Page 1

Armando Cusani

NEWSLETTER

Comunicazione politica e attività amministrativa del Presidente della Provincia di Latina Anno IV - numero 94 | 15 maggio 2012 |Supplemento al Periodico di approfondimento politico Agorà - Registro Stampa del Tribunale di Latina n.877 del 9/3/2007

LATINA: ACCORDO COMUNE-PROVINCIA PER APRIRE AL PUBBLICO LA ZONA DI VALMONTORIO IN QUESTA STAGIONE ESTIVA

È

stato firmato tra il Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani e il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi un protocollo d’intesa per “la valorizzazione ambientale finalizzata a una migliore fruibilità degli ambiti naturalistici del territorio del Comune di Latina”, nel caso specifi-

co dell’apertura al pubblico dell’area demaniale in località Valmontorio. Il Comune di Latina, infatti, intende procedere all’apertura di Valmontorio, aera attualmente inibita all’accesso, per il solo periodo estivo al fine di consentirne l’accesso all’arenile e alle zone adiacenti. continua a pagina 2

CULTURA

MILIONI DI EURO PER I FABBRICATI DI PROPRIETÀ DELLA PROVINCIA E PER LA SCUOLA PONTINA

Enrico Cosenz, a Napoli la presentazione del libro edito dalla Provincia di Latina a pagina 9

a pagina 3 e 4


2

Armando Cusani

NEWSLETTER

15 maggio 2012

LATINA: ACCORDO COMUNE-PROVINCIA PER APRIRE AL PUBBLICO LA ZONA DI VALMONTORIO IN QUESTA STAGIONE ESTIVA

P

er consentire la fruibilità di questa zona occorre predisporre una attività di bonifica, recupero ambientale, riordino accompagnata dalla riorganizzazione di percorsi e segnaletica al fine di rendere compatibile la fruizione alla tutela ambientale. Nel protocollo firmato la Provincia si impegna a prestare il proprio contributo finanziario a sostegno dell’iniziativa promossa dal Comune di Latina al fine di consentire la bonifica del sito di Valmontorio, favorendone la fruizione pubblica in condizioni di sicurezza e di compatibilità ambientale. A sua volta il Comune di Latina si impegna ad utilizzare tale fondi per la realizzazione degli interventi in questione: «L’apertura di Valmontorio per questa stagione estiva offrirà alla cittadinanza e numerosi turisti la possibilità di godere di un’area di pregio naturalistico e ambientale - afferma il sindaco Giovanni Di Giorgi - Per questo rilevo con soddisfazione l’impegno dell’amministrazione provinciale, grazie alla sensibilità del presidente Armando Cusani, con l’importante contributo del vice presidente del Consiglio provinciale, Renzo Scalco, per questa collaborazione in una iniziativa di grande interesse, capace di valorizzare una zona di rilevante attrazione turistica e di grande valenza ambientale. Un lavoro compiuto in sinergia tra le due istituzioni e che vede l’impegno diretto anche dell’assessore all’ambiente Fabrizio Cirilli. Del resto - continua il primo cittadino - è nostra precisa intenzione valorizzare l’intero nostro litorale attraverso iniziative mirate nell’ambito di una programmazione complessiva che possa consentire di valorizzare uno straordinario patrimonio che ha delle potenzialità enormi. Su questa strada

decisiva è la collaborazione con la Provincia, nell’ambito anche delle competenze riservate a tale ente in materia ambientale. Il nostro obiettivo immediato è restituire Valmontorio ai nostri cittadini». «La Provincia ritiene di interpretare a pieno titolo per le sue competenze di area vasta, il ruolo di ente promotore delle politiche per l’ambiente - evidenzia il Presidente Cusani - coinvolgendo le diverse componenti sociali e civili, in una logica di sviluppo sostenibile, di uno sviluppo, cioè, sano, giusto e durevole, in grado di soddisfare i bisogni del presente senza compromettere le capacità delle generazioni future di soddisfare i propri. Come Provincia, infatti, abbiamo sin qui svolto un ruolo strategico per ottenere il miglioramento delle condizioni ambientali su specifiche materie quali i rifiuti, l’energia, la qualità dell’aria e dell’acqua, la tutela del suolo e del sottosuolo ed il recupero di un territorio». «Secondo le linee tracciate dal Programma di Governo della XVI Consiliatura - continua Cusani - la tutela ambientale e la promozione di uno stile di vita sano, rispettoso della natura, costituisce un volano per l’economia turistica ispirata ai temi della green age ed a quei valori che animano questa filosofia di vita da considerare sotto altri e diversi fattori che inevitabilmente la condizionano: fisici, sociali, economici sino agli stili di vita ed ai comportamenti che governano una determinata comunità. L’ambiente e la valorizzazione delle aree naturalistiche è essenziale per la crescita di un territorio nelle tutte le sue variegate sfaccettature per i riflessi positivi che indiscutibilmente riverbera sulla qualità della vita. Il ripristino ambientale mediante le tecniche bio-naturalistiche significa apprendere dalla natura stessa l’importanza di gestire il ter-

