Issuu on Google+

13014_Nazionale_20 24/12/13 09.30 Pagina 20

AsConAuto

anno 12 numero 130 - gennaio 2014

www.asconauto.it

LASCIATI EMOZIONARE DALL’ARTE: RICAMBI ORIGINALI SEAT®

INFORMA

Mensile di informazione e cultura motoristica ORGANO UFFICIALE DELL’ ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSORZI CONCESSIONARI AUTO

A come Solidarietà L’intervista

Ne faremo di strada Il presente e il futuro dell’associazione secondo il suo presidente Fabrizio Guidi

A proposito di Integra

Dialoghiamo! Il progetto informatico sviluppato da AsConAuto allarga il suo campo di azione. Ecco le ultime

Allarme airbag

Non funziona! SEAT SERVICE

®

SEAT raccomanda

ENJOYNEERING SEAT-ITALIA.IT

Dietro il risparmio si può nascondere l’insidia. I vostri clienti automobilisti lo sanno?

Grazie a voi meccanici e carrozzieri di cuore l’operazione ‘Un motore di solidarietà’ ha avuto un ottimo riscontro. 800 le famiglie che hanno brindato con noi


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.30 Pagina 2


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 18

L’AUTOAGENDA

Iniziative

Parliamodi...

L’unione fa la Forza. 10

Sommario

Arriva ‘Top Doc’, il club delle eccellenze che mira a fidelizzare la clientela con iniziative multilivello 4-18 gennaio ROSARIO (ARG)/VALPARAISO (CHI) DAKAR 2014 www.dakar.com

13-26 gennaio DETROIT (USA) NAIAS www.naias.com

24-27 gennaio NEW ORLEANS (USA) NADA CONVENTION & EXPO www.nadaconvention.org

7-9 febbraio TORINO EXPO TUNING www.expotuningtorino.it

Addio AsConAuto in Tour, benvenuto Top Doc! Almeno presso il consorzio Doc Ricambi Originali CoLc-Mb-Mi-So. Che, su iniziativa del proprio presidente, Giorgio Boiani, lancia un’iniziativa atta a premiare gli autoriparatori e carrozzieri del network AsConAuto che puntano di più sui ricambi originali. L’idea è di incentivare i migliori clienti del consorzio con una serie di servizi che possano aiutarli sia a gestire meglio la propria attività quotidiana, sia a relazionarsi più facilmente con le concessionarie. Il tutto è riassunto nello slogan ‘Forza 10’. Ossia una decina di vantaggi riservati ai top buyer. Si va dalla corsia preferenziale con i capiofficina dei marchi rappresentati nel consorzio, per accelerare risposte a dubbi su informazioni tecniche, alla mailbox dedi-

4

La presidente visione

cata per arrivare dritti ai responsabili dei magazzini ricambi. Oppure dalla fornitura di materiale promozionale per la propria officina all’esenzione della quota associativa. Infine, dalle promozioni esclusive ai corsi di formazione e molto altro ancora.

6

Per molti ma non per tutti

8

Ma i vantaggi non finiscono qui. Perché, analogamente ai migliori videogame arcade, dopo aver completato un livello occorre affrontare quello successivo. Al raggiungimento dell’obiettivo Top Doc 2013, infatti, il cliente membro del Club delle eccellenze avrà diritto ad accedere all’esclusiva selezione per la nuovissima avventura Super Top Doc 2014. Con nuovi premi e nuovi vantaggi per la vostra impresa.

16 gennaio 2014 IVA -Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al mese precedente da parte dei contribuenti Iva mensili; -Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al secondo mese

precedente da parte dei contribuenti Iva mensili che hanno affidato a terzi la tenuta della contabilità optando per il regime previsto dall'art. 1, comma 3, del D.P.R. n. 100/1998; IRPEF -Versamento in unica soluzione dell'addizionale comunale all'Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze del mese precedente a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro da parte dei sostituti d’imposta; -Versamento ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese

Sempre più INTEGRAti

Il punto della situazione 9

precedente da parte dei sostituti d’imposta; 27 gennaio 2014 IVA -Ultimo giorno utile per la regolarizzazione del versamento dell'acconto Iva relativo all'anno 2013 non effettuato (o effettuato in misura insufficiente) entro il 27 dicembre 2013 (ravvedimento), con la maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta al 3 per cento da parte dei contribuenti Iva soggetti agli obblighi di liquidazione e versamento sia mensili che trimestrali.

Operazione ‘Un motore di solidarietà’

800 di questi pacchi

Le scadenze del mese... 15 gennaio 2014 RAVVEDIMENTO -Ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16 dicembre 2013, con la maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta al 3 per cento;

Intervista a Fabrizio Guidi

In diretta dai consorzi

13

Le novità per la vostra officina

14

Allarme airbag

14

Si apre l’era dei carrozzieri meccatronici

16

Notizie flash

18

Operazione Forza 10

18

Appuntamenti

18

Le scadenze del mese

18 AsConAuto INFORMA

AsConAuto Anno 12 - N. 130 - gennaio

Gennaio 2014

L’auto più venduta al mondo? È For Focus. Secondo i dati Polk, nella prid metà del 2013 sono state immatr ma icolate 589.709 vetture di questo modello con un incremento del 20 per cen to rispetto all’anno precedente. L’eleva domanda è trainata dai paesi asiaticta particolare dalla Cina, divenuta il i, in primo mercato: qui rispetto al 2012 le ven sono cresciute del 137 per cento. dite

www.asconauto.it INFORMA

Accedi subito all’Area Riservata del sito AsConAuto per scoprire le promozioni commerciali delle concessionarie e le convenzioni dei Partner riservate a tutti gli associati! Che aspetti?!?

sola preparatevi! Meccanici della Penigio condotto da Secondo un sondag gli italiani oggi Deloitte la metà de ttura a basso a acquisterebbe una ve ano, ibrida, elettric impatto: a gpl, met ile. E non lo farebbe o a cella combustibbiente ma per per preservare l’am o. risparmiare sul pien

Asconauto Informa - Mensile di informazione dell’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto Aut. Trib. di Rimini N. 1 2003

Redazione: via Crimea, 7 - 47900 Rimini Tel. 0541 743085 Fax 0541 743640 info@asconauto.it www.asconauto.it

Direttore Responsabile: Giuseppe Guzzardi In redazione: Tiziana Altieri, Roberta Carati, Matthieu Colombo, Enrico Della Negra, Stefano Mecheri, Gianluca Ventura

Impaginazione: Studio Grafico Page - Novate Milanese (MI) Stampa: Tecnostampa - via Casalecchio, 27 47900 Rimini

Gennaio 2014

di guida o delle patenti n hanno er m u n al o d no Stan canici di auto in Italia i mec parsi per il futuro. I driver di che preoccula B, infatti, in sei anni possessori del dell'8,2 per cento. sono aumentatidagine dell'Osservatorio Lo rivela un’in Nel 2012 le patenti Autopromotec. erano 34.305.966, di guida attivermavano a 31.706.288. nel 2006 si fe

AsConAuto INFORMA 3


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 4

Intervista

Insieme nella

Aiuta a mantenere la massima efficienza del tuo motore diesel

Giro di boa: è finito un anno terribile per tutto il sistema sociale. La crisi ha colpito duramente i concessionari ma anche gli autoriparatori, e il futuro appare incerto. Fabrizio Guidi, presidente di AsConaAuto, riflette sul 2014

Q Fabrizio Guidi, 62 anni, presidente di

uesta intervista l’abbiamo rimandata tante volte. Certamente per scarsa volontà di questo attivo, seppur misurato, presidente di AsConAuto. Diciamo che apparire non è esattamente nelle sue corde, ama il basso profilo ma se tirato in campo non le manda a dire, ed esprime senza mezzi termini le sue idee. Come quella di dare nuovo e forte impulso all’attività del consiglio direttivo dell’associazione tra i consorzi, il vero cuore di tutto il sistema della promozione dei ricambi originali attraverso le concessionarie di zona.

AsConAuto dallo scorso anno, è titolare insieme al fratello delle società concessionarie dei Gruppi MercedesBenz, Volkswagen e Kia tra Lucca e Pistoia. Sin dal primo momento, la sua è stata una presidenza molto dinamica.

4 AsConAuto INFORMA

Presidente, un primo bilancio su quanto fatto quest’anno, oltre la logica dei numeri... Siamo partiti con molta cautela, con un progetto di ricostruzione e rafforzamento proprio delle basi e dell’identità di AsConAuto. Puntiamo a un maggiore protagonismo dell’associazione nel mondo dell’auto, a riscuotere più visibilità e presenza, e questo non si può ottenere senza un lavoro ben congegnato a lungo termine e senza una struttura estremamente funzionale. Bisogna tenere conto che l’Associazione non disponeva e non dispone ancora oggi delle risorse necessarie per una costante presenza e per un dialogo sui tavoli automotive, pur essendo una realtà e un’esperienza dalla quale non si può più prescindere. Un processo difficile ma comunque ben avviato, già al prossimo Dealer Day di Verona si vedranno i primi risultati.

A capo di AsConAuto. Era quello che si aspettava? Francamente... non so cosa avrei dovuto aspettarmi! Posso dire quello che ho trovato e che non mi aspettavo, ovvero un gruppo dirigente e affiatato che vuole ‘fare’, e per questo anziché di presidente preferirei parlare di ‘presidenza’, includendo prima di tutto il grande lavoro di Giorgio Boiani (vicepresidente nazionale e presidente del consorzio di Lecco, n.d.r.), che rappresenta una grandissima spinta per tutti noi ed è una continua fucina di idee. Vorrei citare i due progetti di solidarietà (ultimo dei quali quello con Caritas, vedi articolo in questo numero di AsConAuto Informa, n.d.r.) e anche Forza 10, progetto di promozione che ha avuto grande successo nel suo consorzio e che diventa pertanto di portata nazionale. Ma in generale tutto il board è estremamente collaborativo, le mie speranze non sono andate deluse.

Quali prospettive per il 2014? Tante idee, tutte volte a crescere, aumentare la visibilità e il ‘peso’ di AsConAuto, e a migliorare il rapporto concessionario-autoriparatore. Dobbiamo imparare a far conoscere di più e megli quello che facciamo, il va-

Mobil 1™ può allungare la vita del turbocompressore e aiuta a mantenere stabile il consumo di carburante

autoriparatori più colpiti

Generalmente si sceglie un motore diesel perché è af fidabile ed ef ficiente e Mobil 1™ ESP Formula 5W-30 è stato progettato per aiutare a mantenere il motore in ottime condizioni più a lungo. Alcuni test hanno dimostrato la massima ef ficienza di un motore diesel anche dopo 225.000 chilometri*. La straordinaria protezione ad elevate temperature fornita da Mobil 1™ ESP Formula 5W-30 può allungare la vita del turbocompressore e aiutare anche a mantenere costante il consumo di carburante tra un cambio d'olio e l'altro. Per scoprire come Mobil 1™ può aiutare il tuo motore diesel a funzionare meglio, visita il sito mobil1.it

dall’alluviione del 2011.

*Risultati basati sulla guida di prova di una V W Jetta dotata di motore diesel 1.9L che simula 225.000 chilometri con intervalli di cambio dell'olio ogni 16.000 chilometri.

Guidi pensieroso, non ancora presidente di AsConAuto ma del consorzio sì. Momento molto intenso quello della consegna dell’assegno di solidarietà agli

©2013 Exxon Mobil Corporation MobilTM, Mobil 1TM e l’icona con l’1 sono marchi registrati della Exxon Mobil Corporation o di una delle società da questa direttamente o indirettamente possedute o controllate. Ogni altro nome di prodotto, logo e marchio è di proprietà dei rispettivi proprietari. Nulla di quanto riportato nel presente documento intende sovvertire il principio di indipendenza dei soggetti giuridici.

