__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI MODENA

GUIDA

SPORT LIBERO

ALLO


COMUNE DI MODENA IL SINDACO GIAN CARLO MUZZARELLI Lo sport è vita, è passione, è comunità, è socialità, è benessere. E Modena, che è tutte queste cose e molto di più, è anche una città di sport. Lo è per l’amore per le tante squadre professionistiche ed atleti professionisti, che spesso riportano risultati d’eccellenza e tengono alto il nome della città, e lo è altrettanto, se non di più, per il piacere diffuso di essere protagonisti attivi dello sport. Tante e tanti modenesi praticano sport nelle società dilettantistiche, in palestra, nei campi sportivi. Tante e tanti altri, di ogni età, fanno sport nei parchi e in tante aree della città, dai giovanissimi sino a chi è in pensione ma non rinuncia certo al piacere di indossare scarpe da ginnastica e concedersi una salutare passeggiata al parco. A loro, in particolare, si rivolge questa “Guida allo sport libero”. Per l’Amministrazione comunale è importante che i cittadini che decidono di praticare sport lo possano fare liberamente, nel modo e con i tempi che scelgono: la qualificazione dei parchi, l’impegno per città e aree verdi pulite ed a misura d’uomo vanno in questa direzione. Uno spazio vissuto da chi fa sport è più bello, vivace ed anche più sicuro. Ringrazio quindi gli estensori che hanno reso possibile pubblicare questo strumento informativo. Il Sindaco Gian Carlo Muzzarelli

3


COMUNE DI MODENA ASSESSORE ALLO SPORT E ALL'ambiente GIULIO GUERZONI Le indagini più recenti, svolte sulla popolazione dell’Emilia Romagna e di Modena, dimostrano come sia ormai diffusa la consapevolezza che svolgere regolarmente attività fisica porti significativi benefici alla salute e all’umore. Negli ultimi anni, complici la difficoltà a conciliare i tanti impegni quotidiani e la riduzione delle disponibilità economiche, sempre più persone hanno iniziato a praticare attività fisica non organizzata, utilizzando le strutture che la nostra città offre liberamente nei parchi. Già da qualche anno, l’Amministrazione Comunale sta lavorando per valorizzare le attrezzature sportive nei parchi cittadini. Dopo la realizzazione delle pagine web dedicate, consultabili all’indirizzo www.comune.modena.it/sport/sport-liberamente, grazie agli editori di Artech, abbiamo avuto la possibilità di racchiudere in una guida cartacea tutte le opportunità di sport offerte dai nostri parchi. Nella guida sarà possibile trovare l’elenco delle attrezzature di cui è dotato ogni singolo parco, oltre che alcune proposte di percorsi podistici di varie lunghezze e difficoltà, che possono essere affrontati di corsa o camminando su percorsi ciclabili o all’interno dei parchi. Ringraziamo gli sponsor, grazie ai quali questa guida e tante iniziative sportive promosse dal Comune e dalle società sportive non si sarebbero potute realizzare, in un periodo in cui la crisi ha ridotto i margini di spesa per tutti. Assessore allo Sport e all’Ambiente Giulio Guerzoni

4


INDICE GENERALE SALUTO DEL SINDACO

pag. 3

INTRODUZIONE A CURA DELL’ASSESSORE ALLO SPORT E ALL’AMBIENTE

pag. 4

INDICE GENERALE

pag. 5

STATISTICHE

pag. 7

INFORMAZIONI SULLO SPORT E BENESSERE

pag. 13

PROGETTI SPORT

pag. 20

MODENA CITTÀ EUROPEA DELLO SPORT

pag. 21

SPORT LIBERAMENTE

pag. 22

CONSIGLI

pag. 23

SPORTIVI FAI DA TE

pag. 25

MANIFESTAZIONI

pag. 27

PERCORSI DELLA SALUTE

pag. 29

MAPPA DEI PARCHI

pag. 43

I PARCHI

pag. 45

L’USO DELLA BICICLETTA A MODENA IMPIANTI SPORTIVI

pag. 71 pag. 74

Si ringrazia per la collaborazione e l’aggiornamento dei dati: Assessorato allo Sport del Comune di Modena Foto di Artech Edizioni. Consulente Editoriale: Serena Sternieri. Un doveroso ringraziamento a tutti gli inserzionisti che con il loro contributo, hanno reso possibile la realizzazione di questo strumento informativo. Note editoriali:
 l’editore non si assume alcuna responsabilità per marchi o slogan usati dagli inserzionisti. Ci scusiamo per eventuali errori o inesattezze presenti nella pubblicazione. Editore: Artech Edizioni - Via Vivaldi, 23 41012 Carpi (Mo) Tel. 059/652416 info@artechedizioni.com - www.artechedizioni.com Tiratura: 6.000 copie. Diffusione gratuita a cura dell’Ufficio Sport Modena. Stampa a cura di: Litocolor Guastalla (Re) 5


STATISTICHE Indagini su sport e attivitĂ fisica a Modena

Universo di riferimento: cittadini italiani maggiorenni residenti nel Comune di Modena Campione: 1474 casi Fonte: Indagine su sport e attivitĂ fisica, Ufficio Ricerche del Comune di Modena, anno 2014

7


STATISTICHE

9


STATISTICHE

Confronto con altre ricerche: nel seguente grafico è mostrato il dato sull’Organizzazione dell’attività fisica viene messo a confronto con i dati desunti da altre due indagini svolte dall’Ufficio Ricerche. Per poter mettere a confrontare i dati, rendendoli omogenei, si è selezionato un sotto campione composto da coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 64 anni.

11


INFORMAZIONI SULLO SPORT E BENESSERE ALCUNI BUONI MOTIVI PER PRATICARE SPORT

La motivazione più importante che dovrebbe stimolare alla pratica dell’attività fisica è che lo sport mantiene giovani, nel senso più salutistico del termine, più di qualsiasi altro prodotto di bellezza o miracoloso elisir anti-età. E’ ormai ampiamente dimostrato che un’attività fisica regolare, da moderata a vigorosa, apporta benefici a tutto il corpo, consentendo all’organismo umano di mantenersi sano ed efficiente più a lungo e ritardando i processi degenerativi di muscoli, articolazioni e strutture organiche: - Muscoli e articolazioni si rafforzano, con miglioramenti evidenti anche nella postura e nella resistenza alla fatica quotidiana. Una sana condizione dei muscoli addominali e dorsali comporta inoltre una riduzione del rischio di patologie della colonna vertebrale quali, ad esempio, ernie e lombosciatalgie; - Il metabolismo si ottimizza, il rapporto tra massa grassa e massa magra del corpo migliora, arrivando a regolare lo stimolo della fame e i parametri ematochimici; - La capacità e l’elasticità dell’apparato respiratorio aumentano, anche a riposo, grazie alla maggiore richiesta di ossigenazione cui sono chiamati gli alveoli polmonari durante l’esercizio fisico; - La capacità contrattile del cuore e della sua irrorazione coronarica migliora e, infatti, a riposo, uno sportivo ha un battito cardiaco di frequenza inferiore rispetto a una persona sedentaria ed è meno soggetto a sbalzi di pressione; il sistema circolatorio è più elastico e ottimizza il ritorno venoso, grazie alla maggiore efficienza della muscolatura; - Riduzione del rischio di condizioni tipiche della vita sedentaria, quali: obesità, diabete, ipertensione e tutte le patologie legate al sistema cardio-circolatorio, tra cui l’infarto, che è una delle cause di morte più diffuse nel mondo occidentale.