ritorio e le sue risorse con canoni eco compatibili, recuperando al contempo i modi e i tempi dell’equilibrio antico fra uomo e natura». «Il ruolo della Provincia, in questo orizzonte, è di essere punto di riferimento politico ed organizzativo per la produzione, il coordinamento, il sostegno, la promozione di azioni e iniziative mirate a diffondere una nuova cultura ambientale ad aumentare il benessere della popolazione - tiene a precisare sempre Cusani - La Provincia di Latina punta così a costruire una rete provinciale di rapporti, collaborazioni, partenariati nell’ambito dello svolgimento di alcuni programmi concordati e reputati di grande interesse, realizzando una serie di iniziative volte a valorizzare il patrimonio ambientale locale, al fine di accrescerne e migliorarne la fruibilità dei cittadini». Provincia di Latina e Comune di Latina, quindi, intendono valorizzare il paesaggio circostante l’arenile del Valmontorio come risultato dell’integrazione tra componenti ecologiche, naturali e culturali. Il progetto di valorizzazione del sistema dei beni naturali, paesistici e architettonici si avvale della realizzazione di percorsi di accesso che, prendendo spunto dalle greenways, uniscono finalità ecologiche, fruitive e percettive interconnettendo le aree ad attrezzature e servizi attraverso una rete di accessibilità ricreativa e turistica. L’obiettivo che la Provincia di Latina e il Comune di Latina si pongono è quello di ripristinare l’ambiente naturale preesistente allo stato di degrado, eliminando i detrattori ambientali ed i fattori inquinanti con un intervento mirato di bonifica e risanamento ambientale a tutela delle matrici autoctone della vegetazione e del suolo.


3

Armando Cusani

15 maggio 2012

NEWSLETTER

LA GIUNTA CUSANI STANZIA MILIONI DI EURO PER I FABBRICATI DI PROPRIETÀ DELLA PROVINCIA DI LATINA

Polo fieristico ex Rossi Sud di Latina

N

ell’attesa di conoscere che fine debba fare l’istituzione provincia, la Giunta guidata dal presidente Armando Cusani prosegue il suo lavoro e nell’ultima riunione ha deliberato di utilizzare l’avanzo di amministrazione di 3.345.000,00 euro. Nella stessa seduta ha inoltre approvato le variazioni al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2012 e a quello pluriennale 2011-2013. Il documento assunto dalla Giunta stabilisce poi come la manovra non modifica il prospetto degli aggregati rilevanti ai fini del patto di stabilità interno e lo stesso bilancio risulta in pareggio, sia in entrata sia nella spesa. Alla luce delle decisioni adottate saranno presto avviati una serie di lavori che intesseranno molte strutture scolastiche e diversi fabbricati di proprietà della Provincia di Latina. Per 2.000.000,00 di euro si procederà alla messa in sicurezza e al reperimento di nuovi spazi da destinare alla didattica del Polo formativo ex Ciapi di Latina. È un intervento che consente di destinare le attività didattiche ora svolte presso la sede di via del Piccarello, dove la Provincia ha un oneroso contratto di affitto. Per la riqualificazione degli uffici del-

la Questura di Latina sono stati stanziati 200.000,00 euro. Il provvedimento è oltremodo necessario perché nella fase di realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria sono stati riscontrati gravi fenomeni di degrado in corrispondenza dei solai di copertura, per i quali si è resa necessaria la sostituzione completa del manto di impermeabilizzazione, il trattamento protettivo e il recupero delle armature portanti sottostanti. Inoltre, problemi di natura logistica e situazioni inizialmente impreviste e imprevedibili hanno reso urgente la realizzazione di nuove opere rispetto a quelle previste nell’appalto principale. Interventi indifferibili di messa in sicurezza e ripristino anche per il Polo Fieristico ex Rossi Sud di Latina, per una cifra di 1.030.000,00 euro. Il Polo Fieristico è da qualche tempo interessato da lavori rientranti nella programmazione annuale e triennale, finalizzati alla realizzare un’area fieristica di primaria rilevanza per il rilancio economico della Provincia di Latina. Tuttavia nella fase di esecuzione dei lavori sono emerse altre esigenze connesse, in

