Issuu on Google+

Facebook: ASD CALCIO COSTE ITALIA

lunedì 28 gennaio 2013

Offerta libera

Anno 1 - numero 8

La Fanzetta dello Sport Tutto il giallo-blu

della passione

Girone B /1a GIORNATA RIT.

del 27/01/2013

DI GENE TORTELLINI IN BRODO

IL CA' RAINATI TIENE IL PASSO COL PEDEROBBA CLASSIFICA

A.S.D. CA’ RAINATI - F.L. PEDEROBBA

4-2

C.A. CROCETTA

35

AMATORI PIAVE T.

14

A.S.D.C. COSTE - A.C. CASTELCUCCO

3-1

C.A. FONTE

31

A.C. CIANO

13

A.S.D. MONFUMO - AMATORI PIAVE TEGORZO

1-3

A.S.D.C. LORIA

30

A.S.D. MONFUMO

10

A.S.D. VENEGAZZU’ S.M.V.- C.A. CROCETTA

0-0

A.S.D. CA' RAINATI

30

A.C. CASTELCUCCO

8

A.S.D. E. POSSAGNO - C.A. FONTE

0-5

A.S.D.C. COSTE

25

PEDEROBBA F.L.

4

A.C. CIANO - A.S.D.C. LORIA

0-1

*G.S. CASELLE

24

A.S.D. E. POSSAGNO

2

Riposa: G.S. CASELLE

*A.S.D. VENEGAZZU' 19

Cartucce, Toner e Carta fotografica Via Roma, 20 Montebelluna

IL ROMPIGLIONE

IL VENEGAZZU' IMPONE IL SECONDO PARI AL CROCETTA PARTITE

Voi metteteci il CARAT ERE, all’inchiostro ci penso io!

Dura risposta del Presidente Michele Baldin a Claudio Vettoretto, il quale, dopo aver provato le nuove divise, pretendeva una taglia XL: "Non è colpa mia se l'anno scorso ti andava bene una S!"

(*) Gia' riposato

COSTE: UN TRIS-BIS Dopo la sofferta vittoria per 3 a 2 sul Pederobba, arriva un'altra vittoria con tre reti: in casa, battuto il Castelcucco per 3 a 1 AvolteRitornano... C'E' CHI VA, C'E' CHI VIENE

Ragazzi che vanno e ragazzi (ma non proprio ragazzi) che tornano. Ragazzi che scelgono orizzonti di nuove terre promesse, e "vecchietti" che ricompaiono come orsi usciti dal letargo… L'importante è partecipare! Servizio a pag. 4

CentralePart-Time C'E' CHI VA E VIENE

Ragazzi che vanno (per lavoro) e tornano (per giocare). Ragazzi che vanno (in trasferte per lavoro) e che qualche volta ritornano (per giocare). Dura la vita di un giocatore "non professionista". Servizio a pag. 3

LA SEQUENZA DELLE RETI 15' p.t. Andrea raccoglie una respinta del portiere 22' p.t. Diego su lancio di Silvestri beffa i difensori 33' p.t. Lucio entra in area dopo una lunga azione


2

LA FANZETTA DELLO SPORT

GIRONE B

LUNEDI’ 28 GENNAIO 2013

1a GIORNATA di RITORNO

GIRONE A

GIRONE C

Il Sernaglia rallenta il Bigolino

Il Casacorba perde punti preziosi

Il Farra inguaia il Contea

Il Trevignano pur riposando guadagna

Al Coste basta un tempo da leoni Inutile il rigore per il Castelcucco

sullo spiovente di Silvestri, si lancia verso l'ultimo difensore centrale del Castelcucco. A disturbare quest'ultimo però, non è Toscan, ma il suo portiere Mattia Rassu, che con una uscita troppo avventata sbaglia il tempo di impatto con la palla. Tra i due si inserisce appunto Toscan, che anticipa entrambi e devia la palla a porta vuota. Subito un minuto più tardi è Alessandro Vettoretto, servito ottimamente da Mirko Zandonà, che si divora un gol praticamente fatto, tirando addosso all'unico difensore posizionato sulla linea di porta.

