Issuu on Google+

Armando Cusani

NEWSLETTER

Comunicazione politica e attività amministrativa del Presidente della Provincia di Latina Anno III - numero 74 | 8 luglio 2011 |Supplemento al Periodico di approfondimento politico Agorà - Registro Stampa del Tribunale di Latina n.877 del 9/3/2007

Personale ATA anno scolastico 2011/2012

LA PROVINCIA DI LATINA ANCORA UNA VOLTA PENALIZZATA DA “ROMA“ SCUOLA

3.900.000 euro per l’ITC “A. Bianchini” a pagina 5

LATINA

Il presidente della Provincia di Latina Armando Cusani.

“O

rganico personale A.T.A. anno scolastico 2011/2012 - ripartizione provinciale - interlocuzioni e confronti con gli Enti Locali”, questo il tema di una riunione urgente che si è tenuta in Provincia di Latina nei giorni scorsi. All’incontro sono intervenuti i rappresentanti del Comune di Aprilia, Cori, S.S. Cosma

La Provincia si impegna nel reperire finanziamenti per nuovi impianti sportivi a pagina 7

Pulizia e manutenzione del verde pubblico: interviene la Provincia a pagina 8

e Damiano, Maenza, Fondi e Sezze, con la partecipazione del dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale, ambito Territoriale di Latina, dottoressa Maria Rita Calvosa e del Dirigente del Settore Politiche della Scuola della Provincia di Latina, Prof. Vincenzo Mattei. continua a pagina 2

PORTO DI GAETA: GRANDI POTENZIALITÀ MA POCO RISPETTO DELL’AUTORITÀ PORTUALE a pagina 3


2

Armando Cusani

8 luglio 2011

NEWSLETTER

Personale ATA anno scolastico 2011/2012

LA PROVINCIA DI LATINA ANCORA UNA VOLTA PENALIZZATA DA “ROMA“ L

a convocazione si è resa necessaria perchè una nota dell’Ufficio Scolastico Regionale - Direzione Generale - Ufficio V, indicava il giorno 17 giugno 2011 quale termine ultimo per gli Enti Locali per far pervenire eventuali osservazioni in merito alla ripartizione del personale A.T.A. «Nonostante la ristrettissima scadenza operativa imposta - afferma il presidente Cusani - la Provincia non ha inteso prescindere, come già fatto nel passato, ad un confronto vero e leale con tutte le forze sociali coinvolte e in particolare con i Comuni interessati dai tagli all’organico del personale A.T.A., significando che disattendere le necessarie interlocuzioni non può che sostanziarsi un vulnus delle competenze degli enti locali legittimati a pronunciarsi sulla congruità dei contingenti riservati, in attuazione del comma 5 dell’art.2 del DPR 81/2009». Nella decisione adottata dall’Ufficio Scolastico Regionale - Direzione Generale, si riscontra una nuova grave penalizzazione per l’organizzazione delle scuole della Provincia di Latina, con tagli indiscriminati al personale e una non certo difficile previsione di implosione dell’organizzazione. «I tagli prodotti al personale - prosegue Cusani - hanno questa volta interessato gli assistenti scolastici, 6 in meno e gli amministrativi 33 in meno, oltre ai collaboratori scolastici (ex bidelli), 120 in meno, per un totale di -159 unità. A questi dati si deve aggiungere la differenza tra le 220 unità accantonate e le effettive 165 in servizio, pari a 55 unità, con una perdita complessiva di 214 Il rispetto del solo parametro numerico dato dal rapporto alunni-posti in organico nella formulazione delle consistenze organiche penalizza fortemente la Provincia di Latina, come noto contraddistinto da una conformazione geografica variegata e multiforme

e dalla presenza di Comuni di grandi e piccole dimensioni che rendono il territorio provinciale disomogeneo e caratterizzato da profonde differenze locali, culturali, artistiche e naturali tra i diversi centri abitati. La decisione stabilita dall’Ufficio Scolastico Regionale, dunque, lede il diritto allo studio degli studenti a tal punto che in alcune realtà, di per sé già critiche (sezioni e plessi staccati in zone periferiche, collinari o montane), il servizio scolastico sarà compromesso fino alla totale estinzione. Con particolare riguardo al personale A.T.A. con qualifica di assistenti amministrativi in dotazione in alcune scuole (Sezze, Lenola, Sperlonga etc.) ove sono pre-

senti nel numero di appena due unità, la soppressione di un posto esporrebbe i plessi interessati alla paralisi del diritto allo studio laddove, in caso di malattia dell’unico assistente amministrativo, ne sarebbe impossibile la sostituzione con conseguente impossibilità di espletare l’attività amministrativa e organizzativa della scuola. Ancora più incidente sarebbe il taglio degli assistenti tecnici presso Istituti Tecnici (tra cui

l’Istituto di Istruzione Secondaria Nautica e Commerciale di Gaeta “Giovanni Caboto”), ove la soppressione del posto di assistente tecnico inficerebbe la possibilità di utilizzare il laboratorio di simulazione della navigazione in dotazione dell’Istituto, non consentendo le esercitazioni obbligatorie previste dai curricula ministeriali nonché vanificherebbe le spese affrontate dalla Provincia di Latina per dotare anche gli altri Istituti di laboratori per l’ampliamento dell’offerta formativa. A ciò si deve aggiungere la paventata riduzione dei collaboratori scolastici preposti, tra le altre attività, alla tutela dell’igiene nelle scuole, alla custodia e alla sorveglianza degli alunni minorenni e in età pre-adolescenziale, con forte nocumento degli standard di sicurezza. È giusto ricordare - conclude il Presidente Cusani - che gli ulteriori tagli di personale A.T.A., in età avanzata e con esperienza pluriennale, renderebbe oltremodo problematico e difficile il reinserimento nel mondo del lavoro con conseguente compromissione dei diritti fondamentali della persona. In tutta questa vicenda, infine, registriamo l’accanimento quasi terapeutico della dirigente dall’Ufficio Scolastico Regionale, dottoressa Novelli, la quale opera palesi disparità tra la Provincia di Roma e il resto delle province laziali, non comprendendo che queste ultime hanno peculiarità diverse ma non minoritarie rispetto a quelle della capitale. Ed è con queste motivazioni e a supporto degli interessi degli studenti, del personale docente e ausiliario, che la Provincia si appresta a fare opposizione in tutte le sedi deputate». Everardo Longarini

Portavoce del Presidente Armando Cusani


8 luglio 2011

Armando Cusani

NEWSLETTER

3

PORTO DI GAETA: GRANDI POTENZIALITÀ, POCO RISPETTO DELL’AUTORITÀ PORTUALE

Un momento del convegno di Gaeta.