13


INFORMAZIONI SULLO SPORT E BENESSERE ALCUNI BUONI MOTIVI PER PRATICARE SPORT

Pallavolo, pallanuoto, calcio, scherma, pallacanestro, judo, karate, danza, atletica, ginnastica artistica, ginnastica ritmica, pattinaggio, nuoto, ecc. Il mondo dello sport è davvero infinito e variegato e tutti i bambini ne restano irrimediabilmente affascinati. La scelta di frequentare un centro sportivo è fondamentale per la loro crescita e il loro sviluppo mentale e psicologico. Il primo sport a cui un genitore pensa per il proprio figlio è in genere il nuoto che, fra tutti i possibili percorsi sportivi, è quello praticabile già dai primi anni di vita. Fino all’età pre-scolare, è ragionevole che sia un genitore a scegliere lo sport da far praticare al proprio bambino, senza ovviamente forzarlo né tantomeno ignorare i suoi limiti fisici o psicologici: costringere un bambino a fare qualcosa che non vuole, per paura o perché non gli piace è, infatti, assolutamente controproducente e addirittura dannoso. Pertanto, è opportuno indagare e non sottovalutare l’atteggiamento di un bambino che piange, o trova scuse diverse ogni volta che deve andare in piscina o in palestra. Quando però i bambini crescono, spesso accade che siano ancora i genitori a scegliere lo sport per loro, senza tenere in considerazione le loro preferenze o la loro naturale predisposizione. Per un bambino, infatti, la scelta dello sport può essere legata a concetti concreti o emotivi cui i genitori danno normalmente meno importanza, ad esempio la presenza del migliore amico, o il ricordo di un evento sportivo che lo ha emozionato e che vorrebbe rivivere in prima persona oppure il semplice fatto che a suo padre o sua madre possa piacere lo stesso sport. Anche questi vanno considerati buoni motivi per una scelta. Sarà poi il tempo a stabilire se l’interesse è destinato a durare o è solo effimero. E’ quindi importante che un genitore ascolti le ragioni di un bambino per comprendere in che modo uno sport potrebbe renderlo più felice rispetto a un altro, trovando un compromesso tra la praticità dello spostamento, le esigenze fisiche del bambino e i suoi desideri. Abituare i bambini fin da piccoli a fare sport è davvero importante per la loro crescita e il loro sviluppo fisico, mentale e psicologico. Li aiuta a scaricare lo stress, soprattutto dopo tante ore passate sui banchi di scuola e a migliorare la coordinazione, la struttura muscolare e la concentrazione allo studio. Contribuisce inoltre alla socializzazione con altri bambini, portandoli ad affrontare con equilibrio il confronto, il gioco di squadra, e la competizione, tutti elementi importanti per temprarne il carattere. Attraverso lo sport, i bambini e gli adolescenti imparano alcuni dei valori più importanti della vita quali amicizia, solidarietà, lealtà, lavoro di squadra, autodisciplina, autostima, fiducia in sé stessi e negli altri, modestia, comunicazione, capacità di affrontare i problemi e intraprendenza. Tutti principi, questi, che sono alla base dello sviluppo.

15


INFORMAZIONI SULLO SPORT E BENESSERE Oltre ad avere un ruolo fondamentale nel trasformare i bambini in adulti responsabili e premurosi, lo sport aggrega i giovani, li aiuta ad affrontare le sfide quotidiane e rappresenta per loro un linguaggio universale in grado di colmare i divari, promuovere i valori fondamentali e indispensabili per una pacifica convivenza, allentare la tensione e favorire il dialogo. Prima e dopo aver scelto l’attività sportiva preferita, è inoltre importante ricordare che ci sono alcuni elementi imprescindibili che legano il mondo dei bambini a quello dello sport. Elementi che possono essere riassunti in concetti-chiave, quali: - Lo sport deve essere una fonte di divertimento per il bambino. - Lo sport è una soluzione concreta a problemi della salute infantile quali, ad esempio, il crescente fenomeno dell’obesità infantile e del diabete di tipo I. - Lo sport accompagna quasi sempre il concetto di sana alimentazione, normo-calorica, normo-glucidica e normo-proteica.

LO SPORT E GLI ANZIANI

Lo sport è benefico a tutte le età. Negli anziani, in modo particolare, è fondamentale per il mantenimento del benessere psico-fisico e la prevenzione di molte patologie, quali ictus ischemico, diabete di tipo II, osteoporosi, depressione, ansia, problemi cardiovascolari. La longevità è determinata da fattori genetici ed è legata anche al sesso e alla specie, ma sono molti gli elementi che vanno a influire su di essa; tra questi l’esercizio fisico è importantissimo. Esso, infatti, innesca una serie di fenomeni che vanno a modificare diversi meccanismi biologici: il cuore accelera i battiti, la circolazione sanguigna migliora, la respirazione diventa più frequente e profonda, la pressione del sangue sale fisiologicamente. Tutti questi eventi proteggono, a livello cardiovascolare, dall’aterosclerosi e dalle sue complicanze, contribuendo allo smaltimento dei grassi e riducendone il deposito sulle pareti vascolari. Anche l’osteoporosi, degenerazione del tessuto osseo che provoca fragilità delle ossa stesse, viene contrastata dall’attività sportiva che contribuisce all’aumento del contenuto minerale delle ossa, con riduzione del rischio di fratture. Per questo motivo, gli anziani che praticano attività fisica stanno meglio e sono più longevi. I benefici, però, non sono solo fisici: anche l’attività celebrare trova giovamento negli esercizi aerobici. Basta camminare per qualche chilometro tutti i giorni per conseguire ottimi risultati, prestando sempre la giusta attenzione alla proporzione tra forma fisica ed età del soggetto. Infatti, lo sport che richiede uno sforzo fisico troppo intenso, può essere dannoso, soprattutto negli ultrasettantenni. E’ tuttavia indispensabile una visita medica prima di decidere se e quale attività fisica svolgere. I corsi collettivi di ginnastica per anziani favoriscono la socializzazione con altre persone e danno la possibilità di essere seguiti da istruttori qualificati, in grado di correggere gli errori di esecuzione e proporre esercizi adeguati alle proprie esigenze e forze. 17


INFORMAZIONI SULLO SPORT E BENESSERE Se non vi sono in atto patologie tali da sconsigliarli, è bene effettuare regolarmente esercizi aerobici da moderati a vigorosi. L’invecchiamento sarà quindi più equilibrato e lento in quanto l’anziano non solo trarrà beneficio fisicamente, ma avrà anche un miglior atteggiamento nei confronti del proprio corpo che, nonostante l’età, si dimostrerà ancora efficiente ed attivo.

LO SPORT, LE DONNE E TUTTI GLI ALTRI

E’ giusto ricordare che lo sport e, in modo particolare, la libertà di poterlo praticare è un diritto che si acquisisce dalla nascita ed appartiene a tutti gli esseri umani, siano essi uomini o donne. Ma quando si parla di prestazione sportiva, non è comunque realistico pensare che si debba parlare di uguaglianza tra i sessi, poiché uomini e donne sono ovviamente diversi, sia sotto il profilo caratteriale che dal punto di vista delle peculiarità fisiche, legate a forza e potenza muscolare. Se analizziamo più da vicino la relazione che intercorre tra lo sport e le donne, ci potrà fare sorridere il fatto che per secoli la maternità, ad esempio, è stata considerata un grande ostacolo alla pratica sportiva. Soltanto in tempi relativamente recenti si è scoperto che questo concetto non solo non è assolutamente vero ma, al contrario, diversi fattori depongono a favore di una nuova teoria, secondo la quale la funzione riproduttiva della donna può addirittura costituire un vantaggio per la stessa. Sono molte ormai le atlete che hanno raggiunto livelli di assoluto prestigio internazionale dopo una o più gravidanze. Tuttavia, se vogliamo parlare di uguaglianza nello sport, sono altri gli elementi che dobbiamo tenere in considerazione, non ultimo il fatto che la prestazione finale, sia essa vincente su altri o anche solo eccellente rispetto alle proprie aspettative personali, è ciò che conta veramente sia per le donne che per gli uomini: ciascuno infatti lotta con tutto il proprio impegno e la propria energia per arrivare alla fine ed assaporare il nobile sentimento del successo e della sfida raccolta e vinta. Non c’è donna o uomo che non abbia il desiderio di dire: “Ce l’ho fatta!” … e se quella vittoria servirà per incrementare la qualità della propria vita, che vittoria sia dunque, ma per tutti e senza distinzione di genere, età, colore della pelle o ideologia!

