Page 72

Brooklyn sarà la nuova Manhattan. I piani urbanistici - alcuni approvati e molti già in partenza - che coinvolgono investimenti immobiliari ingenti dicono questo, tra cittadini scontenti che gridano alla speculazione e investitori entusiasti. Questo però vuol dire anche investimenti architettonici su cultura e spazi pubblici, a vantaggio proprio degli abitanti dell’area. E si iniziano a vedere i risultati, innegabilmente positivi.

BROOKLYN, NUOVA PICCOLA MELA di FEDERICA RUSSO

BRIDGE PARK

Secondo la tradizione americana, fatta la metropoli va creato anche il luogo di fuga per i cittadini stressati, ed è così che tra i vari progetti è stato approvato anche quello per il Bridge Park, la Coney Island di Brooklyn. Un vero parco tematico dove a ogni Pier è dedicata una sezione dello svago: Pier 1 e 6 divertimento e sport, Pier 2 e 5 prato comunale, Pier 3 spiaggia e habitat dell’isola. Il Pier 6, in particolare, progettato da Michael Van Valkenburgh Associates, è stato completato già nel 2010 ed è volto a soddisfare le esigenze dei bambini di Brooklyn: a Swing Valley possono volare a mezz’aria, a Slide Mountain scalare le vette, a Sand Village godere di tutte le attrazioni di una vera spiaggia, compresi campi di beach volley, in Water Lab usufruire di ogni tipo di gioco acquatico. Insomma, un parco giochi in piena regola vista Manhattan per i fortunati bambini della metropoli.

Williamsburg

Bushwick

Project: Michael Van Valkenburgh Year: 2010 Location: 334 Furman Street Status: completed

BARCLAYS CENTRE

Il Barclays Center progettato da Shop Architect e inaugurato nel 2012 Fra Atlantic e Flatbush si può considerare per ora l’edificio più spettacolare di Brooklyn. Spettacolare nel vero senso della parola, perché tutto - dalla forma al contenuto è show per la cittadinanza e i visitatori. D’altronde la Barclays è tra i maggiori investitori dell’area e si sa ormai che poco gioca meglio di un edificio iconico, che dia l’idea che tutto sta cambiando e che il futuro è ormai alle porte, per far salire il valore immobiliare di un quartiere. L’edificio, con i suoi 675.000 sqf e la sua forma fluida, accoglie gli ospiti in un enorme spazio aperto sormontato da una stupefacente forma ovale su cui si apre la facciata principale completamente vetrata. I visitatori da qui possono accedere ai vari bar e caffè e all’arena, incorniciata nell’enorme copertura di 30 metri d’altezza. Sicuramente un progetto ben riuscito nell’intento, che anticipa un futuro urbano già scritto negli investimenti finanziari. Project: Shop Architect Year: 2012 Location: 620 Atlantic Avenue Status: completed Photo: Bruce Damonte

72

ARCHITETTURA

BOTANICAL GARDEN

Nel 2012 è stato inaugurato il nuovo Visitor Center del Brooklyn Botanic Garden, a sottolineare l’attuale fervore di quest’area verso la vita urbana culturale e pubblica. Punto d’incontro fra la città e il parco, l’edificio esprime a pieno l’intenzionalità di captare i cittadini e spingerli nel mondo della cultura della coltivazione. Interfaccia, gate e punto d’orientamento, il Centre ospita la lobby, le gallerie espositive, i caffè, gli shop e la sala eventi, inglobandoli nella sua forma fluttuante che fonde in sé i tre percorsi del parco. La copertura diventa anch’essa topografia, confondendo e trasformando l’intero edificio in un elemento del landscape. Project: Weiss/Manfredi Year: 2012 Location: 990 Washington Avenue Status: completed

Artribune magazine #15  

Prima uscita autunnale per Artribune Magazine. Come sempre, un numero pieno di anteprime, novità, recensioni, approfondimenti...

Artribune magazine #15  

Prima uscita autunnale per Artribune Magazine. Come sempre, un numero pieno di anteprime, novità, recensioni, approfondimenti...

Advertisement