Mister, devo prendere appunti per la Fanzetta e devo fare i video

Succede tutto (o quasi) nel primo tempo: gol e occasioni mancate. Nella ripresa, espulso il portiere Silvestri ma l'uomo in meno non si nota MARCATORI 15' p.t. Andrea Vettoruzzo (CO); 22' p.t. Diego Toscan (CO); 33' p.t. Lucio Zandonà (CO); 15' s.t. Marco Morosin su rigore (CA) AMMONITI Lucio Zandonà (CO); Diego Toscan (CO); Alessandro Crabbia (CA) ESPULSI Diego Silvestri (CO)

LORIS VISINTIN COSTE Nello spogliatoio del Coste, i giocatori entrano alla spicciolata. Per cause collegate ad infortuni e lavoro, le assenze risultano essere di rilievo. All'improvviso però, ecco quello che non ti aspetti: entrano due persone dalle sembianze già viste altre volte ma tutti si mettono a chiedersi: "E chi sono questi qua?" FANTASMI Diego Toscan sul subito non li riconosce e decidersi di mettersi le lenti a contatto per vederci meglio. Passano comunque pochi istanti quando finalmente qualcuno li saluta: "Varda chi che xe torna, chi nò more se rivede! I xe vegnui à torsse le tute nove!" Ma sì, sono proprio loro: "Lello" e "Roby". Il primo è Daniele Favretto, mentre l'altro è Roberto Zilio e i loro ritorno è comunque cosa gradita, tanto che il Mister Gnoe decide di far partire come titolare il Lello in veste di difensore sinistro. Altra modifica alla formazione standard, è quella di posizionare Simone Zandonà sulla fascia destra per inserire Mirco Zandonà al centro, dietro le punte Alessandro Vettoretto e Diego Toscan. In panchina, oltre ai soliti noti (Loris Visintin e Nicola Vettoruzzo, ndr), troviamo il rientrante (per quanto

non lo sappiamo…) Roberto Zilio; in panca c'è anche Paolo Marotta, fresco di rientro da Milano. IL MATCH Temperatura intorno ai 5°C e terreno piuttosto molle; non piove ma c'è molta umidità. Il fischio d'inizio scalda subito gli animi e la partita prende già una connotazione precisa: è una partita per uomini duri! Si lotta soprattutto a centro-

Varda chi che xe tornà, chi no more se rivede! campo e quasi mai le azioni di gioco finiscono per impensierire i due portieri. Al 15' p.t. c'è da battere una punizione per il Coste, all'altezza del vertice sinistro dell'area grande; sul pallone sono presenti il Capitano Daniele Gallina e il "Family Banker" Mirco Zandonà: è quest'ultimo che decide di tirare e il suo tiro è teso ma centrale. Il portiere, forse per indecisione tra la presa e la respinta, opta per la seconda soluzione, ma gli sarà fatale. La sua respinta risulta infatti troppo corta, facendo cadere la palla poco più avanti: sarà un assist perfetto per Andrea Vettoruzzo che piomba sulla palla e trasforma la rete del vantaggio. Il Castelcucco gioca spostato molto avanti e così facendo, soffre i lunghi rinvii del portiere di casa Diego Silvestri. Siamo solo al 22' p.t., quando nell'ambito di uno di questi lunghi rilanci, nasce la rete del raddoppio del Coste. In questo caso, è scaltro Diego Toscan, che

Al 26' p.t. è Silvestri che compie un'ottima parata a terra su azione penetrante del Castelcucco. Poco dopo, è il portiere Rassu che deve deviare in angolo un tiro di Toscan ancora imbeccato bene dal solito lancio lungo di Silvestri. Sull'angolo battuto, è Simone Zandonà a mandare la palla alta di poco. Il Coste realizza la terza rete al minuto 33 p.t., grazie ad una incursione in area di Lucio Zandonà, lesto a calciare in porta una palla che continuava a ribattere tra le gambe dei difensori e degli attaccanti. Poi qualche azione fino all'intervallo. L'USCITA… DAL CAMPO La ripresa vede l'ingresso di Paolo Marotta al posto di Daniele Favretto e dopo poco il Mister Gnoe invita il secondo portiere Loris Visintin a scaldarsi: "Dai scaldati, che ti faccio giocare un po’". La risposta di Visintin è perentoria: "Mister, devo prendere appunti per la Fanzetta e devo riprendere i filmati con lo smartphone… e poi Silvestri sta giocando bene…". Probabilmente Silvestri ha letto nel pensiero il Mister Gnoe e non ci ha pensato due volte: al 15' s.t. si esibisce in una uscita bassa con un tempismo degno delle Ferrovie dello Stato: in ritardo astronomico. Inevitabile l'atterramento dell'avversario con conseguente rigore ed espulsione. Al subentrato Loris Visintin non riesce la magia di parare il rigore al n.7 Marco Morosin, poi, girandola di sostituzioni ma di fatto la partita finisce lì. ©