Polo formativo ex Ciapi di Latina

principal modo a sopravvenuti danneggiamenti delle strutture e da furti alle apparecchiature elettriche. Ciò motiva anche l’urgenza di procedere al ripristino e messa in sicurezza, ma anche per completare gli interventi già in corso d’opera, nell’attesa dell’escussione dei danni presso le polizze assicurative, già attivate per il dovuto ristoro. Per il rifacimento del manto d’impermeabilizzazione del corpo “A” del Polo Fieristico ex Rossi Sud, la Giunta ha impegnato poi 180.000,00 euro. L’intervento è indispensabile per il pessimo lavoro svolto dalla ditta affidataria. Attività contestate dalla Provincia, che sta attivando anche nella fattispecie la polizza assicurativa. Gli ultimi due investimenti sul Polo Fieristico ex Rossi Sud riguardano invece la riattivazione degli impianti di adduzione della cabina elettrica, per l’importo di 550.000,00 euro e la realizzazione di un nuovo impianto di videosorveglianza esterna per 300.000,00. Everardo Longarini Portavoce del Presidente Armando Cusani


4

Armando Cusani

15 maggio 2012

NEWSLETTER

DALLA GIUNTA PROVINCIALE STANZIATI MILIONI DI EURO PER LA SCUOLA PONTINA

Gli istituti interessati dagli interventi: il “Rosselli” di Aprilia, l’”Einaudi” di Latina, il “Meucci” di Aprilia e il “Pollione” di Formia

L

a giunta provinciale nella sua ultima riunione ha stilato un programma d’interventi urgenti sul patrimonio immobiliare e scolastico con l’utilizzo di somme dell’avanzo di amministrazione. Tra gli interventi individuati e inseriti nella delibera di Giunta, c’è l’allestimento di un nuovo laboratorio di chimica, comprensivo di arredi ed impianti tecnologici presso l’Istituto “Rosselli” di Aprilia per un importo di 200.000,00 euro. L’intervento s’impone solo oggi come priorità attesa la variazione della vocazione formativa determinatasi a seguito dell’attuazione del vigente piano di dimensionamento della rete scolastica provinciale, cui ha fatto seguito una redistribuzione degli indirizzi didattici su base provinciale. Per l’Einaudi di Latina la giunta presieduta dal presidente Armando Cusani ha deciso di allestire un nuovo laboratorio odontotecnico, comprensivo di arredi e impianti tecnologici, per un importo di 85.000,00 euro. Anche l’Einaudi ha la necessità di un nuovo laboratorio non previsto ma da ricondurre anche in questo caso all’implementazione

formativa derivante dal piano di dimensionamento. L’urgenza è dettata dal dover definire le procedure di reperimento arredi, l’allestimento e il montaggio degli stessi in tempi utili alla riapertura delle scuole. Lavori pari 1.300.000,00 euro invece per il rifacimento dei prospetti del Liceo “V. Pollione” di Formia. L’istituto è già stato oggetto di passati interventi, peraltro non completati e sempre rinviati, oggi presenta un grave ammaloramento e un degrado delle armature dei cordoli i quali appaiono in stato di decomposizione a causa delle infiltrazioni insitenti sui solai di copertura, conseguenza delle recenti piogge invernali. L’intervento pertanto non appare oltremodo procrastinabile, pena l’aggravio dello stato manutentivo che andrebbe a minare la struttura portante con evidente stato di inagibilità dell’intero plesso. Adeguamento alle vigenti normative in materia d’igiene, sicurezza e prevenzione incendi per l’Istituto “Meucci” di Aprilia per un importo pari a 100.000,00 di euro. L’Istituto ha bisogno dell’urgente messa in

sicurezza, lavori sui quali non vi è possibilità di soprassedere constatata la rilevanza sul piano della sicurezza per l’utenza scolastica. Il programma prevede di recuperare spazi per un archivio e il reperimento di nuove aule. «La Provincia - afferma il presidente Armando Cusani - è impegnata nell’attività di razionalizzazione dei plessi scolastici di competenza al fine di limitare l’entità dei costi di gestione, ma anche di adeguamento alle disposizioni del vigente piano di dimensionamento della rete scolastica provinciale per soddisfare al meglio le esigenze funzionali degli Istituti in relazione ai dati aggiornati sulle iscrizioni fornite preliminarmente dall’Ufficio Scolastico Provinciale, in maniera da assicurare tempestivamente alle esigenze formative offerte dai vari istituti. Prosegue - termina Cusani - il nostro impegno a sostegno del mondo scolastico provinciale, uno degli assi importanti del programma di governo». Everardo Longarini Portavoce del Presidente Armando Cusani


