!

Sorrisi che nuotano

Sono quelli dei ragazzi diversamente abili. Con CentroautoVT ora viaggiano

M

i richiama convinto che fossi un automobilista in panne, gesto che la dice lunga su cosa Federico Marcoccia intenda per servizio. Trasferite questa sua inclinazione in ambito sociale ed ecco il supporto del titolare di ‘CentroautoVT’, oltre che Referente di Distretto fresco di riconferma, all’iniziativa della onlus ‘Sorrisi che Nuotano Eta Beta’ di Viterbo. “Per aiutare i ragazzi e le loro famiglie, che hanno problemi logistici e di mobilità”, racconta Marcoccia, “la Fondazione Carivit ha acquistato un veicolo per il trasporto persone. Noi come Centroauto abbiamo fatto uno sforzo in termini economici rinunciando al margine e mettendoci del nostro”. Anche grazie allo ‘special price’ praticato dalla concessionaria Fiat, 80 atleti diversamente abili possono così raggiungere piscine e palestre senza disagi. Consegnato il pullmino, il dealer è tornato dietro la scrivania ad occuparsi del consorzio. Che si è espanso e deve affrontare nuove sfide: “Abbiamo capito tutti che il settore ricambi è strategico, l’expertise è migliorato, ma il mercato è sempre più concorrenziale”.

L’inaugurazione, il 12 maggio, della sede di Via Stipeti a Capannori (LU). Hanno partecipato in oltre 300. Giugno 2017

ha fatto da volano per chiudere il percorso di lavoro avviato dall’Associazione in tempi brevi”. Il CCNL Automotive non si rivolge ovviamente ai soli soci AsConAuto. “La gestione del contratto - ha aggiunto Fabrizio Guidi - richiede che vi sia una struttura fortemente dedicata, che inizi a occuparsi di servizi pensati per tutta la categoria, ed è per questo motivo che l’invito che rivolgo a tutti è proprio quello di associarsi ad AscoDealer. AscoDealer che permetterà ai concessionari di essere titolari dei servizi dedicati alle proprie aziende e di incidere su regole e costi”. Il contratto è operativo dal mese di marzo. I consulenti sono già disponibili a incontrare tutti coloro che vogliono saperne di più.

segue

s s s

Vi siete spostati di soli tre metri, cosa ci avete guadagnato? Una struttura più ampia - circa 700 metri quadrati - inserita in un contesto con grandi potenzialità: intorno a noi ci sono le aziende che riforniscono tutta la zona di Lucca di attrezzature per le feste, luci, audio... l’idea del party nasce così, lo replicheremo facendolo diventare un appuntamento annuale.

Viterbo, Rieti, Perugia, Terni E-mail viterbo@sincro.eu Sito internet: http://www.sincro.eu Tel. 0761 250456 Fax 0761 274539

La XV edizione di Dealer Day è stata il palcoscenico ideale per la presentazione del CCNL Automotive. Durante il workshop ‘I concessionari titolari dei propri servizi per gestire meglio l’azienda’, il presidente di AsConAuto Fabrizio Guidi ha spiegato i contenuti di questo documento ideato per il settore automotive da offrire, in primis, alla rete dei concessionari. “Per tutti noi - ha detto - è particolare motivo di orgoglio il raggiungimento di questo nuovo importante traguardo, che ci permette di recuperare efficienza e fornire servizi in linea con le richieste differenti del mercato”. Il CCNL Automotive è stato elaborato insieme a Confimea e negoziato con Ugl, l’Unione Generale del Lavoro. Rispetto ai contratti attualmente utilizzati dalle concessionarie, riconducibili a Confcommercio e a Confindustria, stimola una maggiore responsabilizzazione di tutte le professionalità interne e consente di utilizzare in maniera strutturale incentivazioni, flessibilità e merito. “La volontà di lavorare - ha aggiunto Guidi - per creare un contratto specifico, per dare valore al merito, verificare i risultati, incentivare e adottare un sistema provvigionale, con una specificità di attenzione sugli orari in vigore nelle concessionarie e un maggior utilizzo di strumenti detassati quali benefit o altri in ambito assicurativo, sanitario e previdenziale,


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 8

Il capo conta

Porsche, i più soddisfatti

Vi siete mai chiesti che tipo di capo siete? Ebbene, sappiate che se rientrate nella categoria dei ‘tossici’ (quelli che non contribuiscono alla creazione di un bell’ambiente di lavoro ma, anzi, seminano malumore) la bassa reddittività della vostra azienda può dipendere proprio da voi. Nella sua relazione, Fabrizio Gerli del Cà Foscari Competency Center ha messo in evidenza la stretta correlazione tra performance aziendali e competenze emotive e sociali di chi detiene il comando. Sarebbero proprio queste (e non le conoscenze tecniche, date per scontate) a fare la differenza: la capacità di relazionarsi con gli altri, tirando fuori il meglio da ciascuno, l’abilità nel costruire una squadra. E poi, ancora, ‘vince’ chi non teme il feedback e accetta eventuali critiche, chi ha consapevolezza di sé e dei propri limiti. “I boss tossici - ha sottolineato Gerli - creano stress psicologico, comportamenti lavorativi inefficaci e controproducenti, depressione, bullismo nell’ambiente di lavoro. Elementi che influiscono negativamente sull’attività”. Sappiate che le competenze emotive e sociali si possono sempre apprendere...

I dealer più soddisfatti in Italia? Sono quelli con il mandato Porsche. Lo rivela la DealerSTAT 2017, l’indagine sulla soddisfazione dei concessionari italiani nel rapporto con la casa automobilistica, condotta da Quintegia e giunta alla 14esima edizione. Nella valutazione complessiva, indicatore che sintetizza l’opinione generale degli intervistati, Porsche ha guadagnato un 4,0. Piazza d’onore per Mercedes-Benz (3,85), terza Bmw (3,85). Completano la Top 5 Land Rover (3,83) e Ford (3,81). Ai dealer è stato chiesto anche di esprimere una preferenza nell’ipotesi di ripartire da zero nel business. Il 54 per cento rimarrebbe fedele al proprio marchio. mentre un ulteriore 23 proseguirebbe con l’attività ma con altri mandati. Solo il 7 per cento degli intervistati uscirebbe dal business, mentre il restante 16 non prende posizione. Il marchio più desiderato? Volkswagen con l’8 per cento delle preferenze, seguito da Land Rover e Kia. La DealerStat 2017 ha coinvolto 32 marchi e il 55 per cento dei dealer italiani.

Usato da valorizzare Un mercato tendenzialmente stabile, quello dell’usato in Italia, con circa tre milioni di passaggi di proprietà annui. Un mercato che può dare grandi soddisfazioni agli operatori generando ingressi in officina, ma che continua a essere appannaggio soprattutto dei privati (da soli vendono 6 vetture su 10). “Abbiamo individuato - ha spiegato Luca Montagner all’interno di ‘Dieci regole gestionali per aumentare il business dell’usato’ - dieci regole fondamentali per la gestione dell’usato. Applicandole, anche solo in piccola parte, i risultati sono assicurati”. Vediamole. - Approvvigionamento attivo delle auto usate. Per soddisfare tutte le richieste è necessario allargare l’offerta, non limitandosi alle vetture ritirate dai propri clienti. Il Gruppo Fassina, con l’approvvigionamento attivo, è riuscito a ottenere un margine lordo per vettura del 14 per cento su un valore medio di 10mila euro. - Sistemi innovativi per la gestione del trade in. Internet in questo senso può dare una grande mano, ma il prezzo di ritiro deve tenere conto anche del brand, della quantità di vetture dello stesso tipo già presente nello stock, della domanda che si registra in zona per quel modello e dell’esperienza avuta in passato con auto simili. - Ricondizionamento dell’usato. Può diventare un business (vedi Autoland). Ricondizionando più auto si dà vita a economie di scala che abbassano i costi aumentando i margini. - Regole severe per la gestione dello stock. La maggiore

8 AsConAuto INFORMA

reddittività si ha nei primi 30 giorni: un buon motivo per ritoccare i prezzi al ribasso ogni 15 e cedere automaticamente le vetture dopo 60. - Proattività nel marketing e Crm per aumentare le opportunità di vendita e la soddisfazione del cliente. Quello dell’usato va coccolato come quello del nuovo. Può essere opportuno creare dei corner dedicati. - Innovazione nel mix, nell’esposizione e nella comunicazione. Bisogna lavorare sulla segmentazione dell’offerta e sulla customer care. Un’ottima idea, suggerita da Echopark, è l’offerta del lavaggio gratuito del veicolo a vita. - Canale digitale per migliorare la visibilità e ridurre i giorni di giacenza. Impossibile rinunciare a un sito internet ben fatto. - Politiche precise per la revisione dei prezzi, per aumentare la rotazione dello stock e la competitività. - Offerta sistematica di servizi addizionali per aumentare marginalità e fedeltà del cliente. - Gestire i collaboratori in modo appropriato, combinando incentivi e organizzazione. Ricordate che tre clienti su quattro cercano informazioni on-line prima di acquistare una vettura usata, e ritengono un plus la possibilità di effettuare un test drive.