RIPRODUZIONE RISERVATA


LUNEDI’ 28 GENNAIO 2013

GIRONE B

LA FANZETTA DELLO SPORT

3

1a GIORNATA di RITORNO

Le Pagelle

DI LIORISSS

a.s.d.c. COSTE BASTA UN TEMPO PER CHIUDERE LA PRATICA

7,5

7,5

7,5

La consapevolezza di avere la possibilità per fare male all'avversario c'era ma era tutta da dimostrare. E' stata una buona prestazione, anche grazie al Castelcucco che ha "prestato" il fianco in modo troppo generoso.

L’allenatore Tiziano Andreazza (Gnoe)

Il migliore Andrea Vettoruzzo

Come gli succede ormai da molto tempo, il Mister Gnoe entra in spogliatoio nel pre-gara, conta con le dita i giocatori e cerca di inventarsi la formazione più opportuna possibile. A sorpresa schiera Daniele Favretto che non si vedeva da una vita, e lo spreme per un tempo. Gestisce con il contagocce i panchinari e per sua fortuna, ha anche vinto una scommessa fatta con la squadra. Se non ci fosse… ce ne sarebbe un altro! Arguto

Dopo la pessima prestazione esibita venerdì scorso contro il Pederobba, Andrea questa volta si trasforma e sfoggia il meglio di sé stesso. Rapace a gettarsi sul portiere in occasione della prima rete, ha poi continuato a disturbare in modo esemplare tutti gli avversari che si proponevano dalle sue parti. Ha vinto più di un contrasto diretto e sembrava pieno di energia. C'è da sperare che il suo contributo sia più continuativo. Raptor

6,0 Diego Silvestri

7,0 Alberto De Zen

7,0 Simone Zandonà

6,5 Daniele Gallina

Anche se malaticcio, il Mister Gnoe fa ancora affidamento su di lui, come è giusto che sia. Si dimostra attento e i suoi lunghi lanci mettono in difficoltà l'avversario. Bella la parata nel primo tempo, ma nel secondo tempo compie una frittata facendosi espellere.

6,5

Torna nel suo posto di sempre l'Alberto, ma inizia con troppa temerarietà, tanto che ad un certo punto il Mister Gnoe lo richiama alla maggior attenzione. Finisce il primo tempo in crescendo, ma è dopo l'espulsione di Silvestri che diventa fondamentale in difesa.

7,0

Il Simo, per esigenze tecniche, viene dirottato sulla fascia di sinistra; ruolo nuovo per lui e sorprendentemente esibisce una prestazione molto positiva. Anticipa quasi sempre il diretto avversario e non disdegna accentramenti in fase offensiva.

7,0

Anche per "Il Capitano" passano gli anni e sembrano pesare… E' certamente dura reggere tutta una partita quando gli avversari ti pestano i piedi, ti calciano sulle caviglie, e contemporaneamente devi inventare gioco. Voci dicono che voglia gettare la spugna...

6,5

Daniele Favretto

Claudio Vettoretto

Lucio Zandonà

Mirco Zandonà

Serata dai toni grigio-scuri quella per Ale. La troppa frenesia gli toglie la lucidità che dovrebbe avere sottoporta, quando gli capitano Alessandro quelle poche occasioni che non si possono sbagliare. E' giovane e Vettoretto forse a volte non sembra avere la giusta "cattiveria" per il gol.

7,0

Parte dalla panchina e non per demeriti suoi, dal secondo tempo. Si ferma quando Silvestri chiama la palla ma Silvestri non c'è… C'è invece l'avversario che viene atterrato con Silvestri che gli slaccia gli scarpini. Poi, con Visintin in porta gli tocca fare i soliti rinvii.

