Page 1

11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.53 Pagina 16

AsConAuto INFORMA

Mensile di informazione e cultura motoristica - ORGANO UFFICIALE DELLʼ ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSORZI CONCESSIONARI AUTO ANNO 10 N. 116 - OTTOBRE 2012

Ho tanto bisogno di TE È di 8,23 anni oggi l’età media delle auto italiane, la più alta registrata negli ultimi vent’anni. Un parco circolante, quindi, bisognoso di attenzioni soprattutto da parte delle officine indipendenti. Marc Aguettaz di GiPa ci spiega perché

La forza di reAGIRE Il mondo AsConAuto riunito a Riccione per il 3° convegno

a pagina

3 EasyBenchmark Misurare le performance dell’officina con Asap

a pagina

13 Asfalto rovente Le competizioni più adrenaliniche in programma. Tu ci sarai?

a pagina

14

www.asconauto.it


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.57 Pagina 2

2° RONDE VALSASSINA La seconda edizione del Rally Ronde della Valsassina, valida per la Rally Ronde 2^ zona e la Lombardia Ronde Cup, si terrà i prossimi 6 e 7 ottobre sulle strade lecchesi con partenza e arrivo a Colico (Lc). La gara, organizzata dalla P.S.A. con la collaborazione dell’Automobil Club di Lecco e il patrocinio del

Comune di Colico, sarà di tipo Ronde, con un tracciato costituito da una prova speciale lunga una decina di chilometri che dovrà essere percorsa quattro volte per un totale di 45 chilometri, su un percorso complessivo di 260. Il programma prevede la consegna road book più le verifiche sportive e tecniche sabato 6 ottobre dalle ore 9:30 alle ore 12,30. I test con le vetture da gara sempre sabato dalle ore 11:30 alle 14:30 e, alle 19:01, la cerimonia di partenza della gara con sfilata sul lungolago di Colico. Domenica 7 ottobre, alle 8:01 partenza per le prove speciali e arrivo finale a Colico alle 18:00.

IL MONDO DEI TRUCK SI RITROVA A MONZA L’11, 12 e 13 ottobre, presso l’Autodromo Nazionale di Monza, si terrà truckEmotion la nuova manifestazione rivolta al mondo dei veicoli da trasporto e lavoro, una piattaforma di servizi e prodotti dedicata ai truck, all’interno della quale operatori ed esperti del mercato si incontreranno per confrontarsi sulle più importanti tematiche del settore. Valore, emozione, business sono i concetti distintivi dell’iniziativa, che offrirà una nuova visione per la filiera grazie a seminari, workshop e tavole rotonde, incontri commerciali tra i maggiori attori del mercato, ma non mancheranno le prove dei veicoli. Per informazioni pratiche consultare: www.truckemotion.it.

2° SLALOM VERBANO CUSIO OSSOLA

MOTO GP

Si correrà i prossimi 13 e 14 ottobre la seconda edizione dello Slalom del Verbano Cusio Ossola (rinviata da luglio). Il Comune di Trontano sarà il cuore pulsante della manifestazione. “Dopo l’accoglienza che Trontano ci ha riservato lo scorso anno non poteva essere diversamente”, ha spiegato l’organizzatore Claudio Fava. Le iscrizioni sono aperte da giovedì 13 settembre e si chiuderanno lunedì 8 ottobre (sono ammesse le auto storiche), mentre la competizione è valida per la Coppa Italia 1^ e 2^ Zona. La lunghezza del percorso è di soli 2,9 chilometri con un dislivello di 270 metri. Sono 13 le postazioni e 3 le manche.

CAMPIONATO ITALIANO GRAN TURISMO Il Campionato italiano Gt sta volgendo al termine. Al momento in cui stiamo scrivendo, mancano solo la prova del Mugello e la gara finale all’Autodromo di Monza programmata per il 21 ottobre. L’Audi R8 Lms guidata da Andrea Sonvico è in testa alla classifica assoluta, tallonata dalle Porsche 911 Gt3R di Alessandro Balzan e Giacomo Barri. La grande novità attesa per la gara di Imola è il debutto nazionale della Mercedes Sls Amg.

Ottobre 2012

L’arrivo della Stella a tre punte, affidata all’equipaggio De Lorenzi-Necchi, segue anche all’esordio della McLaren Mp412C avvenuto a Imola e va ad arricchire ulteriormente lo schieramento della classe Gt3. Oltre a un finale di campionato al fulmicotone, quindi, gli appassionati di questa disciplina pregustano già un 2013 di gare avvincenti. Ricordiamo che le gare sono trasmesse su Sportitalia (canali Sky 225 e digitale terrestre 60) e in web streaming sul sito www.acisportitalia.it.

Mancano solo quattro gare alla chiusura della stagione 2012 di Moto Gp e a ottobre potrete seguirne ben tre. Il 14 quella del Giappone sul circuito Motegi, il 21 ottobre il Gran Premio di Malesia a Sepang e il 28 quello d’Australia a Phillip Island. A chiudere i giochi sarà il Gran Premio di Valencia, in programma l’11 novembre. A condurre il campionato è lo spagnolo Jorge Lorenzo su Yamaha, tallonato dal minuto connazionale Dani Pedrosa su Honda. Ne vedremo delle belle!

AsConAuto 15 INFORMA


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.55 Pagina 14

Competizioni

3° convegno AsConAuto

Tempo di Sanremo

Insieme per reAGIRE

Dopo il Gp d’Italia di F1, gli appassionati di motori come voi hanno subito spostato l’attenzione sulla 54^ edizione del Rally di Sanremo. Sempre a ottobre, diverse gare su asfalto e il Campionato Gt a Monza 54° RALLY DI SANREMO La 54^ edizione del Rally di Sanremo si correrà il 12 e 13 ottobre, ma ufficialmente è già operativa dato che le iscrizioni sono state infatti aperte lo scorso 18 settembre. Anche quest’anno, la gara sarà valida per l’Intercontinental Rally Challenge, l’European Rally Championship South-West e, naturalmente, per il Campionato Italiano Rally. Guardando ai calendari dei suddetti campionati, segnaliamo che la prova di Sanremo sarà la dodicesima e penultima prova dell’Irc e potrà essere decisiva nella lotta per lo scettro del campionato Intercontinentale fra i piloti della Škoda, Andreas Mikkelsen, Juho Hanninen e Jan Kopecky. Inoltre, la due giorni italiana sarà la quarta e ultima gara della serie regionale del Campionato Europeo. Sul fronte del Campionato Italiano Rally, quella

Presidenti e dealer dei consorzi riuniti a Riccione per discutere il futuro dell’autoriparazione e dell’associazione

di Sanremo sarà la settima prova delle otto a calendario e quindi potrebbe incoronare - in quell’occasione - il vincitore della sfida che vede contrapposti il sette volte campione italiano Paolo Andreucci affiancato da Anna Andreussi (Peugeot 207 S2000) ed il veronese Umberto Scandola con il ligure Guido D’Amore alle note (Škoda Fabia S2000). Il 54° Rallye di Sanremo ricalcherà nell’organizzazione l’edizione precedente con sede di partenza e arrivo, parchi assistenza e riordini nella Città dei Fiori. In tutto ci saranno quattro prove speciali nella prima tappa, e sei nella seconda per un totale di 204 chilometri cronometrati. Ancora una volta, la competizione della Riviera dei Fiori si annuncia un appuntamento immancabile. Per godersi la manifestazione è bene arrivare ben informati. Consultate il sito ufficiale della gara: www.acisanremo.it/rallysanremo.

E

l’ultimo chiuda la porta! Parafrasando Nick Carter, un simpatico fumetto di tanti anni fa, ecco che si chiude la porta del bellissimo centro congressi di Riccione, l'auditorium che ha ospitato più che degnamente il terzo convegno AsConAuto. Un momento d’incontro che lascerà pensare a quanti non erano presenti “ho fatto un errore”. Soprattutto perché la sapiente regia ha fatto sì che non vi fossero mai momenti di caduta d’interesse, di banalità, di ovvietà. E questo è già il primo importante risultato: La Forza di ReAgire è stato un momento ricco di contenuti. Ma è bello dire anche cosa non è stato. Non è stato, come qualcuno temeva, occasione per presunte faide, ripicche e invidie. Il perché è

GREEN SCOUT CUP

1° RALLY DELL'ALTA VALTIDONE Il primo rally dell’alta Val Tidone si svolgerà il 6 e 7 Ottobre 2012. Segnaliamo che la tipologia della gara è passata da Rally2 a Ronde. La tipologia sarà Ronde, per aprire le porta della manifestazione anche alle Wrc. Nella sua prima edizione, il Rally dell'Alta Valtidone, farà rivivere una prova storica del famoso Rally delle 4 Regioni: prova molto tecnica e impegnativa che riaffiora nel panorama piacentino dopo tanti anni di assenza e di cui molti appassionati si ricordano, o ricordano attraverso i racconti dei propri genitori. La seconda prova, invece, sarà una rivisitazione di una speciale più recente del 4 Regioni. Città di riferimento sarà Pianello Val Tidone, situata a circa 20 minuti dall’autostrada A21, che ospiterà la direzione gara, l’assistenza e l'arrivo. La partenza è prevista da Nibbiano, località che sarà anche sede dei riordini. Decisivo il supporto dei comuni limitrofi di Pecorara e Nibbiano che si vedranno coinvolti nello svolgimento della manifestazione.

14 AsConAuto INFORMA

Il prossimo 14 ottobre si correrà sul circuito di Adria la gara conclusiva del Campionato Italiano Energie Alternative Green Scout Cup corso con le Kia Venga alimentate a gas Gpl. In sostanza si tratta quindi di un campionato monomarca che vede tra i piloti protagonisti anche il nostro Paolo Strabello, presidente dell’Associazione AsConAuto e settimo nella classifica assoluta. In testa al campionato c’è il personaggio televisivo Jimmy Ghione con 226 punti, seguito da Gabriele Volpato (nelle foto con l’auto numero 6) con 192 punti, a sua volta tallonato dalla giovanissima Alessandra Brena, classe 1995. L’agguerrita

pilota ha dichiarato: “Dopo la gara di Imola il mio distacco dalla vetta è leggermente aumentato e questo non va bene. Ad Adria farò di tutto per guadagnare la migliore posizione.” Anche quest’anno, quindi, questa formula ‘green’ si è rivelata molto avvincente. Il nostro consiglio è quello di andare a seguire di persona la tappa di Adria e, ovviamente, tifare Strabello.

Ottobre 2012

presto detto: i dealer, hanno altro a cui pensare. Volevano un evento concreto, pragmatico, proiettato al futuro. E lo hanno avuto. Quella che abbiamo avvertito è

Sopra, la sala del centro Congressi di Riccione che ha ospitato il 3° convegno AsConAuto. A destra, l’evento si chiude sulle parole di Dario Soncina. In alto, i presidenti dei Consorzi.