S

i è svolto nei giorni scorsi l’atteso convegno nel quale è stata presentata una ricerca commissionata dalla Provincia di Latina e condotta dall’Università Federico II di Napoli dal titolo: “Porto di Gaeta - Strategie per lo sviluppo integrato dei trasporti marittimi merci e passeggeri nel mar Tirreno”. La Provincia di Latina su questi importanti temi si propone da qualche tempo come laboratorio permanente di scambio di esperienze sull’applicazione di una logistica intermodale, che guardi con maggiore interesse alle vie del mare per il potenziamento del traffico merci e croceristico. Il convegno è stato inoltre occasione per radunare intorno ad un unico tavolo autorevoli relatori, espressione del mondo accademico, imprese di trasporto, rappresentanti di altri porti-piattaforme logistiche internazionali, associazioni di categoria, membri del governo italiano e comunitario. «L’incontro di Gaeta - esordisce il Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani - ha rappresentato un momento di sintesi importante, dove abbiamo messo a sistema tutte le nostre precedenti iniziative legate allo sviluppo delle vie del mare del porto di Gaeta, importante piattaforma logistica che guarda al mare sia per il traffico merci che croceristico. Il convegno ha avuto una forte impostazione tecnica e una serie d’interessanti spunti e analisi per lo scalo portuale della nostra provincia. Si è parlato dell’esperienza del porto di Barcellona e del suo retroporto, del piano nazionale dei trasporti e della logistica, delle azioni da intra-

prendere per lo sviluppo del traffico croceristico e del water front, un tema delicato per la città di Gaeta, e molte testimonianze aziendali tra cui la prima società di logistica nel Mediterraneo nell’utilizzo delle autostrade del mare. Sicuramente la parte più interessante del convegno è stata la presentazione dello studio condotto dall’Università Federico II e l’intervento del vice presidente della comunità Europea Antonio Tajani, che si è reso disponibile nel supportarci nella presentazione di progetti comunitari legati alla logistica portuale e non solo. Il primo atto dopo il convegno sarà farlo diventare un documento istituzionale e di programmazione economica della Provincia di Latina e organizzare tavoli di lavoro tecnici per pianificare l’accesso ai fondi comunitari. La nostra Provincia - prosegue Cusani - ha necessità di un rilancio della questione multimodale sia marittima sia ferroviaria, capace di innescare vantaggi in termini economici e ambientali. Abbiamo un tessuto economico e paesaggistico di tutto rispetto, dove non tutte le potenzialità sono state espresse, penso in primis al traffico croceristico. La piattaforma portuale laziale ha delle possibilità sopratutto verso i nuovi mercati come il magreb e l’Egitto ma se non si è veloci e ragioniamo in un’ottica di maturo e serio federalismo portuale tra i porti di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta corriamo il rischio di rimanere fuori dai circuiti importanti. Come Provincia di Latina non siamo ancora completamente usciti fuori dalla crisi, ma il sistema ha

tenuto. Il nostro tessuto produttivo considerando i tanti comparti come il turismo, l’ortofrutta, il farmaceutico, deve rimanere al top nel confronto con altri territori sia nazionali sia internazionali, dove le infrastrutture e la logistica fanno la differenza. La crisi ci ha messo alla prova ma l’abbiamo affrontata con pragmatismo e serietà, incontrando molti stabilimenti di produzione che hanno in ogni occasione rilevato le mancanze d’infrastrutture capaci di fare sistema. Da qui la necessità di elaborare lo studio consegnatoci dalla Federico II, che ci ha consegnato una fotografia non solo della nostra Provincia ma anche di quella di Frosinone, Campobasso e Caserta. In quest’ambito territoriale - termina il Presidente Cusani - le imprese dovranno fare la loro parte attraverso investimenti in innovazione, ricerca e azioni commerciali per entrare in alcuni mercati emergenti, consegnando di fatto al porto di Gaeta un futuro prossimo migliore». Chiudiamo infine con un dato incontrovertibile: attraverso i documenti contabili prodotti dall’Autorità Portuale negli anni 2004-2011, riscontriamo una sostanziale marginalità del porto di Gaeta in favore di Civitavecchia. Dalle carte che abbiamo potuto leggere l’Autorità Portuale non si è fatta di certo apprezzare per strategie in grado di attrarre ulteriori e qualificati traffici per l’approdo pontino. Una mancanza grave che va sanata al più presto. Everardo Longarini Portavoce del Presidente Armando Cusani


4

Armando Cusani

NEWSLETTER

8 luglio 2011

PATTO PER LO SVILUPPO TURISTICO IN PROVINCIA DI LATINA

Incontro pubblico con gli operatori economici e con i rappresentanti istituzionali degli Enti locali di Sabaudia, San Felice Circeo Pontinia e Sonnino

P

roseguono gli incontri pubblici per divulgare i contenuti e le opportunità di sviluppo del turismo contenute nell’Avviso Pubblico emanato dalla Provincia e dall’APT di Latina. Si tratta della seconda iniziativa che sta interessando in particolare i territori di Sabaudia, San felice Circeo, Pontinia e Sonnino. Il prossimo incontro si terrà presso l’aula consiliare del Comune di Sabaudia martedì 28 giugno, dalle ore 16. All’iniziativa parteciperanno oltre al direttore dell’APT, Paolo Graziano, gli Assessori provinciali Silvio D’Arco e Fabio Martellucci. «Scopo principale dell’iniziativa - afferma Silvio D’Arco - è quello di incoraggiare nuovi investimenti nel comparto turistico sul nostro territorio,

sia da parte pubblica sia dai privati, con particolare riguardo alle iniziative concernenti i servizi e lo sviluppo delle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere». «Ci prefiggiamo di raccogliere i progetti e le richieste vere del territorio - afferma Paolo Graziano - per giungere poi a stipulare una sorta di accordo negoziale con

la Regione Lazio e in particolare con gli assessorati al turismo e urbanistica, al fine di superare i tanti lacci burocratici che scoraggiano la messa in campo di iniziative imprenditoriali turistiche». Sulla stessa linea d’azione la dichiarazione dell’assessore provinciale Fabio Martellucci, il quale rileva l’importanza di raccogliere le proposte provenienti dal territorio per inquadrarle all’interno di una cornice programmatica e urbanistica, coerente con gli indirizzi di sviluppo locale e con il nuovo Piano Territoriale Provinciale di Coordinamento, ormai in dirittura d’arrivo. Ricordiamo che il Bando Pubblico sul turismo, emanato dalla Provincia di Latina e dall’Apt, scadrà il 30 luglio 2011.