6,0

Come Lello, anche Roby non si vedeva da molto tempo. I panettoni sembrano aver lasciato qualche strascico… Parte in quarta, nel senso che se parti in quarta, la macchina non si muove! Quando Roby decide di mettere la prima per partire, la partita finisce.

6,5

6,0 6,5

Paolo Marotta

6,0 Roberto Zilio

Diego Toscan

Loris Visintin

Aveva lasciato la squadra (causa mal di schiena) in balìa dei suoi eventi. Poi eccolo qui all'improvviso, senza neanche un allenamento, e via, subito in campo per necessità di formazione. Ha retto egregiamente per un tempo ed è anche troppo. Bentornato. La "litorina" di destra, anche se con non troppi minuti sulle gambe, deve per forza essere titolare, causa assenze nel reparto difensivo. Questa volta, a differenza di Caselle, il Caio mette giù la sbarra e si passa solo pagando in contanti, ma nessuno ha moneta... Lucio, deve quasi per forza abbandonare la "Curva Nord" dei Fedelissimi per accorrere in aiuto alla squadra, che per motivi di infortuni e di lavoro, sta perdendo i pezzi. La sua grinta rimane quella di sempre anche se gli anni passano, anzi, forse è più maturo. Prende il ruolo che di solito ricopre Simone e per questo ora viene definito lo "Sneijder del Coste" e a ragione. Tocca pochi palloni ma sempre con qualità, in quanto non ha mai l'apprensione di buttar via la palla per forza. Sostituito poi con il suo Alter-Ego Zilio. Il Diego capisce che è serata da numeri e qualcuno ce lo ha fatto vedere. Corre molto rispetto ad altre volte. Audace nel secondo gol quando approfitta dell'incomprensione tra il difensore e il portiere avversari sul lungo lancio di Silvestri. Sostituito con Vettoruzzo N. Ben bacuccato sotto sciarpa e berretto si faceva i suoi filmini e prendeva appunti, rifiutando anche una chiamata del Mister Gnoe. Deve entrare per forza quando Silvestri viene espulso. Impiega cinque minuti per spogliarsi ed entrare in campo. mai una parata.

Ha ancora problemi alla caviglia ma sotto la pressante richiesta del Mister Gnoe, deve decidersi ad entrare al posto Toscan ormai giunto allo stremo. Sperava di salvare la caviglia infortunata ma Nicola Vettoruzzo invece una pallonata gli ha fatto vedere nuovamente le stelle.

a.c. CASTELCUCCO 5,5 DIFESA DA RIORDINARE... L’ARBITRO: GAVA 7,5 G.LINEE:

L'arbitro Gava zompetta con fare sicuro dentro la sua sgargiante divisa arancio-fluo. Indovina tutti gli off-side e non perde mai il filo.

LUIGI Z. 7.0 Non ha battuto ciglio. Sempre presente e nel vivo dell'azione.

CentralePart-Time Ragazzi che vanno (per lavoro) e tornano (per giocare). Ragazzi che vanno (in trasferte per lavoro) e che qualche volta ritornano (per giocare). Dura la vita di un giocatore "non professionista". E' il caso di Paolo Marotta, "costretto" a vivere a Milano per una

nuova scelta lavorativa e che, pur di non rinunciare a giocare a fianco ai suoi compagni del Coste, si "beve" la Milano-Venezia in tempi record, rispettando comunque i limiti imposti dal Codice della Strada e del traffico. Lui non può quindi allenarsi come faceva prima, ma anche così sa rendersi utile alla causa, a maggior ragione ora, che il Mister ha gli uomini contati.

Un altro caso simile è quello di Maurizio Cattuzzo, spesso via all'estero, sempre per lavoro. Oppure casi come quelli di Andrea Longon, assente perché impiegato troppo lontano. E ancora, Andrea Rostirolla, puro talento che non può esprimersi sul campo poiché il lavoro di barman lo occupa ora a tempo pieno. E' fortunato quindi, chi può conciliare le due attività assieme. ©