Gennaio 2014


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 16

News Italiani indisciplinati al volante n Gli italiani sanno quali sono i comportamenti che possono risultare rischiosi al volante eppure non li evitano. Predicano bene, insomma, ma razzolano male. Lo rivela un sondaggio condotto da Direct Line, compagnia di assicurazione on line. L’80 per cento degli intervistati ha riconosciuto come fonte di maggiore pericolo l’abitudine di inviare e leggere sms alla guida. A seguire, troviamo i sorpassi praticati senza avere la giusta visuale della strada (76 per cento), il mettersi al volante dopo aver ‘alzato il gomito’ (74), distrarsi distogliendo lo sguardo dalla strada (68) e parlare al cellulare senza auricolare (64 per cento). Solo il 35 per cento del campione, però, dichiara di essere attento e scrupoloso e di non commettere ‘falli’. L’infrazione più gettonata sembra essere il superamento dei limiti di velocità, praticata dal 27 per cento degli intervistati, ‘tallonta’ dalla mancanza di una corretta distanza di sicurezza (20 per cento). Sms e distrazioni che distolgono l’attenzione dall’asfalto sono la ‘pecca’ del 22 per cento dei driver mentre l’utilizzo dell’auricolare è sconosciuto al 19 per cento. Analizzando i dati per fasce d’età, si nota come i più inclini a distrarsi siano i giovani tra i 18 e i 24 anni, mentre i più infastiditi dall’uso dell’auricolare i guidatori tra i 25 e i 34 anni. I più responsabili? Sono gli over 45.

n Italia al fanalino di coda in Europa per quanto attiene le immatricolazioni di auto. Secondo i dati diffusi da Acea, nei Paesi dell’Ue e dell’Efta (Islanda, Norvegia e Svizzera) nei primi undici mesi dell’anno si è toccata quota 11.360.874 registrazioni, con una contrazione del 2,8 per cento rispetto ai primi undici mesi del 2012. La Penisola, in flessione da ben 27 mesi

consecutivi, ‘contribuisce’ a trascinare in basso il mercato con 1.214.237 unità da inizio anno, pari a meno 7,7 per cento sullo stesso periodo 2012. “Questo trend – ha affermato Roberto Vavassori, presidente di Anfia - va invertito puntando a un rilancio dell’industria automotive italiana attraverso poche scelte chiare, condivise e immediate, sulla base di un disegno di politica industriale a cui lavorare insieme al Governo e ai Ministeri competenti, affinché l’Italia torni ad essere, nel panorama europeo, un Paese in cui le condizioni per fare industria siano a sostegno e non di ostacolo.”

n Arriva il Generale inverno, diminuisce la temperatura, aumenta l’umidità e... addio batteria. Se non avete ancora pensato a una campagna per attrarre i clienti all’interno della vostra officina e cominciare il nuovo anno alla grande è ora di correre ai ripari. Proponendo un check della batteria e la sua eventuale sostituzione. Gli automobilisti vi ringrazieranno e il vostro fatturato ne trarrà un sicuro beneficio!

qualità lore che creiamo per i consorzi e i loro soci e per tutti i clienti. Tra le iniziative di maggior respiro previste per il 2014 c’è senz’altro la Carta dei Servizi, dedicata a dealer e officine, che riassumerà tutti i servizi creati per aumentare la redditività e semplificare il lavoro, strumento immagino gradito e utile in un momento così difficile per tutti. Nel 2014 tra l’altro celebreremo i vent’anni della nascita dei primi consorzi, un anniversario AsConAuto deve significativo che vorremmo festeggiare con incrementare la l’apertura di tavoli di collaborazione con entità rappresentatività importanti come Confartigianato, CNA, Federauto. nell’automotive, Poi vorrei accennare alle nuove convenzioni...

A proposito di convenzioni...

a vantaggio dei dealer e dei clienti autoriparatori.

Eccoci! Sono ormai già note quelle, recentissime, dedicate al trasporto auto, di soccorso o in bisarca, a prezzi particolari. Altrettanto dicasi per un altro servizio fondamentale, quello del noleggio. Dario Soncina, storico presidente dell’associazione delle origini, da parte sua sta lavorando a un progetto di leasing che credo tutti troveranno molto interessante. Poi ancora con il nostro partner GC stiamo pensando a convenzioni per l’acquisto e la manutenzione delle attrezzature, a un rinnovato rapporto con i partner storici come Exxon Mobil e Findomestic, e anche all’organizzazione di un CRM (Customer Relation Marketing), strumento indispensabile non soltanto per misurare il grado di soddisfazione dei clienti ma anche per migliorare il rapporto con loro.

Presidente, un augurio per tutti i clienti. Vorremmo riuscire a offrire ciò di cui gli autoriparatori hanno veramente bisogno, cioè ciò che serve loro per migliorare il rapporto con il cliente finale. E vogliamo farlo ottimizzando le relazioni che esistono tra il dealer, fornitore dei ricambi originali e di supporto, e l’autoriparatore. Tra queste figure non ci deve essere alcun conflitto, perché insieme si può crescere, nella qualità. l

Gennaio 2014

Ma cos’è AsConAuto?

Dalla posizione privilegiata di direttore di questo mensile mi chiedo sempre e comunque cosa sia AsConAuto, cosa possa diventare e qual è la sua forza. Credetemi, dare una risposta a queste banali domande non è semplice, soprattutto in un panorama commerciale in continua evoluzione, in una società nella quale attività e mestieri consolidati scompaiono dall’oggi al domani. Ma io una risposta certa ce l’ho. AsConAuto è anche se non soprattutto solidarietà, con la maiuscola. Ogni volta che un problema colpisce un autoriparatore ce ne sono cento pronti ad aiutarlo, se una calamità investe un consorzio ecco gli altri farsi in quattro. E oggi, vedi la nostra copertina, una iniziativa per nulla pubblicizzata esplode letteralmente tra le mani dei suoi ideatori, quei motorini del consorzio di Lecco. In pochi giorni l’idea del ‘3x1’ (compri tre pacchi natalizi, uno in più va alla Caritas) si è diffusa a macchia d’olio tra tutti i consorzi. Che tam tam! Peccato che la rivista non abbia potuto dare una mano, per colpa dei tempi di stampa che ci tengono lontani dall’attualità. Zero in promozione, 10 in reportage, perché vogliamo che tutti quelli che hanno aderito all’iniziativa sappiano dove sono finiti i loro soldi, perché vogliamo che quelli che hanno perso l’occasione la prossima volta siano più pronti. Ecco cosa è AsConAuto: un grande polo di comunicazione e di condivisione, dove c’è spazio per crescere insieme - i conti sono lì, a disposizione di tutti - per fare business usando la grande leva del numero, per aiutarci l’uno l’altro, se ce ne bisogno. E con i tempi che corrono... G.G.

AsConAuto INFORMA 5


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 6

Iniziative

Tecnologia

Ottocento di questi pacchi Non solo ricambi originali sui furgoni AsConAuto. A dicembre con loro hanno viaggiato ben 3.200 confezioni natalizie. E tante famiglie hanno potuto brindare con noi

U Sotto, Giorgio Boiani, presidente del consorzio Doc Lecco con Giovanna Fazzini responsabile della Caritas locale e Tore Rossi, coordinatore del progetto Cesea. Più a destra, altre consegne ‘simboliche’: Fabrizio Guidi, presidente dell’Associazione nazionale e del Doc Toscana Liguria, con Erinda Bakalli Responsabile Caritas. Con loro ci sono anche Leo Mollica, capo Consorzio, e i promoter di Lucca e Pistoia, Francesco Dal Poggetto e Andrea Galici. Vicino la stretta di mano di Massimo Milanese, presidente del Consorzio Roe.

n’idea nata durante una cena di lavoro e divenuta realtà grazie anche a Tore Rossi, coordinatore del progetto Cesea (vedi box). Stiamo parlando di ‘Un motore di solidarietà’, l’iniziativa che ha consentito a ben 800 famiglie colpite dalla crisi di ricevere un pacco

Il disagio mentale cresce con la crisi Considero un privilegio del mio mestiere poter conoscere ogni giorno nuove persone. Quando mi chiedono di farmi raccontare da Tore Rossi, coordinatore del progetto Cesea, come ha preso forma ‘Un motore di solidarietà’ non perdo tempo. Ed eccomi al telefono con lui, l’uomo che ha fatto da tramite tra AsConAuto e Caritas e che ha quindi consentito che i pacchi dono raggiungessero senza intoppi e in breve tempo le famiglie realmente bisognose delle diocesi dei diversi consorzi. In realtà subito la nostra chiacchierata si sposta su Cesea. Tore Rossi, infatti, mi apre una finestra su una realtà di cui si parla troppo poco perché chi ne è vittima spesso si nasconde: il violento impatto della crisi sullo stato psichico di chi ne è colpito. Il loro è un grido di

natalizio contenente prodotti valtellinesi, come il formaggio casera e i pizzoccheri, e della Franciacorta e di potersi quindi ‘unire’ virtualmente all’universo AsConAuto nei giorni di festa. La confezione è stata realizzata in collaborazione con le aziende la Fiorida e Cavalleri ed è stata messa in vendita nel sito riservato alle autofficine e alle carrozzerie affiliate ai vari consorzi. Ogni tre ordini si è composto un pacco da destinare alla Caritas che lo ha donato alle persone più bisognose nelle diocesi interessate dei consorzi stessi. Decisamente positivo il

silenzio che non ci si può rifiutare di ascoltare. Cesea è un’iniziativa che merita di essere conosciuta e diffusa in tutta Italia. “Nasce - ci spiega - nel 1999 presso il Centro Servizi Formativi del Comune di Lecco e ancora oggi è un servizio di titolarità del Comune ma abbraccia pure la Provincia. Cesea pone al centro l’uomo in situazione di fragilità e disagio sociale cronico, dalla nascita o in seguito alla perdita dei propri punti di riferimento, del lavoro in particolare.” Cesea sostiene quindi anche coloro i quali in seguito alla crisi sono caduti in forte depressione. E sono sempre di più. “Si tratta di persone, tra i 18 e i 65 anni, già seguite dai Servizi Sociali del territorio alle quali vogliamo offrire un ‘riscatto’ accompagnandole nel riprendere o riacquistare, attraverso un’attività, la loro dignità.” Oggi sono

Le batterie del futuro Le auto del domani accumuleranno energia elettrica nelle porte e nei cofani. E i carrozzieri dovranno ‘dare del tu’ alle centraline

L

o sviluppo di nuove tecnologie per le auto impone ai meccanici un costante aggiornamento tecnico. Si parla spesso, infatti, della figura del meccatronico che unisce conoscenze di meccanica a quelle della sempre più raffinata elettronica onboard. Il peso che le nuove soluzioni progettuali delle auto possono avere sulla categoria dei carrozzieri è però spesso sottovalutato. Negli ultimi anni abbiamo assistito al diffondersi di componenti di carrozzeria realizzati con innovativi poliuretani termoplastici a memoria di forma, di vernici prive di solventi, di nuove tecniche di verniciatura e al debutto di tetti fotovoltaici. Oggi vi presentiamo una tecnologia che potrebbe costringere anche i carrozzieri a seguire una formazione meccatronica: sono dei nuovi elementi di carrozzeria che sono

in grado di accumulare energia sostituendo le batterie tradizionali. Volvo ha infatti integrato in una berlina S80 dei sottili pannelli di fibra di carbonio realizzati con resina polimerica che, grazie a nanotecnologie, riescono ad accumulare energia elettrica. Gli speciali elementi supercondensatori possono sostituire i pannelli porta, il tetto, il cofano motore, il bagagliaio e i vani ruota. Applicando tutti questi elementi su una S80, Volvo ha ottenuto anche un calo del peso dell’auto del 15 per cento. Rispetto ai singoli elementi di carrozzeria, i nuovi pesano infatti la metà, fanno risparmiare il peso delle batterie classiche e hanno cicli di carica/scarica più veloci. Inutile dire che questa tecnologia è interessante per i modelli a motorizzazione ibrida dato che gli elementi possono accumulare energia generata sia in frenata sia da un sistema ibrido. Questo studio, è stato finanziato nell’ambito di un progetto di ricerca dell’Unione Europea ed ha visto Volvo collaborare con l’Imperial College London e altre sei aziende. Ci domandiamo quindi: come si ripareranno questi preziosi pannelli-batteria? Per la loro sostituzione e verniciatura sarà necessario un carrozziere-meccatronico? l

A destra i pannelli di carrozzeria in carbonio, che fanno da batteria, sviluppati nell’ambito di un progetto dell’Unione Europea che ha coinvolto Volvo e l’Imperial College London.

Gennaio 2014

AsConAuto INFORMA 15


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 14

Sicurezza

Foto ricordo di questa iniziativa solidale promossa dai consorzi AsConAuto. Da sinistra Giovanni Leone, presidente del Cdrt Toscana con il capo consorzio Alessio Vitali consegnano una delle ottocento confezioni al referente della Caritas di Firenze Francesco Biagioni e al suo collaboratore Magelan Gjegji. Stetta di mano anche per Massimo Ghiraldo, presidente Doc Padova, e il responsabile locale dell’associazione ambrosiana che promuove, sostiene e gestisce iniziative e servizi di carattere caritativoassistenziale. Sotto, la consegna ‘simbolica’ tra Davide Pezzo, presidente del Doc Mantova, e Francesco Simoncelli e la preparazione dei pacchi.

Si rischia la vita L’automobilista che vuole risparmiare troppo su una riparazione rischia il finto ripristino degli airbag

S

pesso, dietro una riparazione dell’auto a basso costo, si cela una truffa. La peggiore, che gli automobilisti non arrivano nemmeno a immaginare, è senza dubbio quella del finto ripristino degli airbag perché vengono meno gli standard di sicurezza della loro auto. Secondo un’indagine svolta nel 2013 dal portale internet Sicurauto, la tecnica di fare sparire completamente gli airbag da cruscotti, sedili e montanti è utilizzata soprattutto per le auto destinate al mercato dell’usato e l’obbligo, per un commerciante, di dover dare 12 mesi di garanzia non sembra essere un problema. Tuttavia, a nostro parere, dato il momento economico non facile, gli automobilisti che vogliono risparmiare oltre il limite del ragionevole non mancano e quegli autoriparatori smaliziati che sino a oggi hanno ‘falsificato’ gli airbag delle auto da rivendere potrebbero anche truffare i loro clienti.

Gli airbag scadono? Non esiste una regola valida per tutti. Secondo alcune Case costruttrici gli airbag delle prime generazioni sono efficienti per almeno 10 anni, mentre i più moderni arriverebbero a 14-15 anni. La ‘scadenza’ è legata in particolare alla microcarica esplosiva che con il tempo perde le sue proprietà. Solo alcuni costruttori indicano, con una apposita targhetta, la data entro la quale va effettuata la sostituzione degli airbag (vedi immagine sopra).