15 maggio 2012

5

Armando Cusani

NEWSLETTER

Rendiconto di Gestione 2011

RELAZIONE DELL’ASSESSORE AL BILANCIO FULVIA FRALLICCIARDI «L

’approvazione del rendiconto di bilancio del 2011 - afferma l’assessore al bilancio Fulvia Frallicciardi - rappresenta il momento finale di un percorso di programmazione, attuazione e controllo sulle attività pianificate e sui risultati conseguiti. Alla luce poi degli ultimi provvedimenti in materia fiscale, con i quali si cerca di contenere la spesa pubblica attraverso tagli indifferenziati, la sfida che la Provincia di Latina si è data, è la realizzazione di un sistema istituzionale che dia risposte immediate al cittadino e alle imprese. Sulla paventata possibilità di abolizione delle Province come soluzione primaria per una riduzione dei costi della politica, ritengo inoltre che ci siano settori specifici che debbano essere trattati necessariamente in una dimensione comprensoriale, come ad esempio l’ambiente, i rifiuti, la sicurezza, le risorse naturali, lo sviluppo economico, quello urbanistico e turistico. Sono tutti temi che oggettivamente non possono essere seguiti dalla Regione, perché troppo lontana, né dai Comuni da soli, perché per dimensioni e natura istituzionale sono chiamati a curare i rapporti di prossimità con i cittadini, piuttosto che questioni di programmazione territoriale. Questi principi valgono soprattutto per le province laziali depauperate finanziariamente dalla voracità di una Capitale che assorbe la stragrande maggioranza delle risorse economiche a noi tutti destinate. Partendo dall’analisi della Relazione Previsionale e Programmatica si evidenziano per quanto riguarda le spese, interventi efficaci per misurare l’azione amministrativa, l’ef-

ficacia della gestione, e il proseguimento di una politica di contenimento dei costi e razionalizzazione delle risorse. Ancora una volta - termina l’assessore Frallicciardi - l’impegno profuso dalla Provincia

L’assessore provinciale al Bilancio Fulvia Frallicciardi

di Latina per la realizzazione del programma di governo ha avuto nella Sussidiarietà, Solidarietà e Competitività gli elementi fondamentali sui quali agire». Dopo gli interventi pubblicati nei giorni scorsi, continuiamo ad analizzare, in stralcio, alcuni punti indicativi del documento

contabile approvato dal Consiglio provinciale nella sua ultima seduta. Viabilità. Primari obiettivi sono stati gli interventi per migliorare la sicurezza stradale con l’impegno di notevoli risorse per la manutenzione ordinaria e straordinaria della rete stradale provinciale, con un impegno economico pari al 32,65% del totale della programmazione. Politiche della scuola. È un settore considerato di primaria importanza per il miglioramento dell’offerta formativa e della sicurezza degli edifici scolastici, impegnando in quest’ottica il 23,08 % del totale della programmazione. Politiche del lavoro e formazione professionale. Nella situazione contingente si sono attivati interventi per le categorie a rischio occupazionale, istituito borse lavoro e corsi di riqualificazione professionale per espulsi, cassintegrati, lavoratori in mobilità, per favorire il loro reinserimento lavorativo, stanziando un importo pari all’11,98 % del totale programmato. Ecologia e ambiente. La Provincia di Latina ribadisce l’impegno per il rispetto dell’ambiente e la sua salvaguardia, in considerazione della tutela del territorio e di una migliore vivibilità, attraverso azioni di sostegno alla attività della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani, per la riqualificazione ambientale, la salvaguardia delle coste, per un impegno pari al 7,84% del totale programmato. Politiche sociali e cultura. L’Ente di via Costa si è distinto sempre per l’attenzione, la sensibilità e la solidarietà riservata alle categorie in svantaggio sociale attraverso azioni di tutela per contrastare l’abuso sui minori, la violenza sulle donne e per attuare politiche di sostegno degli anziani.


