Page 28

ARTINTIME WISH YOU WERE HERE Late morning in Soho, my lucky friend and I are heading to a oneoff event hosted by Italian beer brand Birra Moretti. Italy’s Coming to London! Golden Square is waiting for us transformed into a frisky Italian piazza. It’s Friday and whitecollar workers are spying the Piazza from their workplace, willing to join us during their lunch break. Someone will dare to. Thanks to my dear friend we won tickets that permit a full VIP treatment. So we get our spot on the wood benches by the wood table just in front of the live satellite link-up screen from San Gimignano. An unusual bold sun is shining and we are surrounded by tanned waiters welcoming us with huge smiles. Sergio Dondoli, a former Gelato World Champion, reveals the menu of the day: a saffron ice cream as dessert and delicious Carbonara to start. Obviously sprinkled by few pints of Morretti beer. While we are waiting for the main dish they serve us bread, oil and olives. As we are all lively and jovial, people are thrilled to share our banquet. So we chat with the dining companions and get the chance to know each other a bit better. A local couple stands out the most, an English Lady in her seventies and her partner, a Scottish gentleman. Wise and kind, they give good advices about how to approach life: never be afraid to ask and always take your chances because you’ll never know! We absolutely trust them since they have a pretty impressive winning records. The

28 | ArtInTime

screen now shows Stefano Dondoni (son of the gelato maker) and Sandra Rosy Lotti cooking one of the most well known Italian recipe. Simply looking and that makes your mouth water. All the senses are combined to give the impression of being in Italy, listening to the familiar sound of our language makes me and my friend feeling homesick. Full and tipsy we leave the table ready for another unique experience during a typical London afternoon. The Dalston House is waiting for us…but this is another story. È tarda mattina quando, scortata da una fortunata amica attraverso le strade centralissime di Soho, vado a reclamare il mio posto all’evento sponsorizzato dalla Birra Moretti. Italy’s coming to London! Dietro Carnaby Street, la bellissima Golden Square ci attende vestita a festa. È un venerdì e i colletti bianchi della City ci osservano brindare con la spumeggiante birra durante la loro pausa pranzo. Qualcuno avrà l’ardire di unirsi a noi. Facciamo un passo indietro. La mia accompagnatrice, vincendo i biglietti messi in palio sul sito inglese dell’italica birra, ci ha spalancato i cancelli dorati del festoso banchetto allestito in piazza. Un tripudio di tavoli e panche in legno, ombrelloni vermiglio che ci schermano da un insolito sole poderoso, e delizie italiane da assaporare. Sorridenti camerieri abbronzati ci scortano al nostro tavolo, in prima fila, davanti al maxi schermo che trasmette live dall’Italia. San

Gimignano è connessa con noi. Un allegro gelataio, Sergio Dondoli, si avvicina e ci annuncia che presto assaggeremo la sua nuova specialità, il gelato allo zafferano, non prima di aver gustato, però, una carbonara con tanto di dimostrazione in diretta dalla Toscana, il tutto naturalmente innaffiato da fiumi di birra. Per ammazzare l’attesa ci servono pane, olio e olive. Regna il buonumore e i passanti sono attirati come api dal miele. C’è tutto il tempo per conoscere meglio i commensali, e da buone italiane per nulla intimidite apriamo le danze chiacchierando con una coppia locale, lei inglese intorno ai settanta, lui scozzese di età ignota, due personaggi che dispensano perle di saggezza una dietro l’altra e ci incitano a tentare sempre la sorte e a non aver mai paura di chiedere. Detto da chi ha vinto un viaggio gratis negli Stati Uniti e mille altri premi in pochi anni suona come un ottimo consiglio. Dallo schermo ci arrivano le immagini di due esperti cuochi al lavoro, Stefano Dondoli (figlio del gelataio che ci ha accolte) e Sandra Rosy Lotti si dilettano nella più classica delle ricette. L’acquolina sale mentre ammiriamo lo sfrigolare del guanciale in padella, la familiarità degli ingredienti e del suono della nostra lingua natia ci fa sentire vicinissimo alle nostre famiglie in realtà oltre Manica. Sazie e lievemente brille, ci alziamo da tavola per continuare a goderci il pomeriggio londinese, direzione Dalston House…ma questa è un’altra storia.

Cristina Canfora

Artintime N.9 - Settembre  

Rivista dedicata al mondo dell'arte in tutte le sue forme

Artintime N.9 - Settembre  

Rivista dedicata al mondo dell'arte in tutte le sue forme

Advertisement