14 AsConAuto INFORMA

Qui sopra, le immagini di un cruscotto di un’auto incidentata prima e dopo la riparazione dello sportello di apertura dell’airbag. Ricordiamo che in molte auto il cruscotto andrebbe sostituito integralmente per ripristinare gli standard di sicurezza originali.

Per i professionisti del settore che operano sempre con trasparenza, qualità e con l’obiettivo di consegnare ai clienti delle auto sicure, è per noi fondamentale conoscere e far conoscere alla clientela il fenomeno in atto e i rischi che questo comporta.

Le conseguenze sono disastrose Una considerazione legata alla sicurezza è doverosa. Secondo noi, un’auto progettata per proteggere gli occupanti con gli airbag, se privata dei dispositivi, può essere anche meno sicura di una costruita oltre venticinque anni fa. Se il mancato intervento di un airbag porta gli occupanti a rischiare la collisione con elementi interni all’abitacolo, l’eventuale apertura di un airbag con un cruscotto o un volante riparato può proiettare frammenti di stucco e adesivi contro il viso e il corpo dei passeggeri, l ferendoli gravemente.

Anche l’usato è pericoloso La corretta procedura di riparazione prevede la sostituzione del cruscotto o di una sua sezione e non che le plastiche siano incollate, stuccate e riverniciate, con risultati perfetti solo per l’occhio e le centraline. In alcuni casi i truffatori recuperano componenti anche da auto rottamate o li comprano d’occasione online per fare un vero e proprio collage con airbag di provenienza ignota.

Gennaio 2014

‘consuntivo’: il motore della solidarietà ha funzionato alla perfezione. In venti giorni sono arrivati ben tremila ordini, il primo da Cagliari, da quella Sardegna profondamente ferita dall’ultima alluvione, che hanno consentito di devolvere appunto ottocento pacchi. “Meccanici, carrozzieri e dealer – ha dichiarato Giorgio Boiani, vicepresidente di AsConAuto e tra i promotori dell’iniziativa – hanno dimostrato di avere un grande cuore. Visto il successo dell’iniziativa ci auguriamo di riproporla in futuro e di riuscire a fare ancora di più.” l

40 i soggetti che beneficiano del progetto Cesea, per lo più di ‘mezza età’, “quella più critica - specifica Tore - perché rende più difficile un ricollocamento nel mondo del lavoro.” Gli uomini vengono coinvolti soprattutto nella manutenzione del verde, le donne nei lavori di pulizia. “Tutti sono seguiti da assistenti sociali ed educatori. Esistono vari moduli esperenziali, per ciascuna condizione umana. Oggi dipendiamo esclusivamente dall’intervento pubblico ma mi auguro che si riesca ad aprire il progetto anche all’imprenditoria locale. Perché la lista di chi attende il nostro appoggio è lunga.“ Cesea viene gestito in co-progettazione con il Consorzio Consolida che ha assegnato il lavoro ad Arcobaleno, la cooperativa di Caritas. Ecco quindi il contatto con l’associazione ambrosiana in prima linea nell’aiutare il prossimo. (T.A.)

Istantanee da tutta Italia. I pacchi, infatti, sono stati distribuiti presso le diocesi che ne hanno fatto richiesta. In basso, da destra le consegne di Dario Soncina, presidente Doc Brescia e degli uomini Gc, Stefano Mecheri, Filiberto Vaiani e Marco Callisti, ai responsabili della Caritas. Sopra posano per noi Marco Bonsi, amministratore Sincro, e Giovanni Rigoldi, presidente Miro.


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 8

SpazioIntegra

Officina&dintorni

PIT STOP In rassegna, il carrello portagomme salvaschiena, lo spray siliconico lubriprotettivo, l’avvitatore da gara, i rulli per testare i freni delle 4x4 e la dinamometrica elettronica

Avanti a tutto gas

La schiena è salva

Senza sosta l’espansione del progetto Integra, che mira a facilitare il flusso di ordinazione dei ricambi

P

Lorem Il progetto ipsum Integra, dolor sit che amet, mira a ronti, via! Dal 1° novembre è partita, presso consectetuer mettere facilmente adipiscing in collegamento elit. il consorzio Doc Lecco, la fase di speriAenean via computer commodo autoriparatori ligulae eget carrozmentazione che interessa la piattaforma doeccoi zieri quam magazzini felis, ultricies ricambi delle nec,concespelinformatica Integra by AsConAuto e il portale lenteslor.non sionarie, Aenean è al momento massa. Cum attivo sociis presso web PartsPartner. natoque tutti i consorzi penatibus del network et magnis AsConAuto. dis par-Ma L’obiettivo è testare i processi di dialogo tra i iturient meccanici montes, e i carrozzieri nascetur appartenenti ridiculus a mus.Padova Doc llenteslor. e Aenean Doc Brescia-Bergamo massa. Cum due sistemi, quello di ordinazione on line dei sociis possono natoque già da tempo penatibus beneficiare et ma- di ricambi per i riparatori e i concessionari aderenti gnis disesclusivo questo pnean massa. servizio Cum persoordinare i ricambi di marchi diai consorzi e il sito Internet interfacciato ai cataloghi ciis natoq versi, senza attese al telefono o l’invio di scomodi fax. e ai listini ufficiali delle principali Case costruttrici. Basta utilizzare un gestionale approvato. Grazie all’integrazione tra PartsPartner e Integra, i clienti dei concessionari ‘integrati’ usufruiranno di alcuni importanti vantaggi. Ad esempio la navigazione tra i due portali con un’unica autenticazione, un percorso alternativo di regi-

Integra si sta allargando, a macchia di leopardo. Da qualche settimana ormai, il progetto è stato presentato con successo al consorzio Cdrt Toscana e al Sincro Torino. Nei prossimi mesi inizierà il periodo di testing. Più avanzata la situazione presso il consorzio Doc Toscana-Liguria, dove gli esperti di AsConAuto hanno provveduto a effettuare già i primi corsi di formazione. Nei prossimi mesi vi terremo aggiornati sui nuovi rilasci.

8 AsConAuto INFORMA

L’avvitatore italiano

Costa 220 euro più Iva il carrello portagomme 471147Hd Intec. È dotato d’un sistema d’aggancio ruota automatico basculante brevettato per raccogliere, sollevare e spostare gruppi ruote da 13 a 20 pollici di diametro e fino a 200 chilogrammi di peso in modo ergonomico. Tutto grazie al sistema di blocco push-slide di cui è dotato, una sicura di bloccaggio automatico che gli consente d’afferrare saldamente i pneus senza danneggiarli. Costruito in robusto acciaio verniciato a polvere, pesa 17 chili e utilizza ruote riempite di schiuma che scorrono su cuscinetti industriali così da non segnare il pavimento.

Non solo lubrificante Sempre più ampia la famiglia di lubrificanti/sbloccanti Svitol prodotti e distribuiti dalla milanese Arexons (gruppo Petronas). La linea Technik del popolare prodotto è disponibile infatti anche in versione siliconica, ideale per apparecchiature e manufatti esposti all’umidita. Si tratta di Svitol Silikon Spray, che lubrifica, protegge e impermeabilizza anche parti di plastica e gom-

ma. Assicurando protezione dal gelo per le serrature e altri meccanismi, oltre che prevenendo l’incollamento delle guarnizioni delle portiere esposte a temperature particolarmente rigide (fino a -60 gradi). Buono anche per lubrificare attrezzature di precisione, rende idrorepellenti i materiali con i quali viene in contatto. Offerto in bombolette spray da 200 millilitri con erogatore munito anche di cannuccia, costa 5,60 euro.

strazione al portale PartsPartner, l’accesso ai cataloghi e ai listini prezzi originali nonché la possibile integrazione con i Gms approvati.

Prova freni per 4wd Informatevi! Con la diffusione di Integra tra i consorzi sparsi sul territorio nazionale, verrà via via ampliato automaticamente anche il collegamento col portale PartsPartner, per rendere la gestione dei ricambi originali un gioco da ragazzi. Ottenete tutte le informazioni sul funzionamento di Integra, il progetto pensato per far colloquiare i Gms degli autoriparatori coi Dms dei concessionari - sviluppato secondo gli standard dell’americana Star (Standard of Technology in Automotive Retail) - contattando direttamente AsConAuto. l

Gennaio 2014

Xedra, azienda reggiana specializzata in attrezzature per le revisioni, propone un pratico dispositivo a rulli atto al collaudo - nel contesto MCTCNet 2 - dell’impianto frenante installato su veicoli a quattro ruote motrici con trazione integrale permanente. Abbinabile al banco Rbt 34 dell’azienda medesima o a qualsiasi altro banco prova freni a rulli, il kit si compone di due rulliere che vanno infilate sotto l’asse non sottoposto alla prova sul banco freni. La particolare struttura delle rulliere impedisce l’arretramento in fase di frenata e consente la misura inalterata dell’efficienza.

Gennaio 2014

Dalla Dino Paoli di Reggio Emilia una linea di avvitatori 100 per cento made in Italy caratterizzata da un rapporto peso/potenza estremamente favorevole e dall’elevata qualità di assemblaggio. Tra questi c’è il Dp 150, un avvitatore di derivazione motorsport, da 4,5 chilogrammi di peso e 235 millimetri di lunghezza, opportunamente adattato per il settore automotive non corsaiolo. Buono per lo smontaggio ruote di veicoli commerciali, camion, autobus e mezzi pesanti, ha un attacco quadro da 1 pollice e l’entrata dell’aria da 3/8 di pollice, con diametro interno del tubo d’alimentazione pari a 13 millimetri. Il Dp 150 ha una velocità libera di 8.000 giri/minuto e una coppia massima di 1.700 Nm. Disponibile anche in versione ‘Al’, ossia con albero porta bussola prolungato.

Serraggi a puntino Una chiave dinamometrica sofisticatissima, da maniaci della perfezione. Addirittura elettronica, a scatto e indicazione. Si tratta della 730Dr, prodotta dalla tedesca Stahlwille e disponibile nelle versioni da mezzo o tre quarti di pollice, con campo da 20 a 200 Nm e da 40 a 400 Nm. Ha il cricchetto reversibile e permette d’impostare i limiti di tolleranza. Il display segnala se si sta esagerando con la coppia applicata, mentre una memoria interna le permette di ‘ricordare’ fino a 7.500 coppie d’avvitamento, con lettura e valutazione su pc collegabile via Usb. Per tutte, attacco utensili a innesto da 14 per 18 millimetri. Prezzi a partire da 374 euro più Iva.

AsConAuto INFORMA 13


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 12

indirettaconiconsorzi

Brescia, Bergamo E-mail docbs@asconauto.it Sito internet http://docbs.asconauto.it Tel. 030 3530188 Fax 030 3547784

indirettaconiconsorzi

Padova, Castelfranco Veneto E-mail: docpd@asconauto.it Tel. 049 761465 Fax: 049 7629858

In buone mani Controlli gratuiti, presso Gruppo Bonaldi, in occasione di ‘Quattro Edition Days e Winter Check’

“S

iamo come l’AsConAuto, come la Doc, siamo il top”. Se mai il consorzio Ricambi Originali avrà bisogno di un valido testimonial, lo troverà in Giuseppe Asperti, dal 1990 responsabile ricambi del Gruppo Bonaldi di Bergamo (Volkswagen, Audi, Škoda, Seat, Lamborghini, Porsche). Asperti è reduce da ‘Audi Quattro Edition Days e Winter Check’, tutto un sabato dedicato alla trazione integrale quattro. “È una strategia, sono anni che ci ritagliamo uno spazio per le gomme da neve. Una, a volte due giornate, eppure non bastano. Dovremmo iniziare il primo ottobre e finire il 30 novembre”.

Guidati da un esperto Pirelli, tanti dei visitatori confluiti nello ‘snowpark’ allestito in piazzale Bonaldi si sono cimentati al volante delle Audi A3 Sportback, A4 Allroad e Audi Q3 Offroad testando salita e discesa con pendenze fino al 20 per cento e un piano di frenata preparati con materiale che simulava le condizioni di guida sulla neve. E mentre i driver sperimentavano le differenze fra trazione anteriore e trazione integrale abbinata ai pneumatici invernali, lo staff tecnico Bonaldi si prendeva cura delle loro auto in officina. “Il cliente - ha detto Asperti - ha apprezzato, tanto più che il check up era gratuito”.

Doc&Gen-Art, la vita è adesso

Giuseppe Asperti (il secondo da sin.): “In un’unica giornata, abbiamo fissato 40 appuntamenti e venduto sei serie. Solo pneumatici premium, niente sottomarche”.