Petrolio batte tutti Un’occasione il 3° convegno AsConAuto per tracciare gli scenari futuri. A quelli energetici, da qui a trent’anni, ci ha pensato Maria Rosaria Maranci di Exxon Mobil Italiana. La scena continuerà a essere dominata dal petrolio: nel 2040 ben il 90 per cento dei mezzi in circolazione nel mondo sarà spinto da motori benzina o diesel che miglioreranno ulteriormente la loro efficienza. Gli ibridi rappresenteranno un’altra fetta importante del mercato, mentre i veicoli elettrici, a gas metano e Gpl rimarranno una nicchia. Soffermandosi invece sull’Europa, gli scenari al 2020 vedono crescere in maniera esponenziale le ibride: oltre un’auto su due impiegherà questa tecnologia. E se dalle nostre parti il resto lo faranno benzina e diesel in parti uguali, altrove (Cina, America Latina, Middle East, Nord America e India) a fare da padrone sarà la verde. Il futuro, almeno quello più vicino, insomma non è elettrico.

Ottobre 2012

l’energia del Fare, ben compresa dai relatori ospiti, tutti profondamente ammirati della bella realtà dei nostri consorzi. Energia del Fare che in un cre-

scendo ben progettato ha visto nel finale GC prospettare le sette ricette chiave per attraversare la bufera. A prescindere dallo stato di salute della propria concessionaria, della New Ber, della conferma o meno dei mandati, della sopravvivenza stessa delle società. Sarà bello un giorno fare la conta della differenza che sussiste tra concessionarie consorziate o meno, in termini di tenuta del mercato. Ma oggi poco importa, il futuro non è un rendiconto ma un’area di business. Le incertezze, certo, sono tante. Ma il messaggio forte del convegno di Riccione è semplice e complesso allo stesso tempo: insieme si può andare avanti, insieme si può affrontare meglio il cambiamento. Perché, che ci piaccia o meno, il n cambiamento è già in atto.

Parola di manager Si definisce manager e scrittore ma è un personaggio ben più eclettico. Al Convegno AsConAuto per esempio ha vestito i panni del ‘motivatore’. È Sebastiano Zanolli. Al pubblico di Riccione ha lanciato ben più di una provocazione per poi sottolineare l’importanza di saper ‘cavalcare’ il cambiamento. “Non ci sono più lavori ‘favolosi’ - ha spiegato - in cui qualcuno ti dice esattamente cosa fare, è finito il tempo dei posti di lavoro che io definisco ‘Abc’ (Attendance Based Compensation). Stare otto ore sul lavoro non vuol dire produrre. Ci vogliono altre doti: bisogna acquisire consapevolezza del proprio obiettivo (anche semplificandolo), essere flessibili, accettare il cambiamento che genera risorse, vendere bene se stessi, ossia il proprio marchio personale, costruire relazioni, essere responsabili e rispettare le proprie energie che vuol dire prendersi cura del proprio benessere.” E per far scendere il sipario ha scelto una frase pronunciata da Annibale nel 218 a.C. di fronte alle Alpi. “Noi troveremo una strada. Oppure ne apriremo una nuova.” Se non è determinazione questa...

AsConAuto INFORMA

3


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.57 Pagina 4

Autoriparazione sotto la lente d’ingrandimento

A ottobre arriva EasyBenchmark

Grafico 1. L’età del parco circolante

Cliente soddisfatto?

Prepariamoci ad accoglierli e in questi giorni il lavoro non sembra girare nel verso giusto e volete sapere cosa vi aspetta in futuro, l’ultima indagine di GiPa sul mondo dell’autoriparazione può tirarvi su il morale e fornirvi qualche spunto. A tre mesi dalla nostra intervista (cfr AsConAuto Informa n°113), in occasione del convegno di Riccione, abbiamo, infatti, incontrato nuovamente Marc Aguettaz, amministratore delegato di GiPa Italia, che ci ha presentato dati molto interessanti sull’evoluzione del parco e sulle officine.

S

Nella scorsa puntata avevamo parlato dell’automobilista e dei suoi bisogni. Questa volta ci concentriamo sulle officine. Prima di parlare di autoriparazione, è bene soffermarsi sui potenziali clienti della rete italiana. Partiamo quindi da un breve esame del parco circolante: abbiamo oltre 31,6 milioni di mezzi con un’età media di 8,23 anni, la più alta registrata negli ultimi venti (Grafico 1). Solo il 19,7 per cento dei veicoli ha meno di tre anni, il 14,2 per cento ne ha tra i tre e i quattro, il 13,7 cinque o sei, il 19,4 tra i

Grafico 2. Evoluzione del parco per età

Fonte: Gipa Italia

sette e i nove; ben il 25,6 per cento tra i 10 e i 14 e, infine, il 7,5 per cento ha 15 anni o più. Nell’ultimo decennio abbiamo assistito a un forte travaso dalle auto più giovani a quelle più anziane. Nel 2003 le auto da dieci anni in su erano meno del 24 per cento del totale (Grafico 2)! Se guardiamo poi al tipo di alimentazione, ci accorgiamo che il parco a gasolio è praticamente triplicato nello stesso arco di tempo: da 4,5 milioni a poco meno di 13 milioni di veicoli (Grafico 3). E tutti sappiamo che i motori diesel sono più complessi.

Queste auto circolano meno rispetto al passato? La percorrenza è diminuita solo per le auto diesel. Del resto, aereo Come evidenziato nel Grafico 1, il parco circolante italiano prosegue il suo invecchiamento: oggi l’età media è di 8,23 anni. Il Grafico 2 mette in evidenza come la fascia giovane stia continuando ad assottigliarsi. Nel Grafico 3 è riportata invece l’evoluzione del parco per tipo di alimentazione, dal quale si evince l’importanza crescente del gasolio. Il Grafico 5 mostra le motivazioni alla base degli ingressi in officina: il tagliando è al primo posto.

ual è la percezione che i clienti hanno della vostra officina? I servizi soddisfano le loro esigenze? In quali aree potete migliorare? Se cercate una risposta a queste - e molte altre - domande potete affidarvi a EasyBenchmark, il servizio di monitoraggio delle prestazioni sviluppato da Asap sezione automotive. Per utilizzarlo basta un computer, un tablet o uno smartphone con connessione Internet. Ci si registra al sito www.ebmark.org inserendo le informazioni di base sulla struttura - sempre modificabili - e si riceve un accesso riservato con password.

Q

Su cosa verte il questionario? Abbiamo individuato dieci indicatori chiave: flessibilità, qualità e competenza tecnica, puntualità, tempestività, gamma di servizi, vicinanza e facilità di accesso, trasparenza, informazione, accoglienza e prezzo. Chiediamo al cliente di esprimersi a riguardo. Come vengono trattati i dati? Le informazioni ottenute sono immagazzinate nel database e rifor-

16 ottobre 2012 IVA

quelle attese dai clienti, sia la propria posizione sui diversi indicatori chiave rispetto ai concorrenti. Il meccanico potrà sapere qual è il miglior risultato messo a segno nella sua area geografica, o nelle strutture che contano il medesimo numero di addetti o ancora in quelle che svolgono la stessa tipologia di servizi (officine meccaniche per auto o veicoli industriali, carrozzerie, elettrauti). Il tutto naturalmente in forma anonima.

In alto, una schermata del questionario che i clienti ricevono via mail. A sinistra, un report con un confronto tra l’importanza dei dieci indicatori chiave e la valutazione data all’officina. Ai dati si può accedere 24 ore su 24.

Fonte: Gipa Italia

Grafico 4. Il numero di ingressi in officina

Fonte: Gipa Italia

4 AsConAuto INFORMA

Fonte: Gipa Italia

Grafico 5. Tipologia degli ingressi in officina

Fonte: Gipa Italia

Ottobre 2012

Ci può spiegare come funziona? EasyBenchmark è un facile strumento accessibile via Internet 24 ore su 24, 365 giorni all’anno. Ogni volta che viene erogata un’attività di manutenzione o riparazione è possibile, tramite una e-mail automatica d’invito, richiedere al cliente la compilazione di un brevissimo questionario. Il meccanico ha solo il compito di procurarsi l’indirizzo di posta elettronica al resto ci pensa EasyBenchmark. Ottobre 2012

-Versamento della 5° rata, del saldo Iva relativa all'anno 2011 risultante dalla dichiarazione annuale, maggiorata dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/03/2012 - 16/06/2012, con applicazione degli interessi nella misura dello 1,07% da parte delle persone fisiche che presentano la dichiarazione dei redditi - Unico 2012 - e che si avvalgono del “regime agevolato per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 9 luglio; -Versamento dell’8°rata dell’Iva relativa all’anno d’imposta 2011 risultante dalla dichiarazione annuale con la maggiorazione dello 0,33% mensile a titolo di interessi da parte dei contribuenti Iva che hanno scelto il pagamento rateale dell'imposta dovuta per il 2011;

17 ottobre 2012 IVA

Grafico 3. L’alimentazione del parco circolante

Per saperne di più abbiamo intervistato Paolo Gaiardelli, ricercatore Asap.

1 ottobre 2012 IMU -Presentazione da parte dei proprietari o titolari di altro diritto reale di godimento della dichiarazione Imu per gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012;

Le performance della tua officina in un clic, grazie al nuovo servizio on line di Asap. Che permette anche di scoprire cosa fanno gli altri

Invecchia il parco italiano: oggi oltre il 30 per cento dei veicoli ha dieci anni o più. Le tendenze del mercato nelle parole di Marc Aguettaz

Le date da ricordare...

-Liquidazione e versamento dell’Iva relativa al mese precedente (settembre) da parte dei contribuenti Iva mensili; -Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al secondo mese precedente da parte dei contribuenti Iva mensili che hanno affidato a terzi la tenuta della contabilità optando per il regime previsto dall’art. 1, comma 3, del D.P.R. n. 100/1998; -Ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 17 settembre (ravvedimento) da parte dei contribuenti tenuti al versamento unitario di imposte e contributi.

AsConAuto INFORMA

mulate in grafici di semplice lettura e interpretazione. Ai quali si può accedere quando si desidera per controllare e confrontare le proprie performance, pure per periodi temporali diversi, ultimo mese per esempio o ultimo semestre.

Un motivo in più per non sedersi sugli allori! Soprattutto in tempi difficili per il mercato è importante sapere come si stanno muovendo gli altri ed eventualmente adeguare i propri standard alla comcorrenza.

Asconauto Informa Mensile di informazione dell’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto Aut. Trib. di Rimini N. 1 2003

Con EasyBenchmark quindi è possibile non solo il monitoraggio ma anche il confronto? Esattamente. Il monitoraggio è la funzione base ed è offerta gratuitamente, il confronto è il passo successivo. È possibile sia effettuare il confronto sia delle prestazioni di manutenzione e riparazione con

Da quando si potrà usufruire del servizio e quanto costerà? EasyBenchmark sarà on line dal mese di ottobre. Dopo un periodo di prova di 60 giorni, il costo sarà di 100 euro all’anno, Iva esclusa. Fatta eccezione appunto per la funzione di base che è n sempre gratuita.

