Issuu on Google+


INTERNO_ROMEO E GIULIETTA:Layout 1 25/03/13 10.20 Pagina 2

CURCIO KIDS I Edizione aprile 2013 Š 2013 Gruppo Armando Curcio Editore S.p.A., Roma www.armandocurcioeditore.it info@armandocurcioeditore.it ISBN 978-88-97508-57-1 Direzione editoriale: Cristina Siciliano Art direction: Mauro Ortolani Supervisione editoriale: Francesca Costantino Progetto grafico: Antonello Romeo Illustrazioni: Giulia Tomai Redazione: Imma Marzovilli Editing: Curcio Video S.r.l. Stampa Graf Art S.r.l. - Venaria (TO) Finito di stampare nel mese di aprile 2013 Tutti i diritti sono riservati, incluso il diritto di riproduzione integrale e/o parziale in qualsiasi forma.


INTERNO_ROMEO E GIULIETTA:Layout 1 25/03/13 10.20 Pagina 3


INTERNO_ROMEO E GIULIETTA:Layout 1 25/03/13 10.21 Pagina 4

amato il mio cuore finora? Se dice sì, mente» «Ha mai

Il signor Capuleti, ricco nobile di Verona, ha organizzato una gran festa in maschera. Nella sala da ballo si sentono gli odori dei pasticcini e quelli dei fiori, la musica e le risate mettono allegria. Giulietta, figlia del padrone di casa, sta in disparte. È la più bella di tutte, con i suoi morbidi capelli neri e la sua pelle bianca. Appena il giovane Romeo Montecchi la vede, il suo cuore batte forte per lei. Ma l’amore gioca brutti scherzi. Purtroppo, le famiglie dei due ragazzi si odiano.


INTERNO_ROMEO E GIULIETTA:Layout 1 25/03/13 10.21 Pagina 5


INTERNO_ROMEO E GIULIETTA:Layout 1 25/03/13 10.21 Pagina 6

«o h Rom

«Oh Romeo, Romeo, perché sei tu Romeo?», chiede Giulietta alle stelle, affacciata al balcone della sua camera. Romeo, nascosto in giardino, sente la sua voce e la paragona al canto degli usignoli. Si fa avanti: «Ora chiamami solo Amore! Se lo vorrai, ci uniremo davanti a Dio, così nessuno potrà mai separarci».


oh

INTERNO_ROMEO E GIULIETTA:Layout 1 25/03/13 10.21 Pagina 7

m o R eo... , o e m o R

perché sei tu Ro meo?»


INTERNO_ROMEO E GIULIETTA:Layout 1 25/03/13 10.21 Pagina 8


INTERNO_ROMEO E GIULIETTA:Layout 1 25/03/13 10.22 Pagina 9

! a m l a c enza PrudChi va troppo di fretta e

finisce poi con

l’inciampare e cade Romeo, impaziente di sposare la sua amata, va da frate Lorenzo che, vedendolo arrivare in tutta fretta, si preoccupa. «Padre, riesco a respirare solamente sentendo il profumo di Giulietta, e il mio cuore batte solo se i miei occhi guardano la sua bellissima figura. Abbiamo deciso di sposarci e vorremmo che fosse lei a celebrare le nozze, in gran segreto». «Ma è una follia, le vostre famiglie si odiano!», esclama il frate. Poi, pensieroso, aggiunge: «Se questa unione può far cessare l’odio tra Capuleti e Montecchi, non posso che accettare».



Romeo e Giulietta