12 AsConAuto INFORMA

“M

U

La fedeltà premia “È stata una bella emozione, non me l’aspettavo. Una gratificazione per me e per i miei dipendenti”, ha commentato Emanuele Giacomazzi, contitolare insieme allo zio Riccardo della carrozzeria ‘San Giorgio’ di Castelfranco Veneto. “Vuol dire ha aggiunto - che lavoriamo in una certa maniera con un consorzio che ci permette di lavorare bene, rispet-

Expo, Fratelli Cozzi c’è Unico al mondo, il Museo Alfa Romeo potrebbe diventare meta segnalata nel vademecum per il visitatore Expo 2015

Gradita sorpresa per sette autoriparatori in occasione del primi cinque anni di attività del consorzio n concerto di Baglioni, il 20 dicembre al Palageox con il suo ‘Dieci Dita Tour’: un regalo inatteso ma, soprattutto, un riconoscimento firmato Doc-GenArt. La serata per i primi cinque anni del Consorzio Ricambi Originali Padova-Castelfranco Veneto ha avuto una ‘coda’ che ha felicemente colto di sorpresa sette autoriparatori clienti: le carrozzerie ‘San Giorgio’ di Castelfranco Veneto (TV), ‘BP Car’ di Fontaniva (PD), ‘Nuova Milano’ di Padova, e le officine ‘Maso Car Service’ di Montegrotto Terme (PD), ‘O.M.A.I.’ di Vedelago (TV), ‘Este Motor’ di Este (PD), ‘Autotre’ di Cittadella (PD).

Milano, Varese E-mail: segreteria@ucavricambi.eu Sito internet: http://www.ucavricambi.eu Tel. 0331 990251 Fax: 0331 997367

Qui sopra, l’interno della Carrozzeria San Giorgio di Castelfranco Veneto (TV). Sotto, l’Autofficina Maso Car Service di Montegrotto Terme (PD).

tando i tempi di consegna. Sono precisi e, a memoria, non ricordo un solo ordine sbagliato. Il servizio è sempre stato efficiente, sanno fare bene il loro mestiere”. Incredulo “ed emozionato al punto di andare nel panico”, Omar Maso, a capo dell’officina ‘Maso Car Service’ di Montegrotto Terme. “Passato lo choc all’idea di salire sul palco, mi sono goduto il momento e tutta la serata. Ho caro il farmi conoscere, e mi ha fatto piacere incontrare di persona i concessionari e i magazzinieri con cui lavoro tutti i giorni”.

Gennaio 2014

i farebbe davvero piacere”. È cauto il commendator Pietro Cozzi, e non potrebbe essere diversamente in questa fase ancora interlocutoria che vede il suo Museo Alfa Romeo, 40 auto che oggi rappresentano oltre metà della storia industriale del glorioso marchio, possibile meta di Expo 2015. “In un’ottica di Grande Milano - spiega il dealer-collezionista - il vademecum potrebbe suggerire Legnano con il Castello di San Giorgio, Palazzo Malinverni e, appunto, il Museo”. Museo la cui storia inizia con Pietro Cozzi. “La prima è stata una Giulietta del 1960, troppo bella per buttarla via. Lo spazio c’era, e siccome l’appetito vien mangiando, si sono ag-

giunte auto che un altro venditore avrebbe rottamato”. Non lui, che le ama in modo viscerale come la sua azienda, “al punto - scherza - che mia moglie Marisa mi accusa di amarle più di lei. Del resto, la mia azienda l’ho conosciuta prima!”. Sulla stessa lunghezza d’onda Elisabetta e Roberto, che condividono con il padre la passione per un mestiere “che non può esaurirsi nella vendita. Henry Ford diceva che per essere vincente non basta capire cosa vuole il cliente, quello lo sanno fare tutti, bisogna anticipare i suoi desideri”. In Fratelli Cozzi lo fanno d’abitudine. E chi vuole sognare, deve solamente chiedere di scendere nel seminterrato e riempirsi gli occhi con 40 gioielli. Su quattro ruote.

Dal 2003 concessionaria socia Ucav, la ‘Fratelli Cozzi’ tratta Alfa Romeo e poi Fiat, Lancia, Bmw, Mini, Jeep. Il presidente è Pietro Cozzi, nella foto tra i figli Elisabetta (AD) e Roberto (vicepresidente).

Pietro Cozzi: “È stato fatto un sondaggio in America da cui è risultato che i primi tre marchi conosciuti sono Coca Cola, Ferrari e Alfa Romeo”.

www.novitàinrete È sbarcato online con lo stesso entusiasmo con cui ha avviato l’attività nella Capitale. È Sincro Roma, il ventesimo consorzio nato in seno ad AsConAuto. Alla stregua delle altre sei società cooperative già in rete - Torino-Aosta-Biella-Genova, Marche, ViterboTerni, Catania-Ragusa, Sardegna, Bari-BAT-Matera - anche a Sincro Roma si accede attraverso il portale http://www.sincro.eu. Il format è quello collaudato: profilo, rete dei concessionari, ricerca affiliati, area riservata, e ovviamente le news, che spaziano dall’attualità del mondo automotive all’operatività dei Distretti Sincro. Buona navigazione!

Gennaio 2014

AsConAuto INFORMA 9


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 10

indirettaconiconsorzi

Partners in Quality Brescia, Bergamo E-mail docbs@asconauto.it Sito internet http://docbs.asconauto.it Tel. 030 3530188 Fax 030 3547784

Consigliere-Professore

Un incontro concessionaria-autoriparatori per rinsaldare un’alleanza strategica. Che mette al centro Doc Ricambi Originali RY NEW ENT

Passaggio di testimone tra il consorzio Original Service e Sincro Ravenna. In comune, tutti e nove i soci fondatori

F

anno i conti con un parco circolante in cui l’età media delle vetture Bmw sfiora i sette anni e mezzo; e la rete dei riparatori indipendenti lavora su oltre la metà dei veicoli Bmw con più di quattro anni di vita. ‘Partners in Quality’ ha fornito l’occasione per commentare questi dati a Mario Manelli, responsabile service Dinamica (Gruppo Bonera), e Giorgio Gaibotti, responsabile magazzino Nanni Nember. Entrambe le concessionarie sono socie Doc Ricambi Originali. Com’è il mercato oggi? Mario Manelli (Dinamica): Nelle attività di officina e magazzino abbiamo cominciato a patire gli effetti della crisi a partire dalla seconda metà del 2012. Il cliente premium Bmw - l’agente di commercio, il piccolo e medio imprenditore, il libero professionista - è molto più attento a tutti i prezzi, confronta più preventivi e ha una capacità di spesa ridotta.

Istantanee dagli incontri ‘Partners in Quality’ Bmw: A lato e sotto in Dinamica (Gruppo Bonera), in alto in Nanni Nember.

10 AsConAuto INFORMA

Giorgio Gaibotti (Nanni Nember): È sicuramente calato, ma anche quest’anno siamo riusciti a mantenere i livelli del 2012. È dal 2007 che il fatturato del magazzino non cresce, anche se noi con nuove iniziative e promozioni cerchiamo sempre di metterci il segno ‘più’ davanti; comunque di questi tempi la stabilità è già un successo. In questo contesto Doc che ruolo gioca? Manelli: È il modo per riuscire a servire il cliente finale che non viene più presso la nostra officina ma si appoggia a un autoriparatore affiliato al Consorzio. Gaibotti: I due titolari, Massimo e Roberto Nember, hanno sempre avuto un’attenzione speciale per i clienti Doc. Oltre a poter contare sull’informazione tecnica, il meccanico che ha bisogno di spegnere la spia ha a disposizione una corsia preferenziale che gli permette, senza prenotazione ma passando dal magazzino, di andare direttamente in officina. 'Partners in Quality' era tutto per loro... Manelli: Era la nostra seconda volta, dopo il debutto dell’anno scorso, e potrebbe diventare un appuntamento fisso. È importante trasmettere agli autoriparatori Doc il messaggio che vogliamo essere loro partner. Gaibotti: Per Nanni Nember è già il terzo anno, ormai un appuntamento fisso. Hanno partecipato i nostri ‘fedelissimi’ ma, serata a parte, è anche sugli altri che dobbiamo lavorare.

Firenze, Arezzo, Prato, Pisa E-mail: cdrt@asconauto.it Sito internet: http://cdrt.asconauto.it Tel. 055 882346 Fax 055 8810875

Romagna mia

F

orse non tutti sanno che il suo territorio comunale è il secondo in Italia per superficie, superato solo da quello di Roma. Stiamo parlando di Ravenna, la città più grande e storicamente più importante della Romagna, che dal primo gennaio tre furgoni Sincro stanno percorrendo in lungo e in largo, con frequenti puntate fuori dai confini urbani. Con l’anno nuovo la numerosa famiglia AsConAuto ha infatti tenuto a battesimo il 21esimo consorzio, il settimo Distretto Sincro, costituito nel solco di ‘Original Service’. I nove soci fondatori (v. tabella), sono gli stessi che hanno guidato con passione e competenza Original Service, e che oggi lavorano alla ricerca di maggiori sinergie e opportunità con la rete AsConAuto. Con un promoter e tre furgoni per le consegne, Sincro Ravenna servirà un potenziale di circa 200 tra officine e carrozzerie, accomunate dalla scelta di lavorare con i ricambi originali. Una scelta di qualità a monte. CONCESSIONARI BE. CAR DE STEFANI DESTAUTO EMILIANA MOTOR F.LLI BENELLI GHETTI GIOVANNI LEONI & CASADIO GROUP LINEA BLU MORENOMOTOR COMPANY

In alto, la prima lezione in Tarducci Spa quando l’Accademia Cdrt era ancora un progetto. Sotto, l’ultimo incontro sul Common Rail.

L

ui non sale in cattedra, scende. Docente molto apprezzato dell’Accademia Cdrt, Marco Tarducci, contitolare e responsabile service e logistico della concessionaria fiorentina ’Tarducci Spa’, sa come si fa formazione a meccanici e carrozzieri: “È tutta gente del mestiere, titolari o dipendenti; se vuoi avere un dialogo, devi metterti sul loro stesso piano”. Nel suo ufficio, ormai adibito permanentemente ad aula (“tanto io vivo in officina”), il consigliere Cdrt ha già tenuto due corsi: uno per la certificazione ministeriale addetti manipolazione e stoccaggio degli F-Gas, e uno di aggiornamento sul Common Rail. “Sabato 11 gennaio - annuncia Tarducci - tratteremo il cambio automatico. So già che non potrò accogliere tutte le richieste, ma nel secondo semestre si ripartirà da capo”.

Formazione permanente Supportata dal punto di vista organizzativo dal capoconsorzio Alessio Vitali e da Mario Vannucci, titolare dell’omonima azienda di attrezzature per officina e main partner del progetto, l’Accademia Cdrt ha un obiettivo dichiarato: creare una rete di autoriparatori di qualità, nuove sinergie e una sempre più stretta collaborazione all’interno della filiera automotive. La via per raggiungerlo passa per l’officina, quella messa a disposizione da ‘Tarducci Spa’. Sintetizza il consigliere: “Prima do i concetti base, poi andiamo a sporcarci le mani”. L’apericena nella concessionaria FiatLancia ‘G. Villa’ di Monza. Sotto, gran finale al Teatro Villoresi sulle note dello Smashin’ Gospel e del Rejoice Gospel Choir.

Lecco, Sondrio, Como, Monza e Brianza, Milano E-mail: doclc@asconauto.it Sito internet: http://doclc.asconauto.it Tel. 0362 998375 Fax: 0362 928944

MARCHI OPEL G.M. MERCEDES - SMART NISSAN FORD PEUGEOT AUDI - SEAT - SKODA VOLKSWAGEN KIA - OPEL G.M. - SAAB JAGUAR - MAZDA - VOLVO CHRYSLER - JEEP MITSUBISHI - SUBARU

Gennaio 2014

Concessionario e consigliere del consorzio, Marco Tarducci è l’ideatore di Accademia Cdrt. E siccome ama insegnare, eccolo in ‘cattedra’

Che musica, con Doc! Serata a inviti per sessanta clienti Top Doc ben avviati sulla strada dell’eccellenza. Tappa in ‘G. Villa’ a Monza e poi a teatro

S

ull’ultimo brano erano tutti in piedi. Lo spettacolo ‘Le note I sogni Le voci’ in scena al Teatro Villoresi di Monza suggella un evento riuscito a partire dall’happy hour nella concessionaria Fiat-Lancia ‘G. Villa’ di Monza. Socio Doc e sostenitore delle iniziative della ‘Fondazione Alessio Tavecchio Onlus’, cui è stato devoluto parte dell’incasso della serata, Matteo Villa ha dato il benvenuto nella sede di Viale Sicilia

Gennaio 2014

a 120 tra autoripatori clienti e accompagnatori. “È stato un aperitivo informale - racconta il dealer - che ci ha dato modo di incontrarci al di fuori dell’ambiente di lavoro. E di far conoscere ai nostri clienti che cos’è l’organizzazione Doc, che cosa c’è dietro la telefonata con cui si ordina il ricambio originale o il furgone che lo recapita a domicilio”.

Sulla strada dell’eccellenza Molto apprezzato il trasferimento in pullman dalla concessionaria al teatro. “Sembrava di essere in gita, tutti insieme in un’atmosfera rilassata. Grazie al carisma di Giorgio (il presidente Boiani, NdA) e alla presenza di Davide Blatti, dei promoter, dei logistici, sono certo che i nostri autoriparatori abbiamo colto appieno cosa vuol dire far parte della grande famiglia Doc”. Serata a inviti, hanno partecipato 60 dei clienti più virtuosi, fedeli al ricambio originale.