Redazione: via Crimea, 7 47900 Rimini Tel. 0541 743085 Fax 0541 743640 info@asconauto.it www.asconauto.it Impaginazione: Studio Page - Novate Milanese MI Stampa: Tecnostampa - via Casalecchio, 27 47900 Rimini

Anno 10 - N. 116 - ottobre 2012

Direttore Responsabile: Giuseppe Guzzardi In redazione: Tiziana Altieri, Roberta Carati, Matthieu Colombo, Enrico Della Negra, Stefano Mecheri, Gianluca Ventura

AsConAuto INFORMA

13


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.53 Pagina 12

Pubbliredazionale

Grafico 6. Luogo degli ingressi in officina in base all’età dell’auto

Grafico 7. Il potenziale di spesa per singola auto

Il massimo vantaggio con la massima convenienza Volkswagen Group Italia annuncia prezzi particolarmente vantaggiosi per due tipologie di ricambi originali del Gruppo tedesco: le ventole radiatore e i compressori criogeni egli ultimi anni la domanda dei cosiddetti ‘Prodotti Termici’, tra i quali rientrano anche le elettroventole o ventole radiatore e i compressori criogeni per l’impianto di condizionamento, è in costante crescita in un mercato che presenta un’offerta sempre più ampia. Anche in questa nicchia di mercato, i fatti dimostrano che i ricambi originali del Gruppo Volkswagen fanno la differenza. Tali componenti, impiegati per la dissipazione e il controllo della temperatura del motore e dell’abitacolo, svolgono un importante compito. Se le elettroventole sono da una parte chiamate a garantire le massime prestazioni del motore in qualsiasi condizione atmosferica, i compressori criogeni sono allo stesso modo responsbili del comfort di temperatura ottimale sia per il conducente, sia per i passeggeri che respirano un’aria meno umida, filtrata, più pulita.

N

La temperatura ottimale Per quanto riguarda le elettroventole, le quali col proprio movimento garantiscono il flusso di una quantità adeguata di aria per raf-

Fonte: Gipa Italia

I vantaggi dei Compressori Criogeni Originali

Perché scegliere gli Originali del Gruppo Volkswagen • Corrispondono, in termini di qualità, ai componenti utilizzati nella produzione di serie • Assicurano il perfetto funzionamento di tutti gli elementi costruttivi della vettura • Garantiscono la massima sicurezza, affidabilità e prestazione • Tutti i Ricambi Originali del Gruppo Volkswagen sono garantiti 24 mesi senza limiti di percorrenza chilometrica

freddare il fluido refrigerante che scorre nel radiatore, contribuendo al contempo ad assicurare la temperatura ottimale del motore, è quindi fondamentale scegliere ricambi originali di qualità al fine di assicurare il corretto funzionamento di tutti i componenti della vettura, secondo le caratteristiche e le tecniche costruttive raccomandate dal Costruttore, che in fase progettuale ha studiato lo specifico accoppiamento con il propulsore e con il vano motore di ogni singolo modello. Allo stesso modo, i compressori criogeni originali del Gruppo Volkswagen, veri cuori pulsanti dei circuiti d’aria condizionata delle auto, sono stati progettati per

ottimizzare le prestazioni refrigeranti e assicurare la corretta compressione del gas frigorigeno. In particolare, questi componenti devono garantire sempre la massima efficienza nel tempo in modo da

assorbire dal motore una potenza sempre proporzionale alla richiesta di condizionamento. Oltre ad assicurare la massima affidabilità nella refrigerazione, per l’intera durata di utilizzo, la scelta di

I vantaggi delle Ventole Radiatore Originali • Controllo della quantità d’aria ottimale per il raffreddamento del motore • Aumento delle prestazioni del motore consentendone la massima potenza • Riduzione della rumorosità per un motore correttamente raffreddato • Elevata affidabilità per l’intera durata di utilizzo

12 AsConAuto INFORMA

• Assicurano la corretta compressione del gas frigorigeno • Il cuore del circuito dell’aria condizionata ne ottimizza le prestazioni • Assorbono dal motore una potenza proporzionale alla richiesta di condizionamento ottimizzandone i consumi • Garantiscono affidabilità nella refrigerazione per l’intera durata di utilizzo

e treno su alcune tratte sono diventati più competitivi. Meno lavoro per i meccanici? Direi di no, per quanto attiene le vetture nel loro insieme, infatti, i consumi di petrolio non sono diminuiti. Le auto continuano a macinare chilometri e ad aver bisogno di manutenzione, mediamente ciascuna entra in officina 1,86 volte l’anno. Facendo due conti, negli ultimi 12 mesi si sono registrati oltre 58,973 milioni di ingressi (Grafico 4). Perché si entra in officina? Il tagliando resta la prima motivazione con circa un quarto degli ingressi totali. Seguono pneumatici, quindi, problemi specifici e guasti.

Fonte: Gipa Italia

Gli interventi curativi nel loro insieme incidono con oltre il 56 per cento, ai preventivi rimane il 43 (Grafico 5).

Il costo medio di un ingresso in officina è aumentato di 20 euro in ciqnue anni: oggi si aggira sui 263 euro per intervento.

A chi si rivolgono gli italiani e quanto spendono? Ai concessionari per un 19 per cento, alle officine autorizzate per un 15,4, alle officine indipendenti per un 42,7 e ai gommisti per un 16,4 per cento. Nei primi tre anni di vita della vettura, gli automobilisti preferiscono rivolgersi alle reti Oes (Original Equipment Services, ossia dealer e officine autorizzate) anche per un discorso di garanzia (Grafico 6). A partire dai cinque anni, le proporzioni si invertono a favore delle reti Iam (Indipendent Aftermarket).

Le officine italiane possono quindi continuare a contare su un ampio bacino di utenza... È così. Oltretutto il mercato italiano si distingue anche per la bassissima incidenza del fai da te e per la scarsa diffusione dei centri ‘fast fit’, ossia per le riparazioni rapide. Il campo insomma è più libero! Le problematiche sono altre, come il basso costo della manodopera. Tutta la rete di autoriparazione dovrebbe lavorare in questa direzione. Bisogna offrire elevata qualità e farsela riconoscere. Anche perché, come dico

Se nei primi due anni di vita dell’autovettura gli automobilisti preferiscono rivolgersi alle reti Oes, dopo i quattro anni i rapporti s’invertono a favore delle reti Iam (Grafico 6). Il Grafico 7 mostra, invece, il potenziale di spesa per singola auto: il top si raggiunge tra i 5 e i 6 anni di età del veicolo. Mediamente un intervento vale 263 euro.

spesso, un ristorante dove si mangia male è sempre troppo caro... Ricette, consigli per affrontare il futuro? Nessuna ricetta. Però i numeri sono un’ottima base di partenza per lavorare nella direzione giusta. Citerò una frase di Jean Boissonnat: “In economia quando si teme il peggio lo si produce, quando ci si aspetta il meglio ci si contribuisce!” n

compressori originali del Gruppo Volkswagen è anche garanzia di consumi di carburante ottimizzati e in linea con le prestazioni dichiarate dal Costruttore. Una promozione interessante Per dare l’opportunità a tutti i professionisti di testare la qualità di questi ricambi originali, coperti da garanzia uffciale di due anni, Volkswagen Group Italia ha quindi avviato uno speciale programma di promozione. Rivolgetevi al Service Partner del vostro consorzio AsConAuto per conoscere le interessanti opportunità attualn mente disponibili. Ottobre 2012

Ottobre 2012

AsConAuto INFORMA

5


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.57 Pagina 6

L’AUTOAGENDA 7 OTTOBRE, SUZUKA (JPN)

F1 - GRAN PREMIO DEL GIAPPONE www.japan-grand-prix.com

Prodotto

L’ASFALTO CHIAMA Questo mese in rassegna la S3, versione sportiva della piccola Audi A3, quel mostro della Cayenne ‘tuned in England’, la prossima Kia Pro Cee’d, le edizioni Nova della fiammante V40 Volvo e la Renault Clio serie 4 Chiamala ‘belvetta’ Una bomba in miniatura questa nuova Audi S3, stante le prestazioni impressionanti, da supersportiva: in combinazione col cambio S tronic, accelera da zero a 100 all’ora in soli 5,1 secondi. Sotto il cofano un motore turbo corsa lunga 1.984 cc Tfsi a iniezione diretta di benzina (coadiuvata anche da una indiretta nella fasi di carico parziale) sviluppato ex novo, accreditato di 221 kW (300 Cv) di potenza a 5.500 giri e ben 380 Nm di coppia. Questo quattro cilindri e dotato di due alberi di bilanciamento e monta una testa realizzata in una lega d’alluminio-silicio particolarmente leggera. Per rendere la S3 più cattiva anche all’udito, i tecnici hanno installato un attuatore acustico elettromeccanico sulla parete anteriore per sentire il suono del motore nell’abitacolo. Cui si somma una valvola acustica che si apre a de-

11-13 OTTOBRE, MONZA (MB)

TRUCK EMOTION www.truckemotion.it

12-14 OTTOBRE, PORTO CERVO (SS)

7° ECORALLY SAN MARINO-VATICANO www.ecorally.eu

18-21 OTTOBRE, PORTO CERVO (SS)

RALLY D’ITALIA SARDEGNA www.rallyitaliasardegna.com

LA CAYENNE PER POCHISSIMI

SUL WEB

www.asconauto.it www.sistemasconauto.it

6

AsConAuto INFORMA

A proporla è un marchio prestigioso del tuning, popolare fino agli Anni ‘60 per le versioni speciali di vetture come Aston Martin, Bentley e Rolls Royce. Trattasi dell’inglese Merdad, che ha preparato questa Porsche Cayenne da 493 kW (670 Cv) otto cilindri biturbo da 300 all’ora. Per comprarla servono però 500 mila euro.

Kia Cee’d diventa anche Pro S’allarga la famiglia Kia Cee'd con l’arrivo della Pro, variante sportiva a tre porte della berlina due volumi. In vendita a partire dal 2013, Pro Cee’d avrà quattro allestimenti - Active, Cool, Class e Platinum - e cinque motorizzazioni: due benzina (1.4 da 100 Cv e 1.6 Gdi da 135) e tre diesel (1.4 Crdi da 90 Cv e1.6 Crdi da 110 o 128 Cv). Tutte le versioni monteranno sei airbag, Abs, Tcs, Esp e un cambio manuale a sei marce.

V40 Lorem Nova, ipsum l’entry dolor level sit amet accessoriato Due Lorem varianti ipsum d’ingresso dolor sit ispirate amet, consectetur a efficienzaadipie sicurezza. sici elit, Questa sed eiusmod l’idea ditempor Volvo alincidunt lancio della ut labore nuova V40, et dolore proposta magna nell’allestimento aliqua. Ut enim Nova adEdition, minim norvemale niam,o quis Plus,nostrud su tutte exercitation le motorizzazioni ullamco D4 laboris esclusa. Nella nisi utdotazione, ali quid exairbag ea commodi esternoconse a protezione quat uisdel aute peiure done,reprehenderit City Safety (che in volupattiva tate la frenata velit esse automatica cillum dolore fino a eu 50 orari), fugiat limitatore nulla pariatur. di veloExcepteur cità, clima esint radio. obcaecat La Pluscuagpiditat giungenon i cerchi proident, in lega sunt dain 16 culpa pollici qui e il volante officia in deserunt pelle.

Atto quarto per la Clio Renault In passato decisamente una best seller. Poi l’allure è andata via via scemando. Ora Renault Clio tenta di recuperare mercato con la quarta generazione, che, in tempi di

crisi, punta soprattutto sull’economicità. La quale dovrebbe essere assicurata dal nuovo tricilindro benzina turbocompresso della Tce 90, un 899 centimetri cubi da 90 Cv per 135 Nm di coppia. Nel 2013 e sui motori più potenti, alla trasmissione manuale pentarapporto s’affiancherà l’automatizzata a sei con doppia frizione. Ottobre 2012

La macchinetta per grasso e sigillanti Alta 1.800 millimetri e larga 750, assomiglia a una di quelle ‘vending machine’ che smerciano caffè o bibite nelle aziende e nei luoghi pubblici. Ma Swap Control della romana GenArt distribuisce invece lubrificanti, sigillanti, mascherine, guanti in lattice e tutti quei materiali di consumo utili in officina o concessionaria. È da piazzare vicino alla postazione di lavoro e per prelevare tali materiali occorre strisciare il badge personale, evitando anche furti e sprechi. Il tutto controllabile a distanza via computer.