Il municipio di Sabaudia.

LE DELIBERE DELLA SEDUTA DI GIUNTA DEL 26 GIUGNO

L

a giunta Cusani delibera. Interventi urgenti ed imprescindibili stante la necessità di eliminare situazioni di pericolo per gli utenti della rete stradale di competenza che complessivamente comportano un importo di € 2.754.772,00, finanziato mediante l’utilizzo dell’avanzo di amministrazione dell’anno 2010 iscritto nel Bilancio 2011. «Si è reso necessario ed urgente - evidenzia il Presidente Cusani - per garantire questi interventi, perché rivestono carattere di urgenza stante la necessità di eliminare situazioni di pericolo per gli utenti della rete stradale provinciale e di competenza, garantire in tutte le scuole provinciali il regolare inizio delle attività didattiche per l’anno scolastico 2011/2012 nonché garantire

la copertura economica necessaria a dare corso ad impegni assunti dall’amministrazione con atti ufficiali». Approvati poi, una serie di progetti, quelli preliminari, inerenti la realizzazione marciapiedi Velletri Anzio II- Loc. B.go Montello redatto dal geom. Manfredo Fantozzi della Provincia di Latina, per un importo complessivo di € 543.400,00; la realizzazione marciapiedi e messa in sicurezza tra strada Ferriere e strada Campomorto e strada Nettunense redatto sempre dal geom. Manfredo Fantozzi della Provincia di Latina per un importo complessivo di € 567.195,20; la messa in sicurezza dell’incrocio stradale tra via Sterpaia e via Fossetto redatto dal geom. Mandredo Fantozzi per un importo

complessivo di € 150.150,00. Approvato il progetto definitivo per lavori di manutenzione straordinaria presso l’ISISS T. Rossi di Priverno, l’ISISS Pacifici e De Magistris di Sezze e l’ITI G. Marconi di Sabaudia redatto dall’ing. Gianvincenzo De Paola e dall’ing. Laura Berardi, per una spesa complessiva pari € 489.000,00. Approvato il progetto per la concessione di contributi per l’acquisto di attrezzature necessarie per il potenziamento di Corpi e Sevizi di Polizia Locali per un importo di € 20.000, di cui € 18.000, con contributo regionale. Approvato infine, l’iscrizione ATC e reciprocità venatoria relative alla Stagione venatoria 2011/2012.


8 luglio 2011

Armando Cusani

NEWSLETTER

5

PER L’ITC “A. BIANCHINI” LA PROVINCIA STANZIA 3.900.000 EURO

«Risparmieremo 128 mila euro l’anno per l’affitto dei vetusti locali della succursale dell’istituto»

Ingresso dell’istituto A. Bianchini di Terracina.

L

a giunta Provinciale ha deliberato nei giorni scorsi l’ampliamento dell’I.T.C. A. Bianchini di Terracina con una variazione di bilancio corrente e l’utilizzo di avanzo di amministrazione. L’I.T.C. “A. Bianchini” di Terracina è stato costruito negli anni ottanta e si compone di circa 800 alunni iscritti ai corsi e soddisfa attualmente le diverse esigenze didattiche usufruendo dell’immobile di proprietà provinciale sito in Via Marandola, dotato di 24 aule, nonché della vetusta ex Colonia Bastianelli sita sul Lungomare Circe (in fitto all’Ente dalla Soc. Romana Pro- Infantia di Roma al costo di circa euro 128.000,00 annui), con dotazione di 20 aule. Con deliberazione di giunta provinciale n. 72 del 24/6/2010 è stato approvato il progetto definitivo dei lavori di ampliamento I lotto redatto dall’Ing. Giuseppe Cavone. «Considerato che l’attuazione dei lavori di ampliamento implica notevoli vantaggi di medio periodo per la Provincia di Latina, evidenzia il Presidente Cusani - come l’annullamento delle onerose spese di fitto e degli elevati costi di manutenzione e gestione dei servizi annualmente registrati in passivo di bilancio per la tenuta dell’immobile sito sul

Lungomare Circe. Ma anche per l’esercizio delle qualificate attività didattiche dell’I.T.C. “A. Bianchini” presso una sede unica e meglio attrezzata in relazione alle esigenze della locale popolazione scolastica. Per finanziare l’ampliamento dell’I.T.C. A. Bianchini di Terracina vi è nell’annualità corrente la possibilità di contrarre un mutuo con la Cassa Deposti e Prestiti ammontante complessivamente a 1.750.000,00 euro. Nelle more dell’acquisizione del permesso di costruire rilasciato dal Comune di Terracina, il tecnico incaricato ha redatto il progetto esecutivo aderente alle prescrizioni normative dettate dal D.Lgs 163/2006 e dal relativo regolamento di attuazione. La giunta ha così deliberato di prendere atto della necessità urgente di dare copertura finanziaria al I Lotto per un importo di 2.600.000,00 euro, stante l’esigenza da parte della Provincia di Latina di rendere immediatamente appaltabile l’opera e di beneficiare nel medio periodo dei citati vantaggi di natura finanziaria, logistica e didattica, finanziati per la somma di euro 1.750.000,00 mediante contrazione di Mutuo Cassa DD.PP. nella corrente annualità e per la residua somma di euro 850.000,00 mediante l’utilizzo

dell’avanzo di amministrazione dell’anno 2010 iscritto nel Bilancio 2011. Il costo complessivo dell’intervento comunque ammonta a euro 3.900.000,00. Per raggruppare le due sedi dell’Istituto - termina il Presidente Cusani - necessita quindi di un potenziamento del numero delle aule e dei laboratori. Inoltre tenuto conto del trend positivo delle iscrizioni, e per far fronte a un prevedibile aumento della popolazione scolastica nell’Istituto, si è programmato un intervento superiore alle esigenze attuali, prevedendo pertanto una realizzazione a stralci funzionali in tempi diversi. Con il primo stralcio, da realizzare subito, si soddisfano le esigenze attuali dell’Istituto, e si consente la possibilità di ampliamenti futuri». Con l’imminente ampliamento del “Bianchini” la Provincia di Latina chiude in larga parte l’elenco dei lavori programmati in favore delle strutture scolastiche della Città di Terracina. All’appello manca soltanto la costruzione del nuovo “Filosi”, per il quale la Provincia di Latina è da qualche tempo pronta per avviare tutte le procedure necessarie per giungere in tempi fisiologici alla sua realizzazione.