6

Armando Cusani

15 maggio 2012

NEWSLETTER

Impiego Fondi Strutturali Europei

LAZIO “FANALINO DI CODA” DELLE REGIONI ITALIANE DEL CENTRO-NORD

La sede del Parlamento Europeo a Strasburgo

D

a un recente monitoraggio, effettuato dal Centro Studi della UIL nazionale, in merito all’impiego effettivo delle risorse finanziarie assegnate alle regioni italiane da parte dell’Unione Europea, il Lazio risulta essere il “fanalino di coda” delle Regioni Italiane del centro-nord. In tale graduatoria la nostra Regione viene surclassata addirittura anche da alcune regioni del sud come la Campania, il Molise e la Basilicata. Si tratta di finanziamenti consistenti assegnati dall’Unione Europea riferiti in particolare alla programmazione economico-finanziaria 2007-2013. Infatti fin dal 2008 alla Regione Lazio sono stati assegnati cofinanziamenti europei che ammontano complessivamente ad otre 2 miliardi di euro suddivisi in diversi Programmi Operativi Regionali (FESR, FSE, PSR e FAS). L’insieme di queste risorse finanziarie europee sono state “certificate” dal Consiglio Regionale del Lazio con il Piano di Sviluppo di Politica Unitaria approvato e reso operativo già dal 2008. A fronte di tali disponibilità e della grave crisi finanziaria la Giunta Polverini è rimasta sostanzialmente ferma al palo di partenza, impegnando fino ad oggi solo 27% delle risorse disponibili, mentre ci avviciniamo ormai alla data ultima di scadenza del 2013 stabilita dall’Unione Europea. Le cause principali di questi gravi ritardi sono

chiaramente ascrivibili ad una sostanziale incapacità politica e amministrativa regionale che non ha consentito di attivare le necessarie intese di concertazione con le Province e con gli Enti Locali e di emanare nel contempo bandi pubblici e piani operativi davvero efficaci ed efficienti. Infatti sui Fondi Strutturali Europei (FESR) il governo regionale e le sue strutture dirigenziali si sono avventurati in una inutile rimodulazione di un Programma (POR) già precedentemente approvato dal Consiglio Regionale che ha comportato uno nuovo e lungo iter procedurale con il conseguente blocco dei finanziamenti durato circa 2 anni. Sta di fatto che il nuovo POR 2007/2013 è stato riapprovato dalla Com-

missione Europea soltanto nel mese di aprile appena trascorso a programmazione quasi in scadenza! Si tratta ora di evitare ulteriori errori e ritardi, di accelerare le procedure attuative del POR, di pubblicare in tempi utili i bandi pubblici a favore degli Enti Locali e di attivare rapidamente procedure trasparenti di concertazione con le Province del Lazio, con i Comuni e con gli Enti territoriali, individuando progetti seri e sistemici di “area vasta” in armonia con le direttive europee. Ulteriori chiusure centralistiche e decisioni solitarie regionali comporteranno inevitabilmente scelte improvvisate e inefficaci e/o addirittura la perdita dei finanziamenti europei, con grave danno allo sviluppo economico e occupazionale del territorio laziale. Insomma sui finanziamenti europei è proprio il caso di dire che occorre una forte scossa all’attuale “sciatteria” politica e amministrativa regionale. In provincia di Latina sono stati elaborati, da parte dei comuni e degli Enti territoriali, Programmi integrati di Area Vasta e progetti sistemici in perfetta coerenza con gli obiettivi stabiliti dei programmi europei. Siamo quindi pronti, con carte alla mano, per dare il nostro contributo allo sviluppo del territorio provinciale e regionale. Silvio D’Arco Assessore provinciale allo Sviluppo Economico