L’APP TI ‘RICHIAMA’ Utilissima per sapere al volo se un veicolo è soggetto a un 'richiamo' della propria Casa costruttrice o meno. Si tratta di Albo Richiami, un’App destinata a smartphone e tablet con sistema operativo Apple iOs (quindi per iPad, iPhone e iPod Touch). In pratica il software interroga grazie al collegamento Internet degli apparecchi in questione - il database istituito dal Decreto Dirigenziale 78/2000 presso il Ministero dei Trasporti e alimentato obbligatoriamente da tutte le aziende titolari di un’omologazione di veicoli (moto, auto, furgoni e camion), che devono tassativamente "…depositare notizia di ogni azione disposta su veicoli già in circolazione relativa a difetti emersi in fabbrica o in conseguenza d'interventi di garanzia". Con tale decreto, le Case s’impegnano a informare tempestivamente in merito a eventuali falle tecniche il Ministero, che carica tutto nella propria banca dati. E da qui attinge Albo Richiami. Una volta acquistata l’App per soli 79 centesimi di euro dall’App Store di Apple, basterà installarla e quindi selezionare marca e modello del veicolo che interessa.

UNA CHIAVETTA PER LA CENTRALINA Sviluppato dalla piemontese Alientech, Ecm Titanium è il software che consente d’interpretare con precisione e semplicità i file contenuti all'interno della centralina di gestione motore. La chiave Usb Titanium funziona su qualunque pc, senza dover installare alcun software e, una volta inserita, in pochi secondi si avvia. Grazie agli 8 Gb di memoria, si hanno sempre con sé i file originali, i modificati, gli incrementi e i driver scaricati dalla banca dati Alientech: tutto catalogato in maniera ordinata e intuitiva. Pezzo forte i driver di nuova generazione.

Ottobre 2012


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.53 Pagina 10

Officina & dintorni

PIT STOP In questo numero, l’aspirafumi di Zeca, il cricchetto Usag a inversione rapida, l’assettatrice touchless Beissbarth, la ‘macchinetta’ Gen-Art, l’App dedicata ai richiami e la chiavetta Alientech per programmare le centraline ARIA PULITA Jumbozeca 673 è l’aspiratore portatile di gas di scarico carrellato by Zeca. Corredato d’un tubo da 6 metri (per 120 millimetri di diametro), consente alle officine di lavorare in ambiente esente da gas nocivi, in conformità alle leggi vigenti. Regolabile in altezza, basta accostarlo al tubo di scarico senza dover predisporre ancoraggi d’alcun genere. La lunghezza massima consentita del tubo d’uscita è 18 metri.

10 AsConAuto INFORMA

A PROVA DI SPORCO Di Usag il nuovo cricchetto 237 B dotato di testa che, grazie alla forgiatura in corpo unico, al rotore e a un particolare diaframma protettivo, evita l’infiltrazione dello sporco nel meccanismo. Il 237 B consente l’inversione del senso di manovra con una sola mano, mentre l’impugnatura conica garantisce una presa perfetta e sicura, qualunque sia la taglia della mano. Disponibie in tre misure: 1/2, 1/4 e 3/8 di pollice.

ASSETTO FACILE Presentato ad Automechanika il nuovo programma assetto ruota Touchless 2 di Beissbarth. Non è necessario applicare piastre di misura o componenti elettronici alle ruote, grazie alle quattro unità di misurazione ad alta prestazione con veloci fotocamere stereoscopiche Megapixel. La raccolta dati avviene per mezzo di nuovi proiettori laser a infrarossi di categoria 1M, innocui per gli occhi, così è possibile lavorare senza occhiali di protezione. Touchless 2 fornisce risultati precisi già durante il transito e il posizionamento del veicolo tra i quattro rilevatori.

Ottobre 2012


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.55 Pagina 8

Pubbliredazionale

A lato, uno pneumatico con il simbolo della stella che indica come questo sia stato sviluppato e collaudato dai tecnici Bmw, in collaborazione con i principali fabbricanti di pneumatici.

Offrite il miglior equilibrio alle BMW Tra i ricambi originali offerti da Bmw, diamo attenzione a pneumatici e ruote complete per affrontare la stagione più fredda. Di seguito, le qualità che i clienti della vostra officina potranno apprezzare su strada a crescente attenzione degli italiani alla guida, quindi alla sicurezza su strada, è segno di un’evoluzione culturale importante. Tra i dati che testimoniano una nuova forma mentis nell’affrontare le stagioni più fredde, vi è certo l’evidente aumento delle vendite di pneumatici invernali. È altresì vero che a favorire la diffusione degli pneumatici invernali ha contribuito anche la modifica normativa (del punto E, 4° comma, art. 6 del CdS con il Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n.285) introdotta con il testo coordinato del Codice della Strada nel novembre 2011 prescrivendo “che i veicoli abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o ghiaccio”. In particolare, il Codice della Strada ha esteso l’applicazione della norma all’Ente proprietario della strada che, con apposita ordinanza, a scopo anche preventivo, può fissare per un periodo prestabilito e per le singole strade, l’obbligo di circolazione con pneumatici invernali o catene da neve anche quando la strada non presenta ghiaccio o neve. Detto in altre parole, lo scorso anno tutte le Regioni italiane hanno emesso ordinanze in tal senso, tranne Sardegna e Sicilia.

L

Il ‘treno’ invernale Questo nuovo percorso normativo ha portato molti automobilisti ad

8

AsConAuto INFORMA

acquistare un treno di pneumatici invernali o di pneumatici invernali e cerchi dedicati elevando la sicurezza sulle strade. Ricordiamo che gli pneumatici invernali, riconoscibili dal simbolo del fiocco di neve sul fianco (e non esclusivamente con la dicitura M+S), non sono raccomandati solo in caso di neve e ghiaccio ma anche su strade bagnate e asciutte con temperatura inferiore a 7 °C. Bmw, dato anche il clima tedesco, sviluppa da anni soluzioni composte da pneumatici invernali e ruote complete dedicate ai singoli modelli della sua gamma attuale e meno attuale. L’obiettivo primo del Costruttore bavarese è offrire il miglior compromesso per affrontare le strade d’inverno con auto Bmw in piena sicurezza e intensificando il piacere di guida. Come ben sapete voi professionisti dell’auto, gli pneumatici sono l’unico elemento di contatto tra il veicolo e il manto stradale, definendo, con componenti come sterzo, sospensioni e freni, le caratteristiche di manovrabilità e dinamica di marcia. La superficie di rotolamento di uno

pneumatico è chiamata a trasmettere in maniera affidabile la forza frenante, la potenza del motore e le dinamiche di guida. E tutto questo avviene grazie a una precisa interazione tra ruote e componenti dell’autotelaio. Per questo motivo Bmw sviluppa una combinazione ottimale di cerchi e pneumatici, in stretta collaborazione con i principali fabbricanti internazionali, studiati in modo da interagire con precisione con il veicolo e relativi sistemi di controllo elettronici. L’originale fa la differenza Tutte le ruote Originali Bmw sono sottoposte a test estremi per garantire la massima affidabilità e precisione in qualsiasi condizione di guida. Vengono eseguiti collaudi con attrezzature specifiche in diverse condizioni di carico statico e dinamico (come ad esempio gli stress test al circuito Nürburgring) e, soprattutto per l’inverno, il test del sale: a 60 °C, la ruota viene esposta per molte ore consecutive a una soluzione salina, simulando anni di guida su strade cosparse di sale. Inoltre, ogni singolo cerchio viene sottoposto ad esami a raggi

Confronto tra lo spazio di frenata con pneumatici invernali (sopra) ed estivi a una velocità di 50 all’ora su neve. Da 28 a 56 m di spazio d’arresto!

X per individuare eventuali difetti, anche minimi. I cerchi in lega leggera originali sono stati calibrati in maniera ottimale sui modelli specifici di Bmw e, di conseguenza, il loro design, non solo si integra armoniosamente con lo stile della vettura, ma soddisfa anche precisi requisiti funzionali e caratteristiche aerodinamiche. Cerchi e gomme dedicati Come anticipato, gli pneumatici con il simbolo della stella Bmw sono sviluppati e collaudati specificamente per le vetture Bmw dai tecnici della Casa in collaborazione con i principali fabbricanti internazionali di pneumatici. Di conseguenza vantano caratteristiche di design e proprietà tecniche dedicate. Si tratta di prodotti caratterizzati da funzionalità anche considerevolmente diverse da quelle offerte da prodotti che possono sembrare simili nell’aspetto e che sono venduti con una denominazione commerciale simile o dello stesso tipo. Uno pneumatico raccomandato da Bmw si distingue con il simbolo della stella (vedi foto). Quando la temperatura scende a 7 °C o meno, la mescola degli pneumatici estivi s’indurisce e ne compromette le prestazioni, con effetti negativi sull’aderenza, sulla direzionalità e sulla risposta di guida, soprattutto su strada bagnata. Mentre gli pneumatici invernali di oggi sono realizzati con speciali mescole per garantire la massima aderenza possibile anche a temperature molto basse e presentano uno speciale battistrada per fare presa anche sulla neve. Solitamente agli automobilisti che non intuiscono le performance di questi prodotti basta dare un solo dato: sulle strade innevate, gli invernali dimezzano la distanza di frenata rispetto agli estivi. Non si tratta quindi solo di evitare danni n materiali, ma molto di più. Ottobre 2012

Aiuta a mantenere la massima efficienza del tuo motore diesel

Mobil 1 può allungare la vita del turbocompressore e aiuta a mantenere stabile il consumo di carburante Generalmente si sceglie un motore diesel perché è af fidabile ed ef ficiente e Mobil 1 ESP Formula 5W-30 è statto progettato per aiutare a mantenere il motore in ottime condizioni più a lungo. Alcuni test hanno dimostrato la massima ef ficienza di un motore diesel anche dopo 225.000 chilometri*. La straordinaria protezione ad elevate temperatture fornita da Mobil 1 ESP Formula 5W-30 può allungare la vita del turbocompressore e aiutare anche a mantenere costante il consumo di carburante tra un cambio d'olio e l'altro. Per scoprire come Mobil 1 può aiutare il tuo motore diesel a funzionare meglio, visita il sito mobil1.it *Risultati basati sulla guida di prova di una V W Jet ta dotata di motore diesel 1.9L che simula 225.0 0 0 chilometri con inter valli di cambio dell'olio ogni 16.0 0 0 chilometri.

©2012 Ex xon o Mobil Corporation Mobil, Mobil 1 e l’icona con l’1 sono marchi registrati della Ex xon Mobil Corporation o di una delle società da questa direttamente o indirettamente possedute o controllate. Ogni altro nome di prodotto, logo e marchio è di proprietà dei rispettivi proprietari. Nulla di quanto ripor tato nel presente documento intende sov ver tire il principio di indipendenza dei soggetti giuridici.