6

Armando Cusani

8 luglio 2011

NEWSLETTER

LA GIUNTA CUSANI DELIBERA... GIUNTA

I PROVVEDIMENTI ADOTTATI IL 29 GIUGNO

A

seguito del Protocollo d’intesa tra la Provincia di Latina e il Comune di Latina, l’ente di Via Costa ha concesso un contributo di € 100.000 per la realizzazione dei lavori di manutenzione e pulizia delle aree e verde pubblico. La Giunta Cusani ha deliberato, inoltre, il progetto definitivo redatto dall’ing. Giuseppe Chiota per i lavori di ampliamento del sottovia ferroviario al km 138+45 della “Direttissima Roma-Napoli in via Sebastiano” ricadenti nel territorio del Comune di Minturno per una spesa complessiva di € 2.760.000. La Giunta ha poi deliberato l’anticipazione di spesa con fondi di bilancio i lavori di straordinaria manutenzione presso la sede ITIS G. Galilei di Latina, relativo al I SAL (€ 190.684,26); e un contributo ai Comuni di Ponza e Rocca Massima per l’acquisto di scuolabus ecologici, in base alla L.R. 29/92 piano annuale interventi per il diritto allo studio - anno scolastico 2010-2011, pari a € 63.600,00 per ogni comune.

A

pprovato un protocollo d’intesa tra la Provincia di Latina e l’AUSL di Latina per un controllo integrato ai fini della tutela dell’Ambiente e della Salute e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro, delle Attività Produttive provinciali in cui assume particolare rilievo l’impiego di sostanze e miscele pericolose. La giunta di via Costa ha preso atto della necessità urgente di dare copertura finanziaria del progetto relativo ai lavori di ampliamento dell’ITC A. Bianchini di Terracina, dell’importo complessivo di euro 2.600.000, stante la necessità da parte della Provincia di Latina di rendere immediatamente appaltabile l’opera e di beneficiare nel medio periodo dei citati vantaggi di natura finanziaria, logistica e didattica. Pertanto è stato deliberato la variazione di bilancio corrente con utilizzo di avanzo di amministrazione. Approvato, poi, il regolamento delle trasferte del personale che regola la gestione dei rimborsi delle spese sostenute fuori sede dal personale dipendente, anche di qualifica dirigenziale e dal personale comandato presso l’Ente. La trasferta del dipendente - si legge nella delibera - deve essere preventivamente autorizzata dal dirigente responsabile del settore di appartenenza, mediante la compilazione dell’apposito modello riservato alle autorizzazioni. Modificato, infine, il piano an-

nuale delle assunzioni per l’anno 2011, approvato con deliberazione di G.P. n.19 del 18 marzo 2011, prevedendo l’immissione in ruolo mediante mobilità volontaria, nei corrispondenti profili professionali di attuale indirizzo di n. 4 unità professionali che attualmente prestano servizio in posizione di comando presso l’Ente, ovvero: n. 1 funzionario amministrativo di Cat. D3; n. 1 Istruttore amministrativo di Cat. C; n. 1 agente di vigilanza di Cat. C; n. 1 collaboratore professionale di Cat. B3. La giunta ha deciso pertanto c h e l’assunzione degli stessi avverrà previa prova selettiva a seguito dell’adozione di appositi bandi di selezione.

www.armandocusani.com

ILDELBLOG PRESIDENTE DELLA PROVINCIA

ARMANDO CUSANI


Armando Cusani

8 luglio 2011

NEWSLETTER

7

Nuove strutture sportive a Latina

LA PROVINCIA DI LATINA SI IMPEGNA NEL REPERIRE I FINANZIAMENTI La scelta di localizzare il centro sportivo in «Promuovere lo sviluppo non può prescinBorgo Sabotino ha rilevanza non solo locadere da un accordo inteso a organizzare e le ma anche per tutto il comprensorio di Lasostenere un processo di crescita endogeno tina e dei suoi comuni limitrofi, consentendo basato sulla valorizzazione delle vocazioni di ospitare manifestazioni sportive anche e delle risorse locali, - aggiunge il Presidenrilevanti, con la possibilità per atleti e acte Cusani - in grado di catalizzare lo svicompagnatori di alloggiare all’interno del luppo locale stesso da parte degli attori più complesso. La struttura ha potenzialità non rappresentativi presenti sul territorio. solo nel settore sportivo ma anche in quello ricettivo - turistico. Infatti il complesso è in grado di fornire servizi riGiovanni Di Giorgi cettivi a basso Sindaco di Latina costo, connessi ad attività turistiche legate alla balneazione o attività culturali. «Un struttuIl programma di governo della città prevede ra del genere grande attenzione ai giovani, al tempo rappresenta una novità di libero e anche al turismo. Ritengo che la rilevante inrealizzazione dell’impianto sportivo di Borgo teresse per la città di Latina Sabotino possa fornire adeguate risposte e per l’intesotto diversi ambiti. ra provincia, attualmente priva di una struttura di tal Armando Cusani genere - afPresidente della Provincia di Latina ferma il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi - Il programma di governo della città prevede grande attenLa costruzione di un nuovo impianto sportivo zione ai gioresta una soluzione comunque assolutamente vani, al tempo adeguata alle esigenze non solo della città di libero e anche al turismo. RiLatina ma dell’intera provincia. tengo che la realizzazione di questa opera possa fornire adeguate risposte sotto diversi ambiti. E tra questi c’è sicuramente il Comune di Questa intesa va nella direzione di una Latina. stretta collaborazione con gli altri enti locaLa costruzione di un nuovo impianto sportili del territorio e in questo caso ho trovato vo resta comunque una soluzione assolutagrande disponibilità nell’amministrazione mente adeguata alle esigenze non solo delprovinciale e nel presidente Cusani». la città di Latina ma dell’intera Provincia».