19


PROGETTI SCUOLA SPORT, ATTIVAMENTE, QUADERNO ATTIVO SCUOLA SPORT

L’Assessorato allo sport da più di 20 anni porta avanti un importante progetto nelle scuole primarie della città di Modena denominato Scuola Sport. Il progetto prevede due percorsi: il primo dedicato alle classi prime, seconde e terze, nelle quali all’insegnante viene affiancato un esperto con il quale viene definito il percorso di educazione fisica. Il secondo percorso, di orientamento sportivo, è rivolto alle classi quarte e quinte ed è svolto con la fondamentale collaborazione delle associazioni sportive della città, che fanno sperimentare ai ragazzi tante discipline sportive diverse. Il progetto prevede, inoltre, la collaborazione degli esperti con gli insegnanti e il comitato genitori per l’organizzazione della festa di fine anno, programmando attività ludiche e sportive rivolte a tutte le classi. Il progetto si conclude con la festa finale di Scuola Sport rivolta a tutte le quinte classi di tutte le scuole della città nel mese di maggio al parco Ferrari. Durante la festa i ragazzi hanno l’opportunità di cimentarsi in tutte le discipline sportive affrontate durante gli ultimi due anni di scuola primaria. Oltre all’Assessorato allo sport, al progetto collaborano l’Ufficio scolastico provinciale, le Direzioni didattiche e gli Istituti comprensivi, il Coni, l’Aics, il Csi, la Uisp e le associazioni sportive cittadine.

ATTIVAMENTE

Dal 2013 è stata inserita una attività implementare al progetto Scuola Sport, denominata Attivamente, che tende a sottolineare l’importanza del movimento per il benessere psico-fisico delle persone. Nel mese di aprile tutte le classi delle scuole primarie all’inizio dell’orario scolastico, prima di entrare in classe, si ritrovano nelle aree cortilive ed eseguono una serie di esercizi motori per attivare il corpo e la mente.

QUADERNO ATTIVO

Un’ulteriore attività inclusa nel progetto Scuola Sport, rivolta alle sole classi quinte, è il Quaderno Attivo, una breve pubblicazione che contiene delle linee guida da seguire per mantenere un sano stile di vita. Il Quaderno viene distribuito nel corso di un incontro organizzato con un esperto di educazione motoria. Il Quaderno propone alcuni suggerimenti per mantenersi in buona salute attraverso l’attività fisica e sportiva e offre alcune informazioni di base sull’alimentazione. A seguito di questo percorso, al termine dell’anno scolastico, le classi quinte producono un elaborato grafico che partecipa a un concorso durante la festa finale di Scuola Sport. 20


MODENA CiTTA' EUROPEA DELLO SPORT 2013 MODENA CITTÀ EUROPEA DELLO SPORT 2013 Nel 2013 Modena è stata nominata “Città Europea dello Sport per il 2013” nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles, si è trattato di un grande riconoscimento che rende onore al sistema sportivo cittadino, a partire dalla gestione degli impianti fino all’organizzazione di tanti piccoli e grandi eventi. L’ACES - Associazione Capitali Europee dello Sport - assegna annualmente i riconoscimenti di “Capitale”, “Città” e “Comune” europeo dello sport. L’assegnazione di tali riconoscimenti viene fatta secondo principi di responsabilità e di etica, nella consapevolezza che lo sport è fattore di aggregazione della società, di miglioramento della qualità della vita, di benessere psico-fisico degli individui e di piena integrazione delle fasce sociali in condizioni di disagio. Modena è stata valutata e selezionata in base alle innovazioni realizzate negli ultimi cinque anni in tema di promozione e avanzamento continuo degli sport, miglioramento della salute in tutti i gruppi sociali, integrazione dei gruppi socialmente svantaggiati, sviluppo delle infrastrutture e realizzazione di progetti innovativi. Il 2013 è stato quindi una grande vetrina per lo sport modenese che ha vissuto a strettissimo contatto con le altre città europee e ogni iniziativa organizzata a livello locale ha potuto contare su una risonanza a livello europeo. Per dodici mesi lo sport a Modena è stato al centro di manifestazioni, convegni, progetti di formazione sportiva, mostre fotografiche, iniziative solidali, rese possibili da una rete diffusa di associazioni, impianti e strutture pubbliche e private. Nel 2013 sono stati calendariati eventi sportivi di alto livello: il campionato europeo di pattinaggio a gruppi, la World League di pallavolo, il Grand Prix di Ginnastica , i Campionati Italiani Assoluti di pesistica e la Giornata dello sport paralimpico. Diversi i convegni messi in cantiere: modalità gestionali dell’impiantistica sportiva e uno sulla formazione; motivazione dei gruppi e linee di crescita future di una moderna società sportiva. Svariati anche i progetti attuati per la promozione dell’attività fisica: tra i quali per esempio un concorso scolastico con premiazione e dibattito sul doping; l’evento “Sport in Piazza” per far conoscere e provare diversi sport ai cittadini in orario serale nel nostro centro storico; la collaborazione con il progetto teatrale europeo il “Ratto d’Europa”; l’iniziativa “Lo Sport si mette in gioco” che ha previsto incontri con genitori e allenatori volti a costruire una giusta cultura dello sport giovanile. Nello stesso anno è stata inaugurata la nuova palestra Marconi denominata Palamadiba, un nuovo complesso polifunzionale che ospita le ore di educazione motoria degli alunni e quelle di tante società sportive del territorio. Il titolo di Città Europea dello Sport 2013 ha consentito inoltre sicuramente a Modena di avere un ritorno di immagine e di marketing territoriale in grado di dare ulteriore impulso alla crescita e l’ulteriore qualificazione del nostro sistema sportivo locale attraverso anche il confronto con altre realtà sportive di pari livello.

21


INFORMAZIONI SULLO SPORT E BENESSERE SPORT LIBERAMENTE SPORT NEI PARCHI Che praticare uno sport o svolgere una regolare attività fisica e motoria aiuti a “mantenersi in forma” è un fatto ormai noto. Da un’altra parte, però, molte persone non si rendono realmente conto degli effetti positivi che queste attività possono avere per la salute, ma anche per l’umore e contrastare gli stati depressivi. È perciò necessario offrire a ogni persona la possibilità di svolgere ogni giorno almeno i 30 minuti di attività fisica moderata raccomandati dall’OMS per la popolazione adulta per mantenere la buona salute. Favorire la crescita di una cultura che rafforzi gli aspetti positivi e di salute legati alla pratica dell’attività fisica e sportiva significa anche coinvolgere i cittadini con un’ampia serie di proposte. In queste pagine, proponiamo alcuni suggerimenti e indicazioni per coloro che si avvicinano alla corsa o alla camminata sportiva, alcune indicazioni per l’alimentazione soprattutto degli sportivi più giovani, un calendario delle attività che si svolgono nei parchi e le attrezzature disponibili nelle aree verdi cittadine. Per coloro che desiderano sfruttare la pausa pranzo per svolgere l’attività fisica e non dispongono di un luogo dove cambiarsi e fare la doccia, le piscine Dogali e Pergolesi mettono a disposizione i loro spogliatoi. Per tutti, il primo consiglio è di fare una visita medico sportiva prima di iniziare qualsiasi attività.