FOLLOW US ON

motul. co m

Giugno 2017


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 12

Un marchio Daimler

Quiz

Solo Ricambi Originali.

Chissà chi lo sa A chi è stata venduta la Opel? Chi governa oggi il mondo della Formula 1? A quanto viaggiano i truck da corsa? Questi e altri curiosi quesiti attendono gli esperti del mondo automotive 1 A che gruppo automobilistico è stata recentemente ceduta la tedesca Opel? a) Psa b) Daimler c) Volkswagen

4 A novembre 2016, qual era lo strillo sulla copertina di AsConAuto Informa? a) A tutta birra! b) Si torna a scuola c) Autosalone Internet

6 Il sistema d’iniezione Pld è stato utilizzato nei motori dei mezzi pesanti di... a) Mercedes-Benz b) Man c) Scania

5 Che velocità massima raggiungono i camion impegnati nel campionato europeo su pista? a) 130 km/h b) 160 km/h c) 200 km/h 1

5 7

2 Nel mese di marzo 2017, qual è stata l’auto più venduta del segmento D in Italia? a) L’Alfa Romeo Giulia b) L’Audi A4 c) La Mercedes-Benz Classe C 3 Chi è l’attuale ‘patron’ del campionato mondiale di Formula 1? a) Bernie Ecclestone b) Ross Brawn c) Jean Todt

7 Quale azienda costruirà la nuova Gt pensata dall’ex pilota Emerson Fittipaldi? a) Pininfarina b) Italdesign c) Pagani

8

8 Uno dei seguenti veicoli non monta il cambio 8Hp di Zf: a) Rolls Royce Wraith b) Iveco Daily c) Volkswagen Arteon 9 In quale numero di AsConAuto Informa si è parlato della riparazione di auto elettriche? a) Ad aprile 2016 b) A luglio 2016 c) A gennaio 2017

Spedire via fax in redazione al numero: 0541 743640 Nome ..............................................................................................Cognome........................................................................ Officina ............................................................................................................................................................................... Via .....................................................................................................................................................n.civico .....................

3 Comune .........................................................................................Cap. ...............................................Prov. ......................... Telefono ........................................................................................Fax .................................................................................

Domanda 1 Domanda 2 Domanda 3

12 AsConAuto INFORMA

❑ A. ❑ B. ❑ C. ❑ A. ❑ B. ❑ C. ❑ A. ❑ B. ❑ C.

Domanda 4 Domanda 5 Domanda 6

❑ A. ❑ B. ❑ C. ❑ A. ❑ B. ❑ C. ❑ A. ❑ B. ❑ C.

Domanda 7 Domanda 8 Domanda 9

❑ A. ❑ B. ❑ C. ❑ A. ❑ B. ❑ C. ❑ A. ❑ B. ❑ C.

Giugno 2017

Dai più valore al tuo lavoro con la qualità e la sicurezza dei Ricambi Originali Mercedes-Benz: avrai tutta l’affidabilità che serve ai professionisti della riparazione. Mercedes-Benz e la sua Rete sono i partner ideali su cui contare sia per la qualità dei Ricambi e la loro facilità di montaggio, che per la consulenza professionale degli operatori di magazzino. mercedes-benz.it/ricambi-originali


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 10

Prodottoauto

L’ASFALTO CHIAMA In rassegna la riedizione della mitica berlinetta Alpine A110, la potentissima Ferrari 812 Superfast, la 720S by McLaren e la sportivissima Noble M600 manuale Più veloce non si può Si chiama 812 Superfast, ossia super veloce, l’ultima dodici cilindri a V di Maranello. Pesante 1.525 chilogrammi, può contare su ben 800 Cv a 8.500 giri e 718 Nm a 7.000, due valori che la rendono la Ferrari stradale più potente e prestazionale di sempre, tra quelle con architettura transaxle, ossia con il motore anteriore abbinato al cambio posteriore. Sorta di fastback che richiama la Daytona del 1969, passa da 0 a 100 in 2,9 secondi ed è la prima Ferrari con assistenza elettrica del carico volante.

Tra passato e presente Vista in versione definitiva allo scorso Salone di Ginevra, la nuova berlinetta Alpine A110 - che segna il ritorno ufficiale del glorioso marchio transalpino - è già sold out. Per impossessarsene bisognerà quindi attendere il model year 2018, ven-

In un mondo automotive ormai sempre più simile a quello dei computer, trovare una super sportiva senza elettronica è merce rara. Succede all’inglese Noble, con la M600, disponibile in versione coupé (battezzata Carbon Sport) e aperta (la Speedster). Monta un motore che ci riporta con la memoria alla Formula 1 Anni 90,

10 AsConAuto INFORMA

Erede della 650S, arriva sul mercato l’ultima sportiva delle Super Series McLaren, la due posti 720S. Un numero che sta per i cavalli erogati dal suo inedito 4 litri V8 biturbo centrale (la trazione è posteriore), che fornisce ben 770 Nm di coppia massima. Scaricati a terra via cambio esarapporto a doppia frizione. Il telaio, in fibra di carbonio, è sviluppato attorno alla struttura centrale Monocage II, che è la chiave per raggiungere un peso di soli 1.283 chili. In coda, un’ala che si sposta in base ai settaggi di guida selezionati (Comfort, Sport o Track), per passare da 0 a 100 orari in 3 secondi e toccare i 341 di punta. A frenare tale missile ci pensano dei freni carboceramici dentro ruote 245/35 Zr19 all’anteriore e 305/30 Zr20 al posteriore.

duto a una cifra approssimativa di 60mila euro tasse incluse. Intanto, questa belvetta lunga appena 4.178 millmetri, larga 1.798 e alta 1.252 da una tonnellata abbondante di peso, sì può riprenotare soltanto attraverso l’App dedicata previo versamento di 2.000 euro a titolo di cauzione.

L’elettronica non fa per lei

Pubbliredazionale

Da Woking con furore

Sotto il cofano, in alluminio come il resto della carrozeria e il telaio, un quadricilindro turbo benzina 1,8 litri piazzato davanti al retrotreno, mentre il serbatoio è alle spalle delle ruote anteriori. La potenza fa 185 kW (252 Cv), la coppia 320 Nm. Il cambio è un automatizzato Getrag a sette rapporti.

ossia un biturbo V8 Yamaha Judd da 4.439 cc con 662 Cv di potenza e 819 Nm di coppia, che la spinge a quasi 360 orari. Manuale il cambio di serie, un Oerlikon Graziano a sei marce, che può essere automatizzato. Il telaio è in acciaio mentre la carrozzeria in fibra di carbonio e il tutto pesa 1.198 chilogrammi. La M600 è lunga 4.360 millimetri e viene fabbricata a mano.

Giugno 2017

Da sempre la rigenerazione dei ricambi fuori uso è un tema fondamentale per il Gruppo Volkswagen e i Service Partner della sua Rete

I Ricambi Originali di Rotazione qualità, sostenibilità e convenienza

F

in dai suoi esordi il Gruppo Volkswagen crede nella gestione responsabile delle risorse esistenti ed è con questa missione, infatti, che dà il via al processo di rigenerazione dei ricambi fuori uso Originali, una forma mentis arrivata fino ai nostri giorni. Il processo di rigenerazione dei ricambi fuori uso Originali avviene sulla base di specifiche direttive del Costruttore, tra le quali è prevista l’applicazione scrupolosa delle ultime novità tecniche in ogni fase del processo stesso. La gamma di prodotti che ne deriva è conosciuta con il nome di Ricambi Originali di Rotazione ed è caratterizzata da un’elevata qualità e, al tempo stesso, da un vantaggio economico molto interessante. Il programma di Rotazione significa anche tutela ambientale attiva. La rigenerazione industriale dei componenti vecchi, infatti, non si limita a salvare il materiale dalla rottamazione, ma consente di conservare l’energia e il lavoro impiegati, e di risparmiare all’ambiente inutili rifiuti e sostanze inquinanti. Le qualità equivalenti a quelle dei ricambi di serie, i due anni di garanzia come i Ricambi Originali, il prezzo vantaggioso e la sostenibilità ambientale, sono tutti fattori distintivi dei Ricambi Originali di Rotazione del Gruppo Volkswagen.