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.55 Pagina 8

Pubbliredazionale

A lato, uno pneumatico con il simbolo della stella che indica come questo sia stato sviluppato e collaudato dai tecnici Bmw, in collaborazione con i principali fabbricanti di pneumatici.

Offrite il miglior equilibrio alle BMW Tra i ricambi originali offerti da Bmw, diamo attenzione a pneumatici e ruote complete per affrontare la stagione più fredda. Di seguito, le qualità che i clienti della vostra officina potranno apprezzare su strada a crescente attenzione degli italiani alla guida, quindi alla sicurezza su strada, è segno di un’evoluzione culturale importante. Tra i dati che testimoniano una nuova forma mentis nell’affrontare le stagioni più fredde, vi è certo l’evidente aumento delle vendite di pneumatici invernali. È altresì vero che a favorire la diffusione degli pneumatici invernali ha contribuito anche la modifica normativa (del punto E, 4° comma, art. 6 del CdS con il Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n.285) introdotta con il testo coordinato del Codice della Strada nel novembre 2011 prescrivendo “che i veicoli abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o ghiaccio”. In particolare, il Codice della Strada ha esteso l’applicazione della norma all’Ente proprietario della strada che, con apposita ordinanza, a scopo anche preventivo, può fissare per un periodo prestabilito e per le singole strade, l’obbligo di circolazione con pneumatici invernali o catene da neve anche quando la strada non presenta ghiaccio o neve. Detto in altre parole, lo scorso anno tutte le Regioni italiane hanno emesso ordinanze in tal senso, tranne Sardegna e Sicilia.

L

Il ‘treno’ invernale Questo nuovo percorso normativo ha portato molti automobilisti ad

8

AsConAuto INFORMA

acquistare un treno di pneumatici invernali o di pneumatici invernali e cerchi dedicati elevando la sicurezza sulle strade. Ricordiamo che gli pneumatici invernali, riconoscibili dal simbolo del fiocco di neve sul fianco (e non esclusivamente con la dicitura M+S), non sono raccomandati solo in caso di neve e ghiaccio ma anche su strade bagnate e asciutte con temperatura inferiore a 7 °C. Bmw, dato anche il clima tedesco, sviluppa da anni soluzioni composte da pneumatici invernali e ruote complete dedicate ai singoli modelli della sua gamma attuale e meno attuale. L’obiettivo primo del Costruttore bavarese è offrire il miglior compromesso per affrontare le strade d’inverno con auto Bmw in piena sicurezza e intensificando il piacere di guida. Come ben sapete voi professionisti dell’auto, gli pneumatici sono l’unico elemento di contatto tra il veicolo e il manto stradale, definendo, con componenti come sterzo, sospensioni e freni, le caratteristiche di manovrabilità e dinamica di marcia. La superficie di rotolamento di uno

pneumatico è chiamata a trasmettere in maniera affidabile la forza frenante, la potenza del motore e le dinamiche di guida. E tutto questo avviene grazie a una precisa interazione tra ruote e componenti dell’autotelaio. Per questo motivo Bmw sviluppa una combinazione ottimale di cerchi e pneumatici, in stretta collaborazione con i principali fabbricanti internazionali, studiati in modo da interagire con precisione con il veicolo e relativi sistemi di controllo elettronici. L’originale fa la differenza Tutte le ruote Originali Bmw sono sottoposte a test estremi per garantire la massima affidabilità e precisione in qualsiasi condizione di guida. Vengono eseguiti collaudi con attrezzature specifiche in diverse condizioni di carico statico e dinamico (come ad esempio gli stress test al circuito Nürburgring) e, soprattutto per l’inverno, il test del sale: a 60 °C, la ruota viene esposta per molte ore consecutive a una soluzione salina, simulando anni di guida su strade cosparse di sale. Inoltre, ogni singolo cerchio viene sottoposto ad esami a raggi

Confronto tra lo spazio di frenata con pneumatici invernali (sopra) ed estivi a una velocità di 50 all’ora su neve. Da 28 a 56 m di spazio d’arresto!

X per individuare eventuali difetti, anche minimi. I cerchi in lega leggera originali sono stati calibrati in maniera ottimale sui modelli specifici di Bmw e, di conseguenza, il loro design, non solo si integra armoniosamente con lo stile della vettura, ma soddisfa anche precisi requisiti funzionali e caratteristiche aerodinamiche. Cerchi e gomme dedicati Come anticipato, gli pneumatici con il simbolo della stella Bmw sono sviluppati e collaudati specificamente per le vetture Bmw dai tecnici della Casa in collaborazione con i principali fabbricanti internazionali di pneumatici. Di conseguenza vantano caratteristiche di design e proprietà tecniche dedicate. Si tratta di prodotti caratterizzati da funzionalità anche considerevolmente diverse da quelle offerte da prodotti che possono sembrare simili nell’aspetto e che sono venduti con una denominazione commerciale simile o dello stesso tipo. Uno pneumatico raccomandato da Bmw si distingue con il simbolo della stella (vedi foto). Quando la temperatura scende a 7 °C o meno, la mescola degli pneumatici estivi s’indurisce e ne compromette le prestazioni, con effetti negativi sull’aderenza, sulla direzionalità e sulla risposta di guida, soprattutto su strada bagnata. Mentre gli pneumatici invernali di oggi sono realizzati con speciali mescole per garantire la massima aderenza possibile anche a temperature molto basse e presentano uno speciale battistrada per fare presa anche sulla neve. Solitamente agli automobilisti che non intuiscono le performance di questi prodotti basta dare un solo dato: sulle strade innevate, gli invernali dimezzano la distanza di frenata rispetto agli estivi. Non si tratta quindi solo di evitare danni n materiali, ma molto di più. Ottobre 2012

Aiuta a mantenere la massima efficienza del tuo motore diesel

Mobil 1 può allungare la vita del turbocompressore e aiuta a mantenere stabile il consumo di carburante Generalmente si sceglie un motore diesel perché è af fidabile ed ef ficiente e Mobil 1 ESP Formula 5W-30 è statto progettato per aiutare a mantenere il motore in ottime condizioni più a lungo. Alcuni test hanno dimostrato la massima ef ficienza di un motore diesel anche dopo 225.000 chilometri*. La straordinaria protezione ad elevate temperatture fornita da Mobil 1 ESP Formula 5W-30 può allungare la vita del turbocompressore e aiutare anche a mantenere costante il consumo di carburante tra un cambio d'olio e l'altro. Per scoprire come Mobil 1 può aiutare il tuo motore diesel a funzionare meglio, visita il sito mobil1.it *Risultati basati sulla guida di prova di una V W Jet ta dotata di motore diesel 1.9L che simula 225.0 0 0 chilometri con inter valli di cambio dell'olio ogni 16.0 0 0 chilometri.

©2012 Ex xon o Mobil Corporation Mobil, Mobil 1 e l’icona con l’1 sono marchi registrati della Ex xon Mobil Corporation o di una delle società da questa direttamente o indirettamente possedute o controllate. Ogni altro nome di prodotto, logo e marchio è di proprietà dei rispettivi proprietari. Nulla di quanto ripor tato nel presente documento intende sov ver tire il principio di indipendenza dei soggetti giuridici.


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.53 Pagina 10

Officina & dintorni

PIT STOP In questo numero, l’aspirafumi di Zeca, il cricchetto Usag a inversione rapida, l’assettatrice touchless Beissbarth, la ‘macchinetta’ Gen-Art, l’App dedicata ai richiami e la chiavetta Alientech per programmare le centraline ARIA PULITA Jumbozeca 673 è l’aspiratore portatile di gas di scarico carrellato by Zeca. Corredato d’un tubo da 6 metri (per 120 millimetri di diametro), consente alle officine di lavorare in ambiente esente da gas nocivi, in conformità alle leggi vigenti. Regolabile in altezza, basta accostarlo al tubo di scarico senza dover predisporre ancoraggi d’alcun genere. La lunghezza massima consentita del tubo d’uscita è 18 metri.

10 AsConAuto INFORMA

A PROVA DI SPORCO Di Usag il nuovo cricchetto 237 B dotato di testa che, grazie alla forgiatura in corpo unico, al rotore e a un particolare diaframma protettivo, evita l’infiltrazione dello sporco nel meccanismo. Il 237 B consente l’inversione del senso di manovra con una sola mano, mentre l’impugnatura conica garantisce una presa perfetta e sicura, qualunque sia la taglia della mano. Disponibie in tre misure: 1/2, 1/4 e 3/8 di pollice.

ASSETTO FACILE Presentato ad Automechanika il nuovo programma assetto ruota Touchless 2 di Beissbarth. Non è necessario applicare piastre di misura o componenti elettronici alle ruote, grazie alle quattro unità di misurazione ad alta prestazione con veloci fotocamere stereoscopiche Megapixel. La raccolta dati avviene per mezzo di nuovi proiettori laser a infrarossi di categoria 1M, innocui per gli occhi, così è possibile lavorare senza occhiali di protezione. Touchless 2 fornisce risultati precisi già durante il transito e il posizionamento del veicolo tra i quattro rilevatori.

Ottobre 2012


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.57 Pagina 6

L’AUTOAGENDA 7 OTTOBRE, SUZUKA (JPN)

F1 - GRAN PREMIO DEL GIAPPONE www.japan-grand-prix.com

Prodotto

L’ASFALTO CHIAMA Questo mese in rassegna la S3, versione sportiva della piccola Audi A3, quel mostro della Cayenne ‘tuned in England’, la prossima Kia Pro Cee’d, le edizioni Nova della fiammante V40 Volvo e la Renault Clio serie 4 Chiamala ‘belvetta’ Una bomba in miniatura questa nuova Audi S3, stante le prestazioni impressionanti, da supersportiva: in combinazione col cambio S tronic, accelera da zero a 100 all’ora in soli 5,1 secondi. Sotto il cofano un motore turbo corsa lunga 1.984 cc Tfsi a iniezione diretta di benzina (coadiuvata anche da una indiretta nella fasi di carico parziale) sviluppato ex novo, accreditato di 221 kW (300 Cv) di potenza a 5.500 giri e ben 380 Nm di coppia. Questo quattro cilindri e dotato di due alberi di bilanciamento e monta una testa realizzata in una lega d’alluminio-silicio particolarmente leggera. Per rendere la S3 più cattiva anche all’udito, i tecnici hanno installato un attuatore acustico elettromeccanico sulla parete anteriore per sentire il suono del motore nell’abitacolo. Cui si somma una valvola acustica che si apre a de-

11-13 OTTOBRE, MONZA (MB)

TRUCK EMOTION www.truckemotion.it

12-14 OTTOBRE, PORTO CERVO (SS)

7° ECORALLY SAN MARINO-VATICANO www.ecorally.eu

18-21 OTTOBRE, PORTO CERVO (SS)

RALLY D’ITALIA SARDEGNA www.rallyitaliasardegna.com

LA CAYENNE PER POCHISSIMI

SUL WEB

www.asconauto.it www.sistemasconauto.it

6

AsConAuto INFORMA

A proporla è un marchio prestigioso del tuning, popolare fino agli Anni ‘60 per le versioni speciali di vetture come Aston Martin, Bentley e Rolls Royce. Trattasi dell’inglese Merdad, che ha preparato questa Porsche Cayenne da 493 kW (670 Cv) otto cilindri biturbo da 300 all’ora. Per comprarla servono però 500 mila euro.