22


CONSIGLI PER LA PRATICA SPORTIVA SCHEMA ESEMPLIFICATIVO PER RAGGIUNGERE IN 4 SETTIMANE UN DISCRETO LIVELLO DI EFFICIENZA FISICA

Di seguito, diamo alcuni suggerimenti di programma sul quale impostare un allenamento più particolareggiato, nella mappa dei parchi, potete scegliere il luogo più adatto alle vostre necessità. Le sessioni non sono basate su una distanza da percorrere, ma sul tempo di attività. Gli esercizi riportati vanno svolti almeno 3 volte a settimana. I tempi di attività per la bicicletta sono diversi, tendenzialmente superiori: es. 8’-10’ di corsa lenta equivalgono a 30’ circa di bicicletta in pianura. Il ritmo da tenere in questi casi deve essere piacevole, “facile”, non serve correre, camminare, pedalare forte per acquisire i primi benefici. Bisogna, piuttosto, cercare di regolare l’intensità dell’esercizio fisico in modo prudente, per non rischiare di fare troppo forte i primi minuti di attività ed essere costretti, per la fatica, a ridurre o addirittura sospendere la sessione. L’ultima indicazione: inserire sempre esercizi di allungamento muscolare, mobilità articolare e gli immancabili addominali “eseguiti correttamente”.

QUATTRO SETTIMANE PER RIMETTERSI IN FORMA

Prima settimana: 2 minuti di cammino moderato +1 minuto di corsa lenta; ripetere 6-8 volte per un totale di 18-24 minuti 5-10 minuti di allungamento muscolare (Stretching) e mobilità articolare 3-4 serie da 8-12 ripetizioni di esercizi per gli addominali eseguiti correttamente. Seconda settimana: 2 minuti di cammino moderato +2 minuti di corsa lenta; ripetere 6-8 volte per un totale di 24-32 minuti 10 minuti di allungamento muscolare (Stretching) e mobilità articolare 3-4 serie da 12-15 ripetizioni di esercizi per gli addominali eseguiti correttamente. Terza settimana: 3 minuti di cammino vigoroso +3 minuti di corsa lenta; ripetere 5-7 volte per un totale di 30-42 minuti 10 minuti di allungamento muscolare (Stretching) e mobilità articolare 3-4 serie da 15-20 ripetizioni di esercizi per gli addominali eseguiti correttamente. Quarta settimana: 4 minuti di cammino vigoroso +4 minuti di corsa lenta; ripetere 4-6 volte per un totale di 32-48 minuti 15 minuti di allungamento muscolare (Stretching) e mobilità articolare 4-5 serie da 20 ripetizioni di esercizi per gli addominali eseguiti correttamente. Questa è la frequenza minima perché gli stimoli dell’attività fisica possano produrre un effetto allenante sull’organismo. È tuttavia importante che la distribuzione settimanale delle sedute sia regolare; non è conveniente fare attività per 3 giorni consecutivi e fare 4 giorni di riposo. Inizialmente sarebbe opportuno correre, camminare, pedalare ecc. a giorni alterni in modo che, dopo ogni sessione, ci sia un giorno per recuperare. Successivamente, disponendo di più tempo e voglia, si possono anche svolgere più di 3 sessioni settimanali, ma è meglio in ogni caso essere prudenti “mai passare da niente a tutto”. Per migliorare lo stato di salute generale non ci si deve però limitare solo all’attività fisica, il consiglio è di adottare buone regole di vita: non avrebbe senso stare in movimento se poi si continua a fumare, se si eccede nel bere e se la dieta è disordinata.

23


SPORTIVI FAI DA TE SPOGLIATOI DISPONIBILI Le piscine Dogali e Pergolesi, in collaborazione con l’Assessorato allo Sport, mettono a disposizione i propri spogliatoi per tutti coloro che svolgono attività fisica all’aria aperta nell’orario di pausa pranzo e necessitano di uno spazio dove potersi cambiare e fare la doccia. Per info: www.comune.modena.it/sport/sportliberamente tel. 059 2032709 

REGISTRO

La registrazione avviene presso la reception delle due piscine comunali: piscina Dogali, via Dogali, 12 e piscina Pergolesi, via Divisione Acqui, 152.

TESSERA

Agli utenti viene consegnata una tessera personale, che consente l’uso degli spogliatoi, delle docce e dei phon. Il servizio di spogliatoio non dà diritto all’accesso alle vasche.

MODALITA' D'INGRESSO

Al momento dell’arrivo l’addetto alla reception ritira la tessera che viene riconsegnata all’uscita. L’addetto segna gli orari di entrata e di uscita, per verificare che non venga superato il tempo concesso.

VALIDITA' E COSTO DEL SERVIZIO

L’abbonamento vale 6 mesi e il costo è di 12 euro.

ORARIO DI FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO

Il servizio è disponibile tra le 12.00 e le 15.00 dei giorni feriali.

TEMPI DA RISPETTARE

Si prevede l’utilizzo degli spogliatoi per massimo 15 minuti prima dell’attività fisica e massimo 30 minuti dopo l’attività fisica.

DEPOSITO

È possibile utilizzare gli armadietti per depositare gli oggetti personali utilizzando il proprio lucchetto.

25


MANIFESTAZIONI RICORRENTI GENNAIO Classica della Madonnina corsa podistica organizzata dalla Polisportiva Madonnina Corrida di San Geminiano tradizionale corsa organizzata in occasione del Santo Patrono della città dalla Società Sportiva di atletica leggera AS La Fratellanza 1874 MARZO Donne in corsa corsa podistica competitiva e non competitiva organizzata da Uisp riservata alle donne in occasione della festa della donna PASQUA Trofeo Bussinello di pallavolo giovanile, organizzata dalla Scuola di Pallavolo Anderlini MAGGIO Modena di corsa con l’Accademia corsa podistica organizzata dal Comune di Modena e dall’Accademia militare di Modena Festa finale dei Scuola Sport per le classi quinte delle scuole primarie e Incontra lo sport al parco Ferrari, un’occasione per mettersi alla prova con tante proposte sportive, organizzata dall’Assessorato allo Sport in collaborazione con Aics, CSI, Uisp, Coni e le Società sportive di Modena MAGGIO/GIUGNO/SETTEMBRE Nelle serata del martedì Gare di ciclismo al parco Novi Sad, organizzate da ACSI e Uisp MAGGIO/GIUGNO Competizioni nazionali di nuoto presso le piscine Dogali: Pinnuotata della Ghirlandina, organizzata dalla ASD Bruno Loschi, gara nazionale di nuoto pinnato e Meeting internazionale Città di Modena, trofeo di nuoto organizzato dalla ASD Modena Nuoto