AsConAuto INFORMA 11


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 10

indirettaconiconsorzi

Partners in Quality Brescia, Bergamo E-mail docbs@asconauto.it Sito internet http://docbs.asconauto.it Tel. 030 3530188 Fax 030 3547784

Consigliere-Professore

Un incontro concessionaria-autoriparatori per rinsaldare un’alleanza strategica. Che mette al centro Doc Ricambi Originali RY NEW ENT

Passaggio di testimone tra il consorzio Original Service e Sincro Ravenna. In comune, tutti e nove i soci fondatori

F

anno i conti con un parco circolante in cui l’età media delle vetture Bmw sfiora i sette anni e mezzo; e la rete dei riparatori indipendenti lavora su oltre la metà dei veicoli Bmw con più di quattro anni di vita. ‘Partners in Quality’ ha fornito l’occasione per commentare questi dati a Mario Manelli, responsabile service Dinamica (Gruppo Bonera), e Giorgio Gaibotti, responsabile magazzino Nanni Nember. Entrambe le concessionarie sono socie Doc Ricambi Originali. Com’è il mercato oggi? Mario Manelli (Dinamica): Nelle attività di officina e magazzino abbiamo cominciato a patire gli effetti della crisi a partire dalla seconda metà del 2012. Il cliente premium Bmw - l’agente di commercio, il piccolo e medio imprenditore, il libero professionista - è molto più attento a tutti i prezzi, confronta più preventivi e ha una capacità di spesa ridotta.

Istantanee dagli incontri ‘Partners in Quality’ Bmw: A lato e sotto in Dinamica (Gruppo Bonera), in alto in Nanni Nember.

10 AsConAuto INFORMA

Giorgio Gaibotti (Nanni Nember): È sicuramente calato, ma anche quest’anno siamo riusciti a mantenere i livelli del 2012. È dal 2007 che il fatturato del magazzino non cresce, anche se noi con nuove iniziative e promozioni cerchiamo sempre di metterci il segno ‘più’ davanti; comunque di questi tempi la stabilità è già un successo. In questo contesto Doc che ruolo gioca? Manelli: È il modo per riuscire a servire il cliente finale che non viene più presso la nostra officina ma si appoggia a un autoriparatore affiliato al Consorzio. Gaibotti: I due titolari, Massimo e Roberto Nember, hanno sempre avuto un’attenzione speciale per i clienti Doc. Oltre a poter contare sull’informazione tecnica, il meccanico che ha bisogno di spegnere la spia ha a disposizione una corsia preferenziale che gli permette, senza prenotazione ma passando dal magazzino, di andare direttamente in officina. 'Partners in Quality' era tutto per loro... Manelli: Era la nostra seconda volta, dopo il debutto dell’anno scorso, e potrebbe diventare un appuntamento fisso. È importante trasmettere agli autoriparatori Doc il messaggio che vogliamo essere loro partner. Gaibotti: Per Nanni Nember è già il terzo anno, ormai un appuntamento fisso. Hanno partecipato i nostri ‘fedelissimi’ ma, serata a parte, è anche sugli altri che dobbiamo lavorare.

Firenze, Arezzo, Prato, Pisa E-mail: cdrt@asconauto.it Sito internet: http://cdrt.asconauto.it Tel. 055 882346 Fax 055 8810875

Romagna mia

F

orse non tutti sanno che il suo territorio comunale è il secondo in Italia per superficie, superato solo da quello di Roma. Stiamo parlando di Ravenna, la città più grande e storicamente più importante della Romagna, che dal primo gennaio tre furgoni Sincro stanno percorrendo in lungo e in largo, con frequenti puntate fuori dai confini urbani. Con l’anno nuovo la numerosa famiglia AsConAuto ha infatti tenuto a battesimo il 21esimo consorzio, il settimo Distretto Sincro, costituito nel solco di ‘Original Service’. I nove soci fondatori (v. tabella), sono gli stessi che hanno guidato con passione e competenza Original Service, e che oggi lavorano alla ricerca di maggiori sinergie e opportunità con la rete AsConAuto. Con un promoter e tre furgoni per le consegne, Sincro Ravenna servirà un potenziale di circa 200 tra officine e carrozzerie, accomunate dalla scelta di lavorare con i ricambi originali. Una scelta di qualità a monte. CONCESSIONARI BE. CAR DE STEFANI DESTAUTO EMILIANA MOTOR F.LLI BENELLI GHETTI GIOVANNI LEONI & CASADIO GROUP LINEA BLU MORENOMOTOR COMPANY

In alto, la prima lezione in Tarducci Spa quando l’Accademia Cdrt era ancora un progetto. Sotto, l’ultimo incontro sul Common Rail.

L

ui non sale in cattedra, scende. Docente molto apprezzato dell’Accademia Cdrt, Marco Tarducci, contitolare e responsabile service e logistico della concessionaria fiorentina ’Tarducci Spa’, sa come si fa formazione a meccanici e carrozzieri: “È tutta gente del mestiere, titolari o dipendenti; se vuoi avere un dialogo, devi metterti sul loro stesso piano”. Nel suo ufficio, ormai adibito permanentemente ad aula (“tanto io vivo in officina”), il consigliere Cdrt ha già tenuto due corsi: uno per la certificazione ministeriale addetti manipolazione e stoccaggio degli F-Gas, e uno di aggiornamento sul Common Rail. “Sabato 11 gennaio - annuncia Tarducci - tratteremo il cambio automatico. So già che non potrò accogliere tutte le richieste, ma nel secondo semestre si ripartirà da capo”.

Formazione permanente Supportata dal punto di vista organizzativo dal capoconsorzio Alessio Vitali e da Mario Vannucci, titolare dell’omonima azienda di attrezzature per officina e main partner del progetto, l’Accademia Cdrt ha un obiettivo dichiarato: creare una rete di autoriparatori di qualità, nuove sinergie e una sempre più stretta collaborazione all’interno della filiera automotive. La via per raggiungerlo passa per l’officina, quella messa a disposizione da ‘Tarducci Spa’. Sintetizza il consigliere: “Prima do i concetti base, poi andiamo a sporcarci le mani”. L’apericena nella concessionaria FiatLancia ‘G. Villa’ di Monza. Sotto, gran finale al Teatro Villoresi sulle note dello Smashin’ Gospel e del Rejoice Gospel Choir.

Lecco, Sondrio, Como, Monza e Brianza, Milano E-mail: doclc@asconauto.it Sito internet: http://doclc.asconauto.it Tel. 0362 998375 Fax: 0362 928944

MARCHI OPEL G.M. MERCEDES - SMART NISSAN FORD PEUGEOT AUDI - SEAT - SKODA VOLKSWAGEN KIA - OPEL G.M. - SAAB JAGUAR - MAZDA - VOLVO CHRYSLER - JEEP MITSUBISHI - SUBARU

Gennaio 2014

Concessionario e consigliere del consorzio, Marco Tarducci è l’ideatore di Accademia Cdrt. E siccome ama insegnare, eccolo in ‘cattedra’

Che musica, con Doc! Serata a inviti per sessanta clienti Top Doc ben avviati sulla strada dell’eccellenza. Tappa in ‘G. Villa’ a Monza e poi a teatro

S

ull’ultimo brano erano tutti in piedi. Lo spettacolo ‘Le note I sogni Le voci’ in scena al Teatro Villoresi di Monza suggella un evento riuscito a partire dall’happy hour nella concessionaria Fiat-Lancia ‘G. Villa’ di Monza. Socio Doc e sostenitore delle iniziative della ‘Fondazione Alessio Tavecchio Onlus’, cui è stato devoluto parte dell’incasso della serata, Matteo Villa ha dato il benvenuto nella sede di Viale Sicilia

Gennaio 2014

a 120 tra autoripatori clienti e accompagnatori. “È stato un aperitivo informale - racconta il dealer - che ci ha dato modo di incontrarci al di fuori dell’ambiente di lavoro. E di far conoscere ai nostri clienti che cos’è l’organizzazione Doc, che cosa c’è dietro la telefonata con cui si ordina il ricambio originale o il furgone che lo recapita a domicilio”.

Sulla strada dell’eccellenza Molto apprezzato il trasferimento in pullman dalla concessionaria al teatro. “Sembrava di essere in gita, tutti insieme in un’atmosfera rilassata. Grazie al carisma di Giorgio (il presidente Boiani, NdA) e alla presenza di Davide Blatti, dei promoter, dei logistici, sono certo che i nostri autoriparatori abbiamo colto appieno cosa vuol dire far parte della grande famiglia Doc”. Serata a inviti, hanno partecipato 60 dei clienti più virtuosi, fedeli al ricambio originale.

AsConAuto INFORMA 11


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 12

indirettaconiconsorzi

Brescia, Bergamo E-mail docbs@asconauto.it Sito internet http://docbs.asconauto.it Tel. 030 3530188 Fax 030 3547784

indirettaconiconsorzi

Padova, Castelfranco Veneto E-mail: docpd@asconauto.it Tel. 049 761465 Fax: 049 7629858

In buone mani Controlli gratuiti, presso Gruppo Bonaldi, in occasione di ‘Quattro Edition Days e Winter Check’

“S

iamo come l’AsConAuto, come la Doc, siamo il top”. Se mai il consorzio Ricambi Originali avrà bisogno di un valido testimonial, lo troverà in Giuseppe Asperti, dal 1990 responsabile ricambi del Gruppo Bonaldi di Bergamo (Volkswagen, Audi, Škoda, Seat, Lamborghini, Porsche). Asperti è reduce da ‘Audi Quattro Edition Days e Winter Check’, tutto un sabato dedicato alla trazione integrale quattro. “È una strategia, sono anni che ci ritagliamo uno spazio per le gomme da neve. Una, a volte due giornate, eppure non bastano. Dovremmo iniziare il primo ottobre e finire il 30 novembre”.

Guidati da un esperto Pirelli, tanti dei visitatori confluiti nello ‘snowpark’ allestito in piazzale Bonaldi si sono cimentati al volante delle Audi A3 Sportback, A4 Allroad e Audi Q3 Offroad testando salita e discesa con pendenze fino al 20 per cento e un piano di frenata preparati con materiale che simulava le condizioni di guida sulla neve. E mentre i driver sperimentavano le differenze fra trazione anteriore e trazione integrale abbinata ai pneumatici invernali, lo staff tecnico Bonaldi si prendeva cura delle loro auto in officina. “Il cliente - ha detto Asperti - ha apprezzato, tanto più che il check up era gratuito”.

Doc&Gen-Art, la vita è adesso

Giuseppe Asperti (il secondo da sin.): “In un’unica giornata, abbiamo fissato 40 appuntamenti e venduto sei serie. Solo pneumatici premium, niente sottomarche”.

12 AsConAuto INFORMA

“M

U

La fedeltà premia “È stata una bella emozione, non me l’aspettavo. Una gratificazione per me e per i miei dipendenti”, ha commentato Emanuele Giacomazzi, contitolare insieme allo zio Riccardo della carrozzeria ‘San Giorgio’ di Castelfranco Veneto. “Vuol dire ha aggiunto - che lavoriamo in una certa maniera con un consorzio che ci permette di lavorare bene, rispet-

Expo, Fratelli Cozzi c’è Unico al mondo, il Museo Alfa Romeo potrebbe diventare meta segnalata nel vademecum per il visitatore Expo 2015

Gradita sorpresa per sette autoriparatori in occasione del primi cinque anni di attività del consorzio n concerto di Baglioni, il 20 dicembre al Palageox con il suo ‘Dieci Dita Tour’: un regalo inatteso ma, soprattutto, un riconoscimento firmato Doc-GenArt. La serata per i primi cinque anni del Consorzio Ricambi Originali Padova-Castelfranco Veneto ha avuto una ‘coda’ che ha felicemente colto di sorpresa sette autoriparatori clienti: le carrozzerie ‘San Giorgio’ di Castelfranco Veneto (TV), ‘BP Car’ di Fontaniva (PD), ‘Nuova Milano’ di Padova, e le officine ‘Maso Car Service’ di Montegrotto Terme (PD), ‘O.M.A.I.’ di Vedelago (TV), ‘Este Motor’ di Este (PD), ‘Autotre’ di Cittadella (PD).

Milano, Varese E-mail: segreteria@ucavricambi.eu Sito internet: http://www.ucavricambi.eu Tel. 0331 990251 Fax: 0331 997367

Qui sopra, l’interno della Carrozzeria San Giorgio di Castelfranco Veneto (TV). Sotto, l’Autofficina Maso Car Service di Montegrotto Terme (PD).

tando i tempi di consegna. Sono precisi e, a memoria, non ricordo un solo ordine sbagliato. Il servizio è sempre stato efficiente, sanno fare bene il loro mestiere”. Incredulo “ed emozionato al punto di andare nel panico”, Omar Maso, a capo dell’officina ‘Maso Car Service’ di Montegrotto Terme. “Passato lo choc all’idea di salire sul palco, mi sono goduto il momento e tutta la serata. Ho caro il farmi conoscere, e mi ha fatto piacere incontrare di persona i concessionari e i magazzinieri con cui lavoro tutti i giorni”.