“ “

ccordo siglato tra Comune di Latina e Amministrazione provinciale per la realizzazione di infrastrutture sportive nel capoluogo. Il protocollo d’intesa riguarda le procedure per la realizzazione di una struttura polivalente in grado di assicurare servizi ricettivi a basso costo ma anche di offrire un complesso funzionale allo sviluppo del turismo sociale giovanile in ambito sportivo. A tal fine, il Comune di Latina ha individuato un’area di proprietà comunale in località Borgo Sabotino, di circa mq 40.000. Il protocollo d’intesa, firmato dai due enti e dall’Associazione Italiana della Gioventù (AIG), è volto a favorire l’esecuzione di una serie di opere e strutture sociali e sportive a Borgo Sabotino e in particolare: • realizzazione di un campo regolamentare di calcio; • realizzazione di tribune perimetrali di capienza non inferiore a 1.000 spettatori circa, attrezzate con pannelli fotovoltaici in grado di assicurare il soddisfacimento del necessità energetiche di tutto l’insediamento sportivo; • realizzazione di un fabbricato uso foresteria (ostello per circa 200 ospiti), comprensivo di servizi connessi (sale ristoro uffici - accoglienza), delle aree di supporto sportivo (spogliatoi - infermeria - area massaggi); • realizzazione di tutti gli impianti a servizio della struttura sportiva, comprese le sistemazioni esterne. L’importo complessivo dell’intervento è pari a circa 3.343.000 euro. Come recita il protocollo: “La Provincia di Latina, si impegna a valutare, ricercare e di attivarsi al fine di reperire le forme e le possibilità di finanziamento necessarie a garantire la realizzazione delle opere di cui sopra. Al riguardo le parti con concordano circa l’opportunità di realizzare il progetto principalmente con l’ausilio di risorse pubbliche e di attivarsi al fine di reperire tali provvidenze”. L’area prescelta per la realizzazione dell’insediamento sportivo ha espressamente tenuto conto del vigente strumento urbanistico che, tramite il Piano Particolareggiato Esecutivo (P.P.E.), individua per le particelle interessate la destinazione d’uso di verde e verde attrezzato.

A


8

Armando Cusani

8 luglio 2011

NEWSLETTER

Pulizia e manutenzione del verde pubblico

PROTOCOLLO D’INTESA TRA COMUNE E PROVINCIA DI LATINA C

entomila gli euro stanziati dalla Provincia di Latina, attraverso un protocollo d’intesa siglato con il Comune di Latina, per sostenere economicamente la pulizia e la manutenzione del verde pubblico del territorio comunale. Un protocollo d’intesa siglato in rapido tempo tra i due Enti data la necessità, sottolineata dall’amministrazione comunale, di dover provvedere in tempi rapidi alla pulizia delle aree verdi per riportare, come ha dichiarato il neo sindaco Giovanni Di Giorgi «il decoro della città ad un livello consono da capoluogo di provincia». Grazie alla somma erogata dalla Provincia, sono partiti i lavori di sfalcio dell’erba nelle aree verdi dei quartieri Nuova Latina e Nascosa, dove saranno spesi 25 mila euro, presso i parchi pubblici del centro, per un totale di 50 mila euro, presso i giardini dei plessi scolastici del centro, per un totale di 10 mila euro, e nelle aree verdi dei plessi scolastici dei borghi per una spesa complessiva di 15 mila euro.

Latina, Piazza del Popolo.

«La firma del protocollo tra Comune e Provincia - dichiara Di Giorgi - è un’altra felice sintesi della sinergia tra i due Enti a favore e tutela degli interessi della città e della cittadinanza. A dimostrazione del fatto che, se la politica “dialoga” i risultati non possono che essere soddisfacenti». «La firma del protocollo - conclude il sindaco - è un buon esempio, figlio di una politica del fare

e non delle parole, a dimostrazione che grazie a una giusta filiera di governo possono nascere ottimi rapporti di collaborazione, in cui tutti hanno da guadagnarci». «I Protocolli d’intesa con i Comuni della Provincia e in questo caso con quello del Capoluogo - evidenzia il Presidente Cusani - sono stati uno strumento decisivo per il consolidamento di quel rapporto tra Provincia e Comuni del territorio che ci caratterizza sin dalla passata consiliatura. I nostri Enti Locali continueranno ad essere tra gli interlocutori principali per il perseguimento di intenti comuni, attraverso lo scambio di idee e buone pratiche, partecipazione e sostegno economico». «Il decoro urbano ed ambientale - conclude Cusani - è quasi sempre il biglietto da visita di una città e di una comunità che aspirano ad avere soprattutto uno sviluppo turistico, sociale, culturale ed economico. Da qui il nostro impegno, iniziato a dire il vero, con il commissario prefettizio Nardone».

“DISPOSIZIONI PER FAVORIRE LA QUALITÀ E LA SEMPLIFICAZIONE DELLA NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI PICCOLA E MEDIA IMPRESA”

«È

approdata in questi giorni all’attenzione del Consiglio regionale la proposta di Legge n.134 - esordisce Gina Cetrone, vice presidente della Commissione PMI - riguardante l’importante settore delle piccole e medie imprese, che costituiscono la base su cui si fonda il tessuto imprenditoriale regionale e nazionale. Questo mondo produttivo, per molti ancora non compiutamente conosciuto, gioca certamente un ruolo essenziale in termini di sviluppo e occupazione. Attraverso la legge n.134 c’è la volontà da parte della maggioranza di centro destra e del Consiglio regionale, di estendere la sua applicabilità anche alle microimprese, le quali rivestono un ruolo oltremodo importante, soprattutto in tema di lavoro. La costituzione poi di un comitato formato dai rappresentanti delle imprese avrà una

funzione di consultazione determinante, capace di sensibilizzare il legislatore anche sulle eventuali e future necessità della categoria. È bene ricordare inoltre, che con il prossimo avvio dello Small Business Act la Regione Lazio si porrà tra quelle virtuose, in grado di spingere e sostenere ulteriormente le piccole e medie imprese, stressate oltre misura dall’invadenza delle burocrazie. Un’ultima sottolineatura: il Consiglio regionale di giovedì scorso, ancora una volta, è stato aggiornato per la sopraggiunta mancanza del numero legale. Da rappresentante delle Istituzioni e cittadina di questa Regione - termina Cetrone - sento il dovere di rinnovare l’appello ai colleghi consiglieri ad essere presenti in aula, per far giungere celermente a compimento i programmati lavori, licenziando provvedimenti utili alla soluzione dei problemi che arrivano dai territori». Gina Cetrone

Vice presidente Commissione PMI, Industria e Artigianato della Regione Lazio


9

Armando Cusani

8 luglio 2011

NEWSLETTER

Prevenzione e contrasto delle discriminazioni

SIGLATO IL PROTOCOLLO D’INTESA TRA L’UNAR E LA PROVINCIA DI LATINA

La firma del protocollo d’intesa.