Torneo di minirugby Città di Modena, organizzato dalla ASD Modena Rugby 1965 presso lo stadio del Rugby GIUGNO Run 5.30 una camminata all’alba per il risveglio del corpo e della mente, organizzata dalla SSD Ginger Schiocchi Streetball Meeting torneo di pallacanestro presso il playground Schiocchi, organizzato dalla ASD Schiocchi ballers SETTEMBRE Salti in piazza, esibizione di salto in alto in una piazza del centro storico, organizzata dalla Società Sportiva di atletica leggera AS La Fratellanza 1874 OTTOBRE Maratona d’Italia Maranello – Carpi, con arrivo della mezza maratona a Modena, organizzata dalla ASD Maratona d’Italia NOVEMBRE Corrimodena e Corriscuola, classica corsa podistica per atleti e famiglie, organizzate dall’AICS Corricittanova, corsa podistica organizzata dalla Polisportiva Cittanova International Roller Cup competizione internazionale di pattinaggio a rotelle, organizzata dall’Usd Junior Sacca Modena DICEMBRE Winter Cup trofeo di pallavolo giovanile, organizzato dalla Scuola di Pallavolo Anderlini 4 camminate di quartiere, tradizionali appuntamenti podistici che toccano le quattro cicroscrizioni di Modena, organizzata dal Comune di Modena in collaborazione con polisportive cittadine 27


PERCORSI DELLA SALUTE CORRIDA DI SAN GEMINIANO Lunghezza: 13,36 km

Percorso classico della tradizionale corrida di San Geminiano di Modena. I più allenati possono farlo di corsa oppure è un ottimo allenamento per chi preferisce camminare.

Str a

da

Ba

rch

ett

a

SS724

st

Ce ntr o

i V.le on c r Rim Via Luosi a M V.le em i V e n i . l l . e bra d Co Mu iar nze ras V G r a a t i sor o ri i V

ina Str a

da

Fo rm

Via Giova n

ni Amend

A

igi na

e r Cogn

i

nto

a pe

Via Gia rdi n

Stra d

PARC AMEN O DOL

ig aF or m Str ad

COGNENTO

Via Tassoni

RI

Ita

lia

RA

lia

Via Barozzi

i

mi

Via le

Vin c

Via E

ER

CO F

ell’A uto

PA R

’Av ia

. da

Via d

Sud

Via L

Via d

A1

Via E

mil

io P o

dro

mo

ve Via Emilia O

ola

Via Sa l

vo D’A cquis to

29


PERCORSI DELLA SALUTE RUN 5.30 Lunghezza: 5,01 km

Una corsa assolutamente non competitiva alle cinque e trenta del mattino: per stare insieme, per vedere la città come non la vediamo mai: silenziosa, magica e senza traffico! Dal Parco Novi Sad si entra nella zona dell’ex manifattura tabacchi, splendido esempio di recupero di un’architettura industriale del ‘900. Successivamente, i Giardini Ducali e la pista ciclabile delle Mura, fino al ritorno nel Parco Novi Sad.

Viale Monte Kosica cet o

ica

ana

AD

hi

VI S O NO PARC

Via

Via S

rio

’Or s

ola

PA R DU CO CA LE

NT

RO

eit er aR

Via le

Ca d

CE

Ce ntr o

Cir o Via le

rizi

del le R Vial im eM urat embra ori nze

Via M

Via le

Via Fab

ini

iard

G Via

Me

ar t

ir i

no tt

i

de

lla

NA

lia

Vir gin i

DE

à

MO

mi

Via le

Via E

Lib er t

Via Tassoni Via Vittorio Veneto

Via Baroz zi

uti in G

ue

renga Via Be

ant

Pia ve

rra

rc Sto

Via G

le Via

os nte K

o Via M

31


PERCORSI DELLA SALUTE DAL CENTRO AL PARCO FERRARI Lunghezza: 3,7 km

Il percorso dal parco a Piazza Grande (sede del Comune di Modena) misura 1,4 km. Il giro all’interno del parco Enzo Ferrari, invece, 2,4 km.

Via E

lia

Ov est

Via E

RI

ll’A uto

dro

mo

hi

rc Sto Via

mi

lia

Ov est

da

Sa

nF au

Via Jacop o

Str a

sti

PA R

CO LO ND R

INA

no

MO Viale Tassoni

Via l

Barozzi

eI

tal ia

PA R

CO F

Via le

ER

de

RA

mi

DE

NA

CE

NT

RO

si Via Luo

33


PERCORSI DELLA SALUTE GIRO DEI PARCHI Lunghezza: 13,43 km

mil

ia

lia

Via le

de

Via Z u

Via E

ll’A uto

dro

mo

cchi

I parchi toccati: - Parco Ferrari, - Parco Novi Sad, - Parco Divisione Acqui, - Parco della Resistenza, - Parco della Repubblica, - Parco Amendola.

Via l

Em

ilia

Ov est

Str a

da

For m

igin

a

eI

ta

Via

i

rdin

Gia Via

Strada Morane

Vi a

Vi gn o

les

e

Str. P a

nni

Via S a

lvo D

’Acq uis

to

35


PERCORSI DELLA SALUTE MODENA EST Lunghezza: 5,09 km

Percorso con numerosi tratti poco frequentati da macchine e affiancato dalla campagna. Passaggio su piste ciclabili che accostano la strada.

sis

ten

ella

Via XX Ap ri

Sci

enz

le

ell’In

Via E

mi

lia

Est

ell’

nden

za

Stra d

zzi

Ind

ello

Via G

ica

ust

ria

Rom

ano

l Lav oro

nu

Tec n

ri de

i

ari

dipe

Via d

Cad uti s ul L avo ro

igh

Via M

36

ato

Via P Via orpor Elli ngt a on

esp

ella

ell’A rtig ian

Vial e

Via R

Viale d

Via d

Via d

Via Inv ent ori

P BER ARCO LIN GU ER

a

azz ott

i

Stradello So ttopassaggio

Via d

Stradello Ro mano

za

aest

Re

Via M

V.l e


PERCORSI DELLA SALUTE GIRO DEI VIALI Lunghezza: 3,35 km

Giro breve, consigliato a chi inizia.

Viale Monte Kosica osica

le Via

nte K

o Via M

rc Sto hi

O PARC

Via

SAD NOVI PA R DU CO CA LE

Pia ve

Re

gg ian

in

i

NT

RO

Vir gin i Via le

CE

aR

Via le

eit er

Ca d NA

Ce ntr o

Lib

DE

lia

ella

MO

mi

ert Ă

Via E

Via

Vial e

Sig

on

Mur ator i

ranz e

Cir oM Via le

emb

rizi

Rim

Via Fab

elle

G Via

Via le

Via d

ini iard

en ott

Ma rtir

i

id

Via Tassoni

Via Vittorio Veneto

Via Baroz zi

uti

in G

ue

rra

Vi a

io

37


PERCORSI DELLA SALUTE PARCO FERRARI Lunghezza: 2,47 km

Il percorso che copre tutto il perimetro esterno del parco segue una pista ciclabile ed è illuminato anche di sera.

Via E

lia

Ov est

Via l

eI

tal

ia

PA R

CO F

Via le

ER

de

RA

RI

ll’A uto

dro

mo

hi

rc Sto Via

mi

Str a

da

Sa

nF au

sti

PA R

CO LO ND R

INA

no

i

s Via Luo

39


PERCORSI DELLA SALUTE CENTRO E PARCO FERRARI Lunghezza: 7,81 km

Il percorso prende avvio da Viale Trento Trieste per poi costeggiare il centro di Modena e passare per il parco Ducale Estense, il parco Novi Sad, dirigersi verso il parco Ferrari e poi tornare indietro al punto di partenza passando per i viali. Alcuni tratti sono percorribili su piste ciclabili.