15 maggio 2012

7

Armando Cusani

NEWSLETTER

COSTITUITO IL GRUPPO DI AZIONE COSTIERA “MARE TIRRENO PONTINO E ISOLE PONZIANE” F

ortemente voluto dal PresiASPEA, Confcommercio, Aipu. dente Cusani e dall’asses«Siamo la prima Provincia a sore Provinciale all’Agricoltura, livello regionale a costituire i Caccia e Pesca Enrico Tiero si GAC e a creare una sinergia è costituito con atto notarile in con tutti i Comuni, le associaassociazione il GAC “Mare Tirzioni di categoria e sindacali reno pontino e Isole Ponziane” presenti sul territorio al fine di e nella sua prima assemblea si reperire fondi per lo sviluppo è tenuta l’elezione del Consiglio locale della pesca, settore che di Amministrazione. non ha risparmiato la crisi- riÈ stato eletto come Presidente badisce l’assessore provinciale Mauro Macale (Associazione Enrico Tiero, “padre nobile” Guardie Ambientali d’Italia), come viene definito dagli stessi Vice Presidente Vicario Salvamembri di questa associazionetore Forte (Presidente del ConTengo a sottolineare, poi, che la sorzio Industriale Sud Pontino), Provincia di Latina pur essendo Vice Presidente Claudio Brinati attore principale di coordina(Confcooperative), Tiziana Limento e organizzativo ha lavornese (Comune di Formia); sciato ad altri gli incarichi in membri: Domenico Talani (Coseno al consiglio di amministramune di Ponza), Angelo De Anzione. Perché quando si è uniti, gelis (Comune di Terracina), Sisi opera in sinergia e si fa sistemona Candelora (Pederpesca), ma insieme i risultati arrivano. Roberto Nardi (Fondazione G. Siamo convinti che porteremo Caboto), Italo Di Cocco (Cona casa fondi regionali, europei, fcommercio), Giancarlo Siddenecessari a far risollevare l’ecora (Provincia di Latina), Tiziana nomia di questo comparto in Priori (Fai- Cisl), Luigi Valerio crisi. Abbiamo come esempio i (Lega Navale). Presidente onoGAL, da noi costituiti, presiedurario è stata eletta Elena Palazto dall’amico Felice Palumbo, in L’assessore provinciale all’Agricoltura, Caccia e Pesca Enrico Tiero zo (Comune di Itri). due trienni abbiamo finanziato All’assemblea hanno partecipato i soci foniniziative per circa 10 milioni di euro. Consorzio Industriale Sud Pontino, Cia, datori, ovvero, i rappresentati dei Comuni L’importante è fare sistema con tutti e a Coldiretti, Confagricoltura, Anapi Pesca di Itri, San Felice Circeo, Sperlonga, Terrareperire ulteriori fondi. Ringrazio tutti per Lazio, Confcooperative, Acli, Guardie Amcina, Ventotene, Formia, Gaeta, Minturno, aver aderito a questa nuova avventura con bientali d’Italia, Ass. Bella Ponza, Cgil, Cisl, Ponza, Anapi, Confcooerative Federcopelo spirito collaborativo e senza pensare alla Uil, Ugl, Ente Parco Monti Ausoni, Lega sca, Federpesca, Api, Agciagrital, Uncipepoltrona ma all’intereresse collettivo». Navale Italiana, Its- Fondazione G. Caboto, sca, Lega Pesca, Camera di Commercio, Associazione Vivambiente, Associazione

www.armandocusani.com

ILDELBLOG PRESIDENTE DELLA PROVINCIA

ARMANDO CUSANI


8

Armando Cusani

NEWSLETTER

15 maggio 2012

LA BANDIERA BLU A SPERLONGA PER IL 15° ANNO CONSECUTIVO Maric: «Un grande lavoro politico e amministrativo per un grande risultato»

S

ono ormai 26 anni che la Foundation for Environmental Education assegna alle migliori locali balneari d’Italia e del mondo la prestigiosa Bandiera Blu. «Anche quest’anno, per il 15 anno consecutivo, - afferma l’Assessore all’ambiente Joseph Maric - Sperlonga riceverà l’ambito riconoscimento all’interno di una cerimonia di consegna che si svolgerà a Roma presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. La Bandiera Blu è un vessillo che garantisce ai cittadini il soddisfacimento di vincolanti criteri ambientali quali: la pulizia delle spiagge, la qualità delle acque di balneazione e dei servizi offerti. Il percorso di valutazione posto in campo dalla Foundation for Environmental Education distingue poi - prosegue l’assessore Maric fra spiagge e approdi turistici con regole di stima diverse in modo da certificare la qualità ambientale e dei servizi di base rispetto alle esigenze di chi viaggia. Per giungere ad ottenere la Bandiera Blu, il Comune di Sperlonga ha dovuto garantire agli ispettori della Fondazione una serie di parametri di merito imprescindibili. Credo sia interessante far conoscere alcuni

dati sui quali la FEE si convince da anni della bontà di quanto l’Amministrazione guidata dal Cav. Rocco Scalingi e gli operatori del settore turistico pongono in campo. Su 3274 abituali residenti, nel mese di agosto Sperlonga raggiunge la cifra complessiva di 172.919 dimoranti, con una media giornaliera di 5.578 unità. Importante anche la raccolta dei rifiuti urbani indifferenziati, che avverrà anche attraverso la distribuzione nelle zone periferiche di compostiere per 200 abitazioni ed aziende agricole e la fornitura di taniche per 1.200 famiglie per la raccolta degli oli vegetali usati. C’è poi da rilevare l’efficienza del servizio della raccolta dei rifiuti indifferenziati eseguito quotidianamente dal nostro personale, con spirito di sacrificio ed abnegazione, oltre all’apertura giornaliera del centro di trasferenza in località Vallesica per il conferimento dei rifiuti ingombranti. Nell’anno 2011 sono state recuperate 230 kg di batterie al piombo esauste, mentre sono in essere convenzioni con ditte specializzate per la raccolta di carta e cartoni, plastica e vetro. Ci sono state e in parte ancora sono in itinere diverse attività di sostenibilità ambientale che