Giugno 2017

Come si riconosce un Ricambio Originale di Rotazione? Grazie a una etichetta gialla e alla lettera X posta all’undicesima posizione del codice di catalogo. Tuttavia è fondamentale rivolgersi al proprio Service Partner di fiducia per verificare che al ricambio fuori uso corrisponda un Ricambio Originale di Rotazione.

Per darvi l’opportunità di offrire ai vostri Clienti un sempre più vasto assortimento di prodotto, è fondamentale che la parte fuori uso, smontata dal veicolo, venga restituita al Service Partner di fiducia in condizioni tali da garantirne la rigenerazione da parte del Costruttore. Questo permetterà non solo di continuare il processo di rigenerazione, incrementando l’offerta dei Ricambi Originali di Rotazione compatibili anche su modelli di auto nuove, ma produrrà anche una percezione positiva del prezzo da parte dei Clienti. Con i Ricambi Originali di Rotazione potrete soddisfare le richieste dei vostri Clienti e, nel contempo, ne benel ficerà anche il vostro business.

AsConAuto INFORMA 11


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 10

Prodottoauto

L’ASFALTO CHIAMA In rassegna la riedizione della mitica berlinetta Alpine A110, la potentissima Ferrari 812 Superfast, la 720S by McLaren e la sportivissima Noble M600 manuale Più veloce non si può Si chiama 812 Superfast, ossia super veloce, l’ultima dodici cilindri a V di Maranello. Pesante 1.525 chilogrammi, può contare su ben 800 Cv a 8.500 giri e 718 Nm a 7.000, due valori che la rendono la Ferrari stradale più potente e prestazionale di sempre, tra quelle con architettura transaxle, ossia con il motore anteriore abbinato al cambio posteriore. Sorta di fastback che richiama la Daytona del 1969, passa da 0 a 100 in 2,9 secondi ed è la prima Ferrari con assistenza elettrica del carico volante.

Tra passato e presente Vista in versione definitiva allo scorso Salone di Ginevra, la nuova berlinetta Alpine A110 - che segna il ritorno ufficiale del glorioso marchio transalpino - è già sold out. Per impossessarsene bisognerà quindi attendere il model year 2018, ven-

In un mondo automotive ormai sempre più simile a quello dei computer, trovare una super sportiva senza elettronica è merce rara. Succede all’inglese Noble, con la M600, disponibile in versione coupé (battezzata Carbon Sport) e aperta (la Speedster). Monta un motore che ci riporta con la memoria alla Formula 1 Anni 90,

10 AsConAuto INFORMA

Erede della 650S, arriva sul mercato l’ultima sportiva delle Super Series McLaren, la due posti 720S. Un numero che sta per i cavalli erogati dal suo inedito 4 litri V8 biturbo centrale (la trazione è posteriore), che fornisce ben 770 Nm di coppia massima. Scaricati a terra via cambio esarapporto a doppia frizione. Il telaio, in fibra di carbonio, è sviluppato attorno alla struttura centrale Monocage II, che è la chiave per raggiungere un peso di soli 1.283 chili. In coda, un’ala che si sposta in base ai settaggi di guida selezionati (Comfort, Sport o Track), per passare da 0 a 100 orari in 3 secondi e toccare i 341 di punta. A frenare tale missile ci pensano dei freni carboceramici dentro ruote 245/35 Zr19 all’anteriore e 305/30 Zr20 al posteriore.

duto a una cifra approssimativa di 60mila euro tasse incluse. Intanto, questa belvetta lunga appena 4.178 millmetri, larga 1.798 e alta 1.252 da una tonnellata abbondante di peso, sì può riprenotare soltanto attraverso l’App dedicata previo versamento di 2.000 euro a titolo di cauzione.

L’elettronica non fa per lei

Pubbliredazionale

Da Woking con furore

Sotto il cofano, in alluminio come il resto della carrozeria e il telaio, un quadricilindro turbo benzina 1,8 litri piazzato davanti al retrotreno, mentre il serbatoio è alle spalle delle ruote anteriori. La potenza fa 185 kW (252 Cv), la coppia 320 Nm. Il cambio è un automatizzato Getrag a sette rapporti.

ossia un biturbo V8 Yamaha Judd da 4.439 cc con 662 Cv di potenza e 819 Nm di coppia, che la spinge a quasi 360 orari. Manuale il cambio di serie, un Oerlikon Graziano a sei marce, che può essere automatizzato. Il telaio è in acciaio mentre la carrozzeria in fibra di carbonio e il tutto pesa 1.198 chilogrammi. La M600 è lunga 4.360 millimetri e viene fabbricata a mano.

Giugno 2017

Da sempre la rigenerazione dei ricambi fuori uso è un tema fondamentale per il Gruppo Volkswagen e i Service Partner della sua Rete

I Ricambi Originali di Rotazione qualità, sostenibilità e convenienza

F

in dai suoi esordi il Gruppo Volkswagen crede nella gestione responsabile delle risorse esistenti ed è con questa missione, infatti, che dà il via al processo di rigenerazione dei ricambi fuori uso Originali, una forma mentis arrivata fino ai nostri giorni. Il processo di rigenerazione dei ricambi fuori uso Originali avviene sulla base di specifiche direttive del Costruttore, tra le quali è prevista l’applicazione scrupolosa delle ultime novità tecniche in ogni fase del processo stesso. La gamma di prodotti che ne deriva è conosciuta con il nome di Ricambi Originali di Rotazione ed è caratterizzata da un’elevata qualità e, al tempo stesso, da un vantaggio economico molto interessante. Il programma di Rotazione significa anche tutela ambientale attiva. La rigenerazione industriale dei componenti vecchi, infatti, non si limita a salvare il materiale dalla rottamazione, ma consente di conservare l’energia e il lavoro impiegati, e di risparmiare all’ambiente inutili rifiuti e sostanze inquinanti. Le qualità equivalenti a quelle dei ricambi di serie, i due anni di garanzia come i Ricambi Originali, il prezzo vantaggioso e la sostenibilità ambientale, sono tutti fattori distintivi dei Ricambi Originali di Rotazione del Gruppo Volkswagen.

Giugno 2017

Come si riconosce un Ricambio Originale di Rotazione? Grazie a una etichetta gialla e alla lettera X posta all’undicesima posizione del codice di catalogo. Tuttavia è fondamentale rivolgersi al proprio Service Partner di fiducia per verificare che al ricambio fuori uso corrisponda un Ricambio Originale di Rotazione.

Per darvi l’opportunità di offrire ai vostri Clienti un sempre più vasto assortimento di prodotto, è fondamentale che la parte fuori uso, smontata dal veicolo, venga restituita al Service Partner di fiducia in condizioni tali da garantirne la rigenerazione da parte del Costruttore. Questo permetterà non solo di continuare il processo di rigenerazione, incrementando l’offerta dei Ricambi Originali di Rotazione compatibili anche su modelli di auto nuove, ma produrrà anche una percezione positiva del prezzo da parte dei Clienti. Con i Ricambi Originali di Rotazione potrete soddisfare le richieste dei vostri Clienti e, nel contempo, ne benel ficerà anche il vostro business.

AsConAuto INFORMA 11


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 12

Un marchio Daimler

Quiz

Solo Ricambi Originali.

