Presentazione studio

Scroll for more

Page 1

Studio professionale di consulenza agronomica, forestale, ambientale

Attività

Territorio

Il nostro studio professionale opera da oltre vent'anni nel campo della consulenza ambientale, agronomica e forestale. Interveniamo in settori diversi utilizzando approcci e tecniche avanzate, garantendo il supporto di tutte le professionalità necessarie alla migliore riuscita di ogni progetto e promuovendo i risultati della ricerca nella pratica professionale. Forniamo supporto e consulenza a enti locali, imprese, aziende agricole, Università, enti di ricerca. Per loro curiamo analisi, indagini, pratiche autorizzative, valutazioni ex ante ed ex post di progetti e interventi. Abbiamo partecipato e partecipiamo a progetti nazionali ed europei, predisponendo la documentazione progettuale, coordinando la realizzazione dei progetti in ogni loro aspetto e garantendo la disseminazione dei risultati.

Lo studio ha operato a livello nazionale quale consulente dell’ Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ex APAT) per la realizzazione del database e la mappatura del territorio italiano per i carichi e livelli critici relativi ad acidificazione, eutrofizzane e metalli pesanti. Lo studio ha condotto numerosi progetti di cartografia tematica realizzata mediante fotointerpretazione e restituzione aerofotogrammetrica. Tra questi, la cartografia degli ecosistemi forestali dell’area della frana della Val Pola (SO).

Energia

Competenze Lo studio, dispone delle competenze necessarie per un ampio ventaglio di servizi e interventi. Lo staff dello studio offre un’esperienza di lunga e comprovata in tutti settori in cui opera. Il nostro sito www.ab-studio.net riporta con dettaglio i progetti sviluppati, le consulenze e i committenti che si sono avvalsi dei nostri servizi in oltre vent’anni di attività.

ab-studio

Via Pergolesi 2 20124 Milano Tel. 02 451.70.289 info@ab-studio.net www.ab-studio.net P.IVA 13177410159

Il dott. Armando Buffoni è iscritto all’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali di Milano (MI-LO-PV-MB). Lo studio è membro dell’International Association of Environmental Professionals (INASEP).

Lo studio ha operato e opera nell’ambito del settore delle energie rinnovabili. Il nostro contributo riguarda sia gli aspetti ambientali (Valutazione d’Impatto Ambientale, Autorizzazione Integrata Ambientale), ma anche la progettazione di impianti e la valutazione delle risorse naturali disponibili. Recentemente abbiamo sviluppato un innovativo progetto per il trattamento e il recupero energetico della FORSU (Frazione organica di rifiuti solidi urbani) mediante digestione anerobica e compostaggio.

Sul tema delle biomasse siamo stati consulenti di importanti aziende italiane tra cui CESI S.p.A, Iavazzi S.p.A, Ambiente Italia, Lodi Energia, VOMM oltre ad enti pubblici quali Provincia di Milano e Politecnico di Milano.


Natura e foreste Nel corso degli anni abbiamo progettato e seguito interventi di rimboschimento di piccole e grandi dimensioni (fino a centinaia di ettari di estensione), in Italia e all’estero. Abbiamo sviluppato stime della rimozione di carbonio, secondo la metodologia IPCC al fine di acquisire crediti di carbonio a compensazione di equivalenti emissioni.

Consulenza alle aziende Lo studio ha sviluppato studi di impatto ambientale e fornito il supporto alle aziende soggette ad Autorizzazione integrata ambientale. Un particolare focus è stato dedicato in questi anni agli aspetti inerenti la qualità dell’aria con l’applicazione di modelli di dispersione in atmosfera. Abbiamo dato supporto a numerose aziende zootecniche e di trattamento dei rifiuti. Da anni inoltre siamo un riferimento per quanto attiene lo studio delle emissioni odorigene. Le nostre competenze riguardano sia l’applicazione di modelli predittivi come Calpuff per individuare le aree che potranno essere interessate da odori molesti, sia la misura in campo delle concentrazioni di odore.

Tra le principali attività che sono state seguite vi è il monitoraggio di inquinanti atmosferici, in particolare dell’ozono, realizzato presso oltre 30 siti forestali della Rete nazionale per il monitoraggio degli ecosistemi forestali CON.ECO.FOR. dal 1987 al 2017 Per conto di parchi e riserve naturali abbiamo sviluppato strumenti per l’analisi della vegetazione, del suo stato di vitalità, delle potenzialità produttive.

Adattamento ai cambiamenti climatici Il tema dei cambiamenti climatici e dei suoi effetti, così come quello dell’adattamento, è da anni al centro dell’attività dello studio. Abbiamo lavorato in programmi internazionali volte a comprendere gli effetti dei cambiamenti climatici sull’ambiente naturale. Abbiamo sviluppato progetti per la mitigazione dell’effetto “isola di calore” nelle città e per contenere le conseguenze delle onde di calore, fenomeno che ha mostrato un forte incremento in molte città europee. Particolarmente apprezzate sono state le nostre proposte per percorsi verdi attrezzati con sistemi di brumizzazione.

Verde urbano Negli ultimi anni il verde urbano è divenuto di crescente interesse in relazione agi cosiddetti servizi ecosistemici che fornisce. Tra questi la rimozione di inquinanti è sicuramente uno dei più rilevanti. Il nostro studio sviluppa analisi e stime quantitative della rimozione dei principali inquinanti (PM10, O3, NO2, SO2)e della CO2 da parte della vegetazione urbana.

Anni fa abbiamo sviluppato la prima indagine in Italia sulla rimozione di inquinanti da parte della vegetazione urbana nel Comune di Forlì grazie al modello UFORE (Urban Forest Effects) commissionataci dal. Lo stesso approccio è stato poi utilizzato per altre realtà italiane.

Rischi naturali Il tema dei rischi naturali è da sempre un tema al quale abbiamo dedicato impegno ed energie. Tra le diverse avversità un aspetto che ci visto coinvolti in modo significativo è quello degli incendi boschivi. Abbiamo partecipato a progetti europei (MIRTO, FP7FIRESMART) inerenti la prevenzione e l’informazione al pubblico. Due progetti innovativi hanno tuttavia segnato gli ultimi anni: lo sviluppo del sistema di detezione precoce del fuoco mediante sensori lineari, noto come Alert-F, la realizzazione di un sistema per la lotta al fuoco ad azionamento automatico a terra, denominato Adronos, che prevede impiego di liquido ritardante a rapida distribuzione. I due sistemi possono essere integrati per garantire la massima efficacia, e sono destinati alla protezione di residenze isolate, campeggi ed altre strutture turistiche, parchi e riserve naturali. Alert-F si basa sull’impiego di un sensore inserito in una staccionata di legno naturale, completamente occultato alla vista che è in grado di rilevare modeste variazioni di temperatura sul terreno e inviare in automatico segnali di allerta. Indipendente dall’allacciamento alla rete elettrica il sistema può coprire svariati chilometri e contribuire all’attività di sorveglianza. Adronos consente di anticipare l’intervento dei mezzi di spegnimento con la distribuzione automatica al suolo di liquido ritardante ad alta pressione. E’ dunque particolarmente indicato per aree remote o poco accessibili, o laddove sia necessario provvedere con rapidità alla sicurezza delle persone (es. campeggi). Il sistema è autoalimentato e non richiede intervento di operatori.