Zu cc h

i

Via M

Rim

emb

ranz e

Mu

oni

o

V Cenia tri

Vi al

Em

eM

ilia

Est

or ea

li

se

ole

daglie

n Vig Via

Sig

rato ri

Via

e Viale M

Via le

store

no

Via le

d’Oro

on Pa

sti

u Fa

Vial e

Via B u

n

Sa ini

iard

G Via

uti Via Ca d

Via Baro z

Via Tassoni

zi

eI

da ra St Via Luosi

in G Via uer Via Vir ra gin le Me ia R no eit er tti

ia

lia

Tri est e

CO F PA R

tal

mi

Tre nto e

RI RA ER

de

Via l

Via E

P GIA ARC O R DU DIN CA O LE

Via le

mo

hi

ll’A uto

dro

rc Sto

osica nte K O PARC SAD I V O N io rengar Via Be

o Via M

Via Monte Kosica Vi aM ar tin o

V deilale M la L art ibe iri rtà

Via

cco li

e Vial

Via le

on tec u

41


MAPPA DEI PARCHI Dislocazione dei parchi con attrezzature sportive utilizzabili da chi vuole fare Sport Liberamente

Lesignana SS724

lia ta eI

iar din

i

17

Via E

10

11

12 Via S a

lvo

A1

Strad a

Baggiovara 1. Parco Pertini e della Rimembranza 2. Parco Novi Sad 3. Parco Divisione Acqui 4. Parco XXII Aprile 5. Area Verde Donati 6. Peep Torrenova 7. Piazza Liberazione 8. Parco del Lago 9. Parco Torrazzi

Cont ra

13

Vi a

Vi gn o

8

ivis

7

ion

eA cqu

i

mi

o ne ist ora aM qu Ac D’

nni

Via D

1

d Stra

Str. P a

lan anto Non

3

MODENA

Via l

14

Via G

Cognento

a

Via

2

15 18

6

4

Via Emilia Ovest

16

9

5

lia

Est

le

se

La Bottega

da

San Damaso 10. Bonvi Parken 11. Parco Amendola Sud 12. Parco della Repubblica 13. Parco della Resistenza e delle Vittime dell’Olocausto 14. Parco Londrina 15. Parco Ferrari 16. Peep Leonardo da Vinci 17. Pista Schiocchi 18. Area verde Polisportiva Corassori

43


PERTINI E RIMEMBRANZA

Parco Pertini e Parco della Rimembranza Nato nel 1920 Informazioni generali: Dislocazione Parco della Rimembranza: viale della Rimembranza, dall’ex-baluardo di San Pietro al piazzale esterno di San Francesco. Accessi: viale Muratori, viale Fabrizi, viale delle Rimembranze, viale Martiri della Libertà. Superficie complessiva mq. 72.230; Lesignana superficie tappeto mq. 32.423. Strutture presenti: pista ciclabile, area gioco con strutture differenziate a seconda delle fasce d’età (da 3 a 12 anni), SS724 fontanella. Via Emilia Ovest

a

an ntol

na a No

Str. P a

ivis

Vi a

Vi gn o

lia

le

ion

eA cqu

i

mi

or

nni

Via D

Via E

M da Stra

Via G

Cognento

MODENA

iar din i

Via l

eI

ta

lia

Vi

se

Est 45


PARCO NOVI SAD

Parco Novi Sad Nato nel 1976 Informazioni generali: Dislocazione: area compresa tra via Monte Kosica, via Fontanelli, via Berengario, via Molza. Superficie complessiva mq. 57.179; superficie tappeto mq. 44.279. Strutture presenti: anello in asfalto, dove è possibile praticare il podismo e il pattinaggio. Lesignana

SS724

Via Emilia Ovest

a

an ntol

na a No

Via D

ivis

Via E

rdi n

Vi

ion

eA cqu

i

mi

Str

Gia

Cognento

MODENA

i

Via l

eI

ta li

a

Vi

lia

Est

47


PARCO DIVISIONE ACQUI

Parco Divisione Acqui Nato nel 1981 Informazioni generali: Dislocazione: area compresa tra via Divisione Acqui, via Pergolesi, strada Minutara, viale dello Sport. Accessi: via Divisione Acqui, via Pergolesi, via Rossini. Superficie complessiva Parco Divisione Lesignana Acqui mq. 44.485; superficie tappeto mq. 40.918. Area gioco per bambini 3/6 anni e 6/12 anni, pista ciclabile, percorso vita.SS724 Via Emilia Ovest

a

an ntol

na a No

Str. P a

ivis

Vi a

Vi gn o

lia

le

ion

eA cqu

i

mi

or

nni

Via D

Via E

M da Stra

Via G

Cognento

MODENA

iar din i

Via l

eI

ta

lia

Vi

se

Est 49


PARCO XXII APRILE

Parco XXII Aprile Nato nel 1976 Informazioni generali: Dislocazione: area compresa tra via Nonantolana, via Attiraglio, via Cerretti. Accessi: via Donati, via Toniolo, via Attiraglio, via Cerretti. Superficie complessiva Parco XXII Aprile mq. 81.201; superficie tappeto mq. 67920. Pista ciclabile, 2 campi da calcio, 1 campo da pallavolo, pista di pattinaggio, 1 campo da basket, tavoli da ping pong, Lesignana pista da bocce, canestro magico, fontanella, 2 aree di libera circolazione per i cani. 3 aree gioco per bambini 3/12 anni, 1 area gioco a tema. SS724

a

Via Emilia Ovest

rdi n

Cognento

i

Via l

eI

ta

lia

Via

lan anto Non

MODENA

Via D

ivis

Via E

ion

eA cqu

i

mi

lia

Est

51


AREA VERDE VIA DONATI

Area verde via Donati Accessi: via Donati. Campo da calcio, campo da pallavolo.

Lesignana

SS724

a

Via Emilia Ovest

52

Via l

eI

ta

lia

Via

lan anto Non

MODENA

Via D

ivis

ion

eA cqu


PEEP ToRReNOva

Peep Torrenova Accessi: via Stelvio. Campo da calcio, campo da basket.

Lesignana

SS724

a

lan anto

Via Emilia Ovest

ini

Via l

eI

ta li

a

on Via N

MODENA

Via D

ivis

Via E

ion

eA cqu

i

mi

li

53


piazza liberazione

Parco di Piazza Liberazione Informazioni generali: Dislocazione: zona di Piazza Liberazione. Superficie complessiva mq.10929; superficie tappeto mq.10723. Strutture presenti: pista da pattinaggio, Lesignana tavolo da ping pong, area gioco per bambini 3/12 anni.

SS724

a

Via Emilia Ovest

M da Stra

Via S a

lvo

A D’

ne ora

54

ivis

Vi a

Vi gn o

lia

le

ion

eA cqu

i

mi

Str. P a

nni

Via D

Via E

Via G

Cognento

MODENA

iar din i

Via l

eI

ta

lia

Via

lan anto Non

se

Est


PARCO DEL LAGO

Parco del Lago Informazioni generali: Dislocazione: zona di via Fossa Monda. Superficie complessiva mq. 33436; superficie tappeto mq. 32698. Strutture presenti: lago per pesca, area gioco per bambini 5/12 anni, Lesignanaper i cani. area di libera circolazione

SS724

Via Emilia Ovest

a

an ntol

na a No

Via D

ivis

Via E

iar d

M da Stra

Str. P a

lvo

D

ne

Via S a

ora

nni

Vi a

Vi gn o

lia

le

ion

eA cqu

i

mi

Via G

Cognento

MODENA

ini

Via l

eI

ta

lia

Vi

se

Est

55


PARCO TORRAZZI

Parco Torrazzi Nato nel 1995 Informazioni generali: Dislocazione: zona Torrazzi, Modena est. Accessi: via Nonantolana, via Cavo Argine, via Portorico. Superficie complessiva mq. 414.422; parco attrezzato mq. 80.000; bosco faunistico mq.160.000. Strutture presenti: campo da calcio, parete arrampicata, area gioco per bambini 3/10 anni.