Gennaio 2014

i farebbe davvero piacere”. È cauto il commendator Pietro Cozzi, e non potrebbe essere diversamente in questa fase ancora interlocutoria che vede il suo Museo Alfa Romeo, 40 auto che oggi rappresentano oltre metà della storia industriale del glorioso marchio, possibile meta di Expo 2015. “In un’ottica di Grande Milano - spiega il dealer-collezionista - il vademecum potrebbe suggerire Legnano con il Castello di San Giorgio, Palazzo Malinverni e, appunto, il Museo”. Museo la cui storia inizia con Pietro Cozzi. “La prima è stata una Giulietta del 1960, troppo bella per buttarla via. Lo spazio c’era, e siccome l’appetito vien mangiando, si sono ag-

giunte auto che un altro venditore avrebbe rottamato”. Non lui, che le ama in modo viscerale come la sua azienda, “al punto - scherza - che mia moglie Marisa mi accusa di amarle più di lei. Del resto, la mia azienda l’ho conosciuta prima!”. Sulla stessa lunghezza d’onda Elisabetta e Roberto, che condividono con il padre la passione per un mestiere “che non può esaurirsi nella vendita. Henry Ford diceva che per essere vincente non basta capire cosa vuole il cliente, quello lo sanno fare tutti, bisogna anticipare i suoi desideri”. In Fratelli Cozzi lo fanno d’abitudine. E chi vuole sognare, deve solamente chiedere di scendere nel seminterrato e riempirsi gli occhi con 40 gioielli. Su quattro ruote.

Dal 2003 concessionaria socia Ucav, la ‘Fratelli Cozzi’ tratta Alfa Romeo e poi Fiat, Lancia, Bmw, Mini, Jeep. Il presidente è Pietro Cozzi, nella foto tra i figli Elisabetta (AD) e Roberto (vicepresidente).

Pietro Cozzi: “È stato fatto un sondaggio in America da cui è risultato che i primi tre marchi conosciuti sono Coca Cola, Ferrari e Alfa Romeo”.

www.novitàinrete È sbarcato online con lo stesso entusiasmo con cui ha avviato l’attività nella Capitale. È Sincro Roma, il ventesimo consorzio nato in seno ad AsConAuto. Alla stregua delle altre sei società cooperative già in rete - Torino-Aosta-Biella-Genova, Marche, ViterboTerni, Catania-Ragusa, Sardegna, Bari-BAT-Matera - anche a Sincro Roma si accede attraverso il portale http://www.sincro.eu. Il format è quello collaudato: profilo, rete dei concessionari, ricerca affiliati, area riservata, e ovviamente le news, che spaziano dall’attualità del mondo automotive all’operatività dei Distretti Sincro. Buona navigazione!

Gennaio 2014

AsConAuto INFORMA 9


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 8

SpazioIntegra

Officina&dintorni

PIT STOP In rassegna, il carrello portagomme salvaschiena, lo spray siliconico lubriprotettivo, l’avvitatore da gara, i rulli per testare i freni delle 4x4 e la dinamometrica elettronica

Avanti a tutto gas

La schiena è salva

Senza sosta l’espansione del progetto Integra, che mira a facilitare il flusso di ordinazione dei ricambi

P

Lorem Il progetto ipsum Integra, dolor sit che amet, mira a ronti, via! Dal 1° novembre è partita, presso consectetuer mettere facilmente adipiscing in collegamento elit. il consorzio Doc Lecco, la fase di speriAenean via computer commodo autoriparatori ligulae eget carrozmentazione che interessa la piattaforma doeccoi zieri quam magazzini felis, ultricies ricambi delle nec,concespelinformatica Integra by AsConAuto e il portale lenteslor.non sionarie, Aenean è al momento massa. Cum attivo sociis presso web PartsPartner. natoque tutti i consorzi penatibus del network et magnis AsConAuto. dis par-Ma L’obiettivo è testare i processi di dialogo tra i iturient meccanici montes, e i carrozzieri nascetur appartenenti ridiculus a mus.Padova Doc llenteslor. e Aenean Doc Brescia-Bergamo massa. Cum due sistemi, quello di ordinazione on line dei sociis possono natoque già da tempo penatibus beneficiare et ma- di ricambi per i riparatori e i concessionari aderenti gnis disesclusivo questo pnean massa. servizio Cum persoordinare i ricambi di marchi diai consorzi e il sito Internet interfacciato ai cataloghi ciis natoq versi, senza attese al telefono o l’invio di scomodi fax. e ai listini ufficiali delle principali Case costruttrici. Basta utilizzare un gestionale approvato. Grazie all’integrazione tra PartsPartner e Integra, i clienti dei concessionari ‘integrati’ usufruiranno di alcuni importanti vantaggi. Ad esempio la navigazione tra i due portali con un’unica autenticazione, un percorso alternativo di regi-

Integra si sta allargando, a macchia di leopardo. Da qualche settimana ormai, il progetto è stato presentato con successo al consorzio Cdrt Toscana e al Sincro Torino. Nei prossimi mesi inizierà il periodo di testing. Più avanzata la situazione presso il consorzio Doc Toscana-Liguria, dove gli esperti di AsConAuto hanno provveduto a effettuare già i primi corsi di formazione. Nei prossimi mesi vi terremo aggiornati sui nuovi rilasci.

8 AsConAuto INFORMA

L’avvitatore italiano

Costa 220 euro più Iva il carrello portagomme 471147Hd Intec. È dotato d’un sistema d’aggancio ruota automatico basculante brevettato per raccogliere, sollevare e spostare gruppi ruote da 13 a 20 pollici di diametro e fino a 200 chilogrammi di peso in modo ergonomico. Tutto grazie al sistema di blocco push-slide di cui è dotato, una sicura di bloccaggio automatico che gli consente d’afferrare saldamente i pneus senza danneggiarli. Costruito in robusto acciaio verniciato a polvere, pesa 17 chili e utilizza ruote riempite di schiuma che scorrono su cuscinetti industriali così da non segnare il pavimento.

Non solo lubrificante Sempre più ampia la famiglia di lubrificanti/sbloccanti Svitol prodotti e distribuiti dalla milanese Arexons (gruppo Petronas). La linea Technik del popolare prodotto è disponibile infatti anche in versione siliconica, ideale per apparecchiature e manufatti esposti all’umidita. Si tratta di Svitol Silikon Spray, che lubrifica, protegge e impermeabilizza anche parti di plastica e gom-

ma. Assicurando protezione dal gelo per le serrature e altri meccanismi, oltre che prevenendo l’incollamento delle guarnizioni delle portiere esposte a temperature particolarmente rigide (fino a -60 gradi). Buono anche per lubrificare attrezzature di precisione, rende idrorepellenti i materiali con i quali viene in contatto. Offerto in bombolette spray da 200 millilitri con erogatore munito anche di cannuccia, costa 5,60 euro.

strazione al portale PartsPartner, l’accesso ai cataloghi e ai listini prezzi originali nonché la possibile integrazione con i Gms approvati.

Prova freni per 4wd Informatevi! Con la diffusione di Integra tra i consorzi sparsi sul territorio nazionale, verrà via via ampliato automaticamente anche il collegamento col portale PartsPartner, per rendere la gestione dei ricambi originali un gioco da ragazzi. Ottenete tutte le informazioni sul funzionamento di Integra, il progetto pensato per far colloquiare i Gms degli autoriparatori coi Dms dei concessionari - sviluppato secondo gli standard dell’americana Star (Standard of Technology in Automotive Retail) - contattando direttamente AsConAuto. l

Gennaio 2014

Xedra, azienda reggiana specializzata in attrezzature per le revisioni, propone un pratico dispositivo a rulli atto al collaudo - nel contesto MCTCNet 2 - dell’impianto frenante installato su veicoli a quattro ruote motrici con trazione integrale permanente. Abbinabile al banco Rbt 34 dell’azienda medesima o a qualsiasi altro banco prova freni a rulli, il kit si compone di due rulliere che vanno infilate sotto l’asse non sottoposto alla prova sul banco freni. La particolare struttura delle rulliere impedisce l’arretramento in fase di frenata e consente la misura inalterata dell’efficienza.

Gennaio 2014

Dalla Dino Paoli di Reggio Emilia una linea di avvitatori 100 per cento made in Italy caratterizzata da un rapporto peso/potenza estremamente favorevole e dall’elevata qualità di assemblaggio. Tra questi c’è il Dp 150, un avvitatore di derivazione motorsport, da 4,5 chilogrammi di peso e 235 millimetri di lunghezza, opportunamente adattato per il settore automotive non corsaiolo. Buono per lo smontaggio ruote di veicoli commerciali, camion, autobus e mezzi pesanti, ha un attacco quadro da 1 pollice e l’entrata dell’aria da 3/8 di pollice, con diametro interno del tubo d’alimentazione pari a 13 millimetri. Il Dp 150 ha una velocità libera di 8.000 giri/minuto e una coppia massima di 1.700 Nm. Disponibile anche in versione ‘Al’, ossia con albero porta bussola prolungato.

Serraggi a puntino Una chiave dinamometrica sofisticatissima, da maniaci della perfezione. Addirittura elettronica, a scatto e indicazione. Si tratta della 730Dr, prodotta dalla tedesca Stahlwille e disponibile nelle versioni da mezzo o tre quarti di pollice, con campo da 20 a 200 Nm e da 40 a 400 Nm. Ha il cricchetto reversibile e permette d’impostare i limiti di tolleranza. Il display segnala se si sta esagerando con la coppia applicata, mentre una memoria interna le permette di ‘ricordare’ fino a 7.500 coppie d’avvitamento, con lettura e valutazione su pc collegabile via Usb. Per tutte, attacco utensili a innesto da 14 per 18 millimetri. Prezzi a partire da 374 euro più Iva.

AsConAuto INFORMA 13


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 14

Sicurezza

Foto ricordo di questa iniziativa solidale promossa dai consorzi AsConAuto. Da sinistra Giovanni Leone, presidente del Cdrt Toscana con il capo consorzio Alessio Vitali consegnano una delle ottocento confezioni al referente della Caritas di Firenze Francesco Biagioni e al suo collaboratore Magelan Gjegji. Stetta di mano anche per Massimo Ghiraldo, presidente Doc Padova, e il responsabile locale dell’associazione ambrosiana che promuove, sostiene e gestisce iniziative e servizi di carattere caritativoassistenziale. Sotto, la consegna ‘simbolica’ tra Davide Pezzo, presidente del Doc Mantova, e Francesco Simoncelli e la preparazione dei pacchi.

Si rischia la vita L’automobilista che vuole risparmiare troppo su una riparazione rischia il finto ripristino degli airbag

S

pesso, dietro una riparazione dell’auto a basso costo, si cela una truffa. La peggiore, che gli automobilisti non arrivano nemmeno a immaginare, è senza dubbio quella del finto ripristino degli airbag perché vengono meno gli standard di sicurezza della loro auto. Secondo un’indagine svolta nel 2013 dal portale internet Sicurauto, la tecnica di fare sparire completamente gli airbag da cruscotti, sedili e montanti è utilizzata soprattutto per le auto destinate al mercato dell’usato e l’obbligo, per un commerciante, di dover dare 12 mesi di garanzia non sembra essere un problema. Tuttavia, a nostro parere, dato il momento economico non facile, gli automobilisti che vogliono risparmiare oltre il limite del ragionevole non mancano e quegli autoriparatori smaliziati che sino a oggi hanno ‘falsificato’ gli airbag delle auto da rivendere potrebbero anche truffare i loro clienti.

Gli airbag scadono? Non esiste una regola valida per tutti. Secondo alcune Case costruttrici gli airbag delle prime generazioni sono efficienti per almeno 10 anni, mentre i più moderni arriverebbero a 14-15 anni. La ‘scadenza’ è legata in particolare alla microcarica esplosiva che con il tempo perde le sue proprietà. Solo alcuni costruttori indicano, con una apposita targhetta, la data entro la quale va effettuata la sostituzione degli airbag (vedi immagine sopra).

14 AsConAuto INFORMA

Qui sopra, le immagini di un cruscotto di un’auto incidentata prima e dopo la riparazione dello sportello di apertura dell’airbag. Ricordiamo che in molte auto il cruscotto andrebbe sostituito integralmente per ripristinare gli standard di sicurezza originali.

Per i professionisti del settore che operano sempre con trasparenza, qualità e con l’obiettivo di consegnare ai clienti delle auto sicure, è per noi fondamentale conoscere e far conoscere alla clientela il fenomeno in atto e i rischi che questo comporta.

Le conseguenze sono disastrose Una considerazione legata alla sicurezza è doverosa. Secondo noi, un’auto progettata per proteggere gli occupanti con gli airbag, se privata dei dispositivi, può essere anche meno sicura di una costruita oltre venticinque anni fa. Se il mancato intervento di un airbag porta gli occupanti a rischiare la collisione con elementi interni all’abitacolo, l’eventuale apertura di un airbag con un cruscotto o un volante riparato può proiettare frammenti di stucco e adesivi contro il viso e il corpo dei passeggeri, l ferendoli gravemente.

Anche l’usato è pericoloso La corretta procedura di riparazione prevede la sostituzione del cruscotto o di una sua sezione e non che le plastiche siano incollate, stuccate e riverniciate, con risultati perfetti solo per l’occhio e le centraline. In alcuni casi i truffatori recuperano componenti anche da auto rottamate o li comprano d’occasione online per fare un vero e proprio collage con airbag di provenienza ignota.