Chissà chi lo sa A chi è stata venduta la Opel? Chi governa oggi il mondo della Formula 1? A quanto viaggiano i truck da corsa? Questi e altri curiosi quesiti attendono gli esperti del mondo automotive 1 A che gruppo automobilistico è stata recentemente ceduta la tedesca Opel? a) Psa b) Daimler c) Volkswagen

4 A novembre 2016, qual era lo strillo sulla copertina di AsConAuto Informa? a) A tutta birra! b) Si torna a scuola c) Autosalone Internet

6 Il sistema d’iniezione Pld è stato utilizzato nei motori dei mezzi pesanti di... a) Mercedes-Benz b) Man c) Scania

5 Che velocità massima raggiungono i camion impegnati nel campionato europeo su pista? a) 130 km/h b) 160 km/h c) 200 km/h 1

5 7

2 Nel mese di marzo 2017, qual è stata l’auto più venduta del segmento D in Italia? a) L’Alfa Romeo Giulia b) L’Audi A4 c) La Mercedes-Benz Classe C 3 Chi è l’attuale ‘patron’ del campionato mondiale di Formula 1? a) Bernie Ecclestone b) Ross Brawn c) Jean Todt

7 Quale azienda costruirà la nuova Gt pensata dall’ex pilota Emerson Fittipaldi? a) Pininfarina b) Italdesign c) Pagani

8

8 Uno dei seguenti veicoli non monta il cambio 8Hp di Zf: a) Rolls Royce Wraith b) Iveco Daily c) Volkswagen Arteon 9 In quale numero di AsConAuto Informa si è parlato della riparazione di auto elettriche? a) Ad aprile 2016 b) A luglio 2016 c) A gennaio 2017

Spedire via fax in redazione al numero: 0541 743640 Nome ..............................................................................................Cognome........................................................................ Officina ............................................................................................................................................................................... Via .....................................................................................................................................................n.civico .....................

3 Comune .........................................................................................Cap. ...............................................Prov. ......................... Telefono ........................................................................................Fax .................................................................................

Domanda 1 Domanda 2 Domanda 3

12 AsConAuto INFORMA

❑ A. ❑ B. ❑ C. ❑ A. ❑ B. ❑ C. ❑ A. ❑ B. ❑ C.

Domanda 4 Domanda 5 Domanda 6

❑ A. ❑ B. ❑ C. ❑ A. ❑ B. ❑ C. ❑ A. ❑ B. ❑ C.

Domanda 7 Domanda 8 Domanda 9

❑ A. ❑ B. ❑ C. ❑ A. ❑ B. ❑ C. ❑ A. ❑ B. ❑ C.

Giugno 2017

Dai più valore al tuo lavoro con la qualità e la sicurezza dei Ricambi Originali Mercedes-Benz: avrai tutta l’affidabilità che serve ai professionisti della riparazione. Mercedes-Benz e la sua Rete sono i partner ideali su cui contare sia per la qualità dei Ricambi e la loro facilità di montaggio, che per la consulenza professionale degli operatori di magazzino. mercedes-benz.it/ricambi-originali


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 8

Il capo conta

Porsche, i più soddisfatti

Vi siete mai chiesti che tipo di capo siete? Ebbene, sappiate che se rientrate nella categoria dei ‘tossici’ (quelli che non contribuiscono alla creazione di un bell’ambiente di lavoro ma, anzi, seminano malumore) la bassa reddittività della vostra azienda può dipendere proprio da voi. Nella sua relazione, Fabrizio Gerli del Cà Foscari Competency Center ha messo in evidenza la stretta correlazione tra performance aziendali e competenze emotive e sociali di chi detiene il comando. Sarebbero proprio queste (e non le conoscenze tecniche, date per scontate) a fare la differenza: la capacità di relazionarsi con gli altri, tirando fuori il meglio da ciascuno, l’abilità nel costruire una squadra. E poi, ancora, ‘vince’ chi non teme il feedback e accetta eventuali critiche, chi ha consapevolezza di sé e dei propri limiti. “I boss tossici - ha sottolineato Gerli - creano stress psicologico, comportamenti lavorativi inefficaci e controproducenti, depressione, bullismo nell’ambiente di lavoro. Elementi che influiscono negativamente sull’attività”. Sappiate che le competenze emotive e sociali si possono sempre apprendere...

I dealer più soddisfatti in Italia? Sono quelli con il mandato Porsche. Lo rivela la DealerSTAT 2017, l’indagine sulla soddisfazione dei concessionari italiani nel rapporto con la casa automobilistica, condotta da Quintegia e giunta alla 14esima edizione. Nella valutazione complessiva, indicatore che sintetizza l’opinione generale degli intervistati, Porsche ha guadagnato un 4,0. Piazza d’onore per Mercedes-Benz (3,85), terza Bmw (3,85). Completano la Top 5 Land Rover (3,83) e Ford (3,81). Ai dealer è stato chiesto anche di esprimere una preferenza nell’ipotesi di ripartire da zero nel business. Il 54 per cento rimarrebbe fedele al proprio marchio. mentre un ulteriore 23 proseguirebbe con l’attività ma con altri mandati. Solo il 7 per cento degli intervistati uscirebbe dal business, mentre il restante 16 non prende posizione. Il marchio più desiderato? Volkswagen con l’8 per cento delle preferenze, seguito da Land Rover e Kia. La DealerStat 2017 ha coinvolto 32 marchi e il 55 per cento dei dealer italiani.

Usato da valorizzare Un mercato tendenzialmente stabile, quello dell’usato in Italia, con circa tre milioni di passaggi di proprietà annui. Un mercato che può dare grandi soddisfazioni agli operatori generando ingressi in officina, ma che continua a essere appannaggio soprattutto dei privati (da soli vendono 6 vetture su 10). “Abbiamo individuato - ha spiegato Luca Montagner all’interno di ‘Dieci regole gestionali per aumentare il business dell’usato’ - dieci regole fondamentali per la gestione dell’usato. Applicandole, anche solo in piccola parte, i risultati sono assicurati”. Vediamole. - Approvvigionamento attivo delle auto usate. Per soddisfare tutte le richieste è necessario allargare l’offerta, non limitandosi alle vetture ritirate dai propri clienti. Il Gruppo Fassina, con l’approvvigionamento attivo, è riuscito a ottenere un margine lordo per vettura del 14 per cento su un valore medio di 10mila euro. - Sistemi innovativi per la gestione del trade in. Internet in questo senso può dare una grande mano, ma il prezzo di ritiro deve tenere conto anche del brand, della quantità di vetture dello stesso tipo già presente nello stock, della domanda che si registra in zona per quel modello e dell’esperienza avuta in passato con auto simili. - Ricondizionamento dell’usato. Può diventare un business (vedi Autoland). Ricondizionando più auto si dà vita a economie di scala che abbassano i costi aumentando i margini. - Regole severe per la gestione dello stock. La maggiore

8 AsConAuto INFORMA

reddittività si ha nei primi 30 giorni: un buon motivo per ritoccare i prezzi al ribasso ogni 15 e cedere automaticamente le vetture dopo 60. - Proattività nel marketing e Crm per aumentare le opportunità di vendita e la soddisfazione del cliente. Quello dell’usato va coccolato come quello del nuovo. Può essere opportuno creare dei corner dedicati. - Innovazione nel mix, nell’esposizione e nella comunicazione. Bisogna lavorare sulla segmentazione dell’offerta e sulla customer care. Un’ottima idea, suggerita da Echopark, è l’offerta del lavaggio gratuito del veicolo a vita. - Canale digitale per migliorare la visibilità e ridurre i giorni di giacenza. Impossibile rinunciare a un sito internet ben fatto. - Politiche precise per la revisione dei prezzi, per aumentare la rotazione dello stock e la competitività. - Offerta sistematica di servizi addizionali per aumentare marginalità e fedeltà del cliente. - Gestire i collaboratori in modo appropriato, combinando incentivi e organizzazione. Ricordate che tre clienti su quattro cercano informazioni on-line prima di acquistare una vettura usata, e ritengono un plus la possibilità di effettuare un test drive.

FOLLOW US ON

motul. co m

Giugno 2017


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 14

Un contratto a misura di dealer

indirettaconiconsorzi

Lucca, Massa Carrara, Pistoia, La Spezia E-mail: doctoli@asconauto.it Sito internet: http://doctoli.asconauto.it Tel. 0583 1900341 Fax 0583 1900347

Sempre più grandi Nuova sede e nuovi progetti per il consorzio presieduto da Fabrizio Guidi. Che nel futuro di Doc ipotizza, anche, un party annuale...

Q

uale migliore occasione per festeggiare? Detto fatto, l’inaugurazione del capannone teatro ogni giorno dello ‘scambio’ dei ricambi è diventata un party. Fabrizio Guidi, presidente Doc oltre che di AsConAuto, si sbilancia: “Non sarà l’unico”.

