Asa Magazine 16 - Maggio 2021

Scroll for more

Page 108

A L C U N I A P P U N T I S U L L’ A R C I P E L A G O Ci sono due casinò, uno a Paradise Island e l’altro a Cable Beach, pochi chilometri a ovest di Nassau. Le slot machine sono accessibili 24 ore su 24, la roulette e gli altri giochi dalle 12 alle 5 del mattino. Cay: questa parola, che si pronuncia come l’inglese key, deriva dal vocabolario indiano arawak cairi, che vuol dire “isola”, ma che in inglese ha assunto il significato di “piccola isola” e così, infatti, si chiamano quasi tutte le isole minori dell’arcipelago. Goombay: è il nome della musica di quest’arcipelago. Sebbene non sia del tutto originale, perché si chiama così anche alle Bermuda, il goombay delle Bahamas ha assunto con il passare degli anni una propria caratterizzazione. Potter’s Cay: sull’isoletta proprio situata sotto il ponte che unisce Nassau

1 0 8   ASA

a Paradise Island, si tiene il “Native Market”, un mercatino di pesce, frutta e verdura freschissimi, destinato agli abitanti del luogo. Andateci per assaporare un aspetto della vita quotidiana dell’isola e per vedere i pescatori che estraggono il conch dalla conchiglia. Spiagge: tutte le isole e i cay delle Bahamas sono circondati di sabbia bianca e morbidissima, bordate di palme e cespugli fioriti. Divertimenti: a eccezione del gioco d’azzardo ai casinò, le serate bahamensi sono tutte all’insegna della musica, da ascoltare e per ballare. Non mancano gli immancabili piano bar e le discoteche di stile internazionale. I locali più autentici, però, frequentati dalla popolazione locale, sono quelli over the hill, il cuore originale della capitale. Il più noto è il “Casablanca”.

M A G A Z I N E   M A G G I O 2 0 2 1 AGROALIMENTARE E TURISMO INTERNAZIONALE