Gennaio 2014

‘consuntivo’: il motore della solidarietà ha funzionato alla perfezione. In venti giorni sono arrivati ben tremila ordini, il primo da Cagliari, da quella Sardegna profondamente ferita dall’ultima alluvione, che hanno consentito di devolvere appunto ottocento pacchi. “Meccanici, carrozzieri e dealer – ha dichiarato Giorgio Boiani, vicepresidente di AsConAuto e tra i promotori dell’iniziativa – hanno dimostrato di avere un grande cuore. Visto il successo dell’iniziativa ci auguriamo di riproporla in futuro e di riuscire a fare ancora di più.” l

40 i soggetti che beneficiano del progetto Cesea, per lo più di ‘mezza età’, “quella più critica - specifica Tore - perché rende più difficile un ricollocamento nel mondo del lavoro.” Gli uomini vengono coinvolti soprattutto nella manutenzione del verde, le donne nei lavori di pulizia. “Tutti sono seguiti da assistenti sociali ed educatori. Esistono vari moduli esperenziali, per ciascuna condizione umana. Oggi dipendiamo esclusivamente dall’intervento pubblico ma mi auguro che si riesca ad aprire il progetto anche all’imprenditoria locale. Perché la lista di chi attende il nostro appoggio è lunga.“ Cesea viene gestito in co-progettazione con il Consorzio Consolida che ha assegnato il lavoro ad Arcobaleno, la cooperativa di Caritas. Ecco quindi il contatto con l’associazione ambrosiana in prima linea nell’aiutare il prossimo. (T.A.)

Istantanee da tutta Italia. I pacchi, infatti, sono stati distribuiti presso le diocesi che ne hanno fatto richiesta. In basso, da destra le consegne di Dario Soncina, presidente Doc Brescia e degli uomini Gc, Stefano Mecheri, Filiberto Vaiani e Marco Callisti, ai responsabili della Caritas. Sopra posano per noi Marco Bonsi, amministratore Sincro, e Giovanni Rigoldi, presidente Miro.


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 6

Iniziative

Tecnologia

Ottocento di questi pacchi Non solo ricambi originali sui furgoni AsConAuto. A dicembre con loro hanno viaggiato ben 3.200 confezioni natalizie. E tante famiglie hanno potuto brindare con noi

U Sotto, Giorgio Boiani, presidente del consorzio Doc Lecco con Giovanna Fazzini responsabile della Caritas locale e Tore Rossi, coordinatore del progetto Cesea. Più a destra, altre consegne ‘simboliche’: Fabrizio Guidi, presidente dell’Associazione nazionale e del Doc Toscana Liguria, con Erinda Bakalli Responsabile Caritas. Con loro ci sono anche Leo Mollica, capo Consorzio, e i promoter di Lucca e Pistoia, Francesco Dal Poggetto e Andrea Galici. Vicino la stretta di mano di Massimo Milanese, presidente del Consorzio Roe.

n’idea nata durante una cena di lavoro e divenuta realtà grazie anche a Tore Rossi, coordinatore del progetto Cesea (vedi box). Stiamo parlando di ‘Un motore di solidarietà’, l’iniziativa che ha consentito a ben 800 famiglie colpite dalla crisi di ricevere un pacco

Il disagio mentale cresce con la crisi Considero un privilegio del mio mestiere poter conoscere ogni giorno nuove persone. Quando mi chiedono di farmi raccontare da Tore Rossi, coordinatore del progetto Cesea, come ha preso forma ‘Un motore di solidarietà’ non perdo tempo. Ed eccomi al telefono con lui, l’uomo che ha fatto da tramite tra AsConAuto e Caritas e che ha quindi consentito che i pacchi dono raggiungessero senza intoppi e in breve tempo le famiglie realmente bisognose delle diocesi dei diversi consorzi. In realtà subito la nostra chiacchierata si sposta su Cesea. Tore Rossi, infatti, mi apre una finestra su una realtà di cui si parla troppo poco perché chi ne è vittima spesso si nasconde: il violento impatto della crisi sullo stato psichico di chi ne è colpito. Il loro è un grido di

natalizio contenente prodotti valtellinesi, come il formaggio casera e i pizzoccheri, e della Franciacorta e di potersi quindi ‘unire’ virtualmente all’universo AsConAuto nei giorni di festa. La confezione è stata realizzata in collaborazione con le aziende la Fiorida e Cavalleri ed è stata messa in vendita nel sito riservato alle autofficine e alle carrozzerie affiliate ai vari consorzi. Ogni tre ordini si è composto un pacco da destinare alla Caritas che lo ha donato alle persone più bisognose nelle diocesi interessate dei consorzi stessi. Decisamente positivo il

silenzio che non ci si può rifiutare di ascoltare. Cesea è un’iniziativa che merita di essere conosciuta e diffusa in tutta Italia. “Nasce - ci spiega - nel 1999 presso il Centro Servizi Formativi del Comune di Lecco e ancora oggi è un servizio di titolarità del Comune ma abbraccia pure la Provincia. Cesea pone al centro l’uomo in situazione di fragilità e disagio sociale cronico, dalla nascita o in seguito alla perdita dei propri punti di riferimento, del lavoro in particolare.” Cesea sostiene quindi anche coloro i quali in seguito alla crisi sono caduti in forte depressione. E sono sempre di più. “Si tratta di persone, tra i 18 e i 65 anni, già seguite dai Servizi Sociali del territorio alle quali vogliamo offrire un ‘riscatto’ accompagnandole nel riprendere o riacquistare, attraverso un’attività, la loro dignità.” Oggi sono

Le batterie del futuro Le auto del domani accumuleranno energia elettrica nelle porte e nei cofani. E i carrozzieri dovranno ‘dare del tu’ alle centraline

L

o sviluppo di nuove tecnologie per le auto impone ai meccanici un costante aggiornamento tecnico. Si parla spesso, infatti, della figura del meccatronico che unisce conoscenze di meccanica a quelle della sempre più raffinata elettronica onboard. Il peso che le nuove soluzioni progettuali delle auto possono avere sulla categoria dei carrozzieri è però spesso sottovalutato. Negli ultimi anni abbiamo assistito al diffondersi di componenti di carrozzeria realizzati con innovativi poliuretani termoplastici a memoria di forma, di vernici prive di solventi, di nuove tecniche di verniciatura e al debutto di tetti fotovoltaici. Oggi vi presentiamo una tecnologia che potrebbe costringere anche i carrozzieri a seguire una formazione meccatronica: sono dei nuovi elementi di carrozzeria che sono

in grado di accumulare energia sostituendo le batterie tradizionali. Volvo ha infatti integrato in una berlina S80 dei sottili pannelli di fibra di carbonio realizzati con resina polimerica che, grazie a nanotecnologie, riescono ad accumulare energia elettrica. Gli speciali elementi supercondensatori possono sostituire i pannelli porta, il tetto, il cofano motore, il bagagliaio e i vani ruota. Applicando tutti questi elementi su una S80, Volvo ha ottenuto anche un calo del peso dell’auto del 15 per cento. Rispetto ai singoli elementi di carrozzeria, i nuovi pesano infatti la metà, fanno risparmiare il peso delle batterie classiche e hanno cicli di carica/scarica più veloci. Inutile dire che questa tecnologia è interessante per i modelli a motorizzazione ibrida dato che gli elementi possono accumulare energia generata sia in frenata sia da un sistema ibrido. Questo studio, è stato finanziato nell’ambito di un progetto di ricerca dell’Unione Europea ed ha visto Volvo collaborare con l’Imperial College London e altre sei aziende. Ci domandiamo quindi: come si ripareranno questi preziosi pannelli-batteria? Per la loro sostituzione e verniciatura sarà necessario un carrozziere-meccatronico? l

A destra i pannelli di carrozzeria in carbonio, che fanno da batteria, sviluppati nell’ambito di un progetto dell’Unione Europea che ha coinvolto Volvo e l’Imperial College London.

Gennaio 2014

AsConAuto INFORMA 15


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 16

News Italiani indisciplinati al volante n Gli italiani sanno quali sono i comportamenti che possono risultare rischiosi al volante eppure non li evitano. Predicano bene, insomma, ma razzolano male. Lo rivela un sondaggio condotto da Direct Line, compagnia di assicurazione on line. L’80 per cento degli intervistati ha riconosciuto come fonte di maggiore pericolo l’abitudine di inviare e leggere sms alla guida. A seguire, troviamo i sorpassi praticati senza avere la giusta visuale della strada (76 per cento), il mettersi al volante dopo aver ‘alzato il gomito’ (74), distrarsi distogliendo lo sguardo dalla strada (68) e parlare al cellulare senza auricolare (64 per cento). Solo il 35 per cento del campione, però, dichiara di essere attento e scrupoloso e di non commettere ‘falli’. L’infrazione più gettonata sembra essere il superamento dei limiti di velocità, praticata dal 27 per cento degli intervistati, ‘tallonta’ dalla mancanza di una corretta distanza di sicurezza (20 per cento). Sms e distrazioni che distolgono l’attenzione dall’asfalto sono la ‘pecca’ del 22 per cento dei driver mentre l’utilizzo dell’auricolare è sconosciuto al 19 per cento. Analizzando i dati per fasce d’età, si nota come i più inclini a distrarsi siano i giovani tra i 18 e i 24 anni, mentre i più infastiditi dall’uso dell’auricolare i guidatori tra i 25 e i 34 anni. I più responsabili? Sono gli over 45.

n Italia al fanalino di coda in Europa per quanto attiene le immatricolazioni di auto. Secondo i dati diffusi da Acea, nei Paesi dell’Ue e dell’Efta (Islanda, Norvegia e Svizzera) nei primi undici mesi dell’anno si è toccata quota 11.360.874 registrazioni, con una contrazione del 2,8 per cento rispetto ai primi undici mesi del 2012. La Penisola, in flessione da ben 27 mesi

consecutivi, ‘contribuisce’ a trascinare in basso il mercato con 1.214.237 unità da inizio anno, pari a meno 7,7 per cento sullo stesso periodo 2012. “Questo trend – ha affermato Roberto Vavassori, presidente di Anfia - va invertito puntando a un rilancio dell’industria automotive italiana attraverso poche scelte chiare, condivise e immediate, sulla base di un disegno di politica industriale a cui lavorare insieme al Governo e ai Ministeri competenti, affinché l’Italia torni ad essere, nel panorama europeo, un Paese in cui le condizioni per fare industria siano a sostegno e non di ostacolo.”

n Arriva il Generale inverno, diminuisce la temperatura, aumenta l’umidità e... addio batteria. Se non avete ancora pensato a una campagna per attrarre i clienti all’interno della vostra officina e cominciare il nuovo anno alla grande è ora di correre ai ripari. Proponendo un check della batteria e la sua eventuale sostituzione. Gli automobilisti vi ringrazieranno e il vostro fatturato ne trarrà un sicuro beneficio!

qualità lore che creiamo per i consorzi e i loro soci e per tutti i clienti. Tra le iniziative di maggior respiro previste per il 2014 c’è senz’altro la Carta dei Servizi, dedicata a dealer e officine, che riassumerà tutti i servizi creati per aumentare la redditività e semplificare il lavoro, strumento immagino gradito e utile in un momento così difficile per tutti. Nel 2014 tra l’altro celebreremo i vent’anni della nascita dei primi consorzi, un anniversario AsConAuto deve significativo che vorremmo festeggiare con incrementare la l’apertura di tavoli di collaborazione con entità rappresentatività importanti come Confartigianato, CNA, Federauto. nell’automotive, Poi vorrei accennare alle nuove convenzioni...

A proposito di convenzioni...

a vantaggio dei dealer e dei clienti autoriparatori.

Eccoci! Sono ormai già note quelle, recentissime, dedicate al trasporto auto, di soccorso o in bisarca, a prezzi particolari. Altrettanto dicasi per un altro servizio fondamentale, quello del noleggio. Dario Soncina, storico presidente dell’associazione delle origini, da parte sua sta lavorando a un progetto di leasing che credo tutti troveranno molto interessante. Poi ancora con il nostro partner GC stiamo pensando a convenzioni per l’acquisto e la manutenzione delle attrezzature, a un rinnovato rapporto con i partner storici come Exxon Mobil e Findomestic, e anche all’organizzazione di un CRM (Customer Relation Marketing), strumento indispensabile non soltanto per misurare il grado di soddisfazione dei clienti ma anche per migliorare il rapporto con loro.

Presidente, un augurio per tutti i clienti. Vorremmo riuscire a offrire ciò di cui gli autoriparatori hanno veramente bisogno, cioè ciò che serve loro per migliorare il rapporto con il cliente finale. E vogliamo farlo ottimizzando le relazioni che esistono tra il dealer, fornitore dei ricambi originali e di supporto, e l’autoriparatore. Tra queste figure non ci deve essere alcun conflitto, perché insieme si può crescere, nella qualità. l

Gennaio 2014

Ma cos’è AsConAuto?