All’inaugurazione chi avete invitato? I partner, i concessionari, gli autoriparatori, i magazzinieri e i nostri ragazzi, logistici e promoter. Alla fine eravamo in 320, seduti comodamente a tavola, con un catering molto buono. Tra un momento dell’intrattenimento e un altro abbiamo consegnato gli attestati di AsConAuto Solidale, presentato i riparatori che hanno vinto il viaggio

14 AsConAuto INFORMA

con il concorso di AsConAuto, premiato i magazzinieri che sono stati i più apprezzati dai riparatori e i riparatori che più hanno lavorato con noi, comprando originale. Il suo messaggio ‘alla nazione’? Più che un messaggio un bilancio: otto anni fa Doc contava 90-100 clienti nella zona di Pistoia e una decina di concessionari. Oggi ha 600 clienti e 40 soci. Più avremo forza, più riusciremo a sostenere i nostri clienti. Il Cda è fresco di rinnovo. Guidi ad libitum? Chi fa fa con passione, siamo un bel gruppo, dinamico. Se avanzassero altre candidature le considereremmo volentieri. Intanto, ci è rimasta attaccata la voglia di non finirla qui. Guidi ad libitum? No no, Guidi... ad limitum!

Sorrisi che nuotano

Sono quelli dei ragazzi diversamente abili. Con CentroautoVT ora viaggiano

M

i richiama convinto che fossi un automobilista in panne, gesto che la dice lunga su cosa Federico Marcoccia intenda per servizio. Trasferite questa sua inclinazione in ambito sociale ed ecco il supporto del titolare di ‘CentroautoVT’, oltre che Referente di Distretto fresco di riconferma, all’iniziativa della onlus ‘Sorrisi che Nuotano Eta Beta’ di Viterbo. “Per aiutare i ragazzi e le loro famiglie, che hanno problemi logistici e di mobilità”, racconta Marcoccia, “la Fondazione Carivit ha acquistato un veicolo per il trasporto persone. Noi come Centroauto abbiamo fatto uno sforzo in termini economici rinunciando al margine e mettendoci del nostro”. Anche grazie allo ‘special price’ praticato dalla concessionaria Fiat, 80 atleti diversamente abili possono così raggiungere piscine e palestre senza disagi. Consegnato il pullmino, il dealer è tornato dietro la scrivania ad occuparsi del consorzio. Che si è espanso e deve affrontare nuove sfide: “Abbiamo capito tutti che il settore ricambi è strategico, l’expertise è migliorato, ma il mercato è sempre più concorrenziale”.

L’inaugurazione, il 12 maggio, della sede di Via Stipeti a Capannori (LU). Hanno partecipato in oltre 300. Giugno 2017

ha fatto da volano per chiudere il percorso di lavoro avviato dall’Associazione in tempi brevi”. Il CCNL Automotive non si rivolge ovviamente ai soli soci AsConAuto. “La gestione del contratto - ha aggiunto Fabrizio Guidi - richiede che vi sia una struttura fortemente dedicata, che inizi a occuparsi di servizi pensati per tutta la categoria, ed è per questo motivo che l’invito che rivolgo a tutti è proprio quello di associarsi ad AscoDealer. AscoDealer che permetterà ai concessionari di essere titolari dei servizi dedicati alle proprie aziende e di incidere su regole e costi”. Il contratto è operativo dal mese di marzo. I consulenti sono già disponibili a incontrare tutti coloro che vogliono saperne di più.

segue

s s s

Vi siete spostati di soli tre metri, cosa ci avete guadagnato? Una struttura più ampia - circa 700 metri quadrati - inserita in un contesto con grandi potenzialità: intorno a noi ci sono le aziende che riforniscono tutta la zona di Lucca di attrezzature per le feste, luci, audio... l’idea del party nasce così, lo replicheremo facendolo diventare un appuntamento annuale.

Viterbo, Rieti, Perugia, Terni E-mail viterbo@sincro.eu Sito internet: http://www.sincro.eu Tel. 0761 250456 Fax 0761 274539

La XV edizione di Dealer Day è stata il palcoscenico ideale per la presentazione del CCNL Automotive. Durante il workshop ‘I concessionari titolari dei propri servizi per gestire meglio l’azienda’, il presidente di AsConAuto Fabrizio Guidi ha spiegato i contenuti di questo documento ideato per il settore automotive da offrire, in primis, alla rete dei concessionari. “Per tutti noi - ha detto - è particolare motivo di orgoglio il raggiungimento di questo nuovo importante traguardo, che ci permette di recuperare efficienza e fornire servizi in linea con le richieste differenti del mercato”. Il CCNL Automotive è stato elaborato insieme a Confimea e negoziato con Ugl, l’Unione Generale del Lavoro. Rispetto ai contratti attualmente utilizzati dalle concessionarie, riconducibili a Confcommercio e a Confindustria, stimola una maggiore responsabilizzazione di tutte le professionalità interne e consente di utilizzare in maniera strutturale incentivazioni, flessibilità e merito. “La volontà di lavorare - ha aggiunto Guidi - per creare un contratto specifico, per dare valore al merito, verificare i risultati, incentivare e adottare un sistema provvigionale, con una specificità di attenzione sugli orari in vigore nelle concessionarie e un maggior utilizzo di strumenti detassati quali benefit o altri in ambito assicurativo, sanitario e previdenziale,


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 6

Eventi

Costruttori di futuro

Una marcia in più Milano e provincia E-mail miro@asconauto.it Sito internet http://miro.asconauto.it Tel. 02 89550113 Fax 02 84810079

In vista del decennale, il consorzio milanese scalda i motori al Museo dell’Alfa di Arese. Tra le vestigia del passato si fa largo il futuro

Anche quest’anno, dal 16 al 18 maggio, il mondo della distribuzione si è dato appuntamento a Verona per la XV edizione di Automotive Dealer Day. Un’occasione preziosa per fare networking, per conoscere le novità per gli operatori (come il CCNL Automotive), per scoprire come gestire al meglio la propria attività e comprendere i possibili scenari futuri. Uno il trend che emerge: nell’epoca della telematica, a fare la differenza è più che mai l’uomo con le sue capacità, anche quelle ‘digitali’. Qui i contenuti di alcuni dei workshop che abbiamo seguito per voi con tante indicazioni preziose per le vostre officine Il futuro della riparazione

Mettiamoci la faccia

Due voci per il workshop ‘Post vendita: sfide e opportunità per gli operatori della filiera’: quelle di Luca Montagner di Quintegia e di Marc Aguettaz di GiPA. Alternandosi, hanno tracciato un quadro dell’attuale rete di autoriparazione italiana, mettendo in evidenza l’importante ruolo che continuano a giocare gli indipendenti grazie anche a tariffe di manodopera decisamente più competitive (tra il 30 e il 40 per cento in meno rispetto alle autorizzate, e ben più basse di quelle dei colleghi europei), e hanno descritto possibili scenari futuri. A impattare sul modus operandi di officine e carrozzerie saranno la diffusione della telematica a bordo già a partire dal 2020, la crescita delle vetture ibride/elettriche dal 2025, nonché l’introduzione di auto a guida autonoma nei prossimi anni. “Gli operatori - ha detto Montagner - devono adeguare le loro officine e modificare il modo in cui si rapportano ai clienti. Questi ultimi, infatti, cercano sempre più informazioni sul web e servizi su misura, come la presa e la consegna dell’auto a domicilio”. “Il cliente - ha aggiunto Aguettaz - va conquistato a ‘priori’. Il digitale è lo strumento migliore”.

Siti internet, social network, blog possono aiutare le nostre aziende ad aumentare il loro fatturato, ma a un patto: che ci rappresentino al meglio e che trasmettano messaggi in grado di suscitare attenzione. Questo, in estrema sintesi, il contenuto della presentazione di Riccardo Scandellari ‘Il branding attraverso i social network per promuovere relazioni e vendite’. “L’attenzione - ha spiegato - è una moneta che guadagniamo e spendiamo. È una risorsa finita: si stima che ciascun italiano navighi su internet due ore al giorno. Dobbiamo fare in modo che in quelle due ore scelga noi e non altri. Come? Attraendolo con immagini, filmati che si differenzino. Non dimenticando però che dobbiamo riuscire a trasmettere fiducia, sicurezza, autorevolezza nel campo in cui operiamo. Ricordiamoci poi che sono i contenuti quelli che ci consentono di essere trovati dagli utenti”. Da Riccardo Scandellari è giunto l’invito a lavorare sul più importante logo aziendale: il nostro volto, che può dire molto su chi siamo e cosa facciamo.