È

stato siglato, questa mattina, nella sala Cambellotti della Provincia di Latina, il protocollo tra la Provincia di Latina e l’UNAR (Ufficio nazionale Antidiscriminazioni Razziali) in materia di prevenzione e contrasto delle discriminazioni. Presenti all’incontro: l’Assessore provinciale alle Politiche Sociali Fabio Bianchi, il direttore generale dell’UNAR Massimiliano Monanni e Antonio Quarto capo di Gabinetto del Prefetto di Latina. Con la firma del protocollo d’intesa la Provincia di Latina e l’UNAR (organismo che opera sotto la diretta dipendenza della Presidenza del Consiglio dei Ministri) assumono ufficialmente l’impegno a contrastare e prevenire fenomeni di discriminazione legati a motivi razziali, etnici, nazionali e religiosi attraverso una strategia integrata che l’Unar e la Provincia di Latina in piena sinergia metteranno in atto sul territorio. «L’Unar e la Provincia di Latina - è scritto nel protocollo - si impegnano comunemente: ¤ ad attivare rapporti di collaborazione permanente, al fine di rilevare, combattere e prevenire ogni forma di discriminazione, anche attraverso l’affermazione di buone prassi in

Massimiliano Monanni, Fabio Bianchi e Antonio Quarto.

materia di lotta alla discriminazione e tutela della dignità personale e sociale della persona e dei cittadini; ¤ promuovere lo sviluppo civile, sociale e culturale delle comunità locali, anche attraverso azioni positive per la crescita della coesione sociale, di promozione umana e di sensibilizzazione sui temi della discriminazione, del razzismo, della xenofobia, dell’ omofobia e della transfobia nonché dell’educazione alla cittadinanza attiva; ¤ definire e promuovere annualmente - a partire dalla Settimana contro la violenza nelle Scuole e dalla Settimana d’azione contro il Razzismo - iniziative congiunte di sensibilizzazione sui temi dell’anti-discriminazione con particolare riferimento al mondo giovanile, a quello sportivo e alle scuole a partire dalla rete di volontariato giovanile Ne.A.R. - Network antidiscriminazioni razziali; ¤ partecipare, con il coinvolgimento anche degli altri soggetti pubblici e privati interessati, a bandi e programmi nazionali ed europei in materia di lotta alle discriminazioni; ¤ collaborare a iniziative di formazione finalizzate ad una migliore conoscenza degli strumenti normativi e delle strategie di con-

trasto e prevenzione delle situazioni di discriminazione; ¤ realizzare momenti costanti di formazione e aggiornamento rivolti agli operatori della Provincia e del Comune in difesa dei diritti di cittadinanza; ¤ organizzare iniziative periodiche di incontro con le associazioni iscritte al Registro di cui all’articolo 6 del Decreto legislativo 215/2003 aventi sede ed operanti nel territorio provinciale, nonché con le altre associazioni operanti nel settore delle discriminazioni». Dopo la sigla del Protocollo è seguito un seminario informativo riservato a quei soggetti (facenti parte di enti pubblici o di associazioni private) che sul territorio provinciale si occupano di integrazione e lotta alla discriminazione. Nel corso del seminario sono stati trattati temi riguardanti le discriminazioni e sono state analizzate le dinamiche che producono fenomeni discriminatori. Hanno relazionato sull’argomento: Oriana Calabresi esperta FEI, Vanni Piccolo referente Unar per il Lazio e Anna Riglioni coordinatrice ed esperta FEI.


10

Armando Cusani

8 luglio 2011

NEWSLETTER

“LAB”, LA COMMISSIONE CULTURA ACCOGLIE LA RICHIESTA DI PERNARELLA

L’idea di Pernarella è di far nascere un teatro stabile a Latina che si relazioni con le altre realtà teatrali della provincia.

L

’VIII Commissione (Promozione Culturale, Valorizzazione Beni Artistici, Archeologici e Monumentali, Musei, Centri Storici, Sport e Tempo Libero, Gemellaggi) si è riunita per discutere dell’unico punto all’ordine del giorno «Richiesta contributo: progetto “LAB” (Laboratorio Latina) programma di attività e formazione nello spettacolo dal vivo, stagione teatrale 2011/2012». L’artista pontino, Clemente Pernarella, in qualità di Presidente dell’Associazione “Lestra” ha illustrato sinteticamente il progetto “LAB”. «Il progetto è un programma di attività di formazione per spettacoli dal vivo della stagione teatrale 2011/2012 - ha spiegato Pernarella - che nasce dalla necessità di rilanciare il Palazzo della Cultura e più in generale l’offerta culturale a Latina e nel territorio provinciale”. Pernarella ha poi evidenziato che “nella provincia di Latina che supera una popolazione di 500.00 unità, nessuno spazio censito è un ‘Teatro’ vero e proprio, ovvero un centro che abbia la configurazione giuridica e le caratteristiche tecniche essenziali per proporre, oltre alle attività di programmazione (la presentazione di spettacoli acquistati altrove), la realizzazione di allestimenti e la produzione in generale delle attività collegate all’impresa culturale. Stessa situazione riguarda i centri di carattere artistico e tecnico legati allo spettacolo, la cui diffusione

maggiore risulta a Roma, penalizzando fortemente gli ambiti provinciali». Il progetto presentato da Pernarella ha lo scopo non solo di ampliare e differenziare le tipologie di corsi realizzati a livello locale, ma di contribuire al riequilibrio dell’offerta formativa e lavorativa nel campo dello spettacolo tra la Capitale e il territorio pontino. Costruire una rete tra Enti di formazione, Enti e Associazioni delle spettacolo per rafforzare sul territorio le potenzialità del settore artistico e tecnico. Il progetto “LAB” (Laboratorio Latina) rientra tra i 12 ammessi a finanziamento dalla Regione Lazio. Il progetto formerà 20 allievi di cui 9 nell’area artistica e 11 nell’area tecnica (attore, elettricista, macchinista, fonico, manager dello spettacolo): figure altamente qualificate saranno in grado di spendere sul mercato la propria professionalità. L’idea di Pernarella è di far nascere un teatro stabile a Latina che si relazioni con le altre realtà teatrali della provincia; ricercare e sperimentare soluzioni che non abbiano carattere definitivo ma che possano incontrare le esigenze eventuali che si presenteranno in seguito. Infine l’artista pontino ha parlato dell’esperienza positiva al teatro Fellini di Pontinia (di cui è direttore) ribadendo l’importanza della cultura per lo sviluppo delle risorse e del turismo.