Dalla posizione privilegiata di direttore di questo mensile mi chiedo sempre e comunque cosa sia AsConAuto, cosa possa diventare e qual è la sua forza. Credetemi, dare una risposta a queste banali domande non è semplice, soprattutto in un panorama commerciale in continua evoluzione, in una società nella quale attività e mestieri consolidati scompaiono dall’oggi al domani. Ma io una risposta certa ce l’ho. AsConAuto è anche se non soprattutto solidarietà, con la maiuscola. Ogni volta che un problema colpisce un autoriparatore ce ne sono cento pronti ad aiutarlo, se una calamità investe un consorzio ecco gli altri farsi in quattro. E oggi, vedi la nostra copertina, una iniziativa per nulla pubblicizzata esplode letteralmente tra le mani dei suoi ideatori, quei motorini del consorzio di Lecco. In pochi giorni l’idea del ‘3x1’ (compri tre pacchi natalizi, uno in più va alla Caritas) si è diffusa a macchia d’olio tra tutti i consorzi. Che tam tam! Peccato che la rivista non abbia potuto dare una mano, per colpa dei tempi di stampa che ci tengono lontani dall’attualità. Zero in promozione, 10 in reportage, perché vogliamo che tutti quelli che hanno aderito all’iniziativa sappiano dove sono finiti i loro soldi, perché vogliamo che quelli che hanno perso l’occasione la prossima volta siano più pronti. Ecco cosa è AsConAuto: un grande polo di comunicazione e di condivisione, dove c’è spazio per crescere insieme - i conti sono lì, a disposizione di tutti - per fare business usando la grande leva del numero, per aiutarci l’uno l’altro, se ce ne bisogno. E con i tempi che corrono... G.G.

AsConAuto INFORMA 5


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 4

Intervista

Insieme nella

Aiuta a mantenere la massima efficienza del tuo motore diesel

Giro di boa: è finito un anno terribile per tutto il sistema sociale. La crisi ha colpito duramente i concessionari ma anche gli autoriparatori, e il futuro appare incerto. Fabrizio Guidi, presidente di AsConaAuto, riflette sul 2014

Q Fabrizio Guidi, 62 anni, presidente di

uesta intervista l’abbiamo rimandata tante volte. Certamente per scarsa volontà di questo attivo, seppur misurato, presidente di AsConAuto. Diciamo che apparire non è esattamente nelle sue corde, ama il basso profilo ma se tirato in campo non le manda a dire, ed esprime senza mezzi termini le sue idee. Come quella di dare nuovo e forte impulso all’attività del consiglio direttivo dell’associazione tra i consorzi, il vero cuore di tutto il sistema della promozione dei ricambi originali attraverso le concessionarie di zona.

AsConAuto dallo scorso anno, è titolare insieme al fratello delle società concessionarie dei Gruppi MercedesBenz, Volkswagen e Kia tra Lucca e Pistoia. Sin dal primo momento, la sua è stata una presidenza molto dinamica.

4 AsConAuto INFORMA

Presidente, un primo bilancio su quanto fatto quest’anno, oltre la logica dei numeri... Siamo partiti con molta cautela, con un progetto di ricostruzione e rafforzamento proprio delle basi e dell’identità di AsConAuto. Puntiamo a un maggiore protagonismo dell’associazione nel mondo dell’auto, a riscuotere più visibilità e presenza, e questo non si può ottenere senza un lavoro ben congegnato a lungo termine e senza una struttura estremamente funzionale. Bisogna tenere conto che l’Associazione non disponeva e non dispone ancora oggi delle risorse necessarie per una costante presenza e per un dialogo sui tavoli automotive, pur essendo una realtà e un’esperienza dalla quale non si può più prescindere. Un processo difficile ma comunque ben avviato, già al prossimo Dealer Day di Verona si vedranno i primi risultati.

A capo di AsConAuto. Era quello che si aspettava? Francamente... non so cosa avrei dovuto aspettarmi! Posso dire quello che ho trovato e che non mi aspettavo, ovvero un gruppo dirigente e affiatato che vuole ‘fare’, e per questo anziché di presidente preferirei parlare di ‘presidenza’, includendo prima di tutto il grande lavoro di Giorgio Boiani (vicepresidente nazionale e presidente del consorzio di Lecco, n.d.r.), che rappresenta una grandissima spinta per tutti noi ed è una continua fucina di idee. Vorrei citare i due progetti di solidarietà (ultimo dei quali quello con Caritas, vedi articolo in questo numero di AsConAuto Informa, n.d.r.) e anche Forza 10, progetto di promozione che ha avuto grande successo nel suo consorzio e che diventa pertanto di portata nazionale. Ma in generale tutto il board è estremamente collaborativo, le mie speranze non sono andate deluse.

Quali prospettive per il 2014? Tante idee, tutte volte a crescere, aumentare la visibilità e il ‘peso’ di AsConAuto, e a migliorare il rapporto concessionario-autoriparatore. Dobbiamo imparare a far conoscere di più e megli quello che facciamo, il va-

Mobil 1™ può allungare la vita del turbocompressore e aiuta a mantenere stabile il consumo di carburante

autoriparatori più colpiti

Generalmente si sceglie un motore diesel perché è af fidabile ed ef ficiente e Mobil 1™ ESP Formula 5W-30 è stato progettato per aiutare a mantenere il motore in ottime condizioni più a lungo. Alcuni test hanno dimostrato la massima ef ficienza di un motore diesel anche dopo 225.000 chilometri*. La straordinaria protezione ad elevate temperature fornita da Mobil 1™ ESP Formula 5W-30 può allungare la vita del turbocompressore e aiutare anche a mantenere costante il consumo di carburante tra un cambio d'olio e l'altro. Per scoprire come Mobil 1™ può aiutare il tuo motore diesel a funzionare meglio, visita il sito mobil1.it

dall’alluviione del 2011.

*Risultati basati sulla guida di prova di una V W Jetta dotata di motore diesel 1.9L che simula 225.000 chilometri con intervalli di cambio dell'olio ogni 16.000 chilometri.

Guidi pensieroso, non ancora presidente di AsConAuto ma del consorzio sì. Momento molto intenso quello della consegna dell’assegno di solidarietà agli

©2013 Exxon Mobil Corporation MobilTM, Mobil 1TM e l’icona con l’1 sono marchi registrati della Exxon Mobil Corporation o di una delle società da questa direttamente o indirettamente possedute o controllate. Ogni altro nome di prodotto, logo e marchio è di proprietà dei rispettivi proprietari. Nulla di quanto riportato nel presente documento intende sovvertire il principio di indipendenza dei soggetti giuridici.

Gennaio 2014


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.31 Pagina 18

L’AUTOAGENDA

Iniziative

Parliamodi...

L’unione fa la Forza. 10

Sommario

Arriva ‘Top Doc’, il club delle eccellenze che mira a fidelizzare la clientela con iniziative multilivello 4-18 gennaio ROSARIO (ARG)/VALPARAISO (CHI) DAKAR 2014 www.dakar.com

13-26 gennaio DETROIT (USA) NAIAS www.naias.com

24-27 gennaio NEW ORLEANS (USA) NADA CONVENTION & EXPO www.nadaconvention.org

7-9 febbraio TORINO EXPO TUNING www.expotuningtorino.it

Addio AsConAuto in Tour, benvenuto Top Doc! Almeno presso il consorzio Doc Ricambi Originali CoLc-Mb-Mi-So. Che, su iniziativa del proprio presidente, Giorgio Boiani, lancia un’iniziativa atta a premiare gli autoriparatori e carrozzieri del network AsConAuto che puntano di più sui ricambi originali. L’idea è di incentivare i migliori clienti del consorzio con una serie di servizi che possano aiutarli sia a gestire meglio la propria attività quotidiana, sia a relazionarsi più facilmente con le concessionarie. Il tutto è riassunto nello slogan ‘Forza 10’. Ossia una decina di vantaggi riservati ai top buyer. Si va dalla corsia preferenziale con i capiofficina dei marchi rappresentati nel consorzio, per accelerare risposte a dubbi su informazioni tecniche, alla mailbox dedi-

4

La presidente visione

cata per arrivare dritti ai responsabili dei magazzini ricambi. Oppure dalla fornitura di materiale promozionale per la propria officina all’esenzione della quota associativa. Infine, dalle promozioni esclusive ai corsi di formazione e molto altro ancora.

6

Per molti ma non per tutti

8

Ma i vantaggi non finiscono qui. Perché, analogamente ai migliori videogame arcade, dopo aver completato un livello occorre affrontare quello successivo. Al raggiungimento dell’obiettivo Top Doc 2013, infatti, il cliente membro del Club delle eccellenze avrà diritto ad accedere all’esclusiva selezione per la nuovissima avventura Super Top Doc 2014. Con nuovi premi e nuovi vantaggi per la vostra impresa.

16 gennaio 2014 IVA -Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al mese precedente da parte dei contribuenti Iva mensili; -Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al secondo mese

precedente da parte dei contribuenti Iva mensili che hanno affidato a terzi la tenuta della contabilità optando per il regime previsto dall'art. 1, comma 3, del D.P.R. n. 100/1998; IRPEF -Versamento in unica soluzione dell'addizionale comunale all'Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze del mese precedente a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro da parte dei sostituti d’imposta; -Versamento ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese

Sempre più INTEGRAti

Il punto della situazione 9

precedente da parte dei sostituti d’imposta; 27 gennaio 2014 IVA -Ultimo giorno utile per la regolarizzazione del versamento dell'acconto Iva relativo all'anno 2013 non effettuato (o effettuato in misura insufficiente) entro il 27 dicembre 2013 (ravvedimento), con la maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta al 3 per cento da parte dei contribuenti Iva soggetti agli obblighi di liquidazione e versamento sia mensili che trimestrali.

Operazione ‘Un motore di solidarietà’

800 di questi pacchi

Le scadenze del mese... 15 gennaio 2014 RAVVEDIMENTO -Ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16 dicembre 2013, con la maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta al 3 per cento;

Intervista a Fabrizio Guidi

In diretta dai consorzi

13

Le novità per la vostra officina

14

Allarme airbag

14

Si apre l’era dei carrozzieri meccatronici

16

Notizie flash

18

Operazione Forza 10

18

Appuntamenti

18

Le scadenze del mese

18 AsConAuto INFORMA

AsConAuto Anno 12 - N. 130 - gennaio

Gennaio 2014

L’auto più venduta al mondo? È For Focus. Secondo i dati Polk, nella prid metà del 2013 sono state immatr ma icolate 589.709 vetture di questo modello con un incremento del 20 per cen to rispetto all’anno precedente. L’eleva domanda è trainata dai paesi asiaticta particolare dalla Cina, divenuta il i, in primo mercato: qui rispetto al 2012 le ven sono cresciute del 137 per cento. dite

www.asconauto.it INFORMA

Accedi subito all’Area Riservata del sito AsConAuto per scoprire le promozioni commerciali delle concessionarie e le convenzioni dei Partner riservate a tutti gli associati! Che aspetti?!?

sola preparatevi! Meccanici della Penigio condotto da Secondo un sondag gli italiani oggi Deloitte la metà de ttura a basso a acquisterebbe una ve ano, ibrida, elettric impatto: a gpl, met ile. E non lo farebbe o a cella combustibbiente ma per per preservare l’am o. risparmiare sul pien

Asconauto Informa - Mensile di informazione dell’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto Aut. Trib. di Rimini N. 1 2003

Redazione: via Crimea, 7 - 47900 Rimini Tel. 0541 743085 Fax 0541 743640 info@asconauto.it www.asconauto.it

Direttore Responsabile: Giuseppe Guzzardi In redazione: Tiziana Altieri, Roberta Carati, Matthieu Colombo, Enrico Della Negra, Stefano Mecheri, Gianluca Ventura

Impaginazione: Studio Grafico Page - Novate Milanese (MI) Stampa: Tecnostampa - via Casalecchio, 27 47900 Rimini

Gennaio 2014

di guida o delle patenti n hanno er m u n al o d no Stan canici di auto in Italia i mec parsi per il futuro. I driver di che preoccula B, infatti, in sei anni possessori del dell'8,2 per cento. sono aumentatidagine dell'Osservatorio Lo rivela un’in Nel 2012 le patenti Autopromotec. erano 34.305.966, di guida attivermavano a 31.706.288. nel 2006 si fe

AsConAuto INFORMA 3


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.30 Pagina 2


13014_Nazionale_20 24/12/13 09.30 Pagina 20

AsConAuto

anno 12 numero 130 - gennaio 2014

www.asconauto.it

LASCIATI EMOZIONARE DALL’ARTE: RICAMBI ORIGINALI SEAT®

INFORMA

Mensile di informazione e cultura motoristica ORGANO UFFICIALE DELL’ ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSORZI CONCESSIONARI AUTO

A come Solidarietà L’intervista

Ne faremo di strada Il presente e il futuro dell’associazione secondo il suo presidente Fabrizio Guidi

A proposito di Integra

Dialoghiamo! Il progetto informatico sviluppato da AsConAuto allarga il suo campo di azione. Ecco le ultime

Allarme airbag

Non funziona! SEAT SERVICE

®

SEAT raccomanda

ENJOYNEERING SEAT-ITALIA.IT

Dietro il risparmio si può nascondere l’insidia. I vostri clienti automobilisti lo sanno?

Grazie a voi meccanici e carrozzieri di cuore l’operazione ‘Un motore di solidarietà’ ha avuto un ottimo riscontro. 800 le famiglie che hanno brindato con noi


AsConAuto Informa