6 AsConAuto INFORMA

Giugno 2017

In 300 hanno risposto all’invito a ‘costruire il futuro insieme’. Dopo la visita al Museo, una full immersion dagli Anni 10 al 2010, gli ospiti Miro hanno bevuto un aperitivo con i partner prima di accomodarsi a tavola per la cena inframmezzata dagli interventi del presidente, la magia del numerologo, gli sketch dei comici.

5

maggio 2017, Museo Storico Alfa Romeo di Arese. Miro chiama a raccolta i suoi concessionari, riparatori clienti, partner, per l’evento che titola significativamente ‘Costruiamo il nostro futuro insieme’. Superare i tornelli del Museo con il biglietto omaggio offerto da Miro è entrare nel Paese dei balocchi. E uscire con la giustifica per il ritardo con cui si approda all’aperitivo e all’incontro libero con i partner e infine alla cena. Tra una portata e l’altra prende la parola il neorieletto presidente, Giovanni Rigoldi: “Dopo nove anni di attività, 37 dealer soci, 900 clienti e un fatturato 2016 che supera i 33 milioni di euro testimoniano che collaborazione e unità d’intenti producono benefici per tutti gli attori coinvolti”. Salgono sul palco Andrea Santini, l’intrattenitore che unisce numerologia e magia, e a più riprese Zoboli&De Angelis, il duo comico che replicherà alcune delle gag che lo ha reso famoso a Zelig. Ma i volti sorridenti in platea tornano subito

seri quando il presidente proietta Miro nel futuro. Con una premessa: “Siamo tutti sulla stessa barca”.

Lavoro di squadra Il 2017-2018 vedrà il consorzio impegnato nella “tracciatura informatica delle spedizioni”, elenca Giovanni Rigoldi, “maggiore e migliore copertura del territorio, piattaforma per gestire i sinistri e le manutenzioni per le flotte e le assicurazioni, magazzini di prossimità, accordi con le compagnie di noleggio e assicurative per l’utilizzo di ricambi originali, contratto di lavoro per il settore automotive”. Alle sue spalle ci sono le concessionarie, AsConAuto e GC; al suo fianco i consiglieri freschi di nomina o riconferma: Fabio Colombo, Matteo Milani, Luca Manfrotto, Umberto Buzzetti. “Continuerà a essere un lavoro di squadra”.

Solo meccanici Firenze, Arezzo, Prato, Pisa E-mail: cdrt@asconauto.it Sito internet: http://cdrt.asconauto.it Tel. 055 882346 Fax 055 8810875

Giugno 2017

In Nicar a Livorno vige una regola: “Ognuno fa il suo. E noi facciamo i meccanici”

“N

é revisioni, né gomme. Questa è un’officina meccanica”. Uniche due concessioni, se così si può dire, sono l’installazione di impianti metano e Gpl, per la quale ‘Nicar’ di Livorno è autorizzata Tartarini, Landi Renzo, BRC, Zavoli, Bigas, e il servizio di elettrauto. Maurizio Niccolai, figlio e nipote d’arte (il nonno faceva le rettifiche, il padre ha avviato l’attività nel 1972), socio titolare di David Cardone, accoglie “una decina di auto al

giorno, contando anche il rabbocco dell’olio. Utilitarie e familiari di tutte le marche, niente supercar”. Quando la scelta è ricambio originale - “è vero che a volte costa quanto uno di concorrenza, ma ci vorrebbe una persona solo per i preventivi!” - la consegna in Via Capponi è by Cdrt: “Sono puntuali come gli svizzeri e per noi che lavoriamo con l’orologio in mano è importante; e poi, per qualsiasi necessità c’è il promoter, lo chiamo e interviene”.

AsConAuto INFORMA 15


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 16

indirettaconiconsorzi

Si viaggia in tandem Pordenone, Udine, Gorizia, Trieste E-mail: cedro@asconauto.it Tel. 0434 247334 Fax 0434 243601

Fabrizio Ricci ‘eredita’ un consorzio che effettua una media di settemila consegne mensili in tutto il Friuli.

Passaggio di consegne “naturale” ai vertici di Cedro. La prima mossa di Fabrizio Ricci? Italian Baja, “a stretto contatto coi clienti”

“S

i va ancora in tandem, con la differenza che ieri guidava lui e oggi io”. Fabrizio Ricci, neo presidente Cedro, sceglie questa immagine per descrivere il passaggio di consegne con Giovanni Muzzatti. Non è l’unica variazione di rilievo interna al CdA: l’assemblea soci del 26 aprile ha registrato l’uscita di Riccardo Gobbato di ‘Bliz Srl’ e l’ingresso di Giovanna Cinelli di ‘Carini Srl’ (Toyota e Lexus per Udine, Gorizia e Trieste), Claudio Salemi in rappresentanza di ‘Autopiù Spa’ (Ford, Jaguar, Land Rover per tutto il Friuli, Mazda per Pordenone e Trieste), Andrea Zuin di ‘Dealer Net’ (placca PSA per l’intera regione). Ricci, tra i fautori della nascita del consorzio nel 2013, ha accettato l’incarico sottolineando “il grandissimo lavoro di Giovanni, che ha raggiunto il break even nella metà del tempo previsto”. Il neo presidente guiderà un consorzio che nel 2016 ha fatturato oltre 22 milioni di euro (+16,3

l’attimo La filosofia del trend

per cento sull’anno precedente), conta 33 concessionari soci e circa 730 tra carrozzerie e officine clienti. “Non era né facile né scontato”, ha detto ancora Ricci, “centrare l’obiettivo di estendere il servizio a tutto il Friuli. Cedro ce l’ha fatta e quest’anno intensificherà il giro di consegne aumentando la copertura. Dopo Trieste, che sta partendo, la doppia consegna interesserà via via i riparatori clienti delle province di Pordenone, Udine e Gorizia”. La sua prima uscita ufficiale da presidente Cedro avverrà venerdì 16 giugno a ‘Italian Baja’ di Pordenone dove, “come ho sempre fatto e continuo a fare anche nella mia concessionaria, cercherò di creare i presupposti per il maggior numero di contatti con i nostri clienti”.

Se c’è un trend da cogliere, da individuare, ecco che GiPA interviene puntuale a esplorarlo. Che si tratti di automobili, moto o LCV (e recentemente con importanti mission anche nel mondo dei truck). La vocazione è quella di aiutare la grande industria a comprendere mercati e settori in continua evoluzione come quello automotive, dove ricambi e assistenza giocano un ruolo significativo. Non meno importante è l’attività di formazione.

A suo avviso la politica delle Case verso il ricambio originale è corretta? “È solo da un secolo circa che la domanda è aperta. E non c’è una soluzione unica. Ogni azienda deve giocare la partita con la propria cultura, le proprie risorse, le proprie forze, il proprio ingegno, Sun Tzu docet. E poi copiare le idee buone non è vietato. La concorrenza fa bene a tutti quando le regole sono uguali per tutti”.

Di cosa ha bisogno oggi il mondo automotive? Lecco, Sondrio, Como, Monza e Brianza, Milano E-mail: doclc@asconauto.it Sito internet: http://doclc.asconauto.it Tel. 0362 998375 Fax: 0362 928944

Lo scambio, il saluto ad Arianna Balgera, i promoter riuniti.

Pensare positivo Fa bene alla salute... del consorzio. Lo dicono i dati di bilancio e un’atmosfera in assemblea soci “che non si respirava da anni”

I

Giorgio Boiani ‘Fuorigiri’.

ntervistato per ‘Fuorigiri’, rubrica automotive de ‘Il Giornale’, Giorgio Boiani ha usato, riferisce il cronista, “parole energizzanti e professionalmente contagiose”. Chi lo conosce lo sa, e non si stupirà se al termine dell’assemblea soci, dove è stato riconfermato per un altro triennio, il presidente se n’è uscito così: “Quando faccio gli esami del sangue il colore è arancione Doc!”.