Lesignana

SS724

a

Via Emilia Ovest

Via l

eI

ta

lia

Via

lan anto Non

MODENA

Via D

ivis

ion

eA cq

57


BONVI PARKEN

a

Vi

eI

Via D

ivis

Via E

iar din

d Stra Via S a

o ne ist ora qu Ac D’

nni

aM

Str. P a

lvo

A1

Strad a

Cont ra

da

Vi a

Vi gn o

ion

eA cqu

i

mi

i

Via l

MODENA

Via G

Cognento

a

an ntol

na a No

ta li

Bonvi Parken Nato nel 1971 Informazioni generali: Dislocazione: area compresa tra viale Lesignana Amendola, via Wiligelmo, via Sassi, via Nicolò dell’Arca, via Bonzagni, via Tamburini. Accessi: viale Amendola, via Wiligelmo, via Sassi, via Nicolò dell’Arca. SS724 mq.38.280; Superficie complessiva superficie tappeto mq.30.825. Strutture presenti: Via Emilia Ovest pista ciclabile, pista di pattinaggio, tavolo da ping pong, 1 fontanella, area gioco per bambini 5/12 anni.

lia

Est

le

se

59


Parco Amendola Sud

Parco Amendola Sud Nato nel 1981 Informazioni generali: Dislocazione: area compresa tra viale Lesignana Amendola, via Fratelli Rosselli, strada Panni, via del Perugino. Accessi: viale Amendola, via Mantegna, strada Panni, via Zurlini. Superficie complessiva SS724 mq.191.301; superficie tappeto mq.163.226. Strutture presenti: pista ciclabile, campo dailia calcetto, Via Em Ovest campo da pallavolo, percorso vita, Tavolo da ping pong, fontanelle, 2 aree di libera circolazione per i cani, laghetto per la pesca, 2 aree gioco per bambini 3/6 anni e 6/12 anni, giardino della memoria.

a

an ntol

na a No

Via D

ivis

Via E

iar d

M da Stra

Str. P a

Via S a

lvo

Vi gn o

eA cqu

lia

Est

le

se

qu Ac D’

ne ora

nni

Vi a

ion

i

mi

Via G

Cognento

MODENA

ini

Via l

eI

ta

lia

Vi

Strad a

o ist

A1

Cont ra

da

61


PARCO DELLA REPUBBLICA

Parco della Repubblica Nato nel 1966 Informazioni generali: Lesignana Dislocazione: ad ovest di strada Morane. Accessi: via Salvo d’Acquisto, via Cividale. Superficie complessiva mq. 61.109; superficie tappeto mq. 49.609. Strutture presenti: pista ciclabile, SS724 pista di educazione stradale di 350 m completa di segnaletica, incroci, Via che Emilia Ovest ai ragazzi sensi unici e divieti, permette di cimentarsi con le più importanti regole della mobilità stradale.

a

an ntol

na a No

M da Stra qu Ac D’

o ist

A1 62

ne ora

Via S a

lvo

Strad a

ivis

Cont ra

da

Vi a

Vi gn o

lia

le

ion

eA cqu

i

mi

Str. P a

nni

Via D

Via E

Via G

Cognento

MODENA

iar din i

Via l

eI

ta li

a

Vi

se

Est


RESISTENZA E DELL'OLOCAUSTO

a

Via

lan anto Non

Via D

ivis

Via E

iar din

d Stra Via S a

lvo

Vi gn o

eA cqu

lia

Est

le

se

qu Ac D’

ne ora

nni

aM

Str. P a

Vi a

ion

i

mi

Via G

Cognento

MODENA

i

Via l

eI

ta li

a

Parco della Resistenza e Parco vittime dell’Olocausto Nato nel 1996 Lesignana Informazioni generali: Dislocazione: ad est di strada Morane. Il Parco Vittime dell’ Olocausto, inaugurato nella primavera del 2003, si trova in un’area SS724 confinante. Accessi: via Morane, via Ancona, via Veratti (via Vignolese) Via Em ilia Ovest Superficie complessiva 203.243; superficie tappeto mq. 195.393. Strutture presenti: pista mountain bike, campo per il gioco della ruzzola area di libera circolazione per i cani.

Strad a

o ist

A1

Cont ra

da

La Bottega

63


PARCO LONDRINA

Parco Città di Londrina Nato nel 1996. Londrina è una città brasiliana gemellata con Modena. Informazioni generali: Dislocazione: area compresa tra via Corassori, via Della Valle, via Tolomeo, via San Faustino, viale Italia. Accessi: via Monsignore della Valle, Lesignana strada San Faustino, viale Italia, viale Corassori. Superficie complessiva mq. 69.933; superficie tappeto mq. 64.006. Strutture presenti: SS724 percorso vita, pista ciclabile adatta anche per il pattinaggio, area gioco per bambini 5/12 anni. Via Emilia Ovest

a

an ntol

na a No

Str. P a

ivis

Vi a

Vi gn o

lia

le

ion

eA cqu

i

mi

or

nni

Via D

Via E

M da Stra

Via G

Cognento

MODENA

iar din i

Via l

eI

ta

lia

Vi

se

Est 65


PARCO FERRARI

Parco Ferrari Nato nel 1991 Informazioni generali: Dislocazione: area compresa tra viale Italia, viale dell’ Autodromo, via Emilia Ovest, via San Faustino. Accessi: via Emilia Ovest, viale Autodromo, strada San Faustino, viale Italia. Superficie complessiva mq. 406.204; superficie tappeto mq. 334.440. Strutture presenti: Lesignana campo da calcio, campo da pallavolo, percorso podistico, attrezzatura da fitness, aree gioco per bambini SS724 5/12 anni, fontanella, area di libera circolazione per cani.

a

Via Emilia Ovest

MODENA

Via D

ivis

Via E

Str.

da Stra

Via G

iar din

Cognento

Vi a

Vi gn

ion

eA cqu

i

mi

i

Via l

eI

ta

lia

Via

lan anto Non

lia

Est 67


peep leonardo da vinci

Peep Leonardo da Vinci Accessi: via Leonardo da Vinci, via Pignedoli. Pista da pattinaggio, pista da skateboard.

Lesignana

SS724

Via Emilia Ovest

a

an ntol

na a No

ivis

iar din

Via S a

n ora

nni

aM

Str. P a

Vi a

Vi gn o

lia

le

ion

eA cqu

i

mi

d Stra

68

Via D

Via E

Via G

Cognento

MODENA

i

Via l

eI

ta

lia

Vi

se

Est


Pista Schiocchi

Pista Schiocchi (via Scaglia Ovest) Campo da basket in ottime condizioni, pista da pattinaggio, campo da calcio.

Lesignana

SS724

a

lan anto

Via Emilia Ovest

Via D

ivis

Via E

iar din

M da Stra

Str. P a

Via S a

lvo

q Ac D’

ne ora

nni

Vi a

Vi gn o

ion

eA cqu

i

mi

Via G

Cognento

MODENA

i

Via l

eI

ta li

a

on Via N

lia

Est

le

se 69


AREA VERDE POL. CORASSORI

Area Verde Polisportiva Corassori Percorso natura 14 stazioni: curato dalla Polisportiva Corassori, in buone condizioni.