Kia Cee’d diventa anche Pro S’allarga la famiglia Kia Cee'd con l’arrivo della Pro, variante sportiva a tre porte della berlina due volumi. In vendita a partire dal 2013, Pro Cee’d avrà quattro allestimenti - Active, Cool, Class e Platinum - e cinque motorizzazioni: due benzina (1.4 da 100 Cv e 1.6 Gdi da 135) e tre diesel (1.4 Crdi da 90 Cv e1.6 Crdi da 110 o 128 Cv). Tutte le versioni monteranno sei airbag, Abs, Tcs, Esp e un cambio manuale a sei marce.

V40 Lorem Nova, ipsum l’entry dolor level sit amet accessoriato Due Lorem varianti ipsum d’ingresso dolor sit ispirate amet, consectetur a efficienzaadipie sicurezza. sici elit, Questa sed eiusmod l’idea ditempor Volvo alincidunt lancio della ut labore nuova V40, et dolore proposta magna nell’allestimento aliqua. Ut enim Nova adEdition, minim norvemale niam,o quis Plus,nostrud su tutte exercitation le motorizzazioni ullamco D4 laboris esclusa. Nella nisi utdotazione, ali quid exairbag ea commodi esternoconse a protezione quat uisdel aute peiure done,reprehenderit City Safety (che in volupattiva tate la frenata velit esse automatica cillum dolore fino a eu 50 orari), fugiat limitatore nulla pariatur. di veloExcepteur cità, clima esint radio. obcaecat La Pluscuagpiditat giungenon i cerchi proident, in lega sunt dain 16 culpa pollici qui e il volante officia in deserunt pelle.

Atto quarto per la Clio Renault In passato decisamente una best seller. Poi l’allure è andata via via scemando. Ora Renault Clio tenta di recuperare mercato con la quarta generazione, che, in tempi di

crisi, punta soprattutto sull’economicità. La quale dovrebbe essere assicurata dal nuovo tricilindro benzina turbocompresso della Tce 90, un 899 centimetri cubi da 90 Cv per 135 Nm di coppia. Nel 2013 e sui motori più potenti, alla trasmissione manuale pentarapporto s’affiancherà l’automatizzata a sei con doppia frizione. Ottobre 2012

La macchinetta per grasso e sigillanti Alta 1.800 millimetri e larga 750, assomiglia a una di quelle ‘vending machine’ che smerciano caffè o bibite nelle aziende e nei luoghi pubblici. Ma Swap Control della romana GenArt distribuisce invece lubrificanti, sigillanti, mascherine, guanti in lattice e tutti quei materiali di consumo utili in officina o concessionaria. È da piazzare vicino alla postazione di lavoro e per prelevare tali materiali occorre strisciare il badge personale, evitando anche furti e sprechi. Il tutto controllabile a distanza via computer.

L’APP TI ‘RICHIAMA’ Utilissima per sapere al volo se un veicolo è soggetto a un 'richiamo' della propria Casa costruttrice o meno. Si tratta di Albo Richiami, un’App destinata a smartphone e tablet con sistema operativo Apple iOs (quindi per iPad, iPhone e iPod Touch). In pratica il software interroga grazie al collegamento Internet degli apparecchi in questione - il database istituito dal Decreto Dirigenziale 78/2000 presso il Ministero dei Trasporti e alimentato obbligatoriamente da tutte le aziende titolari di un’omologazione di veicoli (moto, auto, furgoni e camion), che devono tassativamente "…depositare notizia di ogni azione disposta su veicoli già in circolazione relativa a difetti emersi in fabbrica o in conseguenza d'interventi di garanzia". Con tale decreto, le Case s’impegnano a informare tempestivamente in merito a eventuali falle tecniche il Ministero, che carica tutto nella propria banca dati. E da qui attinge Albo Richiami. Una volta acquistata l’App per soli 79 centesimi di euro dall’App Store di Apple, basterà installarla e quindi selezionare marca e modello del veicolo che interessa.

UNA CHIAVETTA PER LA CENTRALINA Sviluppato dalla piemontese Alientech, Ecm Titanium è il software che consente d’interpretare con precisione e semplicità i file contenuti all'interno della centralina di gestione motore. La chiave Usb Titanium funziona su qualunque pc, senza dover installare alcun software e, una volta inserita, in pochi secondi si avvia. Grazie agli 8 Gb di memoria, si hanno sempre con sé i file originali, i modificati, gli incrementi e i driver scaricati dalla banca dati Alientech: tutto catalogato in maniera ordinata e intuitiva. Pezzo forte i driver di nuova generazione.

Ottobre 2012


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.53 Pagina 12

Pubbliredazionale

Grafico 6. Luogo degli ingressi in officina in base all’età dell’auto

Grafico 7. Il potenziale di spesa per singola auto

Il massimo vantaggio con la massima convenienza Volkswagen Group Italia annuncia prezzi particolarmente vantaggiosi per due tipologie di ricambi originali del Gruppo tedesco: le ventole radiatore e i compressori criogeni egli ultimi anni la domanda dei cosiddetti ‘Prodotti Termici’, tra i quali rientrano anche le elettroventole o ventole radiatore e i compressori criogeni per l’impianto di condizionamento, è in costante crescita in un mercato che presenta un’offerta sempre più ampia. Anche in questa nicchia di mercato, i fatti dimostrano che i ricambi originali del Gruppo Volkswagen fanno la differenza. Tali componenti, impiegati per la dissipazione e il controllo della temperatura del motore e dell’abitacolo, svolgono un importante compito. Se le elettroventole sono da una parte chiamate a garantire le massime prestazioni del motore in qualsiasi condizione atmosferica, i compressori criogeni sono allo stesso modo responsbili del comfort di temperatura ottimale sia per il conducente, sia per i passeggeri che respirano un’aria meno umida, filtrata, più pulita.

N

La temperatura ottimale Per quanto riguarda le elettroventole, le quali col proprio movimento garantiscono il flusso di una quantità adeguata di aria per raf-

Fonte: Gipa Italia

I vantaggi dei Compressori Criogeni Originali

Perché scegliere gli Originali del Gruppo Volkswagen • Corrispondono, in termini di qualità, ai componenti utilizzati nella produzione di serie • Assicurano il perfetto funzionamento di tutti gli elementi costruttivi della vettura • Garantiscono la massima sicurezza, affidabilità e prestazione • Tutti i Ricambi Originali del Gruppo Volkswagen sono garantiti 24 mesi senza limiti di percorrenza chilometrica

freddare il fluido refrigerante che scorre nel radiatore, contribuendo al contempo ad assicurare la temperatura ottimale del motore, è quindi fondamentale scegliere ricambi originali di qualità al fine di assicurare il corretto funzionamento di tutti i componenti della vettura, secondo le caratteristiche e le tecniche costruttive raccomandate dal Costruttore, che in fase progettuale ha studiato lo specifico accoppiamento con il propulsore e con il vano motore di ogni singolo modello. Allo stesso modo, i compressori criogeni originali del Gruppo Volkswagen, veri cuori pulsanti dei circuiti d’aria condizionata delle auto, sono stati progettati per

ottimizzare le prestazioni refrigeranti e assicurare la corretta compressione del gas frigorigeno. In particolare, questi componenti devono garantire sempre la massima efficienza nel tempo in modo da

assorbire dal motore una potenza sempre proporzionale alla richiesta di condizionamento. Oltre ad assicurare la massima affidabilità nella refrigerazione, per l’intera durata di utilizzo, la scelta di

I vantaggi delle Ventole Radiatore Originali • Controllo della quantità d’aria ottimale per il raffreddamento del motore • Aumento delle prestazioni del motore consentendone la massima potenza • Riduzione della rumorosità per un motore correttamente raffreddato • Elevata affidabilità per l’intera durata di utilizzo

12 AsConAuto INFORMA

• Assicurano la corretta compressione del gas frigorigeno • Il cuore del circuito dell’aria condizionata ne ottimizza le prestazioni • Assorbono dal motore una potenza proporzionale alla richiesta di condizionamento ottimizzandone i consumi • Garantiscono affidabilità nella refrigerazione per l’intera durata di utilizzo

e treno su alcune tratte sono diventati più competitivi. Meno lavoro per i meccanici? Direi di no, per quanto attiene le vetture nel loro insieme, infatti, i consumi di petrolio non sono diminuiti. Le auto continuano a macinare chilometri e ad aver bisogno di manutenzione, mediamente ciascuna entra in officina 1,86 volte l’anno. Facendo due conti, negli ultimi 12 mesi si sono registrati oltre 58,973 milioni di ingressi (Grafico 4). Perché si entra in officina? Il tagliando resta la prima motivazione con circa un quarto degli ingressi totali. Seguono pneumatici, quindi, problemi specifici e guasti.

Fonte: Gipa Italia

Gli interventi curativi nel loro insieme incidono con oltre il 56 per cento, ai preventivi rimane il 43 (Grafico 5).

Il costo medio di un ingresso in officina è aumentato di 20 euro in ciqnue anni: oggi si aggira sui 263 euro per intervento.

A chi si rivolgono gli italiani e quanto spendono? Ai concessionari per un 19 per cento, alle officine autorizzate per un 15,4, alle officine indipendenti per un 42,7 e ai gommisti per un 16,4 per cento. Nei primi tre anni di vita della vettura, gli automobilisti preferiscono rivolgersi alle reti Oes (Original Equipment Services, ossia dealer e officine autorizzate) anche per un discorso di garanzia (Grafico 6). A partire dai cinque anni, le proporzioni si invertono a favore delle reti Iam (Indipendent Aftermarket).

Le officine italiane possono quindi continuare a contare su un ampio bacino di utenza... È così. Oltretutto il mercato italiano si distingue anche per la bassissima incidenza del fai da te e per la scarsa diffusione dei centri ‘fast fit’, ossia per le riparazioni rapide. Il campo insomma è più libero! Le problematiche sono altre, come il basso costo della manodopera. Tutta la rete di autoriparazione dovrebbe lavorare in questa direzione. Bisogna offrire elevata qualità e farsela riconoscere. Anche perché, come dico

Se nei primi due anni di vita dell’autovettura gli automobilisti preferiscono rivolgersi alle reti Oes, dopo i quattro anni i rapporti s’invertono a favore delle reti Iam (Grafico 6). Il Grafico 7 mostra, invece, il potenziale di spesa per singola auto: il top si raggiunge tra i 5 e i 6 anni di età del veicolo. Mediamente un intervento vale 263 euro.

spesso, un ristorante dove si mangia male è sempre troppo caro... Ricette, consigli per affrontare il futuro? Nessuna ricetta. Però i numeri sono un’ottima base di partenza per lavorare nella direzione giusta. Citerò una frase di Jean Boissonnat: “In economia quando si teme il peggio lo si produce, quando ci si aspetta il meglio ci si contribuisce!” n

compressori originali del Gruppo Volkswagen è anche garanzia di consumi di carburante ottimizzati e in linea con le prestazioni dichiarate dal Costruttore. Una promozione interessante Per dare l’opportunità a tutti i professionisti di testare la qualità di questi ricambi originali, coperti da garanzia uffciale di due anni, Volkswagen Group Italia ha quindi avviato uno speciale programma di promozione. Rivolgetevi al Service Partner del vostro consorzio AsConAuto per conoscere le interessanti opportunità attualn mente disponibili. Ottobre 2012

Ottobre 2012

AsConAuto INFORMA

5


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.57 Pagina 4

Autoriparazione sotto la lente d’ingrandimento

A ottobre arriva EasyBenchmark

Grafico 1. L’età del parco circolante

Cliente soddisfatto?