RIPRODUZIONE RISERVATA


LUNEDI’ 28 GENNAIO 2013

LA FANZETTA DELLO SPORT

4

IL COMPLEANNO

Cade oggi il compleanno di uno dei dirigenti-pilastro del a.s.d.c. COSTE Per Nicola Vettoruzzo sono 36 le primavere che oggi si appresta a festeggiare: in spogliatoio, i compagni lo aspettano per fargli la "festa"... se non porta le paste. T r e nt a sei anni non sono più venti, è vero, e come li po r t a N ico la, si vedono proprio! E' comunque anche grazie a lui, che la società del Calcio Coste categoria Amatori, riesce ad andare avanti. Da anni presta il proprio aiuto sia nella gestione del campo, sia nell'organizzazione del Torneo delle Contrade: lo si vede spesso dietro il bancone a servire birre e caffè, ma

anche a fumare qualche sigaretta di troppo… Quando serve, si prodiga anche in cucina. La particolare dedizione votata alla causa del Coste, nell'anno 2011, lo ha spinto a creare anche una pagina Facebook dedicata completamente all'attività del Calcio Coste, postando via via foto e articoli vari. In un angolo di questa pagina, trova anche posto il link per poter visualizzare On-line le varie "Fanzette dello Sport" che la presente redazione gli invia e che lui inserisce. Tutto questo, è sempre un bel impegno! Facciamo quindi i nostri migliori auguri di buon compleanno a Nicola (e complimenti anche alla sua ragazza, che lo sopporta con pazienza). ©

RIPRODUZIONE RISERVATA

AvolteRitornano... Ragazzi che vanno e ragazzi (ma non proprio ragazzi) che tornano. Ragazzi che scelgono orizzonti di nuove terre promesse, e "vecchietti" che ricompaiono come orsi usciti dal letargo… L'importante è partecipare! E' il caso di Edi Mazzoccato, che dopo una bella prestazione a Fonte, non lo si è più visto: ha deciso di tornare a Busta, sua vecchia squadra, a dare loro una mano: lì forse ne avevano più bisogno. Altro caso: quello di Nicola Vettoretto, il quale non ha saputo resistere alle sirene della Terza Categoria dell'Asolo; bye-bye Nico, e tanti auguri. Ma ecco anche chi ritorna, come Daniele Favretto, lontano dai campi di gioco a causa di un dolore alla schiena ma che ora forse rivedremo più spesso. E ancora, Roberto Zilio, che rivediamo con la stessa barba dell'anno scorso e simpatico uguale. Bentornati Lello e Roby. ©

RIPRODUZIONE RISERVATA

Daniele Bastasin ricompare presso gli impianti sportivi del a.s.d.c. COSTE per praticare qualche allenamento di tanto in tanto. Daniele è un "vecchio" portiere del Coste che è conosciuto, più che per le sue imprese sportive, per le "cazzate" che in gioventù ha combinato frequentando giovani e luoghi. Quando c'è la sua presenza, l'allegria è assicurata: le sue performance sono ormai note a tutti e sono talmente

tante e "folli" che se ne potrebbe scrivere un libro. E' sopranominato "Terminator" perché, durante le partitelle in allenamento, è piuttosto pericoloso giocarci contro: diciamo, che non ha bene registrato i freni… Non ha mancato di attirare l'attenzione dei compagni neanche sotto la doccia, non tanto per le sue "misure genitali", ma per le sue ciabatte, troppo orribili! ©

Daniele "Lel lo" Bastasin

Altro ritorno gradito (meno per chi ci gioca contro durante l'allenamento…) è quello di Lello Bastasin

, 36 anni

A PROPOSITO DI RITORNI...

RIPRODUZIONE RISERVATA

FEDELISSIMI - CURVA NORD

Sempre presenti i FEDELISSIMI CURVA-NORD del Coste, che anche contro il Castelcucco si sono fatti sentire e hanno fatto sentire il loro affetto alla squadra. Tra loro anche una delle due punte, Moris Zandonà, che purtroppo deve osservare un periodo di riposo a causa di un fastidio all'inguine. Facciamo a lui gli auguri di pronto rientro tra i ranghi Giallo-Blu, con la speranza di rivederlo presto accanto al "gemello del gol" Alessandro.

La redazione Per commenti, suggerimenti, lamentele, precisazioni, congratulazioni, ecc. Vuoi una copia de "La Fanzetta dello Sport" in PDF sul tuo PC? Richiedila: è gratis. Scrivi a loris.visintin@virgilio.it


La Fanzetta dello Sport - 21 gennaio 2013