Lesignana

SS724

Via Emilia Ovest

a

an ntol

na a No

Str. P a

ivis

Vi a

Vi gn o

lia

le

ion

eA cqu

i

mi

or

nni

Via D

Via E

M da Stra

70

Via G

Cognento

MODENA

iar din i

Via l

eI

ta

lia

Vi

se

Est


L'uSO DELLA BICICLETTA A MODENA DATI MOBILITA’ CICLABILE Al 31/12/2014 si annoverano sul territorio modenese 214 km di piste realizzate dedicate alla mobilità ciclabile suddivise per tipologia in: Percorsi ciclopedonali Km. 91,3 Percorsi ciclabili Km. 27,9 Percorsi contigui Km. 37,9 Percorsi all’interno di parchi Km. 13,8 Percorsi Natura Km. 39,8 F-bis (strade a prevalenza ciclabile e pedonale) Km. 3,5 Di seguito una breve descrizione dei servizi presenti sul territorio a sostegno della mobilità ciclabile. C’Entro in bici Sono 2700 gli iscritti al servizio “C’entro in bici con 316 biciclette a disposizione in 44 punti di prelievo. “C’entro in Bici” è il servizio di noleggio gratuito di biciclette attivato dal Comune di Modena nel 2003. Dispone attualmente di 316 biciclette distribuite in 44 punti di prelievo, dislocati presso i più importanti parcheggi, stazioni e servizi di pubblica utilità. Ad oggi gli iscritti sono 2750. Il servizio è basato sul prelievo e la consegna del mezzo nello stesso stallo (sistema chiuso), dalle ore 7.00 alle ore 24.00 tutti i giorni dell’anno. Le biciclette sono numerate e vengono disposte su rastrelliere con capienza di 4 mezzi e sganciate previo utilizzo di chiavi meccaniche distribuite dal gestore del servizio al momento dell’iscrizione e del versamento della cauzione iniziale di 20 euro. “Mi Muovo in Bici” Sistema di Bike Sharing con 24 biciclette a disposizione in 3 punti di prelievo “Mi muovo in bici” è un sistema di Bike Sharing aperto, -consente di restituire la bicicletta in un punto di prelievo diverso da quello originario-, funzionante 24 ore su 24 tutto l’anno, con accesso alle biciclette attraverso la tessera elettronica “Mi Muovo”. Il servizio è destinato a tutti i cittadini, in particolare i pendolari e turisti, che hanno la necessità di effettuare brevi spostamenti in città. Il servizio attivato il 6 aprile 2014, dispone di 45 biciclette dislocate in tre postazioni e prevede la sottoscrizione online di un regolamento di utilizzo e il versamento di una quota iniziale e di utilizzo.

71


L'uSO DELLA BICICLETTA A MODENA

Depositi protetti per biciclette 6 depositi in città per il ricovero di circa 370 biciclette, con 650 chiavi distribuite. I depositi protetti si presentano come strutture chiuse (gabbie), non custodite da personale, dotate di porte apribili con una chiave meccanica speciale. Il servizio è gratuito (salvo il versamento di una cauzione iniziale di 20 euro) e utilizzabile 24 ore su 24, tutto l’anno. Per accedere ai depositi e parcheggiare i mezzi, i cittadini interessati devono iscriversi al servizio, sottoscrivere il regolamento di utilizzo e ritirare la chiave personale con cui aprire le porte sia dall’interno che dall’esterno. Al primo deposito protetto riservato ai soli utenti della scuola Lanfranco con una capacità di 150 posti bici, si è aggiunto nel luglio 2009 la struttura nei pressi della stazione dei treni, primo esempio in Italia di cicloposteggio a carattere pubblico, con una capacità di 162 posti bici, coperto e con una superficie di circa 170 mq. A questi depositi dal 24 maggio 2010 si sono aggiunti altri 5 strutture (in via Fanti, Piazza Manzoni, via Scanaroli, via Fabriani e via Bono da Nonantola) ciascuno adibito al ricovero di 12 mezzi, per un’offerta complessiva di 372 posti bicicletta. Deposito protetto con accesso informatizzato Struttura per il ricovero di 68 biciclette e 17 motocicli con accesso informatizzato Dal 7 settembre 2011 la struttura del primo binario della stazione dei treni si è trasformata dalla tipologia di deposito custodito (con la presenza di personale in determinate fasce orarie) in deposito protetto con accesso informatizzato, disponibile, per gli iscritti al servizio, 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno, compatibilmente con gli orari di accesso della Stazione dei Treni. Il servizio prevede il versamento di un abbonamento. La struttura rinnovata con l’istallazione di rastrelliere a terra, stalli per il ricovero dei motocicli, di una telecamera di videosorveglianza e di un sistema di controllo elettronico degli accessi ospita 68 biciclette (26 appese e 42 a terra), 13 scooter e 4 motocicli con cilindrata superiore ai 150 CC. Depositi custoditi 2 strutture aperte per il controllo e la sicurezza delle biciclette I depositi sono strutture chiuse nelle quali è presente il personale, che nelle ore di apertura garantisce il controllo e la sicurezza del mezzo. Sono dislocati nei principali punti della città (sotto le tribune del parco Novi Sad e preso il Policlinico) e offrono un servizio a pagamento di ricovero delle biciclette. Attualmente il deposito custodito del Novi Sad viene gestito dall’Associazione “Rimessa in Movimento” a cui è stato affidato dall’Anpi.

73


IMPIANTI SPORTIVI SPORT LIBERO A MODENA Parco Pertini e Parco della RimembranzA Pista ciclabile, area gioco per bambini. Parco Novi Sad Anello in asfalto, dove è possibile praticare il podismo e il pattinaggio. Parco Divisione Acqui Pista ciclabile, percorso vita, area gioco per bambini. Parco XXII Aprile Pista ciclabile, 2 campi da calcio, 1 campo da pallavolo, pista di pattinaggio, 1 campo da basket, tavoli da ping pong, pista da bocce, canestro magico, fontanella, aree gioco per bambini. Area verde via Donati Campo da calcio, campo da pallavolo. Peep Torrenova Campo da calcio, campo da basket. Parco di Piazza Liberazione Pista da pattinaggio, tavolo da ping pong, area gioco per bambini. Parco del Lago Lago per pesca, area gioco per bambini.

74

Parco Torrazzi Campo da calcio, parete arrampicata, area gioco per bambini.

BONVI PARKEN Pista ciclabile, pista di pattinaggio, tavolo da ping pong, area gioco per bambini. Parco Amendola Sud Pista ciclabile, campo da calcetto, campo da pallavolo, percorso vita, tavolo da ping pong laghetto per la pesca, aree gioco per bambini. Parco della Repubblica Pista ciclabile, pista di educazione stradale, aree gioco per bambini. Parco della Resistenza e Parco vittime dell'Olocausto Pista mountain bike, campo per il gioco della ruzzola. Parco CittA' di Londrina Percorso vita, pista ciclabile adatta anche per il pattinaggio, area gioco per bambini. Parco Ferrari Campo da calcio, campo da pallavolo, percorso podistico, attrezzatura da fitness, aree gioco per bambini. Peep Leonardo da Vinci Pista da pattinaggio, pista da skateboard. Pista Schiocchi Campo da basket, pista da pattinaggio, campo da calcio. AREA VERDE Polisportiva CorassORi Percorso natura 14 stazioni.


Profile for Artech Edizioni

Guida allo sport libero  

Guida allo sport libero  

Advertisement