Page 1

FOOL | Food 9.2011

Il mondo del tè/3

L’oro verde in versione made in Italy Una delle prime a intuire che dietro una buona tazza di infuso si nascondeva un potenziale business redditizio è stata Francesca Natali: è stata lei a Milano nel 2001 a dare vita al gruppo ArtedelRicevere che seleziona, fornisce e distribuisce prodotti, servizi, consulenza e formazione nel settore tè. Oggi la società festeggia il suo primo decennio di attività e dopo l’apertura di boutique monotematiche, tanti corsi e consulenze, per la sua fondatrice è tempo di bilanci. E nuovi progetti. Perché il mondo del tè è davvero molto cambiato in questo ultimi dieci anni... «I primi a cambiare atteggiamento nei confronti del te sono stati i consumatori di sesso maschile! - evidenzia la manager - Grazie alle boutique specializzate, che in questi anni hanno saputo raccontare con costanza e impegno ogni giorno la differenza tra un tè verde e un tè nero, gli uomini hanno potuto studiare e approfondire una passione antica 5mila anni».

Ma questo è stato solo il primo passo. «Ovviamente la grande distribuzione è stata di grandissimo aiuto a questo sviluppo – prosegue Natali - stimolando i consumi alla base grazie ai forti investimenti pubblicitari. Purtroppo i locali sono ancora molto indietro in questo senso. Per ora sono solo gli hotel di lusso, le Spa più esclusive e i migliori chef italiani a conoscere il buon tè. Lo usano e ci ‘usano’ per crescere ed offrire esperienze deliziose ai loro clienti». E come vede Francesca Natali il futuro di questo infuso e di ArtedelRicevere? «Si può rispondere in due parole: Oro verde, come il titolo di un libro scritto da un coltivatore dell’Assam! Nonostante la nostra esperienza decennale, questo mondo è ancora agli inizi e gli sviluppi di crescita del comparto sono davvero tanti. E molto interessanti. Il nostro obiettivo è quello di viaggiare per portare ArtedelRicevere in quei territori dove il tè si beve da anni, ma non con lo stile italiano».

GREEN GOLD MADE IN ITALY

98

Francesca Natali was one of the first in Italy to understand that behind a good cup of tea was a potentially profitable business: in Milan in 2001, she started the group ArtedelRicevere that selects, supplies and distributes products as well as providing services, consulting and education in the tea sector. Today the company is celebrating its 10th anniversary and after the opening of a boutique, many courses and consultancies, it is time for its founder to to look at the whole picture. And new projects. Because the world of tea has changed a lot during these past ten years... «The first to change their mind about tea were male consumers! - stresses the manager – Thanks to specialized boutiques that have been able to communicate every day

the difference between green and black tea, men have been able to study and develop a passion that is 5 thousand years old». But this was just the first step. «Obviously, mass distribution has been very important in this development – continues Natali – stimulating consumers with aggressive

advertisements. Unfortunately, bars are behind. Presenlty, only luxury hotels, exclusive Spas and the best Italian chefs understand good tea. They use it and us to create and to offer delicious experiences to their clients». «What is the future of the infusion and ArtedelRicevere in Franscesca Natali’s opinion? This can be answered in two words: ‘Oro verde’, like the title of the book written by an Assam grower! Not withstanding our 10 years of experience, the tea world is still just starting and growth in the sector is substanatial. And very interesting. Our objective is that of traveling in order to bring ArtedelRicevere to those areas where tea has been consumed for years but not with Italian style».

99

L’oro verde in versione made in Italy  

Una delle prime a intuire che dietro una buona tazza di infuso si nascondeva un potenziale business redditizio è stata Francesca Natali: è s...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you