Prepariamoci ad accoglierli e in questi giorni il lavoro non sembra girare nel verso giusto e volete sapere cosa vi aspetta in futuro, l’ultima indagine di GiPa sul mondo dell’autoriparazione può tirarvi su il morale e fornirvi qualche spunto. A tre mesi dalla nostra intervista (cfr AsConAuto Informa n°113), in occasione del convegno di Riccione, abbiamo, infatti, incontrato nuovamente Marc Aguettaz, amministratore delegato di GiPa Italia, che ci ha presentato dati molto interessanti sull’evoluzione del parco e sulle officine.

S

Nella scorsa puntata avevamo parlato dell’automobilista e dei suoi bisogni. Questa volta ci concentriamo sulle officine. Prima di parlare di autoriparazione, è bene soffermarsi sui potenziali clienti della rete italiana. Partiamo quindi da un breve esame del parco circolante: abbiamo oltre 31,6 milioni di mezzi con un’età media di 8,23 anni, la più alta registrata negli ultimi venti (Grafico 1). Solo il 19,7 per cento dei veicoli ha meno di tre anni, il 14,2 per cento ne ha tra i tre e i quattro, il 13,7 cinque o sei, il 19,4 tra i

Grafico 2. Evoluzione del parco per età

Fonte: Gipa Italia

sette e i nove; ben il 25,6 per cento tra i 10 e i 14 e, infine, il 7,5 per cento ha 15 anni o più. Nell’ultimo decennio abbiamo assistito a un forte travaso dalle auto più giovani a quelle più anziane. Nel 2003 le auto da dieci anni in su erano meno del 24 per cento del totale (Grafico 2)! Se guardiamo poi al tipo di alimentazione, ci accorgiamo che il parco a gasolio è praticamente triplicato nello stesso arco di tempo: da 4,5 milioni a poco meno di 13 milioni di veicoli (Grafico 3). E tutti sappiamo che i motori diesel sono più complessi.

Queste auto circolano meno rispetto al passato? La percorrenza è diminuita solo per le auto diesel. Del resto, aereo Come evidenziato nel Grafico 1, il parco circolante italiano prosegue il suo invecchiamento: oggi l’età media è di 8,23 anni. Il Grafico 2 mette in evidenza come la fascia giovane stia continuando ad assottigliarsi. Nel Grafico 3 è riportata invece l’evoluzione del parco per tipo di alimentazione, dal quale si evince l’importanza crescente del gasolio. Il Grafico 5 mostra le motivazioni alla base degli ingressi in officina: il tagliando è al primo posto.

ual è la percezione che i clienti hanno della vostra officina? I servizi soddisfano le loro esigenze? In quali aree potete migliorare? Se cercate una risposta a queste - e molte altre - domande potete affidarvi a EasyBenchmark, il servizio di monitoraggio delle prestazioni sviluppato da Asap sezione automotive. Per utilizzarlo basta un computer, un tablet o uno smartphone con connessione Internet. Ci si registra al sito www.ebmark.org inserendo le informazioni di base sulla struttura - sempre modificabili - e si riceve un accesso riservato con password.

Q

Su cosa verte il questionario? Abbiamo individuato dieci indicatori chiave: flessibilità, qualità e competenza tecnica, puntualità, tempestività, gamma di servizi, vicinanza e facilità di accesso, trasparenza, informazione, accoglienza e prezzo. Chiediamo al cliente di esprimersi a riguardo. Come vengono trattati i dati? Le informazioni ottenute sono immagazzinate nel database e rifor-

16 ottobre 2012 IVA

quelle attese dai clienti, sia la propria posizione sui diversi indicatori chiave rispetto ai concorrenti. Il meccanico potrà sapere qual è il miglior risultato messo a segno nella sua area geografica, o nelle strutture che contano il medesimo numero di addetti o ancora in quelle che svolgono la stessa tipologia di servizi (officine meccaniche per auto o veicoli industriali, carrozzerie, elettrauti). Il tutto naturalmente in forma anonima.

In alto, una schermata del questionario che i clienti ricevono via mail. A sinistra, un report con un confronto tra l’importanza dei dieci indicatori chiave e la valutazione data all’officina. Ai dati si può accedere 24 ore su 24.

Fonte: Gipa Italia

Grafico 4. Il numero di ingressi in officina

Fonte: Gipa Italia

4 AsConAuto INFORMA

Fonte: Gipa Italia

Grafico 5. Tipologia degli ingressi in officina

Fonte: Gipa Italia

Ottobre 2012

Ci può spiegare come funziona? EasyBenchmark è un facile strumento accessibile via Internet 24 ore su 24, 365 giorni all’anno. Ogni volta che viene erogata un’attività di manutenzione o riparazione è possibile, tramite una e-mail automatica d’invito, richiedere al cliente la compilazione di un brevissimo questionario. Il meccanico ha solo il compito di procurarsi l’indirizzo di posta elettronica al resto ci pensa EasyBenchmark. Ottobre 2012

-Versamento della 5° rata, del saldo Iva relativa all'anno 2011 risultante dalla dichiarazione annuale, maggiorata dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/03/2012 - 16/06/2012, con applicazione degli interessi nella misura dello 1,07% da parte delle persone fisiche che presentano la dichiarazione dei redditi - Unico 2012 - e che si avvalgono del “regime agevolato per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 9 luglio; -Versamento dell’8°rata dell’Iva relativa all’anno d’imposta 2011 risultante dalla dichiarazione annuale con la maggiorazione dello 0,33% mensile a titolo di interessi da parte dei contribuenti Iva che hanno scelto il pagamento rateale dell'imposta dovuta per il 2011;

17 ottobre 2012 IVA

Grafico 3. L’alimentazione del parco circolante

Per saperne di più abbiamo intervistato Paolo Gaiardelli, ricercatore Asap.

1 ottobre 2012 IMU -Presentazione da parte dei proprietari o titolari di altro diritto reale di godimento della dichiarazione Imu per gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012;

Le performance della tua officina in un clic, grazie al nuovo servizio on line di Asap. Che permette anche di scoprire cosa fanno gli altri

Invecchia il parco italiano: oggi oltre il 30 per cento dei veicoli ha dieci anni o più. Le tendenze del mercato nelle parole di Marc Aguettaz

Le date da ricordare...

-Liquidazione e versamento dell’Iva relativa al mese precedente (settembre) da parte dei contribuenti Iva mensili; -Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al secondo mese precedente da parte dei contribuenti Iva mensili che hanno affidato a terzi la tenuta della contabilità optando per il regime previsto dall’art. 1, comma 3, del D.P.R. n. 100/1998; -Ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 17 settembre (ravvedimento) da parte dei contribuenti tenuti al versamento unitario di imposte e contributi.

AsConAuto INFORMA

mulate in grafici di semplice lettura e interpretazione. Ai quali si può accedere quando si desidera per controllare e confrontare le proprie performance, pure per periodi temporali diversi, ultimo mese per esempio o ultimo semestre.

Un motivo in più per non sedersi sugli allori! Soprattutto in tempi difficili per il mercato è importante sapere come si stanno muovendo gli altri ed eventualmente adeguare i propri standard alla comcorrenza.

Asconauto Informa Mensile di informazione dell’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto Aut. Trib. di Rimini N. 1 2003

Con EasyBenchmark quindi è possibile non solo il monitoraggio ma anche il confronto? Esattamente. Il monitoraggio è la funzione base ed è offerta gratuitamente, il confronto è il passo successivo. È possibile sia effettuare il confronto sia delle prestazioni di manutenzione e riparazione con

Da quando si potrà usufruire del servizio e quanto costerà? EasyBenchmark sarà on line dal mese di ottobre. Dopo un periodo di prova di 60 giorni, il costo sarà di 100 euro all’anno, Iva esclusa. Fatta eccezione appunto per la funzione di base che è n sempre gratuita.

Redazione: via Crimea, 7 47900 Rimini Tel. 0541 743085 Fax 0541 743640 info@asconauto.it www.asconauto.it Impaginazione: Studio Page - Novate Milanese MI Stampa: Tecnostampa - via Casalecchio, 27 47900 Rimini

Anno 10 - N. 116 - ottobre 2012

Direttore Responsabile: Giuseppe Guzzardi In redazione: Tiziana Altieri, Roberta Carati, Matthieu Colombo, Enrico Della Negra, Stefano Mecheri, Gianluca Ventura

AsConAuto INFORMA

13


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.55 Pagina 14

Competizioni

3° convegno AsConAuto

Tempo di Sanremo

Insieme per reAGIRE

Dopo il Gp d’Italia di F1, gli appassionati di motori come voi hanno subito spostato l’attenzione sulla 54^ edizione del Rally di Sanremo. Sempre a ottobre, diverse gare su asfalto e il Campionato Gt a Monza 54° RALLY DI SANREMO La 54^ edizione del Rally di Sanremo si correrà il 12 e 13 ottobre, ma ufficialmente è già operativa dato che le iscrizioni sono state infatti aperte lo scorso 18 settembre. Anche quest’anno, la gara sarà valida per l’Intercontinental Rally Challenge, l’European Rally Championship South-West e, naturalmente, per il Campionato Italiano Rally. Guardando ai calendari dei suddetti campionati, segnaliamo che la prova di Sanremo sarà la dodicesima e penultima prova dell’Irc e potrà essere decisiva nella lotta per lo scettro del campionato Intercontinentale fra i piloti della Škoda, Andreas Mikkelsen, Juho Hanninen e Jan Kopecky. Inoltre, la due giorni italiana sarà la quarta e ultima gara della serie regionale del Campionato Europeo. Sul fronte del Campionato Italiano Rally, quella

Presidenti e dealer dei consorzi riuniti a Riccione per discutere il futuro dell’autoriparazione e dell’associazione

di Sanremo sarà la settima prova delle otto a calendario e quindi potrebbe incoronare - in quell’occasione - il vincitore della sfida che vede contrapposti il sette volte campione italiano Paolo Andreucci affiancato da Anna Andreussi (Peugeot 207 S2000) ed il veronese Umberto Scandola con il ligure Guido D’Amore alle note (Škoda Fabia S2000). Il 54° Rallye di Sanremo ricalcherà nell’organizzazione l’edizione precedente con sede di partenza e arrivo, parchi assistenza e riordini nella Città dei Fiori. In tutto ci saranno quattro prove speciali nella prima tappa, e sei nella seconda per un totale di 204 chilometri cronometrati. Ancora una volta, la competizione della Riviera dei Fiori si annuncia un appuntamento immancabile. Per godersi la manifestazione è bene arrivare ben informati. Consultate il sito ufficiale della gara: www.acisanremo.it/rallysanremo.