riguardano in particolare le zone a traffico limitato e le aree pedonali, la mitigazione dell’inquinamento acustico attraverso l’adozione di un piano di zonizzazione, le aree verdi curate ed attrezzate, la mobilità interna al territorio comunale, i parcheggi decentrati, le isole ecologiche ed il monitoraggio della qualità dell’aria. Un grande lavoro di organizzazione ed ottimizzazione del Paese è stato prodotto in questo ultimo anno, altro lo stiamo programmando per rendere sempre più interessante Sperlonga agli occhi di chi vuole davvero scegliere un luogo di villeggiatura certificato. Siamo stati inoltre in grado di sostenere, con servizi ad hoc, attività economiche turistiche in forte espansione nonostante la crisi in atto. Ricordo che sul nostro territorio comunale vi sono 22 hotel che offrono 1270 posti letto, 4 villaggi turistici, 2 B&B, 1 agriturismo, 2 campeggi con capacità recettiva di 1730 posti letto, 1050 seconde case per altri 3.200 posti letto circa. Oltre alle attività di ristorazione dove si distinguono operatori di primissimo livello. Insieme ad una piccola delegazione comunale, ci recheremo lunedì 15 maggio prossimo a Roma per ritirare la Bandiera Blu - termina l’assessore Maric - sapendo di aver amministrato Sperlonga veramente nell’interesse di tutti».

Rischio incendi boschivi, in pubblicazione il bando per il finanziamento dei progetti A

nche quest’anno, in vista dell’approssimarsi della stagione estiva, il Servizio di Protezione Civile della Provincia di Latina pubblica un bando rivolto alle associazioni di protezione civile e ai Gruppi Comunali diretto a sostenere finanziariamente i progetti di tutela del territorio dal rischio incendi boschivi attraverso mirate attività di prevenzione. I progetti potranno realizzarsi attraverso molteplici attività: monitoraggio del territorio mediante presidi di controllo di aree ad alto rischio, bonifica di aree sensibili, recupero e tutela di zone di particola-

re pregio ambientale oltre che mediante azioni concrete dirette alla diffusione della cultura della prevenzione. Al fine di ottimizzare l’attività e considerato che l’obiettivo principale del bando è quello di salvaguardia del patrimonio boschivo il territorio della Provincia di Latina è stato idealmente suddiviso in aree omogenee. Ciascuna associazione o gruppo comunale dovrà individuare una sola area su cui realizzare il proprio intervento. Il bando, unitamente alla modulistica per aderire all’iniziativa, è disponibile on line. Il termine ultimo per presentare la doman-

da è il 10.06.2012. Gli interessati possono consultare il Bando sul sito della Provincia di Latina, www. provincia.latina.it, nella Sezione Bandi di Gara, e nella Sezione Albo Pretorio - Avvisi e Bandi. Tutte le informazioni relative al Bando possono essere, inoltre, richieste a: Provincia di Latina - Settore Polizia Provinciale - Servizio Protezione Civile, Via Don Minzoni, 9 - 04100 LATINA, telefono 0773 401350 - 0773 401351; fax 0773 401361, e-mail protezionecivile@provincia.latina.it


15 maggio 2012

9

Armando Cusani

NEWSLETTER

ENRICO COSENZ, L’EROE RIBELLE, IL SECONDO DEI MILLE, PRIMO CAPO DI SME A Napoli la presentazione del libro edito dalla Provincia di Latina