La Regione Lazio sostiene l’intero corso di formazione con un finanziamento di 250.000 euro. Per consentire la realizzazione del progetto occorrono altre 100.000 euro che saranno in parte coperte dalla Provincia di Latina, in virtù di un Protocollo di Intesa già sottoscritto anche dal Comune e dalla Camera di Commercio di Latina. Il vice presidente della Commissione Cultura, Silvano Spagnoli, e gli altri membri della Commissione, hanno accolto favorevolmente la richiesta di aiuto economico da parte dell’artista pontino, certi della ricaduta che il progetto avrà sul territorio a livello occupazionale e culturale. «Nel quadro delle attività della Commissione - ha commentato il Consigliere Silvano Spagnoli - e in accordo con gli indirizzi del Presidente Mauro Carturan, siamo sempre aperti a dare visibilità alle eccellenze culturali e sportive della città capoluogo e dell’intero territorio provinciale. Accogliendo la richiesta di finanziamento per attività e formazione nello spettacolo, abbiamo dimostrato ancora una volta la nostra partecipazione al rilancio culturale sul nostro territorio». La Commissione si riunirà nuovamente per discutere del progetto “LAB”alla presenza dell’Assessore alla Promozione Culturale Fabio Bianchi.


11

Armando Cusani

8 luglio 2011

NEWSLETTER

LA CONSIGLIERA CETRONE ALLA INAUGURAZIONE DELLA CASA FAMIGLIA “ELEONORA BARATTA” I

n rappresentanza della Regione Lazio la vice presidente della Commissione piccola e media impresa, Gina Cetrone, ha partecipato alla cerimonia d’inaugurazione della Casa Famiglia per minori “Eleonora Baratta” di Priverno. La consigliera Cetrone, nell’occasione, ha portato i saluti della Presidente Renata Polverini e del Senatore Claudio Fazzone, quest’ultimo vicino da sempre alla comunità privernate. Afare le veci del Presidente Cusani è intervenuto all’evento l’assessore provinciale alla Pianificazione Territoriale e Urbanistica Fabio Martellucci. «Per me è un triplice onore essere qui questa mattina - afferma Cetrone - perché oltre a ricoprire un ruolo istituzionale in Regione Lazio sono cittadina di Priverno e sensibile ad ogni iniziativa di carattere sociale. Credo fermamente che i ragazzi ospitati in questa struttura di accoglienza, che vivono un faticoso disagio, possono trasferire una grande testimonianza ai loro coetanei che si rapportano con un quotidiano diverso e meno problematico. I giovani ospitati presso questa struttura, pur attraversando sostanziali contraddizioni di carattere sociale, riescono con la loro

L’On. Gina Cetrone e l’assessore provinciale Fabio Martellucci.

spiccata sensibilità e forza d’animo ad apprezzare anche le piccole cose che oggi la vita offre loro, mantenendo però alti tutti i valori umani e il rispetto nei confronti del prossimo.

A differenza di molti ragazzi che pur vivendo situazioni più “normali” - termina Cetrone - si confrontano raramente con i veri valori della vita».

ATTIVITÀ DELLA PROVINCIA DI LATINA POSTI DISPONIBILI PER DISABILI

I

l settore Politiche del Lavoro informa che è stato pubblicato sul sito internet della Provincia di Latina www.provincia.latina.it l’elenco delle aziende o enti della Provincia di Latina che alla data del 31 dicembre 2010 hanno scoperture di disabili e di soggetti di cui all’art. 18 della legge 68/99.

L’elenco non comprende le aziende che pur avendo delle scoperture, risultano essere in sospensione dagli obblighi occupazionali ai sensi dell’art. 3 co. 5 della legge 68/99. L’elenco dei posti disponibili è stato regolarmente approvato dalla Commissione Provinciale per le Politiche del Lavoro integrata

con l’organismo delle disabilità e il comitato tecnico in data 27 giugno 2010. Gli aggiornamenti verranno effettuati dal settore Politiche del Lavoro con cadenza mensile e/o trimestrale a seconda delle variazioni comunicate dalle aziende.

abilitazione guida turistica, avviso ai candidati

I

l Settore Cerimoniale e Turismo informa che le verifiche previste per il mese di maggio 2011, relative all’abilitazione alla professione di guida e di accompagnatore turistico (legge Bersani) sono state rinviate al mese di novembre 2011 a causa dell’esiguità delle domande pervenute.

Le domande fatte pervenire entro il 30 aprile 2011 saranno considerate valide a tutti gli effetti, fermo restando il rispetto dei requisiti richiesti, per la sessione di novembre 2011. I candidati non più interessati al conseguimento dell’abilitazione dell’attività di guida e di accompagna-

tore turistico potranno chiedere la restituzione di quanto versato, compresa la documentazione presentata. Per ulteriori informazione e/o chiarimenti è possibile contattare il numero telefonico 0773401586 oppure inviare una e-mail a p.lauretti@provincia.latina.it


12

Armando Cusani

NEWSLETTER

8 luglio 2011

ATTIVITÀ DELLA PROVINCIA DI LATINA esito bando per il finanziamento di progetti di protezione civile: PREVISIONE E PREVENZIONE INCENDI BOSCHIVI 2011

I

l Servizio di Protezione Civile informa che nella pagina “Altri Avvisi e Bandi” della Sezione Albo Pretorio del sito della Provincia di Latina www.provincia.latina. it è stato pubblicato l’elenco delle associazioni che hanno presentato domanda di partecipazione al bando per il finan-

ziamento di iniziative di protezione civile e alle quali sono stati concessi contributi economici per la realizzazione dei progetti di previsione e prevenzione del rischio incendi boschivi. Nella tabella è riportato il punteggio conseguito dalla proposta progettuale a segui-

to dell’istruttoria, e l’importo del beneficio economico riconosciuto. Per informazioni e chiarimenti rivolgersi al Servizio di Protezione Civile, Via Don Minzoni, Latina e chiedere a Carla Pasqualucci (tel. 0773/401350 e.mail c.pasqualucci@ provincia.latina.it)

avviso selezione lavoro presso la cciaa di latina

L

a Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato di Latina ha presentato richiesta di avviamento a selezione per l’assunzione presso la stessa CCIAA di Latina, via Umberto I n.80, con contratto di lavoro a tempo indeterminato pieno, di n.1 unità appartenente alle categorie protette di cui all’art.18, comma 2, della L. n. 68 del