E

l’ultimo chiuda la porta! Parafrasando Nick Carter, un simpatico fumetto di tanti anni fa, ecco che si chiude la porta del bellissimo centro congressi di Riccione, l'auditorium che ha ospitato più che degnamente il terzo convegno AsConAuto. Un momento d’incontro che lascerà pensare a quanti non erano presenti “ho fatto un errore”. Soprattutto perché la sapiente regia ha fatto sì che non vi fossero mai momenti di caduta d’interesse, di banalità, di ovvietà. E questo è già il primo importante risultato: La Forza di ReAgire è stato un momento ricco di contenuti. Ma è bello dire anche cosa non è stato. Non è stato, come qualcuno temeva, occasione per presunte faide, ripicche e invidie. Il perché è

GREEN SCOUT CUP

1° RALLY DELL'ALTA VALTIDONE Il primo rally dell’alta Val Tidone si svolgerà il 6 e 7 Ottobre 2012. Segnaliamo che la tipologia della gara è passata da Rally2 a Ronde. La tipologia sarà Ronde, per aprire le porta della manifestazione anche alle Wrc. Nella sua prima edizione, il Rally dell'Alta Valtidone, farà rivivere una prova storica del famoso Rally delle 4 Regioni: prova molto tecnica e impegnativa che riaffiora nel panorama piacentino dopo tanti anni di assenza e di cui molti appassionati si ricordano, o ricordano attraverso i racconti dei propri genitori. La seconda prova, invece, sarà una rivisitazione di una speciale più recente del 4 Regioni. Città di riferimento sarà Pianello Val Tidone, situata a circa 20 minuti dall’autostrada A21, che ospiterà la direzione gara, l’assistenza e l'arrivo. La partenza è prevista da Nibbiano, località che sarà anche sede dei riordini. Decisivo il supporto dei comuni limitrofi di Pecorara e Nibbiano che si vedranno coinvolti nello svolgimento della manifestazione.

14 AsConAuto INFORMA

Il prossimo 14 ottobre si correrà sul circuito di Adria la gara conclusiva del Campionato Italiano Energie Alternative Green Scout Cup corso con le Kia Venga alimentate a gas Gpl. In sostanza si tratta quindi di un campionato monomarca che vede tra i piloti protagonisti anche il nostro Paolo Strabello, presidente dell’Associazione AsConAuto e settimo nella classifica assoluta. In testa al campionato c’è il personaggio televisivo Jimmy Ghione con 226 punti, seguito da Gabriele Volpato (nelle foto con l’auto numero 6) con 192 punti, a sua volta tallonato dalla giovanissima Alessandra Brena, classe 1995. L’agguerrita

pilota ha dichiarato: “Dopo la gara di Imola il mio distacco dalla vetta è leggermente aumentato e questo non va bene. Ad Adria farò di tutto per guadagnare la migliore posizione.” Anche quest’anno, quindi, questa formula ‘green’ si è rivelata molto avvincente. Il nostro consiglio è quello di andare a seguire di persona la tappa di Adria e, ovviamente, tifare Strabello.

Ottobre 2012

presto detto: i dealer, hanno altro a cui pensare. Volevano un evento concreto, pragmatico, proiettato al futuro. E lo hanno avuto. Quella che abbiamo avvertito è

Sopra, la sala del centro Congressi di Riccione che ha ospitato il 3° convegno AsConAuto. A destra, l’evento si chiude sulle parole di Dario Soncina. In alto, i presidenti dei Consorzi.

Petrolio batte tutti Un’occasione il 3° convegno AsConAuto per tracciare gli scenari futuri. A quelli energetici, da qui a trent’anni, ci ha pensato Maria Rosaria Maranci di Exxon Mobil Italiana. La scena continuerà a essere dominata dal petrolio: nel 2040 ben il 90 per cento dei mezzi in circolazione nel mondo sarà spinto da motori benzina o diesel che miglioreranno ulteriormente la loro efficienza. Gli ibridi rappresenteranno un’altra fetta importante del mercato, mentre i veicoli elettrici, a gas metano e Gpl rimarranno una nicchia. Soffermandosi invece sull’Europa, gli scenari al 2020 vedono crescere in maniera esponenziale le ibride: oltre un’auto su due impiegherà questa tecnologia. E se dalle nostre parti il resto lo faranno benzina e diesel in parti uguali, altrove (Cina, America Latina, Middle East, Nord America e India) a fare da padrone sarà la verde. Il futuro, almeno quello più vicino, insomma non è elettrico.

Ottobre 2012

l’energia del Fare, ben compresa dai relatori ospiti, tutti profondamente ammirati della bella realtà dei nostri consorzi. Energia del Fare che in un cre-

scendo ben progettato ha visto nel finale GC prospettare le sette ricette chiave per attraversare la bufera. A prescindere dallo stato di salute della propria concessionaria, della New Ber, della conferma o meno dei mandati, della sopravvivenza stessa delle società. Sarà bello un giorno fare la conta della differenza che sussiste tra concessionarie consorziate o meno, in termini di tenuta del mercato. Ma oggi poco importa, il futuro non è un rendiconto ma un’area di business. Le incertezze, certo, sono tante. Ma il messaggio forte del convegno di Riccione è semplice e complesso allo stesso tempo: insieme si può andare avanti, insieme si può affrontare meglio il cambiamento. Perché, che ci piaccia o meno, il n cambiamento è già in atto.

Parola di manager Si definisce manager e scrittore ma è un personaggio ben più eclettico. Al Convegno AsConAuto per esempio ha vestito i panni del ‘motivatore’. È Sebastiano Zanolli. Al pubblico di Riccione ha lanciato ben più di una provocazione per poi sottolineare l’importanza di saper ‘cavalcare’ il cambiamento. “Non ci sono più lavori ‘favolosi’ - ha spiegato - in cui qualcuno ti dice esattamente cosa fare, è finito il tempo dei posti di lavoro che io definisco ‘Abc’ (Attendance Based Compensation). Stare otto ore sul lavoro non vuol dire produrre. Ci vogliono altre doti: bisogna acquisire consapevolezza del proprio obiettivo (anche semplificandolo), essere flessibili, accettare il cambiamento che genera risorse, vendere bene se stessi, ossia il proprio marchio personale, costruire relazioni, essere responsabili e rispettare le proprie energie che vuol dire prendersi cura del proprio benessere.” E per far scendere il sipario ha scelto una frase pronunciata da Annibale nel 218 a.C. di fronte alle Alpi. “Noi troveremo una strada. Oppure ne apriremo una nuova.” Se non è determinazione questa...

AsConAuto INFORMA

3


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.57 Pagina 2

2° RONDE VALSASSINA La seconda edizione del Rally Ronde della Valsassina, valida per la Rally Ronde 2^ zona e la Lombardia Ronde Cup, si terrà i prossimi 6 e 7 ottobre sulle strade lecchesi con partenza e arrivo a Colico (Lc). La gara, organizzata dalla P.S.A. con la collaborazione dell’Automobil Club di Lecco e il patrocinio del

Comune di Colico, sarà di tipo Ronde, con un tracciato costituito da una prova speciale lunga una decina di chilometri che dovrà essere percorsa quattro volte per un totale di 45 chilometri, su un percorso complessivo di 260. Il programma prevede la consegna road book più le verifiche sportive e tecniche sabato 6 ottobre dalle ore 9:30 alle ore 12,30. I test con le vetture da gara sempre sabato dalle ore 11:30 alle 14:30 e, alle 19:01, la cerimonia di partenza della gara con sfilata sul lungolago di Colico. Domenica 7 ottobre, alle 8:01 partenza per le prove speciali e arrivo finale a Colico alle 18:00.

IL MONDO DEI TRUCK SI RITROVA A MONZA L’11, 12 e 13 ottobre, presso l’Autodromo Nazionale di Monza, si terrà truckEmotion la nuova manifestazione rivolta al mondo dei veicoli da trasporto e lavoro, una piattaforma di servizi e prodotti dedicata ai truck, all’interno della quale operatori ed esperti del mercato si incontreranno per confrontarsi sulle più importanti tematiche del settore. Valore, emozione, business sono i concetti distintivi dell’iniziativa, che offrirà una nuova visione per la filiera grazie a seminari, workshop e tavole rotonde, incontri commerciali tra i maggiori attori del mercato, ma non mancheranno le prove dei veicoli. Per informazioni pratiche consultare: www.truckemotion.it.

2° SLALOM VERBANO CUSIO OSSOLA

MOTO GP

Si correrà i prossimi 13 e 14 ottobre la seconda edizione dello Slalom del Verbano Cusio Ossola (rinviata da luglio). Il Comune di Trontano sarà il cuore pulsante della manifestazione. “Dopo l’accoglienza che Trontano ci ha riservato lo scorso anno non poteva essere diversamente”, ha spiegato l’organizzatore Claudio Fava. Le iscrizioni sono aperte da giovedì 13 settembre e si chiuderanno lunedì 8 ottobre (sono ammesse le auto storiche), mentre la competizione è valida per la Coppa Italia 1^ e 2^ Zona. La lunghezza del percorso è di soli 2,9 chilometri con un dislivello di 270 metri. Sono 13 le postazioni e 3 le manche.

CAMPIONATO ITALIANO GRAN TURISMO Il Campionato italiano Gt sta volgendo al termine. Al momento in cui stiamo scrivendo, mancano solo la prova del Mugello e la gara finale all’Autodromo di Monza programmata per il 21 ottobre. L’Audi R8 Lms guidata da Andrea Sonvico è in testa alla classifica assoluta, tallonata dalle Porsche 911 Gt3R di Alessandro Balzan e Giacomo Barri. La grande novità attesa per la gara di Imola è il debutto nazionale della Mercedes Sls Amg.

Ottobre 2012

L’arrivo della Stella a tre punte, affidata all’equipaggio De Lorenzi-Necchi, segue anche all’esordio della McLaren Mp412C avvenuto a Imola e va ad arricchire ulteriormente lo schieramento della classe Gt3. Oltre a un finale di campionato al fulmicotone, quindi, gli appassionati di questa disciplina pregustano già un 2013 di gare avvincenti. Ricordiamo che le gare sono trasmesse su Sportitalia (canali Sky 225 e digitale terrestre 60) e in web streaming sul sito www.acisportitalia.it.

Mancano solo quattro gare alla chiusura della stagione 2012 di Moto Gp e a ottobre potrete seguirne ben tre. Il 14 quella del Giappone sul circuito Motegi, il 21 ottobre il Gran Premio di Malesia a Sepang e il 28 quello d’Australia a Phillip Island. A chiudere i giochi sarà il Gran Premio di Valencia, in programma l’11 novembre. A condurre il campionato è lo spagnolo Jorge Lorenzo su Yamaha, tallonato dal minuto connazionale Dani Pedrosa su Honda. Ne vedremo delle belle!

AsConAuto 15 INFORMA


11612_Nazionale_2505 8.qxd 27/09/12 10.53 Pagina 16

AsConAuto INFORMA

Mensile di informazione e cultura motoristica - ORGANO UFFICIALE DELLʼ ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSORZI CONCESSIONARI AUTO ANNO 10 N. 116 - OTTOBRE 2012

Ho tanto bisogno di TE È di 8,23 anni oggi l’età media delle auto italiane, la più alta registrata negli ultimi vent’anni. Un parco circolante, quindi, bisognoso di attenzioni soprattutto da parte delle officine indipendenti. Marc Aguettaz di GiPa ci spiega perché

La forza di reAGIRE Il mondo AsConAuto riunito a Riccione per il 3° convegno

a pagina

3 EasyBenchmark Misurare le performance dell’officina con Asap

a pagina

13 Asfalto rovente Le competizioni più adrenaliniche in programma. Tu ci sarai?

a pagina

14

www.asconauto.it

Asconauto Informa ottobre 2012  

Asconauto Informa ottobre 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you