N

ell’ambito delle celebrazioni del 151° Anniversario della Costituzione dell’Esercito Italiano, avrà luogo domani 4 maggio alle ore 11,00 presso il Circolo Ufficiali in Piazza del Plebiscito a Napoli, la presentazione del libro “Enrico Cosenz- L’eroe ribelle, il secondo dei Mille, il primo Capo di SME”, edito dalla Provincia di Latina nell’ambito del progetto Verso l’Unità d’Italia. Autore del libro è Giuseppe Monsagrati, già ordinario di Storia del Risorgimento presso l’Università La Sapienza di Roma e consulente dell’Istituto Enciclopedico Treccani, mentre il coordinamento editoriale, le ricerche iconografiche, la selezione dei documenti e delle immagini sono a cura del dirigente Cerimoniale e Turismo della Provincia di Latina Domenico Tibaldi. Nel libro figurano inoltre la bella prefazione del Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani e i contributi storici di Nilo Cardillo, Paola Bernasconi, Giuseppe Aloia e Nicola Terracciano. Per la presentazione partenopea sono previsti, tra l’altro, gli interventi del Gen. C.A Giovan Battista Borrini, comandante logistico Sud, del Gen. B. Guido Mandriani (Manfredo Fanti e la Costituzione dell’Esercito Italiano), del Presidente Armando Cusani (Il generale dal cuore intelligente e il suo discepolo e le ragioni dell’iniziativa editoriale), del Past Presidente Associazione ex Allievi “Nunziatella” dott. Giuseppe Catenacci (Enrico Cosenz, al-

lievo alla Scuola Militare “Nunziatella”), del Presidente dell’Associazione “Grido Libero” prof. Nilo Cardillo (Enrico Cosenz nella storia e nella memoria) e dello stesso autore, il prof. Giuseppe Monsagrati (Enrico Cosenz, il ribelle, il rivoluzionario, il garibaldino disciplinato, il generale). A moderare l’incontro sarà il giornalista de La Repubblica Eduardo Scotti. “Non amava parlare di sé. E minimizzava ogni sua impresa. Erano i fatti e gli altri a parlare di lui - scrive il Presidente Cusani nel-

la sua prefazione- Totale autonomia di pensiero, era affidabile per tutti e, in quanto tale, costituiva una garanzia. Parlava poco, ma le sue parole pesavano e risultavano determinanti nelle scelte. Quando nel 1898, se ne andò, il Paese si strinse intorno al feretro dell’Eroe ribelle, del secondo dei Mille, del primo Capo di Stato Maggiore dell’esercito: L’Italia libera e unita aveva perso Enrico Cosenz.” “Nacque a Gaeta nel 1820- si legge sempre nella prefazione di Cusani- Dunque, un figlio della nostra terra: la Provincia di Latina desidera farne conoscere il profilo, il pensiero, le azioni perché Enrico Cosenz costituisce un esempio ancora attuale per senso del dovere e dello Stato, discreta e totale dedizione al Paese, al suo prestigio, al suo avvenire.” L’obiettivo di questo interessante saggio storico, quindi, è quello di consegnare ai giovani una figura dall’animo nobile, insieme a quel suo patrimonio di valori, ancor oggi fondamentali per il nuovo futuro d’Italia. Dopo la prima nazionale che si terrà a Napoli domani, il libro su Enrico Cosenz edito dalla Provincia di Latina verrà presentato a Gaeta l’8 giugno prossimo. La memoria di Cosenz, infatti, oltre a Napoli, Venezia e Roma, è restata viva a Gaeta che ha avuto intestata a lui la sua maggiore caserma già dai primi giorni della sua morte avvenuta nel 1898.

Tragedia a Jesolo, un pullman di ex carabinieri esce fuori strada, vi sono morti e feriti Il cordoglio del presidente della Provincia di Latina, Armando Cusani

«A

nome dell’intera Provincia di Latina e mio personale esprimo il profondo cordoglio per il tragico incidente stradale accaduto questa mattina alla comitiva di ex carabinieri di Aprilia, che si recava all’annuale raduno nella città di Jesolo. In questo triste momento non possiamo che testimoniare la nostra vicinanza ai familiari delle vittime e l’auspicio che i feriti possano in

breve tempo tornare alle loro normali attività. È per noi un fatto oltremodo triste perché ogni anno all’evento di Jesolo partecipavamo con il Gonfalone e una nostra rappresentanza istituzionale, a testimonianza di come l’Arma dei Carabinieri gode del rispetto e della fiducia dell’Ente di via Costa e di tutti i cittadini pontini. Quest’anno, per una mera ragione organiz-

zativa dovuta alle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio, dove per l’espletamento del servizio di sicurezza presso le sedi dei seggi elettorali è prevista anche la collaborazione della Polizia Provinciale, non ne abbiamo disposto la partecipazione. Rimaniamo in ogni modo a disposizione dell’Associazione Carabinieri di Aprilia per quanto la Provincia potrà essere utile.


10

Armando Cusani

NEWSLETTER

15 maggio 2012

Newsletter n.94  

Comunicazione politica e attività amministrativa del Presidente della Provincia di Latina

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you