12 marzo 1999. L’inquadramento è previsto nella categoria giuridica ed economica 81, nel profilo professionale di “Operatore tecnico” del C.C.N.L. del comparto Regioni-Autonomie Locali, riservato agli iscritti di cui all’art. 18, comma 2, Legge 68/99. I requisiti richiesti sono quelli previsti per gli impiegati civili dello stato; titolo di studio

richiesto: diploma di scuola dell’obbligo e possesso della patente di guida di categoria D. Tutti gli interessati dovranno presentarsi presso i Centri per l’Impiego competenti per territorio il giorno 7 luglio 2011, dalle 9 alle 12 e dalle 15.30 alle 16.30. L’avviso di selezione è consultabile sul sito della provincia di Latina www.provincia.latina.it

Istituto San Benedetto: scuola con forte propensione verso la crescita socio culturale

L

’Istituto Agrario S. Benedetto di Borgo Piave attraverso questa ennesima attività ha sottolineato con vigore la propria propensione verso la crescita socio culturale del territorio in cui opera. Una scuola che continua ad aprirsi al territorio e amplia la sua offerta formativa acculturando, non solo in termini di saperi teorici ma soprat-

tutto pratici. Da circa 10 giorni (ripartirà domani) una folta delegazione di ospiti ungheresi dell’analogo Istituto Agrario di Caposvar è ospite dell’Istituto di Latina. Si tratta della ventesima mobilità in quanto da vent’anni con gli ospiti ungheresi esiste un rapporto di collaborazione e di scambio di esperienze che continua nel comune

impegno. La delegazione ungherese è stata ricevuta questa mattina dall’assessore provinciale alle Politiche della Scuola Giuseppe Schiboni. «L’esempio dell’Istituto Agrario S. Benedetto di Borgo Piave - tiene a ribadire l’assessore Schiboni - è un esempio virtuoso di come grazie all’interesse degli insegnanti sia possibile costruire ponti di amicizia tra ragazzi, classi, scuole di territori e culture diverse. Amicizia che va ben oltre la concezione di gemellaggio classico e che si materializza con percorsi formativi per alunni, attività di cooperazione tra istituti, gite scolastiche ragionate che portano i nostri ragazzi a scoprire l’altra Europa e permettono ai ragazzi balcanici di viaggiare in territori che fino a pochi anni fa erano molto ‘lontani’».


Armando Cusani

8 luglio 2011

NEWSLETTER

13

ATTIVITÀ DELLA PROVINCIA DI LATINA esito bando per il finanziamento di progetti di protezione civile: PREVISIONE E PREVENZIONE INCENDI BOSCHIVI 2011

V

enerdì 8 luglio 2011, alle ore 9.30, presso la Tenuta Pantanello di Ninfa a Cisterna, sarà presentato il volume (edito dalla Cangemi Editore) “Progetto Monti Lepini – Studi idrogeologici per la tutela e la gestione della risorsa idrica. Interverranno: l’Assessore all’Ambiente e Sviluppo sostenibile della Regione Lazio Marco Mattei e il Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani, il Dirigente Settore Pianificazione Urbanistica e Trasporti Provincia di Latina Carlo Perotto, Paolo Bono del Dipartimento di Scienze della Terra Università “Sapienza” di Roma, Giuseppe Capelli e Roberto Mazza del Dipartimento di Scienze Geologiche Università degli Studi Roma Tre, Claudio Alimonti del Dipartimento Ingegneria Chimica Materiali Ambiente Università “Sapienza” di Roma, Giacomo Catalano della Regione Lazio, Giovanni Conte, Rossella Gafà dell’ISPRA, Paolo Sarandrea della Provincia di Latina, il Segretario Autorità dei Bacini Regionali del Lazio Bruno Placidi e il Presidente della Fondazione Roffredo Caetani Gabriele Panizzi. «Il volume - scrive nella prefazione il Presidente Armando Cusani - evidenzia i risultati di un approfondito progetto di ricerca idrogeologica nel quale sono stati impegnati Regione, Provincia e gruppi scientifici delle Università romane, per la determinazione delle caratteristiche fisiche e quali-quantitative del grande serbatoio carsico contenuto nella dorsale dei

monti Lepini che domina il settore di Nord-Est del territorio pontino. Nel proseguire l’attività pubblicistica con la quale la Provincia attende alla divulgazione di ricerche ed approfondimenti legati alle tematiche paesaggistico-ambientali che hanno ricadute sulla quotidiana attività gestionale, lo studio, fortemente voluto dalla Fondazione “Roffredo Caetani”, proprietaria dei famosi giardini di “Ninfa”, è stato finanziato dalla Regione Lazio, operativamente

REGIONE LAZIO

PROVINCIA DI LATINA

Presentazione dei risultati venerdì 8 luglio 2011 ore 9,30 Tenuta Pantanello di Ninfa Cisterna di Latina

gestito dalla Provincia di Latina attraverso un “gruppo di coordinamento scientifico” e materialmente eseguito dai dipartimenti “Scienze della Terra” di Roma Sapienza, “Scienze Geologiche” di Roma Tre, “Laboratorio di Ingegneria degli Acquiferi” di Roma Sapienza, con il contributo, nella fase di sintesi finale, di tecnici regionali, provinciali e dell’ISPRA. Ne è scaturito un quadro conoscitivo di grande complessità, dove una nuova lettura dei caratteri geologico-strutturali della dorsale, interfacciata con le informazioni acquisite con le campagne idrogeologiche ed idrochimiche condotte sulla struttura e nella piana antistante, nonché la verifica delle idroesigenze attuali e future del comprensorio Latina Nord, ha permesso di definire arealmente e volumetricamente la geometria del serbatoio Lepino, definire lo stato di conservazione della risorsa, la sua vulnerabilità ed esposizione al rischio di inquinamento e/o sovrasfruttamento, permettendo così di delineare, con buona approssimazione, gli indirizzi fondamentali per la sua futura e corretta gestione. Su altro piano, questo lavoro sottolinea con quanta e quale sensibilità la Provincia accompagni il proprio impegno per la difesa dell’ambiente e per la pianificazione di politiche per lo sviluppo sostenibile del territorio». Ai partecipanti verrà fatto omaggio di copia del volume. Al termine del convegno, dopo il breakfast, sarà possibile effettuare una visita guidata alla Tenuta di Pantanello.


14

Armando Cusani

NEWSLETTER

8 luglio 2011


Newsletter n.74