16 AsConAuto INFORMA

Battute a parte, per Boiani “è motivo di grande orgoglio aver avuto ancora una volta la fiducia dei soci”, e lo è anche comunicare che “il fatturato è cresciuto nell’ultimo mandato del 15 per cento”, che “gli 80 dealer garantiscono la copertura totale dei marchi, al servizio di 1.300 clienti”, che “la percentuale di insoluti è dello 0,06, segno che il settore della riparazione è in ripresa e fondamentalmente sano”. Positiva anche la “candidatura spontanea” a consigliere di Alberto Negri ( ‘Renzo Negri’ di Pescate - LC), Marco Vanoni (‘Lombarda Motori’ di Monza), Giuseppe Asperti (‘Gruppo Bonaldi’ di Bergamo, che ha acquisito la concessionaria Audi-Volkswagen ‘Balgera’ di Postalesio - SO). Con loro, Penati, Vittani, Galbusera, Villa, Peduzzi, Cogliati e Casati.

Giugno 2017

“La produzione mondiale è a un massimo storico, molto superiore a dieci anni fa. Non si sono mai vendute così tante vetture nel mondo. Quindi i volumi ci sono. Ma l’automotive è un settore popolato da tanti protagonisti diversi con interessi, ambizioni, obiettivi anche divergenti. Non esiste una ricetta che valga per tutti. Ogni attore deve trovare la propria strada”.

Può indicarci un vostro studio recente particolarmente efficace? “La notorietà di GiPA si fonda sullo studio multiclient ATO (Annual Trends Observatory), enorme contenitore che ha l’obiettivo di descrivere nel modo più preciso possibile il mercato dell’aftersales sia dal punto quantitativo sia qualitativo. Se consideriamo la mobilità alternativa come concorrenza neanche tanto intersettoriale dell’utilizzo delle vetture,

Giugno 2017

Marc Aguettaz, amministratore delegato di GiPA. Una delle voci più ascoltate della filiera automotive, grazie anche ai numerosi studi che ogni anno la società realizza.

è importante includere nella ricerca l’utilizzo che le famiglie italiane fanno della mobilità condivisa in tutte le sue forme. Abbiamo integrato nello studio 2017 questa parte della mobilità: car sharing, car riding, car pooling. Che abbiamo condiviso con i nostri aderenti, suscitando moltissimo interesse”.

Pensa che GiPA possa essere utile anche al meccanico e al carrozziere? “Da quando GiPA esiste in Italia (25 anni) ci siamo sempre resi disponibili a intervenire nelle riunioni delle associazioni di categoria, nelle conferenze dove partecipano carrozzieri, meccanici, gommisti. Per provare a dare indicazioni sui grandi mutamenti del sistema e su come poterli anticipare. Ad esempio, stiamo realizzando studi di potenziale per un singolo bacino d’utenza”.

Una battuta sul prossimo Autopromotec e i premi Eccellenza, giunti alla 14esima edizione? “Autopromotec è sempre di più un’eccellenza italiana. I numeri 2017, per come sono stati raggiunti, sono positivamente impressionanti. Ringrazio Renzo Servadei che ci darà ancora una volta ospitalità al termine del primo giorno della rassegna (24 maggio), per celebrare quello che agli occhi degli operatori, della stampa e del comitato GiPA, possono rappresentare l’Eccellenza ital liana del nostro settore”.

AsConAuto INFORMA 5


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 4

Intervista

Saper cogliere Fermento, evoluzione, novità. Il mondo automotive mai come oggi è una giungla nella quale sopravvive e vince chi è meglio organizzato e informato. GiPA ci spiega perché bisogna tenere d’occhio i trend

C

ontinuiamo a ospitare in queste pagine le opinioni dei più qualificati addetti ai lavori. Lo facciamo principalmente perché crediamo che gli autoriparatori abbiano necessità di incrementare e aggiornare a tutto campo la conoscenza di un mercato in continua evoluzione. E sempre con uno sguardo speciale nei confronti dei ricambi e dell’assistenza. Ecco l’Aguettaz-pensiero: Marc e la sua squadra sono infatti tra i più ascoltati guru e consulenti.

zione molto particolare del parco per età (pensiamo alla fase 2011-2015) rende l’usato 3-5 anni molto raro”.

Il mercato del nuovo è in costante ripresa. Vale sempre il traino verso usato e assistenza?

L’avvento dei produttori cinesi ha cambiato le regole del gioco. Un fenomeno passeggero o destinato a radicalizzarsi?

Conosce come pochi l’attività e gli obiettivi di AsConAuto. Qual è, oggi, la sua fotografia dell’Associazione? “Non ho questa pretesa. Il progetto distributivo è fantastico, è stato riconosciuto con un Trofeo dell’Eccellenza nel 2009”.

“Le nuove immatricolazioni vanno ad alimentare il parco circolante, rinnovandolo progres“Interpreto la domanda dal punto di vista sivamente. dei veicoli. I ricambi sarebbero un altro caOggi ci sono 35 La fase di espansione, che dura ormai pitolo, la cessione della divisione motorini marchi in Europa da circa 40 mesi, sta generando un aue alternatori Bosch al cinese ZMJ deve essere che producono mento rapido del segmento delle vetture una fonte di riflessione. auto. La Cina può più recenti; questi veicoli sono tradizionalI costruttori non sono ancora arrivati, ma i proporre mente molto fedeli alla rete, cosa che si traloro volumi di produzione stanno crealtrettanti duce in un periodo di grande sviluppo delscendo velocemente e arriveranno da costruttori. l’attività di officina sia dei concessionari noi tra qualche anno. sia delle officine autorizzate. Oggi ci sono circa 35 marchi presenti in Il mercato dell’usato è condizionato dalla disponibilità del Italia, la Cina ne può proporre altrettanti. Già in Russia, prodotto. Contrariamente all’auto nuova, che è un prodotto nelle nostre indagini, i marchi rilevati sono una settanindustriale, l’usato è un prodotto artigianale, costruito nel tina. E c’è sicuramente la volontà politica di favorire tempo, di poche settimane (km 0) o di qualche anno. l’esportazione di auto. La Cina cerca supporti alla crescita Ogni vettura usata è diversa delle altre dello stesso modello, interna, e l’industria dell’auto è un motore straordinario unica, specifica del prodotto artigianale. Non esiste una per questo. fabbrica di vetture usate. Ma l’usato, in un mercato maturo Nessuno mi può togliere dalla mente che il buon andacome il nostro, e dove il tasso di equipaggiamento delle mento del Pil italiano nel 2016 sia fortemente legato famiglie è altissimo, nasce quasi sempre dall’acquisto di a una cittadina della Basilicata. Possiamo fare anche una vettura nuova. un benchmark decennale con Francia e Germania sulla Se non si vende il nuovo, non si crea usato. La fase di strategia di delocalizzazione della produzione e andaespansione del nuovo favorisce l’usato. Poi, la conforma- mento del Pil…”.

4 AsConAuto INFORMA

Giugno 2017

Sardegna E-mail: sardegna@sincro.eu Tel. 070/531905 Fax: 070/5436160

Sempre in pista

Da quando ha corso la maratona di New York, l’etichetta gli è rimasta appiccicata addosso. Ma a Gianni Camboni il termine ‘maratoneta’ calza a pennello

“L

a maratona è la storia della nostra ditta: sempre a correre per raggiungere obiettivi più lontani. Ma, proprio come la maratona, si corre un chilometro per volta”. Gianni Camboni, socio titolare e amministratore unico di ‘Gruppo Zunino&Camboni’ di Sassari, ha appena tagliato l’ennesimo traguardo, anzi, l’ennesimo nastro: quello della nuova sede Opel di Olbia. ”Olbia è l’unica provincia della Sardegna”, premette il dealer, “che sta crescendo a doppia cifra: +18 per cento contro, per esempio, il +8 di Sassari. Qui c’è un’economia importante”. Cogliere un’opportunità, riprendersi il mercato, per dirla con Camboni, è il prossimo obiettivo. Anche sul fronte ricambi. “Dopo aver dedicato aprile alla ven-

dita ora stiamo strutturando il post. Abbiamo un magazzino ‘di prima necessità’, con il materiale di largo consumo; il resto arriva da Sassari e, via Sincro, ai riparatori clienti”.

Contatto diretto Fautore della nascita del consorzio nel Nord Sardegna (“la prima richiesta è partita da Sassari, Cagliari ci ha solo battuti sul tempo”), Gianni Camboni ha sperimentato “la grandissima professionalità nella consegna dei ricambi originali. Con Sincro abbiamo creato un servizio che non faceva nessuno. E poi, i promoter e i logistici che entrano in officina e colgono l’umore sono il nostro contatto diretto con il territorio. Non è un caso che in questi primi tre anni di attività siamo cresciuti tutti”. Ora tocca a Olbia.

Gianni Camboni tra i suoi magazzinieri, riferimento per i brand Opel, Nissan, Jeep, Hyundai, Dodge e Chrysler. A fianco, il taglio del nastro, lo scorso aprile, della sede di Olbia.

Giugno 2017

Brescia, Bergamo E-mail: docbs@asconauto.it Sito internet http://docbs.asconauto.it Tel. 030 3530188 Fax 030 3547784

Gli effetti si verificano sul campo. Alessandro Serioli l’ha fatto con noi

Cambiamenti radicali

D

a pochi mesi ‘Gruppo Bossoni’ ha un nuovo responsabile Servizio Ricambi, ma sono già 13 anni che Alessandro Serioli è in forza presso la concessionaria multibrand di Orzinuovi (BS), 13 anni in cui ha potuto testare gli effetti di “cambiamenti radicali”. Serioli, cui fanno capo trentuno magazzinieri distribuiti La squadra di Orzinuovi (BS), sede di ‘Gruppo Bossoni’. nelle sette sedi, si riferisce in particolare al “modo nuovo di gestire il settore ricambi, che è una costola del service e si integra con le officine interne, con quelle autorizzate e, grazie all’impulso dato da Doc, con la rete di riparatori indipendenti. Idee portate da gente fresca, e mi ci metto anch’io, hanno prodotto cambiamenti radicali, primo tra tutti la suddivisione del settore in un’area dedicata alla ricezione degli ordini, un’altra all’evasione e una terza all’officina meccanica”.

Innovarsi. Sempre In forza a Gruppo Bossoni anche dieci venditori esterni che visitano le officine e carrozzerie e raccolgono gli ordini sul posto, a volte incrociandosi con i promoter. “Nel primo trimestre 2017”, fa sapere Serioli, “abbiamo venduto ricambi per oltre quattro milioni di euro, il 95 per cento a clienti Doc. La fedeltà a Bossoni è buona, è al marchio che lo è meno”. Fornire assistenza tecnica - assodate scontistica, consegna a domicilio, mediazione del promoter, Integra - può rivelarsi un’efficace contromisura. “Avendo i contatti diretti con le nostre officine”, spiega Alessandro Serioli, “se il riparatore chiede un consulto siamo in grado di darglielo. Il magazziniere in genere fa da filtro, ma dopo aver visto la stessa casistica sullo stesso modello ripetuta cinque volte, lui stesso può fare da consulente”. Fin qui l’oggi. Domani sarà anche la tracciabilità dei colli, “un progetto AscConAuto che sta cambiando i pannolini in Sardegna. La regola è non mollare mai, innovarsi sempre, evolvere oltre la consegna dei ricambi”.

AsConAuto INFORMA 17


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 18

Hai bisogno di un rabbocco?

Parliamodi...

Sommario

Basta un litro per contribuire a proteggere il tuo motore.

4

Intervista a Marc Aguettaz

Cogliete l’attimo 6

Alla XV edizione di Dealer Day

no disposti a fare Quanti chilometri soare l’usato dei loro gli italiani per trov Lo rivela un’indagine sogni? Fino a 200. a. Un motivo condotta da Quintegisu un sito internet in più per investire anche i potenziali in grado di attrarre clienti più distanti.

Dritte per le vostre officine 10

L’asfalto chiama

12

Il quiz dell’estate

Chissà chi lo sa 14

Diretta dai consorzi

19

Apposta per voi

19

Appuntamenti

Se siete fra coloro che temono che i nuovi servizi di mobilità, dal car pooling al car sharing, possano portare a una riduzione del circolante mettendo in crisi la loro attività, sappiate che oggi sono ancora poco diffusi. Li utilizza solo il 4 per cento della popolazione italiana, il 10 nelle grandi città. Dove, però, rappresentano un’alternativa non all’auto ma ai mezzi pubblici.

www.asconauto.it AsConAuto INFORMA

Anno 15 - N. 169 - giugno Asconauto Informa - Mensile di informazione dell’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto Aut. Trib. di Rimini N. 1 2003 Direttore Responsabile: Giuseppe Guzzardi In redazione: Tiziana Altieri, Roberta Carati, Copyright © 2015 Exxon Mobil Corporation. Tutti i diritti riservati. Tutti i marchi qui utilizzati sono marchi registrati della Exxon Mobil Corporation o di una delle società da questa direttamente o indirettamente possedute o controllate. Per maggiori informazioni wizyta visita mobil1.it

Giugno 2017

Matthieu Colombo, Enrico Della Negra, Stefano Mecheri, Gianluca Ventura Redazione: via Crimea, 7 - 47900 Rimini Tel. 0541 743085 Fax 0541 743640 info@asconauto.it www.asconauto.it Impaginazione: Studio Grafico Page - Novate Milanese (MI) Stampa: Tecnostampa - via Casalecchio, 27 47900 - Rimini

occupa Buone notizie per chi sila prima volta r Pe di autoriparazione. no è tornato dal 2011, nell’ultimo aninterventi a crescere il numero di ria eseguito di manutenzione ordinainvece, gli nelle officine; in calo, o che gli italiani interventi curativi. Segnendersi cura hanno ricominciato a pr della propria auto.

AsConAuto INFORMA 3


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 2

Appostapervoi RealEngineSim Nulla di serio. Si tratta infatti di un videogioco, con i motori come protagonisti. Ma è stato ideato da un ex progettista Yamaha.

L’AUTOAGENDA

Free2move Disponibile anche per Apple Watch, riunisce in un’unica App tutti i servizi di car sharing attivi sul territorio italiano. Pratica.

Gratis

8-11 giugno ALGHERO (SS) RALLY ITALIA SARDEGNA www.rallyitaliasardegna.com

V8 engine sounds Un programmino per maniaci delle ‘muscle car’ yankee. Perché è di queste che si campiona il rombo del motore.

Gratis

Gratis

Alpine Volete comprare una fiammante riedizione della berlinetta A110 di Alpine? Potete farlo solo attraverso questa App!

Uno sguardo alle App, i programmini per tablet, smartphone e smartwatch con sistema iOs, buone per quanti bazzicano il mondo automotive.

Gratis

10-11 giugno GINEVRA (CHE) SWISS CAR EVENT www.swisscarevent.ch

Idee disegnare auto retrò Gratis Vi piacerebbe disegnare auto d’epoca, ma non siete talentuosi quanto i ‘vedutisti’ del ‘700 italiano? Ci pensa questa App ad aiutarvi.

Mercatino CHI VENDE E CHI COMPRA Avete appena sostituito le attrezzature con altre nuove o alcune in vostro possesso non vi servono più? Perché non pensare di rivenderle a qualche collega? Inviate un annuncio compilando il modulo qui sotto e speditelo via fax allo 0541 743640 oppure inviate una mail a segreteria@asconauto.it.

29 giugno-2 luglio GOODWOOD (GBR) FESTIVAL OF SPEED www.goodwood.com

Nome................................. Cognome................................. Officina ............................................................... Via e n° civico........................................... Città........................................... Prov............... Cap ................... Tel........................................................Fax .................................................Mail ......................................... Annuncio..................................................................................................................................................... .................................................................................................................................................................. ...................................................................................................................................................................

30 giugno-1 luglio MONZA MONZA HISTORIC www.monzanet.it

Accedi subito all’Area Riservata del sito AsConAuto per scoprire le promozioni commerciali delle concessionarie e le convenzioni dei Partner riservate a tutti gli associati! Che aspetti?!? Giugno 2017

AsConAuto INFORMA 19


Nazionale_16917_ALTA.qxp_20 29/05/17 10:47 Pagina 20

AsConAuto anno 15 numero 169 - Giugno 2017

www.asconauto.it

INFORMA

Mensile di informazione e cultura motoristica ORGANO UFFICIALE DELL’ ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSORZI CONCESSIONARI AUTO

L’automondo ai raggi X

Marc Aguettaz, anima di GiPA, ci spiega dove sta andando il mercato mondiale dell’automobile. Ma soprattutto come massimizzare quello dell’autoriparazione

Eventi

Quiz

Informatica

I giorni dei dealer

Chissà chi lo sa

Apposta per voi

Un salto a Verona per tirare le somme su tutto quanto è stato detto all’Automotive Dealer Day

Torna l’appuntamento coi quesiti dedicati ai super esperti di automobili e dintorni

Uno sguardo ai programmi per smartphone, smartwatch e tablet da utilizzare anche in officina

AsConAuto Informa Giugno 2017  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you